Motto Club
   
totem
   
  HOME / NEWS

 
ULTIME NEWS
   
dot ANCORA UNA VOLTA AL SEGUITO DELLA JUVENTUS WOMEN!

dot MINUTO 86…UNA GODURIA PAZZESCA: PURGATI ANCORA

dot UNA JUVENTUS PERFETTA BATTE IL CHELSEA

dot LA JUVE BATTE LA SAMP E RISALE IN CLASSIFICA

dot VITTORIA FONDAMENTALE A LA SPEZIA

   
ARCHIVIO NEWS
dot News anno 2009
dot News anno 2010
dot News anno 2011
dot News anno 2012
dot News anno 2013
dot News anno 2014
dot News anno 2015
dot News anno 2016
dot News anno 2017
dot News anno 2018
dot News anno 2019
dot News anno 2020
dot News anno 2021
   
 
LA JUVE SI RITROVA IN CHAMPIONS!
 

Il Malmoe non è certamente più debole di Empoli e Udinese, così come la Juventus di Champions è certamente più forte di quella di Napoli, rinforzata da cinque fondamentali sudamericani assenti al San Paolo. Ragionamenti basilari per mettere a fuoco il frizzante ed entusiasmante 3-0 al Malmoe nell'avvio di stagione bianconero. In uno stadio non pieno, con i tifosi locali che si facevano sentire, senza i sostenitori bianconeri (eravamo già stati li nel novembre del 2014) per decisione delle due società stante la pochezza di biglietti che sarebbe stata messa a disposizione, la Juve ha conquistato i suoi primi tre punti stagionali nell’ennesima rincorsa alla competizione da noi definita oramai come “maledetta”. I punti persi in campionato certamente non vengono restituiti, ma la serenità sì e probabilmente anche qualche certezza smarrita nel «disastroso» inizio della Juventus. Anche perché bucare la prima di Champions League contro la più debole del girone non è impossibile (vedasi il Manchester di CR7 o il Psg……) e i tre punti svedesi sono molto importanti per il girone. L'equilibrio che imponeva di frenare un po' nella compilazione di gravissime diagnosi sui malanni juventini, oggi suggerisce di attendere un paio di partite (Milan e Spezia vanno benissimo) per ricalibrare le misurazioni sulla sesta Juventus di Allegri. È una Juventus che vince bene, pulita, concentrata e, a tratti, perfino bella: vedi azione del primo gol, segnato da Alex Sandro con un colpo di testa in tuffo, al termine di una trama veloce e ficcante, partita da un bell'inserimento di Rabiot. Una ventina di secondi di tecnica e rapidità di ragionamento. Poi, per quanto non è esattamente un assedio, la Juventus cerca il secondo gol con assiduità: niente di spettacolare, ma segnale importante. Anche perché lo trova: con un rigore, fischiato per una trattenuta su Morata. Il gesto non è violentissimo, ma reiterato al punto che diventa inevitabile per lo spagnolo cadere e per l'arbitro fischiare il penalty. Lo trasforma il capitano Dybala con una mezza scivolata che fa tremare i tifosi. Non passa neppure un minuto e arriva il 3-0 firmato da Morata: Rabiot, ancora lui, innesta Dybala, velo dell'argentino, Morata finisce davanti al portiere e bacia un pallonetto delizioso. Nella ripresa, la Juventus si siede, cerca con meno condizione il gol, ma non subisce mai il Malmoe (che pure disputa una partita orgogliosa). Morata sbaglia un paio di palloni facili, Allegri si innervosisce e lo sostituisce con Kean, che un gol lo fa, ma partendo in fuorigioco (poca roba, ma comunque visibile senza Var). L'azzurro è vivace, si muove bene, anima la Juventus nel finale di gara. Ma alla fine, se qualcosa va salvato della ripresa è la porta inviolata (un paio di interventi di Szczesny, non difficili): per Allegri è il segnale più confortante. Resta impressa la prestazione di Cuadrado, forse il più indispensabile dei giocatori bianconeri da qualche tempo: da lui nascono i pericoli per gli avversari. Ma questa sera sono stati molto bravi anche Locatelli e RabiotDybala non ha stupito, ma c'era quando doveva esserci; Danilo rimane una certezza. La Juventus è tornata in carreggiata, ora deve accelerare in campionato ad iniziare dalla difficile partita contro il Milan tra le formazioni più in forma del momento. Al Club atmosfera del tutto tranquilla, stante anche la concomitante diretta in chiaro. Una buona affluenza che ha permesso ai presenti finalmente di festeggiare una vittoriaed uscire dalla sede con il sorriso stampato sul volto. Noi siamo gente che vive male una sconfitta ma quando si vince diventiamo come dei bambini portati al luna park. Continua a ritmo sostenuto il tesseramento al Club, a giorni raggiungeremo e supereremo quota 400 iscrizioni. Siamo una squadra fortissima…..Peccato non aver potuto fare la trasferta a Malmo in Svezia, ma con le attuali problematiche connesse al Covid e le restrizioni in piedi e differenti tra di loro delle varie nazioni, non aiuta certamente noi tifosi. Forse meglio chi lo sa onde evitare problemi, vedremo se per Londra ci sarà consentito esserci. Intanto siamo prontissimi a salutare il primo bus della stagione che riparte per Torino, una emozione che oramai non si viveva più da quasi 19 mesi. Già la preparazione con l’invio dei messaggi ai partecipanti, la compilazione della lista bus ed altri dettagli che oramai erano stati dimenticati a causa del covid ci ha messo addosso una certa emozione ed attesa come se fosse la prima volta…..ed invece a giorni celebreremo i nostri primi 18 anni di vita, la maggiore età del nostro grandioso Club che continua a crescere di anno in anno, che continua a erogare servizi e passione con una precisione da brividi! Ricordatelo tutti, per seguire la JUVENTUS in ogni dove non dovrete che affidarvi a NOI, vi porteremo in maniera del tutto organizzata ovunque. ISCRIVETEVI TUTTI, NON ABBIATE REMORE, NOI SIAMO LO JUVENTUS CLUB ANDRIA, UNO DEI CLUB PIU’ CONOSCIUTI E STIMATI DELL’INTERO STIVALE, con servizio biglietteria sempre attivo ed operativo!


Ricordatevi tutti che per assistere alle partite presso la sede del Club è sempre necessario ed obbligatorio essere soci iscritti, prenotare il proprio posto (sino ad esaurimento di quelli disponibili) ed avere il GREEN PASS in corso di validità da portare con se.


Forza ragazzi, forza JUVE, battiamo il DIAVOLO e RICACCIAMOLI ancora una volta all’INFERNO! LA JUVE NON SI DISCUTE….LA SI AMA, SEMPRE!


JC ANDRIA, IL QUARTO CLUB AL MONDO PER NUMERO DI SOCI

 

 
 
 
             
 
 
 
 
             
 
 
 
Juventus Club Andria "Giovanni Agnelli" - Via Enrico Dandolo 37/39 - 76123 Andria
Info line 320/6209445 - Sede: 0883 1983534 - info@juventusclubandria.it - Webmaster: Domenico Mosca

 
Sito non ufficiale in quanto tutti i marchi e i loghi (Juve, Juventus e Scudetto) sono di esclusiva proprietà della Juventus Football Club S.p.a..
Il sito non rappresenta un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 /2001 in quanto aggiornato senza alcuna periodicità. I video, le immagini e i disegni
utilizzati sono tratti da Internet e quindi sono da ritenersi di pubblico dominio, in caso di violazioni comunicarlo a info@juventusclubandria.it,
provvederemo alla pronta rimozione.