Motto Club
   
totem
   
  HOME / NEWS ANNO 2013

 
ULTIME NEWS
   
dot TERMINA A GENOVA UN ALTRA STAGIONE VINCENTE

dot IMMENSAMENTE GRAZIE A TUTTI

dot CHE FESTA, CHE GIOIA, CHE EMOZIONI....

dot IL NOSTRO SALUTO A MAX ALLEGRI

dot VACANZE ROMANE....

   
ARCHIVIO NEWS
dot News anno 2009
dot News anno 2010
dot News anno 2011
dot News anno 2012
dot News anno 2013
dot News anno 2014
dot News anno 2015
dot News anno 2016
dot News anno 2017
dot News anno 2018
dot News anno 2019
   
 
WELCOME 2014. BUON ANNO A TUTTI
 
Ecco in anteprima per voi tutti soci e lettori del nostro sempre più apprezzato sito web, il nostro poster di auguri di Buon Anno 2014, che dal 2 Gennaio sarà affisso in alcune vie del centro città. Siamo certi che questo poster sarà molto apprezzato da tutti, abbiamo voluto, come è nel nostro stile, essere molto sobri, originali e soprattutto toccare un tema molto ricorrente, quello del razzismo! Bianco che abbraccia il Nero, come recita il nostro inno! Dobbiamo ringraziare per tutto il nostro grafico Roberto Lomuscio, i nostri amici sponsor: Bar Fantasy, Liberi Creativi, La Puglia in Tavola, Ottica Fracchiolla e l'immancabile CAMPANALE AUTORICAMBI oltre a Copie Buongiorno per la stampa di tutto il materiale. Siete Unici! Senza di loro molte attività non sarebbe stato possibile riuscirle ad organizzare! Orgogliosi di Voi! Che altro aggiungere, se non augurare a Voi tutti cari soci e alle Vostre famiglie un Buon Anno 2014 che possa veramente veder risolversi tutti i problemi che oggi giorno attanagliano decine e decine di famiglie e soprattutto che possa donare lavoro a tutti coloro che oggi non ne hanno! A tutti gli amici del nostro Club vicini e lontani invece auguriamo ogni bene ed alziamo idealmente con loro un calice di vino nero per brindare alla nostra splendida amicizia. A Umberto Toia e alla sua famiglia auguriamo ogni bene è rimarchiamo tutta la nostra stima nei loro confronti. Alla Juventus è a tutti noi tifosi Gobbi auguriamo un 2014 ricco di altri successi come lo è stato il 2013! Ma non ci siamo dimenticati anche di chi ci Odia e non ci sopporta: anche per voi, nonostante tutto, l'augurio è lo stesso che possiate trascorrere un sereno anno da vivere però sempre all'ombra della Juventus! 
AUGURI A TUTTI E DIVERTITEVI OVUNQUE VOI SIATE!
IL PRESIDENTE JC ANDRIA   
 

 
 
UN GRANDE PARTY IN PERFETTO STILE "BLACK & WHITE"
 
E anche l'undicesima edizione del "Party Black and White" è andata in archivio! Incredibile ma vero, da ben 11 anni organizziamo questa festa, tanto attesa da tutti i soci e soprattutto dai bambini, anche ieri numerosissimi! E' un appuntamento tradizionale delle festività natalizie, un momento di forte socializzazione, ma anche un momento per tracciare un bilancio delle attività poste in essere dal club nell'anno che va a chiudersi! Alle 21 la nostra sede era già tutta piena come un uovo. La musica rendeva l'atmosfera ancora più elettrizzante, grazie al nostro bravo DJ "fatto in casa", Domenico Mosca. Tantissima gente è affluita, come ogni anno, segno che la festa piace e che quello che noi facciamo è molto apprezzato da tutti! Oltre 200 persone hanno salutato il discorso di fine anno del Presidente Francesco Nicolamarino, con un lungo e caloroso applauso. Il Presidente ha ringraziato tutti i più stretti collaboratori del club per la preziosa collaborazione che prestano per "pura passione" di giorno in giorno, ma soprattutto ha voluto ringraziare le mogli o compagne, degli stessi, per l'infinita pazienza e sopportazione che hanno nei confronti dei rispettivi uomini! Poi ha presentato il tradizionale video del club, realizzato come sempre, dal preziosissimo Giuseppe Leonetti, il nostro "Ultras Ingegnere" che ha raccontato i primi mesi di questa nuova stagione, dal trionfo in Supercoppa alla vittoria di Bergamo, passando per tante tappe in Italia e in Europa. Alla festa ha preso parte anche il direttore della testata on-line juvenews.net, Sante Tricarico che ha presentato il suo sito, complimentandosi con il nostro club per il dinamismo e la splendida organizzazione di ogni attività! Letti i saluti giunti dai Presidenti dei Club di Corato e Trani, la serata ha avuto inizio con la grande tombolata che vedeva in palio tantissimi ricchi premi e la maglia di Fernando Llorente, l'idolo delle donne, andata proprio a Imma Moretti, ancora una donna come da nostra tradizione annuale della Tombola! Poi la tanto attesa corsa dei cavalli che per quasi un' ora ha tenuto tutti impegnati nei vari turni eliminatori per scremare l'enorme numero di partecipanti, con un tifo da stadio, conclusasi con la finalissima aggiudicata dal socio più anziano del nostro club, il Sig. De Benedictis, presente sui manifesti per festeggiare il 5 MAGGIO, alla veneranda età di 82 anni! Emozionato ha ricevuto dal Presidente la maglia di Carlitos Tevez. E' stata poi la volta della Lotteria che vedeva ben 12 numeri premiati con al primo posto la maglia di Paul Pogba, anche questa andata ad un altra donna, Marina Porro! Terminati i giochi con il ringraziamento per i tantissimi amici commercianti che hanno voluto mettere in palio svariati premi, si è proceduto con il Gran Buffet organizzato come sempre da La Puglia in Tavola del socio/sponsor Michele Zingarelli che come sempre ci ha allestito un Signor Buffet! Al termine brindisi bene augurante per un 2014 da vivere ancora da protagonisti come dice il nostro grande allenatore ANTONIO CONTE, premiato proprio in questi giorni quale miglior allenatore al Mondo! (Avete visto poveri sfigatelli che non lo diciamo soltanto noi???? Hai voglia voi a chiamarlo parrucchino...venduto....e bla...bla...bla...bla...). Poi scambi di auguri tra tutti gli associati e le rispettive famiglie e appuntamento per tutti a DOMENICA 5 GENNAIO quando ripartirà il campionato con la super sfida alla Roma che vedrà tantissimi nostri soci salire su a Torino, chi in Pullman, chi in aereo, mentre per tutti gli altri ci sarà "l'infernale catino" del nostro club! Prima di lasciare la sede il gruppo più passionale dei nostri soci, quelli che viaggiano sempre in ogni dove, ha voluto inviare un pensiero al Presidente del Gruppo Tradizione, Umberto Toia, vittima di una brutale aggressione. Un pensiero che è stato apprezzato tantissimo dai ragazzi del Gruppo e dal Presidente stesso. FORZA PRESIDENTE Siamo con Te! Prima di chiudere vorremmo ringraziare il sito internet AndriaLive.it e la Gazzetta del Mezzogiorno per aver parlato e dato ampio risalto alla nostra tradizionale festa! Adesso che siamo a fine anno vi diciamo....FACCIAMOCI UN GRANDE APPLAUSO! Ci avete inondato di messaggi questa mattina tutti per ringraziarci della perfetta organizzazione della serata di festa. Siamo invece Noi a dover ringraziare Voi tutti per la passione con cui sostenete e "difendete" il vostro club! 
BUON ANNO A TUTTI!   
 

 
 
BUON NATALE CARI SOCI E IL 29 DICEMBRE TUTTI AL CLUB PER IL "BLACK AND WHITE PARTY"
 
Eccoci giunti ad un altro Natale assieme. Per la precisione è l'undicesimo. Quanto tempo è passato. Quanto siamo cresciuti rispetto ad allora! Ma ve la ricordate la nostra prima festa nell'allora club di Via Brindisi??? Molti di voi no, eravamo appena 141 soci. Fu un importante punto di partenza è credeteci francamente, mai avremmo potuto immaginare di raggiungere così importanti risultati, come quelli che oggi attestano il nostro Juventus Club, tra i più noti e conosciuti nel panorama nazionale ed internazionale! Tutto questo è stato possibile grazie ad un gruppo dirigente davvero fenomenale ma soprattutto grazie a Voi soci che con il vostro assiduo sostegno avete permesso di raggiungere traguardi impensabili! Ma continuiamo a ripeterlo, non siamo ad un punto di arrivo: dobbiamo semplicemente continuare in questa crescita, sempre nel rispetto di tutto e di tutti! L'invidia è un sentimento che non ci appartiene, questa la lasciamo ad altri!
Cari Soci, auguriamo a Voi e alle Vostre famiglie un Natale Sereno che possa portarVi in dono tanta spensieratezza, che tanti purtroppo oggi non possiedono! Viviamo un periodo molto difficile, ognuno di Noi vive le Sue problemtaiche di ogni genere. Chi più chi meno! Lo Juventus Club Andria lo sapete tutti è oramai considerata una grande famiglia, una casa in cui condividere una passione immensa, che diciamola tutta, ci aiuta anche a superare o a dimenticare per un paio di ore alla settimana, le vicissitudini che affrontiamo di giorno in giorno! Ecco perchè continuiamo nell'organizzare la grande festa di Natale per tutti Voi soci e simpatizzanti della Juventus. Per condividere assieme una serata di festa e soprattutto di spensieratezza. Domenica 29 dicembre vi vogliamo presenti numerosi al BLACK & WHITE PARTY che si terrà a partire dalle ore 20,00 presso la nostra accogliente sede sociale di Via Enrico Dandolo n. 37. Portate con Voi le proprie mogli, le proprie compagne, i vostri figli perchè questa è soprattutto una festa tanto attesa proprio dai più piccoli. Come ogni anno, infatti, saranno i giochi i momoneti più attesi, con la tombolata, la lotteria e la bellissima corsa dei cavalli. Tantissimi premi in palio, ma soprattutto le maglie ufficiali della Juventus di Paul Pogba, Carlitos Tevez e Fernando Llorente. Saranno distribuiti anche tantissimi pullmini della Juventus conteneneti caramelle alla frutta. Insomma un appuntamento da Non perdere. Tanta musica allieterà la serata e l'immancabile buffet di fine serata prima del brindisi per un 2014 che ci possa nuovamente rivedere protagonisti!  
Facciamo anche i nostri più cari auguri a tutti gli amici dei club e Gruppi Ultras che conosciamo. Sono tanti, rischiamo di dimenticarne qualcuno ed allora preferiamo non citarli per evitare gaffe!
AUGURI POPOLO GOBBO, AUGURI FRATELLI BIANCONERI DAI VOSTRI AMICI DELLO JUVENTUS CLUB ANDRIA!
Ma facciamo gli auguri anche a tutti coloro che ci odiano, che non ci sopportano....in fondo in fondo è Natale e vogliamoci almeno oggi più bene! Auguri a tutti!
IL PRESIDENTE FRANCESCO NICOLAMARINO
 

 
 
RIECCOCI A BERGAMO
 
Eccoli i nostri irriducibili soci presenti nella difficilissima trasferta di Bergamo, una trasferta per noi sempre molto particolare, una trasferta dove ovviamente non manchiamo mai, perchè lo ripetiamo sempre, la gente come noi oltre a non mollare mai, non si PIEGA MAI! Sabino, il primo a sinistra, Salvatore al centro e Giuliano sulla destra della foto, eccoli ritratti prima dell'inizio della partita dietro la nostra inseparabile pezza, posizionata su di una inferriata interna al settore. Bravi ragazzi, siete stati tutto il nostro orgoglio domenica pomeriggio. La vostra presenza li è valsa per noi più della vittoria della Juventus, più della vetta della classifica, insomma più di ogni cosa! Ennesima dimostrazione di chi siamo! Non ci stancheremo mai di ripeterlo! Alla faccia di tutti coloro che nel novembre del 2009 avevano "sogghignato meschinamente" non in maniera diretta ma per vie traverse......Vergognatevi!
Noi da quegli schiaffi, calci e pugni ricevuti in maniera INFAME, ci siamo rialzati è alla grande pure è con tanto ORGOGLIO!
JC ANDRIA SEMPLICEMENTE NUMBER ONE! PASSIONE & MENTALITA'!
 

 
 
JUVENTUS SCHIACCIASASSI. MARCIA RECORD
 
Anche l'Atalanta è stata asfaltata nel suo fortino, un campo da sempre ostico, dove altre squadre quest'anno hanno lasciato punti preziosi. Ma la Juve è la Juve e quest'anno non sta lasciando neppure le briciole agli avversari. Altri 4 gol rifilati anche agli orobici. Miglior attacco e peccato per la rete subita che ha interrotto l'imbattibilità di Gigi Buffon. Ma questo era un dato relativo. Quel che contava era solo vincere per staccare ulteriormente gli avversari o per mantenere inalterate le distanze. Missione compiuta. Un 4-1 che non lascia il minimo spazio a recriminazioni. Anche l'allenatore atalantino si è dovuto inchinare al nostro strapotere. Nove vittorie di fila, in pratica la Juventus di Antonio Conte sa soltanto vincere. 46 punti in campionato a due giornate dal temine del girone di andata. Adesso basterà conquistare almeno un pareggio nel prossimo turno per laurearci CAMPIONI D'INVERNO per il terzo anno di fila. Ma noi siamo la Juve è dobbiamo solo pensare a vincere la prossima sfida alla ripresa del campionato quando a Torino arriverà una Roma ancora imbattuta e sempre più rivelazione di questo campionato. Vi siamo sinceri una simile marcia della nostra Juventus non c'è l'aspettavamo nemmeno noi. 5 punti in più della passata stagione quando già si viaggiava a ritmi record. Dieci punti di distacco dati al Napoli a Natale era inimmaginabile e cinque punti sulla seconda, la Roma che sta facendo un grandissimo campionato. Le altre non le citiamo proprio. Battere la Roma avrà dunque molteplici significati. Non solo perchè sarebbe storia per le dieci vittorie di fila, ma anche perchè daremmo una mazzata definitiva al campionato e soprattutto alla Roma. Un vantaggio di otto punti ci permetterebbe di gestire al meglio il periodo di crisi che potrebbe arrivare. Conte, alla ripresa della preparazione, dovrà lavorare molto per non ripetere gli errori dell'anno passato nel mese di gennaio. E' risaputo che la Juve alla ripresa stenta parecchio anche a causa del richiamo della preparazione estiva che il Mister impone! Adesso godiamoci questo Natale in tutta felicità ed allegria, godiamocelo dal gradino più alto, godiamocelo guardando tutti a testà in giù. Godiamocelo alla faccia di tutti quei rosiconi che peggiorano sempre più il loro fegato, che non sanno più cosa dire e dove arrampicarsi! Insomma popolo GOBBO, GODIAMOCI questo Santo Natale alla loro faccia! La gara di Bergamo è iniziata subito bene con il vantaggio siglato dal grande Carlitos Tevez, giunto alla sua undicesima marcatura stagionale. Poi il pareggio atalantino che ci ha fatto subito capire che non avremmo dovuto prendere assolutamente sottogamba l'avversario. Nel secondo tempo invece, scende in campo una Juve più cattiva e molto più determinata e vogliosa di far sua la partita. Prima Pogba, poi Llorente (gran gol il suo) e per chiudere il solito Arturo Vidal, fissano il risultato sul defintivo 4-1, con la festa finale dell'intera squadra sotto il settore ospiti (nella foto dell'articolo tratta da juventus.com) con i nostri ragazzi come sempre in prima linea anche a BERGAMO, trasferta per pochi e non per tutti! Onore, tanto onore ai nostri ragazzi saliti su a Bergamo, il 22 dicembre a tre giorni dal Santo Natale, lasciando mogli, figli, famiglie, non certamente per una trasferta agevole, anzi una trasferta da sempre tra le più pericolose! Per noi questa è sempre la trasferta dell'anno, è sempre la trasferta in cui dobbiamo esserci per dimostrare chi siamo e che la gente come Noi non si piega mai a nulla! All'1,30 della notte tra sabato e domenica con l'auto di Giuliano Zefferino, un Alfa 147, l'allegra comitiva con Salvatore Lomuscio, Sabino Selvarolo (un personaggio...di cui vi diremo dopo....), Feliciano Conversano e il grande Paolo dello JC CORATO, ha lasciato Andria, direzione San Benedetto del Tronto, dove alle 5,00, lasciata l'auto al casello, sono partiti in pullman con Edmondo dello JC Offida e il Gruppo Marche, altri nostri amici! E' qui che inizia a bordo lo show di Sabino Selvarolo..... Dire che ha dato fastidio ad un intero pullman è troppo poco. Tenerlo a bada è stato davvero difficile. Potrete capire il perchè!!! Giuliano e Salvatore era già sfiniti e dovevano continuamente giustificarlo. Fabio da Andria era già abbastanza incazzato. Ne ha combinate di cotte e di crude. Ma il bello doveva ancora arrivare. Giunti al casello di Bergamo alle ore 12,00 i pullman vengono subito scortati si arriva verso lo stadio. Tutto è tranquillo quest'anno! Nulla a che vedere con la trasgerta del maggio scorso, quando fu guerriglia! Nel piazzale antistante il settore ospiti, i nostri scesi dal bus del GM 93, si riparano dalla incessante pioggia che cadeva proprio in quegli istanti, rifugiandosi a bordo del pullmino dei ragazzi della BassaValle i quali avevano a bordo di tutto, dai formaggi ai salumi, dal pane alla birre, dagli alcolici agli immancabili zuccherini del grande Gualtiero....insomma euforia allo stato puro. Sabino Selvarolo peggiora la situazione ed appena dentro lo stadio inizia a rompere i coglioni a tutti rischiando di essere "linciato" dai gruppi Ultras e dagli steward.....lasciamo perdere. La sua fortuna è stata che appena saputo che era del nostro Gruppo di Andria, grazie all'intervento di Salvatore e Giuliano, lo hanno lasciato perdere, ma tenerlo a bada è stato difficilissimo per gli altri nostri ragazzi. Alla fine è andato a battibeccare con gli atalantini a confine con il settore. Fabio e il Presidente da Andria incazzati come delle belve perchè in queste trasferte "a rischio" non ci si può comportare così come ha fatto lui! Adesso gli aspetta un cazziatone e probabilmente le "mazzate" che non ha preso li! Per il resto tutto è andato benissimo, hanno posizionato la pezza ANDRIA PRESENTE sulle balconate interne al settore in prima fila vicini al Gruppo Bassa Valle e dietro lo striscione TRADIZIONE. Un saluto va al grande Federico Giacosa che ha cercato di tenere a bada il nostro Sabino Selvarolo, un folle! E' stato bello vedere alla fine i nostri ragazzi inquadrati dalle telecamere è raggianti per aver risposto presenti anche quest'anno a Bergamo per la quarta volta di fila. Il messaggio inviato da Giuliano appena imboccato il casello è stato: MISSIONE COMPIUTA. AVANTI JC ANDRIA! Viaggio di rientro più tranquillo con Sabino Selvarolo rientrato in se...ma con Salvatore e Giuliano ad incazzarsi come delle belve! Poi la stanchezza prende il sopravvento. All'1,00 sono a San Benedetto del Tronto, dove recuperata l'auto ripartono per Andria dove arrivano alle 4,00 in punto riuscendo a farsi anche tre ore di sonno nel caldo dei propri letti prima di recarsi ai loro lavori. Onore davvero tanto Onore a loro. A Salvatore Lomuscio non è il caso di dirgli più nulla, sappiamo chi è e sappiamo quanto affidabile sia. La vera rivelazione continua ad essere Giuliano Zefferino, presente e futuro del nostro club. Bravi, Bravissimi! Insomma anche Bergamo è alle spalle, altri km macinati dai nostri ragazzi. Che altro aggiungere: nulla semplicemente dirvi che siamo ORGOGLIOSI DI NOI per quello che facciamo e ricordare sempre a tutti che il RISPETTO GENERA RISPETTO! Appunto.... Noi Rispettiamo chi ci Rispetta! 
CAPITOLO TESSERAMENTO AL CLUB:
Vi avevamo lasciato con 497 tessere sottoscritte dopo la gara contro l'Avellino in Coppa Italia. Bene ieri pomeriggio al club, nuovamente pieno, ma questa non è più una novità, in occasione di Atalanta - Juventus, abbiamo raggiunto la quota di 508 tessere. Altre 11 tessere tra rinnovi e nuovi soci. Un grande risultato. La 500^ tessera è stata sottoscritta dal Sig. Domenico Matarrese.Complimenti a lui. Domenica al termine della partita sono stati distribuiti gli inviti per la festa del 29 dicembre ed abbiamo festeggiato l'arrivo del Natale con tanto di panettone e brindisi per scambiarci gli auguri. Adesso vi diciamo che Vi aspettiamo in massa con donne e bambini alla grande festa di domenica prossima. VI VOGLIAMO COME SEMPRE TUTTI PRESENTI! 
Non dimenticatelo, il tesseramento alla stagione 2013/2014 continuerà ancora anche per tutto il mese di gennaio per poi chiudersi definitivamente. Ieri abbiamo anche dato, al nostro grafico, la definitiva approvazione della tessera di questa stagione e l'ok per i poster 6 x 3 per gli auguri di Buon Anno alla Città. Un poster che sarà certamente apprezzato da tutti! 
JUVENTUS CLUB ANDRIA dove lo stile è di casa!  
 

