Motto Club
   
totem
   
  HOME / NEWS

 
ULTIME NEWS
   
dot ASSEMBLEA DEI SOCI: IL DIRETTIVO SI "RAFFORZA"

dot JUVE AGLI OTTAVI DI FINALE DELLA CHAMPIONS! SUPERATA QUOTA 800 SOCI

dot “SPAL...LATA” AL CAMPIONATO!

dot 28 NOVEMBRE ASSEMBLEA DEI SOCI

dot ANDRIA&BASSAVALLE: FRATELLANZA AD OLTRANZA

   
ARCHIVIO NEWS
dot News anno 2009
dot News anno 2010
dot News anno 2011
dot News anno 2012
dot News anno 2013
dot News anno 2014
dot News anno 2015
dot News anno 2016
dot News anno 2017
dot News anno 2018
   
 
IL CALCIO E’ DAVVERO STRANO….
 

Quando meno te lo aspetti, quando tutto sta andando per il verso giusto, quando vedi la tua squadra dominare in lungo ed in largo l’avversario, quando vedi un gol, del più forte calciatore al mondo, che da solo vale il prezzo del biglietto, allora mai immagini un epilogo così assurdo! La Juve stava conducendo in porto una qualificazione matematica agli ottavi ed il primo posto nel girone gestendo un vantaggio purtroppo risicato di 1-0 che meritava di essere ben più consistente per tutte le occasioni sprecate, per la sfortuna avuta, per la nostra incapacità di chiudere le partite, diciamolo pure senza problema è questo il nostro più grande difetto! Se a tutto ci aggiungiamo poi il solito “tirare i remi in barca” del nostro Mister che prova sempre a difendere il risultato (sbagliatissimo) ecco che….. prima o poi vieni fregato. E’ successo mercoledì sera contro il Manchester quando nei minuti finali abbiamo subito un “uno, due” micidiale degli inglesi che ha potuto dare fiato alla bocca di un imbecile che corrisponde al nome di Mourinho, uno degli allenatori più sopravalutati che la storia del calcio abbia mai conosciuto. Grazie alla sua dialettica sempre scomposta riesce a mascherare i suoi limiti. Ma lasciamolo perdere, come lasciamo perdere tutti gli “stronzi” venuti a galla dopo questa nostra sconfitta….gli daremmo sin troppa importanza. Tanto la storia, da sempre, rimette subito tutto a posto…..abbiate fede….  

Ribadiamo NOI SIAMO NOI, voi altri non sappiamo chi siete! Peccato aver letteralmente regalato questa vittoria agli inglesi per nostri stupidissimi errori e soprattutto per aver smesso di giocare. Quando impareremo che le gare della Champions si giocano alla morte sino al fischio finale dell’arbitro? La lezione di Monaco di Baviera, di Madrid evidentemente ancora non è servita! Per fortuna siamo ancora nella fase a gironi, dove tutto è assolutamente invariato, dove tutto è rimediabilissimo. Ma immaginate se una sconfitta del genere fosse arrivata nelle sfide dagli ottavi in poi……ci mancherebbe provare anche quest’altra delusione……

Che adesso serva di monito a tutto l’ambiente ma soprattutto all’allenatore ed ai giocatori in campo. Non si può gettare al vento quanto di buono aveva costruito CRISTIANO RONALDO. Un mostro, un giocatore mai avuto nella storia. Le cose più difficili le fa diventare semplicissime. Ma come abbiamo tutti quanti potuto vedere, non basta CR7 da solo per vincere le partite, per vincere la CHAMPIONS. La MALDETTA la vinci solo se tutti lottano allo stesso modo, se tutti non mollano e non arretrano rispetto all’avversario di un solo millimetro. Forza ragazzi ripartiamo da questa sconfitta che servirà di lezione a tutti. Le partite vanno chiuse prima, serve maggior cattiveria, serve maggior concentrazione, serve maggior determinazione. Non si possono sbagliare certi gol come quelli visti sbagliare mercoledì sera. Le traverse, i pali ci stanno (anche quelli abbiamo preso mercoledì), ma non si può non mettere la palla dentro da due passi. Cuadrado e Pjanic lo abbiamo compreso? Già il primo tempo sarebbe dovuto terminare almeno con un 2-0 ed invece all’intervallo eravamo fermi sullo 0-0. Al vantaggio straordinario di Ronaldo è poi seguita un altra serie di occasioni fallite per poi buttarci, come detto, letteralmente nel finale.  1-2 il tabellino della gara, roba da non crederci che ci ha fatto ancora una volta comprendere di come il calcio sia spesso “bastardo”. Adesso in classifica il Manchester, ma anche il Valencia, sono in piena corsa per la qualificazione con la Juve che per blindare il primo posto dovrà assolutamente battere il Valencia nella prossima sfida allo Stadium, dove basterà comunque un punto per qualificarsi agli ottavi.

Adesso ci auguriamo che la rabbia, la delusione per una sconfitta così assurda si trasformi in energia positiva per sconfiggere il Milan in campionato nella difficile trasferta di domenica sera. Siamo nettamente più forti ma lo dobbiamo dimostrare come sempre sul campo.

