Motto Club
   
totem
   
  HOME / NEWS ANNO 2012

 
ULTIME NEWS
   
dot NEWS DAL....PRECAMPIONATO!

dot VIENI ANCHE TU TRA NOI!

dot JC ANDRIA & JC BARLETTA: LUNGA VITA A NOI

dot PRESENTI AL TORNEO PER L'HEYSEL ORGANIZZATO DAL GRUPPO VIA FILADELFIA

dot TUTTI ALLA FESTA SCUDETTO "W8NDERFUL PARTY"

   
ARCHIVIO NEWS
dot News anno 2009
dot News anno 2010
dot News anno 2011
dot News anno 2012
dot News anno 2013
dot News anno 2014
dot News anno 2015
dot News anno 2016
dot News anno 2017
dot News anno 2018
dot News anno 2019
   
 
IL PRIMO DI UNA LUNGA SERIE
 
Dopo la bella trasferta a Genova, a mezzanotte in punto, causa ritardo di Nicola Fortunato......sempre lui....la nostra truppa di soci si e' rimessa in viaggio per raggiungere Torino, dove assisteranno all'esordio casalingo della Juventus contro la Lazio del loro Presidente da Noi ribatezzato...Lotriste!!!! E' il primo di una lunga ed interminabile serie di viaggi a Torino che come ogni anno organizzeremo, in compagnia degli amici di sempre dello Juventus Club Trani con l'immancabile presidente Alessandro e dei nuovi amici della Corato Bianconera con il loro presidente Vincenzo (gran bella persona). Un rapporto bello, sincero, che ci vedra' sempre piu' protagonisti, sempre piu' forti al fianco della Juventus. In questo viaggio anche tre esponenti dello storico club di Modugno hanno scelto di viaggiare con noi, segno di grande considerazione per quello che da 10 anni con grandi sacrifici, ma soprattutto con tanta passione facciamo. Da sottolineare la comodita' e l'eleganza interna del pullman messoci a disposizione dalla ditta Latorre di Bari (nella foto, dove si vedono anche diversi soci in procinto di partire. Bella gente a bordo con Vito Berardino e la sua famiglia, il socio storico Franco Petruzzelli con suo figlio Stefano, la new entry Sante Tricarico, il veterano Nicola Patruno, Vincenzo Marinacci. Diversi i ragazzi nuovi soci del club che hanno subito partecipato ad una trasferta. A condurre il nostro gruppo a Torino ci sono a bordo l'immancabile Andrea Leonetti, Vincenzo Quacquarelli e Giuliano Zefferino due ragazzi, questi ultimi non preziosi ma di piu'. A Torino il pullman sara' accolto in Piazza Carlo Felice, dal nostro Presidente Francesco Nicolamarino, salito su un giorno prima x incontrare i vertici del Centro Coordinamento. In giornata arriveranno poi a Torino anche tutti gli altri nostri soci che hanno preferito salire in aereo o auto. Ancora una volta la soddisfazione di aver allestito un pullman, ancora una volta con sempre piu' donne e bambini a bordo! Orgogliosi di Noi, Orgogliosi di Voi!

Ricordiamo a tutti che sono gia' in vendita i biglietti x la prossima trasferta a Milano. Pertanto chi deve venire si affretti a prenotarsi. 

OVUNQUE GIOCHERAI PER SEMPRE CI VEDRAI E NON SI MOLLA MAI......

 

 
 
BEFANA AMARA PER LA JUVE
 
Ancora una volta la Samp. si è rivelata bestia nera della Juventus, visto che negli ultimi anni sia a Torino che a Genova non siamo mai riusciti a batterli. Ma questa volta lo scherzetto riservatoci dai doriani è stato ancor più pesante. Sconfitti per 2-1 allo Juventus Stadium, dopo un primo tempo condotto bene ed in vantaggio dagli uomini di Conte e che avrebbero anche meritato una seconda marcatura, dopo quella su rigore di Giovinco. Se consideriamo anche l'inferiorità numerica dei liguri per tutta la ripresa, il risultato sa ancor più di clamoroso. Non vogliamo addossare certamente colpe a nessuno, sarebbe troppo facile, ma questa è la sconfitta credeteci che da più fastidio delle precedenti due, perchè rimediata in un momento del tutto inaspettato ed in maniera del tutto assurda. Il pareggio è stato regalato da Super Gigi, mentre il vantaggio doriano, dal neo acquisto Peluso che non è mai entrato in partita. Succede, ma non deve più succedere, perchè se qualcuno pensa che a gennaio il campionato fosse già chiuso si sbaglia di grosso. Per fortuna in panchina abbiamo un certo Antonio Conte che saprà svegliare a dovere i ragazzi, forse ancora imballati per causa delle festività natalizie. Ma non dimentichiamo anche i carichi di lavoro che Conte ha apportato al gruppo in questa pausa invernale, con il richiamo della preparazione estiva, per rimettere benzina nel motore e far si che la squadra a febbraio/marzo, si trovi in pienissima forma per l'inizio del periodo di fuoco. Anche lo scorso anno di questi tempi giocammo malissimo a Lecce e poi con il Cagliari in casa, ma raccogliemmo 4 punti. Quindi ci vuole più attenzione perchè sarebbe assurdo dilapidare l'enorme vantaggio accumulato entro Natale. Non dimentichiamoci poi la sfortuna che domenica si è manifestata tutta nel momento in cui Vucinic ha colpito da due passi la traversa piena. Sarebbe stato un pari, sicuramente giusto per quanto visto in campo. Peccato, ma non dimentichiamoci che siamo primi con ben 5 punti di vantaggio sulla seconda, la Lazio che continua a sorprendere e che dobbiamo non sottovalutare. Al club, tutto pieno, si parlava molto della festa del sabato sera e si pensava poco alla gara, quasi fosse sicura la vittoria. Al vantaggio doriano, silenzio tombale e sembravamo quasi tutti impietriti. Befana amara che ci ha portato soltanto carbone! Al termine lunga coda per ritirare le tessere ed i regali di questa stagione con Francesco Nicolamarino, Fabio Attimonelli, Vito Coratela e Nicola Pisani a consegnare il tutto. La trasferta dei nostri ragazzi su a Torino è stata comoda e tranquillissima, tutti in aereo con scalo all'andata al mattino presto su Orio e al rientro da Torino alla sera.Vincenzo Quacquarelli ha capitanato la comitiva dei soci partecipanti, con Gemiti e Riccardo Chieppa in Tribuna e gli altri, Michele Pastore, Fabio Tesoro, Sabino Abbasciano, Sabino Lorusso & c. tutti in Sud, al nostro solito posto come testimoniato dalla bella foto dell'articolo, tratta dalla diretta Sky di domenica. Al termine i ragazzi sono usciti dallo Stadium con tanta delusione ma anche con la consapevolezza di essere in testa alla classifica al giro di boa, poi breve giretto in centro per poi trasferirsi in serata a Caselle. Chiunque tra noi avrebbe messo la mano nel fuoco se ad agosto ci avessero detto che al termine del girone di andata saremmo stati in testa con 5 punti di vantaggio. L'avremmo messa anche se ci avessero detto di stare in testa in condominio con altre squadre!
SEMPRE PIU' ORGOGLIOSI DI ESSERE JUVENTINI! 
p.s. anche in Coppa Italia saremo nuovamente presenti, nonostante l'inverno pieno, nonostante di mercoledì, nonostante per molti impegno secondario, ma noi saremo li al nostro posto, in 8, a testimonianza di una passione immensa per questi colori. Per tutti gli altri l'appuntamento è al club alle ore 20,45 per la diretta Rai da vivere tutti assieme. VOGLIAMO LA SEMIFINALE!
JC ANDRIA SEMPRE PRESENTE.  
 

 
 
INIZIATI ALLA GRANDE I FESTEGGIAMENTI PER IL NOSTRO DECENNALE
 
Con la decima edizione della "Notte BiancoNera" si è dato ufficialmente il via ai festeggiamenti per il decennale dello JUVENTUS CLUB ANDRIA, che sarà festeggiato ai primi di settembre. E' stata una serata perfetta, con grandissima ed ancora una volta incredibile partecipazione di soci, come testimoniato dalla foto dell'articolo. Tanta allegria ed euforia per una festa terminata soltanto all'una di notte quando il Presidente Francesco Nicolamarino ha spento le candeline della bellissima torta, augurando a tutti i soci presenti un Felicissimo 2013. Dall'inizio alla fine è stato un susseguirsi di emozioni, di divertimento ma soprattutto all'interno della sede si registrava davvero una bella atmosfera che rendeva tutti orgogliosi di appartenere a questa grande famiglia. Vedere gente che appena terminato il proprio lavoro ti raggiungeva, seppur stanca, anche soltanto per farti gli auguri, è stato davvero il miglior regalo che si potesse ricevere, soprattutto per coloro che si sbattono da anni affinchè questo club sia sempre più grande!  E' stato bello poter ospitare come non mai, tantissime donne e tantissimi bambini. Prima del via luci spente con la proiezione del video che ha raccontato il 2012 della Juve e del ns. club. Come sempre toccante ed avvincente il video realizzato e montato da Giuseppe Leonetti. Poi si è partiti con la corsa dei cavalli, vinta da Giovanni Lorusso detto Trezeguet, a seguire mega tombolata vinta da Roberto Nicolamarino, figlio del Presidente con tanto di contestazione da parte della sala......chiusura con la Lotteria vinta da Clelia Di Serio, sorella di uno dei ragazzi più attivi del club Giuseppe. Bello come sempre il discorso del Presidente! Al termine dei giochi abbiamo sorpreso tutti con il gran buffet allestito ed offerto dal club a tutti i soci partecipanti alla serata, organizzato da "La Puglia in Tavola" nostro partner da sempre. Poi coriandoli all'aria, bottiglie di spumante stappate e taglio della torta per l'ingresso in sala dello striscione ANDRIA PRESENTE che era come sempre pronto per partire per Torino assieme ai 10 soci partecipanti. Tanti applausi e tantissimi cori da stadio con l'inno della Juve a fare da colonna sonora e cantato a squarcia gola da tutti. Poi i saluti finali è la soddisfazione più grossa è stata vedere tantissimi ragazzi rimasti al club per dare un amano nel riordinare e pulire tutto. All'indomani si tornava ad assistere alle gare della nostra Juve è la sala doveva essere già pronta! Grazie di cuore ragazzi, grazie di cuore a tutti per essere accorsi numerosi a quest'altro appuntamento dello JC ANDRIA, il tuo club. Grazie a tutti i commercianti amici che hanno messo a disposizione tantissimi premi, tra i quali spiccava anche il weekend per due notti e per due persone in un albergo a scelta, proposto dall'Agenzia Viaggi PIANETA MONDO di Via Napoli è vinto da Mario Santovito.
Credeteci quando siamo partiti in questa avventura, non pensavamo davvero di poter raggiungere simili traguardi e simili numeri e non dimenticate che abbiamo trascorso un anno in Serie B, vissuto con ancor più intensità! 
ORGOGLIOSI DI NOI, ORGOGLIOSI DI VOI!
JC ANDRIA TANTISSIMI FATTI....POCHISSIME PAROLE! DIFFIDATE DALLE IMITAZIONI!
2003 - 2013: DA DIECI ANNI AL FIANCO DELLA JUVENTUS NEL BENE E SOPRATTUTTO NEL MALE! 
LA STORIA CONTINUA.......!
 

 
 
IL 5 GENNAIO TUTTI ALLA FESTA
 
Sabato 5 gennaio 2013 a partire dalle ore 20,00, tutti invitati al club! Ebbene si siamo giunti alla decima edizione della NOTTE BIANCONERA, ribattezzata per l'occasione "NIGHT BLACK & WHITE". Sembra ieri quando organizzavamo la nostra prima festa nella vecchia sede di Via Brindisi, eravamo in pochi, ma animati da tanta buona volontà che ci ha portati di anno in anno a raggiungere sempre nuovi traguardi, sempre più importanti risultati! Come da tradizione vogliamo salutare l'anno appena concluso (spettacolare per i nostri colori) brindando al nuovo anno tutti assieme con le rispettive famiglie. La festa è anche un momento di socializzazione importante tra noi tutti e soprattutto il momento in cui poter tracciare un bilancio sulla vita del ns. club, giunto, per l'appunto, alla sua decima stagione che culminerà con i festeggiamenti (speriamo anche altri) per il primo decennale assieme! Cari soci siete tutti invitati a prendere parte a questa festa che organizzeremo come sempre all'interno della nostra sempre più accogliente sede, dove giocheremo a tombola, alla corsa dei cavalli e alle consuete ed avvincenti lotterie con gli stacchetti musicali del nostro DJ fatto in casa Mimmo Mosca. In palio tantissimi regali tutti griffati JUVENTUS e soprattutto, premi più ambiti, le maglie ufficiali versione Champions della Juve e una trasferta gratuita a Torino in pullman per JUVENTUS - FIORENTINA del prossimo 9 febbraio. Insomma un appuntamento, quello della festa da non perdere assolutamente. Per tutti i partecipanti ai giochi sarà consegnato in omaggio un panettone della BALOCCO. Portate donne e bambini. Consegneremo inoltre a tutti i soci iscritti, la tessera della stagione 2012/2013 e il regalo, che potrete scegliere tra quelli disponibili. In vendita anche i calendari ufficiali della Juventus FC e le sciarpe CAMPIONI D'ITALIA del Gruppo Tradizione. 
Non mancare. Noi ti aspettiamo con la tua famiglia. Ci farebbe immenso piacere poter avere presenti anche i nostri soci di altre città. 
JC ANDRIA DA 10 ANNI CON TE E SEMPRE AL FIANCO DELLA JUVENTUS!
 

 
 
AUGURI DI BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO
 
Intanto ci preme comunicare a tutti i nostri 747 soci che SABATO 5 GENNAIO a partire dalle ore 20, si terrà presso la sede del nostro club, la decima edizione della NOTTE BIANCONERA, la consueta festa delle vacanze natalizie da trascorrere in Vs. compagnia e con le rispettive famiglie, all'insegna di tanti giochi (tombolata, lotteria e l'avvincente corsa dei cavalli), musica e le immancabili nostre sorprese. Brinderemo al nuovo anno all'insegna della juventinità più pura, affinchè il 2013 possa vedere nuovamente primeggiare i colori bianconeri della Juventus con il nostro club sempre più protagonista assieme a tutti Voi. Pertanto per la vigilia dell'Epifania non prendete nessun impegno, trasportate le vostre mogli, fidanzate, compagne, figli e chiunque altro di fede bianconera presso la sede. Assieme trascorreremo un' altra grande serata aspettando la ripresa della stagione calcistica. In quella serata consegneremo anche le tessere ed i regali a tutti Voi, un motivo in più per esserci!
Cogliamo l'occasione per augurare a tutti i nostri soci, a tutto lo sterminato popolo juventino d'Italia, d'Europa e del Mondo, un Buon Natale e un felice anno nuovo. Auguri al nostro allenatore Antonio Conte, auguri a tutta la squadra, al Presidente Andrea Agnelli. Un Natale così lo potevamo solo sognare, ma adesso è finalmente realtà! Auguri anche a tutti coloro che ci odiano e che continuano a dimostrare tutta la loro invidia, auguri ma proprio auguri a tutti e soprattutto a chi in questo periodo non sta trascorrendo, per altri motivi, non calcistici, un Buon Natale.
IDEALMENTE ABBRACCIAMO TUTTI, AMICI VICINI E LONTANI, ricordandovi che l'unico 3-1 che conta......è quello della differenza di stelle tra Noi e tutti gli altri! 
Noi le TRE STELLE oltre che sul campo, le portiamo sul petto, sulla pelle e soprattutto le abbiamo appese anche sull'albero di Natale.
happy christmas and happy new year!
Siamo ultrà felici....lo avete capito??????????
 

 
 
ABBATTUTI I MAYA, CELLINO E DAMATO
 
In una sola giornata la Juventus è stata capace di vincere contro tutto e tutti. Il 21 dicembre come da tempo si diceva, in una profezia dei Maya era scritto che sarebbe arrivata la "fine del mondo". Bene il destino ha voluto che in quella giornata giocasse proprio la Juventus contro il Cagliari del BANDITO CELLINO! Dopo aver visto la Juventus vincere e trionfare per l'ennesima volta e soprattutto stabilire il record di tutti tempi nella storia del calcio italiano, ovvero totalizzare ben 94 punti in un anno, la frase è proprio azzeccata! E' UNA JUVENTUS DA FINE DEL MONDO!!! Forse le vera profezia dei Maya era proprio questa! Ma veniamo alla gara terminata con il punteggio di 3-1 per la Juve sul neutro di Parma, con le reti di Matri (doppietta) e Vucinic, oltre ad un rigore sbagliato da Vidal. Cellino voleva che la giustizia del calcio decidesse l'incontro...bene giustizia è stata fatta nei confronti di un BANDITO come lui. 3-1 e a casa, anzi aggiungiamo che se al ritorno la gara decretasse una loro retrocessione, credeteci ne saremmo tutti contenti, uno perchè non ci sarebbe più da pensare a questa trasferta del cazzo, due perchè ci toglieremmo dalle palle questo squallido personaggio che cercheremo in tutti i modi di portare in tribunale, perchè dovrà rimborsarci sino all'ultimo euro i soldi spesi per la trasferta in terra sarda poi annullata per l'inagibilità dello stadio che lui soltanto lui, avrebbe dovuto mettere in regola! Si è anche permesso il lusso di attaccare la nostra società, che avrebbe a suo dire, caldeggiato in Lega per il neutro di Parma. Dice da tempo di volersi dimettere, ma che lo faccia è che se ne vada una volta per tutte. Non sentiremo assolutamente la sua mancanza. Bandito! Nei prossimi giorni attraverso il Movimento Consumatori locale, intraprenderemo strade legali affinchè si individuino le responsabilità di questo rinvio in modo tale da poter rimborsare i nostri soci pronti a partire per Quartù Sant'Elena. Per protesta e per coerenza noi a PARMA non c'eravamo ma ancora una volta ANDRIA è stata PRESENTE anche per questa gara, perchè per dei veri tifosi come noi, quello che più conta è la COERENZA e la MENTALITA'. Noi a Cagliari ci saremmo andati e pertanto la trasferta è come se fosse stata fatta ugualmente! Veniamo poi ad un altro pezzo di merda che prima o poi incontreremo, vista la vicinanza. DAMATO, arbitro barlettano da sempre ostile nei nostri confronti, ha cercato in tutti i modi di ostacolare la JUVENTUS, ha cercato in tutti i modi di farci uscire sconfitti dal campo, ma contro lo strapotere della nostra JUVENTUS, anche lui si è dovuto arrendere. Una Juventus a ritmi blandi nella prima frazione, passata in svantaggio grazie ad un rigore completamente inventato dal pezzo di merda. Poi tanti falli non sanzionati, molte volte ha lasciato correre, altri due rigori non concessi alla Juve, insomma ne ha combinate come al solito di cotte e di crude, sino a quando ANTONIO CONTE non ha trovato l'antidoto giusto anche in questa gara contro il Cagliari e Damato. Dentro Matri, Padoin e Vucinic e la Juventus ha iniziato a spingere sull'acceleratore, sino a schiacciare letteralmente nella propria area i sardi che ad un certo punto erano sulle gambe. In quindici minuti la Juventus ha letteralmente strapazzato l'avversario, riuscendo a superarlo nei minuti di recupero. Al secondo gol di Mitra Matri, ritornato finalmente alla rete e ad essere decisivo, Antonio Conte è letteralmente impazzito, andando ad urlare nella telecamera di Sky tutta la sua gioia, come un normale tifoso, come tutti noi che abbiamo urlato di gioia nel club! Conte è un ULTRAS, non è un tifoso, lui è bianconero dentro come tutti noi! Troppo bello, chiudere l'anno in questo modo con l'immagine di Antonio Conte impazzito di gioia. Abbiamo voluto dedicare questo Natale a lui, mettendo come foto proprio quella della sua esultanza. Grazie a lui, trascorreremo il più bel Natale dell'ultimo decennio, grazie a Lui i tanti tirapiedi e pezzi di merda che ci odiano, trascorreranno il più brutto Natale dei loro ultimi anni! Ma noi popolo gobbo assieme alla squadra cercheremo di rendervi infelici anche per tutto l'anno 2013! Intanto ancora una volta in classifica è cambiata la così detta "anti Juve"....ma si può definire anti Juve squadre che sono dietro in classifica a otto, nove, dieci punti???????????
LA CAPOLISTA SE NE VA, CAMPIONI D'ITALIA, CAMPIONI D'INVERNO.......e non finisce qui! 
ANCORA PER QUEST'ANNO VI DICIAMO: E' QUI LA FESTA!!!!!!!!!
UN ANNO DA INCORNICIARE VISSUTO DA PROTAGONISTA CON LO JUVENTUS CLUB ANDRIA! 
 

 
 
BENVENUTO LEONARDO
 
Giovedì 20 dicembre, mentre eravamo riuniti al club in consiglio direttivo è giunto sul telefono del segretario Fabio un gradito sms da parte di Federico Giacosa, leader storico del Gruppo Bassa Valle Juventus (nella foto dell'articolo è in campo durante i festeggiamenti per il trentesimo scudetto lo scorso maggio), con il quale ci annunciava la nascita del suo primogenito Leonardo. Siamo felicissimi per lui, per la sua compagna Federica, entrambi ragazzi splendidi! Lo diciamo da sempre che siamo onorati di questa duratura e splendida amicizia che abbiamo messo su negli anni con il gruppo BASSA VALLE. Adesso è per loro un momento di gioia e di festa per l'arrivo del neo-ultras juventino Leonardo. Del resto appena nato, ha già dopo un giorno visto la JUVENTUS vincere! A Federico e Federica giungano i nostri più calorosi auguri. Vivranno un Natale con un atmosfera magica in casa per l'arrivo del piccolo principino Leonardo. Federico a te non possiamo che dire che siamo ORGOGLIOSI DI TE e soprattutto che vogliamo riabbracciarti al più presto li al solito nostro posto in CURVA SUD o in uno dei tanti settori ospiti che ogni maledetta domenica frequentiamo! 
BENVENUTO LEONARDO. IN ALTO I CALICI (p.c. ci devi una bella bevuta....ah ah ah ah) E BRINDIAMO A FEDE & FEDE.
JUVENTUS CLUB ANDRIA e tutti i ragazzi di ANDRIA PRESENTE 
 

 
 
A RIMETTERCI SONO SEMPRE I VERI TIFOSI
 
Venerdì 21 dicembre la JUVENTUS avrebbe dovuto disputare la sua partita di campionato prima della sosta natalizia a QUARTU' SANT'ELENA nel nuovo...si fa per dire, impianto del CAGLIARI. Due giorni prima, praticamente mercoledì all'ora di pranzo si scopre che lo stadio non è più agibile e pertanto come se nulla fosse viene stabilito dalla Lega di far disputare l'incontro CAGLIARI - JUVENTUS allo Stadio Tardini di Parma. Ma ragazzi vi rendete conto che quello che è accaduto è semplicemente assurdo e vergognoso! 
Spostare una partita di calcio di Serie A, due giorni prima che la stessa si disputi, da Cagliari a Parma, con i biglietti già venduti, ci sembra un voler prendere per i fondelli gente che come noi, viaggia ovunque al seguito della Juventus! Il bello è sentire i vari commenti di coloro che si preoccupavano dei tifosi locali che avevano già acquistato il tagliando per la gara. Ma nessuno, diciamo nessuno lo abbiamo sentito preoccuparsi delle gente come i nostri soci pronti a partire per la Sardegna con tanto di voli e alberghi già prenotati! 
Cellino, questo pseudo-presidente che crede di essere un padre-padrone non rendendosi conto che è soltanto un grande pagliaccio, ha avuto anche il coraggio di parlare addossando ogni responsabilità alla nostra società Juventus, ovvero squadra ospitata che secondo lui avrebbe caldeggiato la proposta della Lega di far disputare l'incontro fuori dall'Isola sarda.
Ma la Lega cosa fa dinnanzi a situazione del genere? Prima in questo cazzo d'impianto dal nome bizzarro "IS ARENAS" fanno disputare incontri a porte chiuse, poi assegnano una vittoria a tavolino alla Roma, poi aprono solo alcuni settori, poi contro il Napoli lo stadio diventa di colpo agibile per tornare inagibile contro di Noi. Ma come hanno fatto ad accettare l'iscrizione della squadra sarda al campionato di Serie A, senza che questa stessa società non avesse uno stadio a norma?????? Misteri della nostra Lega e della nostra federazione. E pensare che in Lega Pro per situazioni del genere non iscrivono ai campionati diverse società.
Adesso ci siamo ritrovati, come anche altri gruppi organizzati, con i nostri soci Antonio Carbone e Mimmo Canzio (e per fortuna che non avevamo prenotato ancora per Vincenzo Quacquarelli) con biglietti aerei, alberghi e auto a noleggio prenotati (come da foto dell'articolo), pur di esserci in Sardegna al fianco della squadra. 
Nessuno si preoccupa di tutto ciò, tanto secondo loro a rimetterci saremo sempre e soltanto noi veri tifosi che di partita in partita compiamo enormi sacrifici economici e sforzi fisici non indifferenti pur di non mancare mai! 
Vorremmo che si individuino le responsabilità di questo assurdo rinvio e percorreremo tutte le strade possibili affinchè sia fatta luce sulla vicenda, perchè qualcuno dovrà pur rimborsare oltre ai nostri le decine di biglietti aerei che da più parti d'Italia erano stati acquistati da tifosi juventini dei gruppi organizzati. 
Siamo profondamente delusi ed amareggiati, oltre che incavolati. Le istituzioni del calcio dovrebbero prima di prendere delle decisioni valutare tutti gli aspetti e pensare alla salvaguardia del tifoso. Assurdo che una Società che milita in Serie A, possa di volta in volta mettere in atto queste sceneggiate.
Chiediamo e pretendiamo che tutti i tifosi vengano risarciti dei danni economici arrecati!
Noi a PARMA per una questione di principio non ci saremo, non spenderemo altri soldi a quelli già investiti: la vera trasferta per noi si chiamava QUARTU' SANT'ELENA e noi come sempre avevamo risposto anche li presenti come si evince dai biglietti aerei, dello stadio e dell'albergo acquistati ed immortalati in foto.
NOI NON SIAMO TIFOSI OCCASIONALI, NOI SIAMO VERI TIFOSI, MA NON VOGLIAMO ESSERE PRESI PER CULO.

CAGLIARI INSOMMA PROPRIO NON CI PORTA BENE: IL 21 SETTEMBRE DEL 2008, DOPO AVER ACQUISTATO BIGLIETTI STADIO, BIGLIETTI TRENI PER CIVITAVECCHIA E BIGLIETTI TRAGHETTO PER OLBIA, ARRIVO' L'ORDINE DALL'OSSERVATORIO (CASMS) SUL DIVIETO DI TRASFERTA PER NOI TIFOSI GOBBI A RECARCI SULL'ISOLA. SARA' IL CASO DI NON ORGANIZZARCI PIU' PER QUESTA TRASFERTA DI MERDA! ADIREMO TUTTE LE STRADE POSSIBILI PUR DI FARLA PAGARE AI RESPONSABILI (LEGA CALCIO E CAGLIARI CALCIO)
 

 
 
GLASGOW
 
Dopo Londra, Copenhagen (a cui si riferisce la splendida foto dell'articolo) e Donetsk, il nostro tour stagionale al seguito della Juventus in Europa riprenderà da Glasgow. Infatti il sorteggio degli ottavi di finale della CHAMPIONS LEAGUE ha decretato per la nostra Juventus la doppia sfida contro gli scozzesi del Celtic. L'andata si giocherà in Scozia il 12 febbraio mentre il ritorno si disputerà il 6 marzo allo Stadium di Torino.
Dalle ore 13,00 in poi conosciute le date, siamo stati subissati di telefonate e mail con le quali ci avete chiesto di tutto. Con questo articolo teniamo a precisare svariate cose che dovrete tenere bene a mente evitando di chiamarci per porci le solite domande:
1) NOI NON SIAMO UNA BIGLIETTERIA AEREA;
2) CHI VUOLE PUO' PRENOTARE VOLI PER LA SCOZIA A PROPRIO RISCHIO E PERICOLO
3) PER IL RITORNO DI TORINO SI VIAGGERA' SOLO E SOLTANTO IN PULLMAN, BANDITI VOLI AEREI. APERTE LE PRENOTAZIONI AL CLUB
4) NON SARANNO ACCETTATE PRENOTAZIONI DA PARTE DI GENTE NON SOCIA. IL TESSERAMENTO E' CHIUSO
5) EVENTUALI DISPONIBILITA' DI BIGLIETTI STADIO, QUALORA NON DISPONIBILI PER TUTTI, SARANNO ASSEGNATI TENENDO CONTO DI DIVERSI FATTORI a) abbonati stadio torino, b) consiglio direttivo, c) soci iscritti da più tempo al club, d) numero di trasferte effettuate negli anni!
Circa la trasferta in terra scozzese aggiungiamo inoltre che noi individuiamo soltanto delle combinazioni aeree più convenienti al momento della prenotazione, poi ognuno provvede da se a confermarsi i voli con proprie carte di credito. Noi non noleggiamo un aereo come facciamo per i pullman. Chi ad oggi ha già prenotato è consapevole del fatto che non abbiamo nessuna certezza dei biglietti stadio per il Celtic Park e che potremmo anche sostenere la squadra per assurdo dall'esterno dell'impianto o ritrovarci in un bel pub ad assistere alla gara davanti a boccali di buona birra locale! Seguire la Juve significa anche questo! Pertanto chi è interessato a partire a prescindere da tutto, si metta in contatto con noi del direttivo per le indicazioni dei voli acquistati. Tenete conto che di ora in ora già nella sola giornata di giovedì i voli sono aumentati di 50 euro, dai 150 di partenza. Non esistono voli economici diretti. Bisognerà necessariamente fare scalo a Londra. Per i biglietti sapremo di più dopo le festività natalizie, non appena parleremo con la Società e con i gruppi ultras. Tenete anche conto che la stessa Società organizzerà anche dei pacchetti o con voli charter o con la formula alberghi tramite il Tour Operator FRANCOROSSO. Queste formule prevederanno comunque anche il biglietto stadio. Pertanto per chi non vuole correre rischi non dovrà far altro che attendere queste offerte che saranno prenotabili sempre attraverso il club. TUTTO ABBASTANZA CHIARO?????? SPERIAMO DI SI! EVITATE PERTANTO DI CHIAMARCI INTASANDOCI I TELEFONI IN ORARI DI LAVORO!
 

 
 
ARRIVATE TESSERE E REGALI
 
Cari soci, sono finalmente arrivate le nuovissime e davvero belle tessere di questa stagione 2012/2013. Novità per quest'anno sarà la possibilità per ogni socio di scegliere tra diversi regali e prodotti ufficiali della Juventus, tutti di valore e disponibili ad esaurimento scorte. Pertanto prima si passa dal club, maggiori possibilità di scelta avrete. Oltre ad un cappello con visiera e ad uno scaldacollo che però saranno pronti soltanto a metà gennaio, vi è la possibilità di scegliere al momento tra i seguenti prodotti ufficiali: LAMPADA DA TAVOLO, SALVADANAIO A PALLONE, OROLOGI DA PARETE e SVEGLIA LUMINOSA (tutti come da foto ed in esposizione nell'ufficio del club). Sarà possibile ritirare il proprio regalo e la tessera solo nei giorni in cui non ci sono le partite per evitare confusione. Per i soci di fuori Andria attendiamo una Vs. chiamata per accordarci sulle modalità di consegna del materiale. Vi informiamo inoltre che la consueta festa NOTTE BIANCONERA si terrà o il 5 oppure proprio il 6 gennaio giorno dell'Epifania, stiamo soltanto aspettando prima di ufficializzare il tutto, la decisione sulla gara JUVENTUS - SAMPDORIA se sarà anticipata o lasciata alla domenica. Sarà ovviamente data comunicazione attraverso apposito comunicato sul sito. 
 

 
 
MESSO A SEGNO UN GOL IMPORTANTE
 
Mentre la Juventus rifilava ben tre reti all'Atalanta, lo Juventus Club Andria, metteva a segno un gol importantissimo: il gol della solidarietà con il quale si è vinta la partita contro l'indifferenza! 
Don Geremia Acri, responsabile della Casa di Accoglienza Santa Maria Goretti, ha così commentato lo strepitoso successo conseguito dall'iniziativa di solidarietà, tenutasi la scorsa domenica presso lo JUVENTUS CLUB ANDRIA affermando anche che "per combattere la povertà iniqua, che opprime tanti uomini e donne e minaccia la pace di tutti, occorre riscoprire la sobrietà e la solidarietà, quali valori evangelici ed al tempo stesso universali. Più in concreto, non si può combattere efficacemente la miseria, se non si cerca di fare uguaglianza, riducendo il dislivello fra chi spreca il superfluo e chi manca persino del necessario. La carità e la giustizia combattono la povertà. E questo è il vero e più bel gol che sfonda la rete dell'indifferenza. 
Parole, quelle di Don Geremia, che hanno sottolineato la grande capacità espressa dai soci dello J.C.A. di essere solidali e di essere riusciti, per qualche giorno, ad alleviare le situazioni di sofferenza di tante, troppe persone! 
Nel concreto l'iniziativa ha consentito di raccogliere oltre 400 kg. di generi alimentari vari, dieci coperte e candele, conferiti dai singoli soci, oltre a indumenti nuovi pesanti forniti dalla Ditta "Gruppo Zeta srl" del socio Michele Zagaria e, grazie allo spirito di servizio della Ditta Sogeral sas (distributrice di alimenti) dei Soci Giuseppe e Mario Losappio e Emanuele Bisceglie si sono ottenute le seguenti consistenti forniture: 634 Kg. di legumi vari in sacchetti offerti dalla Ditta Zorzi, 210 Kg. di prosciutto cotto affettato dalla Ditta Aerre, 150 Kg. di passata di pomodoro dalla Ditta FuturAgri, 172 Lt. di latte dalla Ditta SterilGarda e 20 Kg. di tonno della Ditta Nostromo.
Nell'esprimere il sincero ringraziamento e la propria soddisfazione per lo spirito di servizio tangibilmente dimostrato da tutti coloro che hanno contribuito all'iniziativa, il gruppo dirigente dello JUVENTUS CLUB ANDRIA, invita ad essere sempre caritevoli al fianco di chi soffre, porgendo a tutti i più sinceri auguri di serene festività natalizie di condivisione, affinchè questo 2012 rimanga indelebilmente impresso nella memoria come UN ANNO DA INCORNICIARE.
Nella foto dell'articolo il momento in cui al termine della partita JUVENTUS - ATALANTA, Don Geremia Acri (in piedi e di spalle) ringrazia i tantissimi soci accorsi presso la sede del club.
 

 
 
IN AUTUNNO GIA' CAMPIONI D'INVERNO
 
Di record in record, la marcia della Juventus diventa sempre più inarrestabile, sempre più autoritaria. Lo schiaffone rifilato all'Atalanta, dice davvero tutto! Vedere la facilità con cui la Juve si è sbarazzata degli orobici in appena 27 minuti, ha fatto comprendere a tutte le avversarie che sarebbe opportuno iniziare a dedicarsi alla corsa alla seconda piazza, che di domenica in domenica vede cambiare ripetutamente inquilino! Ma noi, non ci rilassiamo, non ci lasciamo prendere da facili entusiasmi, siamo si tremendamente orgogliosi di quanto questo fenomenale gruppo ci sta regalando con emozioni a raffica, ma siamo sempre consapevoli che c'è ancora tanto da lottare per raggiungere il trentunesimo scudetto. Solo a pensarci e a pronunciare quel numero ci viene la pelle d'oca! Mancano ancora 21 battaglie alla conclusione di questa lunga stagione e da febbraio inizierà una nuova avventura che speriamo possa durare a lungo e che comunque potrebbe incidere parecchio nella corsa scudetto. Pertanto adesso bisogna pedalare il più possibile, del resto Antonio Conte è ritornato ed ha già fatto capire all'intero gruppo quale è la rotta da seguire. Bisogna fare più punti possibili in questi due mesi senza Champions ad iniziare dalla difficilissima trasferta che ci attende venerdì sera a Cagliari o meglio a Quartù Sant'Elena (se ci faranno andare....anche li saremo presenti...come sempre)! Il 3-0 rifilato all'Atalanta porta la firma di Mirko Vucinic, Andrea Pirlo e Claudio Marchisio. Tre reti spettacolari che hanno chiuso la contesa prima ancora che l'Atalanta poi restasse in dieci uomini. Forse la migliore prestazione in campionato sin qui disputata dalla Juventus, per intensità e tanta qualità nella mole di gioco prodotta! Vogliamo poi parlare della difesa? Un autentico bunker. Che altro aggiungere se non la spettacolare coreografia che la CURVA SUD ha voluto riservare ad Antonio Conte, dopo quella messa in scena mercoledì in Coppa Italia. Come recita il titolo dell'articolo, siamo ancora in autunno, ma la JUVENTUS ha già conquistato il titolo di CAMPIONE D'INVERNO con ben due turni di anticipo rispetto alla conclusione del giro di boa. Lo ripetiamo non è un titolo significante, ma a livello psicologico fa tantissimo. Un altra analogia con la stagione scorsa: dopo la rete di Lichsteiner, la prima stagionale, allo stesso primo avversario dello scorso anno, il Parma, ecco che diventiamo campioni d'inverno contro gli stessi avversari con cui lo diventammo nella passata stagione, l'Atalanta! Semplici coincidenze???? La trasferta dei nostri soci a Torino questa volta si è svolta, dopo tantissimi viaggi in pullman, comodamente in aereo con rotta a primissima ora su Orio al Serio e treno Milano - Torino. Poi giunti a Porta Susa si sono diretti in tram vero lo Stadium dove sono giunti intorno alle 13,30. Al viaggio vi hanno preso parte quasi tutti soci giovani, capitanati dalla sorpresa delle ultime due stagioni: Giuseppe Leonetti, ragazzo eccezionale! Assieme a lui Rino Porro, Riccardo Lorusso, Roberto Nicolamarino (tutti nella foto dell'articolo) Michele Pomarico e Francesco Apruzzese in Sud mentre gli altri soci guidati da Francesco Fisfola, si sono divisi tra Tribuna Family e Tribuna Est Centrale! Trasferta tranquilla e solito entusiasmo allo Stadium! Al Club invece si è consumata una bellissima giornata di solidarietà nei confronti del Centro di Accoglienza Santa Maria Goretti, con una altissima partecipazione di soci e soprattutto cosa più importante con una grandissima risposta da parte di tutti. Abbiamo raccolto quantitativi eccezionali di alimenti, indumenti, coperte e candele! Ma vi notizieremo più dettagliatamente in altro articolo che seguirà nei prossimi giorni. Clima di allegria al club, tutti felici per aver trascorso un altra domenica assieme all'insegna della juventinità e della goliardia più pura con la solita parte più accesa del club sempre intenta a scherzare con battute su battute sulle sventure altrui! 
NOI SIAMO LO JUVENTUS CLUB ANDRIA, IMITARCI E' DIFFICILE! 
 

 
 
UN ANNO DA INCORNICIARE AUGURI A TUTTI
 
Il 2012 sta per concludersi e per noi tifosi juventini sarà un anno che ricorderemo davvero a lungo per le emozioni continue e splendide che la Vecchia Signora e Antonio Conte hanno saputo regalarci. Come sempre ed in maniera "unica ed originale" noi dello JUVENTUS CLUB ANDRIA, facciamo i nostri personali auguri di Buon Natale e Felice Anno 2013, che possa essere calcisticamente parlando identico a quello appena concluso, a tutti i nostri soci di Andria e non e comunque a tutti i nostri concittadini. Anche per il nostro club questo è stato un anno importante, un anno che ci ha visto grandi protagonisti al fianco della Juventus, al fianco dei gruppi della Sud! Se siamo oramai diventati una splendida realtà, questo lo dobbiamo a tutti voi cari soci che ci seguite di anno in anno con tanta passione e tanto attaccamento alla maglia ed ai nostri colori! Bello ricevere non solo i complimenti da tifosi juventini di altri gruppi e altri club, ma anche da tifosi di altre squadre che si complimentano per la nostra vivacità, il nostro dinamismo, la nostra costanza e soprattutto per l'originalità! Siamo alla soglia del nostro decimo anno, un decimo anno che festeggeremo alla grande e speriamo accompagnato da altri successi della nostra JUVENTUS. Tante le iniziative in cantiere, ma per il momento godetevi questo fantastico ed immenso poster affisso sotto la tangenziale di Via Bisceglie. Del resto abbiamo fatto come sempre "moda" nella realizzazione di questi poster, visto che dopo quello SPLENDIDO, dei festeggiamenti per il TRENTESIMO TRICOLORE, tante aziende private locali hanno "scopiazzato" poi la nostra idea! Un anno fenomenale come quello del 2012 non poteva che essere INCORNICIATO!
AUGURI A TUTTI I NOSTRI SOCI, AUGURI A TUTTI I NOSTRI AMICI di CURVA, AUGURI A TUTTI ANCHE A CHI CI ODIA E SOPRATTUTTO CI INVIDIA! 
JUVENTUS CLUB ANDRIA. 
 

 
 
NUOVA VERSIONE DELLA HOME PAGE
 
Come avrete notato, da attenti lettori quali siete, da qualche giorno la home page del sito è stata modificata nell'impostazione delle news. Un sito come il nostro sempre più letto (quasi 90.000 visitatori in poco più di tre anni), sempre più seguito da ogni parte d'Italia, d'Europa e del Mondo non poteva restare immutato nel tempo ed allora grazie al nostro webmaster abbiamo deciso di dare un ritocco essenziale alla home page, ingrandendo le foto notizie che vi appiano con il titolo sovra impresso e a scorrimento automatico. Per leggere le vecchie news basterà cliccare sulla barra "leggi tutte le news". Seguiranno altri ritocchi che renderanno sempre più accattivante ed attraente il nostro sito, già seguito per gli spunti e gli articoli sempre più interessanti. E' stata inserita anche una immagine fissa del nostro condottiero ANTONIO CONTE che assieme al grande capitano ALESSANDRO DEL PIERO riempirà per sempre la colonna centrale. Lunedì sul sito ufficiale della Juventus nel dare notizia della partenza delle vendite dei biglietti della prossima gara casalinga del 6 gennaio contro la Samp. è stata messa a corredo dell'articolo una bella foto che ritrae il nostro striscione ANDRIA PRESENTE in primissimo piano. Che onore! Fabio Fiandanese prontamente ha estrapolato il momento dalla home page di juventus.com e che vi pubblichiamo qui sulla nostra nuova home page a corredo del presente articolo.  
NON FINIREMO MAI DI STUPIRVI.
BIANCONERI SIAMO NOI.....MA CHI CAZZO SIETE VOI!
 

 
 
OBIETTIVO CENTRATO
 

Senza di te non andremo lontano, ANTONIO CONTE....è il nostro CAPITANO.....per lunghi dieci minuti e per diverse volte nel corso della partita di Coppa Italia, la CURVA SUD, con il resto dello Stadium ad accompagnare, ha intonato ripetutamente cori per il nostro allenatore ritornato finalmente in panchina allo JUVENTUS STADIUM. Era il suo esordio stagionale, aveva chiesto ai ragazzi di regalargli il passaggio del turno ai quarti di finale della Coppa Italia è così è stato! Il massimo risultato ottenuto con il minimo sforzo, con un altra brillante prova della difesa sempre più imperforabile! 1-0 il finale di questo ottavo di finale contro il Cagliari ben messo in campo. La rete della vittoria è stata siglata ancora una volta da Sebastian Giovinco, sempre più in crescita e sempre più uomo del momento! Ma da segnalare anche le brillanti prove di Luca Marrone, Padoin e Pogba non tanto in fase propositiva ma quanto in fase di recupero costante dei palloni. La temperatura non era delle migliori con il termometro fermo tra gli zero gradi e il sottozero. Nonostante tutto, ben 20.000 spettatori hanno affollato lo JUVENTUS STADIUM, che per una gara di Coppa Italia, di questi tempi è un gran bel record. Anche noi eravamo presenti, cosa non da tutti per un ottavo di finale di Coppa Italia, di mercoledì sera in pieno inverno. Assieme agli inseparabili amici dello JC TRANI, in 6 abbiamo risposto presenti a quest'altro impegno della JUVENTUS. I ragazzi partiti da Bari in aereo con l'Alitalia sono arrivati tardissimo a Torino causa ritardo nel decollo del volo. Sono praticamente entrati nello stadio a partita già iniziata, montando frettolosamente gli striscioni (foto articolo). Forfait all'ultimo di Roberto Nicolamarino, figlio del presidente per impegno imprevisto! Un plauso a chi ha scelto la gara di Coppa Italia contro il Cagliari pur di vedere la Juventus, pur consapevole di non vedere scendere in campo le prime linee. Andrea, Federico e Antonio con Andrea e Enzo di Trani oltre alla new entry.....(la ragazza di Andrea) hanno assistito alla gara dalla Sud ed alla fine ci raccontavano di essere quasi ibernati, con mani e piedi che non rispondevano più ai comandi! Hanno ovviamente dormito a Torino per ripartire all'indomani sempre con volo Alitalia diretto su Bari. Peccato per l'infortunio allo sfortunato attaccante danese della Juventus, Bendtner, che non era assolutamente dispiaciuto sino a quando è stato in campo. Si parla per lui di un probabile ritorno a fine febbraio. Ti aspetteremo VIKINGO! Bellissimo il giro di campo che Antonio Conte ha regalato a tutto il pubblico presente, per salutare tutti nessuno escluso ma con particolare riguardo nei confronti della CURVA SUD, cuore del tifo bianconero, che gli ha tributato tutto l'affetto anche attraverso una gigantografia ed un enorme striscione di BENTORNATO!  Il prossimo turno adesso si disputerà mercoledì 9 gennaio allo JUVENTUS STADIUM contro il Milan che negli ottavi di finale ha eliminato la Reggina. Sarà una sfida dal sapore particolare come sempre e soprattutto una sorta di rivincita per i rossoneri eliminati proprio dalla Juventus nella semifinale della scorsa edizione di Coppa. Ma adesso è tempo di tornare a pensare già al campionato che incombe con il difficilissimo turno casalingo con una delle squadre che esprime buon calcio, l'Atalanta di Colantuono. Vincere significherebbe compiere un passo decisivo verso la conquista del "platonico" titolo d'inverno. In 12 alla fine partiranno per Torino, capitanati da Giuseppe Leonetti, Rino Porro, Roberto Nicolamarino ed una serie di new entry tra le quali Francesco Fisfola, Michele e Giovanni Pomarico, Francesco Apruzzese, Riccardo Lorusso e altri quattro soci.

DIFFIDARE DALLE IMITAZIONI. SEMPLICEMENTE JUVENTUS CLUB ANDRIA
 

 
 
BENTORNATO MISTER
 
Senza di te non andremo lontano...Antonio Conte è il nostro capitano! Il nostro grande mister, davvero immenso, è finalmente tornato in panchina a dirigere dal campo il grande gruppo che in soli 16 mesi è stato in grado di formare! Tutte le attenzioni erano rivolte su di lui, l'uomo del momento, il miglior allenatore in circolazione, non solo in Italia, ma anche in Europa. Come dice lui: chi vince è antipatico e pertanto ci auguriamo di essere sempre più antipatici nei prossimi anni, vorrà dire che la nostra Juventus starà continuando a dominare le scene! Sentiamo però di ringraziare immensamente tutti coloro che hanno condotto sin qui in maniera egregia la Juventus, seguendo alla lettera tutti i consigli che Antonio dava in settimana e sino all'ultimo secondo prima di lasciarsi, lui per le tribune e il gruppo in campo! Massimo Carrera, Claudio Filippi e Angelo Alessio! Da Salerno, in amichevole, e sino a Donetsk in Champions, la strada senza Antonio è stata lunghissima non solo chilometricamente parlando ma soprattutto per le tante difficoltà incontrate, ma sempre superate in maniera egregia da questo formidabile gruppo di giocatori in cui Antonio è riuscito ad incarnare il suo modo di fare, il suo modo di vivere una partita di calcio, il suo attaccamento morboso alla maglia bianconera! Conte aveva lasciato la sua Juventus in testa al campionato e da CAMPIONE D'ITALIA per la trentesima volta. A Palermo si è ripreso la guida della Juventus, trovandola sempre in testa alla classifica e riuscendo anche ad allungare sulla seconda in classifica, adesso a 4 lunghezze a sole tre giornate dal giro di boa che regalerà il simbolico titolo di CAMPIONI D'INVERNO come lo scorso anno, non riveste molta importanza ma a livello psicologico ritrovarsi avanti a metà stagione significa molto perchè ti subentra la consapevolezza di iniziare il lungo rush finale davanti a tutti! Al Barbera di Palermo la Juventus ha dominato, come sempre, in lungo ed in largo, con Buffon ancora una vola quasi del tutto inoperoso, vincendo la gara solo per 1-0 dopo aver fallito diverse altre occasioni per arrotondare il punteggio. Ma va benissimo così soprattutto se si considera che la squadra arrivava dalla battaglia di Donetsk di mercoledì sera!  Grandiosa ancora una volta la prova della difesa che non lasciava passare nessuno degli avanti palermitani. Grandioso Andrea Pirlo a centrocampo ma monumentale e soprattutto geniale la prova di Mirko Vucinic il quale ha fornito un assist da 10 e lode a Lichsteiner per la rete della vittoria finale. Bellissima la corsa di Antonio Conte sotto il settore ospiti a fine partita per ringraziare tutti noi tifosi che lo abbiamo sempre sostenuto in questo periodo difficile. Commovente l'abbraccio che il mister ha riservato ad ogni singolo giocatore! Allo stadio palermitano sono accorsi tantissimi sostenitori bianconeri, si può dire che 3/4 dell'impianto erano di fede juventina a riprova del fatto che la Sicilia è un grosso feudo bianconero! Nel settore ospiti eravamo stipati in circa 2.000 con ben 200 giunti dal Nord Italia e altre zone d'Italia, tra i quali anche noi, oltre ai tanti calabresi e siciliani! Non potevamo mancare proprio a questo appuntamento con il ritorno del Mister ed eccoci ancora una volta presenti in prima linea in quest'altra trasferta difficile per noi geograficamente parlando. Partiti al mattino capitanati da Fabio, si sono sobbarcati ben 4 voli tra andata e ritorno facendo scalo a Roma e giungendo a Punta Raisi soltanto intorno a mezzogiorno. I gruppi del Nord Italia erano già stati portati via dallo scalo aeroportuale con due circolari di linea locali. I nostri in compagnia dei gruppi di Anzio Nettuno, Gruppo Marche, Gruppo Roma e Juventus Club Offida, giunti tutti assieme via Roma, hanno atteso un altra circolare per essere scortati allo stadio dove si sono ricongiunti ai gruppi ultras arrivati dal Nord. Sotto il settore abbracci con i ragazzi di Tradizione (scesi in massa), Bassa Valle e Aosta. Poi tutti dentro per sistemare le pezze in un clima quasi polare, tra vento gelido, pioggia e grandine (stile Lecce del campionato scorso). Nonostante l'acqua che cadeva i nostri sono rimasti imperterriti al loro posto, bagnandosi tutti ma gioendo alla rete del vantaggio che ha visto premiati gli sforzi economici e non solo per giungere sin laggiù! Con orgoglio da Andria abbiamo visto la nostra pezza in prima linea presente anche in quest'altra difficile trasferta, per la cronaca la 66^ trasferta consecutiva effettuata, senza saltarne una e scusate se è poco!!!!!!!! Al rientro avendo il volo per Roma alle 19,15 i nostri ragazzi assieme a Bassa Valle, Aosta e Nucleo 1985 hanno dovuto lasciare lo stadio a 10 minuti dal termine per essere riaccompagnati in tempo utile allo scalo aeroportuale. Giunti in aeroporto si sono concessi una bella birra ghiacciata oltre a numerosi arancini di riso al ragù e ottimi cannoli siciliani. Nel frattempo giungevano nello scalo Franco Causio, bandiera storica della Juventus, De Marco arbitro dell'incontro e diversi giornalisti di radio e tv. Causio ha poi viaggiato guarda caso seduto al fianco del nostro Fabio. Segretario sei Unico ed inimitabile! Alle 23,30 si arriva ad Andria stanchi ma felici per aver risposto presente! Nemmeno il tempo di rifiatare che si riparte per Torino con ben 5 soci a rappresentarci anche in Coppa Italia di mercoledì contro il Cagliari. Mentalità! In tre si sistemeranno in tribuna (Andrea, Antonio e Federico) in due (Enzo e Andrea) in Sud. Che altro aggiungere se non dirvi che siamo orgogliosi della nostra squadra e del nostro club! Avanti così con la testa rivolta già al difficile impegno di coppa italia, obiettivo non di secondaria importanza! Vogliamo provare a ritornare in finale dopo la splendida cavalcata dell'anno scorso che ci vide sfortunati protagonisti della finale persa contro il Napoli a Roma. RIPROVIAMOCI. FORZA JUVENTUS! 
Senza di te non andremo lontano, Antonio Conte è il nostro capitano!  
 

 
 
BANCO ALIMENTARE BIANCONERO
 
AVVISO PER TUTTI I SOCI
Carissimo Socio dello Juventus Club Andria,
l’approssimarsi delle festività natalizie, ci induce generalmente (e quest’anno maggiormente che in passato) a riflettere su situazioni di difficoltà e di disagio a cui tante persone, anche a noi prossime, sono sottoposte.
E’ pensiero condiviso dell’intero Consiglio Direttivo del nostro Club che si possa e si debba far di più per alleviare queste situazioni di sofferenza di tante, troppe persone. Per cui, parallelamente alle iniziative che allieteranno come sempre, il nostro periodo natalizio, abbiamo pensato di porre in essere una iniziativa di condivisione e solidarietà mediante un BANCO ALIMENTARE A FAVORE DEL CENTRO DI ACCOGLIENZA “S.MARIA GORETTI”, così da consentire con il nostro aiuto ad un maggior numero di persone possibile, di trascorrere delle serene festività. L’iniziativa si articolerà nel semplice modo seguente:
DOMENICA 16 DICEMBRE L’ACCESSO ALLA VISIONE DELLA GARA DALLE ORE 14,45
JUVENTUS-ATALANTA
SARA’ LIBERO A TUTTI SENZA CORRESPONSIONE ALL’INGRESSO DEL CONTRIBUTO che generalmente viene lasciato.
In cambio per accedere alla sala, occorrerà contribuire all’iniziativa lasciando all’ingresso il  proprio PACCO ALIMENTARE NATALIZIO.
Tale pacco, predisposto secondo le proprie possibilità e la propria sensibilità, costituirà elemento imprescindibile, poiché non sarà in alcun caso possibile, per questa gara, accedere secondo le solite modalità. Anche i Soci Effettivi che, in virtù della tessera da loro sottoscritta non lasciano all’ingresso nessun contributo, in questa circostanza sono cordialmente invitati a contribuire al brillante esito dell’iniziativa benefica portando il proprio pacco alimentare.
Nel pacco andranno inseriti solo alimenti a lunga conservazione tipo pasta, biscotti, latte, pelati, tonno, carne in scatola, legumi, succhi di frutta, ecc.
Confidiamo in una entusiasta e fattiva partecipazione così da esserne orgogliosi per avervi partecipato, così come siamo sempre ORGOGLIOSI E FIERI DI ESSERE JUVENTINI. Chi eventualmente non potrà essere presente all'iniziativa è pregato di recapitare entro venerdì sera, dalle ore 19,30 alle ore 21,15, presso il club il proprio pacco dono.
IL CONSIGLIO DIRETTIVO JC “Avv. Giovanni Agnelli” ANDRIA PRESENTE.      
P.S. Mercoledì sera inoltre al termine della partita di coppa italia che invitiamo tutti a guardarla al club, stabiliremo in riunione del consiglio direttivo in quale serata realizzare la consueta festa della NOTTE BIANCONERA, nel corso della quale saranno distribuite le tessere e relativi gadgets in omaggio.    
 

 
 
IN DIRETTA DA PALERMO
 
Nel pre-partita Sky in un collegamento in diretta dallo stadio Renzo Barbera le telecamere hanno ripreso in diretta tutte le fasi del montaggio della nostra pezza ANDRIA PRESENTE. Nella foto ricavata dal fermo immagine in Tv, si nota Fabio inchinato nel sistemare al meglio la pezza in balconata con Gualtiero di Bassa Valle al suo fianco. Incredibile!
JC ANDRIA FATTI E NON PAROLE.
 

 
 
FRANCESCO CAMPANA SOCIO NUMERO 723
 
Grazie alla tessera sottoscritta da Francesco Campana (nella foto), uno dei soci storici del nostro club, titolare della omonima macelleria sita in Viale Venezia Giulia angolo Via Napoli, siamo riusciti anche per quest'anno a battere il nostro record di soci iscritti allo JUVENTUS CLUB ANDRIA. Lo scorso anno avevamo raggiunto la storica cifra di 722 tessere sottoscritte. Era difficile ripetersi, riuscire a confermare un risultato storico come quello dell'anno scorso, quando si giungeva da due settimi posti consecutivi. Invece non solo abbiamo riconfermato le 722 tessere, ma siamo riusciti a fare anche di più, infatti a questa sera abbiamo raggiunto quota 742 soci affiliati, avendo deciso di prorogare i termini sino alla gara contro il Cagliari di campionato del prossimo 21 dicembre. Pertanto invitiamo coloro i quali abbiano ancora intenzione di iscriversi alla nostra grande famiglia ad approfittare di questi ultimissimi giorni disponibili! Siamo stati contenti che sia stato proprio Francesco a farci battere il nostro nuovo record di tessere al club. Un ragazzo a dir poco eccezionale, con la testa sulle spalle, grandissimo lavoratore, che non ha certamente passato ultimamente un periodo facile, ma con la sua forza e determinazione è riuscito a superare momenti duri in maniera brillante. Lo scorso mese di agosto è anche convolato a nozze con la sua Loredana. Siamo orgogliosi caro Francesco di avere soci come te nel nostro club. Un abbraccio anche al suo papà Nunzio, grandissimo sostenitore della Juventus.  
JUVENTUS CLUB ANDRIA UNA GRANDE REALTA'.
742 VOLTE GRAZIE A TUTTI.
 

 
 
GODIAMO DA 16 MESI MENTRE ALTRI ROSICANO
 
Alla faccia dei tantissimi pezzi di merda, (non gli elenchiamo perchè la lista sarebbe lunghissima e soprattutto daremmo loro troppa importanza), mercoledì sera, abbiamo goduto come non mai! Arrivare agli ottavi di finale della CHAMPIONS LEAGUE, da primi in classifica nel nostro girone, imbattuti e soprattutto con la seconda miglior difesa d'Europa, ci ha reso non felici ma strafelici, eliminando niente poco di meno che, i Campioni d'Europa in carica del Chelsea! Ma vi immaginate voi tutti quei "coglioni" che mercoledì sera erano davanti ai teleschermi con la speranza di vedere la Juve eliminata dalla Champions? hanno spento come sempre la Tv e sono andati a nanna non riuscendo però a chiudere occhio! ah ah ah ah ah ah......  Ancora una volta la Juventus gli ha puniti tutti, senza pietà, disputando una grande gara, dimostrando a tutti come si gioca a calcio e come si affrontano le avversarie in campo europeo, dimostrando che la Juve non si accontentava del "biscotto", perchè per la JUVE vincere è l'unica cosa che CONTE.....Vedere tutti gli anti juventini il giorno dopo girare a testa bassa, quasi parlare da soli....non ha davvero prezzo! Devono rosicare, ma tantissimo, e forse solo adesso iniziano a capire che per loro la strada sarà molto dura, che vivranno anni di merda. Ma non erano gli stessi che in estate gioivano per la squalifica ad Antonio Conte???? Ma non erano gli stessi che pensavano che Calciopoli fosse davvero cosa seria? Antonio Conte sta tornando (e saranno stra cazzi per tutti) e soprattutto Calciopoli di mese in mese si sgretola sempre più. Ma basta parlare di questi pezzi di merda, perchè tanto ancora una volta se lo sono preso tutto a quel posto e noi godiamo sempre di più, da 16 mesi senza interruzioni! La JUVENTUS a Donetsk ci ha regalato una delle più belle pagine della storia recente. Il passaggio agli ottavi di finale era l'obiettivo minimo in Champions per i nostri ragazzi. Hanno centrato l'obiettivo, ma soprattutto lo hanno fatto alla grande, disputando una prestazione incredibile! Dopo la trasferta in terra danese a Copenhagen, il nostro grande segretario Fabio aveva detto: "inutile fare conti, dobbiamo vincere le prossime tre partite e la Juve di Conte lo farà, statene certi, accadrà la stessa cosa già vista nella scorsa stagione in campionato dopo il pareggio, l'ennesimo, di Genova". Ha avuto ragione Fabio, perchè la Juventus, ma soprattutto Conte, hanno avuto l'intelligenza di capire che bisognava perdere qualcosa in campionato ma allo stesso tempo bisognava affrontare le tre gare di Champions al massimo delle forze. Abbiamo un grande gruppo, ma soprattutto un grande allenatore, a differenza delle altre squadre italiane che hanno solo degli incapaci sulle proprie panchine, ecco perchè volevano distruggere Conte, ma come per la Juve anni fa, anche questa volta non ci sono riusciti perchè adesso sarà ancora peggio per tutti i nostri detrattori: Conte domenica ritorna a Palermo, ma ritorna più forte ed incazzato di prima pronto a trasmettere la sua carica ai ragazzi in campo che adesso dovranno spingere al massimo il piede sull'acceleratore per cercare di fare il vuoto in campionato in modo tale da ritrovarci a fine febbraio concentrati sulla Champions e con la possibilità di compiere anche passi falsi in campionato. Adesso inizia per la nostra Juve una nuova stagione, con un top player in più, quello che siederà finalmente al suo posto, il nostro vero condottiero, l'artefice di tutto quanto sin qui ottenuto. Psicologicamente adesso sarà un vantaggio notevole per noi in campionato rispetto a tutte le avversarie che sgomitano alle nostre spalle pur di fregiarsi del titolo di ANTI JUVE! Ma non lo hanno ancora capito che l'anti Juve non esiste! Barzagli, Bonucci e il monumentale Chiellini hanno disputato a Donetsk una prestazione maiuscola, praticamente la difesa della nazionale assieme al nostro portierone Gigi Buffon. Hanno limitato i giocatori ucraini, almeno le fonti del loro gioco, memori della gara di andata. A centrocampo poi i soliti Pirlo e Vidal ad orchestrare il tutto con Asa e Lich sulle fasce a mettere in continua apprensione la difesa ucraina. Vucinic e Giovinco hanno fatto il resto lottando su ogni palla che gli arrivava, sfiorando in ripetute occasioni la rete, maturata poi grazie ad una autorete, con Giovinco protagonista dell'azione assieme al treno Lichsteiner! 1-0 il finale su di un campo difficilissimo e contro un avversario che ha cercato in ogni modo di evitare la sconfitta. Adesso attendiamo fiduciosi i sorteggi del 20 dicembre con la consapevolezza che le nostre possibili avversarie (Valencia, Real Madrid, Galatasaray, Celtic Glasgow, Porto e Arsenal) vorranno assolutamente evitarci. Questa è la maggior soddisfazione: essere tornati a far paura anche in Europa! La trasferta dei nostri due rappresentati in terra Ucraina è andata alla grandissima, con il Presidente e Andrea tornati super entusiasti da questa lunghissima e memorabile trasferta, iniziata lunedì sera 3 dicembre e conclusasi con l'arrivo ad Andria alle 22,00 di giovedì 6 dicembre: 72 ore per una passione ed un grande senso di appartenenza allo Juventus Club Andria! Questa mattina ci hanno raccontato dell'intera esperienza. Tutto bellissimo, tutto è andato alla grande, dalla partenza all'arrivo. Della permanenza in Ucraina oltre al risultato ricordano anche delle tante bellezze locali viste e conosciute, alcune in posa anche con il nostro stendardo, riconosciuto anche li. Molto del tempo lo hanno trascorso in compagnia degli amici di Aosta, dei Viking, dei Ragazzi Ungheresi Juventus e degli altri ragazzi arrivati sin li dall'Italia, non molti per la verità, circa un centinaio oltre ai trecento fan juventini arrivati dalla Russia e Polonia. Erano tutti assiepati al terzo anello, come si può notare dalla foto, in uno stadio bellissimo e soprattutto riscaldato dall'alto. Il freddo fuori si sentiva ma non come magari si poteva immaginare con una temperatura sempre intorno agli 0°. Al termine della partita i nostri due rappresentanti hanno cenato assieme agli altri ragazzi degli altri gruppi con il nostro Presidente che si è intrattenuto a parlare con alcuni dei responsabili dei Viking il gruppo ultras juventino di Milano. Tanti i complimenti al nostro gruppo per quello che da anni facciamo e per la costanza che ci mettiamo nel seguire la Juventus ovunque. Ma adesso è già tempo di rimettersi in marcia con Fabio e Giuseppe che raggiungeranno Palermo per salutare l'esordio stagionale del nostro Mister Conte. Ancora una volta, dimostriamo chi siamo, gruppo di poche parole e tantissimi fatti! Chi ci invidia dovrà invidiarci sempre più! 
Al club mercoledì sera grandissimo entusiasmo e nonostante la diretta Tv la sala si è riempita. Alla fine abbracci tra tutti a dimostrazione che siamo una grande famiglia, la famiglia BIANCONERA di Andria! 
AVANTI JUVENTUS, AVANTI JC ANDRIA!
 

 
 
ANDRIA PRESENTE E' GIA' ALLA DONBASS ARENA
 
Sono arrivati intorno alla mezzanotte ora locale di martedì sera in Ucraina a Donetsk. Francesco e Andrea assieme a Luca e Stefano del Gruppo Aosta ci dicono che il freddo si sente ma si sopporta. Grande Presidente che indossa anche la t-shirt del club al di sotto del giaccone. Hanno da poco effettuato un giro di perlustrazione nei dintorni dello stadio. Questa sera in circa 400 unità (un ottimo numero) supporteranno la Juve per cercare di condurla agli ottavi di finale! Anche nella lontana Ucraina ANDRIA è PRESENTE!ORGOGLIOSI DI VOI, ORGOGLIOSI DI NOI!JUVENTUS CLUB ANDRIA, NON FINIREMO MAI DI STUPIRVI
 

 
 
DONETSK
 
Ecco Andrea anche lui immortalato nella foto davanti allo splendido impianto DONBASS ARENA dove questa sera la Juventus schenderà in campo per conqusitare la "meritata qualificazione" agli ottavi di finale della Champions League.AVANTI JC ANDRIA, AVANTI JUVENTUS
 

 
 
BUON VIAGGIO PRESIDENTE
 
Anche a Donetsk lo JUVENTUS CLUB ANDRIA, sarà presente! Non ne saltiamo una, ovunque siamo sempre presenti per questo folle amore chiamato JUVENTUS. Nel freddo dell'Ucraina, sarà il nostro Presidente Francesco Nicolamarino in compagnia di Andrea suo figlio, a rappresentare il club dietro la nostra immancabile "pezza" Questa sera i nostri due rappresentanti partiranno alla volta dell'Est Europa via Milano e via Mosca, in tutto sei voli tra andata e ritorno pur di esserci! E' la gara dell'anno, l'ultima senza Antonio Conte in panchina, quella che può regalarci il passaggio agli ottavi e farci continuare a vivere un sogno chiamato Champions. Sarà dura non solo per il freddo ma soprattutto in campo dove la Juve deve vincere per arrivare prima o per lo meno pareggiare per passare come seconda. Non dobbiamo fare calcoli, vincere è l'unica cosa che conta. 
Forza Presidente, Forza Andrea, Forza Juventus, Forza JC ANDRIA. 
Un saluto anche a tutti i ragazzi degli altri gruppi che come noi saranno presenti in Ucraina. JC ANDRIA tanti fatti poche parole!
A corredo dell'articolo abbiamo voluto pubblicare la foto di un altra nostra presenza nell'Est Europa, sempre in condizioni ambientali non facili. Eravamo a Poznan, Polonia con un bel -13. 
ANDRIA SEMPRE PRESENTE.
 

