Motto Club
   
totem
   
  HOME / NEWS

 
ULTIME NEWS
   
dot LA JUVE "MATA" IL TORO ED ALLUNGA A + 7 IN CLASSIFICA

dot CHE SPETTACOLO QUESTA JUVENTUS

dot POKER AL LECCE E COPPA ITALIA DI C ALL'UNDER 23

dot VITTORIA A BOLOGNA ED ALLUNGO IN CLASSIFICA

dot PRONTI VIAAAAA ED E' SUBITO FINALE!

   
ARCHIVIO NEWS
dot News anno 2009
dot News anno 2010
dot News anno 2011
dot News anno 2012
dot News anno 2013
dot News anno 2014
dot News anno 2015
dot News anno 2016
dot News anno 2017
dot News anno 2018
dot News anno 2019
dot News anno 2020
   
 
JUVE KO AI RIGORI. NIENTE COPPA ITALIA
 
Continua la maledizione per la Juve ai calci di rigore. Per la terza volta consecutiva una finale terminata ai calci di rigore viene persa dai bianconeri. Era accaduto a Doha sia contro il Napoli che contro il Milan in Supercoppa adesso anche in Coppa Italia ancora una volta contro il Napoli che porta a casa il trofeo meritandolo per quanto visto in campo. Peccato perchè l'occasione era ghiotta per ricominciare la stagione nel migliore dei modi. Conquistare la Coppa Italia sarebbe stato il miglior viatico per la ripresa del campionato ed invece questa sconfitta ha lasciato delle polemiche nell'ambiente, sia nello spogliatoio e sia tra i tifosi. La Juve così come era accaduto in semifinale contro il Milan, aveva iniziato bene la partita mantenendo il pallino del gioco ed un possesso palla che sembrava poter dare i suoi frutti. Ed invece nulla, la squadra non sfrutta le poche occasioni concesse dal Napoli per poi minuto dopo minuto diventare sempre più lenta e prevedibile nella manovra che non riesce più a trovare sbocchi. Nella ripresa sul finire è il Napoli a sfiorare la rete della vittoria. Finisce così 0-0 per poi uscire sconfitti ai calci di rigore dopo gli errori di Dybala e Danilo. 4-2 il risultato finale per i partenopei che fanno, giustamente, una grande festa. Dopo la Supercoppa regalata alla Lazio adesso abbiamo regalato anche la Coppa Italia al Napoli. Non vogliamo assolutamente fare processi a nessuno ma che si   sappia che non siamo certamente soddisfatti di queste prove offerte dalla squadra e dalla mancanza di fame e astuzia da parte del tecnico che deve ancora dimostrare di meritarsi la Juve. Da ora in poi ci attendono 12 finali per far si che lo scudetto resti cucito sulle nostre magliette. Siamo in testa alla classifica è dobbiamo ad ogni costo restarci iniziando a vincere sul difficile campo del Bologna che sicuramente venderà cara la pelle conoscendo lo spirito guerriero del loro allenatore. Lo stesso spirito guerriero che ha avuto Gattuso nella finale di Coppa Italia riuscendo ad inculcarlo nella sua squadra. Eppure i presupposti erano ben diversi vedendo nei giorni precedenti la squadra allenarsi con grande entusiasmo. Ma spesso in questa stagione rispetto al lavoro fatto in settimana non è poi corrisposta una buona prestazione sul campo nella partita a seguire. Continuiamo ad affermare che i problemi della Juve siano a centrocampo soprattutto con la presenza di Pjanic che, spiace dirlo, rallenta molto l'azione della squadra. Nelle poche occasioni senza di lui in campo abbiamo sempre visto tutt'altra squadra. Peccato che Sarri non si accorga di tutto ciò o per lo meno si inventi nuove strategie. In questo il Mister denota molta testardaggine nel perseguire ad ogni costo le sue idee nonostante veda che non ha a disposizione gli uomini che si adattano alle sue idee di calcio. Non è però giunto certamente il momento di tirare le conclusioni anzi adesso è solo il momento di restare uniti e compatti per raggiungere il traguardo dello scudetto che resta sempre il nostro primo obiettivo. All'Europa ci penseremo quando sarà il momento. Peccato non poter dare il giusto sostegno alla squadra visto che le partite continueranno a disputarsi a porte chiuse. Bruttissimo vedere la finale di Coppa Italia dalla Tv senza tifosi e tifo. Queste trovate di inserire chi spettatori con sagome di cartone, chi effetti ottici di bandierine sventolanti sono davvero un lutto alla nostra passione fatta di sacrifici, mentalità e presenza in ogni dove al fianco della squadra. Non capiamo come mai le discoteche riaprano, i teatri ed i cinema pure, meeting e congressi pure mentre gli stadi debbano continuare a restare malinconicamente vuoti. Semplicemente assurdo tutto ciò.
