Motto Club
   
totem
   
  HOME / NEWS

 
ULTIME NEWS
   
dot VITTORIA FONDAMENTALE IN CHIAVE CHAMPIONS!

dot VITTORIA FONDAMENTALE IN CHIAVE CHAMPIONS!

dot LA JUVENTUS NUOVAMENTE IN FINALE DI COPPA ITALIA!

dot ALTRO DELUDENTE PAREGGIO, CHIUSO IL TESSERAMENTO A 871 SOCI!

dot LA JUVE RIBALTA IL CAGLIARI, NOI SEMPRE AL SUO FIANCO

   
ARCHIVIO NEWS
dot News anno 2009
dot News anno 2010
dot News anno 2011
dot News anno 2012
dot News anno 2013
dot News anno 2014
dot News anno 2015
dot News anno 2016
dot News anno 2017
dot News anno 2018
dot News anno 2019
dot News anno 2020
dot News anno 2021
dot News anno 2022
   
 
SUPERCOPPA: BEFFATI ALL’ULTIMO RESPIRO!
 

A San Siro contro le Merde la Juve viene beffata all’ultimo respiro di una partita oramai pronta a dare l’epilogo finale attraverso la lotteria del calci di rigore, dopo che tutti i tempi parziali sia regolamentari che supplementari avevano visto le due squadre in perfetta parità. Un erroraccio clamoroso di Alex Sandro condanna la Juve, regalando agli accattoni un trofeo che non vincevano da quasi 12 anni! L'episodio chiave del match al minuto 120, dopo una partita che non si era sbloccata dall'1-1 fissato dal colpo di testa di McKennie e dal rigore discutibile assegnato ai merdazzurri. Allegri attendeva che la palla uscisse fuori o qualche fallo tattico per far entrare Bonucci, in modo tale che potesse battere dal dischetto la serie dei calci di rigore. Tutto inutile, perché le Merde confezionano l'azione decisiva, con un cross su cui Alex Sandro va con troppa sufficienza. Il suo controllo balordo è un assist perfetto, con la palla che schizza verso un avversario, che ne approfitta mandando in estasi la parte di stadio a noi avversa. Autentico regalo!  Sin dall’inizio si era consapevoli che sarebbe stata una partita difficile per la Juve priva degli squalificati De Ligt e Cuadrado, a cui si aggiungeva il pesante infortunio di Chiesa. Dybala fuori fa discutere con Morata centravanti, supportato da Bernardeschi e Kulusevski. L'Inter inizia in maniera veemente, con accelerazioni che mettono in difficoltà la Juventus. Ma appena la Juve mette fuori il capo dalla propria metà campo colpisce con McKennie che salta tra i centrali interisti ed infila di testa la rete del vantaggio che fa esplodere di gioia la metà stadio bianconera. Il vantaggio dura comunque poco, perché De Sciglio entra in ritardo (sarebbe da rivedere) ma l’arbitro punisce il contatto: 1-1. Ritmi alti anche nel secondo tempo. Bernardeschi non sfrutta clamorosamente un invito di Rabiot, con un sinistro che finisce sul fondo.  L'Inter ci crede più della Juventus, che si chiude in area per cercare la ripartenza. Cambiano gli attacchi, Allegri butta in campo prima Dybala, quindi Kean ma non ci sono però più occasioni fino al 90', con un contatto sospetto  nel finale nell’area interista. Ma figurati se l’arbitro andava a rivedere o se dal VAR intervenivano….ma quando mai! Si va ai supplementari che non regalano emozioni di sorta, fino alla dormita di Alex Sandro che regala la Coppa alle Merde. Peccato sarebbe stato più giusto giocarsela a quel punto alla lotteria dei calci di rigore ma si sa quando non gira come dovrebbe si finisce per essere sempre puniti. Va così in questo momento per la nostra Juventus ma noi non molliamo mai! La squadra in campo ha come sempre meritato il nostro sostegno ed i nostri applausi al termine della partita. In 26 unità siamo arrivati a SAN SIRO in piena quarta ondata e con tutte le difficoltà del momento. Trovateci sempre voi gente come noi che non si arrende dinnanzi a nessuna difficoltà. Anzi nella difficoltà ci esaltiamo. Ben due MINIVAN organizzati con otto persone a bordo per parte. I restanti 10 soci sono arrivati su a Milano tutti con volo aereo del mattino. La trasferta dei nostri in furgone è stata davvero da raccontare. Come sempre del resto. Appuntamento alle 07,00 in punto alla Caffetteria Goodness di Via Vespucci dove hanno fatto colazione tutti assieme in compagnia anche di altri ragazzi che pur non partendo hanno voluto salutare il resto del gruppo. Il grande barman Frisardi ha poi donato loro due panettoni ed una bottiglia che