Motto Club
   
totem
   
  HOME / NEWS ANNO 2017

 
ULTIME NEWS
   
dot RIPARTE IL NOSTRO TOUR IN GIRO PER L’EUROPA

dot LA JUVE ESPUGNA PARMA

dot FORZA MAURIZIO, TORNA PRESTO!

dot SEMPRE INSIEME A TE......PRONTI A RIPARTIRE

dot NEWS DAL....PRECAMPIONATO!

   
ARCHIVIO NEWS
dot News anno 2009
dot News anno 2010
dot News anno 2011
dot News anno 2012
dot News anno 2013
dot News anno 2014
dot News anno 2015
dot News anno 2016
dot News anno 2017
dot News anno 2018
dot News anno 2019
   
 
A NATALE TUTTO TORNA NORMALE...O QUASI!
 

Come l'anno scorso, come l'anno prima e quelli prima ancora.... le classiche “avversarie” della Juve, almeno sulla carta, giunte al periodo natalizio si sciolgono come “neve al sole”......ritrovandosi a trascorrere sempre i soliti Natale, molto tristi! Come sempre dopo aver trascorso un estate da leoni.....si avete capito bene le estati.....proprio quando non si gioca.....ahahahahahha! Che goduria, un Natale così non lo avevamo nemmeno potuto immaginare....Come sempre a Natale tutto ritorna alla normalità o quasi, se non fosse per il Napoli ancora avanti di un punto in classifica. Ma non abbiamo fretta, sappiamo che dobbiamo giocarcela con i partenopei e pertanto senza peccare di presunzione, testa bassa e pedalare sin dal prossimo impegno sul sempre ostico campo dell'Hellas Verona che negli ultimi precedenti al Bentegodi ci ha sempre dato del filo da torcere. Tanto il campionato non si vince al giro di boa, qualcuno lo vada a ricordare sotto il Vesuvio, che poi magari arriva il “Zaza” di turno ed ogni sogno come sempre svanisce! Insomma da questa prima parte dell'articolo avrete compreso quale sia lo spirito di noi tifosi gobbi! Del resto bastava esserci alla Caffetteria Goodness in Via Vespucci ad Andria al giorno della Vigilia di Natale....per toccare con mano l'entusiasmo e la goliardia dei nostri soci, ritrovatisi li (in buon numero) per festeggiare assieme l'arrivo del Natale! Molti erano reduci da un altra faticosa trasferta a Torino in pullman ma nonostante la stanchezza del viaggio non hanno voluto mancare al brindisi di gruppo, già fatto al termine della partita contro la Roma nella sede del Club. Insomma i brindisi si sono davvero sprecati.....a dimostrazione di come il nostro Club venga vissuto da tutti come una grande famiglia allargata! Orgoglio di appartenenza lo definiamo noi, come quello che hanno dimostrato di avere tutti i soci che hanno preso parte in gran numero, ben 58, alla trasferta contro la Roma. Sin dalla partenza il clima si era visto già abbastanza goliardico con tantissime nuove leve che avevano una carica adrenalinica pazzesca. Capitanati da Gaetano Maddalena, Sabino Chieppa e Giorgio Nicolamarino (insostituibile) sono arrivati a metà mattinata di sabato sotto lo Stadium dopo aver mangiato e bevuto l'impossibile con alcuni già abbastanza “alticci” (vero Raffaele??? vero Vito???). Poi una buona parte ha partecipato al tour del Museum, mentre gli altri condotti da Gaetano hanno sostato in un bar a bere birre nell'attesa del “pranzo di gruppo” definito il pranzo dell'anti vigilia di Natale! Alle 14,30 aveva inizio con oltre trenta partecipanti e soprattutto con tantissimo vino che scorreva sulle tavolate. Alle 17,00 una delegazione dei nostri raggiungeva con Giorgio il solito bar, ritrovo del Gruppo Tradizione, per un saluto anche ai diffidati. Poi alle 18,30 tutti erano puntuali all'appuntamento nel piazzale della Sud, tutti tranne uno......Rino che restava a bordo pullman per il troppo bere.....entrato poi a partita in corso nello Stadium......ahahahahhaha! Appena dentro tutti si posizionano a sinistra lato striscione, come sempre in gruppo compatto e coeso. Tifo buono, solita coreografia, buon numero dei romanisti al seguito con sofferenza finale per il pressing della Roma dopo che la Juve aveva speso tantissime energie non riuscendo a mettere il risultato al sicuro e rischiando così un beffardo pareggio evitato proprio dall'ex di turno il portiere Szscesny autore di una grande prestazione come tutta la squadra. Di Benatia, altro ex la rete della vittoria, con la Juve che è rimasta con la porta inviolata per l'ottava gara consecutiva.  Anche Pjanic, l'altro ex , ha disputato una grandissima prestazione al pari di Matuidi. Proprio l'uscita dal campo del francese ha determinato il calo della Juve che come detto negli ultimi dieci minuti ha sofferto molto le avanzate dei giallorossi commettendo errori dovuti alla stanchezza che stavano per compromettere una prestazione maiuscola, dove la Juve avrebbe meritato di vincerla almeno per 2-0. Ma il calcio sappiamo come alle volte diventa beffardo. Per fortuna che alla fine abbiamo vinto. Forse, aggiungiamo noi, Allegri avrebbe dovuto far entrare in campo Dybala o Douglas Costa che forse avrebbero fatto risalire la squadra. Ma con i “se e con i ma” non si va mai da nessuna parte, dunque conta solo aver vinto una partita fondamentale, sia perchè abbiamo battuto una concorrente diretta, sia perchè siamo rimasti li agganciati al Napoli nonostante un dicembre di partite difficilissime, anzi adesso ci ritroviamo con un buon vantaggio proprio su Inter e Roma!  Insomma cronaca di un altra trasferta stupenda con i soci partecipanti che inviavano messaggi da cui si denotava una euforia a mille! Siamo contenti di sapervi sempre felici per la nostra meticolosa organizzazione, alle volte maniacale, siamo contenti nel ricevere questi messaggi al termine di ogni trasferta, perchè significa che abbiamo raggiunto un livello davvero TOP, che altri......possono solo sognare.....sia per i numeri sia per la qualità della nostra organizzazione! Ripartono presto nonostante fossero in tanti. Tutti rispettano l'orario di ritorno al bus con una sorpresa a bordo, un nostro caro amico di Torino, Rocco, che ha deciso di venirsene ad Andria per trascorrere il suo Natale.....una bella sorpresa a significare del legame instaurato da lui con il nostro Gruppo! La stanchezza a bordo la fa da padrona, complice anche il troppo bere. Arrivano in tutta tranquillità ad Andria verso le 11,00 di domenica mattina, con Fabio ed il Presidente ad attenderli in stazione. Baci ed abbracci con tutti per poi come detto al primo pomeriggio, molti ritrovarsi in un bar del nostro socio Riccardo, per brindare tutti assieme all'arrivo del Natale e soprattutto alla nostra grande JUVENTINITA'!

Passata questa prima ondata di giornate festive è già tempo di ripartire. Ben tre le auto che siamo riusciti ad allestire per arrivare anche al Bentegodi. Un numero di tutto rispetto per una trasferta scomoda per essere capitata al 30 dicembre....ma la gente come noi NON SI FERMA MAI!

 

LOTTERIA TUTTO PER AMORE – NATALE BLACK & WHITE

Intanto al Club sabato sera i biglietti per la nostra LOTTERIA TUTTO PER AMORE in favore dell'Associazione GIORGIA LOMUSCIO sono andati quasi tutti esauriti, ne restano una decina. Grande clima al club con il discorso del Presidente al termine della partita ed il brindisi per gli auguri del Santo Natale. Prima del brindisi con lo spumante.....ZABOV e SAMBUCA per tutti ad accogliere i soci nella sala! Più che un Club!

 

FELPE JUVENTUS CLUB ANDRIA

Arrivate anche le spettacolari FELPE personalizzate con il nostro marchio. Dopo 14 anni di attività siamo riusciti finalmente a realizzare un prodotto che in tanti ci chiedevano. E' venuta benissimo e le stesse sono già in vendita presso la sede al costo di Euro 35,00 cad. mentre il modello DIABOLIK al prezzo di Euro 45,00. Corri a prendere la tua!    

 

AVANTI JUVENTUS CLUB ANDRIA! MAI UN PASSO INDIETRO, SEMPRE UN PASSO
 

 
 
LA JUVE VOLA AI QUARTI DI COPPA ITALIA. SARA' DERBY
 

Non ci si ferma davvero mai. Per la prima volta in Italia nel periodo delle festività natalizie saremo super impegnati con diverse partite. Abbiamo iniziato proprio mercoledì sera in occasione degli ottavi di finale della Coppa Nazionale contro il Genoa battuto per 2-0 grazie alle reti del duo argentino Dybala e Higuain! Partita ben giocata dalla Juve nel primo tempo, poi nella ripresa calo più mentale che fisico con i rossoblu che si sono resi pericolosi in più di una occasione ma l'ingresso in campo del Pipita ha sistemato anche quest'altra pratica, regalando alla Juve i quarti di finale e il derby di Coppa Italia contro il Toro che si disputerà il prossimo 3 gennaio in gara unica allo Stadium. Una sorpresa inattesa questo derby visto che i granata sono andati a vincere all'Olimpico contro la Roma. Non sarà facile approdare in semifinale perchè il derby è sempre il derby ma la squadra dovrà regalarci un'altra vittoria per continuare a difendere la Coppa saldamente nelle nostre mani da oramai tre anni!   Bellissimo vedere lo Stadium stracolmo di gente. 40.000 persone per una gara di Coppa Italia al 20 dicembre è davvero tanta roba, roba da Premier League. Lasciamo stare il discorso dei prezzi bassi. Anche altrove applicano tariffe basse per coinvolgere quanti più spettatori ma con scarsi risultati!

Il nostro club con l'ennesimo sacrificio è riuscito a far arrivare su a Torino ben 6 soci anche per la COPPA ITALIA, che hanno potuto rappresentare l'intero gruppo. Un immenso grazie lo dobbiamo rivolgere a Giorgio e Maria per la loro fissa presenza in ogni dove.....oltre a Roberto, Francesco, Andrea e Lorenzo (questi ultimi, padre e figlio alla prima volta allo Stadium). Solo chi vive di stadio e per il gruppo come noi, sa quanti sacrifici si fanno pur di esserci sempre, in tanti, in pochi non importa. Basta esserci! Ed ancora una volta noi ci siamo stati! Fatti non parole!

Arrivati alle 19,30 hanno fatto ingresso in Curva posizionando subito lo striscione, solita foto di rito per poi assistere all'incontro e spingendo la Juve ai quarti di finale! Sfottò classici con i genoani (amici dei napoletani...) qualche pensiero già ai granata per poi fare una birretta veloce e correre via! Vita da stadio! Ci definiamo dei “malati”, una malattia che non va più via......Nemmeno il tempo di rifiatare che già è tempo di ripartire. Venerdì sera nuovamente in viaggio verso Torino per la partita contro la Roma, nuovamente in bus con ben 53 soci presenti. Ancora grandi numeri, ancora una massiccia partecipazione! Onore a Noi per i sacrifici e i km. che facciamo di settimana in settimana, di partita in partita per la nostra più grande passione, per sostenere la squadra del nostro cuore, ma soprattutto per il “nostro gruppo”! 

Anche al club è stato bello vedere nonostante il freddo, nonostante la diretta RAI quasi 30 soci che hanno voluto assistere in compagnia alla partita, dimostrando grande attaccamento al Club.

Ancora si rideva della trasferta fatta a Bologna dove abbiamo dato una dimostrazione di grandezza unica!

p.s. Sono già aperte le prenotazioni per il derby di Coppa Italia.....un altro sacrificio riuscire ad esserci il 3 gennaio a Torino! Troppe partite concentrate in brevissimo tempo. Roba da esaurimento altro che vacanze natalizie......ma una soluzione come sempre la troveremo.

CHI NON PARTE SABATO VENGA AL CLUB....PIU' SIAMO, MEGLIO STIAMO!

JC ANDRIA: PASSIONE ALLO STATO PURO! 

 

 
 
NATALE BLACK & WHITE 2017 – LOTTERIA “TUTTO PER AMORE”
 

Carissimi Soci,

visto l'eccellente risultato della edizione dello scorso anno quando abbiamo sostenuto le popolazioni colpite dal terremoto nell'Italia Centrale che ci ha visto donare beni primari ad una Scuola Elementare di Arquata del Tronto, anche per questo Natale 2017 il gruppo direttivo del Club ha ritenuto di realizzare un nuovo NATALE DI SOLIDARIETA'.

Quest'anno la somma che sarà raccolta attraverso una lotteria, verrà devoluta interamente in favore dell'Associazione Giorgia Lomuscio TUTTO PER AMORE, che a seguito della scomparsa della piccola Giorgia, figlia di un nostro associato, ha iniziato a sostenere i ricercatori dell'Ospedale Pediatrico MEYER di Firenze per la “ricerca sul sarcoma di Ewing”.

Verranno venduti 90 biglietti al costo cad. di Euro 10,00 che parteciperanno alla estrazione del Lotto del 4 gennaio 2018 sulla ruota di Torino. I cinque numeri estratti, nell'ordine, risulteranno essere i vincitori dei cinque premi, il cui costo verrà interamente sostenuto dalle casse sociali.

 

1° PREMIO: TRASFERTA A TORINO PER UNA PERSONA CON BIGLIETTO DI CURVA E VIAGGIO IN AUTOBUS PER LA PARTITA DI CHAMPIONS LEAGUE DEL PROSSIMO 13 FEBBRAIO JUVENTUS – TOTTEENHAM ANDATA OTTAVI DI FINALE, OLTRE A CESTO NATALIZIO DI PRODOTTI E FIABA IN MEMORIA DI GIORGIA “ILAI E LE RICETTE DI MIK” che il Club provvederà ad acquistare dall'Associazione Giorgia Lomuscio;

 

2° PREMIO: FELPA UFFICIALE JUVENTUS CLUB ANDRIA, OLTRE A CESTO NATALIZIO DI PRODOTTI E FIABA IN MEMORIA DI GIORGIA “ILAI E LE RICETTE DI MIK” che il Club provvederà ad acquistare dall'Associazione Giorgia Lomuscio;

 

3° PREMIO: SCIARPA UFFICIALE JUVENTUS FC, OLTRE A CESTO NATALIZIO DI PRODOTTI E FIABA IN MEMORIA DI GIORGIA “ILAI E LE RICETTE DI MIK” che il Club provvederà ad acquistare dall'Associazione Giorgia Lomuscio;

 

4° PREMIO: BANDIERA UFFICIALE JUVENTUS FC, OLTRE A CESTO NATALIZIO DI PRODOTTI E FIABA IN MEMORIA DI GIORGIA “ILAI E LE RICETTE DI MIK” che il Club provvederà ad acquistare dall'Associazione Giorgia Lomuscio;

 

5° PREMIO: GAGLIARDETTO UFFICIALE JUVENTUS FC, OLTRE A CESTO NATALIZIO DI PRODOTTI E FIABA IN MEMORIA DI GIORGIA “ILAI E LE RICETTE DI MIK” che il Club provvederà ad acquistare dall'Associazione Giorgia Lomuscio;

 

Il giorno 6 gennaio giorno dell'Epifania, durante la gara Cagliari – Juventus verranno consegnati i premi alla presenza dei genitori della piccola Giorgia ai quali verrà consegnata la somma raccolta. Un gesto di solidarietà concreto che renderà certamente più vero è darà un senso al nostro NATALE!

 

I brindisi augurali fra tutti i soci con spumante e panettone sono programmati per sabato 23 dicembre in occasione della gara JUVENTUS – ROMA e per gli auguri di Buon Anno per sabato 30 dicembre in occasione della gara HELLAS VERONA – JUVENTUS.

 

Siamo certi che ancora una volta il senso di solidarietà della nostra grande comunità bianconera saprà dare grande prova di se.

 

La vendita dei tagliandi è già partita. Bisognerà affrettarsi vista l'esiguità del numero. Ma per chi vorrà sarà possibile comunque effettuare una donazione all'Associazione che andrà ad incrementare quella che sarà la donazione finale.

 

IL DIRETTIVO JUVENTUS CLUB ANDRIA. TUTTO PER AMORE. DONANDO SI RICEVE!

 

 
 
INIZIATA LA CONSEGNA DI TESSERE E REGALO
 

Sono in consegna presso la sede del Club le nuovissime tessere OFFICIAL FAN CLUB stagione 2017/2018 per tutti coloro che l'hanno sottoscritta. Tutte le sere dopo le 19,30 ed entro le ore 21,00 è possibile passare per il ritiro oppure al termine delle partite della Juve. La tessera vi permetterà di poter ottenere tre sconti del 10% sul totale della spesa, su prodotti ufficiali acquistati attraverso lo store on line. Inoltre il Club ha provveduto ad omaggiare ogni singolo associato con un regalo, realizzando un utilissimo power bank griffato “ANDRIA PRESENTE” da poter utilizzare soprattutto in trasferta per ricaricare il proprio smartphone.

Sempre un passo avanti, sempre in prima linea, sempre con Voi!

Si ricorda inoltre che è ancora possibile tesserarsi allo JUVENTUS OFFICIAL FAN CLUB ANDRIA. 

Non perdere altro tempo. Il 15 gennaio sarà il termine ultimo per entrare a far parte per questa stagione della GRANDE FAMIGLIA dei gobbi andriesi! VI ASPETTIAMO IN SEDE oppure ai contatti riportati sul nostro sito.

JC ANDRIA: PASSIONE ALLO STATO PURO!

 

 
 
SUPER TRASFERTA, SUPER JUVENTUS, SUPER CLUB: OLTRE 550 ISCRITTI
 

Il weekend scorso è stato per noi tifosi della Juventus davvero spettacolare. Prima l'attesa della trasferta a Bologna per i tanti soci partiti.....ma già dal sabato è iniziato il divertimento con la sconfitta casalinga di quelli che a dicembre pensavano già di aver vinto lo scudetto......Poi la “grande trasferta” organizzata dal nostro Club in quel di Bologna.....”i chirr d Bologn....” hanno dato davvero spettacolo....dimostrando ancora una volta che il nostro Club è davvero di “alto livello”. Poi ci ha pensato la Juve a fare una prestazione devastante sbancando il Dall'Ara per 0-3 è portandosi a -1 dal Napoli che ora guida la classifica. La domenica era già diventata “stupefacente” grazie all'ennesima sconfitta del Milan.....insomma di goduria in goduria.....Ma andiamo per ordine.....

Alle 5 di domenica mattina i nostri soci ben 23 a bordo di un Bus da 30 posti sono partiti “carichi” per la trasferta a Bologna. Presentarsi in Emilia con quei numeri è stata davvero tanta ma proprio tanta roba....”da patriunnnn” come ha detto il grande Salvatore Lomuscio! Già dai primi km l'atmosfera a bordo era a dir poco elettrizzante.....sembrava un bar in movimento.....si è iniziato con i cornetti offerti per tutti da Michele Montigelli (per il suo compleanno) con Nicola Pisani che da buon “tesoriere” offriva lo ZABOV a tutti con tanto di bicchierino.....che servizio impeccabile! La bottiglia dello ZABOV è stata svuotata sino all'ultima goccia. Poi sosta per bagno....ed altro....Alla ripartenza aperitivo con taralli di ogni gusto portati dal Presidente e carne affumicata offerta dall'immenso Michele Di Schiena con un buon vinello che iniziava a scendere giù che era “una meraviglia....”. Si arrivava nel frattempo a Giulianova dove abbiamo raccolto gli amici di quella zona che portavano a completamento il nostro mezzo. Di li in poi non si è capito più nulla.....con Kevin il “giuliese” più pazzo che ci sia, a rafforzare la già esuberante truppa “andriese”. Insomma un mix esplosivo. Birre che venivano stappate di qua e di la.....vino che continuava a scorrere....facile intuire chi fossero i personaggi a bordo bus è quale fosse l'atmosfera....in 30 ma sembravano il doppio! Miiiii ricordooooo una vecchia canzone....che cantvano sempre gli ultrà.....non ricordo le vere parole....ma faceva la la la la la.....lalalallalallala.....è di li in poi uno sull'altro....vino versato....insomma baldoria totale. Questa canzone cantata ripetutamente ha visto il bus ondeggiare paurosamente con gli autisti fortemente preoccupati....per quanto stava accadendo.....Il Presidente fortemente divertito cercava di calmare gli animi ma senza successo.....Si arrivava così alla sosta pranzo verso mezzogiorno a poco da Bologna. Un gruppetto di tifosi di non “abbiamo capito di quale squadra fossero” (ahahahahahhaha) nel vederci arrivare come sempre tutti casual ed in gruppo ha pensato fosse meglio andare via..... 

Cosa non c'era da mangiare.....focaccia, mortedella, caciocavallo, provolone, capocollo, ancora carne, carpaccio....ed ancora vino, vino, birre, birre, ancora vino....Carichi a mille ripartano per il casello di Casalecchio dove ad  attenderli c'era la Polizia che ha subito capito che aria tirava a bordo....  

Subito venivano condotti nel viale del settore Ospiti ma loro (i nostri) avevano tutti biglietto di Curva San Luca quella a fianco del settore occupata cmq in massa dai tifosi della Juve. In gruppo assieme a Tradizione raggiungono la Curva San Luca entrando “da padroni....” con Salvatore e Fabio che avevano il tagliando del “SALTA LA CODA”.....ahahahahahha. Subito sono dentro posizionandosi sulla balconata alla sinistra della curva dietro la vetrata principale dove era lo striscione TRADIZIONE. Tutti in gruppo si mettono li dietro. Li inizia poi lo show del caro Lomuscio con Luciano Mariano che non fanno altro che portare birre dal bar della curva verso di noi.....Pare fosse attiva la promozione paghi una prendi quello che vuoi....MICIDIALI! Cantano, cantano, cantano sotto l'effetto del tanto bere.....con Agnese, Maria e Antonia le tre ragazze andriesi partite che non sono da meno! Grande soddisfazione avere in gruppo anche delle donne con una mentalità da vendere! Brave! In basso Fabio intrattiene “dialoghi” con mezza curva.....poi nel secondo tempo a risultato oramai acquisito, calano, iniziano a sentire il freddo pungente è qualcuno propone di andare via prima. Ma la maggioranza preferisce restare sino al termine. Finisce la partita salutano la squadra con la pezza ALBERTO VIVE tenuta a mano per poi correre subito al Bus per ripararsi dal freddo. Salutano gli amici di Aosta e Bassa Valle per poi ripartire nel giro di mezz'ora. Servizio d'ordine davvero efficiente e ben organizzato. La stanchezza la fa da padrona....cala “l'abbiocco” post-bevuta.....Sotto Ancona si fermano per “cenare”. Ancora focaccia, affettati e formaggio. Con i mandarini dell'orto ddel nostro grande Pres. Oltre alle due torte preparata da Tonia Terlizzi accompagnate da Sambuca e Caffè Borghetti per tutti!  Che organizzazione. Più avanti si lasciano gli amici di Giulianova per poi definitivamente crollare, svegliandosi ad Andria quando erano l'1,30 della notte. Trovano freddo anche qui è corrono subito tutti a casa esausti ma super orgogliosi di aver rappresentato in “forze” il Club in questa trasferta, tenendone alto il nome. La partita???? Per quello che siamo riusciti a vedere e soprattutto capire ne abbiamo compreso che deve essere stata una delle migliori prestazioni stagionali. Prova di forza da parte di tutti i giocatori scesi in campo con un grande Matuidi su tutti! Le reti di Pjanic, Mandzukic è proprio del francese alla prima marcatura con la maglia della Juve. Con questi ritmi, con questo modulo, con questa panchina, la vetta della classifica la conquisteremo ben presto!

A TUTTA JUVE...AVANTI TUTTA! 

Nel frattempo il tesseramento al club ha visto domenica tagliare il traguardo delle 550 tessere sottoscritte.....siamo giunti a ben 553, un altro grande risultato! Abbiamo inoltre iniziato la distribuzione delle tessere OFFICIAL FAN CLUB oltre che del regalo predisposto da noi, non dalla Società. Un utilissimo power bank griffato ANDRIA PRESENTE!

Anche per quest'anno la tradizionale festa natalizia verrà sostituita da una lotteria solidale che vedrà premiati i primi 5 numeri estratti sulla ruota di TORINO nella lotteria del prossimo 4 gennaio! Dopo la riuscitissima iniziativa in favore delle popolazioni colpite dal sisma dello scorso Natale che ha visto la sua concretizzazione mediante la consegna dei doni ad una Scuola di Arquata del Tronto, quest'anno tutto il ricavato sarà interamente donato all'ASSOCIAZIONE GIORGIA LOMUSCIO la sfortunata bambina di un nostro associato venuta a mancare nell'estate del 2016.

DONANDO SI RICEVE. TUTTO PER AMORE!

Il programma dell'iniziativa, l'elenco dei premi saranno descritti in articolo a parte! Ù

Intanto questa sera la Juve sarà nuovamente in campo contro il Genoa negli ottavi di finale della Coppa Nazionale. Obiettivo rivincerla. Iniziamo a vincere questa sera quando sugli spalti ci sarà un incredibile SOLD OUT con ben 6 nostri soci partiti per Torino per rappresentare il Club anche in quest'altra sfida! ONORE A LORO. ONORE A NOI!

SEMPRE PIU' FOLLEMENTE INNAMORATI DI QUESTI COLORI!     

JC ANDRIA

 

 
 
L’AVREMMO MERITATA…..MA… “CHI OSA VINCE”
 

La Juventus pareggia per 0-0 la partita contro "l’Interchina", per intenderci la terza squadra di Milano, mancando una vittoria che avremmo certamente meritato per la condotta della gara, per le occasioni, per la forza e superiorità dimostrate ancora una volta sul campo a degli avversari che credono di aver fatto la storia solo per non essere MAI STATI IN B o per aver vinto tre trofei in una stagione dopo 100 anni di magre figure e barzellette! Ad onor del vero, dopo aver visto l’esito della partita di Coppa Italia (non la Champions…) contro il Real Pordenone possiamo tranquillamente ammettere che sia l’INTERCHINA che il PORDENONE stesso, non avendo mai giocato la serie B, entrambe forse la meriterebbero! Ahahahahahahahha quanto ridere ci fanno!

Si credono di darsi un tono quando parlano di noi, si credono il "bene" del calcio, si credono vincitori del campionato, già a dicembre come spesso accade. Noi a differenza loro, abbiamo inculcato nei nostri soci, almeno quelli storici, lo zoccolo duro, la parola "indifferenza totale" nei loro confronti. Prova ne è stato che il nostro gruppo storico è rimasto praticamente tutto al Club, snobbando questa partita dove comunque abbiamo registrato la presenza di ben 76 soci (tanta roba) che non è volute ovviamente mancare a questo appuntamento. Educheremo man mano anche loro! Resta lampante di come questa sfida alla JUVENTUS, per loro, le merde cinesi, sia vissuta come la PARTITA delle PARTITE, come la partita da non perdere ad ogni costo, (non da vincere), perchè chi è inferiore da sempre, per sempre resterà inferiore.

A buon intenditore….poche parole!

Come detto questa partita la Juve l’avrebbe meritata di vincere, ma la sfortuna è la mancanza di voglia di osare da parte del nostro Mister hanno fatto si che i CINESINI riuscissero a portare a casa un punto da festeggiare come una vittoria di un trofeo importante. Del resto hanno avuto il barbaro coraggio di festeggiare la vittoria contro il REAL….PORDENONE nemmeno avessero raggiunto i quarti di finale della Champions. Contenti loro, sempre più contenti NOI.

Andate Avanti Voi che a NOI VIEN DA RIDERE…..

Allegri ha compiuto delle scelte che non abbiamo del tutto compreso e condiviso, ma in panchina ci va lui, lui giustamente sa quail sono gli uomini più in forma è per questo restiamo fiduciosi come afferma lui, che la vera JUVE la ritroveremo come sempre a partire da gennaio in poi. Man mano la squadra dovrebbe salire di condizione è riuscire a riprendersi la vetta della classifica distante sempre due punti. Le avversarie del resto, visto il Napoli, vista l’interchina, non sembrano avere una rosa in grado di poter reggere una intera stagione. A breve troveremo anche la Roma che ci farà capire molto di più sulla storia di questo campionato. Prima ci sarà da sbrigare la pratica BOLOGNA, assolutamente non semplice. Guai a non prendere i tre punti al Dall’Ara. Da segnalare come sempre, stadio pienissimo ma soprattutto di tanti, troppi tifosi occasionali che sembrano essere in gita….questa la situazione dello JUVENTUS STADIUM al momento. Tutta questa gente disposta sempre a tutto pur di esserci a questa partita, pensa di essere in un teatro. Insomma coreografia non riuscita (non è una novità) tifo assolutamente insufficiente. Siamo come sempre molto realistici ed obiettivi. Qualità non da tutti! La nostra presenza a Torino è stata come detto molto numerosa. Siamo riusciti a soddisfare tutte le richieste pervenute da parte dei soci, sia di chi voleva viaggiare comodamente in aereo,con weekend annesso, sia di chi ha viaggiato in Pullman. Ben 30 i soci presenti solo nella Sud. Quelli in Autobus sono partiti a mezzanotte della sera precedente da Andria per giungere verso le 11,00 a Torino. Freddo pungento, sotto zero durante la partita. Viaggio molto tranquillo con Nicola Pisani ad accompagnare la pattuglia. Soliti rituali prima della partita per poi ritrovarsi tutti assieme nel piazzale della Sud e alle 19 fare ingresso nello Stadium. Da segnalare la presenza dei due fratelli di ALBERTO TESORO oltre che dei due nipoti che hanno volute portare un altro striscione in ricordo del caro ALBERTO (le foto inserite nella Gallery della partita). Una bella presenza per noi tutti! I nostri soci, quasi tutti alla prima esperienza in Sud, si vedeva che erano del tutto impacciati ed impreparati alla vita della Curva…..per fortuna c’era comunque gente come Nicola Pisani (che ha tenuto a bada un intero bus), Andrea Leonetti (arrivato in auto), Giorgio Nicolamarino (l’Art Director), Maria Scamarcio (instancabile…dopo Atene subito presente…..ed anche a Bologna…..una matta) oltre a Riccardo Dell’Olio, Vincenzo Zingaro, Michele Leonetti, Rino Losito, con Gianni Greco, Sante e Stefano in rappresentanza dei più navigati, rimasti come detto praticamente tutti ad Andria sia perchè snobbano questa partita sia per liberare posti in favore di chi non sa proprio rinunciare a questa "cazzo" di partita!,

Tanti, troppi occasionali che li trovavi ovunque, alcuni anche alla ricerca della fila o del proprio seggiolino…….agghiacciande…

Di fronte a noi in diagonale si notava l’assenza della parte Ultras della Nord di Milano, rimasta fuori per protesta sulla mancanza di biglietti…..altro "non abbiamo notato"….

Poi nuovamente al bus, di corsa per riscaldarsi è scongelarsi…. con la delusione per non aver vinto ma la consapevolezza di essere assolutamente superiori a questa INTERCHINA!

Viaggio di ritorno, più tranquillo ancora di quello del’andata. Arrivano ad Andria alle 11,00 puntuali. Tantissimi i ringraziamenti ricevuti da parte dei tanti soci saliti su, per la perfetta organizzazione del tutto, a loro dire. Siamo enormemente soddisfatti di essere riusciti a fornire un servizio come sempre ottimale, un supporto costante a tutti e il ticket d’ingresso per tutti i prenotati. Questo l’aspetto più rilevante. Credeteci non è stato semplice organizzare tutte queste persone. Giorni e giorni di grande lavoro!

ANCORA UNA MASSICCIA PRESENZA come quella che registreremo domenica anche nella trasferta a BOLOGNA dove ben 23 saranno i nostri soci presenti sugli spalti del Dall’Ara. Non per una trasferta di Champions….parliamo di un normale BOLOGNA – JUVENTUS che ci vede arrivare terzi in classifica. Ma nonostante tutto ancora una volta dimostriamo di avere una mentalità difficile da trovare, una passione senza eguali che può soltanto far rosicare chi osserva, chi ci odia, chi non ci sopporta. Bene continuate a rosicare. Ne vedrete sempre delle belle….. TUTTI IN PULLMAN verso Bologna con una squadra di soci dap aura….."la meglio gioventù"….direbbero a Roma…TANTO ONORE è già immaginiamo cosa potrà accadere…..

CHAMPIONS LEAGUE: TRASFERTA A LONDRA

Nel frattempo ci sono stati i sorteggi della Champions con la JUVE che ha pescato gli inglesi del TOTTENHAM, squadra ostica che troveremo per la prima volta in una sfida ufficiale. Nemmeno il tempo di organizzarsi che già erano piovute quasi trenta prenotazioni per la trasferta a LONDRA nello stadio WEMBLEY. Roba da matti…..cioè qui nella nostra città quello che siamo riusciti a fare è un qualcosa di incredibile, l’attaccamento e la passione che ci mettete nel seguire la squadra del cuore in ogni dove con numeri importanti ed imponenti! Ora ci sarà il problema biglietti. Ma una cosa per volta ed inizieremo a capire come poter fare per far si che tutti siano dentro. Unica certezza che possiamo oggi dare è quella che le PRENOTAZIONI sono già considerate chiuse. Non si accetteranno più prenotazioni. Già trope quelle arrivate.

Per la gara di andata a Torino invece ampia disponibilità.

 

AVANTI JUVENTUS! AVANTI NOI! JC ANDRIA SEMPRE AL TUO FIANCO OVUNQUE E COMUNQUE!

SIAMO STATI IN B, MAI FATTO IL TRIPLETE, MA DA SEMPRE SUPERIORI!

 

 
 
LA JUVE AGLI OTTAVI!
 

La Juventus battendo per 2-0 i greci dell’Olympiacos nella loro “tana” si qualifica per gli ottavi di finale della Champions League come seconda nel proprio girone alle spalle del Barcellona. Arrivare oramai primi o secondi non fa alcuna differenza viste anche le seconde di questa stagione…. Pertanto come già accaduto nell’anno della finale di Berlino, se ci devi arrivare in fondo ci arrivi comunque.

Quelli invece che abbiamo purgato la scorsa settimana a casa loro, quelli che a dir della stampa avevano il miglior calcio al mondo…..(ma quando mai….) puntualmente sono stati sbattuti fuori dalla competizione ritrovandosi adesso in Europa League! Ridicoli….parlano….parlano….parlano per poi non concludere mai nulla! Vero Sarri???? Vero De Lamentis?

Sono diventati come quelli della squadretta milanese che da sempre parlano nonostante siano nettamente inferiori “in campo” e soprattutto “fuori dal campo” (parlano i fatti)……ma loro sono quelli del “mai stati in B”……quelli del “triplete”……..ahahahahahhaahahaha ridicoli è proprio per questo vengono presi ancora più per il culo! Sprecato già troppo tempo a parlare di chi???? Del nulla!

Nel porto del Pireo ad Atene la Juventus ha come detto vinto la partita che gli assicurava il passaggio all’inizio della vera Champions. A febbraio come sempre avrà inizio un mini torneo dove se fai bene in sei partite ti ritrovi nuovamente in finale. Ci riproveremo con tutte le nostre forze senza però crearci nessuna illusion. Tanto arriverà proprio quando meno c’è l’aspetteremo.

Cuadrado ad inizio partita e Bernardeschi sul finale gli autori delle due reti che hanno permesso alla Juve di trascorrere la serata greca in tranquillità e senza ansie. In mezzo qualche disattenzione di troppo stava per regalare il pari all’Olympiacos, ma l’esperienza dei nostri ha fatto si che la vittoria la si portasse a casa. Del resto giocare ad Atene tra il Napoli e l’Inter non era assolutamente cosa semplice. Dunque contava vincere con il minimo sforzo. Così è stato per la gioia dei tifosi arrivati sin li in una delle trasferte più difficili che possa esistere. Anche i nostri 5 soci arrivati li nello stadio del Pireo erano orgogliosissimi di aver fatto questa presenza troppo importante coincisa con la qualificazione agli ottavi. Prima di raccontarvi della loro trasferta possiamo assolutamente ribadire che i greci non sono “ULTRAS” ma veri e propri zingari che aggrediscono tifosi ignari ed indifesi (forse sprovveduti…) rubandoli anche gli effetti personali. Per non parlare della Polizia locale completamente inesistente e soprattutto molto di parte che permette ogni tipo di situazione…..roba dell’altro mondo….Spiace per chi ha subito aggressioni fisiche oltre a furto di effetti personali.

I nostri cinque soci arrivati li non hanno avuto alcun problema. Per il nostro club era la seconda volta li al Pireo, dunque l’esperienza insegna, del resto avendo fatto 46 trasferte in Europa compresa questa di Atene……appare evidente come i nostri si muovano sempre in sicurezza e soprattutto in gruppo sentendosi spesso con amici di altri club e gruppi.

Partiti al mattino all’alba verso le 5 da Andria, con Fabio Attimonelli, Massimo Matera, Franco Fusaro oltre a ben due ragazze Chiara Abbasciano e Maria Scamarcio (onore alle ragazze andriesi) i nostri hanno raggiunto Roma Fiumicino dall’aeroporto di Bari grazie al sempre disponibile Nicola Pisani che li ha accompagnati a Palese.

Giunti a Roma, un altro dei nostril soci che vive li per motive di studio, il grandissimo GAETANO MADDALENA li ha accolti per condurli all’Aeroporto di Ciampino non prima di aver fatto colazione a TRIGORIA nei pressi del centro sportive della “Riommaaaa” in un bar a forti tinte giallorosse. Ma ai nostri piace sempre districarsi in queste situazioni…..

Giunti a Ciampino salutano il buon Gaetano sempre prezioso per poi prendere un altro caffè ed incontrare già diversi tifosi bianconeri in partenza da Roma come il caro MONDO delle Marche. Poi un panino, una birra è via sull’aereo per Atene con a bordo un clima molto molto carico. All’arrivo anche i saluti del personale di bordo ai tifosi juventini. Giunti all’esterno dello scalo i nostri attendono l’arrivo del taxi del B&B prenotato proprio nei pressi dell’Aeroporto. Vengono condotti in camera per poi sempre con la navetta del b&b si recano in centro al ritiro dei biglietti stadio dall’Hotel indicato dalla Società. Poi si raggruppano con i diversi club e gruppi di amici per raggiungere lo stadio partendo dal centro alle ore 19,00. Nel frattempo avevamo già saputo di agguati dei tifosi greci a tifosi giunti allo stadio alla spicciolata. All’arrivo dei nostri il clima era già molto incandescente, volano fumogeni, esplodono bombe carta con la Polizia che invece di caricare loro, carica noi. La trasferta di Atene lo ribadiamo si conferma una delle più toste in assoluto, con i greci che cercano sempre lo scontro. Orgogliosissimi di averla nuovamente fatta. Andare in trasferta tutti lo possono fare…..andare due volte in tre anni ad Atene non è cosa da tutti. ONORE A NOI!

Nello stadio si posizionano nello spicchio a destra, guardando il campo (quello a confine con una delle due curve loro) in prima linea (come da foto articolo) con la pezza tenuta a mano per ben 95 minuti da Fabio e Massimo. Come ai vecchi tempi o come in una trasferta a Napoli quando i nostri tennero a mano la pezza, in mancanza di ringhiere! 

Il loro tifo è davvero spettacolare, cantano di continuo in maniera possente. Altro che, sono davvero belli da sentire….peccato per le infamate che fanno all’esterno…..

Termina la partita con la squadra sotto il nostro settore a festeggiare una qualificazione non così scontata! I nostri attendono un ora prima di poter uscire per poi essere condotti con tutti I tifosi juventini, questa volta dalla Polizia Greca, in centro città dove all’arrivo trovano già “ANTONIO” il driver di fiducia che prima li conduce a mangiare qualcosina per poi portarli a dormire (una parola grossa…..) per sole tre ore……visto che alle 5,30 ripartono per l’Aeroporto con il volo questa volta per Bologna alle ore 7,00. Sapete tutti oramai che i nostri viaggi se non sono complicati non possono essere considerati “viaggi” con la V maiuscola. Ahahahahahahahah. Ora vi chiederete ma da Bologna ad Andria poi????? Bene giunti alle 9,00 circa nello scalo emiliano hanno velocemente raggiunto in taxi la stazione di Bologna dove alle 10,00 con un Intercity hanno fatto rientro giù alle 16,30 con il buon Sabino Chieppa ad attenderli in stazione a Barletta per portarli finalmente a casa. Esausti ma molto felici di esserci stati in una trasferta ribadiamo con i “contro coglioni”.

Sentiamo oggi il dovere di ringraziare questi soci che hanno portato altissimo il nome del Club li giù ad Atene. Immensi.

Franco e Maria del resto sono subito ripartiti il giorno dell’Immacolata per la trasferta a Torino con l’INTERCHINA! Sarà una spedizione numerosissima visto che sotto la Mole in ben 76 saranno i nostri soci presenti tra chi partita in aereo o chi partito a mezzanotte da Andria in Pullman!     

Lo ribadiamo ancora una volta, per noi questa partita vale quanto le altre 36 stagionali. Pertanto nulla si deciderà con qualsiasi risultato. Per loro invece come sempre la partita della vita, quella da vincere ad ogni costo per poi festeggiare già lo scudetto che puntualmente non arriverà…..Contenti loro, più contenti noi!

Da segnalare in questa partita la presenza di Nunzio e Riccardo Tesoro i due fratelli del nostro caro ALBERTO, saranno loro a posizionare la pezza ALBERTO VIVE! 

Per chi resta ad Andria l’appuntamento è ovviamente al CLUB da trasformare in un catino infernale.

AVANTI JUVENTUS! AVANTI NOI! JC ANDRIA SEMPRE AL TUO FIANCO!

 

 
 
IL PIPITA LI “PURGA” ANCORA!
 

Vincere al San Paolo di Napoli è sempre stata una cosa straordinaria, in uno stadio ribollente sempre di passione ed entusiasmo. Farlo poi, nuovamente grazie a GONZALO HIGUAIN, ti mette in uno stato di goduria pazzesca. Proprio lui, l’ex di turno, il giocatore che i napoletani avrebbero volute non vedere in campo, visto come festeggiavano in settimana alla notizia del probabile forfait causa infortunio ed operazione alla mano. Ma il PIPITA ha stretto i denti pur di scendere in campo in questa sfida che lui sente particolarmente tanto visto i suoi trascorsi sotto il Vesuvio. Un giocatore straordinario che lo scorso anno abbiamo strappato ai napoletani portandolo sotto la Mole per farci gioire e godere soprattutto in queste sfide dirette in cui l’argentino “timbra” regolarmente il cartellino. 5 reti in cinque partite disputate contro il Napoli da quando lui è alla Juve. Che media pazzesca. Una media che sta facendo letteralmente scoppiare i fegati del suo ex popolo che vive oramai soltanto della sfida alla Juve, senza poi interrogarsi su come mai non riescano a vincere nulla. Una rivalità che si sono voluti creare loro, forse per darsi un tono….. facendola diventare un loro stile di vita……”l’anti juventino….” come altri sfigati che conosciamo…...

Si riempiono la bocca e la pancia a parlare di noi, vivono oramai soltanto pensando a noi. Evidentemente deduciamo non devono poi vivere così bene. Noi pensiamo a loro soltanto quando li dobbiamo incontrare. Anzi peccato che continuino a non farci più andare in trasferta a Napoli…..sai che ridere….Ma oramai chissà quando potremo rivedere il San Paolo. Qualcuno dei nostri come già accaduto nella passata stagione ci è volute andare ugualmente anche se in “borghese” scattando delle foto al settore ospiti (foto articolo) ancora una volta desolatamente vuoto! Soltanto in Italia accadono ancora queste situazioni, cioè lo “stato” che non si assume la responsabilità di tutelare l’ordine e la sicurezza pubblica…..mahhhh

Grandissima partita fatta dalla Juve, preparata nel modo migliore dall’allenatore che finalmente pare abbia capito che dobbiamo giocare con il centrocampo a 3. Tatticamente perfetti. Abbiamo rischiato poco, concesso quasi nulla, segnato la rete del vantaggio nella fase iniziale per poi attendere le loro “sfuriate” è ripartire in contropiede sfiorando il raddoppio che avremmo meritato con Matuidi. Prova di maturità superata a pieni voti. Grande prestazione della difesa con Benatia su tutti. Anche Matuidi e Douglas Costa hanno sfornato una prestazione di alto livello. Bene così, il campionato non era chiuso prima, non è riaperto adesso. Il campionato vogliamo ricordare a chi ieri festeggiava con spumante e baldoria incredibile, lo si vince a maggio. Sabato un altra partita che potrebbe rimettere ogni cosa al suo posto. Noi come sempre non parliamo mai prima. Siamo consapevoli delle difficoltà che la gara presenterà, ma dapprima dobbiamo concentrarci sulla sfida in Grecia che potrebbe regalarci il pass europeo per gli ottavi di finale della Champions, mentre loro saranno seduti rigorosamente sul divano a cercare di “tirare i piedi” il loro sport preferito da diverso tempo!

Avevamo chiesto ai nostri soci di gremire il Club in occasione della partita a Napoli come se fosse la semifinale di Champions. Detto, fatto! Il Club venerdì sera era pieno all’inverosimile. Tutti i prenotati per la trasferta a Napoli, in 35 (speranza poi svanita) non sono volute mancare, quasi a significare che per noi la partita vissuta tutti assieme nel nostro covo è come quando stiamo assieme in trasferta. Bella cosa! Un calore, una passione incredibile. Abbiamo sofferto per poi gioire tutti assieme. Indescrivibile il boato alla rete del Pipita, come i cori a fine partita, arrivati nell’intero quartiere, a dimostrazione che noi “SOSTENIAMO LA SQUADRA DEL NOSTRO CUORE” SENZA LIMITI! A fine primo tempo Fabio, l’infaticabile segretario ha volute festeggiare con tutti i soci il suo 43mo compleanno. Mentalità da vendere la sua! Una baldoria incredibile a suon di bottiglie stappate. Bello, bellissimo il clima, diventato come detto incandescente al termine dell’incontro con una adrenalina pazzesca….con i soci tutti riversati in strada consapevoli di aver vinto un altra battaglia della “Guerra” di questa stagione! Chi vorrà provare a vincere lo scudetto, Napoli su tutti, dovrà come sempre fare i conti con noi. Un grazie a chi sarebbe comunque andato a Napoli, a chi ha affollato il club, dimostrando spirito di appartenenza incredibile, a chi “anonimamente” ha raggiunto Napoli in auto restando impassibili al gol di Higuain (non facile…).

 Adesso passato questo stupendo weekend, siamo entrati nel vivo della trasferta greca al Pireo. In 5 del nostro club rappresenteranno tutti noi. Solito giro assurdo pur di esserci per la seconda volta nella storia del club,  li nello stadio infuocato dell’Olympiacos. Dopo la trasferta fatta nell’ottobre del 2014 eccoci a distanza di tre anni tornare in un campo non facile da un punto di vista ambientale. Trasferta tosta, non per tutti. Ma noi come sempre rispondiamo presenti per portare sempre alto il nome di questo CLUB consapevoli che “altri….pur provando” ad imitarci non saranno MAI alla nostra altezza!

A TESTA ALTA SEMPRE, OVUNQUE E COMUNQUE. PORTATE LA JUVE AGLI OTTAVI.

IN BOCCA AL LUPO AI RAGAZZI CHE ANDRANNO AD ATENE

ANDRIA PRESENTE, ALBERTO VIVE….PASSIONE & MENTALITA’   

 

 

 
 
INIZIATA LA RINCORSA?
 

La Juventus batte per 3-0 il Crotone restando subito in scia di Napoli e Inter. Da questa partita noi tutti tifosi bianconeri ci auguriamo che sia iniziato il filotto che possa incidere in maniera determinante sul nostro campionato. Del resto quale occasione migliore quella che il calendario ci offre mettendo una dopo l'altra le sfide a Napoli e Inter. Del resto il tanto auspicato cambio di modulo, l'aver recuperato tutti gli uomini della rosa ci permette di affrontare il decisivo mese di dicembre con tutte le frecce a disposizione nel nostro arco! Speriamo che anche Allegri abbia finalmente terminato il rodaggio del suo “cervello” che ogni anno tanto arrabbiare ci fa. Spesso perdiamo dei punti per la sua testardaggine. Un centrocampo a tre sembrerebbe la miglior soluzione  in quanto metterebbe al riparo la difesa oltre che innescare meglio le nostre bocche di fuoco. Anche contro il Crotone non tutti i problemi sono sembrati risolti, ma abbiamo avuto ottime indicazioni da giocatori come Benatia, Howedes e De Sciglio, tre difensori utilizzati pochissimo, con il tedesco all'esordio assoluto, che hanno dato l'impressione che potranno a breve essere i titolari di un reparto che ha subito troppo in questa prima parte di stagione. Due delle reti messe a segno contro i calabresi portano la firma proprio di De Sciglio e Banatia, la seconda e la terza. Ad aprire le danze, rompendo la diga del Crotone, ci ha pensato il solito guerriero in campo, MARIO MANDZUKIC con un colpo di testa su assist perfetto di Andrea Barzagli.

Noi come “SUPER MARIO” siamo gente che non molliamo mai, siamo gente dura a mollare, siamo gente che soffre per la Juve sette giorni su sette! Per questo ribadiamo a gran voce che le avversarie dovranno nuovamente fare i conti con noi, perchè vogliamo vincere questo scudetto costi quel che costi seppur consapevoli che le difficoltà sono maggiori rispetto allo scorso anno!

Contro il CROTONE in due i nostri soci che hanno raggiunto Torino, Giorgio e Roberto, partiti nella serata di sabato sera da Andria con il bus di linea della Marino. Arrivati su a Torino hanno trovato una bella giornata ma un gran freddo. Qualche birra gli ha riscaldati per poi alle 19,30 entrare nello stadio, assieme ad amici di altri gruppi. Posizionato lo striscione e la pezza per il nostro Alberto hanno incitato a gran voce la squadra perchè è soprattutto in queste partite che si vedono i veri tifosi. Molti hanno disertato questa gara, noi seppur in due, abbiamo ancora una volta  dato dimostrazione della nostra mentalità. Seguire sempre e comunque la squadra, in due, in dieci, in cinquanta, basta esserci sempre! Onore a loro per questa presenza che ci ha riempito d'orgoglio.

ESSERE, NON APPARIRE!   

NAPOLI VIETATA

In questi giorni dovevamo essere in piena adrenalina, in fermento per la trasferta delle trasferte. Ma per il terzo anno consecutivo purtroppo la “GITA a Napoli” ci sarà vietata senza capirne i motivi. Tutti ci vanno li non comprendiamo come mai non non possiamo più andarci. Ma lo Stato non dovrebbe essere in grado di saper garantire sempre l'ordine pubblico? Questa è una sconfitta per tutti. Non si può continuare ad assistere a questi continui divieti proprio nell'anno in cui si intravedeva la possibilità di tornare alle trasferte libere, senza più preclusioni. Un passo avanti, per poi farne due indietro. Non va bene. Peccato privarci della possibilità di essere al fianco della squadra nella trasferta più attesa dell'anno. Eravamo prontissimi a partire, perchè in questa stagione ci speravamo. Avevamo anche paerto un mese fa le prenotazioni raggiungendo quota 30 adesioni che per una gara così difficile da un punto di vista ambientale, per una gara che si giocherà al venerdì sera, sarebbe stata davvero tantissima roba! Adesso non ci resterà che gremire il nostro Club, facendo finta di essere al seguito, con la nostra consueta goliardia che ci contraddistingue quando il gruppo storico è tutto assieme! Certo andare a Napoli avrebbe costituito un grosso rischio, quello di esporsi a facili diffide, perchè li non tanto devi preoccuparti dei napoletani ma quanto delle forze dell'ordine che da sempre riservano agli ospiti un trattamento provocatorio......

Ci rifaremo immediatamente andando nell'inferno di ATENE martedì prossimo!

LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI!

OVUNQUE CON PASSIONE & MENTALITA'! POCHI COME NOI! PIU' DI UN CLUB!

Alla squadra chiediamo il massimo dell'impegno in questa partita a Napoli.

REGALATECI LA VITTORIA!

                                                          T U T T I    A L    C L U B

 

AVANTI JUVE! AVANTI NOI!

ANDRIA PRESENTE – ALBERTO VIVE!

 

P.S. Sono in arrivo le tessere e gli originali regali che non vi sveliamo ancora. Tesseramento ancora aperto che ci vede fermi a quota 518 tessere sottoscritte! Contro l'Inter abbiamo ad oggi soddisfatto tutte le 58 richieste pervenute. Residua ancora qualche posto solo con tessera del tifoso!

 

 
 
TUTTO RINVIATO AD ATENE
 

La Juventus pareggiando per 0-0 nella sfida contro il Barcellona, decide in pratica di “non decidere”, rinviando ogni cosa alla difficile trasferta di Atene, sia da un punto di vista ambientale, sia perchè i greci solitamente non ti regalano nulla soprattutto tra le mura amiche, pur non avendo più obiettivi. Passo indietro anche contro i “catalani” dal punto di vista del gioco (????).....una parola grossa di questi tempi per la nostra Juve che nella decisiva sfida che avrebbe potuto regalarci gli ottavi con un turno di anticipo, decide prima di non prenderle per poi sperare in qualche giocata dei singoli. No caro Allegri, così non andiamo decisamente d'accordo. Si dimostra di avere timore reverenziale nei confronti di un avversaria si forte, ma non imbattibile come dimostrato nella sfida di aprile scorso. Per questo motivo ci sentiamo di dire che la Juve in Europa in questa stagione come del resto anche in campionato sta facendo dei passi indietro che inducono a giuste preoccupazioni. Come il non schierare ripetutamente ed inspiegabilmente alcuni nuovi elementi della rosa, vedi Matuidi, che invece darebbero maggior solidità ad un reparto, il centrocampo che appare essere l'anello debole del nostro sistema di gioco. Sistema di gioco, anche questo, che va assolutamente rivisto. Insomma siamo giunti a novembre è come sua abitudine il Mister deve farci bestemmiare. Uomo molto testardo non aggiungiamo altro. Oramai siamo abituati a questo suo andazzo nella prima fase di stagione. Che dire....speriamo che succeda la stessa cosa delle precedenti annate, quando ad un certo punto, cambiando sistema di gioco, la squadra ha poi iniziato a girare. Vedremo, ma per adesso le critiche ci stanno tutte. Noi ribadiamo possiamo permetterci di avanzarle per il bene della squadra, visto che la seguiamo sempre ed ovunque giochi.

