Motto Club
   
totem
   
  HOME / NEWS

 
ULTIME NEWS
   
dot CHIESA TIENE IN CORSA LA JUVE

dot PASSO INDIETRO

dot CHE GODURIAAAAAAAAAAAA. SIAMO IN FINALE DI COPPA ITALIA

dot BATTUTA ANCHE LA ROMA!

dot LA JUVE NON SI FERMA

   
ARCHIVIO NEWS
dot News anno 2009
dot News anno 2010
dot News anno 2011
dot News anno 2012
dot News anno 2013
dot News anno 2014
dot News anno 2015
dot News anno 2016
dot News anno 2017
dot News anno 2018
dot News anno 2019
dot News anno 2020
dot News anno 2021
   
 
LA RIVINCITA E' SERVITA.....
 

La vendetta è un piatto che va servito freddo, meglio ancora se un pò alla volta.

La Juventus si vendica della sconfitta in campionato mettendo una serie ipoteca sulla qualificazione alla finale di Coppa Italia. L'1-2 in casa delle Merde di Milano, consentirà di concedersi anche una sconfitta per 0-1 per poter passare il turno nel match in programma a Torino martedì prossimo. Ancora una volta abbiamo dimostrato a quegli esseri che da sempre si sentono inferiori, di che pasta siamo fatti. Non imparano mai nulla. Hanno festeggiato come se avessero vinto un trofeo, la gara vinta in campionato, mentre noi a differenza loro, abbiamo imparato la lezione di quella sera, prendendoci una immediata rivincita ma senza enfatizzarla più di tanto. Si è solo concluso il primo tempo di una sfida che deve ancora raccontare molto. Bisognerà restare sul pezzo onde evitare brutte sorprese.  Partita solida per i bianconeri, con una tendenza ad abbassarsi nel secondo tempo, come avvenuto anche contro la Sampdoria. Un atteggiamento logico di fronte al tentativo, confuso ma arrembante, dei merdazzurri di raggiungere il pareggio, ma con una buona gestione delle situazioni di pericolo. Protagonista assoluto Cristiano Ronaldoche firma la rimonta, dopo il vantaggio degli intertristi, con una doppietta: prima su rigore, poi approfittando con astuzia di un clamoroso errore della loro retroguardia. Una “furbata” festeggiata portandosi un dito alla tempia, a ribadire quanto serva la testa in certe circostanze. Finalmente, dopo anni ed anni di attesa, dal 1998 per la precisione, hanno potuto assistere al goal su calcio di rigore di Ronaldo.......ahahahahahahaha, quanto godiamo!
La Juve storicamente non sbaglia mai due partite di fila contro la stessa avversaria. La sorte ci ha permesso immediatamente di cancellare l'infausta serata di sole due settimane addietro quando abbiamo perso più per demeriti nostri che per meriti loro. Ma quella sconfitta è servita di lezione.
Pirlo si presenta con tre novità rispetto alla formazione ipotizzata alla vigilia: Demiral centrale di difesa, Rabiot in mezzo al campo e Bernardeschi sulla fascia sinistra. Scelte che inizialmente hanno lasciato perplessi molti sostenitori. La Juventus viene subito colpita a freddo da un contropiede in velocità. Un cross al centro vede De Ligt anticipato con una conclusione su cui Buffon non è del tutto perfetto. Il merito della Juventus è quello di non perdersi d'animo e di mettere pressione agli avversari con una ricerca del possesso nella trequarti nerazzurra. Il pareggio arriva poco prima della mezz'ora, quando l'arbitro, su segnalazione del Var, rivede un'azione in area, giudicando da rigore la trattenuta di un difensore ai danni di Cuadrado. Ronaldo realizza dal dischetto. E il portoghese diventa protagonista assoluto al 35', quando manda in affanno Bastoni e Handanovic: il difensore controlla palla al limite con il portiere in uscita, ma entrambi temporeggiano. CR7 ne approfitta per inserirsi e spedire in porta di precisione da posizione molto defilata. Apoteosi nelle nostre chat dove si invita alla prudenza.
Errori che caratterizzano una ripresa combattuta, con interventi spesso sul filo della sanzione arbitrale. Dopo una parata di Handanovic su Bernardeschi, la Juventus rischia il 2-2 su un pasticcio difensivo: De Ligt appoggia a Bentancur, che perde palla sul pressing di Vidal. Il cileno appoggia al connazionale Sanchez, il cui tiro è respinto miracolosamente sulla linea da Demiral. L'Inter diventa arrembante ma la Juventus respinge ogni tentativo. Buffon
 si fa perdonare con una parata mostruosa su Darmian. Esce anche CR7, Pirlo si cautela con Arthur, Morata e Chiellini, dopo aver già fatto entrare Danilo. La Juve chiude in avanti senza rischiare più niente. Se in campo i calciatori festeggiano con moderatezza, nelle chat del Club l'entusiasmo arriva alle stelle per questa immediata rivincita che andrà ovviamente completata martedì prossimo nella gara di ritorno dove bisognerà essere molto attenti a non commettere errori. Dobbiamo conquistare con tutte le nostre forze l'ennesima finale della COPPA ITALIA di questi ultimi anni. Abbiamo un vantaggio non da difendere ma da consolidare! 
Che ridere vedere alla vigilia della gara tutti i tifosi della loro curva riuniti sotto lo stadio per accogliere il pullman della squadra......in pratica copiano ogni cosa che vedono prima fare agli altri. Non solo, ma si sono ridicolizzati affiggendo dei manifesti a difesa della loro città che ritengono non sia gobba.....ahahahahaaha in pratica è stata una ammissione di quanto diciamo noi da sempre....ovvero che loro sono la terza squadra di Milano. Sempre più ridicoli. Ma non lo diciamo noi. Lo pensano oramai diverse tifoserie in tutta Italia. C'era una volta la Nord di Milano.......
Nello spettacolare torneo tra Official Fan Club ancora un testa a testa avvincente con il Club di Milano. In questo turno abbiamo stabilito ben 594 punti, record assoluto sin qui del torneo, contro i 592 del Club meneghino, a riprova ancora una volta che Milano è sempre più bianconera. In pratica una sorta di pareggio che ci lascia sempre in vetta con oltre 3.000 punti totalizzati ed un vantaggio di 450 punti. Serve costanza e soprattutto fortuna in questo gioco. Ma se giochiamo in tanti riusciremo a reggere la sfida.  
 