 
 
LA ZEBRA AFFOSSA IL TORO COME SEMPRE
 
TORINO E' BIANCONERA! Vivere da vicino il derby della Mole è una sensazione unica! Vivere il primissimo derby all'interno dello JUVENTUS STADIUM è stato bellissimo per i tanti nostri soci partiti da Andria con pullman e aereo pur di esserci! All'interno dello stadio si è respirata un aria diversa dal solito, ma soprattutto all'esterno dell'impianto la tensione era palpabile. Era la gara dell'anno, la gara da vincere ad ogni costo più di ogni altra sfida. Bello il corteo dei gruppi dell Sud, inscenato prima della gara a difesa del nostro territorio al quale si sono aggregati anche alcuni dei nostri ragazzi. Bellissima la coreografia, da brividi come spettacolare è stato il tifo prodotto in questa occasione. La partita è stata combattuta come da tradizione, soprattutto nella prima mezz'ora quando i granata erano riusciti ad imbrigliare bene la nostra manovra con una fitta ragnatela a centrocampo. Ma poi prese le misure la Juve ha iniziato a schiacciare sempre di più i granata all'interno della propria area di rigore, ottenendo prima la superiorità numerica per un fallaccio assurdo subito dal nostro Giaccherini, poi un rigore calciato malamente da Andrea Pirlo, per poi salire letteralmente in cattedra con ilPrincipino Marchisio a dettare legge (doppietta per lui) e Giovinco a chiudere i conti. Proprio loro, due juventini veraci, due torinesi doc, cresciuti a pane e Juventus, hanno sepolto per l'ennesima volta i granata come accade da quasi vent'anni. 3-0 il finale e alla fine grandissimo l'entusiasmo dell'intero stadio che cantava a squarcia gola....CHI NON SALTA E' UN GRANATA DI M . . . .
Dalla foto pubblicata a corredo dell'articolo, potete comprendere l'euforia che si è registrata in Curva Sud dove si era tutti ammassati l'uno vicino all'altro e con i nostri ragazzi nel cuore della Curva e dietro la porta che si sono divertiti un mondo. Un grazie di cuore va a Giuseppe Di Serio, Gregorio Del Giudice, Giovanni Zagaria, Giuseppe Conversano, Feliciano Troia e tutti gli altri (tanti nuovi soci) che hanno presenziato in sud sotto il controllo degli immancabili Andrea Leonetti e Nicola Pisani! Semplicemente grandi, non solo anagraficamente parlando ma per quello che continuano a dare in termini di supporto organizzativo al club come se fossero dei ragazzi privi di ogni altro impegno! Tanto onore per loro! La trasferta è stata come sempre bella per ttuti coloro che vi hanno preso parte, sia per chi ha preferito il "solito pullman" sia per chi si era prenotato un volo aereo. Partiti alle cinque del mattino, questa volta abbiamo evitato di trascorrere due notti in viaggio, sono arrivati su intorno alle 16,00 già pronti per il ritiro biglietti e l'accorpamento a tutti gli amici del Nord e agli altri soci saliti in aereo. Prima di chiudere un pensiero va alla nostra Chiara Abbasciano e ai suoi cugini Florinda e Fabio Attimonelli. Venerdì il caro Dino, papà di Chiara è venuto a mancare in un tragico incidente stradale. Giorni difficili per lei e per tutta la famiglia, ma noi come sempre non faremo mancare tutto il nostro affetto e supporto. FORZA CHIARA sei una ragazza forte è riuscirai a superare questo terribile momento! Ringraziamo di cuore quanti, anche di altri gruppi e club, hanno fatto pervenire messaggi di sostegno alla nostra Chiara! 
AVANTI JC ANDRIA 
 

 
 
JC ANDRIA IN ROSA
 
Le "Signore della Signora" o meglio dello Juventus Club Andria. Rieccole dopo Pescara, anche a Milano, Chiara e Rosa sono state presenti. Non è facile trovare soprattutto nel Sud Italia dalle nostre parti, donne disposte a sacrifici del genere. Partire in compagnia di uomini seppur animati dalla stessa grande passione e percorrere km. Noi vorremmo tanto che la pattuglia femminile del club possa crescere sempre più. Stiamo valutando l'ipotesi di fare una "pezza" tutta rosa con su scritto GIRLS JC ANDRIA. Avanti donne che ci leggete non esitate a frequentare attivamente la vita del nostro club e soprattutto le trasferte. Nella foto a SAU SIRO domenica sera, dietro la nostra pezza ecco Salvatore Lomuscio, Rosa al centro e la mitica Chiara Abbasciano a sinistra, vera Ultras oramai, a tutti gli effetti una di Noi, del resto è cugina di un certo Fabio Attimonelli! Salvatore nella foto lo vediamo particolarmente felice........uehiiiii Salvatour semb na coip tinnnn......(ehi Salvatore, ma sempre una testa hai?).....
AVANTI JC ANDRIA
 

 
 
NESSUN PROBLEMA
 
E' la terza sconfitta della gestione Conte da agosto del 2011 quella maturata nel ribattezzato Stadio "SAU SIRO" contro il Milan che passa di misura per 1-0. Ad onor del vero due sarebbero per i tabellini e gli amanti della statistica da imputare ad Angelo Alessio, ma sappiamo che così non è perchè Antonio ha fatto dell'unione di gruppo, il suo punto di forza. Se si vince è merito di tutti, se si perde è colpa di tutti. Ma noi sappiamo anche quanto Antonio manchi alla squadra, quanto manchino le sue urla in campo, i suoi discorsi nell'intervallo, la sua carica nelle conferenze pre-partita. Inutile nascondersi Antonio Conte è il vero condottiero di questa JUVENTUS, ecco perchè qualcuno ha cercato di distruggerlo, di eliminarlo! Oggi veniamo a conoscenza che probabilmente come tutti noi sapevamo Antonio Conte in tutta l'assurda vicenda raccontata da un INFAME di nome CAROBBIO, non c'entrava praticamente nulla! Il bello è che alcuni LURIDI e INFAMI giornalisti ci hanno speculato tanto su questa storia, infangando il nome di Conte e della JUVENTUS! Il risultato quale è stato? Che per l'ennesima volta se lo sono preso tutti a quel posto, perchè la Juve ha dimostrato di essere più forte di tutto e di tutti! Ma abbiamo già sprecato troppe righe per parlare di una vicenda dai contorni sempre molto più chiari! Torniamo a parlare della sconfitta della nostra Juventus contro il Milan. Una Juventus a tratti irriconoscibile nel primo tempo, forse la peggior prestazione dell'era Conte. Ma nonostante tutto subiamo la rete decisiva dell'incontro ad opera di un calcio di rigore completamente inventato dall'arbitro. Spiace che se fosse accaduto a nostro favore un episodio simile saremmo stati messi alla gogna per giorni e giorni, mentre al Milan questo non è accaduto. Noi non abbiamo nulla da recriminare sulla partita, perchè glie errori si sa che in una stagione si compensano sempre. Noi non piangiamo, anzi facciamo mea - culpa perchè se avessimo giocato come sappiamo saremmo usciti da SAU SIRO a mani piene. DENTI MARCI invece di sparare cazzate pensi ad invertire il trend negativo della sua piccola squadretta che inizia a collezionare figure di merda su figure di merda. Pensi che in panchina si è affidato ad un pivello che aveva alzato troppo la cresta! Quello che più ci rasserena nonostante la sconfitta è sapere che la Juventus se ha perso tre partite nella gestione Conte le ha perse non perchè gli avversari fossero più forti di noi ma perchè non si è giocato come sappiamo, ma solo per nostri demeriti! Nonostante a Milano domenica sera non abbiamo giocato bene alla fine dobbiamo dire che si è costretto il Milan, squadra davvero mediocre, a stare rintanato nella sua metà campo per un intero secondo tempo. Una partita da classico 0-0. La stanchezza di martedì in Champions si è fatta sentire, ma lo sapevamo che avremmo dovuto produrre sforzi maggiori in Coppa piuttosto che in campionato. Del resto quando si gestiscono due fronti così importanti nei quali punti alla vittoria finale, si sa che un bravo allenatore sa quando è il momento che deve chiedere alla squadra un sacrificio maggiore o quando può permettersi il rischio di perdere qualche colpo. Adesso ci attendono due sfide importantissime da vincere entrambe: il derby della Mole contro il Toro e la decisiva sfida di Champions a Donetsk. Ultimo sforzo prima di iniziare un lungo periodo senza coppe (speriamo quella più importante) dove la squadra dovrà poi schiacciare il piede sull'acceleratore per cercare di conquistare quante più vittorie possibili per ritrovarsi speriamo, con un discreto margine di vantaggio a febbraio. Siamo in testa con un margine di due punti sul Napoli che ci insegue, mentre dietro i distacchi continuano a restare invariati sulle più immediate inseguitrici. E' proprio vero che l'ANTI JUVE è solo la stessa JUVE! La trasferta a Milano è stata una delle più tranquille e sonnolenti dell'anno. Poca partecipazione da parte dei nostri soci, ma era prevedibile dopo aver tirato il carro per tre mesi di fila da agosto. In 8 ed in auto condotti da Salvatore Lomuscio in compagnia di Andrea e dei ragazzi dello JC TRANI. Tra le nostre file da segnalare la presenza di due socie oramai diventate parte attiva delle nostre trasferte: CHIARA ABBASCIANO e ROSA CARADONNA. Poi il solito Daniele, Mattia, Gabriele, Antonio e Michele! Salvatore, grande ed immenso guerriero del club, lo abbiamo sentito molto stanco al telefono, era arrabbiato per aver perso in quel modo contro una squadra davvero mediocre! Comprensibile lo sfogo di chi lascia moglie e due figli piccoli per mettersi in marcia alle 6 del mattino di una domenica e percorrere 1600 km. tra andata e ritorno solo per una grande passione e per attaccamento al nostro club. Giunti nel parcheggio ospiti, hanno atteso un pò prima di entrare dentro e sobbarcarsi il solito stanchevole tour nella torre che conduce su al terzo anello verde. Si posizionano sulla ringhiera in basso come sempre al fianco degli amici di TRADIZIONE sul lato a destra guardando il campo. Tutto abbastanza tranquillo, poi finita la gara nuovamente in marcia per ritornare a casa verso le 9 di lunedì mattina, stravolti, pronti per andare a lavoro e soprattutto orgogliosi di esserci stati. SEMPRE PRESENTI.
Incredibilmente sabato si riparte in PULLMAN verso Torino dove ci attende la sfida più sentita dell'anno: il derby della Mole che finalmente ritorna. Non pensavamo di riuscire ad organizzare un bus anche questa volta, stavamo valutando ipotesi di pullmini o voli aerei, invece ecco che ancora una volta voi soci avete risposto positivamente all'appello lanciato al club domenica sera: in 48 tra pullman e aerei saliremo su a TORINO. Sarà una presenza davvero massiccia è come si diceva al club domenica è questa la versa sfida che ogni vero tifoso gobbo deve sentire più di ogni altra. Bravi a tutti noi, MENTALITA' sempre più grande! Lunedì invece Andrea e Francesco Nicolamarino, il grandissimo presidente, partiranno per la fredda terra ucraina per portare anche li lo stendardo ANDRIA PRESENTE. Ovunque presenti.
ORGOGLIOSI DI NOI, ORGOGLIOSI DI VOI SOCI.
JC ANDRIA SEMPRE PIU' FATTI SEMPRE MENO PAROLE!
 

 
 
JUVENTUS DA IMPAZZIRE
 
Lasciatecelo dire, in questo momento la nostra JUVENTUS gioca davvero il miglior calcio non solo d'Italia ma tra i migliori d'Europa. Incredibile con quale intensità la Juve ha giocato la partita, quasi decisiva, del Girone E della Champions contro i campioni d'Europa in carica del Chelsea, usciti umiliati dallo JUVENTUS STADIUM. Una prestazione da urlo dei nostri ragazzi che ci hanno regalato una serata ed una nottata da sballo! Che dire poi della coreografia regalataci ieri dalla CURVA SUD: spettacolare e da lasciarti senza fiato: due enormi striscioni che recitavano, "NOI CI CREDIAMO e sotto DOPO L'ITALIA, RIPRENDIAMOCI L'EUROPA" con un enorme telo a raffigurare la bandiera europea con le dodici stelle e al centro il simbolo enorme della J. Conte voleva l'inferno sugli spalti ed inferno vero è stato. Il migliaio di tifosi inglesi arrivati a Torino erano annichiliti e stranamente silenti, quasi una consapevolezza che farsi sentire nello Stadium è impresa ardua per tutti! Al club, non era iniziata bene, con un problema sul segnale della parabola che ci ha lasciato al buio sino a pochi minuti prima del gol di Fabio Quagliarella. Poi, forse segno del destino, torna il segnale, dopo che in tanti ci si era prodigati sotto l'acqua per cercare di risolvere il problema sul terrazzo, sicuramente causato dalla tanta acqua che sta cadendo su Andria da oramai tre giorni di fila! Alla rete di Eta Beta Quagliarella non si capisce più nulla, ma dopo il comprensibile entusiasmo, in sala si predica calma perchè la partita era ancora lunghissima. Finisce il primo tempo, siamo nervosi come delle molle, un po per la situazione della parabola che ci ha privato di una buona mezz'ora di gara un po perchè come tutti i tifosi gobbi sentivamo parecchio questa partita sapendo che sbagliarla sarebbe stato deleterio per noi! Ma invece i ragazzi tornano in campo per il secondo tempo con ancora più fame, maggior cattiveria e maggior convinzione della propria forza. Il Chelsea è sulle gambe, la Juve alza il ritmo e demolisce letteralmente gli inglesi, azioni su azioni determinano prima il raddoppio di Arturo Vidal per poi siglare il definitivo 3-0 di Sebastian Giovinco in una classica azione di contropiede allo scadere della contesa. Non capiamo più nulla in quel momento, ci si abbraccia, ci si spintona, sembriamo come delle schegge impazzite. Da segnalare che gli ultimi 5 minuti di partita e quindi da poco prima che Giovinco mettesse dentro la palla del 3-0 tutto il club ha cantato senza pause e a squarcia gola la canzone ALE' ALE' LA JUVE ALE'....ALE' ALE' LA JUVE ALE' sulle note di Brazil......SPETTACOLO!
Ci avranno sentito in ogni dove, alla faccia di tutti i tirapiedi di merda che devono continuare a mangiarne di polvere! Ricordatevi che NOI SIAMO LA JUVE....alè alè la Juve alè.....alè alè la Juve alè....alè alè la Juve alè....
I nostri soci presenti allo Stadium ci chiamavano per farci vivere le emozioni in diretta. Vi abbracciamo tutti, da Mauro Abbasciano a Vito Di Bari, da Vincenzo Simone e Franco Guadagno, da Paolo Rella a Pasquale Di Palma, da Giovanni Porro (Bar Astoria) a Stefano La Palma, da Vincenzo Zingaro a Riccardo Alicino, da Nicola Sgarra a Savino Lorusso, da Nicola Bruno a Giovanni Giorgino. Ma la lista è lunghissima non c'è ne vogliano gli altri. Ma Gino Patano, Andrea e Giuseppe Leonetti dobbiamo citarli perchè loro sono stati come al solito i condottieri del bus immancabili e sempre presenti! Alle 23,30 sono ripartiti da Torino entusiasti e stra felici e mercoledì mattina non ci resta che accogliere in modo trionfale il nostro pullman, di rientro da un altra grande trasferta! Ecco la foto di Juventus - Chelsea, inviataci al termine della partita, che ritrae il nostro striscione al solito bocchettone assieme a quelli degli inseparabili amici. Adesso per qualificarci servirà almeno un pareggio a Donetsk contro lo Shacthar già qualificato, ma noi SIAMO LA JUVE e non dobbiamo continuare a fare calcoli. Come detto dopo la trasferta di Copenhagen, bisogna vincerle tutte. I ragazzi ci hanno ascoltato, due su due, adesso manca la terza per poter festeggiare davvero! Noi come sempre facciamo, da oramai due anni, saremo presenti anche in terra ucraina per spingere i ragazzi ad una storica qualificazione. Come recita un nostro coro...ANDRIA è SEMPRE PRESENTE....SEMPRE PRESENTE!!!!
GRAZIE A TUTTI, PERCHE' SE ABBIAMO RAGGIUNTO QUESTI LIVELLI COME CLUB, LO DOBBIAMO DAVVERO AD OGNUNO DI VOI, CHE CI SEGUITE CON COSTANZA IN TUTTE LE NOSTRE TRASFERTE.  
MA NON FINISCE QUI: BATTUTO IL RECORD ASSOLUTO DI TESSERE AL CLUB, SUPERATE LE 722 DELL'ANNO SCORSO, UN ALTRO RISULTATO INCREDIBILE. RIPETERSI E' CONFERMARCI SU QUESTI NUMERI NON ERA SEMPLICE, NOI NON SOLO CI SIAMO RIUSCITI MA CI SIAMO ANCHE MIGLIORATI. A FINE MESE VI RICORDIAMO CHIUDEREMO DEFINITIVAMENTE IL TESSERAMENTO.
IL 16 DICEMBRE PROSSIMO INVECE DAREMO IL VIA ALLE INIZIATIVE DEL NATALE BIANCONERO CON IL BANCO DI SOLIDARIETA' DI CUI VI DAREMO NOTIZIA NEI PROSSIMI GIORNI ATTRAVERSO IL NOSTRO SEGUITISSIMO SITO.
JUVENTUS CLUB ANDRIA......DIFFIDARE DALLE IMITAZIONI! 
 

 
 
LORO SONO GIA' PRONTI
 
E' circa mezzogiorno, quando il nostro pullman è giunto già davanti lo
Juventus Stadium a Torino. Mentre qui ad Andria continua a piovere su a Torino i nostri soci hanno trovato un tempo perfetto con addirittura una giornata bella e soleggiata. Se il buongiorno lo si vede dal mattino....e non aggiungiamo altro! Partiti ieri sera alle 23,20, hanno percorso altri 1.000 km, viaggiando per tutta la notte, per una passione troppo grande. Ancora una volta in gran numero (una buona parte presente nella foto), ci hanno inviato questo scatto con lo Stadium sullo sfondo. Al telefono gli abbiamo sentiti già molto carichi. In questo viaggio, abbiamo dato la possibilità, come è giusto che
fosse, di far partecipare i soci più storici e più assidui, con qualche nuovo socio comunque accontentato. Alla partenza ieri, Vito Di Bari, quando ha visto arrivare il pullman in stazione è rimasto colpito dalla bellezza del mezzo chiedendoci se fosse il pullman che trasporta solitamente la squadra.....Ci hanno riferito di aver viaggiato comodamente adagiati in
sedili reclinabili che hanno permesso a tutti di riposarsi alla grande. Cerchiamo come sempre di offrire a tutti un servizio al top, un servizio da Serie A, un servizio da JUVENTUS! Bellissimo il discorso alla partenza del ns. Presidente il quale dal microfono del pullman ha invitato tutti, soprattutto quelli che non sono in Curva Sud, di cantare da ogni parte dello stadio, di incitare sempre la squadra affinchè l'avversario possa dapprima essere stordito dal pubblico per poi, speriamo, essere messo ko dalla squadra in campo! Un applauso a Giuseppe Leonetti che per la prima volta ha condotto il gruppo ANDRIA PRESENTE su a Torino, completamente solo e senza componenti del direttivo. Nuove leve crescono e siamo orgogliosi di tutti questi ragazzi che si prestano a collaborare per il club!
NOI CI CREDIAMO! FINO ALLA FINE FORZA JUVENTUS, OGGI PIU' CHE MAI!
 

 
 
95 MINUTI IN ATTACCO
 
Intanto ci preme iniziare questo articolo di commento alla gara contro la Lazio, con un ricordo speciale: GABRIELE SANDRI, il tifoso laziale, che cinque anni fa di questi tempi, veniva assassinato in autostrada, in maniera assurda e infame da parte di un agente di Polizia, mentre si apprestava a seguire la sua squadra del cuore. Noi non lo dimenticheremo MAI! GABRIELE VIVE! Ragazzi la partita di sabato pomeriggio allo Stadium è stata l'ennesima conferma per noi tifosi juventini, dello strapotere delle nostra squadra. Assistere ad una partita come quella contro i biancocelesti è stato davvero bello per noi tifosi gobbi! La Lazio non ha praticamente mai varcato la nostra area di rigore e per lunghissimi tratti è stata chiusa nella propria metà campo, come un pugile che subisce impotente. Ma mentre nel pugilato avremmo stravinto ai punti, nel calcio invece, ci sta che una partita come questa non la vinci, ed infatti è terminata sullo 0-0. Assurdo! Un portiere avversario da 10 e lode che ha parato tutto il parabile e quando nulla poteva la traversa ha detto. Buffon inoperoso per tutta la gara, con tutti i giornali che gli hanno attribuito il classico s.v.! La squadra ci ha fatto tanto divertire soprattutto nel vederli in campo come degli assatanati, arrivavano sempre primi su ogni pallone, sempre all'attacco, un possesso palla incredibile. Tutto ciò è qualcosa di grandioso. 95 minuti di assedio! Questa gara ci ha ricordato tantissimo quella dello scorso anno a Genova, quando anche allora dominammo per tutta la gara, ma non riuscimmo ad andare oltre lo 0-0. Che sia di buon auspicio anche per questa stagione questa situazione analoga verificatasi. Nulla da rimproverare ai nostri ragazzi che hanno davvero profuso tutto il massimo delle energie, il destino ha voluto che la gara terminasse purtroppo in parità. In classifica comunque nulla è cambiato anche dopo quest'altra giornata, visto che tutte le avversarie dirette hanno pareggiato. Fa sorridere sentire DENTI MARCI piangere e fare continue allusioni a progetti e programmi contro di LORO. Ci fa pena...anzi ci fanno pena ecco perchè noi continuiamo a SNOBBARLI! Il coglione di denti marci dovrebbe solo vergognarsi di aprire la bocca, non solo perchè mostra i suoi denti squallidi ma anche perchè parlando fa uscire fuori tutta la sua ignoranza! Dovrebbero guardarsi meglio le partite e notare le vere differenze tra NOI è LORO! L'unico 3-1 che conta è quello delle tre stelle per noi ed una per loro! Mentre da noi si gioca a calcio, da loro si gioca "alla viva il parroco". Palla lanciata in avanti e tutti dietro a rincorrerla.....Ma di che stiamo parlando??? La trasferta dei nostri soci saliti in pullman su a Torino è stata come sempre all'insegna del sano e puro divertimento e del relax più assoluto sul nostri comodo bus! Pullman tranquillo con i tanti soci nuovi che sono rientrati estasiati dallo stadio e da tutto quello che lo circonda. Al rientro gli abbiamo visti scendere felici come dei bambini andati in un LUNA PARK. Alle 9,00 di domenica mattina il bus ha fatto rientro in città. Nemmeno il tempo di rifiatare che domani sera un altro pullman con altri soci si rimetterà in marcia verso Torino per l'appuntamento più importante di questi primi tre mesi di stagione, quello con il CHELSEA, una gara da VINCERE ad ogni costo, dove NOI con LORO in campo, dovremo gettare il cuore oltre l'ostacolo. Lo Stadium sarà un INFERNO e tutti insieme dobbiamo far tremare le gambe all'avversario che dovrà capire che la VITTORIA deve essere solo e soltanto nostra! FORZA JUVENTUS ORA PIU' CHE MAI!
Sabato pomeriggio prove generali al club contro la Lazio, nonostante l'orario (alle 18,00) eravamo come sempre in tantissimi, ma martedì il club dovrà ribollire di entusiasmo e dovrà far tremare tutto il quartiere. Pertanto per chi non parte e resta qui, "armatevi" di sciarpe e bandiere e trasformiamo il club in uno STADIUM 2.
FINO ALLA FINE FORZA JUVENTUS
 

 
 
SEMPRE AL TUO FIANCO
 
23.40, sotto una fitta pioggerellina, il nostro pullman si appresta a lasciare, la piazza della stazione di Andria per l'ennesimo viaggio verso Torino, dove domani pomeriggio affronteremo la Lazio. In 49 a bordo anche per una gara non proprio "sentita" come questa contro la Lazio. Anche questo è un segnale di piena maturità da parte dei nostri soci, soprattutto dei nuovi, che hanno capito che la Juve la si segue sempre, indipendentemente dall'avversario di turno. Molti sapevano di non poter avere il biglietto contro il Chelsea ed hanno preferito la gara contro i bianco celesti reduci dal vittorioso derby romano! Del resto ve lo ripetiamo sempre, attendere le gare di cartello significa anche spendere tantissimi soldi, invece partire in gare come questa vi permette dopo un mesetto di poter riaffrontare un' altra trasferta a Torino o per chi può permetterselo anche dopo quindici giorni o magari dopo sette in trasferta! Avanti Ragazzi, anche domani saremo in tantissimi a spingere la Juve verso un' altra, speriamo vittoria, in attesa della sfida decisiva di Champions! Alla partenza il saluto del Presidente (nella foto) e del segretario Fabio. Buon viaggio a tutti i soci sul pullman, capitanato ancora una volta da Vincenzo, Andrea e Gino! Dodici ore di cammino per una grande ed infinita passione! Questo è lo JC ANDRIA.
INUTILE SPIEGARLO NON LO CAPIRESTI MAI, ALZARSI LA MATTINA E' SEGUIRTI OVUNQUE VAI....OH FORZA JUVE..VINCI ANCORA...PER GLI ULTRA'.
 

 
 
JUVE 6 FORTISSIMA
 
Dopo la splendida prova di mercoledì in Champions, la Juventus ha dimostrato anche in campionato, di aver reagito benissimo alla prima sconfitta in serie A dell'era Conte! Far male a questa Juve può essere pericoloso ed ancora una volta si è avuta la conferma! La rabbia e l'intensità con la quale la Juve ha affrontato la sfida all'Adriatico di Pescara avrebbero messo ko chiunque. Quello che più "sconvolge" è la facilità con la quale la Juve vince le sue gare, non perchè l'avversario non abbia valore, ma perchè la Juventus è davvero fortissima! Era dal 1997 che non si vinceva per 6-1 in trasferta. Allora la banda Lippi riuscì nell'impresa di "umiliare" il Milan a casa sua. Oggi la Juventus a distanza di oltre 15 anni rievoca quella serata andando ad infliggere una severa punizione al Pescara. Corsi e ricorsi, stiamo parlando di due Juventus vincenti, di due squadre simili nonostante di epoche differenti! Ci auguriamo di tutto cuore che questa Juventus possa riuscire nell'impresa di vincere tutto ciò che quella Juve ci ha regalato! Della partita possiamo davvero raccontarvi poco se non segnalarvi i marcatori delle sei reti: Vidal, Giovinco, Asamoah e meravigliosa tripletta del nostro bomber Fabio Quagliarella! La nostra trasferta all'Adriatico di Pescara dove abbiamo portato ben 78 soci è iniziata abbastanza presto sabato mattina, visto l'arrivo a Bari dei nostri storici amici del Gruppo Aosta, i quali in 7 hanno preferito scendere giù da Noi per poter trascorrere qualche ora in nostra compagnia e soprattutto per poter viaggiare con noi! Andrea e Savio hanno prelevato in aeroporto i ragazzi portandoli ad Andria accolti da tutti gli altri nostri componenti del direttivo e dal nostro Presidente! Prime bevute assieme con il nostro Fabio alle prese con gli ultimi dettagli sull'organizzazione della trasferta. Poi tutti al ristorante dove si è consumato un pranzo davvero straordinario non solo per l'aver mangiato benissimo ma soprattutto per la bella compagnia, le tante risate e il buonissimo vino! I risultati si sono poi visti alla partenza in stazione dove in tanti sono giunti decisamente "alticci". Abbiamo rivissuto l'esperienza della finale di Roma, sembrava lo stesso pullman, vino, vino vino e tante birre a bordo. Oltre 50 persone a bordo ma ne sembravamo il doppio per cosa abbiamo combinato! Povero autista, vi lasciamo soltanto immaginare! Si è cantato dalla partenza da Andria e sino all'arrivo sotto lo stadio. Nell'unica sosta in autogrill, dove ci siamo accorpati ai pullman di Trani e Modugno, oltre che alla carovana dei nostri soci giunti in auto e pullmino, sembravamo delle schegge impazzite. Arriviamo a Pescara e senza chiamare o attendere scorte ci dirigiamo direttamente allo stadio verso la CURVA SUD settore per i non tesserati! Come noi, tantissimi altri gruppi avevano acquistato biglietti della Sud, infatti ci ritroviamo all'interno in tantissimi, quasi metà della curva, condivisa con i tifosi locali. Tutto tranquillo, trasferta davvero indimenticabile, ottima accoglienza. Ci posizioniamo in basso a destra a confine con il settore ospiti assieme al Gruppo Tradizione e ai nostri amici di Aosta e Trani, formando un bel gruppone, che ha cantato soprattutto nella parte finale quando a risultato ampiamente acquisito nessuno aveva più voglia di cantare. Ma vi siamo sinceri la maggior parte di noi non ha visto neppure un gol perchè stando in basso con gli striscioni che ci coprivano non si poteva assistere alla partita, poi il vino si faceva sentire con molti di noi barcollanti e puntualmente a terra! Finita la gara abbiamo salutato tutti e siamo tornati al pullman che dopo circa tre ore ci ha riportati a casa. Ci è sembrato stranissimo stare pochissimo tempo a bordo del pullman, siamo oramai abituati a lunghi tragitti! Un applauso agli animatori del pullman Salvatore e Fabio i quali hanno tenuta allegra la compagnia grazie anche al mitico Massimo e Andrea del Gruppo Aosta! Giunti ad Andria la cosa più bella è stato ricevere i complimenti da parte di molti soci al primo viaggio con noi! Siamo noi che dobbiamo ringraziare Voi!
Passata la sbronza...e la sbornia per i sei gol ci rituffiamo subito nel prossimo impegno che ci vedrà contrapposti alla Lazio, squadra come ogni anno dura da affrontare. Inizialmente pensavamo di dover raggiungere Torino con pullmino o con aereo. Mai avremmo immaginato di poter allestire un altro pullman! Invece rieccoci nuovamente pronti a partire in pullman con già 42 persone a bordo, oltre ai 15 soci che raggiungeranno Torino in aereo! SEMPLICEMENTE GRANDIOSI! Grazie a tutti!
JC ANDRIA MOLTI FATTI, POCHE PAROLE!
 

 
 
SOLITE FACCE
 
Mamma mia che bel gruppone che abbiamo formato a Pescara. Già all'arrivo è stato bello il corteo che abbiamo inscenato, assieme allo JC TRANI, nel viale che conduceva verso lo stadio! All'interno tutti compatti ci siamo posizionati verso destra della Curva. In prima fila il nostro "Gruppo Borghetti" con Antonio Lorusso, Mario Corradino, Fabio Marzano ed Enrico Ferro che come noterete dalla foto....della partita non se ne frega un cazzo....tutto il resto del plotone è alle spalle con Fabio, Salvatore e Vincenzo Castrovilli, altro pezzo da novanta del club, finalmente ritornato, a dirigere l'orchestra dal basso. Solite facce, sempre al seguito, sempre presenti! 
JC ANDRIA SEMPRE AL TUO FIANCO
 

 
 
BEVO, BEVO, BEVO!!!
 
Questa foto è davvero emblematica e può farvi capire cosa sia realmente accaduto in questa trasferta a Pescara, risultata essere davvero una delle più belle fatte in questi ultimi anni! Tanta goliardia, tante risate, tante cose che non si possono raccontare, solo chi c'era porterà indelebile questo splendido ricordo! C'è una canzone nella quale ci immedesimiamo noi tutti....che fa così...."Inutile spiegarlo non lo capiresti mai...svegliarsi la mattina e seguirti ovunque via...oh forza Juve....vinci ancora...." 
Fabio ogni tanto urlava: ma chi ha segnato???? Salvatore rispondeva....Luciano Favero, un altro Laudrup, un altro ancora Platini, un altro ancora Sergio Brio....mamma mia come stavamo male......
ALLA PROSSIMA......NON MANCARE!
 

 
 
BUONA LA PRIMA AVANTI COSI'
 
Lo avevamo detto prima della gara contro i danesi del Nordsjealland, il destino circa il passaggio agli ottavi di finale della Champions è nelle nostre mani! Tutto dipendeva e dipende da Noi, soltanto da Noi. Vincendo sempre, non hai bisogno di attendere notizie dagli altri campi o di fare calcoli! Abbiamo vinto la prima di tre battaglie, quella sulla carta, forse più agevole, ma in Champions nessuno ti regala nulla è non puoi dare mai niente per scontato! Adesso basterà vincere una gara e pareggiarne l'altra, ma noi non vogliamo fare questi calcoli, diciamo soltanto che dobbiamo pensare a vincere le prossime due sfide, perchè quando il gioco si fa duro, i duri scendono in campo, convinti, affamati e determinati, come Antonio Conte voleva e come ne siamo certi lo sarà anche contro il Chelsea e a Donetsk. 4-0 il risultato finale rifilato ai danesi con reti di Marchisio, Vidal, Giovinco e Quagliarella! Una prestazione maiuscola di tutta la squadra che ha subito riscattato la sconfitta patita sabato sera! Ancora una volta di più la squadra il gruppo ha dimostrato quanto sia forte, quanto sia determinato nei momenti che contano! Si sono letteralmente divorati gli avversari pressando a tutto campo, non lasciando un attimo di respiro e andando sempre a recuperare palloni a centrocampo, imponendo alla gara un ritmo forsennato, lo stesso che ci vorrà contro il Chelsea nella sfida più importante di tutte! Avanti Juventus vincere è nel tuo dna! Nell'altra gara, quella tra il Chelsea e lo Shacthar Donetsk, altalena di emozioni con gli ucraini che giocano decisamente meglio ma che subiscono uan ingiusta sconfitta per 3-2 all'ultimo respiro! Con il pareggio non sarebbe cambiato nulla per la Juventus, avremmo comunque dovuto lo stesso vincere contro gli inglesi. Adesso la classifica vede inglesi e ucraini appaiati assieme in vetta a 7 punti con la Juventus subito dietro a quota 6 punti, ultimi i danesi che chiudono a 1 punto e oramai estromessi dalla Champions! Anche mercoledì eravamo presenti ed in buon numero, ben 13 soci capitanati da Vincenzo Quacquarelli e due tra i soci più storici che abbiamo: Gaetano Orrico e Corrado Solfato, due persone a dir poco squisite, che da sempre seguono la Juve, "uomini veri" che hanno seguito la Juve in tanti campi della B. Un plauso anche al solito Fabio Fiandanese e ai figli del ns. Presidente....buon sangue non mente.....Andrea e Roberto Nicolamarino, oltre agli altri soci presenti, tutte new entry del nostro grandioso club. ANDRIA PRESENTE era li al suo posto come al suo posto c'era lo striscione al bocchettone in compagnia di quelli degli amici di sempre! Un sacrificio non indifferente seguire la Juve ovunque in ogni gara. In tanti si complimentano con noi per quello che facciamo. Molti ci chiedono ma come fate????? Siamo semplicemente spinti e animati da una forte passione per i nostri colori, una passione che è diventata come una malattia che non va più via!!!!! Ad esempio sabato si parte per Pescara è come sempre ci siamo sbattuti, a differenza di altri, per trovare e reperire decine e decine di tagliandi pur di non lasciare a terra nessuno! 78 biglietti acquistati è nessun socio a terra, almeno di quelli che si erano prenotati nei tempi, poi ci sono sempre i ritardatari che pensano che noi abbiamo una biglietteria personale al club è che la Juve in Italia la seguiamo soltanto Noi. Si parte carichi, molto carichi, anche di vino e birre con un bel pullman tosto e due furgoni da nove oltre a diverse auto! Ci ritroveremo tutti al casello, perchè avendo acquistato tutte CURVE SUD, dobbiamo arrivare compatti e tutti assieme in un settore comunque destinato anche ai tifosi di casa! Viaggeremo in autostrada assieme ai pullman di Trani e Modugno oltre alle auto e ai due furgoni. Sarà una bella carovana al seguito! Ancora una volta e non ci stancheremo mai di ripetervelo siamo ORGOGLIOSI dei numeri che riusciamo a a fare, ci stupiamo noi stessi per quanta passione ci mettete tutti e soprattutto per gli enormi sacrifici economici che ognuno di noi compie! Sabato a bordo del bus sarà baldoria anche perchè come molti sapranno ci saranno anche i ragazzi di Aosta che arriveranno in aereo a Bari e proseguiranno in viaggio con noi dopo gran pranzo ad Andria. Un amicizia sempre più vera sempre più forte! Non vediamo l'ora di partire, quando sul pullman c'è la "crema della crema" del nostro club, senti dentro una adrenalina pazzesca. 
BEVO....BEVO....BEVO...BEVO...BEVO....MI UBRIACO E SON FELICE ANCHE SE POI VOMITO!
AVANTI RAGAZZI I CAMPIONI DELL'ITALIA SIAMO NOI PER BEN TRENTA VOLTE...RICORDATELO SEMPRE A TUTTI! TRENTA VOLTE CAMPIONI D'ITALIA! 
 

 
 
RIPARTIAMO A TESTA ALTA
 
Sabato sera dopo 49 partite si è interrotta la striscia di risultati positivi che la Juve era stata capace di realizzare da maggio del 2011! Un risultato a dir poco sensazionale ed eccezionale che mai avremmo immaginato di riuscire ad ottenere. Un risultato che ci ha permesso di rialzare la testa dopo anni di buio assoluto, un risultato che ci ha permesso, soprattutto, di vincere lo scudetto più importante della nostra storia, il trentesimo tricolore, quello della terza stella, quello che ha fatto star male tutti gli anti-juventini, quello che ha fatto impazzire di gioia tutti noi tifosi gobbi! La riprova di quanto siano stati male tutti quanti, l'abbiamo avuta sabato sera, quando appena interrotta la serie di partite senza sconfitte della nostra JUVENTUS, tutti i tirapiedi di tutte le squadre, dalle grandi alle piccole hanno esultato quasi come se avesse vinto la propria squadra! Assurdo, semplicemente assurdo tutto ciò. Ma questo credeteci, ci ha fatto inorgoglire ancor di più, in quanto ci siamo effettivamente resi conto, di quanto diamo fastidio a tutti e di cosa siamo riusciti a realizzare! Il nostro motto del resto è sempre: AMICI DI NESSUNO! Adesso ripartiamo a testa altissima verso gli stessi traguardi che avevamo, con la consapevolezza di essere sempre i primi in classifica, con maggior fame, con maggior rabbia e con la convinzione che la JUVE è la JUVE! Pertanto si è persa una battaglia ma alla fine chi gioisce è sempre il tifoso che porta a casa lo scudetto, pertanto AVANTI convinti della nostra forza e convinti che il campionato, come quello scorso, ci riserverà sempre momenti difficili, dai quali sapremo sempre come ripartire! Bellissimo il tributo finale della curva ai nostri CAMPIONI, ai ragazzi che seppur delusi, erano contenti di ricevere il giusto applauso dalla CURVA SUD e da chi come anche noi dello JC ANDRIA ha affrontato assieme, questa lunga cavalcata di 49 partite senza saltarne nessuna, compresa la cinquantesima e ovviamente la cinquantunesima.........etc. etc. etc...etc....., senza contare coppa italia e champions league! La gara contro i vincitori dei 7 TOUR DE FRANCE è terminata in loro favore per 3-1, un risultato maturato nella seconda metà della ripresa, quando la Juve provava a riportarsi avanti, dopo il pareggio subito, ma prestando il fianco alle ripartenze degli accattoni, abili nel giocare "solo di rimessa"! Peccato perchè nella prima mezz'ora del primo tempo sembrava fossero sul punto di capitolare una seconda volta, dopo la rete di Vidal. Avremmo dovuto essere più cinici e concretizzare le tantissime occasioni avute. Ma si sa che il calcio non perdona ed è successo quello che non volevamo accadesse! Ma del resto ricordiamoci che l'anno scorso si gioiva e si godeva tantissimo perchè in questo stesso periodo si sbancava SAN SIRO dopo una grandissima prestazione contro i merdazzurri, mentre oggi accade lo stesso sulla sponda opposta! La trasferta è stata come sempre super-partecipata, oltre al solito pullman in compagnia dei ragazzi dello JC di Trani, decine di soci hanno raggiunto Torino con ogni mezzo. Viaggio di andata in assoluta tranquillità, con tantissimi nuovi soci che per la prima volta si mettevano in viaggio verso lo Stadium. Lo avevamo detto, i veri tifosi, non gli occasionali, hanno snobbato questo incontro perchè per tutti noi sin dalla vigilia (lo avevamo anche scritto) era più importante la gara di mercoledì in Champions piuttosto che questa contro i campioni del Tour de France o se preferite del Congo! Purtroppo come prevedibile la Sud era strapiena di tanti occasionali che verrebbe voglia di prenderli a botte.....poco ci è mancato sul finale del primo tempo, quando Gabriele di Anzio Nettuno e il nostro Fabio stavano per partire verso un "tizio" che aveva rotto i coglioni durante tutto il primo tempo....perchè voleva assistere alla gara e gli davano fastidio le bandiere e gli stendardi! Gli hanno fermati sul nascere, "buon per il tizio"! Prima della gara all'esterno dello stadio consueto ritrovo con tutti i soci di Andria sia chi era arrivato in pullman e sia per quelli giunti con altri mezzi. Fabio al centro dava spiegazioni e distribuiva i preziosi tagliandi a tutti, poi ognuno nel proprio settore con il solito gruppone nella Sud. Arrivava anche il Presidente Nicolamarino, con Andrea Leonetti e Nicola Pisani, gli altri pezzi da 90 del nostro club, i quali subito provvedevano a sistemare lo striscione al bocchettone ovest della Sud (nella foto, coreografia di quella zona, al momento dell'ingresso in campo delle squadre), i più giovani si posizionavano al centro con Alberto Tesoro e Fabio. Fabio era molto indaffarato per dare una mano alla coreografia iniziale e veniva invitato a sistemarsi sulla vetrata in basso dove è rimasto per tutta la gara, quasi sempre di spalle al campo per far cantare la curva assieme ai lancia cori di TRADIZIONE. Si agitava, si sgolava, urlava con coloro che non cantavano, STRAORDINARIO vederlo li in basso dietro la porta. Alla fine, nonostante la delusione, saliti tutti sul pullman, Fabio ha fatto un discorso che ha lasciato tutti senza parole, non volava una mosca, in quanto il suo ragionamento non faceva una grinza! Al primo autogrill, in molti si avvicinavano a lui per dirgli che avevano apprezzato e non poco il suo pensiero! Questo è quello che ci piace di più del nostro club, il sapere che tutti, dai soci più anziani a quelli più giovani, abbiano maturato una certa mentalità che va oltre il risultato che va oltre una singola prestazione che va oltre una vittoria, prima il club, poi tutto il resto! Domani sera ci attende la gara più importante di questa prima parte di stagione, una gara da non fallire ad ogni costo, quella contro i danesi del Nordjealland, dove i tre punti varranno più di ogni altra vittoria! Per andare avanti in Champions servirà vincere domani per poi affrontare il Chelsea in una sfida da dentro o fuori! Noi ci saremo come sempre perchè come ha detto il buon Pasquale questa mattina, quando il gioco si fa duro i duri entrano in campo. In 13 partono per Torino, chi in treno come Gaetano e Corrado, chi in auto e chi in aereo come il nostro Vincenzo. Saremo li nel cuore della Sud per sostenere i ragazzi in questa importantissima sfida molto più importante di quella di sabato scorso! Sabato sera invece saremo all'Adriatico di Pescara con 78 soci, con un pullman con 43 soci a bordo, due furgoni (uno guidato da Vincenzo Simone e l'altro dal grande Pietro Santoro) e quattro auto. Che altro aggiungere se non ringraziare tutti per la continua passione che ci mettete nel seguire la Juventus con noi!
AVANTI JC ANDRIA, VANTI JUVENTUS, RIPARTIAMO A TESTA SEMPRE ALTA, MOLTO ALTA! 
MOLTI NEMICI, TANTO ONORE! L'INVIDIA E' UNA BRUTTA BESTIA!
ANDRIA SEMPRE PRESENTE!
 

 
 
TUTTI IN MARCIA
 
mezzanotte e mezza: stazione di Andria, il nostro pullman, il famoso NEOPLAN o come ribatezzato AEREOPLAN è già pieno e pronto x
ripartire verso TURIN. I soci presenti, tante new entry, erano strafelici di essere li pronti a partire, tutti con sciarpa al collo! Nella foto chi in questo viaggio condurrà i ragazzi su. Nicola Pisani, Gino Patano e Alberto Tesoro. Sistemato il bandierone sul retro pullman, sistemato il ns. simbolo identificativo Andria Presente, allacciate le cinture.....pronti al decollo! Questa a Torino, contro le merde e i vincitori di ben 7 TOUR DE FRANCE è una trasferta che ci vede presenti in forze, oltre al pullman, ben due furgoni uno di Mimmo Canzio e l'altro di Riccardo Dell'Olio, tre auto, 7 in aereo e 2 in treno (pietro e giuseppe). 
ANDRIA PIU' CHE PRESENTE!
Morto Peppino, morto Facchetti, anche denti marci presto morirà, canteremo solo se Guido Rossi morirà....
STASERA TRASFORMEREMO LO STADIUM IN UN INFERNO!
 

 
 
AVANTI CURVA SUD, AVANTI JC ANDRIA
 
Ecco la foto della curva sud sotto l'insistente pioggia nella partita contro il Bologna. Come sempre il nostro stendardo ANDRIA PRESENTE  era li al suo posto assieme ai nostri soci arrivati a Torino in quest'altra gara infrasettimanale.
La prestazione della CURVA SUD ieri è stata da dieci e lode, un tifo eccezionale da lasciare alla fine tutti senza voce, soprattutto dopo la rete del momentaneo pareggio dei felsinei. Ancora una volta lo STADIUM l'ha fatta da padrone dando la spinta necessaria alla squadra per gettare il cuore oltre l'ostacolo. Alla fine ci si è trovati travolti l'uno sull'altro alla rete di PAUL POGBA.
DELIRIO E GODURIA ALLO STATO PURO.
BEVO...BEVO...BEVO..BEVO..BEVO....MI UBRIACO E SON FELICE ANCHE SE POI VOMITO......
AVANTI RAGAZZI
 

 
 
JUVENTUS MOSTRUOSA
 
Appena usciti dallo stadio, i nostri soci presenti anche di mercoledì sera, ma per noi non fa più differenza, hanno subito provveduto ad inviarci la foto che li ritrae dopo lo smontaggio dello striscione, stanchi ma strafelici per quest'altra vittoria, maturata nei minuti di recupero contro un Bologna fin troppo fortunato! 2-1 il finale di una partita giocata praticamente a senso unico, ma con il forte rischio di dover portare a casa un misero punticino che avrebbe avuto il sapore della beffa. Gli emiliani un tiro ed un gol, noi invece una decina di nitide occasioni da rete compreso un clamoroso palo colpito da Pogba, ma per aver ragione dei rossoblu, si è dovuti arrivare sino al 92° minuto! Assurdo! Ma alla fine lo sappiamo queste sono le vittorie più belle in assoluto, quelle che ti caricano a mille per affrontare i prossimi impegni, quelle che ti danno la consapevolezza di essere più forte di tutto, perchè la Juve ragazzi impressiona per come cresce di minuto in minuto. Nei secondi tempi, la Juve da inizio stagione, ha sempre una marcia in più rispetto ai primi tempi. Poi contro il Bologna nonostante l'ampio turn over, chiunque è sceso in campo ha dato il meglio di se! Da incorniciare e da applausi la prestazione del gioiellino PAUL POGBA sempre più autentica rivelazione di questa JUVE MOSTRUOSA....per restare in tema di Halloween (una festa di merda)! Preso a parametro zero, il ragazzino terribile francese sta facendo mordere le mani a Sir Alex Fergusson per averlo lasciato andar via, da Manchester, con troppo facilità. Ma da sottolineare le prestazioni anche di Caceres, Giaccherini e Bendtner, quest'ultimo nuovamente titolare! Il vantaggio della Juventus arriva solo nella ripresa grazie a Fabio Quagliarella, poi il pari dei bolognesi, complice un errorraccio di Paolo De Ceglie. Ma all'ultimo respiro, Giovinco scodella in mezzo all'area e Pogba senza nemmeno dover staccare, di testa manda la palla in rete per tre punti che valgono davvero doppio da un punto di vista psicologico! L'aspetto che teniamo più a sottolineare è la veemenza, la rabbia, la fame, la cattiveria con la quale la Juve si è riversata in avanti dopo aver subito l'ingiusto pareggio. Non potevamo pareggiare questa gara, era destino che avremmo dovuta vincerla, in una giornata che ha visto praticamente tutte le avversarie dietro fermarsi, tranne gli ACCATTONI (vincitori anche di ben 7 TOUR DE FRANCE) che affronteremo sabato sera nel nostro catino dello STADIUM. Che dire del tifo di questa sera contro il Bologna, davvero SPETTACOLARE, siamo tutti carichi per sabato sera, quando i 40.000 dovranno spingere i nostri ragazzi oltre l'ostacolo! Numeri impressionanti quelli della Juventus, 49 partite di fila da cui è imbattuta, nella stagioen attuale un ruolino di marcia da record, nove vittorie in dieci gare giocate, sempre miglior attacco e miglior difesa, continuo turn over senza mai snaturare il gioco della squadra. Numeri che fanno impallidare tutti i tirapiedi che continuano a fare incetta di MAALOX PLUS! La trasferta dei nostri ragazzi è stata tranquillissima anche se come sempre "stanchevole", partiti all'alba da Andria e capitanati dal grande ANDREA LEONETTI sempre più uomo prezioso per il nostro club, persona a dir poco squisista e molto di compagnia che stà compiendo sacrifici enormi nonstante l'età che avanza....scherziamo Andrea, siamo sempre più orgogliosi di te e di tuo figlio GIUSEPPE. Presente anche Davide il piccolo dei Leonetti, due donne, Vincenzo Gallo, Andrea e Roberto Nicolamarino e Massimo e Andrea due nuovi soci. Partire in dieci di mercoledì, anche se prefestivo è stato un ottimo risultato che come dice il grande capo TONY di TRADIZIONE: Gruppo ANDRIA grande mentalità! Adesso si rientra, ma venerdi sera saremo nuovamente in viaggio, tutti sul BUS NEOPLAN o AEROPLAN, così ribatezzato per la sua comodità, per raggiungere nuovamente TURIN per la sfida alla seconda in classifica e alla terza squadra di Milano! Saremo come sempre in tanti, visto che oltre al consueto bus, nutrita è la pattuglia di chi salirà in auto o in aereo! Ci impressioniamo anche noi nel vedere con quanta facilità si riesca a riempire pullman e far partire gente nonostante il periodo di crisi! Ma si sa per la Juve siamo tutti disposti a rinunciare ad altro. Poi del resto in un club, che stà per raggiungere quota 800 iscrizioni, diventa sempre più facile a rotazione far partire grandi numeri e comunque sempre gente nelle trasferte. Del resto lo facevamo con gli stessi numeri, quando le cose non girvano per il verso giusto, figurarsi ora! Al Club solito grande entusiasmo, con l'urlo del gol che è riecheggiato in tutto il quartiere!
AVANTI JUVENTUS, AVANTI JC ANDRIA!
 

 
 
PER LORO TRASFERTA DA RICORDARE
 
Quella del Cibali ci hanno raccontato Giuseppe e Gregorio, questa sera al club, sarà una di quelle trasferte che un giorno potranno sempre raccontare con orgoglio a tutti! Del resto per due come loro che da anni girano tutti gli stadi d'Italia, non solo quelli comodi, ma soprattutto quelli a rischio, non possiamo che dedicargli mercoledì sera al club, una bella STANDING OVATION! Ragazzi, forse a molti non è chiaro, solo compiendo queste imprese, si è sempre certi di poter ottenere biglietti in ogni gara, in ogni dove, di qualsiasi importanza a prezzi contenuti, perchè per noi dello JC ANDRIA esiste una graduatoria, non scritta, di merito! E' ben impressa nella mente di chi si sbatte da anni per portare avanti questo club, di chi per anni ha fatto sacrifici mangiando tanto pane duro! Sorridiamo quando vediamo arrivare al club neo soci con la pretesa di poter partire per Juventus - Inter o per Juventus - Chelsea! Ne avete di strada da percorrere, di polvere da mangiare per arrivare a loro o a quelli (per fortuna tantissimi) come Gregorio e Giuseppe.
AVANTI JC ANDRIA, AVANTI RAGAZZI, AVANTI JUVENTUS! SIAMO SOLTANTO ALL'INIZIO!
 

 
 
ALTRA PROVA DI FORZA
 
Iniziamo l'articolo, ringraziando quelli che noi riteniamo essere i veri "eroi" di Catania: Arturo VIDAL, in quanto grazie alla sua rete e alla sua prestazione è riuscito nell'impresa di far guadagnare tre punti che valgono oro nel difficilissimo campo del Cibali di Catania (1-0 per noi il finale), campo da sempre ostico ai nostri colori, ancor di più domenica! Ma tra gli eroi non possiamo non inserire anche GIUSEPPE DI SERIO e GREGORIO DEL GIUDICE, i nostri due "splendidi" soci che rinunciando "volentieri" alle trasferte a Torino contro Napoli e Inter, hanno preferito partire per Catania, pur di rappresentare il club in questa lunga e soprattutto difficilissima, per motivi ambientali, trasferta in terra etnea! Giuseppe e Gregorio del resto sono i ragazzi che solitamente durante l'anno, preferiscono trasferte non comode e agevoli, come Bergamo, Napoli, Palermo o per l'appunto Catania! Un plauso a loro e credeteci ci hanno fatto sentire tanto orgogliosi nel vederli in Tv sin laggiù! Partiti in aereo sabato sera con la Ryan Air da Bari a Roma Ciampino, hanno poi trascorso l'intera notte nella movida romana per poi all'alba prendere un volo dell'Alitalia che da Fiumicino gli ha poi condotti a Catania in compagnia di 4 simpaticissimi ragazzi del gruppo toscano NOI CI SIAMO dei Bravi Ragazzi. Giunti nell'aeroporto di Fontanarossa i ragazzi hanno atteso l'arrivo del restante "plotone" dal Nord Italia tutti con volo della Easy Jet da Malpensa. All'arrivo saluti e abbracci con i ragazzi di Aosta e Bassa Valle in primis. Arrivano nel frattempo in aeroporto anche i ragazzi del Gruppo Marche giunti sin li in auto con 5 ragazzi. Poi la Polizia già presente in forze presso lo scalo, conduce tutti a bordo di autobus di linea locali per scortare l'intero gruppo allo stadio. Alle 11,00 erano già dentro, con la pezza ANDRIA PRESENTE al centro del settore alle spalle di NUCLEO 1985 e VIKING. Purtroppo i ragazzi di TRADIZIONE avrebbero dovuto esserci ma causa guasto all'auto sull'autostrada per Malpensa hanno perso il volo per pochissimi minuti! Per noi è come se ci fossero comunque stati! Tanti i tifosi occasionali giunti dalla Sicilia e dalla Calabria che a dir il vero avevano poca voglia di cantare. Tifo da parte nostra blando e a tratti. Il clima all'interno del Cibali è come sempre caldissimo ma diventa rovente nel momento in cui l'arbitro decide di non convalidare una rete regolare al Catania che avrebbe decretato il vantaggio etneo. Ma la cosa più vergognosa è sentire le parole di quel pseudo-presidente di una squadra di Serie A, tale Pulvirenti, che urla al complotto senza ammettere la realtà. Ma ancora più assurdo è stato l'ennesimo linciaggio mediatico subito dalla nostra Juventus e comunque da tutto il popolo gobbo! Assistere a squallidi teatrini nelle varie trasmissioni domenicali, leggere i titoloni sui siti internet e sui giornali del lunedì, ascoltare i titoli dei TG nazionali è stato ancor più VERGOGNOSO! In Italia sembra che tutti vivano in funzione della Juventus, che tutti gli anti juventini non aspettino altro che dare addosso, non appena se ne presenti l'occasione, ai colori bianconeri! Ma come sempre tutti se ne escono con le rossa rotte! Vergognatevi tutti. Nessuno ha parlato del rigore clamoroso non dato a San Siro al Catania, nessuno ha gridato al complotto per una rete in fuorigioco segnata dal Milan sabato sera, nessuno ha urlato allo scandalo sul finire di Napoli - Chievo quando l'arbitro non ha assegnato un clamoroso rigore per i veneti! Vogliamo andare indietro nel tempo???? Nessuno ricorderà di una rete clamorosa segnata dagli accattoni a Siena con ben 5 giocatori in off side! Noi non dimentichiamo nulla! Ma la lista potrebbe continuare. Ma quello che è più assurdo è sapere che una partita, a 70 minuti dalla fine, sia per qualcuno già terminata, come se la Juve non fosse stata poi in grado di ribaltare il risultato se la rete fosse stata assegnata! La Calzetta dello Sport, giornale delle milanesi, titolava: JUVE CHE VELENI! invece che dare i giusti meriti ad un altra prestazione di forza della nostra squadra! poi controsenso dei controsensi, nell'interno, nell'articolo dei voti attributi ai giocatori, scrivono: portiere del Catania, migliore in campo con un bel 7,5 di voto. Questo cosa vi fa pensare per uno che non ha visto la partita????? Ve lo diciamo noi, la Juve ha dominato in lungo e in largo una gara difficile contro un avversario dignitoso e meritevole della classifica attuale. Ha tenuto sempre il pallino del gioco, si è divorata almeno una decina di nitide occasioni da rete e se oggi stessimo qui a commentare un 3/4 a 1 per noi, non ci sarebbe stato nulla da recriminare per i siciliani. Ancor più ridicolo poi leggere il voto ed il giudizio espresso per il ns. Buffon: un 6 ma con commento che dice "avrebbe potuto recarsi in un ristorante di Catania per poi fare ritorno allo stadio visto che i siciliani, a parte la rete annullata, poi non si sono più presentati dalle sue parti". Questo giornalai da strapazzo e tirapiedi di merda cosa vi va intendere???????? VERGOGNATEVI, state tutti li a sperare che la Juve perda una gara, che la Juve soccomba, perchè come dice il nostro PRESIDENTE AGNELLI, vi rode tantissimo il culo è vi brucia il fegato per tutto quanto stiamo meritatamente facendo da un anno e mezzo a questa parte! La risposta è che tutti ci ODIATE, che tutti vivete solo in ns. funzione, mentre noi sia quando le cose non andavano bene e a maggior ragione adesso, non VI CALCOLIAMO PROPRIO! Andiamo avanti, fieri ed ORGOGLIOSI per la nostra strada. Bello, bellissimo, sentire la domenica sera ed il lunedì mattina il rumore del nemico! Ricordatevelo siamo AMICI DI NESSUNO, presto le scorte di Maalox in farmacia potrebbero finire! AH AH AH AH AH......che ridere! Abbiamo perso sin troppo tempo nel raccontarvi queste per noi "cazzate". La cosa più importante è che la Juventus abbia ancora una volta vinto su di un campo dove l'anno scorso abbiamo pareggiato, abbiamo allungato la serie utile, abbiamo mantenuto intatto il distacco in classifica dalle immediate inseguitrici, aumentandolo sulla Lazio. Da segnalare le ottime prove di Barzagli, Asamoah e soprattutto Paul POGBA, autentica rivelazione. Chiunque giochi, chiunque vada in campo recita il copione alla perfezione, segnale che abbiamo uno spogliatoio unito con in testa un solo verbo: VINCERE, perchè Antonio Conte per tutta la settimana, gli ricorda che è l'unica cosa che conta! I nostri due valorosi soci al termine della partita hanno raggiunto l'aeroporto assieme a tutti i gruppi ultras giunti in aereo, accompagnati sempre dalle f.d.o. in pullman e monitorati tutti sino alla partenza dallo scalo etneo. Alle 20,30 il volo questa volta diretto per Bari con la Blu Express ha riportato dopo 24 ore i nostri ragazzi a casa, che come scritto nel messaggio inviato al telefono del club, erano felici ed orgogliosi per aver rappresentato il nostro gruppo in quest'altra difficile trasferta: ANDRIA SEMPRE ED OVUNQUE PRESENTE!
Adesso ci attende un altra trasferta scomoda di mercoledì, ma ancora una volta all'appello lanciato dal nostro sito avete risposto alla grande e credeteci non c'è lo aspettavamo proprio, sia per questa gara che per quella contro i danesi del Nordsjealland, le due gare più importanti che ci attendono nei prossimi 10 giorni! Mercoledì sera contro il Bologna allo Stadium, Andrea e Giuseppe Leonetti, con Roberto e Andrea Nicolamarino (figli del presidente) e altri 6 soci, "accompagneranno" i nostri in quest'altra trasferta!   
IN ITALIA E IN EUROPA CI VEDRAI E NON TI LASCEREMO MAI!
 

 
 
DOPO LA REGINA ANCHE LA SIRENETTA A....
 
Potevamo mancare alla visita di uno dei simboli della città danese???? Ma certo che no! Con la solita goliardia di sempre, eccoci dinnanzi alla SIRENETTA di Copenhagen che come recita l'oramai "famoso" coro da stadio, riportato sullo striscione,.....l'abbiamo messa " a pecorina...." ah ah ah ah ah. Dopo la Regina di Londra anche la Sirenetta di Copenhagen ha avuto il suo "momento di gloria"......ah ah ah ah ah!
AVANTI COSI' JC ANDRIA SEMPRE PRESENTE
DIFFIDATE DALLE IMITAZIONI!
 

 
 
MERITAVAMO LA VITTORIA
 
La terza gara del Girone E, nel quale la Juventus è inserita per la Champions League, è terminata per 1-1 a Copenhagen contro i danesi del Nordsjaelland di Farum. Era una gara da vincere per affrontare con maggiore tranquillità le ultime tre gare che decreteranno il passaggio agli ottavi di finale dell'ambitissimo trofeo. La Juventus dopo un primo tempo sottotono nel quale poteva comunque passare in vantaggio, ha affrontato la ripresa con uno spirito diverso, più combattiva, più vogliosa di portare a casa i tre punti. Ma complice una punizione magistrale battuta dai danesi, i nostri ragazzi si sono addirittura ritrovati a dover riprendere la partita. Il portiere avversario ha parato di tutto, noi abbiamo sbagliato l'impossibile, ma ecco che ancora una volta la squadra da il tutto per tutto per cercare di recuperare lo svantaggio. Ci riesce con il solito Mirko Vucinic, da poco entrato in campo è sul finale sfiora per almeno altre due volte il clamoroso vantaggio con il "danese" Bendtner. Come recita il titolo dell'articolo avremmo certamente meritato la vittoria, ma purtroppo si sa che in Champions va così, se non concretizzi le occasioni che ti capitano, difficilmente poi ottieni il massimo con il minimo sforzo. Resta il fatto che la Juventus ha dimostrato ancora una volta, quanto sia dura a morire e quanto sia in grado di tenere sempre il pallino del gioco tra i suoi piedi. Sembra di rivedere il film della passata stagione, quando, lo ripetiamo, di questi tempi si pareggiava a go-go è tutti erano li pronti ad affermare che questa squadra era immatura per lottare per lo scudetto, che era incompleta, che gli mancava un top player etc. etc. Ne abbiamo sentite di tutti i colori, poi sappiamo tutti come è andata a finire. Adesso sta accadendo la stessa cosa in Champions. Tre pareggi in tre gare che secondo l'opinione pubblica ridimensionano la Juventus in campo europeo. Non secondo noi, sempre più convinti che questa Juve, la Juve di Conte, ha già ampiamente dimostrato quanto sia dura a morire e quanto sia determinata nel momento in cui il gioco si fa duro e soprattutto quando non può più sbagliare. Ricordate lo scorso anno quando abbiamo pareggiato a Genova, scendendo a - 4 dal Milan con la trasferta di Firenze alle porte? Al Franchi vincemmo per 5-0, vincendo poi per altre dieci volte e pareggiando soltanto una gara! Ricordate anche quando in Champions scendevamo in campo con un autentico squadrone allenato da Capello???? In trasferta erano quasi sempre sconfitte! Le grandi vittorie, la storia insegna, si ottengono il più delle volte partendo da semplici pareggi è accaduto a tantissime squadre prima di noi. Pertanto crediamoci ancora di più perchè di una cosa siamo certi, la Juventus da ora in avanti venderà cara la pelle per arrivare agli ottavi di finale! Niente calcoli, dobbiamo solo pensare a vincere e a sostenere la squadra sin dal prossimo impegno casalingo, sempre contro i danesi. Solo dopo inizieremo a pensare allo scontro diretto contro il Chelsea e alla trasferta di Donetsk. La classifica adesso vede proprio gli ucraini in testa a 7 punti dopo la vittoria contro il Chelsea, fermo sempre a quota 4 punti, mentre la Juve è salita a 3 punti con i danesi che chiudono ad 1 punto. Ma veniamo al racconto della nostra bella trasferta in terra danese. Partiti in cinque, lunedì sera, assieme ai due ragazzi di Trani, abbiamo fatto scalo a Londra Stansted, dove abbiamo pernottato in attesa del volo del mattino per Copenhagen. Giungiamo nella capitale danese verso le 10 di martedì dove troviamo ad attenderci sia i Ragazzi Ungheresi Juventus e sia i ragazzi di Aosta e Bassa Valle, con i quali tutti assieme, dopo abbracci e goliardate varie, ci dirigiamo verso il treno che ci porterà in stazione centrale a Copenhagen. Di li ognuno raggiunge i propri alberghi per poi ritrovarsi tutti alle 13 in pieno centro per pranzare e soprattutto bere l'ottima birra danese! Poi tutti in giro, ma il freddo inizia a farsi sentire. Bella davvero bella la città. Alle 17 ritrovo in Piazza del Municipio con tutti i gruppi e i ragazzi giunti da ogni parte d'Italia. Noi assieme al Gruppo Tradizione, con il Presidente in prima linea, decidiamo di raggiungere autonomamente lo stadio senza aspettare che la Polizia Locale decida di farci andare. Saliamo su di un bus che ci lascia nei pressi del Parken Stadium, bellissimo stadio. Giunti al di fuori attendiamo tra una birra e l'altra, l'ingresso nel settore a noi riservato. Alle 19,00 siamo già dentro per posizionare gli striscioni. Ci si posiziona dietro la porta in prima linea con il gruppo Tradizione e assieme a tutti i gruppi amici. Il settore si riempie e ci accorgiamo di essere arrivati sin li davvero in tanti. Arrivano anche i gruppi di Genova, Roma e Napoli, ci siamo davvero tutti. Bello vedersi chiamare dagli altri gruppi con il nome Andria oppure come detto da un ragazzo del Gruppo Marche, siamo oramai "facce da stadio" molto comuni! Iniziamo a tifare per riscaldarci, nello stadio ci sentiamo soltanto noi in quanto i danesi non hanno un vero e proprio tifo organizzato. A fine primo tempo altra mega birrata con gli amici valdostani, poi nuovamente sugli spalti. Finisce 1-1, noi sosteniamo i ragazzi che escono dal campo delusi, come noi del resto, ma pronti a tuffarci nella notte danese. La stanchezza poi si fa sentire, si va tutti a nanna, felici di essere arrivati fino a Copenhagen. All'indomani molti ripartono e molti altri restano ancora per un giorno e per una notte come il nostro Fabio con la sua Florinda. Tutti comunque fanno rientro via Milano Malpensa per poi attendere volo per Bari. Un ringraziamento va ai nostri soci giunti a Copenhagen: al solito Fabio, a Florinda (oramai parte attiva del club), a Francesco (davvero simpatico e di compagnia) a Daniela e a Tommy. Una bella "squadra" a rappresentare il nostro Gruppo/club! Onore a Voi!
OLTRE 4.000 KM TRA ANDATA E RITORNO PER ESSERE AL TUO FIANCO! JUVE STORIA DI UN GRANDE AMORE! 
ANDRIA PRESENTE
 

 
 
ECCOCI IN STAZIONE CENTRALE A COPENHAGEN
 
Come raccontato nell'articolo, appena giunti in aeroporto a Copenhagen ci siamo compattati assieme agli amici di sempre, quelli per intenderci del Memorial Lorenzo Lomuscio, da dove in corteo abbiamo raggiunto il treno che ci ha portati in stazione centrale. Già immaginiamo le domande classiche!!!! ma avete fatto il biglietto sul treno?????? volete la risposta????? "ma ciòòò d coip.....v n sciat" (traduzione: ma che di testa...ve ne andate)! Ne all'andata e ne al ritorno! Come dice il buon Massimo di Aosta......che ha oramai memorizzato il nostro dialetto: "STIP CA TRUV...."ed è proprio vero, con quei soldi risparmiati ci siamo "guadagnati" delle birre in più! Bellissima questa foto fatta in stazione centrale, una stupenda stazione, dove abbiamo intonato i nostri cori!
IN ITALIA E IN EUROPA CI VEDRAI E NON TI LASCEREMO MAI.....NOI NON TI LASCEREMO MAI.... 
RUJ, A.P. 2003, T.P., BV1897, G.A. PER SEMPRE ASSIEME!
 

 
 
MAZZIATO ANCHE IL "CIUCCIO"
 

E' terminata in trionfo la gara contro il Napoli, 2-0 il finale, con tutto lo STADIUM che cantava a squarciagola "O Surdato 'Nnammurato", come lo scorso anno, ma ancor più bello è stato il fatto di aver dato loro, la "pia illusione" di riuscire a portare a casa un pareggio, colpendoli sul finale, non una ma ben due volte nel giro di pochi minuti. Un uno, due micidiale, stile Juventus - Milan della passata stagione, che ha mandato in depressione i napoletani, esaltatisi troppo (ma è nel loro costume), prima di questa gara, quando come fatto da altri in precedenza, avevano parlato troppo, per poi puntualmente ricevere la punizione dalla Juventus! Chi troppo parla, ricordatevelo, nulla ottiene! Hanno pianto, strillato, mugugnato, gridato al complotto per la storia di Gigi Buffon! La Juventus con la classica signorilità non ha convocato regolarmente il portierone affidandosi ad un altro portierone qual'è Marco Storari. Abbiamo anche rinunciato a Mirko Vucinic, per cause di forza maggiore (forte influenza), dando loro un altro vantaggio! Ma la Juve è la Juve, la Juve e forse non se ne rendono ancora conto gli avversari, ha due squadre che potrebbero disputare un campionato di pari livello, non esistono riserve e titolari, esiste solo un grande gruppo guidato da un condottiero che legge sempre al meglio la partita riuscendo sempre a dare la svolta giusta affinchè il risultato s'indirizzi a nostro favore. E' successo nuovamente sabato sera, quando dopo un buon primo tempo della ns. squadra, nella ripresa il Napoli riusciva con più facilità a mettere il naso oltre la nostra metà campo. Son bastati due cambi per rimettere il tutto a posto con Caceres che di testa (una novità e soprattutto rarità, le reti di testa per noi) siglava la rete del vantaggio e Pogba (acquistato a parametro zero, ma sempre più rivelazione) che provvedeva a far letteralmente esplodere lo STADIUM. La Juventus sa di essere forte, è diventata più cinica, mentre gli avversari anche se a parole non lo danno a pensare, scendono in campo molto intimoriti, consapevoli delle difficoltà della gara! Incredibile il cammino della Juventus sin qui, addirittura migliore di quello dell'anno passato, quando alla stessa giornata aveva ben otto punti in meno. Primi in classifica con tre punti di vantaggio proprio sui partenopei, imbattuti da ben 47 gare, miglior attacco e miglior difesa. Numeri che fanno impazzire di gioia noi tifosi! La trasferta a Torino ci ha visto presenti come sempre in massa allo Stadium, tra pullman e aereo. Viaggio tranquillo sia in andata che in ritorno, nulla da segnalare, bella compagnia con il retro pullman, pieno di tanti giovani, le nostre nuove leve, capitanate da Gianni Strippoli, mentre nella parte davanti tutti i "vecchi soci" ma non anagraficamente parlando ma solo per "anzianità maturata" all'interno del club. A guidare il gruppo Fabio, Andrea e Nicola! Giunti a Torino, a prima ora, il gruppo si divide tra chi scende in centro, dove poco dopo faranno l'incontro speciale con PAVEL NEDVED e chi invece decide di andare già in zona stadio, dove Fabio e Nicola erano super impegnati tra appuntamenti vari e accompagnare i restanti soci alla visita dello Stadium e del Museo. All'ora di pranzo tutti al nostro solito ristorante, dove mangiamo di tutto e di più e soprattutto ci "spariamo" birre su birre! Poi tutti nuovamente al pullman dove iniziano i preparativi, tra chi prepara il materiale e chi inizia la distribuzione dei tagliandi. Non mancano i soliti ritardatari che fanno arrabbiare e non poco il grande Fabio che urla ancor prima di entrare! Tutti dentro, la metà questa volta in Sud, il nostro regno, il posto più bello che c'è in tutto lo Stadium. L'unico che ancora non entra è proprio Fabio intento a parlare fuori con i vari "capi" di altri gruppi. Da vero "condottiero" lo vediamo scendere le scale della Sud soltanto 15 minuti prima dell'inizio partita. Si posiziona sulla vetrata al fianco della porta, da dove osserva dapprima la posizione di tutti gli altri "gobbi andriesi", poi dello striscione al bocchettone, per poi dare inizio al suo show nei confronti di Bergonzi arbitro di linea, il quale dopo 40 minuti di offese e urla, finalmente si gira osservando e sorridendo in direzione di Fabio, che nel frattempo gli aveva riservato una battuta "comica" che aveva fatto sorridere anche tutti gli altri che gli erano intorno! In curva c'erano quasi tutti i pezzi da novanta del nostro club, da Fabio e Marco Fiandanese, da Enrico a Savino, da Eligio a Michele Losito, da Massimo Matera a Mimmo Strippoli, da Riccardo Dell'Olio a Gianni Strippoli, da Gino a Marco Lambo, da Stefano a Roberto con Andrea, Giuseppe e Nicola oramai nominati a "striscionisti e portatori di scotch nelle mutande". Abbiamo sicuramente dimenticato altri e tutti coloro che erano distribuiti in tutti i settori dello stadio, ma la lista è lunghissima e quindi ringraziamo proprio tutti per aver preso parte numerosissimi a questa importante gara! Grande, grandissimo tifo, con i napoletani ancora una volta sovrastati dallo strapotere dello Stadium. Stupendo il tifo che si stava facendo cinque minuti prima della rete di Caceres, quando tutto lo stadio saltellava al grido di CHI NON SALTA E' UN NAPOLETANO OH OH OH OH! Ancora una volta abbiamo dimostrato che siamo davvero l'uomo in più per la nostra squadra. Dei napoletani che dire??? dopo le "mazzate" dello scorso anno prese nei dintorni dello Stadium, questa volta hanno badato bene dall'avventurasi in giro, non facendosi proprio vedere o per lo meno giravano in incognito senza colori! Si lamentano che subiscono insulti razzisti e di ogni genere, ma poi non si rendono conto che con i loro comportamenti, definirli animali è, credeteci, un offesa per il vero essere animale! Prendersela con i bagni dello stadio o con altre suppellettili dimostra tutta la loro mentalità e inciviltà di popolo! Ma credete di sentirvi grandi compiendo queste gesta??? Mahhhh, pertanto non offendetevi quando vi chiamano ovunque, anche nello stesso Sud Italia, Napolecani o colerosi! A fine gara solito ritrovo festante dei nostri nell'angolino a sinistra della Sud, con foto di rito di parte dei soci e coro di scherno agli avversari di turno....NOI NON SIAMO NAPOLETANI! Poi tutti fuori a salutarci con i ragazzi degli altri gruppi e con i nostri ragazzi intenti arrivati in aereo. Si ritorna al pullman dove ci si raggruppa tutti prima di lasciare Torino. Ancora un altra grande soddisfazione, ancora un altra grande trasferta! Al rientro ad Andria troviamo il Presidente ad attenderci. Sventolio di bandiere e cori prima di salutarci. Lunedì sera già si riparte, ancora Fabio a capitanare la spedizione dei ns. soci a Copenaghen, tutti in volo via Londra per poi martedi mattina raggiungere di li, la capitale danese. Orgogliosi di Voi, Orgogliosi di Noi. Portateci i tre punti dalla lontana e fredda terra a Nord dell'Europa! 