 
 
COPPA ITALIA: JUVE AI QUARTI & SPETTACOLO SUGLI SPALTI
 
Doveva essere una serata del tutto normale, una gara semplicemente da vincere, per accedere ai quarti di finale della Coppa Italia. Invece la sfida alla rivelazione Avellino si è trasformata in una serata speciale che ha regalato emozioni in campo, ma soprattutto sugli spalti, grazie agli oltre 2.000 tifosi irpini giunti a Torino e grazie anche alla Curva Sud bianconera che ha saputo regalare brividi sia a coloro che erano presenti allo Stadium e sia a coloro che erano davanti alle Tv! Una serata che ricorderemo a lungo. Una serata che ha fatto tanto bene al nostro amato calcio, sempre più in mezzo a bufere e scandali! Questo è il calcio che ci piace, fatto anche di sfottò, di cori e non di chiusure delle Curve! Chi era al club si è divertito nell'assistere e ascoltare lo spettacolo sugli spalti. Da segnalare l'inattesa e piacevole presenza del nostro socio il Sindaco di Andria Nicola Giorgino, grande sostenitore da sempre della Vecchia Signora. Dopo tantissimi anni ritornavano a sfidarsi in una gara ufficiale la Juventus e l'Avellino un classico degli anni ottanta! Per gli irpini un sogno che si è realizzato grazie ad un lungo cammino sin dai turni preliminari di agosto! Una intera città, quella irpina, si è ovviamente mobilitata e fermata per questa storica sfida nel nuovissimo stadio della Juventus. Adesso possiamo dirlo: quella irpina è stata la miglior tifoseria vista all'opera in questi tre anni di nuovo stadio! Hanno cantato per l'intera durata dell'incontro senza mai fermarsi, hanno fatto delle meravigliose sciarpate ed udite udite hanno intonato cori in favore della Juventus! Cosa alla quale non siamo molto abituati. Scene per noi inusuali! Una vecchia amicizia che si era interrotta ma prontamente ristabilita nel segno della comune rivalità con i napoletani! La partita è terminata con il risultato di 3-0 per la nostra Juventus, con le tre reti maturate tutte nel primo tempo grazie ad uno straordinario Giovinco, autore di una spettacolare rete e di due pregevoli assist per le reti di Martin Caceres e di Fabio Quagliarella. Vittoria che vale il passaggio del turno ai quarti di Coppa Italia dove la Juventus attende di conoscere il nome dell'avversaria che uscirà dal confronto tra la Roma e la Sampdoria. Dovessero passare i giallorossi sarà la Juve a rendere visita ai capitolini, mentre dovesse passare la Samp., saranno i doriani a recarsi allo Stadium. Insomma si va avanti in questa competizione, un altro obiettivo della nostra Juve che da anni insegue il decimo trionfo che varrebbe la conquista della stella d'argento! Una Juventus che nonostante il massiccio turn over effettuato da Antonio Conte, nonostante l'impiego di giocatori sin qui poco utilizzati è riuscita nell'intento di giocare come abitualmente giocano i titolari della rosa. Nessun calo di tensione nella ripresa. Segno questo che il gruppo è unito e che tutti svolgono alla perfezione gli allenamenti imposti dal Mister. Mister super incazzato ieri per l'ennesimo fango che quella merda di categoria, chiamata "giornalisti" ha riversato nuovamente sulla sua persona per presunti "illeciti" ai tempi del Siena, storia per la quale ha già scontato una "ingiustissima pena". Ogni qual volta esce fuori un qualcosa c'è sempre chi prontamente cerca di destabilizzarlo con titoloni sui giornali. Vergognatevi luridi ed infami...esseri spregevoli! Dopo il fallito tentativo dell'infame Carobbio di turno...adesso è la volta del bastardo "napoletano" Coppola.....chissà perchè giusto lui......! Ma che andassero tutti a prenderselo a quel posto, falliti e sfigati! Ma torniamo alla serata di coppa Italia, una serata che oltre a celebrare il ritrovato gemellaggio con la tifoseria irpina, oltre a celebrare il meritato successo sull'Avellino, ha visto il ritorno in campo di SIMONE PEPE, salutato con un boato da parte dello Stadium e preziosissimo giocatore per il modulo del nostro Mister. Giocatore assente da troppo tempo dai campi di gioco. Dovesse davvero aver recuperato, sarebbe per la Juve un grandissimo acquisto per gennaio che contribuirebbe a dare diverse variazioni tattiche nella scacchiere di Antonio Conte. Bentornato Simone. Ma un applauso ripetiamo lo dobbiamo fare anche ai Gruppi della nostra Curva Sud, ritornati al loro posto dopo le due giornate di squalifica. Una Curva non piena ma molto decisa e compatta che ha intonato spettacolari cori, molto possenti. Come non sottolineare quello ad Antonio Conte accompagnato da tutto lo stadio che registrava ben 20.000 spettatori presenti. Alla fine cori per gli irpini e reciproci applausi con uno spettacolare TORNERETE...TORNERETE...TORNERETE in SERIE A tributato dalla Sud alla tifoseria avellinese! Poi il CHI NON SALTA E' UN NAPOLETANO...cantato all'unisono da entrambe le tifoserie! Tutto davvero molto bello per chi come noi vive di tifo e passione! Adesso ci si rituffa nel campionato, dove c'è da difendere e consolidare il largo primato nella difficile trasferta di Bergamo contro l'Atalanta. Sarà come sempre dura, già lo sappiamo, sia in campo e sia sugli spalti, oltre che fuori! La Juve dovrà difendere anche altri record, come le vittorie di fila e l'imbattibilità della porta. Arrivare alla pausa con un altra vittoria, l'ennesima, sarebbe un buon viatico per la super sfida alla Roma che ci attende il 5 gennaio allo Stadium. Buon viaggio ai nostri valorosi ragazzi che pur di esserci nuovamente a Bergamo, si sobbarcheranno un lungo viaggio in auto. In cinque risponderanno presenti con Salvatore Lomuscio e Giuliano Zefferino a capeggiare la nostra "piccola" ma importantissima truppa! Onore a Voi ragazzi!    
CAPITOLO TRASFERTA JUVENTUS - ROMA:
Abbiamo accontentato tutti coloro che ci avevano fatto richiesta. Allo stato attuale dovrebbero partire ben due autobus in collaborazione con i club di Trani e Corato. Questo sarebbe un grandissimo risultato per la famigerata "triade"! Avanti Ragazzi! Dobbiamo essere orgogliosi di quello che facciamo! Invitiamo tutti coloro che continuano a chiamare a non farlo più in quanto non abbiamo più altre possibilità per ottenere ulteriori biglietti di qualsiasi settore. Stiamo già raccogliendo le adesioni per Juventus - Sampdoria anticipo del 18 gennaio!
CAPITOLO TESSERAMENTO:
Siamo arrivati a quota 497 soci, un già grande risultato, ma avendo stabilito di prolungare il tesseramento sino a fine gennaio, pensiamo e siamo molto fiduciosi che arriveremo alla inattesa cifra di 550 soci. Se consideriamo che quest'anno non abbiamo più fatto le tessere fuori città, che nello scorso anno erano circa 220, questo vi fa comprendere del grande risultato che abbiamo già raggiunto. Festeggeremo e daremo notizia della 500^ tessera. Quindi essendo molto vicini invitiamo chiunque voglia provare a essere il socio n. 500 a recarsi presso il nostro club per riuscire magari ad esserlo! Stiamo notando che la tessera allo JUVENTUS CLUB ANDRIA è molto gettonata come regalo di Natale. Negli ultimi giorni diverse le richieste e telefonate ricevute. Altro aspetto importante che teniamo a sottolineare è il messaggio che vi abbiamo mandato in estate, ovvero che la tessera deve essere fatta più per spirito di appartenenza piuttosto che per ricevere biglietti. Bene infatti tutti quelli che lo facevano solo per quello quest'anno puntualmente non hanno rinnovato. Pertanto adesso abbiamo davvero un enorme zoccolo duro che ci dimostra tanto spirito di attaccamento! Orgogliosi di Noi. Orgogliosi di Voi! Tessere e regali saranno consegnati nel mese di Gennaio (lo comunicheremo sul nostro sito).
FESTA DI NATALE:
L'undicesima edizione della tradizionale festa di Natale del nostro club, della nostra grande famiglia si terrà DOMENICA 29 DICEMBRE a partire dalle ore 20,00 presso la sede del nostro club. Tanta musica, tantissimi giochi come la tradizionale tombolata, la lotteria e la tanto attesa, soprattutto dai bambini, corsa dei cavalli. Per ogni gioco in palio le maglie ufficiali della Juventus (Pogba, Tevez e Llorente). Molto ambita sarà certamente quella di CARLITOS TEVEZ. Domenica distribuiremo gli inviti a tutti, ma inutile ribadire che siete già da ora tutti invitati con le vostre famiglie al completo. Chiunque abbia una attività commerciale e voglia mettere in palio uno o diversi premi per i giochi in programma deve recapitare il tutto entro venerdi 27 dicembre presso la sede del club. Al termine un ricco buffet sarà offerto a tutti i soci presenti per poi brindare tutti assieme al nuovo anno che ci auguriamo possa essere nuovamente splendido per i nostri colori! In palio anche dei simpaticissimi pullmini ufficiali della Juventus (circa 50) con immagini dei giocatori e contenenti caramelle alla frutta! Insomma nessuno dovrà mancare!
JUVENTUS CLUB ANDRIA....sempre al lavoro per rendere sempre più grande questa realtà!
BUON NATALE A TUTTI BELLI & BRUTTI! LA JUVE SIAMO NOI!
 
 
 

 
 
NON PERDIAMO "LA TREBISONDA"
 
Finita l'avventura in Champions League per la nostra Juventus il cammino in Europa continuerà con "l'Europa League" competizione certamente meno importante ma che riveste pur sempre un certo prestigio! Provate a chiedere ad un tifoso di una qualunque squadra italiana in questo momento se vorrebbero vincere l'Europa League e vedrete che tutti sotto sotto vi risponderanno dicendo....magari! Ecco magari è quello che diciamo noi. Perchè vincerla questa competizione ci farebbe finalmente tornare a vincere in Europa! Fuori dai confini italiani, infatti, il successo manca dal 1997, Supercoppa Europea conquistata a spese del Paris Saint Germain. Volendo essere più precisi un successo in Europa manca dal 1999 con la conquista anche della Coppa Intertoto a spese dei francesi del Rennes. La finale di questa edizione di Europa League si disputerà poi proprio nel nostro Juventus Stadium. Ecco perchè abbiamo l'obbligo di andarla a vincere questa Coppa. Vincerla significherebbe poi andarsi a giocare la Supercoppa Europea contro la vincente della Champions League, dopo ben 17 anni dalla precedente. Crediamoci ragazzi!
L'urna di Nyon ci ha riservato per i sedicesimi di finale un altro avversario turco, un altro avversario ostico da affrontare: il Trabzonspor. Il 20 febbraio si giocherà l'andata a Torino, il 27 si andrà in Turchia. E' la primissima volta nella storia che incontreremo la squadra della Città di Trabzon (Trebisonda in italiano). Scherzo del destino la Juve avrà ancora l'incubo di tornare li in Turchia dove in maniera rocambolesca e beffarda è stata eliminata dalla Champions. Vi siamo sinceri tra tutte le trasferte possibili questa turca era una di quelle che speravamo di cuore di non avere! Sia per la difficoltà a raggiungerla, sia per i costi e sia perchè con la Turchia dopo l'ultima esperienza non volevamo più avere a che fare almeno per il momento! Trebisonda, quasi ai confini con l'Armenia (in pratica in culo al mondo) affaccia sul Mar Nero e nell'antichità divenne la "città faro" per tutti coloro che navigavano tra l'Europa ed il Medio Oriente. Di li la diffusa espressione della lingua italiana...."perdere la Trebisonda..." ovvero perdere l'orientamento, il controllo.... 
Il sorteggio purtroppo ci ha riservato nuovamente la Turchia e noi abbiamo comunque deciso di esserci! Come qualcuno ha detto dopo il sorteggio...."con la Turchia abbiamo un conto in sospeso...." Stiamo valutando ogni possibile soluzione. Il problema principale è derivante dal fatto che non esistono collegamenti diretti con l'Italia e quindi bisognerà far scalo a Istanbul per poi prendere un altro volo per Trabzon! Insomma sei voli se consideriamo anche il volo da Bari alla città italiana da cui dovremmo partire. Un macello. Chi vuole esserci deve farcelo sapere al più presto per poi decidere il da farsi. Altra soluzione forse più idonea potrebbe essere quella di attendere l'eventuale organizzazione come crediamo ci sarà, di un volo charter dei gruppi organizzati o della Francorosso, partner della Juventus in Europa. Attendiamo e vediamo, una cosa è certa, ANDRIA PRESENTE ci sarà con molta probabilità anche laggiù nel continente "asiatico"!
Allora Juventus "NON PERDIAMO ASSOLUTAMENTE LA TREBISONDA..."PERCHE' VINCERE SIGNIFICHEREBBE QUASI CERTAMENTE ANDARE AD INCONTRARE LA FIORENTINA in una doppia sfida dal sapore di un tempo (finale di Coppa Uefa del 1990)! I viola dovranno però avere la meglio sui danesi dell'Esbjerg. Insomma meglio andare a Firenze che in Danimarca, altra trasferta lunga e dispendiosa!
P.S. Una curiosità ci lega al sorteggio con il Trabzonspor. Al rientro da Istanbul il mercoledì, abbiamo viaggiato sul volo per Roma con i tifosi della squadra turca diretti a Roma per affrontare la Lazio nell'ultimo turno del girone che hanno poi vinto. Scherzando si disse....a risultato purtroppo acquisito.....vuoi vedere che adesso ci ritroveremo proprio questi???? Scherzi del destino!
AVANTI JUVENTUS....TORNIAMO IN TURCHIA! (nella foto dell'articolo i nostri soci presenti nella Turk Telkom Arena di Istanbul).
 

