Motto Club
   
totem
   
  HOME / NEWS

 
ULTIME NEWS
   
dot VITTORIA FONDAMENTALE IN CHIAVE CHAMPIONS!

dot VITTORIA FONDAMENTALE IN CHIAVE CHAMPIONS!

dot LA JUVENTUS NUOVAMENTE IN FINALE DI COPPA ITALIA!

dot ALTRO DELUDENTE PAREGGIO, CHIUSO IL TESSERAMENTO A 871 SOCI!

dot LA JUVE RIBALTA IL CAGLIARI, NOI SEMPRE AL SUO FIANCO

   
ARCHIVIO NEWS
dot News anno 2009
dot News anno 2010
dot News anno 2011
dot News anno 2012
dot News anno 2013
dot News anno 2014
dot News anno 2015
dot News anno 2016
dot News anno 2017
dot News anno 2018
dot News anno 2019
dot News anno 2020
dot News anno 2021
dot News anno 2022
   
 
TRE PUNTI FONDAMENTALI, MA CHE FATICA!
 

Tanto faticosa ma alquanto meritata e preziosa, la vittoria della JUVENTUS sull'Udinese per 2-0 che ci rimette sui giusti binari dell'inseguimento al quarto posto, dopo la sfortunata finale di Supercoppa di mercoledì a San Siro. Vittoria che fa il paio a quella incredibile contro la Roma e che ci proietta ad un solo punto dall'Atalanta (che ha però una gara in meno). Non ha giocato bene, la Juventus, ma è stata sufficientemente concentrata e compatta e, quest'anno, è già un successo. Non era un avversario irresistibile, questa Udinese, ma quest'anno la Juventus ha perso punti in modo anche più clamoroso. Insomma, nell'ottica di una lenta progressione con la quale la squadra dovrà tornare a essere competitiva, la gelida serata dello Stadium è senza dubbio un passo avanti importante, il resto sono solo chiacchiere da bar. Tante se ne faranno, di chiacchiere, sul gesto polemico di Dybala che spicca in una gara dai pochi sussulti. Ma forse meritebbe una riflessone anche il fatto che ancora una volta la squadra di Allegri non ha subito gol. In una stagione difficile e nella quale poche cose funzionano come dovrebbero, i bianconeri possono tenersi una solidità difensiva degna dei primi quattro posti come una maniglia alla quale aggrappare le speranze di una qualificazione Champions. Per il resto convincono i soliti (Cuadrado, De Sciglio, De Ligt, McKennie, Bernardeschi e lo stesso Dybala), non convincono gli altri e soliti (Kulusevski, Arthur e Bentancur) e gioca ancora una buona gara Rugani. Non è una partita bellissima. L'Udinese veniva dal focolaio Covid mentre nelle gambe della Juventus ci sono i 120 intensi minuti della finale di Supercoppa di mercoledì (anche se al primo minuto sono solo cinque i reduci da San Siro). Il ritmo non è altissimo, l'Udinese si chiude dietro, la Juventus assedia cercando nei pochissimi spazi a disposizione. Dybala brilla anche nella costruzione offensiva, si intende con Arthur e scambia bene con Cuadrado. Ed è proprio la Joya a portare in vantaggio la Juventus al 19'. Azione ben orchestrata, buon assist di Kean per l'argentino che entra in area fra l'immobile difesa udinese e con un gran sinistro fulmina il portiere. E a quel punto esulta in modo polemico, senza abbracci e uno sguardo truce verso la tribuna, probabilmente a cercare l'amministratore delegato bianconero Maurizio Arrivabene, ultimamente troppo severo nei suoi confronti ed aggiungiamo che parla troppo spesso a sproposito. Dopo la rete del vantaggio segue una mezzora piuttosto blanda e, a tratti, perfino noiosa. La ripresa vede una serie di cambi della Juventus, quasi che Allegri voglia mandare un segnale di sveglia alla squadra. La partita continua in modo abbastanza stanco: l'Udinese è più intraprendente rispetto al primo tempo, ma poco incisiva; la Juventus alterna fiammate agonistiche a pericolosi rintanamenti in difesa. Ma dopo una mezzora bruttina, arriva il raddoppio bianconero: azione insistita, Dybala innesca De Sciglio sulla sinistra che va sul fondo, pennella un ottimo cross e McKennie la incorna come contro la Roma: 2-0 al 33° minuto. E tutto finisce lì, con l'esultanza da Harry Potter dell’americano, sempre più decisivo, anche se di magico questa sera c'è stato davvero pochino. Da segnalare la prima delle tre partite con il pubblico ridotto a 5.000 unità così come il Governo aveva chiesto alla Lega Di Serie A, provvedimento che riteniamo assurdo non fosse altro che allo stadio potevano entrare i soli vaccinati con green pass rafforzato. A cosa è servito allora sottoporsi a vaccinazione? Lasciamo perdere che di controsensi in questa Nazione ve ne sono tanti. Questa storia del Covid e delle sue restrizioni ci ha iniziato un tantino a stancare. Come sempre noi cerchiamo di non mollare mia e nonostante il periodo di gran confusione con le vendite dei biglietti prima aperte poi subito dopo chiuse, siamo riusciti ad essere presenti con 4 unità, di cui tre soci in Sud ed uno Cristiano Fino in postazione privilegiata alla sinistra della panchina della Juve. E’ stato uno spasso ascoltare i suoi audio che inviava nella chat raccontandoci in tempo reale gli umori del Mister dalla panchina. Ma la chicca arriva all’intervista finale a Dybala: avrete tutti sentito ad un certo punto l’urlo proveniente dalla Tribuna oramai vuota del nostro Cristiano che gli urla “PAULO RESTA A TORINOOO” in maniera energica. Paulo interrompe e guarda sorridente verso la Tribuna. Spettacolare il nostro Cristiano con siparietto ripreso da diverse tv oltre che diventato virale sui social. I ragazzi in curva, Gaetano, Antonio e Giusy hanno trascorso una serata diversa dal solito, con la curva praticamente vuota ma loro tutti accorpati nel centro hanno cercato seppur a sprazzi di sostenere la squadra. La pezza Alberto Vive era coma sempre li con loro. Un grazie a chi anche in questa partita si è sacrificato partendo in aereo al sabato per far rientro alla domenica. Soldi che si spendono, sacrifici fisici in un periodo non proprio semplice. Speriamo prestissimo di poter tornare almeno al 50% negli stadi. Il calcio è passione, gli stadi non sono dei teatri!


FORZA RAGAZZI A MODO NOSTRO SEMPRE AL VOSTRO FIANCO!

 

 
 
 
             
 
 
 
 
             
 
 
 
Juventus Club Andria "Giovanni Agnelli" - Via Enrico Dandolo 37/39 - 76123 Andria
Info line 320/6209445 - Sede: 0883 1983534 - info@juventusclubandria.it - Webmaster: Domenico Mosca

 
Sito non ufficiale in quanto tutti i marchi e i loghi (Juve, Juventus e Scudetto) sono di esclusiva proprietà della Juventus Football Club S.p.a..
Il sito non rappresenta un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 /2001 in quanto aggiornato senza alcuna periodicità. I video, le immagini e i disegni
utilizzati sono tratti da Internet e quindi sono da ritenersi di pubblico dominio, in caso di violazioni comunicarlo a info@juventusclubandria.it,
provvederemo alla pronta rimozione.