Ad Atene, nel golfo del Pireo bisognerà andare per VINCERE onde evitare cattive sorprese. Il calcio lo si sa è imprevedibile, dunque per non stare li a fare calcoli, l'obiettivo deve essere soltanto la vittoria, poi ci sta che ci si qualifichi anche con un pareggio o una sconfitta.....ma non vogliamo nemmeno pensarci a queste ipotesi che significherebbero vivere con angoscia quell'ultimo turno. Mai sia, soprattutto per i nostri temerari che seguiranno li giù la squadra!

A rallegrare la sfida con il Barcellona ci ha pensato la nostra truppa di soci (ben 60) che ne ha combinate di cotte e di crude in questa trasferta. Saperli “allegri” e felici nonostante la mancata vittoria è stata la cosa più bella! Hanno tutti dimostrato uno spirito di attaccamento al Club che ha dell'incredibile, soci vecchi e nuovi tutti appassionatamente assieme, hanno organizzato un pranzo, nella nostra solita trattoria li fuori lo stadio davvero da applausi. Oramai la Boheme è conosciuta come la trattoria dei “gobbi andriesi”. Sin dalla partenza clima molto allegro con Sabino Chieppa e Salvatore Lomuscio a tenere a bada l'intero gruppo partito in pullman quasi a mezzanotte del martedì sera. A bordo avevano proprio di tutto, dal mangiare al bere......ed infatti i primi 200 km sono volati “mangiando e bevendo”, poi finalmente alle 2,00 sono tutti crollati dopo una sosta in Autogrill. Al mattino colazione per poi tutti a bordo dove si è tenuta la tradizionale LOTTERIA che organizziamo durante le trasferte. Anche li solita baldoria è solita attesa di conoscere i vincitori dei premi messi a disposizione tra cui una maglia ufficiale della JUVE! I nuovi soci estasiati dalla nostra perfetta organizzazione! Giunti a Torino dopo aver sbrigato alcune commissioni per il Club un gruppo numeroso (quasi tutti i nuovi soci) hanno effettuato il tour dello Stadium e Museum, gli altri nell'attesa si sono tutti dedicati alla visita del MEGASTORE della JUVE. Poi alle 14,30 tutti in trattoria, dove in 42 hanno letteralmente invaso un ala del locale interamente dedicata a noi. Potrete solo immaginare la baldoria e soprattutto il tanto vino bevuto oltre ad una deliziosa grappa (ben due bottiglioni andati via!) Alle 18,00 tutti sono tornati al pullman per poi di li formare i vari gruppi a seconda del settore di appartenenza. Il grosso, come sempre in Sud, è entrato alle 19 in punto per posizionare lo striscione e la pezza per Alberto, per poi tutti assieme mettersi li per far riuscire al meglio la coreografia che vedeva nella nostra zona le “solite” bandierine che abbiamo fatto sventolare a tutti per minuti interi.....(foto articolo). Poi la partita, un buon tifo che si sperava potesse trascinare i giocatori in campo. Peccato, perchè proprio allo scadere la stavamo anche per vincere. Ma in questa competizione siamo destinati sempre a soffrire è quindi prepariamoci a farlo anche ad Atene che capiterà tra la trasferta a Napoli, che dovrebbe esserci nuovamente vietata (ASSURDOOOOOO, visto che ci vanno tutti) e la partita contro l'Inter! Terminata la gara un po di nervosismo tra i nostri dettato dalla prova così e così. All'unanimità sul pullman si individuava in Allegri il principale responsabile del non gioco della squadra, ma si sa, noi siamo gente tosta, GENTE CHE NON MOLLA MAI! Un applauso consentiteci di farlo al grande GIORGIO che domenica era a Genova contro la Samp. tornato lunedi in bus con la Marino, mercoledì a Torino contro il Barca (partito martedì e rientrato giovedi mattina) e domenica sarà a Torino contro il Crotone (partendo sabato sera).....se non ci fosse dovremmo inventarlo. Uno studente universitario modello!  Anche a Maria Scamarcio va il nostro grazie per esserci spesso e volentieri, in questa trasferta l'unica donna partita con la pezza RAGAZZE ANDRIESI al seguito! Viaggio di rientro velocissimo con gli autisti, i soliti Lino e Mimmo che in tempo da record conducono il gruppo ad Andria alle ore 10,30 in stazione! Come sempre soli i VERI TIFOSI VINCONO SEMPRE. E' noi abbiamo vinto anche in questa occasione. Un grazie immenso a chi  si è sobbarcato due notti di pullman rispondendo alla grande a questa trasferta!

ORGOGLIOSI DI NOI!

JC ANDRIA: PASSIONE & MENTALITA'

ALBERTO VIVE!     

Nella foto gallery tutte le immagini di questa bella trasferta a Torino scattate direttamente dai soci distribuiti nei vari settori, noi come sempre selezioniamo le migliori o le più buffe....

 

 
 
DOPO GENOVA....POCO “ALLEGRI”!
 

La trasferta a Genova contro la Samp., la seconda stagionale nella città della Lanterna, ha visto la Juve soccombere incredibilmente per 3-2 dopo essere stati in svantaggio per 3-0. Ultimamente Genova non ci dice per nulla bene, ma questa volta possiamo tranquillamente affermare che ci abbiamo messo del nostro....ed anche tanto in questa, aggiungiamo,  “meritata sconfitta”. Sentire l'allenatore appellarsi agli episodi sfavorevoli è una cosa che non gradiamo, perchè riteniamo da sempre che quello sia l'alibi dei “perdenti”. Crediamo che questa sconfitta sia soprattutto figlia delle scelte del Mister che ultimamente, a nostro avviso, sembra essere con la testa altrove. Troppo orgoglioso, troppa testardaggine soprattutto nel perseverare con delle scelte tecnico tattiche molto ma molto discutibili con un modulo assolutamente inadatto alle caratteristiche della squadra di questa stagione. Continuare con il modulo che ci aveva quasi portato sul tetto d'Europa nella passata stagione appare improduttivo soprattutto perchè obbliga a schierare degli interpreti che hanno un anno in più a cui non li si può più chiedere di andare a mille come fecero da gennaio a maggio nella passata stagione. Abbiamo fatto numerosi acquisti che però continuiamo puntualmente a non vedere in campo. Subita la rete dell'1-0 a Genova la squadra non ha reagito anzi ha iniziato a subire la Samp.  e' lui (sempre lui....) ha continuato imperterrito a tenere in campo una formazione che era in balia dei doriani. Peccato perchè con i cambi immediati avremmo potuto reagire contrastando benissimo gli avversari. Poi dovrebbe spiegarci Mister Allegri come mai la nostra squadra oramai abbia una costante di durare soltanto un tempo, che sia il primo o alle volte il secondo tempo. Un mistero che ci portiamo dal famoso secondo tempo di Cardiff da cui abbiamo smarrito anche molte certezze. Le inutili reti che hanno dimezzato le proporzioni di una sconfitta comunque eclatante, portano i nomi di Higuain e Dybala.   

Tifosi passionali come noi , sempre presenti, ovunque e comunque, hanno il sacrosanto diritto di poter fare anche dure considerazioni, noi non siamo gente occasionale che segue la squadra a convenienza o solo nelle gare casalinghe. Noi macinando di partita in partita tantissimi km possiamo permetterci di poter dire la nostra, sbagliato o giusto che sia, tanto noi saremo sempre li al nostro posto. E' proprio l'infinito amore per questi colori che ci porta spesso a  “sbraitare” per poi all'indomani già rimboccarci le maniche, preparando l'ennesima trasferta, con la consapevolezza che solo noi possiamo perdere questo campionato, ed allora forza e coraggio che ci attende un mese in cui si dirà molto sul futuro di questo campionato.

LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI! Ricordatevelo tutti! Sempre!  Anche dopo aver trascorso una domenica poco “ALLEGR..A”.

Grandissimi i nostri tre soci, Tommy, Giorgio e Maria che ci hanno rappresentato anche al Marassi sponda doriana, dopo esserci stati ad Agosto contro il Genoa. Arrivare a Genova non è mai semplice, paradossalmente si arriva prima a Torino. Partiti in aereo al sabato pomeriggio verso Torino, grazie ad un offerta della Ryan, hanno pernottato sotto la mole ospiti di amici che si sono messi a nostra disposizione. Bella serata come sempre molto “alcolica”..... Al mattino poi intorno alle 10,30 grazie ai ragazzi del Gruppo Bassa Valle hanno raggiunto Genova dove tra una chiacchiera e l'altra, una birra e l'altra pure....sono arrivati verso le 13,00 per poi essere condotti allo stadio a bordo dei soliti bus di linea locali soltanto verso le 14,30. Appena entrati hanno sistemato la nostra “pezza” al di sotto dello striscione TRADIZIONE, sotto la sezione FJR ROMA (come da foto articolo) per poi sistemare sulla vetrata laterale a confine della Gradinata Nord doriana le pezze di Alberto e delle Ragazze portata dall'immancabile Maria! Sistematisi poi in prima linea hanno sostenuto la squadra sino al tracollo, poi complice l'orario del bus della “Marino” per il rientro da Genova hanno abbandonato lo stadio sul 2-0 per riuscire a raggiungere la piazza da dove partiva il bus che gli ha condotti ad Andria verso le 6,30 di lunedì mattina. Cosa non si fa pur di esserci sempre al fianco della squadra in ogni dove, in ogni situazione, con ogni mezzo! Due notti fuori di casa, pur di rispondere presente per guardare soltanto 70 minuti di partita. Ecco perchè possiamo dirlo che solo “I VERI TIFOSI VINCONO SEMPRE”! Noi ancora una volta abbiamo VINTO. La Juve no!

Un applauso ai nostri ragazzi presenti che hanno dimostrato grande mentalità e grande attaccamento al gruppo! Ricordiamocelo sempre......Nella Gallery le foto di quest'altra bella trasferta.

PRIMA VENGONO GLI AMICI, IL GRUPPO E LO STRISCIONE......E' POI VIENE LA SQUADRA! Chi ci frequenta, chi si lega a noi deve dapprima ficcarsi nella testa queste parole per poi poter dire di esserne parte integrante.

Anche al Club grande partecipazione di soci con un altro compleanno festeggiato, una piacevole consuetudine. Questa volta ha voluto brindare con noi il grande MICHELE DI SCHIENA, quello del GRUPPO SAMBUCA che non poteva non portarla, accompagnata da un ottimo dolce fatto in casa. La Sambuca ha fatto subito effetto con l'atmosfera che si è surriscaldata anche per i gol che subivamo. Incazzature a parte, abbiamo dimostrato per l'ennesima volta un grande spirito di gruppo.

Adesso è già tempo di ripartire verso Torino dove in ben 60 soci (tanta roba) saliranno su con un bus per sostenere la squadra in quella maledetta competizione chiamata CHAMPIONS LEAGUE, dove una vittoria contro il Barcellona ci manderebbe dritti agli ottavi di finale. Non sarà facile ma ci dobbiamo credere contro TUTTO e TUTTI! COME SEMPRE.......Allegri permettendo......(ahahahahahahaah)!  

AVANTI JUVE! AVANTI NOI!

ANDRIA PRESENTE – ALBERTO VIVE!

 

 
 
BUON COMPLEANNO ALBERTO, SALUTACI A GABRIELE!
 

Oggi 14 Novembre è il compleanno del nostro caro amico Alberto Tesoro venuto a mancare sette mesi addietro. Ancora oggi non ci sembra vero, lui il “guerriero” legatissimo al Club che ha lottato sino al termine contro quel maledetto male che lo ha portato via. Oggi vogliamo ricordarlo così come nella foto di questo articolo, seduto nella immaginaria CURVA PARADISO sopra le nuvole, con il suo “disarmante” sorriso che sempre aveva. Li pronto a sostenere dall'alto i nostri colori, la sua JUVE che sempre difendeva e sosteneva percorrendo km e km. Una delle sue ultime trasferte è stata la più lontana di questo Club, Doha nello scorso dicembre che si era regalato per i suoi sessant'anni. Oggi caro Alberto ti giunga forte il nostro coro, il nostro affetto per questo tuo 61° compleanno! Sarai sempre nei nostri cuori, portandoti ovunque giochi la Juve, costi quel che costi!

Salutaci i nostri cari fratelli bianconeri come Lorenzo, Savino e soprattutto proteggi sempre la piccola GIORGIA, con i 39 angeli dell'Heysel fate giungere forte il vostro calore alla squadra soprattutto nei momenti più difficili, ma ti chiediamo anche di salutarci il caro GABRIELE SANDRI, ragazzo sfortunato, tifosissimo della LAZIO che dieci anni fa per mano di un “assassino” fu ucciso mentre si recava a seguire la sua squadra del cuore in trasferta. Quel giorno li chiunque di noi poteva trovarsi al suo posto, quel giorno li lo ricordiamo come se fosse ieri, con i nostri ragazzi, tra i quali anche Alberto, che erano in viaggio verso Parma per seguire la JUVE!

Mai piu' un 11 novembre, mai più una tragedia simile! GABBO come il NOSTRO ALBERTO, VIVE sempre nel cuore di chi gli era sempre al fianco! Un abbraccio immenso alla Famiglia Sandri e alla tifoseria laziale che sabato scorso lo ha ricordato come meglio non poteva.

Ci hanno colpito le parole del grande ultrà atalantino....il ”BOCIA”.......”prima vengono gli amici, prima viene il gruppo, prima viene lo striscione.......è poi la Squadra”. Parole che condividiamo e che sentiamo anche nostre!

BUON COMPLEANNO ALBERTO!

ALBERTO VIVE!  

 

 
 
UN ALTRA GRAN BELLA SERATA
 

Le sorprese che regaliamo ai nostri soci, ai simpatizzanti bianconeri e agli amici che ci sono vicini, sono sempre inaspettate è per questo riescono sempre al meglio! La visita al nostro Club della Sig.ra Mariella, moglie dell’indimenticato campione che è stato GAETANO SCIREA, ci ha riempito di tanto orgoglio. La sua semplicità, la sua generosità che contraddistingueva anche il marito, l’abbiamo potuta apprezzare e riconoscerla da vicino. Una grandissima donna che si lascia ascoltare con grande piacere. I suoi racconti, gli aneddoti più curiosi di Gaetano Scirea raccontati nel nostro Club con i soci in religioso silenzio ad ascoltare. Abbiamo trascorso un altra grande serata, abbiamo scritto un altra pagina importante nella storia del nostro già GRANDE Club. Per i 14 anni di attività, non potevamo che avere sorpresa migliore. Quando la Signora Scirea, invitata già in passato per altre occasioni, ma mai venuta, ci ha chiamato per comunicarci la sua visita, non potete immaginare la nostra soddisfazione. Ricevere ad Andria chi presiede la struttura a cui siamo affiliati, la persona più da vicino al Presidente Andrea Agnelli è stato un ulteriore attestato di riconoscenza dei risultati che da anni questo Club consegue e per i sacrifici che facciamo di partita in partita pur di arrivare ovunque. Arrivata nel pomeriggio all’Aeroporto di Bari ed accompagnata nella visita dalla Signora Fiammetta Bruno responsabile amministrativa dello JOFCC, Fabio e Giuseppe hanno subito condotte le “Signore” a prendere un caffè a Trani con sguardo veloce alla Cattedrale. Poi subito nel B&B Foresteria Pellegrino, nostri soci, che hanno accolto le ospiti con la consueta gentilezza che contraddistingue la struttura. Sorpresa nella sorpresa, avevamo organizzato anche la visita al Club di Barletta comunicata agli amici barlettani solo poche ore prima in segno di grande amicizia! Non potete immaginare la loro gioia. Dalle 18 alle 19,30 a Barletta la Signora Scirea ha potuto toccare con mano cosa significhi essere tifosi juventini a quasi 1.000 km di distanza. Bellissima l’accoglienza ricevuta nella Città della Disfida dove abbiamo concentrato la carta stampata e le emittenti televisive visto l’orario più consono. Dopo la visita al colosso ERACLIO, la Signora Scirea e Fiammetta Bruno vengono condotte alle ore 20,00, al nostro Club, dove ad attenderle nel frattempo si erano radunati un centinaio di soci, nonostante l’orario ancora lavorativo. L’applauso dei presenti e l’affetto dimostratole crediamo saranno dei ricordi per Lei indelebili di questa visita nella nostra città. Una bella chiacchierata, un mega selfie di gruppo con la foto del direttivo sotto la gigantografia dedicata al marito GAETANO e la consegna di una targa ricordo da parte del nostro impeccabile Presidente. Belle le parole della Scirea, rilasciate alla stampa, dove ha ringraziato il Club per la vicinanza costante alla squadra oltre a ringraziare il nostro Fabio Attimonelli per l’egregio lavoro da referente regionale che sta portando avanti, dichiarandosi anche molto soddisfatta per la scelta fatta con la Società nella scorsa estate, di affidare a lui questo incarico. Una grande soddisfazione anche per tutti noi sapere di questa considerazione e riconoscenza verso un grande lavoro fatto da Fabio è da tutti coloro che operano con lui. Poi a piedi si è raggiunta la Locanda de La Poste dell’amico socio Nicola per una cena dove ha partecipato il Direttivo quasi al completo ed una delegazione di soci e delle nostre “ragazze andriesi”. Una cena molto sobria in cui si è meglio fatto conoscere il Club! All’1,30 dopo una breve passeggiata per il centro storico abbiamo accompagnato le ospiti presso il B&B. Al mattino alle ore 9,00 visita al Castel del Monte dove la Sig.ra Scirea è rimasta molto colpita dalla maestosità del maniero. Insomma abbiamo fatto conoscere non solo il Club ma anche il territorio in cui operiamo.

Al pomeriggio del sabato poi il Meeting di tutti I Club ufficiali della Puglia (ben 19) in quel di Avetrana (Taranto), ben condotto dal nostro Fabio coaudiuvato dall’altro referente Remo alla presenza di Mariella e Fiammetta che sono poi ripartite nella mattinata di domenica dall’Aeroporto di Brindisi.

SODDISFAZIONE ENORME!

JC ANDRIA, PASSIONE ALLO STATO PURO!

ESSERE NON APPARIRE!      

 

 
 
AL SEGUITO DELLA JUVENTUS FEMMINILE
 

Appena nata la Juventus Women nell’estate scorsa, all’interno del nostro Club, come crediamo in ogni ambiente juventino, la cosa è stata accolta con molto entusiasmo, tant’è vero che nella chat si aggiorna sempre il risultato delle ragazze giornata per giornata. L’esordio del resto in Coppa Italia nello scorso agosto non poteva che essere dei migliori…..il derby contro il Toro femminile terminato per 13-0 all’andata e 8-0 al ritorno. Al sorteggio del calendario della Serie A femminile avevamo appuntato la data dell’11 di novembre per seguire la Juve in Puglia contro le Pink Bari. Peccato che proprio l’11 novembre sia conciso con il Meeting dei Club ufficiali di Puglia oltre alla venuta della Sig.ra Scirea qui da noi. Ma Agnese Zingaro una delle “ragazze andriesi” non si è persa d’animo, ha organizzato una macchinata per seguire le ragazze in quel di Bitetto dove la Pink Bari gioca le sue gare casalinghe. Non potevamo mancare al seguito delle ragazze seppur con una minima rappresentanza ma pur sempre presenti in un ambiente molto caloroso che teneva ovviamente per la squadra di casa. La nostra auto arrivata nel parcheggio dello Stadio Antonucci di Bitetto, ha dato come sempre “spettacolo”. Dal bagagliaio i nostri ragazzi hanno uscito di tutto, vino, carne affumicata, formaggio…..insomma dato l’orario della partita hanno preferito pranzare li. La vera essenza del tifoso, il vero vivere lo stadio, la trasferta è proprio in quel modo che lo si fa! Bravissimi. Appena dentro ci mandano la foto di una tribuna davvero colma di gente, con tamburi ed anche fumogeni. Loro si mettono sulla destra della tribuna assieme ad un gruppetto di juventini del locale Club. La Juve va sotto, ma poi rimonta e vince la gara (1-2 il finale) grazie alle reti della Glionna e della Bonansea (nella foto articolo i nostri si sono lasciati immortalare proprio con lei al termine della gara, chiamandola a gran voce) restando a punteggio pieno con 15 punti in classifica assieme al Brescia una delle favorite alla vittoria finale. Terminata la sfida I nostri hanno atteso l’uscita delle giocatrici riuscendo a farsi immortalare in selfie e foto con l’allenatrice Rita Guarino oltre al capitano la simpaticissima Sara Gama. Insomma presenti anche al seguito della Juve Femminile, dopo alcune apparizioni al seguito della Primavera. Ma non sarà l’unica presenza. Ci ripromettiamo di seguirle anche in qualche gara casalinga oppure in qualche trasferta che dovesse coincidere con le uscite della Juve! Intanto bravissimi a Michele Di Schiena, Gianni Sinisi, Giuseppe Di Serio e Agnese Zingaro che dimostrano ancora una volta in più di avere molto attaccamento al Club e alla Juve in ogni senso.

Nella gallery le foto di questa trasferta!

JUVENTUS CLUB ANDRIA, PIU’ DI UN CLUB!      

 

 
 
LA SIGNORA SCIREA IN VISITA ALLA NOSTRA SEDE
 
Una gradita sorpresa per tutti i soci dello JUVENTUS OFFICIAL FAN CLUB ANDRIA. Venerdì 10 novembre alle ore 20,00 riceveremo in visita, presso la nostra sede sociale, la Sig.ra Mariella, moglie del grande capitano e campioneche è stato l'indimenticato GAETANO SCIREA, nonchè Presidente dello JUVENTUS OFFICIAL FAN CLUB CENTER, la struttura che coordina tutti i club d'Italia e del mondo. 
La venuta in Puglia e ad Andria della Signora Scirea, che sarà accompagnata dalla Responsabile Amministrativa Sig.ra Fiammetta Bruno, consentirà alle stesse di meglio conoscere la nostra grande realtà diventata negli anni uno dei Club fiore all'occhiello nel panorama del tifo juventino. 
Celebreremo degnamente i nostri 14 anni di attività, un traguardo tagliato proprio pochi giorni addietro oltre a sancire un legame storico che dura oramai da tantissimi anni tra la Società Juventus ed il nostro Club che nell'estate 2016 ha visto nominare Referente Regionale dei Club di Puglia, il nostro segretario Fabio Attimonelli.
Tutti invitati. Tutti presenti.
Un altro grande appuntamento targato JUVENTUS CLUB ANDRIA!
 

 
 
PRESENTI A "ADO DEN HAAG - FEYENOORD"
 

A L'Aia in Olanda domenica all'ora di pranzo (12,30) si giocava un derby molto sentito dalle due tifoserie quello tra i padroni di casa, nostri amici del DEN HAAG e il Feyenoord di Rotterdam. Marco e Federico nostri soci che avevano programmato un viaggio ad Amsterdam proprio in quei giorni ci hanno fatto un grosso regalo, riuscendo a ritagliarsi del tempo per andare ad assistere a questa partita, rappresentando il nostro Club, con tanto di sciarpa del Club al seguito. Arrivati vero le 11,00 a L'Aia, già all'esterno dello stadio hanno iniziato a respirare la bella atmosfera che si respira nei pre partita del campionato olandese. I tifosi locali notando la loro presenza grazie alla sciarpa al collo hanno offerto birre su birre.....Bellissima la foto articolo che ritrae le due sciarpe con il biglietto d'ingresso al CARS JEANS STADION.
Alle 12,30 li abbiamo sentiti sin troppo eccitati dai vocali che ci inviavano per la magica esperienza che stavano vivendo. Fumogeni, bandiere, bicchieri di birra che si rovesciavano.....insomma una stupenda atmosfera che seppur a distanza ci hanno fatto vivere. 2-2 il risultato finale con la vittoria da parte dei nostri amici sfumata proprio sul finale. Peccato. Resta un sogno il nostro quello di poter un giorno incontrare l'ADO DEN HAAG, in una partita ufficiale. Chissà, i sogni sono fatti per realizzarsi. Intanto grazie ai nostri ragazzi per aver tenuto alto il nome del Club in questa avventura. Questo significa orgoglio di appartenenza. Loro sapevano di quanto ci avrebbe fatto felici una presenza simile. Bravissimi per questa sorpresona. Ovviamente hanno ricevuto diverse sciarpe dai tifosi locali. Una campeggerà nel nostro Club, mentre le nostre sciarpe sono adesso appese anche in OLANDA!
ALE' ADO DEN HAAG.
ANDRIA PRESENTE!  

 

 
 
“SCACCIATE” LE STREGHE
 

Nella domenica in cui allo Stadium sotto la pioggia si festeggiavano i 120 anni dalla fondazione con una splendida maglia celebrativa, senza sponsor e senza nomi dei giocatori, che richiamava la storica maglia dei primi tempi e di un calcio che fu.....il Benevento, matricola di questa Serie A, ancora a zero punti in classifica, che ha per simbolo “le streghe”, le ha fatte davvero vedere a tutti noi. Per quasi 70 minuti la Juventus non riusciva ad avere ragione di un avversario che alla vigilia tutti pensavano avrebbe rimediato una sonora scoppola ed invece ha cullato a lungo il sogno di uscire indenne dallo Stadium. Ad un certo punto anche noi iniziavamo a pensare che fosse una partita “stregata” vuoi per la sfortuna, vuoi perchè come sempre ci abbiamo messo del nostro nel non approcciare come si dovrebbe a gare del genere teoricamente semplici, ma noi lo sapevamo che non si doveva dare nulla per scontato perchè per la legge dei grandi numeri prima o poi il Benevento coglierà i suoi frutti. Per fortuna non è accaduto proprio contro di noi......

2-1 il risultato finale in nostro favore, con reti di Higuain e Cuadrado che hanno firmato la rimonta contro i sanniti seguiti allo Stadium da tantissimi tifosi creando una evidente macchia giallorossa.  Con una punizione eravamo andati sotto nel primo tempo, dopo aver divorato clamorose palle gol, poi nella ripresa dopo aver compiuto la rimonta abbiamo seriamente rischiato il pareggio con il classico tiro della “domenica”. Molta disattenzione da parte di molti singoli, Dybala ancora fuori fase....e mancanza di lucidità. Nonostante tutto, la Juventus è riuscita a vincere una gara diventata tremendamente complicata, recuperando due punti su Napoli e Inter, piazzandosi adesso in solitaria al secondo posto alle spalle del Napoli ad un solo punto visto il pareggio dei partenopei in casa del Chievo. Campionato che entra adesso nel vivo con una serie di scontri diretti nelle prossime giornate che molto diranno sulla storia dello stesso. Dobbiamo ovviamente migliorare la condizione e soprattutto aumentare l'intensità perchè in certe gare non puoi permetterti di avere un andamento lento. Come sempre noi speriamo che questo periodo sia stato messo in preventivo dal Mister che oramai ci ha abituato a questi inizi di stagione molto altalenanti.

Allo Stadium il nostro Club in questa partita era ridotto ai minimi termini come presenze, solo 4 i soci partiti con Pinuccio Tattolo a capeggiare il gruppetto. Esserci sempre è oramai il nostro motto, dunque non conta se lo si fa in maniera numerosa o alle volte anche con esigue presenze. Onore a chi ha scelto questa partita pur di rappresentare il Club. Nulla da segnalare se non una pessima prova di tifo della nostra Sud, complice il tempo? Non è una scusante. Dobbiamo proprio tutti noi ritrovare la voglia di lottare se vogliamo davvero provare a vincere questo settimo titolo! Domenica pomeriggio anche noi abbiamo avuto poca voglia di lottare come la squadra in campo.....bene come sia andata. I nostri entrati poco prima delle 14,00 nello Stadio hanno appeso lo striscione e la pezza per Alberto per poi come sempre posizionarsi li. A fine gara con lo striscione inzuppato di acqua, di corsa al bus della Marino che all'alba ha riportato i nostri ad Andria.

CIAO SANDRO!

Nella giornata di lunedì abbiamo poi appreso una terribile notizia. Sandrino amico del Gruppo Tradizione a soli 48 anni ci ha lasciati raggiungendo altri amici come il nostro Alberto nella immaginaria CURVA PARADISO. Assurdo se pensiamo che domenica pomeriggio era al suo posto nella Sud. Un malore lo ha portato via. Questa la dura realtà della vita. Si resta impietriti dinnanzi a simili notizie. Alla sua famiglia, al Gruppo Tradizione Bianco Nera giunga la nostra vicinanza ed affetto. CIAO SANDRO. RIPOSA IN PACE!

Adesso la sosta per la Nazionale che proverà a raggiungere i mondiali di Russia nei play off contro la Svezia. Onore a tutti gli Ultras d'Italia che raggiungeranno la Svezia per sostenere gli azzurri!

Alla ripresa ci attenderà la difficilissima trasferta di Genova dove 3 dei nostri soci saranno come sempre presenti.

LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI!

 

ANDRIA PRESENTE – ALBERTO VIVE!

 

 
 
BRUTTA JUVE, PUNTO PESANTE
 

La nostra 44^ trasferta/presenza all'estero ci vedeva impegnati in un campo, Lisbona, sponda Sporting, non proprio semplice e dove bisognava prestare attenzione vista l'amicizia dei portoghesi con gli “infami” viola! Massima è stata l'attenzione prestata dai “nostri” cinque soci arrivati li in aereo su Oporto per poi con auto a noleggio raggiungere la capitale portoghese. Era la nostra seconda volta li a Lisbona dopo la trasferta dell'aprile 2014 in casa del Benfica.

Non ci fermiamo davvero mai, siamo a dir poco eccezionali per quello che riusciamo a fare da anni! Dei viola “soliti conigli” nemmeno l'ombra in giro....se non farsi vedere a distanza, dietro cordone polizia a fine partita che urlavano le solite stronzate.....per poi correre tutti su Oporto  da dove hanno preferito imbarcarsi per evitare il grosso dei tifosi juventini.....dunque rogne e grattacapi! Detto questo, detto tutto!  Inutile sprecare altre parole.

I nostri come detto hanno raggiunto Lisbona in auto per poi pernottare li già dal giorno prima della gara. Cena e pranzo in pieno centro nella splendida città portoghese con temperature ancora abbastanza elevate che permettevano di indossare ancora abiti leggeri. Birre su birre, solito tour a piedi per la città per poi raggiungere dapprima l'hotel della squadra dove riescono a salutare il Capitano e scattarsi una foto con Bernardeschi è poi in taxi verso lo Stadio, lasciando l'auto in Hotel. Giunti al settore ospiti salutano gli amici del Nord Est, di Bassa Valle e Mondragone oltre a Raffaele di Barletta. Entrano e si posizionano alla destra del settore con la pezza in balconata è come sempre in prima linea, come anche quella per ALBERTO! Nella loro curva, coreografia confusionaria è si notano i vessilli viola. Cori contro di loro è quasi sembra che si stesse giocando una partita con la Fiorentina.

Partita (non) giocata dalla Juventus soprattutto nel primo tempo in maniera a dir poco orribile ma anche nella ripresa quando la confusione si alternava a sprazzi di buon gioco. Insomma una involuzione assurda rispetto alla prova di Milano. Se lo Sporting fosse andato sul 2-0 non ci sarebbe stato nulla da dire. Per fortuna che la sorte ci ha assistito. Cambi che andavano fatti prima con giocatori fuori forma e condizione. Del resto proprio i cambi che noi tifosi invocavamo ad Allegri, sono poi risultati decisivi nel raggiungimento del pareggio ad opera del solito GONZALONE HIGUAIN in uno stato di forma eccellente. Matuidi e Douglas Costa su tutti, hanno aiutato la squadra a salire rendendo la manovra più fluida e veloce. Cuadrado basso in difesa è una soluzione che andrebbe provata anche altre volte. Di buono solo il pareggio (1-1) che permette alla Juve di essere in vantaggio sui portoghesi proprio negli scontri diretti. Dunque a meno di clamorose debacle la Juventus avrebbe già oltre un piede agli Ottavi dove oramai lo abbiamo capito che arrivare primi o secondi non serva assolutamente a nulla. Basta arrivarci. Di li in poi inizia come sempre un campionato nel campionato dove se non fallisci le 6 partite sei nuovamente nell'anticamera del Paradiso. Finito l'incontro i nostri cinque “eroi” uscivano con tutti per poi in corteo essere scortati sino alla Metro da dove in taxi hanno raggiunto l'auto che era in Hotel. Poi, un panino è via in autostrada verso Oporto (tre ore circa da Lisbona) con volo al mattino presto verso Roma. Cosa non si fa pur di esserci sempre al fianco della Vecchia Signora alla vigilia del compleanno dalla fondazione!

01/11/1897 – 01/11/2017 #120ANNI #augurijuventus

Un grosso abbraccio lo dobbiamo all'onnipresente GIORGIO NICOLAMARINO (il tattico del gruppo), GETANO MADDALENA (super super GAE), GIOVANNI GRECO (lo Zio Gianni....ahahahhaha), RICCARDO DELL'OLIO (sempre presente in Europa) e GIANFRANCO CANNONE (il calcolatore...), loro veri “vincitori” di questa trasferta in cui hanno superato diverse insidie!

SEMPLICEMENTE IMMENSI!

Adesso ci rituffiamo nel campionato dove domenica siamo attesi dalla partita contro il fanalino di coda, Benevento, ancora fermo a 0 punti. Se pensiamo che verranno a fare la vittima sacrificale li allo Stadium ci sbagliamo di grosso. Per la legge dei grandi numeri prima o poi faranno i primi punti in Serie A quindi massima attenzione soprattutto dopo l'impegno nostro in Europa. Del resto anche il Frosinone venne a far punti in casa nostra. Da segnalare una tifoseria, quella beneventana, che nonostante l'avvio shock non molla assolutamente, del resto sono al loro primo storico campionato di Serie A quindi giusto che se lo godino sino in fondo. La nostra presenza domenica pomeriggio sarà ridotta ai minimi termini con soli 4 i soci presenti che giungeranno su in bus Marino e aereo. Esserci è sempre l'unica cosa che conta, non importa in quanti! Onore a loro che rappresenteranno l'intero Club! Bravissimi.

AVANTI JUVE! AVANTI NOI!

ANDRIA PRESENTE – ALBERTO VIVE!

 

 
 
GRANDE JUVE. GRANDE TRASFERTA
 

La Juventus sbanca San Silo....battendo per 2-0 il Milan dei grandi sogni estivi! Vittoria importantissima e fondamentale che inaugura un ciclo di partite determinanti che ci condurrà sino a Natale, da cui capiremo molte cose della nostra stagione! Turno non semplice per noi, con le dirette avversarie tutte agevolate da partite più abbordabili. Bisognava restare in scia così da giungere agli scontri diretti di dicembre con la possibilità di poter balzare nuovamente davanti a tutti! La squadra di partita in partita sembra assestarsi sempre più. La quadratura del cerchio Allegri sta per trovarla e soprattutto sta nettamente migliorando la forma fisica dei singoli tale da determinarne una manovra più fluida con trame di gioco e fraseggi sempre più belle da vedere. Insomma sta ritornando la Juve schiaccia sassi che siamo abituati a vedere da sei anni a questa parte. Del resto in questa stagione dove le dirette concorrenti corrono, anche la Juve sta facendo meglio della passata stagione, con un punto in più conquistato rispetto alle stesse giornate del campionato scorso. Insomma sembrerebbe un gran bel campionato dove ben 5 squadre sono tutte raccolte in un fazzoletto di punti. Il primo quarto d'ora della partita contro il Milan ha visto i rossoneri più intraprendenti con la Juve guardinga pronta a colpire. Così è stato. Higuain in una forma stratosferica ha letteralmente raso al suolo la difesa milanista inventandosi due gol da cineteca e che solo i grandi campioni riescono a fare. Una potenza nei tiri devastante dove Donnarumma nulla ha potuto. Trovato il vantaggio la Juve ha poi sapientemente gestito gli sterili attacchi del Milan, controllando il match anche con un pizzico di fortuna sul finire del primo tempo quando Buffon, la traversa e Rugani dicono di no al pareggio. Poi nella ripresa la Juve da grande squadra è letteralmente salita in cattedra dimostrando che il divario con il Milan è ancora abissale! Insomma si va a Lisbona con il morale molto alto per cercare di centrare la qualificazione agli ottavi di finale della Champions con ben tre turni di anticipo. La trasferta a Milano della nostra “nutrita banda” è stata a dir poco spettacolare. In 28 si sono ritrovati tutti belli carichi nel parcheggio ospiti dello stadio milanese. Ben 11...stretti stretti... (su nove posti disponibili....) quelli giunti in furgone partito alle 6 da Andria, mentre ben 17 quelli saliti su in Aereo quasi tutti su Orio al Serio o Linate. Il viaggio del furgone è stato di quelli da raccontare.....con alla guida Alfi Campanile alternato da Francesco Lorusso e con Fabio, Vincenzo Quacquarelli e lo showman Michele Di Schiena a capeggiare un gruppo troppo vivace che vedeva la presenza di ben 4 nuove leve (che crescono sempre più.....ottimo!!!!) Insomma un mix che si è subito dimostrato esplosivo sin dalle prime turbolenti soste.....quando la carne affumicata e la salsiccia del buon Michele la facevano da padrone con vino e birre a contorno. Alle 15,00 circa giungevano in tutta tranquillità e come sempre senza scorta nel parcheggio ospiti dove si erano dati l'appuntamento con tutti i soci giunti in aereo tra i quali alcuni della vecchia guardia del Club come Gianni Zagaria, Fabio Fiandanese l'immancabile Giorgio, Gaetano Maddalena, Andrea il figlio del Pres ed altri nuovi soci. Tutti puntuali o quasi. Da segnalare anche la presenza di Daniela e Francesca a rappresentare anche a Milano le Ragazze del Club. Alle 16,00 il gruppo era compatto nell'attesa della busta dei biglietti. Nel frattempo iniziava lo show di Alfi e Michele che offrivano Sambuca a tutti. Goliardia a go go, assieme ai ragazzi del Nucleo e NCS parcheggiati vicini al nostro mezzo. Nel frattempo giungevano i biglietti e alle 17,30 finalmente decidevano di avviarsi verso il settore (tra gli ultimi ad entrare).....evidentemente stavano così bene li all'esterno. Bello vederli partire tutti assieme ed in gruppo compatto richiamati all'ordine dal buon Fabio. Si arrampicano dopo i controlli fin su alla piccionaia dello stadio SAN SILO.....per poi appena dentro andarsi a posizionare sulla destra del settore (foto articolo) al fianco dei NAB, del Gruppo MASSA con a fianco BASSA VALLE. Salutati gli amici di Tradizione, la partita aveva inizio con il nostro Fabietto che provvedeva ad animare con Eus del Gruppo Massa il tifo di quella zona. Esplosione di gioia alla rete del vantaggio, per poi letteralmente impazzire al raddoppio. Ottimo il nostro tifo, a tratti massicci, un settore stracolmo con tantissimi juventini in ogni zona dello stadio. Bellissimo il coro e BONUCCI DOV'E'....cantato a squarcia gola da tutti. Nei suoi confronti solo tanta ironia nulla di più per un calciatore che noi personalmente riteniamo abbia dato tanto alla nostra causa. Peccato, non aggiungiamo nulla di più. Adesso resta un avversario! Terminata la gara tutto il nostro gruppo si è lasciato immortalare attirando l'attenzione di tutti per la consueta esuberanza. Poi giù nel parcheggio festanti per i saluti con tutti i soci che restavano su a Milano per una serata trend.....mentre gli undici del furgone riprendevano la marcia verso Sud a suon di musica per non essere da meno a quelli rimasti su....ahahahahahha che ridere. Come rideva di gusto (quasi in lacrime...) il grande Francesco “Nodo Gordiano” per le risate che Michele ci faceva fare nel pullmino. Poi dopo aver cenato in autogrill, la stanchezza prevaleva ed a turno con cambi alla guida a Riccione e Francavilla a Mare i nostri giungevano giù alle 5,30 con largo anticipo facilitati anche dall'ora indietro scattata nella notte. Ribadiamo grandissima trasferta perchè presentarsi a Milano in ben 28 unità tutti assieme e compatti nel settore non è cosa da tutti! Di questo ne siamo stati molto orgogliosi! Grazie a chi ha permesso tutto ciò! Adesso in 5, mentre scriviamo  ci stanno rappresentando anche nella trasferta Champions a Lisbona. Arriviamo ovunque ed anche in buon numero, in qualsiasi condizione. Grandi!

AVANTI JUVE! AVANTI NOI!

ANDRIA PRESENTE – ALBERTO VIVE!

 

 
 
RAGGIUNTA QUOTA 500 ISCRITTI
 

Nella serata in cui la JUVENTUS batte la Spal per 4-1 noi raggiungiamo, proprio nel periodo dei festeggiamenti per il quattordicesimo anno dalla fondazione, quota 500 iscritti, un numero che ad inizio stagione ci eravamo prefissi come obiettivo, lasciando perdere i numeri della passata stagione derivanti dall'entusiasmo dilagante che si era generato per l'acquisto del bomber Higuain che da solo aveva fatto avvicinare tantissimi “occasionali” . Non abbiamo bisogno di numeri alti raggiunti con chi si avvicina al club solo per ottenere un biglietto soltanto in una gara di cartello o nella finale Champions. Abbiamo bisogno di gente vera, di tifosi sanguigni, di gente pronta a partire in ogni partita. Lo zoccolo duro del Club cresce sempre più. Questo è oramai un dato di fatto. 500 soci iscritti è davvero tanta roba. Siamo davvero orgogliosi di quanto anche in questa stagione stiamo riuscendo a fare. Adesso il tesseramento continuerà ovviamente, visto che la Società lo lascerà aperto sino al 31 gennaio, ma chiunque si avvicinerà da oggi in poi deve imprimere bene nella propria mente che la tessera club la si sottoscrive dapprima per orgoglio di appartenenza poi per avere biglietti. Il Club va vissuto, va frequentato, va sostenuto! Sempre! Chi si avvicinerà soltanto per andarsi a vedere una gara “importante” (per noi lo sono tutte) può tranquillamente rivolgersi altrove! Grazie a tutti. 

La Juventus vista all'opera contro la Spal ha fatto secondo noi dei passi indietro rispetto alla gara vinta ad Udine. Sul 2-0 solito rilassamento generale che ha riportato la Spal in partita rischiando seriamente di essere addirittura raggiunti. Questo non va assolutamente bene. Non è ammissibile concedersi queste continue pause durante le partite. Contro avversarie più forti, questi black out gli si paga duramente. Ad iniziare da sabato pomeriggio contro il Milan. Ci vuole maggiore attenzione, più impegno e voglia di lottare sempre. Del resto in classifica siamo sempre terzi con le squadre che sono davanti che viaggiano a ritmi molto sostenuti, gli stessi nostri delle ultime stagioni, pertanto non possiamo permetterci passi falsi per arrivare al mese cruciale (dicembre) senza dover rischiare di trovarsi poi più dietro!  Di Bernardeschi (che golllll), Dybala (punizione capolavoro), Higuain e Cuadrado le quattro reti che hanno deciso la partita. Ancora una volta l'attacco della Juve, davvero straordinario e il migliore del campionato, ha sfoderato un altra grande prestazione. Di contro le incertezze della difesa che spesso sbanda per errori clamorosi da parte dei singoli....C'è da lavorare ed anche tanto per trovare un assetto giusto. Allegri questo lo sa è noi tutti tifosi siamo convinti che la quadratura del cerchio presto ci sarà.

Tantissimi i tifosi della Spal al seguito. Era facilmente prevedibile visto che sono tornati in serie A dopo 50 anni! Anche la nostra curva nonostante il turno infrasettimanale ha sfoderato una buona prestazione canora. Noi per l'ennesima partita settimanale a Torino, la quarta da inizio stagione, siamo riusciti a portare su ben 7 soci, con l'ottavo (Richy Albanese) che ha dovuto rinunciare all'ultimo per motivi di lavoro pur avendo già acquistato il biglietto. Un grazie a Giuseppe Suriano per aver organizzato l'auto a dimostrazione del fatto che la Juve la si segue sempre in ogni partita non a seconda dell'importanza. Maria e Giorgio hanno come sempre coordinato il tutto, posizionando lo striscione e la pezza per Alberto ed assistendo alla gara dalla sinistra della curva. Solita goliardia con gli amici di sempre del Gruppo Bassa Valle che vedeva presente il grande Freydoz. Adesso è già tempo di ripartire. Pensate un po, si va a San Siro con ben 28 soci che saranno dietro la nostra pezza tutti nel settore al terzo verde. Anche per questa partita grandi numeri e grande attaccamento alla squadra ed al gruppo dimostrato!

ESSERE. NON APPARIRE

JC ANDRIA

 

 
 
VI VOGLIAMO COSI'!
 

La Juventus, in dieci uomini da metà primo tempo riesce nell'impresa di vincere a Udine per 6-2 sfoderando una prestazione rabbiosa, sempre concentrata e soprattutto vogliosa di vincere lottando su ogni pallone. La Juve che conosciamo, la Juve che vogliamo vedere sempre così. Se affrontiamo in questo modo ogni singola partita di questo campionato, ne siamo certi che lo scudetto non ci sfuggirà. Lo sanno le squadre che oggi ci precedono, lo sanno i nostri calciatori, lo sappiamo noi! Nonostante lo svantaggio iniziale, nonostante la colossale svista da cui è maturata l'espulsione di Mandzukic, nonostante il pareggio che l'Udinese aveva raggiunto in superiorità numerica, la Juve non si è mai scomposta, anzi ha macinato gioco, mai sazia ha giocato sino all'ultimo respiro della partita come se stesse sempre cercando il gol della vittoria, anche quando questa era già abbondantemente in cassaforte. Un segnale forte a tutto il campionato, una risposta a noi tifosi che avevamo, giustamente, accolto con critiche, la sconfitta contro la Lazio. Magari alle volte queste partite puoi anche non vincerle, difficile, ma almeno sai di aver dato tutto! Vi vogliamo così ragazzi! Non è stato facile per noi non essere al fianco della squadra per la prima volta dopo tantissimo tempo, ma coerentemente alle nostre idee, al nostro essere, avevamo deciso sin da subito di non andare ad Udine pur di non sottostare al prezzo assurdo del biglietto di ingresso imposto dalla società friulana. In altri stadi, in altre partite magari ci sta pure come capitato in passato, ma per partite del genere non esiste proprio. Del resto non è andando o non andando ad udine che si dimostra qualcosa.... noi la vediamo così. Per questo il “gruppo storico” si è dato appuntamento al Club, soprattutto chi ad Udine ci sarebbe dovuto andare, per assistere alla partita tutti assieme con tanto di pezze esposte in sede (nella foto articolo eccoci a fine primo tempo). Del resto era anche una occasione particolare. Domenica infatti ricorrevano i 14 anni di vita di questo grande CLUB. Abbiamo festeggiato, bevendo dapprima birre per poi alla fine stappare bottiglie di spumante a suggellare una giornata perfetta. Bella la foto nella segreteria del Club tutti intorno al Presidente come anche il suo discorso al termine a ricordare chi ha fondato questo gruppo, chi lo ha sapientemente portato avanti, i vari componenti del direttivo che si sono succeduti, i soci tutti, anche quelli che hanno frequentato questa realtà per un breve periodo. Clima molto “allegro” al club soprattutto per via della presenza in contemporanea del solito gruppo di “teste calde” che quando si presenta al completo......è sempre un gran bel vedere! E' stato come se fossimo comunque andati ad Udine ed è per questo motivo che ribadiamo che i tanti ASSENTI come noi (giustificati) è come se fossero stati PRESENTI!

Le reti della Juventus sono state messe a segno, la prima su clamorosa autorete di un difensore dell'Udinese che ha segnato anche un gran bel gol di testa....poi ci ha pensato Khedira autore di una clamorosa tripletta (si porta il pallone meritatamente a casa) oltre a Rugani e Pjanic! Questa prestazione ci ha fatto ancora una volta di più capire che grandi potenzialità abbia questa squadra, che se solo il Mister in panchina riuscisse a sfruttaarle tutte al meglio diventeremmo nuovamente una armata invincibile. Lui è convinto di riuscirci. Ed allora CREDIAMOCI! Da segnalare le grandissimi prestazioni dei due terminali della nostra squadra, il portiere e l'attaccante. Buffon ed Higuain sono stati autori di una prestazione eccellente. Grandi uomini prima che grandi calciatori. Orgogliosi di loro!

Adesso ci attende la sfida alla Spal nel turno infrasettimanale. Una avversaria che la Juve torna ad affrontare dopo 50 anni. Ci aspettiamo tanti tifosi spallini al seguito. Anche noi dello JC ANDRIA nonostante quest'altra uscita settimanale saremo presenti in ben 8 unità con Giorgio, Maria, Riccardo Albanese (ancora una presenza infrasettimanale per lui) oltre all'auto organizzata da Giuseppe Suriano che condurrà allo Stadium i suoi nipoti. Non per una gara di cartello ma per vedersi JUVENTUS – SPAL. Tanto onore a tutti loro che rappresenteranno il Club li in Sud! Poi ci attenderà un buon esodo verso Milano sabato, dove in 26 unità si partirà da Andria. Tanta roba!  

AUGURI A NOI! DA 14 ANNI SEMPRE IN PRIMA FILA!

JC ANDRIA

 

 
 
DA 14 ANNI SEMPRE IN PRIMA LINEA!
 
22/10/2003  -  22/10/2017 sono passati quattordici lunghi anni da quando quella sera, nello studio di un Notaio andriese fondammo quello che oggi è diventato un GRANDE CLUB, fiore all'occhiello nel panorama del tifo juventino.
Ne abbiamo percorsa tantissima di strada, incontrando anche delle difficoltà (BERGAMO su tutte) che abbiamo sempre superato con la compattezza, con l'unione, con la forza che, solo lo "stare tutti assieme", ti da! 
Abbiamo fatto cose "inimmaginabili", arrivando al seguito della JUVE in ogni dove, in ogni situazione, in ogni momento. Mai a convenienza, ma sempre a MODO NOSTRO e a NOSTRE SPESE. 
Tantissimi i momenti belli di questo Club, le attività, il dinamismo, la mentalità dimostrata, l'orgoglio dell'appartenenza ad un gruppo "invidiato" da chi non ci sopporta! Questa per noi la più grande VITTORIA!   
Continueremo con orgoglio e sempre a TESTA ALTA a fare quanto fatto in questi lunghi 14 anni, cercando di fare sempre del nostro meglio. 
GRAZIE A TUTTI indistintamente, dai fondatori ai veterani, dal direttivo ai soci nuovi anche a chi ne ha fatto parte per un solo periodo di questo CLUB. Ricordate tutti la porta resta sempre aperta.
Un grazie anche ai nostri AMICI vicini e lontani che oggi ancora una volta di più ci hanno dimostrato tutta la loro sincera amicizia. GRAZIE di ESSERCI SEMPRE! 
Peccato non poter festeggiare questo momento dal vivo in quel di UDINE......ma giusto così! Onore sempre a chi come noi segue la JUVE, non per vanto, ne per moda, ma per pura PASSIONE. 
AUGURI A NOI! Siate sempre orgogliosi di appartenere a questo Club. Piu' di un Club!
 

 
 
LA JUVE SOFFRE, MA VINCE!
 

La Juventus batte per 2-1 lo Sporting Lisbona mettendo così la freccia in classifica, nel raggruppamento “D” della Champions, proprio a danno dei portoghesi, balzando al secondo posto con tre punti di vantaggio. Adesso al ritorno, tra meno di due settimane in Portogallo, alla Juve basterà vincere per qualificarsi matematicamente agli ottavi di finale. Ma la partita non è stata assolutamente semplice, anzi abbiamo seriamente rischiato di compromettere il tutto, passando addirittura in svantaggio per una disattenzione in difesa, per poi a fatica ribaltare la partita nel finale con il solito Mario Mandzukic autore di una splendida rete di testa. In mezzo, tante “bestemmie”, tanta confusione nella manovra, poca concretezza e tanti errori da parte dei singoli (allenatore compreso). Per non parlare del regalo che stavamo confezionando proprio allo scadere quando per un “pelo” abbiamo rischiato il pareggio. Di Pjanic la splendida rete su punizione dell’1-1. Bene come ci è andata, abbiamo giocato davvero male confermando di non essere in un buon momento di forma fisica e probabilmente anche mentale. Campanello d’allarme in vista della trasferta a Udine perchè in questo momento dobbiamo davvero temere ogni avversaria. Ed in campionato non possiamo concederci passi falsi se vogliamo restare in scia del Napoli. Non pensiamo per cortesia al passato, alle altre annate, alle similitudini. Noi pensiamo a questa annata è ci “incazziamo” nel vedere la squadra non esprimersi al meglio, visto il potenziale! Noi il nostro lo facciamo sempre, seguendo la squadra in ogni gara e sostenendola dal primo all’ultimo minuto. Poi possiamo anche permetterci di criticarla proprio perchè siamo sempre li al suo fianco. Serve maggior determinazione, concentrazione e voglia di lottare, elementi che in alcuni frangenti sembrano non esserci più. Riprendiamo a correre come sappiamo fare. Peccato ad Udine non esserci per via della protesta del caro-biglietti di cui siamo stati tra i promotori. Ma ci dispiace dover rinunciare ad una trasferta dopo tantissimi anni. La seguiremo come sempre dal Club nella speranza che i ragazzi in campo ci regalino la vittoria.

La trasferta dei nostri soci a Torino contro lo Sporting Lisbona ha visto arrivare su 14 soci, tutti in aereo prenotati a tempo debito. Un grazie all’immancabile Giorgio ma soprattutto a Francesco Brudaglio per essersi messo a disposizione per diverse cose. Hanno atteso che tutti arrivassero allo Stadio nel piazzale della Sud per poi alle 19,15 entrare tutti assieme in Curva, posizionare lo striscione, con Graziana (nuova socia) che teneva la pezza delle RAGAZZE! Bravi tutti. Serata abbastanza tranquilla, chiusasi per fortuna con la vittoria della Juve che ha ripagato dello sforzo i nostri ragazzi arrivati su. Da segnalare la numerossissima e “calda” presenza di tifosi portighesi (avranno pagato???? ahahahahaha) con i gemellati viola assieme. Un abbraccio anche allo storico Corrado che non molla mai! Da segnalare anche il ritorno nella Sud del mitico “IEVONE”, uno dei più grandi gobbi di Andria.

