Motto Club
   
totem
   
  HOME / NEWS

 
ULTIME NEWS
   
dot CHE JUVE! RAGGIUNTA QUOTA 700 SOCI

dot TRE PUNTI FONDAMENTALI, MA CHE FATICA!

dot SUPERCOPPA: BEFFATI ALL’ULTIMO RESPIRO!

dot FOLLE RIMONTA DELLA JUVE A ROMA!

dot LA JUVE NON BRILLA CONTRO L’ASL NAPOLI 2!

   
ARCHIVIO NEWS
dot News anno 2009
dot News anno 2010
dot News anno 2011
dot News anno 2012
dot News anno 2013
dot News anno 2014
dot News anno 2015
dot News anno 2016
dot News anno 2017
dot News anno 2018
dot News anno 2019
dot News anno 2020
dot News anno 2021
dot News anno 2022
   
 
A DIFESA DELLA NOSTRA JUVENTUS CHE PASSA A SALERNO!
 

La Juventus batte la Salernitana a domicilio con il risultato di 0-2. Più gol meno gioco, ma il paradosso della Juve frutta tre punti e risana parzialmente l'umore di squadra e ambiente in un periodo come questo dove la macchina del fango è ripartita. Bastardi questo solo l’aggettivo per definirvi tutti. Più gol e meno gioco perché rispetto alla sconfitta contro l'Atalanta del turno di campionato scorso (quando avremmo meritato almeno il pareggio), la Juventus è meno brillante e concede anche qualcosa in più agli avversari, ma in compenso è più concreta in attacco, segna tre gol, uno dei quali, segnato da Chiellini ed annullato per un millimetrico fuorigioco di Kean. Contro una Salernitana chiusa e aggressiva, sempre pronta a ripartire, è un segnale importante. Dichiarare risolti i problemi dell'attacco sarebbe estremamente prematuro, ma l'inversione di tendenza è comunque molto incoraggiante. All'Arechi, stadio vecchio ma capiente, la Juventus vince la sua prima partita della storia (prima un pareggio e una sconfitta, oltretutto senza neppure un gol segnato). Tante le occasioni costruite, ma tante quelle sprecate, più di quante dovrebbero (soprattutto nei primi e negli ultimi venti minuti della gara). Ma si tira più del solito in porta, sfruttando una serata brillantissima di Paulo Dybala, la solita eccellente prestazione di Cuadrado, una discreta prestazione di Kulusevski (autore dell'assist per il primo gol) e tanta solidità da parte di Chiellini, De Ligt, Bentancur e Bernardeschi. Non è una Juventus bellissima, non è una Juventus che può dirsi guarita, ma è una Juventus che trova la forza morale di trovare la forza per uscire dalla tempesta in cui ci ritroviamo ed è un segnale eccellente per Allegri e, in fondo, anche per la società che sta giocando un'altra e più snervante partita sul fronte giudiziario. La Juventus attacca fin dall'inizio, sfiora il gol in un paio di occasioni e poi lo trova con Dybala al 21': lo scambio al limite dell'area con Kulusevski è fulmineo e il sinistro di Dybala è una delizia. Poi arriva anche il raddoppio di Chiellini, che raccoglie un rimpallo che nasce da una punizione di Cuadrado. Ma il Var pesca una spalla di Kean in fuorigioco e il gol viene annullato. Assurdo, chiamasi anti calcio! Il mancato 2-0 sembra spegnere un po' la concentrazione della Juventus, che nella parte finale del primo tempo e quella iniziale del secondo soffre un po. La Salernitana prende anche un clamoroso palo e quel rischio risveglia la Juventus. I bianconeri tornano ad attaccare e Bernardeschi pesca Morata (entrato al posto di Kean) con un assist geniale sotto porta: lo spagnolo con un tocco perfetto infila la palla in mezzo alle gambe del portiere per il 2-0 che chiude la partita. Negli ultimi venti minuti la Juventus chiude la Salernitana nella sua area, sbaglia molte occasioni e anche il rigore all'ultimo minuto, concesso per un fallo su Morata e lanciato alle stelle da Dybala, scivolato al momento del tiro. La