Incredibile è stata la partecipazione dei nostri soci nella trasferta allo Stadium contro il Manchester. Tanti, tantissimi a decine erano presenti sugli spalti, in ogni settore, arrivati con ogni mezzo, con la solita contagiosa goliardia che ha destato la solita simpatia da parte degli amici di su. Il grosso del gruppo era ovviamente in Sud questa volta tutti in basso in prima linea dietro lo striscione ANTICHI VALORI, perchè ci sentiamo persone degne di essere li dietro!

Ma prima dobbiamo raccontarvi episodi che hanno caratterizzato l’intero viaggio dei nostri. Sin dalla partenza l’euforia era contagiosa per via della presenza di alcuni “elementi” che messi tutti assieme determinano ogni volta “un mix assolutamente pericoloso……”. Che ridere ragazzi. Con Sabino Chieppa a capo della comitiva che non faceva altro che caricare a bordo di tutto di più oltre agli immancabili litri e litri di vino segno evidente che la giornata sarebba stata ad alto tasso alcolemico. Durante le prime ore di viaggio come sempre i soci sono stati deliziati dal nostro tradizionale e ricco “apericena” compreso nel prezzo del viaggio. Come vi coccoliamoooooo…..

Arrivano a Torino per le 10,30 del mattino con Sabino ed alcuni ragazzi volontari che si prestano a scaricare tutto il ben di dio da portare in trattoria, dove dovete sapere il menu lo decidiamo noi……

A tavola si ritrovano ben 50 persone (che spettacolo che siamo) con il vino che iniziava davvero a scorrere a fiumi. I risultati sono ben evidenti dalle foto o video che iniziano ad arrivare in chat. Nello stadio entrano più carichi che mai con Francesco Lorusso autentico mattatore assieme al suo “socio” Alfi Campanile. Che accoppiata ragazzi. Giorgio il solito perfetto organizzatore, riporta l’ordine nel gruppo in curva. Poi arriva Massimo Matera che con la solita combriccola (Fusaro….Buonomo….& C….sapete nulla voi????? ahahahaha) dal basso consiglia i cori al “lanciacori” tra un via vai di birre….Insomma i nostri avrete ben inteso hanno davvero dato spettacolo in tutti i sensi. Ci facciamo riconoscere ma soprattutto apprezzare per la “qualità” oltre che “quantità”……alla faccia di chi soffre per quello che siamo….per quello che facciamo….! Ma possiamo non parlare di chi pur di esserci è partito con la febbre??? O di chi a fine gara quando Pogba è arrivato sotto la curva a salutarci urlava in dialetto andriese….”poullllll l pandalungeinnnnnnn”….che ridereeeeeee. Questi siamo noi, gente di stadio, gente che vive per le trasferte, per il gruppo, per l’orgoglio dell’appartenenza, non come altri che vivono sono per pensare alla Juve….in quelle poche volte che perde! Ribadiamo: NOI SIAMO NOI….voi chi ca……siete?????

Finisce la gara, ad alcuni la “sbronza” passa, resta la realtà dell’assurda sconfitta difficile da digerire. Smontano il tutto, tornano al Pullman, non prima di aver recuperato del materiale dagli amici di Bassa Valle che nella prossima pausa del campionato raggiungeranno Andria per celebrare I nostri 17 anni di amicizia con loro, una amicizia nata prima ancora che nascesse il Club per mano di Fabio e Salvatore! Viaggio di rientro con i soliti commenti post partita, con la rabbia che aumentava man mano per il modo in cui era maturata la prima sconfitta stagionale ma anche con l’orgoglio di esserci stati anche questa volta!

Adesso saremmo dovuti andare come da 15 anni facevamo a Milano contro il Milan, ed eravamo anche un bel numero, ma per la prima volta in assoluto il nostro striscione, come tanti altri, non sarà appeso alla solita balconata. Il prezzo assurdo e vergognoso praticato dalla società rossonera è stato un qualcosa di assolutamente inacettabile! Esserci significava scendere a a patti con certe logiche di chi oggi non vuole più negli stadi i tifosi passionali come noi! Tenetevi gli occasionali che saranno sempre pronto a farsi spillare di tutto e di piu’. ASSENTI PRESENTI!

Alla Juve chiediamo semplicemente di regalarci una grande soddisfazione. Sarebbe la miglior risposta ai rossoneri! Per tutti gli altri l’appuntamento sarà al Club nel nostro covo per spingere idealmente i ragazzi alla vittoria.

JUVENTUS CLUB ANDRIA: TANTA PASSIONE. TANTA MENTALITA’…TANTA ROBA!

 

 

 
 
 
             
 
 
 
 
             
 
 
 
Juventus Club Andria "Giovanni Agnelli" - Via Enrico Dandolo 37/39 - 76123 Andria
Info line 320/6209445 - Sede: 0883 1983534 - info@juventusclubandria.it - Webmaster: Domenico Mosca

 
Sito non ufficiale in quanto tutti i marchi e i loghi (Juve, Juventus e Scudetto) sono di esclusiva proprietà della Juventus Football Club S.p.a..
Il sito non rappresenta un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 /2001 in quanto aggiornato senza alcuna periodicità. I video, le immagini e i disegni
utilizzati sono tratti da Internet e quindi sono da ritenersi di pubblico dominio, in caso di violazioni comunicarlo a info@juventusclubandria.it,
provvederemo alla pronta rimozione.