Quasi tutti hanno pernottato dopo la partita su a Torino tranne un paio subito scesi in pullman con altro club.

Nel nostro “covo” invece come sempre si è registrato il pienone di soci che permette di vivere le partite in modo davvero differente e “colorito”.

ANCHE SE IN EUROPA CI FA SOFFRIRE (e non poco….), MAI POTREMO SMETTERE DI AMARLA!     

JC ANDRIA…..PIU’ DI UN CLUB!

 

 

 
 
VITO E ROBERTA SPOSI!
 
Oggi per il nostro Club, per quella che consideriamo una "grande famiglia" come poche in giro, è un giorno di festa. Non perchè la Juventus abbia vinto la sua sfida di Champions, ma perchè festeggiamo il matrimonio di Vito Coratella e Roberta Zagaria due nostri soci, lui da anni componente molto attivo del consiglio direttivo.....conosciuto meglio con altri "nomi d'arte"........che qui non stiamo a riportare....
Siamo felicissimi per loro, ma soprattutto per Vito, persona eccezionale, che abbiamo visto arrivare nel club ragazzino, l'abbiamo visto crescere ed oggi diventare uomo, iniziando il percorso di vita famigliare che presto ne siamo certi porterà i primi frutti del loro grande amore come quello che hanno per la JUVENTUS. 
Bellissimo vederli raggianti e felici uscire dalla Chiesa con tanto di sciarpa del nostro Club al collo. Significato di grande attaccamento al gruppo ed alla Juve se nel giorno più bello lo si condivide con quella che per tutti è come detto una famiglia allargata dove ci si aiuta l'uno con l'altro, dove i problemi di uno sono anche dell'altro. Questo significa lo JUVENTUS CLUB ANDRIA. 
Una delegazione di soci è stata in chiesa, altri saranno in sala, mentre il resto del Direttivo si recherà in serata presso la Sala Ricevimenti per "festeggiarli" a dovere!
A Vito e Roberta ed alle loro famiglie giungano gli auguri di ognuno di noi ed un ideale abbraccio, consapevoli che Vito presto tornerà a girare per lo stivale intero al seguito della nostra grande JUVE!
VI VOGLIAMO UN MONDO DI BENE!
IL VOSTRO CLUB! 
 
 

 
 
DISERTIAMO LA TRASFERTA DI UDINE
 

A malincuore compiendo una scelta difficilissima, abbiamo deciso di rinunciare alla trasferta di UDINE di domenica 22 ottobre, giorno in cui tra l’altro il nostro CLUB compirà 14 anni di vita. Fermarci per noi non sarà semplice ma è una presa di posizione assolutamente giusta. Mai prima di oggi un settore ospiti in Italia era arrivato a costare la “bellezza” di 55 euro! Si avete letto benissimo cinquantacinque euro imposti da Pozzo e l’Udinese per poter assistere ad una normale partita di campionato. Ebbene signori, nel corso di questi lunghi anni abbiamo compiuto sacrifici economici non indifferenti, abbiamo raggiunto le mete più difficili e disparate, ma per un viaggio, seppur costruito sempre in maniera low cost, ci sta spendere alle volte un qualcosa di più per raggiungere la tua passione più grande. Ma tutto ha un limite ed il limite questa volta lo si è superato abbondantemente. Udinese – Juventus non è partita da 55 euro, un settore ospiti, settore tra l’altro definito popolare non può e non deve più raggiungere certe cifre. Ci ribelliamo restando a casa. Per noi ribadiamo, non sarà semplice visto che divieti a parte seguiamo la JUVE ovunque ed in ogni campo da tantissime partite consecutive, da tantissimi anni. No questa volta non potevamo proprio calarci i pantaloni. Se non vogliono più i tifosi organizzati al seguito che ci venga detto in maniera chiara perchè tanto con la tifoseria numerosissima che ci ritroviamo il settore comunque si riempirà ma sarà svuotato dalla passione, dal tifo, dal colore che la gente come noi porta ovunque. Sarebbe stato bello lasciarlo vuoto il settore ma si sa gli occasionali sono sempre disposti a tutto pur di vedere la Juve dal vivo a due passi da casa. Hanno perso una occasione per mostrare compattezza e solidarietà verso la decisione presa dai Club ORGANIZZATI e gruppi ULTRAS. TUTTI RESTEREMO A CASA. LA NOSTRA SFIDA E’ GIA’ STATA VINTA CON QUESTA DECISIONE.

Caro Pozzo, che tu possa avere presto bisogno di utilizzare quei 55 euro che sei riuscito comunque a spillare da ogni tifoso che cmq ci andrà, per l’acquisto di medicine! Glielo auguriamo di cuore.   

Poi la Società Udinese che speriamo possa il prossimo anno affrontare il derby con il Pordenone ci dovrà spiegare come mai i tifosi della Sampdoria, squadra che ci ha preceduto nell’andare all’AUTOSALONE di Udine, hanno pagato appena 20 euro nel settore ospiti. Per chi ci hanno preso? Per gente ricca solo perchè seguiamo una società ricca? VEROGNATEVI, ATTACCATI AI SOLDI. Tanto in questo caso la JUVE è buona perchè fa fare incassi ovunque si giochi. Questa nostra decisione speriamo possa essere di aiuto anche per le prossime tifoserie numerose che andranno li ad Udine affinchè non paghino queste assurde cifre. La Lega dovrebbe intervenire per tutelare quei tifosi che come noi seguono la squadra ovunque mettendo anche degli incentive o un prezzo massimo così come avvenuto nel calcio inglese. Da premettere che i tifosi dell’Udinese allo Stadium hanno pagato al massimo 35 euro.

RIDATECI IL BIGLIETTO POPOLARE, NO AL CARO BIGLIETTI

Un ringraziamento a Salvatore Lomuscio, a Tommy Moscatelli, a Giuseppe D’Azzeo, a Pasquale Di Palma e Maria Scamarcio che erano già prontissimi a partire per UDINE.

Idealmente e a difesa del nostro modo di intendere la CURVA, per la nostra MENTALITA’, NOI SAREMO COMUNQUE PRESENTI come tutti quei tifosi che resteranno purtroppo a casa.

ONORE ALLA GENTE COME NOI! ASSENTI PRESENTI

JC ANDRIA: PASSIONE & MENTALITA’

 

 

 

 
 
SCONFITTA MERITATA!
 

Che la gara contro la sempre più sorprendente Lazio si preannunciasse non facile, ne eravamo convinti sin dalla vigilia, ma che avremmo visto una Juve a tratti apatica, inconcludente, spaesata, senza gioco assolutamente no! Inammissibile. Inutile girare intorno al problema. Questa volta il Mister ha esagerato nei suoi soliti esperimenti di inizio stagione e soprattutto nella scelta di schierare titolari dei giocatori che venivano o da un infortunio o da problemi avuti con le nazionali. Khedira, Mandzukic e Barzagli andavano a nostro avviso tenuti a riposo come Paulo Dybala andava messo titolare. Quando affronti avversari in forma che giocano un calcio veloce devi pensarci bene su come affrontarli. La partita non è stata preparata bene, la scusante della pausa per le nazionali non regge. Per noi questa contro la Lazio è stata una sconfitta meritatissima che si poteva benissimo evitare se si fosse prestata maggiore attenzione e cura dei particolari! Siamo molto arrabbiati ma non con Higuain che sbaglia un gol da non sbagliare, non con Dybala che sbaglia il secondo rigore consecutivo al 95mo che avrebbe evitato per lo meno la sconfitta casalinga arrivata dopo oltre 40 gare, non con Barzagli che commette diverse ingenuità ma ribadiamo con il Mister che spesso pecca di presunzione commettendo sempre gli stessi errori! E’ non venite a raccontarci che Allegri in questo periodo spesso sbaglia, che non bisogna guardare oggi la classifica, che due anni fa abbiamo rimontato molti più punti e molte più squadre. Ogni anno è diverso dall’altro, ogni rimonta può non riuscire e non essere facile come la precedente pertanto questi errori vanno assolutamente evitati. Il mister deve spiegarci da cosa dipendono questi continui black out di cui la squadra soffre spesso e volentieri. Sia chiaro, nulla è compromesso, nulla è impossibile, nulla ci sarà però regalato è quindi da ora in poi dobbiamo tutti assieme pedalare affinchè la scalata al vertice possa nuovamente riuscirci. Dobbiamo tutti quanti ritrovare la voglia di lottare dal Mister in panchina ai calciatori in campo a noi sugli spalti. Lo vogliamo davvero vincere il 7° titolo consecutivo? Si? Ed allora forza e coraggio ad iniziare dalla trasferta di Udine da vincere ad ogni costo in virtù anche dello scontro diretto tra Napoli ed Interchina! Tra 5 massimo 6 giornate capiremo molto di questo campionato, capiremo soprattutto le nostre intenzioni. Eppure la partita contro la Lazio si era messa bene andando in vantaggio con la rete di Douglas Costa, la prima da quando è alla Juventus. Poi sfiorato il 2-0 in un paio di occasioni si è andati al riposo consapevoli delle difficoltà che si stavano incontrando ma fiduciosi che anche questa volta l’avremmo portata a casa. Ed invece il solito black out che colpisce anche l’allenatore in panchina che non riesce a reagire se non predicando calma anche quando si era sull’1-2 (risultato finale). Assurdo! Higuain si divora il possible 2-1, con Dybala che cerca di rimettere in equilibrio la gara ma la traversa gli dice di no per poi fallire clamorosamente il calico di rigore assegnato all’ultimo respiro per fallo su Bernardeschi. In mezzo tanta confusione. Applausi convinti alla Lazio, al suo allenatore Simone Inzaghi che inizia a piacerci sempre più oltre che ai tifosi laziali accorsi in gran numero che hanno applaudito ed ineggiato al nostro Capitano Buffon che gli regala a fine gara la sua maglia. Bella scena che difficilmente si vede sui campi dei nostri campionati. Lo Stadium di giorno ha sempre un fascino particolare, vederlo poi pieno zeppo e ribollente di passione è sempre bello, come se fosse la prima volta. Prima volta per 5 dei nostri 18 soci saliti su a Torino con due auto private ed i restanti con voli aerei. La nostra passione, quella che ognuno dei nostri soci mette per seguire la Juve sempre ed ovunque è da “libro cuore”. Semplicemente impressionanti, perchè farlo di tanto in tanto è semplicissimo, farlo sempre in ogni maledetta partita credeteci è un qualcosa di veramente grandioso. Colpo d’occhio all’inizio della gara con le bandierine bianconere sventolanti. I nostri soci si sono ritrovati raggruppati da Giorgio e Pinuccio Tattolo, alla sua prima stagionale (bentornato caro Pinuccio dopo la scomparsa della sua mamma). Posizionato lo striscione al bocchettone hanno assisitito alla gara all’estrema sinistra della Curva Sud per poi a fine gara tornare a casa seppur delusi dal pessimo risultato ma orgogliosi di aver portato alto come sempre il nome del Club! Grazie a chi ha messo le proprie auto a disposizione per garantire la salita su a Torino. Applausi per voi. Adesso ci attende una nuova trasferta a Torino questa volta per la Champions contro lo Sporting di Lisbona, sfida importantissima per il superamento del turno, sfida da vincere per evitare problemi seri poi andrà riscattata la sconfitta casalinga di campionato oltre che conquistato il secondo posto nel girone oggi occupato proprio dai portoghesi che ricordiamo essere gemellati dei “viola”! Questa volta 14 saranno i soci a raggiungere Torino, tutti in aereo che hanno potuto prenotare con debito anticipo. Tutti ovviamente pernotteranno su sotto la Mole per ripartire all’indomani. Corrado, Francesco Brudaglio e l’onnipresente Giorgio a far da punti di riferimento soprattutto per le new entry!

Per coloro che non saliranno su a Torino vi aspettiamo al Club che andrà gremito come sempre.

TUTTI INSIEME ALLA CONQUISTA DELLA VITTORIA!

JUVENTUS CLUB ANDRIA, PIU’ DI UN CLUB!      

 

 

 

 
 
IL “VAR” FERMA LA JUVE MA NON NOI, ARRIVATI A 450 ISCRITTI!
 

Lo pensavamo dall’inizio di questa stagione che prima o poi questo VAR ci sarebbe riuscito a penalizzarci. E’ siamo soltanto agli inizi! A Bergamo contro l’Atalanta è giunto il primo pareggio della nostra Juve dopo una striscia di sei vittorie consecutive. Pareggio maturato dopo che si era andati addirittura sul 3-1 per noi ma “grazie” all’intervento del Var hanno annullato una rete valida siglata da Mandzukic, per un fallo avvenuto un minuto prima giudicato falloso a centrocampo.  Semplicemente assurdo. Altrove invece il VAR continua a fare il bel tempo in favore sempre delle stesse squadre….mah…..a pensar male spesso ci si “azzecca”….

A Bergamo termina in parità per 2-2 ma noi non facciamo del vittimismo, anzi sappiamo di essere più forti di questo tanto decantato VAR ed è per questo che ci incazziamo con il Mister e con la squadra per non aver saputo gestire il doppio vantaggio che era maturato. Una partita che era pienamente nelle nostre mani ed invece è terminate in festa per gli orobici che ci hanno creduto ed hanno portato a casa un pareggio che giustamente per loro vale oro, festeggiato manco avessero vinto una coppa…..

Di Bernardeschi ed Higuain le nostre due reti con Dybala in giornata no che sbaglia il rigore del possible 3-2 a pochissimo dalla fine. Peccato essersi buttati in questo modo, non tanto per il rigore sbagliato che può accadere, ma per non essere stati in grado di contenere gli attacchi dell’Atalanta che ovviamente si era ricaricata dopo la rete annullata del possible ko. Per carità nulla è compromesso, attenzione, I due punti in classifica di ritardo dal Napoli si possono tranquillamente recuperare, ma torni a casa con la netta sensazione di aver lasciato due punti per strada seppur in un campo da sempre difficile contro un avversaria che vive un periodo magico. Nemmeno i cambi questa volta hanno sortito effetto, anzi hanno peggiorato la manovra apparsa ancora più confusionaria.

Adesso la sosta per le Nazionali dovrà servire soprattutto al Mister per capire come correggere alcune confusioni tattiche che la squadra continua a manifestare e, soprattutto, i cali di tensione che si verificano troppo frequentemente nel corso delle partite. Come mai Mister??? Questo dipende certamente da Lei!

Alla ripresa ci attenderà allo Stadium una Lazio in splendida forma che ci ha già sorpresi questa estate togliendoci la Supercoppa. Pertanto testa bassa e lavorare seppur con la rogna di mezzo dei tanti calciatori impegnati con le rispettive nazionali. Di certo alla ripresa ritroveremo diversi giocatori che sono stati fuori per infortunio in questa prima parte di stagione.

La nostra trasferta a Bergamo è stata “splendida e divertente”. Alle 7,00 in punto  il furgone da nove, della banda dei matti…..(perchè chi raggiunge Bergamo non può che essere considerato un matto) dopo aver fatto colazione in Via Vespucci dall’amico gobbo Riccardo ed incontrato il “simpatico Don Cosimo”……(fossero tutti come lui…..) ha preso l’autostrada direzione BERGHEM. Una trasferta come sempre non per tutti! Già dale prime battue l’aria era abbastanza scherzosa con davanti al furgone il trio Giovanni Sinisi, Salvo Lomuscio e l’immancabile Fabietto! Il buon Sinisi ha guidato per tutto il viaggio di andata è sino a Fano al ritorno. Eroico. Raccolti anche due amici del gruppo di  Giulianova la “banda” era praticamente al completo. Ci ha pensato una bottiglia di Sambuca a rendere l’atmosfera ancora più elettrizzante ed euforica. La sosta pranzo la fanno sull’autostrada del Brennero subito dopo averla imboccata a Modena. Il vino in bottiglia portato da casa non poteva mancare ed è qui che ha inizio lo show di Lomuscio che si siede “da padrone” all’esterno dell’autogrill praticamente nel mezzo della strada. Che ridere con l’applauso fatto partire dall’immancabile Gino Zagaria alias “mi consentite…”. Poi si ripartiva alla volta di Berghem con le menti offuscate……(ahahahahaha) ed i contatti con gli altri gruppi che si intensificavano sempre più. Alle 17,30 arrivano al casello di Bergamo con la Polizia che indica il parcheggio dove lasciare i mezzi. Parcheggiato il furgone nei pressi del Casello, iniziano le “pubbliche relazioni” dei nostri ragazzi con le new entry piacevolmente “attratti” dai modi di fare dei nostri “vecchi da trasferta” oltre che dai loro racconti durante il viaggio. Finalmente si parte per lo stadio a bordo dei bus di linea locali. Man mano che ci si avvicinava allo stadio ti accorgi sempre di quanto gli atalantini tengano al loro territorio. Da sempre una grande tifoseria che quest’anno sta dando spettacolo anche in Europa. Rivalità a parte tanto ONORE A LORO! Giunti allo Stadio si entra dentro per posizionare le pezze al fianco di TRADIZIONE in prima linea sulla vetrata principale. Poi tutti in basso a sostenere la Juve con Fabio che aiuta il lancia cori “fighterino” nel far partire i cori. Si passa dall’entusiasmo alla delusione. A fine gara da segnalare i fuochi d’artificio degli orobici stile Napoli. Ma effettivamente Bergamo è la Napoli del Nord……poi qualche bombone all’esterno a ricordarci che loro erano ancora li….noi scendiamo tutti dalle navette ma niente di che…..si riparte in assoluta tranquillità verso il parcheggio che lasciamo a mezzanotte in punto. Al rientro si tira il furgone per cercare di arrivare in tempo utile per poter correre tutti a lavoro. Un cambio alla guida con unica fermata in zona Fano, poi solo cambio guida  a Vasto per giungere ad Andria alle 08,15 in punto. Un record! Solo dei pazzi come noi, ribadiamo, possono compiere simili imprese. Ancora una volta ONORE A NOI per questa presenza che vale più di ogni cosa. Agli altri lasciamo le “chiacchiere” a noi piacciono i fatti!

Anche al Club domenica sera si è registrata una buona affluenza di soci che ha permesso di raggiungere il tetto delle 450 tessere sottoscritte praticamente già a fine settembre. Un altro bel passo in avanti a dimostrazione dell’affidabilità e dell’organizzazione di questo GRANDE CLUB.

Non sappiamo dove potremo arrivare in questa stagione ma già ci riteniamo soddisfatti per essere riusciti ancora una volta a raggiungere numeri che qualche stagione addietro riuscivamo a raggiungere soltanto a fine tesseramento (dicembre). Che dire di più, continueremo a dare sempre il meglio di NOI stessi per questa splendida realtà chiamata JUVENTUS CLUB ANDRIA. Voi continuate a seguirci e a sostenere il VOSTRO CLUB!

Adesso la pausa per noi di relax, anche se abbiamo da programmare diverse cose ad iniziare dale trasferte del mese di ottobre. Si riparte dalla prossima doppia trasferta a Torino contro LAZIO e SPORTING LISBONA dove già diversi sono I soci prenotati soprattutto per la gara di Champions.

LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI! CONTRO TUTTI E TUTTO ANCHE IL VAR!

OVUNQUE & COMUNQUE! JC ANDRIA

 

 

 
 
UN “EURO PIPITA” STENDE I GRECI
 

La Juventus batte per 2-0 I greci dell’Olympiacos nella seconda giornata del Gruppo D della Champions League, agganciando in classifica i portoghesi dello Sporting Lisbona che ha perso in casa nella sfida contro il Barca. Non è stata assolutamente semplice la partita casalinga contro I greci come del resto, mai lo sono tutte le nostre partite in campo internazionale. Quando sembrava che la sfida fosse oramai destinata a terminare in parità, ecco che GONZALO HIGUAIN entra in scena. Come si suol dire….quando il gioco si fa duro….i duri entrano in gioco proprio nel momento più difficile della sua carriera a Torino. Per carità mai messo in discussione, almeno noi, uno dei più grandi attaccanti che la Juventus abbia mai avuto….ma certa stampa si…..ha cercato di montarne un caso. E’ bastato soltanto vederlo alzare dalla tribuna per andarsi a riscaldare che l’ovazione dello Stadium è sembrata identica a quella di quando una nostra squadra “odiata” va in svantaggio su altri campi…..Appena in campo alla prima palla utile colpisce come un killer in maniera letale. 1-0 con tutta la squadra che è sembrata rinfrancata dalla sua presenza in campo iniziando a macinare gioco ed azioni. Da una sua azione personale nasce anche la seconda rete “fortunosa” di un altro lottatore che corrisponde al nome di Marione Mandzukic. Da segnalare anche la prova perfetta del duo Chiellini-Barzagli autori di una bella prestazione come il giovanissimo Betancour che sembra già una scommessa vinta dalla Società. Adesso con serenità e senza far calcoli andremo ad affrontare la doppia sfida ai portoghesi dove servirà fare almeno 4 punti per evitare di iniziare a dover calcolare cosa fare o cosa no nelle ultime due sfide! Ma ribadiamo il concetto, della Champions in questa stagione non ci preoccuperemo per nulla affatto. Vada come voglia andare! Come sempre i tifosi greci meno rispetto all’ultima apparizione a Torino, hanno fornito una bella dimostrazione di compattezza ricordandoci l’ambiente che troveremo poi ad Atene. Anche la nostra curva ha fornito un altra bella prestazione, grazie ai tamburi il nostro tifo ne sta risentendo in maniera positiva. Avanti così! L’ennesima presenza dal vivo del nostro Club nonostante la terza partita consecutiva in casa a Torino è stata fatta non senza problemi. Ma alla fine come sempre siamo riusciti ad esserci continuando la nostra striscia che ci vede da anni oramai non saltare più una partita ufficiale della nostra JUVE alla “faccia” dei tanti occasionali che di tanto in tanto spuntano fuori! Un grazie a Donna Maria, oramai preziosa per noi, come a Nicola Liso, Gianni Greco e Fabio Fiandanese giusto per citare alcuni dei soci presenti mercoled’ sera tra I più storici. In tutto dieci a raggiungere Torino, chi in aereo chi con il bus della Marino è questo merita una menzione d’onore perchè partire alle 21 di martedì sera per far rientro alle 19,00 di giovedì sera non è cosa da tutti. Un plauso a Nicola! Si ritrovano come sempre nel piazzale della Sud verso le 19,00 per far subito ingresso per posizionare lo striscione. Poi alla destra dello stesso guardano la partita venendo ricompensati del sacrificio dal grande PIPITA. Chi con la Marino pernotta (si fa per dire….) in un b&b in zona Vittorio Emanuele per poi alle 5,00 del mattino partire in autobus! Onorati per quanto fatto è per aver portato il nostro ALBERTO anche questa volta a Torino. Il tour continua e domenica ci vedrà presenti anche a BERGAMO, trasferta da sempre “tosta”, da sempre “adrenalinica”, da sempre “da non saltare”….da sempre “presenti”, al cospetto di una delle più belle tifoserie d’Italia nonostante la rivalità. All’alba suonerà la sveglia per I nostri che si metteranno in viaggio guidando per ore e ore per raggiungere la nostra più grande passione.

Al Club mercoledì sera altra grande affluenza (più del Barcellona), altre tessere sottoscritte, solita goliardia, nonostante la Juve in Europa combini spesso guai, ma noi di LEI non ci stancheremo MAI! Siamo davvero unici per quello che facciamo, per la passione che ci mettiamo in maniera instancabile! Noi a differenza di altri viviamo la nostra passione sette giorni su sette, indipendentemente dai risultati, mai a convenienza. Uno stile di vita oramai a differenza di chi invece dice di essere tifoso di quella o quell’altra squadra ma puntualmente sta a pensare alla Juventus o a quello che facciamo NOI, evidentemente perchè molto turbati  dalla NOSTRA esistenza. Di questo ne andiamo orgogliosi perchè noi non vi si CAGA per niente.

Dopo Bergamo la meritata sosta che ci farà un attimo rifiatare dopo questo primo mese e mezzo di stagione.     

AVANTI JUVENTUS! AVANTI NOI! JC ANDRIA SEMPRE AL TUO FIANCO!

 

P.S. Un abbraccio immenso al Presidente Agnelli a cui diciamo VAI AVANTI senza se e senza MA! Hanno voluto colpirti perchè sei l’arma vincente di questa JUVE. Non si rendono conto che sarà altra benzina per tutto il nostro ambiente.

AVANTI ANDREA! JOFC ANDRIA

 

 
 
TORINO E’ BIANCONERA! GODURIAAAAAAA
 

Il Derby, da sempre, per tifosi veri come noi, resta la partita delle partite, soprattutto quando si gioca nel teatro dei nostri gloriosi trionfi…..il vecchio caro COMUNALE…..che oggi dicono essere la loro casa…..mahhhh!

A noi non interessa, come tanti occasionali che viaggiano solo verso Torino…..o numerosi solo nella classiche partite “di cartello”…(????) contro Inter, Milan o Barcellona….Real….Bayern.

Noi è nel derby che dobbiamo dimostrare tutta la nostra mentalità di veri tifosi gobbi, quella mentalità che da sempe “inculchiamo” di anno in anno nei nuovi soci che si avvicinano al nostro Club, al nostro mondo, un mondo a parte difficile da spiegare a molti.

Essere nostri soci, significa sposare in pieno la nostra mentalità, quella che domenica ci porterà ad esserci come sempre a Bergamo! Aver portato su a Torino ben 26 soci al derby tra chi salito in auto, chi in aereo, oltre al gruppo salito in bus, assieme ad altri club pugliesi, rappresenta per noi un motive di grande orgoglio!

Chi in Nord, chi in Ovest, chi in Est, chi in Family con il grosso del gruppo ovviamente in Sud primo anello! Non ci facciamo mancare mai niente. Sognavamo un derby così, come quello che la Juve ci ha regalato. Una sonora lezione ai granata, che ancora una volta sognavano di fare il colpo allo Stadium, ma ancora una volta escono con le ossa rotte. Questa volta dovrebbero anche ringraziarci che non li abbiamo purgati al minuto finale del recupero, ma bastonati per tutta la partita. Hanno avuto, come il loro miserabile allenatore, il coraggio di attaccarsi all’espulsione per un fallaccio degno dei migliori “karate”. Magari in 11 ne prendevano otto di reti. Santificassero piuttosto il loro portiere che gli ha evitato una figura senza precedenti. In sostanza gli abbiamo presi a “pallonate”! 4-0 il risultato finale di una partita forse la migliore dell’ultimo anno e mezzo/due, di campionato. E’ sembrata la Juventus dei primi due anni nelle partite casalinghe in uno stadio trasformatosi in una bolgia grazie anche ai tamburi oltre ai megafoni che adesso facilitano di più l’intero tifo della Sud. Dybala, Pjanic, Alex Sandro ed ancora la Joja hanno matato il Toro. Mattatore assoluto Paulo Dybala che quest’anno sembra proprio non volersi più fermare, già dieci le reti in campionato, dodici quelle stagionali in appena 8 gare ufficiali! Una media pazzesca. Ancora il centrocampo sugli scudi, con Pjanic e Matuidi tra i migliori in campo.  La Juve ottiene così la sesta vittoria consecutive restando a punteggio pieno assieme con il Napoli che vince a stento in quel di Ferrara. Adesso ci attende la gara di Champions contro l’Olympiacos da vincere assolutamente ma da vivere come stiamo ribadendo noi in questa stagione, in maniera del tutto tranquilla. L’obiettivo primario resta il campionato dove domenica ci attenderà una sfida difficilissima in quell di Bergamo contro la banda Gasperini! Vincere li sarebbe il massimo in quanto ci consentirebbe di arrivare alla sosta ancora a punteggio pieno, un obiettivo che ci eravamo prefissi subito dopo il sorteggio dei calendari. La trasferta dei nostri a Torino, come anticipato in apertura, ha visto una parte raggiungere lo Stadium in bus con altri club pugliesi. Viaggio come sempre lungo ed estenuante, ma quando giungi sotto la “nostra casa” li tutta la stanchezza vola via. Da subito il gruppo ha raggiunto il mega store per procedere ad acquisti “commissionati” da altri soci. Nunzio Moretti ha fatto il consueto show diventando subito il “capo banda”. Già in pullman la sua allegria come sempre è stata contagiosa, simulando allo schermo, di essere l’arbitro del Var……che ridere. Poi all’ora di pranzo solita mangiata tutti assieme alla solita nostra trattoria….Alle 18,45 belli carichi, tutti, anche chi nel frattempo aveva raggiunto Torino con auto e aerei, si ritrovavano nel piazzale della Sud. Nicola Pisani radunava I soci per poi dirigersi dentro dove sistemavano striscione e pezza per Alberto! Li dietro come sempre hanno fatto gruppo con Riccardo Albanese il nostro “body guard” ad animare la zona per la coreografia (come da foto articolo scattata dal nostro Roberto, autore anche dello splendido video che sta spopolando tra i nostri soci). Finiva il derby con lo Stadium in delirio che chiedeva al Toro di farci un gol…..

Poi tutti fuori con i saluti agli amici del Gruppo Tradizione è la terribile notizia che ci arrivava, della morte per un malore nel secondo anello della Sud, di un esponente del Gruppo Drughi che era sempre li presente, Marco Prati. Morte assurda, morire li dove uno ha speso una vita, sui gradoni della curva. Incredibile. Restiamo increduli è ci spiace davvero tanto. Siamo vicini alla sua famiglia e a tutto il Gruppo Drughi per la perdita di un fratello gobbo! Buon viaggio Marco!

Chi salito in bus ripartiva, chi in aereo pernottava su Torino. Arrivo ad Andria intorno alle 11 di domenica mattina per i dieci del Pullman! Adesso ci attende la trasferta di Champions contro l’Olympiacos, nuovamente a Torino, la terza volta in sette giorni. Ben 10 i soci che rappresenteranno il Club su, non poco per un altra trasferta in settimana soprattutto se considerato che è contro l’avversaria teoricamente con meno appeal del girone. Esserci è l’unica cosa che conta. Noi come sempre ci saremo. Grazie a chi lo farà!

JUVENTUS CLUB ANDRIA, SEMPRE PIU’ FATTI, SEMPRE MENO PAROLE!  

Visitate come sempre la gallery qui sul sito, dove troverete la foto story di ogni nostra trasferta!    

 

 
 
CI PENSA SUPERMARIO! NOI A 400 TESSERE!
 

Vola la Juve, volo il tesseramento al Club. Nella serata in cui la Juventus batte per 1-0 la Fiorentina grazie ad una rete del solito Marione Mandzukic, al Club registriamo il raggiungimento del traguardo delle 400 tessere sottoscritte, grandioso risultato se pensiamo che non siamo nemmeno a fine settembre! Contro i Viola la Juve doveva solo pensare a vincere. Il bel gioco ed altri aspetti in questo periodo e soprattutto contro rivali come i Viola passano in secondo piano. Abbiamo vinto, infilando la quinta vittoria consecutiva su cinque giornate di campionato. Testa della classifica adesso in condominio soltanto con il Napoli che ha fatto un colpaccio importante in quel di Roma contro la Lazio. Juve e Napoli come da pronostici alla vigilia sembrerebbe che saranno loro a contendersi lo scudetto sino al termine come nelle ultime stagioni, ma questa volta, alle spalle, le avversarie non staranno di certo a guardare, dunque ci attende una stagione dove ogni passo falso potrebbe essere letale. Contro i Viola la partita non è stata semplice a causa di quell'allenatore di nome Pioli che non gioca a calcio ma pratica un anti-calcio sperando ogni volta di riuscire a strappare un misero punticino, trovandosi puntualmente castigato. Ci ha pensato il solito Marione Mandzukic a stendere al tappeto i viola, in pratica quando il gioco si fa duro....i duri entrano in gioco. Da segnalare l'ottima prova di Cuadrado, Matuidi ed il sorprendente giovane Betancour sempre più rivelazione di questo avvio di stagione, sempre più personalità. Ottimo! Insomma questa Juve dimostra di avere ancora abbondanti margini di miglioramento, considerando che dobbiamo inserire ancora gran parte dei nuovi acquisti, quindi fiducia piena al gruppo, Higuain compreso che ha solo bisogno di tornare al Gol. Un attaccante così, che appena si muove porta dietro di se tre/quattro avversari, lo vorrebbero tutti li davanti. Bellissima la coreografia in ricordo delle 39 vittime dell'Heysel sbattuta in faccia ai “porci” viola....che non perdono mai l'occasione di offendere la loro memoria! Vigliacchi! Finalmente nella Sud sono tornati i megafoni ed i tamburi. Era ora, adesso tutto il tifo ne risentirà in positivo soprattutto in questo stadio che con il rullo dei tamburi dovrà essere un catino infernale! Nemmeno il tempo di rifiatare che già si torna in campo per il derby della Mole non una partita come tutte le altre, ma la PARTITA! Anche questa da VINCERE senza se senza ma, anche al 94mo......

Contro i viola in settimana abbiamo compiuto l'ennesimo sacrificio perchè non è semplice programmare ed organizzare viaggi al ritmo di ogni tre giorni. Un grazie a Giorgio, Maria (il ritorno delle “ragazze andriesi”), Fabio, Mirko, il grande Riccardo “Ievone”(bentornato ad uno dei più grandi gobbi andriesi), Roby ed il nuovo acquisto Riccardo Albanese! Arrivati in diversi modi con Albanese in Camion (per lavoro)........si sono ritrovati tutti nel piazzale della Sud per poi entrare alle 19,30 dentro sistemandosi al solito bocchettone che hanno ben animato, soprattutto nel momento della coreografia con le bandierine tricolori, come dalla bella foto dell'articolo! Insomma una “sparuta” presenza ma molto evidente. Davvero complimenti. Hanno dimostrato un grande attaccamento al Club. L'orgoglio dell'appartenenza, quello che inculchiamo a tutti! Finita la gara ognuno ha preso la strada del rientro, chi pernottando su a Torino, chi recandosi su Milano per poi prendere volo a prima ora di giovedì. Insomma un altra importante presenza!

Adesso il derby tra chi partirà in Pullman e chi invece raggiungerà Torino con gli aerei....cancellazioni permettendo....(occhio alla Ryan)!

SEMPRE PIU' FOLLEMENTE INNAMORATI DI QUESTI COLORI!     

JC ANDRIA

 

 
 
ARQUATA NEL CUORE!
 

I nostri soci, capitanati dal Presidente Francesco Nicolamarino, di rientro dalla trasferta di Reggio Emilia, domenica sera, hanno pernottato in quel di Ascoli Piceno per poi all'indomani recarsi ad  Arquata del Tronto, nelle Marche, per concretizzare l’iniziativa benefica in favore delle popolazioni colpite dal terremoto dello scorso anno, che il nostro Club, aveva lanciato nel periodo natalizio con una iniziativa denominata AIUTIAMO A RIPARTIRE!

Man mano che il furgone si arrampicava sulla “Salaria” per raggiungere il Comune di Arquata sempre più evidenti erano i segni della devastazione dei due terribili terremoti che hanno purtroppo scosso l'Italia Centrale nello scorso anno. Clima quasi surreale con il silenzio che regnava tra i nostri soci.

Giunti puntualissimi alle 10,00 dinnanzi all’istituto comprensivo “Del Tronto e Valfluvione”, della località marchigiana, evidente era il simbolo sul cancello della Fondazione Specchio dei Tempi de “La Stampa” di Torino, che ha interamente contribuito alla ricostruzione della Scuola avvenuta sullo stesso suolo dove sorgeva il vecchio edificio scolastico. In soli 100 giorni è stata messa su una struttura all'avanguardia.

Ad accogliere la nostra delegazione c'erano il  Sindaco di Arquata Aleandro Petrucci e dell'intera Giunta, oltre al Vice Preside dell'Istituto il Prof. Mauro Sabatini.

E' stata fatta visitare l'intera Scuola che ospita sia l'infanzia, che la scuola primaria e secondaria. Il Sindaco di Arquata così come il Vice Preside entrambi fortemente juventini, che coincidenza....hanno poi ringraziato tutto il nostro Club per questa lodevole iniziativa che li ha piacevolmente sorpresi. Bella la consegna delle sciarpe ai bimbi che si professavano juventini in un territorio fortemente laziale e romanista. Ma in questa occasione il calcio contava davvero poco, oltre i colori si è voluto dare un sostegno alle famiglie di questa popolazione. Bello lo scambio di battuta con un bimbo tifosissimo della Lazio.....”io so de a Lazio......è vammo sbattuto la Supercoppa en faccia....” 

I racconti degli operatori scolastici, delle insegnanti di quella terribile notte hanno lasciato i nostri rappresentanti molto scossi.

Oltre al materiale didattico consegnato si è provveduto a dotare la scuola di uno strumentario musicale che consentirà ai piccoli allievi della scuola di Arquata di poter svolgere serenamente sia l’attività didattica oltre che organizzare una piccola banda musicale con il metodo Orff fortemente voluta proprio dal Prof. Sabatini.

Nella foto articolo la consegna della targa da parte del nostro Presidente al Sindaco Petrucci di Arquata.

Verso le 11,00 dopo una foto di gruppo la nostra delegazione lascia la scuola ed Arquata per far rientro ad Andria, dove giungono verso le 15,30 con il cuore pieno di gioia ed orgoglio per essere riusciti ad organizzare una splendida iniziativa che vale più di ogni altra cosa. Ci siamo superati ancora una volta.

Grazie a tutti.

SEMPRE PIU' FATTI. SEMPRE MENO PAROLE!

Nella Gallery troverete un ampio reportage fotografico della cerimonia di consegna del materiale donato alla Scuola.

 

 

 
 
LA JUVE VOLA CON “TRYBALA”
 

Dopo la tripletta di Genova ecco che giunge subito un altra tripletta per il gioiello della Juve, Paulo Dybala, da oggi per noi....TRYBALA! Da quando l'argentino indossa la maglia n. 10 è riuscito a mettere dentro la palla per ben 10 volte in 6 partite. Numeri incredibili che lasciano presagire ad una stagione fantastica, la stagione della definitiva consacrazione! Il Sassuolo è stato steso per 3-1 con tre gol capolavoro del fantasista bianconero. Mai in discussione il risultato anche se un errore di Lichsteiner aveva per un attimo riaperto la partita. La Juve vola a 12 punti restando in vetta alla classifica con Inter e Napoli che non mollano. Campionato che come da previsioni si sta rivelando molto più equilibrato, dove la differenza la farà probabilmente lo scontro diretto o anche queste prime giornate dove quasi nessuno vuol sbagliare. Adesso ci attende un doppio turno casalingo molto impegnativo contro Fiorentina e Torino. Uscirne con 6 punti significherebbe mantenere la vetta della classifica è lanciare l'ennesimo segnale al campionato che anche quest'anno tutte le squadre dovranno fare i conti con noi. La trasferta di Reggio Emilia è stata come sempre tranquillissima in un ambiente dove ti sembra ogni volta di giocare in casa, sia per  la marea di tifosi juventini al seguito, sia per la tranquillità dei tifosi di “casa”....(una parola grossa...). Noi dello Juventus Club Andria ci siamo presentati in 7 con un furgone, tanta roba se si considera che come sempre dal Sud Italia siamo quasi sempre gli unici a muoverci in ogni partita e se rapportata alla scarsa importanza della trasferta, fa si che questa presenza assuma ancor più valore! Partiti alle 3,00 in punto da Andria, nella notte tra sabato e domenica, dopo colazione all'Open Light Caffè, i nostri con alla guida Fabio hanno “pedalato” quasi sino ad Ancona, dove il Presidente ha ordinato la sosta. Poi alla guida è balzato Tommy con cui si è raggiunta Bologna. Poi nuovamente Fabio che conduce il gruppo sotto il Mapei Stadium alle 10,45. Parcheggiato il mezzo hanno atteso l'arrivo degli amici di Tradizione per poi entrare nell'impianto verso le 11,30. Si sono posizionati come sempre in prima linea in basso a sinistra della Curva con la pezza tra il Gruppo Marche e i NAB. Buon tifo, buona giornata a parte qualche goccia caduta ad inizio ripresa. Solita goliardia in curva con le solite facce presenti tra le quali noi! Terminata la partita i nostri si sono dapprima rifocillati con qualche trancio di pizza acquistato nei pressi del Centro Commerciale limitrofo allo stadio, qualche birretta per poi ripartire verso una tappa importante: ARQUATA DEL TRONTO dove il nostro Club ha scritto un altra importante pagina della sua storia. Aver donato all'Istituto Comprensivo di Arquata del Tronto degli strumenti musicali oltre ad altro materiale didattico, frutto della raccolta fondi della nostra lotteria natalizia, ha riempito il nostro cuore di immenso orgoglio. Ancora una volta ci siamo superati. Come sempre! Noi continuiamo a fare i “FATTI” altri continuano a fare solo “chiacchiere” come si suol dire....”tanto fumo...poco arrosto”. La cerimonia è avvenuta al lunedì mattina con il Sindaco di Arquata ed il Vice Preside dell'Istituto ad accogliere la nostra delegazione. Alla sera i ragazzi di rientro appunto da Reggio, hanno pernottato ad Ascoli Piceno dove sono giunti verso le 20,00. Della bellissima esperienza vissuta ad Arquata del Tronto vi racconteremo in articolo a parte.

Domani si parte nuovamente per Torino dove nonostante il turno infrasettimanale ben 7 (come a Reggio) saranno i soci presenti, di cui uno arriverà in camion.....Non ci facciamo mancare mai niente!

JUVENTUS CLUB ANDRIA: PASSIONE & MENTALITA'

 

 
 
IL NOSTRO AIUTO AD ARQUATA DEL TRONTO
 
A dicembre scorso al posto della nostra tradizionale festa natalizia avevamo deciso di realizzare una iniziativa a scopo benefico a sostegno dei bambini delle popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto. Avremmo potuto donare come molti fanno i soldi raccolti....per poi non sapere quasi mai a cosa vengano destinati. Da subito aavevamo deciso di individuare una scuola a cui destinare i proventi della raccoltaper l'acquisto di materiale didattico affinchè lo stesso non gravasse sulle famiglie già fortemente provate economicamente.
Adesso finalmente possiamo annunciare che l'iniziativa si è concretizzata elogiando l'intera comunità associativa che è stata in grado con grandi capacità di realizzare quanto ci eravamo prefissi.
La cerimonia di consegna del materiale acquistato avrà luogo Lunedì 18 settembre alle ore 10:00 ad Arquata del Tronto dove, una nostra delegazione, di ritorno da Reggio Emilia per la gara con il Sassuolo, provvederà a consegnare, a nome di tutti, alla comunità scolastica del piccolo centro marchigiano il seguente materiale didattico:

n. 20 vocabolari della lingua italiana
n. 20 dizionari italiano-inglese
n. 10 flauti
n. 10 diamoniche
n. 1 set composto da 28 strumenti musicali didattici metodo ORFF
n. 1 rilegatrice a spirale
n. 2 risme di cartoncini
n. 2 confezioni di fogli di acetato
n. 2 confezioni di spirali per fascicoli.

Tutto questo materiale, acquistato grazie alla generosità di ognuno di noi, servirà alla crescita culturale dei piccoli bimbi colpiti dal terremoto, consapevoli come siamo che solo la crescita culturale è in grado di garantire un progresso sociale ed una rinascita economica.
Si provvederà inoltre alla consegna di una targa al Sindaco (foto articolo) per il coraggio e l'abnegazione dimostrate in questa grande calamità.
Ci sembrava doveroso dare a tutti il dovuto conto di quello che noi, tutti insieme uomini e donne dello JUVENTUS OFFICIAL FAN CLUB DI ANDRIA siamo in grado di fare.
Grazie a tutti. Seguirà ampio reportage della cerimonia di consegna oltre che rendicontazione del tutto nell'assemblea dei soci.

IL PRESIDENTE
 

 
 
ANCORA BLACK OUT COME A CARDIFF
 

Così come era terminata la Champions nella finale della scorsa stagione, così è ripresa in questa nuova edizione. Buonissimo primo tempo dove la quasi supremazia non produce nulla di buono, per poi nella ripresa crollare. Era accaduto a Cardiff con quattro reti al passivo è accaduto anche a Barcellona nella prima gara del Gruppo D dove le reti al passivo sono state tre.

Cosa accada alla Juventus sarebbe roba da psico-analisi. Assurdo giocare bene, fare un ottimo approccio alla gara per poi incredibilmente squagliarsi alla prima difficoltà. Purtroppo la sfiga continua anche a metterci del suo perché subire la rete dello svantaggio praticamente allo scadere del primo tempo, ovviamente contribuisce a tagliarti le gambe. Quello che è accaduto alla nostra Juve che nella ripresa è sembrata la stessa vista a Cardiff nel secondo tempo. Certamente i dubbi, gli interrogativi sono da girare tutti al nostro Mister che dovrebbe essere in grado di comprendere cosa realmente accada a livello di testa e gambe ai nostri calciatori. Una metamorfosi inspiegabile. Non può essere solo forza dell'avversario, noi crediamo piuttosto che sia un modo di preparare questo genere di gare, un problema di modulo troppo poco “spregiudicato”. In Europa se vogliamo davvero vincere bisogna osare. Se non osi non vinci! Nulla ovviamente viene compromesso dopo questa prima partita, ci mancherebbe, ma ora ci sarà da pedalare per passare il turno. Lo Sporting come i greci dell'Olympiacos non regaleranno nulla. Peccato perchè eravamo convinti di poter far risultato nuovamente al Camp Nou come già accaduto lo scorso aprile. Bene, abbiamo concesso la rivincita agli spagnoli, ma ci aspettavamo di più. Non può essere una scusante le diverse assenze che si registravano. Avevano fatto scalpore gli esordi in Champions di De Sciglio e Betancour ma sembrava che Mister Allegri stesse avendo ragione.......poi l'infortunio del primo e la sconfitta rimediata, hanno fatto si che queste scelte passassero in secondo piano. 3-0 il risultato finale con il solito Leo Messi sugli scudi autore di una doppietta, le sue prime reti inflitte a Gigi Buffon. Nell'altra gara del girone da registrare il “colpaccio” dello Sporting Lisbona ad Atene. Adesso servirà vincere le prossime due consecutive partite casalinghe contro i greci ed i portoghesi per poi giocarcela a Lisbona. Peccato per le diverse occasioni avute da Higuain e Dybala che sono sembrati sotto tono, non aiutati probabilmente dal modulo. La palla passa ad Allegri che deve secondo noi ancora “rimettere” a posto le sue idee dal dopo Cardiff. Sappiamo che inizi di stagione di Allegri non sono mai dei migliori, pertanto confidiamo nuovamente in questo dato statistico.

AVANTI JUVE! AVANTI NOI!  

La trasferta in terra catalana è capitata nel momento sbagliato, ovvero troppo presto. Si sarebbe preferito giocare la prima in casa per avere più tempo per organizzarla ed invece in fretta e furia abbiamo dovuto programmarla, mai semplice per qualsiasi trasferta all'estero che ti cade subito dopo le ferie estive. Mai semplice trovare gente disposta a partire. Ed invece noi nonostante tutto siamo riusciti a trovare ben 10 soci pronti a farlo. Strada facendo ne abbiamo persi due, Giorgio per impegni personali, Salvatore per la scomparsa di sua suocera (lo abbracciamo con tutto il bene che gli vogliamo). Gli otto rimasti si organizzano partendo in 5 dall'Aeroporto di Napoli ed in tre volando via Londra.....che giri immensi come sempre. Grandiosi Gianni Caporale, Tonio Piccolo ed Adriano Ieva a fare da referenti “veterani” in questa seconda trasferta a Barcellona nella storia del nostro Club. Due volte, entrambe nell'anno 2017! Se ad aprile eravamo in tantissimi oltre trenta soci, adesso ci siamo ben difesi presentandoci comunque in otto, alla faccia del terrorismo, alla faccia dell'Isis, alla faccia del maltempo, dei diversi voli cancellati per via dello sciopero dei controllori di volo francesi. Insomma come sempre siamo riusciti ad arrivare dove dovevamo arrivare. Giunti a metà mattinata i nostri ragazzi hanno da subito preso possesso delle camere per poi avviarsi in centro per “cerveza e paella” un classico. Poi alle 17 erano già tutti sotto il Camp Nou. Questa volta al seguito della Juve si sono ritrovati un quarto dei tifosi presenti ad Aprile, molti rimasti a terra all'ultimo a causa dei numerosi voli cancellati dalla Ryan. Spiace per gli amici di Tradizione, Massa, NCS. Ritirati i preziosi tagliandi alle 18,30 erano già in coda per entrare, non prima di essersi lasciati ritrarre con la pezza di Alberto sotto l'ingresso principale dello stadio catalano. Alle 19,10 erano già nel settore dopo aver litigato con la polizia spagnola che riteneva di non adeguate proporzioni la nostra pezza.....assurdo....dopo che la portiamo ovunque. E' dovuta intervenire la DIGOS italiana che ha ovviamente provveduto a rassicurare i ragazzi, Gianni in primis, per poi dialogare con la polizia spagnola. Tutto ovviamente risolto, la pezza fa bella mostra di se in prima linea nel settore alla estrema destra vicino i ragazzi del Gruppo Roma – Daje Rega. Alla fine escono delusi dallo stadio ma orgogliosi di aver rappresentato dietro la pezza il nostro Club. Ripartono all'indomani chi al mattino, chi alla sera dopo aver girato Barcellona in biciclette a noleggio. LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI! GRANDI I RAGAZZI PRESENTI A BARCELLONA.

Al Club solito pienone da Champions. Noi viviamo di emozioni positive e/o negative tutte nostre, VOI altri vivete di emozioni non vostre! SEMPRE PIU' RIDICOLI!

NON VI SI CAGA PROPRIO!

E' già tempo di ripartire. Domenica con un furgone saremo presenti a REGGIO EMILIA per la gara dell'ora di pranzo contro il Sassuolo. Ancora una volta dimostriamo di che pasta siamo fatti. Che si chiami Sassuolo o Barcellona per noi non c'è differenza. Sempre presenti. La delegazione che salirà a Reggio si fermerà poi al rientro ad ARQUATA DEL TRONTO per la consegna del materiale didattico acquistato grazie ai fondi raccolti nell'iniziativa benefica realizzata lo scorso NATALE.

SEMPRE PIU' FATTI. SEMPRE MENO PAROLE! Le chiacchiere le lasciamo ad altri.

 

OLTRE I COLORI!

N.B. Salutiamo, ma lo abbiamo già fatto personalmente, la Famiglia Scamarcio per l'improvvisa scomparsa del grande RICCARDO, colui il quale ha dato il via al “tifo organizzato” ad Andria. Da lassù continua a sostenere i tuoi colori! Onore a te ora e sempre.

Abbracciamo idealmente anche la popolazione livornese per l'assurda alluvione di cui è stata vittima. Ancora una volta questa nazione piange vittime innocenti dell'incuria e colpa della società in cui viviamo.

 

JUVENTUS OFFICIAL FAN CLUB ANDRIA

 

 
 
TRE SU TRE. QUASI A 350 TESSERE SOTTOSCRITTE
 

La Juventus batte per 3-0 il Chievo Verona confermandosi in testa alla classifica seppur in condominio con Napoli e Inter, le due squadre che crediamo si contenderanno i primi tre posti in classifica di questo campionato. Contro I clivensi contava soltanto vincere alla vigilia della difficile trasferta al Camp Nou in Champions. Così è stato con un avversario che ha spesso messo in difficoltà la Juve soprattutto nel finale di primo tempo e ad inizio ripresa. Poi entrato Dybala si è accesa la luce, con l’argentino che ha subito spaccato la partita. Un autorete nel primo tempo e Higuain e Dybala nella ripresa questi i marcatori dell’incontro con la rete della Joya un autentico capolavoro che solo un campione è in grado di realizzare. Ha ben impressionato il secondo portiere Szczesny oltre a Benatia e Pjanic autore di una grande gara. Da ricordare questa partita per Lichsteiner che per la primissima volta in sette anni ha indossato la fascia da capitano stra meritata per l’attaccamento alla maglia dimostrato, nonostante la mancata convocazione nelle liste Champions da parte del Mister che francamente non abbiamo assolutamente compreso. Insomma ampio turn over in vista dell’esordio stagionale in Champions è che esordio…..

Riprende per noi la maledetta competizione della Champions League che in questa stagione ci vedrà molto distaccati dalla stessa o meglio la vivremo senza ansie, senza illusioni, senza programmi, senza niente di niente…..la vivremo punto e basta rispetto a chi da anni non la vive oramai più anzi la vive grazie a noi visto che non si perdono una gara…….RIDICOLI! Resterà comunque l’emozione di scendere in campo in questo torneo, l’emozione di seguire la Juve in ogni angolo del Vecchio Continente……poi quel che verrà…..verrà!

Si inizia da Barcellona dove solo lo scorso aprile siamo già stati presenti in uno stadio si affascinante per la sua storia, ma molto vecchio ed inadeguato rispetto ai moderni impianti. Saremo ovviamente presenti seppur in numero molto più inferiore a quello dell’aprile scorso. Dovevamo essere in 10, ma Giorgio e Salvatore sono venuti meno per problemi personali. Dunque saranno in 8 a partire con Adriano, Gianni e Tonio a far da “veterani”. L’importante come sempre sarà esserci. Così come ci siamo stati sabato pomeriggio a Torino sotto la pioggia. Un grazie immenso a Sabino Miccoli, Vincenzo Giannelli e Giorgio che hanno raggiunto con figli al seguito lo Stadium in auto. Alle 16,30 erano già fuori nel piazzale della Sud. Poi alle 17,00 hanno fatto ingresso, sistemando come sempre lo striscione e la pezza per Alberto. Buono il tifo della Sud in questa partita. Terminato l’incontro l’auto di Giannelli è subito ripartita verso casa, mentre l’auto di Miccoli ha pernottato su a Torino per far rientro con comodo alla domenica. Sacrifici su sacrifici quelli che facciamo di partita in partita pur di esserci sempre. SEMPLICEMENTE GRANDI

Al Club dopo le prime partite “cadute” in un periodo ancora di vacanze, sabato si è rivista una buona affluenza di soci, tant’è che il tesseramento veleggia oramai verso le 350 tessere sottoscritte un altro grande risultato che conferma la grandiosità del nostro gruppo dirigente.

Ricordiamo a tutti che per poter aver accesso al Club in occasione della partita Barcellona – JUVENTUS bisognerà essere in regola con il tesseramento alla nuova stagione. Pertanto le tessere dello scorso campionato non sono più valide.