Juventus, dunque, inizia bene il ciclo teoricamente “abbordabile" che potrebbe risanare la classifica e rilanciare la squadra. Domenica c'è il Genoa, poi doppia trasferta a Venezia e Bologna per chiudere contro il Cagliari prima della sosta di Natale. Quattro vittorie potrebbero modificare tante cose nel mondo bianconero, che per una sera gira nel verso giusto, gira nel verso che più piace a noi tifosi della Vecchia Signora. Come già anticipato dal precedente articolo la trasferta a Salerno non è stata organizzata per via del prezzo vergognoso che il settore ospiti ha avuto: 65 euro compreso la prevendita Viva Ticket e ricevitoria è un qualcosa di folle ed assurdo per un settore che amiamo definire “popolare”. Non si può arrivare a tanto. Avevamo comunque lasciato liberi i nostri soci di organizzarsi ed esserci. Dei prenotati iniziali la maggior parte ha declinato accogliendo il nostro invito a non esserci, ma in 10 hanno deciso di partire con tre auto, una organizzata da Michele Moretti, l’altra da Francesco Rana e l’altra da Michele Mastrorillo con l’immancabile Sabino Chieppa a bordo. Si sono ritrovati nel parcheggio riservato agli ospiti in una serata molto tranquilla. Foto con le sciarpe del Club a significare uan presenza nonostante ufficialmente non ci fossimo. Tifoseria salernitana da urlo per quanto bella è stata da vedersi ci dicono i nostri li all’Arechi. Se la squadra e la Società non meritano la A, la tifoseria è davvero uno spettacolo. Hanno cantato dal primo all’ultimo respiro della gara con una coreografia mozzafiato. Nel settore ospiti, nonostante il prezzo, stracolmo di tifosi bianconeri con prevalenza campana, tifo a tratti. Da segnalare al minuto 3 della partita gli striscioni per ANDREA FORTUNATO lo sfortunato calciatore della JUVENTUS nativo di Salerno. Anche nella curva salernitana è apparso al secondo anello lo striscione che recitava INSIEME PER ANDREA! Onore a loro. Terminata la gara tutto tranquillo all’esterno con i nostri arrivati ad Andria alle 2,00 della notte. Adesso ci attende la trasferta di Torino contro il Genoa dove in 12 saranno i presenti allo Stadium. Complimenti per chi ci sarà. Questo si chiama amore vero! Ancora una volta al Club ci siamo ritrovati in buon numero per sostenere a modo nostro come sempre la GRANDE JUVE! Ancora un compleanno è stato festeggiato, questa volta da parte del Segretario Fabio Attimonelli che ha voluto celebrare le sue 47 primavere con tutti i presenti. Caffè Borghetti per tutti, cioccolatini di ogni genere ed una euforia che come sempre va oltre i risultati, oltre la classifica, oltre ogni situazione. Se qualcuno pensa che ci siamo messi in un letto si sbaglia alla grandissima. Siamo più coesi e determinati di prima. Questa la nostra forza che altri possono soltanto sognare di avere.


FORZA JUVE VINCI DAI, LOTTA E NON MOLLARE MAI! CARICA RAGAZZI!

 

 
 
 
             
 
 
 
 
             
 
 
 
Juventus Club Andria "Giovanni Agnelli" - Via Enrico Dandolo 37/39 - 76123 Andria
Info line 320/6209445 - Sede: 0883 1983534 - info@juventusclubandria.it - Webmaster: Domenico Mosca

 
Sito non ufficiale in quanto tutti i marchi e i loghi (Juve, Juventus e Scudetto) sono di esclusiva proprietà della Juventus Football Club S.p.a..
Il sito non rappresenta un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 /2001 in quanto aggiornato senza alcuna periodicità. I video, le immagini e i disegni
utilizzati sono tratti da Internet e quindi sono da ritenersi di pubblico dominio, in caso di violazioni comunicarlo a info@juventusclubandria.it,
provvederemo alla pronta rimozione.