 
 
NUMERI DA RECORD. LA JUVENTUS RIPARTE
 
NUMERI DA RECORD. LA JUVENTUS RIPARTE
Dopo la delusione derivante dalla prematura eliminazione dalla Champions League, la Juventus era chiamata al pronto riscatto in campionato, sin qui stradominato dalla nostra squadra! L'avversario di turno era il Sassuolo, non certamente un avversario da farti perdere il sonno, ma sicuramente da non sottovalutare assolutamente, visti i pareggi della squadra emiliana ottenuti in precedenza sui campi di Napoli e Roma, vale a dire terza e seconda in classifica. Conte lo sapeva, la squadra anche. Il mister in conferenza stampa pre partita lo aveva detto: "dimentichiamoci il passato, il passato è oramai passato, piangerci addosso non serve a nulla! Ma non serve a nulla nemmeno pensare al futuro. Serve solo pensare al presente, ed il presente della Juventus si chiama Sassuolo, da battere ad ogni costo per continuare la marcia record in campionato". Detto è fatto, la Juventus ha strapazzato la matricola Sassuolo, alla prima in assoluto contro la Juventus nel massimo campionato. 4-0 il finale con Carlitos Tevez assoluto protagonista! Per l'argentino una incredibile tripletta che lo ha fatto ribattezzare da tutti i maggiori quotidiani sportivi e non: TREVEZ! Spettacolare questo giocatore che ci sta davvero sorprendendo di giornata in giornata. Che fosse un autentico fuoriclasse lo sapevamo già, ma che fosse stato così decisivo e soprattutto incisivo in termini realizzativi questo no! Certo qualcuno dirà, ma in Champions non è stato in grado di prendere per mano la squadra! Bene, quello è per noi un capitolo a parte, di cui vi abbiamo abbondantemente notiziato e sul quale abbiamo detto la nostra in maniera abbastanza chiara ed inequivocabile. Questa squadra lo ribadiamo sta compiendo miracoli su miracoli, sta facendo delle cose grandissime. Le grandi vittorie non arrivano per caso. Vanno costruite e programmate. La Juventus è sulla buona strada. Ripetiamo che prima o poi la maledizione e la sfortuna che ci accompagnano nella Champions terminerà! Dobbiamo avere pazienza, molta pazienza! Ma torniamo al presente, torniamo a concentrarci sul campionato. Sembrerebbe vedere che la Juventus sia una squadra depressa e delusa, che stia disputando una stagione anonima soltanto per il fatto che è stata eliminata dalla Champions. Ma diciamo, ci siamo ammattitti tutti? Questo è quello che vorrebbe far credere il nemico, questo è quello che tutti i giornalisti faziosi, vorrebbero che accadesse. Ma nulla di tutto ciò, la Juventus non si è lasciata minimamente distrarre, la Juventus ha affrontato il Sassuolo con il coltello tra i denti, pronta a ripartire, pronta a continuare la marcia trionfale sin qui avuta, Firenze a parte! 43 punti in classifica sono un bottino impressionante, con ben 5 punti di vantaggio sulla seconda e otto sulla terza. Le altre, che tanto avevano parlato in estate, sono tutte non pervenute. Oramai si va verso un campionato a tre squadre, con la Juventus in pole position per chiudere il giro di boa in testa e per conquistare, per il terzo anno di fila, il titolo di CAMPIONE D'INVERNO! Dicevamo numeri impressionanti, numeri da far girare la testa a qualcuno! La difesa è tornata quella di sempre. Delle 10 reti subite, quattro fanno parte dei 15 minuti di follia di Firenze. L'attacco è super, del resto vedere un nostro giocatore, Tevez a 10 reti al secondo posto della classifica capocannonieri a dicembre è per noi una assoluta novità, se pensiamo al fatto che i due ultimi scudetti vinti, quelli dell'era CONTE, hanno visto il nostro miglior marcatore a fine stagione attestarsi sulle 10 reti! Buffon è imbattuto da ben 730 minuti e dovesse riuscire nell'impresa di restarci ancora per altri 200 minuti, allora diventerebbe il portiere più a lungo imbattutto di tutti i tempi. Senza dimenticare le otto vittorie di fila messe assieme dalla Juve. In pratica dal dopo Firenze, la Juve non si è più fermata. Un carro armato che sta spianando di domenica in domenica tutti gli avversari! Da segnalare le positive prestazioni di alcuni giocatori rivalutati da Antonio Conte: Isla che sembra essere tornato quello dei tempi d'oro di Udine e Peluso, autore dell'altra rete al Sassuolo. Due rincalzi ma che stanno, come tutti, dando il loro prezioso contributo alla causa chiamata SCUDETTO! Rivincerlo per il terzo anno di fila sarebbe MERAVIGLIOSO! Anche domenica la Curva Sud come tutti saprete è rimasta chiusa per noi tifosi abituali. Speriamo che questo non accada più come speriamo che le istituzioni del mondo del calcio rivedano questa assurda sanzione che prevede la chiusura delle Curve se effettuati cori ritenuti discriminanti ed offensivi! La Sud anche contro il Sassuolo è stata riempita di tantissimi bambini, questa volta circa 9.000 che hanno affollato i due anelli. Tutti speravano che non ripetessero il coro MERDA....al rinvio del portiere avversario, ma puntualmente loro lo hanno ripetuto più volte accompagnati questa volta dalla Curva Nord, tornata ad animarsi dei tantissimi Club che la frequentano! Avanti così popolo gobbo, contro tutto e tutti! La Juve Siamo Noi...Solo Noi! Vorremmo spendere due parole in favore di chi come anche due nostri soci, non sono più potuti partire per assistere alla gara contro il Sassuolo a causa del posticipo alla domenica di una gara inizialmente prevista per il sabato sera. Soldi dei voli aerei persi, soldi di auto a noleggio persi e soldi di prenotazioni alberghiere effettuate su booking.com persi! Nessuna parola da parte della Società. Ma del resto cosa potevamo attenderci da una Società che non si è nemmeno degnata di dire due parole a favore di tutti quei tifosi, come noi, rientrati da Istanbul senza nemmeno aver potuto assistere alla gara???? Andrea Agnelli ma sei il Presidente di questa Società??? Sei davvero il tifoso numero 1 di questa squadra???? Iniziamo ad avere dei seri dubbi! Siamo davvero stanchi e schifati di queste situazioni che penalizzano sempre i veri tifosi come noi! E noi poi dovremmo fare sempre sacrifici per seguire la squadra ovunque e comunque! No, sinceramente iniziamo ad averne le palle piene e stufi di questa indifferenza totale da parte della Società, vedi anche la distribuzione dei tagliandi per la gara JUVENTUS - ROMA....una distribuzione assurda che non tiene assolutamente conto di una meritocrazia....E noi poi, dovremmo esserci comunque al nostro posto anche in Coppa Italia contro l'Avellino? No! Non ci saremo! Ci era balenata l'idea, ma il tempo dei sacrifici è passato. Qui facciamo salti mortali per seguire la Juve ovunque e credeteci per questi motivi appena narrati, abbiamo deciso di non fare l'ennesimo sacrificio settimanale di mercoledì per una gara inizialmente prevista per gennaio ma poi programmata per mercoledì 18 dicembre. Avremmo fatto una colletta per spesare i due ragazzi da mandare! Da Agosto abbiamo tirato il carro, abbiamo seguito la Juve ovunque da Torino, in Italia e in Europa. Adesso abbiamo bisogno di rifiatare un pochino, anche perchè già domenica si riparte in auto in 5 alla volta di Bergamo, dove come sempre NON MANCHEREMO! Ecco Avellino e Bergamo, due partite sulla carta agevoli ma da non prendere per nulla sotto gamba. Ad iniziare da mercoledì sera contro gli irpini, gara che rievocherà vecchi ricordi legati agli anni ottanta, gara che varrà il passaggio ai quarti di finale della Coppa Italia, un altra coppa che sembra diventata maledetta, visto che da anni proviamo a vincere la decima! 
AVANTI JUVENTUS, AVANTI JC ANDRIA! FIERI DI NOI!
 

 
 
TANTO ONORE A LORO
 
Eccoli i nostri reduci di Istanbul! Eccoli qui ritratti sorridenti sul pullman di linea, mentre vengono condotti verso lo stadio del Galatasaray. Siamo alle 19,00 circa ora turca, quando ancora non immaginavano minimamente, quello che sarebbe accaduto di li a qualche ora. Vederli così "coperti" soprattutto il Presidente, al centro con piumino bianco e Fabio al suo fianco a destra, ci fa comprendere quanto freddo effettivamente facesse. Ma dobbiamo complimentarci anche con Federico Ieva (il secondo da sinistra) e Vincenzo Suriano due soci storici del nostro club che seguono la Juve da sempre in ogni dove. Federico del resto è un abbonato da anni in Curva Sud a Torino, mentre Vincenzo Suriano è oramai stato ribattezzato "l'uomo delle nevi", vista la sua precedente avventura in quel di Poznan! Un plauso lo merita anche Francesca Lampo la simpaticissima ragazza di Federico. Poi ci sono state le new entry di Nicola Reggente (il primo a sinistra) e Simone, il primo ragazzo intelligentissimo che non finiva mai di parlare....il secondo invece molto taciturno! Un piacere, come sempre, anche la compagnia di Pasquale Cipriani da Gravina e dei ragazzi dello JC TRANI Alessandro il Presidente e Andrea. Esserci è stata l'ennesima dimostrazione di che club siamo! Un club fatto, lo ripetiamo, di cose reali, non virtuali, non scritte sui social network o chiacchiere (puttanate....) da bar! Noi la Juve la amiamo alla follia è la seguiremo sempre, ovunque e comunque! Nonostante tutto i reduci di Istanbul sono rientrati orgogliosi e soprattutto a testa altissima potendo dire un giorno: Io c'ero, noi c'eravamo: JC Andria Presente! Anche al club nonostante la partita sia stata disputata su due giorni e nonostante l'ora scomoda del mercoledì, c'era tantissima gente. Al martedì sera, club tutto esaurito, all'ora di pranzo di mercoledì invece affluenza inferiore ma comunque "importante". 
LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI! Ci ha fatto molto piacere ricevere sms di altri soci o amici, che pur odiando la Juve e che tifano per altre squadre, hanno scritto: ONORE A VOI! Questo ci ha fatto passare la rabbia per l'eliminazione e per il fatto di non aver potuto vedere la partita. Questo sta a significare quanto importante sia la nostra realtà è quanto stimata sia!  
P.S. Adesso per noi l'Europa comunque continua....per altri il cinema si sposterà, dal martedì o mercoledì al giovedì.....o meglio per loro l'avventura in GUFOLEAGUE....continuaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa! Ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah!


 

 
 
"AGGHIACCIANTE" ISTANBUL
 

Per dirla proprio all'Antonio Conte la trasferta di Istanbul è stata a dir poco "agghiacciante"! Epilogo amaro ed incredibile! Partita rinviata è rigiocata al giorno dopo, con clamorosa ma meritata eliminazione! Come avrete notato non vi abbiamo subito rendicontato sulla nostra trasferta turca. Ci sono voluti ben due giorni per "riprenderci" dal contraccolpo di questa prematura eliminazione dalla Champions League! Ecco, questo per farvi comprendere chi siamo effettivamente noi dello JC ANDRIA. Gente passionale, gente vera, gente che non si nasconde dietro a nulla, gente che non ha problemi nel riconoscere che la delusione è stata grande, ma anche gente con due COGLIONI così grandi che incassato il colpo si è subito rialzata ed è già pronta a lottare sui tre fronti in cui saremo impegnati di qui a maggio! Il fronte europeo adesso si chiamerà Europa League, competizione già disputata in due occasioni. E' pur sempre una coppa europea, tra l'altro l'unica che mancherebbe delle competizioni UEFA nella nostra bacheca (anche se abbiamo la vecchia Coppa Uefa). Pertanto è d'obbligo provare a vincerla questa competizione non fosse altro per il fatto che la finale si giocherà proprio nella nostra casa: allo JUVENTUS STADIUM! Dobbiamo a questo punto, costi quel che costi, provare ad arrivarci a questa finale. Non avrà il prestigio, soprattutto economico della Champions League ma è pur sempre un inizio per ricominciare a trionfare in Europa. Poi non dimentichiamolo: vincere l'Europa League ti porta a disputare la finale di Supercoppa Europea. Quindi sono tanti i motivi che ci inducono a fare bene in questa nuova avventura. Che non sia stato uno scherzo del destino?????? Ma ritorniamo indietro, ritorniamo alla trasferta di Istanbul, alla maledetta partita giocata e spalmata su due giorni! Partiamo da Andria martedì mattina all'alba, nel pieno della protesta dei forconi, lasciamo i nostri cari con un tantino di preoccupazione. Ma la nostra mentalità ci induce ad esserci sempre, senza se e senza ma! Si parte con le auto destinazione aeroporto di Bari Palese. Il Presidente passa a prelevare il Segretario. Ebbene si, ci sono proprio loro assieme, due dei "pezzi da novanta" del nostro club. Preleviamo da Trani, Andrea e Alessandro, nostri inseparabili amici di viaggio. In Aeroporto si unisce a noi Pasquale Cipriani di Gravina di Puglia, immancabile, da anni al nostro fianco! Raggiungiamo l'aeroporto barese con largo anticipo rispetto alla partenza del primo volo per Roma. Colazione abbondante è poi via ci si imbarca per Roma. Sul volo per la capitale ci imbattiamo in Guido Angelozzi attuale DS del Bari ed ex ds della Fidelis Andria dei tempi d'oro e in due juventini "andriesi". Uno è l'onorevole Benedetto Fucci diretto al parlamento per il voto delle camere al Governo Letta, ma subisce tutto il nostro disappunto per quello che continuano a non fare per l'intero Paese, l'altro è Marco Caruso che si accingeva a partire per il suo viaggio di nozze con l'amata moglie sposata sabato scorso. Arriviamo a Roma e ci si dirige subito verso i banchi della TurkishAirLines per effettuare i check in dei voli di andata e ritorno dalla Turchia. Il tempo di salutare gli amici dello JC ANZIO NETTUNO anche loro ovviamente diretti a Istanbul ma con volo dell'Alitalia ed è gia orario di imbarcarci per la vecchia Costantinopoli. Francesco Nicolamarino fa da scuola a tutti, raccontando fatti storici legati alla megalopoli che sorge sulle rive dello stretto del Bosforo! Inizia in pratica "l'avventura turca". Fabio scherzando dice...."come è dura l'avventura..."! A bordo del volo della compagnia di bandiera turca scopriamo l'efficienza ed i servizi offerti dalla stessa, di gran lunga superiori a quelli che oggi giorno offre la oramai derelitta Alitalia. Un ottimo pasto effettuato sia in andata che al rientro. In perfetto orario si giunge a Istanbul dove all'arrivo troviamo una temperatura già abbastanza gelida ed un ometto che ci attende con un cartello "NICOLA... MARINO"....che ridere.....In mini bus veniamo condotti al nostro Hotel nei pressi dell'Aeroporto di Ataturk. Controlli ovunque prima di entrare dentro. Ti accorgi che in quelle zone si vive con la fobia degli attentati kamikaze. Albergo spettacolare. Ci assegnano le stanze al 18° piano, in pratica l'ultimo, molto ma molto confortevoli. Alle 17 ci diamo appuntamento per ripartire sempre in taxi verso la Piazza Taksim, nel cuore di Istanbul, dove alle 18 si erano dati appuntamento tutti i tifosi juventini giunti da ogni parte dell'Italia. Con molta difficoltà per via del traffico pazzesco e delle difficoltà nel comunicare con il tassista riusciamo comunque ad arrivare nel punto prefissato. Li, avevamo appuntamento con gli altri nostri soci andriesi arrivati a Istanbul già dal giorno prima, come Federico Ieva con la sua ragazza Francesca, Nicola Reggente, Vincenzo Suriano e Simone. Impieghiamo almeno mezz'ora abbondante per riuscire a ritrovarci tutti, tra costi di telefonate elevatissime e problemi nell'individuare la zona da dove partivano tutti i tifosi juventini con i mezzi di linea, fatti predisporre dall'Ambasciata Italiana a Istanbul su indicazioni della Farnesina per evitare ogni tipo di problema, memori dell'esperienza dei laziali a Varsavia. Finalmente ci uniamo ai restanti italiani. Scarichiamo un po di tensione giustamente accumulata e saliamo a bordo dell'ultimo mezzo della colonna di pullman fermi in una via in discesa e completamente al buio, non prima di aver salutato i vari amici di ogni dove. A bordo del pullman...ci sciogliamo definitivamente ed iniziamo a cantare. Arriviamo dopo un' altra ora di cammino nel traffico (pazzesco) sotto lo stadio del Galatasaray. Il primo impatto è sconcertante. Ci aspettavamo un impianto spettacolare, ma almeno guardando l'esterno ne restiamo colpiti in negativo per il tantissimo cemento a vista! Si entra dentro, anche qui impatto negativo. Ti aspettavi impianto ultramoderno per come viene descritto, ma in realtà il nostro JUVENTUS STADIUM è davvero insuperabile! Settore ospiti ingabbiato con le gradinate che vanno ad intersecarsi con la curva, in pratica un po come avviene a Genova. Ma si può ci diciamo, costruire uno stadio nuovo e non renderlo funzionale ed agevole in ogni settore??? Assurdo. Ci posizioniamo completamente a destra del settore al confine con la "Gradinata". La nostra pezza la attacchiamo come sempre in prima linea sulla vetrata, con al fianco una serie di pezze di altre realtà che come noi seguono la Juve in ogni dove, come MASSA, TRANI, BASSA VALLE, PORTO ERCOLE, BISCEGLIE, JDS e RAGAZZI UNGHERESI. Il freddo si fa sempre più pungente. Il vento è fastidiosissimo, ma nulla lascia presagire ad un repentino peggioramento delle condizioni atmosferiche. Ci riscaldiamo saltellando, scherzando tra di noi, bevendo birre e mangiando "schifosissimi" panini alla salsiccia.....turca....che davano di puzzo di sudore ascellare...Il settore si va man mano riempiendo, ci accorgiamo di essere davvero tanti per una trasferta così delicata e "calda" come Istanbul. 1.300 sicuramente. Un numero importante per una trasferta così lontana! Di caldo sino a quel momento però non si vedeva proprio nulla. Ci avevano descritto di una trasferta dura, una trasferta da fare ad ogni costo almeno una volta nella vita, di una tifoseria spettacolare....ragazzi ma ci credete che di tutto questo non abbiamo davvero visto e percepito nulla???? Delusione totale! Di caldo c'eravamo noi tifosi juventini, che massicci e compatti ci facevamo sentire con belle botte di tifo! Inizia la gara, la Juve è in formazione annunciata, con l'unica assenza di Andrea Pirlo per infortunio. La squadra tiene bene il campo, controlla l'avversario e quando si spinge in avanti va vicinissima alla rete con Llorente. Poi incursione di Asamoah che crea scompiglio nella retroguardia turca. Poi più nulla, anzi il vero "inferno" ma quello scatenato da una tormenta di ghiaccio e neve che in pochissimi minuti rende il campo impraticabile. Le squadre fanno rientro negli spogliatoi. Siamo al minuto 31 del primo tempo sul risultato di 0-0. La situazione sembra migliorare. Smette di nevicare.  A nostro avviso si poteva continuare a giocare, del resto tre anni fa a Poznan in Polonia (c'eravamo anche li) si è giocato nella stessa, se non peggior situazione. Assurdo. L'arbitro e la Uefa decidono di non far riprendere più la gara. Delusi ed affranti ci stringiamo nelle spalle ed imprechiamo contro chiunque. Quando fai sacrifici economici non indifferenti, salti mortali pur di esserci in una trasferta così, una situazione del genere ti fa davvero andar fuori di testa. Stacchiamo la nostra pezza ed iniziamo ad informarci via sms o su internet sull'eventuale decisione di quando far proseguire la gara. Tutti speriamo in un rinvio a data da destinarsi. Ma in realtà mentre tornavamo nella Piazza, apprendiamo che la gara sarebbe stata disputata all'indomani proprio all'orario in cui noi saremmo ripartiti da Istanbul. Noi, come quasi la stragrande maggioranza dei tifosi. Assurdo, decisione assurda. Tutto ciò nonostante poi nella notte sia continuata a cadere neve su di un campo non riscaldato che per renderlo sgombro dalla neve e dal ghiaccio lo hanno dovuto "raschiare" e praticamente rovinare del tutto, riducendolo ad un campo di patate. Giocare una gara di Champions in quelle condizioni era praticamente assurdo, ma la Uefa ha deciso che si doveva giocare.  Con questo non vogliamo accampare scuse, non vogliamo cercare degli alibi ad una eliminazione che alla luce delle sei partite disputate è apparsa più che meritata. Spiace dirlo ma è così. Ci avevamo creduto, ci credevamo, visti i risultati che hanno continuato a tenerci in gioco, che ci hanno portato addirittura a giocare la gara di Istanbul con due risultati su tre a disposizione. Tornati nella piazza principale di Istanbul, ci salutiamo con Federico Ieva e Vincenzo Suriano che avevano l'albergo, vicino alla Moschea Blu, tutt’altra zona rispetto al Presidente e Segretario che a loro volta  si incamminano verso l’appuntamento con il tassista che li avrebbe riportati in albergo. Bisognava stare molto attenti a camminare, a terra era tutto pieno ovviamente di neve, con lastre di ghiaccio molto pericolose. Rinunciamo alla passeggiata notturna che avevamo pensato di fare. Eravamo stanchi ma soprattutto arrabbiati per non aver potuto assistere all’intero incontro. Chiediamo al tassista di portarci immediatamente in hotel. Arriviamo dopo un oretta di cammino. In albergo nonostante l’ora tarda chiediamo di poter mangiare qualcosa e consultiamo i siti internet per verificare l’evolversi della situazione. La stanchezza mista a delusione prevale. Andiamo a nanna quando sono le due ore locali. Al mattino mega colazione davvero abbondante per poi seguire una diretta live dallo stadio del Galatasaray da parte di una emittente locale. Fuori nevica tantissimo, ma allo stadio si spala affinchè la gara si possa giocare. Noi continuiamo a sperare che possa definitivamente essere rinviata a data da destinarsi. Ci accorgiamo che il campo nel modo in cui veniva spalata la neve si stesse rovinando tantissimo. Giunge l’ora della partenza verso l’aeroporto. Ci sentiamo come dei traditori che abbandonano la propria squadra al suo destino. In tanti anni di trasferte questa situazione ancora ci mancava. In aeroporto apprendiamo che il volo subirà un ritardo (alla fine due ore e mezza) che non ci permetterà, come inizialmente previsto, di poter nemmeno assistere alla gara dall’aeroporto di Fiumicino. Sconforto più totale. L’aereo parte una mezzoretta prima che la gara iniziasse. Guardiamo il cielo di Istanbul con lo sguardo quasi perso nel vuoto. Quasi avessimo un presagio di quello che di li a poco si sarebbe verificato. Arrivati a Roma Fiumicino, la gara è terminata da una decina di minuti. Accendiamo i telefoni è scopriamo che la Juve era fuori dalla Champions (1-0 il finale in favore dei turchi). Imprecazioni, pugni sui sedili, poi il silenzio! Non averla nemmeno potuta vedere in Tv è stata per noi una sofferenza. A bordo sembravamo dei leoni in gabbia. Mai in vita nostra era accaduto che la Juve giocasse e noi non fossimo riusciti a seguirla nemmeno attraverso una radiolina. Mai! A Roma sostiamo per quasi tre ore, su internet ci vediamo e rivediamo le azioni più salienti ed il maledetto gol subito a pochissimi istanti dal termine. Siamo affranti, ma il Presidente, da tifoso navigato è li pronto a consolare tutti. Racconta di peggiori delusioni.