JC ANDRIA: PASSIONE ALLO STATO PURO! 

VIENI ANCHE TU TRA NOI!

 

 

 
 
ALLO JOFC BARLETTA L'ULTIMA EDIZIONE DEL MEMORIAL LOMUSCIO
 

Dieci anni di Memorial Lorenzo Lomuscio, dieci anni in cui abbiamo fatto grandissime cose per ricordare ed onorare al meglio il nome di LORENZO che adesso resterà PER SEMPRE scolpito nelle memorie di tutti! Siamo davvero orgogliosi del percorso realizzato in questi lunghi dieci anni. Un evento, una manifestazione che di anno in anno ci ha visto dare il meglio di noi stessi ospitando tantissimi amici arrivati da ogni dove in segno di amicizia e fratellanza. Quanto fatto, ci ha riempito di orgoglio perchè abbiamo saputo rispecchiare al meglio l'ideale dell'amico Lorenzo che contribuì alla nascita di questo meraviglioso gruppo quale oggi è lo JUVENTUS CLUB ANDRIA.

Non è stato semplice credeteci mettere in piedi ogni anno questa iniziativa che ci impegnava sia fisicamente, mentalmente che economicamente. Ma ci siamo riusciti ed oggi con un pizzico di nostalgia, visto che siamo arrivati all'epilogo, possiamo raccontarvi questa ultima edizione. Poi chissà se magari di tanto in tanto non lo riproporremo l'evento per accomunare anche gli altri amici che nel frattempo ci hanno purtroppo lasciati come Alberto e Savino. Con la famiglia Lomuscio si era stabilito sin dallo scorso anno di chiudere l'evento alla decima edizione che ha visto partecipare gli amici e fratelli dello JOFC BARLETTA oltre a quelli del NORD EST BIANCONERO, primo club al Mondo per numero di soci iscritti. Un orgoglio per noi averli potuti ospitare per il secondo anno di fila. La giornata si è aperta con il matrimonio dell'amico MARCO DI VINCENZO al quale non potevamo mancare in chiesa con una nostra rappresentanza con tanto di “pezza” al seguito con foto di rito all'esterno della Chiesa! Poi di corsa ad accogliere i ragazzi del NORD EST giunti ad Andria verso mezzogiorno e mezzo. Ecco queste partecipazioni, come nel passato quelle dei ragazzi di Bassa Valle, Aosta, gli ultras del gruppo TRADIZIONE, i RAGAZZI UNGHERESI, di Anzio Nettuno, di Cercola, di Bernalda,  oltre alle presenze costanti dalla Puglia ci inorgogliscono parecchio perchè significa che la nostra MISSION è stata centrata in pieno. Le amicizie da stadio sono la cosa più bella che un Gruppo, un Club possa realizzare nel proprio percorso. Senza di queste significa non aver capito nulla del vero significato dell'essere un Club, un gruppo, in pratica una famiglia allargata. I ragazzi del Nord Est giunti da zona Venezia e Pordenone hanno affrontato il lungo viaggio partendo all'alba da Sacile dove ha sede il gruppo principale di questo Club allargato con Massimo, il Presidente e Cipriano a far da guida. Tutti assieme siamo stati nella centralissima Viale Crispi dove abbiamo fatto un ricco aperitivo dall'amico gobbo Savino oltre che brindato a NOI, alla nostra amicizia e soprattutto a chi ci vuole male con tanti giri di birre.

Alle 15,00 eravamo già ai campi del Centro Sportivo Andria Sport dove abbiamo appeso striscioni e pezze varie con l'arrivo anche degli amici di BARLETTA capitanati dal grande Presidente GINO ZAGARIA con il quale siamo entrati subito in perfetta sintonia sin dalla loro nascita. Baci ed abbracci sotto la pioggia che iniziava a cadere giù. Ma noi appunto siamo gente da stadio abituata ad ogni “avversità”. A sorpresa arriva anche una delegazione degli amici di GRAVINA, seppur non partecipanti al torneo con tanto di striscione che appendono ai campi, a testimonianza di quanto ci hanno sempre tenuto a questa iniziativa. Il loro gesto è stato davvero molto apprezzato. Come approfittiamo per ringraziare lo sforzo che gli amici di MASSA, ROMA, MONDRAGONE  e GIULIANOVA hanno fatto per cercare di allestire una formazione ma non era semplice. Il solo fatto di averci provato sta a significare di quanto le nostre amicizie siano oramai consolidate con tutti loro. Alle 15,30 una delegazione nostra, una delegazione del Nord Est ed una di Barletta si sono recati al vicino CIMITERO di Andria dove le famiglie di Lorenzo Lomuscio e Alberto Tesoro attendevano tutti per poter recarsi a salutare sia Lorenzo che Alberto. Momento toccante quando i tre Presidenti dei Club hanno posto i fiori stringendosi nella preghiera per loro! Grandissimo gesto fortemente voluto dal grande MASSIMO presidente del Nord Est. Poi tutti nuovamente ai campi dove nel frattempo nonostante la pioggia erano sopraggiunti anche i 22 bambini  under 12 del Club, pronti a sfidarsi tra di loro. Alle 16,00 aveva inizio il Memorial con la cerimonia di inaugurazione tutti al centro del campo in cerchio abbracciati per il minuto di raccoglimento. Al fischio dell'arbitro che coincidenza, è caduto giù il diluvio, quasi Lorenzo volesse dire.....non chiudete il Memorial..... Completamente inzuppati si è dato il via a8l torneo con la prima partita tra lo JOFC ANDRIA e lo JOFC NORD EST BIANCONERO. Da segnalare che il nostro Fabio si è cimentato a fare da allenatore in questa ultima edizione, convocando i ragazzi del Club che ovviamente frequentano attivamente ed assiduamente le trasferte. Partita molto combattuta, a tratti dominata dai nostri ragazzi ma incredibilmente terminata dopo quasi 55 minuti compreso recupero (due tempi da 25 min) con lo striminzito risultato di 1-0 per il Nord Est che espugna “Andria”! Ahahahahahahaha. Clamoroso all'Arca. Subito dopo abbiamo consentito ai ragazzi di Andria di asciugarsi visto che erano completamente inzuppati di acqua. Poi il via alla sfida tra lo JOFC BARLETTA e lo JOFC ANDRIA mentre il DJ Mimmo Mosca continuava ad animare la giornata con bella musica. La sfida tra Andria e Barletta non ha da subito avuto storia, troppo più in forma gli amici barlettani che vincono per ben 8-4 con tripletta per noi del caro Gianni Strippoli. La finale era pertanto quella che non ci si aspettava tra il NORD EST e BARLETTA. Spuntava finalmente il sole ed ecco scendere in campo in contemporanea alla finale dei grandi anche i bambini che formavano due squadre una capitanata da LORENZO ATTIMONELLI (figlio di Fabio), l'altra da LORENZO LOMUSCIO (nipote del Lorenzo che ricordiamo nonché figlio di Salvatore). Che bello vedere tutti questi ventidue bambini tutti con maglia della Juve pieni di gioia ed entusiasmo. Altro motivo di orgoglio essere riusciti a far avvicinare al nostro club anche un nutrito gruppo di bambini che segue assiduamente le partite in sede. Vince la sfida la squadra capitanata da Lorenzo Attimonelli per 5-3. Nel frattempo la finale dei grandi vede vincere lo JOFC BARLETTA sul NORD EST per 8-3 aggiudicandosi così meritatamente la decima ed ultima edizione del MEMORIAL. Complimenti a loro che hanno giocato davvero alla grande. I nostri ragazzi in questa ultima edizione erano a terra fisicamente.....gli anni avanzano....

Poi il momento delle premiazioni con le medaglie consegnate ad ogni singolo bambino partecipante chiamati uno ad uno tra gli applausi di tutti, poi la consegna delle tre coppe oltre a quella per il miglior cannoniere del torneo, Musti un ragazzo di Barletta. Alla premiazione degli amici barlettani la musica di sottofondo WE ARE THE CHAMPIONS....con la fumogenata tricolore alle spalle. Bello il momento in cui la famiglia Lomuscio con la Signora Anna ha voluto ringraziare tutti noi organizzatori con la consegna di un gagliardetto commemorativo ed una splendida targa ricordo. Si smonta il tutto per trasferirsi nella nostra sede sociale dove tutti assieme abbiamo assistito alla sfida tra Spagna e Italia per poi mangiare tutti assieme grazie al buffet organizzato dal BAR ASTORIA dell'amico Gianni. Tutto troppo bello come sempre. Al mattino il saluto agli amici del Nord Est in campagna dall'amico Sabino Chieppa. Si chiude così un grande evento che ci ha visto raggiungere importanti risultati anche in termini di beneficenza visto il sostegno fornito a diverse associazioni. Che dire siamo orgogliosi ma al tempo stesso “tristi” nel sapere che al prossimo anno questo evento non ci sarà più. Ma giusto così. Un grazie immenso a tutti coloro che con il loro impegno, la loro presenza hanno contribuito a far conoscere questo torneo in tutta Italia. Anche TuttoJuve.com ha pubblicato un bellissimo resoconto. Un grazie anche a Moreno Torricelli per il bellissimo video saluto che ha voluto inviarci prima di questa ultima edizione.

Nella gallery troverete tutte le foto che vi racconteranno questa ultima edizione. Nella sezione Memorial invece qui sul sito, l'albo d'oro aggiornato che vede chiudere la manifestazione con il seguente score:

 

JC ANDRIA                          4 affermazioni

JC MODUGNO                    2 affermazioni

GRUPPO BASSA VALLE 1 affermazione

JC GRAVINA                       1 affermazione

JC BARLETTA                    1 affermazione

JC CORATO                        1 affermazione

 

LORENZO PER SEMPRE 

P.S. RIPRENDE IL CAMPIONATO, ADESSO SARA' UN PERIODO INTENSO DI VIAGGI E TRASFERTE. PER JUVE – CHIEVO VERONA SALGONO IN DIECI I NOSTRI SOCI CON DUE AUTO! COMPLIMENTI A NOI

 

 
 
RIMONTA JUVE. QUASI A 300 TESSERE SOTTOSCRITTE
 

La Juve vince sul difficile campo del Genoa in rimonta per 4-2, restando in vetta alla classifica seppur in condivisione con altre squadre.....speriamo ancora per poco.....

La trasferta a Genova non è mai stata facile, ne in campo, ne fuori dal campo, ma la Juve ha tirato fuori i giusti attributi rimontando una situazione che sembrava ad un certo punto identica a quello dello scorso anno, quando dopo mezz'ora eravamo già sotto di tre reti. Questa volta dopo nemmeno dieci minuti eravamo già sotto di due gol. Ed invece la Juve con tutta la propria forza, la propria determinazione, con il grande campione che corrisponde al nome di Paulo Dybala, autore di una tripletta, oltre ad una panchina in grado di cambiare davvero le partite è riuscita nell'impresa di portarsi prima sul pareggio a fine primo tempo per poi nella ripresa schiantare l'avversario che nulla ha potuto. Ancora il VAR protagonista nella nostra partita.......nonostante la tecnologia gli errori continuano a verificarsi a dimostrazione che non serve a un ca.....di niente.....Il rigore assegnato al Genoa non andava assegnato per un precedente fuorigioco non visto dall'arbitro ne tanto meno dal VAR.....come in altri campi non sono stati visti rigori evidenti.....se non vi è di mezzo la JUVE però tutto tace...tutto va bene.....Di Cuadrado la bella rete del sorpasso. Non era facile reagire ad una situazione assurda che si era venuta a creare con un autogol incredibile dopo pochissimi secondi ed un rigore come detto che non andava assegnato. Ma la Juve ha reagito da grande squadra lanciando l'ennesimo segnale all'intero campionato. Vogliamo il 7° scudetto consecutivo.

Noi come sempre abbiamo risposto PRESENTE alla lunga trasferta genovese, con un auto.....(che auto....) condotta dal nostro infaticabile Fabio che ha guidato per due notti consecutive, non semplice sobbarcarsi quasi 2.000 km di questi tempi, tra il caldo ed il grande traffico sulle autostrade. L'andata via Bologna il ritorno Via Firenze/Roma. Un plauso ai 4 soci che hanno rappresentato il nostro Club anche al Marassi. Viaggio tranquillo. Arrivano in Liguria verso le 9,00 del mattino fermandosi in zona Cinque Terre per poi alle 14,30 fare aperitivo su Genova in zona Porto dove si lasciava l'auto per saltare a bordo delle navette predisposte dalla Questura genovese. Alle 16,15 erano già all'esterno dello stadio in tutta tranquillità e con qualche birra in corpo.....Entrano subito nello stadio per posizionarsi al primo anello con la pezza sotto lo striscione TRADIZIONE (nella foto articolo). Bel tifo compatto grazie anche al ritorno del megafono. A fine primo tempo poi dopo il nostro rigore, una buona parte di juventini posizionata nella Gradinata Sud al fianco del settore ospiti esulta provocando la reazione degli “infami” (come sempre) genoani che se la prende con padri di famiglia e bambini....che vergogna....alcuni tirando fuori anche le cinghie dei pantaloni! EROI! Reazione ovviamente da parte nostra nel settore che crea tensioni in tutto l'intervallo. Poi al termine tutto tranquillo, usciamo abbastanza presto per rientrare al parcheggio verso le 21,15. Ripartono immediatamente fermandosi a Chiavari per una pizza. Poi il grande e faticoso viaggio di ritorno che gli fa giungere soltanto alle 8,00 del mattino ad Andria! Solo applausi per loro, soprattutto per come hanno rappresentato il Club ed Alberto sempre al centro di tutto! In autogrill alle porte di Genova hanno appeso la pezza ALBERTO VIVE sul segnale che indicava la direzione per GENOVA. Grandissimi!

Adesso la sosta del campionato, mentre noi saremo impegnati comunque con il Memorial Lorenzo Lomuscio, ultima edizione, per poi alla ripresa partire per Torino per Juventus – Chievo Verona. Poi saranno sfide ogni tre giorni.....per noi ma non per tutti.....gli altri COMODAMENTE SEDUTI SUL DIVANO DI CASA.....a tirare i piedi....ma tanto sul divano ci stanno spesso e volentieri........

LA GENTE COME NOI NON GUARDA SKY! NOI VIVIAMO DI STADIO, DI AMICIZIE, DI MENTALITA', DI SACRIFICI, DI PASSIONE........

Ah.....finalmente termina anche il calcio mercato.....troppo lungo ed estenuante. Speriamo passi la proposta della Juve che metta fine alle operazioni al 31 di luglio.

Il tesseramento al Club ci vede raggiungere a fine agosto la soglia delle “300” iscrizioni. Un altra partenza incredibile che dimostra quanto abbiamo saputo costruire nel corso di questi lunghi anni. Un club affidabile, un club animato da gente con una passione che ha dell'incredibile. Ci aspettiamo adesso un mese di settembre molto intenso, che ci aiuterà a capire il trend per questa stagione. Eguagliare lo scorso anno (oltre 700 iscrizioni) sarebbe il massimo. Noi ci proveremo.

Vi aspettiamo in massa!

NO FACEBOOK....NO TAG....NO SOCIAL.......ESSERE NON APPARIRE! 

Nella Gallery le foto della trasferta a Genova!

 

 

 
 
MEMORIAL LOMUSCIO 10° ANNO – FINAL EDITION “LORENZO PER SEMPRE”
 

Si rinnova anche per quest’anno l’ormai tradizionale appuntamento con il Memorial dedicato all’indimenticata persona che fu  il nostro LORENZO LOMUSCIO.

             Con la DECIMA ed ULTIMA EDIZIONE denominata “LORENZO PER SEMPRE”, in accordo con la Famiglia, portiamo a conclusione un meraviglioso percorso che in questo decennio ha vissuto sui campi da gioco momenti di vera fratellanza e situazioni di pura amicizia nel ricordo del grande tifoso juventino Lorenzo, la cui memoria rimarrà scolpita in maniera indelebile nel cuore di tutti coloro che lo conobbero soprattutto in noi che con Lui fondammo questo meraviglioso gruppo quale è lo Juventus Club Andria, un gruppo stimato ed “invidiato” da tanti.

              Dieci edizioni che hanno visto, negli anni, la partecipazione di ben tredici differenti Juventus Club e/o Gruppi Ultras, provenienti da ogni parte d’Italia ed anche dall’Estero (ragazzi ungheresi) e che in un caso ha visto la sua concretizzazione in Valle d’Aosta, grazie all'amicizia ed ospitalità del Gruppo Bassa Valle oltre alla partecipazione di ex campioni bianconeri come Moreno Torricelli sceso in campo in ben due edizioni ed il saluto ed il compiacimento per la lodevole iniziativa di Andrea Agnelli, di Mariella Scirea e Nicola Legrottaglie.

              Dieci edizioni caratterizzate da momenti di concreta solidarietà come la raccolta fondi in favore dell’Associazione “Insieme per l’Africa” o il sostegno fornito ai Thalidomidici italiani o la contribuzione alla realizzazione del campetto di calcio della Parrocchia Sacre Stimmate dei Cappuccini di Andria o la raccolta di fondi e pacchi viveri a sostegno sia della Caritas Diocesana che per l’Associazione Migrantes in favore dei Rifugiati. Insomma abbiamo davvero dato il massimo per questo evento che ci vede oggi enormemente soddisfatti per essere riusciti nell'intento di ricordare ed onorare al meglio l'amico LORENZO. 

              Il percorso come detto si chiuderà con la decima edizione ed avrà luogo SABATO 02 SETTEMRE a partire dalle ore 15:30 presso il CENTRO SPORTIVO ANDRIA SPORT di via L. Sciascia 41 (ex campi Arca).

              A scendere in campo in questa ultima edizione saranno, oltre alla nostra anche degli omologhi Club del NORD-EST BIANCONERO (area triveneto) alla seconda partecipazione e dei neo-amici di BARLETTA alla loro prima presenza.

              Il Memorial Lomuscio inoltre ci lascerà in dono, un indelebile messaggio di speranza, in quanto congiuntamente alle sue gare principali, vi sarà anche un mini torneo riservato a bimbi ambosessi under 12, iscritti al Club, a voler significare uno sguardo verso il futuro che sarà sempre a forti tinte bianconere nel segno del nostro grande Club.

            L’invito a partecipare ai nostri soci, simpatizzanti, che in passato ha sempre visto la presenza di tantissime persone, è sempre lo stesso: esserci per vivere un memorabile pomeriggio di sport, amicizia e fratellanza.

CIAO LORENZO, CONTINUA A SVENTOLARE LA TUA BANDIERA DA LASSU'!

 

 

 
 
ESORDIO VINCENTE PER LA JUVE
 

Dopo la sconfitta in Supercoppa e soprattutto dopo l'ennesima grande delusione Champions, la Juventus era chiamata a vincere nella prima gara del nuovo campionato per dimostrare ancora una volta a tutti, soprattutto a coloro che già celebravano l'ennesimo “funerale estivo” per la nostra squadra, che i conti dovranno sempre farli con noi. Anzi ricordate sempre, che più “sparlate” più questo contribuisce ad alimentare la nostra convinzione di provare a vincere il settimo scudetto di fila......così voi continuerete a vincere “l'anno prossimo”, ricordandovi ovviamente.....sempre delle “7 CHAMPIONS” o del “TRIPLETE”! Fate voi, noi intanto iniziamo a vivere di giornata in giornata, affrontando le difficoltà e le insidie di questa nuova stagione, le chiacchiere ed i sogni ve li lasciamo come sempre. Alla fine si vedrà. Alle vostre chiacchiere (soprattutto da social) noi risponderemo come sempre con i “nostri” FATTI!

Il primo “scoglio” di questa nuova stagione era rappresentato dal Cagliari del grande ex Simone Padoin, che veniva a Torino dopo il buon e tranquillo scorso campionato. 3-0 il risultato finale con Mandzukic, Dybala e Higuain, autori delle tre reti che hanno mandato a casa i sardi. Proprio loro i tre attaccanti, gli artefici principali dell'entusiasmante cavalcata della passata stagione culminata con lo scudetto della Leggenda. Da registrare il primo rigore ufficiale decretato da quest'altra stronzata chiamata “VAR” che invece di eliminare le polemiche ne contribuirà secondo noi ad alimentarle. Ovviamente in favore del Cagliari. Ma ci ha pensato il NUMERO UNO DEI NUMERI UNO, GIANLUIGI BUFFON a pararlo, rispedendo al mittente la possibilità di far pervenire il Cagliari al pareggio. Ci proveranno con questa VAR a fermarci sicuramente, ne siamo certi, ma noi respingeremo anche la tecnologia....ahahahahahahah!

Buona partita della Juve, buono il ritmo, buna la condizione, rispetto alla scialba prova offerta in Supercoppa a Roma. Segno evidente che la preparazione era in funzione di arrivare preparati al campionato, perchè in virtù del calendario avuto, partire lanciati sarà molto importante. Ancora il 4-2-3-1 come modulo adottato con l'interessante spunto offerto durante la partita da Allegri che con l'ingresso dell'esperto Matuidi, esordio per il neo acquisto prelevato dal PSG, ha disposto la squadra con un 4-3-3 che potrebbe essere spesso utilizzato visti gli acquisti effettuati e soprattutto i giocatori teoricamente a disposizione in panchina. Insomma una Juve “camaleontica” che potrebbe sorprendere spesso le avversarie con un cambio di modulo in corso d'opera. Continuiamo comunque a ribadire che per migliorare la squadra forse necessitano ancora due/tre pedine ovviamente di esperienza che vadano ad innalzare il livello qualitativo sia degli ipotetici titolari che dei componenti della panchina, quest'ultima già notevolmente migliorata. E' stato bello contro il Cagliari ritrovarsi allo STADIUM, come sempre pieno di passione! Un vero e proprio fortino per la nostra JUVE! Pochissimi i cagliaritani al seguito, mentre noi siamo saliti in ben 31 unità, tantissima roba per il periodo della stagione e soprattutto per il valore dell'avversaria. Segno evidente di come la nostra mentalità sia migliorata negli anni. Oramai si segue la Juve a prescindere da tutto. La si segue punto e basta. Partiti, con un nuovo mini bus, alle 20,00 dalla stazione di Andria i nostri, come sempre carichi di adrenalina per questo primo lungo viaggio della nuova stagione, hanno raggiunto Torino per le 9,00 del mattino successivo dopo diverse ed abbondanti pause. A Torino poi tutti al nuovissimo MEGASTORE inaugurato questa estate dalla JUVE per poi fare la solita grande tavolata alla solita “nostra” trattoria! Alle 16 erano già tutti nel piazzale della Sud in attesa di poter entrare con il solito bandierone di Agnelli in testa al gruppo. Appena dentro solite cose, dal posizionamento dello striscione e della “pezza per Alberto” alla foto di rito con le ragazze andriesi presenti (Teresa, Mary, Anna, Florinda e Francy). Poi i saluti con gli amici di sempre, da Tradizione a Giulianova, da Mondragone al Daje Rega, da NCS ad Aosta oltre agli immancabili AMICI del Gruppo Bassa Valle con i quali il nostro rapporto va davvero oltre lo stadio! Insomma davvero un bel pomeriggio, con il nostro Fabietto, nel primo tempo, a far cantare una parte di Sud questa volta proprio da dietro la porta. Bello l'applauso ed il coro per PADOIN alla sua uscita dal campo. Ai veri uomini sappiamo tributare il giusto riconoscimento.

Lasciano lo stadio come sempre tra gli ultimi dopo una foto di gruppo è dopo un “colorito” saluto ai cagliaritani. Ripartono con comodo solo verso le 21,30 per giungere ad Andria per le 8,30 di domenica mattina, esausti ma felicissimi per questa prima trasferta a Torino. La prima di tantissime! Nella GALLERY come sempre guardate tutti le foto più significative della trasferta. 

Adesso già si pensa alla prossima partita, la trasferta al Marassi contro il Genoa. Partirà una nostra auto per rispondere, come sempre facciamo, presenti!

 

FINAL EDITION –  10° MEMORIAL LORENZO LOMUSCIO

Dopo la trasferta a Genova, sarà tempo di entrare nel dettaglio della FINAL EDITION, la decima ed ultima edizione del Memorial Lorenzo Lomuscio del prossimo 2 Settembre che si disputerà presso il Centro Sportivo Andria Sport, dove celebreremo l'ultimo appuntamento di questa bellissima iniziativa che si chiuderà appunto in questa stagione come concordato con la famiglia. Poi sarà “LORENZO PER SEMPRE” nei nostri cuori, nelle nostre menti! Dieci anni in cui abbiamo davvero fatto tantissimo per ricordare l'amico LORENZO con iniziative di amicizia, solidarietà, fratellanza e beneficenza.

Nel frattempo conosceremo il nostro girone della Champions ed inizieremo la ricerca spasmodica dei voli per raggiungere ogni luogo dove la nostra JUVE giocherà. Insomma stiamo per entrare nel vivo di quest'altra stagione che vedrà noi presenti come prima più di prima!

JC ANDRIA.....UN CARICO DI PASSIONE VERSO I 15 ANNI DI NOI!     

 

 
 
JUVE ASSENTE, NOI COME SEMPRE PRESENTI!
 

La Supercoppa Italiana, va meritatamente alla Lazio che batte per 3-2 una Juventus quasi mai pervenuta, complice alcune scelte errate nella formazione iniziale da parte del Mister che come suo solito poi, si è intestardito, facendo i cambi troppo tardi. Un cambio poi, del tutto sprecato, in quanto ricredutosi su di una scelta iniziale. Ieri non lo abbiamo capito proprio al Mister è proprio quel cambio poi (De Sciglio), paradossalmente, ci ha beffati all'ultimo respiro di una partita che eravamo riusciti a rimettere in parità grazie all'ingresso in campo di Douglas Costa e ad uno straordinario Paulo Dybala alla sua prima partita con il n. 10 sulle sue spalle. Lui realizza una doppietta che stava per portarci ai supplementari ma poi il patatrac, figlio di una condotta di gara alquanto farraginosa ed improvvisata. Peccato perchè l'avremmo voluta vincere, perchè ci avrebbe fatto bene subito dopo la grande delusione di Cardiff, ma come sempre noi siamo gente di poche chiacchiere e tanti fatti, dunque anche la Supercoppa è già alle spalle! Ripetiamo complimenti alla Lazio per come ha preparato questa partita. Erano in uno stato di forma assolutamente migliore, ma non solo fisicamente ma soprattutto mentalmente. Lottavano su ogni pallone!

Se la JUVENTUS ha perso questa sfida noi invece possiamo tranquillamente affermare che invece ne usciamo come sempre vincitori, visto che in ben 53 al 13 di agosto abbiamo “marciato su Roma” per la grande passione e mentalità che ci contraddistingue. Non semplice riuscire a mettere assieme così tanta gente per una partita in piene ferie estive, nella settimana in cui quasi tutti fanno qualcosa. Noi ci siamo riusciti con immenso orgoglio ad allestire un AUTOBUS carico di gente oltre che di tantissima goliardia e passione. Fabio, Nicola Pisani, Max Matera, Marco Lambo, Gaetano Maddalena, Nino Lotti ed altri della vecchia guardia a condurre il gruppo a Roma. Tutti in tenuta prettamente estiva con bermuda e maglia del Club o del Gruppo Tradizione con la nostra sciarpa in raso al collo! Incredibilmente siamo riusciti a partire con estrema puntualità. Alle 8,30 tutti i partecipanti erano già al ritrovo in stazione! Buon segno ci siamo detti visto che abitualmente si fa almeno una mezz'ora di ritardo. Ma questa volta tanta era la voglia di ritornare li nella mischia a sostenere i nostri colori! Una sosta per un caffè o birra.....(!!!!) a metà strada per poi riprendere la strada che non registrava grande traffico. A bordo la “tradizionale lotteria” che ha tenuto tutti i soci impegnati e soprattutto in allegria. In palio la nuova maglia di DYBALA. Sosta pranzo in zona Roma prima di uscire dall'autostrada. Birre a go go ed un ottimo “gambrinus” con il meloncino di Emanuele hanno fatto si che la sosta fosse più lunga del solito. Alle 15,30 i nostri giungono poi al casello dove risultano essere tra i primi bus e ricevendo dopo un oretta i controlli di rito per poi partire verso l'Olimpico dove arrivano alle 18,00 in punto in coincidenza con l'apertura dei cancelli. Subito dentro iniziano le prime discussioni con gli steward che questa volta sono sulle scalinate della Curva a dividere gli spettatori per settori così come recita il proprio tagliando. Noi non ci stiamo ad una divisione ed inizia un lungo conciliabolo con animata discussione che vede Fabio e Luciano andare in escandescenza con i responsabili. Poi Max Matera induce tutti alla ragione è finalmente i nostri passano per andarsi a posizionare tutti assieme al solito bocchettone che occupiamo nella Sud romana. Dina Lotti unica “ragazza andriese” al seguito che tiene la pezza con orgoglio, mentre la pezza per ALBERTO posizionata sopra il nostro striscione per far spazio questa volta al nostro fianco sulla destra al GRUPPO ZEBRONI. Il nostro bandierone con quello degli ZEBRONI sventolano dal bocchettone. Tifo nostro accettabile per essere metà agosto. Bella come al solito la coreografia laziale. Per il resto poi, incazzatura, speranza, illusione e beffa finale. Tanti stati d'animo in una sola partita. Lasciamo lo stadio con i laziali giustamente in festa che inscenano i caroselli di auto e moto. Tutto molto tranquillo, sosta immediata in autogrill per poi fare rientro alle 6,00 in punto ad Andria orgogliosissimi di esserci stati in massa al 13 di agosto. ONORE A NOI!

Venerdì sera si riparte per la prima trasferta a Torino di questa stagione. Ci attende il Cagliari. Abbiamo organizzato un bus da trenta posti tanta ma proprio tanta roba! Chi volesse abbiamo ancora delle disponibilità di posti e biglietti.

FORZA RAGAZZI! CONTINUIAMO A FARE FATTI. LE PAROLE LASCIAMOLE AI CHIACCHIERONI!     JC ANDRIA ON TOUR! DA SEMPRE, PER SEMPRE!         

 

 
 
FINALMENTE SI RICOMINCIA. GIA' QUASI 200 LE TESSERE
 

Finisce per la nostra Juventus il calcio d'estate, ricominciamo a “rianimare” anche il sito e da domenica sera prossima, si ricomincia finalmente a fare sul serio con la sfida alla Lazio per aggiudicarsi la SUPERCOPPA ITALIANA persa ai rigori lo scorso anno in quel di Doha contro il Milan. Iniziare con il piede giusto e soprattutto con l'abitudine che ha contraddistinto le ultime sei stagioni, ovvero alzare trofei al cielo, sarebbe il miglior viatico per affrontare quest'altra difficile stagione. Ogni estate sentiamo dire sempre le stesse cose. Squadre che hanno già vinto lo scudetto oltre al solito funerale celebrato alla nostra Juventus. Come l'anno scorso.....come l'anno prima......i pronostici estivi hanno visto rispettare la tradizione che vedono la Juve “arrancare” mentre le altre, in primis le due milanesi subito proiettate in avanti con i favori dei pronostici dovuti a strabilianti risultati ottenuti nelle gare amichevoli, oltre ai soliti numerosi acquisti. Che il nostro ciclo prima o poi dovrà terminare questo crediamo sia abbastanza logico. Ogni anno potrebbe essere da qui in avanti quello buono....(per gli altri....) ma affermare che la Juve solo perchè perde un calciatore importante diventi di colpo “sfavorita” non ci sta ne in cielo ne in terra. Bonucci è andato al Milan è questa soluzione non ci ha sorpreso più di tanto visto quello che oramai il “caro” Leo stava combinando da qualche mese nel nostro spogliatoio. O lui oppure Allegri. La società ha puntato nuovamente (a giusta ragione) sul tecnico livornese mettendo nelle condizioni il Bonny di trovarsi altra squadra. Noi dato che non siamo “napoletani”, non auguriamo cose brutte a Leonardo al quale abbiamo voluto tanto bene sostenendolo anche quando non rendeva molto nel suo primo anno o quando il figlioletto ha attraversato un brutto momento. Gli auguriamo sempre il meglio, sempre dietro di noi, ma concedeteci però di poterlo chiamare “UOMO DI MERDA”. Questo gli è oggi dovuto! Ciao Leo. Sei già alle nostre spalle!

Del resto nelle ultime tre stagioni abbiamo perso diversi calciatori importanti che hanno sempre destato il sospetto che queste cessioni potessero divenire deleterie per il futuro della squadra ed invece la Juve, pur non sostituendo alcuni di questi, ha continuato a vincere arrivando nuovamente in finale di Champions. Pirlo, Tevez, Vidal, Pogba ed oggi Bonucci sono stati tanta roba per la nostra Juve, ma chi è arrivato ha fatto anche meglio. E' lo stesso augurio che ci facciamo per questa nuova stagione. Le parole dei giornali, quelle dei tifosi avversari non fanno altro che essere tutta benzina per noi tifosi e per i calciatori, soprattutto quelli della vecchia guardia che si sono già messi nella testa la volontà di provare a vincere anche il settimo scudetto di fila oltre a ripercorrere una lunghissima stagione nella maledetta competizione che ci ha visto ancora una volta arrivare secondi, ma con la assoluta certezza che noi siamo oggi tra le migliori 4/5 squadre d'Europa. Obiettivvo restarci! Prima o poi così la riusciremo a vincere! Non abbiamo fretta. Piuttosto vincere in Italia per far restare tutti a mani vuota e con la “bava” alla bocca questo resta sempre il PRIMARIO obiettivo!

 

Abbiamo trascorso una estate molto tranquilla oltre che ben organizzata che ha visto in pratica il nostro Club non chiudere mai per la prima volta nella storia. L'essere partiti un mese e mezzo prima con il tesseramento, ha permesso oggi di raggiungere già quasi quota 200 affiliati. Un grande risultato se rapportato al periodo. Anche la campagna abbonamenti allo Stadium,  ci ha visto ottenere dapprima il 100 % dei rinnovi per poi un registrare un grandissimo risultato nella fase di sottoscrizione di nuovi abbonamenti che ci ha visto chiudere con un + 22 % rispetto alla passata stagione. Adesso nella sede, comunque sempre aperta, stiamo facendo un restyling della stessa per renderla sempre più accogliente oltre che confortevole. Il nuovo sistema di proiezione in 4K, farà si che tutti  si sentiranno come in un cinema o meglio come allo Stadium!

 

Il 15 luglio scorso abbiamo anche preso parte a Torino, alla grandissima festa per i 40 anni del Gruppo Tradizione. Una delegazione molto “colorita” di 10 nostri soci ha avuto l'onore di essere invitata ad una serata che resterà per sempre scolpita nella nostra storia! Segno questo che siamo riconosciuti come un gruppo dalla grande mentalità degno di grande rispetto ed attenzione. Da sempre per sempre FIGHTERS! Un grazie di cuore a chi in piena estate si è sobbarcato km e km, con il gran caldo, pur di esserci a Torino a tenere alto il nome del nostro Club. Un furgone che ne ha combinate di cotte oltre che di crude.....(pubblicheremo presto nella foto gallery una ampia rassegna fotografica della nostra partecipazione).

 

Il precampionato della Juve ha visto svolgere la prima parte di preparazione direttamente in sede a Vinovo, per poi la squadra volare in America, cancellando una prima parte di tourneè prevista in Messico (molto meglio). Li in America per volere del Dio danaro......abbiamo affrontato nell'ordine il Barcellona (sconfitta per 1-2), il Paris Saint Germain (vittoria per 3-2) e la Roma (vittoria ai rigori dopo il pari per 1-1). Poi rientro in Italia con altra amichevole a Londra nel mitico stadio Wembley contro il Totthenam con sconfitta per 0-2. Nulla di preoccupante visti gli ultimi sei precampionati.......è come disse il buon Antonio Conte.....quando la Società mi dirà che l'obiettivo sarà vincere tutte le gare amichevoli, allora imposterò la preparazione per farlo.....

Lasciamo dunque sognare i napoletani, gli interisti, i milanisti.....ohhhh mi raccomando a questi ultimi non svegliateli, chissà il risveglio sia troppo traumatico.....  

Della campagna acquisti come nostra consuetudine parleremo soltanto dopo il 31 agosto, per adesso siamo parzialmente soddisfatti ma consapevoli che serve ancora qualcos'altro che vada a completare un già ottimo organico. Abbiamo tantissima fiducia che questo sarà fatto dalla nostra Società pertanto a noi il compito di iniziare a sostenere la squadra sin da domenica prossima quando in 45 (al momento) saliremo a Roma per sostenere la Juve con un bus organizzato. Tanta ma proprio tanta roba considerato il periodo della stagione (piena estate con tanta gente ancora in ferie) e soprattutto considerando che noi da sempre non facciamo uso ne di social network ne di altro, ma contiamo solo su un gruppo di soci da una grandissima mentalità che risponde sempre alla grande ai nostri richiami, alle nostre trasferte. Perchè un Club è grande solo se segue la squadra OVUNQUE! Le “chiacchiere” le lasciamo fare o dire ad altri. A noi piacciono i FATTI!

 

AVANTI JUVENTUS! AVANTI JC ANDRIA! AVANTI NOI. DA SEMPRE PER SEMPRE. VERSO I 15 ANNI DI NOI .

 

 
 
E' STATA UN' ALTRA GRANDE SERATA
 

Ancora una volta, l'ennesima, la cena sociale di fine stagione si è trasformata in una serata in cui il senso dell'appartenenza ad un Gruppo, ad un Club che continua ad andare oltre ogni immaginazione è stato l'elemento principale della grande serata che si è svolta presso l'Hostaria Cavallotti, per l'occasione tutta colorata di bianco e nero, venerdi 23 giugno scorso. L'attaccamento dei nostri soci al Club, prima che alla squadra, è un qualcosa che ci riempie di immenso orgoglio. I quasi 100 soci che hanno gremito l'intera sala valgono più di ogni cosa, molto più delle parole dei “soliti” quattro “poveri a loro” che scrivendo le solite stronzate sui social, non fanno altro che dimostrare tutta la loro INVIDIA nei nostri confronti. E' acclarato oramai! Se avessero un minimo di intelligenza, non lo darebbero a vedere....Noi viviamo di emozioni tutte nostre, noi siamo una grande REALTA', noi siamo quelli dei FATTI......non PAROLE!

Abbiamo festeggiato alla grandissima il SESTO SCUDETTO CONSECUTIVO oltre alla conquista della COPPA ITALIA che i “poveri a loro”, all'occorrenza doppiofedisti,  vorrebbero tanto riuscire a conquistare, ma anche per questa stagione hanno potuto solo vedere alzare al cielo dai nostri giocatori. Sin quando noi vinceremo tutto in Italia, possiamo anche fare a meno di continuare a non trionfare in Europa, sapendo che agli altri non lasciamo nemmeno le briciole. Intanto noi in Europa continueremo ad esserci, continuando a provare emozioni, consapevoli di essere oramai tra le quattro squadre più forti.

Bellissima la torta celebrativa realizzata per la serata dal BAR ASTORIA oltre ai “pastrotti bianconeri” realizzati dall'Open Light Caffè. Tutte le immagini sono inserite nella foto gallery.

Sin dall'inizio della serata si è respirata un aria molto goliardica. Il discorso del Presidente prima e del Segretario dopo, sono stati accolti da un lungo applauso, come il ricordo per Alberto e Savino che ci hanno lasciati nei mesi scorsi, oltre che per la sfortunata ERIKA! Poi sono partiti i primi cori che riecheggiavano nella Sala oltre che all'esterno dove due belle bandiere facevano bella mostra. La sala è stata ovviamente tappezzata di tutti i nostri vessilli che abitualmente portiamo negli stadi.  Una selezione di brani musicali di un certo livello è stata proposta dal Dj fatto in casa....Giuliano Zefferino.....

Bella anche la tavolata della decina di bambini presenti. Tutti rigorosamente con la maglia della Juve addosso! Di padre in figlio!

La sorpresa è stata rappresentata dalla presentazione in esclusiva del libro TU SEI LEGGENDA da parte dell'autore, l'Avvocato barese Roberto Savino che a metà cena è intervenuto spiegandone l'ultima “fatica letteraria” sulla JUVE! Insomma non ci siamo fatti mancare niente. Ma l'apoteosi è stata al momento del taglio della torta quando tutti assieme a luci soffuse.....abbiamo cantato (da brividi...) E' NON POTREI LO SAI....ABBANDONARTI MAI....QUESTO CANTO D'ORGOGLIO E D'AMORE....CHE CI VIEN DAL PROFONDO DEL CUORE....E' VORREI CONTINUARE A CANTARE....SOSTENENDO IL MIO UNICO AMORE....MAGICA JUVE ALE'....DAI NON MOLLARE PERCHE'....SARO' SEMPRE CON TE.....E' NON POTREI LO SAI ABBANDONARTI MAI....

Grazie a tutti per aver partecipato ancora una volta numerosi alla cena sociale di fine stagione!

LA VECCHIA SIGNORA HA VINTO ANCORA!

 

P.s. Il tesseramento procede spedito, siamo prossimi a tagliare già il traguardo delle 150 tessere sottoscritte che a fine giugno rappresentano un risultato strepitoso.

Per quanto concerne l'iniziativa benefica “AIUTIAMO A RIPARTIRE”, che abbiamo organizzato nello scorso mese di dicembre rinunciando alla classica festa natalizia, in favore delle popolazioni colpite dal sisma degli scorsi mesi, si è stabilito dopo una attenta ricerca, di acquistare con il ricavato, dei beni materiali in favore della Scuola Comprensiva di ARQUATA DEL TRONTO (AP), consistenti in strumenti musicali, strumenti didattici, vocabolari ed altro ancora. Nel mese di settembre avverrà la cerimonia di consegna direttamente nella scuola. Insomma un altra riuscitissima iniziativa a dimostrazione di quanto dicevamo nell'esordio di questo articolo! Ovviamente rendiconteremo il tutto a consegna avvenuta.

La campagna abbonamenti nella fase dei rinnovi ha visto da parte del nostro Club il 100% dei rinnovi. Un altro risultato straordinario a dimostrazione di tutto il nostro amore per la squadra, nonostante l'aumento dei prezzi. Adesso aspettiamo la partenza dell'eventuale fase di vendita libera per poter soddisfare altri soci che vorrebbero poter acquistare un abbonamento all'ALLIANZ STADIUM.

Nel frattempo informiamo che è partita la vendita dei biglietti per la FINALE DI SUPERCOPPA ITALIANA che si disputerà a Roma contro la Lazio il prossimo 13 agosto. Chi vuole partecipare alla trasferta lo faccia saper per poter acquistare i biglietti. Già in 15 i soci prenotati!

ABBIAMO FAME DI JUVE! DAJE REGA che il Tour a breve riprenderà!  - 43 giorni!

 

 

 
 
SUMMER DINNER #JC ANDRIA2017
 

Ritorna il classico appuntamento che saluta la stagione appena conclusa, aprendone di fatto già un altra!

Siamo proprio SENZA TREGUA.....Per la quattordicesima estate consecutiva organizziamo la CENA SOCIALE di fine stagione, che negli ultimi anni si è sempre trasformata in un momento dove festeggiare i successi della nostra squadra, non le sconfitte di una nostra avversaria.......quello lo lasciamo ad altri. Se sono contenti loro, siamo più CONTENTI NOI! 

Noi continuiamo a vivere di gioie ed emozioni tutte nostre, senza vivere di ricordi!

In quanti posti diversi abbiamo organizzato questo appuntamento, girovagando per i tantissimi ristoranti più noti della città.

Quest'anno toccherà all' HOSTARIA CAVALLOTTI ospitare il tradizionale appuntamento delle nostre estati.

Venerdì 23 giugno alle ore 21,00, in Via Felice Cavallotti n. 31 vi aspettiamo numerosi come sempre per festeggiare, per fare baldoria, per brindare tutti appassionatamente assieme a questa stagione che ha visto la JUVE entrare nella storia del calcio italiano, arrivando nuovamente vicinissima a centrare il successo anche in EUROPA.

Quell'Europa tanto sognata dai nostri rivali ma che ancora per la prossima stagione non potranno disputare! Noi siamo gente “tosta” che non si arrende tanto facilmente, convinti che prima o poi trionferemo anche in Champions! Non abbiamo nessuna fretta, sin quando vinceremo in Italia, vorrà dire che lasceremo gli altri a mani vuote ed è questo quello che più conta! Ricordate tutti, giocatori compresi.....solo chi continuerà sempre a crederci potrà riprovarci a tornare in Finale! Chi non ci crede può andare tranquillamente via dalla squadra. Idem vale per noi tifosi. Chi non ci crede non si iscrivesse al nostro CLUB!  

Il costo della cena è di Euro 25,00 a persona per gli adulti, mentre di 10,00 euro per i bambini.

 

MENU' ADULTI:

 

Antipasti:

Sformatino di carciofi con carpaccio di Angus e affumicata con cuore di ricotta;

 

Primo:

Paccheri con salsiccia di Norcia e funghi porcini;

 

Secondo:

Brasato al nero di troia in salsa di verdure;

 

Dessert:

Semifreddo al torroncino;

 

Torta celebrativa

 

(Acqua, Vino, Spumante e liquori inclusi)

 

 

MENU' BAMBINI:

 

Prosciutto e patatine

 

Pizza a scelta con bevanda

 

Già tantissime le prenotazioni che abbiamo ricevuto come sempre accade nelle nostre cene sociali. Siamo già ad oltre 90, il che lascia facilmente immaginare cosa accadrà quella sera.....si va verso il SOLD OUT della sala!

Le prenotazioni, SOLO PER SOCI, avvengono esclusivamente inviando messaggio al 320 620 9445 (whatsapp o sms)

 

LA GENTE COME NOI, LA GENTE COME NOI, LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI....

Venite tutti con sciarpa al collo!

 

JC ANDRIA: PASSIONE ALLO STATO PURO!

 

 
 
SI RIPARTE CON LA NUOVA DENOMINAZIONE. VIA AL TESSERAMENTO
 
Il 12 giugno scorso è ufficialmente partita la stagione sportiva 2017/2018 per il nostro Club. A soli nove giorni dalla chiusura dell'ultima stagione, che ci ha visto trionfare ancora una volta in Italia è compiere una quasi impresa in Europa, eccoci pronti a ripartire con sempre maggiore forza e determinazione perchè come sempre...la gente come noi non molla mai e soprattutto vive di fatti, non di chiacchiere sui social! 
Quest'anno siamo partiti per il tesseramento prima del solito. Infatti nelle precedenti annate siamo sempre partiti a fine luglio ma quest'anno proprio perchè siamo più motivati del solito, abbiamo deciso di non staccare per niente la spina.....ed eccoci qui a lanciare la nuova CAMPAGNA TESSERAMENTO 2017/2018. La grossa novità è rappresentata dal cambio di denominazione per i club ufficiali riconosciuti dalla JUVENTUS FC, che dalla denominazione DOC passano ad essere OFFICIAL FAN CLUB. Pertanto la nuova denominazione del Club è JUVENTUS OFFICIAL FAN CLUB ANDRIA. 
Altra grande notizia è stata invece la riconferma del nostro segretario Fabio Attimonelli, quale Referente e Coordinatore Regionale degli Official Fan Club di Puglia per la stagione 2017/2018. Sarà il suo secondo mandato di questo prestigioso incarico che premia ancora una volta il nostro Club per i risultati ottenuti, per la grande ed inesauribile disponibilità che mette a disposizione il nostro Fabio e soprattutto per l'aver ancora una volta seguito dal vivo ed in ogni dove la JUVENTUS in tutti i campi tra l'invidia ed il rosicamento di chi non ci sopporta! Fatevene sempre più una ragione! Siamo una grande realtà che tifa JUVENTUS! Di quello che voi dite...dei vostri mediocri pensieri, che denotano molta ignoranza, a noi poco interessa!   
Il tesseramento che oggi lanciamo ufficialmente qui sul sito è già partito dal 12 giugno, nella chat del Club, riscuotendo già un grandissimo successo. Ad oggi infatti registriamo dopo solo 8 giorni di tesseramento,  ben 109 iscritti che hanno da subito raccolto l'invito del Presidente a tesserarsi presto, dimostrando un grande attaccamento al Club!  
Sul sito troverete tutte le novità di questa stagione che ha visto aumentata da venti a 25,00 euro, la quota di affiliazione che viene versata allo JUVENTUS OFFICIAL FAN CLUB CENTER per ogni socio iscritto. Motivo per cui tutte le nostre tipologie di tessere sono state aumentate di conseguenza di Euro 5,00 tranne che per la tessera da socio Giovane (dai 12 ai 18 anni) che è rimasta ferma a 55 euro. Il nuovo modulo di adesione è già disponibile in formato pdf sul sito www.juventusclubandria.com nella sezione "tesseramento" oltre che essere disponibile presso la sede del Club o nelle diverse attività commerciali amiche, che da sempre ci danno una mano nel raccogliere quante più adesioni possibili. Del resto i risultati della stagione appena conclusa sono sotto gli occhi di tutti. In ogni gara, anche quelle più importanti come Barcellona e nella finalissima di Cardiff o in campionato nella sfida al Napoli, ogni socio prenotatosi è stato soddisfatto nella sua richiesta, segno di grande serietà e soprattutto grandissima organizzazione! Ci aspettiamo una crescita in termini numerici ma soprattutto di riconfermare la mentalità che vi abbiamo negli anni inculcato, che oggi ci vede importante punto di riferimento per la tifoseria juventina, oltre che in prima linea al fianco della Juventus! 
Ricordate tutti la cosa più importante. Non vogliamo soci iscritti solo per poter ottenere biglietti nelle gare più importanti, ma vogliamo soci che sposino in pieno la nostra mentalità, ovvero esserci sempre, nel bene e nel male e soprattutto numerosi nelle gare "teoricamente" meno importanti per gli altri.....ma non per NOI! Il Club bisogna viverlo in tutte le attività proposte, essere sempre numerosi ad ogni iniziativa e soprattutto viverlo in maniera goliardica. Questa stagione che va ad iniziare ci condurrà poi al quindicesimo anno di vita del Club!  
AVANTI CAMPIONI, AVANTI NOI, AVANTI DA SEMPRE E PER SEMPRE. 
NOI CONTINUIAMO A GODERE PER GIOIE TUTTE NOSTRE. ALTRI VEDENDOCI VINCERE PER TANTO, TROPPO TEMPO, ADESSO SI SONO RIDOTTI A SOSTENERE LE NOSTRE AVVERSARIE IN EUROPA. PER QUESTO MOTIVO, NOI GODIAMO ANCORA DI PIU'. 
LA VECCHIA SIGNORA HA VINTO ANCORA. 
TUTTI AL CLUB. TUTTI A TESSERARVI A QUESTA GRANDE FAMIGLIA, A QUESTO GRANDE GRUPPO, CHE COME AVRETE CAPITO, RIPARTE ANCORA PIU' FORTE, ANCORA PIU' DETERMINATO VERSO NUOVI ED IMPORTANTI TRAGUARDI! 
JUVENTUS OFFICIAL FAN CLUB, SEMPRE UN PASSO AVANTI! MAI INDIETRO!

CIAO ERIKA!
P.S. L'unica vera sconfitta della scorsa stagione è stata la morte assurda della giovane ERIKA PIOLETTI, deceduta a seguito del "falso allarme bomba" che ha generato panico ed un caos incredibile in Piazza San Carlo a Torino, in occasione della finale di Champions, dove erano presenti anche una decina di nostri soci, fortunatamente rimasti illesi. Tanti perchè, tanti interrogativi, ma adesso crediamo sia solo il momento del dolore di una famiglia che vedere perdere una ragazza in maniera così assurda! CIAO ERIKA, BUON VIAGGIO è vogliamo pensare che il nostro ALBERTO con il caro LORENZO ti abbiano già potuto accogliere li su nella CURVA PARADISO. 

P.S. 2: La cena sociale di chiusura stagione 2016/2017 che ci vedrà festeggiare il 35° scudetto della nostra storia e la 12^ Coppa Italia, si terrà venerdì 23 maggio alle ore 21,00 presso l'HOSTARIA CAVALLOTTI in Via F. Cavallotti n. 31. Il costo della serata è di Euro 25,00 per gli adulti ed euro 10,00 per i bambini. Le prenotazioni sono già state aperte da diversi giorni ed abbiamo già informato quasi tutti via whatsapp o sms. Già 90 le prenotazioni! Come sempre grandi numeri in tutto ciò che organizziamo! 
VENITE TUTTI A BRINDARE E A FAR "MACELLO"......ALLA FACCIA DI CHI SOFFRE PER QUELLO CHE SIAMO, PER QUELLO CHE FACCIAMO!

 

 
 
LA “MALEDIZIONE” CONTINUA. GRAZIE LO STESSO RAGAZZI!
 