IL CIUCCIO E' STATO "MAZZIATO" ah ah ah ah ah ah...................AVANTI IL PROSSIMO!

JC ANDRIA SEMPRE ED OVUNQUE PRESENTE!

 

 
 
TANTI AUGURI A TUTTI NOI
 
Il 22 ottobre del 2003, nove "lungimiranti" persone, nonostante l'enorme delusione del dopo finale Champions di Manchester, davanti al Notaio Sabino Zinni (sabato sera presente a Torino contro i "ciucci"), anche lui scelto all'epoca per la sua forte juventinità, costituirono e diedero vita allo JUVENTUS CLUB ANDRIA "Avv. Giovanni Agnelli". Un club, il nostro, che oggi 22 ottobre 2012, dopo nove lunghi anni, ha raggiunto, grazie diecimila sforzi e sacrifici compiuti, una notorietà ed un rispetto nel panorama del tifo juventino che ci riempie di tanto orgoglio! Possiamo dirlo a gran voce: SIAMO OGGI UNA SPLENDIDA REALTA'  a cui molti guardano con invidia, ma questo non può che farci solo Onore....perchè si dice TANTI NEMICI, MOLTO ONORE e soprattutto molti vedono in Noi un esempio da seguire nell'organizziazione della vita di un club!
Oggi se ancora qualcuno non lo avesse capito è il compleanno del nostro club che spegne le sue nove candeline ed entra ufficialmente nella decima stagione, che ci porterà, nel prossimo anno, a festeggiare il nostro primo DECENNALE. Che altro dire su di un club che di anno in anno è riuscito a crescere numericamente, partendo dai 141 soci del primo anno e arrivando oggi a sfiorare gli 800 iscritti. Potremmo scrivere tanto altro, ma noi preferiamo già guardare oltre e già pensare alla programmazione delle attività per il decennale e soprattutto alla gestione, non facile delle trasferte organizzate ogni tre giorni!
AUGURI A TUTTI NOI SOCI DELLO JUVENTUS CLUB ANDRIA, brindiamo idealmente con tutti, uno ad uno e ringraziamo soprattutto coloro i quali ci seguono da fuori Andria e da fuori regione!
Abbiamo volutamente inserito a corredo dell'articolo, una foto di sabato
mattina, relativa alla nostra trasferta a Torino contro il Napoli che ha
visto una parte dei ns. soci, incontrare in centro città, niente poco di
meno che, un simbolo per tutti noi tifosi GOBBI, PAVEL NEDVED, la furia ceca per sempre, l'uomo che ci regalò il magico scudetto del 5 maggio 2002. Chi potrà mai dimenticare la rete di NEDVED a Piacenza a pochissimi minuti dal termine al 43° per la precisione, con l'inter che proprio in quell'istante subì la rete del pari  a Verona, dal Chievo! Quella rete fu poi decisiva alla fine della stagione! VINCENZO SIMONE, grandissimo sostenitore della Juventus e socio fondatore del ns. club, ha salutato con piacere il grande PAVEL indossando come noterete dalla foto dell'articolo la mitica sciarpa dei FIGHTERS, quella che rievoca il 5 maggio 2002, una data che per altri rievoca un incubo, un trauma mai superato! Nella foto un altro storico "gobbo andriese", Franco Guadagno. Ecco per festeggiare il nostro nono compleanno abbiamo scelto loro due come simboli della grande famiglia
qual'è lo JUVENTUS CLUB ANDRIA. DA NOVE ANNI VI FACCIAMO VIVERE EMOZIONI INDIMENTICABILI. TUTTI ASSIEME SCRIVEREMO NUOVE PAGINE E NUOVI CAPITOLI DELLA STORIA DEL NS. CLUB!
IL DIRETTIVO JC ANDRIA
 

 
 
IN VIAGGIO VERSO TURIN
 
Ore 3,00 il nostro pullman era già nei pressi di Ancona, come sempre al gran completo e come sempre anche questa volta siamo riusciti nell'impresa di accontentare tutti i soci che ci hanno fatto richiesta, sia quelli che ovviamente viaggiano in pullman e sia quelli che raggiungeranno Turin in aereo. I ragazzi partiti in bus erano carichi come delle molle.....del resto in questa trasferta  è presente il plotone dei "vecchi"! Eccoli, alcuni, nella foto inviataci tramite mail, ritratti nella prima sosta in autogrill....per gli amici......f....grill.
Questa sera lo STADIUM sarà una bolgia in quanto è sospeso lo sciopero del tifo! Noi a proposito di questa situazione di merda venutasi a creare, siamo stati contattati telefonicamente dal centro coordinamento che definisce la nostra polemica, per noi costruttiva, come distruttiva, volgare ed offensiva.....
Al paese nostro questa si chiama ironia! 
resta il fatto che "E' bello metterlo a quel posto ad una vacca...bisogna saper metterlo a quel posto ad un toro"
AVANTI JC ANDRIA.....TANTI FATTI POCHE PAROLE.
Uno.....due......tre......fuori la voceeeeeeeee.........
NOI NON SIAMO NA PO LE TA NI....ta ta ta ta ta ta...
 

 
 
TRE PUNTI CHE VALGONO DOPPIO
 

Nell'articolo precedente, di commento alla gara di Champions, avevamo fatto riferimento allo stesso periodo odierno, paragonato allo scorso anno! Bene la Juventus nelle prime sette giornate fu per ben quattro volte fermata sul pari da avversari di medio/bassa classifica. Ecco perchè riteniamo, che aver conquistato tre punti sull'ostico campo del Siena, sia stato di vitale importanza, perchè sono queste le gare che alla fine di un campionato pesano di più. Tre punti che, per come maturati, alla fine hanno assunto quasi una importanza doppia! Una Juventus quasi perfetta nel primo tempo, dove oltre al gol del solito Professor Pirlo, i bianconeri potevano chiudere la prima frazione di gioco già sul 3-0, ma invece, complice una "grave disattenzione difensiva" di Paolo De Ceglie, il Siena è addirittura riuscito a portarsi sul pari! Nella ripresa un vero e proprio assalto al fortino senese, davvero una bella squadra, ben messa in campo! La Juve ci ha provato in tutti i modi a scardinare l'attenta retroguardia avversaria, ma un po per la nostra imprecisione, un po per sfortuna, ma soprattutto per la bravura dell'estremo difensore avversario, la palla non entrava. Poi come spesso accade nel calcio, rischi anche di subire la rete degli avversari in un paio di circostanze, complici due altre disattenzioni difensive che potevano costare care, molto care! Ma ecco uscire ancora una volta dal cilindro magico del nostro Mister "in tribuna", un repentino cambio di modulo negli ultimi dieci minuti, che subito conduce la Juve ad una bella ed insistita azione conclusa con un tiro secco di Claudio Marchisio che va ad insaccarsi nella rete per il definitivo 2-1 finale! La Juve è una grande squadra, una squadra dalle mille risorse, una squadra cinica, spietata, che anche quando stanca riesce sempre a profondere l'ultimo sforzo! Antonio Conte, in tribuna esulta, quasi come se avesse segnato lui, si abbraccia e bacia la sua compagna, sua figlia! Bella, bellissima questa immagine che ci fa capire una volta di più quanto Antonio stia soffrendo e soprattutto quanto Antonio sia follemente innamorato di questi colori! Sempre più orgogliosi di averlo in panchina, sempre più orgogliosi di avere come allenatore il miglior tecnico in circolazione in Italia e probabilmente tra i migliori in circolazione a livello europeo! A Siena il nostro club, nonostante sia una trasferta meno importante, ha portato ben 13 soci con il quattordicesimo socio (Gino), venuto meno all'ultimo istante. Partiti in 9 con un furgone, con Mimmo Canzio, Antonio Carbone, Gianni Vurchio e Vincenzo Quacquarelli oltre a cinque donne! Andrea e Giuseppe Leonetti invece sono partiti da soli in auto, già dal sabato pomeriggio con Marco arrivato in treno da Roma e Nicla già su Siena per motivi di lavoro! Cosa aggiungere per questi soci che pur di rappresentare il club in quest'altra trasferta hanno rinunciato a gare ben più importanti! Mentalità e applausi! Solita trasferta tranquilla, con una marea di tifosi juventini, per lo più tifosi occasionali! Giro in Piazza del Campo, poi tutti a pranzo alla nostra solita trattoria senese in Piazza del Mercato per poi dirigersi a pancia piena verso lo stadio dove ci si incontra con i diversi amici. Si entra dentro, il tempo di una foto fugace con lo striscione comunque portato, per poi riporlo nella sacca, vista la decisione, giusta, di proseguire con lo sciopero del tifo! Nessun coro, nessuno stendardo, nessun vessillo, solo un enorme striscione di protesta che recitava: "IL NOSTRO SILENZIO SARA' ASSORDANTE: NOI SIAMO PASSIONE!". Da segnalare all'ingresso numerosi ed assurdi controlli, con problemi per qualcuno dei nostri giunto a Siena senza tessera del tifoso ma con regolare biglietto. Ancora non se ne fanno una ragione che questa "maledetta tessera" non serve a nulla e che non possono vietare l'ingresso a chi comunque riesce comunque a procurarsi un valido tagliando d'ingresso! In questi giorni, molti si chiedono cosa stia accadendo nella casa del tifo bianconero, la Curva Sud! Perchè la parte più accesa e calda della nostra tifoseria ha deciso a malincuore di adottare il silenzio come forma di protesta? Cominciamo subito con il dire che il disagio parte già dalla scorsa stagione quando la società Juventus, dopo aver consentito a ciascuno dei gruppi della tifoseria organizzata di portare all’interno dello stadio il proprio bandierone, improvvisamente comunica che questo permesso è revocato. Per i gruppi è una restrizione inaccettabile, il bandierone è sacro. Con i suoi buchi e le sue lacerazioni, la bandiera insieme allo striscione in balconata racconta la vita vissuta in casa e in trasferta, è un simbolo. Tuttavia, per non turbare la squadra in piena corsa scudetto si è deciso di ingoiare il rospo e accettare la situazione.Un’altra mazzata è arrivata con la campagna abbonamenti, con aumenti significativi (il 30 % in più!), altro boccone indigesto che, comunque, non ha impedito la corsa al rinnovo anche perché, senza il prezioso tagliando, diventa praticamente impossibile riuscire ad entrare allo stadio. Un aumento difficile da spiegare alla gente e in un paese alle prese con gravi problemi economici, per di più se si considera che tantissima gente come noi, sempre presente, deve al costo del biglietto sobbarcarsi l'onere delle spese di viaggio! Ma ci sono molte altre motivazioni che hanno indotto i gruppi alla protesta, compreso il nostro club, già in forte rottura con il Centro Coordinamento per una assurda gestione della distribuzione dei biglietti che non tiene conto di chi come noi è sempre presente in ogni partita sempre con numeri rilevanti, conta un elevatissimo numeri di soci ma che soprattutto sostiene la Juve da SEMPRE, perchè c'eravamo dopo la delusione di Manchester, c'eravamo quando si vinceva con Capello al Delle Alpi, c'eravamo in Serie B, abbiamo mangiato la merda, tanta, negli anni dei settimi posti, ci siamo ora che si è tornati a vincere, ma soprattutto ci saremo sempre! Noi la Curva Sud la sentiamo come casa "nostra", un luogo dove poter accendere la passione del tifo e trascinare la squadra e tutto il resto dello stadio. Ci sono altri settori dell’impianto dove chi vuole, può tranquillamente guardare la partita seduti, ma non in Sud. In Sud si sta in piedi, anche sul seggiolino con il rischio di cadere quando si segna, in Sud ci sono i bandieroni e gli striscioni, gli stendardi, in Sud non esiste il “posto numerato o assegnato”. Ci incazziamo come delle belve, quando qualcuno ci si avvicina è ti dice: "ma questo è il mio posto....." oppure da dietro...."abbassate quel cazzo di stendardo...." 

Cosa sarebbe lo Juventus Stadium senza la Sud? Lo abbiamo già visto…...

Cara Società, caro Coordinamento noi non siamo vostri clienti, noi siamo i veri tifosi, quelli che pur di seguire la Juve sono disposti a tutto, anche a mettere a rischio la propria incolumità! 

ONORE ALLA CURVA SUD SCIREA!

 

 
 
VI VOGLIAMO COSI'
 
E' un motivo di grande orgoglio per noi sapere di avere dei soci come Antonio (FINO ALLA FINE) e Costanza nella foto, ma ne abbiamo tantissimi così, che si sentono orgogliosi di appartenere alla grande famiglia dello JC ANDRIA è che ovunque vanno, anche in palestra, in estate al mare, indossano un simbolo del ns. club! Eccoli qui ritratti in Piazza del Campo a Siena, con tanto di t-shirt dello JC ANDRIA. Ma dobbiamo anche ringraziare i tanti soci, che anche se in altri settori dello stadio a Torino, indossano con orgoglio materiale del club, come Paolo Porziotta, che non perde occasione dalla Tribuna Centrale dello Stadium e anche in trasferta a Londra di mostrare il nome del club a cui tutti apparteniamo! Ma è con grandissimo orgoglio che annunciamo anche per quest'anno il raggiungimento della quota 700 soci iscritti al club, quota che lo scorso anno abbiamo raggiunto a fine novembre e che quest'anno tagliamo con un mese e mezzo di anticipo! GRAZIE DI CUORE A TUTTI per il sostegno che ci date e per la passione che ci mettete, elementi senza dei quali oggi non saremmo mai potuti arrivare a simili risultati!
Adesso ci attende la sfida chiave contro il Napoli, subito dopo la ripresa del campionato che si ferma per la nazionale, abbiamo ben 63 soci iscritti e come sempre stiamo facendo di tutto pur di riuscire nell'obiettivo di reperire tutti i tagliandi, grazie e soprattutto alle infinite amicizie! 
Le prenotazioni sono ovviamente già chiuse ed invitiamo tutti i soci in lista a passare queste sere dal club per lasciare acconto e per informazioni sull'organizzazione del viaggio come sempre in pullman GT!
AVANTI JUVENTUS CLUB ANDRIA! FATTI NON PAROLE!
 

 
 
ANCORA UN PAREGGIO IN CHAMPIONS NEL SILENZIO DELLO STADIO
 
Martedì sera, allo Juventus Stadium si è tenuto l'incontro con lo Shachtar Dontetsk, valevole per la seconda giornata del raggruppamento E della Champions League. Vincere era l'obiettivo della Juventus, ma di fronte abbiamo trovato un ostacolo più difficile del previsto. Gli ucraini erano ben messi in campo e sicuramente in un periodo di forma più ottimale rispetto al nostro. Poi se consideriamo le difficoltà pari quasi a zero del loro campionato, bene ci siamo detti tutto o quasi. Ma non vogliamo con questo non dare i giusti meriti ad un avversario, forse il primo in assoluto venuto a giocare a Torino senza timore e a viso aperto, giocando per lunghi tratti anche un bel calcio, fatto di fitte trame e possesso palla impressionante, proprio come ci ha abituati la nostra Juve da un anno a questa parte. 1-1 il risultato finale. Ma martedì sera, la Juventus non ha disputato la sua solita gara. E' partita contratta, con una manovra più lenta del solito e con un paio di uomini sicuramente non in giornata, Pirlo e Vidal. Nonostante lo svantaggio, la Juventus ancora una volta però si è dimostrata dura a morire, andando dapprima a pareggiare con un eurogol di Bonucci, poi addirittura a sfiorare il vantaggio, giocando molto meglio sino almeno al 20° della ripresa. Poi è calato nuovamente il sipario con gli uomini di Lucescu, vecchia conoscenza del calcio italiano, andati in più occasioni vicini alla rete che avrebbe potuto significare prima sconfitta nel nuovo stadio. Invece niente di tutto ciò, la Juve ha dimostrato di saper reggere l'urto, anche quando è in giornata no. E' la seconda volta che accade dopo Firenze e dopo il primo tempo di Londra, una squadra che lotta sino all'ultimo. Nulla è compromesso, siamo solo alla seconda giornata. Ne mancano 4, non bisogna fare assolutamente nessun calcolo. La classifica dice che siamo terzi con due punti, alle spalle del Chelsea e dello Shachtar che sono appaiati in vetta a 4 punti. Loro adesso dovranno scontrarsi in andata e ritorno, mentre noi dovremo vedercela con la "matricola" speriamo non terribile, dei danesi, fermi a quota zero punti. Avanti Juventus! Siamo più fiduciosi che mai, la migliore forma della nostra squadra non è ancora raggiunta. Di questi tempi lo scorso anno si pareggiava a Catania, in casa con il Bologna e a Verona contro il Chievo, anche allora come oggi, era semplicemente un fatto di preparazione! In panchina ricordatevelo abbiamo ANTONIO CONTE. E' lui il nostro top player, il nostro vero attaccante, colui che riesce sempre a dare la scossa giusta alla squadra nei momenti importanti! Oggi tra l'altro, abbiamo anche appreso che il mister tornerà in panchina già il 9 dicembre nella trasferta di Palermo, visto lo sconto ottenuto al TNAS che ha ridotto la sua squalifica a complessivi 4 mesi. Due sono già stati scontati, ne mancano pertanto altri due, ma se qualcuno pensa che siamo contenti e soddisfatti di tutto ciò, si sbaglia di grosso! Siamo più incazzati di prima, perchè il mister meritava una piena assoluzione per una cosa di cui non era a conoscenza è per giunta senza un minimo di straccio di prova! Assurdo, innocente e condannato a 4 mesi e ad una gogna mediatica di 5 mesi! Sapete come è andata???? oramai lo sanno tutti: i giudici del TNAS resosi conto dell'ingiustizia perpetrata a danno del ns. allenatore non hanno potuto cancellare del tutto la sentenza, altrimenti la FIGC si sarebbe vista costretta a riconoscere un mega risarcimento alla JUVENTUS e allo stesso CONTE. Vergona, vergogna e ancora vergogna! Ma il leone sta per uscire dalla sua gabbia e non appena sarà li nuovamente al suo posto ne sentiremo delle belle e lo rivedremo finalmente felice e gioioso di fare il suo lavoro! Avanti Conte! Ma martedì un altro aspetto ha attirato l'opinione pubblica, i vuoti dello Stadium e la contestazione della CURVA SUD, strapiena di gente, nei confronti della società! 30.000 gli spettatori sugli spalti, per la primissima volta, lo Juventus Stadium in poco più di un anno dalla sua apertura, ha fatto registrare questi numeri così bassi. Non è uno scandalo se si pensa al trend in Italia in questo momento, ma per il ns. stadio pare di si per alcuni media! Vi sembrano normali per gli abbonati, 40 euro per una curva di martedì dopo Juventus - Roma???? Vogliamo parlare nuovamente della contestazione???? Anche noi vi abbiamo partecipato ed aderito convinti delle motivazioni che hanno indotto i gruppi della Sud a intraprendere questa strada! Era l'occasione e il palcoscenico giusto per dare un segnale forte alla Società. Certo era strano vedere tutti seduti ed un silenzio surreale, non eravamo abituati a questo, la squadra certamente ne avrà risentito perchè il pubblico è sempre stato la vera forza della squadra in questo nuovo stadio, soprattutto nei momenti di difficoltà! Abbiamo letto tante "fesserie" sui giornali e siti internet circa le reali motivazioni dello sciopero. Ognuno ha detto la sua, ma nessuno si è realmente preoccupato di andare a chiedere ai diretti interessati quali fossero davvero i motivi! Noi ne avremmo tantissimi da elencare, ma preferiamo non scriverli perchè a chi di dovere lo abbiamo scritto e riscritto, in tutti i modi e anche senza mezzi termini! ADESSO ESIGIAMO DELLE CONCRETE E REALI RISPOSTE! Un grazie ai 20 ragazzi partiti con lo Shachtar che hanno percorso 2.000 km tra andata e ritorno pur sapendo di non dover tifare e di dover stare in silenzio ad assistere alla partita, cosa a cui non siamo proprio abituati. Grazie a Vincenzo Quacquarelli, finalmente tornato in prima linea dopo un periodo di problemi suoi personali, ma un grazie va dato anche al figlio del Presidente, Roberto Nicolamarino, a Fabio Fiandanese, a Angelo Marzano, ad Antonio Fortunato, a Diego Matera, al solito grande Gino Patano, a Gaetano Lorusso, Riccardo Mari, Andrea Ceccarelli e ad altri dieci nuovi soci di altre città (L'Aquila, Frosinone e Milano e dintorni)! Giunti in aereo via Orio al Serio, sono poi arrivati in zona stadio, con le auto dei soci del Nord, alle 18,00 dove Gino gli attendeva con i biglietti già ritirati. Poi tutti dentro con striscione nuovamente al rovescio come da foto assieme ai ragazzi di Trani saliti in 4 e ai Ragazzi Ungheresi giunti a Torino anche di martedì, con i quali si è oramai in perfetta sintonia! Dopo due giorni e mezzo di tregua, oggi ci siamo rimessi in moto, già intenti a preparare la trasferta in terra di Siena. Solita scampagnata, dove non ci aspettavamo di avere partecipi ben 14 soci! A guidare i nostri ragazzi assieme ai 7 di Trani ci sarà Andrea Leonetti con Vincenzo che dopo un periodo di stop adesso si rimette a tutti gli effetti in moto. Da segnalare presenze importanti come quelle di Mimmo Canzio, Antonio "fino alla fine" Carbone e Gianni Vurchio. 
Avanti così JC ANDRIA! 
E NON CI AVRETE MAI COME VOLETE VOI!!!!!!!
 

 
 
ROMA ASFALTATA, IL BOEMO UMILIATO
 
Era una gara che tutto il popolo "gobbo" sentiva tantissimo, non tanto per la "storica" rivalità con i giallorossi, ma quanto per la presenza, quest'anno, sulla panchina dei capitolini, di quell'essere così "spregevole" e "vomitevole" che preferiamo nemmeno nominare, in quanto i "mezz'uomini" o meglio ancora i "qua qua ra quà" non meritano nessuna citazione (questo vale non solo per lui, ma per diversi altri....a buon intenditor poche parole....chi sa....sa)! 4-1 il punteggio finale con il quale la JUVENTUS ha letteralmente "stramazzato" al suolo la Rometta. Pensate dopo nemmeno 20 minuti di gara, la contesa poteva già considerarsi chiusa. Ma peccato, perchè il risultato è davvero bugiardo. Se la gara fosse terminata sette o otto a uno, nessuno avrebbe potuto dir nulla, ma invece la nostra imprecisione, la sfortuna e qualche bella parta del portiere avversario hanno fatto si che il punteggio non assumesse proporzioni tennistiche! Una Juve famelica come quella dello scorso campionato, come quella che vuole Antonio Conte, come la squadra che tutti noi tifosi vogliamo. Un altra prestazione maiuscola di tutti i protagonisti in campo, sia i titolari schierati dall'inizio che tutti i subentrati. Ognuno ha recitato alla perfezione il copione impartito dal sempre più grande allenatore Antonio Conte, che studia ogni dettaglio con una perfezione quasi maniacale! Al 90° quindi a fine gara, l'azione più significativa di tutto il match, Barzagli anticipa per l'ennesima volta un suo avversario in difesa, prende palla ed inizia una lunga cavalcata attraversando tutta la fascia destra e servendo al limite dell'aria il neo entrato Giovinco che salta il portiere e deposita in rete la palla del definitivo 4-1. Vedere la Juve correre e affamata sino al 90° è la cosa più bella, vedere dopo 90 minuti giocati di corsa e con ritmi impressionanti, uno come Barzagli (STREPITOSO) correre ancora come un dannato, bene ragazzi questo ci fa gonfiare ancora di più il petto dall'orgoglio e dalla consapevolezza di avere un gruppo a dir poco sensazionale! Ma dicevamo, l'uno, due, tre iniziale della Juve è stato devastante, ha tramortito la Roma per poi metterla definitivamente ko. Prima Pirlo con una magistrale punizione, poi Vidal su calcio di rigore, poi "MITRA MATRI" messo splendidamente a tu per tu del portiere da un  sempre più devastante VIDAL. E' apoteosi totale all'interno del "caldo catino" dello JUVENTUS STADIUM. Il popolo gobbo è in visibilio come noi all'interno del club, ancora una volta pieno, ancora una volta straripante di entusiasmo! Dopo il 3-0, la Juve non si placa, sforna un gioco spettacolare, azioni su azioni, palle gol, palo e traverse non aiutano ad arrotondare il risultato. Buffon, saltella ma si annoia, nessuno gli si avvicina dalle sue parti. Del resto con tre giganti del calibro di Bonucci, Chiellini e Barzagli, con De Ceglie e Caceres (ancora un turn over perfettamente riuscito, segno che possiamo contare su di un grande gruppo) sulle fasce bravi ad offendere e a contenere. Poi vogliamo parlare di Claudio MARCHISIO? Geniale, come sempre più geniale è Andrea PIRLO, un centrocampo forse tra i migliori in assoluto a livello europeo in questo momento! In attacco poi Conte sta facendo ruotare tutti gli attaccanti con assoluta facilità e soprattutto schierandoli in base alle caratteristiche degli avversari, in pratica Conte in settimana assieme ai suoi validissimi collaboratori (Carrera e Filippi), studia gli avversari cercando di sfruttare tutti i loro limiti! Ma adesso archiviamo la gara contro la Roma per dedicarci anima e cuore alla difficile e importantissima partita di Champions che attende la Juve martedì sera allo Stadium contro gli ucraini del Dontetsk! Conterà solo vincere per portarci avanti in classifica dopo l'ottimo esordio di Londra. La trasferta della nostra "sempre numerosa pattuglia" è iniziata, come detto in un precedente articolo, alle ore 23,00 con il ritrovo e partenza dalla piazza della stazione di Andria. Ancora un autobus Gran Turismo, che ha sorpreso i nostri soci, ancor più bello di quello contro il Parma, del resto le ditte da cui ci serviamo con costanza, non possono più deluderci, visto il tanto lavoro che diamo noi a loro, da anni! Questa volta, tutta o quasi tutta la vecchia guardia è rimasta ad Andria per un meritato riposo dopo un inizio di stagione "di fuoco". A guidare il gruppo Andrea Leonetti, oramai a tutti gli effetti stretto "collaboratore" di Fabio e Nicola Pisani, onnipresente, anima e cuore del ns. club! C'erano tante new entry, ma anche tante "belle persone". Insomma come ha detto un socio al rientro, "era un pullman di alta qualità"! Permetteteci di menzionare Vincenzo Zingaro, Nicola Patruno, Roberto Leonetti, "Davidino" il talismano, Gino, Franco Di Franco che conferma il suo motto "1 fisso", il nostro "batterista" Nicolino Cannone, rientrato senza un filo di voce ad Andria. Ma la lista è lunga, ringraziamo di cuore tutti e siamo felici di sapere che abbiate vissuto una esperienza indimenticabile anche grazie alla ns. sempre perfetta organizzazione! Diciamo che anche il nostro turn-over è perfettamente riuscito! Viaggio come sempre organizzato in collaborazione con lo JC TRANI, con i quali e non ci stancheremo mai di ripeterlo, viaggiamo sempre più in perfetta sintonia, possiamo anche dirlo, siamo oramai un UNICO GRANDE GRUPPO! L'andata è trascorsa in modo del tutto tranquillo. A Torino, pioggia a parte, i ragazzi si sono quasi tutti recati in centro città dove il Presidente Francesco Nicolamarino gli attendeva. Dopo pranzo, tutti in zona stadio, per visita al Museo, consueta passeggiata nel centro commerciale prima della faticosa distribuzione dei biglietti anche ai tanti soci che nel frattempo erano giunti a Torino con i vari voli prenotati. Anche in questa gara tutti i settori erano presidiati da nostri associati! Entrati in curva Vincenzo Zingaro e Nicola Patruno sistemavano lo striscione grosso al "solito posto" ma questa volto messo al rovescio, per la protesta che tutti i gruppi della Sud, compreso il nostro hanno inscenato nei confronti della Società e di cui vi diremo in un altro articolo! RICORDATEVELO CHE LA JUVE SIAMO NOI, non i Tour Operator e "puttanate varie"! Un nutrito gruppo dei nostri soci si posiziona alle spalle della porta dietro lo striscione TRADIZIONE con il ns. ANDRIA PRESENTE, li al suo solito posto! I restanti soci con il Presidente in testa si posizionano sul lato sinistro dietro lo striscione grosso. Prima dell'inizio il saluto dei nostri al grande Umberto Toia, capo storico e leader del Gruppo Storico Fighters Tradizione 1977, con i quali siamo legati da una forte amicizia. Nella foto dell'articolo, Umberto "IL PRESIDENTE" è a destra, sullo sfondo Andrea Leonetti, mentre Vincenzo Zingaro con Nicola Patruno sono rispettivamente al centro e a sinistra della foto. Grande tifo, cori continui e possenti contro il boemo di merda e anche sciopero del tifo per una buona parte! Finisce come sempre in trionfo, con i saluti alla squadra, ai nostri amici di curva, Aosta e Bassa Valle (altro feeling perfetto con loro) e poi tutti in pullman per rimettersi in viaggio verso Andria, dove la truppa è giunta intorno a mezzogiorno di domenica mattina, stremata ma stra felici di aver "LETTERALMENTE UMILIATO ED AFFOSSATO" la Roma ed il suo "boemo di merda!
Forza adesso saltate tutti con Noi: chi non salta è un boemo di merda...oh oh oh oh oh oh, chi non salta è un boemo di merda......(ha fatto una figura in mondovisione)!
E NON CI AVRETE MAI....COME VOLETE VOI.....
GRUPPO ANDRIA 2003 SEMPRE PRESENTE PRONTI GIA' A RIPARTIRE SEMPRE PER TORINO, CON ALTRI 20 SOCI (dicasi venti), dopo i 19 di Londra che presenzieranno in Champions martedì!
 

 
 
LA CURVA SUD IN SCIOPERO
 
Sabato sera tutti gruppi organizzati della CURVA SUD JUVENTUS, compreso noi, hanno manifestato il loro dissenso nei confronti della Società per il trattamento riservato verso la parte "attiva" e "passionale" dei tifosi, quelli che possono tranquillamente gridare: "LA JUVE SIAMO NOI". Si è iniziato in estate dal salasso sul prezzo degli abbonamenti per giungere ai salassi nel costo dei biglietti, quei pochi rimanenti in vendita, che stanno "dissanguando e non poco" soprattutto chi come noi deve già affrontare le spese di trasferta ogni tre giorni! Vogliamo poi parlare dei disservizi della Società nella consegna delle tessere del tifoso che giungono mediamente dopo 45/60 giorni?????. Vi sembra poi normale che un abbonato di curva debba poi spendere in prelazione 40 euro, per assistere ad una gara di Champions senza un minimo riguardo rispetto a chi non ha fatto l'abbonamento? Se poi andiamo a toccare il tasto della distribuzione dei biglietti, qui diventiamo delle "belve", ultimamente stanno accadendo troppe cose strane, biglietti che spariscono non si sa come e attraverso quali canali, tour operator che spuntano come funghi, agenzie viaggi fittizie.....il centro coordinamento che praticamente non coordina più nulla (nonostante i 18 euro di quota di affiliazione per ogni singolo socio.....una vergogna) a svantaggio di "grandi club" come il nostro che ogni maledetta partita sono presenti e subissati di richieste biglietti! La Uefa per chi non lo sapesse, ha istituito una figura denominata con una sigla "SLO" Supporter Liason Officer che dovrebbe (usiamo appunto il condizionale), garantire attraverso un "mediatore", una figura che faccia da tramite, tra il tifo organizzato e la Società per ogni qualsiasi problema. Invece sapete cosa accade: o non ti risponde nessuno, oppure ognuno fa a scarica barile sull'altro! Adesso l'ultima novità è che vorrebbero per tutte le trasferte europee, non assegnare più biglietti ai Club in quanto dicono che dovremmo acquistare solo ed esclusivamente i loro pacchetti che prevedono i loro voli, i loro alberghi e i loro "cazzi" senza tener conto delle tasche di ognuno di noi e senza tener conto che noi pur di esserci ci accontentiamo di dormire sulle panche dei diversi aeroporti d'Europa! 
ESIGIAMO RISPETTO VERSO TUTTI QUEI GRUPPI E CLUB CHE SI SBATTONO DA SEMPRE A DIFESA DI UNA FEDE CHIAMATA JUVENTUS! Voi semplici burocrati ed esperti di marketing non sapete nemmeno probabilmente cosa significhi fare il tifoso vero, organizzare, partire! Voi sapete solo pensare al "DIO DANARO". Noi non siamo Vs. clienti, noi siamo i veri tifosi della JUVE! 
LA JUVE SIAMO NOI!
La protesta della Sud dovrebbe proseguire anche nelle prossime settimane qualora a tutti questi interrogativi non dovessero seguire delle risposte concrete e nei fatti! 
Nella foto dell'articolo la protesta del ns. club e di quello di Trani con gli striscioni al rovescio come tutti gli striscioni della Sud sabato sera contro la Roma.
 

 
 
DIRETTAMENTE DA TURIN: IL NOSTRO GINO E LA MENTE ANDREA
 
Un pensiero dalla notte e dalla movida torinese. Direttamente dall'ONE APPLE in TURIN, il locale del fratello di Antonio Conte (Daniele), i nostri ragazzi rimasti su per assistere anche alla sfida di Champions di martedì, hanno incontrato il grandissimo ANDREA PIRLO nella foto con il "solito GINO", con il quale hanno simpaticamente condiviso un  pensiero rivolto alle "MERDE UMANE". Pirlo ha subito condiviso, sorridendo e non poco, alla battute dialettali dei nostri!
VI SORPRENDIAMO SEMPRE!
 

 
 
IN VIAGGIO VERSO TORINO
 
Ecco il nostro "nuovo spettacolare pullman" con il quale, qualche minuto fa, dalla Stazione di Andria, i soci dello JUVENTUS CLUB ANDRIA hanno intrapreso il lungo ed ennesimo viaggio verso Torino, dove sabato sera assisteranno alla sfida contro la Roma. A capitanare il gruppo Andrea Leonetti e Nicola Pisani nella foto, con il Presidente Nicolamarino invece già a Torino da venerdì sera. Pullman, ovviamente e come sempre tutto esaurito! Buon viaggio a tutti i ragazzi e "anziani" del club presenti, un saluto particolare ai "veterani": al sempre più incredibile Gino Patano (che si fermerà a Torino per assistere anche alla gara di Champions martedi...dove saremo presenti in 20 unità) a Nicola Patruno, Roberto Leonetti, Vincenzo Zingaro, il mitico Franco Di Franco "detto 1 fisso" e ai tantissimi soci nuovi presenti a bordo! 
AVANTI JC ANDRIA.......FATTI NON PAROLE! DIFFIDARE DALLE IMITAZIONI! GRUPPO ANDRIA 2003 PRESENTE
 

 
 
PAREGGIO PREZIOSO IN CASA DEGLI INFAMI
 
Che i viola fossero degli "infami" è oramai cosa risaputa. Ancora una volta ne abbiamo avuto conferma di quanto sono "infami e soprattutto conigli". Noi come sempre, siamo stati presenti con un furgone a noleggio da 9 posti....sulla carta, ma agli effetti pratici diventato da ben 12 persone....Siamo partiti da Andria in compagnia degli amici di Modugno, capitanati dal "grande amico di sempre" Antonio Mangialardi e dell'onnipresente Andrea di Trani (un giorno, dovrebbero fargli una statua). A capo della nostra pattuglia chi c'era secondo voi, in un campo caldo come Firenze????? Fabio, che a quasi 40 anni continua ancora imperterrito nella sua passione di sempre: le trasferte, i viaggi, le curve, sono per lui "un qualcosa di irrinunciabile" che solo chi come lui, sente dentro queste sensazioni, potrebbe capirlo, non certamente chi lo incontra nel bar, prima della partenza e gli dice......"ma cià t la faic fè"....(tradotto: ma chi te la fa fare....)". Lui che accompagnati i figli a scuola già in tenuta da trasferta si mette in marcia verso Firenze, per poi rientrare all'indomani mattina alle 07,30 e alle 08,15 è già seduto dietro la scrivania del suo ufficio! Applausi per lui! Ma applausi anche a Daniele e ai due Giuseppe del ns. club che hanno "accompagnato", in questo turno infrasettimanale di martedì, il nostro Fabio. Il viaggio a Firenze è stato molto divertente e soprattutto si è parlato di quei tanti club o pseudo club che negli ultimi tempi si sono aperti in ogni dove: si pensava a dove fossero fino a due stagioni fa o a dove fossero nell'anno della Serie B, o meglio ancora, dove fossero a Firenze: ah già è vero, erano comodamente seduti in poltrona, perchè tanto la Juve la si segue solo nelle gare di cartello, mentre a spendere soldi, a spaccarsi la schiena, il culo, a difendersi sui campi caldi come Napoli, Catania, Bergamo, Genova e Firenze, ci pensano sempre loro, quelli di Andria, Trani, Bisceglie e Modugno (il club più storico di Puglia dal 1972)....è veroooooo???????? Ma torniamo alla trasferta che ci ha visto partire da Andria alle 11,00 del mattino è giungere al casello di Firenze Sud alle 18,00 circa, da dove siamo stati poco dopo trasportati sotto scorta verso lo stadio, assieme ai furgoni di Tradizione, del Gruppo Genova e dello JC Roma e Anzio Nettuno. Si è viaggiato,  durante il tragitto sempre con i portelloni del nostro Ducato aperti, pronti ad "intervenire" qualora ci fosse stata la necessità. Infatti giunti nei pressi dello stadio, i soliti "infami" viola, nascosti dietro dei cassonetti, hanno lanciato verso il furgone che ci precedeva dei sassi colpendo e mandando in frantumi un vetro del mezzo e danneggiando la carrozzeria di un auto di altri "fratelli gobbi". Siamo immediatamente scesi tutti giù dai furgoni rincorrendo i "conigli" che nel frattempo se la davano a gambe levate. Grandissimo Antonio di Modugno che lasciato il furgone nel mezzo della strada rincorrendo, per un bel tratto uno degli infami....mentre il nostro Fabio per poco non veniva portato via dalla digos per essersi fatto trovare con in mano "un oggetto....molto simile ad un manganello"....ma era il "monopiede" del fotografo Glinni che viaggiava con noi, il quale dall'interno del furgone urlava non tanto per salvaguardare Fabio, ma quanto perchè temeva che sequestrassero il suo prezioso "attrezzo da lavoro"....Poi tutto è rientrato con Fabio che spiegava semplicemente alla Digos che con quell'oggetto "teneva semplicemente a bada" tutti gli occupanti del furgone....ah ah ah ah!!!! Ristabilita la calma e l'ordine si arriva nel parcheggio ospiti dove si chiacchiera, nell'attesa di entrare e si discute del nuovo gesto da infami compiuto dai viola. Alle 20,00 circa entriamo nel settore posizionandoci sulla vetrata principale al fianco del Gruppo Genova e vicino TRADIZIONE. Restiamo in basso nel parterre da dove praticamente la partita non la si vede proprio, ma dato che per noi è più importante cantare, pensiamo a fare solo quello assieme agli amici di Aosta e Bassa Valle abbastanza "alticci" come sempre. La Juve non gioca bene, soffre il dinamismo dei viola ben messi in campo dal bravo Montella, ma resiste producendo il minimo sforzo, in virtù dei prossimi due importanti impegni casalinghi con la Roma e con lo SHACTHAR. 0-0 il finale. Per il pubblico viola la gara contro di noi è come una ripetuta finale di Champions e soffrono tremendamente nel non riuscire a batterci al Franchi da quasi 15 anni, poi gli brucia ancora tanto quel fantastico 5-0 che gli abbiamo rifilato lo scorso anno. Ma questa Fiorentina è un avversario tosto quest'anno e pertanto essere riusciti a contenere le loro sfuriate in una giornata in cui la squadra è apparsa meno brillante del solito, fa si che il punto conquistato è da ritenersi assolutamente prezioso, sia perchè ci permette di mantenere sempre la vetta della classifica e sia perchè allunga la nostra striscia di imbattibilità. Anche lo scorso anno di questi tempo pareggiavamo a Catania (allenato da Montella) 1-1, giocando una pessima gara, poi sappiamo tutti come è finita....Alla fine applausi per i nostri giocatori, che sono venuti sotto il settore a ringraziarci. Bello vedere anche Pavel Nedved in campo a caricare la squadra nel prepartita sotto il ns. settore. Il tifo viola è stata un altra grande delusione, ci si aspettava tanto di più...sembrava dovessimo giocare all'inferno...ma l'inferno vero era nel ns. settore ospiti. Solo all'1,00 di notte abbiamo lasciato la città toscana, facendo un gran casino e non prima di aver "spaventato" nuovamente un gruppetto viola fermo ad un rondò nel tragitto di scorta verso il casello autostradale. Sul nostro furgone si era tutti in assetto "da guerra" con portelloni sempre aperti! Viaggio di ritorno più che tranquillo. Adesso già pronti a ripartire venerdì sera alla volta di Torino con un pullman GT da 55 già tutto pieno, oltre ai 23 soci che saliranno in aereo. La sfida alla Roma è molto più sentita quest'anno per la presenza sulla panchina capitolina di quel "rimbambito" di Zeman. Tutto lo STADIUM sarà contro di lui, avanti ragazzi CARICAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!
ALE', ALE', ALE' LA JUVE ALE', FORZA JUVE VINCI DAI, LOTTA E NON MOLLARE MAI!    
 

 
 
SOLI IN TESTA E CHE GRAN BELLA TRASFERTA
 
La Juventus batte il Chievo Verona per 2-0, al termine di una grandissima prestazione e vola in solitudine in testa alla classifica, a punteggio pieno, grazie ai concomitanti passi falsi di Napoli e Lazio. Dicevamo di una gran bella partita giocata dalla Juve, la più bella delle partite sin qui disputate, dopo quella di Londra. Per 90 minuti abbiamo rivisto la JUVENTUS della passata stagione, la squadra che stritola gli avversari con il suo gioco asfissiante e martellante. Il Chievo tutto arroccato nella sua metà campo, resisteva grazie alle prodigiose parate di quel "granata di m..." qual'è Sorrentino, che quando vede noi si esalta, ma questa volta ci ha pensato Fabio QUAGLIARELLA a farlo capitolare non una, ma ben due volte! Ancora in gol l'attaccante campano, sempre più rivelazione di questo inizio di stagione, dopo la rete preziosissima di Londra ecco mettere a segno una doppietta che sancisce il suo definitivo ritorno ai fasti di due stagioni fa prima del grave infortunio. Se lo abbiamo recuperato, cari soci, crediamo sia per la Juve un valore aggiunto che permetterebbe a Conte & Carrera un ottima alternativa nel reparto avanzato. Ma di alternative la Juve ne ha quest'anno davvero tante, grazie agli oculati e mirati interventi sul mercato che ne hanno rafforzato la rosa in ogni reparto, basti pensare che sabato sera, mancavano ben 5 titolari fissi dello scacchiere consueto. Ottima prova di Giaccherini per noi certamente il migliore in campo dopo Quagliarella, poi belle prove di Bonucci e udite, udite, del redivivo Lucio (la cura Conte inizia a sortire i suoi effetti, appare già molto più disciplinato). Esordio da titolare anche per Pogba, il diciannovenne centrocampista giunto dal Manchester United, schierato come vice Pirlo, che dimostra di avere una grande personalità e dei bei tocchi. Isla ancora lontano dai suoi standard abituali, ma oramai recuperato, mentre Asamoah ha sfornato un altra prestazione da incorniciare. E se pensiamo che ci permettiamo il lusso di far accomodare in panca, Marrone, De Ceglie, Caceres, Pepe oltre a Vidal, Pirlo, Lichsteiner, Barzagli, Matri, Giovinco, Storari.....e potremmo star qui a continuare....questo ci fa davvero sorridere! Esordio anche per il danese Bendtner, il vikingo spilungone al quale auguriamo di mettere a segno tanti gol!  Battuti pertanto, anche i clivensi che come Genoa e Udinese lo scorso anno ci avevano tolto punti preziosi. Adesso manteniamo la solita tranquillità, non facciamo voli pindarici, non pensiamo di aver giù chiuso il campionato perchè sarebbe l'errore più grave. Ci attendono altre tre gare di fila, una più complicata dell'altra ad iniziare da quella del Franchi di Firenze, passando per quella contro la Roma e per finire con il secondo turno di Champions contro gli ucraini del Donetsk, martedì prossimo! Viviamo come sempre alla giornata, dimenticando che forse siamo davvero i più forti in assoluto, e pensando che le difficoltà sono sempre nascoste dietro l'angolo! La trasferta a Torino di sabato sera è stata per i soci del ns. club che vi hanno partecipato, una delle più belle in assoluto degli ultimi anni, in quanto questa volta tutti i 15 partecipanti hanno pernottato a Torino chi per una, chi per due notti! Tre auto oltre a Giuseppe Leonetti partito in aereo. Nella prima auto guidata da Fabio Attimonelli c'erano Nicola Pisani e le rispettive famiglie con il futuro "ultras" Lorenzo, un vero spasso! Nella seconda auto, Mimmo Canzio, il grande vigile....accompagnato da Giovanni Tedesco, due soci storici del club, nella terza auto....è qui un applauso, ben cinque nuovi soci, nuove leve del ns. club che meritano di essere menzionati per aver scelto Juve - Chievo come loro prima trasferta: Sabino Suriano, Emanuele Nicolamarino, Michele Sinisi, Antonio Fasanella e Pasquale Lorusso, tutti e cinque nemmeno venticinquenni! La prima auto, quella di Fabio e Nicola è partita venerdi mattina destinazione Grugliasco, Bar Black & White, storico ritrovo del Gruppo Tradizione Fighters 1977. Ad attenderli il Presidente Umberto, con il mitico Dario Carota, Andrea e altri ragazzi. Ad un certo punto "spritz e birre a go go" con Fabio e il Presidente che chiacchieravano in un angolino del bar. Bella serata. Poi pizza e a tutti a nanna, con i bambini stanchissimi dopo 1.000 km in auto! Il Sabato al pomeriggio invece giungono le altre due auto e giunge su Torino, via Milano, anche Giuseppe Leonetti, un ragazzo eccezionale, sempre più prezioso e sul quale si punta molto per il futuro del club! Visita allo Juventus Museum, esperienza da brividi, poi tutti nello Juve Store, per poi mangiucchiare qualcosina e soprattutto bere birra.......(Nicola e Fabio visti con un boccale da 1,5 lt......fate schifo). Poi tutti sotto la Sud, dove si distribuiscono i tagliandi e i cambi nome sugli abbonamenti. Alle 19,00 siamo già dentro per posizionare il nostro striscione, rimesso in campo sulla vetrata principale al fianco dello striscione ANTICHI VALORI. Mentre i ragazzi "più giovani" vanno tutti sul centro al solito nostro posto, dietro la porta con lo stendardo ANDRIA PRESENTE, il restante gruppo resta dietro lo striscione sul lato sinistro della Curva. Bello il tifo, incessante con lo stadio che spesso e volentieri accompagna la curva rendendo il nostro catino davvero una bolgia dove l'avversario è proprio vero, non ci capisce più nulla! Negli ultimi cinque minuti, bello vedere Fabio con i suoi due figli, raggiungere il centro curva in basso per posizionare Lorenzo e Francesca a cavallo della vetrata per attendere l'arrivo della squadra per il saluto alla curva! A fine gara foto di gruppo, poi saluti con i ragazzi di Bassa Valle, Aosta, Anzio Nettuno, Roma e Montescaglioso. Un lungo saluto, una bella chiacchierata con tutti per poi ripartire direzione alberghi. Si dormiva in 4 alberghi diversi tutti in centro. Bellissima Torino, soprattutto di notte, uno spettacolo il Lungo Po. Poi abbiamo trovato un caldo che sembrava piena estate. Finalmente dopo tante sfacchinate, siamo riusciti anche a dormire su Torino. Al mattino mega colazione, immancabile gelato da GROM, per poi verso le 13,00 ripartire verso Andria, dove si giunge alle 22,30, stanchi ma felicissimi per un weekend perfetto.......in auto del resto abbiamo gioito tantissimo per le "continue disgrazie" altrui! Chi sputa in cielo, ricordatevelo sempre, tutto in faccia riavrà!!!!!! Nemmeno il tempo di riposarsi, di rifiatare un po, che si riparte subito. Martedì in mattina un furgone da 9 posti......partirà per Firenze. A guidare il gruppo ancora lui Fabio! Venerdi notte, invece nuovo viaggio verso Torino. Quasi completo un pullman GT. Mercoledì daremo conferme a tutti coloro che ancora non hanno ricevuto l'ok per i biglietti contro la Roma, ma ricordatevi sempre che non dovete mai prenotare voli aerei se prima non ricevete conferme da parte nostra sui biglietti!
INUTILE SPIEGARLO NON LO CAPIRESTE MAI, SVEGLIARSI LA MATTINA E SEGUIRTI OVUNQUE ANDRAI....OHHHH FORZA JUVE, VINCI ANCORA, PER GLI ULTRA'! 
 

 
 
SEMPRE IN PRIMA LINEA
 
Che si tratti di Chelsea - Juve o di Juventus - Chievo per noi non fa differenza, quando in campo c'è la Juventus, tutto il resto è niente per noi! Ecco in foto, parte del ns. gruppo presente sabato sera a Torino, a fine partita, dopo aver tolto lo striscione e prima di uscire fuori dallo stadio, oramai svuotato, mentre sullo sfondo della foto si intravede il gruppo della Juve che sostiene un allenamento defaticante in vista della prossima sfida contro la Fiorentina. Che altro aggiungere se non ringraziare i nostri soci, che ancora una volta hanno risposto numerosi ad una gara non di cartello! Avanti così. JC ANDRIA, diffidare dalle imitazioni! 
NOI SAREMO SEMPRE QUI CON VOI, FIN CHE MORTE NON CI SEPARERA', IN ITALIA E IN EUROPA CI VEDRAI.... E NON TI LASCEREMO MAI!
 

 
 
GRANDE GRANDE JUVE
 
Salvatore Lomuscio, Fabio Fiandanese, Michele Ricciardi, Paolo Porziotta, Daniele Rocca, Antonio Lorusso, Gino Patano, Vincenzo Suriano, Marco Rocca, Francesco Schingaro, Daniela Signorile, Adriano Ieva, Federico Ieva, Vincenzo Forlano, Angela Giannelli, Gerry Leonetti, Savino Tesoro, Mattia Tesoro e Enzo Repole, ecco uno ad uno i 19 soci che hanno rappresentato lo JUVENTUS CLUB ANDRIA allo STAMFORD BRIDGE. Abbiamo voluto iniziare l'articolo da loro, perchè sentivamo di ringraziarli per essere stati presenti in gran numero, (come già accaduto nel 2009) nella difficile trasferta in terra britannica. Loro hanno ringraziato ovviamente il club per essere riusciti ancora una volta a soddisfare tutte le richieste di biglietti. Loro erano 19 dei 3102 tifosi juventini presenti nello spicchio di stadio riservato a noi tifosi gobbi! Oggi sono tutti rientrati a casa, con i diversi voli prenotati, tutti entusiasti e al settimo cielo per la meravigliosa esperienza vissuta. Noi un ulteriore ringraziamento sentiamo di rivolgerlo al caro Salvatore Lomuscio il quale ha organizzato davvero alla perfezione il tutto sia nei giorni precedenti la trasferta, che a Londra, radunando tutti i soci giunti con diversi voli e distribuendo i biglietti. Un grazie lo dobbiamo a Vincenzo Suriano e Adriano Ieva, quest'ultimo new entry del nostro fantastico club. Il premio alla pazzia pura??? A Fabio Fiandanese che si trovava in Inghilterra per motivi di lavoro e che non sarebbe dovuto andare a Londra, in quanto un po distante dalla capitale britannica e comunque molto impegnato. Al mattino del giorno della partita, la tentazione è però fortissima, lui chiama in Italia a Fabio il ns. infaticabile segretario, chiedendo a lui se ci fosse la possibilità di reperire un biglietto. Dopo essersi beccato parolacce dal Segretario, per non averlo informato prima, si riesce a trovare il prezioso tagliando e Fabio Fiandanese prende il primo treno utile per Londra è giunge nel primo pomeriggio al ritrovo fissato da Salvatore. Birre a go go nei pub, mega raduno di tifosi bianconeri nella piazza di Londra, a Piccadilly Circus, poi si entra in clima partita, ci si avvia tutti verso lo stadio, cantando ed inneggiando per i nostri colori in un clima decisamente tranquillo, tanto loro sono sempre ENGLISH ANIMAL....come il coro che gli abbiamo spesso dedicato. Si entra finalmente dentro, l'attesa è terminata, siamo tornati in Champions, siamo tornati ad ascoltare quella musichetta che ti fa rabbrividire. Il settore ospiti è pieno, tutti compatti, tra primo e secondo livello. I nostri si posizionano tutti al primo anello, verso la porta e dietro lo striscione TRADIZIONE e con la pezza ANDRIA PRESENTE, tenuta a mano per tutta la gara come da classica usanza negli stadi inglesi. Tifo spettacolare dei nostri, sostegno incessante, tant'è che sembrava di giocare in casa. Tifo del Chelsea, come sempre molto deludente! La Juve gioca bene, affronta l'avversario senza timori reverenziali, mantiene il pallino del gioco e il possesso palla è nettamente superiore, ma all'improvviso dopo esserci divorati due incredibili gol con Marchisio a tu per tu con il portiere avversario e con Vucinic che di esterno destro scarica sull'esterno della rete da ottima posizione, ecco giungere un 1-2 micidiale che avrebbe stroncato chiunque ma non la Juve di Antonio Conte! Sul 2-0 la squadra non si scompone, resta calma e tranquilla, continua a giocare a calcio come sua consuetudine! Grazie ad un eroico Arturo Vidal, mette a segno la rete che riapre la gara sul finire del primo tempo. Nella ripresa, la musica non cambia è sempre la Juve a comandare il gioco con sempre più veemenza con sempre più forza, rischiando davvero poco in difesa dove nel frattempo, Bonucci, Barzagli e Chiellini con il grande Super Gigi Buffon, avevano alzato un vero e proprio muro! A dieci dal termine, Marchisio lancia alla perfezione Quagliarella, subentrato a Giovinco, che appena entrato mette la palla in rete scatenando un putiferio! Questa Juve, cari soci, ricorda tantissimo la prima Juve di Lippi, quella che comandava in tutti gli stadi d'Europa, giocando a calcio e dando spettacolo. Non vogliamo sembrare esagerati ma è la realtà, che solo pochi continuano a non voler ammettere. Bello ricevere nei bar questa mattina i complimenti degli avversari anche dei più acerrimi nemici, segno evidente che anche i tirapiedi si stanno convincendo! All'uscita tutto tranquillo, tra chi si recava in albergo e chi come Salvatore ed altri che dovevano attendere, dormendo in aeroporto, il primo volo x Orio al Serio del mattino seguente la gara, non prima di aver dato il solito "interessato sguardo" alla movida londinese e soprattutto alle svariate belle donne! Da segnalare che all'andata alcuni dei ns. ha viaggiato, da Orio, oltre che con i fedeli amici dello JC TRANI anche con il Gruppo Tradizione capitanato dal Presidente Umberto, il quale era seduto proprio al fianco di Salvatore. Che altro aggiungere se non il fatto che siamo orgogliosi di questa squadra, di questo allenatore. Il 2-2 finale ha regalato non solo un punto importantissimo, per la classifica, ma soprattutto la consapevolezza che la Juve è oramai una squadra matura per affrontare un doppio e probante impegno come campionato e Champions! Che altro aggiungere se non il fatto che al club ancora una volta abbiamo registrato numeri da capogiro, nonostante la diretta in chiaro su Canale 5, il club era tutto esaurito con un clima bellissimo e tanta fiducia, ripagata dalla squadra. Al 2-2 non si è capito più nulla, sedie che volavano, gente che si abbracciava, chi usciva per strada per urlare la propria felicità.....CHIEDETECI ANCORA OGGI SE SIAMO FELICI?????? Intanto grazie alla gara di ieri adesso si viaggia verso le 600 tessere sottoscritte allo JC ANDRIA. Numeri impressionanti che ci stupiscono ogni giorno in più! Chiudiamo l'articolo ringraziando invece i tanti soci che si metteranno in marcia verso Torino per assistere a Juventus - Chievo Verona, dimostrando grande mentalità, nel prenotarsi in queste gare. Una macchina è tutta piena da nuove leve del club, poco più che ventenni (Sabino Suriano, Emanuele Nicolamarino, Michele Sinisi, Antonio Fasanella e Pasquale Lorusso) i quali hanno da subito capito che per far strada nel club bisogna macinare km in queste gare meno importanti. Poi ci saranno diversi "veterani" da Nicola Pisani a Mimmo Canzio, da Giovanni Tedesco a Giuseppe Leonetti, molti di loro accompagnati dalle rispettive consorti e figli. Ma a dirigere la truppa ci sarà lui, sempre lui, Fabio che si sobbarcherà altri 2.000 km alla guida di una monovolume a 7 posti! PRONTI, PARTENZA....VIA....nemmeno il tempo di rifiatare che ci si rimette in moto, perchè lo JC ANDRIA è un club di MOLTI FATTI e POCHE PAROLE.
ANDRIA SEMPRE PRESENTE!
 

 
 
GENOVA SBANCATA ORA TUTTI A LONDRA
 
Alla vigilia dell'affascinante trasferta di Londra, che segnerà il ritorno in Champions delle nostra Juventus, con lo scudetto sul petto e con ben 17 soci presenti, alcuni già giunti nella capitale britannica, altri che lo faranno nelle prime ore di meroledì, la Juve ci ha regalato domenica un altra vittoria, altri tre punti pesanti in chiave scudetto con un altra prova di forza e di maturità su di un campo da sempre ostico per i nostri colori. E' questo davvero un periodo difficile per noi tutti dello JC ANDRIA, super indaffarati in questi giorni tra tesseramento che procede a gonfie vele (si viaggia verso le 550 tessere), gestione delle partite al club con affluenze da record, organizzazione di trasferte ogni tre giorni, assegnazione dei posti a sedere (avvenuta questa sera) per l'intera stagione all'interno del club per i tantissimi soci effettivi (un vero boom quest'anno) e tanto tanto altro. Siamo soltanto all'inizio di questa lunghissima stagione, ma credeteci siamo già stanchi perchè adesso l'impegno per il club è diventato praticamente giornaliero, con le tantissime prenotazioni di trasferta in trasferta. Ieri ultimo giorno della festa patronale di Andria ci siamo concessi tutti una pausa dopo lo stress dell'ultimo weekend tra chi è partito per Genova è chi è rimasto al club! Ma torniamo a domenica, con la Juventus che ha battuto in trasferta, al Marassi, il Genoa per 3-1. Una sfida più difficile del previsto con un primo tempo dove la Juve sembrava quasi non esistere in campo, con il Genoa che ha avuto ben tre nitide azioni da gol, sfruttandone, per fortuna, soltanto una, con un Buffon strepitoso a dir di no agli attaccanti rossoblu. Si va al riposo sull'1-0 per il Genoa con molte cose da sistemare nell'assetto della squadra. Da segnalare che la Juve presentava in campo ben quattro non titolari, anche se per mister Conte, nessuno è titolare fisso! Turn over in vista dell'impegno importantissimo di Champions, a dimostrazione del fatto di quanto il nostro Antonio ci tenga alla coppa dalle grandi orecchie. Inizia la ripresa, con una Juve praticamente trasformata, una Juve che inizia a schiaffeggiare letteralmente l'avversario mettendolo alle corde, colpendo un palo con Giovinco e rischiando pure la seconda capitolazione, ancora salvata da Super Gigi Buffon. Ma da quel momento in poi la Juve stritola completamente l'avversario, andando prima a pareggiare con un gran bel gol di GIACCHERINI, poi con l'ingresso in campo di Asamoah e Vucinic per gli avversari non c'è stato più niente da fare. Il ghanese conquista un rigore che il montenegrino trasforma con freddezza e precisione. Poi, sempre Vucinic, serve una gran palla a centro area che Asamoah deposita in rete per il definitivo 3-1. Quello che più colpisce di questa squadra è il modo in cui risolve le partite, l'assoluta facilità, la tranquillità con cui costruisce nel corso della partita, la vittoria! Questa vittoria ha dimostrato, se ancora c'è ne fosse bisogno, che la squadra ha un gran carattere, una maturità tale ed un gioco che in questo momento nessun'altra squadra a livello italiano e anche a livello europeo crediamo abbia! Andiamo avanti con tanta umiltà, consapevoli delle difficoltà sempre dietro l'angolo, consapevoli che le prossime sfide saranno ancor più difficili ad iniziare dalla trasferta londinese, passando per la gara contro il Chievo (da misurare quanto avrà inciso la fatica di coppa) e giungendo alla difficilissima trasferta del Franchi di Firenze. Anche a Genova sponda rossoblu siamo stati presenti, ma questa non è più oramai una novità, piuttosto una consuetudine delle nostre domeniche negli ultimi due anni, da quando in pratica non manchiamo mai ad una trasferta, sempre presenti, facendo salti mortali per riuscire ad organizzare sempre un mezzo! Ma tutto ciò è possibile soltanto grazie a Voi encomiabili soci che Vi prenotate di trasferta in trasferta dimostrando di aver raggiunto anche voi una maturità tale da non fare distinzioni tra gare di cartello e gare non di cartello. Siete semplicemente presenti al fianco della JUVENTUS. A Genova siamo addirittura riusciti ad organizzare un pullman con 56 persone a bordo (ben tre in più rispetto alla capienza del bus....) grazie alla collaborazione del nostro club con quelli di Montescaglioso, Trani, Rodi Garganico, Roma e AnzioNettuno. Il pullman, partito da Andria a mezzanotte di sabato sera con 14 persone a bordo, ha raccolto strada facendo ai caselli di Candela, Avellino, Colleferro e Roma Nord tutti gli altri partecipanti, soluzione che ha permesso a tutti di viaggiare come sempre sicuri e soprattutto di ottimizzare i costi, grazie ai tanti rapporti di amicizia instaurati dal nostro club nel corso degli anni! Un viaggio bellissimo, con Fabio il segretario, che questa volta si è accomodato per la primissima volta in assoluto alla postazione di centro/retro pullman, quella con tavolino a quattro posti, dove man mano che salivano i vari gruppetti andavano tutti a salutarlo e a "sistemare" i conti........ Ad un certo punto un socio lo ha definito il "MOGGI delle Puglie"! Immancabili i cocktail di "Francolino" questa volta con Coca e Gin e Gin Lemon che hanno tenuto svegli per molto tempo il retro pullman, alle tre della notte c'era ancora chi urlava e cantava! Poi silenzio assoluto, l'alcool fa i suoi effetti, si spengono le luci e tutti dormono. Colazione abbondante sotto Firenze, per poi ripartire verso Genova, dove al casello ci aspettava la Polizia per accompagnarci subito all'area portuale dove assieme agli altri gruppi, raggiungiamo con bus di linea locali, lo stadio Marassi, sotto un sole da piena estate. Giunti allo stadio attendiamo l'arrivo degli amici di Aosta e Bassa Valle. Poi tutti dentro, ci posizioniamo in basso al fianco di Tradizione e Drughi e Gruppo FJ Roma, con doppio stendardo in vetrata (a cui si riferisce la foto dell'articolo). Stadio pieno, il Marassi fa sempre un bell'effetto, curva genoana decimata dalle tantissime diffide e si nota. Primo tempo soporifero anche da parte nostra, poi nella ripresa decidiamo di spingere la squadra è ne viene fuori una prestazione canora da brividi. Tutti tifosi veri non occasionali in questa trasferta, cantiamo in 2.000 e diamo spettacolo con la gradinata Sud al nostro fianco a guardarci con molta invidia! Rientro a casa tranquillo, si giunge ad Andria alle 6,00 di lunedì mattina. Al club solita grande affluenza con la visita della Polizia chiamata da un vicino a cui da fastidio il nostro "straripante entusiasmo"! Arrivano sull'1-0 ed assistono in diretta al terrificante boato e susseguenti cori per il pareggio di Giaccherini. Alla fine guardano il resto della partita con noi, tra l'altro due juventini, invitandoci alla fine a cercare di contenere l'entusiasmo...cosa molto difficile. Gli abbiamo invitati nuovamente per mercoledì sera visto la fortuna che ci hanno portato nella gara contro il Genoa. Abitanti di Via Enrico Dandolo e dintorni, fatevene una ragione....quando in campo c'è la Juventus tutto il resto è niente per Noi!!!!! 
Dimenticavamo una chicca dalla festa patronale di Andria: un signore, dopo aver "sparato" alle lattine, vince un premio tra quelli della categoria dei gadgets delle squadre di calcio, la Signora del banco chiede al figlio: per quale squadra tifi? il bimbo prontamente risponde, per la Juventus. La Signora (juventina anche lei),  allibita dice: ma qui ad Andria tifate tutti Juve, non mi è rimasto più un premio della Juve, mi spiace, ci sono tantissimi premi di Milan e Inter ma niente della Juve, mi hanno portato via tutto questa sera! Il bimbo per la cronaca opta per un normale peluche. 
JUVENTUS CLUB ANDRIA, DIFFIDARE DALLE IMITAZIONI!
 

 
 
BENVENUTA CARLOTTA
 
Sabato 1 settembre è nata Carlotta Lopetuso, primogenita del nostro socio fondatore Riccardo (nella foto) e nipotina del nonno Nicola anche lui storico socio del ns. club! Riccardo persona squisita, non ha mai fatto mancare il suo sostegno al club, soprattutto nei primi difficili anni. Ha seguito assiduamente la Juve nei periodi di vacche magre, adesso un po gli impegni professionali un po la famiglia non riesce più a farlo, ma continua a sostenere il club e soprattutto a seguire la Juve e a difenderne il suo nome, anche se solo in TV. Alla mamma Vanna, al papà Riccardo, giungano i nostri migliori auguri e felicitazioni per questo lieto evento. Un abbraccio di cuore a Nicola il nonno che non manca mai ad una partita presso il club! Riccardo però adesso facci una promessa: quest'anno appena sarai un tantino più tranquillo devi ritornare in trasferta con tutti noi! Un forte abbraccio a Carlotta, Vanna e Riccardo! JC ANDRIA 
 

 
 
BUONA FORTUNA CAPITANO
 
Giuro che sto scrivendo questo breve articolo con un magone allo stomaco. Forse solo oggi, (mi rendo conto e credo tutto il popolo gobbo se ne renda conto), sto davvero materializzando il distacco dalla bandiera, dall'idolo, con il quale, essendo coetaneo, sono cresciuto a pane, calcio & Juventus. Da oggi Alessandro Del Piero, il capitano per sempre, è ufficialmente un giocatore dei blu-celesti del Sydney FC, club australiano nato soltanto 8 anni fa. Alex inizierà questa nuova avventura e credetemi sarà difficile riuscire ad immaginarlo e a seguirlo con addosso una nuova maglia che non sia quella nostra, la bianconera che lui porterà per sempre nel cuore. Ma questo caro Alex non è un addio è un semplice arrivederci ne sono certo e da ottobre in poi avremo un nuovo impegno quello di tifare per la tua nuova squadra. Che soddisfazione e fortuna per tutti gli juventini emigrati li in Australia! Avere la possibilità di seguire Alex dal vivo. Non nascondo il desiderio di riuscire ad organizzare una trasferta sin li giù per raggiungere Alex e sostenerlo in questa nuova avventura!
Grazie Alessandro, grazie per tutte le emozioni che solo tu ci hai saputo dare! 
Fabio
 

 
 
L'UNIONE FA LA FORZA
 
E' proprio vero, il detto che dice l'unione fa la forza. Noi dello JUVENTUS CLUB ANDRIA, possiamo davvero confermarlo, i rapporti di amicizia che stanno di anno in anno nascendo con altri gruppi della Curva, diventano sempre più solidi, sempre più leali e sinceri, e ci rendono sempre più forti! Lo vediamo con i ragazzi di Trani e lo vediamo da anni con i ragazzi di Tradizione, Bassa Valle e Aosta, ma da un po di tempo lo stiamo vedendo anche con i Ragazzi Ungheresi Juventus, splendida realtà della nostra curva. Anche ad Udine erano presenti ed immancabile è stata la foto con loro, capitanati dal grandissimo BLAS (tanto onore a lui)! Il Friuli è uno stadio che ai presenti ha rievocato sia l'ultimo scudetto (il più bello in assoluto), conquistato a Trieste il 6 maggio scorso, proprio a pochissimi km da Udine e soprattutto quello del 5 maggio 2002, dieci anni fa, quando la JUVENTUS conquistava al FRIULI, uno scudetto straordinario per come arrivato, a spese di coloro che non meritano nemmeno di essere più nominati per quanto SCHIFO ci fanno, adesso ancor di più dopo le ultime verità (che noi sappiamo da sempre) emerse dai processi legati a FARSOPOLI. Gli Onesti???? ma fateci il piacere.....che non vi crede più nessuno! Aggiungono barzellette su barzellette e oltre ad essere accattoni e prescritti adesso ne abbiamo le prove, sono anche spioni ed intercettatori! PAGHERANNO CARO, PAGHERANNO TUTTO, RICORDASSERO CHE CHI SPUTA IN CIELO TUTTO IN FACCIA RIAVRA'.......ed è quello che gli sta praticamente accadendo! Tutto gli si ritorcerà contro!  
AVANTI JC ANDRIA, AVANTI JUVENTUS. TANTI NEMICI MOLTO ONORE!
 

