Motto Club
   
totem
   
  HOME / NEWS

 
ULTIME NEWS
   
dot IMMENSAMENTE GRAZIE A TUTTI

dot CHE FESTA, CHE GIOIA, CHE EMOZIONI....

dot IL NOSTRO SALUTO A MAX ALLEGRI

dot VACANZE ROMANE....

dot 5 MAGGIO FESTA NAZIONALE: SAN POBORSKY

   
ARCHIVIO NEWS
dot News anno 2009
dot News anno 2010
dot News anno 2011
dot News anno 2012
dot News anno 2013
dot News anno 2014
dot News anno 2015
dot News anno 2016
dot News anno 2017
dot News anno 2018
dot News anno 2019
   
 
FUORI DALLA CHAMPIONS….DELUSIONE ATROCE!
 

La doppia sfida contro l’Ajax, alla vigilia, noi personalmente la temevamo tanto, sia perchè l’ambiente si era troppo galvanizzato dopo la splendida rimonta contro l’Atletico Madrid, sia perchè conosciamo i “difetti” del nostro allenatore, difetti che già si erano intravisti ad Amsterdam (…è ci potevano anche stare….) ma non avremmo mai immaginato che potessero saltar fuori nella decisiva gara di ritorno per giunta anche nella nostra casa.

Ed invece il nostro non giocare, il nostro non aggredire l’avversario, il nostro continuo attendere, sono stati tutti elementi che hanno completamente messo a nudo la “gestione tecnica” di una squadra che, nonostante avesse Cristiano Ronaldo, il RE, autore della rete del vantaggio illusorio, tiratosi a lucido per poter trainare la squadra li dove non riusciamo ad arrivarci da 23 anni, ad un certo punto è stata in balia dello splendido gioco degli olandesi. Assurdo non aver continuato sulla strada intrapresa nel ritorno contro l’Atletico, assurdo non aver puntato su giocatori offensivi è chi se ne fregava della fase difensiva caro Allegri. Magari la perdevi lo stesso…ma almeno te la giocavi.  Serviva infatti vincere con un gol in più degli avversari. Se non osi in Europa non si andrà mai da nessuna parte. Francamente ed in tutta sincerità ci siamo stancati di arrivare sempre li, per poi ogni volta esserci sempre un qualcosa ad interrompere il nostro sogno….se negli ultimi anni però si era usciti spesso per mera sfortuna o per decisioni arbitrali avverse, dopo delle splendide prestazioni, questa volta no, siamo usciti meritatamente dalla competizione nella quale eravamo considerati tra i favoriti alla vittoria finale. Assurdo essere usciti ai quarti di finale proprio in questa stagione. Peccato perchè potevamo davvero dire la nostra se fossimo giunti in semifinale dove avremmo incontrato il Tottenham. Per non parlare dell’aspetto degli infortuni quasi tutti di natura muscolare che ci hanno ridotto all’osso in questa fase in cui la squadra, sempre a detta dell’allenatore sarebbe dovuta andare a mille….ed invece niente di tutto ciò…anzi alcuni elementi sembravano arrancare rispetto ai terribili giovincelli olandesi. Ed abbiamo avuto anche la fortuna di chiudere il campionato con larghissimo anticipo. Quando ricapiterà una situazione simile? Non si può giocare in Champions con gente a cui tremano le gambe, vedi Rugani, vedi De Sciglio…..gente che come ha giustamente lasciato intendere CR7 si caga nelle mutande. Ma evidentemente il primo a farsela addosso è stato proprio l’allenatore. Spiace essere così diretti, così cattivi, ma parlano i fatti ed i fatti sono questi. Poi lo si vuole ringraziare per il lavoro fatto in tutti questi anni va bene lo si farà, ma crediamo nel nostro piccolo che sia probabilmente giunto il momento di provare a cambiare guida e staff tecnico. Magari la Champions non continueremo a vincerla, ma perlomeno potremo valutare eventuali differenze. Noi non ci nascondiamo, sappiamo benissimo che abbiamo dato la possibilità a tanti “mentecatti” di resuscitare, di tornare a respirare, di dar sfogo alle loro continue frustrazioni che vivono oramai da ben otto anni. Ma del resto loro oramai non avendo più ragione di poter gioire per le loro squadre, sono così mal ridotti che attendono la nostra eliminazione dalla Coppa per poter passare qualche ora di gloria per poi mestamente tornare nelle loro tane. Firmeremmo se ci dicessero di trascorrere altri 10 anni così. Significherebbe che loro continuerebbero a non vincere nulla mentre noi continueremo a vincere in Italia è a vivere serate piene di emozioni negative o positive che siano in Europa, ma del resto nel calcio il tifoso vive aspettando queste serate. Noi le vivremo ed alla grande pure, loro non sappiamo, ma probabilmente continueranno a vivere di soli ricordi. Ma lo sanno bene che quando accadrà…..perchè lo ripetiamo sempre…accadrà….allora sarà ancor più bello poter mettere a “ferro e fuoco” tutto e tutti! Come sempre accade in queste occasioni sono tornati alla ribalta i soliti “quattro coglioni” con qualche new entry a dimostrare tutto il loro squallore di persone. Pensano di essere simpatici ma in realtà non si rendono conto che agli occhi della gente si rendono ridicoli è vengono valutati per quello che effettivamente sono….ovvero valgono meno del centesimo di euro. In via di estinzione!