Ancora una volta l'appuntamento con la Coppa dei Campioni è rimandato sul più bello, all'atto conclusivo, quella della GLORIA!. La “nona” finale Champions della storia, ci vede uscire purtroppo sconfitti per la settima volta, la quinta consecutiva. Numeri pazzeschi. Partecipare per ben 9 volte ad una finale Champions è una cosa per pochissime squadre. Siamo la quarta società in Europa a poter vantare un numero così alto di finali. Una grande squadra il cui “palmares” è purtroppo incredibilmente scarno di vittorie nella massima competizione europea per club. Il Real Madrid si impone per 4-1 dominando una ripresa nella quale la Juve non è praticamente mai pervenuta. Assurdo se pensiamo al primo tempo dove la Juve ha letteralmente comandato nei primi 15 minuti di gioco, ottimo l'approccio alla gara, per poi dopo aver subito la rete del primo vantaggio degli spagnoli (restiamo convinti che nelle finali per poter influenzare il risultato finale si debba andare in vantaggio per primi.....cosa riuscita soltanto contro il Liverpool e Ajax.....sarà un caso?????), riuscire a riequilibrare la sfida grazie alla rete spettacolare di Mario Mandzukic, per poi ribattere colpo su colpo i Campioni d'Europa del Real. Nulla lasciava presagire ad una ripresa così orribile. In 45 minuti sciupato un percorso straordinario che aveva visto la Juve subire soltanto tre reti in 12 partite ed imbattuta. Questi numeri, hanno forse illuso tutti....(non noi, che predicavamo calma....), di essere i favoriti in una finale giocata con una squadra di fenomeni che aveva lasciato sperare, che non fossero in grande condizione, ma che avevano pur sempre una rosa composta da almeno 16/17 titolari. La differenza secondo noi è tutta qui. Loro hanno vinto la gara, grazie alla tantissima esperienza oltre che per i campioni in rosa abituati a questo tipo di gare, abituati ad avere la pressione addosso, abituati a vincere! Ecco nella ripresa i valori in campo sono usciti fuori, lamentando la nostra carenza nel centro del campo, dove con un Khedira in non perfette condizioni ed un Pjanic ad un certo punto, forse troppo prevedibile oltre alla mancanza di rincalzi all'altezza di chi ha tirato il carro sino alla finale....giocando tutte le partite......ecco che il risultato che è maturato ci appare abbastanza logico anche se non ci aspettavamo di queste proporzioni. E' inutile oltre che essere un fatto di testa è quasi un blocco psicologico per la nostra Società che probabilmente non riesce a creare il giusto clima intorno ad una finale, con la solita maledizione che continua imperterrita ad accanirsi contro di noi. La rete del secondo vantaggio del Real è stata la classica rete che se lo stesso calciatore riprova a tirare altre dieci volte....la palla ne siamo certi non entra....ed invece in quella occasione si è infilata nell'unico pertugio disponibile. Pazzesco. Li la Juve ha tirato i remi in barca. Li le gambe hanno iniziato a non girare più, li il Real ha compreso che quello era il momento giusto per stanare la Juve! Così è stato! Pazienza. Inutile star li a recriminare, inutile star li a pensare come sia stato possibile perdere ancora una volta dopo un bel primo tempo.....inutile tutto. Abbiamo perso ancora una volta, giriamo immediatamente la pagina è godiamoci a pieno questa straordinaria stagione che ci ha visti assoluti protagonisti, non semplici spettatori o comparse anonime come tutti i frustrati tifosi di altre squadre o squadrette che adesso si sentono “grandi” nel festeggiare una vittoria che non li appartiene. Questi i risultati dei fegati spappolati di ben 6 anni in cui oramai non gli resta solo che tifare per le quadre avversarie che ci affrontano indossando alcuni anche altri colori! Che schifo! Tifosi proprio da 4 soldi! Per lo più tutti “doppiofedisti....” la razza peggiore.......tifare a convenienza.... Potranno dire quello che vorranno, potranno scrivere le minchiate più assolute, potranno fare i classici “leoni da tastiera” ma a gente come noi non fa ne caldo, ne freddo, ne tanto meno ci preoccupiamo di stargli dietro. Sarete sempre snobbati! L'indifferenza è sempre l'arma migliore. Noi abbiamo sempre altro a cui pensare....noi ci confrontiamo solo con chi è sul nostro stesso livello, non con gente ignorante ed occasionale.......con alcuni (sempre i soliti noti) che valgono meno del centesimo di euro! Noi da sempre un passo (forse anche più....) avanti a certa gente che ribadiamo non è degno nemmeno di una minima considerazione! Ricordatevelo sempre:

IL VOSTRO ODIO E LA VOSTRA INVIDIA, SONO LA NOSTRA FORZA!

DA SEMPRE, PER SEMPRE!    

Se la Juve sul campo non è riuscita purtroppo a regalarci questa grandissima gioia che soprattutto noi dello JUVENTUS CLUB ANDRIA avremmo ampiamente meritato per quanto facciamo da anni, possiamo tranquillamente affermare che noi seppur “idealmente”, la nostra CHAMPIONS l'abbiamo conquistata, perchè come sempre accade SOLO I VERI TIFOSI NON PERDONO MAI! Aver seguito la Juve in questa stagione, come sempre facciamo, in ogni stadio d'Europa da Zagabria a Lione, da Siviglia ad Oporto, da Barcellona a Monaco sino a CARDIFF con numeri al seguito spesso IMPRESSIONANTI.....ed aggiungendoci DOHA per la finale di Supercoppa Italiana i Km. che abbiamo percorso all'estero per la nostra grande passione sono circa 36.000, facendo scalo nelle località più disparate, sacrificandoci tantissimo pur di esserci sempre, pur di risparmiare il più possibile. Questa si chiama PASSIONE & MENTALITA' che pochi possono vantarsi di avere che genera (lo sappiamo....) tantissima invidia da parte di chi ci odia.....che nella loro ignoranza esternano sui social.......

Aver portato ben 54 soci a CARDIFF per la finale di CHAMPIONS LEAGUE è un risultato grandioso. Nessuno dei prenotati è rimasto a terra è per questo motivo siamo ORGOGLIOSI COME NON MAI! Un grandissimo Club, un grandissimo Gruppo che ha saputo ancora una volta reagire ad un altra delusione, rimettendosi subito in piedi più forti che mai, più determinati di prima perchè è proprio dalle delusioni che un GRUPPO come il nostro si è cementato sempre più sino a diventare quello che oggi è......STIMATO E' RICONOSCIUTO da chi conta oltre che da “avversari” leali o gente con cervello! Ammettetelo una volta per tutte......VI RODE IL CULO ALLA GRANDE PER QUELLO CHE DA SEMPRE FACCIAMO!  QUESTA LA REALTA'!

I nostri soci sono arrivati a Cardiff tutti con diverse combinazioni aeree, chi partendo già dal giorno 1 giugno, chi il 2, chi addirittura....rischiando un po, il 3. Tutti sono atterrati su Londra nei vari aeroporti della capitale londinese, qualcuno su Bristol, quelli con i charter direttamente su Cardiff. Diversi gli scali effettuati, chi a Timisoara, chi a Parigi, chi a Stoccarda, chi in partenza da Bari, chi da Napoli, chi da Roma, chi da Torino, chi da Malpensa....insomma non ci siamo come sempre fatti mancare niente. I gruppi più consistenti sono andati in Romania e su Parigi per poi ritrovarsi tutti al 2 sera a Londra da dove con 8 auto a noleggio hanno raggiunto due alberghi nella Città di Reading dove il nostro Club ha fatto base logistica. Cena...si fa per dire....alla sera tutti assieme....di buono solo la birra....una passeggiata per le vie della simpatica cittadina inglese....una piacevole scoperta per poi andare tutti a nanna. Bella la carovana di auto al mattino verso Cardiff. La guida a destra su corsia a sinistra non è stata semplice, ma tutto è andato alla perfezione!  Organizzazione impeccabile con Fabio, Salvatore e Andrea a capeggiare tutti i soci verso il sogno....ma come non ringraziare chi come Giorgio Nicolamarino, Riccardo Dell'Olio, Massimiliano Capece, Gianfranco Cannone, Sabino Chieppa, Giuseppe Cavaliere, Marco Fiandanese, Benedetto Abbasciano ci ha collaborato tantissimo affinchè tutto andasse secondo i piani! Giunti a Cardiff verso le 10,30 del mattino i nostri hanno ritirato i tagliandi per poi andare verso la Baia una zona davvero bella della città ed attraversando tutto il centro popolato da tantissimi tifosi della Juve, in maggioranza, rispetto  a quelli del real con i quali tutto è stato tranquillo. Poi il nostro gruppo si è suddiviso in gruppetti a seconda delle varie esigenze. Una ventina hanno pranzato assieme in un posto molto caratteristico, bevendo fiumi di birra......poi la tensione, l'ansia la si percepiva in maniera chiara.....la paura di perdere l'ennesima finale iniziava ad entrare nella testa.....si cercava di non pensare....ma era un chiodo fisso. Ci si avviava verso lo stadio già dalle 16,30 con i primi che entravano per sistemare la pezza dietro la porta assieme al Gruppo TRADIZIONE. Stadio davvero molto bello con il tetto chiuso. Mai ci era capitato di assistere ad una partita in una situazione simile. Nel frattempo entravano tutti gli andriesi, comprese le due ragazze al seguito la solita CHIARA sempre presente con ELISABETTA! Il tifo saliva alle stelle, emozioni a non finire nel pre partita, li ci si rendeva conto di essere davvero alla finale della Coppa dei Campioni. Brividi all'inno con qualche lacrima. Ecco noi queste gioie le stiamo provando seppur poi non riuscendo a vincere, ma VOI altri ad oggi potrete solo vivere di ricordi in una manifestazione che ancora per un altra stagione non vi apparterrà mentre noi proveremo nuovamente ad andare in fondo, ma soprattutto continueremo a girare l'Europa in lungo ed in largo.....alla faccia vostra! Poi la partita....la gioia immensa alla rete di Mandzukic che faceva capire come fossimo carichi noi tifosi....un boato incredibile.....poi la delusione, l'ennesima....un film già visto! Peccato, ma ci torneremo, ci riproveremo perchè la GENTE COME NOI NON MOLLA MAI! Sul 3-1 eravamo quasi impietriti, convinti oramai che la finale era persa....ci guardavamo tra di noi senza più parlare.....dagli sguardi si comprendeva tutta l'amarezza.....le lacrime sarebbero state solo per la gioia....tranne che per i più giovani come Francesco Cavaliere crollato in un pianto ininterrotto.  Fabio che aveva bisogno lui di conforto.....ha come sempre fatto da buon padre di famiglia rincuorando uno ad uno tutti gli altri! Abbiamo applaudito la squadra, il Mister che hanno fatto un miracolo anche in questa stagione, poi tutti fuori si sono radunati per ripartire immediatamente da Cardiff chi verso casa, chi verso Reading, chi verso gli aeroporti di Londra. Peccato avevamo programmato ben altro.....Il grosso è ripartito al 4 mattina facendo scala a Tolosa in Francia per poi atterrare a Napoli.....città dove alla sera precedente si è festeggiato come nemmeno fecero allo scudetto di Maradona.....(che “peccato” che sono). SIETE (rivolto a tutti) COME DEI GUARDONI CHE VI ECCITATE A GUARDARE LE VOSTRE MOGLI TROMBATE DA ALTRI!

Da noi mai vedrete indossare maglie di altri colori, mai ci sentirete dire...un Forza.....solo perchè è l'avversaria di una nostra rivale.....MAI. La mentalità non la si compra mica al Supermercato. Siete davvero ridicoli! Non possiamo che dirvi questo!

Giunti a Napoli, con le auto lasciate li da chi era partito al due da Capodichino (molti partiti in coppia pur di garantire a tutti il passaggio al ritorno.....grande spirito di collaborazione), i 20 soci sono riusciti a far rientro ad Andria verso le 23 di domenica sera. Un altro capitolo importante si è chiuso seppur con una grande amarezza, ma resta la grandissima soddisfazione di esserci stati in massa ad una trasferta importantissima, la seconda finale Champions da quando è nato il nostro Club, che ricordiamo fu messo su dopo un altra grande delusione, la finale Champions persa a Manchester nel 2003!

Tutti i partecipanti a questa trasferta che comunque resterà per sempre nei ricordi ci hanno ringraziato per quanto fatto, ma siamo noi che come sempre dobbiamo ringraziare voi per la passione e la disponibilità che ci mettete in ogni occasione. Al martedì prima della partenza tutti i partecipanti si erano riunti presso la sede del Club per mettere a punto tutta la spedizione. Alcuni soci che poco frequentano le trasferte sono rimasti colpiti dalla nostra maniacale precisione.

Crediamo che quest'altra trasferta accrescerà la partecipazione numerica nel prossimo anno nelle trasferte sia in Italia che in Europa, perchè chi si avvicina ai nostri viaggi difficilmente ci abbandona....ecco perchè NOI ABBIAMO ANCORA UNA VOLTA VINTO!

Un ringraziamento anche a chi è rimasto ad Andria affollando il club in una maniera incredibile! Peccato perchè sarebbe stato il delirio autentico. Solo tutto rinviato. Prima o poi accadrà. Non abbiamo fretta, sarà sempre più bello, sempre più rabbioso quando accadrà!

Caro ALBERTO avremmo voluto dedicarti questa vittoria ma non è stato possibile, noi eravamo li anche per te, tanti hanno indossato una maglia con la tua immagine sorridente....una bella cosa che avrebbe meritato un altra sorte, ma sappiamo che tu da lassù sei felice comunque.

SARAI SEMPRE CON NOI, IN OGNI STADIO, IN OGNI CITTA'! ALBERTO VIVE!

Adesso che tutto si ferma, che la stagione cala il sipario possiamo dirvi che è stato un viaggio affascinante di ben 57 partite delle quali ben 55 con noi al fianco della Juve, se non fosse stato per i due divieti a Napoli! Che spettacolo. Già ci manchi ma adesso ne approfittiamo per programmare con sempre maggior determinazione la prossima stagione che inizierà con la SUPERCOPPA ITALIANA il 13 agosto all'Olimpico di Roma contro la Lazio. A breve si partirà anche con la CAMPAGNA ABBONAMENTI E TESSERAMENTO AL CLUB. Inutile dirvi che vi aspettiamo più numerosi per far crescere sempre più il numero di soci! Si riparte dagli oltre 700 di quest'ultima stagione. A breve vi comunicheremo anche la data della festa di fine stagione, la classica cena che ci vedrà nuovamente tutti assieme a far baldoria!

JUVENTUS CLUB ANDRIA: SEMPRE PIU' ORGOGLIOSAMENTE GOBBI! 

SEMPRE IN PRIMA LINEA! MAI UN PASSO INDIETRO, SEMPRE UN PASSO AVANTI!

GRAZIE RAGAZZI, GRAZIE A TUTTI!

 

 

 

 
 
+ 39 DAL 1985. PER SEMPRE
 

32 anni sono già trascorsi da quella maledetta serata dell'Heysel, quando un momento di festa si sarebbe dovuto consumare di li a qualche ora. L'attesa di una finale di COPPA DEI CAMPIONI sappiamo bene cosa voglia significare per noi che abitualmente ci arriviamo. Ed invece l'attesa a Bruxelles si trasformò in una tragedia calcistica che ci auguriamo possa non accadere MAI PIU' a nessuna tifoseria del mondo! Chi ancora oggi continua ad oltraggiare e ad offendere la memoria di quelle 39 vittime, non è degno di essere considerato sulla faccia della terra, non è degno di essere ritenuto un essere umano, ma semplicemente un essere “insignificante” come la loro esistenza, perchè chi ragiona così non può che essere nella propria miserevole vita....una NULLITA'!

Quest'anno in occasione della trasferta a Reggio Emilia contro il SASSUOLO ci siamo recati al monumento realizzato, grazie all'Associazione Familiari Vittime dell'Heysel, nel Parco del Mirabello per ricordare le 39 vittime. E' stato un momento toccante che ci ha indotto ad una profonda riflessione su come in Italia si viva male il calcio, molto male.....per colpa di una ignoranza ancora troppo dilagante!

Abbracciamo idealmente le famiglie dei 39 angeli che da lassù continuano ad attendere, come noi, l'arrivo di quel momento a chiusura di un cerchio! Arriverà....è sarà soprattutto VOSTRA!

Noi continueremo a portarvi sempre nei nostri cuori e nelle nostre menti.

DA SEMPRE, PER SEMPRE! + 39 

 

 
 
VINCERE AIUTA A VINCERE. ADESSO “ANDIAMO A COMANDARE”
 

Il campionato 2016/2017 di Serie A si è concluso per la nostra JUVENTUS così come era iniziato, 2-1 alla prima di campionato alla Fiorentina, 2-1 al Bologna all'ultima di campionato allo Stadio Dall'Ara. Un campionato che ci ha visto nuovamente diventare CAMPIONI D'ITALIA! Una gara teoricamente insignificante ma che ha assunto il valore di preparazione alla PARTITA DELLE PARTITE che si terrà sabato sera 3 giugno al MILLENIUM STADIUM di Cardiff nel lontano GALLES dove la JUVENTUS proverà nuovamente a salire sul TETTO D'EUROPA da dove manchiamo da ben 21 anni! Rispetto al Real Madrid che è rimasto davanti alla TV a guardarci la Juventus grazie a questa gara è riuscita a tenere alta la concentrazione, a non spezzare il ritmo e soprattutto grazie al vantaggio momentaneo dei bolognesi ad uscire fuori la classica fame e cattiveria delle grandi squadre. Nonostante un turn over logico che ha visto giocare in porta il terzo portiere AUDERO oltre all'ingresso in campo del minorenne KEAN autore poi proprio della rete della vittoria. Un predestinato, come probabilmente questa JUVENTUS in questa stagione.  Di Dybala la rete del pareggio. Giornata calda, con tantissimi tifosi della Vecchia Signora come sempre al seguito in una piazza da sempre a noi molto ostile. In 4 i nostri soci che hanno comunque risposto presenti a quest'ultima trasferta. Non era semplice trovare qualcuno disposto ad esserci pur di non mancare alla 54^ trasferta di questa stagione da noi organizzata! Numeri pazzeschi. SIAMO ARRIVATI ANCORA UNA VOLTA OVUNQUE, anche a DOHA! Adesso manca solo la più importante in GALLES nel REGNO UNITO, dove ci recheremo in maniera massiccia. Ad oggi ben 51 i soci in possesso di un biglietto per la FINALISSIMA. RECORD DI PRESENZE ASSOLUTE per una trasferta europea! Si partirà con diverse combinazioni aeree, con diversi scali, con arrivo in diversi aeroporti londinesi o del Regno Unito ma ci ritroveremo tutti quanti li sugli spalti compatti come sempre per condurre la JUVE a realizzare il NOSTRO GRANDE SOGNO!

Un grazie di cuore ai nostri presenti a Bologna, Giorgio Nicolamarino, Giuseppe Tattolo, Giuseppe Sgarra e Maristella Suriano. La loro presenza ha significato tantissimo. Queste sono le trasferte per noi più importanti. Arrivati alle 4 circa nel vialone del settore ospiti, sono entrati nello stadio verso le 17 appendendo la pezza alla destra del Gruppo TRADIZIONE, oltre a quella che ricorda il nostro caro ALBERTO. Tifo e sostegno alla squadra caricata a dovere prima della Finale. Poi a cinque minuti dalla fine smontano la pezza per andare via prima, onde evitare di essere trattenuti ancora dentro. Si perdono la rete della vittoria del giovanissimo Kean, ma contava solo la nostra presenza li anche a Bologna! Grandi ragazzi, rientrati a casa nella nottata e capitanati da uno della vecchia guardia come Pinuccio! Siete stati il nostro orgoglio. 

ORA PIU' CHE MAI ANDIAMO A COMANDARE CONTRO TUTTO E TUTTI!

INSEGUENDO UN SOGNO......

 

 
 
JUVE 6 LEGGENDA! 35 VOLTE CAMPIONI D'ITALIA....SECONDA GODURIA.....
 

Nemmeno il tempo di chiudere i festeggiamenti per la dodicesima Coppa Italia, la terza consecutiva, ecco che domenica pomeriggio ci siamo ritrovati nuovamente a festeggiare, questa volta per uno scudetto che resterà per sempre nelle memorie di tutti. Vincere 6 campionati di fila non era mai accaduto a nessuno! Da oggi la nostra Juventus sarà ricordata per sempre per aver scritto questa LEGGENDA che sarà ricordata e raccontata un giorno ai nipotini, oltre che tramandata di generazione in generazione! I tirapiedi se ne facciano una ragione, a loro abbiamo lasciato come di consueto le briciole, a loro lasciamo i fegati spappolati. Sono nervosi, sono agitati, sono inquieti, te ne accorgi dalle stronzate che, se almeno avessero un po di cervello, non scriverebbero sui social, rendendosi così ancora più ridicoli di quanto già non lo siano nella loro vita! Abbiamo già dedicato loro troppo tempo, pertanto l'invito come sempre è di snobbarli perchè non valgono il nostro tempo, la nostra considerazione! Anzi aggiungiamo......

LUNGA VITA AL NOSTRO NEMICO AFFINCHE' POSSA ASSISTERE ALLE PROSSIME VITTORIE!

La Juventus in uno Stadium stracolmo di passione per l'appuntamento con la LEGGENDA, ha battuto un Crotone alla ricerca di punti salvezza. 3-0 il finale con la festa che è praticamente esplosa mentre si giocava ancora la ripresa. Uno sventolio di bandiere pazzesco da ogni settore, tutti in piedi per tributare il giusto ringraziamento ad una squadra LEGGENDARIA! Di Marione Mandzukic, Dybala ed Alex Sandro le tre reti che hanno deciso l'incontro. Giornata straordinaria quella vissuta su a Torino dai nostri soci partecipanti, come per tutti coloro che sono rimasti presso la sede del Club. Ancora una presenza massiccia del nostro Club che ha registrato sugli spalti la presenza di ben 37 persone. Partiti in pullman il sabato sera da Andria verso le 21,00 sono arrivati su a Torino verso el 9 del mattino. Durante il viaggio tantissima goliardia grazie soprattutto a Sabino Chieppa che come al solito aveva provveduto all'organizzazione di un lauto buffet. A Termoli erano già tutti belli carichi visto anche il buon vinello che scorreva a go-go.......Da segnalare anche la presenza a bordo di 5 donne che non si lasciavano pregare nel bere il buon vinello. Insomma una splendida comitiva, capitanata dal Presidente, da Nicola Pisani oltre che da Fabietto, l'infaticabile segretario. Vedere la soddisfazione dei soci a bordo pullman è sempre la cosa più bella di ogni viaggio. Grande organizzazione, grande gruppo! Giunti a Torino, la comitiva si è suddivisa tra chi è subito andata al Bar dove si ritrova il Gruppo Tradizione, chi nel Centro Commerciale, chi in visita al Museum. Poi a mezzogiorno l'appuntamento per tutti, autisti compresi era alla solita trattoria che ci ha dedicato una metà sala.  Anche li, vinello a go go, carne arrostita, frutti di mare.....formaggi a volontà. Insomma come sempre un pranzo di alto livello. Poi alle 13,15 “gli striscionisti” vanno già dentro. C'era il bandierone di Agnelli da far entrare. Come sempre non mancano i problemi ai controlli. Poi tutto risolto. Si monta lo striscione con Giorgio e Fabio, oltre alla pezza delle ragazze con Maria. Non manca ovviamente ALBERTO VIVE il cui ricordo sarà sempre vivo in noi tutti. Tutto pronto, il bandierone viene sventolato per l'intera partita dietro la porta. Un immenso tricolore saluta l'arrivo del trentacinquesimo scudetto della nostra storia, poi il momento tanto atteso, la consegna della COPPA SCUDETTO, che viene portata sotto la Sud. Bonucci la porta proprio li dove era il nostro Fabio che gli da la mano, toccando la Coppa. Anche Gigione Buffon viene sotto di noi sbandierando il bandierone di TRADIZIONE! Emozioni. Bellissimo il saluto ed il ringraziamento a MASSIMILIANO ALLEGRI con cui si può dire che sia stata finalmente sancita la pace da parte di molti, noi compresi. E' arrivato in punta di piedi ed ha fatto un grandissimo lavoro! COMPLIMENTI MISTER! Bello il suo inchino alla Curva che gli batteva le mani. La Coppa alzata al cielo, il delirio è la gioia la leggevi sui volti di tutti. Non siamo mai sazi.

Vogliamo vincere ancora è dobbiamo VINCERE! Da noi le feste durano giusto l'attimo in cui si verifica la vittoria, poi si pensa già al prossimo trionfo.

Si esce dallo stadio per recarsi al Bus in un clima di grande gioia. Sul pullman, tanti cori, di cui uno dedicato ad Alberto. Poi al primo autogrill il Presidente stappa due bottiglie per festeggiare. Insomma la FESTA CONTINUA......Si ritorna ad Andria quasi alle otto del mattino, felicissimi di esserci stati nel giorno in cui si è scritta una pagina LEGGENDARIA del calcio italiano. Nel frattempo al Club al pomeriggio si è consumata l'ennesima festa all'esterno della sede che ha fatto nuovamente “sobbalzare” tutti.....ahahahahahahhaa. Festa che si è chiusa lunedì sera con i FUOCHI D'ARTIFICIO in PIAZZA MUNICIPIO, una batteria lunghissima organizzata ed offerta dal nostro PRESIDENTE.

Adesso è tempo di dedicarci all'ultima trasferta del campionato, una rogna, che nessuno vuole fare.....che tanti diserteranno, ma a cui noi saremo presenti in 4! Onore, tanto onore a chi sarà presente sabato pomeriggio anche a Bologna in questa ultima trasferta di una stagione lunghissima che ci ha visti presenti ancora una volta OVUNQUE! Facciamoci un grande applauso! 

Poi sarà la volta di CARDIFF.....ci emozioniamo solamente al pensiero....ad oggi ben 23 i soci che hanno la certezza e garanzia di avere il biglietto, riuscito a prenderlo nelle varie fasi di vendita. Già una gran bella rappresentanza, ma speriamo di cuore che questo numero possa magari crescere nelle prossime ore!

IL TRICOLOR......ABBIAMO VINTO IL TRICOLOR.....ABBIAMO VINTO IL TRICOLOR....

JC ANDRIA: ORGOGLIOSAMENTE GOBBI! 

TRENTACINQUE VOLTE CAMPIONI D'ITALIA E' VOI.......??????

p.s. Guardatevi le splendide foto gallery sul sito che raccontano le nostre splendide trasferte.

 

N.B. DAL 5 GIUGNO PARTIRA' GIA' L'AFFILIAZIONE ALLA NUOVA STAGIONE! SIETE IN TANTI A CHIAMARCI PER ENTRARE A FAR PARTE DEL NOSTRO GRUPPO. NOI VI ASPETTIAMO SIN DA SUBITO.

 

 
 
LA COPPA ITALIA E' ANCORA DELLA JUVE! PRIMA GODURIA
 

In quella che forse era la partita che più si temeva di queste ultime gare, prima della finale Champions a CARDIFF, la JUVENTUS ha letteralmente strapazzato una Lazio incapace di reagire ed opporre resistenza ad una JUVE in formato "cannibale". 2-0 il risultato della FINALE DI COPPA ITALIA che vede la Juventus trionfare per la dodicesima volta, la terza consecutiva. Una impresa mai riuscita a nessuno. Dani Alves e Bonucci i marcatori di questa prima finale vinta. Adesso ne mancano due ancora (speriamo non tre) considerando la partita contro il Crotone che dovrà essere affrontata assolutamente con la stessa cattiveria con la quale si è affrontato il Barcellona, il Monaco o la Lazio stessa. Adesso in campionato non possiamo più permetterci di "giochicchiare", bisogna vincere per mettere in bacheca il sesto scudetto consecutivo quello della LEGGENDA, il 35° della storia. Non sarà semplice perchè di fronte avremo un Crotone a caccia di punti per una salvezza che sino a qualche settimana fa sembrava una cosa impossibile, mentre oggi arrivano a questa sfida con ancora buone probabilità. Ma spiace per loro, noi dobbiamo assolutamente vincere per chiudere questo campionato che stiamo strameritando di vincere. Del resto se c'era una competizione dove potevamo un attimino rilassarci, lesinando le forze per le altre due competizioni, questo era proprio il campionato dove, grazie al vantaggio accumulato, ci siamo potuti permettere di abbassare i ritmi. Ritmi che invece mercoledì sera in finale di Coppa Italia, sono tornati prepotentemente a salire, con una Lazio che, dopo aver preso un palo nella parte iniziale della gara, ha poi subito la ferocia di una Juve mai doma, mai sazia, pronta a sbranare qualunque avversario, senza essere riuscita ad accennare una minima reazione. Il portiere bianco celeste ad un certo punto sembrava preso a pallonate. Il bottino francamente meritava per la Juve di essere più consistente, ma va benissimo così, contava mettere in bacheca il primo titolo di questa straordinaria stagione che potrebbe chiudersi in maniera clamorosamente EPICA! Bellissima l'atmosfera che si respirava all'esterno e all'interno dello STADIO OLIMPICO tutto esaurito, con la MONTEMARIO, oltre ai distinti Sud e Curva Sud che presentavano uno splendido colpo d'occhio bianconero. Anche la Tevere registrava la presenza di numerosi sostenitori bianconeri per lo più "imboscati". All'esterno il "popolo" degli appassionati di Tennis per gli Internazionali di Roma, insomma festa nella festa.... Onore al merito laziale che hanno inscenato una coreografia spettacolare nella loro curva Nord. Cori contro come ovvio che sia, ma tanto rispetto da ambo le parti. Bellissimo il "chi non salta giallorosso è...." fatto partire dai laziali ed accompagnato da tutti i tifosi juventini con l'applauso finale da parte nostra rivolto ai laziali. Da segnalare anche l'applauso finale alla squadra laziale tributato dalla nostra Curva Sud al momento delle premiazioni. Insomma un clima tipicamente inglese dove si registra rivalità durante la gara è tanta sportività al termine. Anche all'esterno servizio d'ordine impeccabile, con nessun problema di qualsiasi natura. Ancora una volta al cielo di Roma si è alzato forte l'inno della JUVE nello stadio Olimpico oltre che i fuochi d'artificio a salutare l'ennesima vittoria della JUVENTUS. Momenti quelli della premiazione che ti restano scolpiti per sempre. Apoteosi quando la squadra è arrivata sotto la SUD con la COPPA ITALIA in mano, alzata al cielo da GIORGIONE CHIELLINI capitano in Coppa Italia. Bravi tutti, bravissimo Mister Allegri che ha saputo gestire una rosa così importante, anche nella competizione "teoricamente" minore come la Coppa Italia, dosando al meglio le energie di tutti.  

La nostra trasferta all'Olimpico di Roma è stata a dir poco straordinaria, per numeri è per la qualità di quanto fatto. In 60 ci siamo recati alla finale con un gran bel pullman di tutto rispetto. Massicci, compatti è come sempre super organizzati. Partiti alle 9,00 in punto causa ritardo di Graziano Palladio, di cui non possiamo farne a meno, a bordo pullman l'atmosfera era già caldissima dai primi momenti di viaggio. Il Presidente, Nicola Pisani, Salvatore Lomuscio, Giuliano, Fabietto, Andrea Leonetti, Sabino Chieppa ad accompagnare il gruppo che presentava tantissimi volti vecchi ed alcuni nuovi già parte integrante dello "zoccolo duro". A Mirabella è andato in scena il primo spettacolare "aperitivo" o "happy hour" dello Jc Andria, con l'area "pic nic" dell'Autogrill trasformatasi  in una trattoria viaggiante. Arriva anche il furgone degli "amici barlettani" con i quali abbiamo subito instaurato un bel rapporto di amicizia. Cori a tutta forza, tra focaccia, salami, formaggi, mortadella e soprattutto tantissimo buon vino. L'atmosfera sale è nel pullman alla ripartenza inizia a non capirsi più nulla. Si arriva così a Roma Nord dopo aver organizzato la tradizionale lotteria che ha visto aggiudicare la maglia di Pjanic a Graziano Lotti. Prima dell'uscita dall'autostrada i nostri si fermano per il pranzo "fai da te" da noi organizzato. Tanta pasta al forno, parmigiana, riso freddo è tanto altro ancora che sembrava più una gita fuori porta che una trasferta di calcio così importante. Alle 15,00 i nostri super carichi, tra cibo e vinello, ritornano sul pullman per giungere alla barriera autostradale dove vengono subito intercettati dalla Polizia che ci costringe a fermarci. Un rapido controllo è dopo aver parlato con la Digos i nostri vengono immediatamente fatti ripartire verso lo Stadio senza scorta. Che bello! Sbagliamo però strada è ci incasiniamo nel traffico di Roma giungendo al parcheggio solo verso le 17,30! Subito il gruppo degli striscionisti corre via verso la Sud per entrare prima ed appendere già il tutto, dando appuntamento al resto del gruppo all'interno della Curva. Entrano anche il bandierone dell'Avvocato Agnelli, sistemandosi a sinistra della Sud al solito "bocchettone". Luisa, una delle cinque ragazze andriesi presenti mette la loro pezza alla destra dello striscione che solitamente mettiamo allo Stadium. Alla sinistra viene messa la pezza ALBERTO VIVE! Perchè lui sarà sempre con noi!  Al nostro fianco sulla sinistra si posizionano gli amici barlettani! Arriva poi il gruppone dei nostri soci ed in cinquanta ci si ritrova tutti li dietro lo striscione in balconata con Fabio che inizia il suo show. A più riprese i cori partono proprio da lui con tutta la curva che accompagna. Da sopra i cori che partono dal basso, vengono tenuti sempre vivi facendo si che il nostro gruppo ne esca alla grande da questa trasferta per il figurone fatto! Davvero orgogliosi per quello che siamo riusciti  a fare all'Olimpico. Saluti ed abbracci con i tantissimi amici di ogni dove che vengono a salutarci trovandoci proprio al bocchettone che conduceva poi alla zona bar/bagni! I minuti passano, la Coppa si avvicina ed una parte dei nostri decide di mettersi a torso nudo. Spettacolo nello spettacolo, si balla, si simula il trenino, la gente intorno a noi, sorride divertita. Poi l'esplosione di gioia finale. Bellissimo è stato vedere il nostro Presidente sventolare il bandierone per molto tempo, come tutti i soci che si sono alternati nel farlo. Alla fine mega foto di gruppo finale che troverete come sempre nella ricca foto gallery della trasferta. Poi il coro per ALBERTO TESORO che è stato fatto da tutti i nostri soci applaudito dagli altri. Tutto troppo bello. Quasi non si voleva uscir fuori per quanto bella è stata la serata. Un ringraziamento doveroso va fatto sia alla parte giovane del gruppo che a quella anziana, un connubio straordinariamente perfetto. Appena fuori il lungo percorso verso i pullman lasciati sul Lungo Tevere. Poi la ripartenza con la sosta al primo Autogrill preso d'assalto per poi non fermarci più è giungere ad Andria verso le 6 del mattino, tutti pronti per una giornata di lavoro con l'umore alle stelle....

Ci piace invece ricordare quelli che ci odiano, quelli che rosicano, quelli che non ci sopportano.....poveracci un altra notte turbata per colpa nostra....periodaccio per loro....ci dicono siano andati a nanna presto spegnando da subito la TV. 

PRIMA GODURIA, ASPETTANDO LA SECONDA!

Sabato sera si riparte verso Torino dove in 39 saremo presenti nuovamente in pullman a quella che potrebbe essere la partita decisiva per lo scudetto. L'ultima trasferta della stagione a Torino, la ventinovesima sotto la MOLE. Andare in una stagione per ben 29 volte a Torino deve farvi comprendere quanta "cazzo" di passione che abbiamo. Se poi ci aggiungiamo tutto il resto.....ecco che questa stagione meriterebbe per quanto fatto anche da NOI di chiudersi alla grandissima.

CONTINUIAMO AD INSEGUIRE UN SOGNO. INSTANCABILI! 

JC ANDRIA SEMPRE UN PASSO AVANTI. DA SEMPRE E PER SEMPRE!
 

 
 
NULLA E' STATO FATTO, TUTTO E' DA CONQUISTARE! FORZA RAGAZZI
 

La sconfitta di domenica sera all'Olimpico di Roma, ha fatto comprendere a tutti noi tifosi, ora più che mai, che ad oggi NULLA E' STATO FATTO  è  che TUTTO SIA ANCORA DA CONQUISTARE. Per farlo, bisognerà gettare il cuore oltre l'ostacolo, bisognerà saper soffrire, saper lottare per poi finalmente gioire. Per lo scudetto la strada si è un attimino complicata. Tutto è ritornato in gioco dopo aver sprecato due bonus, prima nel derby contro il Toro, poi a Roma. Ma a Roma avevamo anche messo in preventivo la possibile sconfitta, ed ecco quindi venire prepotentemente alla ribalta, i due punti persi sciaguratamente a Bergamo nel finale di gara.  Bene, nulla è compromesso, restiamo tranquilli perchè il destino sarà nuovamente nelle nostre mani domenica pomeriggio quando allo STADIUM verrà a farci visita un Crotone bisognevole di punti per la salvezza a sole due giornate dal termine del campionato. I punti di vantaggio sulla Roma sono scesi a 4, che però adesso ha dalla sua, gli scontri diretti favorevoli. Quindi due pareggi non basteranno. Servirà vincere una partita è questa partita dovrà essere costi quel che costi quella contro i calabresi! 3-1 il finale all'Olimpico con rete del nostro vantaggio ad opera di Lemina in un buon primo tempo che non lasciava assolutamente presagire ad una brutta serata che avrebbe potuto regalarci già il titolo. Nella ripresa la squadra ha prodotto troppo poco per riuscire a contrastare una Roma apparsa troppo concentrata sulla gara. E' sempre più evidente che la Juve dimostra che, con gli undici titolari che hanno strapazzato Barcellona e Monaco non c'è ne davvero per nessuno. Non appena cambiano diversi interpreti, la Juve torna normale è può essere battuta da chiunque. Pertanto niente più scherzi, ad iniziare da mercoledì sera, nuovamente all'Olimpico in finale di Coppa Italia contro la Lazio, come domenica contro il Crotone in campionato, servirà la migliore Juve, serviranno i titolarissimi tutti assieme ma soprattutto servirà la fame di vittoria. Non ce ne vogliano gli altri giocatori in rosa, ma adesso è il momento di raccogliere tutto è non possiamo permetterci di correre altri rischi! Tre finali (speriamo non 4) ci attendono!

Al campionato ci penseremo da giovedì mattina. Adesso è il momento di andare a difendere la COPPA ITALIA conquistata negli ultimi due anni. Non sarà cosa semplice, visto che di fronte troveremo una Lazio davvero in forma che ha condotto una straordinaria stagione. Gli abbiamo già battuti per ben due volte in campionato, speriamo che la regola del non c'è 2 senza 3....funzioni anche questa volta......Per carità se ci trovassimo costretti a scegliere tra Coppa Italia e Champions, sceglieremmo senza ombra di dubbio la CHAMPIONS fregandocene di sto cazzo di triplete che francamente non serve a nulla se non a riempire la bocca di chi da sempre non conta un emerito ca....! Noi il TRIPLETE, quello vero, lo abbiamo fatto in ben 2 occasioni: COPPA DEI CAMPIONI, SUPERCOPPA EUROPEA E COPPA INTERCONTINENTALE (1985 e 1996), come quello italiano.

Ma adesso non potendo scegliere è dovendo giocare prima questa finale di COPPA ITALIA, vogliamo che la stessa venga alzata nuovamente al cielo di Roma. Noi tifosi dovremo essere la marcia in più per questa squadra che ci sta regalando tantissime soddisfazioni, ma adesso è giunto il momento di aiutarli a gettare il cuore oltre l'ultimo ostacolo. Serve il nostro apporto, come quello dell'intera tifoseria. Noi siamo prontissimi a darlo, lo faremo sostenendo in gran numero la squadra all'Olimpico con ben 60 soci che hanno risposto presente nonostante la gara si giochi di mercoledì.

Anche a ROMA domenica sera in campionato noi dello JC ANDRIA abbiamo risposto come sempre PRESENTE in una trasferta che avrebbe potuto regalarci il titolo. Peccato, i ragazzi partiti avrebbero meritato questa gioia dal vivo. In 9 con un furgone a noleggio sono partiti da Andria alle 11,30 di domenica mattina. Giornata caldissima. Alla guida per tutto il viaggio di andata c’era il grande FABIO in versione balneare. Presente anche una “ragazza andriese” AGNESE l’ideatrice di questa bella pezza! Gran bel viaggio quello dell’andata con tanta goliardia è con la speranza di poter festeggiare proprio all’Olimpico. Giungono a Roma per le 15,30 del pomeriggio attendendo la partenza della scorta per lo stadio. Nel frattempo i nostri brindano a suon di vino per mettersi già in clima partita. Come sempre vengono condotti con il comodo arrivando allo stadio soltanto alle 19,30. Assurdo! Ma a Roma è tutto normale. Appena dentro si posizionano tutti dietro al bocchettone in alto a sinistra del settore, a confine con la Nord romanista (come da foto articolo). Soliti sfottò con i gruppetti organizzati a confine. Inizia la gara, Fabio e Salvatore fanno cantare quella parte di settore facendo alzare le braccia a tutti. Tutto il tifo è bello per poi calare alla distanza complice anche la delusione del risultato maturato. Come sempre saluti ed abbracci con mezzo settore per i nostri che si danno appuntamento nuovamente a Roma mercoledì sera per la Coppa Italia. Escono dallo stadio a tarda ora per poi riprendere finalmente l’autostrada soltanto verso l’1,00. A condurre i ragazzi ad Andria, dove giungono alle 05,30 del mattino, ci pensa al ritorno il mitico SALVATORE LOMUSCIO, uno che quando il gioco si fa duro…..scende sempre in campo!| Da applausi tutti i ragazzi presenti come i tre della vecchia guardia, Marco Lambo, Gaetano Maddalena e Vincenzo Zingaro, ma anche i nuovi non sono stati da meno, su tutti Mauro al primo anno di iscrizione è già con diverse trasferte effettuate!

La compattezza, la mentalità, l’unione di gruppo sono valori che non si possono acquistare ma li devi possedere oltre che maturare. Orgogliosi di quanto facciamo! Le chiacchiere da social o da bar, l’invidia (brutta bestia) e l’ignoranza le lasciamo ad altri!

NOI SIAMO NOI! SENZA SE E SENZA MA! DA SEMPRE E PER SEMPRE.

Da segnalare anche la nascita di un altro rapporto di amicizia con un bel gruppo che Fabio aveva avuto già modo di conoscere, i ragazzi della zona di Brescia capitanati dal Grande ROBY! Un grande abbraccio con tanta simpatia!  

 

 
 
LA JUVE IN FINALE CHAMPIONS. GIOIA IMMENSA
 
La Juve batte, anche nella gara di ritorno delle semifinali di Champions, il Monaco per 2-1 conquistando l'accesso alla sua nona finale della CHAMPIONS LEAGUE. Un traguardo straordinario, fortemente voluto ed inseguito in questa lunghissima stagione. Arrivare per così tante vole all'atto conclusivo della manifestazione calcistica più importante al mondo rappresenta già un qualcosa di immensamente grande. Ci sta poi che la puoi perdere, come succede spesso a noi, viste le sei sconfitte in finale, ma l'arrivare in fondo, rappresenta già di per se, una cosa meravigliosa che solo una GRANDISSIMA squadra/società può realizzare. Ecco, la JUVENTUS è per l'appunto una grandissima squadra, che riesce ancora una volta ad arrivare alla partita più importante, che tutti vorrebbero ogni anno giocare. Rifarlo dopo soli due anni, rappresenta per noi tifosi un motivo di grandissimo orgoglio alla faccia di chi adesso teme di rivederci sul TETTO D'EUROPA! Vivranno giorni da incubo. Notti insonni che potrebbero durare per mesi interi......Noi invece ci godiamo questo splendido momento, consapevoli che la CHAMPIONS è l'obiettivo principale ma consapevoli anche che potremmo ancora una volta restarne delusi ed a mani vuote. Lo mettiamo in conto, qualora la sfiga si accanisse ancora una volta contro di noi. Non ne faremmo un dramma. E' il bello del calcio. Puoi vincere, come puoi anche perdere. L'importante è provarlo a fare ogni anno come la nostra JUVENTUS! Adesso non ci pensiamo, mancano altre partite prima di arrivare a quella. Dobbiamo conquistare lo scudetto è provare a rivincere la COPPA ITALIA. Del TRIPLETE c'è ne sbattiamo, quella parola la lasciamo in bocca a quegli essere insignificanti che godono oramai solo con la frase MAI STATI IN B, non accorgendosi di come si rendano sempre più ridicoli. IGNORIAMOLI. 
Del resto solo la CHAMPIONS ti permette di essere ricordato da tutti. Noi abbiamo la possibilità di rivincerla dopo 21 lunghi anni con in mezzo ben 4 finali perse. Numeri da GRANDISSIMA SQUADRA!  
La gara contro i francesi del Monaco è stata tutt'altro che facile soprattutto nella prima parte dove i monegaschi hanno cercato a più riprese di trovare la rete del vantaggio che avrebbe potuto cambiare la partita. Ed invece la Juve ha saputo subire e soffrire, queste loro sfuriate iniziali con qualche apprensione di troppo, per poi riprendere  il comando della partita, sfornando azioni su azioni, con tantissime occasioni sprecate oltre a due reti che ci hanno portato al riposo con un piede e mezzo a CARDIFF. Di Mandzukic e Dani Alves le due reti juventine. Ancora una volta grandissima prestazione dell'esterno brasiliano autentica forza di questa Juve formato Champions. Poi il Monaco ha cercato di indirizzare la partita sullo scontro fisico, sperando di indispettire i nostri. Bruttissimo il fallo di quel macellaio di GLIK su HIGUAIN che ci ha fatto temere per un attimo il peggio. Per fortuna niente di preoccupante è subita la rete del 2-1 la Juve ha ricominciato subito ad alzare il livello di attenzione su di una partita che ovviamente la si voleva anche vincere. Missione compiuta SIAMO A CARDIFFFFFFFFFFFFFF.
Negli ultimi minuti di gara sugli spalti ribollenti di entusiasmo è iniziata una vera e propria festa come già la si era registrata al bar della Curva Sud a fine primo tempo, quando fiumi di gente ballavano impazziti dalla gioia con birre in mano che puntualmente cascavano per terra....la stessa atmosfera che si è registrata al nostro Club dove sin dalla fine del primo tempo è iniziata la festa per quest'altra finale raggiunta. Cori lunghissimi, battiti di mano, fumogeni tricolori a colorare la via. Uno spettacolo. Il raggiungimento di questo obiettivo andava degnamente ed esageratamente festeggiato è noi lo abbiamo fatto. Adesso Keep Calm. Abbiamo già emesso un comunicato sulla chat del Club che ha raggiunto tutti i nostri soci. I non soci, gli occasionali, non chiamassero proprio. Non riceverete nemmeno risposta. 
Questa finale sarà soprattutto di chi la Juve l'ha seguita da Zagabria a Montecarlo restando a questa stagione. O di chi non potendo seguirla in Europa l'ha seguita a Bergamo, a Firenze, a Genova, a Cagliari, a Palermo.......Il messaggio è chiaro per tutti giusto?????
Da giovedì 18 dovrebbe partite la prelazione (non certa) dei biglietti per gli abbonati. Ecco speriamo almeno che in questa fase, lo zoccolo duro dei nostri abbonati stadio riesca a prendere l'agognato biglietto. Poi ci costruiremo il viaggio per raggiungere il GALLES. Noi CI SAREMO in ogni modo! La meritiamo questa maledetta Champions non fosse altro per i sacrifici che da sempre facciamo! Solo dopo partiranno poi i pacchetti per tutti, con priorità ai PREMIUM MEMBER, sempre attraverso un apposito sito realizzato per l'occasione, dove chiunque potrà provare ad acquistare gli stessi!  
La trasferta dei nostri soci su a Torino contro il Monaco è stata come sempre spettacolare. In 65 hanno raggiunto lo Stadium, tra i quali anche due ragazze andriesi: ALESSIA ed ANNALUCIA. Loro sempre presenti oramai. A bordo pullman capitanato da Andrea Leonetti e l'immancabile Sabino Chieppa, tantissima goliardia. Partiti da Andria alle 23,30 circa sotto una pioggia battente, hanno raggiunto lo Stadium verso le 11,30 del mattino. Durante il viaggio la tradizionale lotteria che vedeva questa volta in palio la maglietta di Leonardo BONUCCI, oltre al rinfresco per tutti, organizzato come sempre da Sabino Chieppa. Insomma grande spirito di gruppo a bordo con immancabile foto di gruppo porta fortuna fatta in Autogrill! 
Appena allo Stadium il gruppo si divide tra chi raggiunge subito il centro città � chi decide di effettuare il tour di Museum e Stadium o chi invece preferiva semplicemente "cazzeggiare" li nei dintorni per poi attendere l'oramai noto mega pranzo dei "GOBBI ANDRIESI" alla solita trattoria dove si sono uniti anche gli amici del NORD EST BIANCONERO. Una quarantina a tavola, con risate a non finire oltre che vino a volontà. Alle 18,00 si recano tutti al pullman per il ritrovo pre-partita, con la metà dei partecipanti pronta a recarsi in Sud. Appena dentro posizionano lo striscione con la pezza ALBERTO VIVE (come da splendida foto scattata dall'altra curva dal socio Gianni Caporale) per poi raccogliersi tutti li. Sostengono la squadra a gran voce, ballano, festeggiano in compagnia dei tanti amici di curva per poi, terminato tutto, far ritorno al pullman che li riporta ad Andria verso le 11 di mercoledì mattina. Anche la semifinale Champions è stata archiviata ed anche per questa importantissima sfida possiamo dire di aver soddisfatto (ALLA GRANDE) tutte le richieste pervenute. Ecco l'importanza di essere iscritti al NOSTRO CLUB! 
Ora ci attende la difficile trasferta a Roma contro i giallorossi da sempre trasferta insidiosa sotto ogni aspetto. Se prendiamo un punto sarà SCUDETTO matematico. Immaginate riuscire a festeggiare proprio li in casa loro???? sarebbe il massimo della goduria! Noi dello JC ANDRIA tra mille sacrifici fisici ed economici ci saremo anche in questa partita che speriamo potervi raccontare con un altra festa.....un altra baldoria. Voi tutti che seguite il nostro sito visitate sempre la FOTO GALLERY che vi racconta ogni nostra trasferta! 
ALLA FACCI DEI GUFI! ALLA FACCIA DI CHI NON CI SOPPORTA! 
JUVENTUS CLUB ANDRIA. DA SEMPRE, PER SEMPRE! 

 

 
 
FINO ALLA FINE....PURGATI ANCORA!
 

Per il terzo anno consecutivo il Toro esce dallo Stadium nuovamente “purgato” sempre oltre il novantesimo! Quest'anno per loro il dolore è ancora più grosso visto che oramai pensavano di riuscire a violare il nostro fortino per poi potersela “cantare” come se avessero conquistato uno scudetto.....gli conosciamo sin troppo bene! Ed invece ci ha pensato GONZALO HIGUAIN ha purgarli letteralmente all'ultimo respiro. Al fischio finale i giocatori granata erano tutti distesi a terra con le mani sul volto, dalla disperazione! Ahahahahahahhaha ennesima goduria in una partita non giocata bene dalla nostra squadra ma che evidentemente, gioco forza, doveva centellinare le energie in vista della gara di ritorno contro il Monaco in Champions, pur consapevole di mettere a rischio l'importantissimo derby! Perderlo sarebbe stato per noi gobbi molto pesante, invece per come è maturato il pareggio alla fine è stato accolto come una vittoria. Un pareggio (1-1) che tra l'altro, ci avvicina allo scudetto adesso distante soltanto un punto che andrà preso proprio sul campo della diretta avversaria: la Roma che sfideremo domenica sera all'Olimpico! Il derby poteva essere tranquillamente vinto già nel primo tempo quando tantissime sono state le occasioni, alcune anche clamorose, non sfruttate dai nostri calciatori. Solo tre undicesimi nella formazione iniziale avevano giocato a Monaco, quindi ampio turn over voluto giustamente da Allegri. Adesso a partire da JUVENTUS – MONACO gara di ritorno della Champions, inizierà un periodo da vivere intensamente con il cuore in gola che potrebbe vedere entrare questa squadra nella storia del calcio. Prima abbiamo da conquistare CARDIFF, poi lo scudetto è subito dopo la COPPA ITALIA! Mamma mia....ci salgono i brividi al solo pensiero di quello che ci aspetta. Un passo alla volta. Ora tutti concentrati sul Monaco. In ben 65 i nostri soci che saranno sugli spalti a sostenere la VECCHIA SIGNORA verso la conquista di un altra FINALE. Al Club invece si riverseranno tutti gli altri soci nella speranza a fine gara di poter brindare al raggiungimento di un altro importante traguardo. Non dobbiamo commettere l'errore di pensare già di essere in finale. Il calcio è bello proprio perchè imprevedibile. Dimentichiamoci dello 0-2 della gara di andata. Si riparte da 0-0 è si dovrà giocare con la stessa determinazione ed intensità messa in campo a Montecarlo! NULLA E' STATO FATTO, TUTTO E' ANCORA DA CONQUISTARE....FORZA RAGAZZI ANDIAMO A COMANDARE!

Anche nel derby contro il Toro la pattuglia dei nostri soci è stata abbastanza numerosa. Ben 17 a rappresentarci su, con Luisa per le “RAGAZZE ANDRIESI” altro nostro motivo d'orgoglio! Arrivati su in pullman, organizzato assieme ad altro club amico, i nostri, capitanati da Nicola e Giuliano, hanno pranzato tutti assieme per poi attendere l'ingresso allo stadio, sotto una pioggia battente. Da segnalare la presenza di Tommy e Nunzio due dei soci più “calienti” del club........

Birre nel prepartita con gli amici di su, per caricarsi a dovere ad una sfida troppo sentita. Poi appena dentro posizionano lo striscione al solito posto con la pezza per ALBERTO al fianco. Si festeggiano i 40 anni dei FIGHTERS – TRADIZIONE (1977-2017) nostri grandi amici, con un mega copri curva che aiutiamo ad aprire......bellissima la frase......”LA STORIA SIAMO NOI....NESSUNO SI SENTA OFFESO”.

Un altra giornata è trascorsa di questo lunghissimo campionato in cui NOI dello JC ANDRIA siamo stati splendidi protagonisti al fianco della JUVENTUS in ogni dove. Terminata la gara sono ritornati tutti al pullman per fare rientro ad Andria al mattino di domenica verso le ore 11. Complimenti a chi ha preferito il derby a Juventus – Monaco dimostrando grandissimo attaccamento soprattutto al CLUB! Nemmeno il tempo di rifiatare che lunedì sera un altro pullman stracolmo di passione è ripartito nuovamente per TORINO!

Adesso TUTTI CONCENTRATI SULL'OBIETTIVO PRINCIPALE! (ANCHE VOI TIRAPIEDI DI MERDA......MI RACCOMANDO.....).

A TUTTI I SOCI: Vi aspettiamo in massa al CLUB martedì sera. TUTTI COMPATTI, TUTTI UNITI VERSO LA GLORIA!

JUVENTUS CLUB ANDRIA: PASSIONE ALLO STATO PURO!

INSEGUENDO UN SOGNO......