 
 
SERVIRA' UNA NUOVA SEDE?
 
La domanda, domenica sera, al termine della gara che la JUVENTUS ha stravinto al Friuli di Udine per 4-1, è sorta quasi spontanea a tutti noi! Un club stracolmo di gente (200 persone) con tutti i posti a sedere esauriti, gente seduta nel corridoio centrale, gente in ogni angolo della sala, con persone sedute sin sotto lo schermo, gente in piedi sul retro e addirittura gente che assisteva....per modo di dire all'incontro dalla strada! Il timore che adesso abbiamo è che il nostro club sia diventato "troppo piccolo" rispetto al numero di soci che assiste alle gare presso la sede. Se per Udinese - Juventus abbiamo registrato queste presenze, cosa accadrà nelle sfide di Champions e negli incontri di cartello? L'entusiasmo che si è registrato domenica pomeriggio è un qualcosa di mai visto nelle nove stagioni precedenti, tantissima gente nuova, gente che arriva da ogni zona della città, dalle più estreme periferie! Tutti li dentro nel segno di una juventinità che ci unisce! TUTTO TROPPO BELLO! Pensate solo domenica sono state sottoscritte ben 42 tessere nuove. A fine primo tempo tutti si sono riversati per strada ed era bello vedere, Via Enrico Dandolo, completamente stracolma di gente, tant'è che le auto in arrivo deviavano nelle traverse precedenti. 
Ma veniamo alla gara che ha visto la Juventus, dominare in lungo e in largo l'incontro, stravinto, con una superiorità sull'avversario che adesso fa quasi paura. A prescindere dall'inferiorità numerica, a prescindere dal rigore iniziale, la Juventus, ragazzi, gioca a memoria, non lascia il minimo spazio all'avversario, tranne che nell'occasione della rete subita che avrà fatto infuriare e non poco il nostro Mister Antonio Conte, relegato nell'alto della Tribuna dello Stadio Friuli. Stadio Friuli che ci ha visto ancora una volta presenti, una macchina condotta da Salvatore Lomuscio, assieme ad Andrea dello JC TRANI e a Michele, Enzo e Vincenzo. Partiti nella notte a cavallo tra il sabato e la domenica, i cinque ragazzi sono giunti al Friuli verso le 16,00. Stanchi ma felici per la presenza, si godono un bel sole distesi sui seggiolini della CURVA SUD a fianco del settore Ospiti, nella parte di stadio riservata ai non possessori della tessera del tifoso, assieme al Gruppo Tradizione, al Gruppo Marche e ai soliti amici di Trani, Aosta, Bassa Valle, Offida e ai Ragazzi Ungheresi Juventus (sempre più una bella realtà)!
Bello lo sfottò tra le due parti di settore occupate dai tifosi juventini, la parte dove eravamo noi che gridava ai gruppi presenti nel settore ospiti....USCITE A MEZZANOTTE.....e loro che rispondevano....E ADESSO VENIAM DI LA....bello davvero bello il clima che si respira in curva, unità tra tutti i gruppi e sostegno incessante alla squadra! Ancor più bello sapere che gli avversari o meglio gli anti juventini in generale continuano a rodersi lo stomaco e soprattutto a pensare a noi, mentre noi non li consideriamo proprio. Tutti li a parlare di noi, adesso addirittura senti giungere complimenti da Moratti e Zeman. Non abbiamo bisogno delle Vs. considerazioni perchè per noi vale sempre e solo un motto: MOLTI NEMICI, TANTO ONORE!
Le reti sono state siglate da VIDAL su calcio di rigore, VUCINIC (il nostro grande TOP PLAYER) e da GIOVINCO (un altro giocatore rispetto a quello della prima esperienza) che ha messo a segno una splendida doppietta. Ragazzi se iniziano a segnare anche gli attaccanti con regolarità davvero quest'anno sarà ancor più bello! Che dire poi di ASAMOAH.......terrificante sulla fascia sinistra. 
I nostri ragazzi, dopo alcune scaramucce con gli udinesi all'esterno dello stadio, sono rientrati ad Andria verso le 7,00 di lunedi mattina, in tempo utile per una doccia e per correre al lavoro. Encomiabile ancora una volta Salvatore Lomuscio, ma su di lui non c'è da aggiungere altro, basta citare nome e cognome ed abbiamo già detto tutto! Grazie a lui nel 2002/2003 si mise in moto l'ipotesi di costituire uno Juventus Club ad Andria, praticamente una sua creatura! Salvatore, descritto dai più come "la puttana di Foggia" nello stadio Friuli lo vedevi parlottare con tutti! Sei un mito!
Adesso la pausa per le nazionali, prima dell'inizio del primo vero tour de force, per la squadra ma anche per noi! Alla ripresa prima la trasferta difficilissima sul campo del Genoa, poi si vola a Londra con Salvatore ancora una volta, a capitanare il nostro gruppo. Saranno tutte gare difficili, dove misureremo l'impatto della Champions e le fatiche del mercoledi, se supereremo anche questa prova, davvero quest'anno,  potremo dire la nostra anche in Europa!
AVANTI JUVENTUS, AVANTI JUVENTUS CLUB ANDRIA, LA FESTA CONTINUA E ALTRI TRAGUARDI CI ATTENDONO!
p.s. APERTE LE PRENOTAZIONI PER GENOVA, SI GIOCHERA' DI DOMENICA POMERIGGIO ALLE ORE 15,00!  
 

 
 
IN GIRO PER L'EUROPA
 
Giovedì sono stati sorteggiati a Montecarlo i gironi della prossima edizione della Champions League, che vedrà il ritorno, dopo quasi tre anni di assenza, della nostra Juventus nella competizione più importante a livello internazionale! La JUVENTUS è stata inserita nel gruppo E assieme al Chelsea, allo Shakhtar Donetsk e alla "matricola" danese Nordsjaelland. Che dire, le gare di Champions sono sempre tutte insidiosissime, non si può mai dare nulla per scontato. Del resto chi è giunto alla fase finale, da qualsiasi campionato provenga è comunque avversario di tutto rispetto! Partiamo fiduciosi, perchè se la Juve saprà imporre in Europa il suo innovativo gioco, proposto in Italia nel corso dell'intera scorsa stagione, davvero che potremo essere la mina vagante della competizione! Per la Juve del resto, provare sempre a vincere qualsiasi competizione a cui partecipa è quasi un obbligo, lo impone la storia è del resto Vincere è l'unica cosa che CONTE.....!
Il calendario ci vedrà subito in scena allo STAMFORD BRIDGE di Londra, per noi dello JC ANDRIA un ritorno, dopo la trasferta numerosa fatta nel febbraio del 2009 (foto dell'articolo). Ma, Londra in generale, ha visto il ns. club presente nel passato anche in trasferta contro Arsenal e Fulham, pertanto sarà la nostra quarta volta nella capitale britannica. Già 13 i soci prenotati con volo aereo per questa trasferta con diverse combinazioni con scali o in modo diretto! Informiamo pertanto altri soci, che ancora non avessero prenotato il volo, di non farlo, in quanto poi non vi è certezza, per numeri maggiori di persone, di poter ottenere biglietti per tutti. In quanto al Chelsea, pensiamo che tra le squadre di prima fascia, nonostante siano Campioni d'Europa in carica, sia stata l'avversaria forse migliore che poteva capitarci, vuoi perchè storicamente e statisticamente, dopo un grande trionfo, inizia sempre un declino con la fine di un ciclo. Staremo a vedere, resta il fatto che i londinesi sono un avversario di prim'ordine e di tutto rispetto! Vedremo se riusciremo nell'impresa, il 19 settembre, di sbancare Londra, da sempre città in cui la Juve non riesce a vincere! Circa le altre avversarie, lo Shakhtar Donetsk, campione d'Ucraina è oramai diventata un abitudine in champions, squadra per lo più composta da brasiliani con in panchina sempre lui, Lucescu. La trasferta in terra ucraina, sarà nel mese di dicembre il 5. Stiamo valutando diverse ipotesi di viaggio o con volo da Milano e scalo ad Istanbul oppure con scalo a Mosca. Altra suggestiva ipotesi sarebbe quella di raggiungere i nostri amici del gruppo RUJ a Budapest per poi prendere con loro, un treno per Donetsk che impiegherebbe circa 15 ore. Vediamo e comunque chiunque voglia aggregarsi, deve comunicarcelo entro breve tempo! L'altra avversaria, meno nota, è il Nordsjaelland, campioni a sorpresa, per la prima volta, di Danimarca, conosciuti come le tigri di Farum, cittadina di circa 20.000 abitanti a pochissimi km dalla capitale Copenaghen. In Danimarca giocheremo il 23 ottobre ed anche li saremo presenti con voli con scalo a Londra o Milano. Anche per questa trasferta chiunque voglia aggregarsi è pregato di comunicarlo in brevissimo tempo. Della squadra si conosce ben poco, se non una certezza che giocheranno sulle ali dell'entusiasmo per questo storico traguardo raggiunto. Nelle loro file milita il figlio di Michy Laudrup centravanti danese della grande Juventus di Trapattoni! 
INIZIAMO IL NOSTRO TOUR IN EUROPA SPERANDO CHE POSSA DURARE IL PIU' A LUNGO POSSIBILE. VIENI ANCHE TU TRA NOI!
JUVENTUS CLUB ANDRIA
P.S. SALUTIAMO CON ORGOGLIO I NOSTRI SALVATORE LOMUSCIO E ANDREA (JC TRANI) E GLI ALTRI DUE RAGAZZI CHE NELLA NOTTE SI METTERANNO IN VIAGGIO, IN AUTO, VERSO UDINE. OVUNQUE SEMPRE PRESENTI!
 

 
 
MISTER NOI SIAMO CON...TE
 
Era un nostro obiettivo di inizio stagione, riuscire nell'intento di consegnare nelle mani del grande Mister Antonio Conte, la nostra maglia celebrativa del trentesimo scudetto e della terza stella, conquistata grazie ad una persona straordinaria sotto tutti i punti di vista, il vero TOP PLAYER di questa JUVENTUS, l'uomo (un vero uomo) che è riuscito nell'intento di farci tornare ad essere la squadra più ODIATA DI TUTTA ITALIA. Il nostro socio Gino (nella foto ritratto al fianco di Antonio Conte), salito in pullman all'andata, si è fermato a Torino per una notte, rientrando in aereo alla domenica sera. Nella mattinata di domenica è riuscito ad incontrare Antonio Conte in centro a Torino, il quale si è intrattenuto a parlare con lui, facendosi immortalare con la maglia del club che gli ha donato! Gino ci ha raccontato, proprio quando il nostro pullman aveva appena fatto rientro ad Andria, dell'obiettivo centrato, descrivendoci il mister, contento per la vittoria sul Parma ma incazzato nero per la situazione della sua attuale squalifica per la quale lotterà con tutte le sue forze, sino al raggiungimento della verità! Al nostro Gino sentiamo di dire che ci sorprende sempre più, sia per la sua presenza costante nelle trasferte da due anni a questa parte e sia per la sua intraprendenza, il suo mettersi a disposizione del club, un attaccamento impressionate "alla maglia...(del club)". Vai Gino sei sempre più UNO DI NOI! p.s. il mister ha promesso a Gino che avrebbe letto questo articolo a lui dedicato sul ns. sito! 
Pertanto caro Antonio a te sentiamo di dire, che tutto il tuo POPOLO (quello dei veri tifosi) ti ama e ti sosterrà sempre perchè caro ANTONIO come tu ben sai MOLTI NEMICI, TANTO ONORE!
AVANTI ANTONIO CONTE, AVANTI JUVENTUS CLUB ANDRIA. 
p.s. il tesseramento vola: ci avviciniamo già incredibilmente alla quota delle 400 tessere a fine agosto, ben oltre le più rosee aspettative!  

 

 
 
SIMONE PEPE & LEONARDO BONUCCI
 
Ma le sorprese che ci ha riservato il grande Gino, non sono di certo terminate all'incontro con Antonio Conte. Sempre nella mattinata di domenica, del dopo Juve - Parma, sempre in centro a Torino, il ns. inviato speciale, è riuscito anche nell'intento di "beccare" anche Simone Pepe e Leonardo Bonucci, assieme. Entrambi, molto disponibili, hanno accettato di buon grado la maglia del trentesimo scudetto del nostro club, ma purtroppo essendone rimasta soltanto una, Gino ha deciso di attribuirla a Leonardo Bonucci. Entrambi i giocatori, protagonisti della cavalcata scudetto, erano stati "ingiustamente" tirati in ballo nella vicenda del calcio scommesse da "squallidi personaggi" capaci anche di vendersi le proprie mamme, le proprie mogli o i propri figli! Loro sono già riusciti a dimostrare l'assoluta estraneità ai fatti contestati ottenendo giustizia con il proscioglimento alla faccia di Palazzi! Simo e Leo per noi siete due bandiere di questa Juve, due giocatori che danno anima e corpo per la maglia. Assieme ci aspettano nuove vittorie e altri nuovi traguardi!
JC ANDRIA FATTI NON PAROLE! 
SOLO ISCRIVENDOTI AL CLUB POTRAI VIVERE ANCHE TU SIMILI EMOZIONI. SEMPRE IN PRIMA LINEA NEL BENE E NEL MALE!
 

 
 
FOTO DI JUVENTUS - PARMA
 
Ecco un'altra foto della trasferta a Torino in occasione della prima di campionato contro il Parma, con lo striscione posizionato al nostro posto al bocchettone della curva sud verso la Tribuna Ovest. Al fianco del nostro striscione quello dei nostri vecchi amici dello JC TRANI e dei nuovi amici del gruppo Ragazzi Ungheresi Juventus, venuti ad Andria in occasione dell'ultima edizione del Memorial Lomuscio. Questi ultimi davvero encomiabili per i sacrifici che ogni domenica compiono per seguire la Juve da Budapest. Il bello del frequentare assiduamente e costantemente, da sempre la sud e le trasferte della Juve, ci ha portato nel corso degli anni ad intensificare ed instaurare rapporti di amicizia troppo belli. 
ORGOGLIOSI DI ESSERE GOBBI, ORGOGLIOSI DEL NOSTRO FANTASTICO CLUB! 
 

 
 
CHE BELLO E'......
 
quando esco di casa, per andare allo stadio....a vedere la JUVE......che bello è......LA LA LA LA LA. Abbiamo voluto iniziare l'articolo con il nuovissimo coro della CURVA SUD dello Juventus Stadium che ha racchiuso tutte le emozioni "riprovate" dai nostri soci, nel ritrovarsi alle 23,30 di venerdì sera, alla partenza del pullman per Torino. Cosa molto strana, tutti sono stati puntuali.....segretario compreso...sarà stata l'attesa, appunto, della prima trasferta dell'anno al seguito dei CAMPIONI D'ITALIA! Emozioni sempre uguali, nonostante i tanti anni al seguito della Juventus, ma ogni volta che si ricomincia una nuova stagione è un po come il primo giorno di "scuola"! Alcuni non si vedevano, sentivano ed incontravano, dalla trasferta in finale a Roma del 20 maggio scorso. Altri (Nicola Patruno), non sapevano della presenza di amici importanti come Enrico Ferro! Altri ancora, Massimo Franzi, Nicola Di Bari e Nicola Di Cuonzo con i loro rispettivi figli, oltre a Luca Suriano, Flavio Pistillo e Michele Salvemini erano "super elettrizzati". Era la loro prima volta allo Juventus Stadium! Poi la solita "carovana" di abbonati e afecionados che da sempre seguono la Juve, indipendentemente dal nuovo stadio, indipendentemente se siamo campioni d'Italia, indipendentemente da tutto, capitanati dal segretario Fabio (giunto con infradito da mare e pantaloncino) e da Andrea Leonetti.....(noi costruiamo stadi.....gli altri acquistano "Palazzi..."). Insomma una bella comitiva, molto variegata, anche se mancavano ancora tanti "pezzi da novanta" per via delle vacanze estive ancora non terminate per alcuni o perchè devono ancora svegliarsi dal torpore estivo o perchè, la maggioranza, causa vacanze...sono rimasti al "verde"! Accompagnati dai fedeli "amici" di viaggio dello Juventus Club Trani (per chi ancora non lo sapesse è come se i due club fossero un tutt'uno), abbiamo percorso i primi 2.000 km. dell'anno a bordo di un pullman a dir poco di lusso. Un Neoplan...da molti definito un "Aeroplan...." con due autisti simpaticissimi e velocissimi! L'andata, dopo aver visto un dvd sulla trionfale cavalcata della Juve dello scorso anno, ci ha visto tutti crollare dopo la sosta verso Termoli. Traffico da bollino rosso per la coincidenza con la fine delle vacanze per tanti! All'altezza di Bologna tutti svegli per la colazione...poi ancora dvd della passata stagione ed eccoci sulla tangenziale di Torino, direzione stadio! Alle 11,30 di sabato eravamo già parcheggiati sotto la Curva Sud, al nostro solito posto vicino le bancarelle! Il tempo di distribuire i biglietti e dare gli avvisi a tutti per l'orario di ritrovo pre-partita e l'allegra compagnia si divide tra chi decide per il centro città a Torino e chi invece preferisce "oziare e sostare" nei pressi dello stadio, visti i tanti "svaghi" che la nostra nuova casa offre! Alle 13 da buoni andriesi, la parte di gruppo rimasta in zona stadio si reca al solito ristorante "Il portico" per pranzare. Poi verso le 15 tutti al Mega Juve Store del centro commerciale. Alle 16 inizia il tour all'interno dello JUVENTUS MUSEUM. Pelle d'oca e brividi, quelli provati dai nostri soci nel varcare il tempio della storia bianconera! Supercoppa e Coppa Scudetto li in bella mostra, con Fabio che alza al cielo la coppa dello scudetto! Poi si inizia ad entrare in clima partita. Alle 18, tutti puntuali, ancora una volta, all'appuntamento che Fabio aveva dato a tutta la ciurma, compresi quelli che nel frattempo avevano raggiunto Torino, da Andria con altri mezzi. Ognuno forma il proprio gruppetto e si dirige nel settore assegnato. Dalla Sud alla Nord, dalla Est alla Ovest passando per la Family tutti i settori sono "presidiati" dai nostri soci...tutti in prima linea! Alle 19,00 il grosso del gruppo è già dentro la Sud, per posizionare lo striscione al nostro bocchettone della curva, assieme ai ragazzi di Trani, poi inizia la sfilza di saluti con i tanti amici di ogni dove! Alle venti circa si abbatte su Torino un tornado, un forte temporale, che mette a rischio l'inizio della gara, Fabio ed Enrico sono encomiabili, sotto la pioggia che scendeva a vento, incitano la squadra che nel frattempo si stava riscaldando sul campo. Poi smette di piovere pochi minuti prima dell'inizio partita, tutti al centro dietro la porta, si riparte, si ricomincia sempre più affamati, sempre più innamorati del nostri colori, applausi a scena aperta per l'esordio in campionato dei CAMPIONI D'ITALIA. I cori sono tutti per lui, ANTONIO CONTE, un boato accoglie il suo nome alla lettura delle formazioni! Un primo tempo, non bello, non giocato all'altezza, non da Juventus, ritmi troppo bassi, palla che non gira con rapidità, il Parma se ne sta tutto rintanato nella sua area. Sbagliamo un rigore con Arturo Vidal sul finire del primo tempo e poco altro! Nella ripresa scende in campo una squadra trasformata, Carrera avrà fatto "il Conte" negli spogliatoi...ed ecco che bastano 15 minuti per chiudere la pratica Parma, la squadra corre, accelera improvvisamente e per gli avversari non c'è più niente da fare....(è stato bello sognare....)...c'è solo la Juve in campo, giocate in scioltezza, passaggi a memoria ed una intensità che metterebbe ko, qualsiasi avversario. Prima Lichsteiner (come l'anno scorso il primo marcatore della stagione sempre al Parma.....sarà un segnale??), il nostro treno svizzero, poi Andrea Pirlo su punizione a chiudere la gara! 2-0 il finale è Juventus Stadium in festa, come sempre! Primi tre punti della stagione conquistati. Da sottolineare la prova di Asamoah, un autentica forza della natura, di Marrone (incredibile un altra prova da centrale della difesa superata a pieni voti) e di Vucinic, mente e riferimento per il nostro attacco! Alla fine prima di andare via, decidiamo di sostare nell'angolino a sinistra della curva per incitare tutto il gruppo dei "panchinari" che faceva allenamento subito dopo la partita, cori per Chiellini (che ci saluta sorridendo), Giaccherini, Quagliarella, Matri e Pogba! Insomma buona la prima! Tutti fuori pronti a ripartire per Andria. Rientro tranquillo, si giunge ad Andria alle 11,00 di domenica mattina con il Presidente Francesco ad attenderci per offrirci la colazione! 
AVANTI JUVENTUS, AVANTI JUVENTUS CLUB ANDRIA, AVANTI ANTONIO CONTE! 
SIAMO SEMPRE CON...TE, SIAMO SEMPRE CON...TE, SIAMO SEMPRE CON..TE....NON TI LASCEREMO MAI!
 

 
 
BUONA STAGIONE A TUTTI
 
Cari soci, sabato 25 agosto riparte la stagione agonistica della ns. Juventus, una stagione che è iniziata sotto i migliori auspici visto il primo trofeo "che Conte...", conquistato a Pechino a spese dei "figli di Mario Merola"....(il Rè della sceneggiata napoletana.....), ma del resto da un presidente come De Laurentis, cosa ci si poteva aspettare???? Lui, produttore cinematografico......per forza di cose.....si è fatto troppi film nella sua testa!!!!! In molti pensavano di riuscire a rovinarci la festa del trentesimo scudetto, trattando il caso Antonio Conte, come un motivo per colpire la Juventus e tutti noi tifosi. Ma certa gente, non pensava che questa volta, la reazione, oltre che del diretto interessato....(straordinaria conferenza giovedi pomeriggio di Conte e del suo pool di avvocati) e della Società (con in primis il Presidente Andrea Agnelli), anche il popolo bianconero sarebbe insorto non restando con le mani in mano come accadde nel 2006! Oggi nessuno di noi permetterà a chiunque di infamare ed infangare il nome della Juventus, tutti stanno più attenti, tutti ora limitano i commenti, le prime "purghe" a qualcuno hanno iniziato a sortire i primi effetti! Aprite bene gli occhi tutti quanti e prima di parlare della Juventus, per favore.....ripulitevi le vs. "sporche bocche". Oggi la verità è proprio il popolo bianconero che la va a ricercare, ecco perchè l'articolo che abbiamo pubblicato qualche giorno fa sul ns. sito (il 7 agosto) , dal titolo ADESSO SMASCHERIAMOLI TUTTI e SCATENIAMO L'INFERNO è risultato essere più che appropriato ed indovinato. Pian, pianino, la verità sull'assurdo e vergognoso attacco mediatico e della FIGC contro Antonio Conte sta venendo a galla. Anche l'opinione pubblica, i giornali hanno iniziato un attimino a "correggere il tiro", a rivedere tutta la vicenda, si stanno rendendo conto che la Juve ed il suo popolo è riuscito, come nella boxe, a mettere nell'angolino l'avversario. Pensavano appunto di rovinarci la festa ed invece la nostra festa è continuata, continuerà e cercheremo con ogni mezzo di non farla più finire! Gli avversari sia in campo che sugli spalti ci ritroveranno ancora più carichi, ancora più determinati, ci ritroveranno CAMPIONI D'ITALIA, ci ritroveranno con tre stelle ovunque e con 30 scudetti VINTI SUL CAMPO! Fatevene una ragione, soffrirete ancora per molto tempo! A tutti i nostri soci e a quelli che presto sottoscriveranno la propria tessera, auguriamo una Buona Stagione da vivere da protagonisti con lo Juventus Club Andria, buona stagione anche a tutti i ragazzi (non proprio tutti ragazzi...) che nella notte ripartiranno al seguito della Juve, buona stagione a tutti gli amici dello JC DOC ANDRIA, da Nord a Sud, buona stagione a tutti i gruppi della Sud, buona stagione JUVENTUS, buona Champions a tutti da parte del Presidente Nicolamarino (nella foto, speriamo beneaugurante, ritratto nello Juventus Museum al fianco della Coppa Campioni conquistata a Roma).
Restando in tema "cinematografico" noi tutti speriamo di vedere la versione di "INVINCIBILI 2".......
AVANTI JUVENTUS, AVANTI ANTONIO CONTE, AVANTI JC ANDRIA....LA NUOVA ERA HA APPENA AVUTO INIZIO!

 

 
 
AUGURI PRESIDENTE
 
57 anni e non li dimostri proprio! Ma caro Presidente vuol dirci qual'è il suo segreto????? Oggi 23 agosto è il compleanno del nostro "INIMITABILE" Presidente Francesco Nicolamarino. Come sempre la redazione di juventusclubandria.it, unitamente a tutto il consiglio direttivo, non poteva far mancare la propria sorpresa ad un uomo il cui impegno e la cui passione per i colori bianconeri hanno dell'incredibile! Noi il segreto del perchè riesce a mantenersi così giovane dentro ed anche fuori lo conosciamo bene.....è lo JUVENTUS CLUB ANDRIA e la Juventus in particolare che lo preservano dall'avanzare degli anni! Qui nella foto dell'articolo che abbiamo pubblicato, lo vedete ritratto, sulla destra, al fianco dei suoi figli Roberto e Andrea, in campo nello JUVENTUS STADIUM con alle spalle la CURVA SUD dove se notate bene, sui seggiolini è stata appena apposta la terza stella nel centro! 
Francesco qualche giorno fa si è recato a Torino dove è stato in visita, da buon presidente, allo JUVENTUS MUSEUM per poi accedere direttamente in campo! 
UN PRESIDENTE C'E' SOLO UN PRESIDENTE....UN PRESIDENTE.....
AUGURONI FRANCESCO. P.s. sabato sera per chi resta al club e non parte per Torino, ci aspettiamo di brindare tutti assieme!   
 

 
 
SENZA RIVALI
 
La Juventus domenica sera si è aggiudicata la 22^ edizione del Trofeo Luigi Berlusconi, classico appuntamento estivo che anticipa l'esordio in campionato. E' la decima volta che la Juve se lo aggiudica. Vincere questi "insignificanti" tornei estivi non vuol dir nulla, ma vedere una squadra che ad una settimana dall'avvio del campionato è già così in forma e soprattutto con idee di gioco ben rodate, questo per noi tifosi è un ottimo segnale, se poi consideriamo che la vittoria è arrivata, con facilità ed assoluta padronanza del campo per di più contro un avversario, il Milan, con il quale la Juve ha lottato, spuntandola, per lo scudetto sino alla penultima giornata dello scorso campionato, questo ci lascia ancor più ottimisti per la stagione che sta per avere inizio. Davvero ragazzi in questo momento la Juve in Italia sembra non avere rivali che possano infastidirla, ma noi come sempre, non ci illudiamo è come predica il nostro mister bisogna sempre essere umili ed andare con i piedi di piombo. L'intera rosa della Juve, ad oggi sin troppo assortita in ogni ruolo, ha assunto una mentalità vincente, hanno tutti l'ossessione della vittoria, la giusta cattiveria, la rabbia agonistica e soprattutto tanta fame di vittorie, tutte caratteristiche che il grande Antonio Conte ha trasmesso ai giocatori, plasmandoli tutti a sua immagine e somiglianza. Se a tutto ciò ci aggiungiamo anche il fatto che Conte è riuscito a "clonarsi" in Massimo Carrera, bene il gioco è fatto, alla faccia di tutti quelli che speravano che senza Conte in panchina la Juve non avrebbe potuto ottenere i benefici della passata stagione. La Juve gioca oramai a memoria, Conte in settimana e nel ritiro pre-partita riesce a caricare a mille la squadra, che non deve far altro che eseguire il compito in campo! 3-2 il finale in favore dei bianconeri (AHHHHHH se avessero convalidato il gol di Muntari....avrebbero forse pareggiato?????.....ah ah ah ah ah ah ah) che passati in svantaggio hanno subito pareggiato grazie a Marchisio per poi ribaltare la situazione con un inesauribile Vidal. Nella ripresa la Juve si porta sul 3-1 con un perfetto colpo di testa di Matri. La Juve potrebbe dilagare, il Milan è disintegrato, ma rientra in partita grazie ad un rigore. La Juve controlla con facilità, sfiorando ancora la quarta rete. La Juve si è schierata con in campo Storari, Lucio, Marrone centrale e Barzagli, Padoin, Vidal, Pogba, Marchisio, De Ceglie, Vucinic e Giovinco. Impressionanti le prove di Marrone, Vidal e del neo acquisto Pogba, sempre più autentica rivelazione. Nella ripresa girandola di cambi con Lichtsteiner (sarebbe pazzesco pensare di venderlo) e Matri a farla da padroni. Da ora in poi si farà sul serio, la Juve avrà il titolo di Campioni d'Italia da difendere a denti stretti su ogni campo e a tutti i costi. Faremo di tutto per riconquistarlo e faremo di tutto per essere l'autentica rivelazione in Europa, l'Europa che conta, non quella che i PALAZZI DOCET BOYS....... avrebbero voluto disputare, da perfetti accattoni, sperando di conquistarla, a spese di altri, che faticosamente l'hanno invece ottenuta sul campo. L'entusiasmo che circonda la Juventus e quindi anche il nostro club è qualcosa di pazzesco. Alla prima di campionato contro il "Parma" pullman quasi esaurito con 50 persone a bordo, tesseramento che prosegue a gonfie vele verso le 300 iscrizioni, solo nella serata di lunedì, ben 25 tessere sottoscritte. Ma tantissime ancora ne aspettiamo. Il nostro impegno, la nostra costanza, la nostra coerenza, la nostra mentalità, la nostra assiduità, la nostra chiarezza, sono fattori che alla lunga ti premiano. Iniziamo questa decima stagione, quella che ci condurrà a festeggiare i NOSTRI PRIMI DIECI ANNI (OTTOBRE 2013), con la consapevolezza che di strada ne abbiamo percorsa, di difficoltà ne abbiamo superate, ma sempre a testa alta, consapevoli della nostra forza! Se a tutto ciò ci aggiungiamo che al fianco del nostro percorso da qualche anno, abbiamo i nostri inseparabili amici dello JUVENTUS CLUB TRANI con i quali, tutte le idee ed ogni decisione nascono in simbiosi, di comune accordo, alle volte seduti attorno ad un tavolo, come venerdì scorso, con qualche birra di troppo, ma sempre abbastanza lucidi per programmare nei minimi dettagli e alla perfezione ogni cosa, tutto diventa davvero più semplice. 
SIAMO UNA GRANDE E BELLA FAMIGLIA! CHI CI AMA CI SEGUA! CHI NON CI AMA SE NE FACESSE UNA RAGIONE!
AVANTI RAGAZZI, AVANTI JUVENTUS CLUB ANDRIA, NUOVE VITTORIE E NUOVI PRESTIGIOSI TRAGUARDI CI ATTENDONO, MA ANCHE IL PRIMO PULLMAN DELLA STAGIONE CI ATTENDE, VENERDI SERA, RIPARTE IL NOSTRO TOUR, TUTTI CARICHI LO JUVENTUS STADIUM CI ATTENDE! 
 

 
 
ENTUSIASMO ALLE STELLE A VILLAR PEROSA - NEWS SUL TESSERAMENTO AL CLUB
 
Nella tradizionale passerella in famiglia nel feudo degli Agnelli, la Juventus dei titolari ha battuto la Primavera di Mister Baroni per 5-1. Ma in questa gara, quello che più CONTE, da sempre, è l'entusiasmo che il pubblico di anno in anno riserva alla squadra. Quest'anno l'entusiasmo come riportato nel titolo era a dir poco alle stelle, un affetto incredibile, una passione senza eguali, che da quelle parti da un po di anni non si registravano! Oltre 6.000 persone sono accorse nella amena località torinese, dove tutto e tutti sono bianconeri! La gara è terminata con 6/7 minuti d'anticipo causa una invasione di campo da parte del pubblico a testimonianza di una fede incrollabile (ABETE & PALAZZI....e pennivendoli, fatevene una ragione). Non mancava proprio nessuno, da Andrea Agnelli a John Elkann, da Beppe Marotta ad Antonio Conte! Un tempo a Villar Perosa tutti accorrevano per ascoltare le "mitiche" battute dell'indimenticabile Avvocato Agnelli, oggi John Elkann è stato davvero alla sua altezza: "Carrera ha già vinto con una sola partita, più trofei di Zeman". Bellissima affermazione che farà rosicare ancora di più gli illusi (come sempre) tifosi romanisti e soprattutto quel "demente" di Zeman, INCAPACE di vincere un solo trofeo, in tutta la sua "disonorata CARRERA.....pardon carriera"! Il momento più emozionante del pomeriggio in bianco e nero è stato quando il Presidente Agnelli e John Elkann, rispettivamente con in mano l'uno la Supercoppa appena conquistata e l'altro la Coppa del 30° Scudetto, hanno sfilato sino al centrocampo accompagnati, al centro dal grande mister Antonio Conte, l'uomo più amato dal popolo bianconero, l'uomo più acclamato, l'uomo che ha fatto ammalare il fegato di tanti sfigati e perdenti di natura, il nostro unico e vero TOP PLAYER! 
AVIT' A SCATTE' (tradotto dal dialetto andriese.....dovete scoppiare)! A segno sono andati, Quagliarella, Matri, Giaccherini, Giovinco e il giovanissimo Ruggiero, mentre per la Primavera il baby Bonatini! Alla faccia di tutti, la nostra festa continua, dura già da tre mesi e non abbiamo nessuna intenzione di farla finire, Vi daremo sempre più filo da torcere e vi daremo sempre più fastidio, almeno riempirete le Vs. giornate scrivendo stronzate su stronzate su facebook!
Ma veniamo al nostro club: Abbiamo aumentato il numero di abbonati allo stadio, il 100 % degli abbonati della scorsa stagione ha riconfermato il proprio posto allo stadio, mentre altri nuovi abbonamenti, sono stati sottoscritti da nostri soci, in tutti i settori dello stadio, sempre al PRIMO ANELLO, che trattasi di Sud, Nord, Est o Ovest e addirittura alle spalle della panchina della JUVE (ben tre soci), pertanto ANDRIA...sarà PRESENTE dappertutto, in prima fila! Avremmo voluto accontentare tutti nel sottoscrivere altri abbonamenti in curva, ma purtroppo era umanamente impossibile, come già spiegato ai diretti interessati!
Il tesseramento invece, continua a gonfie vele (pensate, solo tra il 14 e 16 agosto, due giorni in cui tradizionalmente non c'è nessuno.....ben 19 nuove tessere), del resto era prevedibile dopo una annata come quella scorsa: adesso ci stiamo avvicinando verso quota 250 tessere, in un solo mese dall'apertura delle iscrizioni!
Ricordiamo che avrete tempo sino al 25 novembre, ma ricordatevi anche che se intendete andare a vedervi una partita prima di quella data (campionato o CHAMPIONS), non potrete richiedere biglietti se non avrete prima regolarizzato la Vs. adesione. 
Il Centro Coordinamento, infatti, da questa stagione, ci impone l'invio dell'anagrafica associati mese per mese (ogni 25) e sino appunto al 25 di novembre, termine ultimo. Dopo tale data nessuno potrà più essere iscritto e nessuno potrà più avanzare richiesta biglietti per le gare allo Juventus Stadium. L'anagrafica del mese di agosto sarà inoltrata a Torino già dal 17 di agosto in quanto il 25 si gioca già la prima gara casalinga e pertanto hanno anticipato l'invio proprio per verificare la regolare affiliazione dei richiedenti dei biglietti. Pertanto un consiglio: non tardate ad iscrivervi, ma fatelo tra fine agosto e massimo primi di settembre se volete non perdervi le prime gare della Juventus. Vi aspettiamo in massa presso il club e come sempre se sceglierete noi dello JC DOC ANDRIA non ve ne pentirete, come tutti quelli che da anni ci preferiscono! Per tutti coloro che ci stanno chiamando da fuori Andria e fuori regione un solo consiglio: non perdete altro tempo, scaricate il modulo, inviatecelo a mezzo fax ed effettuate la ricarica poste pay! TUTTI ALLO JUVENTUS STADIUM!
JC DOC ANDRIA FATTI NON PAROLE! 
NO JUVENTUS CLUB ANDRIA???? AHI AHI AHI AHI AHI AHI! LO JC DOC ANDRIA TI PORTA OVUNQUE! 


 

 
 
DOMENICO E MICHELE VI SIAMO VICINI
 

In questi ultimi giorni, due nostri cari soci fondatori sono stati colpiti da gravi lutti. A Domenico Buongiorno è venuta a mancare la cara mamma Grazia, mentre a Michele Campana il caro papà Francesco.

Mimmo e Michele non hanno potuto gioire a pieno e come avrebbero voluto per le vittorie della nostra Juventus. I loro pensieri, lo si vedeva in occasione delle partite, erano praticamente altrove nel finale di stagione. Cari, Mimmo e Michele, non possiamo che stringerci a Voi e alle Vs. famiglie e farVi sentire tutta la vicinanza della grande famiglia dello Juventus Club Andria. Vi aspettiamo al più presto presso il club perchè siamo certi lo stare assieme Vi aiuterà tantissimo a superare questo terribile momento! Forza Mimmo, Forza Michele.

IL PRESIDENTE E CONSIGLIO DIRETTIVO JC DOC ANDRIA

 

 

 

 
 
QUATTRO BABA' RIFILATI AGLI SPIONI E LA FESTA CONTINUA
 
JUVENTUS 4 - NAPOLI 2, la Juventus, CAMPIONE D'ITALIA, "strapazza" il Napoli nella finale della Supercoppa Italiana, regalandoci il primo trofeo della stagione, un trofeo che per tutto il popolo gobbo aveva una doppia valenza ed importanza: primo, perchè tutti volevamo la rivincita sul Napoli, dopo la delusione di Roma nella finale di Coppa Italia, secondo, per i "fattacci" che hanno riguardato il nostro grande Mister Antonio Conte, oltre a Pepe e Bonucci e Angelo Alessio. Stiamo godendo come matti, perchè vedere i napoletani uscire dal campo a capo chino (non dal loro aeroporto....), incazzati, dopo l'ennesima lezione subita dalla Juventus, non ha prezzo! Peccato per loro, che questa volta la partita non sia stata sospesa per pioggia, ma non si era a Napoli, si era a Pechino e le "signorine" allenate da Mazzarri si son dovute bagnare......Nella vita, bisogna saper vincere ma soprattutto bisogna saper perdere, con eleganza e stile! Queste virtù a Napoli purtroppo non sono di casa! Basti pensare che in settimana, il loro Presidente (che vede troppi film....) aveva mandato due spie per cercare di carpire i metodi del nostro allenatore! Scovati e anche in quella occasione rispediti a casa con la coda tra le gambe e una figuraccia mondiale! Non sarà mica colpa della Juve, se non siete riusciti a mantenere un doppio vantaggio, maturato grazie a due regali della nostra difesa (Lucio ancora troppo imballato), priva di Chiellini. La Juve, ficcatevelo bene nelle vostre testoline, è la squadra più forte in questo momento, almeno in Italia, una squadra sempre in grado di dare spettacolo, mai doma, sempre in grado di ribaltare ogni situazione, con un possesso palla devastante ed un allenatore spettacolare per la grinta e la cattiveria che trasmette ai suoi giocatori nel corso della settimana. Pensavate che squalificandolo ci avreste penalizzato? che sareste riusciti a destabilizzare il nostro ambiente??? Sbagliato: adesso i ragazzi in campo sono ancora più affamati, ancora più vogliosi di dare il 101% su ogni campo, contro ogni avversario! Vi faranno vedere i sorci neri o meglio bianco neri! Ma in panchina vi siete accorti di che altro "gobbaccio" abbiamo mandato???? Massimo Carrera è UNO DI NOI, un sanguigno, uno all'Antonio Conte, uno che vi farà forse pentire di aver sperato nella squalifica di Conte. Fatevene una ragione, tirapiedi di merda, rosiconi che non siete altro, vi abbiamo rovinato anche il Ferragosto, dopo l'ultimo Natale e la Santa Pasqua, ma non finisce qui, siamo pronti a rovinarvi molte altre feste, perchè lo ripetiamo a grandi caratteri: NON FINISCE QUI!!!!!! Vittoria dedicata ad Antonio Conte e Angelo Alessio, ma anche ad Alessandro Del Piero e Giorgio Chiellini!  Asamoah (che acquisto, un vero top player), Vidal (il solito lottatore), il (5) Maggio (sempre uno di Noi) e Vucinic (in grandissimo spolvero) i marcatori dell'incontro!  Abbiamo un grande gruppo, un gruppo di veri uomini al quale andrebbero aggiunte ancora due pedine importanti per essere fortemente competitivi anche in Europa! Al club oggi abbiamo rivissuto le scene di esultanza dell'ultimo scudetto, si vede quanto siamo incazzati, quanto siamo affamati, te ne accorgi dagli sguardi di tutti, dalla passione con cui abbiamo seguito questa finale, dall'essere arrivati con maglie della juve, eravamo in tanti nonostante l'orario, la diretta RAI e il periodo di vacanze. Abbiamo anche ricevuto una piacevole visita e quindi sorpresa: 6 ragazzi dello JUVENTUS CLUB MONTEVARCHI (Arezzo) di rientro dalle loro ferie nel Salento, hanno deciso di fermarsi ad Andria per assistere alla gara nel nostro club, per conoscerci e per seguire la gara in compagnia di fratelli gobbi come loro! Questo ci ha riempito d'orgoglio, da oggi dei nuovi amici! Salutiamo tutti i ragazzi, che appena terminata la gara hanno ripreso il cammino verso la Toscana! Tantissime le tessere anche oggi sottoscritte (superata quota 200), tantissime quelle in arrivo, crescono le prenotazioni per la prima trasferta a Torino, l'entusiasmo è sempre più dilagante soprattutto da parte dei giovani, il gruppo trasferta, presente quasi al completo oggi, con cori e nuove idee sempre più brillanti. PRONTI A STUPIRVI CON EFFETTI SPECIALI....CHI VIVRA' VEDRA' E GODRA'.....AH AH AH AH AH AH AH AH 
GIGI BUFFON ALZA AL CIELO DI PECHINO UN' ALTRA COPPA (la supercoppa italiana, è sono cinque), che mancava dal 2003 (l'anno di nascita del nostro club): 
LA JUVENTUS E' SUPER CAMPIONE D'ITALIA e' la festa continua! 
p.s. vergognosa la telecronaca della RAI, da censura! Ma noi ricordatevelo siamo in tantissimi, quindi fatevi un esame di coscienza......abbiamo inviato una mail molto pesante alla redazione, una mail senza peli sulla lingua. Vediamo se avranno il coraggio di risponderci.....LURIDI SCHIFOSI!
 

 
 
ADESSO SMASCHERIAMOLI E SCATENIAMO L’INFERNO
 

Subito dopo una importante competizione internazionale, affrontata con “il solito” blocco JUVE, che solo un mese prima, aveva dominato e trionfato, imbattuto, nel campionato italiano, L'ORGANIZZAZIONE MALAVITOSA del sistema calcistico italiano, rappresentata dai vari abete, palazzi (tutti rigorosamente e volutamente “minuscoli”) e dai “consueti” manovratori milanesi, decide di intervenire nuovamente “fuori dal campo”, dove gli stessi si sentono più a loro agio, per cercare di stanare da subito quello che sembra essere l'inizio di un nuovo lungo ciclo vincente della Juventus!

Con il supporto della stessa campagna mediatica, scesa in campo in occasione della farsa del 2006, guidata dalla “calzetta rosa”, (ma in ottima compagnia di tv che predicano bene ma razzolano male – mediaset - e giornalacci, o abituati da sempre a sputare veleni e disinformazione –Repubblica – o che da sempre non valgono nulla – Corriere dello Sport ),  si è da subito cominciato a screditare e colpire (con titoloni assurdi) chi questa Juve ha contribuito in maniera determinante a farla subito ritornare grande: ANTONIO CONTE e il suo vice Angelo Alessio.

Sempre il duo “abete&palazzi” (ominicchi come scriveva Sciascia) e tutta la compagnia dei giornalacci e della solita Tv (merdaset…), ha poi arruolato tra le proprie fila due delinquenti del calcio, tali carobbio e masiello,  colpendo la nostra Juventus e facendo subito dimenticare, all’opinione pubblica (non certamente a noi), il gioco, le vittorie e il record, dipingendo la società bianconera come un covo di banditi.

Oggi come allora (2006) ci ritroviamo gli stessi personaggi livorosi e venduti, come il procuratore federale palazzi, che è stato tenuto al suo posto pur in presenza di ormai evidenti e inconfutabili errori ed omissioni commessi nel 2006. Lo stesso procuratore che dichiara la prescrizione della squadretta milanese, dopo aver condotto una indagine che è durata due anni rispetto alla denuncia presentata da Andrea Agnelli, giusto il tempo per far scattare la prescrizione.

Il palazzi confeziona una vera e propria trappola nei confronti del nostro allenatore. A fronte di improvvise dichiarazioni, modificate e rilasciate dal delinquente carobbio, nel febbraio scorso, fatte ad arte trapelare sui quotidiani (guarda caso subito dopo la gara a San Siro contro la banda Berlusca & co), decide dopo circa sei mesi di linciaggio mediatico (sempre prima di importanti gare della Juve) di ascoltare Conte, e quando lo convoca? Il giorno in cui la Juventus si riunisce per preparare la stagione sportiva 2012/13, quasi a volergli dire che questa non è più cosa tua. Dopo un non motivato rinvio a giudizio con tanto di perquisizione nella sua abitazione, viene messa in piedi la trappola del patteggiamento per far passare, nell’opinione pubblica, una mera convenienza processuale, come una ammissione di colpa. Segue la richiesta di squalifica per  1 anno e tre mesi insieme ad Alessio che, tra l’altro, non è mai stato nemmeno convocato e di cui pertanto il palazzi (l’ominicchio due) non conosce neanche la faccia e la sua voce. Tutto incredibile, se non fosse che siamo in Italia!

Anche l’immediata, dura e condivisa, presa di posizione del nostro Presidente a difesa e tutela della Juventus viene definita dal capo della cosca (perché di vera cosca trattasi) “abete” (l’ominicchio uno) come inaccettabile. Lo stesso abete che dichiara, quando l’accusa arriva da “denti marci” (dopo la relazione che inchioda la squadretta milanese) che il diritto alla critica è legittimo!

Oggi però, cari ominicchi e cara “opinione pubblica” non siamo nel 2006. Molte consapevolezze sono state consolidate e non più come allora il popolo juventino è intenzionato a subire senza reagire. Oggi, non come allora, sta emergendo una risposta completamente differente da parte della società in primis, da parte degli accusati e, soprattutto, da parte di tutto lo sterminato popolo bianconero.

Lo JUVENTUS CLUB ANDRIA vuole esprimere il pieno, incondizionato e totale sostegno ad ANTONIO CONTE, a tutti i tesserati della JUVENTUS FC così grossolanamente aggrediti ed al Presidente ANDREA AGNELLI che così accoratamente ne condivide l’onorabilità e si attiverà sin da ora per rafforzare ogni iniziativa, anche la più dura, per impedire il ripetersi della scandalosa e colossale farsa consumatasi nel 2006.

Tutti i soci del nostro club, sono pertanto mobilitati e invitati a prendere parte alle iniziative di lotta che il gruppo dirigente del Club dovesse organizzare o aderire, manifestando sin da ora la propria condivisione e partecipazione alle stesse.

P.S. IL TEMPORALE STA’ ARRIVANDO, APRITE GLI OMBRELLI E CORRETE AI RIPARI, SE CI RIUSCIRETE!

CONSIGLIO DIRETTIVO JC ANDRIA

 

 
 
MALAGA BATTUTO LA JUVE E' GIA' IN CINA
 
In uno stadio Arechi di Salerno stracolmo di passione juventina, la Juventus sabato sera, nonostante il gran caldo e l'elevata umidità presente nella città campana, ha battuto per 2-0 la squadra spagnola del Malaga, tra le cui fila milita l'indimenticato ex Enzino Maresca, autore di un gol al Toro, festeggiato con una esultanza che i tifosi granata ancora oggi ricordano bene! Con Storari in porta (sempre più una sicurezza il grande Marco), complice un improvviso forfait di Super Gigi (sarà regolarmente tra i pali a Pechino) e la linea difensiva formata da Lichtsteiner (già in formissima), Marrone (autentica rivelazione nel nuovo ruolo inventato da Conte) e Lucio, a centrocampo Padoin e  Asamoah sugli esterni, con il trio delle meraviglie al centro (Vidal, Marchisio  e il direttore Pirlo), in attacco Matri e Giovinco. A inizio gara la prima sorpresa: Antonio Conte ed il suo vice Angelo Alessio, scelgono di andare in tribuna, mandando in panchina chi "eventualmente" sostituirà Conte e Alessio: Massimo Carrera e Claudio Filippi. Il primo un altra vecchia bandiera della Juventus, un altro che ha nel sangue i colori bianconeri (lo ricordiamo anche alla marcia dell'orgoglio bianconero a Torino nel 2006), il secondo un nostro pupillo, non perchè preparatore dei portieri ma perchè prima di ogni gara su ogni campo, cerca con lo sguardo il nostro striscione ANDRIA PRESENTE per l'immancabile suo saluto e l'immancabile nostro coro! Lui in passato è stato preparatore dei portieri nella Fidelis Andria. Spesso riusciamo a recapitargli anche la nostra ottima burrata che lui ancora oggi ricorda bene.  Pronti, via, la Juventus passa in vantaggio grazie ad una splendida rete del bomber Matri, rete da grande attaccante. Il Malaga non ci stà a fare da comparsa, del resto la rivelazione spagnola, a fine agosto si giocherà l'accesso alla Champions nei preliminari. Nella ripresa, solita girandola di sostituzioni con la Juventus che mette subito al sicuro il risultato sempre grazie a Matri che sigla così una doppietta importante in chiave mercato, dimostrando ancora una volta, tutto il suo valore. Non accade più nulla, con Storari a fare da guardia alla porta! Ma al 32° della ripresa un autentico boato scuote l'Arechi. Leonardo Bonucci entra in campo, osannato da tutti e sostenuto a gran voce. Il popolo bianconero è tutto unito e compatto, questa volta "i manovratori del palazz...o" non se la passeranno liscia! Al termine dell'incontro la Juve è volata subito via alla volta di Francoforte in Germania da dove è poi partita per la Cina dove contenderà la Supercoppa Italiana al Napoli. A Pechino la Juventus è stata accolta in modo trionfale, con il 30 sventolato da tutti i tifosi cinesi, accorsi all'aeroporto e allo stadio in occasione degli allenamenti, intonando persino i cori della Sud dello Juventus Stadium! Questa è la Juventus, una società amata da mezza italia ed odiata dalla restante parte, ed è proprio questo il fastidio di tutti, il fatto che ovunque la Juve vada sarà sempre sostenuta in massa!!!!! Fatevene una ragione, non riuscirete mai ad abbatterci, ci avete provato nel 2006 con quale risultato????? nuovamente CAMPIONI D'ITALIA....e non finisce qua!   
AVANTI JUVENTUS AVANTI JC ANDRIA
 

 
 
CLUB APERTO PER LA SUPERCOPPA
 
Sabato pomeriggio a partire dalle ore 13,45 lo Juventus Club Andria sarà regolarmente aperto per trasmettere su maxi schermo, la finale di Supercoppa Italiana tra la JUVENTUS ed il Napoli. A tutti i vecchi soci e nuovi soci e a tutti coloro che devono ancora iscriversi, l'invito, se siete ad Andria è di venire tutti al club per assistere assieme alla prima vera gara dell'anno, quella che assegnerà il primo trofeo della stagione. Vi vogliamo come sempre numerosi e calorosi. 
FORZA JUVENTUS e TUTTI AL CLUB! Chi vuole porti anche le proprie famiglie! Ingresso gratuito per tutti!
 

 
 
KRASIC CI SALUTA CON UN GOL
 
Nell'amichevole che la Juve ha disputato mercoledì sera in terra svizzera a Ginevra contro i "lusitani" del Benifca, terminata con il risultato di 1-1, Milos Krasic, ha messo a segno nei minuti di recupero la rete del pari, bissando il gol di sabato scorso a Berlino. E' un Krasic più motivato, ma che purtroppo non rientra più nei piani del mister Conte e pertanto proprio oggi è stata ufficializzata la sua cessione ai turchi del Fenerbahce. Come detto nell'articolo di commento alla gara amichevole di Berlino, avevamo sperato in un ripensamento e soprattutto in una sua ripresa, vista l'involuzione di Milos, che ne aveva caratterizzato, la seconda parte di stagione con Del Neri e tutto il girone di andata con Conte, finendo relegato in tribuna. Aveva bisogno di giocare e pertanto ha preferito dopo solo due stagioni lasciare la Juve. Noi non possiamo che augurare al ragazzo "buona fortuna" e lo ricorderemo sempre come CAMPIONE D'ITALIA 2012. La gara di Ginevra era una gara particolare, la prima vera gara di questo precampionato, una gara dai ritmi elevati che ha permesso ad ANTONIO CONTE di testare la condizione atletica soprattutto dei ritrovati "nazionali". Classico 3-5-2 con Buffon rientrato tra i pali, linea difensiva con Lichtsteiner, Marrone di nuovo centrale e Bonucci (capitano....bellissimo gesto di Gigi Buffon), gli esterni Padoin e Asamoah con il trio delle meraviglie ricostituitosi: Pirlo, Marchisio (poi subito uscito per una botta alla schiena) e Vidal, con Giovinco e Matri coppia d'attacco. Bene Giovinco, bene Asamoah (non ne avevamo dubbi), bene ancora una volta Marrone come centrale difensivo, in ombra Matri che forse disturbato dalle voci di mercato, alterna prestazioni opache a prestazione poco più che sufficienti. Non è l'Alessandro che ci aspettiamo. Errori sotto porta e rigore sbagliato a Ginevra quando le due squadre erano ancora sullo 0-0. Poi vantaggio del Benfica all'88°, con la Juve che nei cinque minuti a disposizione, compreso recupero, ha davvero avuto una reazione impressionante, furiosa, culminata con la rete del serbo su perfetto crosso del giovane Untersee, altro pezzo pregiato del nostro immenso vivaio. Da segnalare l'esordio assoluto di Pogba. Prossimo impegno sabato sera all'Arechi di Salerno dove la Juve affronterà gli spagnoli del Malaga ultimo impegno amichevole prima di volare a Pechino per affrontare il Napoli nella finale di Supercoppa Italiana. Abbiamo una grande squadra condotta magistralmente da un tecnico che tutti ci invidiano (l'invidia...ma che brutta bestia...), non hanno forse capito che più cercano di "bastonarci" più noi diventiamo INVINCIBILI e FORTI. Ancora una volta la parola passerà inesorabilmente al campo ed allora non ci saranno giudici o tribunali a fermare i nostri, pertanto, lo diciamo a TUTTI, preparatevi perchè se ad una squadra già forte di per se ci aggiungiamo anche tanta di quella rabbia e cattiveria agonistica, bene allora pensiamo che saranno nuovamente "CAZZI AMARI" per tutti. 
In merito alla situazione che riguarda Conte e gli altri nostri tesserati, nell'ennesimo teatrino messo in piedi dalla FIGC, ci riserviamo di pubblicare e diffondere successivamente, un nostro duro comunicato, di pieno sostegno ad Andrea Agnelli e al mister Antonio Conte. Appoggeremo tutte le iniziative di lotta che saranno intraprese nei prossimi giorni ed invitiamo sin d'ora tutto il popolo gobbo ad unirsi a difesa dei nostri colori. 
CHI SCHERZA CONTINUAMENTE CON IL FUOCO E' DESTINATO A SCOTTARSI! 
Da oggi in poi le parole non servono più a niente, da oggi in poi servono solo FATTI! Invitiamo tutti i club della zona e non a mettersi in contatto telefonico o a mezzo mail con noi dello Juventus Club Andria e con i ragazzi dello Juventus Club Trani per gli aggiornamenti sulle iniziative di lotta che saranno intraprese.
JUVENTUS CLUB ANDRIA......storia di un grande amore!
 

 
 
MATRI & MILOS PIEGANO L'HERTHA
 
All'Olympiastadion di Berlino, teatro che laureò l'ItalJUVE, campione del mondo nel 2006, la Juventus ha sconfitto, sabato pomeriggio in amichevole, i padroni casa dell' Hertha Berlino per 2-0. La Juventus si è recata in Germania ancora priva dei nazionali reduci dagli europei e con altri giocatori assenti per infortuni e acciacchi vari, con una difesa inedita formata da Storari in porta, dal trio Masi (sempre più rivelazione), Lucio e De Ceglie entrambi poi usciti per infortuni, Matri e Quagliarella a formare la coppia d'attacco e Vidal, Marrone (il futuro sarà il suo) e Asamoah a centrocampo con Padoin e Lichsteiner sugli esterni. Questa è stata la formazione di partenza che ha visto la Juve dapprima soffrire il dinamismo e la velocità degli avversari, già più avanti con la preparazione, per poi pian pianino prendere le misure agli avversari e con la solita lucidità e freddezza, colpire i tedeschi a metà primo tempo grazie ad una azione innescata da Storari che ha lanciato palla a Vidal che a sua volta ha ben servito Alessandro Matri che con un preciso diagonale rasoterra, con il portiere in uscita, ha portato in vantaggio gli uomini di Conte. Nella ripresa tanti i cambi, con diversi giocatori utilizzati anche fuori ruolo, ma tante le buone indicazioni ricevute dal mister, soprattutto da Marrone sempre più autorevole e maturo. Tanti i giovani in campo, visti nella ripresa, ma con la Juve che non ha mai snaturato il suo modo di giocare, controllando bene la gara, salvo qualche pericolo corso nel finale e raddoppiando proprio in chiusura di partita con un ritrovato Milos Krasic (subentrato a Quagliarella), molto bella la sua rete. Una nostra considerazione, a prescindere dal caso che ha voluto Matri e Krasic entrambi a segno in questa amichevole. I due giocatori vengono da diverso tempo dati per prossimi partenti, comunque considerati sul mercato. Su Matri, diciamo che sarebbe una follia darlo, in quanto vista la lunghissima stagione che ci aspetta e considerando che comunque il suo apporto in termini di gol lo garantisce sempre ( non sarà un Trezeguet, ma va bene) oltre al fatto che oramai è ben ambientato nello spogliatoio, vederlo andare via ci dispiacerebbe e non poco! Per Milos Krasic apriamo un capitolo a parte, ovvero lui è stato per noi tifosi bianconeri da subito un idolo, un ragazzo che ci ha ricordato le gesta di Pavel Nedved (più per le sue sembianze fisiche...), ma ben presto è finito poi nel dimenticatoio dopo aver fallito diverse prove che Conte comunque ha concesso al ragazzo serbo in tutto il girone di andata del campionato appena vinto. Non è riuscito a comprendere al meglio gli schemi ed i movimenti del mister ma crediamo che un altra chance al ragazzo vada concessa, onde evitare di doverci poi mordere le mani! Sarà Antonio Conte a decidere cosa sia meglio fare, ma noi intanto speriamo di poter ancora contare sulle prestazioni dei due giocatori. Prossima tappa di avvicinamento a Pechino sarà l'amichevole in terra svizzera di Ginevra di mercoledì contro i portoghesi del Benfica che hanno strapazzato sempre in amichevole il Real Madrid. 
Continua intanto senza soste il tesseramento allo JUVENTUS CLUB ANDRIA, che nonostante il periodo di vacanze e di chiusura a intermittenza della sede vede ad oggi, già quota 172 tessere sottoscritte. Tantissime le telefonate che giungono al telefono del club da Andria e da tantissime città di Puglia e anche da fuori regione, per chiedere novità, info e dettagli per sottoscrivere la tessera. Ragazzi è semplicissimo, basta compilare il modulo in pdf presente sul sito del club nella sezione tesseramenti e portarcelo in sede. Per chi non ha un pc o una stampante, no problem, troverete i moduli al club. Per i non residenti ad Andria, il modulo va inoltrato tramite fax con pagamento mediante ricarica poste pay, il cui numero vi sarà fornito al momento dell'invio della scheda di adesione.
Ricordiamo a chi intende da subito partire per le prime trasferte, che dovrà entro il 20 di agosto, regolarizzare la propria adesione al club. L'obiettivo sarà, non facile, cercare di riconfermare i 714 affiliati della passata stagione (di cui ben 512 di ANDRIA e 202 di altre città di Puglia e fuori regione). 
JUVENTUS CLUB ANDRIA FATTI E NON PAROLE!
 

 
 
CONTO ALLA ROVESCIA
 
Ragazzi, con la pubblicazione dei calendari della prossima stagione di serie A, possiamo dire che è partito ufficialmente il "countdown" che ci porterà alla prima di campionato, quando le chiacchiere da bar e dei giornali, saranno terminate ed il gioco tornerà finalmente a farsi duro e serio! Il 26 agosto si disputerà la prima di campionato ed ironia della sorte inizieremo nuovamente in casa contro il Parma, come l'anno scorso. Speriamo porti fortuna! Probabilmente la gara, in quanto CAMPIONI D'ITALIA, potrebbe essere anticipata al sabato sera quale gara inaugurale della nuova stagione. Vedremo non appena saranno confermate le date e gli orari, ma ovviamente in qualsiasi giorno si giocherà, noi dello JC DOC ANDRIA saremo come sempre presenti al fianco della squadra e pronti a ripartire per una nuova avvincente ed esaltante stagione con ANTONIO CONTE nostro allenatore senza se e senza ma e con il TRICOLORE sul petto!
Il calendario, vedrà la Juve, subito dopo l'esordio casalingo, impegnata in una doppia e delicata trasferta sui campi di Udinese e Genoa. A Firenze si andrà di mercoledì, il 26 settembre, poi sarà la volta, il 30/09, del ritorno a Torino (povero lui) del "rincoglionito" di Zeman....(quanto ci divertiremo quel giorno li). Il Napoli, dopo la finale di Supercoppa a Pechino, verrà a farci visita il 21/10 mentre gli ACCATTONI-PRESCRITTI-PERDENTI....., verranno a Turin, nel mese dei morti...,come loro, il 4/11. A Pescara (trasferta più vicina a noi chilometricamente parlando) andremo l'11/11. A Milano contro i "zozzoneri" andremo invece il 25/11. Poi il 2 dicembre ci sarà la sfida più attesa della prossima stagione, ovvero il derby contro i granata (da non perdere)! Le trasferte isolane saranno tutte nel girone di andata. Le due romane invece da effettuare entrambe nel girone di ritorno. A Napoli si andrà invece il 3 marzo. A casa degli accattoni (ma è sempre casa nostra....visto il risultato di ogni anno...) andremo il 31/03, mentre il Milan verrà a farci visita il 21 aprile. Il derbyssimo di ritorno si giocherà allo stadio Olimpico di Torino (un ritorno per noi) il 28/04. A Bergamo si andrà l'8 maggio, turno infrasettimanale di mercoledi, mentre si chiuderà la stagione a Genova sponda Samp., dove ovviamente tutti speriamo di..............
A breve apriremo già le prenotazioni per la trasferta in pullman a Torino contro il Parma, forza ragazzi ancora pochi giorni e ci rimetteremo in marcia al fianco della Juve più carichi che mai! 
Come avrete notato, non abbiamo mai trattato l'argomento sulle scommesse nel mondo del calcio, che soprattutto in questi giorni sta animando e non poco l'opinione pubblica e riempiendo pagine di giornali, ma dopo quanto accaduto in queste ultime ore, non potevamo restarcene in silenzio! Saremo brevi e sintetici e cercheremo di farvi comprendere come stanno realmente le cose: questa vicenda non ha nulla a che vedere con la Società Juventus (punto primo!), ma puntualmente pennivendoli (giornalisti) da quattro soldi, giornali da carta straccia o meglio da culo, televisioni e siti internet, hanno tutti trattato la notizia come se la Juventus FC, fosse una società coinvolta nello scandalo, linciando mediaticamente i nostri colori, proprio come avvenne nell'estate del 2006. Che sia un nuovo progetto per infangarci nuovamente questo è abbastanza chiaro oramai, lo sanno anche i muri oltre ai coglioni che ne parlano e che "credono alle favole o ai ciucci che volano". 
La Juve è tornata a vincere, la Juve è tornata grande, la Juve fa nuovamente paura, ecco perchè dalle stanze segrete di Via Allegri (sede FIGC) o in qualche altra stanza........(a voi lasciamo immaginare da quali...) sarà certamente partito "l'input" ben preciso, di frenare questa nostra, per loro, rapida rinascita, dopo l'assurda "bastardata" subita nel 2006! Diamo nuovamente fastidio, allora bisognava fermare Luciano Moggi, che aveva un solo difetto: quello di costruire autentici squadroni che non temevano rivali "in campo", oggi invece, bisogna fermare ANTONIO CONTE, l'uomo della rinascita, l'uomo che ha riportato a Torino la mentalità vincente, l'uomo che adesso tutti ci invidiano! Hanno, da abili produttori cinematografici, costruito un film, ambientato però nell'epoca in cui "il nostro Antonio" era l'allenatore del Siena, con Carobbio, attore principale e tanti registi (occulti) alle spalle, con Palazzi, anche lui burattino manovrato, esecutore materiale del film, nel ruolo del giustiziere! Ma non finisce qui, perchè guarda caso, nella vicenda scommesse del Bari, Leonardo Bonucci (perchè oggi un nostro giocatore) riceve un deferimento per illecito sportivo......, guarda caso pare combinato attraverso Simone Pepe (all'epoca all'Udinese, ma oggi nostro giocatore), del resto l'unico coinvolto di quella squadra...ma tu guarda un po.....che coincidenza! Ma c'è di più: tutto lo staff tecnico del Siena guidato da Antonio Conte (ora tutti assieme alla Juve) è stato colpito dal deferimento! Tante, troppe le contraddizioni non vi sembra???? E'chiaro il segnale di colpire anche chi conosce bene i metodi innovativi di Conte, in modo tale da non permettere, a squalifica da loro comminata, a nessuno di questi, di poter allenare la Juve....Tutto studiato nei minimi dettagli a tavolino, mentre decine di persone (a detta dell'attore Carobbio), che erano presenti nello spogliatoio di quel Siena, non sono state poi interessate dal deferimento per omessa denuncia. Ma allora tutti sapevano o nessuno sapeva perchè effettivamente nulla è accaduto e tutto è stato creato artatamente solo per colpire Conte? Ma c'è ancora dell'altro: tutti gli interrogati di quel Siena, hanno riferito negli interrogatori che Conte ai suoi giocatori, chiedeva sempre e solo la vittoria, unico suo assillo e che non esistevano combine o altro ! Assurdo ragazzi, doverne anche parlare, questa è l'Italia, questa non è altro che una giustizia sportiva da bar! Noi tifosi bianconeri, stiamo registrando tutto in questo periodo, perchè a tempo debito tireremo le somme e qualcuno si renderà conto di aver scherzato troppo con il fuoco. Ci sarebbero tante altre considerazioni da aggiungere, ma abbiamo detto già tanto per una vicenda che per noi ha già i contorni molto chiari e ben definiti, comunque andrà a finire, per noi la verità è quella che vi abbiamo scritto qui sopra. 
Nel "mirino" comunque, ci sono le reti Mediaset con Studio Sport ed alcuni giornalisti in particolar modo......, la Gazzetta dello Sport, il Corriere dello Sport, la Repubblica, sino ad arrivare ai nostri giornali e tv locali come GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO, PRIMA PAGINA e TELENORBA. A tutti gridiamo vergognatevi, "giornalisti faziosi e di merda". AVETE ROTTO I COGLIONI. 
ANTONIO noi lo sai, SIAMO CON...TE. AL TUO SEGNALE SCATENEREMO L'INFERNO. AVANTI JUVE PIU' CI COLPISCONO PIU' DIVENTIAMO FORTI.
JUVENTUS CLUB ANDRIA. 
tu che fai li impalato a leggere il sito, lascia tutto e corri al club ad iscriverti, la stagione sta per avere inizio, se vuoi davvero essere anche tu protagonista UNISCITI A NOI!
 

