Motto Club
   
totem
   
  HOME / NEWS

 
ULTIME NEWS
   
dot ALLA FACCIA DI TUTTI SIAMO ANCORA CAMPIONI D'ITALIA! #38

dot FESTA RINVIATA. ADESSO SERVE BATTERE LA SAMP.

dot SIUUUUUUUU....A UN PASSO DALLA "NONA SINFONIA"

dot UNA JUVE FOLLE ED AMANTE DEL BRIVIDO!

dot PUNTO D'ORO CONTRO UNA GRANDE ATALANTA

   
ARCHIVIO NEWS
dot News anno 2009
dot News anno 2010
dot News anno 2011
dot News anno 2012
dot News anno 2013
dot News anno 2014
dot News anno 2015
dot News anno 2016
dot News anno 2017
dot News anno 2018
dot News anno 2019
dot News anno 2020
   
 
INCREDIBILE SCONFITTA
 
La Juventus a San Siro spreca il primo match point che avrebbe potuto mettere la parola fine sulla conquista dello scudetto, il nono consecutivo. La Lazio perde clamorosamente a Lecce ma la Juve non riesce ad approfittarne perdendo in maniera del tutto inspiegabile 4-2 contro il Milan in una gara dove a mezz'ora dalla fine si era in vantaggio per 0-2 grazie alle reti di Rabiot (meravigliosa) e del solito Cristiano Ronaldo. Tutto sembrava sotto il controllo dei bianconeri con il Milan che non riusciva a reagire, poi un rigore secondo noi assurdo decretato dal Var ha riaperto i giochi. Il Milan ha avuto la forza e la bravuta di crederci nell'impresa ma noi ci abbiamo messo del nostro lasciandoci pressare, lasciando l'iniziativa completamente ai rossoneri senza un minimo di reazione. Insomma siamo mancati dal campo per mezz'ora regalando di tutto di più al Milan che incredulo ha ovviamente raccolto questi doni che difficilmente la nostra squadra nel corso di una partita riesce ad elargire. E' sembrata una partita simile a quella di Firenze di qualche anno addietro. Stesso risultato, stesse dinamiche. Rugani, Alex Sandro, Szczesny e tutto il reparto difensivo sono andati in bambola. Succede ma se non accadeva era sicuramente meglio. Non siamo riusciti a darci una spiegazione di questo black out mentale che la squadra ha avuto, lo stesso che si era registrato ad inizio stagione contro il Napoli a Torino dove dal 3-0 si era passati poi in pochi minuti al 3-3, partita poi vinta in maniera rocambolesca per il clamoroso autogol napoletano. E' andata così, nessuna tragedia soprattutto alla luce dei risultati delle più dirette avversarie, Lazio e Inter che non hanno saputo approfittare della nostra sconfitta lasciando praticamente immutate le distanze in classifica e con un turno in meno da disputare. Avanza invece l'Atalanta che paradossalmente potrebbe riaprire i giochi se nello scontro diretto del prossimo turno vincesse a Torino. La squadra a Milano stava esprimendo un bel calcio, anzi era stata sino all'1-2 una delle migliori prestazioni. Davvero inspiegabile soprattutto perchè era una vittoria che avrebbe consegnato con anticipo il tanto atteso tricolore che in questa stagione assumerebbe un sapore ed una goduria molto particolari. Adesso ci sarà ancora da lottare, ci sarà da gettare il cuore oltre l'ostacolo perchè dove non arriveranno le forze fisiche bisognerà sopperire con la forza di volontà. Lottare su ogni pallone anche quando sembra impossibile raggiungerlo. Noi purtroppo non ci siamo sugli spalti ma a distanza vogliamo comunque far pervenire il nostro sostegno incondizionato a squadra e allenatore. Ribadiamo a tutti un concetto importante: questo scudetto avrebbe un valore immenso, tanto quanto il primo scudetto dell'era Conte, il primo speriamo dei nove di fila.
