Motto Club
   
totem
   
  HOME / NEWS

 
ULTIME NEWS
   
dot PERSO AI RIGORI IL MEMORIAL “RUGGIERO, RICCARDO LORUSSO e VINCENZO ORCIUOLO”

dot COME SE NON BASTASSE PRESENTI ANCHE AL SEGUITO DELL’UNDER 23 NEI PLAY OFF DI SERIE C

dot SI CHIUDE UNA ORRIBILE STAGIONE. NONOSTANTE TUTTO, NOI PRESENTI FINO ALLA FINE.

dot STAGIONE SENZA TROFEI, IL SALUTO A CHIELLINI E DYBALA.

dot ANCORA SUPPLEMENTARI AMARI PER LA JUVE! NOI IN 180 A ROMA.

   
ARCHIVIO NEWS
dot News anno 2009
dot News anno 2010
dot News anno 2011
dot News anno 2012
dot News anno 2013
dot News anno 2014
dot News anno 2015
dot News anno 2016
dot News anno 2017
dot News anno 2018
dot News anno 2019
dot News anno 2020
dot News anno 2021
dot News anno 2022
   
 
CHAMPIONS ANCORA FATALE PER LA JUVE! ALTRA DELUSIONE
 

Per smaltire l’ennesima delusione europea questa volta ci abbiamo messo più del solito. Eppure qualcuno potrebbe dire….”siete abituati…” No, alle delusioni calcistiche non ci si abitua mai, così come alle vittorie che sono sempre belle, una più dell’altra. Questa volta proprio non eravamo preparati ad un'altra clamorosa eliminazione agli ottavi di finale della Coppa Maledetta. Se negli ultimi due anni condizionati dal Covid avevamo la scusante di aver sbagliato la gara di andata, questa volta no, non abbiamo scusanti che tengano. In Spagna era terminata 1-1 una gara che si poteva e doveva vincere. Ma se ti chiami JUVENTUS contro una squadra del tutto normale nella gara di ritorno dovevi fare semplicemente il tuo dovere: VINCERE senza se e senza ma. Non basta la “sfortuna” (??) come giustificazione. E’ la mentalità che non va bene, l’approccio, l’avere calciatori non appropriati con i migliori quasi tutti fuori uso (una costante di ogni anno) e soprattutto un modo di stare in campo non consono alla competizione. Mettiamola così ……. che la maledizione continua, per il terzo anno consecutivo la corsa Champions della Juventus si ferma agli ottavi di finale: sempre in casa e sempre contro un'avversaria considerata di fascia inferiore. Nel 2020 era toccato al Lione, nel 2021 al Porto, stavolta ci pensa il Villarreal, con una gara estremamente accorta ed intelligente. Gli spagnoli soffrono il giusto nel primo tempo e colpiscono dopo l'intervallo, quando i bianconeri improvvisamente e senza giustificazioni si spengono. A 12 minuti dalla fine della partita ecco la doccia fredda…..gli spagnoli conquistano un rigore, poi messo a segno, per un fallo dell’ingenuo Rugani…..ma se affronti la Champions con un difensore scartato anche dalle squadrette….cosa puoi pretendere????  La Juve a quel punto non reagisce, anzi crolla, quindi arriva il raddoppio spagnolo ed un altro rigore che fissano clamorosamente il risultato sullo 0-3. Che umiliazione senza precedenti in Europa. Non era mica il Real……. Perdere con una squadra che arranca nella Liga spagnola. La Juventus si era presentata all’appuntamento sin qui più importante della stagione con un classico 4-4-2 senza dei rientranti Chiellini e Dybala fatti accomodare in panchina (????). L'inizio è incoraggiante, con quattro occasioni nei primi venti minuti. Sembrano essere in serata, ma tra la bravura del portiere avversario e gli errori di mira degli attaccanti, i bianconeri sbagliano occasioni che si riveleranno decisive per il destino dell'incontro. Prima Morata ci prova di testa sottomisura, con una deviazione poco convinta che permette al portiere spagnolo di sventare. Quindi Morata e Cuadrado si contrastano in area (e Vlahovic non riesce a concludere), poi il serbo ci prova con un sinistro dal limite ed è sfortunato al 21' quando, su cross di De Sciglio, colpisce la traversa con una girata sottomisura. Assurdo! Una fase tambureggiante che si conclude con l'ennesimo intervento del portiere spagnolo su capocciata di Vlahovic. E il Villarreal? Una conclusione dal limite di e basta. Un trend che cambia inaspettatamente nella ripresa, quando la Juventus non trova spazi di fronte a una squadra che difende con nove uomini in area. Il Villarreal chiude le linee di passaggio, i bianconeri non inquadrano neanche le vie di fuga sulle fasce come nel primo tempo. Allora ci provano dalla distanza, ma senza impensierire gli attenti spagnoli. Poi si spegne la luce, complici