 
 
LA JUVE E' GIA' IN PALLA
 
Si è svolto sabato sera, allo stadio San Nicola di Bari, il tradizionale appuntamento estivo del Trofeo TIM, che ha visto scendere in campo in un mini-triangolare da 45 minuti a partita, i Campioni d'Italia della Juventus e le due squadre milanesi. Ma prima di effettuare le nostre consuete considerazioni su questo sempre più inutile trofeo, vogliamo spendere due parole sulla pietosa condizione del manto erboso dello stadio barese. Assurdo che gli organizzatori del torneo, spinti dal maledetto Dio danaro, abbiano potuto consentire lo svolgimento di queste gare su di un terreno "gibboso" (stile campo di patate), tenuto in condizioni a dir poco pietose. Un campo di eccellenza o della Provincia avrebbe fatto miglior figura. Ma non tanto per un aspetto "estetico" o di "presenza" ma quanto per la sicurezza dei giocatori scesi in campo. Assurdo veramente aver consentito la disputa del torneo, presentando agli occhi degli sportivi di tutta Italia, uno spettacolo scandaloso che certamente rovina l'immagine di una città, di un territorio, di una Regione. Bello sentire nel dopo gara e ancora oggi il rimbalzo delle responsabilità tra gli organizzatori, il Sindaco di Bari e la società del Bari Calcio....tutti contro tutti. Ma che questo fosse un trofeo inutile e da snobbare ve lo diciamo da anni, ma puntualmente tanti tifosi....."occasionali" gremiscono gli spalti dello stadio, esultando alle volte come dei dannati per un gol o per una vittoria del tutto inutile, pagando i biglietti anche "profumatamente". Contenti loro.....Riteniamo ancora più assurdo che le Società si lascino imporre, sempre per colpa del Dio danaro e delle maledette TV, di giocare questi trofei solo dopo pochissimi giorni di ritiro, rischiando seri infortuni ai calciatori. Questa volta è accaduto a noi, con Pepe e Caceres usciti per infortuni che li terranno lontani dai campi di gioco, ma soprattutto costretti a saltare questa importante fase di preparazione, per 1/2 mesi. Quanto erano belle le estati in cui le squadre in vista del campionato, affrontavano quasi esclusivamente, selezioni o rappresentative montane o piccole formazioni locali. Adesso tutto è cambiato dopo pochi giorni di ritiro già ci appioppano amichevoli di lusso, tutte in diretta su TV a pagamento. E' noi come grandi...."coglioni..." siamo sempre li a farci succhiare il sangue.....(inteso come soldi). La dimostrazione è anche l'organizzazione della finale di Supercoppa di Lega italiana che hanno stabilito di farla disputare a Pechino, come se la capitale cinese fosse dietro l'angolo, come se in quel periodo di stagione, costasse quattro soldi raggiungerla, disinteressandosi (la nostra Società) di prevedere o organizzare per i propri tifosi dei voli o dei pacchetti economici che permettessero a quanta più gente possibile di essere presente. Invece a nostra esplicita richiesta nel mese di giugno sapete cosa ci fu risposto? Siamo presi dalla campagna abbonamenti e non possiamo pensare di metterci ad organizzare viaggi per i tifosi, quasi un voler dire..."se non venite per noi è meglio, tanto li prenderemo tanti di quei soldi, tra merchandising e cinesi che riempiranno lo stadio". Ma torniamo al torneo di sabato sera che ha visto al termine dei due mini incontri, una Juventus già in palla, che ha tenuto per molto tempo il pallino del gioco in mano sia contro l'Inter e sia contro il Milan, palesando però il solito problema dello scorso anno, ovvero tanta mole di gioco, tante occasioni da rete sciupate, con un  solo gol all'attivo. Nella gara contro i nerazzurri complice un errore di Lucio, la Juve subisce la rete che risulterà poi essere decisiva, con Quagliarella e il portiere avversario protagonisti rispettivamente in negativo ed in positivo. Nella seconda mini gara contro il Milan, la Juventus mantenendo la stessa difesa della prima gara, Storari in porta, con Masi (che bel giocatore), Lucio e Caceres sulla linea difensiva a tre e con un Vucinic, in forma smagliante, vince per una rete a zero grazie ad un rigore conquistato e trasformato dallo stesso Vucinic, al quale abbiamo dedicato la foto di copertina per porgerli i nostri auguri per la nascita del secondogenito. Tutto sommato, se non fosse stato per i due infortuni, Conte ha ottenuto da tutti i giocatori utilizzato delle buone indicazioni e soprattutto è riuscito ad aumentare il minutaggio nella gambe di quelle, la maggior parte,  che dovrebbero essere le seconde linee di una stagione che si annuncia difficile ma al tempo stesso emozionate. Bello il discorso fatto dal grande MISTER ieri sera (domenica) nella piazza di Chatillon ai tifosi accorsi per salutare la squadra, pronta a lasciare nella giornata odierna (lunedi 23) il ritiro valdostano. "La Juve, dopo essere tornata sul tetto d'Italia, tornerà presto sul tetto d'Europa e del Mondo, li dove merita stare", queste le suggestive parole del mister. 
SENZA DI TE NON ANDREMO LONTANO, ANTONIO CONTE E' IL NOSTRO CAPITANO....  
P.S. INFORMIAMO CHE DA LUNEDI' 16 LUGLIO, SI E' APERTA UFFICIALMENTE LA CAMPAGNA TESSERAMENTI AL CLUB.
 

 
 
VINCERE E' L'UNICA COSA CHE "CONTE"
 
Che si chiami Aygreville o Real Madrid, questo ad Antonio Conte, poco importa, perchè per lui "Vincere non è importante, ma è l'unica cosa che conta"!!! Ecco perchè il grande Antonio, il nostro vero top player, sin dalla prima uscita stagionale, ha chiesto già il massimo dai ragazzi mandati in campo. Bisogna avere sempre più fame di vittorie, mai sentirsi sazi ed è proprio nel ritiro dello scorso anno, a Bardonecchia, che il mister riuscì ad inculcare quella mentalità vincente che ci ha portati quest'anno a trionfare in Italia. Lo sappiamo tutti, lo sa benissimo anche lui, che ripetersi, soprattutto dopo quanto fatto, non è assolutamente facile, ma è proprio nel ritiro che si riesce a plasmare un gruppo e a creare o meglio ricreare gli stessi presupposti della passata stagione con un obiettivo in più: essere la versa sorpresa della prossima Champions. Su questo Antonio ne siamo certi sta già lavorando. La prima uscita stagionale, al Perucca di Saint Vincent, contro i dilettanti valdostani dell'Aygreville, che militano nel campionato di Eccellenza è terminata con il risultato di 7-1 per la Juventus. La rete subita in apertura di gara è derivata da un madornale errore del neo acquisto Lucio, che siamo certi avrà fatto arrabbiare e non poco Antonio Conte. Ma poi subito dopo la squadra ha preso in mano le redini del gioco riuscendo già al 23° minuto, a portarsi sul 3-1 grazie alle reti di Quagliarella, Vucinic su rigore e ancora Quagliarella.
La Juve della prima frazione vedeva Storari in porta con Masi (giovane e promettente difensore arrivato dalla Pro Vercelli) Lucio e Caceres sulla linea difensiva, il centrocampo a 5 era poi formato da Pepe, Padoin, Marrone, Asamoah e Ziegler (ritornato alla base con buone possibilità di restarci), Vucinic e Quagliarella a formare la coppia d'attacco. L'ex udinese Asamoah all'esordio in maglia bianconera, ha davvero stupito tutti per la sua grande visione di gioco. Nella ripresa, come è logico che sia Antonio Conte ha cambiato tutti gli undici in campo, schierando: il neo portierino Leali (acquistato dal Brescia) , una serie di ragazzi della formazione primavera portati in ritiro per completare la rosa in attesa dell'arrivo dei nazionali e dei nuovi acquisti con i soli "titolari" Lichtsteiner, Vidal, De Ceglie, Matri e il neo arrivo (dal Sassuolo via Genoa) Boakye. Le reti di Matri su calcio di rigore, di Boakye, di Vidal ancora su rigore e di Padovan attaccante della primavera hanno fissato il risultato sul 7-1. Lo stadio Perucca era stracolmo in ogni ordine di posto con ben 3.500 persone presenti e con tutti i gruppi della Sud al loro posto che hanno incitato gli uomini di Conte festeggiando la prima uscita della squadra con il tricolore sulle nuove maglie. Cori per tutti ed entusiasmo alle stelle che circonda la nostra Juventus. Avanti ragazzi, Avanti Mister Conte, la nuova era ha appena avuto inizio! Sabato i bianconeri lasceranno le fatiche del ritiro per scendere qui giù in Puglia a Bari, dove nel San Nicola affronteranno Milan e Inter nel classico triangolare estivo del Trofeo Tim, un trofeo commerciale solo per tifosi occasionali e famiglie che come da tradizione noi "snobbiamo" aspettando le gare da tre punti, quelle vere, quelle che ti danno vere emozioni! Intanto il 16 luglio, lunedi scorso, una gran bella notizia ha rallegrato tutta la nostra città "sportiva". Un vero miracolo si è compiuto grazie a tante persone, una in particolare, ma anche noi dello JC ANDRIA, nel nostro piccolo, possiamo dirci "orgogliosi" di aver contribuito!  
 

 
 
SI RIPARTE IN VALLE D'AOSTA DA CAMPIONI D'ITALIA
 
Adesso tutti zitti. Quest'anno parliamo Noi, solo Noi! 
Giovedi 12 luglio, inizia ufficilamente la stagione 2012/2013 della Juventus, che partirà per il ritiro estivo a Chatillon-Saint Vincent, in Valle d'Aosta, regione, che dopo ben nove anni torna ad ospitare i bianconeri. Nella terra valdostana, i CAMPIONI D'ITALIA, ci rimarranno sino al 23 luglio. Soltanto un anno fa, di questi tempi, quando la Juventus di Antonio Conte si radunava, nessuno osava immaginare che a soli dodici mesi di distanza sulle nuove maglie, (belle... molto belle), ci sarebbe stato quel triangolino tricolore in bella mostra, un tricolore importante, perchè il trentesimo della nostra storia. Importante.....anche  perchè ha fatto morire dall'invidia tutti gli anti juventini che ancora oggi sono li che rosicano e cercano di rialzarsi dopo il duro colpo subito. Bello vedere sulle spiagge di tutta Italia, così come dalle nostre parti, maglie con il 30 ben stampato, con le tre stelle in bella mostra, tatuaggi ben impressi sulla pelle, a dimostrazione di una rinascita bianconera totale. 
Ecco perchè lo gridiamo con sempre più forza: 
TUTTI ZITTI, QUEST'ANNO PARLIAMO NOI, SOLO NOI e GUARDATECI SUL PETTO E PORTATECI RISPETTO.
La  festa ha appena avuto inizio.
Finalmente si torna a parlare di calcio giocato, anche se per il momento solo di calcio estivo/commerciale (quello, per intenderci, per i tifosi occasionali....non per Noi). 
Ma noi dello JC ANDRIA, dopo una breve ma meritata pausa, torneremo per lo meno a leggere sui giornali e a guardare in Tv, qualcosa di più interessante, piuttosto che sentire le puttanate di quel "malato di mente" di Zeman, o le stronzate di Allegri (.....siam solo Noi...) o i sogni, ...o meglio le barzellette..., degli Accattoni & Perdenti! 
La prossima settimana avrà anche inizio la campagna tesseramenti allo JC DOC ANDRIA. Il modulo è già disponibile e scaricabile, in formato Pdf all'interno della sezione tesseramento sulla home page del sito. Noi vi aspettiamo dalla sede del club tutte le sere dopo le ore 20.
In Valle d'Aosta non tutti i componenti della rosa saranno presenti, viste le meritate vacanze dei reduci dell'Europeo. Si vedranno però tanti volti nuovi ad iniziare dal duo Isla e Asamoah (bel colpo) presi dall'Udinese, al brasiliano Lucio, che dovesse rendere come Pirlo, sarebbe un doppio colpo.....Poi ci sono i tanti "colpi" di giovani di prospettiva, ma che con Conte siamo sicuri diventeranno da subito protagonisti, ad iniziare dal giovane Pogba, strappato al Manchester United. E' ritornato Sebastian Giovinco, che molti sottovalutano come arrivo, ma con un giocatore definitivamente maturato e con il gioco e modulo proposto dal mister Conte, la formica atomica potrebbe davvero essere determinate nello scacchiere che "don Antonio" ha in mente. In una stagione lunghissima tra campionato e Champions League, ci sarà davvero spazio per tutti. Altri ancora ne arriveranno (un attaccante e un terzino sinistro a nostro avviso), ma già adesso possiamo dirci ampiamente soddisfatti.  
Insomma popolo gobbo, non ci resta che augurare alla nostra squadra e al nostro mister:
BUON VIAGGIO JUVENTUS, BUON VIAGGIO CONDOTTIERO. 
LO JC ANDRIA SARA' COME SEMPRE AL TUO FIANCO.
SIAMO NOI, SIAMO NOI I CAMPIONI DELL'ITALIA SIAMO NOI.....
ALE' ALE' ANTONIO CONTE...SENZA DI TE NON ANDREMO LONTANO...ANTONIO CONTE E' IL NOSTRO CAPITANO...
JC ANDRIA....PRONTI A RIPARTIRE e a RIABBRACCIARE GLI AMICI DI SEMPRE con i quali iniziamo già a risentirci telefonicamente.......NOSTALGIA...NOSTALGIA CANAGLIA...
 

 
 
DEL PIERO STUPOR MUNDI
 
Federico II° di Svevia, fu definito da Dante Alighieri, nel Convivium Libro IV (al capitolo 3, verso 6): STUPOR MUNDI. Noi dello Juventus Club Andria, oggi 30 giugno 2012, nel giorno in cui scade ufficialmente il contratto con la Juventus e quindi nell'ultimo giorno del Capitano (per noi di ieri, di oggi e di domani), vogliamo dedicare e attribuire nuovamente a lui questa frase, del padre della lingua italiana (Dante): STUPORE DEL MONDO.
Nel dicembre del 2008 stupimmo tutti (come sempre....), realizzando dei poster 6 x 3, per gli auguri natalizi riportanti la stessa immagine, con la frase STUPOR MUNDI, di questo articolo. Oggi l'abbiamo riproposta, con gli occhi lucidi e il magone allo stomaco. Lui, Ale, il grande capitano, dopo 19 anni di Juventus, ha voluto salutare il suo popolo bianconera con una bellissima lettera che vi riproponiamo qui sotto

       Finisce qui, il mio contratto con la Juventus scade oggi.
Non è una notizia, ma sapere che è “ufficiale” fa comunque effetto. Per me non è un momento triste, non c’è rimpianto né nostalgia. Non più. Perché in questi giorni ho avuto modo di ripensare a tutto quello che è successo nella mia ultima stagione in bianconero, poi di lì tornare indietro, e rivivere il più bel sogno che avrei potuto sognare.

Tutti i ricordi, tutte le gioie, tutti i trionfi e – per dirla tutta – anche qualche recente amarezza… oggi tutte queste immagini mi passano davanti e a un certo punto si appannano e si dissolvono in quell’abbraccio meraviglioso della mia ultima partita a Torino. Quella è la fotografia che racchiude tutto, l’istantanea che voglio portare sempre con me, quella che dal 13 maggio mi si è stampata nel cuore. 

Incancellabile.

Qualche tempo fa, prima di partire per le vacanze, ho svuotato il mio armadietto a Vinovo e, uscendo dal campo d’allenamento, mi sono fermato là dove per molti mesi mi avete aspettato voi per un una foto, un autografo, un saluto… sotto la neve, il gelo, la pioggia, il sole che picchia. Ma questa volta sono io a salutarvi e a  ringraziarvi, come voi avete fatto con me.

I giocatori passano, la Juventus rimane. Rimangono i miei compagni, ai quali auguro il meglio: tiferò sempre per loro. Rimanete soprattutto voi tifosi, che siete la Juventus. Rimane quella maglia che ho amato e amerò sempre, che ho desiderato e rispettato, senza alcuna deroga, senza sconti. Sono felice che altri dopo di me possano indossarla, anche e soprattutto la “10” che da quando esistono i nomi sulle maglie bianconere, ha sempre portato il mio. Sono felice per chi la indosserà l’anno prossimo, sono felice che da qualche parte – in Italia e nel mondo – qualcuno sta sognando di indossarla. E sarei orgoglioso che volesse ripercorrere la mia storia, come io ho fatto con altri campioni, altri esempi, altre leggende.

Da domani non sarò più un giocatore della Juventus, ma rimarrò per sempre uno di voi.
Adesso comincia un’altra avventura. E io sono carico come 19 estati fa.

Arrivederci, ragazzi. Grazie di tutto.

Alessandro
 

 
 
JC ANDRIA e R.U.J AMICI PER SEMPRE
 
Ragazzi lo avevano detto è sono stati di parola i simpaticissimi e grandissimi RAGAZZI ungheresi, presenti al Memorial Lorenzo Lomuscio. Gli avevamo donato le nostre belle t-shirt celebrative della terza stella e del trentesimo scudetto, loro le hanno subito indossate, partendo per Budapest tutti con la maglia addosso. Hanno addirittura scattato foto all'interno della cabina del pilota del volo della WIZZAIR. Ma bella quella che li ritrae sulla scaletta dell'aereo appena giunti a Budapest con la coppa del terzo posto, conquistata ad Andria. Nella foto dell'articolo sono tutti all'interno dell'Aeroporto di Bari Palese, con le nostre maglie mentre attendono il volo di rientro verso l'Ungheria. Che dire lo JC ANDRIA da adesso sarà PRESENTE anche in Ungheria. Una amicizia del tutto inaspettata cresciuta e cementata proprio in questa bella occasione. Orgogliosi di esservi amici. A presto fratelli "gobbi". Salutiamo il loro grande capo BLAS, poi BOTOND, ANDRAS, NORBERT, TAMAS, ISTVAN, GERGELY e GALVACS. 
I RAGAZZI DELLO JC ANDRIA  
 

 
 
BEN 314 BIGLIETTI VENDUTI. RACCOLTI 628 EURO
 
Ancora una iniziativa benefica ha visto protagonista il nostro club che grazie al contributo dei tanti associati, siamo riusciti a raccogliere la somma di 628 euro, frutto della vendita di ben 314 tagliandi (al costo di 2,00 cad.). Questi i risultati della lotteria benefica collegata alla 5^ Edizione del Memorial di calcio a 7 "Lorenzo Lomuscio". L'intero ricavato è stato consegnato sabato 23 giugno scorso, al Parroco della Parrocchia dei Cappuccini in occasione dell'inaugurazione del campetto, presso l'Oratorio Padre Pio, alla presenza di tantissima gente. Un piccolo gesto, il nostro, molto apprezzato dall'intera comunità parrocchiale che ha ringraziato il Presidente Nicolamarino, il tesoriere Pisani e il consigliere Leonetti intervenuti alla cerimonia inaugurale del campetto. 

QUESTI I NUMERI VINCENTI:

1° PREMIO         146         TRASFERTA GRATUITA ALLO JUVENTUS STADIUM

2° PREMIO         169         MAGLIA UFFICIALE DELLA JUVENTUS FC STAGIONE 11/12

3° PREMIO         205         TESSERA SOCIO SEMPLICE JC DOC ANDRIA

4° PREMIO           34         T- SHIRT CELEBRATIVA TRENTESIMO SCUDETTO

5° PREMIO         200        T- SHIRT CELEBRATIVA TRENTESIMO SCUDETTO

6° PREMIO             2        T- SHIRT CELEBRATIVA TRENTESIMO SCUDETTO

7° PREMIO         255       T- SHIRT CELEBRATIVA TRENTESIMO SCUDETTO

8° PREMIO         287       T- SHIRT CELEBRATIVA TRENTESIMO SCUDETTO

Tutti coloro che sono risultati vincitori possono passare a ritirare il premio presso la sede del club la sera dopo le ore 20 o previo appuntamento telefonico chiamando il 320 620 94 45.

FATTI NON PAROLE! AVANTI JC ANDRIA
 

 
 
ABBONATI ALLO JUVENTUS STADIUM CON NOI
 
Una ZEBRA con l'occhio di tigre! Ragazzi finalmente parte la tanto attesa campagna abbonamenti allo Juventus Stadium per la prossima stagione calcistica che ci vedrà difendere il titolo di CAMPIONI D'ITALIA e vedrà il ritorno della nostra Juventus, nell'Europa che conta, la Champions League, dopo quasi tre anni di assenza. Come avrete notato lo scorso anno entrare nello Juventus Stadium è molto difficile, vista la pochissima disponibilità di biglietti in vendita per ogni gara e considerata l'enorme richiesta da parte di tutti i club, oltre agli alti costi praticati dalla Società. Pertanto, come spesso spiegato in questa stagione, solo abbonandosi ci si può garantire un posto all'interno del fantastico stadio e soprattutto garantirsi, mediante la prelazione, un posto alle gare di Champions. Senza dimenticare il ritorno dell'attesissimo derby della Mole contro il TORO, inserito nel pacchetto delle 19 gare in abbonamento, oltre alla prima di Coppa Italia. Da martedi 26 giugno, partirà la prelazione dei vecchi abbonati, che dovranno pertanto comunicarci, obbligatoriamente ENTRO SABATO 30 GIUGNO, se intendono rinnovare il proprio posto in abbonamento. Per i nostri vecchi abbonati, tutti di curva Sud 1° Livello, la somma da portare presso il club è di Euro 350,00 oltre ai 30 euro (se socio semplice) o 85 euro (se socio effettivo) per il rinnovo della propria tessera allo JUVENTUS CLUB DOC ANDRIA. Come avrete notato sono aumentati di molto i costi degli abbonamenti in curva, ben 75 euro in più rispetto alla passata stagione, mentre è aumentata anche la tessera al nostro club da 25 a 30 euro quella da socio semplice e da 75 a 85 euro quella per i soci effettivi. Invariata la tariffa per i soci giovani a 50 euro. Aumenti delle tessere stabiliti e deliberati dal Consiglio Direttivo, giovedi 21 giugno, causa aumento della quota di affiliazione al Centro Coordinamento Club Doc, passata da 15 euro a 18 euro annui. Del resto dall'apertura del nostro club e sino alla passata stagione (ben nove anni) abbiamo sempre mantenuto a 25 euro la quota minima di adesione. Per tutti coloro che invece intendono per quest'anno abbonarsi allo stadio per la primissima volta, informiamo che abbiamo ufficialmente aperto le prenotazioni e che bisogna al più presto indicare il settore preferito oltre a portare, presso la sede del club, l'intera quota dell'abbonamento oltre alla quota tessera doc allo JC ANDRIA, due fotografie formato tessera, copia carta d'identità (NON PATENTE) e copia codice fiscale o tessera sanitaria.  Ricordate tutti che nelle partite casalinghe possono ottenere i biglietti allo stadio i soli soci regolarmente affiliati allo JC DOC ANDRIA, pertanto anche mogli, fidanzate, bambini etc. etc. dovranno, se intendete, anche solo per una volta portarli/e a Torino, ESSERE ISCRITTI ALLO JUVENTUS CLUB DOC ANDRIA. E' una direttiva emanata dal C.C.J.C.D. inserita nel regolamento che disciplina la struttura. I costi per i nuovi abbonati sono ancora più alti, vanno dai 390 euro per le CURVE (195 per gli under 16) ai  620 euro delle Tribune Laterali Est 1° Livello e Ovest 1° (310 euro per gli Under 16). Prezzi più bassi nei secondi livelli Est e Ovest. Per info è possibile consultare il sito www.juventus.com o recarsi presso la sede del nostro club tutte le sere dopo le ore 20 oppure telefonando al 320 620 9445. In sede è possibile trovare anche i moduli sia per chi deve rinnovare sia per i nuovi abbonati. Non perdete tempo, CORRETE AD ABBONARVI con lo JUVENTUS CLUB DOC ANDRIA, perchè se la società e la squadra hanno ANCORA FAME, noi tifosi ne abbiamo più di loro! RAGAZZI ABBONARSI CONVIENE, non perdete tempo, se vogliamo tornare grandi e raggiungere altri prestigiosi traguardi, dobbiamo contribuire tutti assieme! JUVENTUS CLUB ANDRIA. 
 

 
 
JC ANDRIA SUL GRADINO PIU' ALTO DEL PODIO
 
La quinta edizione del Memorial di calcio benefico "Lorenzo Lomuscio" è andata in archivio con l'affermazione della squadra del nostro club che per la seconda volta nella storia del torneo conquista la oramai "ambita" coppa. Siamo sinceri, non partivamo con i favori dei pronostici, la squadra era la stessa delle ultime due annate con la sola aggiunta di un nuovo portiere Mauro Caldarola a far coppia con l'altro nostro portiere Riccardo Lavigna. Ma la cosa più bella di questo evento resta sempre l'arrivo in città di amici di altri club, che con molto entusiasmo ci chiedono di anno in anno di poter essere presenti alla manifestazione sia per ricordare l'amico Lorenzo Lomuscio, che siamo certi da lassù sarà strafelice di tutto questo, come dice la sua cara moglie Anna e sia per cementare sempre più un rapporto di amicizia con il nostro club che diciamola tutta è uno dei più noti, conosciuti e rispettati d'Italia. Vedere giungere in città con ben otto unità i RAGAZZI UNGHERESI JUVENTUS direttamente da Budapest è stato per noi motivo di grande orgoglio, ospitare nuovamente uno dei club più storici d'Italia lo JUVENTUS CLUB ANZIO NETTUNO con il Suo presidente Gabriele GRILLI è un altro motivo che ci rende molto soddisfatti perchè vuol dire che in questi nove anni di vita del nostro club, abbiamo percorso tanta, tantissima strada per raggiungere determinati obiettivi ed un alto livello di considerazione e rispetto nell'ambito del tifo juventino! Il torneo è per noi iniziato sin dal venerdì mattina quando grazie all'amico Antonio Mangialardi dello JC MODUGNO, andato in aeroporto con monovolume a prelevarli, sono arrivati a primissima ora gli amici ungheresi. Sistematisi subito negli alloggi hanno trascorso l'intera giornata al mare per poi alla sera, ospitarli nel nostro "accogliente" club dove con tutti noi hanno bevuto (tanto ma proprio tanto) è ovviamente mangiato focacce e pizze dando uno sguardo alle gare degli Europei in corso di svolgimento con sfide interminabili a calcio balilla. La cosa curiosa era vedere tutti noi ridere con loro pur non comprendendoci spesso per motivi di lingua e per fortuna che tra di loro c'è il grande Blas, il loro capogruppo, l'unico che parla italiano. Bello, bellissimo sapere e conoscere ragazzi come loro che nonostante siano di altra cultura, di altre tradizioni, nonostante l'enorme distanza tra Budapest e Torino, si siano innamorati proprio della JUVENTUS riuscendo a costituire nella loro bella città un gruppo di quasi cinquanta unità, ben organizzato con magliettine, sciarpe personalizzate e felpe. Tanto ma proprio tanto onore a loro! A dicembre prossimo, festeggeranno la loro costituzione è noi saremo li presenti per suggellare anche questa nuova amicizia! Il calcio è anche e soprattutto questo per noi. Finita la baldoria all'interno del club, con qualcuno sia dei nostri che dei loro, molto barcollanti, siamo andati in Viale Crispi e Corso Cavour per far vivere l'atmosfera serale della nostra città. Altri brindisi in un bar per poi all'una far rientro. Al mattino, abbiamo atteso l'arrivo dei ragazzi dello JC ANZIO NETTUNO per poi scattarci tutti assieme una foto davanti al camion vela che stava girando in città per promuovere e pubblicizzare l'evento. A pranzo tutti alla Puglia in Tavola per un mega pranzo nonostante di li a poche ore si doveva scendere in campo per il torneo. Arriva finalmente il momento di andare presso la struttura sportiva dove accogliamo i grandi amici dello JC MODUGNO e dello JC TRANI che ancora una volta ci hanno onorato della loro presenza. Tutti assieme riempiamo il campo principale di stendardi, striscioni, pezze, bandiere creando una atmosfera da settore ospiti di quando si va in trasferta, immancabile lo striscione LORENZO SEMPRE CON NOI. Bellissimo il mega striscione dei ragazzi di Modugno con le tre stelle e un enorme 30 appeso sul fabbricato della struttura. Si procede con il sorteggio che vede decretare le due semifinali: JC ANDRIA - JC ANZIO NETTUNO & R.U.J e JC MODUGNO - JC TRANI. Si entra tutti in campo, tutti in cerchio abbracciati, ricordiamo in silenzio l'amico Lorenzo, silenzio interrotto soltanto dal coro "E' LORENZO SEMPRE PRESENTE", poi un lungo applauso con la consegna dei fiori alla signora Anna e ai figli Salvatore e Francesca da parte di Antonio dello JC MODUGNO. Partono le sfide, due tempi da trenta minuti, con due gare abbastanza equilibrate nella parte iniziale e che vedono poi Andria e Modugno prendere le distanze ma con Trani e Anzio Nettuno R.U.J. che non mollano e restano sempre in partita. 6-3 lo JC MODUGNO e 10-7 per lo JC ANDRIA questi i risultati delle semifinali. La finalissima, ancora una volta è JC ANDRIA - JC MODUGNO per terza volta in cinque anni. Una sfida sempre molto accesa, sempre molto sentita, sempre molto corretta che vede sempre tanto equilibrio è che vede la nostra squadra allenata sempre dal socio Vincenzo Carbutti, battere di misura per 5-4 i ragazzi modugnesi, detentori del torneo e favoriti alla vigilia. Il terzo posto è andato a sorpresa allo JC ANZIO NETTUNO R.U.J. che hanno superato senza difficoltà i ragazzi tranesi crollati fisicamente causa il gran caldo e le sfide lunghe e ravvicinate tra di loro. Premiazioni sempre molto belle, con Graziano Palladio, il nostro capitano (nella foto) che riceve la coppa da Antonio dello JC MODUGNO. Parte una mega fumogenata alle spalle, con cori da stadio ed applausi per tutti. Viene premiato anche il miglior cannoniere del torneo risultato essere Massimiliano dello JC ANZIO NETTUNO. Si beve, si brinda, si mangia la torta e ci si saluta con gli amici di Trani e Modugno mentre con i ragazzi di Anzio e i ragazzi ungheresi la festa continua, verso le 23 raggiungiamo Trani per festeggiare tutti assieme il trentesimo tricolore ed un altra edizione del Memorial andata in archivio. Pizza, birra a go-go per poi tutti assieme recarci sul lungomare tranese nel pieno della movida notturna. Soltanto alle 4 decidiamo di far rientro ad Andria. Al mattino i ragazzi ripartono non prima del tradizionale scambio di t-shirt, sciarpe e doni vari. Bello vedere tutti i ragazzi ungheresi e di Anzio ripartire con le maglie del nostro club. Stanchi e soddisfatti per essere riusciti a realizzare ancora una volta una iniziativa ad alto livello organizzativo ci salutiamo tra di noi dandoci un arriverderci a tra qualche settimana perchè diciamola tutta abbiamo davvero bisogno e necessità di staccare la spina ad una stagione per noi inziata subito con l'inaugurazione dello stadio dell'otto settembre scorso è terminata soltanto domenica 17 giugno! Questi siamo NOI, un club di tanti fatti e poche parole. Ma Andria fondamentalmente non è Budapest........ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah
Ci ritroverete tra poche settimane già carichi e pronti per affrontare un altra dura stagione ma questa volta con uno scudetto più sul petto, trenta sul campo NON UNO DI MENO!
CAMPIONI D'ITALIA.....CAMPIONI D'ITALIA....CAMPIONI D'ITALIA ma non dovevamo rivincerlo più??????? SIAMO TORNATI AD ESSERE IL LORO INCUBO   
 

 
 
LA NOSTRA FORMAZIONE
 
Ecco i nostri ragazzi immortalati tutti assieme con il Presidente Francesco Nicolamarino prima dell'inizio della semifinale. Il Presidente aveva chiesto di riconquistare il trofeo, i ragazzi lo hanno accontentato riuscendo a bissare il successo già ottenuto nel 2010. In piedi da sinistra Riccardo Lavigna (portiere), Graziano Palladio (capitano), Francesco Nicolamarino (Presidente), Giuseppe Leonetti, Massimo Carpino, Nicolino Vurchio, Ciccio Di Palma, Vincenzo Carbutti (allenatore), Mauro Caldarola (portiere), accosciati da sinistra Vincenzo Quacquarelli, Nicolino Reggente, Mariano, Vito Antonio Fasciano. Grazie a voi ragazzi per l'impegno che mettete in tutte le nostre attività, ma soprattutto per l'entusiasmo che ci date e ci trasmettete, permettendoci di fare cose sempre più belle. Ma un sentito grazie va a tutti coloro che pur non giocando il torneo si sono presti a fare diecimila altre cose, dal mettere le auto a disposizione al mettere la musica e amplificazione ai campi, dal portare tutto il materiale ad appendere gli striscioni, all'organizzare tutta la parte sportiva e la lotteria, dalla grafica alla stampa del materiale. Un grazie anche agli amici sponsor che hanno sostenuto quest'altra nostra iniziativa. SEMPRE AVANTI JC ANDRIA, A TESTA ALTA!
 

 
 
I RAGAZZI CON COPPA E STRISCIONE. CONTINUA LA LOTTERIA BENEFICA
 
Ecco i nostri ragazzi al termine del torneo con la coppa appena conquistata e con lo oramai "storico" striscione ANDRIA PRESENTE che non è mancato ovviamente nemmeno al memorial. Comunichiamo inoltre che la vendita dei biglietti della lotteria di beneficenza legata all'evento, in favore dell'ORATORIO PADRE PIO della Parrocchia Sacre Stimmate è continuata e terminerà soltanto sabato 23 giugno, giorno in cui sarà proprio inaugurato il campetto della chiesa. Si è pertanto stabilito con il parroco, di legare la consegna della somma raccolta al momento in cui il campetto verrà consegnato alla comunità. Pertanto sabato sera saremo li presenti per celebrare questo importante momento che ci vedrà, nel nostro piccolo, contribuire alle spese sostenute per la realizzazione di questa importante opera per i giovani ragazzi della comunità. Il sorteggio degli otto biglietti vincitori sarà effettuato proprio in quella occasione. Pubblicheremo l'esito ovviamente sul nostro sito. Chi vuole pertanto può ancora acquistare i biglietti recandosi presso la sede del club o presso i punti vendita dei nostri soci sponsor che hanno aderito all'iniziativa. Ricordiamo che il primo premio prevede una trasferta gratis per una persona, a Torino nello  JUVENTUS STADIUM.  
 

 
 
ECCO IL CAMION VELA
 
Per promuovere e pubblicizzare il nostro evento benefico legato alla 5^ Edizione del Memorial in onore di Lorenzo Lomuscio, abbiamo avuto una bella idea, quella di far girare in città un camion "VELA" (nella foto) con la pubblicità dell'evento, recante in bella mostra sia lo scudetto con il 30 che le TRE STELLE. Tra venerdì e sabato in molti hanno avuto la possibilità di imbattersi nel camion, altra iniziativa costataci "zero" grazie agli amici sponsor del CSA che ancora una volta ci hanno sostenuto e che ovviamente ringraziamo.
 

 
 
RITORNA IL MEMORIAL LORENZO LOMUSCIO
 
Sabato 16 giugno, a partire dalle ore 17,00 si svolgerà presso il Centro Sportivo Andria Sport (ex campi Arca) la 5^ Edizione del Memorial Lorenzo Lomuscio, il torneo di calcio benefico, in ricordo del nostro grande amico Lorenzo. Questa, sarà una edizione particolare nella quale celebreremo ancora una volta la terza stella conquistata "sul campo" dalla Juventus, un trionfo che dedicammo da subito anche al nostro grande Lorenzo Lomuscio. Come da tradizione, anche quest'anno nutrita sarà la pattuglia degli amici che giungeranno qui ad Andria, onorandoci della loro presenza e partecipando al torneo di calcio. Un plauso quest'anno lo meritano i R.U.J. il neo nato gruppo di tifosi juventini di Budapest in Ungheria, messosi in luce in questa annata trionfale per i nostri colori, che giungerà qui ad Andria con ben otto ragazzi. La squadra ospite di fuori regione invece sarà lo Juventus Club di Anzio Nettuno, storico club juventino d'Italia, che vedrà la partecipazione del Presidente Gabriele Grilli, un pezzo da 90 nella Sud a Torino. Come non ringraziare poi gli amici degli JC Trani e Modugno per la loro assidua partecipazione e presenza da sempre. Ritrovarsi è sempre bello, farlo per uno scopo benefico ancora di più, farlo, da cinque anni, in memoria dell'amico Lorenzo è qualcosa di grandioso. Ed è questo quello che ci rende più orgogliosi è sempre più consapevoli di essere una bella realtà attiva ed operativa, piena di fatti e poche parole! Credeteci non è semplice organizzare in meno di un mese dalla fine della stagione (il venti maggio eravamo ancora in cammino al seguito della Juventus) una festa scudetto come quella del primo giugno e un memorial di calcio di questo livello. Siamo molto stanchi, ad onor del vero, dopo una stagione che ci ha visto sempre in continuo movimento, ma grazie all'aiuto di tanti ragazzi, riusciamo a trovare sempre le forze per organizzare tutto quello che c'è da organizzare. La formula del torneo sarà a quadrangolare con due semifinali e con due finali per il primo posto e per il terzo posto. Lo scorso anno si aggiudicò il torneo lo JUVENTUS CLUB MODUGNO che nell'albo d'oro ha scritto il proprio nome per ben due volte. Peccato per le defezioni proprio all'ultimo dei ragazzi del Gruppo Ultras TRADIZIONE e del Gruppo Aosta - Bassa Valle che ringraziamo per i messaggi di sostegno e vicinanza fatti giungere al nostro PRESIDENTE. Ringraziamo le varie strutture sportive della città che si sono affacciate dal club per chiedere di poter ospitare l'evento ma anche per quest'anno avevamo già un accordo con la struttura Andria Sport, ne riparleremo per le prossime edizioni. Segno questo che l'iniziativa ha oramai raggiunto un livello organizzativo di assoluta eccellenza! L'ultimo ringraziamento lo dobbiamo invece ai tanti amici sponsor che in un periodo di forte crisi riescono sempre a mettere a nostra disposizione risorse economiche importanti per le svariate iniziative. Vi ringraziamo immensamente! L'invito per tutti i soci e simpatizzanti juventini è quello di non mancare sabato pomeriggio presso il centro sportivo dove ricorderemo Lorenzo e saluteremo come sempre la Sua famiglia oltre a sostenere la formazione dei ragazzi del nostro club ai quali abbiamo chiesto di regalarci la coppa già conquistata nel 2010!  IL DIRETTIVO JC ANDRIA
 

 
 
LOTTERIA DI BENEFICENZA MEMORIAL LOMUSCIO
 
Come sempre al torneo di calcio in memoria dell'amico socio Lorenzo Lomuscio è abbinata anche una lotteria di beneficenza con tanti ricchi ed ambiti premi. Quest'anno abbiamo deciso si sostenere la causa dell'Oratorio Padre Pio della Parrocchia Sacre Stimmate, impegnata nella realizzazione di un campetto di calcio per i ragazzi del quartiere e non solo. Ci è sembrato giusto, viste la finalità del progetto della Parrocchia "sportivo - ricreative", sostenere ed alimentare questo loro sogno. Sarà possibile acquistare i biglietti della lotteria al costo di Euro 2,00 cad., rivolgendosi direttamente dal club tutte le sere dopo le ore 20,00 oppure presso i punti vendita dei nostri amici sponsor come l'Ottica Fracchiolla, il Bar Fantasy, Campanale Autoricambi o direttamente attraverso i componenti del consiglio direttivo che saranno dotati di biglietti. Collaborate con noi. Ancora un evento benefico che come ogni anno vede il nostro club protagonista sotto questo importante aspetto quello dell'aiuto verso il prossimo. Ricordate sempre: Fatti non parole! 
Il primo premio vede in palio una trasferta allo Juventus Stadium con biglietto e pullman già pagati dal club, al secondo sarà data una maglia ufficiale della Juventus fc stagione 2011/2012, al terzo una tessera socio semplice allo JC DOC ANDRIA mentre dal 4° all'8° premio le richiestissime t-shirt celebrative del trentesimo scudetto realizzate dal club. 
JUVENTUS CLUB ANDRIA......l'EUROPA CI ATTENDE
TRENTA VOLTE CAMPIONI D'ITALIA....e la festa continua!    
 

 
 
CIAO MAMMA MICHELINA. PRESIDENTE TI SIAMO VICINI
 
Nella tarda serata di giovedi 7 giugno è venuta a mancare la Signora Michelina, mamma del nostro presidente Francesco Nicolamarino. Come ogni mamma è stata per Francesco, una guida importante, un punto di riferimento costante, quotidiano. Caro Presidente, i componenti del consiglio direttivo con tutti i soci dello Juventus Club Doc Andria vogliono esprimerti tutta la propria vicinanza in un momento così difficile per te e per la tua famiglia. Sei un uomo forte che, già in passato, ha saputo superare altri momenti difficili come questi, prima con la perdita del papà e poi successivamente negli ultimi anni con la perdita dei due cari fratelli. Forza Francesco, mamma Michelina da lassù, saprà guidare in ogni momento, te e i tuoi cari! Un forte abbraccio anche alla Signora Tonia e ai ragazzi Andrea, Roberto e Michela. Per chi volesse portare il proprio saluto a mamma Michelina e al Presidente Francesco, informiamo che la salma dalle ore 12,00 di sabato 9 giugno sarà portata nella Chiesa di San Francesco vicina al Municipio, dove poi alle ore 16,00 sarà celebrato il rito funebre. 
CIAO MAMMA MICHELINA!
 

 
 
UNA GRANDE NOTTE DI FESTA
 
Ragazzi, credeteci, per quanto stupenda è stata la serata/nottata in cui abbiamo festeggiato il trentesimo tricolore e la terza stella, non sappiamo proprio da dove iniziare nel raccontarvela, per cercare di farvi vivere le emozioni che i quasi duecento soci presenti hanno potuto provare. Tutto è andato alla perfezione, ma permetteteci di ringraziare ed elogiare il nostro ospite d'onore CLAUDIO ZULIANI che è stato a dir poco "commovente" per il tempo che ci ha dedicato dal mattino alle 9,30 alla notte alle 04,30 e se consideriamo che alle sette è stato riaccompagnato a Bari per prendere il volo di rientro, non possiamo che rendere omaggio ad una persona squisita ma soprattutto simpaticissima. Scelta migliore non potevamo davvero fare. Ad un certo punto della serata o meglio della nottata ci ha detto...."ragazzi siete incredibili....mi avete fatto fumare, bere e soprattutto ballare...tutte cose che non facevo da anni..." Già nel corso della giornata, tra visita a Castel del Monte e giro in centro città ad Andria, Claudio si era sempre gentilmente concesso a quanti lo riconoscevano per foto e autografi vari. Poi un pranzo con il nostro Presidente dal nostro socio Nicola Montereale alla Locanda de la Poste, nel corso del quale i due hanno affrontato i diversi temi legati al mondo Juve, dal mercato alla prossima Champions. Ma finalmente giungeva l'ora "X".....l'inizio della festa. Una organizzazione perfetta con sicurezza all'ingresso dove si accedeva solo attraverso l'esibizione di un pass attestante l'avvenuto pagamento, parcheggio custodito da vigilantes nell'area del supermercato, prospiciente il ristorante. All'ingresso due grossi totem, di quelli che si sono visti in città nell'ultimo mese, campeggiavano con le scritte TRENTA VOLTE CAMPIONI D'ITALIA. Ad accogliere i bambini presenti, due animatrici che indossavano per l'occasione le t-shirt dello Juventus Club Andria e accompagnavano i "piccoli supporters" in un area giochi tutta per loro, "liberando" di fatto i genitori. Il ristorante si affollava man mano e Alfredo Nolasco, presentatore della serata iniziava con i suoi personali saluti invitando il Presidente Nicolamarino al suo discorso iniziale. Giungevano in sala anche le due tv locali, Telesveva e Teledehon attratte dalla presenza di Zuliani che veniva presentato a tutti in un tripudio di applausi, sventolio di bandiere e di sciarpe con un coro che interrompeva il suo saluto..."ZULIANI UNO DI NOI, UNO DI NOI..." Lui contraccambiava ed iniziava il suo personale show, diventando il vero mattatore della serata, più che un giornalista, telecronista e tifoso della Juventus è sembrato un vero capo-animatore....Ci ringraziava e sottolineava da subito il calore del nostro club. Era la volta dei Dance Scratch capitanati dalla bravissima cantante Antonella e dal mitico batterista Nicolino Cannone, anche lui nostro socio, che hanno dato il loro meglio regalandoci musica dal vivo anni 70/80. Nel frattempo tra una portata e l'altra del buffet e soprattutto tra un bicchiere di vino e l'altro, l'atmosfera si surriscaldava con trenini di ogni genere, musica brasiliana e spettacolo di intrattenimento di un gruppo di ballerine che rendeva l'atmosfera molto più "caliente"....Poi ancora musica dal vivo, ancora Zuliani show che con Nolasco duettava facendo la telecronaca in diretta degli ultimi minuti di gara del Nereo Rocco di Trieste....Giunge il momento della presentazione del nostro video su uno schermo gigante, che raccontava un anno di JUVENTUS CLUB ANDRIA al seguito della Juventus...dire che è stato emozionante è poco. Tanti gli applausi dei soci presenti allo splendido lavoro realizzato dal socio Giuseppe Leonetti. Si canta l'inno della Juventus tutti assieme a squarcia gola, uomini, donne e bambini, si cantano i classici cori della curva Sud...poi è il momento dei fuochi d'artificio offerti dalla ditta CAMPANALE AUTORICAMBI. 4 minuti di autentico delirio, fuochi in stile festa patronale a suggellare la grande vittoria che la Juventus ha ottenuto in campionato, tutti con il naso all'insù meravigliati dallo spettacolo a cui assistevano. Poi "cabaret nostrano" con Salvatore, Fabio, il Presidente, Nicola a raccontare dai microfoni i momenti più simpatici delle varie trasferte...con le donne molte interessate dal sapere e conoscere tutto.....Al telefono interveniva in diretta Ezio Morina che portava i saluti della Società, del Centro Coordinamento al nostro club....da lui definiti..."un grande club, un club importante per la Juventus Fc, un club che non ha mai fatto mancare il suo sostegno alla squadra nel bene e nel male". Al taglio della torta mega fumogenata, con ben 20 torce accese che hanno colorato il cielo stellato....ancora musica dal vivo per poi a mezzanotte inoltrata far entrare in scena il dj della notte che ha iniziato da subito a "pompare" la musica, trasformando il ristorante in un autentica bolgia, simile ad una discoteca...tutti ballavano dai più anziani ai più giovani, con Zuliani scatenato in pista. Ad un certo punto entrava in scena il protagonista dell'annata, lo storico striscione ANDRIA PRESENTE, applaudito da tutti. Solo alle 3,00 si stoppava la musica, con ultimo giro di limoncello per tutti e Zuliani che veniva costretto ad andare a Trani per un ultimo giro...di bevuta....La cosa più bella è stata vedere le tante donne presenti uscire soddisfatte e complimentarsi con l'organizzazione. Si restava in pochi a smantellare tutto, striscione, bandiere e altro, stanchi ma orgogliosissimi di aver messo su una simile festa, riuscita in tutto. Grazie a tutti i presenti, grazie a coloro che hanno collaborato e consentiteci un grosso grazie a NOI del direttivo che Vi abbiamo regalato una festa con i fiocchi. Ma statene certi le feste non finiscono qui perchè SIAMO NOI, SIAMO NOI, I CAMPIONI DELL'ITALIA SIAMO NOI...SIAMO NOI SIAMO NOI...I CAMPIONI DELL'ITALIA SIAMO NOI.
 

 
 
6 MAGGIO - 6 GIUGNO - I CAMPIONI DELL'ITALIA SIAMO NOI
 
E' passato un mese da quella notte splendida in cui la Juventus si laureò per la trentesima volta CAMPIONE D'ITALIA a Trieste dopo aver battuto per 2-0 il Cagliari, che notte che ricordi, che mese, passato a festeggiare è che ha visto l'apice dell'entusiasmo nella grande serata di festa di venerdì scorso. Il 6 maggio si scatenò l'inferno in ogni luogo, in ogni città italiana, con il popolo juventino sceso nelle piazze finalmente festante dopo tante amarezze vissute. Abbiamo negli occhi e nelle nostre menti quei formidabili attimi sia per chi dei nostri era a Trieste e sia per chi era rimasto qui ad Andria. Dopo un mese vogliamo sempre ricordare a tutti gridandolo con ORGOGLIO...SIAMO NOI...SIAMO NOI I CAMPIONI DELL'ITALIA SIAMO NOI...Nella foto parte della fumogenata realizzata nella nostra festa.  


 

 
 
39 ANGELI SEMPRE CON NOI
 
Come vi potremmo mai dimenticare, voi 39 ANGELI, che da lassù, siamo convinti, continuate ad illuminare con la vostra luce, il cammino della Juventus! Sarete certamente felici, forse più di noi, dopo una stagione come questa culminata con la conquista del trentesimo tricolore e della tanto attesa terza stella! Per noi quel maledetto 29 maggio 1985, non sarà mai dimenticato, affinchè tragedie simili nel calcio non accadano più! Siete e sarete per sempre nei nostri cuori, nelle nostre menti, in ogni dove gioca la Juventus, perchè la JUVE.......siete anche e soprattutto VOI! Un forte abbraccio a tutte le famiglie delle 39 vittime. JUVENTUS CLUB ANDRIA    
 

 
 
SERATA DI GALA E DI FESTA: TUTTO ESAURITO
 
Ancora una volta cari soci ci AVETE STUPITO RIEMPIENDOCI d'orgoglio.....(W LE AUTOCELEBRAZIONI.....soprattutto se trattasi di realtà non di finzione!). VENERDI' SERA FESTEGGEREMO ALLA GRANDE IL NOSTRO TRENTESIMO TRICOLORE IN UNA SALA PIENA ALL'INVEROSIMILE CON QUASI 200 SOCI. I posti come avrete intuito dal titolo sono andati tutti esauriti anzi abbiamo dovuto sforare per non scontentare gli ultimi prenotati, ma adesso davvero non possiamo più accettare nessuno! Sarà e lo ripetiamo a CHIARI LETTERE, una MEGA FESTA in cui celebreremo lo scudetto più importante della nostra storia. Quello della terza stella....è pensate che siamo solo all'inizio! Ancora un appuntamento di alto livello quello che abbiamo organizzato venerdì sera, come è nel nostro STILE da sempre! (del resto se giornali come La Stampa, Corriere dello Sport, Tutto Sport e tanti siti internet parlano di noi, come punto di riferimento della juventinità del Sud Italia, un motivo ci sarà....44 TRASFERTE SU 44 e SE SIAMO SEMPRE IN PRIMA LINEA, LO DOBBIAMO AL FATTO CHE IN CURVA A TORINO CI STIMANO E' TUTTI DI NOI, HANNO UN ALTISSIMA CONSIDERAZIONE, ALTRIMENTI LI IN QUEL POSTO NON POTREMMO ESSERCI.....PROVA NE E' LA PARTECIPAZIONE AL PROSSIMO MEMORIAL LOMUSCIO DI GRUPPI ULTRAS DELLA SUD.....perchè le sorprese non finiscono di certo qui......anzi siamo, lo RIPETIAMO... solo all'inizio.....)Dai roditori continuate a rosicare.....del resto lo fate da una vita....e su con il morale....non siate suscettibili....siate piuttosto UOMINI! Claudio Zuliani arriverà nella mattinata di venerdì, ed è già bello carico al solo sentire della tantissima gente che incontrerà. Novità importante sarà l'allestimento, vista la presenza di almeno una trentina di bambini, di una festa nella festa anche per loro con tanto di animazione e giochi vari. Venerdi 1 giugno alle ore 21,30, caro socio e cari simpatizzanti juventini non penserete mica di prendere altri impegni??? Ma certo che no, perchè dovrete essere tutti presenti, fino ad esaurimento dei posti (circa 200), al RISTORANTE UMAMI per la nostra consueta cena sociale di fine stagione, trasformata per quest'anno in una serata di Gala, celebrativa della TERZA STELLA e del trentesimo scudetto appena conquistato. Sarà una notte indimenticabile, come la stagione della Juventus, con la proiezione di alcuni video, con la musica dal vivo anni 70/80 dei DANCE SCRATCH, spettacolo di un gruppo di ballerine e ballerini brasiliani, con un DJ che ad un certo punto dovrà far scatenare l'inferno all'interno della splendida LOCATION sita su Via Trani, alle porte della città! A condurre la serata ci sarà Alfredo NOLASCO, storico giornalista locale e juventino DOC. Ospite d'onore della serata, direttamente dalla trasmissione di 7 GOLD e da Mediaset Premium, CLAUDIO ZULIANI il telecronista juventino più amato dai tifosi bianconeri, l'uomo dell'...."un, due tre STELLA..." l'uomo della celebre frase...."FRATELLI e SORELLE..." l'uomo delle urla sovra umane ad ogni gol della Juventus......Interverrà telefonicamente per un saluto Ezio MORINA Dirigente Responsabile del Centro Coordinamento JUVENTUS CLUB DOC, il quale porterà i saluti del Mister Conte e della Società, oltre ai suoi saluti e ringraziamenti al nostro grande CLUB, come lui stesso definisce. Avrete notato il titolo dell'evento....TUTTA COLPA DI ANTONIO....un titolo ironico con il quale addossiamo tutte le responsabilità a quest'uomo, che è riuscito a riaccendere gli animi di tutto il popolo gobbo, che per colpa sua ha rischiato di far separare molti di noi dalle proprie mogli, che per colpa sua ha fatto scatenare l'inferno in Italia e non solo, facendo morire dall'invidia tutti quelli che ci ODIANO! Alla serata si potrà e si dovrà ovviamente partecipare a coppie e con i bambini, ma chi vuole può anche venire da solo senza consorte e/o famiglia. Il costo della serata è di 30 EURO a persona e prevedrà una CENA a buffet che rispetterà il seguente menù concordato con la struttura:
pizzette,fritti e parmigianine 
Puntarelle e scampo con limone
Crespelle con pesce spada e aceto balsamico
Burrata su pomodorini canditi
Ananas e tonno
Battuta di manzo con rughetta e pane
Chips con mousse di ricotta
Crema di ceci con gambero e kataifi
Ostrica su salsa tartara
Salmone marinato con alga nori
Ravioli croccanti
Seguirà un primo con orecchiette di grano arso con pomodorino, salsiccia affumicata e ricotta dura   ed un altro assaggio di primo da decidere
Per terminare gran buffet di frutta e dolci e torta celebrativa
Prosecco, Acqua e vino della cantina Collepetrito, bevande analcoliche per i bambini
Le prenotazioni già procedono a ritmo sostenuto e dovranno essere confermate tutte presso il club la sera dopo le 20,00 entro il 30 maggio!
A conclusione della serata MEGA FUMOGENATA e SPETTACOLO PIROTECNICO offerto dalla Ditta Campanale AUTORICAMBI di Via Ferrucci.
SIAMO NOI, SIAMO NOI, I CAMPIONI DELL'ITALIA SIAMO NOI! TUTTI ALLA FESTA TUTTI PRESENTI....TUTTA COLPA DI ANTONIO! AH AH AH AH AH AH AH AH 
 

 
 
CHIUSA UNA STAGIONE STRAORDINARIA
 
Domenica sera, si è chiusa per noi tifosi juventini, una stagione straordinaria, una stagione che ha visto la nostra squadra, protagonista dall'inizio alla fine, proprio come recita uno dei cori più gettonati della Sud FINO ALLA FINE! Peccato, per la finale di coppa Italia, persa a Roma contro il Napoli, sarebbe stata la classica ciliegina sulla torta, ripetiamo di una stagione che ha segnato la rinascita della nostra JUVENTUS dopo il vile e barbaro attacco subito nel 2006! La squadra veniva da 15 giorni di continui festeggiamenti, noi tifosi anche, è inevitabilmente è venuta meno la concentrazione, infatti i ragazzi hanno mostrato un calo più mentale, che fisico. 2-0 il finale in favore dei partenopei, con un rigore nettissimo non fischiato alla Juve quando si era sullo 0-0 e nel primo tempo. Ma nessuno ha pianto, nessuno ha protestato, abbiamo invece ancora una volta festeggiato una squadra che ci ha regalato un tricolore inatteso, uno scudetto magnifico, il TRENTESIMO, quello della TERZA STELLA, quello più bello della nostra GLORIOSA STORIA. Sugli spalti, dall'inizio alla fine è stato un continuo sostegno e ringraziamento alla squadra per le emozioni che ci hanno fatto vivere in questa stagione. E' stata una autentica invasione nella capitale da parte del popolo gobbo giunto da ogni dove! Un tifo a tratti spettacolare, con la squadra a fine gara, tutta sotto la SUD a raccogliere i meritati applausi della sua gente. Ripetiamo peccato per non essere riusciti a conquistare la decima coppa Italia, ma quello che era l'obiettivo dichiarato di stagione, è diventato ovviamente secondario dopo l'insperato e clamoroso successo in campionato! Per noi dello JUVENTUS CLUB ANDRIA è stata una trasferta storica, perchè mai, al di fuori dei confini regionali, eravamo riusciti nell'impresa di allestire due PULLMAN da 54 posti tutti pieni oltre a dieci auto! In 150 soci partiti per la CAPITALE in un clima di festa assoluto su entrambi i pullman, tutti con la maglia celebrativa del trentesimo tricolore realizzata dal Club! Il primo bus, più tranquillo capitanato dal Presidente e Andrea Leonetti, il secondo (da urlo......) nerlle mani di Fabio, Salvatore, Nicola, Vincenzo e tutti i ragazzi da trasferta che forse mai come domenica, erano stati tutti quanti assieme! Uno spettacolo magnifico, quello che si è consumato su questo pullman, si beveva di tutto, si ballava, si facevano i trenini, battute varie, l'autista....ribattezzato Andy Luotto, che appena sentiva puzza di fumo, si accostava sulla corsia d'emergenza minacciandoci di non camminare più! Poi il discorso del condottiero Fabio, i ringraziamenti a tutti per i sacrifici fatti e per essere stati presenti in gran numero su ogni campo, dimostrando, se ancora c'è ne fosse bisogno, quanto grande sia il nostro club e quanto grande sia il nostro amore per questi colori e per la JUVENTUS! Cori e ancora cori, mentre sul pullman più tranquillo, si affrontano discorsi a 360° dallo sport, alla politica, dalla cronaca al terremoto in Emilia! Sul secondo pullman il terremoto lo provocavano gente come Benedetto Abbasciano, Graziano Palladio, Salvatore Caldarone, il gruppo SURIANO sul retro pullman, i giovani a centro pullman come Di Serio & C., ideatori di una bella bandiera per il club sfoggiata nella sud domenica sera! Ad un certo punto si è visto qualcuno restare in mutande, altri con i jeans strappati, altri ancori sempre attaccati alle bottiglie di ogni genere, vino, birre, liquori, limoncello, prosecco, c'era davvero di tutto di più! Un pullman così nel nostro club non si era mai avuto! Ancora questa sera i ragazzi, venivano dal club o chi chiamavano per complimentarsi per la splendida organizzazione e per dirci che non dimenticheranno mai questa trasferta! In autogrill poi il Presidente non poteva far altro che constatare lo stato.... di molti elementi...da lui sempre considerati colonne portanti del club....tutti assieme poi abbiamo cantato UN PRESIDENTE C'E' SOLO UN PRESIDENTE....sempre in autogrill abbiamo acceso tanti fumogeni, sparato botti, quelli avanzanti dai festeggiamenti e rischiando l'intervento della Polizia! Giungiamo a Roma verso le 13,30, finalmente....., dove troviamo già tantissimi pullman di altri gruppi amici con i quali si continua a bere a ridere e cantare. Si riparte verso le 17,00 per lo stadio dove giungiamo solo alle 18,30 dopo un giro incredibile sul grande raccordo anulare e panoramico all'interno di Roma. Tutti e 100 in corteo, (spettacolare), ci dirigiamo verso la SUD dove entriamo tutti, anche i 5 che erano senza biglietti! All'interno tutto il pullman dei pazzi si posiziona in basso dietro la porta, mentre i soci dell'altro pullman vanno tutti nella parte più alta del settore. Che tifo, ad un certo punto i napoletani sentivano solo NOI, stupendo il coro che si può ammirare ed ascoltare su you tube, durato oltre un quarto d'ora. Bello, bellissimo il coro finale cantato da tutta la SUD e da tutta la MONTEMARIO "SIAMO NOI SIAMO NOI, I CAMPIONI DELL'ITALIA SIAMO NOI" Ma più bello è vedere quando tutti i gruppi della SUD, collaborano tra di loro, mettendo da parte le diatribe interne, così diventiamo una CURVA FENOMENALE senza rivali! Dopo aver salutato la squadra usciamo dalla curva per non vedere ovviamente i NAPOLECANI festeggiare. Tutti in corteo verso l'area pullman, ancora cori, ancora baldoria perchè le feste non sono finite qui, SIAMO NOI SIAMO NOI I CAMPIONI DELL'ITALIA SIAMO NOI! 
E' QUI LA FESTA!!!!! 
p.s. a qualche "coglione" e "coglioncello", che su FB fa il leone........da tastiera, diciamo di iniziare a moderare i propri commenti se non vuole incorrere in qualche spiacevole sorpresa! chiaro????? 
A BUON INTENDITOR POCHE PAROLE! 
del resto si dice che l'invidia sia proprio una brutta bestia....è proprio vero! Ma del resto di quello che pensano di Noi, tutti coloro che ci invidiano, credeteci, non c'è ne può fregar di meno, basta il solo fatto che parlino di Noi è da soli si fanno sempre autogol, perchè mostrano sempre più invidia, sempre più rosicamento! bla...bla...bla...bla..bla...bla...bla...bla...bla...
J U V E N T U S     C L U B     A N D R I A     
 

 
 
IN AGGIORNAMENTO LA FOTOGALLERY
 
Annunciamo ai tanti visitatori del nostro sito che è in costante aggiornamento la foto gallery del sito con le foto di questa splendida annata che ci ha visto presenti e protagonisti sempre in PRIMA LINEA ovunque la fianco della JUVENTUS. A breve completeremo l'inserimento anche delle foto delle passate stagioni. Nella foto di questo articolo, (tratta da fototifo.it, che ringraziamo) un altro scatto che ci ritrae nella SUD domenica sera in occasione della finale di Coppa Italia. 
 

 
 
TRIESTE RICORDO INDELEBILE
 
A distanza di poco più di due settimane dalla indimenticabile trasferta di Trieste nella quale abbiamo riconquistato il tricolore, vogliamo ancora mostrarvi uno scatto, man mano che ci arrivano, di una piccola parte del gruppo che invase il campo per festeggiare lo scudetto appena conquistato. Che ricordi, che serata, che baldoria! Al solo pensiero brividi ci ripercuotono tutto il corpo! NOI C'ERAVAMO.
TRENTA VOLTE CAMPIONI D'ITALIA 
 

 
 
AFGHANISTAN BIANCONERA
 
Ragazzi, sapevamo che Michele Carbutti, fosse capace di tutto, sappiamo che è un grande tifoso gobbo, ma non pensavamo che anche da li giù, nella non facile terra afghana, sarebbe riuscito nell'intento di riunire tutti i suoi colleghi juventini, come sempre in tanti, ed organizzare addirittura domenica pomeriggio un collegamento satellitare con l'Italia per poter, tutti assieme assistere, all'ultima gara della Juventus e per non perdersi i momenti della premiazione e del saluto al capitano Alex Del Piero. Tutto ciò sappiamo che è stato possibile anche grazie al COMANDANTE della missione, ci dicono grande tifoso juventino che ha permesso tutta questa grande organizzazione. Michele, sapeva già prima di partire per la missione, che la Juve avrebbe vinto lo scudetto, lo aveva detto nella sua ultima trasferta a Firenze, prima di salutare tutto il resto del gruppo: "vedrete a maggio trionferemo, questa di Firenze è la partita della svolta". E' stato proprio così, lui aveva portato con se tutto, la sciarpa, la bandiera, la maglia del club, aveva già previsto tutto, aveva già pensato che sarebbe riuscito, anche da li giù, a scatenare un delirio bianconero. La cosa più bella ci dice, è l'aver trovato tanti altri fratelli gobbi con cui ha potuto condividere queste ultime esaltanti giornate di campionato. Del resto la vita li non è facile per loro e la Juventus ha contribuito in modo positivo a renderli più vicini all'Italia, alle loro case, ai loro cari! Ragazzi siamo davvero orgogliosi di tutti voi per quello che fate, non possiamo che, nel nostro piccolo, abbracciarvi tutti e dirvi che siete sempre nei nostri pensieri. A te Michele non possiamo che ribadire tutto il nostro orgoglio di avere un socio come te, ma del resto, questi sono i soci del nostro club, gente umile, che si sbatte per portare alto il nome dello JUVENTUS CLUB ANDRIA, ovunque si trovino, perchè i valori e la mentalità che abbiamo saputo "formare" all'interno del nostro club sono un qualcosa di grandioso che va al di la di una vittoria, di un risultato. Nella foto gallery sono pubblicate le restanti foto della festa AFGHANA, terra che grazie a loro è diventata più che mai BIANCONERA!
p.s. ci dice Michele che il prossimo anno tutti i ragazzi juventini di questa missione si vogliono tesserare al nostro club per seguire con noi le gesta della Juventus 2012/2013. Sarete i benvenuti! Vi aspettiamo! JC ANDRIA   
 

 
 
FABIO & ARTURO VIDAL A TRIESTE
 
Come vi avevamo già anticipato, nell'articolo dei festeggiamenti di Trieste, il nostro grande Fabio, quella sera li, ebbe l'onore di "scortare" e fare da "body guard" a qualche giocatore juventino (Leonardo Bonucci, Paolo De Ceglie e Arturo Vidal). I gruppi organizzati della Sud, in collaborazione con gli steward presenti in campo e il servizio di sicurezza della Juventus Fc, per poter permettere alla squadra di ritornare in campo a festeggiare lo scudetto appena conquistato, assieme a tutti i tifosi che nel frattempo avevano invaso il terreno di gioco, crearono un gruppo di persone che accompagnava i giocatori dal tunnel degli spogliatoi ai tifosi schierati in campo. Fabio (in foto a sinistra), oramai un "personaggio" della curva, in quella serata ebbe l'onore di poter scortare, assieme al grande GABRIELE di Anzio (nella foto a destra) niente poco di meno che ARTURO VIDAL, uomo simbolo di questa splendida stagione juventina. Fabio e Gabriele come si può notare, "avvinghiano" e "proteggono" Arturo dalle migliaia di tifosi festanti, che volevano giustamente, tutti toccarlo con mano, o avvicinarlo per una foto o un autografo. E' stato un po come un giusto premio per Fabione, poter vivere questa esperienza in un giorno così importante per tutti i tifosi juventini. Viene ripagato di tanti sforzi, tanti sacrifici e soprattutto tanti km al seguito della Juve! Un grazie al fotografo Glinni per aver immortalato il momento, che, come dice Fabio, gli resterà scolpito nella sua mente a vita! il nuovo coro...."Fabio & Vidal alè....fabio e vidal alè"  
 

 
 
PER SEMPRE NELLA STORIA
 
E' stata una stagione straordinaria, una stagione che nessun tifoso juventino, dal più pacato al più acceso, potrà mai dimenticare! Siamo entrati nella storia del calcio italiano grazie ad una persona: ANTONIO CONTE, vero artefice della rinascita juventina! Come lui stesso ha affermato subito dopo la gara, l'ultima di campionato, vinta contro gli orobici dell'Atalanta per 3-1, questa squadra nessuno più potrà superarla, potranno forse un giorno eguagliarla, ma sarà per sempre ricordata negli annali del calcio italiano come l'unica formazione che per 38 giornate in un solo campionato è riuscita a restare imbattuta vincendo il tricolore! Chi poteva riscrivere le pagine del calcio italiano? Chi poteva realizzare un impresa simile??? Altri???? Ancora una volta la risposta a tutti coloro che hanno tentato di infangare il nome della Juventus è puntualmente arrivata dal campo, sempre dal campo dove i veri valori escono sempre fuori. Ci sono bastati meno di sei anni per tornare li sul tetto d'Italia a guardare tutti dall'alto verso il basso, ma questa volta con uno stadio in più e con una rabbia dentro che ha fatto letteralmente esplodere di gioia l'Italia BIANCONERA, con festeggiamenti in tutte le città dalle più grandi alle località più sperdute e sino in Afghanistan dove un nostro socio Michele Carbutti sta prendendo parte ad una importante missione militare, ma come vi documenteremo in un altro articolo è riuscito nell'impresa di organizzare anche li giù i festeggiamenti, aiutato dal suo CAPITANO fortemente "gobbo dentro". Vi salutiamo tutti con immenso calore! Siamo idealmente li con Voi! La giornata di domenica è stata una giornata speciale, particolare, densa di emozioni, indimenticabile per chi ha avuto la fortuna di esserci all'interno e all'esterno dello JUVENTUS STADIUM. Da Andria il "solito pullman" (il diciottesimo della stagione sin qui organizzato senza contare i due già pronti a partire domenica per la finale di Roma) è partito pieno e carico di entusiasmo verso le 22,30 di sabato sera. Viaggio tranquillo con la consueta ed immancabile lotteria ad animare le prime ore della domenica mattina. Giunti alle 10 circa dinnanzi allo stadio in gruppo ci si è recati dapprima al centro commerciale per poi attendere l'ora di pranzo quando sono stati distribuiti a tutti i "preziosi tagliandi" per l'ingresso allo stadio! Appena tutti dentro con la stragrande maggioranza presente come sempre in CURVA SUD, alcuni provvedevano a sistemare al solito bocchettone lo striscione grosso mentre la parte più giovane andava già ad occupare il solito nostro posto alle spalle della porta di gioco al fianco del gruppo ANZIO NETTUNO e dietro la balconata di TRADIZIONE! Entra la squadra in campo accolta da cori assordanti di ringraziamento per la conquista del trentesimo tricolore. Un atmosfera a dir poco elettrizzante che faceva venire la pelle d'oca! Cori, sempre più possenti sempre più assordanti rendevano il clima davvero unico. Iniziava la contesa, l'Atalanta non voleva fare da semplice invitata alla festa, ma ben presto è stata messa li nell'angolino dalla Juventus che chiudeva sul 2-0 la prima frazione con reti di MARRONE (alla prima marcatura) e del capitano, la nostra bandiera, il simbolo per sempre della juventinità, ALESSANDRO DEL PIERO. Quando Conte, nella ripresa, ha richiamato in panchina Del Piero, da quel momento in poi nello Juventus Stadium è iniziata un altra partita, quella del saluto al Capitano, forse alla sua ultima stagione in bianconero, diciamo forse, perchè ancora non volgiamo credere che dopo 19 lunghi anni, una vita, sia arrivato questo triste momento del distacco dal nostro simbolo! Nessuno guardava più la partita, tutti erano in piedi ad acclamare ed applaudire ALESSANDRO per un lungo quarto d'ora, costringendolo dopo, che si era accomodato in panchina, ad alzarsi, uscire fuori e rientrare sul campo a partita in corso per andare a salutare le due curve bianconere che lo acclamavano instancabilmente come tutto lo stadio. Lacrime, tante lacrime sono scese giù, momento toccante che mai potremo dimenticare, allo stadio come al club, dove il Presidente Nicolamarino piangeva come un ragazzino e dove Fabio il nostro segretario tratteneva a stento le lacrime. Tutti in piedi, tutti ad applaudire in silenzio senza aggiungere una sola parola. Nel frattempo grazie ad una autorete l'Atalanta accorciava le distanze, che venivano prontamente ristabilite grazie ad un rigore di Barzagli (anche per lui prima rete) subentrato a Chiellini, purtroppo infortunatosi nel finale! Finiva la gara è tutti ci si preparava alla grande festa, prima la premiazione in campo poi la grande parata per le strade di Torino. Che giornata lunga! Il Presidente AGNELLI che parla al popolo in campo, osannato come un RE! Entrano ad uno ad uno tutti i giocatori in campo, acclamati dalla folla festante, apoteosi all'ingresso di Conte e del capitano Del Piero che alzava al cielo di Torino la coppa del campionato, il trentesimo tricolore da quel momento li diventava ufficiale. Via con i coriandoli, via con il giro del campo, la festa era appena iniziata, una festa lunga che dura dalla sera del 6 maggio e che durerà ancora molto a lungo! Ad Andria nel frattempo all'interno del club, tutto agghindato a festa, con il 30 che campeggiava ovunque, si scatenava una bella festa, come sempre club strapieno di persone (ancora una volta oltre 200, molti bambini, tante donne), tutte arrivate con bandiere, trombe, maglie e sciarpe. Prima della consegna della coppa si usciva tutti per strada, bloccandola per una buona mezz'ora, con cori, fumogeni tricolori che venivano accesi creando una nube immensa di fumo! Poi tutti dentro per vedere la consegna della coppa è poi ecco arrivare nel club la TORTA con lo scudetto tricolore e dolci a volontà. Tante bottiglie venivano stappate in contemporanea, con altri cori e auguri tra tutti i soci sempre più orgogliosi di far parte della nostra grande famiglia! Dopo tanto baccano, dopo partite a calcio balilla ecco che la sala man mano si svuota. Ci si saluta tutti è via a gustarsi in TV i festeggiamenti per le strade di Torino, con molti invece ci si da appuntamento per la finale della prossima domenica! Ci chiamano da Torino dove nel frattempo i nostri soci si stavano radunando all'esterno dello stadio per poi dirigersi tutti assieme verso la Stazione di Porta Susa da dove partiva il bus a due piani scoperto con la squadra pronta a raccogliere il saluto delle oltre 400.000 persone accorse lungo tutto il tragitto conclusosi al Parco del Valentino dopo ben 5 ore di DELIRIO!
Che altro aggiungere se non il fatto che siamo stanchi e provati da questa lunga, faticosa, estenuante ma al tempo stesso esaltante stagione, che ha visto il nostro club protagonista assoluto al fianco della JUVENTUS, presenti in tutte le gare dal vivo dal ritiro di Bardonecchia e sino a domenica prossima a Roma in finale, un club che viene adesso premiato, dopo tanti sacrifici, dopo tante sofferenze, dopo periodi non brillanti da un punto di vista prettamente sportivo, grazie al fatto di aver sempre saputo resistere con grande passione e forte determinazione! Alla soglia dei nostri primi dieci anni possiamo tranquillamente affermare che siamo diventati una grande e bella realtà, che difenderemo sempre, comunque ed ovunque con tutta la nostra forza! Grazie a tutti. IL DIRETTIVO  
 

 
 
WE ARE THE CHAMPIONS
 

La sognavamo una festa così, una festa senza precedenti, dove la gente era praticamente impazzita, dove anche il tifoso più tranquillo non riusciva a contenere il proprio entusiasmo. Torino è stata letteralmente invasa, dal popolo gobbo d'Italia, d'Europa e del Mondo. La gente, il popolo bianconero proveniva da ogni dove, tutti i "gobbi" torinesi e dell'hinterland hanno fatto il resto scendendo tutti per strada a festeggiare forse, lo scudetto più bello della gloriosa storia juventina! 400.000 persone, forse molte di più, hanno preso d'assalto ogni buco del percorso che il pullman juventino ha fatto per salutare e abbracciare idealmente tutti i tifosi, sfoggiando alla faccia di tutti, i 30 scudetti e le tre stelle! E' lo scudetto dell'orgoglio gobbo, e' lo scudetto della rinascita juventina, e' lo scudetto da dedicare a tutti gli anti juventini che da giorni oramai stanno rosicando senza più parole, con il fegato rovinato e con il sedere tutto "arrossato"....ah ah ah ah..... ma soprattutto muoiono dall'invidia nel vederci così festanti e così gioiosi! E' lo scudetto, aggiungiamo noi, da dedicare a tutti i giocatori che componevano nell'anno della serie B la rosa della Juventus Fc, è lo scudetto da dedicare a Didier Deschamps e lo scudetto da dedicare ai ragazzi presenti a Bergamo nel 2009 vittime della vile imboscata, e lo scudetto che dedichiamo a tutti i nostri soci, tra i quali LORENZO LOMUSCIO, che nell'anno della B, erano iscritti al club con grande orgoglio, ben 253 persone. Che serata a Torino, che nottata, gente che abbiamo conosciuto, gente che si avvicinava solo per conoscerci e per complimentarsi con il nostro gruppo grazie a quell' ANDRIA PRESENTE portato con orgoglio in ogni stadio! Si beveva, si cantava, si ballava, perchè NOI SIAMO LA GENTE DELLA JUVE. SIAMO GENTE CHE SI RICONOSCE QUANDO CI SI GUARDA NEGLI OCCHI! Le squadre milanesi volevano, ma soprattutto i loro tifosi, nei loro sogni erotici, di una notte di mezz'estate del 2006, riuscire nell'impresa di mettere la seconda stella, prima che la Juve arrivasse alle tre stelle. Erano convinti di farcela, progetto fallito!!!! noi adesso a mettere la terza stella voi li lontani anni luce da Noi! Come dice il buon Zuliani, un, due, tre STELLA!!!!! AVANTI POPOLO GOBBO, la festa è appena iniziata. Informiamo tutti i nostri soci e simpatizzanti juventini di Andria e non che venerdi 1 giugno, alle ore 21,30, si terrà la nostra consueta CENA SOCIALE di fine stagione trasformata per l'occasione dello scudetto in una serata di GALA ma soprattutto danzante, per celebrare la conquista della terza stella e del trentesimo scudetto. Si chiamerà "TUTTA COLPA DI ANTONIO...." Stiamo definendo il programma della serata e la location. Vi vogliamo tutti presenti accompagnati dalle vs. donne. Vi anticipiamo qualcosina, condurrà la serata Alfredo Nolasco, l'ospite d'onore sarà Claudio ZULIANI, noto telecronista juventino per le reti MEDIASET e 7 GOLD, spettacolo di un gruppo di ballerine brasiliane rigorosamente vestite in costumi bianconeri, DJ ad animare la nottata e esibizione del noto gruppo DANCE SCRATCH del batterista e nostro socio Nicolino Cannone, con musica '70 e '80! Ma tanto e tanto altro stiamo preparando per voi! Per non parlarvi dello SPETTACOLO PIROTECNICO a cui assisterete!!! Sarà una nottata che non dimenticherete più! Aperte sin da ora le prenotazioni. Costo a persona con cena a buffet Euro 30,00. TUTTI PRESENTI, anche le nostre sezioni di fuori Andria! JC ANDRIA non finirà mai di stupirvi!

