Motto Club
   
totem
   
  HOME / NEWS

 
ULTIME NEWS
   
dot “KOULIBALY SI A VITA MIA…..”

dot RIPARTE IL NOSTRO TOUR IN GIRO PER L’EUROPA

dot LA JUVE ESPUGNA PARMA

dot FORZA MAURIZIO, TORNA PRESTO!

dot SEMPRE INSIEME A TE......PRONTI A RIPARTIRE

   
ARCHIVIO NEWS
dot News anno 2009
dot News anno 2010
dot News anno 2011
dot News anno 2012
dot News anno 2013
dot News anno 2014
dot News anno 2015
dot News anno 2016
dot News anno 2017
dot News anno 2018
dot News anno 2019
   
 
LA JUVE ESPUGNA NAPOLI IPOTECANDO LO SCUDETTO
 

Una stagione così, sarebbe praticamente perfetta, solo se martedì sera la Juventus riuscisse nell’impresa di ribaltare l’Atletico Madrid qualificandosi così di fatto ai quarti di finale della Champions League. Il contrario invece sarebbe deleterio, significherebbe non godersi a pieno la gioia di un altro scudetto in arrivo, come non abbiamo potuto godere a pieno della importantissima è decisiva vittoria che la Juve ha colto al San Paolo di Napoli spegnendo così di fatto l’ennesimo sogno di gloria dei partenopei, se mai ci siano state speranze…..

Siamo oramai a marzo inoltrato è la Juventus risulta essere ancora imbattuta nel campionato di Serie A, una cavalcata praticamente perfetta, che vede adesso la Juve con un vantaggio di ben 16 punti sul Napoli. Peccato come detto che negli ottavi di finale abbiamo incontrato il peggior cliente che potessimo trovare, quell’Atletico Madrid che martedì sera allo Stadium, partirà con un vantaggio importante di ben due reti. Come è facile comprendere la nostra testa è già proiettata a quella sfida, il campionato lo consideriamo oramai archiviato è ribadiamo che sarebbe davvero assurdo uscire dalla Champions adesso, considerando che ci si potrebbe concentrare soltanto sull’obiettivo europeo avendo con ben tre mesi di anticipo archiviato il campionato. Evidentemente i conti fatti dalla Società ad inizio stagione, come dallo staff tecnico non erano sbagliati, si voleva arrivare a questo punto della stagione con il discorso scudetto chiuso per poi dedicarsi soltanto alla Champions, ma non si era preventivato di ritrovarsi al momento con un piede già fuori visto l’avversario che ci è capitato ed il risultato maturato nella gara di andata. La squadra del resto, in primavera, tornerà a girare a pieni giri anche per via della preparazione, ma adesso non ci resta che sperare che martedì sera giri tutto per il verso giusto, gambe, concentrazione, fortuna….

A Napoli, con appena 250 tifosi al seguito, senza gruppi organizzati (anche noi assenti per i motivi di cui all’articolo precedente…..giusto o sbagliato che sia stato….) la Juventus ha vinto per 2-1 grazie alle reti di Pjanic, spettacolare punizione ed Emre Can nel primo tempo. Poi nella ripresa quando tutto sembrava oramai chiuso ecco che l’espulsione di Pjanic prima, che ha riportato in parità numerica la sfida (il Napoli era già in dieci) è l’arretramento ancora una volta del baricentro in campo, hanno determinato il rischio di dover raccogliere alla fine soltanto un pareggio. Graziati dall’errore di Insigne dal dischetto. Assurdo questo atteggiamento voluto dal Mister che ha provocato non pochi malumori in settimana in seno alla Società oltre ad aver fatto spazientire anche CR7 proprio a Napoli domenica sera. Cr7 che tra l’altro, aveva fatto da apriscatola alla partita procurandosi con esperienza un calcio di rigore che ha sancito anche l’espulsione del portiere napoletano.

Che poi siano arrivate le smentite dello stesso allenatore in conferenza stampa pre-Udinese, noi crediamo che il rapporto tra Allegri è la Società non sia più dei migliori. Chiaro che adesso ci dobbiamo augurare il meglio possible, affinchè martedì si possa compiere l’impresa. Non pensiamo al dopo, a cosa potrebbe essere…..adesso dobbiamo tutti restare concentrati è dobbiamo tutti all’unisono credere nel passaggio del turno, costi quell che costi, dobbiamo sputare sangue.