La Champions è inutile da quella terribile serata del 29 maggio 1985 continua ad essere per noi una maledizione. Succede sempre di tutto. Adesso anche la neve ci voleva. Ma siamo convinti che prima o poi questa maledizione avrà fine! Alle 21 giungiamo finalmente ad Andria. Ma questa nonostante tutto, sarà una trasferta che non dimenticheremo più!  Adesso ci rituffiamo nel campionato. Domenica si giocherà contro il Sassuolo. Sfida da non sottovalutare e soprattutto pericolosa in virtù di eventuali contraccolpi psicologici che potrebbero innescarsi nella squadra, vista l’uscita dalla Champions. Bisogna vincere per riprendere la nostra marcia trionfale in campionato. Domenica nessuno dei nostri soci sarà presente allo Stadium (clamoroso), sia per la seconda giornata di squalifica della Sud e sia in virtù del posticipo della gara alla domenica sera. I nostri soci (4) che avevano già prenotato un volo, hanno visto perdere (per l’ennesima volta) soldi e ovviamente possibilità di assistere alla partita. Scherzi del calcio moderno! Semplicemente assurdo.

JC ANDRIA….IL VIAGGIO CONTINUA…..SEMPRE A TESTA ALTA!

 

 
 
ESPUGNATA BOLOGNA. PRONTI ALLA BATTAGLIA DI ISTANBUL
 
Sapevamo che vincere al Dall'Ara di Bologna sarebbe stato il miglior viatico sulla difficile strada verso la gara di Istanbul di martedì sera. La Juve ha ovviamente fatto il suo dovere, vincendo a Bologna per 2-0 per presentarsi in Turchia nella condizioni migliori, sia a livello psicologico che fisico. Arrivare alla gara più importante di questa prima parte di stagione da primi in classifica nel nostro campionato con ben tre punti di vantaggio sulla Roma è addirittura con ben 8 punti sul Napoli, è davvero un bel vantaggio che francamente nemmeno noi ci aspettavamo soltanto un mese addietro. Alla gara di Istanbul ci arriviamo anche da secondi in classifica nel Girone B della Champions, piazzamento che se mantenuto anche al termine della partita in terra turca, vorrà dire passaggio agli Ottavi di Finale. Per poterlo mantenere, la Juve dovrà semplicemente non perdere. Vittoria o pareggio non fa differenza per noi. Loro dovranno necessariamente vincere. E' una partita in pratica da dentro o fuori! Noi siamo la Juve è sappiamo quello che vogliamo è come andare a prendercelo. Non ci faremo assolutamente influenzare dal difficile e temibile ambiente che si respirerà nel bellissimo stadio del Galatasaray. A livello di tifo sarà una esperienza affascinante per chi come noi, vive di anche queste cose. Ma facciamo un passo indietro, per un attimo cerchiamo di non pensarci alla trasferta a Istanbul, anche se siamo oramai tutti li con la mente. A Bologna non era semplice mantenere la giusta concentrazione alla vigilia di un impegno così importante. Ma Antonio Conte riesce sempre ad isolare la squadra per far trovare sempre le giuste motivazioni. I giocatori hanno imparato a gestire partita per partita. Del resto quando ti permetti di cambiare ben cinque titolari è riesci comunque a gestire in maniera impeccabile e perfetta la gara, questo ci fa comprendere quanto affidabile sia la nostra rosa gestita alla perfezione da un grande condottiero di nome: ANTONIO CONTE! Cambiano gli attori in campo, ma il risultato non cambia mai. Noi tifosi ci divertiamo, quelli avversari si deprimono invece sempre di più! Di Arturo Vidal in apertura e di Chiellini in chiusura di partita le reti della vittoria bianconera. Nel mezzo tante altre occasioni, buona condotta della gara, qualche piccolo rischio corso e soprattutto settima vittoria di fila centrata è imbattibilità della porta di Gigi Buffon salita adesso a 640 minuti. Suo record personale! Altri tre punti pesantissimi sulla Via Emilia dopo quelli raccolti a Parma. La trasferta dei nostri soci saliti su a Bologna è stata più divertente del previsto. Una squadra di soci inedita ed insolita si era venuta a formare alla vigilia, ma ancora una volta, si è avuta la dimostrazione di come si stia bene assieme,  indipendentemente dal fatto se ci si conosca o meno. Chiunque frequenti i nostri viaggi anche solo sporadicamente ne resta sempre estasiato è tremendamente galvanizzato al termine! Partenza inedita per questa trasferta. Alle 12,30 i componenti del pullmino da nove posti erano tutti in Piazza Imbriani, luogo ad "alta densità gobba", pronti a partire per Bologna. Tutti puntualissimi tranne Fabio, ancora impegnato in ufficio. Ma dopo soli 5 minuti di attesa arriva anche lui, che pur di seguire la Juventus anche di venerdì è pur di non lasciare soli i ragazzi prenotati ha dovuto chiedere a lavoro,  un permesso di uscita anticipato! Mentalità! Alla guida del mezzo il grande Vincenzo Ferrucci, Presidente dello JC CORATO, con al suo fianco il simpaticissimo Marino e il segretario Fabio, nella stessa posizione di Livorno (la scaramanzia la fa da padrona....). In seconda linea Gaetano Procacci dello JC TRANI, la nostra rivelazione annuale Tommy Moscatelli e Riccardo Matera (una bellissima persona e soprattutto uno di quelli che chiunque vorrebbe sempre portare dietro....). Sulle retrovie il "Vinello Group" con Luciano Mariano & C. tornati dopo un lungo periodo di assenza. Ma prima di lasciare Andria, Fabio e Riccardo Matera invitano tutti ad un caffè al Bar Aurora, bar juventino che frequentiamo quando partiamo con mezzi più piccoli...anche qui scaramanzia...l'ultima volta a Livorno aveva portato più che bene (badate ai due risultati.....)! Sino alla stazione di servizio Conero Est nessuno sosta, poi ci si ferma per un caffé e per attendere gli amici di Montescaglioso, anche loro come noi in pullmino da nove posti ed anche loro come noi sempre presenti! Di li si riparte tutti assieme, l'adrenalina inizia a salire. Ci sentiamo prima con il Presidente del Gruppo Tradizione, poi con i ragazzi di Bassa Valle è poi con quelli di Aosta, tutti in viaggio direzione Bologna. Alle 18,30 siamo all'uscita autostradale di Casalecchio di Reno. In perfetto orario. Troviamo già diversi pullman di tifosi giunti da ogni dove, perchè la Juve, lo ricordiamo sempre, è la vera squadra della Nazione! Giungiamo allo stadio nel solito vialone che conduce al settore Ospiti e alla Curva San Luca. Noi parcheggiamo quasi sotto la San Luca, avendo quasi tutti i biglietti di quella curva dove non c'era bisogno di tessera del tifoso. Ad attenderci troviamo la sempre nutrita pattuglia di soci di Andria ma residenti al Centro Nord Italia. Da Giuseppe Tattolo (immancabile da Firenze) a Vincenzo Giannelli con suocero (da Marradi) e sino a Roberto Nicolamarino (figlio del nostro Presidente, direttamente da Torino in treno). Tutti assieme con i ragazzi del Gruppo Bassa Valle capitanati dai simpaticissimi Ale Freydoz e Daniele ci siamo diretti verso l'ingresso della Curva San Luca dove avevamo il primo problema da risolvere. Far entrare tre nostri ragazzi che non solo non avevano la t.d.t., non solo non avevano la San Luca, ma addirittura la Curva Bulgarelli, la curva rossoblu. Infatti pur di partire, essendo terminati i biglietti di San Luca i tre avevano deciso sotto disposizioni di Fabio di procedere con l'acquisto della curva locale. Come al solito dopo aver parlato con il primo, il secondo, il terzo addetto agli ingressi...si è deciso di fare da Noi......superato a nostro modo il primo controllo....ai tornelli i tre sono entrati ognuno "scortato" da un altro socio....in pratica....in due con un biglietto......a saperlo prima....avremmo fatto a meno di acquistare anche la Bulgarelli per i tre. Che ridere appena dentro! Entriamo lo stadio è pieno, ma come sempre ci accorgiamo di essere davvero in tantissimi. Settore Ospiti, Curva San Luca è metà tribuna con metà distinti sono tutti bianconeri....te ne accorgi già dal primo...CHI NON SALTA BOLOGNESE E'.....Posizioniamo la nostra pezza ANDRIA PRESENTE, sulla vetrata centrale in pratica dietro la porta (come da foto articolo), per poi metterci tutti a ridosso del settore ospiti dietro lo striscione TRADIZIONE con al fianco le sezioni di Roma, Milano e Napoli. Fabio con il suo incredibile scotch....aiuta in pratica tutti i gruppi e sezioni ad attaccare le proprie pezze. Inizia la gara, tifo blando da parte nostra...ma quando di fronte hai una curva deprimente...alla lunga non puoi che adeguarti! Solita "noiosa e pallosa trasferta". Alla fine tutti a cavallo della vetrata centrale ad attendere la squadra per il saluto finale con la nostra bandiera ANDRIA 2003 in primissima linea sventolata da Tommy! Alla fine baci e abbracci con tutti gli amici per poi ripartire immediatamente. La strada è lunga è pesante. Del resto solo gente ANORMALE, con la nostra mentalità è follemente innamorata di questi colori...potrebbe capire cosa voglia significare....fare 1.200 Km tra andata e ritorno di venerdì sera! Al rientro cambio alla guida con Riccardo Matera che ci conduce ad Andria alle 6,00 del mattino dopo sole due soste in autogrill è con Fabio e Marino che a rotazione lo tenevano abbastanza sveglio....disquisendo di tutto...di più...dal lavoro alla politica...dal calcio alla vita privata....  
NOI SIAMO LO JUVENTUS CLUB ANDRIA! QUELLI DI ANDRIA PRESENTE. LE CHIACCHIERE DA BAR LE LASCIAMO FARE AGLI ALTRI....A LORO SI CHE PIACE CHIACCHIERARE.....BLA' BLA'...BLA'....BLA'...BLA...BLA'......
SALUTATE LA CAPOLISTA!!!!!!!!
 

 
 
JC ANDRIA SEMPRE IN PRIMA LINEA
 
Eccoli i nostri ragazzi, al termine della partita di Bologna, mentre attendono la squadra, a cavallo della vetrata della curva San Luca per il saluto finale! Questi siamo Noi, gente cresciuta di anno in anno, gente che si è saputa fare tanta strada in curva come in tutto quello che da dieci anni organizziamo è portiamo avanti con tanta PASSIONE & MENTALITA'. TANTO ONORE A NOI!
Come dice il nostro Presidente: "L'INVIDIA E' DAVVERO UNA BRUTTA BESTIA!"
E' già ora di partire: tra lunedì e martedì ben 8 soci del nostro club saranno presenti nella bolgia di Istanbul per portare ANDRIA PRESENTE anche in TURCHIA. orgogliosi di loro! A condurre la pattuglia, il Presidente ed il Segretario, due delle colonne portanti del nostro club, assieme per conquistare gli OTTAVI DI FINALE!
Dopo le tappe all'Est Europa di Poznan e Donetsk adesso anche ISTANBUL nel nostro lunghissimo tour europeo! 
Buon Viaggio fratelli!  
 

 
 
FINO ALLA FINE FORZA JUVENTUS....CHE GRAN GODURIA!
 