 

 
 
TUTTI AL CLUB LA FESTA CONTINUA
 
Ragazzi ma quanti eravamo domenica sera al club? Una cosa mai vista prima e possiamo confermarvi che si tratta del record assoluto di presenze all'interno del ns. "covo". Oltre 200 persone che hanno riempito ogni millimetro quadrato disponibile! Che serata, chi c'era, come chi era a Trieste, difficilmente potrà dimenticarla! I cori da stadio, i fumogeni che venivano accesi all'esterno del club già qualche minuto prima che la partita terminasse, gli abbracci, la gente che piangeva, tutti appassionatamente uniti dalla fede immensa per la Juventus. Anni di rabbia, di sofferenza per quello che ci era stato fatto, per quello che ci era stato tolto ingiustamente, anni in cui tutti parlavano, noi ascoltavamo, osservavamo, ma soprattutto registravamo tutto nella mente, consapevoli che presto molto presto saremmo tornati agli standard abituali. Adesso godiamo nel vedere quanti ci odiano soffrire. La Juve è tornata, siamo tornati ad essere la squadra più odiata d'Italia. Era questo il nostro reale obiettivo. Noi c'eravamo quando uscivamo sconfitti dalla finale di Champions contro il Milan a Manchester, c'eravamo quando vincevamo meritatamente due scudetti nel 2004/2005, quando senza giocare trionfammo in un venerdi sera dopo che il Milan aveva appena pareggiato in casa contro il Palermo regalandoci con anticipo la festa e nel 2005/2006, quando in 300 ci recammo al San Nicola di Bari per festeggiare, in campo neutro contro la Reggina, il nostro 29° scudetto. C'eravamo quando fummo condannati dopo una assurda sentenza alla serie B, c'eravamo a Rimini, c'eravamo a Crotone, c'eravamo a Frosinone. C'eravamo quando al Bernabeu di Madrid Ale Del Piero dopo aver messo a segno una splendida doppietta uscì dal campo ricevendo una standing ovation da parte del pubblico spagnolo. C'eravamo nelle gare in cui vedevamo vincere a Torino, tutti, dal Palermo, al Catania, dal Cagliari alla Fiorentina, dal Bologna al Napoli. Abbiamo attraversato tanti momenti duri e difficili, sempre superati con la forza di un gruppo straordinario. Ci siamo rialzati a testa alta dopo i fatti di Bergamo, abbiamo lottato e sofferto in silenzio, abbiamo in questi anni vissuto assieme decine e decine di trasferte in ogni dove in Italia e in Europa, senza soste, sempre speranzosi che prima o poi avremmo rivisto la luce. Adesso che il sole è tornato a splendere su di Noi, vogliamo invitarvi a recarvi domenica pomeriggio, per chi non partirà in pullman per Torino, TUTTI AL CLUB per seguire tutti assieme l'ultima gara di campionato in cui la squadra riceverà la coppa del campionato per poi recarsi in centro con un bus a due piani scoperto a ricevere il saluto delle 500.000 persone attese a Torino. Viviamo assieme questa emozione e festeggiamo ancora una volta questo straordinario SCUDETTO che mai più dimenticheremo. Subito dopo sempre al club seguirà un rinfresco che offriremo a tutti i soci accompagnato da brindisi per salutare l'arrivo del 30° tricolore. Nessuno deve mancare, portate donne e bambini, tutti con sciarpe, magliette e bandiere, perchè ragazzi la FESTA E' APPENA INIZIATA. questo scudetto c'è lo sentiamo molto nostro perchè, mai come quest'anno, siamo stati presenti ovunque la Juve giocasse dal ritiro a Bardonecchia e sino alla finale di domenica prossima a Roma ed è per questo che il Presidente Nicolamarino ha voluto ringraziare i tantissimi soci, soprattutto ragazzi, che hanno girato in lungo e largo l'Italia, dedicandoli un poster 6*3 affisso in alcune strade di Andria e qui pubblicato a corredo di questo articolo. ESPONETE UNA BANDIERA DELLA JUVE SUI BALCONI DELLE VS. ABITAZIONI e GRAZIE  A TUTTI INDISTINTAMENTE, VI ASPETTIAMO IN MASSA DOMENICA POMERIGGIO DAL CLUB. AVVISTATE TUTTI. IL DIRETTIVO JC ANDRIA
 

 
 
SIAMO CAMPIONI D'ITALIA E' TUTTO VERO
 
Ci eravamo lasciati con le apprensioni e le tensioni vissute nel dopo gara Juventus - Lecce, adesso dopo un paio di giorni di pausa ci ritroviamo qui a commentare la vittoria del nostro trentesimo scudetto che vede la Juventus laurearsi CAMPIONE D'ITALIA 2011/2012. Non ci crediamo ancora, stiamo vivendo il tutto come se fosse un semplice bel sogno notturno, ma quando poi al mattino leggi i giornali nei bar, senti l'amico juventino e non farti gli auguri, quando vedi le bandiere bianconere ai balconi, allora si inizia a materializzare il tutto ed inizi a pensare che quanto vissuto domenica sera e notte sia incredibilmente tutto vero! Che cavalcata carissimi amici gobbi, vedere una squadra per 37 giornate dettare legge contro chiunque è stato per noi motivo di grande orgoglio. Crediamo che difficilmente nel prossimo futuro si potrà rivedere una squadra così a lungo imbattuta. Dovessimo uscire indenni anche dalla sfida contro l'Atalanta, significherebbe non aver mai conosciuto la parola sconfitta, cosa che per un tifoso di calcio di qualsiasi squadra, pensiamo sia la cosa più bella che possa esserci. Ma torniamo alla notte magica di Trieste, dopo il 5 maggio a Udine ecco un altra data storica per noi popolo gobbo, il 6 maggio ancora una volta in Friuli, ancora una volta di mezzo c'era l'Inter, questa volta nei panni della Lazio del 2002. Lo scudetto conquistato il 5 maggio 2002 è per noi motivo di vanto ed orgoglio, ma da domenica e per sempre ricorderemo a vita un altra data che ci ha regalato questo scudetto, conquistato con tanto sudore e fatica, con una squadra del tutto normale che ad inizio del campionato non veniva pronosticata da nessuno quale vincitrice del campionato. Invece domenica dopo domenica, giornata dopo giornata Antonio Conte è stato in grado di plasmare e formare a sua immagine e somiglianza un gruppo diventato poi nel tempo un tutt'uno con l'allenatore, allenatore che nel momento un pò più delicato ha saputo fare da parafulmini al gruppo, catturando l'attenzione dei media su di se e lasciando tranquilla la squadra che nel frattempo iniziava nuovamente a carburare per un finale di stagione che da Genova in poi (11 marzo - 8^ giornata) ha visto la Juve pareggiare soltanto due volte e vincere ben 9 volte, mettendo a segno ben 26 reti e subendone appena 2). Crediamo anche che mai sarà accaduto che la squadra che trionfa in campionato non abbia tra le sue fila un marcatore con più di dieci reti siglate. Ecco perchè vogliamo ringraziare ancora una volta il vero artefice di questa straordinaria stagione, il vero condottiero, il vero top player della Juventus: ANTONIO CONTE il nostro capitano senza del quale è proprio vero non andremmo lontano! La decisiva gara contro il Cagliari si è disputata a Trieste in campo neutro causa l'inagibilità del Sant'Elia e il "pazzoide di Cellino" ha pensato meno per gratificare i suoi tifosi di trasferire la sua squadra proprio dietro l'angolo di casa. Ma c'è di più, è assurdo che per una semplice gara di campionato vengano applicate tariffe quasi da finale di Champions League. Addirittura 150 euro per i distinti e 200 euro per la Tribuna. In concomitanza con la nostra gara si disputa anche il derby di Milano che vede il Milan nettamente favorito nei pronostici! Inizia la gara è la Juve si porta subito avanti con Mirko ZORRO Vucinic. Esplode l'entusiasmo sugli spalti del Nereo Rocco, ma ancora di più alla notizia che il Milan è sotto di un gol. La Juve amministra, spreca, il tifo si fa sempre più incessante come la pioggia caduta in tutta la ripresa, quando arriva la notizia dell'istantaneo vantaggio rossonero che nel frattempo avevano pareggiato allo scadere della prima frazione grazie ad un rigore inventato dall'arbitro, il decimo in questa stagione in loro favore. Arriva poi la notizia del nuovo pareggio dell'Inter, ma manca moltissimo e nessuno pensa a festeggiarlo. La Juve raddoppia e mette in sicuro il risultato, poi la terza e la quarta rete subita dai rossoneri fanno iniziare i nostri festeggiamenti, si vivono gli ultimi atti del match contro i sardi, tra pianti di gioia, abbracci di chi c'era anche a Rimini nel 2006 e soprattutto urla di gioia e il coro cantanto per la prima volta nella stagione....VINCEREMO VINCEREMO VINCEREMO IL TRICOLOR, trasfromato poi in ABBIAMO VINTO IL TRICOLOR, ABBIAMO VINTO IL TRICOLOR! Conte è impazzito in panchina e al fischio finale si scatena l'inferno, il delirio più totale, invadiamo tutti il campo (nella foto eccoci in campo sotto la tribuna) ed attendiamo li che la squadra rientri dagli spogliatoi per festeggiare con noi il TRENTESIMO CAMPIONATO VINTO, quello che ci regala la tanto attesa terza stella, mentre da altre parti speravano di arrivare prima loro a due stelle, noi siamo arrivati alla terza! Mentre i nostri soci giunti sino a Trieste in pullman festeggiavano come matti sul campo lo scudetto, ad Andria come in tutta Italia (anche a Roma e Milano ma anche nel napoletano) , anche nei posti più sperduti si festeggiava alla grande il tricolore atteso per 6 lunghi anni, quello più bello di sempre, quello della terza stella, quello della rivincita contro chi pensava che per tornare a trionfare avremmo forse impiegato una vita! Siamo tornati è questo da fastidio a tutti, anche perchè siamo tornati da PADRONI a mettere le mani sul campionato in modo indiscutibile e' chiaro!
Adesso lasciateci vivere questo sogno, perchè i CAMPIONI DELL'ITALIA SIAMO NOI!  JUVENTUS CLUB ANDRIA OVUNQUE PRESENTE
 

 
 
LE GRANDI EMOZIONI VISSUTE A TRIESTE
 
Ragazzi intanto ci preme dire che esiste almeno una GIUSTIZIA DIVINA. Adesso ne abbiamo finalmente le prove! Che strana coincidenza ci ha riservato il destino festeggiare la conquista dello scudetto in una città, Trieste, che ha una delle più belle piazza d'Italia, chiamata Unità d'Italia....unità d'Italia sta nel fatto che la Juventus è riuscita a a riunire e far giungere in Friuli i tifosi di ogni angolo d'Italia, dalla Sicilia, alla stessa Sardegna, dalla Calabria alla Campania passando per la nutrita pattuglia pugliese come sempre una delle regioni con più tifosi al seguito in trasferta. Il nostro pullman è partito attorno alle 4 della notte, carico di speranze è con un pieno di fiducia, ma soprattutto carico di birre e vino....eh si il viaggio è abbastanza lungo....non mancano le trombe da stadio e i fumogeni tricolori tenuti però per motivi scaramantici ben chiusi nello zaino! Dopo poco tutti crollano è ci sveglia alla prima sosta dove non tutti scendono. Al risveglio di tutta l'intera truppa, si distribuiscono i biglietti per lo stadio e soprattutto si da il via alla tradizionale lotteria che vede in palio una maglia di ARTURO VIDAL, una sciarpa di TRADIZIONE e un t-shirt del nostro club. Solito divertimento per l'attesa estrazione dei tre numeri vincenti. Si arriva alla sosta pranzo subito dopo Venezia e nell'autogrill ci rendiamo conto e soprattutto capiamo che siamo davvero in tanti. Pullman da ogni dove, un caos indescrivibile, pranzo con tanto di vino di Andria sul tavolo, poi tutti fuori ad urlare e cantare con altri 400 fratelli gobbi, tra i quali anche gli amici di Aosta e Bassa Valle nel frattempo giunti anche loro in pullman e carichi questa volta di grappa alla liquirizia. Si riparte per Trieste dove giungiamo con molto anticipo e parcheggiamo il pullman proprio sotto la nostra Curva la Trevisan. Nel parcheggio ci imbattiamo nella troupe della Rai guidata da Saverio Montingelli nostro concittadino il quale appena sentito il dialetto di casa, intervista qualcuno dei nostri. Salutiamo il Presidente Umberto del Gruppo Tradizione che festeggia coincidenza incredibile anche il suo compleanno. Fabio da lezioni all'esterno di come si faccia a sbandierare un enorme bandierone. Aprono i cancelli e finalmente si entra dentro, una ressa incredibile ed una gestione dell'accesso da campi di promozione. Appena dentro ci posizioniamo assieme al Gruppo Tradizione dietro la porta al centro del settore ed attendiamo l'inizio della gara, divertendoci a "sfottere" i sardi nel frattempo giunti nel loro settore. Inizia la gara, il tifo è alle stelle e Fabio fa partire un coro accompagnato da tutta la parte centrale del settore in favore di ADRIANO ragazzo di Tradizione morto in una sera di fine ottobre lo scorso anno! Tutti applaudono. Giuliano Zefferino, (che fortuna per noi riaverlo tra le nostre fila) si trasforma in telecronista radiofonico con tanto di cuffia e radiolina anni ottanta. E' lui ad informarci dell'esito del derby milanese. Lo scudetto si avvicina sempre più e Vincenzo e Graziano Palladio salgono sull'altissima rete che divideva il campo dal settore con gli stendardi in mano. Poi il tripudio autentico al fischio finale che vede tutti noi correre in campo ad attendere l'abbraccio con i beniamini. Il nostro Fabio viene "ingaggiato" dai gruppi ultras, come addetto al servizio di sicurezza per i giocatori che devono uscire dal tunnel. Dopo vari tentativi finalmente si riesce a disporre la gente in campo in modo tale da creare un corridoio dove far passare i giocatori. Ad un certo punto vediamo arrivare Fabio a braccetto con Vidal, che emozione per lui che gioia per tutti noi. La pioggia nel frattempo continuava a cadere ma nessuno di noi la sentiva talmente la gioia., Nel frattempo da Andria ci chiamavano in tanti per dirci che anche li si era scatenata una festa incredibile, attesa da molto tempo, con tanta gente scesa in strada a festeggiare lo scudetto della rinascita JUVENTINA, lo scudetto dell'ORGOGLIO GOBBO! Dal club è stato organizzato un corteo a piedi sino a Piazza Municipio, dove poi si sono ritrovate, ad un certo punto, circa un migliaio di persone che tutte a piedi festeggiavano con cori e balli e con un serpentone di auto con bandiere sventolanti! Ma ritorniamo a quello che accadeva al Nereo Rocco, bello vedere tanta gente abbracciarsi pur non conoscendosi, bello vedere sul campo di Trieste un tappeto umano tutto vestito di bianco e nero. Finisce la festa ma ne inizia un altra sul pullman che a mezzanotte e mezza riparte salutando il capoluogo giuliano e i tanti juventini triestini accorsi ovviamente in massa. Cerchiamo di asciugarci al meglio ma non importa se poi magari ci si raffrederà, l'importante è aver conquistato un insperato ed imprevedibile scudetto. Crolliamo dalla stanchezza, tutti senza voce, ci svegliamo solo alla sosta in autogrill, nei pressi di Bologna dove festeggiamo ancora allo scudetto appena conquistato. Poi nuovamente tutti a nanna sul bus e nuovo risveglio all'altezza di Pescara dove facciamo colazione. Ancora festeggiamenti con trenino tutt'intorno all'area di servizio. Si arriva ad Andria a mezzogiorno accolti da altri soci del club che nel frattempo si erano radunati in Piazza Municipio per attendere l'arrivo degli "eroi di Trieste". Alla discesa dal bus consumiamo gli ultimi fumogeni rimasti con un socio che aveva anche organizzato un piccolo spettacolo pirotecnico sul terrazzo della propria abitazione. Ci si abbraccia tutti, cantiamo festanti per poi finalmente far rientro alle proprie abitazioni, un altra trasferta è fatta! Questo scudetto sentiamo di dedicarlo soprattutto a tutti coloro che nel 2006/2007 hanno seguito la Juventus dal vivo anche in serie B, da Rimini a Crotone passando per Frosinone, ma comunque a tutti i soci che con fatica hanno seguito, sia il club con passione instancabile, in questi duri anni e soprattutto in questa meravigliosa stagione, ovunque la Juve giocasse. Ma una dedica particolare va anche a coloro che nell'estate del 2006 si erano così tanto divertiti a scrivere frasi di ogni genere sui muri di Andria! Quelle frasi sono rimaste tutte ben impresse e come vedete VOLEVAMO LA TERZA STELLA???? ed è puntualmente arrivata! Chi sputa in cielo tutto in faccia riavrà!! In questi giorni in città stanno affiggendo una serie di Poster che la ditta CSA ha realizzato nei propri spazi di affissione, per festeggiare al meglio questo scudetto così bello, perchè inaspettato. Tutti questi poster sono dedicati solo e soltanto a tutti i nostri soci e a tutti coloro che sono di fede juventina, e non vogliono, ribadiamo non vogliono, minimamente essere di offesa alla tifoseria locale (NEI CONFRONTI DELLA QUALE DA PARTE DI TUTTI NOI VI E' SEMPRE STATO MASSIMO RISPETTO), come qualcuno vuol cercare di far credere. Abbassate i toni perchè non stiamo mancando di rispetto a nessuno, vi sbagliate di grosso e ricordate che noi portiamo rispetto da sempre, verso tutti e tutto, lo abbiamo sempre dimostrato, ma altrettanto ne vogliamo, perchè crediamo che chiunque, debba essere libero di esprimere la propria fede calcistica che può essere paragonata a quella dell'amore verso una donna, che può essere anche del nord o straniera, ma che resta pur sempre un amore, un amore da rispettare come quello nostro per la Juventus! Diffidiamo pertanto chiunque appartiene al nostro club e non ad utilizzare i forum, blog e quel "puttanaio" di facebook e quant'altro per scrivere commenti che possano ledere l'immagine ed il nome dello JUVENTUS CLUB ANDRIA. L'unica voce ufficiale del club è questo sito internet e chiunque voglia confrontarsi con noi in maniera serena e pacata può sempre farlo nel rispetto, con i modi ed in maniera educata. Altri atteggiamenti non saranno accettati. In conclusione ci preme sottolineare un bel gesto: pur divisi da una profonda rivalità sportiva, accesa dalla maledetta estate del 2006, abbiamo ricevuto con immenso piacere i complimenti e gli auguri da parte del Presidente dell'Inter Club Andria, Mino Bellifemmine, a capo di un club che come il nostro, da dieci anni (AUGURONI perchè ricorre proprio in questi giorni il loro primo decennale) gira gli stadi d'Italia e del Mondo, nel bene e nel male, per sostenere i propri colori. Questo ripetiamo, ci ha fatto enormemente piacere! JUVENTUS CLUB ANDRIA. CAMPIONI D'ITALIA PER LA TRENTESIMA VOLTA NON UNA DI MENO. LA FESTA E' SEMPRE SOLO QUI!   
 

 
 
FESTEGGIAMO IL PRIMO DECENNALE DEL 5 MAGGIO 2002
 
Pensavate che avessimo dimenticato di festeggiare il primo decennale dello scudetto, forse più bello della nostra gloriosa storia, conquistato a danno degli intertristi??? Assolutamente no, da dieci anni ricordiamo con GRANDE ORGOGLIO, quel momento come se fosse ieri, perchè la goduria provata in quel giorno li, è stata qualcosa di immenso! Chi potrà mai dimenticare quel pomeriggio e soprattutto quello che si scatenò subito dopo la partita. Tutto il popolo bianconero si scatenò in una festa senza precedenti! Per noi juventini il 5 maggio è oramai vissuto come una sorta di festa "Nazionale". Adesso noi tutti speriamo di vivere un altra giornata come quella, chissà un giorno prima o poi........Ovunque vi troviate fratelli gobbi quest'oggi, a pranzo o a cena alzate in alto i calici o semplicemente i bicchieri e brindate al 5 maggio 2002.  SIAMO SEMPRE PIU' ORGOGLIOSI DI ESSERE JUVENTINI,  AUGURI POPOLO GOBBO E RICORDATE "A TUTTI" OVUNQUE E COMUNQUE NEL BENE E NEL MALE, CHI SIAMO NOI!!!! LA JUVE!!! CHI SIAMO NOI??? LA JUVE....CHI SIAMO NOI???? LA JUVE....e gireremo tutte quante le città ovunque andremo MAI NESSUN CI FERMERA'. 
E' DAL 5 MAGGIO 2002 CHE NOI FESTEGGIAMO SEMPRE...AH AH AH AH AH AH AH!
5 maggio è... una data che.......non la scordi più.......ANCORA OGGI GODIAMO e GODREMO SEMPRE! JC ANDRIA 
 

 
 
PADRONI DEL NOSTRO DESTINO
 
Alè Buffon, alè alè, Alè Buffon alè, Alè Buffon alè alè, Alè Buffon alè, tutti insieme! Salta con noi Gigi Buffon, salta con noi Gigi Buffon! Abbiamo voluto iniziare il nostro articolo, con il sostegno al nostro grande numero 1, Gianluigi Buffon, protagonista purtroppo in negativo, della partita contro il Lecce. Una partita assurda, terminata per 1-1, senza che il Lecce abbia mai tirato in porta, se non in occasione della palla persa in malo modo dal nostro portiere che ha consentito a Bertolacci di siglare un assurdo ed immeritato pareggio a pochissimi istanti dalla fine. Ragazzi per quanto la Juve ha fatto fin qui meriterebbe ampiamente il titolo, se esistesse una giustizia divina crediamo di poterlo dire ad alta voce che sarebbe giustissimo che questo titolo vada sulle nostre maglie. Ma nel calcio si sa, alle volte non basta aver dimostrato ampiamente di essere i più forti, ci vuole anche una importante componente in dosi massicce, chiamata fortuna! Mai avremmo potuto immaginare un destino così beffardo per la nostra Juventus nella gara contro i salentini per nulla presa sottogamba dalla nostra squadra che avrebbe meritato ampiamente di andare almeno sul 2-0. Ma come già accaduto in questa straordinaria stagione, contro altre squadre di medio - bassa classifica, anche ieri la Juve dopo aver sprecato una infinità di palle gol, dopo aver dato l'impressione di essere in grado di gestire la partita fino alla fine, ha poi subito l'assurda rete del pari che consente al Milan di portarsi a solo un punto da noi, costringendoci a vincere le ultime due gare per non aspettare e sperare nell'altrui risultato. Ragazzi coraggio nulla è compromesso, dopo la delusione del post partita e della nottata insonne, già da questa mattina è stato bello il tam tam telefonico tra i vari ragazzi/soci del club che si rincuoravano l'un l'altro dandosi la forza per ripartire carichi e con la consapevolezza di essere primi in classifica con un punto di vantaggio sui rossoneri! Chi di voi non avrebbe messo una firma per arrivare a fine stagione a due gare dal termine in questa situazione di classifica???? Non bisogna rammaricarsi per aver sprecato l'occasione di mettere davvero la parola fine sulla conquista dello scudetto, allora aggiungiamo noi a questo punto il Milan cosa dovrebbe dire....(ahhhh se non avessimo perso contro la Fiorentina, ahhhh se non avessimo pareggiato contro il Bologna....) A Trieste sarà l'ennesima gara della vita, la penultima della stagione una gara che in virtù del derby di Milano potrebbe rivelarsi decisiva, una gara da vincere ad ogni costo, una gara da affrontare con la giusta determinazione, una gara da giocare con il sangue agli occhi e con il coltello tra i denti. Ieri spettacolare la prova canora della CURVA SUD tutta, mai come ieri sera compatta ed unita a sostegno della Juve, uno spettacolo da brividi, un sostegno incessante. Tutti noi tifosi meriteremmo davvero tante soddisfazioni in questa stagione per quanto fatto sin qui, per i tanti sacrifici compiuti da tutti i ragazzi dei vari gruppi, compreso il nostro, che da mesi sacrificano i loro weekwnd e non solo per seguire e sostenere OVUNQUE la squadra. Anche ieri i ragazzi del nostro club, partiti tutti in aereo (una parte nella foto dell'articolo) ha risposto presente a quest'altra trasferta a Torino. Tutti in sud, tranne Antonio Nenna e Lorenzo Miani in Nord, come sempre posizionati dietro la porta, nel cuore del gruppo TRADIZIONE! Questa volta alla guida della pattuglia c'era Giuseppe Leonetti, sempre più ragazzo affidabilissimo che ringraziamo per quanto fatto in questa stagione (....non per altro il nostro segretario pare abbia individuato in lui il suo erede....quasi naturale....). Nella notte tra sabato e domenica partiremo in pullman (45 PERSONE) verso Trieste, l'ennesimo lungo viaggio, forse il più importante dell'anno, forse quello che segnerà in modo indelebile e chiaro il nostro destino, eh si perchè 
ORA PIU' CHE MAI SIAMO DAVVERO PADRONI DEL NOSTRO DESTINO. 180 MINUTI ALLA FINE CHE POTREBBERO REGALARCI UN SOGNO DAVVERO INSPERATO.
BATTERE IL CAGLIARI IMPERATIVO D'OBBLIGO POI SI VEDRA'.
GRAZIE RAGAZZI, GRAZIE CONTE PER QUELLO CHE CI STATE FACENDO VIVERE, PER LE EMOZIONI INCREDIBILI DI UNA STAGIONE CHE DOBBIAMO RENDERE A TUTTI I COSTI INDIMENTICABILE.
FORZA JUVE, VINCI DAI, LOTTA E NON MOLLARE MAI
 

 
 
GLI EROI DI NOVARA
 
Eccoli in balconata, gli "eroi" saliti fin su a Novara, incuranti della distanza, della fatica, del dispendio economico, sono partiti pur di rappresentare il club disposti ad ogni sacrificio pur di esserci e grazie anche a chi ha contribuito, dimostrando mentalità, alla colletta pro Novara! Ed è proprio in questa occasione che vogliamo cogliere l'opportunità per riportarvi il testo di un sms, di Marco Fiandanese, vecchio socio storico, componente del direttivo ma da un anno trasferito per motivi di lavoro a Caserta, scritto a Fabio che recitava: .....".......mi spiace solo di non essere stato parte attiva del club in questa stagione, ma forse sono più orgoglioso di esserlo stato negli anni più duri, quando dovevamo cercare i tifosi juventini e formarli.....ora sono loro che vengono a cercare noi....e non c'è niente di più bello di tutto ciò: 9 anni fa un bel gruppo, OGGI UN GRANDE CLUB". Da brividi Marco, siamo noi ad essere orgogliosi di annoverare tra le nostre fila gente come TE! 
 

 
 
270 MINUTI FORSE ANCHE MENO PER ENTRARE NELLA STORIA
 
Novara 0 - JUVENTUS 4, basterebbe questo per farvi comprendere quanto disarmante sia in questo momento, la squadra bianconera. Avremmo potuto chiudere la gara con almeno altri 3/4 gol, ma crediamo come già accaduto contro la Roma, che gli uomini di Mister Conte non abbiano volutamente continuato ad infierire sulla squadra novarese oramai prossima alla retrocessione in B. Tutte le preoccupazioni della vigilia, la Juve le ha spazzate letteralmente via, come anche le nubi e le previsioni meteo che portavano tanta acqua proprio durante la partita, ma quando in campo scende la Juventus, questa Juventus, tutto viene davvero spazzato via, come se passasse un ciclone! Chi lo avrebbe mai immaginato solo qualche mese fa, dateci dei pizzicotti, prendeteci anche a schiaffi perchè vogliamo realmente capire se stiamo sognando o se tutto ciò sia assolutamente vero....era questa la domanda che i ragazzi saliti fin su a Novara, ieri si ponevano nel volo di ritorno. Incredibile, un annata che forse mai nella storia della Juventus si era vissuta prima di oggi. Da ieri questa squadra è entrata nella storia del calcio mondiale, 35 gare senza sconfitte, un record d'imbattibilità che nessuno era riuscito a realizzare. Come sempre, come la storia insegna, i primi in tutto, in Italia, a scrivere importanti pagine di storia, non di cartone, siamo sempre e soltanto NOI! Probabilmente, anzi certamente in futuro, mai nessuno riuscirà a compiere una impresa simile. Ieri dagli spalti del piccolissimo impianto del Novara, sembrava lo stadio del SUBBUTEO..... si levava un urlo di un tifoso che rivolto a Conte gridava..."se mia moglie mi lascia è tutta colpa tua...." Davvero se stiamo impazzendo di gioia e riempiendoci di brividi già da ora è solo e soltanto colpa di quell'uomo dagli occhi di ghiaccio ANTONIO CONTE. Doppio Vucinic, ancora Borriello e il solito immancabile ARTURO VIDAL, vera rivelazione e simbolo di questa stagione da incorniciare. Adesso mancano tre battaglie di qui alla fine, la più difficile ci sarà proprio mercoledi sera allo Juventus Stadium, quando scenderà un Lecce che venderà cara la propria pelle e che cercherà in ogni modo di portare via punti da casa nostra, ma grazie al nostro aiuto di tutti i 40.000 che gremiranno all'inverosimile il nostro catino, dobbiamo condurre in porto quest'altra partita per avvicinarci di molto a quella cosa così grande così straordinaria che non riusciamo proprio a pronunciare! E' qui parte il coro mai più appropriato....GOL...LA JUVE IN GOL...FINO AL NOVANTESIMO, CHE FATICA CHE TI CHIEDO FORZA JUVE FACCI UN GOL, FORZA JUVENTUS LA CURVA SUD TI AMA, TUTTA LA SETTIMANA IO PENSO SOLO A TE, FORZA JUVENTUS UNICO GRANDE AMORE, UNA GRANDE PASSIONE CHE HO DENTRO DI ME....GOL LA JUVE IN GOL....Non dormiamo quasi più la notte ci svegliamo presto al mattino, si pensa solo a queste ultime tre giornate e non vediamo l'ora che il tempo trascorra, perchè la tensione si fa sempre più pesante ed insopportabile. La trasferta a Novara è stata come la ciliegina sulla torta di una stagione incredibile e da record anche per il nostro club. Partiti tutti in aereo chi su Malpensa, chi su Orio al Serio, in compagnia degli inseparabili amici di viaggio Alessandro e Andrea dello JC TRANI, ad attenderci nei vari scali abbiamo trovato nostri soci andriesi residenti al nord come Fabio Fiandanese (San Donato Milanese) e Salvatore (Monza). In autogrill a Novara Est ci siamo riaccorpati e fermati per pranzare, attendendo l'arrivo del pullman Aosta/Bassa Valle. Lasciamo le auto nell'autogrill e montiamo a bordo del loro bus tra fumo....e fiumi di birra......che baldoria....Si arriva allo stadio attraversando paesaggi di immense risaie. Pioviggina, nel parcheggio salutiamo il MITICO E GRANDE guerriero Umberto PRESIDENTE del Gruppo TRADIZIONE. Entriamo dentro, dove troviamo Angelo Marzano e Daniele con gli altri, è ci posizioniamo al fianco del Gruppo TRADIZIONE come nostra consuetudine. Inizia la contesa, salutiamo Michel PLATINI, in tribuna. Il tifo sale, il sole ci riscalda e ci abbronza, la Juve fa il resto, uno due tre e quattro e come dice il buon SALVATORE LOMUSCIO, ieri presente a condurre il gruppo con l'altro condottiero Fabio, "A CASAAAAAAAAAAAAAAAAAA" Bello, bellissimo quando il mitico UMBERTO sale sulla balconata ed invita tutti a cantare senza soste...da brividi rivederlo come ai vecchi tempi, un ULTRAS VERO del quale abbiamo sempre più stima! Finisce la gara e nel parcheggio esterno consumiamo altre birre offerte da Federico, poi "sfiliamo due salsiciotti" alla bancarella del paninaro e via verso il pullman questa volta degli amici di TRADIZIONE, appena saliti il Presidente ci consiglia di coprirci il collo, poi capiamo perchè.....si viaggiava con tutti i finestrini aperti...per via del tantissimo fumo...era un pullman "vecchio stampo"...che ridere a bordo, posti a sedere e in piedi tutti esauriti, l'autista continuamente insultato "sei....una merdaccia...." alla Fantozzi maniera.....bello bellissimo, passare un ora e mezza di viaggio in compagnia di un gruppo ultras come loro è davvero una esperienza unica! Sempre più orgogliosi di questa amicizia che dura da tantissimi anni. Nel pullman i ragazzi ci chiedono di poter scendere nuovamente ad Andria per il nostro Memorial...nel frattempo si giunge al bar a GRUGLIASCO e salutiamo il Presidente che nel frattempo si era prodigato per trovarci delle auto che ci accompagnassero a Caselle. Un grosso grazie a LUCA, CAROTA e agli altri per quanto hanno fatto per noi! In aeroporto, mangiucchiamo e beviamo qualcosa nell'attesa del volo di rientro. Alle 22,30 in ritardo si parte sull'aereo definito da SALVATORE,  "d TACCARIDD...."...con un assistente di volo simpaticissimo e gobbissimo che alla fine del volo nel salutare e ringraziare tutti per aver scelto la RYAN AIR aggiunge e già che ci siete...."salutate la capolista...."....con applauso da parte nostra e di quasi tutto il volo con gli antijuventini a bordo quasi impauriti per la nostra presenza che non si sono permessi nemmeno di fare un fischio....AH AH AH AHA AHA. A mezzanotte e mezza arriviamo nelle nostre case, stra felici non solo per il risultato ma soprattutto per essere stati presenti anche a NOVARA. Ma non è tempo di rifiatare è già tempo di programmazione ed ecco che un altra squadra di soci mercoledi sempre in aereo salirà su per essere ancora presenti a JUVENTUS - LECCE, guidati da Giuseppe Leonetti, Mimmo Canzio, Gino, Minerva, Gianni Vurchio, Gianni Tedesco, Nicola Liso. ORGOGLIOSI DI VOI. 
JC ANDRIA FATTI NON PAROLE.

 

 
 
ANCHE IL CESENA AL TAPPETO
 
Come da previsione, la trasferta in terra romagnola è stata dura per la nostra squadra e di pura sofferenza per il popolo gobbo presente sugli spalti del Manuzzi. 1-0 il finale con rete segnata soltanto a 11 minuti dal termine, quando cattivi pensieri iniziavano ad affiorare nelle ns. menti. Ma ci ha pensato proprio il giocatore da cui meno ci aspettavamo che un regalo del genere: Marco Borriello che finalmente ha messo dentro una cavolo di palla....regalandoci tre punti che forse in questo momento valgono doppio. A Cesena è stata una vera e propria invasione del popolo gobbo, sembrava, come sempre del resto e come in ogni campo dove gioca la Juventus, di essere in casa. Un entusiasmo a tratti commovente, con tutti gli oltre 10.000 al seguito ma forse molti di più ad incitare a gran voce la squadra e con un esultanza al gol, davvero strappalacrime, ci si ritrovava praticamente abbracciati anche con gente che non conoscevi! Bello, tutto troppo bello, il sogno continua, non ci sembra vero, ma il sogno continua e forse tra pochissimo potrebbe trasformarsi in realtà....ma zitti tutti zitti, noi continuiamo ad essere scaramantici, non vogliamo credere che tutto questo ci riguardi.....NON SUCCEDE......MA SE SUCCEDE.......Bellissima la trasferta fatta dai nostri soci al Manuzzi di Cesena, giornata caldissima, partiti alle 09,30 questa volta causa ritardo niente poco di meno che, del nostro SEGRETARIO Fabio....."scapptt a sunn..." (ad attenderlo sotto casa Giuliano Zefferino, salutiamo con piacere il suo ritorno in trasferta, Nicola Pisani e Stefano Memeo) ma è perdonato visto che, negli ultimi tempi, la stanchezza, causa i ripetuti viaggi, si fa sentire e la sua età avanza....non vi sembrerà vero ma è prossimo ai 40 anni!!!!!!! Un pullman composto da tanta gente simpatica con molta voglia di divertirsi, tant'è che appena giunti alla prima sosta a Pescara in autogrill, abbiamo dato del nostro meglio con ripetuti cori e la gente, gli avventori dell'autogrill tutti intorno a guardarci come se fossimo degli alieni.....pazzesco....e vai con le birre......poi l'autista ci ricorda giustamente che c'è ancora parecchia strada da fare. Si riparte per giungere a Cesena solo alle 16,30. Era già tutto pieno, nel parcheggio troviamo ad attenderci tutti i nostri soci saliti in auto, Vincenzo Giannelli, Riccardo Troia, Riccardo Robero, Gino Rella, Franco Sinisi e altri. Raggiungiamo poi i ragazzi di AOSTA e BASSA VALLE che troviamo in condizioni paurose per quanta birra avevano già bevuto.....altro giro di birre per poi buttarci tutti dentro....al primo anello dove posizioniamo lo striscione (guardando la foto dell'articolo in basso a destra) con Rino Porro e Leo Addati sulla vetrata a "litigare" con uno stronzo di steward che minacciava di farli riprendere dalla DIGOS se non scendevano da li sopra....Inizia la gara, Pirlo sbaglia un rigore, poi null'altro, la squadra non gira come sempre, ma noi non molliamo e nella ripresa la Juve inizia a giocare sul serio. Buffon ancora una volta è stato spettatore della gara, senza mai dover raccogliere una palla, incredibile, nessuna squadra forse al mondo in questo momento riesce a non subire il gioco avversario. Alla fine è apoteosi con la curva Nord in festa ma già tutta proiettata a Novara, altra sfida impegnativa contro un altro avversario che venderà cara la propria pelle pur di non farsi sbattere in B come successo proprio al Cesena. Si riparte non prima di aver festeggiato con gli amici di Montescaglioso e Trani, accendiamo un fumogeno con il mitico FRANCOLINO, facciamo ancora casino nel parcheggio per poi come sempre tra gli ultimi ripartire. Ci fermiamo in autogrill subito ma solo per far andare in bagno le nostre due donne a bordo, poi dritti via verso casa con unica sosta solo per assistere ai rigori della semifinale Champions tra Real e Bayern. Si tifava ovviamente per i wurstel bavaresi e contro quella testa di cazzo di Mourinho. Ancora una soddisfazione per noi, l'ennesima di questa speriamo fantistica stagione. In autogrill troviamo i simpaticissimi tifosi del Lanciano, scambiati inizialmente per milanisti, di rientro da Portogruaro che salutiamo. Si riparte definitivamente verso Andria. Finalmente crolliamo e lasciamo in pace il povero Agostino, l'autista che in questa lunga stagione ci sta a fatica sopportando! Alle tre giungiamo in Piazza Municipio ad Andria e tutti corriamo verso i nostri letti, alle sette la sveglia per molti suona e il lavoro attende....
Domani ragazzi si riparte per Novara, tutti in aereo, con Fabio, Salvatore Lomuscio, Daniele, Fabio Fiandanese e altri 5 soci a rappresentarci anche nella insolita trasferta novarese! Che dire di più se non......
FATTI NON PAROLE!
p.s. sentiamo parlare in questi giorni tanti "stra....ccioni", tanti protagonisti dell'era FARSOPOLI, tutti che iniziano a tremare e che si ergono a moralizzatori di sto cazzo...circa il possibile trionfo della Juve che ci vederebbe raggiungere l'incredibile traguardo delle......* * *, non fatecelo dire per favore....BENE sapete cosa ne pensiamo? potranno dire e fare quello che vorranno ma noi nel 2005 e nel 2006 abbiamo festeggiato 2 scudetti sul campo e per le strade, uno a TORINO e l'altro a BARI. Pertanto se succede mettetevi l'anima in pace in quanto ancora una volta saremo i primi anche in questo....ooopsss dimenticavamo che tutti coloro che parlano sono fermi ancora ad una misera stellina...... FATE PENA! ANNI LUCE DAVANTI A VOI!
ABBANDONO LAVORO E FAMIGLIA, LA RAGAZZA MI LASCIA PERCHE, IN EUROPA, IN ITALIA E NEL MONDO, NON C'E' STADIO CHE NON VEDA ME....... 
 

 
 
QUATTRO E A CASA VICINI ALL'APOTEOSI TOTALE
 
Si dice che nella vita ci sia sempre spazio per le rivincite e le vendette. La giustizia divina esiste è di domenica in domenica ci stiamo togliendo sempre più sassolini dalle nostre scarpe. Ma quanti dobbiamo ancora togliercene, probabilmente il 13 maggio o forse anche prima....non preoccupatevi non abbiamo fretta perchè poi ci sarà tempo, tanto tempo per rendere tutto indietro, con dovuti interessi, a tutti coloro che nel 2006 e anche dopo, si sono divertiti vigliaccamente alle nostre spalle, da classici uomini senza palle. E' tutto scritto nelle nostre menti perchè ricordatevelo che chi sputa in cielo tutto in faccia riavrà....ed è proprio così! Noi c'eravamo, ci siamo e ci saremo ancora, sempre più forti di tutto e di tutti! Domenica sera abbiamo vissuto un' altra di quelle serate da sballo totale, allo stadio e al club. Vedere la faccia di Totti in tv, abbandonato nella comoda panchina....o meglio tribuna dello Juventus Stadium...non aveva prezzo....dopo averli derisi negli ultimi anni in casa loro adesso è anche giunto il momento di rendergli il "4 e a casa" grazie al grande Lichsteiner che non avendo il pupone in  campo lo ha ricordato a Lamela. Altro momento di massima goduria è stato quando il nostro grande, unico ed inimitabile Mister ANTONIO CONTE, ha praticamente ordinato dalla panchina di non infierire più sugli avversari storditi sotto i colpi dell'ARMATA BIANCONERA e completamente incapaci di intendere e di volere, nonostante il proprio allenatore, tale Luis Enrique...personaggio più da telenovelas che da panchina, avesse alla vigilia spavaldamente detto...."Io non mi accontento del pareggio, a Torino per vincere...." Non hanno ancora capito, questo è soprattutto rivolto alla stampa e ai media che più cercano di innervosirci e più questa squadra s'incazza non accorgendosi che possiamo fare molto male! Questo, cari bastardi tirapiedi, cari bastardi giornalisti, lo sappiamo che vi sta facendo perdere il sonno la notte, che passate i giorni della settimana a rovinarvi il fegato, ma non è ancora successo nulla, il bello forse dovrà ancora arrivare ed allora rintanatevi nelle vostre abitazioni per tutta la stagione estiva, attrezzatevi di climatizzatori e fatevi delle scorte alimentari abbastanza sufficienti! L'Italia BIANCONERA, perchè ricordatevelo tutti L'ITALIA è soprattutto BIANCONERA scatenerà un inferno mai visto prima! Già oggi siamo enormemente soddisfatti della nostra stagione e non siamo qui a ricordarvi tutti i numeri eccezionali della migliore squadra d'Europa, la migliore SI. Siamo in CHAMPIONS e questo ha del miracoloso, nessuno ci avrebbe pronosticato una qualificazione diretta. Incredibile ma vero adesso è matematico, la Lazio non può più riprenderci e domenica sera allo JUVENTUS STADIUM abbiamo festeggiato il ritorno nell'EUROPA che conta. Che trasferta, partiti a mezzanotte in pullman (41 persone a bordo) oltre a ben 25 persone salite in aereo, abbiamo come sempre trascorso un viaggio tranquillo con la giusta tensione nei riguardi di una partita sulla carta difficile ed insidiosa. All'altezza di Modena, sosta in autogrill per la colazione, dove incontriamo i tifosi del Barletta diretti a Cremona e un gruppetto di milanisti diretti a San Siro. Tutto tranquillo, ripartiamo verso Torino, carichi ed intoniamo i primi cori per svegliarci del tutto. Si giunge sotto al Mole, giretto in centro città, poi tutti assieme a pranzo nei pressi della stazione, nostro solito ritrovo, anche con i ragazzi arrivati in aereo. Poi verso le 16,00 tutti verso lo stadio, dove nel frattempo giunge l'ultima pattuglia di soci andriesi con il volo dell'Alitalia. Si distribuiscono i biglietti per tutti, ci si saluta e ognuno si dirige verso il proprio settore, come sempre tutti presidiati dai nostri soci! Il grosso è come sempre in Sud primo anello, entra il Presidente Nicolamarino che si intrattiene a salutare i vari ragazzi della Sud, posiziona lo striscione grande al nostro bocchettone e attende tutti gli altri soci. Poi soliti rituali ognuno occupa il tradizionale proprio posto, gesti scaramantici e si parte. I PIU' GIOVANI SONO DIETRO LA PORTA (foto articolo gentilmente concessa dal fotografo ENZO GLINNI che ringraziamo). Grande tifo, dopo 10 minuti Vidal, DOPPIETTA, ha già fatto lo shampoo alla Rometta è vai con l'entusiasmo alle stelle! Pirlo ci porta sul 3-0 e Marchisio nella ripresa fissa il risultato sul definitivo 4-0. Estasi e apoteosi totale sugli spalti, i giocatori giallorossi vengono derisi e ad ogni loro passaggio il pubblico gli accompagna con un Olè...Olè.....Al club nel frattempo, tutto esaurito, la gente è impazzita dalla gioia, donne, bambini e tanti soci con addosso i coliri bianconeri! Bello, tutto troppo bello, diteci che non è un sogno, diteci che è tutto vero. Mai avremmo potuto immaginare una stagione così! Il viaggio di rientro dei nostri soci procede "alla grandissima" e al rientro in città lunedi mattina verso le 11 in piazza Municipio trovano diversi soci accorsi ad attenderli con il segretario Fabio e Michele Caputo che bloccano letteralmente il pullman a centro strada applaudendo i ragazzi che nel frattempo avevano percorso tutta Via Barletta dal casello autostradale e sino al municipio con un bandierone che sventolava dal finestrino! Bello e commovente l'abbraccio tra il Presidente Nicolamarino e Fabio! 
E' UNA STAGIONE STELLARE......A BUON INTENDITORE POCHE PAROLE....E' QUI LA FESTA....IL NOSTRO MANIFESTO NATALIZIO E' STATO DAVVERO PROFETICO.
Ragazzi ma non è tempo di gioire è già tempo di rimetterci in viaggio, tra qualche ora, il pullman lo stesso che ci ha portati a Torino si rimetterà in moto per raggiungere Cesena...(la ditta SASSI è contentissima....stanno viaggiando tutte le settimane in pullman....). Come sempre il bus è al completo! Domenica invece si va a Novara, questa volta tutti in aereo, ben 9 soci hanno risposto presenti al nostro appello! Che altro dire...STIAMO STRA GODENDO alla faccia di tutti!
FORZA JUVE VINCI DAI LOTTA E NON MOLLARE MAI!
 

 
 
TUTTI A TRIESTE
 
Nel pubblicarvi quest'altro scatto, bello molto bello, inviatoci dall'amico fotografo Enzo Glinni, che ci ritrae come sempre dietro la porta in occasione dell'ultima trasferta a Torino contro la Roma, praticamente in campo, con Vincenzo a dare spettacolo con le sue urla in dialetto andriese che fanno ridere tutti, forse anche Buffon lo avrà sentito, cogliamo l'occasione per ricordarvi che a Trieste dobbiamo essere in tanti, dobbiamo invadere la città giuliana, perchè è forse li che potrà accadere qualcosa di grandioso, ma indipendentemente da questo noi dobbiamo esserci in tanti. Organizziamo un pullman per questa lunga trasferta e pertanto invitiamo tutti coloro che non potranno venire all'ultima in casa, di non perdere questa occasione! Forza ragazzi ancora qualche altro sforzo poi potremo aprire le nostre valvole di sfogo e far defluire tutta la rabbia in corpo e tutta la nostra gioia. 
COMUNQUE VADA questa sarà per noi una stagione INDIMENTICABILE. Essere presenti in tutte le trasferte è un risultato che noi dello JC ANDRIA mai avremmo immaginato di riuscire ad ottenere!
GRAZIE INFINITAMENTE GRAZIE A TUTTI RAGAZZI. ORGOGLIOSI DI NOI, ORGOGLIOSI DI VOI!
 

 
 
PRENOTAZIONI PER LA FINALE DI COPPA ITALIA
 
Vi ricordiamo che giovedì 26 aprile sono partite le vendite dei biglietti per la finale di COPPA ITALIA del prossimo 20 maggio allo stadio Olimpico di Roma, contro il Napoli. Tutti gli abbonati allo stadio, presso il nostro club che hanno esercitato il diritto di prelazione hanno già la certezza del loro posto in curva SUD. Ricordiamo a tutti che la trasferta sarà quasi certamente aperta ai soli possessori della tessera del tifoso in quanto con molta probabilità il giorno in cui dovrebbe partire la vendita libera non resterà più niente a disposizione. Tranquillizziamo tutti coloro che si si sono prenotati con noi che nessuno resterà a terra, sarete tutti dentro la SUD dell'OLIMPICO. Portate pertanto entro mercoledì 2 maggio la quota di euro 50,00 quale acconto, mentr eper chi non era ancora prenotato portare al più presto la propria tessera del tifoso in fotocopia, fronte retro oltre all'acconto. Si viaggia solo in pullman, pertanto non saranno rilasciati biglietti sciolti a nessuno. PER COLORO INVECE CHE PROVVEDERANNO DA SE AD ACQUISTARE I BIGLIETTI RICORDIAMO CHE RESTANO SEMPRE DISPONIBILI POSTI SUI NOSTRI PULLMAN PER IL TRASPORTO A ROMA, SIA PER I SOCI CHE PER I NON SOCI. VI INVITIAMO PERTANTO A CHIAMARCI PRENOTANDO IL NUMERO DI POSTI.
INSEGUENDO UN SOGNO, INVADIAMO LA CAPITALE. VOI CON NOI, NOI CON LA JUVENTUS!
JC ANDRIA DAL 2003 AL FIANCO DELLA JUVENTUS NEL BENE E NEL MALE!  
 

 
 
CIAO PIERMARIO
 
Per chi AMA davvero il CALCIO come noi, questa è una domenica AMARA! Mai avremmo immaginato di ritrovarci una domenica pomeriggio di metà aprile senza impegni calcistici e per di più a commentare un fatto tristissimo, una morte assurda di quelle che ti lasciano senza parole e sgomento! A quest'ora ci saremmo dovuti trovare al Manuzzi di Cesena, o comunque incollati ai teleschermi per assistere alla gara Cesena - JUVENTUS, invece no, siamo qui a raccontarvi della morte di PIERMARIO MOROSINI, calciatore e ragazzo semplice di quasi 26 anni, che tutti gli sportivi italiani come noi lo conoscono meglio soltanto adesso che purtroppo non c'è più! Era in campo, sabato pomeriggio all'Adriatico di Pescara, giocava nel Livorno e vinceva con la sua squadra già per 2-0, ma alla mezz'ora del primo tempo, Piermario si accascia, si rialza, ricade, reagisce ancora, ma poi stramazza definitivamente per terra. A nulla putroppo è valsa la corsa in ospedale e i tanti tentativi per cercare di rianimarlo, il suo cuore non è più ripartito! Non vogliamo far parte di tutti coloro che in queste ore dedicano servizi speciali, sprecano parole o si ergono a "professori di sto cavolo", valutando se i soccorsi siano giunti in tempo o meno.....(l'Italia è purtroppo un paese pieno di tanta IPOCRISIA....), noi vogliamo soltanto esprimere tutto il nostro cordoglio e la nostra vicinanza alla zia, ai cugini, alla sorella, alla fidanzata di PIERMARIO, che purtroppo aveva avuto già una infanzia ed una vita funestata da tanti, troppi, episodi tristi come la perdita di entrambi i genitori e di un fratello! ATROCE DESTINO. 
CIAO PIERMARIO e anche se non ti conoscevamo, nel nostro piccolo possiamo solo dirti che adesso potrai CORRERE FELICE a RIABBRACCIARE I TUOI GENITORI!  

 

 
 
STIAMO SOGNANDO AD OCCHI APERTI
 
Quello che forse ci resterà scolpito nel tempo e nella storia già gloriosa del nostro JUVENTUS CLUB, sarà il TERRIFICANTE URLO e BOATO al gol di DEL PIERO. Mai al club in tantissimi anni abbiamo gioito come mercoledi sera, un urlo davvero da far paura che ha messo i brividi a tutti e che non finiva mai, con gente che PIANGEVA dalla gioia e dalle emozioni, con gente che si è sentita male, con gente che non è riuscita ad assistere agli ultimi minuti, con gente che si faceva forza sia prima che dopo abbracciandosi o poggiandosi al GOBBO vicino! Solo a scrivere queste riga e a ricordare l'emozione vissuta ci salgono i brividi lungo tutto il corpo! Battere la LAZIO, 2-1 il finale, lo avevamo detto sarebbe stato fondamentale non solo perchè si restava in vetta alla classifica, non solo perchè manca una giornata in meno alla conclusione, ma soprattutto perchè abbiamo battuto un avversario ostico, sempre ben messo in campo dalla vecchia volpe di Edy Reja. Lo avevamo detto, lo avevamo previsto, che non sarebbe stato facile, ma la JUVENTUS, l'allenatore e tutto il pubblico presente allo JUVENTUS STADIUM hanno tutti assieme gettato il cuore oltre l'ostacolo, riuscendo ad aver ragione di una Lazio rintanata nella propria aerea e che nell'unico tiro in porta era riuscita a trovare la rete del pareggio, ma non aveva fatto i conti con il CAPITANO ALESSANDRO DEL PIERO che appena fatto ingresso in campo solo pochi minuti prima ha inventato ed estratto dal suo cilindro magico una pennellata delle sue che ha fatto venire giù lo stadio e il club! Non potevamo non vincere una partita che se fosse terminata sul 4 o 5 a 1 per noi nessuno avrebbe avuto nulla da ridire! quante occasioni da rete sprecate, ma il calcio si sa è bello proprio perchè imprevedibile ed è per questo che tutti noi continuiamo a predicare UMILTA', CALMA, PAZIENZA e UNIONE! Elementi essenziali per giungere al traguardo per poi poter finalmente aprire le valvole......e dar libero sfogo alle nostre gioie! DOBBIAMO LOTTARE per altre sei domeniche, dobbiamo VINCERE SEI BATTAGLIE e poi non dovremo più fregarcene di capire cosa abbia fatto il Milan! Se tutto questo dovesse accadere sarebbe qualcosa di fantastico che se solo oggi provassimo ad immaginare non riusciremmo a comprendere quanto bello sarebbe....NON SUCCEDE ma SE SUCCEDE...........
Adesso è tutto vero siamo in CHAMPIONS LEAGUE, dopo aver battuto anche al ritorno la LAZIO, terza in classifica! Simone PEPE aveva siglato la rete del provvisorio vantaggio iniziale, una rete straordinaria in rovesciata. Un applauso a tutta la squadra per aver centrato lo storico risultato delle 32 giornate di imbattibilità. Adesso si va a Cesena e come dice CONTE guai a sottovalutare l'impegno, guai a dire tanto con Cesena e Novara abbiamo già i tre punti in tasca....queste sono le gare dove bisogna stare più attenti, i romagnoli non hanno più nulla da perdere e cercheranno in tutti i modi di metterci i bastoni tra le ruote prima di lasciare la serie A. Oltre alla squadra anche noi tifosi dovremo andare al MANUZZI con sangue agli occhi e con il coltello tra i denti, cantando per 90 minuti e anche oltre, del resto GIOCHEREMO in casa, vista l'incredibile invasione di juventini. Si stima la presenza in circa 15.000 gobbi in tutto lo stadio. Noi partiremo in pullman domenica mattina carichi e pronti a lottare pur di portare a casa altri tre punti. 
AVANTI JUVE AVANTI JC ANDRIA....INSEGUENDO UN SOGNO
 

 
 
NOT A DAY THAT TAKES SEMPRE PRESENTI
 
Non c'è giorno che tenga dice il titolo dell'articolo, di lunedi, di martedi, di mercoledi, di giovedi, di venerdi, di sabato ed ovviamente di domenica, in qualsiasi giorno la Juve giochi noi siamo li sempre al tuo fianco sempre presenti nel bene e nel male, da anni! Anche mercoledi sera capitanati da Vincenzo e Antonio e con altri 16 soci siamo stati presenti allo JUVENTUS STADIUM, facendo mille peripezie pur di giungere a Torino, dormendo in aeroporto durante la notte pur di essere ancora presenti. Grazie al GRUPPO EMILIA BIANCONERA per il passaggio dato ai nostri ragazzi al rientro da Torino e sino all'aeroporto di Bologna da dove avevamo trovato il volo più economico per tornare a casa. All'andata i ragazzi sono andati via Roma per poi giungere a Torino all'ora di pranzo. Solito giretto in centro città per poi recarci come consuetudine all'interno dell'AREA 12 dove abbiamo atteso i ragazzi di AOSTA e BASSA VALLE. Poi tutti dentro con Antonio che faceva i soliti suoi riti scaramantici e Vincenzo che dopo aver distribuito i biglietti ai soci si recava al solito posto dietro la porta. Al gol di DEL PIERO apoteosi totale con Vincenzo sommerso da una montagna umana. Alla fine saluti e abbracci con i ragazzi di TRADIZIONE e subito via al PULLMAN degli amici dell'Emilia. Si torna a casa con il bottino! MISSIONE COMPIUTA. L'ENNESIMA. Prima di chiudere ma non perchè ultimo pensiero ricordiamo come in ogni nostro viaggio una persona che come noi amava la propria squadra e le trasferte: GABRIELE SANDRI SEMPRE PRESENTE
TUTTI A CESENA
 

 
 
TANTI AUGURI ALLO JUVENTUS CLUB MONTEROSA
 
In un periodo in cui le belle notizie per noi tifosi gobbi si susseguono, ora dopo ora, eccone giungerne un' altra da parte dei nostri storici amici dello JC DOC MONTEROSA di LILLIANES (Aosta), capitanate dal Presidente Denis SQUINABOL, con i quali ci accomuna oltre alla forte passione per i colori bianconeri anche una stupenda amicizia nata anni e anni fa tra il nostro Fabio e due persone che definire squisite è troppo poco: ADRIANO VENTURINO e FEDERICO GIACOSA. Il 24 aprile, di martedi, lo JC DOC MONTEROSA festeggerà i 6 anni di attività al seguito della JUVENTUS, che per premiarli della loro costanza ha deciso di inviare presso la propria sede una rappresentanza di giocatori della prima squadra, di dirigenti e dello staff del Centro Coordinamento JUVENTUS CLUB. Ma c'è di più in questa occasione si terrà anche la seconda edizione della festa della solidarietà che vedrà per quest'anno sostenere la Fondazione dell'Ospedale Sant'Anna di Torino, tramite una raccolta fondi. I nostri club sono stati ovviamente invitati a partecipare e stiamo valutando la possibilità di prendere parte alla splendida serata con una nostra piccola delegazione, impegni familiari e lavorativi permettendo. Loro del resto scendono sin dalla prima edizione al nostro Memorial di Calcio "Lorenzo Lomuscio". Nel corso della serata, che avrà inizio verso le ore 18,00 sono previsti momenti di animazione per i più piccoli, nell'attesa verso le 19,30 di dare il caloroso benvenuto ai calciatori della Juventus che saranno presenti per l'occasione oltre ai responsabili della Fondazione Crescere Insieme al Sant'Anna. Alle 20,00 cena per festeggiare tutti assieme ai sei anni dello JUVENTUS CLUB DOC MONTEROSA all'interno del quale è presente il grande gruppo BASSA VALLE JUVENTUS 1897  del quale conosciamo tanti simpaticissimi ragazzi con una grande mentalità ULTRAS! 
AUGURI e sempre più ORGOGLIOSI DI ESSERVI AMICI! 
JC DOC ANDRIA & JC DOC TRANI  e tutti i MILLE SOCI dell'UNICO GRANDE CLUB! 

 

 
 
ADESSO CALMA E TUTTI UNITI
 
Chi lo avrebbe mai immaginato, a sette giornate dalla fine del campionato di ritrovarci solitari in testa alla classifica! Chi avrebbe mai immaginato una giornata come quella vissuta sabato pomeriggio dalle 15,00 alle 20,30. Cinque ore e mezza di emozioni a non finire, iniziate con la partita del Milan e culminate subito dopo il fischio finale della nostra gara a Palermo. AMAURI ci ha davvero fatto un bel regalo, ancora più bello perchè ha segnato proprio al Milan, proprio lui che avrebbe voluto segnare a noi in quel di Firenze, proprio lui che non andava a segno da oltre un anno....destino beffardo x lui e goduria totale per NOI! Vorremmo e dovremmo iniziare con il raccontarvi della trasferta dei nostri ragazzi scesi già in Sicilia pur di rappresentare il club in quest'altra dura e lunga trasferta, ma permetteteci di iniziare con il clima che si è vissuto all'interno del nostro sempre più meraviglioso club.....Dirvi che era pieno è riduttivo....oltre 200 persone hanno affollato ogni buco e centimetro quadro della sala, posti a sedere tutti esauriti con tantissima gente in piedi in ogni dove. Bello vedervi arrivare tutti vestiti con i nostri colori, chi con sciarpe, chi con felpe, chi con bandiere. La tensione che si respirava nel prepartita si poteva tagliare a fette...eravamo tutti tesi, nervosi nonostante il risultato del Milan ma si sa la pressione di quando si deve vincere per forza ti mette addosso uno stato di agitazione e diciamolo anche di paura....Inizia la partita, le porte di accesso del club sono tutte aperte, per far entrare aria....si suda all'interno nonostante fuori la temperatura fosse abbastanza fresca! Sbagliamo due, tre gol facili facili. Termina il primo tempo, la tensione aumenta. Inizia la ripresa ed ecco che la Juve accelera il ritmo, vuole portare ad ogni costo a casa questi tre punti. Prima BONUCCI di testa, poi una gran rete di QUAGLIARELLA fissano il risultato sul 2-0...è APOTEOSI totale nel nostro club, cori da stadio per venti minuti senza soste, senza pause, sembrava che fossimo tutti al RENZO BARBERA. Cori anche per il nostro PRESIDENTE NICOLAMARINO, che si alza più volte per ringraziare....bello quello...."COMPRACI, compraci, compraci la JEEP....presidente compraci la Jeep....." Poi è la volta del O SURDATO NNAMURATO.......anche al club.....con la chiusura NOI NON SIAMO NAPOLETANI.....fuori i cori ci dicono, si sentivano sino a Viale Roma o su Via Giovanni Bovio......con le auto che per timore....deviavano nelle traverse di Via Enrico Dandolo per evitare di transitare davanti al club dove i ragazzi erano oramai riversati per la strada. Che PASQUA, che PASQUETTA, da SOGNO.....da SBALLO TOTALE.....Alla fine baci ed abbracci tra tutti noi, con Fabio, il Presidente e molti altri a predicare CALMA e CONCENTRAZIONE. Non abbiamo fatto nulla, non è successo nulla, facciamo a questo punto finta di non essere noi primi è che dobbiamo ancora raggiungere la vetta, solo così riusciremo a vincere le prossime sette battaglie che ci separano da quel 13 maggio che potrebbe SCATENARE UN INFERNO in tutta ITALIA....Adesso non possiamo più nasconderci, non possiamo più dire che il primo posto non ci interessa, la squadra e MISTER CONTE ci hanno messo nella piacevole condizione di doverlo DIRE. Cosa sono stati in grado di combinare i ragazzi, guidati da un CONDOTTIERO incredibile, una SUPER DIFESA la migliore di tutta EUROPA, ma vi rendete conto????? ma sapete tutti che una serie d'imbattibilità come la nostra probabilmente non si verificherà più nel calcio ITALIANO? da 523 minuti GIGI BUFFON non prende più reti, questi ragazzi sono numeri che ci possono tranquillamente far affermare che è in testa la SQUADRA che più merita di essefrci....Ai piagnucoloni milanisti invece sentiamo solo di dire che dovrebbero prendersela con il proprio allenatore che, invece di pensare a giocare o a preparare la sua squadra, che è andata avanti senza gioco, senza idee e solo grazie a quell'IBRA, da Luciano MOGGI scoperto, ha pensato solo a far polemiche o a piangere per quel gol di Muntari...senza poi andare a considerare tutti i rigori avuti con i quali hanno vinto immeritatamente tante partite...ma chi di rigore gioisce di rigore PERISCE (vedasi Barcellona....vedasi la partita con i viola). Anche a PALERMO lo JUVENTUS CLUB ANDRIA è stato presente (vedi foto articolo), anche noi mai avremmo immaginato ad inizio stagione di riuscire nell'impresa di seguire la squadra OVUNQUE con ogni mezzo, facendo mille sacrifici e mille sforzi pur di esserci sempre. TRENTASEI trasferte consecutive dal giorno in cui si inaugurò lo stadio e sino al RENZO BARBERA di PALERMO.....meritiamo solo tanti applausi! Eligio, Gregorio e Giuseppe tutti e tre nella foto ritratti con il grande CAROTA del gruppo TRADIZIONE hanno raggiunto la Sicilia partendo alle 3 della notte tra venerdi e sabato e rientrando alle 8 del mattino di PASQUA ad Andria felici, strafelici ed orgogliosi di far parte dello JUVENTUS CLUB ANDRIA...è stata questa la frase più bella che ci siamo mai sentiti dire al rientro da una trasferta da parte dei nostri soci! Ma siamo noi che ci complimentiamo con Voi, ragazzi del futuro, ragazzi che non badano all'importanza della gara, ragazzi che seguono la Juve ovunque da Bergamo a Palermo! Si sono divertiti tantissimo in compagnia dei ragazzi del Gruppo Marche passati da Andria a prenderli e con i quali hanno condiviso tante ore di viaggio e tanto puro divertimento. Ringraziamo di cuore Michele RIGANELLI del GM 1993 una grande persona! Al Renzo Barbera, era la nostra prima presenza li, i ragazzi si sono posizionati in basso sulla sinistra del settore assieme ai ragazzi del GRUPPO TRADIZIONE. 
DITECI SE STIAMO SOGNANDO????????
Forza non è più tempo di sorridere, c'è già da rimettersi in viaggio per TORINO, mercoledi mattina, tutti in aereo, ben 18 persone, capitanate da VINCENZO QUACQUARELLI e ANTONIO MINERVA! Un plauso a loro e un plauso a tutti i soci che ancora una volta di mercoledi hanno risposto alla grande! Ci attende la difficilissima sfida contro la Lazio, forse la più difficile di tutta la stagione, perchè vincere significherebbe confermarsi in testa a sei giornate dalla fine, indipendentemente dal Milan, perchè da ora in POI 
dipende SOLO DA NOI!
AVANTI JC ANDRIA, AVANTI JUVENTUS....
 