 

 
 
SBANCATA MONTECARLO, IL SOGNO CONTINUA
 
La JUVENTUS vince anche nel Principato di Monaco in Francia per 2-0 con una straordinaria doppietta di GONZALO HIGUAIN mettendo una serie ipoteca sulla Finale di Cardiff dove potremmo trovare di fronte il REAL MADRID vittorioso per 3-0 nel derby contro l'Atletico. Chi lo doveva dire che a soli due anni di distanza dall'altra finale, saremmo subito potuti ritornare. Ancora non ne abbiamo ovviamente la certezza, ma se la JUVE è quella vista sino ad ora nel cammino europeo, allora possiamo tranquillamente dire che ci ARRIVEREMO. Una squadra fortissima, che gioca ovunque a viso aperto, che non concede nulla o quasi agli avversari, che dimostra di avere oramai raggiunto una maturità ed esperienza tali che oggi la pongono sullo stesso piano dei CAMPIONI D'EUROPA....speriamo USCENTI.....
Quella di Montecarlo è stata un altra bellissima partita disputata dai bianconeri, dall'inizio alla fine hanno imposto la loro superiorità su una squadra che sino ad allora era riuscita a mettere in difficoltà tutti. Straordinario DANI ALVES, IMMENSO HIGUAIN che dopo la prima rete corre sotto la nostra curva a rendere omaggio a chi come noi non manca mai, facendo sacrifici fisici ed economici! Per non parlare del nostro CAPITANO GIGI BUFFON che meriterebbe davvero di vincere tutto in questa stagione e soprattutto il PALLONE D'ORO. Crediamoci ragazzi, crediamoci tutti assieme. Per ora resta un sogno straordinario che sta continuando. Alimentiamolo. Facciamo in modo che questo sogno diventi REALTA'! Per far si che ciò accada bisognerà dapprima superare il Monaco anche nella gara di ritorno. Occhio a pensare che sia già tutto scontato. Loro verranno a fare la partita della vita. Noi dobbiamo semplicemente giocare come abbiamo fatto nella gara di andata. Con il sangue agli occhi, con la determinazione di chi sa di essere il più forte. Dimostriamolo ancora una volta. Allegri questo lo sa è siamo convinti che caricherà a dovere la squadra. Complimenti Mister per le intuizioni tattiche avute anche nella gara contro il Monaco. 
Anche noi dello JC ANDRIA con la JUVE, abbiamo sbancato il PRINCIPATO.....presentandoci in tanti, ben sedici al fianco della VECCHIA SIGNORA, in un settore seppur molto piccolo, degno di uno stadio da Lega Pro, almeno per il settore ospiti. Grandiosi i nostri ragazzi che sono arrivati li, dopo 1.100 km percorsi con un furgone da 9 posti, oltre ad un auto di nostri ragazzi andriesi che vivono fuori sede ma che abbiamo voluto premiare per la loro costanza nel seguire la Juve in ogni dove ed i tre soci arrivati "comodamente" in aereo a Genova raggiungendo Montecarlo con auto a noleggio. Insomma grande trasferta che adesso vi andiamo a raccontare. Partiti da Andria alle 23,00 circa da Piazza Trieste e Trento, sin dalla partenza si capiva quale sarebbe stata l'atmosfera durante il viaggio. A bordo di tutto, di più. Dal bere al mangiare, frutta e dolci compresi. All'altezza di Foggia già i primi brindisi si consumavano. Che dire poi di Sabino Chieppa detto "Pele'" che ha condotto, guidando il furgone ed i ragazzi, in andata e ritorno. Semplicemente grandioso. All'altezza di Riccione la stanchezza si faceva sentire è tutti decidono di fermarsi per riposare un paio d'ore all'interno sempre del furgone con targa spagnola......più che noi non potevamo fare una cosa del genere....
Ripartono dopo una colazione per poi giungere finalmente ad ARMA DI TAGGIA (IMPERIA) verso mezzogiorno. Esausti ma carichi come delle molle. Li ad attenderli un ragazzo di Andria, PEKINO, che vive su, titolare di noto ristorante sul mare. Poggiano i bagagli nelle camere prenotate nella ridente cittadina ligure per poi recarsi al ristorante dove nel frattempo arriva anche l'auto dei ragazzi andriesi residenti al Nord. Di li in poi si inizia a capire poco e nulla, il vino produce i suoi effetti, PEKINO un altro folle come i nostri soci li accompagna alla grande per poi ritrovarsi tutti a bordo del furgone con porte aperte ed urlanti per la città nel ritornare verso l'alberghetto....Poi solo alle 16 si avviano verso Montecarlo sotto un sole cocente con il vino in testa....che ridere...che matti....giungendo senza accorgersene sino a NIZZA...........Poi marcia indietro è via verso Montecarlo.....dove appena arrivati nel centro del Principato, vengono subito intercettati in un posto di polizia da una pattuglia che immediatamente ne ordina il fermo....capiscono subito di avere a che fare con gente poco tranquilla chiamando immediatamente rinforzi.....ahahhahahha......il tutto finisce con una pattuglia che scorta il furgone con l'auto verso lo stadio, direttamente sotto il settore contrariamente alle disposizioni che erano state impartite, ovvero di recarsi ad un parcheggio dove lasciare i mezzi per salire a bordo di navette.....nulla di tutto ciò. Parcheggiano sotto il settore in un area preclusa dalla Polizia. Vengono perquisiti anche nelle scarpe per poi riprendersi....ed entrare tutti dentro alle 19,30. Che ridere ragazzi, provate solo ad immaginare le scene. Appena dentro i nostri si posizionano con la pezza sopra ANTICHI VALORI ed al fianco di TRADIZIONE. Tutti li dietro con Fabio, Massimo, Giorgio e Maria in prima linea. Anche le ragazze andriesi come sempre presenti anche con l'immancabile Chiaretta. Buon tifo, con il nuovo coro che ha trascinato l'intero settore in festa. Bellissimo alla fine con la squadra sotto il settore è Claudio Marchisio proprio sotto la nostra pezza! Usciti dallo stadio i nostri ricevono i "complimenti" della DIGOS di Torino per il furgone spagnolo.....ahahahahah Poi ripartono recandosi nuovamente ad Arma di Taggia non prima di aver attraversato la costa francese sulla strada normale.....altre scorribande.....Ad Arma di Taggia ad aspettarli c'era un altro andriese Antonio Fatone che gestisce un pub, per un panino ed una birra.....poi tutti a nanna per cercare di riprendersi dalla stanchezza ampliata dal troppo vino....Al mattino alle 9,00 sono tutti giù nel paese a fare colazione, salutano il grande PEK per poi ripartire verso Andria dove arrivano alle 21 del giovedì sera. Un viaggio all'insegna della continua goliardia. All'arrivo trovano il Presidente ed altri soci con cui brindano stappando delle bottiglie sempre in Piazza Trieste e Trento. Eroi! Che squadrone nel furgone che merita di essere menzionato....Riccardo Dell'Olio, Gianfranco Cannone, Marco Di Vincenzo, Sabino Chieppa, Massimo Matera, Leo Di Canio, Massimiliano Capece, Franco Fusaro ed il grande segretario Fabio! Grandi tutti come anche Sebastiano, Rocco, Alex, Giorgio, Maria, Chiara e Beppe. Da ZAGABRIA a MONTECARLO è stata una stagione europea davvero bellissima che potrebbe diventare STORICA.....
CON IL FURGONE IN AUTOSTRADA.....ANDIAMO A COMANDARE.....AHAHAHAHHAHA    
Nemmeno il tempo di rifiatare che per il derby venerdì sera sono partiti ben 17 soci che saranno su per sostenere la JUVE in quest'ultimo sforzo in campionato, speriamo, prima della grandissima festa scudetto. 
Stiamo vivendo un bellissimo momento, un momento storico è per noi che lo facciamo seguendo la JUVE in ogni dove è, credeteci, un qualcosa di ASSOLUTAMENTE BELLO! 
INSTANCABILI! Per tutti gli altri appuntamento al Club sia per JUVE - TORO che per MILAN - ROMA di domenica sera, quando potrebbe esserci la matematica certezza della vittoria dello scudetto! 
JC ANDRIA, SEMPRE UN PASSO IN AVANTI!
 

 
 
5 MAGGIO: THE DAY AFTER
 
Come la pasta al forno della domenica è ancora più buona al lunedì.......così è il 5 MAGGIO per noi Juventini al giorno dopo e quelli ancora successivi. Sempre buono per "paraculare" la SQUADRA più RIDICOLA d'ITALIA! 15 anni sono passati, da quella splendida giornata in cui si consumò la vittoria del campionato più bello per noi gobbi, superata soltanto dal trentesimo scudetto conquistato a TRIESTE quando ebbe inizio il DOMINIO incontrastato della JUVE! Ancora oggi godiamo come matti nel ricordarci di quel pomeriggio, ancora oggi LORO, i ridicoli, sono ancora più RIDICOLI di allora. Noi personalmente non li caghiamo proprio a differenza loro che cercano come sempre di arrampicarsi sugli specchi, lo sport preferito di questi "tifosotti" che pensano costantemente a NOI, pur consapevoli della loro MANIFESTA INFERIORITA'! 
Il 5 maggio di quest'anno poi.......ha aperto ufficialmente i nostri, speriamo.....LUNGHI FESTEGGIAMENTI! Intanto iniziamo a farli.....intanto ci godiamo il momento.....intanto NOI CI SIAMO! E' VOI?????? AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH! 

RICORDATELO SEMPRE IL TABELLINO......

20° p.t. POBORSKY
45° p.t. POBORSKY  
10° s.t. SIMEONE
28° s.t. INZAGHI (delirio totale....)

EI FU....SICCOME IMMOBILE...DATO IL MORTAL SOSPIRO......(IL CINQUE MAGGIO - A. MANZONI)

JC ANDRIA: DI UN ALTRO PIANETA! DA SEMPRE. PER SEMPRE

 

 
 
CIAO SAVINO, CI MANCHERAI!
 
Non è proprio un bel periodo per il nostro Club. Dopo aver perso a soli 60 anni il carissimo Alberto Tesoro, ecco che un altra brutta notizia ci ha nuovamente turbato l'animo e la mente, già scossi dalla perdita di Alberto. Domenica sera 30 aprile un altro storico ed assiduo frequentatore del nostro Club ci ha lasciati a soli 68 anni: Savino Fusaro. Non perdeva una partita presso la sede del Club, come immancabili erano le sue visite in settimana, quando prima di rincasare, aveva l'abitudine di venire a salutarci. Persona umile, persona da cui abbiamo sempre potuto apprendere insegnamenti di vita che ci resteranno scolpiti per sempre nelle nostre menti. Lui che aveva subito un trapianto di cuore per il quale soltanto due anni addietro avevamo festeggiato il trentennale proprio presso il Club. Eravamo tutti legati a Savino, dai più anziani ai più giovani. Appena appresa la notizia decine e decine di soci si sono riversati presso la Casa Funeraria, dove abbiamo potuto rendere omaggio al fratello bianconero SAVINO. Posizionata sul feretro una sciarpa del nostro Club a sancire il nostro "PER SEMPRE CON NOI". Martedì mattina 2 maggio si sono poi svolti i funerali in una Chiesa gremita! Peccato. In pochissimi giorni abbiamo perso due carissimi amici che tanto hanno dato al Club. Coincidenza assurda è che entrambi si sedevano nella stessa zona. Adesso siamo certi che Savino, assieme a Lorenzo Lomuscio e Alberto Tesoro animeranno al meglio la nostra CURVA PARADISO da lassù. Ci piace immaginarli tutti e tre assieme a sostenere la JUVE spingendola oltre ogni ostacolo! Noi di qui Vi porteremo per sempre nei nostri CUORI!
CIAO SAVINO, salutaci Lorenzo ed Alberto! 
 

 
 
PIU' FORTI DI TUTTO E TUTTI.....INIZIA IL COUNTDOWN!
 
Nonostante l'arbitro di Bergamo......(il solito napoletano....Guida.....non una novità....), nonostante la Juve non fosse al massimo della concentrazione, nonostante l'ennesimo rigore assurdo, assegnato alla Roma, la JUVENTUS è oramai vicinissima alla conquista del suo sesto scudetto consecutivo, il trentacinquesimo della storia. Una cosa grandiosa, leggendaria, mai riuscita a nessun altra squadra in ITALIA! Non siamo oramai più nella pelle nell'attesa di poter finalmente festeggiare quest'altro SCUDETTO che resterà per sempre scolpito nella STORIA! Eppure ci hanno provato a fermare la corsa della Juve, ci hanno provato ad avvantaggiare i giallorossi dall'inizio della stagione......ma i lupachiotti, nonostante i tantissimi regali ricevuti, che hanno costretto la società a ribatezzare il centro sportivo in RIGORIA.....si sono rivelati la solita squadretta da quattro soldi che da sempre sono, nonostante i tanti soldi spesi.....
Prendessero esempio dall'altra squadra di Roma, la Lazio, che ancora una volta con pochissimo è riuscita a fare una stagione strepitosa e che contenderà la COPPA ITALIA a noi!  
A Bergamo nel difficilissimo anticipo di campionato di venerdì sera, la Juventus ha pareggiato per 2-2 contro una Atalanta ben messa in campo che è riuscita soprattutto nel primo tempo, a mettere in seria difficoltà una Juve che, giustamente, è apparsa poco incline a battagliare. E' bastato però, come sempre accade, spingere sull'acceleratore ed iniziare a giocare seriamente che la Juventus è riuscita a ribaltare il risultato. Poi pensando che oramai la vittoria fosse cosa fatta, la Juve si è lasciata sorprendere in maniera beffarda ad un minuto dal termine. Un autorete ed un gol di Dani Alves le marcature bianconere. Tempo un giorno e mezzo che la Roma ha subito rimesso tutto a posto, chiudendo di fatto il nostro campionato che pareva potersi per un attimo riaprire. Iniziato di fatto il count down per la festa che potrebbe arrivare domenica sera prossima, se la Juve vincesse il derby sabato sera e la Roma non vada oltre il pareggio a Milano. Attenderemo con ansia questo momento tutti assieme, ma prima abbiamo da pensare ad un altra partita ben più importante di ogni cosa in questo momento. Monaco - Juventus l'andata delle semifinali Champions, la sfida che potrebbe aprirci le porte del paradiso. Non sarà assolutamente semplice. Anzi, prevediamo una doppia sfida molto dura per la Juve contro una avversaria in forma con dei giovani terribili! 
Anche a Bergamo siamo stati presenti nonostante la difficoltà rappresentata dal fatto che la partita è stata anticipata al venerdì, non permettendo ad altri soci di poter salire. Un grazie di cuore lo dobbiamo a Maria Scamarcio e Giorgio Nicolamarino che hanno raggiunto Ivrea per poi agganciarsi ai tre ragazzi della Bassa Valle con i quali hanno viaggiato assieme in auto verso Bergamo, una trasferta da sempre difficile. Un doppio incidente trovato all'altezza di Milano stava mettendo a rischio la nostra presenza a Bergamo, dove sono arrivati soltanto alle 20. Lasciata l'auto al parcheggio predisposto fuori dall'autostrada, i nostri sono saliti sulla navetta per lo stadio dove alle 20,30 sono entrati posizionando la pezza dapprima in balconata interna, per poi trovare spazio sulla vetrata principale grazie agli amici di TBN. Presente anche la pezza RAGAZZE ANDRIESI "difesa" dalla grande Maria che sarà presente anche a Monaco oltre alla pezza ALBERTO VIVE ideata per il caro Alberto. Solito bel tifo, quello atalantino in una trasferta che conserva sempre il suo fascino da "vecchio stampo". All'uscita tutto tranquillo con i ragazzi che rientrano in Piemonte per poi al sabato far rientro a casa! Orgogliosi di Noi oltre che di VOI! Timbrato anche il cartellino a Bergamo. Adesso in grande numero ci recheremo nel PRINCIPATO per la seconda trasferta della nostra storia li a Montecarlo. 

Un furgone, un auto, tre in aereo, così arriverà la nostra pattuglia li in Francia........INSEGUENDO UN SOGNO!!!!!!

JUVENTUS CLUB ANDRIA: DA SEMPRE TANTI FATTI........POCHE PAROLE!   
 

 
 
JUVE CANNIBALE! ANCHE IL GENOA SI ARRENDE
 

Nonostante la fatiche dell'impresa al CAMP NOU, la Juventus non si è lasciata minimamente distrarre dal sogno Champions League, restando con i piedi ben saldi per terra, senza lasciarsi prendere da facili entusiasmi che avrebbero potuto condizionarne la gara contro il Genoa che già nella gara di andata aveva sorpreso incredibilmente la Juve mettendo a segno ben tre reti in meno di mezz'ora, una cosa rara per la Juve. Eppure i rossoblu riuscirono in questa clamorosa impresa. Memori di quella giornata, consapevoli che un passo falso ora potrebbe rimettere tutto in discussione ecco che la truppa di Allegri non si concede nessuna pausa, frantumando letteralmente il Genoa per 4-0 in una partita che avrebbe meritato un risultato ancor più pesante. Un autorete apre le danze, poi Dybala, Mandzukic ed un grandissimo gol di Leonardo Bonucci, il più forte difensore al mondo in questo momento! Una Juve che ha impressionato soprattutto per la cattiveria messa in campo, per la forza fisica che fa davvero paura. Sono in uno stato di forma eccellente. Dei veri cannibali mai sazi! Ecco perchè sognare diventa lecito per noi tifosi. Ad un mese dal termine di questa stagione avere la nostra squadra in corsa su tutti i fronti è una cosa che ogni tifoso sogna ad inizio anno. Noi questo momento c'è lo godiamo alla grandissima. Comunque andrà a finire questa squadra merita solo tantissimi applausi per quello che ci sta facendo vivere. Anche contro il Genoa la pattuglia dei nostri soci al seguito è stata abbastanza corposa. In 16 sono partiti da Andria per rispondere presente e soprattutto per ricordare ancora una volta il nostro ALBERTO nella prima gara casalinga da quando lui non c'è purtroppo più. Saliti con auto ed aerei con il grande Andrea Leonetti e l'onnipresente Salvatore Lomuscio a fare da capofila! Un grazie anche a Marco e Fabio, i fratelli Fiandanese due della vecchia guardia scesi in campo in questo momento duro vista la perdita del caro ALBERTO. Si sono radunati tutti nel piazzale della Sud alle 19 per poi entrare tutti assieme dentro per andare a sistemare lo striscione CIAO ALBERTO, lo stesso portato a BARCELLONA (foto articolo, il nostro gruppo). Un applauso per lui per poi poi posizionarlo definitivamente sopra il nostro striscione per tutta la partita. Era il minimo che si potesse fare in questa prima volta allo STADIUM senza di lui. I soci sono stati tutti assieme come sempre alla destra dello striscione. Anche le ragazze andriesi sono state come sempre presenti con Anna, una veterana e Barbara Cirulli alla sua primissima volta. Buon tifo che ha sostenuto i ragazzi in campo ai quali si è chiesto a gran voce di compiere l'ultimo sforzo per portarci a CARDIFF. Terminata la gara, tutti i soci hanno pernottato su a Torino tranne chi aveva volo all'alba da Milano Linate o chi rientrato in pullman con amici di altro club pugliese. Insomma un altra trasferta a Torino è stata già archiviata. Adesso ci attenderà la difficilissima trasferta di Bergamo, da sempre trasferta dura in tutti i sensi. Tra mille difficoltà e peripezie anche in questa stagione riusciremo ad essere presenti li come sempre facciamo nonostante si giochi di venerdì. Onore a chi andrà a rappresentarci. SIETE TUTTI NOI! Poi subito dopo la trasfertona nel PRINCIPATO DI MONACO che faremo in gran numero!

NON CI FERMIAMO MAI! ORA PIU' CHE MAI!

JC ANDRIA: PASSIONE & MENTALITA' 

 

 
 
ALBERTO VIVE NEI NOSTRI CUORI
 

Bellissima ed emozionante la cerimonia di consegna del defibrillatore che si è tenuta presso la sede del nostro Club nel pre partita della gara contro il Genoa, domenica sera. Alla cerimonia ha preso parte tutta la famiglia di Alberto Tesoro, con la moglie Annamaria, il figlio Savio, fratelli, sorelle e nipoti che hanno voluto in prima persona ringraziare tutto il Club per la vicinanza mostrata in questo momento per loro, ma anche per noi molto difficile. Aver perso ALBERTO per noi è stato un duro colpo! Dopo Lorenzo Lomuscio quasi dieci anni fa, un altro socio fondatore di questo fantastico Club ci ha purtroppo lasciati! Un vuoto che sarà difficile da colmare. Di una cosa siamo certi, che lui continuerà a VIVERE NEL CUORE DI OGNUNO DI NOI! Alberto aveva compreso tutto, aveva compreso che questa partita sarebbe stata difficile da vincere per lui ed ecco perchè aveva deciso di acquistare a sue sspese un defibrillatore da lasciare in dono al Club. Un gesto incredibile che ci lascia davvero colpiti! Grandissima persona! Lo avrebbe voluto donare lui in occasione di Napoli – JUVENTUS di campionato, ma il rapido evolversi della malattia lo ha costretto poi al ricovero! Purtroppo non è stato possibile farlo ed i famigliari a pochissimi giorni dalla sua dipartita hanno fortemente voluto incontrare noi tutti in occasione di una partita. Bellissimo e commovente il discorso del nostro Presidente nel ricordare la figura dell'Alberto tifoso oltre che dell'Alberto Uomo! Poi il ringraziamento a nome della famiglia del figlio Savio con il posizionamento sulla sedia che era solito occupare Alberto, di un mazzo di fiori che resterà li sino al termine di questa stagione. Una nostra forma di rispetto per un amico che non c'è più! Nella sede un enorme striscione campeggiava a ricordo di Alberto! Un minuto di silenzio lo ha ricordato con tutti i soci che gremivano la sala raccolti in preghiera. Da Bergamo in poi una pezza ALBERTO VIVE girerà ovunque e in ogni stadio, affinchè ALBERTO possa davvero essere sempre con noi tutti!

NON TI DIMENTICHEREMO MAI!

UN GRAZIE DI CUORE A TUTTI I SOCI!

 

 
 
DEDICATA AD ALBERTO. JUVE IN SEMIFINALE CHAMPIONS
 

La cosa più bella della trasferta a Barcellona? l'aver urlato al cielo della città catalana il coro possente "SEMPRE CON NOI.....ALBERTO SEMPRE CON NOI....SEMPRE CON NOI..." cantato non solo dagli oltre trenta gobbi andriesi presenti, ma anche dai ragazzi del Gruppo Bassa Valle è dagli altri gruppi amici. Una soddisfazione enorme mentre tutti gli altri, giustamente, festeggiavano uscendo dal CAMP NOU! I nostri invece si sono fermati, nonostante steward e polizia premessero affinchè uscissero dal settore, per urlare al cielo il nome di ALBERTO. E' stato un momento molto toccante come l'esposizione dello splendido striscione (CIAO ALBERTO) che i ragazzi hanno dedicato al caro ALBERTO TESORO. Prima fuori dal CAMP NOU, poi dentro, prima che la partita avesse inizio. Lui sicuramente dall'alto ci avrà sentito ed avrà gioito sorridendo come era solito fare! Fabio, il nostro grande Segretario con il Presidente al suo fianco erano visibilmente commossi nel gridare il suo nome. Un grazie di cuore lo dobbiamo a tutti i soci partiti per Barcellona oltre agli amici del Gruppo TRADIZIONE, NCS, MONDRAGONE e BASSA VALLE per aver collaborato all'esposizione dello striscione.  L'atmosfera, tra tutti i nostri soci, che numerosissimi come non mai hanno preso parte alla spedizione spagnola era quasi surreale. Avevano poca voglia di parlare ed erano li solo perchè Alberto ha voluto così. E' stata una sua volontà. Non voleva che nessuno dei prenotati saltasse questa trasferta. Non è stato facile per tutti loro partire sapendo che Andria si stava per tenere l'ultimo saluto all'amico Alberto. Quanto fatto da tutti i soci del Club, dal primo all'ultimo, compreso chi non lo conosceva quasi.....è stato un qualcosa di immensamente grande. Una vicinanza alla famiglia davvero commovente. Alberto lo meritava come ha meritato questa SEMIFINALE che la Juve ha conquistato. Noi questa gioia purtroppo "strozzata" la dedichiamo tutta a lui, perchè voleva fortemente VINCERE questa maledetta COPPA che prima o poi la VINCEREMO ed allora si che potremo davvero dedicargliela. Sarà tutta sua! Toccante il rito funebre che ha visto la Chiesa di San Francesco gremita da amici e parenti oltre che dalla grandissima partecipazione di amici GOBBI che alla fine hanno srotolato per lui un enorme striscione all'uscita dalla Chiesa: ALBERTO. PER SEMPRE NEI NOSTRI CUORI! Un grande applauso lo ha poi accompagnato via! Nessuno muore veramente fin che vive nel cuore di chi resta. 

Al Camp Nou venendo alla partita, la Juventus ci ha regalato un altra pagina emozionante di questa incredibile stagione. Questa squadra non finisce davvero mai di stupirci. Uscire dallo stadio catalano senza subire reti, era alla vigilia considerata una impresa ardua. Esserci riusciti (0-0 il finale) è stato un qualcosa di storico se si considera che la Juve non ha nemmeno sofferto più di tanto riuscendo spesso a mettere in difficoltà la loro retroguardia è con un pizzico di fortuna in più forse saremmo usciti dal Camp Nou con una vittoria. Loro, come i poveracci dei tirapiedi, speravano nella remuntada.....ed invece si sono ritrovati ancora una volta con il fegato in mano è la preoccupazione che questa JUVE possa davvero vincerla quest'anno la COPPA! Già per noi ritrovarci a maggio in lotta per ogni obiettivo stagionale è un qualcosa di ECCEZIONALE. Essere considerati adesso come, forse solo dopo il Real, la miglior formazione d'Europa è già un grande motivo d'ORGOGLIO. Intanto ci andremo a giocare dopo soli due anni un altra storica semifinale Champions con vista sulla FINALE A CARDIFF. Adesso è chiaro che dobbiamo crederci fortemente crederci. Siamo nettamente più forti ma soprattutto più maturi rispetto a due stagioni fa. La mentalità europea della nostra Juve è cresciuta davvero in maniera esponenziale. E' proprio vero che il Barcellona forse poteva continuare a giocare per un giorno intero.....ma il gol non lo avrebbe mai trovato. Abbiamo una difesa mostruosa oltre a questo modulo ideato da Allegri che merita tutti i nostri applausi per quanto sta facendo. Siamo obiettivi. Gli undici scesi in campo davanti a 100.000 spettatori meritano davvero applausi a scena aperta. Mai si sono lasciati condizionare da uno stadio che ti condiziona. Da una squadra abituata troppo a reclamare mettendo pressione sull'arbitro di turno. La Juve è stata lucida dal primo all'ultimo respiro di una partita mai in discussione. Il 3-0 della gara di andata è pesato come un macigno sulle spalle dei blaugrana che pensavano di poter fare quanto fatto al PSG. La Juve è sempre la Juve. Da sempre. Un altro applauso lo meritano gli oltre 5.000 supporters bianconeri al seguito, stipati come sardine nel settore ospiti. Tantissimi altri erano sparsi in ogni angolo dello stadio. Un tifo eccezionale che spesso zittiva i troppo tranquilli tifosi blaugrana. Quando vogliamo sappiamo fare la differenza. Bella l'idea di dotare all'ingresso del settore, ad ogni tifoso bianconero, un fischietto che ad ogni attacco del Barcellona ne veniva fuori una bolgia di fischi. I nostri erano sistemati in curva alla destra della porta. Posizione altissima ma come sempre la pezza era in primissima linea al fianco degli amici di Tradizione e Mondragone! Una gran bella soddisfazione. Tutti dietro la pezza comprese le due ragazze presenti: Chiara e Lea che hanno con orgoglio attaccato anche la loro di pezza! Nella gallery una ampia documentazione fotografica di questa trasferta che ha visto i nostri, arrivare con diverse combinazioni aeree. Chi da Napoli, chi da Roma, chi da Bologna via Ibiza (il gruppo più consistente), chi addirittura Via Amsterdam. Insomma non ci siamo fatti mancare nulla pur di essere in tantissimi al CAMP NOU! L'appuntamento per tutti era all'esterno dello stadio dove il gruppone ha dapprima ricordato l'amico Alberto per poi ritirati i biglietti ed aver bevuto una birra tutti assieme, recarsi all'ingresso del settore. Ma l'applauso più forte lo meritano FRANCESCO NICOLAMARINO, il Presidente, suo figlio ANDREA e RICCARDO MATERA per quanto fatto pur di seguire la Juve a Barcellona. Partiti alle 6 del mattino del giorno precedente la partita, in auto da Andria e diretti a Bologna in aeroporto, a causa di una coda pazzesca tra Rimini e Riccione sono arrivati presso  lo scalo, solo quando il volo era purtroppo già andato via. Non si sono persi d'animo, verificata l'impossibilità di trovare altre soluzioni aeree o con altri mezzi, hanno deciso di raggiungere Barcellona in auto. Encomiabili per quanto fatto. Guidano per ore ed ore arrivando in piena notte a Barcellona presso l'Hotel prenotato. 22 ore di viaggio da Andria a Barcellona. Pazzesco. Idem hanno fatto al rientro, arrivando ad Andria soltanto alle 7 di venerdì mattina. Se questa impresa la compie il Presidente del Club allora ti fa capire di che pasta siamo fatti. Forza e Onore! Questa loro impresa vale più di ogni altra trasferta fatta sino ad oggi! Resterà scritta per sempre! Tutti compatti si sono posizionati dietro la pezza in prima linea nello squallido settore ospiti del Camp Nou pagato 100 euro! Una vetrata ed una rete di protezione ci divideva dal sottostante settore.  Assurdo ma vero, nello stadio della squadra, dicono....più forte d'Europa! Sino al 19....almeno.....ahahahahaha

Detto del grande tifo è del nostro Fabietto che arrampicato sulla balaustra, dove ha rischiato più volte di cadere.... contribuendo alla riuscita del tifo nella sua zona....Poi appena fuori i nostri si abbracciavano è battevano il cinque per questa grande impresa della nostra Juve. Se non fosse stato per la notizia di Alberto, questa trasferta lo ribadiamo, avrebbe avuto tutt'altro sapore.....ma oggi va così.....non siamo nelle condizioni di goderci a pieno questo importante traguardo raggiunto. Adesso in semifinale ci ritroveremo di fronte il Monaco la squadra del principato. Nuovamente come due stagioni addietro. Varranno le stesse identiche condizioni dettate per i quarti di finale. Chi ha assistito a Juve - Barcellona lascerà spazio ad altri soci. Turn over! Per la trasferta monegasca invece stadio piccolo, settore piccolissimo è quindi niente voli prenotati. Vedremo in base ai biglietti che riusciremo ad avere con quale mezzo spostarci. Auto, furgone....l'importante sarà esserci con o senza biglietti. Noi ci saremo dentro o fuori! INSEGUENDO UN SOGNO......

La serata di Barcellona si è chiusa con una cena in zona Porto Olimpico a base di "jamon, paella e sangria" per poi far rientro chi in Hotel, chi direttamente in Aeroporto dove in tanti hanno pernottato, buttati su delle panche......storie di passione e trasferte, storie da JC ANDRIA! I voli di rientro erano quasi tutti all'alba! L'oscar della simpatia come sempre accade quando vi è lui lo dobbiamo assegnare a Graziano Palladio un autentico spasso. Meno male che c'era lui, visto come ha saputo ben animare un gruppone troppo giù di morale. Bellissimo il pranzo del grosso del gruppo andato Via Ibiza che nello scalo dell'isola ha banchettato con tanto di "calzone andriese" preparato da Lea e birre spagnole. 

Resta la grandissima trasferta effettuata in oltre trenta soci, ribadiamo RECORD per una trasferta EUROPEA! 

Anche il Club nonostante fosse una partita importantissima è rimasto chiuso in segno di rispetto alla famiglia di Alberto. Era il minimo che si potesse fare. Grazie a tutti per la collaborazione.

Il nostro CLUB ha dimostrato ancora una volta tutta la sua GRANDEZZA, tutta la sua GRANDE MENTALITA'! 

ALBERTO VIVE!

JC ANDRIA ovunque al tuo fianco. Anche per Juve - Genoa ci saremo con ben 14 soci che saliranno su! Non ci fermiamo MAI! Mentre al Club ricorderemo l'amico Alberto! Non sarà facile abituarsi alla dura realtà, ma continueremo a LOTTARE anche per LUI.

 

 
 
LO SPETTACOLO DEVE CONTINUARE!
 
È la dura realtà della vita. Accettarla non è sempre facile. Abituarsi all'idea di non avere più tra di noi il caro ALBERTO, non sarà semplice. Ma come lui avrebbe voluto, lo spettacolo deve continuare, anzi la nostra passione che ci mettiamo nel sostenere la Juve andrà rafforzata proprio per lui, che ha da sempre dimostrato di essere oltre che un grande GOBBO, anche uno che difendeva il CLUB contro tutto è tutti. Guai a toccarglielo! 
Anche a Pescara nel sabato pomeriggio pre pasquale siamo stati presenti con la speranza che il miracolo arrivasse da Milano dove il nostro Albe stava lottando in una partita difficilissima. La Juve nel frattempo vinceva sul campo per 2-0 grazie ad una doppietta del solito GONZALO HIGUAIN. Partita che gli abruzzesi hanno provato a metterla sul piano del gioco duro. Ne ha rischiato di farne le spese DYBALA più volte falcidiato. Alla fine tre punti importantissimi visto il concomitante pareggio casalingo della Roma che adesso ci avvicina tantissimo al SESTO scudetto consecutivo. Lo dobbiamo vincere per ALBERTO! 
La nostra presenza nello stadio abruzzese è stata importante con un furgone (con ben undici a bordo) oltre ad un auto al seguito. Tutti nel settore ospiti con Fabio e Giorgio in prima linea ed una simpaticissima e spassosa compagnia di soci che seppur viaggiano menohanno dimostrato di aver ben compreso cosa significhi far parte del nostro Gruppo. 
Caldo afoso con un autista (Giovanni Sinisi) che dimostra ancora una volta la sua affidabilità dopo Genova. Partiti alle 11 dalla stazione con breve spuntino in Autogrill.
Nel settore la pezza viene appesa al fianco del Gruppo Tradizione, come da foto, con i quali trascorriamo l'intero pomeriggio. Buonissimo il nostro tifo nella ripresa. Poi terminata la gara e salutati tutti con annessi auguri pasquali abbiamo raggiunto i mezzi per far subito rientro ad Andria nella speranza di poter ricevere delle buone notizie da Alberto. Invece nulla....sommessamente si rientra prestissimo, alla 20,30 (una novità per noi vista la lunghezza dei nostri viaggi....magari fossero tutte vicine come Pescara....).
Poi la notizia di Alberto......ha reso triste la festività pasquale come l'attesa della trasferta a Barcellona. Ci siamo riuniti, ne abbiamo parlato con i familiari. Alberto voleva essere con noi in Spagna, voleva che noi tutti andassimo li anche per lui. Lo faremo, in tantissimi. La prima volta così numerosi in Europa. Ben 29 associati. Lo porteremo con noi. Lo ricorderemo con uno striscione. È il minimo che possiamo fare per ora. Lotteremo anche per lui. Tutti gli altri che restano ad Andria tributeranno a lui il giusto saluto che merita così come è stato al suo rientro in città. 
Il Club ricordiamo che resterà chiuso sia martedì che mercoledì in occasione della partita che ognuno vedrà dalle proprie case. 
Rispettiamo il dolore della famiglia! 
Speriamo che la squadra possa regalargli un altra gioia. Lui da lassù ne siamo certi, sarà in Curva Paradiso in prima linea. Lo immaginiamo assieme al nostro Lorenzo Lomuscio pronti a sostenere la Juve come sempre!
CIAO ALBERTO. CI MANCHERAI
Un grazie immenso a chi ci è stato vicino, dimostrandoci grande Amicizia!
 

 
 
CIAO ALBERTO. SARAI SEMPRE CON NOI
 
Le festivita' pasquali, che sarebbero dovute essere delle giornate di festa per noi tutti, si sono invece trasformate in un momento molto triste. Del resto le notizie delle ultime ore, non erano assolutamente buone. La speranza che Alberto Tesoro riuscisse a vincere la sua battaglia contro il maledetto male si erano oramai ridotte al nulla! Per questo non ci sentivamo in dovere di porgere i tradizionali auguri pasquali sul sito. Non eravamo oggi nelle condizioni mentali di poter essere sereni. Poi nel tardo pomeriggio della Santa Pasqua è giunta la notizia attraverso la famiglia, che ALBERTO non era più con noi. Il Presidente ne ha dato immediata comunicazione a tutti i soci che sono rimasti increduli, sgomenti nell'apprendere questa triste notizia. Non ci sembra vero. Ci sembra di vivere un bruttissimo sogno. Non è giusto. Perché???? Ci chiediamo. Ma non riusciamo a darci delle risposte. A soli sessant'anni. Dove non è arrivato il grande Alberto pur di seguire la Juve ovunque. Non ultima la fatica di Doha dello scorso dicembre. Da Bergamo a Firenze, da Roma a Bologna dove Alberto non arrivava, in Italia e in Europa. L'ultima sua presenza è  stata a Juventus - Porto. Attaccatissimo alla Juve ancor di più al Club e a quella "pezza" divenuta il nostro simbolo: Andria Presente difesa in ogni dove! 
Era legatissimo ai suoi figli, Marco e Savio e alla sua Annamaria. Ora ne siamo certi che da lassù continuerà a proteggerli e sopratutto a tifare JUVE come ha fatto fino alla fine! 
Noi lo porteremo sempre con noi!
ALBERTO CONTINUERÀ A VIVERE NEI NOSTRI CUORI.
Buon Viaggio Fratello!
p.s. attenderemo il suo ritorno ad Andria per tributare lui il saluto che merita. Mercoledì in segno di rispetto alla sua famiglia non apriremo la nostra sede per assistere alla gara contro il Barca! Poi avvieremo una serie di iniziative per mantenere sempre vivo il suo ricordo.
Adesso è il momento del silenzio e della riflessione.
Un grazie di cuore lo dobbiamo al Centro Coordinamento Club Doc, al Gruppo Ultras Tradizione, al Gruppo Bassa Valle, al gruppo Aosta, al Gruppo Daje Rega, al Gruppo Nord Est è tutti coloro che stanno facendo sentire la propria vicinanza privatamente a noi è alla famiglia Tesoro! 
Ve ne siamo immensamente grati!
JUVENTUS CLUB ANDRIA
 

 
 
PIEDI PER TERRA....INSEGUENDO UN SOGNO!
 
Ne eravamo convintissimi, sapevamo che la Juve non ci avrebbe tradito....ma mai ci saremmo aspettati una prestazione "stellare" di tutti gli uomini scesi in campo e condotti magistralmente dal Mister Allegri. Abbiamo ridicolizzato, niente poco di meno che, il Dream Team del Barcellona, la squadra si dice, più forte del mondo! 3-0 il risultato finale che vede uscire gli spagnoli con le ossa rotte dopo essere stati surclassati in lungo ed in largo dai bianconeri! Niente è deciso, del resto il PSG insegna. E' semplicemente terminato un primo tempo da favola. Ancora oggi non ci crediamo che la nostra Juve abbia oramai raggiunto il livello delle 3 squadre più forti in Europa: Real Madrid, Bayern Monaco e Barcellona stesso. Del resto già nella passata stagione avevamo compreso che si era già su questi livelli, nonostante la sfortunata eliminazione per mano dei tedeschi. Ci si diceva prima della gara, "non può girarci sempre tutto storto, oramai siamo una grande squadra ed essendo in credito con la fortuna, prima o poi tutto girerà alla perfezione". Lo abbiamo compreso nell'unica volta che un calciatore catalano si è trovato solo davanti a San Gigi Buffon che ha ipnotizzato un certo Iniesta.....Poteva essere l'1-1 ed invece poco dopo ci siamo ritrovati già sul 2-0. Tutti segnali....Doppietta di Paulo Dybala, definitivamente consacratosi sul palcoscenico europeo, oltre alla rete del Dott. Giorgione Chiellini che corona al meglio la sua settimana perfetta, dopo la tesi di laurea! Per Dybala poi subito dopo la partita, la Società ha pensato bene di annunciarne il rinnovo del contratto sino al 2022. Blindato il futuro PALLONE D'ORO! Che goduria, che enorme soddisfazione, che grande serata che tutto il popolo gobbo ha potuto vivere alla faccia di chi ha provato a tirarci i piedi, ma ancora una volta si sono ritrovati con i fegati letteralmente da ricomporre!  Nulla è ancora accaduto però, la semifinale è ancora li tutta da conquistare. Dobbiamo adesso dimenticarci in fretta di questa prestazione, la più bella in assoluto da quando la JUVE gioca nello STADIUM, dobbiamo andare in Spagna, convinti che si parta dallo 0-0, senza tener conto delle tre reti di vantaggio. Al CAMP NOU, dobbiamo giocare per vincere, come sempre sappiamo fare. Difenderci contro quei tre mostri sacri li davanti non servirebbe a nulla. Chiaro che noi non siamo il PSG, prova ne è che abbiamo la miglior difesa d'Europa, ma è pur sempre vero che i blaugrana in casa si trasformano spesso, riuscendo a compiere le famose REMUNTADE.... quella che tutti i "tirapiedi", dalla Serie A....sino all'Eccellenza compresa....sperano accada ancora! Cari tirapiedi è proprio questo che noi vogliamo, non deconcentratevi, mi raccomando.....state sul pezzo....non abbandonate il vostro vero sogno stagionale....ritrovatevi ancora a mangiarvi pizze....che prima o poi vi andranno di traverso! 
Per poter trascorrere però una Pasqua serena, bisogna VINCERE ad ogni costo a PESCARA sabato pomeriggio. E' non pensiamo che sia tutto facile....anzi....forse è paradossalmente la gara più difficile da preparare. Loro non hanno più niente da perdere, noi si! Poi con quel bastardo del "boemo" in panca dobbiamo essere carichi a mille! Mentre noi ci giochiamo un gran pezzo di scudetto altrove si contenderanno il sesto posto in classifica è sogni di gloria sulle stagioni che verranno che secondo loro, saranno sempre quelle buone, illudendosi che con i capitali cinesi (????? che vergogna...) potranno tornare a......prenderselo nuovamente.....li dove non batte il sole! AHAHAHAHAHAHAHA! 
Martedì sera abbiamo rivisto lo JUVENTUS STADIUM che a noi piace.....il dodicesimo UOMO IN CAMPO, che metteva pressione agli spagnoli inducendoli spesso nell'errore, fischi assordanti quando portavano palla, quando attaccavano. Bene, il sogno lo si insegue anche così! Crediamoci tutti. A Barcellona ci aspetterà una autentica battaglia. Lo sappiamo è siamo pronti! La squadra pure che ci sembra in forma strepitosa e soprattutto carica a livello mentale. Del resto la fame di vittorie in europa dovrebbe fare la differenza. Una grande squadra non la si misura solo dalle coppe alzate, ma anche dal numero di finali disputate. La Juve per ben 8 volte è arrivata in fondo alla competizione è già per questo è riconosciuta OVUNQUE come una grande squadra, solo molto sfortunata, ma presto questa sfortuna finirà è ci riprenderemo tutto con i dovuti interessi, NE SIAMO CONVINTISSIMI! 
La mega trasferta a Torino dei nostri 58 soci saliti su in PULLMAN è stata a dir poco FAVOLOSA. Ancora oggi tutti i partecipanti ci ringraziano per aver concesso loro questa opportunità che ha visto scrivere a caratteri indelebili un altra pagina della nostra già gloriosa storia. Mezza rivincita con il Barca è stata presa, soprattutto da parte di chi a Berlino c'era. Che pullman, che squadrone al seguito. Tutto lo zoccolo duro o quasi con diversi soci che seppur al primo anno di iscrizione hanno da subito dimostrato grande attaccamento a questo CLUB! A bordo grazie al grande SABINO CHIEPPA (per gli amici PELE') c'era davvero di tutto di più, da mangiare oltre che da bere. A centro pullman, al tavolino,  il pool di avvocati a bordo ha organizzato una sorta di "bisca" con partitone di poker! Poi il gruppo Di Serio ad animare il viaggio con i cori, sino a quando tutti non sono definitivamente crollati dalla stanchezza della prima notte di viaggio con l'ansia per l'attesa della grande sfida....All'alba poi, dopo aver fatto colazione ed una stupenda FOTO DI GRUPPO, tutti con le nostre sciarpe in AUTOGRILL (sfogliate la fotogallery della trasferta sul sito) ecco andare in scena la LOTTERIA che vedeva in palio la maglia di HIGUAIN oltre ad altri premi griffati Juve! Solita goliardia nella vendita dei tagliandi con Sabino Chieppa, Nino Lotti e Vincenzo Quacquarelli ad animare il gioco. Nel frattempo, tra una premiazione e l'altra,  giungevano allo Stadium verso le 11,00. Una piccola parte si dirigeva subito in centro città, dove venivano intervistati dalle varie emittenti che andavano in diretta nei TG sportivi dell'ora di pranzo, mettendo ovviamente in risalto l'appartenenza allo JC ANDRIA! Tutto il resto del plotone si rintanava nel nostro covo pre-partita.....la solita trattoria con una mega tavolata allestita, da far paura, in compagnia di qualche amico del NORD EST BIANCONERO! Erano le 18 quando finalmente si sono alzati dalla tavola.....immaginate alcuni in che condizioni......carichi a mille sono andati nel piazzale della Sud, il grosso in curva, mentre gli altri raggiungevano i settori di appartenenza. Tutti dentro già dalle 19 a sostenere la squadra nel riscaldamento è ad incutere timore agli spagnoli! I nostri in Sud erano tutti al fianco dello striscione ad animare il tifo di quella zona! Mega foto di gruppo poi, alla fine di una NOTTE MAGICA! Increduli uscivano dallo STADIUM ritrovandosi tutti al pullman con una gioia indescrivibile. Quasi non riuscivano a prender sonno nel viaggio di ritorno che poi all'altezza dell'Autogrill di Canne della Battaglia (per fortuna....quasi a casa...) vedeva il bus avere un guasto elettrico che ha poi visto scendere tutti è spingere il pullman, con tanto di filmato che riprendeva il tutto in maniera come sempre goliardica. Li in autogrill hanno tutti atteso il bus sostitutivo che verso mezzogiorno li ha condotti in stazione ad Andria. Che ridereeeeee! Grandissima trasferta, una delle più belle a Torino di questa stagione. Un grazie a tutti i partecipanti che hanno ancora una volta dimostrato grande attaccamento al Club! Adesso sabato pomeriggio si ritorna all'Adriatico di Pescara per la terza storia nella vita del nostro Club. Come sempre presenti ed anche in buon numero, prima del trasfertone in terra spagnola! VAMOS A GANAR!
Volete sapere dell'atmosfera che si respirava in Via Enrico Dandolo???? A dir poco elettrizzante...non aggiungiamo altro! Abbiamo urlato a più non posso affinchè potessero sentirci sempre meglio! Al ritorno vi aspettiamo ancora più numerosi di quanti già eravamo martedì sera.  
JC ANDRIA: PASSIONE & MENTALITA'! SEMPRE PIU ORGOGLIOSI DI TIFARE JUVE! 
 

 
 
AVANTI, INSEGUENDO UN SOGNO!
 

Sabato sera la JUVENTUS ha battuto per 2-0 il Chievo Verona avvicinando sempre più il sogno di poter conquistare il sesto scudetto consecutivo! Altri tre punti fondamentali soprattutto in considerazione del fatto che la Roma dietro non molla! E' stata una bella Juve che ha giocato con autorità, astuzia, dosando bene le forze in vista del match dell'anno! Doppietta di Gonzalo Higuain con un Dybala in forma strepitosa che alla vigilia della partita di Champions contro il Barca, fa letteralmente sognare noi tifosi gobbi! Adesso servono cinque vittorie ed un solo pareggio nelle ultime sette giornate! Sembra facile, ma non lo sarà assolutamente, viste le avversarie che andremo ad incontrare. Una bella serata tipicamente primaverile con una giornata prettamente estiva, vista la temperatura, che i nostri soci hanno trascorso su a Torino. In 12 per una partita contro il Chievo è davvero tanta roba! Bravissimi. A capitanare il gruppo è salito su Fabio, che nella giornata precedente ha partecipato in qualità di Referente regionale ad un importante momento di festa/confronto con la Società, andando in visita anche all'area della Continassa dove a breve sorgerà lo JUVENTUS VILLAGE. Ecco spiegato perchè la Juve oggi è davvero almeno 10 anni (a voler essere buoni) avanti la concorrenza italiana e soprattutto di stagione in stagione riduce sempre più il gap con i giganti d'Europa! Lo ribadiamo ai “quattro sfigati” che tiferanno Barcellona.....sin quando noi vivremo queste grandi emozioni sapendo che loro saranno sempre ai margini del calcio che conta, a GODERE SAREMO SEMPRE NOI!

I nostri contro il Chievo sono stati i primi ad entrare nello Stadium è gli ultimi ad uscire fuori, con il piccolo Lorenzo....(buon sangue non mente...) che riceve, durante l'allenamento della panchina nel post partita, la maglia da Pjanic! In curva il nostro Fabietto ha come sempre fatto “public relation”. Lo si vedeva ovunque, anche a far cantare la curva dietro lo striscione TBN verso metà primo tempo. Terminata la partita, pernottamento per tutti in zona Torino, ma prima cena in zona Piazza Carlo Emanuele II°! Alla domenica il rientro per tutti. Chi in auto, chi in treno, chi in aereo! Adesso, mentre scriviamo, siamo già in pieno clima Barcellona. Ansia a mille. Emozioni multiple in questa attesa che ci condurrà alla doppia importante sfida agli spagnoli. Siamo molto fiduciosi. Possiamo farcela. Dobbiamo farcela. In 58 unità i nostri soci sono saliti su a Torino partendo in pullman da Andria verso le 23,00 di lunedì sera. Tutto il gruppo storico a bordo con spazio anche a diverse new entry che in questa stagione hanno già frequentato diverse altre trasferte. Sabino Chieppa, Vincenzo Quacquarelli, Nino Lotti a condurre su un gruppo che sin dalla partenza ha fatto registrare tanta goliardia.

RICORDATELO TUTTI, MAI UN PASSO INDIETRO! Non saranno gesti da “VIGLIACCHI” a fermarci. FATEVENE UNA RAGIONE! Siamo oltre 700! Siamo una grande famiglia. Un grande gruppo “COMPATTO”. ESIGIAMO RISPETTO! STOP. (L'INVIDIA....UNA BRUTTA BESTIA).

Martedì sera TUTTI AL CLUB per chi non è potuto salire su! PIU' SAREMO, MEGLIO STAREMO! Eravate oltre 120 ad aver fatto richiesta, ma già tanto aver potuto mandare ben 58 soci! Tutti avete compreso! Grazie per la collaborazione.

JC ANDRIA: PASSIONE & MENTALITA'

P.S. CHIUDIAMO ABBRACCIANDO IN MANIERA CALOROSA IL NOSTRO FRATELLO ALBERTO TESORO CHE NON STA BENE! SAPERLO SOFFERENTE, CI FA STAR ANCORA PIU' MALE! FORZA ALBERTO. CHE IL NOSTRO CALORE POSSA AIUTARTI! TOCCANTE IL VIDEO CHE I SOCI IN VIAGGIO GLI HANNO DEDICATO DAL PULLMAN!

STORIE DA JUVENTUS CLUB ANDRIA!

SENZA PAURA. SOLO CHI OSA VINCE!

AVANTI JUVENTUS! AVANTI NOI!

 

 
 
…...OTTIMA LA SECONDA. ADESSO TUTTI A ROMA!!!!
 

Se la prima a Napoli è stata “buona” come detto nel precedente articolo, la seconda è stata addirittura “OTTIMA”, grazie soprattutto a GONZALO HIGUIAN, che ha contribuito, assieme ai ragazzi scesi in campo al SAN PAOLO, nel farci godere come dei matti, non solo nell'immaginare gli stati d'animo degli stessi tifosi napoletani, ma soprattutto nell'immaginare quello di tutto il resto della ciurma.......ah ah ah ah ah, fegati oramai spappolati.

Il bello è che ammettono che il loro unico obiettivo stagionale è vedere la Juve fuori dalla Champions, mentre noi comunque andrà, queste gare le giochiamo è le continueremo a giocare anche nella prossima stagione, mentre loro sempre dal solito posto, sul divano in Tv a guardarci, a sbavare e soprattutto a gufare. Noi continueremo a provare queste grandi emozioni, loro no! POVERACCI! Noi intanto un altra finale l'abbiamo raggiunta, quella della COPPA ITALIA per il terzo anno di fila, noi nel frattempo ci giocheremo un altro scudetto di qui alla fine del campionato, mentre LORO????

GODIAMO E' STRAGODIAMO ANCORA UNA VOLTA NOI! A loro, lasciamo l'essere usciti come dicono, a testa alta, peccato che a festeggiare sul campo a fine partita a braccia tese in segno di vittoria siano stati i nostri calciatori! Lo ribadiamo.....che PECCATO che sono.....Grandissimo GONZALONE HIGUAIN che non una, non due, non tre, ma ben quattro volte ha, in questa stagione, purgato la sua ex squadra, segnando tutti gol decisivi. Poi quando ne metti a segno ben due nello stadio che sino a qualche mese addietro impazziva per lui, allora non puoi che perdere la testa, esattamente come accaduto ai nostri soci che affollavano il Club! L'urlo terrificante sia alla prima che alla seconda marcatura è stato a dir poco spaventoso! 3-2 il finale per i partenopei che però sono andati sotto per ben due volte, lasciando il risultato mai in discussione in nostro favore. Anzi se non fosse stato per NETO che ha letteralmente perso la testa questa partita l'avremmo certamente non persa. Ma ci sta. Il calcio è bello anche per questo, dare l'illusione all'avversario di potercela ancora fare, per poi far prevalere l'esperienza della grande quadra che nella difficoltà sa stringere i denti è portare a casa una qualificazione alla FINALE, assolutamente meritata nel computo dei 180 minuti (3-1 per noi nella gara di andata). Un tempo giocato alla grandissima a Torino, un tempo e mezzo a Napoli, fanno si che la JUVE ritorni per il terzo anno consecutivo a ROMA. Tutto fantastico, tutto troppo bello. Viviamo davvero un sogno magico!

Peccato non aver potuto provare dal vivo l'emozione di una qualificazione alla finale nel SAN PAOLO! L'ennesimo scontato divieto di trasferta, non ci ha consentito di esserci. Come già accaduto domenica sera, anche mercoledì qualche amico INFILTRATO è stato presente nella TRIBUNA POSILLIPO! Un grazie al nostro Marco F. per il video con sullo sfondo il VESUVIO....nel pieno traffico della tangenziale di Napoli....mentre decantava il “nostro” GONZALONE che aveva appena zittito una intera città...ed il loro squallido PRESIDENTE DE LAMENTIS!