Iniziamo dalla fine, la nostra cronaca dell'ultima gara della Juventus contro l'Udinese vinta per 1-0 grazie alla rete al primo minuto di recupero da parte di Fernando Llorente, il nostro nuovo bomber! Era da poco terminato il fantastico coro FINO ALLA FINE FORZA JUVENTUS.....inscenato dai quasi 13.000 bambini che hanno riempito le due curve dello Juventus Stadium, rendendo il clima meno gelido, di quanto sarebbe stato con i settori vuoti e soprattutto sorprendendoci per l'intensità dei cori stessi e per il supporto quasi costante fornito. Certo in alcuni frangenti si sentiva tantissimo la mancanza della spinta della Curva "titolare", ma questo già lo sapevamo ed ecco perchè continuiamo a ribadire che questa normativa va cambiata al più presto. Terminato il coro che invitava a crederci sino all'ultimo respiro, ecco che la Juve dapprima sfiora il gol sempre con Llorente che di testa a portiere battuto si vede respingere sulla linea la sua conclusione, per poi andare in rete al primo dei tre minuti di recupero con un azione incredibilmente "fortuita" che ha permesso all'attaccante spagnolo, autentica rivelazione, di trovarsi sulla traiettoria giusta per indirizzare ancora di testa,  la palla di quel tanto verso la parte della rete dove il portiere udinese non poteva assolutamente arrivarci! Esplode lo stadio, esplode il nostro club. Pieno come non mai. In quel momento non abbiamo davvero capito più niente, ma credeteci il primo pensiero è andato a quei tanti "tirapiedi di merda" che odiano la nostra Juventus! Pensavamo alle loro facce in quel momento, alle loro imprecazioni, alle loro espressioni! Tutto questo ragazzi non ha prezzo e ci ha fatto godere ancora di più, più di quella rete della vittoria strappata al 91° di una partita che come ci aspettavamo è stata dura e difficile. Una vittoria che vale tre punti, ma che a livello psicologico sono quelle vittorie, come si suol dire, da 6 punti, che gasano chi le ottiene e deprimono chi ti insegue! Ma del resto chi ci insegue è già abbastanza depresso di suo....ah ah ah ah ah ah! Ritorniamo per un attimo ai bambini: davvero un esperimento stupendo, fantastico, una idea geniale, ma ripetiamo sarebbe bello poter ospitare i bambini mischiati a noi anziani in curva. Del resto loro, la futura generazione di tifosi bianconeri si è comportata esattamente come noi grandi, accompagnando il portiere avversario, ad ogni rinvio dal fondo, con il classico coro...."MERDAAAAAAAA". Troppo bello, troppo forte, sentire le loro vocine tutte assieme intonarlo. Questo ha poi scaturito le solite assurde polemiche dei falsi giornalisti moralisti e perbenisti, invidiosi di questa iniziativa (la Juve è sempre prima in tutto) che hanno poi generato anche una multa alla nostra Società. Ma diciamo noi, ma si può???? Ma davvero siamo arrivati alla frutta???? Ma si può punire un semplice Merda....parola diffusissima nel vocabolario di ognuno di Noi e soprattutto se fatto scherzosamente da tanti bambini assieme. Assolutamente No. Siamo davvero indignati e anzi ci complimentiamo con tutti quei bambini per averlo fatto e per averci fatto sorridere e fatta passare l'incazzatura di non esserci potuti essere li al nostro posto, come facevamo ininterrottamente dall'inaugurazione del nostro stadio dall'otto settembre 2011! Sempre presenti! Si sempre Presenti! Ma anche domenica sera noi c'eravamo, seppur in silenzio, seppur in anonimato, ma una nostra piccola rappresentanza è stata comunque presente allo JSTADIUM. Nella foto dell'articolo, eccoli in posa nel piazzale della Curva Sud prima di dividersi tra chi è riuscito a prendere posto in Tribuna Ovest e chi in Tribuna Family. Loro avevano già prenotato i voli prima che le curve fossero squalificate. Riccardo Mari (uno dei tanti barbieri andriesi nostri soci) e Gaetano Lorusso nel centro della foto e Roberto e Giorgio Nicolamarino (ancora una volta) rispettivamente a sinistra e destra della foto e sullo sfondo i tantissimi bambini già in coda per poter entrare nel nostro tempio: LA CURVA SUD! In modo inconsueto ed in diretta, i nostri soci cercavano di farci vivere comunque le emozioni che una trasferta in quello stadio ti sa trasmettere. Certo non vedere la nostra curva colorata dai soliti striscioni ti metteva angoscia! Purtroppo sarà così anche nella prossima sfida casalinga contro il Sassuolo. La gara, come dicevamo, è stata più dura del previsto e se non fosse stato per San Gigi Buffon, giunto alla sesta gara senza subire reti, forse oggi staremmo qui a parlarvi di un altro risultato. La Juve non ha giocato come suo solito, molti elementi erano stanchi. La sfida al Copenaghen ha lasciato il segno. Poi ci si è messa anche la sfortuna con il serio incidente di gioco che ha estromesso Pirlo dalla partita e che adesso lo vedrà fuori per 40 giorni almeno. Ma noi non ci piangiamo di certo addosso, sapremo superare anche quest'altra prova, sapremo sopperire alla mancanza del nostro regista, della nostra mente. Certo sarà una assenza importantissima soprattutto in quel di Istanbul. Ma la forza di una grande squadra la vedi proprio in queste circostanze. Nonostante l'appannamento di alcuni elementi, nostante l'uscita di Pirlo, la Juve ci ha creduto sino alla fine per poi trovare davvero all'ultimo respiro una rete più che fondamentale. Adesso in classifica abbiamo allungato sulla Roma portandoci a + 3, abbiamo mantenuto i sei punti dal Napoli, ma abbiamo creato il vuoto dietro queste due formazioni. Del resto con un ruolino di marcia come quello nostro, non poteva che essere così: 12 vittorie, un pareggio ed una sola sconfitta maturata in 15 minuti! Record di punti da quando Antonio Conte siede sulla panchina della Juventus. Ben 5 in più rispetto alla scorsa stagione. Volete che continuiamo a darvi i numeri???? No lasciamo perdere altrimenti qualcuno poi dice che siamo ANORMALI....ah ah ah ah ah ah! Troppo nervosismo inutile in giro, troppe puttanate si dicono e si sentono! Noi il calcio e la passione la intendiamo in altro modo....un modo vero e genuino e soprattutto ci facciamo i CAZZI nostri! Starci dietro comprendiamo quanto sia difficile....probabilmente lo saremo davvero....ma siamo ORGOGLIOSAMENTE ANORMALI! 
Talmente anormali che anche di venerdì, questa volta a Bologna, come nostra prassi e consuetudine, siamo riusciti nell'intento di allestire un altro furgone da 9 posti, con Fabio l'infaticabile segretario, Tommy Moscatelli, Luciano Mariano & C., Vincenzo Giannelli, Roberto Nicolamarino, Giuseppe Tattolo, Alessandro Caldarone e Vincenzo presidente dello JC CORATO con il simpaticissimo Marino, che hanno risposto presenti in questa insolita uscita settimanale, dove vuoi per il freddo, vuoi per le insidie che da sempre la trasferta bolognese nasconde, non sarà certamente una passeggiata sia in campo che fuori, il tutto prima della infuocata trasferta di ISTANBUL che ci vedrà come sempre presenti in prima linea!
Noi la Juve la seguiamo sempre, non siamo gente occasionale, non siamo quattro coglioni e soprattutto abbiamo rispetto di tutto e di tutti ma esigiamo altrettanto rispetto! A qualcuno questo messaggio continua ad essere ancora poco chiaro!
P.S. La Juventus ha vinto il ricorso all'Alta Corte del Coni circa la suddivisione dell'incasso della finale di Supercoppa Italiana! Avevamo ragione noi. Lotito è un delinquente, del resto gli stessi tifosi laziali, ai quali va tutta la nostra solidarietà per gli arresti di Varsavia, non lo hanno mai sopportato. Hanno ragione! Sempre più contenti di non esserci stati quella sera li all'Olimpico. Con il cuore e con la mente noi c'eravamo comunque!
Fervono i preparativi per la festa del NATALE BIANCONERO e il completamento delle attività del nostro DECENNALE. Tante sorprese ancora ci aspettano! Tra qualche giorno vi comunicheremo anche i regali disponibili collegati alla tessera del club! Contiamo di consegnarVi tutto per la festa del prossimo 29 dicembre.
JC ANDRIA SEMPRE IN MOVIMENTO, SEMPRE AL LAVORO PER TUTTI VOI!
 

 
 
ROBERTO, ANTONELLA &......CHIARA! AUGURONI RAGAZZI
 
Martedì 3 dicembre è nata Chiara Lomuscio, la figlia primogentita del nostro "speciale" socio Roberto! Speciale perchè Roberto fa tantissimo da sempre per il nostro club! E' lui l'ideatore grafico di ogni qualsiasi nostra iniziativa è lui che si rende sempre disponibile a qualsiasi ora del giorno e anche della notte per approntare tutto quello che gli viene chiesto e commissionato dal nostro Presidente, sempre molto esigente! Un esempio??? Lo scorso campionato, c'era la possibilità che la Juve rivincesse (poi accaduto) il campionato proprio il 5 maggio! Bene per festeggiare quella ricorrenza a noi tifosi gobbi tanto cara (per altri invece un vero e proprio incubo), Roberto Lomuscio si mise da subito al lavoro, dal fischio finale dell'arbitro della gara Juventus - Palermo che sancì il nostro 31° scudetto, per far si che al mattino del giorno dopo, tutto fosse già pronto! Questo è in sintesi Roberto Lomuscio, persona umilissima, garbatissima ed educata, come del resto tutte le persone che frequentano il nostro club. A Roberto e alla sua cara e dolcissima moglie Antonella (eccoli ritratti assieme nella foto dell'articolo) giungano le nostre felicitazioni per questo lieto evento che trasformerà in postivo la vita della famiglia Lomuscio. Ve lo meritavate per quello che siete! Grandi lavoratori e persone piene di principi sani! Come si suol dire due persone con la "testa sulle spalle". Ricordiamo con immenso piacere Antonella alla festa del decennale alla Lampara con il suo pancione.
Non volle mancare perchè chiunque ci frequenta, soprattutto le mogli e consorti dei nostri soci, difficilmente poi vogliono perdere i nostri consueti appuntamenti.
AUGURI ROBERTO, AUGURI ANTONELLA E BENVENUTA CHIARA TRA NOI! Vi aspettiamo presto dal club per poter brindare tutti assieme!
NOTTE BIANCONERA
Anzi ne approfittiamo già per invitare, Roberto e Antonella con Chiara e tutti i nostri soci alla prossima edizione della NOTTE BIANCONERA, la tradizionale festa di Natale che da sempre organizziamo per i nostri soci e simpatizzanti juventini. Si terrà il prossimo 29 dicembre, di domenica a partire dalle ore 20,00 nella sede del nostro club. In quella occasione presenteremo un libro legato alle vicende di "Farsopoli" per poi procedere alla consegna di tessere e regali, oltre ai tanti giochi (tombolata, corsa dei cavalli e lotteria) con i ricchi premi in palio e al solito buffet finale offerto dal Vs. club!
IL PRESIDENTE
Francesco Nicolamarino e consiglio direttivo
 

 
 
COPENAGHEN BATTUTO ORA SOTTO CON IL GALATASARAY
 
La Juventus nel quinto turno del Girone B della Champions League ha battuto gli ostici danesi del Copenaghen per 3-1 allo Juventus Stadium. Complice la concomitante sconfitta dei turchi del Galatasaray, prossimi avversari, i bianconeri hanno raggiunto il secondo posto nel girone, che se mantenuto dopo la trasferta di Istanbul, significherebbe passaggio agli ottavi di finale! Se solo pensiamo che dopo la sconfitta di Madrid, i media e tutti i "gufi tirapiedi" ci davano già per spacciati, questo ci fa comprendere quanto grandiosa potrebbe essere l'impresa della Juve passando il turno. Vi immaginate la Juventus nuovamente agli Ottavi di Finale???? Sarebbe per noi fantastico ma per molti altri no! Dover aspettare due mesi abbondanti per loro significherebbe davvero troppo! Ripetiamo il nostro obiettivo dichiarato resta sempre quello del trionfo in Italia: scudetto e possibilmente Coppa Italia sarebbero una fantastica accoppiata. In Champions già passare il turno sarebbe per noi tutti motivo di grande soddisfazione. Se poi dovessimo farcela ad arrivare almeno agli ottavi di finale nuovamente significherebbe già tanto! Ma adesso non fantastichiamo, pensiamo alla battaglia che ci attenderà alla Telekom Arena di Istanbul, lo spettacolare stadio della capitale turca. La gara contro i danesi era decisiva per poter poi andare li giù con due risultati su tre a disposizione. La Juve doveva vincere ad ogni costo e credeteci noi eravamo convinti che ci saremmo riusciti, perchè quando Conte e la squadra puntano un obiettivo difficilmente non lo perseguono. E' stata però più dura del previsto, i danesi sono davvero una bella squadra. La vera sorpresa di questo girone che a dispetto delle previsioni si sta rivelando più difficile del previsto. Ma la Juve non poteva fallire l'appuntamento con la vittoria ed allora sin dalle prime battute è entrata in campo super determinata a portare a casa l'intera posta in palio. Llorente, sempre più autentica rivelazione di questa squadra, ha letteralmente preso sulle sue larghe spalle la Juventus conducendola verso una importante vittoria. Ma il protagonista assoluto è stato lui: RE ARTURO VIDAL, il giocatore che tutti adesso ci invidiano, da tre anni con un rendimento straordinario, autore di una incredibile tripletta. In qualsiasi ruolo giochi lui esce dal campo sempre a testa altissima, sempre uno dei migliori in campo. Ci manca solo che riesca anche a sostituire Gigione Buffon, poi potremo dire che è davvero un autentico e formidabile jolly! C'è l'abbiamo Noi! Solo Noi! Due reti su calcio di rigore ed un bellissimo colpo di testa. E' dotato di tutto questo calciatore, sempre più beniamino di noi tifosi e soprattutto dei più piccoli. Altro che Ronaldo e Messi! Vogliamo parlare della sicurezza di quando batte i calci di rigore???? un perfetto esecutore, un infallibile cecchino come lo era Alex Del Piero. A Istanbul come tutti saprete noi ci saremo, in 8 unità, convinti che non sarà una passeggiata sia fuori, sia in campo che sugli spalti. Sarà una bolgia, ma anche noi saremo in tantissimi, stra convinti che passeremo il turno. Non dovremo andare li per cercare il punto, ma dobbiamo andare li per vincerla la partita! 
AVANTI JUVE, NOI NON TI LASCEREMO MAI, COMBATTEREMO A FIANCO A TE! La trasferta dei nostri su mercoledì è stata comodissima: tutti in Aereo, Alitalia all'andata e Ryan Air al rientro, tutto su Torino Caselle, con orari comodissimi. Sia in andata che al ritorno partenza all'ora di pranzo. Alcuni sono stati prelevati da Tony del Gruppo Tradizione gli altri con auto a noleggio hanno potuto comodamente spostarsi prima in centro poi allo stadio. Nella foto dell'articolo eccoli alcuni a inizio partita: Massimo Matera (a destra), Giorgio (al centro) e Roberto Nicolamarino (a sinistra), i tre valorosi ragazzi che hanno fatto un encomiabile " lavoro" su a Torino mercoledì. Onore a Voi. Ma senza dimenticare tutti gli altri presenti. Felici di sapere che tutti vi siete radunati all'esterno della Sud, sotto le direttive del grande Fabio che anche quando non parte coordina il tutto dal telefono, che tutti siete entrati assieme in Curva, per poi tutti assieme andare a mangiarvi una pizza in pieno centro a Torino, dopo la partita, condotti dal grande Corrado. Questo significa che vi abbiamo inculcato la giusta mentalità: Bravi! 
Adesso archiviata momentaneamente la partentesi Champions ci rituffiamo nuovamente nel campionato dove ci attende l'ostico turno interno contro la sempre temibile Udinese, da non sottovalutare mai! Ci presentiamo a questa sfida da capolista e dobbiamo ad ogni costo mantenere la vetta della classifica cercando di sfruttare eventuali altri passi falsi delle più immediate inseguitrici. Vincere le prossime due partite prima di Istanbul sarebbe il massimo sia psicologicamente e soprattutto per cercare di aumentare il distacco in classifica. La prossima sfida interna sarà la prima delle due gare con la Curva Sud chiusa, per la cronaca anche la Nord, sarà chiusa contro i friulani. Tutto questo per effetto della assurda normativa che prevede queste assurde decisioni in caso di cori ritenuti "discriminatori". Ma si può???? Privarci della nostra cosa più bella: lo stare in curva a sostenere la squadra! No, cari lettori del nostro sito, noi non ci stiamo, ed è per questo che abbiamo deciso di non recarci in altri settori. Tutti gli abbonati della Sud, hanno deciso di non guardare la partita. Dovranno capire cosa significa non avere colore e calore! Certo lodevole è l'iniziativa di portare i bambini nelle curve per riempirle comunque. Ma noi avremmo voluto i bambini al fianco degli Ultras! L'Italia ha tantissimi altri problemi, ma per chi ci governa (??????....perchè abbiamo un governo????) sembrerebbe che l'unico problema reale di questa nazione siano gli ULTRAS. Vergognatevi! Domenica comunque una piccolissima nostra rappresentanza ci sarà comunque, 4 soci ad urlare tutto il nostro disappunto per questa assurda decisione, lo faranno dapprima sotto la Sud, nel piazzale antistante, per poi assistere comunque alla gara in Tribuna Ovest e Tribuna Family. 
Riccardo Mari, Gaetano Lorusso e ancora loro Roberto e Giorgio sempre più ragazzi super affidabili! Lo faranno in silenzio, in anonimato, senza striscione, senza nulla, solo con la presenza fisica! Abbiamo deciso così! E' crediamo sia questa la decisione più giusta, come ritenemmo giusta la diserzione della finale di Supercoppa Italiana a Roma lo scorso mese di Agosto. Lo stesso faremo contro il Sassuolo nel secondo turno di squalifica della Sud il prossimo 14 dicembre. 
ESSERE NON APPARIRE. NO ALLE CURVE CHIUSE
P.S. IN CHIUSURA DI ARTICOLO LASCIATECI RINGRAZIARE PUBBLICAMENTE TONY MANFREDA DEL GRUPPO TRADIZIONE PER QUANTO HA FATTO PER I NOSTRI RAGAZZI SALITI SU. ORGOGLIOSI DI QUESTA AMICIZIA!
 

 
 
MICHELE EMILIANO NEL NOSTRO CLUB
 
Dopo il Sindaco di Andria, Nicola Giorgino, tifoso juventino e nostro socio, da mercoledì sera abbiamo il piacere e l'onore di annoverare tra i nostri iscritti anche il Sindaco di Bari, Michele Emiliano. Qualcuno dirà che lo abbiamo fatto per par-condicio, ma vi assicuriamo che noi non costringiamo nessuno ad iscriversi, anzi sono loro che hanno tutto il piacere di essere dei nostri. Vi raccontiamo la storia di Michele Emiliano. In un confronto/dibattito con il nostro Sindaco Giorgino durante l'anno 2012, al termine dell'incontro, il Sindaco barese, anche lui fortemente legato ai colori bianconeri, disse rivolgendosi a chi gli era intorno, "Andria oltre ad essere famosa per tante cose, belle o brutte che siano, è famosa anche per questo striscione che noto sempre con piacere in ogni partita della Juve...". Subito il Sindaco Giorgino ci informò del simpatico siparietto è in occasione di un successivo incontro politico ad Andria, il nostro Presidente Nicolamarino ebbe modo di presentarsi per invitarlo a conoscere la nostra realtà. Detto, fatto, mercoledì sera mentre assistevamo alla gara di Champions contro i danesi del Copenhagen verso il ventesimo del primo tempo, sentiamo suonare alla porta: era lui Michele Emiliano, che chiese: "posso assistere alla partita?" Si è seduto tra il pubblico, ha inveito, ha cantato con noi dopo la rete del vantaggio di Arturo Vidal su calcio di rigore. A fine primo tempo, con le luci riaccese, la sorpresa per i tanti soci che non lo avevano notato. Poi entra nello studio è sottoscrive la tessera da socio semplice al nostro club (nella foto immortalato il momento) con il Segretario Fabio a compilare il modulo sotto la supervisione del Presidente Nicolamarino. Ha poi continuato a guardare la partita seduto più avanti con il Presidente al suo fianco. Insomma una sorpresona piacevole in una serata importantissima per la nostra Juventus e per noi tutti tifosi. Oltre alla soddisfazione della vittoria, la soddisfazione di annoverare tra le nostre fila un altro socio importante. Prima di andar via poco prima che l'incontro terminasse (si era già sul 3-1), si è voluto complimentare con noi tutti per la perfetta organizzazione, per la sede e soprattutto per la nostra assidua presenza al fianco della JUVENTUS! 
Grazie Emiliano, onorati di averti tra di Noi!
JUVENTUS CLUB ANDRIA. SEMPRE PIU' FATTI SEMPRE MENO PAROLE. (Ricordatelo tutti: il rispetto genera rispetto)!
 