1-2 il risultato finale di una serata che ha lasciato il segno nel nostro animo, nell’animo delle tantissime persone presenti al Club, nell’animo degli oltre settanta soci che hanno avuto la fortuna di poter salire su a Torino, nell’animo di ogni vero juventino come tutti noi, gente che alla fine vince sempre per il solo fatto di essere sempre presente in ogni dove. Eppure come ad Amsterdam si era passati in vantaggio sempre con CR7 dando l’illusione di un altra serata da ricordare. Ed invece sarà da ricordare come una delle peggiori serate europee degli ultimi anni al pari delle delusioni patite nelle finali perse. Complimenti all’Ajax per aver dimostrato di essere più forte ma ci resta il grande rammarcio di non essercela giocata come avremmo dovuto fare. Immensa la delusione dei tantissimi soci arrivati da Andria su a Torino è come sempre partiti alla sera precedente capitanati dal Presidente e da Nino Lotti. Un gran bel gruppo che ha fatto dodici ore di viaggio con la speranza e convinzione di poter approdare alle semifinali che tutti ci aspettavamo. Tanto entusiasmo a bordo del bus arrivato intorno alle 10,30 a Torino con una parte recatasi al tour prenotato di Stadium & Museum, un gruppo in centro città capeggiato dal Presidente ed i restanti a “zonzo” nei dintorni dello Stadio. Alle 14.00 appuntamento per tutti alla trattoria solita dove si è consumato l’ennesimo pranzo di gruppo che ha caricato come delle molle i nostri soci. Poi appuntamento al bus per le ore 18,30 e da li il gruppo che era in Sud primo si è compattato partendo verso lo stadio. Per le donne c’era ancora una volta Annamaria che dopo essere salita contro il Milan ha subito bissato la sua presenza. Nello stadio solita atmosfera elettrizzante ma che non è bastata a spingere i ragazzi oltre l’ostacolo. I nostri erano tutti raggruppati dietro lo striscione nel giorno in cui abbiamo ricordato il nostro Alberto Tesoro a due anni esatti dalla sua scomparsa. ALBERTO VIVE sempre in prima linea con noi! La delusione regnava sovrana nel viaggio di ritorno, come anche al Club, ma da subito ci si è dati forza gli uni con gli altri, consapevoli che ci attendeva subito un altra trasferta in cui andare a conquistare il tricolore. Peccato che sia finita così. Rientrano ad Andria per le 11,30 del mercoledì mattina delusi ma orgogliosi di esserci stati al fianco della Vecchia Signora, soddisfatti per la perfetta organizzazione di tutta la trasferta. In questo siamo davvero i numeri 1. Da Champions League che meriteremmo per quello che facciamo di settimana in settimana.

Andiamoci a conquistare lo SCUDOTTO, nessuna resa, anzi noi certamente festeggeremo ancora, voi altri invece guardateci come sempre sul petto è fatevene una ragione. Falliti!

Contro la Fiorentina ben 55 saranno i soci che saranno presenti sugli spalti. Un altra grande trasferta ci attende. Dall Dall…..caricaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!

LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI, ALLA FACCIA DI CHI NON CI SOPPORTA!

PIU’ CARICHI DI PRIMA, RIPARTIREMO AL FIANCO DELLA VECCHIA SIGNORA.

JUVENTUS CLUB ANDRIA, PIU’ DI UN CLUB!

 

 

 

 

 

 
 
 
             
 
 
 
 
             
 
 
 
Juventus Club Andria "Giovanni Agnelli" - Via Enrico Dandolo 37/39 - 76123 Andria
Info line 320/6209445 - Sede: 0883 1983534 - info@juventusclubandria.it - Webmaster: Domenico Mosca

 
Sito non ufficiale in quanto tutti i marchi e i loghi (Juve, Juventus e Scudetto) sono di esclusiva proprietà della Juventus Football Club S.p.a..
Il sito non rappresenta un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 /2001 in quanto aggiornato senza alcuna periodicità. I video, le immagini e i disegni
utilizzati sono tratti da Internet e quindi sono da ritenersi di pubblico dominio, in caso di violazioni comunicarlo a info@juventusclubandria.it,
provvederemo alla pronta rimozione.