Al Club si è registrato un altro pienone e tutto esaurito seppur in maniera parziale a causa delle limitazioni imposte dall'emergenza Covid. Grande l'entusiasmo che si respirava nella sede soprattutto dopo il raddoppio di CR7 con diversi cori a rompere la tranquillità del quartiere, poi il gelo e l'incredulità per una partita persa in malo modo. Il calcio è bello anche per questa sua imprevedibilità. Ti toglie ma allo stesso tempo ti da. Emozioni che solo chi vive la passione come noi può riuscire a comprendere, nel bene e nel male. Un grazie come sempre a tutti per aver collaborato nelle procedure di accesso alla sala. Sapere di poter contare sulla maturità di tutti i soci è un qualcosa di immensamente grande. Stiamo facendo tutti uno sforzo incredibile pur di far apparire normale ogni cosa, seppur normale non lo è. Non è successo niente ne in bene ne in male, abbiamo mantenuto in un turno a noi sfavorevole il distacco di 7 punti dalla Lazio ed era questo l'obiettivo di giornata. Adesso ci attendono sette battaglie al termine, servirà conquistare 15 punti, ma potrebbero servirne anche meno. Forza ragazzi andiamo a prendercelo e che nessuno molli. Nel frattempo la Juventus Under 23 è approdata ai quarti di finale dei play off per la promozione in Serie B battendo per 2-0 il blasonato Padova, adesso è attesa dalla sfida di Carrara contro la Carrarese. 
Ricordiamo a tutti i soci che abbiamo espletato le pratiche per i rimborsi di Juventus - Milan (semifinale di Coppa Italia) - Milan - Juventus (gara di campionato) e Juventus - Lione (ritorno ottavi Champions). Pertanto non appena i rimborsi giungeranno sul conto corrente del club dedicato, provvederemo ad informare tutti gli aventi diritto per stabilire modalità di consegna delle somme. Ancora una volta la precisione e la serietà del nostro Club hanno dato dimostrazione di massima professionalità che fanno di noi un gruppo dirigente stimato ed apprezzato da tutti. Come stiamo dimostrando serietà nel non aprire ancora la CAMPAGNA TESSERAMENTO alla prossima stagione. Sin quando questa stagione attuale non si sarà conclusa resteranno valide le iscrizioni 19/20. Ci sembra il minimo che si potesse fare nei confronti dei nostri quasi 900 soci. Chi oggi apre un tesseramento alla prossima stagione, ancora tutta da decifrare, non lo fa con coscienza e rispetto. Resta un nostro punto di vista. A noi i numeri non sono mai interessati. A noi interessa la qualità dei soci e la qualità dei servizi offerti. Sappiamo alla ripresa di poter contare sull'apporto di tutti Voi e anche di chi avrà saputo ben notare le differenze con altre realtà. 
AVANTI GOBBI ANDRIESI, AVANTI JUVE, LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI!  

p.s. qualcuno ricordi ai milanisti che al termine della partita non vi era nessun trofeo da alzare al cielo. Oramai vi sono rimaste soltanto queste misere soddisfazioni. Battere la Juventus! Contenti voi...ma come sempre più contenti noi!
 
 

 
 
 
             
 
 
 
 
             
 
 
 
Juventus Club Andria "Giovanni Agnelli" - Via Enrico Dandolo 37/39 - 76123 Andria
Info line 320/6209445 - Sede: 0883 1983534 - info@juventusclubandria.it - Webmaster: Domenico Mosca

 
Sito non ufficiale in quanto tutti i marchi e i loghi (Juve, Juventus e Scudetto) sono di esclusiva proprietà della Juventus Football Club S.p.a..
Il sito non rappresenta un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 /2001 in quanto aggiornato senza alcuna periodicità. I video, le immagini e i disegni
utilizzati sono tratti da Internet e quindi sono da ritenersi di pubblico dominio, in caso di violazioni comunicarlo a info@juventusclubandria.it,
provvederemo alla pronta rimozione.