si sperava poter stappare al termine della partita per festeggiare. Per la cronaca è stata comunque stappata. Pronti via i due furgoni uno rosso ed uno grigio partono per Milano con quello grigio a fare l’andatura con a bordo Pasquale Cipriani e Fabione Attimonelli. In quello rosso una batteria pesante che vedeva Michele Di Schiena, Massimo Matera, Graziano Palladio e Michelone Zagaria a fare da “autisti”. Prima sosta a Giulianova dove ci aspetta il grande Elisiano per un saluto. Poi classica foto di rito prima di ripartire. Ci si ferma a Faenza per la pausa pranzo dove ad attenderci troviamo il grande Mauri che condivide con noi il gustoso aperitivo organizzato da Michele Di Schiena. Da leccarsi i baffi. Birra e vinello a go go con risate su risate. Quasi ci si piscia addosso. Poi si riparte per fare più avanti una sosta caffè. Arriviamo alla barriera di Melegnano per poi sbagliare uscita ed entrare nel traffico caotico della città meneghina. Ad un certo punto i due furgoni si fermano per recarsi a comprare del pane per la sera. Qualcuno urla ma siamo alla gita parrocchiale? Ahahahahahhaha Ripartono per l’ultimo tratto verso San Siro ed eccoli arrivare finalmente nel parcheggio loro destinato dove si fanno come sempre riconoscere. Consumano ancora qualche birretta, del Borghetti e della Sambuca per poi decidere di fare ingresso. Il freddo non lo sentono chiaramente……ed eccoli finalmente ai controlli dove salutano un pò di amici prima di dirigersi verso le scale sempre faticose dello Stadio. Sono al secondo anello blu e si posizionano come da biglietti assegnati nella parte tutta a destra della porta come sempre in prima linea. Lanciano un paio di cori contro gli interisti accompagnati dalla parte del settore in cui si trovavano. Foto di rito con pezze è consueto saluto a Claudio Filippi preparatore dei portieri che saluta idealmente il nostro ALBERTO! La partita inizia, il tifo interista ha ovviamente più strumenti di noi per farsi sentire meglio. Cerchiamo comunque di fare del nostro meglio. La gara va come tutti sappiamo ma resterà per sempre la goliardia dei nostri durante tutta la partita con il gruppo tutto coeso e compatto sia quelli in furgone che quelli in aereo con risate a crepapelle. Prima della partita Marco Cavuoto uno dei nostri viene inquadrato dalle telecamere in diretta televisiva con la sciarpa ANDRIA PRESENTE in bella vista. Al fischio finale, praticamente subito dopo la rete loro, i nostri abbandonano visibilmente incazzati e delusi gli spalti dello stadio per recarsi immediatamente giù al parcheggio dove prima di partire si rifocillano più dalla rabbia che dalla fame. I ragazzi in aereo raggiungono i loro b&b/hotel mentre i “furgonati” ripartono verso l’autostrada con quello rosso che si perde attardandosi un pochetto. Il grigio rallenta attendendo il ricongiungimento. Di li in avanti viaggio come sempre in simbiosi sino all’arrivo ad Andria verso le 9,00 di giovedì mattina con molti che subito dopo si recano a lavoro. Delusione unica ma grande orgoglio per esserci stati, come sempre a modo nostro, come sempre mai domi nonostante il periodo! Anche al Club buona affluenza nonostante la diretta televisiva, entusiasmo iniziale e delusione finale. Va così in questo momento, l’importante è non mollare mai!       


CONTRO TUTTO E CONTRO TUTTI, CONTRO IL COVID PERCHE’ LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI. NESSUN PASSO INDIETRO.




 

 
 
 
             
 
 
 
 
             
 
 
 
Juventus Club Andria "Giovanni Agnelli" - Via Enrico Dandolo 37/39 - 76123 Andria
Info line 320/6209445 - Sede: 0883 1983534 - info@juventusclubandria.it - Webmaster: Domenico Mosca

 
Sito non ufficiale in quanto tutti i marchi e i loghi (Juve, Juventus e Scudetto) sono di esclusiva proprietà della Juventus Football Club S.p.a..
Il sito non rappresenta un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 /2001 in quanto aggiornato senza alcuna periodicità. I video, le immagini e i disegni
utilizzati sono tratti da Internet e quindi sono da ritenersi di pubblico dominio, in caso di violazioni comunicarlo a info@juventusclubandria.it,
provvederemo alla pronta rimozione.