anche i cambi del Villarreal, che mutano l'inerzia del match. Da noi invece si dorme in panchina, ricorrendo ai cambi soltanto a frittata compiuta. Allegri allora butta dentro Dybala e Bernardeschi, ma la mossa è subito vanificata dal raddoppio del Villarreal. Fine delle trasmissioni, ed arriva anche il 3-0 con bocciatura senza giustificazioni della Juventus. Delusione, delusione, delusione! Questo il nostro stato d’animo. Noi ancora una volta ci avevamo messo di tutto e di più, salendo su a Torino in ben 97 unità. Stadio pieno al 75%, entusiasmo delle notti champions tutto vanificato dall’assurda prestazione dei calciatori in campo e dall’atteggiamento del nostro Mister in panchina. Un pullman e tantissimi in aereo al seguito. Una trasferta come sempre iniziata alla sera precedente per chi in bus con il ritrovo in stazione. Il solito ed immancabile Sabino Chieppa con Andrea Leonetti e Vincenzo Quacquarelli  a condurre la truppa su a Torino. Tante facce vecchie e nuove sul bus. Solita atmosfera goliardica, solito apericena con i fiocchi organizzato dal buon Sabino è solita gran mangiata organizzata nel trattoria dove ci ritroviamo in ogni partita. Al seguito anche la solita pattuglia delle trasferte europee capeggiata da Massimo Matera, Franco Fusaro e Riccardo Dell’Olio, tutti partiti in aereo con altra grande tavolata organizzata in altro ristorante dove incontrano Mauro German Camoranesi e David Trezeguet vecchie bandiere di una grande JUVE che inviano dei video saluti al nostro Club. Il tempo trascorre con qualcuno che inizia ad essere “abbastanza alticcio…..” finalmente ci si organizza per entrare in curva. Si raggruppano tutti alla sinistra come ai vecchi tempi, con Massimo, Lucio, Gaetano, Andrea e Vincenzo a far da catalizzatori di chi man mano entrava alla spicciolata in curva. Tutto il resto dei soci era distribuito poi nei restanti settori con un grosso contingente nella Est Centrale. Sembra che si canti ma è solo una pia illusione, non è la solita atmosfera che una Notte Champions avrebbe meritato. Curva spesso silente e senza una organizzazione. Peccato, problema a nostro avviso da risolvere al più presto. Non si può presentare un simile scenario. Al Club pienone delle grandi occasioni. Avevamo quasi dimenticato cosa significasse. Grande entusiasmo, ma anche tanto nervosismo e ansia per una gara come sempre fuori dal normale. Tutti eravamo elettrizzati. Finita male per tutti, con la delusione, le classiche imprecazioni sia al Club che allo Stadio. Tutto giustificabile dopo l’ennesima disfatta europea. Onore a Noi, che come sempre ci abbiamo messo tutto il possibile, sia economicamente che fisicamente parlando, dalla trasferta in terra spagnola a quella a Torino. Viaggio di ritorno in autobus con un silenzio surreale che ha fatto sembrare più lungo del solito il ritorno a casa. I tanti saliti in aereo e rimasti a Torino, hanno raggiunto i vari Hotel prenotati per trascorrere, come tutti, una notte praticamente insonne. Nelle chat del club monta la rabbia mista a delusione per un'altra notte europea da dimenticare. Come sempre. Ma noi come sempre, più la strada si fa tortuosa e difficile, più riusciamo ad esprimere il meglio di noi, contrariamente a chi invece vive e gioisce soltanto per le nostre eliminazioni dall’Europa. Saremo sempre un passo avanti a TUTTI! Senza se e senza ma.


Nella gallery come di consueto troverete le foto più significative di quest’altra massiccia trasferta.


JC ANDRIA A MODO NOSTRO SEMPRE! ORGOGLIOSAMENTE GOBBI

 

 
 
 
             
 
 
 
 
             
 
 
 
Juventus Club Andria "Giovanni Agnelli" - Via Enrico Dandolo 37/39 - 76123 Andria
Info line 320/6209445 - Sede: 0883 1983534 - info@juventusclubandria.it - Webmaster: Domenico Mosca

 
Sito non ufficiale in quanto tutti i marchi e i loghi (Juve, Juventus e Scudetto) sono di esclusiva proprietà della Juventus Football Club S.p.a..
Il sito non rappresenta un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 /2001 in quanto aggiornato senza alcuna periodicità. I video, le immagini e i disegni
utilizzati sono tratti da Internet e quindi sono da ritenersi di pubblico dominio, in caso di violazioni comunicarlo a info@juventusclubandria.it,
provvederemo alla pronta rimozione.