 
 
GLI EROI DI PALERMO
 
Eccoli i nostri tre eroi presenti al Renzo Barbera di PALERMO, ragazzi che come dice il coro...."abbandono lavoro e famiglia...la ragazza mi lascia perchè...non c'è stadio che non vede ANDRIA...il mio posto è qui a fianco a te...." Partire alla vigilia di Pasqua, stare due notti fuori di casa.....spendere tanti soldi....Forza ragazzi, idealmente ALZIAMOCI TUTTI IN PIEDI ed applaudiamo questi tre nostri soci! 
GRAZIE RAGAZZI. IL VOSTRO PRESIDENTE. VI VOGLIO BENE! Francesco NICOLAMARINO
 

 
 
CHE PASQUA AUGURI AL POPOLO JUVENTINO ALLA FACCIA DI TUTTI
 
Intanto cari soci e tifosi juventini tutti vogliamo augurare a Voi e alle Vs. famiglie una serena Pasqua....ma direte voi più serena e felice di questa dove la troviamo????? E' proprio vero ragazzi, la giornata vissuta sabato è stato qualcosa di incredibile....prima la sconfitta casalinga del Milan, poi la strepitosa vittoria della Juve a Palermo ed un primo posto che a sette giornate dalla fine ci fa iniziare a pensare ad un obiettivo a cui nessuno ci credeva ad inizio stagione. Ma ci pensate, ma immaginate......basta fermiamoci qui....pensiamo a vivere alla giornata come abbiamo sempre umilmente fatto da settembre ad oggi, non diciamo ed aggiungiamo altro. Quello che vogliamo solo dire è che mentre si dice che a Pasqua tutti dovrebbero essere più buoni, più dolci....bene noi c'è ne freghiamo....noi non siamo ne più buoni ne più dolci, anzi siamo sempre più cattivi nei confronti di tutti coloro che sono anti juventini ed aggiungiamo che godiamo nel sapere che molti di loro si sono rovinati Pasqua e Pasquetta e, ad alcuni di questi "personaggi", è talmente forte il bruciore del culo....che non usciranno nemmeno dalle proprie abitazioni.....e non aggiungiamo altro per non essere ancora più scurrili e boccacceschi! Con la foto di Del Piero che ancora una volta è riuscito nell'impresa di PURGARE gli ACCATTONI PRESCRITTI, VI auguriamo una BELLISSIMA PASQUA e in questi due giorni di festa fate come il nostro capitano ALEX.....linguaccia da fuori a tutti i tirapiedi e brindate nelle tavolate in famiglia o tra amici alla faccia di chi ci vuole male e che finirà col prenderselo li....dove non batte il sole.....AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH.....come gooooooooooodiaaaaaaaaaaaaaaaamoooooooooooooooooooooooooooooooooo! gli abbiamo rovinato il NATALE adesso gli abbiamo rovinato anche la PASQUA e speriamo di rovinarli tutta l'ESTATE.....
"ALLEGRI"........è PASQUA.......ED E' QUI LA FESTA..............volete ridere ancora?????? AMAURI ha fatto meglio di GESU' CRISTO.....è resuscitato il giorno prima.......
ONORE AI RAGAZZI CHE DA POCO HANNO LASCIATO LA SICILIA E SONO SUL TRAGHETTO CHE LI RIPORTA SULLA TERRA FERMA IN ITALIA. ORGOGLIOSI DI VOI. JC ANDRIA SEMPRE PRESENTE.
FATTI NON PAROLE!!!!!!!!!!!

 

 
 
SERATA INDIMENTICABILE TRE BABA' E RISPEDITI A CASA
 
Ragazzi le gioie e le emozioni continue che la Juventus ci sta regalando in questa stagione sono qualcosa di pazzesco. Domenica sera, per chi era presente allo JUVENTUS STADIUM, ma crediamo anche per chi era presente all'Arena dello Juventus Club Andria (club strapieno e straripante di entusiasmo), si è consumata una serata da adrenalina allo stato puro, una serata che vedeva tutti noi indistintamente, senza freni inibitori, come delle schegge impazzite, festeggiare una importantissima vittoria, forse la più importante di questa stagione, almeno sin qui, la gara che forse ci ha permesso definitivamente di poter dire che siamo tornati finalmente nell'EUROPA CHE CONTA, in quella Champions che ci vedeva assenti dal dicembre 2009. A settembre salvo clamorose sorprese, sentiremo nuovamente la musichetta delle notti magiche, da settembre riprenderemo il nostro tour in giro per l'Europa interrotto nel gelo siberiano di POZNAN in Polonia nel 2010. Vincere per 3-0 contro il Napoli (reti di Bonucci, Vidal...autentico capolavoro e Quagliarella) è stata per noi tutti tifosi juventini, una grande soddisfazione, poter umiliare chi, negli ultimi anni si era divertito a nostro discapito, soprattutto nelle trasferte al SAN PAOLO (noi dello JC ANDRIA sempre presenti). Ancor più bello sapere che molti tifosi napoletani presenti allo Juventus Stadium si siano indignati per il trattamento ricevuto e a loro riservato. Ma pensavate di venire a fare una gita???? Cosa dovremmo dire delle porcherie e vigliaccherie che ogni anno noi riceviamo e subiamo puntualmente a Napoli, accolti sempre sotto una pioggia di bombe carta e molotov....La cosa più bella in assoluto a parte i tantissimi sfottò belli e brutti che siano, ma restano pur sempre degli sfottò da accettare....., è stata la parte finale della gara che ha visto lo JUVENTUS STADIUM, trasformarsi in una autentica bolgia, con tutti i 40.000 presenti che cantavano a squarcia gola " 'O SURDATO 'NNAMMURATO"...ve lo abbiamo cantato sia all'andata che al ritorno.....e forse speriamo bene VE LO RICANTEREMO.... Bello troppo bello, basti andare a rivedere alcuni filmati su youtube, per rendersi conto dell'atmosfera elettrizzante e da brividi che si è vissuta all'interno del fantastico nostro stadio.....uno stadio che ha visto ricevere i complimenti anche del Presidente del Napoli De Laurentis il quale ha detto di essersi sentito in una autentica FOSSA DEI LEONI per quanto forte e possente era l'incitamento del pubblico juventino alla squadra. Un altro aspetto che ci fa godere ancora di più è il fatto che nei mesi precedenti e nelle settimane precedenti, tanti, tantissimi coglioni....(non offendetevi per voi è un complimento) scrivevano....su internet, facebook e forum vari.... che tra accattoni e napolecani lo Juventus Stadium sarebbe andato distrutto, che avrebbero inscenato guerriglie, che avrebbero portato all'interno materiale esplosivo e tanto tanto altro....MORALE DELLA FAVOLA???? BLA BLA BLA BLA...parole soltanto parole.....come diceva Mina, ma i fatti stanno sempre a zero....sono venute entrambe le tifoserie sopracitate ed entrambe sono state "buone, buone nel loro settore" ed entrambe le abbiamo viste uscire, a testa bassa e con la coda tra le gambe....uhei SVEGLIA.....chi crede che a Torino si possa venire a fare una tranquilla passeggiata, si sbaglia di grosso...chiedere a intertristi e napolecani avventuratisi attorno al nostro stadio.......Ma torniamo alla partita, che come detto rivestiva una importanza vitale per il raggiungimento della Champions. La Juve non poteva sbagliare ed ancora una volta ci ha sbalordito per il gioco, l'intensità, la corsa, la tenuta atletica e per tanto tanto altro, oramai a otto giornate dalla fine e con la squadra ancora imbattuta possiamo tranquillamente affermare che tutto ciò è merito di un solo UOMO, un uomo che cerca di nascondersi complimentandosi con il gruppo, ma a cui vanno invece riconosciuti i meriti di un duro lavoro iniziato a Bardonecchia nel mese di luglio dello scorso anno. Quest'uomo corrisponde al nome di ANTONIO CONTE, autentico trascinatore di questa Juve, un condottiero, un guerriero che ha saputo plasmare a sua immagine e somiglianza dei giocatori del tutto normali. Basti pensare alla difesa, la stessa rispetto alla passata stagione con il solo Lichsteiner in più.....solo 17 reti subite sin qui e da 433 minuti la porta di Buffon è inviolata in campionato. Se questi non sono numeri da record diteci voi allora quali sarebbero. Comunque andrà a finire questo gruppo avrà certamente contribuito ad aggiornare pagine della gloriosa storia della Juventus. Siamo la squadra che gioca il miglior calcio, che diverte, che ha messo sotto tutti e che quando è stata in difficoltà ha sempre avuto la forza di reagire e di non perdere. Da sabato in poi gli scenari cambiano per noi juventini si inizia un nuovo campionato che ci vede però partire con un handicap di 2 punti da recuperare rispetto al Milan primo, un campionato inatteso per tutti noi, un obiettivo a cui non abbiamo mai apertamente pensato, a cui adesso ci crediamo fortemente e che cercheremo di raggiungere ad ogni costo, sostenendo a gran voce la squadra perchè tutti assieme dobbiamo INSEGUIRE UN SOGNO....che non vogliamo però chiamare per nome.... La nostra trasferta, per l'ennesima volta in pullman, nuovamente tutto pieno (oltre ai tantissimi soci partiti in aereo) ed assieme agli amici dello JC TRANI e dello JC RODI, ci ha visti partire sabato sera a mezzanotte...non proprio a mezzanotte visto che c'è stato il solito ritardatario...Riccardo Colasuonno che ha rischiato seriamente di restare ad Andria, con il grande Vincenzo che ha fatto comunque partire il pullman senza attenderlo.....e solo davanti all'IPERCOOP...lo abbiamo visto arrivare accompagnato in auto spaventato perchè non pensava che il pullman fosse davvero partito...ragazzi gli orari sono orari, le regole sono regole...chi fa parte del nostro gruppo da tempo, questo lo sa! Giunti a Torino i ragazzi si sono recati tutti in centro per pranzare al solito posto nei pressi della stazione, poi giretto in centro, gelato è tutti allo stadio, dove è avvenuta la distribuzione dei biglietti e la ripartizione dei soci nei vario settori dello stadio, come sempre tutti occupati da nostri soci! Arrivano anche il Presidente Nicolamarino e il Segretario Attimonelli giunti in aereo assieme ad un nutrito gruppo di soci, tra i quali, Nicola Lopetuso, Nino Santovito e Nino Zaccaro, alla loro prima trasferta a Turin oltre ai sempre presenti Benedetto Di Leo, Paolo Porziotta e Michele Ricciardi. Un altro gruppetto di quattro soci capitanati da Riccardo Locantore è partito in auto viaggiando per due notti....vista la mancanza di posti in pullman! Sempre più sorpresi dalla vostra costanza e dall'incredibile passione e dei numeri che facciamo in ogni trasferta! Si bevono birre davanti ai paninari con Federico di Bassa Valle per poi entrare in Sud, con il Presidente che posiziona lo striscione grosso al bocchettone Ovest e si piazza li, gli altri ragazzi con Fabio e Vincenzo si posizionano tutti dietro la porta in basso con gli stendardi ad incitare a gran voce la squadra....Nella ripresa il grande Fabio da anche una mano ai lancia cori sgolandosi a più non posso ed ingaggiando un duello personale con il portiere napolecano....de sanctis.....il quale accenna due volte alle corna con i guantoni.....vuol dire che le sentiva e come le sentiva le ripetute offese anche in dialetto andriese di Fabio. Dei cori e dei festeggiamenti e delle prese in giro ai napolecani vi abbiamo già riferito, a fine gara tutti esultanti si tona al pullman, si fa l'appello e dopo una oretta si riparte per Andria....appena partiti ascoltiamo su Radio 1 la radiocronaca di tutti i gol della giornata...cantando tutti assieme alla fine la classica musichetta di Tutto il calcio minuto per minuto....troppo bello per poi dedicarci un applauso a tutti noi! Stremati per l'ennesimo e faticoso viaggio si giunge ad Andria verso mezzogiorno di lunedi....euforici e festanti scendiamo in Piazza Municipio mostrando come sempre con ORGOGLIO i nostri colori....il bianco ed il nero! 
Oje vita, oje vita mia...Oje cor 'e chistu core...Si' stata 'o primmo ammore...E 'o primmo e ll'ùrdemo sarraje pe' me! dall dall......e' qui la festa......
Sabato si riparte, anche al Renzo Barbera di PALERMO lo JC ANDRIA sarà presente, grazie a Giuseppe, Eligio e Gregorio, per una stagione anche per noi da record, presenti praticamente OVUNQUE dalla Sicilia al Friuli! OVUNQUE GIOCHERAI PER SEMPRE CI VEDRAI e NON SI MOLLA MAI! 
AVANTI JUVENTUS AVANTI JC ANDRIA

 

 
 
ACQUISTA LA NUOVA T-SHIRT DELLO JC ANDRIA
 
Ragazzi molti di voi hanno già acquistato la nuova t-shirt dello Juventus Club Andria nella varie trasferte, ma molti altri non hanno ancora questa fantastica magliettina che abbiamo ideato in questa incredibile stagione! Ci sta portando fortuna e dobbiamo continuare ad indossarla sino alla Fine....anzi vi informiamo già che nelle ultime trasferte rimaste sarà obbligatorio acquistarla nel pacchetto trasferta perchè tutti ripetiamo tutti dovranno indossarla....FINALE compresa! Corri presso il club ad ordinarla, per te socio soltanto 5 euro, tutta serigrafata! Disponibili taglie dalla S alla XL. 
FORZA JUVE VINCI DAI LOTTA E NON MOLLARE MAI.
A breve inoltre saranno disponibili anche le fantastiche FELPE con cappuccio dello JC ANDRIA.
 

 
 
MICHELE CARBUTTI ORGOGLIO DI TUTTI NOI
 
 
Ve lo avevamo detto qualche giorno fa nel commento alla trasferta di Firenze, l'ultima di questa stagione, al seguito della Juve, per il socio Michele CARBUTTI (nella foto, il secondo da sinistra con gli occhiali, ritratto a Firenze nella trasferta dello scorso 17 marzo), partito una decina di giorni fa per una importante missione militare in AFGHANISTAN. Ieri sera a tarda ora Michele ha fatto pervenire un messaggio sul cellulare di Fabio il nostro segretario che recitava: 
"CIAO FABIO, GRAZIE PER I SALUTI E PER IL SOSTEGNO CHE MI DATE, QUI E' NA MERDA...E TIRIAMO AVANTI ALLA GIORNATA. SALUTAMI L'INTERO CLUB....MI MANCATE TUTTI, DAVVERO! A PRESTO E NOI NON SIAMO NAPOLETANI!!!!!!"
Che altro aggiungere dopo un messaggio del genere.....solo che siamo orgogliosi di te grande Michele e a settembre ci riabbracceremo! Noi continueremo a girare l'Italia, portandoti sempre con noi! 
 

 
 
FINALE COPPA ITALIA PRIMAVERA: JC ANDRIA PRESENTE
 
Quando si dice...."ovunque giocherai, per sempre ci vedrai e non si molla mai...." è proprio vero, basti pensare che abbiamo dei soci che appena sentono parlare di Juve, anche se trattasi di giovani, corrono allo stadio per assistere e sostenere i colori bianconeri! E' il caso di un nostro socio storico Antonello Apruzzese, juventino sino al midollo, che lavorando su Roma, non ha perso l'occasione per recarsi allo stadio Olimpico, giovedi 22 marzo, da infiltrato in Tribuna Tevere Laterale, in mezzo a tanti giallorossi pur di non mancare alla gara di ritorno della finale della Coppa Italia Primavera. La gara è terminata 0-0 con la Roma che grazie all'affermazione dell'andata si è aggiudicata il trofeo, vendicandosi della sconfitta nella finale del Viareggio. Grande ANTONELLO che nei weekend ad Andria è sempre al club per vedere la Juve con Noi! Un abbraccio e ricorda ai romani che la CAPITALE è sempre più BIANCONERA! 
 

 
 
E COME L'ANNO SCORSO E COME L'ANNO PRIMA
 
La canzone intonata da tutta la Sud domenica sera dice propria una cosa vera....e come l'anno scorso e come l'anno prima, e quello prima ancora, e l'altro prima ancora....LA STORIA SI E' RIPETUTA anche per quest'anno. I prescritti, quelli che hanno i colori delle maglie più brutti, colori che messi assieme non si possono nemmeno guardare....ancora una volta hanno riconfermato la loro tradizione a Torino....ovvero COLPITI e AFFONDATI. Ma la serata di domenica sera era diversa dalle altre vissute nelle annate precedenti del dopo FARSOPOLI, era la loro prima volta nel nostro favoloso stadio, VOLEVANO VINCERE......non lo dicevano apertamente ma VOLEVANO VINCERE, ma, ancora una volta, come dice un altro coro....."l'hanno presa ner chiul...." Ragazzi credeteci stiamo vivendo giornate di puro godimento in questa stagione che ci viene difficile anche scrivervi qualcosa, ecco perchè alle volte ci concediamo delle pause, prima di aggiornare il nostro sito. Quello che i nostri tantissimi soci hanno vissuto a Torino domenica scorsa è qualcosa di indimenticabile. Ma tutta la trasferta è stata indimenticabile dalla partenza in Piazza Municipio sabato sera alle 22,30 al ritorno ad Andria lunedi mattina alle 11,30. Tanti i momenti che dovremmo raccontarvi ma cercheremo di sintetizzarli per cercare di farvi comprendere al meglio il tutto. Viaggio di andata in bus ultra-comodo in 60 con molti alla prima trasferta a Torino. Dopo aver guardato un video proprio sul nuovo stadio della Juventus, ci si addormenta quasi tutti, svegliati dalle continua uscite dall'autostrada in vari tratti da Pescara sino a Bologna, causa lavori sulla rete autostradale. Dopo aver fatto colazione all'altezza di Modena, si procede con la vendita del materiale del club a bordo e con la consueta lotteria che vedeva in palio la maglia del Capitano Del Piero. Da premettere che in ogni nostra lotteria il giocatore prescelto come maglia, va a segno poi nella gara legata alla trasferta. Anche questa volta è accaduto! La maglia è stata vinta dal socio Pasquale Tesoro, sempre molto fortunato nei giochi a premi....Terminata la lotteria musica underground a bordo per caricare tutti. Si giunge a Torino, davanti lo stadio, verso mezzogiorno e subito ci dirigiamo tutti verso il centro commerciale, mentre una parte del gruppo, la parte più "anziana" decide di prendere un bus per il centro città. La parte più giovane invece si reca in una trattoria a pranzare dove ci uniamo agli amici di Trani nel frattempo giunti a Torino anche loro a bordo di un pullman "all'americana"....che ridere con il loro Presidente Alessandro. Terminato il pranzo, Fabio accompagna gli undici ragazzi del nostro gruppo, che sono entrati alle 15,00 per preparare con tutti gli altri gruppi la mega coreografia. Sistemano già il nostro striscione al solito bocchettone per poi attenderci impazienti dopo ben 4 ore passate all'interno dell'impianto! Fabio e Salvatore alle 17 ritirano la busta contenente i preziosissimi tagliandi e alle 18 come da appuntamento con tutti, compresi quelli giunti in aereo, vengono distribuiti al pullman i tagliandi. Ognuno si dirige verso il settore assegnato. Il grosso del gruppo invece, con posto in Sud si intrattiene all'esterno brindando con le decine di PERONI portate da giù.....la crisi si fa sentire e ci portiamo anche le birre da casa....tenute al ghiaccio nel pullman. Si entra è ci andiamo a posizionare parte nel centro dietro la porta e parte dietro lo striscione al bocchettone a confine con la OVEST. L'attesa finisce, inizia la partita, BRIVIDI ripercuotono i nostri corpi, una coreografia senza precedenti, uno stadio spettacolare che accoglie le merde con una bolgia in cui si faceva fatica a parlare anche con la persona al proprio fianco. I 29 scudetti messi tutti in bella mostra con gli ultimi due il 28° e il 29° scritti a caratteri cubitali nel primo livello del Sud. Tutti i settori erano coinvolti persino la Tribuna d'Onore. Una delusione: tutti ci chiediamo, come mai i tifosi degli accattoni prescritti non sono riusciti nemmeno a riempire il settore a loro riservato????? Nella parte del secondo anello era quasi praticamente vuoto, nel primo anello nella parte alta il settore presentava larghi spazi vuoti....Ragazzi ma di cosa e di chi stiamo parlando???? Ah già degli intertristi e allora non c'è da meravigliarsi....e pensare che cesenati e novaresi avevano riempito tutto il settore con le rispettive squadre ultime in classifica. Il primo tempo fila via con un Super Gigi Buffon a spegnere ogni desiderio proibito dei merdazzurri. La Juve non si era espressa come sua consuetudine e qui esce fuori tutta la bravura di Mister Conte che con due cambi nella ripresa, stravolge l'assetto tattico della gara e la Juve inizia a giocare sui ritmi standard e pian pianino annichilisce  l'avversario. Prima CACERES e poi il CAPITANO ALEX DEL PIERO alla sua prima rete in campionato, mettono KO, Ranieri & Co. Potevamo farne altri, ma va bene così. Nella ripresa il tifo è cresciuto sempre più sino a diventare commovente e rimbombante. Basti sentire la radiocronaca su Radio 1 di Repice per comprendere al meglio quello che si viveva allo Juventus Stadium. Che dire poi della spettacolare sciarpata della Sud, accompagnata da quasi tutto lo stadio, cose che in Italia, difficilmente si vedono negli ultimi tempi! Al secondo gol di Del Piero non si capisce più nulla, caramboliamo l'uno sull'altro, facendoci anche male, ma la gioia era più forte del dolore. Spettacolare la lite verbale tra Fabio ed un tifoso occasionale che dal retro lamentava di non riuscire a guardare la partita perchè lo stendardo ANDRIA era sempre alzato....si è girato di scatto mandandolo letteralmente a quel paese e riempiendolo di colorite frasi, supportato oltre che dagli altri andriesi anche da tutti gli altri ragazzi presenti al suo fianco. Ricordatelo sempre tifosi occasionali, in curva non si viene per guardare la partita, in curva si viene per cantare, sbandierare, il gol magari lo vai a vedere poi a casa nei servizi televisivi....terminata la gara salutiamo tutti i ragazzi del Gruppo TRADIZIONE con l'abbraccio tra Fabio e il Presidente poi andiamo a salutare i ragazzi di Bassa Valle nell'angolo della curva con i quali intoniamo gli ultimi cori per salutare le MERDE. Usciamo fuori e sempre con i ragazzi di Bassa Valle beviamo le nostre ultime birre davanti al nostro pullman, ancora cori, abbracci con altri gruppi e finalmente di riparte per casa. Felici di aver ancora una volta SURCLASSATO in campo e sugli spalti gli INTERTRISTI che inesorabilmente stanno tornando alla loro normalità, quella di sempre, quella della loro storia, quella dei PERDENTI, QUELLA di chiacchieroni, dei BLA BLA BLA e di fatti zero. E' QUI LA FESTA...... DA SEMPRE. 
Adesso ragazzi mancano nove giornate al termine del campionato ed abbiamo il dovere di crederci sempre più, solo credendoci tutti assieme potremo raggiungere traguardi che nessuno mai avrebbe osato immaginare a luglio! Alla faccia di tutti quei bastardi che credevano che a dicembre sarebbe finita la benzina! Pronti già a rimetterci in viaggio sabato sera, un altro pullman con ben 41 persone a bordo, più altri soci in aereo è pronto a partire da Andria sabato sera per la sfida che sarà l'antipasto della finale di Coppa Italia.
AVANTI JUVENTUS AVANTI JUVENTUS CLUB ANDRIA....sempre più fatti e sempre meno parole!!!!!!!!!
 

 
 
MARTIN CA CE RES
 
Dal sito ufficiale della Juventus abbiamo estrapolato questa splendida foto scattata al momento in cui Caceres ha appena depositato in rete di testa la palla per l'1-0. Esplode lo stadio, esplode la SUD, con noi dello JC ANDRIA immortalati alle spalle della porta con i nostri stendardi in primo piano al fianco degli amici di Anzio Nettuno e alle spalle dei gruppi VIKING e TRADIZIONE. Che brividi al solo ricordo!!!!
E' INUTILE SPIEGARLO NON LO CAPIRESTI MAI,
ALZARSI LA MATTINA E SEGUIRTI OVUNQUE ANDRAI
OHHH FORZA JUVE, VINCI ANCORA PER GLI ULTRA'.....
VIENI ANCHE TU TRA NOI A VIVERE IN PRIMA LINEA LE EMOZIONI CHE SOLO LA JUVE SA DARE!!!!!
 

 
 
CHE STAGIONE RAGAZZI
 
Alla vigilia della partenza per l'ennesima importantissima trasferta a Torino contro i "prescritti" vogliamo pubblicamente ringraziare questa squadra, questo gruppo, l'allenatore e il Presidente Agnelli per la splendida stagione che ci hanno fin qui regalato. Le soddisfazioni e le emozioni che stiamo vivendo in questa stagione forse non le avevamo nemmeno provate nei due anni di Capello. Allora la Juve era una squadra tritasassi, troppo forte per le avversarie in campo, oggi la Juventus è composta da un gruppo di ragazzi del tutto normali, allenata da un tecnico con pochissima esperienza in serie A, ma in grado di riuscire a conquistare tutti i tifosi anche i più pacati! Ed è per questo che oggi, comunque andrà a finire la stagione, sentiamo veramente di dover ringraziare di cuore tutti per quanto fatto sin qui. Mancano undici battaglie di qui alla fine e sappiamo che i ragazzi le disputeranno tutte con il coltello tra i denti, CONTRO TUTTO e CONTRO TUTTI. La sera del 20 maggio potremo tracciare un bilancio definitivo, ma noi sentiamo di dire che ci sentiamo già pienamente ripagati! L'ultimo grazie invece vogliamo rivolgercelo a noi stessi per quanto stiamo facendo e per la passione che ci mettiamo nel seguire ovunque i ragazzi, sempre in PRIMA LINEA. Anche il nostro club sta disputando una stagione alla grande, ma se pensiamo che dal 2003 ad oggi è stato un continuo crescendo, questo ci INORGOGLISCE tantissimo. Ma dal 2003 ad oggi non abbiamo certamente mangiato solo caviale, ostriche e bevuto champagne, ma abbiamo mangiato, scusateci l'espressione, anche tanta merda! 
BUON VIAGGIO A TUTTI I RAGAZZI PRONTI A PARTIRE IN DIREZIONE TORINO 
 

 
 
TUTTI A ROMAAAAAAAA
 
Che gioia, che emozioni indescrivibili, quelle vissute ieri sera all'interno dello JUVENTUS STADIUM. Uno Juventus Stadium che è stato il vero protagonista della sfida contro i rossoneri. Un pubblico eccezionale capace di trascinare la squadra dal primo all'ultimo istante del secondo tempo supplementare. Si, infatti ci sono voluti i tempi supplementari per aver ragione del Milan e per conquistarci la meritatissima finale di Coppa Italia, una finale che mancava da ben otto anni. Adesso abbiamo la ghiotta opportunità, conquistando il trofeo, nella finalissima di Roma contro la vincente di Napoli o Siena, di aggiudicarci la decima coppa Italia della nostra storia, che varrebbe una stella d'argento che si andrebbe ad aggiungere alle due di oro......ma qui non aggiungiamo null'altro.....altrimenti i "quattro coglioni" che nel 2006 scrivevano.....".....VOLEVI LA TERZA STELLA....ECCOLA...." inizierebbero a star male....o meglio stanno già molto male!!!!!!....il 2-2 finale, ha visto le due squadre in campo dar vita ad una partita spettacolare, una delle migliori in assoluto di questa stagione. Dopo il vantaggio della Juventus per opera dell'immenso capitano Del Piero, la Juve, nella ripresa, uscito il solito inconcludente "zingaro IBRA" dal campo, abbassa il livello di attenzione e si lascia trafiggere due volte dai rossoneri. Tutto da rifare, le due squadre sono nuovamente alla pari. Ma nei tempi supplementari Mister Conte carica la squadra e chiede al pubblico di dare una spinta maggiore. Sia la squadra che il pubblico rispondono alla grande, sfoderando trenta minuti da applausi. Un tifo da brividi, ci raccontano i tanti nostri associati presenti alla trasferta, un tifo assordante capace di annichilire qualsiasi avversario! Alla rete del pareggio di Mirko VUCINIC, lo Juventus Stadium esplode letteralmente di gioia, scene che a Torino non si vivevano da diversi anni. Gli ultimi concitanti minuti si sono vissuti in un clima di tensione misto a voglia di esplodere di gioia da parte di tutti i 40.000 presenti! Finalmente arriva il triplice fischio dell'arbitro è la festa per la finale appena conquistata poteva avere inizio. La gente non voleva proprio uscire dall'impianto, fuori caroselli improvvisati di auto, abbracci tra i tifosi, anche con quelli che non conoscevi! Bello davvero tutto bello, come la trasferta organizzata dal nostro club, in pullman, un pullman, questa volta, spettacolare per la sua bellezza e comodità. in 58 oltre ad una ventina di persone giunte da Andria con volo aereo. Con noi c'erano anche i ragazzi del gruppo Montescaglioso Bianconera e dello JC TRANI e dello JC RODI GARGANICO, con i quali si viaggia in perfetta sintonia! Pranzo in autogrill ad un'ora da Torino e poi tutti al Bar degli amici del gruppo TRADIZIONE per il consueto caffè preparato dal Presidente! Dopo tutti allo stadio per la consegna biglietti a coloro che nel frattempo giungevano in aereo dinnanzi allo stadio. Poi si entra tutti nel centro commerciale e ci accomoda in uno dei bar della galleria per brindare tutti assieme ad un altra spettacolare trasferta. Si avvicina l'ora, la tensione sale e l'umore cambia. Si esce dal centro commerciale e con un salto si arriva al cancello della Sud. Tra i primissimi ad entrare....sarà la prima volta....forse che si entrava così presto. Appena dentro con tutti i soci posizionati in Sud che man mano entravano, posizioniamo lo striscione al nostro posto per poi metterci tutti nella parte centrale, con i nostri stendardi e a dare una mano ai gruppi ultras, per gli ultimi ritocchi della spettacolare coreografia che ha visto coinvolti tutti i settori dello stadio. Inizia la gara, uno spettacolo da brividi, un colpo d'occhio che anche il nemico più acerrimo avrà potuto apprezzare. Ragazzi la STORIA siamo NOI e la STORIA come sempre le rifaremo NOI! a tutti gli altri li lasciamo solo parlare, perchè a loro piace molto chiacchierare......BLA....BLA...BLA....e poi ancora BLA...BLA...BLA...solo parlare sapete solo parlare solo parlare!!!!!! Di Allegri e Galliani poi cosa dovremmo dire???? Nulla che sono due MISERABILI, due PIAGNUCOLONI che hanno sempre qualcosa da ridire....ma chi CAZZO vi credete di essere, ma andatevene a casa e state zitti una volta per tutte, 
a ROMA ci andiamo NOI.  
CAPITOLO TRASFERTA ROMA per la finale di Coppa Italia: tra ieri sera dopo la partita e sino a questa sera, ben 80 le prenotazioni già pervenute. Come detto e riferito a tutti, apriremo  ufficialmente la lista soltanto quando si conosceranno tutti i dettagli di vendita dei biglietti e dei settori a noi riservati. Sappiate sin d'ora che avranno precedenza tutti coloro che la B l'hanno vista dal vivo, poi a seguire coloro che viaggiano ogni anno in tantissime trasferte, a seguire tutti gli altri, ma è ovvio che cercheremo di portare da Andria quanta più gente possibile. Intanto è bello vedervi così carichi settimana dopo settimana...i dall dall che domenica è alle porte. Preso appuntamento con i ragazzi di Aosta, Bassa Valle e Torino per incontrarci tutti fuori alle 17 per bere birre a volontà....noi le caricheremo sul frigo del nostro pullman! I prescritti domenica si sentiranno all'inferno, dove dovranno restare a lungo per tutte le malefatte compiute!CARICAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
Un grazie a Fabio e Vincenzo per aver splendidamente condotto l'ennesima nostra spedizione a Torino. p.s. fabio, giunto alle otto di domenica mattina a casa dopo Firenze è ripartito a mezzanotte di lunedi per Torino, trascorrendo altre due notti in pullman......da grande CONDOTTIERO è tornato stravolto questa mattina già carico e pronto a ripartire sabato sera!!!! Voto 10 con lode!!!!!!! Anche sul sito del Gruppo BassaValle Juventus 1897 c'è un pensiero per il nostro grande FABIO, visita il simpaticissimo sito www.bassavalle1897.it 
AMO SOLTANTO TE, MAGICA GRANDE JUVE, OVUNQUE VADA TU SAPRAI CHE NON TI LASCEREMO MAI.....JC ANDRIA.....FATTI NON BLA....BLA...BLA...BLA...
 

 
 
JUVE - MILAN: ECCO IL NOSTRO STRISCIONE NELLA SUD
 
Ecco il nostro striscione nella CURVA SUD, nella parte a sinistra verso la tribuna Ovest, presidiato dai soci più "tranquilli" del club come Riccardo Guglielmi & C. Bello poter contare sulla collaborazione di tutti.
AVANTI RAGAZZI, AVANTI JC ANDRIA, comunque andrà a finire questa stagione, già da adesso possiamo dirlo che si sentiamo ampiamente soddisfatti ed orgogliosi della stagione che Conte e la squadra ci hanno regalato! Bello anche sapere che al club molta gente ci ringrazia per aver messo su questa splendida realtà associativa che ha fatto nascere forti legami di amicizia tra tante persone che prima nemmeno si conoscevano. 
 

 
 
"E FORZA VIOLA FACCI UN GOL" AH AH AH AH AH
 
Batti Cinque....Ragazzi, solo chi ha provato l'esperienza di questa trasferta a Firenze, potrà un giorno anche lontano ricordarla, come giornata storica, giornata in cui abbiamo letteralmente UMILIATO e RIDICOLIZZATO gli infami VIOLA, quelli che vivono una intera stagione per pensare a questa sfida contro di noi, quelli che in tutti questi giorni avevano lanciato svariate minacce a noi tifosi e alla nostra squadra, quelli che hanno tra le loro fila un giocatore in campo dal nome AMAURI, il quale aveva promesso di farci gol e di fare un intero giro del campo per festeggiare, quelli che indossato il parrucchino da froci, hanno abbandonato lo stadio con la coda "del coniglio" tra le gambe, quelli che tra il primo e il secondo tempo si sono CAGATI sotto perchè hanno temuto per un attimo che tutti noi invadessimo la loro curva FERROVIA. Ragazzi gli abbiamo bastonati a casa loro, senza "compassione", con il sangue agli occhi, ma non per loro....ma per le tante ingiustizie che la nostra squadra ed il nostro allenatore hanno sin qui subito! Hanno provato a mandarci Bergonzi con gli stessi assistenti della famosa trasferta a Napoli di qualche anno fa, volevano sfidarci, ma anche loro Bergonzi compreso, l'hanno presa nel "chiul...". Abbiamo riservato alla Fiorentina la sconfitta più umiliante di tutta la loro storia tra le mura amiche. Come sempre in casa giocavamo noi, perchè ovunque la Juve va è impressionante vedere il numero di tifosi al seguito, tutti stipati nei due settori messi a disposizione. Cosa dovremmo raccontarvi di una partita che dopo una prima fase di studio, che non riservava alcuna emozione, ha visto la Juventus salire letteralmente in cattedra e infliggere la dura lezione ai VIOLA. Sblocca VUCINIC, poi VIDAL, poi MARCHISIO, PIRLO e per chiudere anche PADOIN. Ragazzi bellissimo quando tutti assieme cantavamo a gran voce, per paracularli,  "e forza Viola facci un gol e forza Viola facci un gol..." oppure "siam venuti fin qui, siam venuti fin qui per vedere segnare AMAURI...." cori che rimbombavano in ogni angolo del Franchi, alla faccia anche del sindaco Renzi e di tutti quei vergognosi e faziosi giornalisti della NAZIONE! 5-0 e tutti a casa o meglio tutti a NANNA, visto che dopo la partita dei VIOLA nemmeno l'ombra! La nostra trasferta è andata alla grande, partiti in pullman in 26, assieme ai ragazzi del gruppo MONTESCAGLIOSO BIANCONERA (un abbraccio al caro Rocco e all'inimitabile FRANCOLINO il materano.....che spasso...), abbiamo strada facendo raccolto nel nostro bus, i ragazzi dello JUVENTUS CLUB GAETA/TERRACINA BIANCONERA, quelli dello storico JUVENTUS CLUB ROMA (un abbraccio al grande CARLO) e quelli dello JUVE CLUB ANZIO NETTUNO (con pesce cane a bordo). Sembravamo la MARINO o la MAROZZI per le tante fermate ai tanti caselli lungo la NAPOLI - ROMA. Spettacolare il pullman, quando a regime completo abbiamo raggiunto le quasi 70 unità, non si respirava più, cori, miscuglio di dialetti e l'ottimo vino dei Castelli Romani che scendeva giù che era "na meraviglia..." Gli autisti???? un applauso a loro per averci permesso tutto, davvero tutto! Del resto quando si fa lavorare una ditta per 15 volte in un anno e non è ancora finita, un motivo ci sarà!!!! Giunti a Firenze con notevole ritardo, veniamo subito scortati con gli unici due bus rimasti al casello di Firenze Sud, quello dei BRAVI RAGAZZI e quello degli amici di TRADIZIONE. Si giunge nel parcheggio ospiti, dove dopo estenuanti controlli, riusciamo finalmente ad entrare nel settore. Ci posizioniamo al fianco di TRADIZIONE e dei gruppi di Roma e Napoli. Un grazie di cuore a tutti i ragazzi che hanno come sempre risposto presenti in questa trasferta in cui noi non manchiamo MAI. Stefano Locantore, Giuseppe Tattolo, Francesco Sinisi, Giancarlo Conversano, Vito Coratella, Vincenzo Zingaro, Daniele Rocca, Vincenzo Notaristefano, Giuseppe e Nicola, il dottor Di Tacchio, cardiologo all'Ospedale di Andria, Stefano e tutti gli altri che in questo momento non ci sovvengono in mente. Ma un particolare abbraccio dobbiamo rivolgerlo al nostro CONDOTTIERO Fabio (L'UOMO DELLE VITTORIE ben 10 e tre pari...ma  a Napoli, Milano e Roma) e a MICHELE CARBUTTI, il nostro socio che a giorni partirà per una importantissima Missione militare in AFGHANISTAN. Starà fuori per ben sei mesi è non voleva mancare all'ultima trasferta al fianco della Juventus! Mentalità ed ONORE A LUI! Porterà laggiù con se la magliettina dello JUVENTUS CLUB ANDRIA per sentirsi meno lontano da noi, con cui condivide da anni km e km al seguito della Juve e tante risate! A fine partita chiacchierata con i ragazzi del Gruppo Aosta con Natale, Massimo e Luca immancabilmente presenti. Alle otto di domenica mattina siamo giunti ad Andria, stanchi ma orgogliosi di Noi e della nostra GRANDE PASSIONE. Ci sarebbero tante cose da scrivere, tanti piccoli episodi accaduti durante il viaggio che ci hanno fatto piegare dal ridere, ma siamo stanchi e con il vostro permesso, dei tanti lettori di questo sito, vorremmo andare a nanna, perchè domani sera a quest'ora saremo già in viaggio verso Torino, per la 33^ volta in questa stagione, non ci stancheremo mai di ripeterlo, SEMPRE PRESENTI. PELLEGATTI UOMO DI MERDA, STIAMO ARRIVANDO, perchè la gente come NOI....non scorda MAI.....e per chi c'era.....chiudiamo con il ritornello che ognuno di noi oggi avrà sempre canticchiato e sorriso....
OH MAIALINO, SCOPA ANCORA CON I TRANS...E QUANDO UNA DONNA VERAMENTE TROVERAI, SCOPA MAIALINO, SCOPA E NON FERMARTI MAI...OH MAIALINO...SCOPA ANCORA CON I TRANS....ah ah ah ah ah troppo forte
Domenica arrivano i chiacchieroni....i dall dall.......che settimana da sballo......OH MAIALINO....SCOPA ANCORA CON I TRANS......JC ANDRIA FATTI NON CHIACCHIERE....OH MAIALINO....
 

 
 
A FIRENZE "ANDRIA PRESENTE"
 
Ecco una foto scattata dall'interno del settore in cui eravamo posizionati, storica trasferta, aver umiliato i viola a casa loro ti mette addosso una gioia indescrivibile. IL VIOLA E' IL COLORE CHE ODIO E' QUELLO CHE ODIO DI PIU'....CHI NON SALTA E' FIORENTINO OH OH OH. Tirapiede spegni la TV. LA LA LA LA LA QUE' QUE' QUE' QUE'...LA LA LA LA LA LA QUE' QUE' QUE' QUE'.. 
JC ANDRIA SEMPRE PRESENTE
 

 
 
ORA PIU' CHE MAI, CONTRO TUTTI E CONTRO TUTTO, FORZA JUVENTUS
 
Prendendo spunto dal discorso del Presidente Andrea Agnelli, che condividiamo in pieno, vi possiamo solo dire che questo è il momento in cui tutti assieme dobbiamo lottare, davvero conto TUTTI e contro TUTTO, perchè solo così dimostreremo all'opinione pubblica, ai media, a tutti coloro che ci odiano, di che pasta siamo fatti. Ragazzi il NEMICO ci teme, il nemico teme che la Juve possa tornare a trionfare, il nemico teme di fare figure di merda, se solo la Juventus tornasse a vincere, perchè questo per loro significherebbe il fallimento più totale di un teorema messo su nel 2006 che secondo "l'accusa" la Juventus pilotava i campionati......Quello che invece accade oggi è la prova tangibile che quanto fatto alla Juve nel 2006 è stato solo per cercare di eliminare dalle scene una squadra che avrebbe vinto e stravinto sul campo per un decennio di fila!!!!! Secondo i loro piani, la Juventus grazie a quella "catastrofe" da noi definita FARSOPOLI, avrebbe impiegato una eternità prima di ritornare li dove siamo già adesso! Ecco perchè la banda di "bastardi" della FIGC, Lega, arbitri, sta facendo di tutto affinchè la Juve, stia "buona" al suo posto. Ma se a qualcuno ci sta già pensando la Giustizia Divina ad abbattersi senza scampo ed in modo davvero atroce.....per altri la NUVOLA deve ancora arrivare, ma non sarà una nuvola, non sarà un temporale, ma si tratterà di vera e propria tempesta....Il pareggio di Genova (0-0) il finale è stato a dir poco assurdo per quanto visto in campo, una sola squadra a dettare legge, a macinare gioco su gioco, ad entusiasmare i suoi tifosi accorsi in massa al MARASSI. Peccato, davvero peccato perchè come detto sportivamente dagli avversari la Juventus avrebbe strameritato di vincere, ma complice quel pezzo di merda di Rizzoli, che annulla una rete regolarissima a Pepe, la Juventus si è ritrovata a pareggiare l'ennesimo incontro. Adesso siamo a - 4 dalla vetta, ma noi restiamo uniti nella consapevolezza di poter contare su di un gruppo capace di cose straordinarie, un gruppo che in terra ligure ha saputo dimostrare agli scettici che non si trattava di calo fisico o di salo mentale ma solo di semplici coincidenza e tanta sfiga che stanno purtroppo rallentando una corsa sin qui eccellente. Bellissimo vedere il club domenica pomeriggio stra colmo di soci, con presenze anche delle sezioni di Potenza e di Canosa con i rispettivi responsabili. Ma ancor più orgogliosi ci rende l'aver fatto la trentunesima trasferta di fila, praticamente presenti ovunque, con Salvatore Lomuscio e Rino Porro che assieme ad Andrea e Giuseppe dello JC TRANI si sono sobbarcati oltre 1.800 km., pur di rispondere presenti dietro lo striscione del nostro club! Mentalità unica e tanto onore a loro per il sacrificio fatto! Partiti verso mezzanotte e mezza, hanno viaggiato nella notte, prima di giungere a San Benedetto del Tronto dove, lasciata l'auto, sono saliti a bordo del pullman dello JC OFFIDA del grande Edmondo. Gli ultimi 50 km. invece, i più belli ci dicono, lasciato in un autogrill il bus dei ragazzi di Offida, sono montati a bordo del bus dei ragazzi di Aosta e Bassa Valle con i quali hanno trascorso un ora spettacolare tra cori, birre, vino e di tutto di più! Un grazie come sempre lo dobbiamo a Federico e Luca per la massima disponibilità che mettono sempre a nostra disposizione. Giunti a Genova verso le 13,00 entrano subito nel Marassi e si posizionano dapprima nel secondo anello per poi scendere al primo al fianco del Gruppo Tradizione. Nello stadio l'abbraccio anche con gli altri storici amici dello JC MODUGNO, giunti in furgone. Inizia la gara, tifano senza soste e alla fine ci chiamano e nonostante la delusione per l'immeritato pari, ci dicono: "ESSERE STATI PRESENTI VALE PER NOI PIU' DI UNA VITTORIA in campo" Semplicemente grandiosi! Il rientro, procede tranquillo, nessun problema se non la tanta stanchezza che li fa giungere a casa, dopo aver recuperato l'auto, solo attorno alle 6 del mattino per poi alle otto recarsi tutti al lavoro. 
E' INUTILE SPIEGARLO NON LO CAPIRETE MAI, SVEGLIARSI LA MATTINA E SEGUIRTI OVUNQUE ANDRAI....OHHHH FORZA JUVE...VINCI ANCORA...PER GLI ULTRA' 
VI VOGLIAMO COSI'.....TUTTI A FIRENZE....IL PULLMAN STA PER METTERSI IN MOTO, POSTI TUTTI ESAURITI COME NOI DEL RESTO....AH AH AH AH AH E' QUI LA FESTA...AH AH AH AH AH AH 
BEVO....BEVO....BEVO....BEVO...BEVO...MI UBRIACO E SON FELICE...ANCHE SE POI VOMITO.....BEVO...BEVO...BEVO...
JC ANDRIA A MODO NOSTRO A NOSTRE SPESE DA SEMPRE E PER SEMPRE!!!!!
 

 
 
ANCHE AL MARASSI ANDRIA PRESENTE
 
Ecco i nostri ragazzi, Salvatore e Rino, presenti a Genova, all'esterno dello stadio ligure, in compagnia degli inseparabili amici "di viaggio e di sempre" dello JC TRANI e dello JC MODUGNO. Solita goliardia, con l'abbraccio tra i due "capi storici" Salvatore e Antonio il Re di Modugno! OVUNQUE GIOCHERAI, PER SEMPRE CI VEDRAI E NON SI MOLLA MAI!
JC ANDRIA.....FATTI...NON PAROLE!
 

 
 
SENZA PIETA'
 
Potremmo mai avere pietà di quelle persone che mercoledi sera a Bologna hanno esposto uno squallido striscione contro il nostro Pessotto? Incommentabile come ha detto Antonio Conte subito dopo la partita! Potremmo mai considerare ULTRAS quei luridi ed infami che hanno ideato lo striscione! No di certo! per loro nessuna pietà ci vorrebbe, del resto sono gli stessi che due anni fa aggredirono e ridussero in coma un padre solo perchè suo figlio indossava in un altro settore una sciarpa bianconera! DOPPIAMENTE INFAMI! Abbiamo voluto iniziare l'articolo dall'aspetto più importante di questa trasferta in terra emiliana, visto che nessuno ne parla, visto che la Lega, dopo lo striscione degli altri luridi ed infami perdenti, ancora una volta non ha preso provvedimenti. Nulla tutto va bene, come va bene quando a Firenze inneggiano all' Heysel e ai nostri morti! Non va bene invece quando si cantava SE SALTELLI MUORE BALOTELLI. Li andava chiusa la curva, andava chiuso lo stadio, certo perchè si trattava della JUVENTUS. I primi infami e bastardi sono proprio chiusi nelle stanze romane e milanesi della Lega e FIGC. Ma veniamo alla partita, altrimenti diventeremmo sempre più cattivi nei commenti! 1-1 il finale con rete del pareggio di Mirko Vucinic splendidamente servito da Andrea Pirlo. Peccato per non avere giocato nel primo tempo, peccato aver subito quell'assurda rete complice una disattenzione madornale in difesa. Peccato perchè nella ripresa abbiamo visto la vera Juve di questa stagione, una Juve capace di imporre come sempre il suo gioco, capace di stordire l'avversario, rabbiosa e vogliosa di vincere. Siamo sempre più convinti che non si tratti come tutti dicono di un calo fisico, ne di un calo mentale, ma solo di un periodo dove non ci gira tutto bene. Basti rivedere i tanti episodi sfortunati in ogni partita per capire che con un pizzico di fortuna in più le ultime gare le avremmo vinte! Ma andiamo avanti, senza rimorsi, siamo li a due punti dalla vetta, con quattro sulla Lazio e sei sull'Udinese! Ripetiamo nessuno, nemmeno i più ottimisti dei tifosi, avrebbero potuto immaginare una stagione così. Siamo li ed abbiamo a questo punto l'obbligo di provarci sino alla FINE, guardandoci sempre le spalle e proteggendo comunque questo prezioso secondo posto! Siamo al ventinovesimo risultato utile consecutivo, ma nessuno ne parla! Un impresa del genere per una squadra del tutto normale, andrebbe solamente LODATA. Assurda l'espulsione di Conte che domenica seguirà dalla Tribuna del Marassi la squadra. Tonino vieni nel settore con Noi ad incitare i ragazzi, sarebbe il massimo! La trasferta in terra emiliana ha visto tutti i nostri soci, sia quelli partiti con le auto, che quelli giunti in aereo, ritrovarsi tutti in centro per pranzare con degli ottimi tortellini bolognesi, accompagnati dall'immancabile vino! Guidati dal nostro Presidente Francesco (nella foto mentre sistema lo striscione in balconata) tutti i presenti erano orgogliosi di avere preso parte a quest'altro viaggio, il trentesimo consecutivo del nostro club in questa stagione (inaugurazione compresa)! Erano tutti posizionati in CURVA SAN LUCA, non nel settore ospiti, in quanto la maggior parte di loro è sprovvista della oramai inutile tessera del tifoso! Ringraziamo, Agostino Bucci, Mimmo Canzio, Gianni Vurchio, Andrea Nicolamarino, Franco Stallone, Michele Loconte, Franco Sinisi, Riccardo Roberto, Daniele Rocca e gli altri presenti! Un saluto come sempre va ai ragazzi del Gruppo Bassa Valle e di Trani (c'era lo storico Enzo Garofalo), anche loro come sempre presenti! Che altro aggiungere. Nulla abbiamo detto tutto, anzi vi lasciamo perchè siamo già intenti ad organizzare la trasferta dei nostri che saranno su anche al Marassi di Genova. LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI! 
 

 
 
JUVE-CHIEVO: JC ANDRIA AL SEGUITO
 
Anche in occasione della gara Juventus - Chievo il nostro striscione, con alcuni dei soci presenti è stato ripreso dalle telecamere di Sky. Prima dell'inizio della partita, infatti, mentre la squadra si riscaldava in campo si vedeva sullo sfondo, ANDRIA PRESENTE, con i nostri "affacciati" sulla vetrata in paziente attesa....
Il socio Roberto Leonetti è riuscito, grazie al fermo immagine ad estrapolarne il momento, nella foto che pubblichiamo a corredo dell'articolo.
TI SEGUIRO', OVUNQUE GIOCHERAI, TI SOSTERRO' PERCHE' TI AMO SAI!
 

 
 
LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI
 

Ragazzi se qualcuno pensava che dopo l'ennesimo pareggio interno della stagione noi dello JC ANDRIA saremmo stati pervasi da un senso di rassegnazione e sconforto, quel qualcuno si sbaglia di grosso perché noi ancora più determinati e sempre più follemente innamorati dei nostri colori e stra felici della stagione che la Juventus ci sta regalando,  siamo già pronti a metterci in marcia per le tre consecutive trasferte, di Bologna, Genova e Firenze dove NOI saremo come sempre presentI al fianco della squadra. A Bologna, in 18 con il grande Presidente Nicolamarino che scende in campo, perchè quando il gioco si fa duro i duri come sempre entrano in gioco! A Genova sarà il mitico Salvatore Lomuscio a capeggiare in auto.....(non propriamente dietro l'angolo di casa....) la nostra comitiva al seguito nel Marassi, mentre a Firenze il grande Fabietto, quello delle trasferte toste, per intenderci quello di Catania, Napoli e Bergamo, trasferte che noi dello JC ANDRIA da sempre facciamo ed organizziamo! Proprio oggi un milanista vicino ad uno dei nostri componenti del direttivo si complimentava con il nostro club, perchè a suo dire, vederci presenti anche a Juventus - Chievo, a Torino, diceva fosse una grande cosa, ma se a questo pensiamo che ad oggi siamo stati presenti in tutte le gare da agosto a sabato scorso, IN CASA E FUORI (ma per noi ricordatevelo sono tutte trasferte) questo ci inorgoglisce tantissimo, consapevoli di avere compiuto anche noi, oltre alla squadra, un grande risultato, consapevoli di poter contare su di un grande gruppo, con gente sempre pronta a partire, indipendentemente dall'avversario di turno, indipendentemente dalla competizione, indipendentemente dalla classifica o dall'andamento della squadra. Prova ne è stata la serie B, prova ne sono state le ultime due pessime stagioni che ci hanno visto presenti quasi ovunque in numeri spesso considerevoli! Sabato sera Andrea Leonetti (ben nove le trasferte da lui fatte in questa stagione)con prole al seguito, Corrado con la sua famiglia (il socio con più trasferte fatte in serie B, a dimostrazione che a lui non interessa l'avversario di turno, quello di Empoli in Coppa Italia che con Fabio era presente dietro lo striscione ANDRIA), Vincenzo Gallo e Marina, Di Palma, Paolo, Mauro, tutti presenti in Curva Sud, hanno preso un aereo per essere presenti a Juventus - Chievo. E' questo quello che ci piace di tutti voi cari soci, l'aver compreso a inizio stagione il nostro messaggio, ovvero quello di essere sempre presenti non solo nelle gare di cartello perchè è in queste gare che le presenze diventano per tutti noi ben più importanti. Andare in una sola stagione 16 volte a Torino, inaugurazione e coppa Italia compresa, non è cosa semplice, economicamente parlando e da un punto di vista di sforzi fisici soprattutto quando si viaggia in pullman o si dorme in aereoporto dopo la partita pur di risparmiare dei soldini da reinvestire subito in un successivo viaggio (anche Andrea da quest'anno ne sa qualcosa)! Adesso per Juventus - Milan di coppa Italia, abbiamo già un pullman che partirà con ben 32 soci (ad oggi) a bordo e solo 4 giorni dopo ben 90 persone già prenotate per la gara contro l'Inter! Chiaro che del pareggio contro il Chievo non siamo contenti, 1-1 il finale, rete di Paolino De Ceglie, dopo essere stati in vantaggio ed avere avuto le occasioni per mettere il risultato al sicuro! Ma complice un calo fisico nella ripresa, la stanchezza di alcuni elementi e la mancanza di alcune perdine importanti per l'economia del nostro gioco come Pepe e Vidal, il Chievo è riuscito a raggiungere l'insperato pari, grazie ad un super Sorrentino che quando vede la Juve si esalta come non mai! Ma non dobbiamo per questo piangerci addosso, questo lasciamolo fare ad altri, noi dobbiamo pensare che abbiamo una squadra, lo diciamo dall'inizio, del tutto normale, non all'altezza del Milan che è strafavorito per la vittoria del titolo finale! Quanti di voi con sincerità avrebbero messo una firma ad agosto se vi fosse stato detto, a marzo vorresti ritrovarti al secondo posto, a soli tre punti dalla vetta, imbattuti e con una gara da recuperare? Tutti avreste detto subito di si! Senza pensarci su due volte! Pertanto non abbiate rimorsi, non vogliamo sentire dire, ci stiamo giocando una stagione per colpa dei punti persi in casa, perchè anche il Milan potrebbe dire se non avessimo perso 4 partite oggi saremmo avanti con un bel vantaggio! Con i se e con i ma non si è mai fatta la storia. La storia di questa stagione, ragazzi è ancora tutta da scrivere. Pensate solo che se dovessimo per puro caso vincere a Bologna, andremmo in testa in virtù degli scontri diretti ed inizierebbe un nuovo campionato di sole 12 giornate dove ci basterebbe fare gli stessi punti del Milan. Sosteniamo ancora di più questo meraviglioso gruppo che ci sta facendo vivere un sogno, pensiamo a tenerci stretto questo secondo posto e a conquistare la finale di Coppa Italia. Basterebbero questi traguardi per rendere questa stagione indimenticabile. Poi tutto quello che dovesse arrivare di più sarebbe tutto di guadagnato. Viviamo questo sogno ma con gli occhi ben aperti alle squadre che ci sono sempre dietro! Un saluto a tutti gli amici trovati dai nostri soci sabato, quelli di Aosta, Bassa Valle (federico sempre più uno di noi) e Trani (con il Presidente presente), ma un grosso BENTORNATO a Umberto, presidente del Gruppo Tradizione BN! 

Forza Ragazzi è questo il momento più difficile in cui anche tutti noi siamo chiamati come la squadra a dare il massimo!

JC ANDRIA DA SEMPRE E PER SEMPRE AL TUO FIANCO PERCHE' LA GENTE COME NOI.....RICORDATEVELO SEMPRE.... NON MOLLA MAI!    
 

 
 
UN SALUTO ALLE NOSTRE SEZIONI
 
Con questa foto scattata al termine della partita Juventus - Catania, assieme ad alcuni esponenti della nostra sezione di Potenza (che per il prossimo anno si annuncia molto più numerosa), capitanata dal grandissimo Pietro Santoro, che ringraziamo per l'impegno e la passione che ci mette per sostenere il nostro club e seguire la Juve con noi, cogliamo l'occasione, visto che non lo abbiamo mai fatto per ringraziare tutte le nostre sezioni nate nella scorsa estate che sostengono il nostro JUVENTUS club ANDRIA, con diversi soci che si sentono fieri ed orgogliosi di far parte del nostro gruppo dietro il nome ANDRIA! Non possiamo che ringraziarVi di cuore per quanto fate per noi e per tutto il club. In ogni gara anche se pochi rappresentanti sono sempre presenti quasi tutte le sezioni. Un saluto va ai ragazzi di Canosa di Puglia (un grazie immenso ad Antonio Minerva ma anche alle new entry come Luca e altri), di Brindisi e provincia (Stefano La Palma), di Taranto e provincia (Daniele Rocca), di Casamassima e dintorni (Gino Patano). Ma un saluto va anche a tutti coloro che pur non avendo una sezione del nostro club ci sostengono da diverse altre città! Francesco NICOLAMARINO, il vostro Presidente!
 

 
 
SOLI CONTRO TUTTI
 
Ecco la foto, scattata da Nicola Palumbo, che ci ritrae sabato sera in corteo verso lo Stadio San Siro di Milano. Come detto eravamo giunti in notevole ritardo e alle 20,00 eravamo incasinati nel mezzo del traffico, che non scorreva proprio,  su Via Novara. Ad un km. dallo stadio, decidiamo tutti di scendere dal pullman e dirigerci in corteo, verso lo stadio ed il nostro settore. ORGOGLIOSAMENTE GOBBI! JC ANDRIA A NOSTRO MODO A NOSTRE SPESE!
 

 
 
SIAMO TORNATI A FAR PAURA
 
GIGI BUFFON in settimana dopo Milano ha detto: "c'è molto agonismo, anche verbale, significa che la Juve sta facendo paura: tutto questo mi piace."  Ragazzi adesso non possiamo più nasconderci la JUVENTUS è tornata ed è tornata a far paura. Ci temono, molti iniziano a rivedere un incubo che pensavano aver scacciato via! Hanno tentato di piegarci, qualche coglione sperava di "pisciare sulle nostre tombe" pensando ad una nostra rapida estinzione......, altri pensavano che per tornare grandi ci avremmo messo una eternità, forse 45 anni....ma invece noi tifosi juventini abbiamo dimostrato di essere dei duri, noi dello JC ANDRIA, soprattutto, che non abbiamo mai abbandonato la squadra in questi anni difficili e nonostante, tutto quello che accadeva, siamo cresciuti anno dopo anno, sia in termini numerici che in mentalità! La JUVE è tornata, sta tornando grande, ma se solo tra qualche mese, dovesse accadere l'impensabile....allora si che scateneremo l'inferno.....peggio di quello dietro il nostro striscione a MILANO sabato sera....(nella foto)......che bello sentire nuovamente l'intenso odore dei fumogeni, delle torce!
INUTILE PARLARNE NON LO CAPIRETE MAI, ALZARSI LA MATTINA PER SEGUIRTI OVUNQUE ANDRIA, OOOOOHHHHH FORZA JUVE, VINCI ANCORA PER GLI ULTRA'....
Sabato 3 marzo: JUVENTUS - CHIEVO VERONA, ritorna il Presidente, ritorna una grande persona che ha fatto la storia della CURVA SUD juventina. CON AMICIZIA, STIMA e RISPETTO i ragazzi di Andria salutano con un BENTORNATO, UMBERTO e tutto il GRUPPO TRADIZIONE! 
 

 
 
TANTA SOFFERENZA MA ALLA FINE E' GRANDE GIOIA
 
La gara di San Siro ci ha riservato non poche emozioni. Era il crocevia di una intera stagione, era la gara in cui la Juve doveva dimostrare di essere finalmente tornata, era la prova della definitiva maturità. Arrivare imbattuti a questo incontro è stato già un miracolo, ma uscirne alla fine ancora imbattuti è qualcosa di grandioso! 1-1 il finale con non poche polemiche scatenate dai rossoneri, come quelle che avevano preceduto la sfida. Che loro non siano tranquilli questo lo avevamo già ben compreso, ma che arrivino a rilasciare assurde affermazioni e accuse infamanti, (dirigenti e addetti ai lavori), questo non lo possiamo accettare. Se pensano, come fatto nel 2006 di attaccarci mediaticamente, si sbagliano di grosso, da ora in poi società, dirigenza, giocatori, allenatore, tifosi, tutti remiamo in un unica direzione, tutti a difesa di un nome glorioso che ha fatto la storia del calcio italiano, che di stile ne ha da vendere! Chiunque oserà insinuare qualsiasi cosa sulla nostra Juve, dovrà riguardarsi dal farlo, perchè i "coglioni" sono già abbastanza pieni, per quanto assurdamente dovuto subire nel 2006, per poi scoprire, che fu tutta una messa in scena architettata semplicemente per far fuori i più forti, che altrimenti avrebbero continuato a vincere in eternità, per far spazio a dei perdenti che pur di tornare a vincere si sarebbero accontentati di titoli di cartone conquistati senza reali avversari in campo, per poi ritornare come la storia insegna, li nel loro limbo di società perdente, guarda caso dopo soli quattro anni, a dimostrazione del fatto che nonostante tutto quello che abbiamo subito, noi siamo di nuovo la, perchè siamo la JUVE! Del resto tifosi illustri dei perdenti come Valentino Rossi, proprio ultimamente hanno rilasciato dichiarazioni importanti contro il loro presidente al quale chiedono di ammettere una volta per tutte che quei titoli regalati da un certo Guido Rossi, erano strameritati sul campo da una delle migliori squadre di sempre nella storia dei campionati italiani, la JUVE trita sassi di Fabio Capello! Ma ritorniamo alla sfida di sabato sera a San Siro, ancora una volta invaso in ogni settore da tifosi bianconeri, stimati sulle 15.000 unità, ma secondo noi ben più numerosi! Un primo tempo a dir poco orribile della nostra Juve che non riesce mai a dare l'impressione di poter entrare in partita e che rischia seriamente di uscirne di scena. Inizio blando, poco aggressivi, forse la peggior Juve del campionato, con il Milan che passa però solo grazie all'ennesimo errore di Leonardo Bonucci, ancor una palla regalata all'avversario di turno, ed ancora un gol subito, complice anche una sua decisiva deviazione! La reazione non arriva, anzi arriva il gol-non gol di Muntari. Ci salva Super Gigi Buffon che compie miracoli a ripetizione, con la palla che però alla fine entra, ma nella velocità dell'azione nessuno si accorge di nulla, solo nei replay si vede che la palla aveva varcato la linea di porta. Da qui apriti cielo, ma nessuno ha poi considerato il fatto che l'angolo da cui nasce l'azione fosse stato battuto con la palla ben oltre la lunetta, con Muntari che quando calcia si trova in sospetta posizione di fuorigioco, visto che Vidal era fuori dal campo. Assurdo sentire tutti i falsi moralisti che accusano Buffon di slealtà, invece di apprezzarne la sua sincerità. Ma se a parlare sono persone come Nicchi e Zeman voi cosa avreste immaginato di poter ascoltare da due "elementi" del genere? Del boemo abbiamo detto tutto, ripetiamo che quando parla è un lutto all'intelligenza, ripetiamo che parlare di un ignorante del genere è tempo prezioso sprecato! Per non parlare di Galliani e Pellegatti, altri due personaggi da bandire, persone vomitevoli, persone che nel calcio non dovrebbero nemmeno esserci, persone che ci sono letteralmente sui coglioni, persone che come Pellegatti serve del padrone, si permettono anche di offendere in diretta il nostro Mister, per poi chiedere scusa. Pellegatti da ora in poi augurati di non imbatterti mai in tifosi come noi!!!!!! Nella ripresa, dopo questo putiferio, con la Juve sotto di un gol, la partita sembra non cambiare con il Milan che continua a dare l'impressione di poterla condurre tranquillamente in porto, ma Conte ancora una volta riesce a dare una svolta alla gara, indovinando i cambi e quando manca un quarto d'ora dal termine la Juve rinasce ed inizia a macinare gioco, azioni su azioni, facendo letteralmente cagare sotto l'avversario, che si rintana nella propria aerea, come un pugile messo all'angolino, prima Quagliarella si divora il pari, poi Matri pareggia ma l'arbitro annulla inspiegabilmente, tra l'ira dei giocatori e di noi tifosi, qui però tutto va bene, fuorigioco inesistente, ma dato che trattasi della Juve va tutto bene....tanto..... Ma non è finita perchè poco dopo ancora Matri, sempre lui, trafigge Abbiati è questa volta la rete è regolare....un tripudio, la festa inizia dopo la paura e le sofferenze di aver rischiato di vedere la Juve soccombere per la prima volta nella stagione. Nel settore ospiti dove eravamo ammassati a migliaia ben oltre la capienza, non si capisce più nulla. San Siro è bianconero! Stupendo vedere Vidal che mostra la maglia di Matri ai milanisti. Poi lo stesso Vidal viene espulso lasciando la Juve in 10, ma non accade più nulla, la Juve conquista un punto che vale oro colato, un pareggio che sa di vittoria. La nostra trasferta, la terza volta in questa stagione a Milano,  è stata come sempre bella, sotto tutti i punti di vista, fatta in compagnia dei grandi amici dello JC TRANI con i quali oramai ogni viaggio è tutto un divertimento ed è bello vedere come siano nate spontanee amicizie tra i nostri componenti ed i loro, amicizie che vanno anche oltre il calcio! L'andata fila via tra birre e tanto vinello, con sosta a Rimini per prelevare il nostro segretario Fabio, in Romagna per impegni di lavoro. Arriva in giacca e cravatta ma dopo soli dieci minuti in pullman si era già trasformato in perfetto "stile ultras". Ancora una sosta, l'ennesima, per bere altre birre e mangiucchiare qualcos'altro, ma poi ci si accorge di essere in ritardo. Giunti a Milano in Via Novara troviamo una coda interminabile, si cammina a passo d'uomo. Sono le otto quando decidiamo di percorrere l'ultimo km. a piedi in CORTEO, abbandonando il pullman nel mezzo del traffico. Armati di aste da bandiera camminiamo verso lo stadio tra sguardi in cagnesco con i milanisti e noi tutti orgogliosi di una azione del genere! Dopo dieci minuti giungiamo nel parcheggio ed arriviamo ai controlli e al percorso che ci conduce verso i tornelli. Riusciamo a far entrare tutti i soci che avevano biglietti di Tribuna Rossa o addirittura della Tribuna Blu con molta diplomazia. Saliamo l'interminabile torre, che ti fa arrivare in alto sempre sfinito. Ci posizioniamo in basso a Tradizione - Antichi Valori, sulla vetrata al fianco dei FJ ROMA e degli amici di Aosta. Grande tifo, con l'esplosione di gioia finale, si scende la torre festeggiando e sbeffeggiando i rossoneri. Lasciamo il parcheggio per ultimi, non c'era più un pullman, perchè il nostro essendo arrivato tardi non aveva trovato spazio è si era pertanto allontanato dalla zona. Imprecazioni di Fabio, che dopo avere mandato a quel paese uno sbirro del commissariato......ah ah aha ah ah che ridere...manda poi a fare in culo gli autisti del pullman! Ragazzi stare assieme è troppo bello, EMOZIONI UNICHE, assolutamente da provare! Siamo come una grande famiglia allargata. Ringraziamo di cuore chi come Enrico Ferro e Savino Ieva, ha gestito il pullman alla perfezione dimostrandoci ancora una volta, di avere tante persone nel club su cui poter sempre contare.
JC ANDRIA FATTI NON PAROLE. VENTOTTESIMA TRASFERTA DI FILA IN QUESTA STAGIONE. Sabato sera in 15 ancora presenti a Torino questa volta per Juve - Chievo, con Andrea Leonetti alla guida del gruppo, tutti con lo stesso volo!
 

