Motto Club
   
totem
   
  HOME / NEWS

 
ULTIME NEWS
   
dot ANCORA SUPPLEMENTARI AMARI PER LA JUVE! NOI IN 180 A ROMA.

dot REGALI DI FINE STAGIONE…….!

dot VITTORIA FONDAMENTALE IN CHIAVE CHAMPIONS!

dot LA JUVENTUS NUOVAMENTE IN FINALE DI COPPA ITALIA!

dot ALTRO DELUDENTE PAREGGIO, CHIUSO IL TESSERAMENTO A 871 SOCI!

   
ARCHIVIO NEWS
dot News anno 2009
dot News anno 2010
dot News anno 2011
dot News anno 2012
dot News anno 2013
dot News anno 2014
dot News anno 2015
dot News anno 2016
dot News anno 2017
dot News anno 2018
dot News anno 2019
dot News anno 2020
dot News anno 2021
dot News anno 2022
   
 
VITTORIA FONDAMENTALE IN CHIAVE CHAMPIONS!
 

La Juventus centra la qualificazione alla prossima Champions League con ben 4 turni di anticipo. Se pensiamo che a Novembre sembravamo quasi fuori dal giro Champions dopo l’inopinata sconfitta casalinga contro l’Atalanta ci viene da pensare a cosa la squadra abbia comunque fatto in una stagione così difficile. Eppure non sono state tutte rose e fiori, perché la squadra e l’allenatore hanno lasciato spesso a desiderare, facendoci arrabbiare e non poco proprio come accaduto nell’ultima partita casalinga contro il Venezia, quasi retrocesso. Sono stati altri tre punti, gli ennesimi, strappati con molta più fatica del previsto, ma serviti per centrare la qualificazione in Champions e per preparare con maggiore serenità la finale di Coppa Italia contro l’Inter di mercoledì 11 maggio a Roma, il vero grande obiettivo stagionale della Juve. Allegri ha dovuto ringraziare Bonucci che dopo l’assist di Reggio Emilia e nel giorno dei suoi 35 anni, ha sbloccato il risultato in apertura con un colpo di testa e nell’ultimo quarto d’ora ha risposto con una zampata sotto porta al provvisorio pareggio dei lagunari condannandoli praticamente alla Serie B. Una doppietta quella di Leo messa a segno da capitano, baciando maglia e stemma in favore delle telecamere. L’altra buona notizia per il tecnico bianconero, oltre alla positiva prova da titolare di Miretti (finalmente schierato in campo….), è stata quella di aver recuperato Arthur, entrato in campo negli ultimi dieci minuti. Dalla conclusione di Zakaria alla traversa di Pellegrini, passando per il vantaggio di Bonucci già dopo sette minuti. Quello contro il Venezia - fatto di rabbia e carattere - è stato in tutta probabilità l’inizio di partita più convincente della stagione di Allegri, che per l’occasione (e soprattutto per l’emergenza) ha regalato, come detto, il debutto da titolare al classe 2003 Miretti, super propositivo e vicino alla rete con un sinistro dal limite.  Totalmente diverso il copione della ripresa, vissuta dalla squadra bianconera con il freno a mano tirato e con molta meno lucidità. Errori tecnici e incapacità di archiviare una pratica sulla carta abbastanza semplice hanno permesso al Venezia di tornare con ferocia in partita. Assurdo questo! E se Szczesny ha compiuto il miracolo su una punizione, nulla ha potuto su di un tiro dalla distanza che ha permesso ai veneti di giungere clamorosamente al pareggio come già accaduto nella gara di andata (ahimè). Ma per fortuna che dopo pochissimi istanti la Juve è tornata in vantaggio grazie a Leo Bonucci che ha messo in cassaforte una sfida che si era fatta clamorosamente in salita. Un'altra brutta prestazione che ha confermato tutte le difficoltà di questa stagione che non vediamo l’ora possa terminare sperando nella ciliegina finale che noi tifosi più di tutti, tanto meriteremmo. Al Club poca gente causa l’orario e la giornata dedicata alle gite fuori porta. Ma quello che più ha impressionato sono stati i 28 soci al seguito della Juve a Torino, partiti tutti in aereo chi dal sabato, chi alla domenica mattina, chi con rientro alla sera, chi al lunedì. Insomma un'altra grande presenza che dimostra una volta di più di come il nostro Club sia sempre un passo avanti a tutti. Senza presunzione. In una partita così portare tanta gente al seguito assume un valore doppio. Un grazie a Gabriele e alla sua famiglia, a Savino Selvarolo con suo nipote e suocero al seguito, un grazie ad Antonio Di Canio, Lorenzo Falcetta e Antonio Paradiso, un grazie alla banda di Riccardo Leonetti. Davvero applausi per chi ha scelto di esserci in questa trasferta. Dopo la partita molti hanno approfittato per far visita al Museum, mentre chi pernottava a Torino ha fatto un giro in centro città. Tra la domenica sera ed il lunedì a pranzo hanno fatto tutti rientro alla base. Nel frattempo al Club si sono chiuse le prenotazioni per la finale di Coppa Italia con ben 156 soci prenotati, un risultato grandioso che dimostra tutta la nostra incredibile passione per la JUVE. L’importanza della tessera al Club la si vede in queste occasioni. Chi era socio iscritto ha potuto ottenere il suo tagliando per Roma, in tanti si ricordano del Club soltanto in queste occasioni più importanti ma per fortuna che 871 persone se ne sono ricordate nei tempi giusti seguendo la Juve in ogni dove e sostenendo con orgoglio il nostro Club. A tutti l’invito è quello di sottoscrivere sin da luglio prossimo la tessera club per seguire la nuova stagione della magica JUVENTUS! Non fatevele solo raccontare, certe emozioni vanno vissute in prima linea.


TUTTI A ROMA CON LO JUVENTUS CLUB ANDRIA, IL SESTO CLUB AL MONDO!

 

 
 
 
             
 
 
 
 
             
 
 
 
Juventus Club Andria "Giovanni Agnelli" - Via Enrico Dandolo 37/39 - 76123 Andria
Info line 320/6209445 - Sede: 0883 1983534 - info@juventusclubandria.it - Webmaster: Domenico Mosca

 
Sito non ufficiale in quanto tutti i marchi e i loghi (Juve, Juventus e Scudetto) sono di esclusiva proprietà della Juventus Football Club S.p.a..
Il sito non rappresenta un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 /2001 in quanto aggiornato senza alcuna periodicità. I video, le immagini e i disegni
utilizzati sono tratti da Internet e quindi sono da ritenersi di pubblico dominio, in caso di violazioni comunicarlo a info@juventusclubandria.it,
provvederemo alla pronta rimozione.