Adesso nella finale di Roma che si giocherebbe da calendario il 2 GIUGNO, la JUVE sfiderà ancora una volta la LAZIO come due anni fa. Già tantissime le chiamate dei soci che vorranno esserci. Come sempre attendete nostre disposizioni in merito. Si viaggerà obbligatoriamente in autobus! Ad ora dobbiamo solo sperare che la finale venga anticipata al 17 maggio....... questo starebbe a significare che la JUVE sarà arrivata alle semifinali della CHAMPIONS!

Sabato intanto sarà nuovamente campionato, di fronte avremo il CHIEVO VERONA, formazione già salva che proverà certamente a dar fastidio. Guai sottovalutare l'impegno in chiave CHAMPIONS. Vincere ci avvicinerebbe sensibilmente al tricolore! Onore, tanto onore ai 12 nostri soci che sabato sera saranno sugli spalti dello STADIUM. Un auto, chi in treno, chi in aereo. Tutti con pernottamento su a Torino. Un attaccamento che ha dell'incredibile!

JC ANDRIA: PASSIONE ALLO STATO PURO!

INSEGUENDO UN SOGNO!

NON C'E' COSA PIU' BELLA......CHE VEDERE SEGNARE HIGUAINNNNNNN (A NAPOLI)

 

 

 
 
NAPOLI, BUONA LA PRIMA....
 
Alla vigilia della doppia trasferta al San Paolo di Napoli è dopo averne giocata già una, effettivamente, dobbiamo dare ragione ad Allegri, quando in conferenza stampa afferma che, attorno alla Juve, si respira troppo pessimismo e troppe polemiche, nonostante siamo in piena corsa su tre fronti. Troppe critiche ad una squadra che sta davvero compiendo l'ennesimo miracolo calcistico. Il bel gioco lo lasciamo ad altri che probabilmente al termine di questa stagione non avranno nuovamente vinto nulla! La gente si ricorderà sempre e soltanto di chi alla fine alza i trofei! A noi interessa solo quello. Chi si lamenta del non gioco della Juve, prego si accomodi altrove, evidentemente non sono veri tifosi come noi, magari semplici occasionali o meglio ancora dei tirapiedi! A otto giornate dalla fine di questo campionato, lungo ed estenuante, la Juventus esce indenne dalla prima delle due trasferte in terra napoletana, portando a casa un prezioso pareggio. 1-1 il finale con rete del nostro vantaggio siglata da Khedira, autentica roccia del nostro centrocampo che mai come in questa stagione si regge davvero su di lui! Possiamo dire di aver brillantemente superato, detto in gergo ciclistico, uno degli ultimi gran premi di una montagna iniziata a scalare nello scorso mese di agosto! Del resto chi doveva fare la partita (della vita...), non eravamo di certo noi, ma chi oggi ancora ci insegue a ben 10 punti di distanza. Questa volta se la sono presa con la sfiga, con la nostra (secondo loro) troppa fortuna, se alla fine non hanno vinto. Insomma ogni volta è colpa di qualcosa se non riescono a vincere una gara, soprattutto quelle che contano. Mai però che ammettono di non essere probabilmente al nostro livello. Prima gli orari delle partite, poi gli arbitri, poi la sfiga.....insomma i classici commedianti delle "sceneggiate napoletane". Gli stessi che questa volta, a loro dire, hanno detto di accogliere la Juve ed HIGUAIN (c'è l'abbiamo NOI....) con totale indifferenza....tanto per darsi un tono.....anche se poi tutti sanno che questa per loro è sempre la PARTITA DELL'ANNO, mentre per noi una normalissima partita di campionato da affrontare con la consueta determinazione con la quale affrontiamo ogni avversaria. A sostegno del Napoli domenica sera c'erano tutti i "poveracci" dei tirapiedi che ricevendo delusioni su delusioni dalle loro squadracce (fallimentare la stagione, visti i soldi spesi... soprattutto delle merde intertristi...ahahahaha), ripongono oramai le loro uniche gioie (rare) solo nella speranza di un nostro passo falso! Che "peccato" che sono si dice qui da noi!  
Domenica l'ennesimo divieto napoletano, ci ha privato di poter seguire la nostra Juve al San Paolo, come lo sarà mercoledì sera in Coppa Italia, una trasferta che ci manca oramai da troppi anni. Qualche amico "infiltrato presente" sugli spalti, che con le immagini inviate alla nostra chat, dimostrano che l'attaccamento per i colori bianconeri, va oltre ogni divieto, oltre ogni ostacolo! La foto del settore ospiti, desolatamente vuoto a corredo di questo articolo, testimonia quanto brutto sia un calcio senza le due tifoserie a confronto! Mercoledì sera si replicherà nuovamente al San Paolo, è vedrà nuovamente degli altri "INFILTRATI PRESENTI" al seguito. Onore a chi ci sarà! Al Club il consueto pienone delle grandi occasioni, quelle che contano. Adesso inizia il periodo dove ogni partita viene vissuta con un attaccamento incredibile. Sappiamo di essere vicini alla meta ed ecco che la passione ed il sostegno raggiungono livelli massimi. La dimostrazione l'abbiamo avuta alla rete del vantaggio con un urlo che è stato sicuramente più forte di quello che si vantavano a Napoli in occasione della Champions! Poi la sofferenza finale, sino alla definitiva liberazione al triplice fischio di Orsato, consapevoli di aver portato a casa un punto importantissimo. La Juve ha cercato di contenere le sfuriate napoletane dopo aver trovato il vantaggio, difendendosi con ordine. Purtroppo il cambio di Cuadrado con Lemina, se fosse arrivato solo un minuto prima, probabilmente avrebbe consentito alla Juve di portare a casa una vittoria pesantissima, ma va benissimo così. Ottenuto un ottimo pareggio con il minimo sforzo fisico. Psicologicamente vale molto questo punto, sia in chiave campionato, sia in ottica della nuova trasferta a Napoli di mercoledì sera, quando in semifinale di Coppa Italia ci sarà da difendere il 3-1 conquistato a Torino nella gara di andata. Una sconfitta avrebbe gasato troppo l'ambiente napoletano è fatto piovere troppe pressioni sulla nostra squadra. Con questo non significa che mercoledì non sia nuovamente dura, anzi lo sarà di più, perchè il Napoli dovrà attaccare sin dalle prime battute per cercare l'impresa. Noi invece dovremo affrontare la gara in maniera differente rispetto a domenica sera, ma questo Allegri lo sapeva già. Ecco spiegate alcune scelte di formazione nella gara di campionato. Vogliamo tornare in finale di Coppa Italia, la terza consecutiva, sarebbe bellissimo, un altro passo in più verso un qualcosa che potrebbe avere i connotati del leggendario. La Lazio già ci è arrivata, eliminando la Roma che adesso punterà tutto sulla rimonta in campionato visti i due punti rosicchiati in questa ultima giornata. Sappiamo bene che nulla è già deciso come vogliono invece farci credere. Il sesto tricolore di fila è ancora li tutto da conquistare. Ci servono 6 vittorie ed un pareggio. Iniziamo sabato con il battere il Chievo. Un passo alla volta. Ma prima testa a Napoli. Toglierci questo doppio peso dalla mente significherà molto anche e soprattutto in chiave Champions! 
JC ANDRIA: ORGOGLIOSI DI ESSERE GOBBACCI!
PASSIONE & MENTALITA'!
N.B. Fervono intanto i preparativi per la trasferta dell'anno contro il Barcellona sia a Torino che in terra spagnola. Massiccia la nostra presenza in entrambe le occasioni.  
NON C'E' COSA PIU' BELLA.......CHE SOSTENERE LA JUVENTUS!!!!!!!! 

 

 
 
LA JUVE SBANCA ANCHE GENOVA
 
La Juventus vince per 1-0 al Marassi contro la Samp. è mantiene inalterate le distanze da Roma e Napoli. Proprio dai partenopei, la Juventus sarà attesa nella doppia sfida, prima di campionato poi di Coppa Italia, alla ripresa dopo la pausa per le nazionali. Scherzo del destino che vedrà la Juve giocarsi una grossa fetta di scudetto oltre che l'accesso per il terzo anno di fila alla finale di Coppa Italia sempre al San Paolo nel giro di soli 4 giorni! Per arrivare più sereni a Napoli bisognava vincere a Genova contro la Samp. Non era semplice contro una formazione in ottima salute, gasata dalla vittoria nel derby della Lanterna. Ma la Juve ha affrontato la gara con sacrificio, determinazione è voglia di vincere che hanno prevalso contro ogni cosa. Cuadrado l'autore della rete della vittoria, ancora il colombiano decisivo per i tre punti finali. Qualche sofferenza per non essere riusciti a segnare il secondo gol con Mister Allegri che si è arrabbiato non poco nel finale. Adesso ciclisticamente parlando, avremmo l'ultimo gran premio della montagna del campionato. Passare indenni Napoli significherebbe potersi lanciare nella discesa finale verso il traguardo in maniera più serena e soprattutto pensare solo alla doppia sfida contro il Barcellona. Facciamo come sempre un passo alla volta. Noi queste grandi emozioni le viviamo, ad altri non gli rimane che gufare la Juve, viste le disgrazie delle proprie squadrette. A Napoli invece vivono l'attesa della gara dell'anno, ma solo per loro. Per noi una gara difficile come tutte le altre. Peccato che da anni oramai ci vietino di poter sostenere la nostra JUVE al San Paolo. Sarebbe stato bello quest'anno andarci in pochi giorni ben due volte. Maledette leggi italiane. Inutile negarlo però che in questi giorni stiamo rifiatando alla grandissima. Dall'ultimo viaggio effettuato (Genova il 19 marzo) all'8 aprile contro il Chievo a Torino, giorno in cui torneremo al fianco della Juve, saranno ben 20 giorni di pausa. Per noi che viaggiamo sempre, che seguiamo la JUVE ovunque, che anche le gare in casa a Torino sono delle trasferte.....è davvero una manna dal cielo....Ripetiamo ne avremmo volentieri fatto a meno pur di andare a Napoli, una delle poche belle trasferte rimaste...ma vietandocela ci prendiamo questo "meritato" riposo! Ricarichiamo le menti, riposiamo il corpo e, soprattutto, riempiamo i "portafogli".......
La nostra trasferta in terra ligure, la seconda della stagione è stata molto bella ed animata, grazie alla presenza di una bella squadra di soci con Salvatore, Sante è le piacevoli scoperte stagionali, Giovanni e Mauro entrambi alla seconda uscita. Con una Giulietta a "noleggio" hanno effettuato quest'altra presenza. All'1,30 della notte tra sabato e domenica imboccano il casello di Andria con Gianni alla guida. In Abruzzo raccolgono anche un simpaticissimo ragazzo del Gruppo Giulianova, nuovi nostri amici. Alle 11,00 sono già al cesello di Genova Est pronti per recarsi al parcheggio ospiti per poi li salutare i tanti amici del Nord è salire su una delle navette per lo Stadio. I doriani si fanno vedere all'esterno. Parole ma nulla di che. Entrano nel settore posizionandosi in basso a sinistra. Schermaglie con qualche tifoso del Parma presente nella Gradinata Nord. I nostri posizionano la pezza su di una vetrata laterale che si rivelerà poi perfetta come posizione visto che ogni qual volta veniva ripreso Allegri la pezza era sempre ben visibile alle sue spalle. Le foto sono come sempre tutte pubblicate nella gallery che invitiamo sempre tutti a visitare. Con le foto vi raccontiamo le nostre trasferte sempre molto goliardiche. Salvatore fa comunella con gli amici "Pappa & Ciccia" oltre che con tanti altri amici. Vittoria conquistata, vengono trattenuti nello stadio per molto tempo, lasciando Genova solo poco dopo le 19. Si rimettono in auto riprendendo l'autostrada in direzione Piacenza - Bologna. Si alternano alla guida con Gianni Sinisi a far da "metronomo" della situazione. Lasciano Kevin di Giulianova è riprendono la marcia verso Andria dove arrivano verso le quattro del mattino, esausti, perchè Genova è una trasferta sempre molto faticosa....ma come sempre orgogliosissimi di esserci stati. Immensamente grandi! Sono stato l'orgoglio di tutti i soci che hanno assistito alla partita dal Club! 
Come sempre abbiamo fatto il nostro dovere a pieno. Facile seguire la Juve a Torino, non semplice farlo in ogni maledetta trasferta! 
ESSERE, NON APPARIRE!
P.S. Per la doppia gara contro il Barcellona tutti i soci in prenotazione hanno già ricevuto nostre risposte, stiamo cercando di poter soddisfare il più alto numero di associati, non sarà ovviamente possibile per tutti. Si darà precedenza alla vecchia guardia con qualche socio più recente che ha dimostrato sin da subito attaccamento al Club. Queste gare, ricordatelo tutti, le si conquistano macinando km soprattutto in trasferta! Tenete bene a mente questa nostra regola! Imprescindibile! Chi ha seguito, per restare limitati a questa stagione, la Juve a Palermo, Cagliari, Genova, Crotone, Firenze, Reggio Emilia, Verona, Derby, Empoli......sarà accontentato! Nella prima fase di vendita (prelazione abbonati con cambio posto) è stato possibile poter soddisfare le richieste dei soli possessori di tessera del tifoso. Ora vedremo cosa la società concederà ai non possessori di tessera del tifoso. Si presume solo tribune!
JUVENTUS CLUB ANDRIA SEMPRE AL TUO FIANCO! VERSO LA LEGGENDA......
 

 
 
LA JUVE AI QUARTI. ORA IL BARCA
 
La Juventus ha vinto anche la gara di ritorno contro il Porto per 1-0 grazie ad un rigore, trasformato dal solito Paulo Dybala.
Anche in Champions è un "fallo di mano", a decidere in nostro favore la partita. Immaginiamo le facce fatte da tutti i nostri detrattori....chissà come avranno reagito.....anzi, come era la storiella???? ....."rubiamo solo in Italia....???? adesso staranno iniziando seriamente a preoccuparsi". Rigore ed altra espulsione ad un calciatore della squadra avversaria....ahahahhahaha!
Al Club (strapieno), subito dopo la trasformazione del rigore si è levato un coro possente....."RUBIAMO ANCHE IN EUROPA....." ahahahahahaahahahhahah.
Poveri "tirapiedi", come sono ridotti male. Non ricevendo più soddisfazioni dalle loro "squadrette" si limitano oramai a tifare per ogni nostra avversaria, coalizzandosi addirittura anche tra di loro. mettendo da parte le rivalità, anche le più accese. Tifosotti di "bassa lega". Il classico alibi del perdente: la Juve vince perché "ruba", quindi loro perdono per questo! Mentre loro si arrovellano il fegato, noi godiamo di emozioni tutte nostre, di ansie, di attese di grandi eventi, di sogni! Signori, la Juve è la Juve, tutto il resto non conta! Fatevene una ragione. Ora ringraziate l'urna che questa volta non vi farà spendere altri soldi, visto che le sciarpe e le magliette del Barcellona, le avevate acquistate già due anni fa in occasione della nostra "ennesima finale" Champions, seppur persa....ma pur sempre finale conquistata!. Ah....aggiungiamo.... almeno per un altro mese circa, "soffrite è rosicate in silenzio", nella consapevolezza che se la Juve come molto probabile passerà il turno, allora per voi saranno cazzi amari! Intanto alla facciazza vostra noi continuiamo il nostro tour in giro per l'Europa che conta, voi continuate a dedicarvi alle serie tv!
La gara contro il Porto non era da sottovalutare nonostante il 2-0 della gara di andata in nostro favore. I portoghesi hanno provato ad attaccarci da subito in maniera più spregiudicata ma hanno trovato il solito muro difensivo ed una Juve che comunque manteneva il possesso palla. Poi la nostra rete ha tranquilizzato la Juve, che nella ripresa ha sapientemente gestito la gara, senza più spingere sull'acceleratore correndo qualche rischio in contropiede ma nulla di che. Missione compiuta. Adesso come detto sopra ci attenderà nei quarti di finale il Barcellona che non è più imbattibile e soprattutto contro squadre forti in difesa va spesso in difficoltà. Per questo è per svariati altri motivi, dobbiamo crederci più che mai. Passare il turno significherebbe diventare la squadra favorita per la vittoria finale. Adesso restiamo concentrati sul campionato, dove dobbiamo stare attenti alla Roma e al Napoli che restando senza coppe europee butteranno le loro energie tutte sul campionato. Per questo motivo vincere a Genova contro la Samp. significherebbe arrivare tranquilli alla sosta per le nazionali, in attesa della difficile (per motivi ambientali) doppia trasferta napoletana dove ci giocheremo una grossa fetta dello scudetto è la finale della Coppa Italia! Aprile sarà un mese che ci dirà tanto (tutto) sulla nostra stagione. Un passo alla volta. Prima quello a Genova dove saremo presenti con una macchina organizzata. Tanto onore a loro che andranno a rappresentarci in questa seconda trasferta dell'anno sotto la Lanterna. 
Contro il Porto la trasferta dei nostri soci (oltre cinquanta) ha visto gli stessi raggiungere Torino in assoluta tranquillità con un pullman partito da Andria alle 23 circa del lunedì sera con a bordo tanto ottimo cibo che avrebbe potuto sfamare un intero esercito. Sabino Chieppa, Andrea Leonetti, Giorgio Nicolamarino e Gaetano Maddalena a far da referenti per questa trasferta con tanti altri soci che si sono resi molto collaborativi come Savino Moschetta. Insomma una gran bella squadra partita con la solita goliardia ed entusiasmo che caratterizza da sempre il nostro gruppo.
Giunti a Torino si sono divisi tra chi sceso in centro città è chi direttamente allo Stadium. Poi solito pranzo verso le 15,30 alla "nostra" solita trattoria  di fronte la Sud con Sabino Chieppa autentico mattatore nella sala. Poi solo alle 18,30 escono, per recarsi nel piazzale della Sud dove si ricompattano ed attendono i soci arrivati nel frattempo in aereo. Appena dentro sistemano lo striscione è la pezza delle "ragazze andriesi" salite su in pullman con Ylenia è Valentina (foto nella gallery). Brave anche loro che cercano di non mancare mai. Di fronte i portoghesi, in tantissimi che creano non pochi disordini all'esterno ed anche all'interno dove si fanno sentire. Non male come tifoseria, una sorpresa per noi. Restano da considerare avversari è rivali. A casa anche loro! 
Viaggio di rientro dei nostri soci molto tranquillo, arrivano ad Andria verso le 11 del mattino di mercoledì. Anche questa trasferta è già alle spalle.
COMUNICAZIONE IMPORTANTE 
Il Club, ricordiamo a tutti, non è una biglietteria ne tanto meno una agenzia viaggi. Per la trasferta a Torino contro il Barca le prenotazioni sono già tantissime, un centinaio circa, che ovviamente non permetteranno di poter accontentare tutti, pertanto inutile continuare a prenotarsi. In tanti dovranno restare fuori. Utilizzeremo i soliti criteri ben noti a tutti quanti. Aspettiamo serenamente le assegnazioni da parte della società.
Per Barcellona come sempre avviene in Europa noi individuiamo un piano voli più conveniente per tutti, poi ognuno lo prenota da se o eventualmente trova altra soluzione. Il tutto a rischio e pericolo in quanto i biglietti saranno assegnati in un secondo momento nella speranza che possano soddisfare tutte le richieste. 
Quindi calma è non stressate chiamando in continuazione o inviando messaggi.
I non soci invece da noi non devono proprio passare. Categorico. Non chiamateci. 
JUVENTUS CLUB ANDRIA: verso la leggenda, inseguendo un sogno!
 

 
 
POVERO DIAVOLO....CHE PENA CI FAI!
 

….lo cantava negli anni settanta Riccardo Cocciante...ma mai come in questi giorni quella canzone torna prepotentemente d'attualità. Questo Milan, ve lo diciamo senza se e senza ma, ci fa davvero molta pena. Non giocano a calcio, tirano a campare è si permettono anche il lusso di polemizzare, mettendo in atto atteggiamenti da squadrette parrocchiali, con tutto il rispetto per queste ultime. Invece di analizzare i motivi di una ennesima sconfitta in una partita che li ha visti tirare in porta solo nell'occasione della rete, cosa fanno? Si appellano alle proteste per un calcio di rigore subito all'ultimo respiro di una partita che ha visto al JUVE dominare il campo in lungo ed in largo. Qualcuno spieghi il nuovo regolamento a quelli delle sette champions, qualcuno faccia capire loro che se in una partita decidi di non giocarla per 94 minuti, per manifesta inferiorità,  può capitare che la sfiga ti punisca proprio nell'ultima azione. Se non fosse stato per quel bravo ma bamboccione di portiere che hanno con il cavolo che starebbero qui anche a permettersi di recriminare. Ma di che cosa stiamo parlando! Del nulla, come il loro valore oggi! Poi se la prendessero con il loro calciatore espulso che commettendo quel fallo inutile ha fatto si che che l'arbitro allungasse la contesa di altri trenta secondi, quelli fatali per loro! Inutile dirvi quanto abbiamo goduto è quanto stiamo ancora godendo. Vederli così ridotti male ci fa letteralmente impazzire, vederli coalizzarsi ad altre tifoserie, loro rivali, ci fa esultare ancora di più! L'Italia anti juventina è ufficialmente con i fegati tutti spappolati. Abbiamo vinto con il modo più godurioso che esista. Calcio di rigore all'ultimo secondo. Peccato solo che lo stesso c'era. Avremmo goduto di più se la palla invece che colpire la mano del calciatore milanista, avesse colpito un altra parte del corpo! Peccato. 2-1 il risultato finale con reti di BENATIA e DYBALA su calcio di rigore battuto in maniera perfetta. Fossimo nei milanisti staremmo oggi a preoccuparci del loro presente/futuro societario viste le continue barzellette che Berlusconi&C stanno propinando alla loro gente (GRAZIE DI ESISTERE...)!

Continua dunque la nostra serie di vittorie casalinghe, giunta a ben 31 di fila. Il record del Barca (39) a livello europeo è già nel mirino. Ci proveremo a raggiungerlo vincendo le ultime quattro partite casalinghe di questa stagione, poi sarà storia della prossima. L'aver sprecato tantissime occasioni, soprattutto con il giovane Pjaca, stava per compromettere una partita che abbiamo strameritato di vincerla. Succede troppo spesso che la Juve pur dominando le partite, non riesce a concretizzare le innumerevoli occasioni che crea. Per fortuna che si riesca comunque a realizzare almeno una rete in più degli avversari. E' forse questo l'unico difetto della nostra squadra che sta cercando a tutti i costi di arrivare in fondo in tutte le competizioni. Non sarà facile, dal campionato alla Champions, passando per la Coppa Italia. In campionato intanto abbiamo mantenuto il vantaggio di otto punti con una giornata in meno. Adesso ne mancano solo dieci di sfide è se riuscissimo a vincerne otto, il sesto scudetto sarebbe REALTA'! Ma dietro le avversarie dovranno vincerle tutte......

Restiamo con i piedi ben saldi per terra. Tutto è ancora da conquistare. Adesso ci attende una doppia trasferta in campionato molto ma molto difficili. Genova con la Samp e Napoli! Prima però ci sarà da conquistare il passaggio ai quarti di finale della Champions contro il Porto allo Stadium. Chi pensa che siamo già qualificati si sbaglia alla grandissima. Il Porto è una gran bella squadra che verrà a Torino per vendere cara la sua pelle. Dimentichiamoci dello 0-2 della gara di andata. Facciamo finta che si giochi in gara secca. Dobbiamo vincere. Perchè vincere come sempre aiuta a vincere!

La trasferta dei nostri 31 soci a Torino contro il Milan è stata di una assoluta tranquillità. Hanno raggiunto Torino a bordo di un bus, lasciando Andria alle 23,30 di giovedì sera. Davvero instancabile il nostro Club ed i nostri associati. Giunti a Torino hanno fatto le solite cose, chi in visita a Stadium e Museum chi nei bar ad “ammazzare” le ore che precedevano l'importante partita. Gianni Greco, Gaetano Maddalena e Giorgio Nicolamarino a far da guida a tutti i soci arrivati su. Alle 19,15 erano già tutti dentro con il grosso in Curva Sud per posizionare lo striscione oltre alla pezza delle ragazze andriesi questa volta rappresentate da ben quattro socie: Antonia Terlizzi (nonostante fosse con le stampelle a causa di un intervento avuto), Maria Scamarcio, Angelamaria e Maria Sansonne. Solito gruppo fatto dietro il nostro striscione ed entusiasmo alle stelle al termine della partita per l'epilogo finale che ha visto il pubblico dello Stadium completamente in estasi! Difficile da contenere, ci dicono, sia stato il socio Battista che era al settimo cielo per la gioia finale! Bello vederli tutti orgogliosi di appartenere, tutti con le sciarpe del Club in bella mostra! Alle 10,30 di sabato mattina la nostra “banda” era già ad Andria. Un altra trasferta archiviata con un altra immediatamente aperta. Contro il Porto a Torino saranno in 58 i nostri soci sugli spalti dello STADIUM! Un pullman è partito lunedì sera carico di tantissime prelibatezze, buon vino è tanto entusiasmo!

Che dite, per la nostra costanza nel seguire la JUVE, per la nostra incredibile passione, la meriteremmo almeno una CHAMPIONS????

 

AVANTI NOI! AVANTI JUVE!

 

P.S. MILANISTA FAI PRESTO A FARE STO CLOSING CHE CON QUEI SOLDI DOVRETE PAGARE I DANNI LASCIATI ALLO STADIUM! AHAHAHHAHAHA

GODIAMO COME NON MAI!

 

 
 
PRIMO PAREGGIO, PUNTO GUADAGNATO
 

La Juventus pareggia per la prima volta in questo campionato dopo ben 381 giorni dall'ultimo segno X. In pratica, un anno senza più pareggiare! Questa volta però, a differenza dell'ultimo pareggio ( a Bologna), che lasciò l'amaro in bocca in quanto interruppe una serie di vittorie consecutive prossima al record, il risultato maturato nella splendida DACIA ARENA di Udine è stato accolto da noi gobbi come un punto guadagnato. Guadagnato, sia perchè non abbiamo giocato assolutamente bene ed anche perchè la Roma, seconda in classifica ha perso lo scontro diretto contro il Napoli, permettendo alla Juve di allungare di un punto in classifica. Ora sono 8 i punti di vantaggio sui capitolini è ben 10 sulla terza, il Napoli. Nulla è deciso, come nulla sarebbe stato definitivo anche in caso di vittoria. Questo pareggio deve solo farci capire che nessuno ci regala niente, che le squadre che andremo ad incontrare di qui alla fine, seppure molte senza più obiettivi, certamente cercheranno di fermarci!

L'Udinese ha disputato una gara di grande intensità, sorprendendo una Juve apparsa affaticata dagli ultimi importanti incontri, non ultimo la difficile sfida di Coppa Italia contro il Napoli. Sappiamo che se vogliamo davvero arrivare in fondo a tutti gli obiettivi stagionali, qualcosa in campionato la dovremo gioco forza perdere. Ma adesso venerdì allo Stadium arriva un Milan che proverà ad interrompere la nostra striscia di vittorie casalinghe. Non saranno consentiti cali di tensione, non sarà possibile pensare già alla difficile gara di martedì contro il Porto, dove dovremo cercare ad ogni costo di staccare il biglietto per i quarti di finale! Del resto siamo nella parte di stagione che più conta, dove ogni errore potrebbe rivelarsi letale, dove non sono ammessi blackout, dove il gioco si fa duro ed i duri devono entrare in gioco! Battere il Milan potrebbe davvero rappresentare un passo quasi decisivo verso lo scudetto della LEGGENDA! A Udine la Juve, andata sotto nel primo tempo è riuscita fortunatamente a pareggiare grazie ad un colpo di testa di Leonardo Bonucci che ha  salvato la Juve da una probabile sconfitta. Meglio così. 1-1 il risultato finale.

In Friuli c'è stato un vero e proprio esodo di tifosi juventini che occupavano la metà dello stadio friulano. Anche i nostri non potevano ovviamente mancare. In ben 6 unità hanno preso un volo della Ryan Air all'alba della domenica da Bari diretto su Trieste. Di li poi hanno raggiunto la stazione ferroviaria di Ronchi dei Legionari per giungere in stazione ad Udine verso le 11,00. Alle 12,30 arrivano poi allo stadio ammirando già dall'esterno l'impianto dell'Udinese che sembra una piccola Allianz Arena di Monaco di Baviera. Già nella scorsa stagione c'eravamo stati. Inizia a piovere ed i nostri si rifugiano sul pullman di TRADIZIONE bevendo delle birre con loro prima di entrare dentro. Davvero uno stadio confortevole, davvero un settore ospiti all'altezza degli stadi europei, non come le varie porcherie che si trovano in giro per l'Italia. I nostri si posizionano in primissima fila con la pezza ANDRIA PRESENTE e RAGAZZE ANDRIESI tenute a mano dietro lo striscione TRADIZIONE! Onore ad Agnese ed Antonella le nostre due socie salite su pur di rappresentare il loro piccolo gruppo femminile. Una bella idea che sta riscuotendo molti consensi!

Il nostro tifo è stato molto blando nonostante fossimo in tantissimi, ci siamo adeguati in pratica alla squadra. Fabio, Pasquale Di Palma, Pasquale Cipriani e Nicola Lorusso gli “uomini” al seguito! Solita goliardia con i ragazzi di Bassa Valle, TBN ed Aosta. Poi finita la gara nell'attesa di poter uscire dallo stadio salutiamo i ragazzi non scesi in campo che vengono a riscaldarsi sottto il settore ospiti. Nicola Lorusso si arrampica sulla vetrata è viene premiato da Claudio Marchisio che gli consegna i suoi pantaloncini stringendogli la mano! Bella emozione per il caro Nicky!

Appena fuori i nostri ragazzi, raggiungono immediatamente la stazione ferroviaria di Udine in tutta tranquillità, da dove alle 18,40 con il bus della Marino partono verso Andria. Che sfacchinata pur di essere presenti anche li nel lontano Friuli! Davvero tanto onore. Cosa non si fa pur di esserci sempre. In auto verso Bari, poi aereo per Trieste, treno per Udine è poi bus per rientrare ad Andria. Viaggio di ritorno tranquillo ma molto massacrante. Ma per la Juve questo ed altro ancora. Arrivano alle 7,00 in punto ad Andria pronti per una doccia è per recarsi ai propri lavori! Nella gallery le belle foto della trasferta.

Anche per Juventus – Milan, l'ennesima sfida contro i rossoneri in questa stagione, la nostra pattuglia di soci al seguito sarà abbastanza corposa. Ben 31 coloro i quali hanno risposto presente a quest'altro appello.

LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI.....INSEGUENDO DIVERSI SOGNI!

 

JC ANDRIA TRA I PRIMI TRENTA JUVE CLUB AL MONDO

N.B. Il nostro club si è classificato al 28mo posto nella classifica mondiale dei quasi 500 Club Doc ufficiali riconosciuti dalla Juventus. Un altro traguardo storico. Siamo assieme a Cercola in Campania, il secondo Club di una Città singola, più grande nel Sud Italia, non considerando i Club che aggregano decine di città assieme.

Un altro traguardo importante che ci inorgoglisce sempre più. Agli altri lasciamo le chiacchiere da bar, le cazzate scritte sui social, l'invidia e le gelosie. Noi facciamo la cosa che a tanti altri viene difficile poter fare. Seguire la JUVE, la nostra squadra OVUNQUE, non a convenienza, non occasionalmente, ma con PASSIONE&MENTALITA'!

DA SEMPRE. PER SEMPRE!

 

VENERDI, PER CHI NON PARTE, GREMIAMO IL CLUB IN OGNI ORDINE DI POSTO. INIZIA IL CONTO ALLA ROVESCIA! PIU' SIAMO, MEGLIO STIAMO!

 

 
 
TRIPLA GODURIA!
 

Martedì sera, nella serata di chiusura dei festeggiamenti del Carnevale, la Juventus ha fatto proprio un bello scherzetto al Napoli, nella semifinale di andata della COPPA ITALIA. Prima gli abbiamo illusi, per poi castigarli come sempre accade allo Stadium, non una, non due ma ben tre volte. Se poi ci aggiungiamo che GONZALO HIGUAIN gli ha purgati ancora una volta, bene, allora la goduria capite che è stata massima.....ma se poi ancora ci mettiamo le polemiche che ne sono derivate dopo la partita, allora possiamo dirvelo la GODURIA è stata davvero immensa!

Più rosicano, più si lamentano, più piangono, più stanno male, PIU' NOI GOBBI, GODIAMO COME DEI MAIALI! La Società Napoli si è ancora una volta dimostrata molto, ma molto provinciale. Per mascherare il loro fallimento, i loro limiti, la loro inferiorità, hanno pensato bene di alzare la voce per togliere le attenzioni dall'ennesima sconfitta stagionale che potrebbe pregiudicare un altro obiettivo. Assurdo che mandino a parlare un direttore sportivo che forse tutta Italia avrà conosciuto proprio in quella intervista.....avrebbero a nostro avviso fatto meglio a continuare il loro silenzio stampa, meditando sull'ennesima sconfitta, per colpa di un secondo tempo dove sono stati letteralmente surclassati dalla forza della Juve, tornata a giocare con il nuovo modulo. Anzi ringraziassero Allegri se il risultato è stato forse meno pesante di quanto sarebbe potuto essere, visto che nel primo tempo a sorpresa, la Juve si è schierata nuovamente con la difesa a tre dimostrando una involuzione del gioco. Sembrava la Juve vista sino a Firenze. Chissà perchè Allegri abbia voluto rimettere quel modulo. Mah........speriamo lo abbia capito definitivamente che quello schieramento lo deve assolutamente dimenticare. Non abbiamo a nostro avviso, gli uomini adatti per schierarci con la difesa a tre come era un tempo. Del resto da agosto ad inizio gennaio Allegri ne ha avuto la prova! Tornando agli avversari....aggiungiamo che non siamo del tutto convinti, anzi ne siamo certi, che i veri tifosi napoletani quelli più accesi, in questo momento non stiano assolutamente pensando alla infantile ed inutile protesta sui presunti torti subiti (??????), ma piuttosto sono incazzati come delle belve con il loro presidente per la gestione della stagione è del mercato in entrata ed uscita. Quindi meditassero questi quattro “pollivendoli” da strapazzo che parlano a vanvera, cercando un attimo di gloria pur di parlare male della Juve.

Come dice il nostro BONUCCI, prima SCIACQUATEVI LA BOCCA!

Per ora la pratica Coppa Italia è archiviata. Ci presenteremo a Napoli con un buon 3-1 (doppietta di Dybala su calcio di rigore) che non garantisce la certezza della finale ma ci pone ovviamente in una condizione di vantaggio. Tempo al tempo penseremo anche a quella partita. Adesso abbiamo altre sfide a cui pensare. Resta il fatto che vogliamo a tutti i costi arrivare a questa finale di Roma, che sarebbe la terza consecutiva. Applausi alla squadra per la ferocia con cui hanno condotto il secondo tempo. Sembrava si stesse giocando alla Play Station. Da aggiungere che nel primo tempo nonostante la squadra non stesse schierata con il modulo “vincente” abbiamo sfiorato la rete in almeno tre clamorose occasioni.

Sugli spalti dello JUVENTUS STADIUM, ben 34 i nostri associati che hanno partecipato alla trasferta con il grosso come sempre in CURVA SUD. Non era semplice organizzarsi in pochissimi giorni è portare su tanta gente. Eppure ci siamo ancora una volta riusciti. Partiti in pullman a mezzanotte circa del lunedì sera con a bordo il Presidente Nicolamarino, Nicola Pisani e l'immancabile Sabino Chieppa. Viaggio molto tranquillo con i tantissimi soci alla prima volta che erano in preda all'ansia....non vedevano l'ora di arrivare su. Ancora una volta le RAGAZZE ANDRIESI non sono mancate. Ben tre questa volta a viaggiare con Michela, Ilaria e Luana. In autogrill verso Piacenza si sono lasciate ritrarre con la pezza. Bello il gesto che il Club ha fatto in favore del caro MIKY, il bambino andriese fortemente juventino, che sta attraversando un momento di salute difficile. Noi per dargli forza abbiamo pensato di dedicare lui uno striscione con un semplice FORZA MIKY, ci dicono molto apprezzato dalla famiglia. Speriamo che questo piccolo gesto possa servire a dar forza davvero alla famiglia che sicuramente ne ha tanto bisogno come al simpaticissimo Miky che idealmente abbracciamo.

Arrivati su a Torino i nostri hanno trascorso le ore del pre-partita, chi in visita al Museum, chi in un Bar, chi nella solita trattoria per poi alle 18,30 ritrovarsi tutti nel piazzale della Sud. Foto di gruppo con lo striscione per Miky per poi lo stesso posizionarlo per tutto il primo tempo sopra lo striscione del nostro Club. Nella gallery le diverse foto della trasferta. Finito l'incontro sono ritornati al pullman felicissimi per quest'altra importante vittoria. Adesso testa nuovamente al campionato dove ci attende un doppio impegno davvero difficile. Udinese e Milan in casa. Iniziamo dalla trasferta in Friuli dove ben 6 nostri soci saranno presenti. Onore, tantissimo onore a loro che si sobbarcheranno un altro lunghissimo viaggio!

NON CI STANCHIAMO MAI!

JC ANDRIA: TANTI FATTI POCHISSIME PAROLE!

PASSIONE&MENTALITA'    

 

 
 
ALTRI TRE PASSI VERSO LA LEGGENDA
 

Non era semplice sbarazzarsi di un Empoli che potrebbe ritrovarsi invischiato nella lotta salvezza se il terzetto alle spalle iniziasse a vincere con più regolarità. I toscani questo lo sanno ed ecco perchè a Torino dovevano necessariamente provare a sorprenderci. Ci hanno provato, riuscendo ad imbrigliarci per un tempo, ma poi come sempre è prevalsa la forza del nostro gruppo, la determinazione, la ferocia con cui sono stati affrontati i secondi quarantacinque minuti. Del resto se non avessimo sbagliati gol semplici nella prima parte non ci sarebbe stata già storia al 45 ° minuto. Ma abbiamo dovuto attendere un po di più per essere certi di questi altri tre punti importanti verso quella che potrebbe essere ascritto come un qualcosa di LEGGENDARIO! A dodici giornate dalla fine del campionato alla JUVE mancano 10 vittorie per poter essere certi di trionfare nuovamente. Ovviamente dietro la Roma dovrà vincerle tutte, cosa non semplice! Di Mandzukic con la complicità del portiere dei toscani ed Alex Sandro le due reti che hanno deciso la partita terminata con il più classico dei risultati, 2-0 , con la Juve subito proiettata verso la gara di semifinale di andata contro il Napoli in Coppa Italia. Altro impegno duro e difficile ma che andrà affrontato con la giusta calma se si vorrà approdare nuovamente in finale a Roma contro una delle due romane! In campionato si riprenderà dalla trasferta di Udine che sarà preceduta dalla sfida Roma – Napoli che potrebbe regalarci risultati interessanti.

Anche contro l'Empoli il nostro Club è stato presente in quel di Torino con due soci dietro il nostro striscione allo Stadium. Salvatore Lomuscio ed ancora Pinuccio Tattolo a sobbarcarsi questi altri km pur di esserci. Immensamente grandi! Partiti in aereo alle 15,30 di sabato pomeriggio sono atterrati via Roma a Caselle alle ore 18,40 circa attesi dai ragazzi di Bassa Valle che gli hanno condotti allo Stadium giusto in tempo per entrare dentro. Posizionato lo striscione hanno salutato i soliti amici prima di assistere alla partita che ha regalato altri tre punti importanti con due gol uno per socio presente!!!!!! Finito l'incontro i nostri hanno, come sempre facciamo, iniziato un vero tour de force pur di arrivare ad Andria in tempo utile per il pranzo della domenica. Viaggio assieme ai ragazzi di Giulianova che li hanno lasciati in tempo utile (7,40 del mattino) a Pescara da dove hanno preso un bus della BALTOUR che dopo tante fermate li ha condotti all'Ipercoop di Andria a mezzogiorno circa. Ad attenderli il nostro buon Fabio. Queste trasferte, queste nostre presenze, seppur ridotte numericamente parlando, rappresentano tanto in quanto ad appartenenza, mentalità ed attaccamento. Valgono molto di più di altre trasferte, come quella di martedì sempre a Torino contro il Napoli in Coppa Italia, dove saranno ben 34 i nostri associati sugli spalti dello Stadium. E' proprio vero non ci fermiamo mai. Siamo un qualcosa di davvero incredibile!

N.B. Si è intanto chiuso il tesseramento che ci vede raggiungere quota 717 associati. Un numero incredibile che sta a significare tanto! I nostri sforzi, la nostra interminabile passione vengono premiate! GRAZIE A TUTTI

PER NOI ESISTE SOLO LA JUVE!

JC ANDRIA

SEMPRE AVANTI, INSEGUENDO UN SOGNO!

 

 
 
CONQUISTATA OPORTO. GRANDE TRASFERTA!
 
Dopo aver conquistato le città di Zagabria, Lione e Siviglia, la Juve riesce nell'impresa di sbancare anche l'Estadio do Dragao di Oporto vincendo per 2-0 l'andata degli ottavi di finale della Champions League. Una impresa non facile in un campo da sempre ostico per qualsiasi avversaria. Ma la Juventus ha affrontato questa importante partita con il piglio della grande squadra, consapevole della propria forza, senza fretta, con molta lucidità, colpendo l'avversario, ridotto in dieci da una espulsione, nel momento di maggior pressione da parte della nostra squadra. La vigilia era stata turbolenta a causa della decisione di non far scendere in campo Bonucci, decisione da noi personalmente non condivisa. Ma eravamo convinti che questa situazione avrebbe determinato nella squadra tanta energia positiva da scaricare sul rettangolo di gioco. Così è stato. Abbiamo avuto ancora una volta ragione. Ci è piaciuto l'atteggiamento della Juve, ci è piaciuto il voler a tutti i costi comandare la partita. Da qui si vede come la Juve sia cresciuta mentalmente ed in fatto di esperienza in campo europeo. L'approccio alle gare in trasferta è notevolmente cambiato. Adesso la Juve si è posta su di un piano di tranquillità, ma ovviamente non bisognerà pensare di essere già ai quarti. Sarebbe un grave errore da non commettere. Certo abbiamo un piede e mezzo nel prossimo turno è questo ci rende molto felici. Di Pjaca e Dani Alves le due reti che hanno deciso la gara. Il talento croato finalmente a segno con la maglia bianconera come l'espertissimo Dani Alves che siamo convinti tornerà utilissimo in questa fase finale della stagione. Se immaginate che loro, con Marchisio sono stati i giocatori subentrati in campo nella ripresa, questo fa capire la forza del nostro gruppo! Miglior difesa della stagione in Champions. Sino a questo momento non potevamo davvero sperare in qualcosa in più. Stiamo facendo una grande stagione anche in Europa. Adesso abbiamo l'opportunità di concentrarci sugli altri due obiettivi, scudetto e coppa Italia, almeno sino ai primi di aprile. Se riuscissimo nell'impresa di aumentare il distacco in classifica in campionato è raggiungere la finale di Coppa Italia, allora si che ci sarebbe da sognare ad occhi aperti. Iniziamo con il battere l'Empoli in campionato per poi affrontare la gara di andata della semifinale della Coppa Italia. Poi si vedrà.....
Da segnalare il tributo a Leo Bonucci al termine della partita entrato in campo per un allenamento con i giocatori andati in panchina. Poi solita visita sotto il settore a fine incontro in solitaria di Pavel Nedved che immancabilmente viene a ringraziarci. IMMENSO PAVEL.
Ad Oporto noi dello JC ANDRIA siamo andati in 13! Bella presenza. Peccato per le defezioni annunciate di Marco Di Vincenzo che salutiamo, di Andrea Nicolamarino e Giuseppe Cavaliere per motivi lavorativi. A capitanare il gruppo il meglio del Club, Il Presidente ed il Segretario. Cosa chiedere di più per i restanti partecipanti? Anche le ragazze andriesi sono state degnamente rappresentante dalla grande Chiara Abbasciano. Se poi ci aggiungiamo soci storici come Riccardo Dell'Olio e Massimo Matera il quadro dei partecipanti è stato di ottimo livello. Da segnalare le new entry di "ottima fattura" come Max Capece e Franco Fusaro. Poi un ritorno di un grande gobbo andriese come Riccardo Ieva detto "Ievone". Insomma davvero una gran bella squadra da trasferta. Partiti tutti al giorno prima, il martedì con diverse combinazioni aeree. Chi via Lisbona, chi via Orio, chi via Hahn, chi via Parigi. Insomma come sempre non ci siamo fatti mancare nulla nel raggiungimento della meta finale. Al mattino del mercoledì l'appuntamento per tutti era presso l'appartamento unico prenotato in pieno centro ad Oporto dove alloggiavano anche i ragazzi del Gruppo Tradizione e Mondragone. Immaginate che baldoria in giro per le strade del centro.  A pranzo la comitiva si divide tra chi preferisce mangiare il piatto tipico portoghese la "francesinha" o chi preferisce un pranzo più tradizionale. Quest'ultimo in compagnia di parte di TBN è del Gruppo Mondragone. Che caos e soprattutto quanto bere. Usciti fuori dal ristorante il livello di eccitazione è super! Il caldo contribuisce poi a peggiorare le cose......Verso le 15,30 breve sosta in appartamento per un riposo ed una rinfrescata. Poi tutti giù per l'appuntamento con gli altri è con il gruppo NCS nel frattempo sopraggiunto sempre presso l'appartamento. In oltre 50 unità ci si sposta verso la metro. Un plotone massiccio. Si raggiunge la stadio in mezz'ora di tempo per poi attendere l'ingresso sorseggiando altre birre. Poi appena dentro i nostri posizionano la pezza completamente a sinistra del settore con Chiara che mette la pezza delle ragazze al fianco. Di li vedono la partita con il grande Tony Manfreda del Gruppo Tradizione, messosi sulla nostra pezza. Che onore! Con Tony possiamo dire che abbiamo davvero una grande amicizia consolidata nel tempo. Fabio come sempre si cimenta nuovamente nel coordinare il tifo nella nostra zona assieme ad Alessio degli NCS, a Gino di Forlì e al mitico Fighterino! Esplosione al gol di Pjaca, incontenibili alla rete di Dani Alves. Da segnalare il bel tifo dei portoghesi che ci hanno davvero sorpreso in positivo anche se la loro coreografia in curva è stata un mezzo flop con un copri curva bello, ma che non riuscivano ad aprire per bene.  Anche noi ci siamo ben difesi, facendoci sentire tanto. Del resto eravamo davvero in tantissimi, arrivati da ogni dove. Durante la gara, consumate tante birre visto il costo esiguo delle stesse allo stadio. Roba da non crederci visti i prezzi negli stadi italiani! Finita la gara il nostro settore era in estasi! Tutti fuori poi per recarci in gruppo in centro sempre con la Metro. A Trinidade i nostri cenano a base di pesce, all'aperto in un bel ristorante dove brindano alla vittoria è a questa stupenda trasferta organizzata come sempre nei minimi particolari. Poi tutti in appartamento per riposare qualche ora prima della partenza scaglionata di rientro verso l'Italia. Problemi per Fabio e Chiara che vanno in overbooking. Pazzesco. Restano ad Oporto, prima di potersi per fortuna imbarcare su di un altro volo, ma per Malpensa, perdendo così di fatto la coincidenza da Orio per Bari. Assurdo ma vero. Ma il grande Fabio è la grande Chiaretta non si sono persi d'animo. Viaggio in treno da Milano Centrale sino a Barletta. Arrivano ad Andria alle 22,00 in punto di giovedì sera. Tutto è bene quel che finisce bene. Del resto se vuoi raggiungere una cosa bella, devi pur saper soffrire. E' noi siamo gente tosta! Pronta sempre a superare ogni imprevisto! Daje Rega! Onore come sempre ai nostri presenti ad Oporto.
Anche contro l'Empoli seppur in sole due unità noi come sempre saremo al nostro posto in Sud. Salvatore e Pinuccio a rappresentarci dietro lo striscione. Andata in aereo....ritorno anche questo da raccontarvi.....alla prossima....
JC ANDRIA: PASSIONE&MENTALITA'. OVUNQUE PRESENTI
 

 
 
TRE PUNTI PRIMA DI OPORTO
 
La gara contro il Palermo poteva riservare delle fastidiose trappole soprattutto a livello mentale. Ed invece la nostra Juve è stata brava ed affrontare il Palermo con la giusta determinazione è la forza necessaria per avere ragione di una squadra che da ora in poi non avrà tanto più da chiedere a questa stagione. Però si sa, poteva subentrare l'ansia da prestazione pre-Champions contro un avversario che avendo cambiato l'ennesimo allenatore stagionale poteva dar fastidio ai nostri uomini. Tutto è invece andato come da previsioni. 4-1 il finale con rete del Principino Marchisio, doppietta dell'ex Dybala, oltre al solito Higuain che balza in testa alla classifica dei marcatori della serie A, oltre che a quella  della "scarpa d'oro".Tre punti davvero importanti all'immediata vigilia della trasferta in Portogallo contro il Porto che segnerà l'inizio di una stagione  nella stagione. Da ora in poi ogni passo falso potrebbe costare caro. Vincere ad Oporto potrebbe voler significare dedicarsi per un altro mese abbondante sul campionato che potrebbe a quel punto vedere calare i titoli di coda.
Contro il Palermo seppur con uomini differenti, la Juve ha mantenuto inalterato il suo nuovo assetto, riuscendo con il minimo sforzo a conquistare il massimo. La squadra è molto carica con alcuni giocatori che, forse, presi dagli obiettivi finali, scaricano la loro tensione sul Mister. Vogliamo pensare questo è non altro. Siamo convinti che queste situazioni saranno tutta "energia positiva" per la squadra. Restiamo anche c
onvinti che ad Oporto Bonucci andava mandato in campo senza se, senza ma. Punto!
Contro il Palermo in 5 sono stati i nostri soci presenti e' saliti in aereo al pomeriggio dì venerdì con Massimo Matera a fare da referente. Da ricordare la corsa verso l'aeroporto di Bari dove arrivano giusto in tempo.... Arrivati su verso le 18 i nostri sono dapprima andati presso il b&b prenotato in zona Caselle per poi spostarsi subito allo stadio dove fanno ingresso verso le 19,30. Appendono lo striscione è restano dietro mostrando tutto il loro orgoglio di appartenenza. Due le "ragazze andriesi presenti": Maria e Agata. Anche loro insomma non mollano di un centimetro.
Tifo nostro così e cosi ma contava solo esserci in questa trasferta scomoda visto il venerdì. In molti assenti. Noi come sempre presenti!
Finora la partita vanno a farsi una pizza assieme al Gruppo Tradizione con il grande Andrea Miranda (x gli amici Miccoli) mattatore della serata. All'una rientrano in b&b per riposarsi pochissime ore, per poi, alle 6,50, ripartire verso Bari con volo via Roma. 
Alle 11 di sabato mattina sono già a casa. Se non fossimo follemente innamorati di questi colori non faremmo tutte queste pazzie. 
Onore a noi.
Adesso ci attende Oporto, la seconda nostra trasferta in assoluto in Portogallo dopo quella di Lisbona. Numerosi anche lì (in 13) con diverse combinazioni aeree ed il Presidente con Fabio a trainare il gruppo. 
JC ANDRIA: Passione allo stato puro! 
 