Al Club nonostante siamo oramai a febbraio riusciamo a smuovere seppur di una sola unità il numero dei soci giunto adesso a 556 totali. Manterremo il tesseramento aperto sino a tutto febbraio per chi volesse ancora contribuire a sostegno della nostra realtà. Abbiamo raggiunto il grosso risultato di difendere la nostra storica sede sociale nonostante la chiusura forzata da fine ottobre. Il tutto grazie ai tantissimi che anche in questa stagione hanno volto iscriversi indipendentemente dall'apertura degli stadi. 
Grazie alle chat del Club, grazie a questo originale gioco ideato dalla JUVENTUS, siamo riusciti nell'intento di mantenere viva la vitalità che ha sempre contraddistinto il nostro gruppo. Siamo certi che presto torneremo a ripopolare la nostra sede, nell'attesa restiamo uniti più che mai a sostegno di questa squadra che non finisce mai di regalarci soddisfazioni.
Adesso ci attende un altra sfida di campionato a dir poco dura. Contro la Roma molto bistrattata in questa stagione ma che sin qui è riuscita a conquistare ben 41 punti (uno tolto a tavolino). Servirà molta attenzione contro una rivale storica che farà il possibile per metterci in difficoltà. 
AVANTI JUVE, INSIEME SUPEREREMO OGNI OSTACOLO.
LOTTA E NON MOLLARE MAI!
JC ANDRIA
 

 

 
 
 
             
 
 
 
 
             
 
 
 
Juventus Club Andria "Giovanni Agnelli" - Via Enrico Dandolo 37/39 - 76123 Andria
Info line 320/6209445 - Sede: 0883 1983534 - info@juventusclubandria.it - Webmaster: Domenico Mosca

 
Sito non ufficiale in quanto tutti i marchi e i loghi (Juve, Juventus e Scudetto) sono di esclusiva proprietà della Juventus Football Club S.p.a..
Il sito non rappresenta un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 /2001 in quanto aggiornato senza alcuna periodicità. I video, le immagini e i disegni
utilizzati sono tratti da Internet e quindi sono da ritenersi di pubblico dominio, in caso di violazioni comunicarlo a info@juventusclubandria.it,
provvederemo alla pronta rimozione.