 
 
CHE ENTUSIASMO AL CLUB
 
La prima missione è stata portata al termine: battere il Copenhagen per andare a Istanbul con il coltello dalla parte del manico! Ora dipenderà tutto esclusivamente da noi! Saremo, come speravamo, artefici del nostro destino. Ma un altra missione si è realizzata: quella di vedere arrovellarsi i tanti tirapiedi, soprattutto quelli che il martedì ed il mercoledì giocano alla GUFOLEAGUE oppure si danno al Cinema...ah ah ah ah ah. Loro che ci vedevano già fuori dopo la sconfitta a Madrid, loro che adesso per 15 giorni soffriranno di insonnia per colpa nostra, perchè fondamentalmente, LORO, vivono sempre pensando a Noi....(è dai che lo sappiamo......ah ah ah ah ah ah ah). Ma mentre loro fanno così.....noi pensiamo solo ed esclusivamente ai CAZZI NOSTRI, alla nostra JUVE e soprattutto a fare quello che ci riesce meglio da sempre: 
SEGUIRE LA JUVE OVUNQUE!
Ma in una serata piena di sorprese, quella che più di tutte ci ha fatto enormemente piacere è stato vedere il nostro club pieno in ogni ordine di posto, uno spettacolo, tutti assieme a soffrire per poi alla fine gioire. E' tutto questo nonostante la diretta Tv in chiaro. Bene ragazzi, cari soci, siamo cresciuti tanto anche in questo: la nostra mentalità è davvero arrivata a livelli altissimi. Se solo pensiamo che anni fa nelle gare in chiaro trasmesse in Tv, ci si ritrovava, negli anni di Capello, a seguire la Champions in una quindicina di persone al massimo. Adesso invece venire al Club è diventato un obbligo per tutti, un piacere, una sensazione di sentirsi come allo stadio. Bello vedere i nostri "fratelli" soci saliti su a Torino per la gara di Champions, inquadrati in Tv è come sempre in prima linea assieme al Gruppo Tradizione. Emblematiche le immagini dei minuti finali quando la nostra "pezza"ANDRIA PRESENTE era posizionata sopra lo striscione TRADIZIONE. Grande Massimo Matera, grandi Roberto e Giorgio Nicolamarino, grande Corrado Solfato e grandi gli altri soci andati allo stadio tra i quali anche Paolo Porziotta e Michele Ricciardi, come sempre comodamente seduti in Tribunissima Centrale. Eppure un giorno riusciremo a farvi provare l'esperienza della Curva Sud! Un ringraziamento particolare va al Boss Tony Manfreda del Gruppo Tradizione per quello che ha fatto per i nostri ragazzi saliti su, per averli prelevati dall'aeroporto, per averli fatto bere di tutto, per averli fatto vivere una esperienza indimenticabile nel pomeriggio (chi c'era sa) è le foto inviate da Massimo, le custodiremo con ORGOGLIO! 
Questo ci fa comprendere che di strada ne abbiamo proprio percorsa tanta, che siamo davvero una GRANDE FAMIGLIA.   
SEMPRE PIU' ORGOGLIOSI DI VOI, SEMPRE PIU, ORGOGLIOSI DI NOI!
 

 
 
A LIVORNO RICONQUISTATA LA VETTA DEL CAMPIONATO
 
Dopo ben 72 giorni la nostra JUVENTUS è finalmente ritornata in testa alla classifica della Serie A. Vetta della classifica che avevamo lasciato a Sau Siro il 14 settembre scorso nella partita contro la PRESCRITTIBAND FC. Adesso dopo una lunga rincorsa, con la Roma che era volata ben 5 punti avanti, la Juventus è ritornata li dove li compete, dove la storia ci ha sempre collocati. Adesso terminata questa prima missione ne riparte subito un altra: quella di cercare di prendere il largo rispetto alle concorrenti che già iniziano ad arrancare li alle nostre spalle: la Roma è adesso sotto di un punto, il Napoli già a meno 6, gli Accattoni a meno 8 e i viola addirittura a meno 10! Pensate che ad inizio stagione i media è i tanti tifosi avversari dicevano: "quest'anno per la Juve sarà durissima, il gap si è notevolmente accorciato, le avversarie sono molto rinforzate.....è via discorrendo..." bla...bla...bla...bla...bla...bla..., fiumi e fiumi di parole ma la risposta è sempre la stessa: la migliore aggiungiamo noi, quella del CAMPO, che dice che la JUVENTUS non è solo la prima in classifica, ma appare addirittura molto più forte delle prime due stagioni targate CONTE. Pensate che alla 13^ giornata di due anni fa la Juve aveva ben 5 punti in meno di questa, mentre lo scorso anno 2 punti in meno. Questi dati dovrebbero indurre ad una obiettiva riflessione i tanti "coglioni" che speravano che la Juve fosse a pancia piena! Non avete capito un emerito cazzo di niente che sino a quando sulla nostra panchina ci sarà ANTONIO CONTE a voi saranno lasciate solo le briciole. Ecco la differenza tra un allenatore INTELLIGENTE, PREPARATO E' CON IL SANGUE BIANCONERO è i vari Mazzarri, Allegri, Benitez...puri e semplici mercenari, con il primo autentico perdente!
Volete un altro dato per riflettere ancora, voi che il martedì o il meroledì giocate alla GufoLeague o ve ne andate al Cinema??????? Bene ve lo diamo: se Isla a pochi minuti dal termine non avesse sbagliato quell'incredibile palla gol a Sau Siro e se la squadra non avesse avuto i 15 minuti di ordinaria follia a Firenze, oggi staremmo parlando di un incredibile RECORD di 13 vittorie di fila, cioè vi rendete conto?????? Siamo stra orgogliosi e felici di questa Juve, di questo gruppo che continua imperterrito a regalarci grosse soddisfazioni da ben 27 mesi di fila! A Livorno la squadra ha dimostrato tutta la sua potenza, la sua forza, la sua cinicità e soprattutto di avere un gruppo sempre più compatto ed unito anche nelle difficoltà di quando ti mancano giocatori importanti. Dopo un primo tempo quasi privo di emozioni, con la Juve a controllare semplicemente la gara è bastata una semplice accelerazione, che la squadra ha trovato la via del gol in ben due circostanze. Tutto questo è, crediamo, sia disarmante che imbarazzante per quasiasi avversario. Pogba come sempre sugli scudi, Vidal per la seconda volta arretrato a difensore centrale, disputa una gara incredibile, dimostrando di essere sempre più un autentico jolly da poter mettere in ogni zona del campo: il risultato non cambia mai. Tevez e Llorente sempre più gemelli del gol, sempre più accostati a Del Piero e Trezeguet, l'ultima vera coppia gol della Juventus. Prima lo spagnolo, poi l'argentino, hanno risolto la gara in Toscana con due splendide marcature. Stadio in visibilio. Stadio direte voi???? si avete letto bene, "stadio", perchè come accade ovunque gioca la Juve, sembrava anche qui di essere in casa. Oltre alla Curva stracolma, in Tribuna e Distinti tantissima la gente che ha esultato alle reti dei nostri due bomber. Vogliamo parlare dello stadio??? Stendiamo un velo pietoso. Assurdo autorizzare un simile impianto a poter ospitare gare della Serie A. Uno dei peggiori stadi visitati in dieci anni di trasferte al seguito della Juventus. Pensavamo che i peggiori gli avessimo già visti, ma questo credeteci li batte tutti! Ma veniamo alla nostra trasferta: una trasferta con la "T" maiuscola, una di quelle che difficilmente puoi dimenticare soprattutto per il piacere di stare insieme a delle persone con cui oramai da anni si condivide una passione che diventa sempre più grande. Bella compagnia. In 12 da Andria con 5 nel pullmino da nove assieme a tre di Trani e il Presidente del Club di Corato oltre alla macchina di Andrea Leonetti e consorte e a quella di Marco Fiandanese con suo fratello Fabio e Giuseppe Tattolo. Era da tantissimo tempo che questa squadra di soci così storici non viaggiava tutta assieme. Pensate sul pullmino c'erano Fabio Attimonelli, Salvatore Lomuscio, Vincenzo Quacquarelli, Giuliano Zefferino e Graziano Palladio. Chi li conosce in questo momento starà dicendo: mamma mia.....! Già dalla partenza alle 5 dalla stazione di Andria, la comitiva era abbastanza allegra. Raccolto Palladio praticamente da casa sua...si va a fare una colazione abbondante al Bar Aurora offerta dal grande Salvatore che la settimana precedente aveva vinto la schedina indovinando il risultato esatto di Juve - Napoli e Viola - Doria! Salvatore Uomo Vero! Poi finalmente si parte con Vincenzo Ferrucci il Presidente del Club di Corato alla guida del mezzo e Fabio e Salvatore in prima fila al suo fianco. In seconda fila Alessandro Giangualano Presidente del Club di Trani con Condor Caputo e Marco l'altro ragazzo tranese, mentre a chiudere, in ultima fila troviamo il trio delle meraviglie (petomani....) Graziano, Quacquarelli e Giuliano. Nel bagagliaio il fotografo Enzo Glinni più morto che vivo! La prima sosta la facciamo addirittura dopo Frosinone. Caffè, "rifornimento" di quotidiani sportivi e le immancabili "cioccolate Kinder". Si riparte tra risate generali, musica a palla, cori sino alla fermata a mezzogiorno all'altezza di Firenze. Pausa per il pranzo per poi ripartire, belli carichi con tanta birra in corpo e l'ottimo ed immancabile vinello di Palladio, alla volta di Livorno. Giunti al casello troviamo gli amici dello JC MASSA è gli amici di Bassa Valle. Eravamo in pratica gli ultimi ad essere arrivati. Saluti con tutti i ragazzi di Bassa Valle è scopriamo che ci sono praticamente tutti, con Adriano Venturino e Federico Giacosa a capo della allegra banda. Come sempre hanno da farci assaporare qualcosa, questa volta degli zuccherini imbevuti all'alcool e anice. Roba da 50 °, preparata dalla cara moglie di Gualtiero! Salutiamo la Presidentessa dello JC MASSA, Paola Francesconi per poi risalire a bordo dei mezzi è partire verso l'Ardenza. Giunti li, praticamente gli ultimi, ci ritroviamo con Andrea Leonetti, Anna, Marco e Fabio Fiandanese e Giuseppe Tattolo ad attenderci già fuori dal settore ospiti. Entriamo dentro è troviamo già tutto pieno. Ci sistemiamo in basso con le nostre "pezze" al di sotto dello striscione ANTICHI VALORI (foto articolo). Poi tutti assieme ci facciamo largo e ci posizioniamo dietro le nostre pezze qualche gradino più sopra. Inizia la gara, bel tifo da parte nostra, i livornesi abbastanza deludenti. Gli ricordavamo di ben altro spessore. Finisce la gara, ci abbracciamo orgogliosi di esserci stati nuovamente qui, perchè si trattava per noi della seconda volta a Livorno dopo la trasferta del 2006. Usciamo fuori dopo aver salutato tutto il Gruppo Tradizione. Torniamo verso il pullmino, ma prima nuova tappa ad assaporare nuovamente gli zuccherini di Gualtiero....ah ah ah ah ah che ridere! Si riparte verso le 18,30 per poi fermarci nuovamente a Firenze per una rinfrescata e per mangiucchiare qualcosina, poi dopo un oretta di sosta riprendiamo il cammino con alla Guida Gaetano Caputo il Condor di Trani che ci conduce sino in Irpinia dove effettuiamo un altra sosta, l'ultima prima del rientro ad Andria alle 2,30 della notte. Che trasferta ragazzi. Un altra vittoria, l'ennesima nostra presenza...ma queste non sono mica delle novità!
JC ANDRIA TANTI FATTI POCHISSIME PAROLE.  
 

 
 
DOPO LIVORNO SI RIPARTE PER TORINO
 
Archiviata la bella e vittoriosa trasferta al Picchi di Livorno a cui si riferisce l'immagine dell'articolo, rieccoci subito pronti a ripartire per un altra trasferta, questa volta destinazione Torino, per la decisiva ed importantissima sfida di Champions League contro il Copenaghen. Una partita da vincere ad ogni costo. Noi come sempre si saremo. Questa volta tutti in aereo, in dieci, capitanati da Massimo Matera, Roberto e Giorgio Nicolamarino, oltre al ritorno di uno dei più vecchi soci, Corrado Solfato e altri nuovi soci, che preferendo una gara "più tranquilla", vengono premiati perchè si ritroveranno ad assistere alla gara dell'anno, quella che deciderà le sorti del nostro cammino in Europa. Certo a Istanbul si deciderà poi tutto, ma se non si vince mercoledì sera contro i danesi anche Istanbul potrebbe essere inutile. I ragazzi che saliranno su pernotteranno ovviamente tutti su Torino per poi giovedì ritornare giù. Che vita, che stress, che passione la nostra! Quanto ci costi Vecchia Signora! Quando arrivano le soste le prendiamo di buon grado perchè ne approfittiamo per rilassarci e far rifiatare le nostre finanze, ma poi il sabato e la domenica sentiamo subito la nostalgia della nostra eterna malattia che ovviamente lo sappiamo già, non andrà più via! Che dirvi ragazzi, siamo tutti con Voi e ricordatevi avete una missione importantissima da portare a termine: CONQUISTARE LA VITTORIA! Lo stadio sarà una bolgia, tutto esaurito.
Forza Juventus conquista la vittoria, conquistala per noi!
Zittiamo tutti i TIRAPIEDI, facciamoli passare un altra notte INSONNE!
 

 
 
TORRICELLI ALLA 1^ FESTA DELL'AMICIZIA BIANCONERA IN VALLE D'AOSTA
 
In questo weekend senza della nostra Juventus, gli inseparabili e nostri grandi amici valdostani hanno organizzato la 1^ Edizione della Festa dell'Amicizia Bianconera. Una grandissima festa che merita il nostro grande plauso e soprattutto questo articolo sul nostro seguitissimo sito. Venerdì 15 novembre presso il ristorante LA MAIOLA nella Bassa Valle d'Aosta a Carema, lo JUVENTUS CLUB MONTEROSA di Lillianes in collaborazione con i club di Aosta e Gran San Bernardo sono stati capaci di radunare a cena, oltre 120 tifosi bianconeri per rimarcare una volta di più quanto la Valle D'Aosta sia una Regione a forti tinte bianconere. Ma la chicca della serata è stata la presenza di un grande ospite della storia juventina: MORENO TORRICELLI, difensore della Juventus per sei stagioni dal 1992 al 1998, anni in cui Moreno e la Juventus vinsero tutto quello che c'era da vincere. Curioso fu il suo approdo alla Juve: visto in amichevole contro i dilettanti della Caratese, Trapattoni lo volle alla Juve di cui divenne immediatamente titolare inamovibile. Con Marcello Lippi la sua esplosione definitiva! 
Insomma per una festa per veri tifosi ci voleva proprio un ospite NUMBER ONE! Tanto onore ai ragazzi del Gruppo Bassa Valle per quello che da anni fanno al seguito della Juventus. Un gruppo di poche parole ma di tantissimi fatti! Loro non devono dimostrare davvero niente a nessuno. Vorremmo salutare uno ad uno tutti quei fantastici ragazzi che animano il loro gruppo, ma rischieremmo di dimenticarne qualcuno ed allora permetteteci di salutare due persone su tutte: ADRIANO VENTURINO e FEDERICO GIACOSA, loro sono stati gli autentici pionieri del tifo juventino in quella zona! Ma non possiamo non salutare anche chi da oltre 15 anni segue la Juventus in ogni dove con costanza davvero INCREDIBILE e LODEVOLE: i ragazzi del GRUPPO AOSTA, un gruppo composto da gente con bella mentalità capitanati da una persona che tanti vorrebbero nei propri direttivi e gruppi: LUCA MARENCO. Onore!
Avremmo davvero voluto, con immenso piacere, partecipare a questa serata, ma la maledetta distanza non ci ha permesso di poter prendere parte. Per noi che seguiamo la Juventus come loro in ogni dove, quando arrivano le soste, sono delle boccate d'ossigeno. Sia per approfittare di un po di relax mentale e fisico (oltre che economico) e sia per stare più tempo con le proprie famiglie. Con il cuore e con la mente loro lo sanno, siamo stati comunque presenti.
Anzi lanciamo una proposta: la seconda edizione sarebbe bello se riuscissero ad organizzarla in occasione dei giorni del ritiro della Juventus che si tiene proprio nella loro Valle d'Aosta. Allora si che sarebbe proprio perfetto, uniremmo le due cose che più ci stanno a cuore: 
LA JUVENTUS & L'AMICIZIA con VOI!    
Nella foto dell'articolo sono immortalati i rappresentanti dei GRUPPI BASSA VALLE E AOSTA con le loro "pezze" e con al centro MORENO TORRICELLI (posizionato sopra le "due" S dello striscione BASSA VALLE).
P.S. Volete sapere un altra chicca???? i ragazzi del Gruppo Bassa Valle ci hanno promesso che alla prossima edizione del Memorial Lorenzo Lomuscio scenderanno giù con Moreno Torricelli in formazione! Se davvero riuscissero a farci questo regalo sarebbe davvero tutto FANTASTICO. Moreno, infatti vive la sua quotidianità proprio a Lillianes dove si è trasferito con la sua famiglia!
E' PROPRIO VERO: IN ITALIA C'E' SOLO UNA SQUADRA è grazie a questa squadra noi tifosi bianconeri riusciamo a stringere rapporti di amicizia impensabili soltanto 10 anni addietro! 
CON ONORE E STIMA SALUTIAMO GLI AMICI DEI GRUPPI BASSA VALLE E AOSTA. CI VEDIAMO A LIVORNO!
JUVENTUS CLUB ANDRIA
 

 
 