 
 
"CASTEDDU" ESPUGNATA
 
Dopo Crotone la Juve espugna anche Casteddu, che sta per Cagliari nella simpaticissima "lingua sarda".......che, senza nessuna offesa, tanto sorridere ci fa! Non era facile vincere in quello che era un tempo il glorioso Sant'Elia oggi rattoppato è trasformato in una sottospecie di stadio con un settore ospiti indecente è senza alcuna misura di sicurezza al pari dello stadio visto a Crotone. Immaginate che queste società militano nel massimo campionato di calcio italiano. Forse Lotito, Presidente della Lazio, che di minchiate ne spara a raffica, non tutti i torti aveva quando disse che in A ci vai solo se hai una struttura capace di poter ospitare un campionato di questa portata. Per non parlare dei prezzi praticati ai biglietti dei settore ospiti sia a Crotone (35 euro) che a Cagliari (43!!!! euro). Rapine a mano armata! Assurdo! 
Tornando alla partita vinta per 2-0 in Sardegna dalla nostra Juve, dobbiamo dire che non è stata così semplice come si possa immaginare. Bravo l'allenatore del Cagliari che ha saputo ben mettere in campo la propria squadra, caduta sotto i colpi di un tremendo HIGUAIN autore di una doppietta che lo porta adesso in vetta alla classifica dei cannonieri!  Un gol per tempo con altre occasioni avute, ma con una strepitosa parata di Gigi Buffon che avrebbe potuto riaprire la contesa. Contava vincere è la JUVE lo ha nuovamente fatto ristabilendo immediatamente le distanze da Roma e Napoli. All'inizio della partita il simbolo calcistico di una intera città, GIGI RIVA è stato premiato dalla FIGC in una bella cerimonia. Toccante l'abbraccio con il nostro capitano GIGI BUFFON! Bello lo striscione degli SCONVOLTS dedicato alla loro bandiera. Lo stesso gruppo ultras cagliaritano ha poi festeggiato i suoi trent'anni di vita senza coreografie pur di non chiedere autorizzazioni a questura è quant'altro. Scelta che gli fa onore. Gli abbiamo anche dedicato un coro...."TANTI AUGURI...PEZZI DI ME......". Restano, nonostante le tante diffide avute negli anni, una bella realtà!
Tre punti pesantissimi quelli portati via dalla Sardegna alla vigilia del ritorno della Champions. Prima però ci sarà di sistemare la pratica Palermo nell'anticipo del venerdì sera, un impegno da non prendere sotto gamba, dove sarà necessario far rifiatare almeno tre/quattro titolari. Vincere sarà fondamentale per il campionato ma anche per arrivare ad Oporto carichi a mille! 
Anche questa volta a Cagliari ci siamo andati. Non è una novità visto che seguiamo la Juve ovunque scenda in campo! Ma questa volta è stata davvero speciale la nostra presenza li in terra sarda. Abbiamo dimostrato se ancora ve ne fosse bisogno, tutto il nostro amore, tutta la nostra passione, tutta la nostra mentalità pur di esserci al fianco della nostra squadra del cuore. I sacrifici che facciamo noi sono davvero da prendere in esame come caso di studio del fenomeno tifo. La nostra è oramai una malattia. C'è lo diciamo noi stessi, c'è lo dicono in tanti. Pensate un po, i nostri due validissimi soci, Fabio e Tommy sono partiti alle 23,00 da Andria per andare a prendere un treno per Bologna, sfruttando, pur di economizzare, la promozione del 2x1 del sabato di trenitalia.....pazzesco! Arrivati a Bologna, dopo una notte distesi in uno scompartimento dell'espresso notte, come ai vecchi tempi....., sono andati in aeroporto per prendere il volo BOLOGNA/CAGLIARI a metà mattinata. Li in aeroporto hanno trovato i ragazzi del gruppo NCS è MARCHE con i quali hanno scambiato due chiacchiere, con gli stessi che si sono complimentati per quello che facciamo da sempre! Giunti a Cagliari verso mezzogiorno hanno trovato bel tempo ma con un fastidioso vento. Pranzo al solito ristorante in cima all'aeroporto con cori ed il VINO CANNONAU ad impadronirsi pian pianino di loro.....  
Man mano che trascorrevano le ore i tifosi dall'Italia aumentavano sempre più con il giungere dei vari voli. Si era davvero in tanti è l'attesa cresceva con i circa  200 gobbi riversati fuori dallo scalo. Cori che salivano sempre più nel cielo sardo. I nostri hanno fatto gruppo assieme ai ragazzi di TRADIZIONE AV, MONDRAGONE è NOI CI SIAMO! 
Poi, dopo essere stati padroni di un aeroporto per ore..... a bordo di tre circolari locali sono stati tutti trasferiti allo stadio dove sono giunti ben dopo le venti! Pochi cagliaritani oramai all'esterno, solo qualche sfottò. Tutti dentro a montare striscioni è pezze con i nostri sullo striscione TRADIZIONE è la pezza messa sull'inferriata alle spalle. Fabio ancora una volta dopo Crotone ha preso le redini in mano facendo da lancia cori per TBN. Anche in Sardegna si è ben comportato il nostro fabietto che oramai ci ha preso gusto. Bello il tifo fatto da parte nostra con l'aiuto di qualche club sardo presente. Cori possenti è compatti, ripetute manate ed una bella sciarpata! Poi i cori ai pompieri ed all'indimenticabile SIMONE PADOIN chiamato più volte. Terminata la gara i nostri hanno banchettato con quelli del Club di Ozieri che avevano di tutto di più a bordo del loro pullmann.  Poi il rientro in Aeroporto dove è stato preso d'assalto l'unico bar aperto. Poi tutti a caccia dell'angolino o della panca dove sdraiarsi per passare la nottata. La vera vita del tifoso. Immaginate i nostri, una notte in treno, una in Aeroporto. Poi al mattino all'alba saluti con tutti prima di imbarcarsi sul volo per Roma per poi attendere quello per Bari. Arrivano ad Andria dopo 40 ore in viaggio, con l'immenso orgoglio di esserci stati è tre punti in saccoccia. 
Alziamoci in piedi è facciamo idealmente, un lungo applauso a Fabio e Tommy. Che trasferta da ricordare. Ma è già tempo di JUVE - PALERMO dove in 5 saranno i nostri associati presenti sugli spalti. LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI!
Un saluto ed un ringraziamento agli amici di MONDRAGONE per aver condiviso le tante ore di Cagliari sempre assieme ai nostri due!
CHI NON C'E' DENTRO NON PUO' CAPIRE!
JC ANDRIA OVUNQUE AL TUO FIANCO

 

 
 
LA JUVE IN FUGA NOI A 700 SOCI
 
Il turno di recupero di campionato in quel di Crotone ha portato doppiamente bene. Dapprima la Juve ha fatto il suo dovere battendo per 2-0 un Crotone per nulla semplice da affrontare, poi la notizia del raggiungimento e superamento della soglia di 700 iscrizioni al nostro club. Era la seconda volta che la Juve si recava nella sua storia in quel di Crotone. Anche allora, in Serie B noi dello JC ANDRIA ci siamo stati! Anche il tetto delle 700 iscrizioni è la seconda volta che il nostro club lo riesce a raggiungere in quattordici stagioni di esistenza. Un traguardo davvero insperato ed inimmaginabile ad inizio stagione. Complimenti a tutti noi per il lavoro fatto e soprattutto per la passione che ci mettiamo nel seguire la nostra squadra ovunque, non occasionalmente come molti altri chiacchieroni fanno! L'altra stagione che ci aveva visto per la prima volta sfondare quota 700 è stata nel 2011/2012.
Vincere a Crotone non era così scontato come molti pensavano. Confermato il nuovo modulo offensivo con il mister che ha variato alcuni interpreti dello stesso, facendo rifiatare in vista della Champions alcune pedine. Anche chi è sceso in campo per sostituire i così detti titolari ha fatto il suo portando a casa tre punti fondamentali che stanno a rappresentare la prima vera fuga stagionale della nostra squadra. Adesso abbiamo un +6 sul Napoli che ha vinto l'anticipo di campionato ed un + 7 sulla Roma con una gara da giocare in quel di Cagliari altro campo difficile. Questo mese di febbraio dirà molto sull'immediato futuro della Vecchia Signora in campionato. Mantenere il vantaggio derivato dopo la trasferta in terra calabra, vorrebbe poter significare una serie ipoteca sulla conquista del sesto titolo consecutivo. Per ora restiamo concentrati sulla sfida in terra sarda con i piedi ben saldi per terra. A Crotone in una terra in festa per l'arrivo della JUVENTUS Mandzukic ed Higuain hanno risolto la pratica nel secondo tempo. Il Pipita, grande bomber come pochi, ha messo a segno la sua sedicesima rete in campionato, rete che ha definitivamente fatto "decadere" il pisello del tifoso napoletano.......che ridere....   
La nostra trasferta a Crotone è stata a dir poco spettacolare con al seguito diversi soci della vecchia guardia che come sempre hanno dato spettacolo. In 18 con mini bus condotto da un autista, Gianni, a dir poco "palloso". A bordo con i nostri, anche Federico Giacosa, leader del Gruppo Bassa Valle e Paola Francesconi Presidente dello JC MASSA con altri due loro soci. Queste presenze non hanno fatto altro che accrescere il nostro orgoglio di avere amicizie così importanti. Questi rapporti sono l'essenza della vita di un club. Quando un Club come quello di Massa uno dei più storici ed importanti decide di far tappa su Bari per poi raggiungere con noi Crotone, significa che anche dall'altro lato oramai vi è una considerazione altissima nei nostri confronti, ribadita a più riprese dalla stessa Presidente Paola. Del rapporto invece oramai ultra consolidato con Bassa Valle non dobbiamo aggiungere più nulla, viviamo in simbiosi la nostra passione per la Juve. Partenza alle ore 10,30 dal Bar Goodness di Via Vespucci dove i nostri hanno fatto colazione tutti assieme, caricandosi a dovere prima della partenza. Incredibile l'arsenale di cibo e bevande che si presentava alla partenza. Oramai anche questa è una prassi consolidata dove ognuno porta un qualcosa da condividere con gli altri. Formaggi, salumi, carne, focaccia, taralli, vino, genepy valdostano, limoncello  ed anche una torta preparata dalla "ragazza andriese", unica presente a bordo, la cara Lea Di Palma! Arrivati all'altezza di Bari la trattoria viaggiante inizia il suo percorso di degustazione. Fabio, Graziano, Giuseppe Di Serio, Gregorio, Giuseppe D'Azzeo, Michele, Packy, Gaetano, Pasqualino è tutti gli altri iniziavano chi più chi meno a dare spettacolo a bordo. Quando riesci poi nell'intento di far bere anche il buon Gaetano allora davvero che puoi dire che è stata una grande trasferta. In tutti i sensi. Nel frattempo il palloso autista Gianni si arrendeva davanti alla nostra euforia straripante. Paola di Massa era estasiata nel vedere la nostra goliardia. Federico di Bassa Valle invece essendo uno di noi da tempo non scopriva nulla di nuovo. Vengono fermati dalla Finanza poi lasciati ripartire. In autogrill gli effetti dell'ottimo vino del buon Palladio si facevano sentire tutti.....l'allegria era contagiosa. Bellissima la foto di gruppo fatta prima di ripartire. Giungono a Crotone alle ore 17,00 circa è vengono subito fermati dalla Polizia che impiega un bel po prima di far ripartire il nostro mezzo è quello sopraggiunto dei ragazzi del Gruppo Marche. Faceva un effetto strano vedere scendere giù nel profondo sud i tanti amici degli altri gruppi del centro nord....solitamente, anzi praticamente sempre, accade il contrario con noi sempre in viaggio a testa in su.....Finalmente vengono condotti allo stadio in una Crotone immobilizzata per questo "evento". Scesi dal mezzo sotto al settore, i nostri dopo qualche discussione con gli addetti ai controlli che non volevano farli entrare nel settore dove erano posizionati già gli amici del Gruppo Tradizione, entrano dentro quando mancano pochissimi minuti all'inizio gara. Posizionano la pezza sulla vetrata sotto a TRADIZIONE ed al fianco del Gruppo Roma con Lea che appende la pezza delle "RAGAZZE". Il nostro settore era separato dalla restante parte di curva, era in pratica il settore ospiti comunemente utilizzato dalle altre tifoserie che non arrivano così in massa come la nostra. Primo tempo sotto tono a livello di tifo da parte nostra, mentre la curva crotonese si lascia apprezzare per la qualità del proprio tifo. I nostri chiacchierano con il Gruppo Roma, con i ragazzi di Mondragone è con TBN, tra una birra e l'altra. Poi ci si rende conto che la squadra in campo ha bisogno di tutto il nostro apporto ed allora ecco che nel secondo tempo i gruppi presenti in quella parte di settore, decidono che sia  il nostro Fabio a condurre i cori. Che orgoglio. E' con l'aiuto di Graziano, dei Noi Ci Siamo ecco che Fabio dialoga a gran voce con il settore offrendo almeno 40 minuti di tifo di alto livello. Riesce nell'intento di far cantare tutti, si arrabbia, gesticola, incita a far meglio, insomma un vero leader, un condottiero che stupisce tutti per la sua determinazione e capacità di condurre una curva. La Juve segna, poi segna ancora....lui dice...."visto che se cantiamo siamo in grado di trascinare la squadra????" Così sino al novantesimo! Bellissima questa situazione! Grande Fabio. 
Finisce la gara, baci ed abbracci con tutti è alle 20,30 i nostri ripartono per Andria. Sulla strada vengono nuovamente fermati... questa volta dai Carabinieri.....è che ca..... poi prima di lasciare gli amici di Massa, bevono, in loro compagnia, un brandy tostissimo....per poi giungere ad Andria alle 2,00 in punto della notte con l'amico Giacosa che ha pernottato nella nostra città anche per altri giorni. Cronaca di una trasferta stupenda organizzata come sempre alla perfezione! 
Avanti così ragazzi! Siamo davvero una splendida realtà. Belli i complimenti ricevuti da diversi ultrà del Gruppo TBN per l'apporto fornito a Crotone. 
Ora ci attende la tosta trasferta di Cagliari, fatta già tantissime altre volte. In due a rappresentare il nostro Club li nell'isola. Semplicemente grandiosi! Se poi sentite le modalità di viaggio.....di li capirete, per chi non ci conosce bene....tutta la nostra immensa passione....
Al prossimo racconto capirete i sacrifici che faranno pur di esserci.
JC ANDRIA il TOUR CONTINUA! AVANTI. SEMPRE.
FORZA GIANCARLO CONVERSANO, FORZA VINCENZO SANTOVITO, FORZA ALBERTO TESORO, FORZA MARCO DI VINCENZO. Un forte abbraccio a questi soci che non stanno attraversando un buon periodo per problemi di salute. Noi ci siamo al vostro fianco. Forza, siete forti è supererete tutto. Il bello del nostro club è anche questo! 
 

 
 
COME L'ANNO SCORSO.....COME L'ANNO PRIMA......GODIAMO SEMPRE NOI!
 

Ancora ridiamo di gusto, ancora godiamo da domenica sera quando la nostra JUVENTUS ha battuto per 1-0 la squadra più cartonata, più ridicola dell'intero pianeta! Lo ribadiamo a chiari lettere: per noi, loro sono il NULLA! Ma ci divertiamo come sempre a prenderli per culo. Ora come sempre fanno....piangono...rosicano...piangono ancora.....poi protestano...gridano al lupo...al lupo....Insomma come l'anno scorso....come l'anno prima.....NON CAMBIANO MAI! Lo prendono sempre a quel posto! Qualcuno dovrebbe però spiegare loro se il pallone nel calcio è tondo o CUADRADO! Ahahahahahahahahahahah che ridere ragazzi.....Cioè ci vuole anche un coraggio a recriminare dopo non aver tirato quasi per niente in porta, dopo che il loro portiere ha fatto dei miracoli pur di evitare alla loro squadraccia una brutta figuraccia...... Più protestano più ci fanno godere....eppure dovevano venire a Torino per farci il culo.....ma alla fine il culo glielo abbiamo fatto noi ed anche CUADRADO! Vinta una normale partita per noi! Di importante resta solo il fatto che se vinciamo anche a Crotone potremo ritrovarci con un vantaggio considerevole in classifica. Per loro era invece la partita della vita, manco stessero lottando per qualcosa......ma che andassero a cagare......c'è li siamo tolti dalle palle... anche per questa stagione.

Riconfermato il modulo ultra offensivo in questa partita che ha visto la nostra Juve lottare su ogni pallone. Tutti coloro che sono scesi in campo si sono sacrificati per il gruppo andando, quando necessario, anche a ricoprire ruoli non propri. Questo significa che la squadra sta bene, che la squadra è davvero convinta dei propri mezzi è che solo sacrificandosi tutti si potranno davvero raggiungere nuovi ed importanti traguardi. Cuadrado l'autore del gol fantascientifico con cui si è battuti i cinesi dell'INDA FC! Sfiorato in più occasioni il 2-0 che avremmo ampiamente meritato. Avanti così sperando adesso di fare bottino pieno di qui sino a fine febbraio, il che vorrebbe poter significare davvero mezzo scudetto in tasca. La trasferta dei nostri oltre 50 soci su a Torino è stata come sempre arricchita dalla presenza dell'oramai onnipresente Sabino Chieppa che come sempre ha provveduto ad animare “gastronomicamente” il pullman che vedeva a bordo la partecipazione di tantissimi soci alla loro prima volta a Torino. La vecchia guardia è rimasta al completo a casa, tranne Massimo Matera arrivato in aereo. Arrivati su a Torino, la pioggia ha purtroppo condizionato la giornata. Ed allora tutti al Museum e Tour dello Stadium per poi fare la solita grande tavolata alla trattoria di fronte alla Sud, luogo oramai di ritrovo dei gobbi andriesi! Sabino Di Pietro ha animato alla grande con Giuseppe D'Azzeo un tavolo dove il vino non mancava mai! Cori possenti è soci davvero carichi prima di andare sotto alle 18,30 sotto alla Sud dove nel frattempo arrivavano anche Andrea Nicolamarino, Pasquale Di Palma e Pinuccio Tattolo. Alle 19,00 erano tutti dentro a posizionare lo striscione. Nel frattempo arrivava con Gino, anche l'unica nostra donna presente in Sud, Mary che posizionava anche la pezza delle RAGAZZE ANDRIESI! Ancora una volta è stata una presenza massiccia in curva. Tanti soci che hanno fatto gruppo dietro lo striscione. A fine gara contenti ed eccitati per esserci stati non volevano quasi abbandonare lo Stadium. Viaggio tranquillissimo, arrivano ad Andria alle 10,45 di lunedì mattina, come sempre “spezzati”....stanchissimi ma felicissimi per l'ennesima vittoria, la 28^ consecutiva allo Stadium! Nemmeno il tempo di rifiatare per chi come noi organizza il tutto alla perfezione che è già tempo di ripartire. Prossima tappa, Crotone, dove nonostante si giochi in settimana alle ore 18,00 saremo presenti in ben 17 unità con un mini bus! Un applauso lo dobbiamo però riconoscere al nostro mitico Sabino Chieppa detto PELE' che nonostante la febbre ha tenuto a bada un intero gruppo!

AVANTI JUVE! AVANTI JC ANDRIA!

LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI!  

STARE AL NOSTRO PASSO NON E' FACILE PER NESSUNO!

 

 

 
 
REGGIO EMILIA: COMMEMORAZIONE VITTIME HEYSEL
 
Non potevamo mancare a questo importante appuntamento di commemorazione delle vittime dell'Heysel. A Reggio Emilia grazie al COMITATO PER NON DIMENTICARE, proprio di REGGIO EMILIA, nato per ricordare il reggiano ZAVARONI è le altre trentotto vittime è stato realizzato qualche anno addietro un monumento che sta a rappresentare i gradoni di quel maledetto stadio Heysel, devastato dalla furia ceca degli hooligans inglesi. In occasione della trasferta della JUVE proprio a REGGIO i responsabili del COMITATO hanno organizzato questo momento di commemorazione PER NON DIMENTICARE MAI i nostri fratelli. Noi del resto da anni organizziamo momenti affinchè il ricordo resti sempre vivo, come la messa per il trentennale, la visita ai luoghi della tragedia allo Stadio Heysel oltre allo splendido ricordo dello scorso anno quando sui tabelloni luminosi della Stazione di Andria abbiamo fatto campeggiare un + 39  cubitale! 
E' stata una cerimonia toccante come ci hanno raccontato i nostri soci che hanno rappresentato l'intero club. Non aggiungiamo altro se non il fatto di ESSERE FIERI di aver preso parte a questo importante momento che vale più di ogni cosa. ONORE A NOI. Nella foto gallery della trasferta a Reggio Emilia le foto anche della cerimonia di commemorazione.
NON VI DIMENTICHEREMO MAI! + 39 SEMPRE CON NOI.
 

 
 
GRANDE GIORNATA
 
Più che una grande giornata, dovremmo forse parlare di giornata storica per il nostro Club. Sabato 28 gennaio presso la nostra sede, si è tenuto il 2° Meeting dei Club Doc di Puglia che ha visto arrivare ad Andria tutti i Presidenti e referenti dei venti club doc ufficialmente riconosciuti dalla JUVENTUS FC. Dal Gargano al Salento, da Rodi Garganico a Copertino, tutta la PUGLIA GOBBA si è riunita ad Andria per programmare il presente ed il futuro al fianco della Vecchia Signora, affinchè questa regione possa essere sempre più protagonista nel panorama del tifo bianconero. E' stato un momento bellissimo per il nostro Club che ovviamente si è contraddistinto per ospitalità. Se abbiamo avuto questo onore lo dobbiamo al nostro FABIO ATTIMONELLI, oggi COORDINATORE REGIONALE DI TUTTI I CLUB DOC di PUGLIA assieme a REMO DE SANTIS del Club LEGGENDA BIANCONERA. Da quando sono alla guida dei Club pugliesi hanno davvero dimostrato di saperci fare, di avere tanta passione che mettono al servizio di ogni club dal più piccolo al più grande. Bello l'applauso che gli hanno tributato i presidenti intervenuti. Belle anche le parole di Lello Roberto e Mariella Scirea, responsabili del CENTRO COORDINAMENTO, intervenuti telefonicamente, che hanno elogiato il lavoro fatto da Fabio e Remo. Al termine del meeting che ha fatto seguito a quello organizzato ad Alberobello, tutti i presenti si sono lasciati immortalare in una foto di gruppo. Un grazie anche al Presidente Nicolamarino e all'intero direttivo dello JC ANDRIA per aver dato un supporto al meeting a dir poco perfetto. Mai tredici anni fa all'apertura di questo Club avremmo pensato di poter un giorno essere i capo fila dei Club Juventus in Puglia! 
Un grazie sincero a tutti i fratelli gobbi intervenuti dalle altre città! 
 
 

 
 
ALTRA PROVA DI FORZA. AVANTI JUVE!
 
Non avevamo di fronte un avversario certamente temibilissimo, ma il Sassuolo nelle ultime due stagioni ci aveva creato non pochi problemi sul proprio campo. La Juventus dopo le convincenti prestazioni contro Lazio e Milan era alla ricerca dell'ennesima prova di forza con il nuovo modulo. Superato brillantemente anche questo test con la Juve che è tornata nuovamente a giocare bene oltre che a dar spettacolo ed anche a Reggio Emilia il bottino finale poteva essere molto più consistente. Contava vincere è lo abbiamo fatto battendo i neroverdi per 2-0 grazie all'immancabile Gonzalo Higuain, ora capocannoniere della Serie A e Sami Khedira. Partita praticamente chiusa già nel primo tempo davanti ad una vera invasione del popolo bianconero che ha gremito lo stadio reggiano in tutti i settori disponibili. Una domenica bestiale.....come canta Fabio Concato, visti i concomitanti risultati a noi favorevoli, delle nostre avversarie dirette, Roma e Napoli. In classifica abbiamo adesso riallungato il passo, cancellando di colpo lo stop di Firenze. Adesso se riuscissimo a superare anche i cartonati cinesi nella partita di domenica sera allo Stadium potremmo davvero iniziare a  pensare al sesto scudetto di fila, obiettivo di tutto il popolo gobbo. Sarebbe fantastico. Ma iniziamo con il vincere domenica, poi si vedrà di partita in partita. Circa la partita di domenica sera noi non abbiamo nulla da aggiungere. Per noi resta una normalissima partita come tutte le altre. Prova ne è che tutto lo zoccolo duro del club resta ad Andria snobbando alla grande la gara. Ci sono così scaduti come avversari che non li dobbiamo più considerare! Snobbiamoli. Abbiamo dato l'opportunità a tantissimi nuovi soci di poter partire chi con il nostro pullman autonomo, chi con mezzi propri o aerei. Ancora una volta nessun socio prenotato (oltre cinquanta) è rimasto senza biglietto. Di questo ne siamo stra orgogliosi. A Reggio Emilia domenica scorsa siamo stati ovviamente presenti in 4 unità. Salvatore, Riccardo, Pasquale e Umberto. In auto partendo alle 03,30 della notte pur di arrivare in orario alla commemorazione delle vittime dell'Heysel presso il monumento realizzato proprio a Reggio Emilia dal COMITATO PER NON DIMENTICARE in onore di Zavaroni, reggiano e delle altre 38 vittime. Viaggio tranquillo con Salvatore Lomuscio e Riccardo Dell'Olio che si sono alternati alla guida. Alle 10,00 in punto erano già li davanti al monumento del Parco del Mirabello, sotto il vecchio stadio della Reggiana. Tanti i tifosi ed i gruppi accorsi. Noi gli unici dal Sud Italia. Messa la pezza a terra assieme alle altre, hanno scandito in coro tutti i nomi delle trentanove vittime....PER NON DIMENTICARLI MAI! Scambio di battute tra i nostri, la Presidentessa del Comitato è gli altri responsabili dei gruppi intervenuti. Poi tutti allo Stadio dopo aver atteso gli amici di Bassa Valle e Mondragone. Alle 13 erano già dentro posizionati al solito bocchettone a destra della curva con la pezza in bella mostra. Vengono più volte inquadrati dalle immagini in diretta tv della partita, con Salvatore che ci dicono abbia come sempre fatto pubbliche relazioni piuttosto che guardare la partita. Grande Salva! Finita la gara con la stanchezza che già si faceva sentire ripartono immediatamente per giungere ad Andria incredibilmente a mezzanotte! Roba da pazzi. Cosa non si fa pur di seguire la propria squadra ovunque a difesa di un ideale e di un gruppo come il nostro che riceve sempre più attestati di stima ed amicizia! Grazie a tutti i soci presenti a questa trasferta, ma soprattutto a Riccardo Dell'Olio per aver messo la sua auto a disposizione. Dopo la massiccia presenza casalinga contro i cartonati cinesi ci attenderà la trasferta a Crotone dove ci recheremo per la seconda volta nella storia del nostro Club. Ci siamo infatti già stati in serie B li in Calabria. Ci torneremo mercoledì con un mini bus da 25 posti organizzato con gli amici di Bassa Valle e Massa che volano su Bari per poi viaggiare con noi. Altra soddisfazione sapere che altri gruppi importanti facciano riferimento a noi riconoscendoci un gran rispetto! 
JC ANDRIA: PASSIONE&MENTALITA'
 

 
 
LA JUVE IN SEMIFINALE! MILAN PURGATO!
 
Gli abbiamo fatti illudere, gli abbiamo concesso una sorta di ricreazione, sono passati dal sognare una stagione magica (sorpresa scudetto???), dal sognare il ritorno in Champions, al ritrovarsi fuori anche dall'Europa League, almeno al momento è fuori dall'unico reale obiettivo stagionale, la Coppa Italia. In pratica a gennaio è già certo che il Milan per l'intero anno 2017 non potrà vincere nessun trofeo. Ma come già a gennaio???? Ebbene si. La lezione gli è stata servita nella partita che più contava di quelle sin qui in stagione disputate contro il Milan! In campionato puoi perdere, tanto c'è tempo per rimediare, la Supercoppa che nemmeno avrebbero dovuto disputare, è l'unico trofeo, lo ribadiamo, che non ti permette di mettere nulla sulla maglia o che ti dia dei benefici sulla prossima stagione, a meno che il dott. Galliani non voglia rimediare con una scritta sulle maglie...."ABBIAMO VINTO LA SUPERCOPPA BATTENDO CARPI ED ALESSANDRIA IN COPPA ITALIA". Ah ah ah ah ah ah ah ah che ridere, che goduria mercoledì sera. La Juve è scesa in campo nuovamente incazzata è con il sangue agli occhi. Era una sfida da dentro o fuori è bisognava giocarla al massimo dell'intensità e della concentrazione. La Juve ha vinto per 2-1, ma avrebbe ampiamente meritato un risultato ben più pesante. Il Milan ha avuto la solita fortuna di non uscire con una goleada dallo Stadium. Stadium dal quale i rossoneri da quando ci vengono, ne escono sempre con le ossa rotte. Dybala e Pjanic i marcatori con il bosniaco che ha nuovamente purgato Donnarumma dopo averlo già fatto in campionato....anche se li poi si inventarono una posizione irregolare che avrebbe impedito al "bamboccio" in porta, di vedere la palla arrivare ed annullando clamorosamente la rete. Questa volta Pjanic lo ha purgato sul suo palo, umiliandolo! Bella Juve, bel modulo, dopo la Lazio, ripetuto anche in Coppa Italia. Grande prova di sacrificio dei due attaccanti Higuain è Mandzukic. Fenomenali! Dei difensori aggiunti. Adesso in semifinale ci sarà la doppia sfida contro il Napoli, prima allo Stadium poi al San Paolo, dopo soli tre giorni dalla sfida di campionato sempre al San Paolo....scherzi del destino...... Sarebbe fenomenale riuscire a conquistare, per il terzo anno consecutivo la finale di Coppa Italia. Adesso non ci pensiamo, abbiamo un mese per pensare a quella gara, ma prima bisognerà restare concentratissimi sul campionato per poi arrivare prontissimi alla gara di Oporto. Insomma la vera stagione è appena iniziata. Da adesso saranno tutte gare da dentro o fuori, ad iniziare da Reggio Emilia domenica pomeriggio quando affronteremo il sempre ostico Sassuolo. Vincere sarà l'unica cosa che conta perchè da ora in poi ogni passo falso potrebbe costare caro. La Juve lo sa, noi tifosi lo sappiamo. Pertanto tutti uniti è pronti a battagliare su ogni campo contro tutti e tutto! Contro sopratutto i media che stanno nuovamente provando a destabilizzare il nostro ambiente. Gli rode tremendamente il culo nel sapere che potremmo rivincere ancora, ed ecco che provano con ogni mezzo ad interrompere la nostra corsa verso il successo. Tutta benzina per noi! AVANTI JUVE!
Lo Stadium mercoledì sera era nuovamente strapieno con il pubblico che ha sospinto i ragazzi verso le semifinali, aiutandoli nel momento in cui la stanchezza ha preso il sopravvento. Noi eravamo presenti con i nostri soci in tutti i settori dello Stadio, con la rappresentanza più grossa, ovviamente in Sud. Alberto Tesoro (che aveva Doha da vendicare...), Tommy Moscatelli e Sabino Chieppa ad accompagnare i ragazzi partiti in pullman martedì sera alle 23 da Andria. Pullman ovviamente non pieno, una trentina, essendo una gara di mercoledì e soprattutto con soli dieci giorni avuti a disposizione per poterla organizzare. Eppure siamo riusciti nell'intento e soprattutto a portare su un bel numero di persone. Arrivati abbastanza presto, alcuni si sono diretti in centro, altri sono rimasti in zona stadio per poi pranzare tutti assieme alla solita trattoria di fronte alla Sud. Poi tutti nel piazzale alle ore 19,00 per poi ognuno prendere la propria direzione. Da segnalare la presenza questa volta di ben 3 ragazze andriesi, Mary, Maria e Tiziana (vedere foto gallery) che con grande orgoglio hanno esposto la loro pezza sulla vetrata nella sud. Onore anche a loro che cercano di esserci il più possibile. Terminata la gara con la squadra in festa sotto la Curva, i nostri hanno tolto lo striscione per poi recarsi al bus per ripartire immediatamente. Arrivati ad Andria alle 10,30 di giovedì mattina, stanchissimi per le due notti di viaggio, ma felicissimi per quest'altro grande risultato ottenuto. 
2° MEETING CLUB DOC PUGLIA
Sabato 28 gennaio alle ore 15,00, presso la sede del nostro Club, ospiteremo il 2° Meeting dei Club Doc di Puglia. Dopo il 1° incontro tenutosi ad Alberobello nel mese di ottobre, il nostro FABIO ATTIMONELLI, che ricordiamo è il COORDINATORE REGIONALE dei Club Doc di Puglia ha voluto nuovamente organizzare questo incontro ed ospitarlo nella "Sua casa". Questa giornata segnerà un nuovo momento storico per la Puglia Gobba. Dal Salento al Gargano i venti club di Puglia saranno presenti qui ad Andria. Si discuterà del presente e soprattutto del futuro con le tante novità. Noi ci complimentiamo con Fabio per i risultati che sta già ottenendo riconosciuti sia dal Centro di Coordinamento che dagli altri Club. Non avevamo dubbi che sarebbe stata la persona giusta al posto giusto! 
Domenica 29 invece saremo presenti ovviamente anche a Reggio Emilia al seguito della Juve. Una macchina organizzata pur di esserci li in Emilia. Ma soprattutto per esserci alla cerimonia organizzata presso il Monumento in ricordo delle vittime dell'Heysel proprio a Reggio Emilia vicino il vecchio stadio Mirabello. Onore a chi ci andrà a rappresentarci. 
LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI
TANTO ONORE A NOI PER I SACRIFICI CHE FACCIAMO! PASSIONE & MENTALITA'!
JC ANDRIA
 

 
 
AVVOCATO SEMPRE NEI NOSTRI CUORI
 
14 anni sono passati da quel triste giorno, ma mai potremo dimenticare il nostro grande PRESIDENTE, l'Avvocato GIOVANNI AGNELLI. Del resto il nostro Club fu aperto proprio nell'anno in cui l'Avvocato venne purtroppo a mancare. Non potevamo non intitolarlo proprio a LUI, il primo tifoso di questa grande Società chiamata JUVENTUS che impazzire ci fa! 
Grazie Avvocato per quanto dato alla nostra JUVE, ne saremo per sempre grati, come per sempre La porteremo nel nostro cuore, nei nostri ricordi. 
Del resto da quasi un anno abbiamo anche realizzato una spettacolare bandiera che ritrae il suo volto, una bandiera molto apprezzata, molto bella. Solo per LEI grande AVVOCATO.
Da sempre e per sempre nei nostri cuori.
CIAO AVVOCATO OVUNQUE TU SIA!
JC ANDRIA
 

 
 
GRANDE JUVE!
 
Basterebbe aver letto il nostro articolo precedente di commento alla sconfitta di Firenze per aver compreso quale sarebbe stato lo spirito sia della nostra squadra in campo, che quello di noi tifosi sugli spalti in occasione della sfida alla Lazio! Sangue agli occhi! Così doveva essere, così è stato! Non ne avevamo dubbi. Una delle più belle Juventus di questa stagione con un modulo innovativo che potrebbe segnare una svolta positiva di qui a fine stagione. Dopo le critiche, giuste ma troppo eccessive, incassate da Mister Allegri per il ko maturato a Firenze ecco che lo stesso sorprende ancora una volta tutti, opinione pubblica è noi tifosi, con un modulo spregiudicato che spiazza completamente la Lazio ed il suo allenatore, che sicuramente aveva preparato un altro tipo di partita. Ed invece con il nuovo modulo 4 - 3 - 2 - 1, con tutte le bocche di fuoco in campo, la Juventus si è dimostrata davvero forte e compatta. Probabilmente è questo il modulo giusto che potrebbe darci tante soddisfazioni anche in chiave Champions. Ma un passo alla volta, adesso prima abbiamo da sistemare l'ennesima pratica Milan con cui ci giocheremo l'accesso alle semifinali di Coppa Italia in una gara da dentro o fuori. Anche in questa gara servirà giocare con tanta rabbia agonistica è sangue agli occhi per vendicare Doha oltre alla gara di campionato! 
Dybala e Higuain hanno sistemato la pratica Lazio. 2-0 il finale con tango argentino servito. Ma le reti potevano essere di più. Conta aver giocato bene, aver mantenuto la Roma ad un punto di distanza considerando sempre la gara che abbiamo da recuperare. Ha fatto impressione anche lo JUVENTUS STADIUM pieno come un uovo, con il pubblico che ha sostenuto i ragazzi in campo con una intensità giusta. Bellissima la coreografia iniziale della Sud che ha voluto ricordare i 39 ANGELI dell'HEYSEL in risposta a quelle "merde" viola che domenica scorsa avevano pensato di far trovare all'esterno dello Stadio degli adesivi con scritto "- 39 NESSUN RISPETTO"! Che vergogna, che menti ignoranti. Peccato che questi episodi solo in Italia abbiano poca rilevanza. Tanto basta che si tratti di andare contro la Juve è tutto va bene! Doppiamente bastardi! Questi episodi dovrebbero a nostro avviso prevedere delle sanzioni sportive per le squadre stesse! Resta il fatto che non tutte le tifoserie dimostrano di avere mentalità. Quella viola che mentalità ha mai avuto??????? Molte oramai la dimostrano solo sui social.....a chiacchiere.... Ne hanno tanta da vendere invece i laziali che non perdono mai l'occasione di dimostrarla! Domenica verso fine gara hanno fatto partire dal loro settore un coro possente per MATTEO BONUCCI figlio di Leonardo a sostegno del nostro calciatore, dopo il problema, speriamo superato, di salute del figlioletto. Questa è tanta roba, ma spiegarlo ai viola.....diventa molto difficile.....ONORE AI LAZIALI! 
Da segnalare domenica anche la protesta del Gruppo Tradizione contro i provvedimenti restrittivi che hanno colpito diversi appartenenti al gruppo per episodi lontani dai campi di gioco ed in un periodo (estate) in cui il campionato era fermo (stesso problema avuto dalla tifoseria bresciana). Per protesta sono stati messi gli striscioni al rovescio per una parte del primo tempo. Se così dovesse essere di qui in avanti, gli stessi problemi potrebbero presto riguardare anche altri gruppi ed altre tifoserie. Allargare i provvedimenti anche ad episodi lontani dai campi di calcio ci sembra una forzatura in contrasto con quanto previsto dalle attuali norme vigenti. Noi per solidarietà abbiamo girato anche il nostro. Ci sembrava doveroso in segna di amicizia con loro!
La trasferta dei nostri 25 soci saliti su per Juventus - Lazio è stata del tutto tranquilla. Partiti alle 9,00 di sabato sera da Andria sono arrivati alle 9,00 circa su a Torino subito in zona stadio visto l'orario inconsueto della partita. Alle 11,15 erano già nello stadio per posizionare lo striscione. Un grazie a Pinuccio Tattolo, Beppe Cavaliere, Nino Lotti e Giorgio Nicolamarino per aver girato è rigirato lo striscione prima ed a partita in corso, oltre agli altri nostri ragazzi presenti in Sud. Il nuovo logo della Juventus campeggiava un po ovunque oltre a centrocampo ad inizio partita. Dal prossimo anno inizierà una nuova era fatta di altri nuovi successi! Finita la gara è stato bello ricevere il messaggio da parte di tre nuoci soci, che si sono complimentati per tutto! Non aggiungiamo altro.Siamo molto orgogliosi nel sapere che la passione infinita che ci mettiamo venga così apprezzata. 
Alle 15,30 felicissimi, i nostri soci hanno lasciato Torino, ripartendo in bus verso casa dove sono arrivati alle 02,30 in piena notte. Anche questa trasferta è stata archiviata. Contro il Milan in Coppa Italia altri 22 soci di mercoledì sera a gennaio......saranno presenti sugli spalti dello Stadium per spingere la nostra Juve verso le semifinali di Coppa Italia! 
AVANTI NOI, AVANTI JUVENTUS! CONTRO TUTTO E TUTTI. DA SEMPRE. PER SEMPRE 
 

 
 
PRONTI ALLA BATTAGLIA
 
I campionati si vincono anche di un solo punto ed anche all'ultima giornata. Ricordiamolo sempre. Evidentemente tutti danno troppo per scontato che la Juventus debba per forza di cose vincere il campionato con il solito distacco abissale. Gli ultimi anni hanno abituato un po troppo bene tutti, tifosi ed addetti ai lavori che non perdono l'occasione, questi ultimi, per ricamarci sopra....nella speranza di una crisi continua di risultati. La Juve ha perso a Firenze per 2-1 dopo una prova incolore (rete, la sedicesima stagionale, del solito Gonzalo Higuain), con un arbitraggio indecente e nonostante tutto, sprecando alla fine la rete del possibile pareggio con Dybala! Ci sta, nessuna tragedia. La sconfitta può sempre capitare, del resto siamo primi in classifica, stiamo facendo meglio della passata stagione ed abbiamo anche una partita da recuperare. Noi non ci preoccupiamo minimamente di quello che scrive certa stampa, di quello che gli sfigati dei nostri avversari scrivono sui social, delle seghe mentali di ognuno in generale. Noi sappiamo chi siamo. Noi sappiamo cosa vogliamo, noi sappiamo come arrivare, dove vogliamo! Con la lotta, la determinazione, la voglia di soffrire, il sacrificio! Elementi che alla nostra squadra non mancano, come al nostro Club. Noi siamo TIFOSI con la "T" maiuscola, gente che non si tira mai indietro, che pur di essere al fianco della squadra si sobbarca altri 1.300 Km, con freddo intenso è tantissima neve sulla strada! Che al termine della partita applaude i propri giocatori, che non si abbatte per un risultato negativo, che invece è sempre più convinta che si sia trattato di un piccolo incidente di percorso! In sintesi, LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI è VISTO CHE IL GIOCO SI FA DURO, I DURI COME SEMPRE ENTRANO IN GIOCO! Maggior sostegno, maggior convinzione, sempre più orgogliosi di essere grandi tifosi GOBBI! Ad iniziare da Juventus - Lazio di domenica all'ora di pranzo per poi sfidare con il sangue agli occhi il Milan nei quarti di finale della Coppa Italia! Siamo incazzati, siamo determinati. Anche la squadra lo è! Avanti contro tutti e tutto! Da sempre. Per sempre. LA BATTAGLIA CI CHIAMA!
La trasferta a Firenze ci ha ricordato proprio i viaggi di un tempo. In auto senza scorta. Non era iniziata bene con l'influenza a Massimo Matera che avrebbe messo l'auto a disposizione. Ed ecco che i duri entrano in gioco. Il nostro Presidente Francesco decide di partire con la sua auto! Onore e complimenti a lui. In quattro nella sua auto, con l'immancabile Fabio, Graziano Lotti  e Giuseppe D'Azzeo oltre ai 4 saliti in aereo su Pisa con Corrado e Pinuccio Tattolo. Insomma in otto in una trasferta mai facile e soprattutto subito dopo le festività è davvero tanta roba. Il viaggio in auto è stato segnato dalla tanta neve trovata nel tratto tra Lacedonia e Baiano. Poi birre, panino e taralli sino all'incontro con l'auto degli amici del Gruppo Mondragone in zona Cassino, con i quali si sono fatti i restanti km verso Firenze. Giunti a Firenze Sud dopo un altro paio di soste in Autogrill i nostri hanno atteso i ragazzi del Gruppo Tradizione per poi assieme arrivare allo stadio del tutto indisturbati. Nel parcheggio tra un borghetti ed una sambuca si combatteva il freddo intenso di Firenze. Poi appena dentro posizionano la pezza sotto lo striscione di TRADIZIONE. Per poi saltellare, cantare per cercare di riscaldarsi un attimino, ma non era cosa.....il freddo ti tagliava a fette. Immancabile l'audio per l'amico socio Marco Di Vincenzo che dall'Ospedale ci ringraziava commosso! Poi la partita, il risultato negativo, gli sfottò con i viola, per poi salutarsi con tutti i soliti frequentatori da trasferta con i quali ci si diceva in maniera convinta che siamo davvero gente da psicoanalisi....quello che facciamo noi sfidiamo davvero chiunque a farlo! Bel settore pieno e compatto il nostro. Bella la coreografia viola! Anche all'uscita,i nostri,  non attendono la scorta. Partono prima dal parcheggio, raggiungendo l'autostrada in tutta tranquillità. Un grande applauso al nostro Presidente che ha sempre guidato per tutto il viaggio sia in andata che al ritorno. Qualcosa di incredibile. Nonostante la fitta nevicata trovata nuovamente in zona Avellino. Alle 05,45 del mattino erano già tutti a casa. Pronti ad affrontare un altra settimana di lavoro, con l'orgoglio di esserci stati al fianco della Juventus. I soci in aereo invece sono rientrati il lunedì in serata dopo aver mangiato di tutto di più in una trattoria di un amico gobbo in quel di Siena. Beati loro! Anche questo è un bel modo di intendere le trasferte per chi ovviamente può permetterselo. Basta esserci!
Ora in 25 salgono per Juventus - Lazio, un altra presenza significativa. Un abbraccio ad un altro socio che doveva esserci, Vincenzo Santovito, ma che ha avuto anche lui un problema di salute che gli impedisce di esserci. Rimettiti amico! 
JC ANDRIA OVUNQUE AL TUO FIANCO  
 

 
 
SARA' ANCORA JUVENTUS - MILAN
 
La Juventus approda ai quarti di finale della Coppa Italia dove affronterà, il 25 gennaio prossimo, nuovamente il Milan in una sfida che negli ultimi mesi sta diventando quasi infinita. Dalla finale di Coppa Italia a quest'altra importante partita che assegnerà il passaggio alle semifinali della Coppa nazionale che noi vogliamo nuovamente provare a vincere anche se logicamente non rappresenta una priorità stagionale. Nessuna squadra è però riuscita a vincerla nella storia per tre edizioni consecutive, pertanto sarebbe bello riuscirci per stabilire quest'altro primato. L'Atalanta sapevamo che sarebbe stata cliente difficile da affrontare, tant'è che abbiamo sofferto parecchio nella seconda metà della ripresa quando gli orobici hanno provato a riequilibrare l'incontro che ad un certo punto sembrava già chiuso. 3-2 il risultato finale con reti di Dybala, autentico capolavoro il suo, che attesta ancora una volta in più che siamo di fronte ad un giocatore davvero fenomenale, Mandzukic e Pjanic su calcio di rigore. Esordio dal primo minuto per il nuovo acquisto Rincon che dimostra di essere un giocatore che potrà tornare molto utile nell'economia di questa seconda parte di stagione. Recuperato oramai Barzagli è rientrato anche Leo Bonucci oltre al croato Pjaca, pertanto ci apprestiamo ad essere finalmente a ranghi completi. Avanti così. Ci sta che ogni tanto si subisca delle reti soprattutto se di fronte hai la rivelazione del campionato che gioca davvero un bel calcio. Poi del resto senza alcuni titolari fissi, con l'uscita dal campo di Dybala è con la tensione che giustamente si era un tantino allentata, il rischio di poter rimettere in discussione una qualificazione oramai alla portata, c'era. Bene ha fatto Allegri a rimproverare il gruppo che ogni tanto si concede della pause che in altri frangenti potrebbero costarci caro. Spesso dopo che raggiungiamo il vantaggio è come se la squadra fosse già sicura di ottenere il risultato che poi rischi di non raggiungere come accaduto a Doha. Resta però un altra prova di forza soprattutto nel primo tempo ed un altra vittoria casalinga. Lo Stadium è davvero un fortino inespugnabile. Ma adesso nei quarti in sfida unica contro il Milan dobbiamo stare molto attenti, loro non avranno nulla da perdere è giocheranno sull'onda dell'entusiasmo che la vittoria in Supercoppa gli ha dato. Dovremo essere molto attenti ed ordinati. Prima di pensare alla sfida di Coppa Italia ci sarà da preparare due impegnativi turni di campionato a Firenze ed in casa contro la Lazio. Fare sei punti in queste due sfide sarebbe davvero il massimo, ma sappiamo che non sarà assolutamente cosa semplice. Anche contro l'Atalanta in Coppa Italia siamo riusciti ad essere presenti allo Stadium grazie a Francesco Figliolia, a Maria Scamarcio ed il solito Giorgio. Arrivati tardi allo Stadium, hanno trovato un clima polare oltre alla neve caduta nella mattinata. Non è stato per nulla semplice affrontare il freddo pungente delle Alpi. Un centinaio circa gli atalantini presenti nel settore ospiti. Stadio abbastanza pieno con quasi 33.000 spettatori. Tifo della Sud molto migliorato rispetto alla gara contro il Bologna. I nostri arrivati questa volta in treno hanno sistemato lo striscione al solito posto con la pezza delle ragazze andriesi a fare bella mostra di se vista la presenza di Maria una delle fondatrici del nostro sottogruppo. Finita la gara, infreddoliti per non dire ghiacciati, sono corsi a cercare riparo in casa di amici che li hanno ospitati. Quest'altra presenza come quella contro il Bologna di domenica sera hanno rappresentato per il nostro Club un grande motivo d'orgoglio. Anche mercoledì in Coppa Italia, il pensiero dei presenti è volato all'amico Marco Di Vincenzo che sta recuperando pian pianino dal suo problema di salute avuto. Altri video messaggi sono stati realizzati dagli spalti dello Stadium per lui, che ha apprezzato tantissimo  scrivendoci all'indomani un bel messaggio dove si diceva emozionato oltre che fiero di appartenere a questo gruppo. Rimettiti in forma amico, che altre battaglie ci attendono, ora pensa a vincere la tua.  
Anche a Firenze noi ci saremo, anche se con qualche difficoltà nell'organizzare i mezzi. Due le auto che partiranno,  quella di Corrado è quella del Presidente del Club. Che onore, in una trasferta non facile. In otto saranno i nostri soci al Franchi a sostenere la Vecchia Signora che tanto impazzire ci fa! 
PRENDO LA SCIARPA E CORRO DA TE! JC ANDRIA
 

 
 
#FORZAMARCO
 
Quando ti arrivano certe notizie resti per un attimo sgomento. Ma poi subito dopo comprendi che un amico ha bisogno del tuo sostegno è quanto fatto da ogni singolo componente di questo club in favore del socio MARCO DI VINCENZO è stato qualcosa che ci resterà per sempre! Marco ha avuto un serio problema di salute nei primissimi giorni di questo nuovo anno, da subito, appena appresa la notizia, tutti, ripetiamo tutti i soci di questo fantastico Club si sono preoccupati di far giungere il proprio sostegno ad un amico. Anche chi magari non lo conosce. E' stato questo un piccolo ma significativo gesto che è stato tanto apprezzato dalla famiglia e dallo stesso Marco che nel frattempo ha lottato come un vero gobbo sa fare, ha reagito alla seria problematica ed oggi grazie a DIO possiamo dire che ha superato il momento critico. Adesso dovrà rimettersi in sesto e tutti NOI lo aspettiamo più forte di prima al nostro fianco per tifare la SUA JUVE! Tantissimi i messaggi di sostegno a LUI e alla famiglia giunti non solo dai nostri associati ma anche dal Gruppo Tradizione. Bello vedere in occasione di Juventus - Bologna e Juventus - Atalanta di Coppa Italia, giungere anche dei video messaggi da parte di nostri soci presenti allo Stadium che lo salutavano e lo sostenevano affinchè possa rimettersi al più presto. 
VAI MARCO, come hai scritto in tuo messaggio social non appena hai potuto farlo, solo chi è stato ultrà può comprendere cosa significhi davvero il coro...."LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI..." 
TI ASPETTIAMO PRESTO AL NOSTRO FIANCO!
FORZA MARCO
Il Direttivo JUVENTUS CLUB ANDRIA   
 

 
 
CHI BEN COMINCIA....
 
Effettivamente siamo esattamente a metà dell'opera. Il proverbio speriamo non si sbagli. Con la vittoria per 3-0 contro il Bologna, la Juventus ha chiuso il girone di andata con il titolo di campione d'inverno conquistato quasi un mese fa, oltre ai quattro punti di vantaggio che abbiamo sulla Roma, nonostante la partita in meno da recuperare a Crotone. Ancora una volta abbiamo assistito durante la pausa natalizia, all'ennesimo attacco mediatico alla nostra Juve con tante supposizioni di certa stampa che ha cercato di creare tensioni (inesistenti) all'interno del nostro spogliatoio. La sconfitta di Doha in Supercoppa è stata quasi dipinta come se la stagione fosse stata sin qui fallimentare....mettendone in discussione l'operato di Mister Allegri.....pazzesco, ci provano sempre!
Come sempre accade però queste critiche si sono tramutate per i nostri ragazzi in energia positiva da scaricare in campo, ed ecco che prontamente la risposta è giunta domenica sera con una bella prova della Juve che ha liquidato il Bologna senza alcun affanno. Doppietta di Higuain, alla sua quindicesima marcatura stagionale è rete su calcio di rigore di Dybala che dopo l'errore in Supercoppa ha voluto subito dimostrare di essere lui il rigorista della squadra. Alla faccia di tutti i criticoni, alla faccia di tutti i tirapiedi, alla faccia di chi soffre tanto nel vederci li su in vetta alla classifica per la sesta stagione consecutiva. Evidentemente, il tutto deve fare parecchio male. Adesso la Juve è attesa da un inizio di girone di ritorno davvero impegnativo con la trasferta a Firenze oltre alla difficile sfida allo Stadium contro la Lazio. Nel frattempo abbiamo stabilito l'ennesimo record di questi ultimi anni. Ben 26 vittorie consecutive tra le mura amiche. Numeri che fanno rabbrividire. Prima però di rituffarci nel campionato, si entra nel vivo della Coppa Italia che mercoledì sera vedrà il nostro esordio stagionale negli ottavi di finale, contro la rivelazione Atalanta che andrà battuta, per poter continuare a difendere la Coppa, nuovamente conquistata a maggio scorso. 
Domenica sera contro il Bologna abbiamo seriamente rischiato di saltare la prima trasferta dopo tanti anni. Ma l'attaccamento al gruppo ha prevalso su ogni cosa. Nonostante il freddo intenso, sia qui giù che a Torino, nonostante l'abbondante nevicata, nonostante la chiusura dell'Aeroporto di Bari, nonostante virus intestinali vari, i nostri 6 soci prenotati per la trasferta sono riusciti a raggiungere Torino pur di rappresentare il nostro club. Ringraziamo Sebastiano e Giorgio in primis per aver compiuto questo "sacrificio" nonostante come detto innanzi anche dei problemi di salute. Questo gesto lo ricorderemo a lungo. Segno di grande attaccamento al club e al gruppo. Poi lo si doveva per l'amico Marco Di Vincenzo che stava in quelle ore attraversando un difficile momento. Ci siamo stati, ancora una volta, è questo è stato un altro motivo di grande orgoglio. Pessima la prestazione della Sud, sarà stato il freddo intenso, sarà stata l'assenza di molti abitudinari frequentatori della Curva, ma siamo onesti la Juve merita molto di più da parte di noi tifosi, ad iniziare da Juventus - Atalanta di mercoledì sera in Coppa quando altri tre nostri soci risponderanno presenti sugli spalti pur di non saltare nemmeno questa trasferta. Tanto onore a loro! 
Entrati tardi nello stadio (si sono trattenuti in un bar), i nostri si sono sistemati nell'estremità di sinistra della Curva, con lo striscione al solito posto, cercando di riscaldarsi con qualche saltello in più, ma il freddo era così intenso che nulla riusciva a riscaldarli. Per fortuna ci hanno pensato gli undici in campo ad accalorare i loro cuori....Terminata la partita sono corsi via nell'albergo prenotato, per poi all'indomani far rientro in aereo. Buona la presenza dei tifosi bolognesi.   
Il tesseramento al Club nel frattempo ha raggiunto quota 659 tessere sottoscritte. Stiamo rinunciando in questi giorni a diverse nuove tessere di persone che solo ora si ricordano della nostra eistenza pur di riuscire ad avere biglietti per Juventus - Inter o Juventus - Porto. Statevi a casa. Ascoltate il nostro consiglio o cercatevi altri LIDI! Lo Juventus Club Andria non cerca quantità, ma qualità di persone che seguano la JUVE a prescindere dall'avversario. Mettetevi in coda! 
JC ANDRIA: PASSIONE & MENTALITA'
 

 
 
 
             
 
 
 
 
             
 
 
 
Juventus Club Andria "Giovanni Agnelli" - Via Enrico Dandolo 37/39 - 76123 Andria
Info line 320/6209445 - Sede: 0883 1983534 - info@juventusclubandria.it - Webmaster: Domenico Mosca

 
Sito non ufficiale in quanto tutti i marchi e i loghi (Juve, Juventus e Scudetto) sono di esclusiva proprietà della Juventus Football Club S.p.a..
Il sito non rappresenta un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 /2001 in quanto aggiornato senza alcuna periodicità. I video, le immagini e i disegni
utilizzati sono tratti da Internet e quindi sono da ritenersi di pubblico dominio, in caso di violazioni comunicarlo a info@juventusclubandria.it,
provvederemo alla pronta rimozione.