Motto Club
   
totem
   
  HOME / NEWS

 
ULTIME NEWS
   
dot MORATA CONDUCE LA JUVE AGLI OTTAVI DI CHAMPIONS

dot CRISTIANO RONALDO TRASCINA UNA BELLA JUVE

dot UNA BELLA JUVE BEFFATA ALL'ULTIMO RESPIRO

dot LA JUVE SBANCA ANCHE BUDAPEST, IL CLUB RAGGIUNGE QUOTA 400 ISCRITTI

dot CRISTIANO RONALDO TRASCINA LA JUVE ALLA VITTORIA CONTRO LO SPEZIA

   
ARCHIVIO NEWS
dot News anno 2009
dot News anno 2010
dot News anno 2011
dot News anno 2012
dot News anno 2013
dot News anno 2014
dot News anno 2015
dot News anno 2016
dot News anno 2017
dot News anno 2018
dot News anno 2019
dot News anno 2020
   
 
LA JUVE SBANCA KIEV. DOPPIETTA DI MORATA
 
La Juventus di Andrea Pirlo inizia nel migliore dei modi l'avventura stagionale nella Champions League, andando a vincere sul campo della Dinamo Kiev per 0-2 grazie ad una doppietta di Alvaro Morata che dopo la buona prestazione di Crotone in campionato si dimostra grande anche in Europa confermando tutte le aspettative dopo il ritorno in maglia bianconera. Pirlo sistema la squadra in maniera differente rispetto alle ultime uscite. Niente Under 23 con Danilo che cambia settore difensivo, mentre a destra c’è l'affidabilissimo Cuadrado, che in molte circostanze scala a fare il quarto difensore. Rientra Ramsey che spesso è il più vicino a Morata, con Kulusevski che spazia sulla destra del fronte di attacco. Ma è dall’altra fascia che la Juve crea i pericoli maggiori, con Chiesa due volte al tiro ed altre incursioni pericolose che creano scompiglio nell'area ucraina. Per un tempo la Juve in maglia arancione produce questo, con Morata a fare sponde e lavoro sporco. Se le cinque stelle non “sfondano” in compenso la difesa bianconera tiene, anche quando viene lasciata da Chiellini (infortunio alla coscia dopo 18’, ne avrà per una decina di giorni). La Dinamo è molto prudente, preferisce attendere i bianconeri. La ripresa si apre subito con il gol del vantaggio bianconero al primo minuto con una splendida azione corale dei bianconeri culminata da Alvaro Morata, vantaggio che però non cambia l’atteggiamento della Dinamo. Arriva anche il debutto stagionale di Paulo Dybala che va ad inserirsi nell’affollata trequarti, provando qualche giocata ma senza trovare mai quella decisiva. In fondo non serve, perché la Juve non rischia niente e di questi tempi, con questi ritmi del calendario, non era il caso di pretendere troppo: una vittoria tranquilla, in trasferta (la prima per Pirlo), al debutto Champions, è tanta roba per tornare da Kiev soddisfatti. Bella anche la giocata che ha portato la Juventus al raddoppio al minuto 39, gran cross di Cuadrado, tra i migliori in campo ed inzuccata perfetta di Morata che mette al sicuro il risultato non facendo rimpiangere CR7. 
Sugli spalti da segnalare la presenza di oltre 15,000 spettatori disposti in maniera distanziata (ma non troppo) che hanno reso la cornice differente in questi tempi di Covid. Presenti anche dei tifosi juventini di un club ucraino nel settore riservato agli ospiti. Un colpo al cuore dover assistere a queste immagini per noi abituati ad esserci sempre in ogni luogo, in ogni dove! Un pizzico di sana invidia lo abbiamo provato per chi era li presente sugli spalti, iniziando a fantasticare su quello che poteva per noi rappresentare questa trasferta in terra ucraina che avremmo fatto ben volentieri.....
Nell'altra gara del girone in cui è inserita la Juventus, il Barcellona, prossima avversaria allo Stadium, ha battuto per 5-1 gli ungheresi del Ferencvaros. Nella sfida di Torino, dove speriamo possa esserci Cristiano Ronaldo, si giocherà già per la leadership del girone.  
La Juve, ma soprattutto Pirlo, hanno dato uno schiaffo senza mani a tutti quei giornalisti e a tutti quei tifosi juventini mai contenti, mai disposti a lottare, i quali sono sempre pronti a dire puttanate su puttanate. Per fortuna noi siamo gente differente, gente sempre pronta a lottare e sostenere la squadra che da 9 anni ci regalano gioie e soddisfazioni che altri vorrebbero tanto provare. Più proveranno a metterci in difficoltà più noi diventeremo forti.
Al Club, nonostante si giocasse alle ore 18,55, solita presenza nei limiti purtroppo imposti dal periodo e dai vari DPCM, con distanziamento, tutti seduti con mascherina ed ogni altro accorgimento per assistere in sicurezza alla partita. Purtroppo questo è il periodo che stiamo attraversando è dobbiamo tutti assieme venirne fuori.  Stiamo rispettando le regole come pochi. Continueremo a farlo chiedendo come sempre la collaborazione dei soci che frequentano la sede. La gente come noi non molla mai!
Nel frattempo prosegue senza soste il tesseramento al Club che seppur in un periodo così complicato senza la possibilità di assistere alle partite negli stadi, vede il nostro Club con un discreto numero di soci. Ad oggi ben 322. Chiediamo a tutti un atto di amore e sostegno verso il nostro Club. E' in questo momento che dovrete dimostrare di essere legati a questa realtà. Per essere grandi domani, bisogna esserci oggi!  
Prossima gara, quella di campionato contro l'Hellas Verona, sfida da vincere ad ogni costo dopo il mezzo passo falso di Crotone, per cercare di avvicinare il Milan attualmente in testa alla classifica.
SOSTIENI LO JUVENTUS CLUB ANDRIA! VIENI ANCHE TU TRA NOI!
 
 

 
 
 
             
 
 
 
 
             
 
 
 
Juventus Club Andria "Giovanni Agnelli" - Via Enrico Dandolo 37/39 - 76123 Andria
Info line 320/6209445 - Sede: 0883 1983534 - info@juventusclubandria.it - Webmaster: Domenico Mosca

 
Sito non ufficiale in quanto tutti i marchi e i loghi (Juve, Juventus e Scudetto) sono di esclusiva proprietà della Juventus Football Club S.p.a..
Il sito non rappresenta un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 /2001 in quanto aggiornato senza alcuna periodicità. I video, le immagini e i disegni
utilizzati sono tratti da Internet e quindi sono da ritenersi di pubblico dominio, in caso di violazioni comunicarlo a info@juventusclubandria.it,
provvederemo alla pronta rimozione.