Motto Club
   
totem
   
  HOME / NEWS

 
ULTIME NEWS
   
dot BATTUTA LA RAPPRESENTATIVA DELLA ASL NAPOLI! IL NOSTRO CLUB AL 4° POSTO NEL MONDO.

dot CLAMOROSA SCONFITTA. 609 SOCI IL DATO FINALE DEL CLUB

dot RONALDO SHOW A CAGLIARI

dot MALEDETTA CHAMPIONS

dot LA JUVE BATTE LA LAZIO CONTRO TUTTO E TUTTI

   
ARCHIVIO NEWS
dot News anno 2009
dot News anno 2010
dot News anno 2011
dot News anno 2012
dot News anno 2013
dot News anno 2014
dot News anno 2015
dot News anno 2016
dot News anno 2017
dot News anno 2018
dot News anno 2019
dot News anno 2020
dot News anno 2021
   
 
RONALDO SALVA LA JUVE NEL DERBY
 


La Juventus, dopo l'assurda sconfitta casalinga contro il Benevento, era chiamata nel Derby (partita importantissima per noi tifosi) a risolvere i suoi problemi che, gravi, si sono riproposti anche nel derby. Ma è riuscita grazie al solito Cristiano Ronaldo a salvare la pelle, con un pareggio che ha più valore psicologico per come è stato raggiunto che per quello che significa in classifica, visto che il Napoli ci ha raggiunti e mercoledì tra l'altro, si gioca con loro un vero e proprio spareggio per la qualificazione in Champions League. Dopo il Natale amaro grazie alla sconfitta contro la Fiorentina abbiamo vissuto anche la Pasqua di riflessione ed interrogativi visto che il pareggio di Ronaldo non può nascondere l'ennesimo gol regalato con un assist agli avversari (l'imbarazzante azione che ha portato al 2-1 dei granata di merda), la lentezza del giro palla che ha consentito al Torino di riorganizzarsi sempre molto bene in difesa, una certa disfunzionalità dei centrocampisti incapaci di inserirsi nelle maglie della difesa avversaria e nello stesso tempo di fornire palloni giocabili alle punte. Si salva il solito ed encomiabile Federico Chiesa che, al di là del gol, è di gran lunga quello che si cala maggiormente nello spirito del derby, che lotta ed onora la maglia così come noi tifosi vorremmo sempre e soprattutto nel derby. Purtroppo la prestazione generale non è così distante da quella vista con il Benevento. La Juventus eppure aveva  iniziato con l'atteggiamento giusto, atteggiamento insomma da derby  con la concentrazione e l'agonismo che danno ai bianconeri i primi quindici minuti, nei quali sfondano sulla sinistra, grazie al prevalere di Chiesa e Ronaldo. E' proprio una penetrazione da quella parte che porta al gol del vantaggio bianconero che lasciava pensare ad una ggiornata diversa. Dopo uno scambio al limite dell'area con Morata, Chiesa penetra in area, anticipando i calciatori granata, per poi fulminare il portiere sul primo palo. La rete innesca però la reazione del Toro che, con maggiore ardore di quanto ne metta la Juventus dopo il vantaggio, cerca il pareggio trovandolo quasi alla mezz'ora con Szczesny che si lascia beffare da una  difettosa respinta. L'azione è però viziata da una rimessa laterale invertita e Cuadrado giustamente se ne lamenta. Ma questi episodi se a nostro sfavore ovviamente nessuno ne parla, nessuno ne da peso ma spesso e volentieri incidono poi nel risultato finale. La Juve ricompare solo nel finale di primo tempo, con un colpo di testa di Morata e con qualche buona iniziativa di Cuadrado.  La ripresa inizia con l'ennesimo suicidio della Juventus. Un film già visto e rivisto soprattutto ad Oporto.....con Kulusevski che gestisce disastrosamente un pallone offrendolo con un vero e proprio lancio a Sanabria che si invola sulla trequarti, entra in area e scocca un tiro non irresistibile sul primo palo. Il tentativo di parata di Szczesny è impacciato e manda la palla in rete. Tutto questo è davvero imbarazzante per la Juventus che impiega 13 secondi della ripresa per andare sotto. Roba da non crederci. Scarsa concentrazione, scarso attaccamento alla maglia. Questo proprio non lo sopportiamo. Si può perdere, ma lo ssi deve fare sempre con dignità. Il tentativo di rimettersi in partita dei bianconeri è solo volenteroso. Chiesa combatte, Cuadrado spinge, ma il Toro si ritrova a giocare il derby che avrebbe voluto.....con la Juve che riesce a penetrare solo in qualche contropiede. L'ingresso di Bernardeschi e Ramsey regala un minimo di vivacità in più e