Per fortuna che noi ci ritroviamo al Club dove seppur a presenza ridotta stiamo cercando di dare del nostro meglio superando alla grande il trauma di non poterci essere dal vivo. Mercoledì sera il Club era tutto esaurito nella massima capienza dei posti al momento prevista e nonostante la diretta RAI. Tutti sono arrivati con sciarpa al collo come da nostro invito. Era davvero tutto pronto......ma purtroppo non abbiamo potuto mettere in pratica "il nostro dopo partita".......solo rinviato???? Speriamo di si. Quel che conta è la partecipazione, la collaborazione, la condivisione di tutti voi soci nei confronti delle nostre idee! Sempre un passo avanti, sempre sul pezzo in ogni situazione. Tutti rigorosamente seduti nella sala con una splendida sciarpata iniziale al momento del ricordo di Riccardo Abruzzese il socio venuto a mancare il 6 aprile scorso. Toccante il breve discorso di Fabio Attimonelli il nostro segretario, parole che hanno commosso suo fratello Nino presente per l'occasione. Un lungo applauso ha poi salutato l'amico Riccardo che da lassù sarà stato orgoglioso di noi accolto a dovere dagli altri nostri amici bianconeri nella nostra ideale "Curva Paradiso". Ci abbiamo sempre creduto che il gol potesse arrivare da un momento all'altro ma poi man mano che i minuti passavano aumentava il nervosismo. E' andata così, inutile adesso star li a rimpiangere. Noi eravamo pronti a far festa, la squadra No!
Un grazie a tutti i presenti che stanno rispettando le regole imposte in questo periodo come la prenotazione obbligatoria, l'arrivo anticipato nella sede, la misurazione della temperatura e la firma sul registro, operazioni che stanno procedendo tutte in maniera molto veloce e tranquilla.
Nonostante la delusione finale il nostro gruppo più "caldo" ha deciso di andare a bere una birra in gruppo terminati i calci di rigore. Ancora una volta hanno dimostrato come a prescindere dal risultato quello che più conta è il gruppo, lo stare assieme. Questo il nostro punto di forza che ci permette di essere grandi! Grazie a chi aveva collaborato nei giorni precedenti per l'organizzazione di quella che doveva essere una sorpresa per tutti......Ma proprio dalle sconfitte noi riusciamo a ripartire sempre più alla grande è già lo abbiamo fatto smaltendo in fretta la giusta delusione. Che nessuno si arrenda, tutti abili ed arruolati e concentrati sul campionato. Le polemiche e la delusione lasciamole a tutti coloro che non potendo festeggiare le vittorie delle loro squadrette si limitano oramai a gioire dei nostri insuccessi. Che miserabili! 
FORZA RAGAZZI, QUANDO IL GIOCO SI FA DURO I DURI ENTRANO IN GIOCO! 
Anche contro il Bologna la sede del Club sarà tutta esaurita nell'ordine di posti previsti! AVANTI NOI!
 
 

 
 
 
             
 
 
 
 
             
 
 
 
Juventus Club Andria "Giovanni Agnelli" - Via Enrico Dandolo 37/39 - 76123 Andria
Info line 320/6209445 - Sede: 0883 1983534 - info@juventusclubandria.it - Webmaster: Domenico Mosca

 
Sito non ufficiale in quanto tutti i marchi e i loghi (Juve, Juventus e Scudetto) sono di esclusiva proprietà della Juventus Football Club S.p.a..
Il sito non rappresenta un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 /2001 in quanto aggiornato senza alcuna periodicità. I video, le immagini e i disegni
utilizzati sono tratti da Internet e quindi sono da ritenersi di pubblico dominio, in caso di violazioni comunicarlo a info@juventusclubandria.it,
provvederemo alla pronta rimozione.