GODURIA AL CUBO. NAPOLI ASFALTATO
 
Dire che siamo ancora estasiasti dalla splendida prestazione della nostra Juventus di domenica sera contro il Napoli, è davvero riduttivo! Alla vigilia, nemmeno il più ottimista di noi avrebbe potuto immaginare ad un simile epilogo. 3-0 il finale, con un Napoli nuovamente umiliato, per il terzo anno consecutivo dell'era Conte. Infatti, da quando c'è Antonio Conte in panchina, i partenopei non sono mai riusciti a batterci e soprattutto sono sempre stati sconfitti allo Juventus Stadium (lo stadio che tutti ci invidiano). Quest'anno la sfida si preannunciava più difficile delle altre, vuoi per la roboante campagna acquisti del Napoli, vuoi perchè in panchina hanno finalmente un allenatore che sa far giocare le proprie squadre (non come quell'incompetente di Mazzarri....allenatore da squadrette provinciali e da "GufoLeague...."). Ma nonostante questo, nonostante tutto, la Juventus è stata capace, ancora una volta di più, di sorprendere positivamente noi tifosi, sfoderando una prestazione molto vicina a quelle del primo anno dell'era Conte. Un "era" destinata a continuare per molto tempo ancora, se la Juventus continuerà a giocherà sempre su questi ritmi, come accaduto nell'ultimo mese. Del resto quest'anno la squadra sta marciando a ritmi da record e se non fosse stato per l'inaspettato avvio della Roma, oggi si parlerebbe già, di squadra ammazza campionato. Ma anche se siamo ancora secondi, ad un solo punticino dalla Roma, i giornali, i media, gli opinionisti iniziano ad intravedere un altra annata a forti tinte bianconere. Noi ovviamente, oltre ad essere felici ed orgogliosi di tutto ciò, continuiamo a predicare calma e soprattutto a toccare ferro e grattarci le "p...e". Sapevamo che la nostra Juventus non era assolutamente sazia e che avrebbe fatto di tutto per far capire ai "tirapiedi" che la nostra pancia è ancora vuota e che il meglio deve ancora arrivare. Tutto è stato meravigliosamente bello in questa trasferta. Dalla partenza e sino al rientro del pullman ad Andria, i nostri soci partiti per Torino hanno vissuto una esperienza indimenticabile. Quasi tutti erano alla primissima volta all'interno dello Juventus Stadium. Tantissimi soci nuovi per non dire quasi un intero pullman. Partiti intorno alla mezzanotte dalla Stazione di Andria, l'ennesimo pullman tutto pieno, con Fabio il Segretario e Nicola il Tesoriere, a far da condottieri della nutrita truppa. Una "truppa", lo si vedeva già prima dell'arrivo del pullman, che era molto felice di essere in procinto di partire per Torino. Tantissime domande a Fabio che con "pazienza" rispondeva a tutti. Un buon 80% del pullman era al di sotto dei 25 anni, quindi potrete capire quanta attesa ci fosse! A mezzanotte in punto la prima vera sorpresa, si scopre infatti che è il compleanno di NICOLA PISANI, 55 anni,  tesoriere del nostro club, il quale pur di esserci, ancora una volta, ha rinunciato a festeggiare con la sua famiglia, con i suoi figli, preferendo, invece, festeggiare con la sua "seconda famiglia": IL CLUB! Questo ci ha emozionato tantissimo, perchè credeteci, Nicola è una persona insostituibile all'interno del club, una persona che lavora molto in silenzio, dietro le quinte, ma che in tutti questi lunghi 10 anni ha fatto davvero di tutto e di più in favore del nostro Club. E' un NUMERO 1!Difficile trovare degli aggettivi per descriverlo. Lui è per noi SEMPLICEMENTE UNICO, oltre ad essere una persona di assoluta compagnia! Onore a te amico di viaggio Nicola! A bordo aveva ovviamente portato bottiglie a go go e dolcetti per tutti. Insomma un festeggiamento inusuale nel pieno del viaggio e della notte. Cori di buon compleanno e brindisi che hanno coinvolto alla fine quasi l'intero pullman. Credeteci questa è stata forse la cosa più bella in assoluto dopo la strepitosa vittoria dei ragazzi sul campo. Dopo aver bevuto l'impossibile, crollano quasi tutti, tant'è che alla prima sosta all'altezza di Pescara, quasi nessuno scende dal pullman. Tutti dormono profondamente. Il "Martini Bianco" aveva gia' sortito i suoi effetti! Poco prima di Bologna il bus si ferma nuovamente per permettere a tutti di far colazione. Poi ci incamminiamo verso Piacenza ed ecco che iniziamo ad incontrare sempre piu' veronesi in marcia verso Genova. Tanti, tantissimi i sostenitori gialloblu che affollavano quel tratto di Autostrada sino ad Alessandria, dove hanno poi svoltato peril capoluogo ligure. Ovviamente saluti poco amichevoli con loro. Nel frattempo a bordo del nostro pullman si svolgeva la consueta "riffa", la lotteria che vedeva in palio la maglia Champions di Gigi Buffon e sciarpe del Gruppo Tradizione. Che divertimento e che ridere con Fabio sempre perfetto "banditore". Si giunge poi a Torino verso mezzogiorno ed impartite le disposizioni a tutti, la comitiva si scioglie e frantuma in diversi gruppetti, tra chi preferisce andare in centro e chi restare in zona stadio per visitare il Museum. Fabio e Nicola in compagnia di Alessandro Presidente dello JC TRANI, dopo aver pranzato, vengono prelevati dai responsabili dei gruppi di Aosta e Bassa Valle, Luca e Federico per andare presso il Bar del Gruppo Tradizione a Grugliasco a salutare il Presidente. Lunga e piacevole chiacchierata al Bar con Nicola che offre nuovamente da bere, "galeotto" fu sempre il suo compleanno. Alle 17 si torna in zona stadio, accorgendosi pero' dell'improvviso calo della temperatura e con un vento fastidiosissimo e gelido che spirava. Si attende sul pullman l'arrivo di tutti, per poi alle 18,30 in punto incamminarsi verso la Curva Sud. Li ci si incontra con i soci arrivati a Torino in auto e/o aereo come Domenico Canzio, Giuseppe Lorrai, Nicola Grimaldi, Giancarlo Lorusso e Nicola Di Stefano. Roberto Nicolamarino distribuisce i tagliandi a tutti, Fabio e Nicola impartiscono le ultime raccomandazioni e spiegano tutto il da fare una volta dentro. Superati i controlli di rito, si entra dentro e' subito viene posizionato lo striscione grosso al bocchettone al fianco della nuova sezione ABRUZZO del Gruppo Tradizione. La maggior parte dei soci con Nicola Pisani si sistema li dietro, mentre i restanti seguono Fabio verso il centro curva. Saluti ed abbracci con tutti, con i nostri ragazzi, alla prima esperienza che restano colpiti dall'accoglienza che noi dello JC ANDRIA riceviamo in curva. Tanta, tantissima gente in questa partita, la Curva e' quasi impraticabile. Tifo gia' alle stelle, coreografia stupenda che rimarca la nostra supremazia in Italia (RICORDATELO TUTTI....IN ITALIA C'E' SOLO UNA SQUADRA.....la vera squadra della Nazione!!!!). Inizia la gara, partono i primi cori contro i napoletani, e nemmeno il tempo di sistemarsi per benino ed ecco il boato che accompagna il vantaggio della Juve con Fernando Llorente, ancora lui. E' apoteosi, non si capisce piu' nulla, ci si ritrova l'uno sull'altro, compressi come delle sardine in scatola! La JUVE macina gioco ed azioni, il Napoli poco e niente. Si conclude la prima frazione. Nella ripresa, il Napoli prova a reagire, ma prima Vidal sbaglia clamorosamente il raddoppio, poi un miracolo di Gigi salva il vantaggio. Ma ci pensa il nostro mago Andrea Pirlo a tirare fuori dal suo cilindro una magistrale e perfetta punizione. Spettacolo, la Curva e' peggio di un Vulcano eruttante. Significativa e alla fine immagine simbolo di questa vittoria, è la corsa di Gigi Buffon dalla sua porta ad abbracciare Pirlo (nell'immagine dell'articolo ecco immortalato proprio il momento, con sul sfondo il nostro immancabile stendardo a far da cornice all'abbraccio dei giocatori). Nemmeno il tempo di gioire ed iniziare a "paraculare" i tifosi napoletani presenti, che definirli animali e' sin troppo poco, ecco che Paul Pogba estrapola dal suo repertorio un tiro al volo che va ad insaccarsi alla sinistra del portiere napoletano, migliore in campo per i partenopei....immaginate un po che supremazia abbiamo avuto!. Fabio viene sommerso dagli abbracci di Riccardo Policastro e Antonio Sellitri. Inizia cosi' lo show dello Stadium che intona numerosi cori prettamente partenopei per deriderli. Tutto lo stadio e' in delirio, spettacolare il CHI NON SALTA E' UN NAPOLETANO oh oh oh oh cantato da tutti i 40.000 presenti. Finisce la gara e' ci si saluta con tutti, in particolar modo con Adriano Venturino, persona a dir poco importante per noi! Infatti e' stato il nostro primissimo contatto con il mondo della CURVA SUD AI TEMPI del DELLE ALPI. Usciamo dallo stadio consapevoli di avere una squadra sempre piu' forte ma anche consapevoli che dei banali cori, sempre esistiti, per una norma di legge assurda, ci costeranno la squalifica della Curva, poi puntualmente arrivata per ben 2 turni. VERGOGNA a questi signori che decidono in questo modo di zittire le curve. Non hanno capito lor Signori che questi cori, esistevano, esistono ed esisteranno sempre. Poi a chi sfascia puntualmente i servizi igienici, distrugge un settore dello stadio, lancia escrementi, pezzi dei sanitari, bombe carta, contro tifosi normali, per lo più donne e bambini, oppure scrive ripetutamente frasi contro Pessotto e l'Heysel, a questi tifosi non si fa assolutamente riferimento! Ben vengano allora altri 10,100,1000 cori di quelli fatti l'altra sera, anche da Noi, che di discriminante non hanno assolutamente nulla e che rientrano semplicemente nei classici sfottò domenicali! Al Pullman si aspetta l'arrivo di tutti e si festeggia nuovamente Nicola Pisani. Vengono stappate altre bottiglie, questa volta di spumante per brindare anche alla vittoria. Offriamo da bere a nuovi amici conosciuti e vicini di pullman del Belgio e Lussemburgo. Poi si riparte verso Bologna senza nemmeno una sosta. Li, all'aeroporto emiliano, scendono il nostro Fabio e Alessandro del club di TRANI, intorno alle tre della notte, per prendere il primo volo delle 6.30 della Ryan Air direzione Bari, che gli permetterà ad entrambi di recarsi in tempo ai propri luoghi di lavoro. Cosa non si fa per seguire la propria squadra. Notti passate insonni in un aeroporto. Il resto del viaggio procede a meraviglia. Alle 11,00 il pullman arriva ad Andria con il Presidente in Stazione ad attendere felice l'arrivo dei soci. Soci che scendono tutti contenti e che ringraziano il Club ancora una volta per la perfetta organizzazione. Che altro aggiungere ragazzi se non dirvi che siamo stanchissimi ma felicissimi della Juve, del Club e di tutto. Godiamo al solo pensiero che i "bastardi rosiconi" tirapiedi stanno nuovamente rodendosi il fegato. Adesso vogliamo prenderci una meritata pausa dopo lo stress degli ultimi tempi. La sosta del campionato arriva proprio a pennello, come si suol dire! Alla ripresa l'obiettivo sara', raggiungere e superare la Roma e soprattutto battere il Copenhagen in Champions. Anche a Livorno, come contro i danesi, il nostro club sara' ovviamente presente. Siamo una splendida realta'. Grazie a tutti Voi soci che con il vostro entusiasmo ed il vostro dinamismo rendete sempre piu' grande questo meraviglioso club. Non ci stancheremo mai di drilo!
AVANTI JC ANDRIA ALLA CONQUISTA DI NUOVI TRAGUARDI.
A NOI TANTE MA PROPRIO TANTE ALTRE SODDISFAZIONI, AGLI ALTRI LA...... "GUFOLEAGUE"....AH AH AH AH AH AH AH AH
SIAMO IL VOSTRO PEGGIOR INCUBO...AMMETTETELO!

 

 
 
GRAN BELLA JUVENTUS, AVANTI COSI'
 
Chi lo avrebbe mai immaginato che al termine del doppio confronto con il Real Madrid la Juve sarebbe uscita con le lodi di tutti e soprattutto con il forte rammarico di aver conquistato appena un misero punticino! Avremmo invece strameritato di ritrovarci con almeno tre punti in più. Se a Madrid avremmo ampiamente meritato il pareggio, allo Stadium avremmo e lo ripetiamo, strameritato di vincere. Incredibile partita. Davvero tra le più belle per intensità, gioco espresso, anche dal Real in alcuni tratti e soprattutto per la determinazione e la cattiveria agonistica messa in campo dalla nostra Juve. Stampa e media per una volta hanno finalmente ammesso che la Juventus in Europa può davvero dire la sua. L'assurdo però è che in questa stramaledetta Coppa adesso ci ritroviamo addirittura ultimi a 3 punti nel girone, superati anche dai danesi del Copenhagen. Ma paradossalmente la situazione di classifica venutasi a creare lascia ampi margini di passaggio al turno successivo, più di quanti c'è ne fossero prima della sfida casalinga al Real. Il destino è sempre nelle nostre mani. Con due vittorie la Juventus non dovrà far nessun calcolo. Sarebbe agli Ottavi di finale. Ma potrebbero bastare anche 4 punti. Buono sarebbe se ci presentassimo per l'appunto alla sfida di Istanbul con due risultati su tre a disposizione. Ma prima di tutto bisognerà battere il Copenhagen, da non sottovalutare assolutamente, ma certamente alla portata di questa Juve. Basterebbe giocare come il secondo tempo fatto proprio in Danimarca che per loro non ci sarebbe scampo. Poi si sa il calcio è strano, Firenze docet, quindi mai dire mai! Purtroppo fosse stata la boxe, la Juventus oggi avrebbe ampiamente vinto ai punti contro il Real. Quello che più conta per noi tifosi è aver visto, ancora una volta una squadra capace di battersi alla pari contro una simile squadra, anzi riuscendo per larghi tratti dell'incontro a sovrastare i madrileni. Dopo l'1-0 di Vidal su calcio di rigore, sembrava una sfida in discesa. Poi complice un madornale errore di Martin Caceres nella ripresa, ecco che il Real ti punisce. Subito dopo, il Real passa poi in vantaggio. Li una qualsiasi squadra sarebbe crollata, avrebbe mollato gli ormeggi. Ma Antonio Conte, si sa, è un vero capitano che nelle tempeste sa come esaltarsi. Raggiunto con rabbia il 2-2 grazie ad una splendida rete di Fernando Llorente, ancora lui, alla faccia di tutti quelli che dicevano fosse un cesso, la Juve prova ancora a vincere la partita che finisce invece così. Elogi e applausi per tutti alla fine, titoloni delle Tv, dei giornali con la stampa estera rimasta estasiata dall'ambiente che si respira in questo nuovo stadio, per il calore della gente. Alla faccia di chi rosica e non lo dice, ma che invidia il nostro JUVENTUS STADIUM! Che altro aggiungere se non ringraziare il Mister e la squadra per quanto fatto vedere, per aver gettato in molti frangenti della gara, il cuore oltre l'ostacolo. Adesso noi lotteremo con Voi, affinchè il sogno continui. 
Una considerazione però ci nasce spontanea: in due anni di Champions con Antonio Conte, oggi possiamo dire che l'unica vera squadra ad averci messo sotto è stata il Bayern Monaco, che ha poi vinto la Champions scorsa. Le altre credeteci, sono state sempre messe sotto dalla Juve e se alcune sfide non si sono vinte è stato solo per nostro demerito. Questo ci lascia ben sperare per il proseguo, anche se dobbiamo ammettere pure che la Juve è una grande squadra, ma a cui mancano le ali per volare.....e si sa .......senza ali non si spicca mai il volo. Messaggio rivolto a Marotta e alla società affinchè nel mercato di gennaio pongano immediatamente rimedio.  
La trasferta dei nostri soci saliti su a Torino, come sempre numerosi, è iniziata con il solito raduno alla Stazione. A salutarli anche il Presidente, Fabio e Nicola Pisani, un trio di tutto rispetto! Girando tra i soci in attesa del pullman, ti accorgi di belle facce presenti e soprattutto tanta gente storica, da Francesco Troia a Franco Guadagno, da Mauro Abbasciano a Vincenzo Carbutti, da Vincenzo Zingaro a Luigi Di Franco, da Nicola Patruno a Federico Ieva, da Gino Patano a Felice Nevola, da Pasquale Di Palma a Tommaso Moscatelli. Insomma gente che conta nel nostro club! Poi soci nuovi tra i quali spiccano Giuseppe D'Ambrosio e Giuseppe Capuzzolo, Michele Zingariello e Gianni Roberto. Poi i tanti ragazzi nuovi di cui non ricordiamo i nomi, ma che ringraziamo comunque per esserci stati. Erano strafelici alcuni, increduli del fatto che avessero tra le mani il biglietto per Juventus - Real Madrid, per di più di Curva Sud! Anche una donna a bordo, l'onnipresente Antonia Terlizzi, oramai sempre più una di noi. Enrico e Vincenzo i nostri condottieri in quest'altro viaggio. Arriva il pullman, Fabio fa l'appello, uno ad uno salgono a bordo, pacche per tutti e raccomandazioni finali. Poi si chiudono le porte e il pullman prosegue la marcia per raccogliere anche i ragazzi dello JC TRANI mentre gli amici dello JC CORATO erano venuti ad Andria. Enzo Garofalo e Vincenzo Ferrucci, presidente, a capitanare rispettivamente i club di Trani e Corato. Viaggio tranquillo, soste medio lunghe e arrivo a Torino intorno a mezzogiorno. Scendono tutti allo stadio, ognuno prende la sua direzione, chi al Museum, chi in centro, chi al ristorante, chi al centro commerciale. L'appuntamento è per tutti alle 18 al pullman. Nel frattempo arrivano a Torino i soci giunti in aereo come Massimo Matera, Matteo Bucci, Ferdinando Bafunno e Michele Carbutti i quali si uniscono al resto della truppa. Alle 19 tutti assieme entrano in Sud. Posizionano lo striscione al bocchettone (eccolo nella foto articolo) per poi distribuirsi nella curva nelle varie posizioni scaramantiche di ognuno. Grande tifo, davvero assordante, boati. Si soffre, si gioisce, ci si dispera, ma alla fine si esce convinti che abbiamo una Juve davvero tosta e dura a morire. Ci si saluta con i soliti amici del Nord, degli altri gruppi per poi ritornare al pullman, orgogliosi di esserci come sempre stati e convinti che la Juventus arriverà agli Ottavi di Finale. Alle 11,00 arrivano ad Andria, stremati ma felici di poter dire: IO C'ERO! 
Nemmeno il tempo di rifiatare che già è tempo di riprogrammare il prossimo pullman, il prossimo viaggio, domenica nuovamente a Torino per Juventus - Napoli. Che stress ragazzi, credeteci, non è semplice stare li sempre a gestire, preparare, sistemare.....molti pensano che tutto si organizzi con la bacchetta magica. No ragazzi, dietro questi viaggi, questi pullman, questi articoli, ci siamo noi, gente normale, gente comune, gente che lavora, che ha famiglie, che mette il proprio tempo a disposizione per una passione comune, che pensa a tutto per Voi, affinchè possiate sempre essere orgogliosi del vostro club.
Spiace però constatare che c'è chi "di tanto in tanto" si diverte a fomentare, ad aizzare, a scrivere minchiate e stronzate su Facebook (maledetti social network), per fare in modo, volutamente, che poi nascano discussioni, puerili ed infantili, ma alle volte anche becere e di pessimo gusto. Noi rispettiamo tutti (DA SEMPRE), ma esigiamo altrettanto rispetto! Non rompiamo i coglioni a nessuno e non vogliamo che nessuno gli rompa a Noi. Semplicemente tifiamo per la Juve, facendo sacrifici per seguirla ovunque, rappresentando il "nostro club"! Crediamo di non dover aggiungere altro, se non tirare come sempre le orecchie anche ai nostri soci che cadono nelle provocazioni della rete! Ricordate tutti che da sempre, per scelta, abbiamo preferito non esserci su Facebook ed invitiamo pertanto chiunque a non scrivere per conto del club cose di cui non si ha l'autorizzazione per farlo. Chi vuole lo faccia a nome proprio, ASSUMENDOSI LE PROPRIE RESPONSABILITA'. Per il resto FINO ALLA FINE.
IL PRESIDENTE JUVENTUS CLUB ANDRIA
 