la farraginosa, ma continua pressione juventina trova la rete del pareggio. Bermardeschi da sinistra per Chiellini che da centro area manda verso la porta, dove c’è Cristiano Ronaldo a correggere in rete. Gol convalidato con il Var che per fortuna verifica la posizione regolare del bianconero, tenuto in gioco da Ansaldi. Nel finale paradossalmente la Juve avrebbe potuto portare a casa la vittoria se il tiro di Bentancur fosse finito dentro ma Sirigu con uno scatto felino ha evitato la solita beffa finale dei granata che anzi hanno sfiorato in chiusura su punizione la rete della vittoria (gran parata questa volta di Szczesny che riscatta una partita sotto tono). Un punto che serve più al Toro che a noi. Adesso la qualificazione alla prossima Champions resta l'obiettivo primario. Dopo nove anni di certezze adesso torna ad essere in discussione anche la partecipazione alla Champions che andrà conquistata lottando con Atalanta, Milan, Napoli e Lazio. In cinque per soli tre posti. Più arretrata la Roma. Mercoledì occasione ghiotta per la nostra JUVE per riportarsi ad un passo dalla seconda posizione ma soprattutto per mettere le cose in chiaro nella lotta per l'Europa che conta. Una sorta di spareggio anticipato contro una squadra che arriva a Torino con un ritardo di oltre sei mesi. Solo in Italia poteva accadere una cosa simile. Semplicemente assurdo. Noi abbiamo giocato in diverse partite con tante defezioni per Covid ma siamo sempre scesi in campo. Altrove si permette di tutto e di più. Ne prendiamo atto per poter dare le giuste risposte a tempo debito a chi penserà di aver conquistato chissà cosa. Oramai siamo sempre più convinti che abbiano deciso a tavolino che la JUVENTUS non doveva più vincere. Ci abbiamo messo del nostro ma resta il fatto che tante cose lasciano pensare.....Da parte nostra possiamo solo aggiungere che dopo 9 anni di immense godurie ci sta trascorrere un anno così. Quindi testa bassa e pedalare verso l'obiettivo qualificazione alla prossima Champions che risulterà fondamentale per una riprogramamzione del tutto nella prossima estate. Come Club restiamo sempre uniti e compatti, del resto lo abbiamo dimostrato in una stagione così tremendamente difficile riuscendo a mettere assieme ben 609 iscrizioni. Non sarà un anno così e così a farci venire meno la passione che anzi in questi momenti diventa sempre più grande. Lo si intuisce dal clima nelle nostre chat che nonostante la delusione per i risultati della Juve, si riesce a mantenere un clima sempre goliardico e combattivo come la storia di questo grande JUVENTUS CLUB ANDRIA. Nel gioco della JOFC LEAGUE invece il Club di Milano ha preso il largo. Noi continueremo come sempre fatto a giocare e pronosticare. Ci siamo divertiti ed abbiamo come sempre, tenuto alto l'onore ed il nome del nostro Club a livello mondiale. Il secondo posto mal che vada e salvo clamorosi ribaltamenti dovrebbe essere nostro. Quello che più manca oggi giorno per noi è la riapertura della nostra sede sociale che ci permetterebbe di poter stare tutti assieme ad assistere a questo rush finale in campionato. Peccato non poterlo ancora fare ma sappiamo che appena i decreti lo consentiranno noi saremo tutti li al nostro posto a sostenere nel bene e soprattutto nel male la nostra grande JUVE!


Buona Pasqua e Pasquetta trascorsa a tutti Voi cari soci ed amici del nostro Club.


JUVENTUS CLUB ANDRIA, LOTTIAMO DA SEMPRE E NON MOLLIAMO MAI!


 

 
 
 
             
 
 
 
 
             
 
 
 
Juventus Club Andria "Giovanni Agnelli" - Via Enrico Dandolo 37/39 - 76123 Andria
Info line 320/6209445 - Sede: 0883 1983534 - info@juventusclubandria.it - Webmaster: Domenico Mosca

 
Sito non ufficiale in quanto tutti i marchi e i loghi (Juve, Juventus e Scudetto) sono di esclusiva proprietà della Juventus Football Club S.p.a..
Il sito non rappresenta un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 /2001 in quanto aggiornato senza alcuna periodicità. I video, le immagini e i disegni
utilizzati sono tratti da Internet e quindi sono da ritenersi di pubblico dominio, in caso di violazioni comunicarlo a info@juventusclubandria.it,
provvederemo alla pronta rimozione.