Insomma una vittoria importantissima ma tribolata è non goduta a pieno. Che si registri nervosismo nell’intero ambiente bianconero è un dato di fatto, normale è comprensibile. Come siamo nervosi noi tifosi, così lo sono i giocatori, così lo sono in Società. Ma adesso è giunto il momento di restare UNITI PIU’ CHE MAI, uniti possiamo sperare di ribaltare l’Atletico. Anche noi tifosi dovremo fare la nostra parte, chi andrà allo Stadio (oltre 70 i nostri soci) dovrà fischiare a più non posso quando gli spagnoli avranno il possesso palla, dovranno indurli all’errore, dovranno cantare a squarcia gola. La JUVE ha bisogno di NOI! I conti li faremo soltanto dopo il 12 marzo. Poi si vedrà…..resta il fatto che noi lo scudetto ancora una volta lo porteremo a casa, il 37mo della storia, l’ottavo consecutivo. Immaginate quanto darebbero altre tifoserie in questo momento pur di poterlo vincere loro…..ed è per questo che lo scudetto non va mai mollato! Prima dell’Atletico ci attende l’impegno contro l’Udinese in campionato nell’anticipo di venerdì sera. Una partita quasi di intralcio soprattutto a livello mentale ma è pur sempre una partita da affrontare con serietà è provare a vincere. Tanti saranno i rincalzi in campo, tantissime le novità di formazione annunciate, con i titolarissimi tutti tenuti a riposo. Adesso è giunto il momento di giocarsi il tutto per tutto. Chi osa vince!

Come detto a Napoli non ci siamo andati, pur avendo ben 23 soci prenotati è pronti a partire. L’argomento ha tenuto banco all’interno della parte più calda del nostro Club, tra chi voleva cmq esserci ad ogni costo è chi invece diceva di rispettare la decisione dei gruppi organizzati, giusta o sbagliata che fosse. Alla fine dopo un incontro a metà settimana con vino e carne, si è deciso di non esserci ne con la pezza, ne senza pezza. Quando si è parte di una famiglia, si vivono sia i periodi belli ma soprattutto i periodi più delicati. La coerenza paga sempre! E’ noi di coerenza ne abbiamo da vendere….Grazie a tutti per la comprensione. Qualcuno alla fine a Napoli ci è poi andato in maniera del tutto anonima ed autonoma. Il richiamo effettivamente era troppo forte. Pensate che Marco Fiandanese del nostro direttivo è partito per Napoli da solo, ha trascorso la giornata in compagnia di una sua amica del posto per poi alla sera restare all’esterno dello Stadio San Paolo (foto articolo scattata da lui) ascoltare il “rumore” del nemico con una birra in mano, per poi a fine gara far rientro a casa con la vittoria nel cofano…..ahahahhaha Grande mentalità Marco! Non è stato infatti semplice restare davanti ai teleschermi sapendo che era possible esserci. Alla fine della partita poi un nutrito gruppetto di soci, i soliti, si è ritrovato in pizzeria per brindare ad un altra vittoria. Onore alla nostra mentalità, al nostro vivere il Club come una famiglia! Alle volte ci si arrabbia, non si converge tutti su di una stessa idea, ma alla fine ci si ritrova tutti uniti e compatti con un boccale di birra in mano! Questa è la nostra forza. Avanti sempre.

Venerdì sera contro l’Udinese in 7 i soci su allo Stadium, una sparuta rappresentanza, ma sarà l’ennesima presenza al fianco della Juventus, come sempre a modo nostro.

 

LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI!

 

MEMENTO AUDERE SEMPER,USQUE AD FINEM! JC ANDRIA   

 

 

 

 
 
 
             
 
 
 
 
             
 
 
 
Juventus Club Andria "Giovanni Agnelli" - Via Enrico Dandolo 37/39 - 76123 Andria
Info line 320/6209445 - Sede: 0883 1983534 - info@juventusclubandria.it - Webmaster: Domenico Mosca

 
Sito non ufficiale in quanto tutti i marchi e i loghi (Juve, Juventus e Scudetto) sono di esclusiva proprietà della Juventus Football Club S.p.a..
Il sito non rappresenta un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 /2001 in quanto aggiornato senza alcuna periodicità. I video, le immagini e i disegni
utilizzati sono tratti da Internet e quindi sono da ritenersi di pubblico dominio, in caso di violazioni comunicarlo a info@juventusclubandria.it,
provvederemo alla pronta rimozione.