 
 
ALTRA PROVA DI FORZA
 
Ancora una vittoria per la nostra Juventus, questa volta la vittima di turno è stata il Catania, una delle migliori squadre, se non la migliore vista all'opera allo JUVENTUS STADIUM. 3-1 il finale, con reti di Pirlo, prima rete in assoluto in maglia bianconera, Chiellini, prima rete per lui nel nuovo stadio e Quagliarella, uno dei migliori in campo. Un primo tempo un po sottotono da parte della Juve, che però avrebbe potuto benissimo chiudere in vantaggio, viste le occasioni avute e la traversa di Fabio Quagliarella. Da sottolineare che nell'undici di partenza i giocatori erano tutti ITALIANI, cosa che nessuna società in Italia può vantarsi di fare. Questo ci rende sempre più orgogliosi di tifare JUVENTUS. Sempre primi in tutto! Nella ripresa Conte apporta i giusti correttivi è la squadra inizia a crescere sempre più, guidata magistralmente in campo da Andrea Pirlo, semplicemente fantastico, a dispetto di chi pronosticava......o meglio "sperava" che la sua benzina finisse a dicembre. Bello, davvero tutto bello, perchè mai avremmo immaginato di giungere a fine febbraio, allo scontro contro il Milan a San Siro, in questa situazione di classifica e soprattutto ancora imbattuti. Ancora una volta i ragazzi e il mister hanno dimostrato di saper reagire alle avversità, era del resto la prima volta che si passava in svantaggio in casa per giunta ad inizio gara. Sappiamo soffrire e sappiamo rialzarci e riprendere in mano le gare. Noi dello JC ANDRIA ancora una volta siamo stati presenti, l'ennesimo viaggio a Torino, in un numero che ci ha sorpreso tantissimo, in 14 per JUVENTUS - CATANIA! Tutti siamo partiti in aereo, la maggior parte con la Ryan Air del sabato mattina, mentre qualcuno con l'Alitalia del primissimo pomeriggio. Giunti a Torino prestissimo, alcuni hanno preso possesso delle camere d'albergo, come Pietro Santoro, Brigida e gli altri mentre il resto della "truppa" si è diretta in centro città per fare colazione. Poi tutti ci siamo ritrovati all'interno dello Juventus Store del centro città, dove il dialetto andriese la faceva da padrone, attirando l'attenzione dei presenti. Incredibile vedere la tantissima neve ancora ammassata sui bordi delle strade! Si pranza nei pressi della stazione di Porta Nuova al solito posto. Poi Fabio e Riccardo si dirigono al bar degli amici di TRADIZIONE, dando appuntamento a tutti all'esterno dello stadio per la consegna dei biglietti. Al bar, risate a non finire con i nostri tenerelli al liquore offerti a tutti i ragazzi presenti....alcuni credevano fossero olive....caricate le macchine del materiale e degli striscioni si parte con loro verso lo stadio. Giunti davanti alla nostra casa, ci si riaccorpa alla restante banda degli andriesi, con i quali ci dirigiamo come consuetudine dei tifosi juventini, all'interno del nostro centro commerciale, dove la cosa bella è sapere di essere tutti solo e soltanto juventini. Una emozione vedere dai più piccoli alla gente più anziana tutti con qualcosa di bianconero addosso! Giunge l'ora, l'ansia da partita inizia a salire, attendiamo gli amici di Aosta e Bassa Valle all'esterno per poi entrare dentro nella SUD (eravamo quasi tutti li, tranne Gemiti & C. in Nord). Posizioniamo il nostro striscione sulla vetrata in basso, al solito posto ed iniziamo a cantare, con Fabio che perde da subito la voce. Ci chiamano in tantissimi da Andria per informarci che Sky aveva appena fatto una inquadratura in primo piano ai presenti dietro lo striscione! Peccato la gara finisce, dobbiamo di già salutare tutti ed abbandonare lo Juventus Stadium. Pacche sulle spalle con tutti, che si complimentano come sempre con noi per l'incredibile assidua presenza! I soci dello JC ANDRIA a questo punto si dividono tra chi va a nanna...o a divertirsi è chi come Fabio Attimonelli e Riccardo Matera, raggiungono il pullman dei nuovi amici dello JC SARONNO con i quali raggiungono l'aeroporto di Malpensa. Gentilissimi gli amici lombardi (un grazie speciale a Francesco il Presidente e alla simpaticissima Concy) che accompagnano i nostri SUPER EROI allo scalo aeroportuale. Giunti all'una e mezza della notte si sistemano su delle panche della sala d'attesa. Solo chi ha provato queste emozioni può sapere quanto belle sono queste trasferte fatte così. Al risveglio la soddisfazione di essere stati presenti prevale sul dolore della schiena e sulla stanchezza! JC ANDRIA NON FINISCE MAI DI STUPIRE. 
Ma è già tempo di ripartire. Si torna a Milano per la terza ed ultima volta di questa stagione. Non c'è due senza tre???????    
 

 
 
ANCORA CAMPIONI. E' QUI LA FESTA
 
La settimana più importante per noi tifosi bianconeri non poteva che iniziare nel migliore dei modi con la splendida affermazione della JUVENTUS PRIMAVERA nel sentitissimo Torneo di Viareggio, una sorta di mondiale per club del settore giovanile. Ancora una volta i nostri ragazzi sono saliti sul gradino più alto del podio portando a casa il terzo successo negli ultimi quattro anni e il sesto negli ultimi dieci. Otto le affermazioni bianconere al Viareggio con i ragazzi allenati da Marco Baroni che in finale battono una bella Roma per 2-1. Tantissimi i giovani che si sono messi in evidenza su cui la Juventus potrà contare nell'immediato futuro. Spinazzola, Beltrame, Bouy, il portiere Branescu, sono solo alcuni dei ragazzi che hanno fatto appassionare noi tifosi gobbi davanti ai teleschermi in questa fenomenale cavalcata del Viareggio. Bello vedere accorrere nello stadio viareggino tanti tifosi, anche di gruppi organizzati, molti juve club toscani con presenza anche da Torino con i nostri amici di Tradizione che non hanno fatto mancare il loro apporto. ORGOGLIOSI DI QUESTA SOCIETA', ORGOGLIOSI DI QUESTO PRESIDENTE. VAI ANDREA NOI SIAMO AL TUO FIANCO LA BATTAGLIA E' APPENA INIZIATA. E' QUI LA FESTA......AH AH AH AH
 

 
 
ANDRIA & SARONNO
 
Grazie all'inesauribile ed infaticabile nostro segretario Fabio, siamo riusciti a costruirci un nuovo rapporto di amicizia con i ragazzi dello JC SARONNO, club nato nel 1967, ben 45 anni fa, a pochissimi km. da Milano. L'amicizia è nata casualmente, qualche giorno prima di Juventus - Palermo, quando il nostro Fabio e il loro Presidente Francesco (una grande persona...al centro nella foto con cappello), si incontrarono casualmente presso la sede del Centro Coordinamento a Torino. Sabato sera, l'amicizia si è poi ufficializzata in occasione della trasferta a Torino, guarda caso contro un altra squadra siciliana. All'esterno dello stadio parte dei nostri e dei loro soci si sono fatti ritrarre assieme. Sul loro pullman dopo la partita, Fabio e Riccardo Matera, accompagnati sino a Malpensa, hanno parlato della loro possibile partecipazione alla prossima edizione del Memorial Lorenzo Lomuscio....ma ad essere sinceri si è parlato poco ma bevuto tanto.....CHE CASINO.....ci ripromettiamo di fare uno scambio di prodotti a loro il nostro NERO DI TROIA a noi l'Amaretto.......
CIAO RAGAZZI E' UN ONORE PER NOI AVER CONOSCIUTO UNO DEI CLUB PIU' STORICI NEL PANORAMA NAZIONALE. JC ANDRIA


 

 
 
CHE GOBBACCI
 
Ecco una parte dei nostri fratelli gobbi presenti a Torino per Juventus - Catania, sabato sera scorso. Qui sono ritratti all'interno dello Juventus Store, dove si sentono solo i loro commenti tutti rigorosamente in dialetto andriese. Bello vedere gente che nemmeno si conosce, visti i tantissimi soci, familiarizzare e divertirsi nel segno di una forte juventinità che gli accomuna. Un grazie a Fabio, Riccardo Matera, Giuseppe Gemiti, Pietro Santoro e tutti coloro che sono partiti numerosi in questa trasferta spendendo non pochi soldini! JC ANDRIA....FATTI NON PAROLE! 
 

 
 
NONOSTANTE GLI ARBITRI NOI SIAMO SEMPRE LA
 
E' evidente che la Juventus inizia a dar fastidio a molti nel ritrovarsi da inizio campionato sempre li, in una posizione che nessuno osava immaginare ad inizio stagione! Neppure noi tifosi! Eppure dopo ben cinque mesi e mezzo, la Juventus è seconda ad un punto dalla capolista Milan, con una partita ancora da recuperare! Assurdo però leggere su alcuni giornali o pseudo giornali....che la Juve debba addirittura provare a raccogliere i cocci dopo un pareggio  (0-0 il finale) su un campo sempre ostico come quello di Parma, dopo una prestazione in cui la Juve come tutte le gare di questa stagione, non ha mai subito il gioco avversario, sfiorando la rete in diverse occasioni, per nostra imprecisione, per sfortuna o per bravura del portiere avversario! Resta il fatto però che è già la seconda gara di campionato consecutiva, dopo quella contro il Siena, in cui la Juve, viene danneggiata dall'arbitro di turno, che non concede un rigore sacrosanto come quello su Pirlo a fine gara....La differenza tra noi ed il Milan, oltre al fatto di non aver mai perso e di avere la miglior difesa del campionato con sole tredici reti al passivo, sta soprattutto nel fatto che a loro sono stati assegnati diversi rigori in molti casi decisivi, mentre noi ad oggi soltanto uno per giunta non decisivo! Ma non ci piangiamo sopra....anzi forse siamo anche più contenti di essere arrivati sino a questo punto senza aiutini o aiutoni, ma solo con il frutto del duro lavoro di Antonio Conte che da questa squadra sta ottenendo risultati eccezionali! Bene ha fatto Conte ad alzare la voce a fine gara, soprattutto nei confronti di quelli allenatori che pensano di insegnare a noi lo stile, quando nemmeno sanno cosa significhi la parola STILE! Zeman che parla????? un lutto all'intelligenza. Su un elemento spregevole come il boemo preferiamo non sprecare il nostro tempo! Lui come tutti gli anti juventini vivono solo per sperare in nostre sconfitte o non vittorie! Noi invece viviamo di solo JUVE nel bene e nel male, da sempre! Altro aspetto che nessuno ha considerato sapete qual'è? Che nella stessa giornata in cui il Milan ha perso malamente in quel di Roma contro la Lazio, la Juventus ha guadagnato un punto sui rossoneri pareggiando a Parma! Avanti con i nostri obiettivi, finale di Coppa Italia e secondo posto in campionato! Tutto quello che verrà di più sarà tutto di guadagnato. NON DIMENTICHIAMOCELO MAI! ORA PIU' CHE MAI FORZA JUVENTUS SEMPRE SOLI CONTRO TUTTI! P.s. come anticipato anche a Parma siamo stati presenti grazie al duo "Daniele & Ciro", nella foto ritratti nel settore ospiti del Tardini con la curva del Parma alle spalle. E' stata una presenza silenziosa la nostra, per la prima volta senza STRISCIONE AL SEGUITO, in segno di rispetto verso tutti quei tifosi che il 31 gennaio erano comunque arrivati a Parma per poi apprendere il rinvio soltanto alle 20, soldi spesi e ferie sprecate! Un grazie enorme lo dedichiamo a Daniele sempre più socio-rivelazione dell'anno! Lui compie davvero tanti sacrifici per la Juve e per il club, appena libero dal lavoro, non perde tempo è sempre li pronto a partire! Già pronti a partire domani per Torino, con ben 12 soci presenti tutti in aereo! 
 

 
 
ROTTI DI PALLE
 
Era tutto pronto, eravamo ben equipaggiati (sciarpe e cappelli bianconeri, rigorosamente in lana) e pronti a sfidare tutte le intemperie che avremmo trovato sulla nostra strada, l'Autostrada A/14, 600 km. che avremmo percorso come al solito all'insegna dell'allegria, spinti da un incredibile passione per la nostra JUVE e per i nostri colori, il bianco ed il nero. Il vino non sarebbe mancato, quello ci avrebbe riscaldato a dovere, non mancavano ovviamente anche le catene da neve, ma ieri mattina, la decisione di rinviare la partita ci ha ancora una volta privati della nostra JUVENTUS, lasciandoci per un altra giornata, quella odierna, nella noia più totale. Credeteci queste situazioni ci hanno proprio rotto le palle, perchè non è possibile decidere sempre all'ultimo a discapito dei tanti tifosi che si muovono, che come noi avevano già prenotato tutto ed acquistato i biglietti stadio. A Udine fu rinviata anche li un giorno prima e stiamo attendendo ancora il rimborso dei biglietti stadio, a Napoli lo abbiamo appreso alle 12,30 con molti gruppi già in movimento dal Nord Italia, a Parma, ancora più assurdo, decisione presa quasi alle 20,00 con tutti i tifosi già arrivati allo stadio, a Bologna per lo meno non ci hanno fatto partire, ma i danni restano sempre! Tutta colpa di stadi inadeguati per giocare in serie A, società e comuni disorganizzati nel gestire le emergenze neve! Come mai a Torino, a prescindere dal fatto che abbiamo uno stadio nuovo, anche la viabilità, i parcheggi, l'afflusso e il deflusso nella serata contro l'Udinese, tutto è funzionato alla perfezione????? E' vergognoso che questo possa accadere nell'anno 2012! Sentiamo di ringraziare la ditta EUROPCAR di Tommy Scamarcio, nostro socio, presso il quale avevamo prenotato il furgone da 9 posti (nella foto, quello usato e personalizzato in occasione del Memorial Lomuscio), con il quale avremmo raggiunto Bologna. Grazie per non averci fatto pagare penali e per essere sempre a completa disposizione! Ma un grazie va a tutti coloro che si sarebbero messi in viaggio, con Fabio Attimonelli e Riccardo Tesoro a capeggiare un gruppo di "folli" (Rino Porro, Mario "u vccir", Antonio, Paolo, Rocco, Michele e Vincenzo). ONORE A LORO e a tutti i ragazzi degli altri gruppi pronti a partire!
Adesso mercoledi si giocherà a Parma il recupero della gara non disputata lo scorso 31 gennaio. Vista la decisione presa da tutti i gruppi della Curva Sud di disertare la trasferta in segno di protesta, ci associamo anche noi, che pur essendo presenti grazie al grande DANIELE (aveva da subito prenotato il volo per Bologna e raggiungerà Parma assieme ad un altro nostro ragazzo che vive su nel capoluogo emiliano), lo faremo senza striscione! IL DIRETTIVO JC ANDRIA
 

 
 
SEMPRE PIU' PADRONI DI MILANO. FINALE AD UN PASSO
 
A fine ottobre dopo aver sbancato per l'ennesima volta San Siro a casa degli accattoni, pubblicammo un articolo dal nome..."SEMPRE PIU' PADRONI DI UNA MILANO BIANCONERA"....(a pagina 5 delle nostre news, per chi vuole rileggere quell'articolo). Adesso dopo aver nuovamente "violato lo stadio milanese", in coppa Italia contro il Milan, possiamo tranquillamente affermare che MILANO è davvero nostra! Ma non solo per aver vinto contro gli attuali campioni d'Italia in carica, nella semifinale di andata della Coppa Italia (2-1 il finale con doppietta del neo-acquisto Martin Caceres), ma anche e soprattutto per il fatto di aver invaso ogni settore dello stadio con assoluta semplicità ed in numero massiccio. Oltre alla Curva Nord che per 2/3 era bianconera, anche dalle Tribune Rosse e Arancio la presenza di "gobbi" era considerevole. Allucinante è stato il momento in cui Alex Del Piero si è recato a battere un calcio d'angolo dal lato della Tribuna Arancio, quando quasi tutti si sono levati in piedi per acclamarlo ed applaudirlo.....sembrava una scena da Juventus Stadium! Per non parlare dell'uscita dal campo del capitano accompagnata da scroscianti applausi che provenivano oltre che dalla Curva anche dalla Tribuna Rossa! Questo solo per farvi capire, una volta di più, quanto MILANO SIA BIANCONERA. Del resto per tutti coloro che hanno seguito la gara in TV (quanta gente al club nonostante la diretta Rai), hanno potuto constatare ed ascoltare quanto il tifo juventino si sia sentito decisamente di più rispetto alla sponda rossonera. Ma la cosa più bella è stato il tam tam che ha preceduto la gara, per acquistare in massa biglietti nel secondo anello verde, invece che nel terzo verde, il classico settore ospiti a Milano. Quindi oltre ad aver violato il campo nel punteggio abbiamo anche "violato" quella che è la curva degli "intertristi". In 500 si sono ritrovati nel terzo anello, quindi nel regolare settore ospiti, mentre in oltre 3.000 nel secondo verde spiazzando completamente il servizio d'ordine allo stadio che ha dovuto poi separare da noi i rossoneri presenti nel secondo verde, una netta minoranza rispetto alla nostra presenza! Anche i nostri ragazzi presenti, giunti in aereo e capeggiati da Fabio Fiandanese sono ovviamente andati nel secondo verde, posizionandosi a destra verso la Tribuna Rossa, al fianco del Gruppo Aosta (come da foto articolo, scattataci dalla pattuglia dello JC TRANI presente a Milano in Tribuna Rossa con il grande ENZO GAROFALO, che ringraziamo per le belle foto). Assieme a Fabio erano presenti, l'immancabile ed instancabile Daniele "Tatuaggio Alex" e i neo soci Matteo e Francesco che ringraziamo per quest'altra presenza! in 4 pur di rappresentare il nostro club anche in quest'altra sfida di Coppa Italia (sempre presenti anche in Coppa: agli ottavi il solo Carlo presente, nei quarti presenti in tre e adesso in 4). Venticinquesima trasferta della stagione, semplicemente tutte! La gara è stata bella ben giocata dalle due formazioni soprattutto nella ripresa. Già nel primo tempo, si è vista una Juve che teneva meglio il campo, con un gioco sempre bello, nonostante ben otto undicesimi della formazione, mandata in campo da Conte, fosse diversa da quella che abitualmente schiera in campionato. Buon segno, significa che il gruppo è compatto che recitano tutti allo stesso modo, che il lavoro che il mister svolge in settimana è seguito con la stessa dedizione ed applicazione da tutta la rosa. Nella ripresa, poi Caceres subito porta in vantaggio la Juve, ma dopo dieci minuti il Milan riagguanta il pareggio, Conte effettua tre cambi e capovolge la partita nuovamente a favore della Juve, con Caceres che mette a segno un eurogol alla Del Piero. Finisce così con la squadra in festa a salutare la curva festante e Conte che come un bambino festeggia con i ragazzi in panchina. La squadra continua a stupirci sempre più, i ragazzi sapevano quanto noi tifosi teniamo a questa Coppa Italia, che vogliamo a tutti costi vincere, del resto è l'obiettivo unico dichiarato della stagione. Arrivare a Roma in finale. Prima della finale resta l'ostacolo della gara di ritorno dove bisognerà tenere alta la concentrazione e far finta di ripartire dallo 0-0. Adesso rituffiamoci sul campionato dove ci aspetta un trittico a dir poco difficile contro tre avversari che stanno attraversando un buon periodo di forma. Il Bologna domenica (ammesso che si giochi), Parma nel recupero di mercoledi e Catania sabato prossimo allo Juventus Stadium. Non sarà facile ottenere il massimo da questi tre impegni ma abbiamo l'obbligo ed il dovere di provarci, consapevoli che quanto fatto sinora è qualcosa di "miracoloso". INSEGUENDO UN SOGNO. AVANTI JC ANDRIA.
Già pronti a ripartire per Bologna in furgone da 9 posti contro gelo e neve....ma quando in campo c'è la Juventus tutto il resto è niente per noi!!!!!
 
 

 
 
LA NORD DI MILANO TUTTA BIANCONERA
 
Ecco una foto più panoramica della Curva Nord a San Siro, mercoledi sera, tutta colorata di bianco e nero. Il nostro striscione è sulla sinistra della foto nelle balconate centrali!
OVUNQUE GIOCHERAI PER SEMPRE CI VEDRAI E NON SI MOLLA MAI! MILANO E' BIANCONERA, E' BIANCONERA....MILANO E' BIANCONERA!
 

 
 
GRANDE FABIETTO
 
Ecco Fabio Fiandanese, dietro lo striscione a Milano, mercoledi sera in Coppa Italia, con gli altri presi di spalle, si vede Daniele sullo sfondo. A Fabio sentiamo di dire qualcosa per quanto fatto in tanti anni per il club, nonostante la sua giovane età! Ragazzi come lui per fortuna ne abbiamo tanti, sempre pronti a sacrificarsi, sempre pronti a scendere in campo, ma Fabietto è speciale. ORGOGLIOSO DI TE!
Il Presidente JC ANDRIA 
 

 
 
LA JUVE IMPATTA IN UN CLIMA SIBERIANO
 
Ancora un pareggio interno per la nostra Juventus, questa volta uno 0-0 contro il Siena. Il quarto pari casalingo di questa stagione, un pari che fa rabbia se pensiamo all'ennesima ghiotta opportunità di poter staccare in maniera netta il Milan, sempre secondo ad un punto da noi! Dopo aver sprecato l'occasione contro il Cagliari nel giorno del derby di Milano ecco sprecare un altra occasione in un giorno in cui, oltre al Milan, anche le altre squadre più dietro si sono fermate! Ma con questo non vogliamo assolutamente aprire un processo alla squadra anche perchè restiamo sempre più consapevoli che quanto fatto fin qui dai ragazzi e dal Mister è già qualcosa di miracoloso, non per questo siamo ad oggi la squadra rivelazione contro ogni pronostico, prima in classifica e soprattutto sempre imbattuta! Andiamo avanti senza dimenticare che abbiamo ancora una gara da recuperare contro il Parma, nella prossima settimana! Peccato perchè le occasioni anche domenica non sono mancate, anche se la squadra non ha giocato come sua consuetudine ed abitudine. Ci stà un po di appanamento, complice le rigidi temperature che in questo periodo stanno attraversando l'Italia intera e soprattutto Torino che registra valori abbondantementi sotto lo zero. Sia nel primo, che nel secondo tempo, abbiamo avuto tante opportunità per andare a rete ma complice il portiere avversario in giornata di grazia come tutti quelli che scendono in campo a Torino e complice i nostri errori sotto porta, ecco scaturire uno 0-0 inaspettato! Se poi ci si mette di mezzo, anche l'arbitro di turno, ecco che il pareggio è il risultato più scontato! Un rigore grosso quanto lo Juventus Stadium, che solo l'arbitro non ha visto. Ma noi non siamo abituati a piangerci addosso, noi siamo abituati a vincere i titoli sul campo sudandoli anche sino all'ultima giornata, soffrendo contro reali e veri avversari, non vincendo dietro una scrivania o titoli di cartone o peggio ancora SENZA VERI AVVERSARI!  Pertanto ci rimbocchiamo le maniche....anche se fa molto freddo....è ripartiamo più carichi di prima, INSEGUENDO UN SOGNO, SOSTENENDO I RAGAZZI! Anche domenica come sempre, siamo stati presenti a Torino in 10 unità, partite alcune sabato (tra le quali anche due sacerdoti, Don Vito e Don Gianni Massaro), con classico pernottamento a Torino e altre, come Salvatore Lomuscio che hanno dovuto fare mille peripezie pur di giungere a Torino. Partiti in volo domenica mattina per Orio al Serio hanno prima preso un bus per giungere a Milano Centrale, poi di li assieme a tantissimi juventini di Milano, hanno preso un treno per Torino che causa neve è giunto in ritardo a Porta Nuova. Finalmente verso le 13 Salvatore è giunto davanti lo stadio dove ha subito radunato gli altri soci presenti con i quali verso le 14 è poi entrato nello stadio, questa volta, tutti in CURVA SUD, al solito posto, all'altezza della bandierina del calcio d'angolo, assieme agli amici di Aosta e Bassa Valle sulla sinistra di Tradizione. Da lodare il grande Carlo (presente anche nella gara di Coppa Italia contro il Bologna) che avendo usufruito all'ultimo momento di un biglietto di un altro socio che non è più partito, ha dovuto attendere un tempo fuori, prima che lo facessero entrare in quanto il biglietto non era a lui intestato! Assurdo, ma per amore della Juve, Carlo è stato disposto a correre anche questo rischio. Grande Carlo, in tutti i sensi! Che dire poi di Salvatore (nella foto dell'articolo tutto imbaccuccato), un pezzo storico del nostro club! Partito per "accompagnare" gli altri soci in quest'altra trasferta, con temperature polari. Appena terminata la gara telefonandoci ci ha detto: "NON MI SENTO PIU' I PIEDI" "SEMBRA DI ESSERE IN SIBERIA"....noi gli abbiamo chiesto scherzando..."ma non è che sei finito a Poznan percaso????", ricordando l'altra storica trasferta del club fatta in Polonia con la temperatura di -15°. Al rientro tutti i soci presenti sono poi ritornati con l'aereo della Ryan da Torino per Bari della sera. Appena giunti a Bari, Salvatore ci ha mandato un altro sms "Tornato a casa, fiero di esserci stato dietro il nostro striscione, fino alla fine forza Juventus" Un grande. Uno che lascia moglie e due figli piccoli per mettersi in viaggio ed andare a vedere JUVENTUS - SIENA, non possiamo che definirlo GRANDE! LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI! Adesso mercoledi ci attende un altro impegno, difficile ma allo stesso tempo importante! La semifinale di andata della Coppa Italia in casa del Milan. Anche li, una nostra sparuta presenza (capitanata da Fabio Fiandanese e Daniele "Tatuaggio Alex" assieme ai ragazzi dello JC Trani, altri instancabili viaggiatori) si rimetterà in moto, pur di esserci nella 25^ trasferta consecutiva per il nostro club in questa stagione, praticamente tutte!
AVANTI JC ANDRIA con il sole, con la neve, con il freddo e con il gelo, sotto l'acqua ma sempre al TUO FIANCO!  
 

 
 
LA JUVENTUS CI RINGRAZIA
 
Oltre alle tante emozioni vissute dai nostri soci presenti a Torino per Juventus - Udinese, sabato sera, anche una gradita e piacevole sorpresa che la Società Juventus ci ha riservato. Essere ringraziati per quanto facciamo, sul tabellone luminoso dello JUVENTUS STADIUM è stato per noi un grande motivo d'orgoglio. Prima è apparsa la parola "GRAZIE", mentre subito dopo "JC ANDRIA", come testimoniato dalla foto che Giuseppe Leonetti è riuscito a scattare ed immortalare immediatamente dalla Curva Sud.  Questo ringraziamento ricevuto, noi sentiamo di rivolgerlo a tutti Voi 721 soci dello JUVENTUS CLUB ANDRIA, di questa stagione in cui stiamo ottenendo risultati straordinari.
JC ANDRIA FATTI NON PAROLE!
 

 
 
PARMA - JUVENTUS RINVIATA PER NEVE
 
Ragazzi assurdo che in Italia nel 2012 non ci siano impianti sportivi (TRANNE UNO) in grado di poter far disputare regolarmente degli incontri di calcio anche in condizioni climatiche come quelle di questi giorni in Italia! Assurdo che la Lega pur consapevole di questo, decida di far disputare in pieno inverno incontri di calcio in orari notturni! Assurdo che le decisioni per il rinvio di una gara vengano prese solo tre quarti d'ora prima che la stessa abbia inizio! Assurdo che a pagare debbano essere solo e soltanto i tifosi, come i nostri ieri sera, tutti partiti regolarmente ed arrivati a destinazione, per poi apprendere sotto la curva a noi destinata che la gara non avrebbe avuto inizio! Ma stiamo scherzando? Tra l'altro ad oggi noi dello JC ANDRIA come alttri tifosi juventini in Italia non abbiamo ancora ricevuto il rimborso dei biglietti della gara UDINESE - JUVENTUS di fine agosto....vi rendete conto? da pochi giorni abbiamo intrapreso un azione legale nei confronti dell'UDINESE CALCIO e della INDEX POINT società che emette i biglietti in favore della squadra friulana! Ancora una volta, dopo NAPOLI, tanti tifosi penalizzati, con spese sopportate "a vuoto". Tutte le Società di calcio, prendano esempio dalla JUVENTUS, per come ha gestito una situazione d'emergenza in occasione della gara di sabato sera JUVENTUS - UDINESE, che altrove non avrebbe mai avuto inizio! Nella foto dell'articolo, scattata dai nostri soci presenti in Tribuna Ovest, eccoci sotto l'abbondante nevicata di sabato scorso. La gara contro il Parma adesso sarà forse recuperata a marzo in settimana. ONORE A TUTTI I RAGAZZI PRESENTI A PARMA! DOMENICA SI RIPARTE PER TORINO IN 10 PER JUVENTUS - SIENA!
 

 
 
NEVE, GELO E UDINESE KO
 
Ragazzi che serata, che giornata, quella vissuta dai nostri tantissimi soci partiti per Torino da Andria, in pullman e aereo, pur di essere al fianco della Juventus in una serata "glaciale". Ma il calore e l'atmosfera magica che si respira nello JUVENTUS STADIUM hanno abbondantemente riscaldato i presenti e rientrati questa mattina, solo a mezzogiorno, dopo un estenuante viaggio sotto una bufera di neve, ma felici per aver contribuito alla conquista di altri 3 punti fondamentali in chiave Champions, che come dice il grande MISTER ANTONIO CONTE, diventano 6 come i punti che adesso ci separano dal terzo posto, occupato proprio dall'Udinese. 2-1 il finale con una splendida doppietta di Alessandro Matri il nostro bomber che continua a segnare. In un anno con noi ben 18 le reti messe a segno senza battere rigori....i rigori? ma che cosa sono????? visto che dalle nostre parti non se ne vedono proprio! Comunque meglio così, questo rafforza ancor di più il nostro sempre più sorprendente primato, a cui però continuiamo a non dar peso a non pensare a cosa possa significare restare li sino alla fine, non è un nostro obiettivo, lo ripetiamo, non ci interessa, preferiamo vivere alla giornata, una giornata che si è tinta ancor di più di bianco e nero, forse più bianco... non fosse per la tantissima e copiosa neve scesa sotto la Mole per tutta la giornata. Una bella gara contro un avversario che gioca un buon calcio proprio come noi, ma la Juve ha quella cattiveria è quella rabbia agonistica che le permette sempre di avere un qualcosa in più in ogni gara, ma non solo! Restiamo ancora primi ed imbattuti ed un altra giornata è volata via. Adesso ci attende una sfida a dir poco difficile al Tardini di Parma, campo da sempre ostico per i nostri colori. Bisognerà prestare molta attenzione ai ducali, squadra imprevedibile che contro di noi mette sempre qualcosa in più. La nostra trasferta a Torino è stata come sempre all'insegna dell'allegria più pura. Partiti come già detto, con un pullman completamente pieno, oltre ad una ventina di persone in aereo, il viaggio di andata si è animato quando il Presidente Nicolamarino all'altezza di Piacenza ha dato il via alla consueta lotteria che vedeva in palio la maglia originale guardate un po di chi......Alessandro Matri, segno premonitore....tanto divertimento a bordo con altri premi come sciarpe Tradizione, ciondolo, porta cellulari e t-shirt club! Giunti a Torino verso le 11 del mattino, la carovana si dirige prima in centro poi tutti assieme al solito self service in zona stazione. Ci si accorpa nel frattempo a tutti coloro che erano giunti con il volo della Ryan Air. Tutti assieme ci si dirige in pullman verso il Bar degli amici del Gruppo Tradizione, dove avviene il saluto tra i due presidenti. Poi tutti allo stadio, dove la neve aumenta e per fortuna che abbiamo adesso anche un enorme Centro Commerciale l'Area 12 proprio sotto lo stadio, che permette a tutti i tifosi di stare al caldo. Si aspettano gli amici di Aosta e Bassa Valle per poi entrare nello stadio, ognuno nel proprio settore di appartenenza, con una parte nel primo livello della sud. Si posizionano parte dietro lo striscione in basso al fianco di ANTICHI VALORI e parte più su per trovare più riparo dal freddo e dalla neve (nella foto ecco alcuni soci Massimo Matera, Antonio Minerva, Nicola Pisani e Vincenzo Zingaro, quest'ultimo tre trasferte in un mese, con gli altri che si intravedono sullo sfondo più in alto). Immancabili in Sud Andrea Leonetti e i suoi due figli, poi ancora Mimmo Strippoli, Salvatore Vitanostra, Francesco De Lillo, Riccardo Pisani e altri ragazzi alla loro prima presenza. Il Presidente Francesco Nicolamarino ha preferito la Est assieme al figlio e ad altri soci come Mauro Caldarola, Sabino Miccoli, Giuseppe Cavaliere e Massimo Costanza. I restanti soci erano tra la Ovest e la Nord (qui un bel gruppone capitanato da Lorenzo Bruno, Domenico Carbutti, Antonio Lorusso solo per citarne alcuni...) insomma anche questa volta tutti i settori dello stadio erano occupati da andriesi. Terminata la gara i nostri soci si sono ritrovati poi al pullman parcheggiato proprio sotto la Curva Sud. 
Un altra trasferta indimenticabile è andata in archivio, la ventiduesima consecutiva per noi in gare ufficiali della Juve in questa stagione! Avanti ragazzi, INSEGUENDO UN SOGNO! p.s. ancora una volta spettacolare ad un certo punto della gara il sostegno di tutto lo Juventus Stadium da brividi....non solo per il freddo intenso...
 

 
 
L'ORIGINALE AUTOGRAFO DEL CAPITANO
 
Ragazzi che i nostri soci e tutti noi fossimo matti....lo sapevamo già..... ma Daniele Rocca (presente anche a Bergamo) ha superato tutti. Partito martedì in aereo, assieme a Gino e Antonio, per rappresentare il club nella sfida di Coppa Italia contro la Roma, Daniele ha poi dormito a Torino per ripartire all'indomani, non prima di aver assistito agli allenamenti della Juventus a Vinovo. Ma il suo obiettivo era un altro, riuscire a farsi autografare da Del Piero, il bellissimo tatuaggio che Daniele porta sulla sua schiena, che vede Alex con la linguaccia al fianco del logo della Juventus! Terminati gli allenamenti, Del Piero è uscito e lui gli ha subito mostrato l'opera d'arte che porta tatuata sulla sua pelle. Alex è rimasto stupito e lo ha premiato con la sua firma autografa, che appena tornato a casa, Daniele si è fatto poi subito tatuare! Il simpatico siparietto non è sfuggito agli occhi delle telecamere, infatti Sky, presente in quel momento ha ripreso il tutto, facendo si che questa storia sia diventata oggetto di curiosità dei media nazionali e della carta stampata. Daniele a torso nudo con una temperatura vicina allo "0" si è poi fatto ritrarre al fianco di Alex il quale ha poi mandato i saluti al nostro Juventus Club Andria, complimentandosi per l'assidua presenza al fianco della Juve!
GRAZIE ALEX MA GRANDE, GRANDISSIMO DANIELE. MALATI DI JUVE! p.s. Dopo Tommy Scamarcio che in occasione dell'inaugurazione dello stadio incontrò Del Piero a cui consegnò il gagliardetto del club ecco un altro incontro di nostri soci con il CAPITANO! 
 

 
 
ALEX e DANIELE
 
Fatto l'autografo ecco che poi il Capitano si è fatto immortalare con il grande Daniele, da notare, nonostante il gelo di VINOVO, completamente a torso nudo. Daniè si nu pazz! 
 

 
 
PRONTI A RIPARTIRE
 
Pubblichiamo quest'altro scatto della trasferta a Bergamo, inviatoci gentilmente dall'amico fotografo VINCENZO GLINNI, che ringraziamo per la sua disponibilità, che ci vede ritratti sulla vetrata a Bergamo pochi istanti prima del fischio finale dell'arbitro. Spettacolo! LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI!!!!!!!!!! Intanto tra pochissime ore il pullman si rimette in moto per ripartire verso Torino, 52 in pullman e ben 25 in aereo! In 77 per Juventus - Udinese, qualcosa di pazzesco! DI SETTIMANA IN SETTIMANA CI STUPIAMO SEMPRE PIU'! AVANTI JC ANDRIA e non finisce qua!!!!!
 

 
 
VOLIAMO IN SEMIFINALE
 
Capitan Totti ma che fa? Abbandona la Nave Roma? Le ordino di tornare a bordo....ah ah ah ah ah, parafrasando quanto accaduto con l'assurdo Capitan Schettino della Nave da Crociera, ieri vedendo uscire Totti dal campo mortificato, umiliato e surclassato dai fischi dello Juventus Stadium ci è venuta spontanea la battuta!!!! Nei fruttivendoli questa mattina invece la battuta più ricorrente era: LAMELA???? NO SOLO TRE PERE.....Ma la cosa più bella del dolce risveglio di questa mattina era entrare nei bar e sentire tutti i "tirapiedi" commentare la prestazione della Juve come una formazione formidabile a "questo punto da temere"...."cazz ca peròò cum shocn bun" (cazzo che però come giocano bene...) "uanna css ann è l'anno lour, angour la da capù.." (ehi questo è l'anno loro, ancora lo devi capire...) o ancora "ci stadie ca tennn, bell assè" (che stadio, che hanno, troppo bello...). Credeteci non c'è prezzo sentire dire dalle stesse persone che solo qualche tempo fa continuavano a credere che per ritornare grandi avremmo messo una eternità...Solo cinque anni e mezzo sono passati per ritrovarci qua, ma noi continuiamo ad essere umili, a dire che dobbiamo solo pensare a rientrare in europa, che altro non ci interessa, che tanto la salvezza l'abbiamo appena raggiunta. Bella, bellissima la serata di ieri, tanta gente è accorsa al club nonostante la diretta RAI, da URLO vedere lo JUVENTUS STADIUM tutto esaurito per un quarto di finale di Coppa Italia, da URLO la coreografia voluta dalla Società che ha coinvolto tutti i settori dello stadio, con 40.000 bandierine distribuite all'ingresso bianche e nere e tricolori. Un tifo spettacolare che ha dapprima annichilito i tifosi della Roma, non molti nel settore ospiti è poi la squadra giallorossa che ad un certo punto non ci capiva più nulla. Pronti via e GIACCHERINHO porta in vantaggio la Juve. La squadra gioca, Conte urla, incita si sbraccia, ed ecco che Alex Del Piero nella serata in cui si ricordava il grande AVVOCATO GIOVANNI AGNELLI, IL PRESIDENTE, ha tirato fuori dal suo cilindro una spettacolare perla degna del suo miglior repertorio. Primo gol nello JUVENTUS STADIUM che quasi viene giù appena la palla entra all'incrocio dei pali. Ad un certo punto la telecronaca RAI non si riusciva a sentire talmente era il frastuono che proveniva dagli spalti. Sfioriamo il terzo gol con Estigarribia. Si va all'intervallo, la Roma ci prova timidamente a rientrare in partita, ma la Juve controlla bene, fa girare la palla in modo asfissiante, per poi dopo averlo sfiorato più volte trovare il terzo gol, causato da una autorete di un difensore romano. Tutti a casa alè, tutti a casa alè, canta lo stadio, per l'apoteosi al fischio finale con tutta la Juve sotto la curva e Antonio Conte super acclamato ed osannato. La Coppa Italia è per noi e per il Mister l'obiettivo primario di questa stagione unitamente al ritorno in Champions League. Vogliamo la DECIMA COPPA e questo non lo nascondiamo! Un grandissimo plauso va anche ai nostri tre ragazzi soci del club ANTONIO (dirti grazie è sempre troppo poco), DANIELE e GINO (tutti e tre nella foto) che pur di rappresentare il club nella 21^ gara/trasferta consecutiva, hanno lasciato i propri lavori, preso un aereo o meglio due è si sono recati a Torino in CURVA SUD al nostro solito posto al fianco di TRADIZIONE e del GRUPPO GENOVA! Dopo la presenza negli ottavi di Coppa Italia contro il Bologna grazie al socio Carlo, rieccoci ancora presenti anche nei quarti......è proprio il caso di dire....
OVUNQUE GIOCHERAI PER SEMPRE CI VEDRAI e NON SI MOLLA MAI.....ALE ALE ALE OH OH.....e non finisce qua! eh infatti venerdì sera già si riparte, ancora destinazione TORINO, ancora una trasferta di massa
AVANTI JC ANDRIA       
 

 
 
CHE BANDA
 
Ragazzi eccoli quasi tutti i nostri soci, ritratti nella foto dell'articolo in occasione della trasferta di sabato sera in quel di Bergamo, una "banda" di ragazzi e non solo, che merita tanti applausi per aver risposto presenti in massa a questa importantissima trasferta, una trasferta che senza se e senza ma, abbiamo organizzato in grande stile, come è nel nostro DNA. Nell'articolo precedente di commento alla gara e alla trasferta abbiamo dimenticato molti altri nomi, come Angelo Marzano, Antonio e altri ma sappiate che siete stati tutti importanti. Nella graduatoria interna del club tutti i presenti faranno un balzo enorme in avanti. Grazie di tutto. IL PRESIDENTE 

 

 
 
ONORE A NOI E AI CAMPIONI D'INVERNO
 
Ragazzi la trasferta a Bergamo era per il nostro club fondamentale, era per noi la "trasferta delle trasferte", un po la madre di tutte, quella che avrebbe dovuto rappresentare la nostra definitiva maturazione (se mai avessimo ancora qualcosa da dimostrare....). Tornare in terra bergamasca dopo la brutta ed assurda esperienza di oltre due anni fa, non era cosa facile, non era cosa da tutti, ma il nostro club, i nostri ragazzi e non solo ragazzi, hanno risposto alla grande. Mai avremmo potuto immaginare di recarci a Bergamo con un pullman da 25 posti strapieno e con due persone che nemmeno avevano il posto per fare i 900 km che separano Andria dalla città orobica, tant'è che gli autisti si rifiutavano di partire se prima non avessero avuto l'ok dal titolare della ditta......che ridere... Dire che siamo stati fantastici è forse questa volta troppo riduttivo, del resto la trasferta delle trasferte è coincisa anche con il titolo platonico, ma per noi importantissimo, di CAMPIONI D'INVERNO, conquistato dai ragazzi proprio sabato sera. Un titolo che sentiamo tutto nostro dovuto dal fatto che abbiamo accompagnato la Juventus in tutte le sue tappe da Luglio ad oggi, senza saltarne una: BARDONECCHIA (ritiro), SALERNO (amichevole), UDINE, SIENA, CATANIA, VERONA, MILANO, NAPOLI, ROMA, ROMA, LECCE, BERGAMO e ben 11 volte a TORINO. Un risultato straordinario che dimostra quanto questo club sia cresciuto, un club che anche in anni bui come gli ultimi, ha sempre risposto presente ovunque la Juve abbia giocato senza guardare all'avversario di turno, senza se e senza ma, guadagnandoci sul "campo" la stima e il rispetto da parte di tutti. Ma torniamo alla trasferta di Bergamo dove i ragazzi partiti alle sette del mattino da Andria hanno affrontato un viaggio all'insegna della solita goliardia, del divertimento puro, fatto di continue risate e grandi bevute (birra, vino e whisky...del resto dovevamo riscaldarci a dovere...). Stefano Locantore e Graziano Palladio hanno fatto il loro solito show. Il gruppo era capitanato dall'immenso Fabio, da Enrico e da Alberto Tesoro. Pranzo all'altezza di Bologna per poi ripartire tutti carichi alla volta di Bergamo. Giungiamo al casello verso le 18,00 quasi in coincidenza con l'arrivo del pullman di TRADIZIONE. Dopo poco veniamo subito scortati verso lo stadio, all'esterno solita calda atmosfera. Appena dentro ci posizioniamo sulla balconata della vecchia parte di stadio ed attendiamo l'inizio della gara, in un settore ospiti gremito e salutando i tantissimi amici degli altri gruppi e club, ricevendo tanti attestati di stima per la nostra presenza massiccia in una trasferta "non facile" e soprattutto in considerazione di quanto accaduto nel novembre del 2009. Inizia la gara, ma nel settore si scatena l'inferno, non si segue la partita ma quello che accade all'interno tra di noi e gli atalantini posizionati al fianco del settore ospiti. Dopo dieci minuti di fuoco, ritorna la calma, per modo di dire "calma...", la Juve cerca di passare, non ci riesce prima il palo poi la traversa fermano i ragazzi, ma la squadra c'è gioca e lotta proprio come piace a noi! Si va al riposo sullo 0-0. Bellissimo ed originale lo striscione immenso esposto nel nostro settore che recitava: SCOMMETTIAMO.... CHE VINCIAMO??? riferito allo scandalo scommesse che ha travolto negli ultimi mesi l'Atalanta. Poi ancora un altro " 1 - X...DONI"...AH AH AH! Da segnalare la solita bella coreografia della nord bergamasca ed il solito loro tifo compatto, a prescindere dalla rivalità e da tutto, restano sempre una delle migliori tifoserie d'Italia, non per questo la trasferta a Bergamo è da sempre considerata, assieme alla trasferte di Napoli e Catania tra le più belle in assoluto, non da tifosi "occasionali"! Inizia il secondo tempo, sale il nostro tifo, noi di Andria tutti compatti incitiamo i ragazzi in modo instancabile ed ecco giungere il gol del vantaggio grazie ad un perfetto lancio di Pirlo per Lichsteiner che di testa trafigge il portiere bergamasco. 1-0 tripudio nel settore, tifo alle stelle, la Juve macina gioco su gioco, azioni su azioni, diverte, stordisce l'avversario per poi metterlo definitivamente ko grazie ad un altra bella rete di Giaccherini lanciato splendidamente a rete dal giovanissimo Marrone, che aveva sostituito Marchisio uscito per infortunio. 2-0 il finale, con la squadra che viene sotto di noi che nel frattempo ci eravamo spostati tutti sulla vetrata che separa gli spalti dal terreno di gioco, con Vincenzo Zingaro salito a cavallo del vetro, che per poco non si tagliava le mani. Da segnalare un nostro trenino nel settore che ha coinvolto anche altri tifosi. L'aspetto bello di questa Juve è che chiunque entri in campo, chiunque giochi dall'inizio recita sempre il copione come se fossero cloni dei titolari. Tutto questo lo dobbiamo ad un uomo ANTONIO CONTE che in modo umile e sapiente sta dirigendo un gruppo in modo straordinario compiendo un autentico miracolo. Inutile nasconderci stiamo vivendo un sogno che a questo punto, pur consapevoli, delle enormi difficoltà che troveremo strada facendo, vogliamo vivere sino in fondo. Siamo a metà dell'opera, mancano altre 19 partite una eternità ma con questa Juve e con questo allenatore nulla è impossibile! Terminata la gara siamo subito usciti all'esterno nel piazzale dove sostavano le decine e decine di pullman, li attendiamo che la polizia ci riporti verso l'autostrada e nel frattempo si beve con i ragazzi di Aosta e Bassa Valle altre birre, altro vino, poi verso le 23,45 si parte, tutto tranquillo al'esterno non accade più nulla. Riprendiamo la strada con una gioia immensa per essere stati nuovamente presenti a Bergamo, una vittoria che per noi aveva una doppia valenza. Bello vedere i vari gruppi complimentarsi con Fabio per la presenza, bello vedere Fabio che sul pullman ringraziava e abbracciava tutti uno ad uno i partecipanti a questa TRASFERTONA! Rientro tranquillo con una sola sosta in autogrill per far prima, due autisti un po rompiballe ma veloci....L'arrivo ad Andria è stato in stile "rientro da Milano", con Graziano Palladio che sventolava la bandiera dal finestrino e noi tutti ad urlare a squarcia gola strafelici per quest'altra vittoria ma soprattutto per essere stati presenti a Bergamo. Un grazie di cuore a Giuseppe Di Serio, Gianni Zagaria, Enrico Ferro, Stefano Locantore, Pasquale Cipriani, Rocco, Franchino, Daniele, Matteo, Alberto Tesoro, Palladio, Gregorio Del Giudice, Enzo. Un grazie particolare ad Antonio Mangialardi ed ai suoi ragazzi di Modugno presenti, un grazie anche ad Andrea Annacondia del club di Trani, un altro infaticabile delle trasferte. Ma adesso è già tempo di ripartire, domani mattina, martedi, tre nostri ragazzi (gino, antonio e daniele, quest'ultimo presente anche a bergamo) si muoveranno in aereo verso Torino per rappresentare il club in Curva Sud anche nella gara di Coppa Italia JUVENTUS - ROMA, quarti di finale di un torneo a cui teniamo in particolar modo e speriamo possa essere l'anno giusto! Sarà la ventunesima trasferta consecutiva di questa stagione al seguito della Juve, di record in record, SEMPRE PRESENTI al fianco della squadra. Venerdi sera invece ennesima partenza in massa per Torino, ancora in pullman, ancora un pullman tutto pieno, oltre ad altri soci che si muoveranno in aereo. ORGOGLIOSI DI NOI.....sempre di piu'....e non finisce qua!  JC ANDRIA, FATTI NON PAROLE!!!!! 
 

 
 
IL ROSSOBLU NON CI PORTA BENE
 
Ragazzi sarà mica un caso? ma possibile che quest'anno tutte le squadre rossoblu venute in visita allo Juventus Stadium sono riuscite a portare via un punto? Le uniche squadre sinora imbattute nella nostra casa sono state proprio quelle rossoblu, il Bologna, il Genoa e adesso anche il Cagliari. Sarebbero bastati questi 6 punti in più per parlare a quest'ora di Juventus in fuga verso la vittoria del campionato. Invece no, siamo li sempre in testa con un punto di vantaggio sul Milan, con la difesa meno battuta del campionato e con la squadra unica imbattuta in Europa, dopo ben 18 giornate di campionato, un record assoluto per la storia bianconera, una nuova pagina di storia riscritta grazie ad Antonio Conte che avrebbe però come tutti noi preferito festeggiare questo storico risultato con una vittoria. Ma lo sappiamo che tutto non può sempre andare per il verso giusto e se consideriamo che dopo un mezzo passo falso interno ci ritroviamo addirittura primi in classifica da soli con un punto guadagnato sulla terza e con il Napoli che pareggia in casa, questo potrebbe voler significare molto. Ma noi come ripetiamo dall'inizio della stagione non ci facciamo facili illusioni, sappiamo quanto dura è la strada da percorrere ad iniziare proprio dalla prossima sfida in casa dell'Atalanta, dove bisognerà vincere per aggiudicarsi il virtuale "titolo" di Campioni d'Inverno che non serve a granchè ma certamente aiuta molto a livello psicologico una squadra che sta compiendo un autentico miracolo. 1-1 il finale con rete del vantaggio per noi di Mirko Vucinic. Peccato davvero per il pari e per le occasioni non sfruttate domenica pomeriggio ma nel calcio si sa ci sono anche gli avversari in campo ed il Cagliari ad onor del vero il punto lo ha meritato per quanto fatto vedere. I carichi di lavoro della preparazione invernale come era prevdibile si fanno sentire nelle gambe dei nostri giocatori e la manovra ovviamente ne risente che appare meno fluida del solito e con qualche passaggio di troppo sbagliato. La nostra ennesima trasferta al seguito della Juve, la diciannovesima della stagione consecutiva, è stata molto tranquilla, iniziata al sabato per qualcuno partito in aereo o in pullman di linea per altri o in auto per altri 5. In totale su nello Juventus Stadium si sono ritrovati in 11, tutti in Curva Sud tranne uno. Dopo la sosta al Bar degli amici di Tradizione i nostri si sono recati allo stadio dove hanno incontrato i gruppi di Aosta e Bassa Valle e i tanti altri amici dell'Italia Bianconera. Poi appena dentro hanno posizionato lo striscione giù in vetrata centrale al fianco del Gruppo Genova sulla sinistra di Tradizione. Nella foto è ritratto il grande Vincenzo con una parte degli altri presenti su. AVANTI JC ANDRIA AVANTI JUVENTUS.
In chiusura segnaliamo a tutti gli amici juventini l'apertura del nuovo sito internet del Gruppo Bassa Valle all'indirizzo www.bassavalle1897.it Lo abbiamo visitato e ci siamo subito congratulati con i ragazzi e con il loro ideatore Cristiano. Sempre Onore a Voi!
 

 
 
IL "TACCO" E NOI
 
Come vi avevamo già anticipato, nel precedente articolo di commento alla vittoriosa trasferta leccese, di rientro ad Andria e nell'accompagnare i nostri amici valdostani allo scalo aeroportuale di Brindisi, abbiamo incontrato mentre cenava, Stefano TACCONI, l'ex portiere juventino che per dieci anni ha contribuito a far vincere tutto quello che c'era da vincere alla Juventus di Giovanni Trapattoni. Appena notato è partito nei suoi confronti un coro, con i più vecchi del gruppo che gli ricordavano le mitiche parate nei calci di rigore in finale di coppa INTERCONTINENTALE a Tokyo, gara che laureò la JUVENTUS CAMPIONE DEL MONDO...non del Congo!!!!! Il TACCO si è dimostrato molto cordiale nonostante la nostra intrusione al suo tavolo è sorrideva molto nel sentire le nostre "battute" in stretto dialetto andriese. Nella foto con "il Tacco", Benedetto Abbasciano, Nicola Pisani e Francesco Curci.
 

 
 
RITIRO TESSERA E BANDIERA PER TUTTI I SOCI
 
Cari soci, vi ricordiamo che è possibile ritirare presso la segreteria del club sito in Via Enrico Dandolo n. 37, tutte le sere dopo le ore 20,00 oppure in occasione delle partite della Juventus, la propria tessera e bandiera "OVUNQUE PRESENTI" in omaggio per la stagione calcistica in corso, 2011/2012. Per chi si è iscritto al club dopo il 15 ottobre dovrà invece attendere fine gennaio, massimo inizio febbraio. Ci auguriamo che la scelta di questo regalo, la bandiera, possa essere di buon auspicio per i prossimi mesi.....Vi aspettiamo dal club.
 

 
 
INVASIONE BIANCONERA LECCE KO
 
Ragazzi che giornata, iniziata alle 8,00 con il ritrovo delle 120 persone partite in pullman da Andria e terminata alle 22,30 con il rientro a casa. Non è stato facile per noi organizzare, come sempre in maniera perfetta, questa trasferta che ci ha visto giungere a Lecce in modo massiccio, visto che oltre ai due pullman un altra cinquantina di soci hanno raggiunto il Salento con le proprie auto. Suddivise le persone sui due pullman, da un lato i più anziani, dall'altro "i casinisti da trasferta" si parte tutti assieme con tanto entusiasmo e tanta goliardia a bordo. I due pullman effettuano poi due fermate diverse nelle piccole stazioni di servizio che troviamo sulla strada onde evitare sovraffollamento. A Brindisi poi il pullman "a baracca rotta" prende a bordo in aeroporto anche i ragazzi di Aosta e Bassa Valle con i quali il livello di decibel e alcool sale di molto. Riusciamo a far cantare loro nostri cori in dialetto, il pullman un po' vecchiotto e retrò....inizia a vacillare per il numero superiore di persone a bordo, sembrava una circolare con i posti in piedi tutti esauriti, come noi del resto. A capeggiare il bus il grande socio Benedetto Abbasciano, autentico mattatore del pullman il quale sia in andata che in ritorno ha tenuto alta l'attenzione di tutti. Giunti a Lecce in Tangenziale Est, ci riaccorpiamo all'altro nostro bus più tranquillo, capeggiato dal Presidente oltre a congiungerci con i due bus degli amici di Trani. Con loro veniamo subito scortati allo stadio. Sulla strada per Lecce era una vera e propria processione con centinaia di bus e auto tutti con vessilli bianconeri. Giunti davanti allo stadio ci accorgiamo che il numero dei gobbi presenti è a dir poco spaventoso, pensate che tutta l'area industriale di Lecce è stata adibita a parcheggio dei pullman che occupavano per km. e km, l'intera area. Entrati dentro, tutti in SUD, ci posizioniamo suddivisi in due gruppi, parte all'anello superiore al fianco del settore ospiti e parte in quello inferiore proprio sotto alla parte superiore. Bellissima la coreografia un mare di bandierine bianconere a salutare l'ingresso in campo delle squadre. Poi viene esposto lo striscione immenso contro BORRIELLO, al quale anche noi ci siamo associati, perchè a prescindere dal fatto che chi indossa la maglia bianconera debba essere rispettato, lui deve capire che a Torino non sarà una passeggiata. Chi rifiuta la Juve non merita di essere considerato, adesso ha solo un modo per farsi forse perdonare, segnare segnare e segnare, altrimenti torni da dove è venuto! Inizia la gara, non bella a dir la verità, ma quello che contava erano solo i tre punti, del resto dopo una dura preparazione fatta a Dubai era normale attendersi un risentimento da parte dei giocatori, su di un campo non in perfette condizioni e con un clima rigido. Nel secondo tempo si scatena il diluvio, ma noi restiamo tutti al nostro posto a cantare e saltare sotto l'acqua ad intonare i cori FORZA RAGAZZI e FINO ALLA FINE....Si soffre, poco a dir la verità, ma il fischio finale ci manda tutti in estasi per altri tre punti conquistati, vetta della classifica riconfermata e imbattibilità record salita a 18 partite coppa italia compresa. Cori tutti per lui ANTONIO CONTE, vero eroe di questa JUVENTUS, a cui mancano tre punti per la salvezza....ah ah ah ah ah. Smontiamo subito gli striscioni tutti inzuppati di acqua e pensiamo di poter subito uscire, invece l'assurdo ed incompetente servizio d'ordine leccese pensa bene di tenerci per quasi un ora sotto l'acqua ed infreddoliti per gli abiti bagnati, chiusi nello stadio. Ma del resto come potevamo attenderci da una Società che mette i biglietti in tempi di crisi a ben 35 euro? Niente ma proprio niente, a dir poco vergognoso! Dovrebbero invece ringraziarci per gli oltre 15.000 tifosi che la Juventus ha portato al seguito giunti da ogni parte d'Italia, da Nord a Sud, isole comprese. Un esodo che da quelle parti ricorderanno a lungo. Bellissimo al rientro vedere sulla Lecce - Brindisi un serpentone infinito di pullman che prendono la strada del rientro. Noi con uno dei due bus ci fermiamo all'Aeroporto di Brindisi per lasciare gli amici di Aosta e Bassa Valle non accorgendoci di avere alle spalle il pullman della Juventus che giungeva allo scalo brindisino per partire alla volta di Torino. Una folla incredibile ad attendere la squadra, capiamo subito al volo e scendiamo dal bus come delle scheggie impazzite correndo verso il pullman della squadra che però sfila via entrando direttamente in pista. Ne approfittiamo a quel punto per fare sosta al bar dell'aeroporto. Entriamo dentro intonando cori e spaventando tutti i passeggeri in transito, poi ci accorgiamo di Stefano Tacconi al ristorante. Coro per lui, eroe di Tokyo e foto ricordo. Salutiamo i grandi amici valdostani, capeggiati questa volta dal mitico ed instancabile ADRIANO e ripartiamo per Andria felici e contenti! I due pullman giungono a mezz'ora di distanza l'uno dall'altro. AVANTI JC ANDRIA AVANTI JUVENTUS.
 

 
 
IL NOSTRO MATRI
 
Ecco uno dei vincitori più anziani di una delle tre maglie in palio in occasione della Notte BiancoNera, Lorenzo Attimonelli, papà del Segretario Fabio, che dopo una lunga ed avvincente corsa dei cavalli ad eliminazione, con tanto di tifo da stadio, è riuscito ad aggiudicarsi nella finalissima con il suo cavallo a "coppe" l'ambita maglia di Ale Matri. Come da tradizione le maglie vengono fatte indossare ai vincitori e Lorenzo in questa foto mima il gesto di esultanza del grande bomber juventino, ricevendo gli applausi dall'intera sala. A fine serata Lorenzo aveva anche aggiunto, vedrete che adesso Matri segnerà a Lecce.....così è andata finire.
 

 
 
UN ALTRA GRANDE SERATA DI FESTA
 
Che dire cari soci dopo nove anni riuscire nell'impresa di organizzare in modo costante e continuo la festa denominata NOTTE BIANCONERA, nella quale come da tradizione ci scambiamo gli auguri dell'anno appena iniziato, credeteci non è cosa semplice. Vedere dopo nove anni voi tutti accorrere come sempre in modo numeroso, riempiendo e gremendo la sala ci fa come sempre tanto piacere, nonostante freddo e forte vento, nonostante fosse la festa dell'epifania con tante feste in giro, nonostante l'apertura dei negozi e dei centri commerciali per via dei saldi. Vedere tantissimi bambini e tantissime donne è per noi motivo di grande orgoglio. Vedervi partecipare ai giochi con tanto entusiasmo o addirittura come nel caso della oramai originalissima nostra CORSA DEI CAVALLI, con tifo da stadio è davvero emozionante. Poi con un animatore come il nostro Presidente tutto diventa più piacevole. Bello davvero bello sapere di poter contare su di una persona come Francesco Nicolamarino che nonostante l'età (non ti offendere...) ha sempre più voglia di realizzare iniziative e mettersi a disposizione come se fosse ancora un ragazzino. Tre i giochi della serata, la TOMBOLA e la LOTTERIA gli altri due. Per tutti e tre i giochi una maglia ufficiale della Juventus vinta da Lorenzo Attimonelli (quella di Matri), da Sabino D'Avanzo (quella di Del Piero) e da Mimmo Mosca (il nostro dj e webmaster) quella di Pirlo. Bellissimo il video/film realizzato da Giuseppe Leonetti che racconta il nostro club in questa prima parte di stagione, poi ancora la relazione e il discorso del Presidente e tanta musica e il consueto brindisi di mezzanotte, tutti assieme, accompagnato da un grande e abbondante buffet organizzato dal nostro socio Michele Zingarelli de LA PUGLIA IN TAVOLA. Che dire se non ringraziare tutti i ragazzi del direttivo e non che si sono messi a disposizione nei giorni precedenti per allestire l'intera sala e tutti gli amici sponsor che hanno messo a disposizione diversi premi, oltre ai tantissimi prodotti ufficiali della Juventus messi a disposizione dal Club. Ma che bella grande famiglia che abbiamo messo su!
DOPO NOVE ANNI LA NOSTRA FESTA ANCORA CONTINUA......E' QUI LA FESTA!!!!!!!!!! GRAZIE A TUTTI
IL CONSIGLIO DIRETTIVO JC ANDRIA
 

 
 
SETTEBELLO JUVENTUS
 
Il ritiro invernale, al caldo sole di Dubai, si conclude per la Juventus con un roboante successo per 7-1 sugli arabi dell' AL HILAL di Riyad. Una gara che è servita a Conte per ricaricare le pile in vista del ritorno in campo domenica in terra salentina a Lecce. La squadra ha sostenuto una preparazione molto dura ed importante che dovrà servire per il lungo e duro girone di ritorno oltre che per cercare di concludere in vetta quello di andata. Fa bene Conte ad inculcare la mentalità vincente al gruppo anche in semplici gare amichevoli come quella giocata in Arabia Saudita, perchè vincere aiuta sempre a vincere e vedere la squadra determinata e lottare su ogni pallone anche ieri come se stessero per conquistare un trofeo ci ha veramente fatto molto piacere. Segno evidente che il gruppo ha oramai acquisito una mentalità vincente! In rete sono andati, Del Piero per due volte, poi Elia, Vidal, Chiellini, Pepe con una splendida punizione e Quagliarella. Conte al termine dell'incontro si è detto molto soddisfatto per aver provato quasi tutti i giocatori a disposizione, effettuando anche alcuni esperimenti tattici utili per il campionato. Ecco le sue parole al termine della gara: «Abbiamo lavorato sodo e siamo riusciti a rispettare il programma che avevamo stilato. E poi siamo stai circondati da tantissimo affetto. Stasera allo stadio i tifosi hanno addirittura intonato i cori che sentiamo solitamente in Italia. Questo ci deve far capire che la Juve è davvero amata in tutto il mondo e deve essere uno stimolo in più per noi, per dare il massimo in ogni partita. A cominciare da domenica». La squadra subito dopo la partita è volata in Italia atterrando a Brindisi per poi dirigersi in hotel a Galatina sede del ritiro pre-Lecce. Tantissimi tifosi sostavano sia nello scalo aeroportuale brindisino e sia davanti l'hotel Hermitage a Galatina. Oggi allenamenti nello stadio del Casarano Calcio, ma tutto rigorosamente a porte chiuse. Conte sa bene che l'entusiasmo che circonda la squadra è tantissimo e preferisce tenere la squadra isolata per non far perdere e/o abbassare la concentrazione in vista della delicatissima trasferta al Via del Mare dove circa 18.000 gobbi sosterranno a gran voce la Juve, un esodo che in terra salentina definiscono come se fosse "l'ultima gara di campionato valevole per la conquista dello scudetto", ma invece siamo solo all'8 di gennaio. AVANTI POPOLO GOBBO AVANTI JUVENTUS mettiamoci in marcia!
 

 
 
QUESTA SERA TORNA LA NOTTE BIANCONERA TUTTI AL CLUB
 
Anche quest'anno, per la NONA EDIZIONE, avrà luogo la ormai tradizionale NOTTE BIANCONERA, festa indetta dallo JUVENTUS CLUB ANDRIA, per scambiarsi gli auguri per l'anno appena cominciato e tanto attesa soprattutto dai tifosi più piccoli.
Oggi venerdi 6 gennaio, giorno dell'Epifania, a partire dalle ore 20,00, presso la sede del club in Via Enrico Dandolo n. 37, in un clima di contagioso entusiasmo per i grandi risultati sportivi fin qui conseguiti dalla Juventus F.C. e per i clamorosi traguardi associativi raggiunti dal Club, che quest'anno ha affiliato ben 721 Soci ed è stato sempre presente con numerosi propri soci in tutte le 17 trasferte e gare ufficiali sin qui disputate dalla compagine bianconera, si svilupperà una serata all'insegna dell'allegria più pura, musica, tanti giochi, ricchi premi, con tanti prodotti ufficiali della Juventus in palio (ben tre maglie ufficiali di Del Piero, Pirlo e Matri) ed anche, come ormai consuetudine, momenti di solidarietà che nell'anno 2011 hanno visto lo JC ANDRIA sostenere la causa della Onlus Insieme per l'Africa. 
Ad ogni socio della stagione in corso, sarà consegnata la tessera ed una bellissima bandiera da far sventolare in tutti gli stadi dove la Juventus giocherà in questo anno 2012. Saranno presentate poi dal Presidente del Club Francesco Nicolamarino, le svariate iniziative in programma nell'anno 2012. Dopo la visione di filmati del nuovo stadio e del "tradizionale film" delle tante trasferte fin qui effettuate, si proseguirà con l'illustrazione della nuova veste del visitatissimo sito internet www.juventusclubandria.it, oramai diventato punto di riferimento nazionale dei tifosi bianconeri, la serata si concluderà poi con il consueto ricco buffet di prodotti enogastronomici del territorio.
Tutti i Soci ed i simpatizzanti juventini, con le proprie famiglie sono invitati per brindare a nuovi futuri successi con lo JC ANDRIA sempre più protagonista.
NON SARANNO AMMESSE SCUSE, VI VOGLIAMO TUTTI AL CLUB GRANDI MA SOPRATTUTTO PICCINI!
IL CONSIGLIO DIRETTIVO Juventus Club Doc "Giovanni Agnelli" - Andria

 

 
 
DEDICATA A TE GRANDE AVVOCATO
 
Oggi ventiquattro gennaio, ricorre il nono anniversario della morte dell'Avvocato Agnelli. Guarda caso proprio quest'oggi la Juventus affrontava la Roma in un quarto di finale che tutto l'ambiente sentiva tantissimo (STADIO ESAURITO E TIFO DA FINALE DI CHAMPIONS LEAGUE). Ebbene la Juve ha vinto alla grande per 3-0 mandando a casa e a "nanna" i giallorossi e tutti i "tirapiedi" AH AH AH AH AH AH AH! Avvocato questa vittoria è tutta dedicata a Lei che sicuramente da lassù avrà gioito tanto nel vedere l'ennesima perla di PINTURICCHIO, un gol "alla Del Piero" A distanza di nove anni dalla sua scomparsa noi dello Juventus Club Andria vogliamo ricordarlo con una delle sue tipiche battute e affermazioni sulla Juventus: « LA COSA PIU' IMPORTANTE DELLA VITA E' LA FAMIGLIA E TUTTO SI FA PER LA FAMIGLIA. LA JUVENTUS FA PARTE DELLA MIA FAMIGLIA..." Che personalità, che Signore! AVVOCATO SEMPRE CON NOI. JC ANDRIA...e NON FINISCE QUI!
 

 
 
GAETANO SEMPRE PRESENTE
 
Ventitre anni fa esattamente il 3 settembre del 1989, un terribile incidente in terra polacca, ci portò via per sempre l'indimenticabile capitano GAETANO SCIREA, un uomo vero, dentro e fuori dal campo, un esempio da seguire per tanti giocatori attuali. Oggi, come ogni anno e in ogni momento della ns. juventinità, vogliamo ricordarlo come se fosse ancora tra NOI. Perchè ne siamo certi LUI C'E' ed avrà certamente gioito da lassù, per la conquista della terza stella! Il nostro più caloroso abbraccio giunga forte alla cara Mariella e al figlio Riccardo, persone squisitissime incontrate in diverse occasioni e sempre disponibili al dialogo. Tutti ricorderete il suo graditissimo intervento telefonico a sorpresa in occasione dell'edizione 2011 del Memorial Lorenzo Lomuscio. GAETANO SCIREA PER SEMPRE NEI NOSTRI CUORI per sempre PRESENTE! IL DIRETTIVO E SOCI TUTTI DELLO JUVENTUS CLUB DOC ANDRIA
 

 
 
 
             
 
 
 
 
             
 
 
 
Juventus Club Andria "Giovanni Agnelli" - Via Enrico Dandolo 37/39 - 76123 Andria
Info line 320/6209445 - Sede: 0883 1983534 - info@juventusclubandria.it - Webmaster: Domenico Mosca

 
Sito non ufficiale in quanto tutti i marchi e i loghi (Juve, Juventus e Scudetto) sono di esclusiva proprietà della Juventus Football Club S.p.a..
Il sito non rappresenta un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 /2001 in quanto aggiornato senza alcuna periodicità. I video, le immagini e i disegni
utilizzati sono tratti da Internet e quindi sono da ritenersi di pubblico dominio, in caso di violazioni comunicarlo a info@juventusclubandria.it,
provvederemo alla pronta rimozione.