 
 
CIAO MAMMA ROSA. VICINI AD ANDREA E ALLA SUA FAMIGLIA
 
Avevamo conosciuto abbastanza bene la Signora Rosa, attraverso i racconti di Andrea Leonetti, suo figlio e nostro consigliere del Club. Sono bastati i tanti e semplici racconti per comprendere che donna forte fosse. Una donna eccezionale, una mamma premurosa, una persona da una forza d'animo incredibile. Oggi domenica 3 novembre, la Signora Rosa è volata via, ci ha lasciati, ha terminato la sua sofferenza che ha caratterizzato gli ultimi sei mesi della sua esistenza. Con Andrea abbiamo vissuto tutte le fasi della malattia, abbiamo sperato che avesse superato la fase critica, ma poi il terribile responso medico che non lasciava alcuna speranza! Andrea, man mano che passavano i giorni lo abbiamo visto sempre più sofferente, sempre più rassegnato. Non era il vero Andrea che conosciamo è questo ci faceva male anche a noi, suoi amici veri! Oggi vogliamo far sentire tutta la nostra vicinanza ad Andrea Leonetti e alla Sua splendida famiglia, dal fratello Roberto, ai figli Giuseppe e Davide e sino alla cara moglie Anna! Vi siamo vicini in questo difficile momento che siamo certi che Andrea saprà superare brillantemente dando la forza a tutta la sua famiglia con la Sua consueta "goliardia" e "vivacità". Una persona che abbiamo imparato a conoscere e ad apprezzare. Una persona semplicemente grandiosa! Chi può venga a dare l'ultimo saluto alla Sua mamma presso la Chiesa del SS. Sacramento in Via Saliceti, lunedi 4 novembre alle ore 16,00. ANDREA VOGLIAMO RIVEDERTI SORRIDERE! IL TUO CLUB, I TUOI AMICI DI MILLE BATTAGLIE! FORZA ANDREA, FORZA ROBERTO, FORZA GIUSEPPE, FORZA DAVIDE!
 

 
 
SFATATO IL TABU' PARMA
 
Con Antonio Conte in panchina prima o poi sfateremo ogni tabù. Dopo aver battuto il Genoa domenica scorsa in casa, per la prima volta nell'era Conte, ecco puntuale arrivare la vittoria a Parma, la prima con il mister in panchina. Nei due precedenti avevamo sempre sofferto, "strappando" due pareggi. Sabato pomeriggio nell'anticipo del campionato, la Juventus ha vinto da grande squadra. Ha saputo soffrire, senza mai rischiare più di tanto e soprattutto ha saputo colpire nel momento giusto. Ancora una volta questa vittoria è la vittoria del Mister che indovina come sempre i cambi dando una definitiva svolta alla gara. Dentro Quagliarella e Pirlo è la gara cambia completamente volto! Una vittoria dal peso specifico importante che permette alla Juve di restare seconda con il Napoli (alla vigilia dello scontro diretto contro i partenopei) e di mettere ancor più pressione ad una Roma, adesso a più 3 e sin qui autentica rivelazione. 1-0 il risultato finale per la Juventus, con la rete di Paul Pogba abile a mettere in porta una palla arrivata sul suo piede dove essere finita violentemente sulla traversa con un tiro dalla distanza del grande Fabio Quagliarella, uno abituato a questi colpi da biliardo! Goduria allo stato puro per quest'altra vittoria, con la Juve che se non fosse per la Roma e per quei sciagurati venti minuti di Firenze, oggi sarebbe celebrata come autentica e vera forza del campionato, visto che per il terzo anno consecutivo, all'undicesima giornata, ci ritroviamo con più punti sia rispetto al primo, che al secondo anno di Conte! Incredibile questi ragazzi, incredibile questo gruppo! Sempre più affamati, sempre più vogliosi di vincere ancora! E' noi con loro! 
Adesso la testa è tutta al Real Madrid, la gara della vita, la gara dell'anno, quella che potrebbe decidere le sorti della nostra stagione in Europa. Insomma la gara da dentro o fuori. Come già accaduto lo scorso anno contro il Chelsea. E' che il finale possa essere identico alla gara contro gli inglesi. Sarà uno Juventus Stadium da paura, uno Stadium ribollente di passione che proverà a spingere la Juventus oltre l'ostacolo! Lunedì sera il nostro solito pullman partirà da Andria per raggiungere Torino con il solito carico di entusiasmo dei soci in lista per questa gara. Tantissima bella gente, molti soci nuovi, alcuni vecchi, insomma il consueto mix esplosivo dei nostri grandi viaggi! In 57 si metteranno in viaggio verso il Piemonte tutti molto speranzosi di assistere ad una grande gara della nostra Juve! Poi ci sarà la consueta rappresentanza di soci del club che raggiungeranno Torino in aereo, a dir la verità questa volto molta sparuta, visto che non consentivamo, salvo queste "giustificate" eccezioni, di poter avere il biglietto sciolto dal viaggio. A guidare la nostra numerosa pattuglia di soci, saranno Enrico Ferro e Vincenzo Quacquarelli, due persone sulle quali poter contare, sempre!!!! Ma veniamo alla trasferta di Parma effettuata dai nostri soci in furgone da nove posti (con tanto di autista privato) assieme agli amici del Gruppo Montescaglioso. Davvero un bel viaggio che ha cementato ancora di più un altra vecchia e bella amicizia con i ragazzi lucani, capitanati dal grande Rocco! Partiti dalla stazione di Andria alle sette di sabato mattina, il divertimento di questo viaggio è stato davvero tanto, tranne che per la musica napoletana sparata a palla dall'autista! NOI NON SIAMO NAPOLETANI....(gli veniva urlato).....Oh...ma non è che adesso ci chiudono il sito per discriminazione territoriale??????? Pausa pranzo a Modena nel ristorante porta fortuna del nostro club! Puntualmente è arrivata un altra vittoria. A tavola ci si da appuntamento con i ragazzi di Trani, arrivati in auto privata e con il rappresentante di Corato, Paolo, una gran bella persona. Ne esce fuori una bellissima tavolata. Mangiano da fare schifo e soprattutto si "mettono a livello" con il buon vino emiliano servito a tavola! Poi completamente avvinazzati Giuliano & C. riprendono la marcia verso Parma, dove poco dopo arrivano per essere subito scortati dalla Polizia direttamente sotto il settore dello stadio Tardini. Entrano nel settore già verso le 16,00, posizionandosi in basso al settore (NELLA FOTO DELL'ARTICOLO LA NOSTRA PRESENZA A PARMA CON LA TRIADE ANDRIA, TRANI & CORATO AL COMPLETO....CHE BELLO QUESTO SCATTO), dietro la porta in zona Tradizione e decidono di tenere lo stendardo a mano e senza aste, come già fatto nella trasferta a Genova contro la Samp. (stesso ristorante...stesse abitudini....).  Fabio, il segretario, da Fasano, per motivi di lavoro, chiama a tutta forza i ragazzi per restare costantemente aggiornato. Ma Giuliano Zefferino, Domenico Canzio, Pasquale Mancini, Giovanni Vurchio e Piero Pizzolorusso, i nostri rappresentanti a Parma, sono una grossa garanzia. Persone affidabilissime che dimostrano ancora una volta di più quanto ci tengano alla Juve e al Club, seguendo la squadra indipendentemente dall'avversario di turno. Mentalità! Ma un plauso a Giuliano Zefferino, ragazzo eccezionale, che si sta riprendendo pian pianino il "suo club" tra le mani, quel club di cui anche lui è stato artefice nel metterlo su, prima della sua partenza da Andria per ragioni di lavoro. Sei lunghi anni senza di lui, ma adesso è tornato! Fabio ed il Presidente puntano moltissimo su di lui. Lui sta ripagando la grande fiducia riposta in lui! AVANTI COSI'.
Trasferta dal clima più che tranquillo, nonostante le voci della vigilia. Alle 5,30 i ragazzi rientrano ad Andria. Solo applausi per loro. Applausi per Noi, onnipresenti in ogni dove!
P.S. Martedì sale cinematografiche tutte piene, ma non per Checco Zalone, ma di tirapiedi che faranno "tantissimi km...." come sempre, pur di raggiungere una sala dove poter assistere alla Champions League! L'invidia è una brutta bestia...diceva un vecchio detto! 

 

 
 
COLPACCIO SULLA VIA EMILIA
 
Eccoli i nostri soci, sorridenti, a fine partita (non tutti presenti nella foto), che hanno rappresentato il club anche a Parma. Da sinistra Mimmo Canzio, il nostro vigile urbano, al centro Giuliano Zefferino e sulla destra Pasquale Mancini, che pur di esserci compie sempre tanti sacrifici! Questa è la nostra gente. Gente semplice, disposta a tutto pur di seguire la Juventus, ovunque giochi! Di spalle sulla sinistra si vede Giovanni Vurchio. Sono loro gli artefici di questo colpaccio sulla Via Emilia. Gli avevamo chiesto i tre punti è loro sono stati di parola! 
GRAZIE RAGAZZI! ORGOGLIOSI DI VOI, ORGOGLIOSI DI NOI. JC ANDRIA 
 

 
 
E' TORNATA LA JUVE FORMATO "CATERPILLAR"
 
Dopo la buona e sfortunata prestazione a Madrid, dopo la convincente vittoria contro il Genoa di domenica scorsa, contro il Catania, noi tifosi ci aspettavamo una Juve che vincesse nuovamente in scioltezza e che dimostrasse, ancora una volta di più, a tutti, che la fame dei nostri giocatori non si è ancora placata, che la voglia di vincere del Mister, come dei giocatori è la stessa di due anni fa. A tutte queste nostre aspettative, la Juventus ha risposto alla grandissima nel turno infrasettimanale del mercoledì contro gli etnei del Catania, altra formazione dal Presidente "odioso"! 4-0 il risultato finale, che non lascia nessuna possibilità di giustificazioni di sorta! Vincere era nuovamente fondamentale per non perdere terreno dalla vetta e per restare appaiati al Napoli, vittorioso nella trasferta a Firenze. Oramai, il trio di testa, ha preso il largo dalle restanti concorrenti, che stanno dimostrando tutta la loro inconsistenza nel poter lottare per il titolo! Dopo un avvio di gara abbastanza stentato, con il Catania che si affacciava spesso nella nostra area di rigore, i ragazzi in campo hanno iniziato a macinare gioco, stritolando l'avversario di minuto in minuto! Ad aprire le marcature, sempre lui, Arturo Vidal, onnipresente in ogni zona del campo! Anima e cuore! Poi una magistrale punizione di Andrea Pirlo fissano il finale di primo tempo sul 2-0. Nella ripresa la Juve, memore dell'esperienza di Firenze, continua a tenere il piede tutto schiacciato sull'acceleratore. Poteva mancare all'appuntamento con il gol, Carlitos Tevez???? Certo che no, ed ecco che puntuale arriva dopo una bel fraseggio la rete dell'argentino, la sesta in campionato, che inizio! Da autentico bomber di razza! Non contenta la Juve continua ad attaccare e puntuale arriva anche la rete del definitivo 4-0 con Leonardo Bonucci, che riscatta così due gravi disattenzioni difensive che sarebbero potute costare care. Da segnalare la costante crescita di Llorente, di De Ceglie e di Isla. Ma tra i migliori in campo non possiamo dimenticare Giorgio Chiellini, un lottatore! Questa è la Juve che conosciamo, questa è la Juve in grado di far paura a qualsiasi avversario. Conte lo aveva detto, dovevamo prendere uno schiaffone per ritornare quelli di sempre! Adesso ci auguriamo di proseguire su questa strada e che con il Real Madrid accada la stessa cosa che accadde lo scorso anno contro il Chelsea. Ma prima c'è da pensare al Parma, difficile trasferta che con Antonio Conte in panchina al Tardini non abbiamo mai battuto. Due pareggi negli ultimi due anni! Cercheremo di sfatare quest'altro tabù, dopo aver sfatato quello contro il Genoa, mai battuto in casa nell'era Conte. Noi come sempre anche a Parma saremo presenti, trasferta come sempre ostica. Quattro soci ci rappresenteranno in quest'altro viaggio che attesterà ancora una volta di più tutta la nostra passione, tutto il nostro attaccamento alla Juve e soprattutto la nostra grande mentalità. Si viaggerà in pullmino da nove posti assieme ai ragazzi di Montescaglioso. Onore a Domenico Canzio, Giovanni Vurchio, Giuliano Zefferino e Pasquale Mancini che anche sabato, porteranno alto il nome del nostro club! Ma facciamo un passo indietro per tornare a parlare della trasferta appena trascorsa! Da applausi i ragazzi che sono stati presenti mercoledì sera allo Stadium contro il Catania. Partiti alle 15,00 di mercoledì pomeriggio con volo dell'Alitalia diretto a Torino, i ragazzi capitanati da Massimo Matera (nella foto a sinistra.....con l'immancabile birra in mano....) sono arrivati a Caselle intorno alle 17, per poi subito dirigersi verso lo stadio, dove hanno incontrato alcuni rappresentanti del Gruppo Tradizione con i quali hanno bevuto "qualche birra". Poi fuori dallo stadio attesi gli amici dei Gruppi Bassa Valle (con Federico Giacosa sempre presente e il grande ritorno di uno dei pezzi da 90: Ale Freydoz...gran bella persona) e Aosta, sono entrati dentro, tutti quanti in curva Sud primo anello, ben 8 i nostri rappresentanti. Giorgio (nella foto a destra) e Roberto Nicolamarino hanno subito posizionato lo striscione grosso al solito bocchettone. Poi tutti dietro il Gruppo Tradizione con lo stendardo. Tanti complimenti come sempre e pacche sulle spalle per quello che facciamo, per essere stati ancora una volta presenti, tra mille sacrifici fisici ed economici! Mauro Pace, Salvatore Regano con figli, nipoti e consorte si sono messi verso lo striscione grosso. Alla fine salutati tutti i ragazzi del Nord, hanno iniziato la loro lunga attesa di oltre 4 ore per prendere il primo bus che da Porta Susa li avrebbe poi condotti a Malpensa. Solo noi potevamo organizzare una trasferta infrasettimanale così incredibile! Solo applausi per loro che sono stati presenti. Sotto la pioggia della notte torinese, con il primo vero freddo di stagione! Giunti a Malpensa allle 5,00 del mattino hanno poi atteso il volo delle 7,00, della Easy Jet, che li ha riportati a Bari verso le 8,30. Pronti per un altra giornata chi di studio, chi lavorativa. Massimo Matera, capogruppo, era praticamente distrutto, ma sentiamo di ringraziarlo per essersi sobbarcato questo "sforzo" pur tra mille problemi che in questo ultimo periodo ha avuto da un punto di vista personale! Onorati di averti tra di Noi!   
CAPITOLO TESSERAMENTO CLUB:
Ci avviciniamo sempre più alle 500 tessere sottoscritte, di cui circa 100 tessere di abbonamento con posto fisso al club! Un risultato eccezionale che dimostra ancora una volta di più, quanto il tifoso juventino di Andria, si sia legato al nostro club!
Il nostro lavoro, i nostri sforzi vengono da Voi premiati con questo importante risultato. Del resto vi facciamo viaggiare in ogni dove, ogni tre giorni, sempre al fianco della Juventus. E' questo statene certi è molto apprezzato da tutti ed aiuta a creare uno spirito di gruppo fondamentale per la crecita costante del Club!Risultato sorprendente se si pensa che in questa stagione abbiamo stabilito di non accettare più tessere da fuori città, se non per qualche caso "storico", legato oramai a noi da tantissimi anni. Gli occasionali di altre città che si tesseravano solo per poter poi ottenere biglietti nelle gare di cartello, abbiamo deciso a priori di non annoverarli più tra le nostre fila. Lo scorso anno avevamo quasi 200 soci da altre città. Ricordiamo a tutti che il tesseramento continuerà sino a fine novembre. Dopo di che tireremo le somme è comunicheremo il numero esatto per questa stagione! Cogliamo l'occasione per ringraziare quanti da altre città della Puglia e anche da fuori regione, continuano a chiamarci per chiederci biglietti e altre informazioni. Siamo lusingati di questa alta considerazione e attenzione nei nostri confronti, ma non possiamo purtroppo aiutare tutti! Nelle trasferte non a Torino, invece c'è qualche possibilità in più. JUVENTUS CLUB ANDRIA ORGOGLIOSI DI AVERE UNO ZOCCOLO DURO MOLTO MA MOLTO CONSISTENTE E SOPRATTUTTO CON UNA BELLA MENTALITA'!
 

 
 
LA JUVE C'E': NOI LA SAPEVAMO!
 
La vittoria per 2-0 contro il Genoa di domenica pomeriggio, con reti di Arturo Vidal e dell'immancabile Carlitos Tevez (sempre più Hombre del pueblo......grazie Galliani.....) è stata la miglior risposta a tutti i nostri detrattori: ad iniziare da tutta la carta stampata e le Tv, che come sempre hanno toppato in pieno, parlando (o meglio sperando...) di una crisi interna al nostro spogliatoio, di divergenze tra Mister Conte e Società (inesistenti..), per poi puntualmente ritrovarsi con la coda tra le gambe a dover battere ritirata! Ma la vittoria è da dedicare anche a tutti i rosiconi e tirapiedi della nostra Juve, quelli che invece di percorrere Km al seguito delle proprie squadre (accattoni e prescritti in primis!!!) pensano a scrivere km. di stronzate e puttanate sui social network, ad attaccarsi a tutto pur di nascondere le proprie delusioni e soprattutto la propria invidia: sono semplicemente dei frustrati! Non sanno che più fanno così, più ci inorgogliscono per quello che facciamo, per quello che siamo! Perchè mentre noi non pensiamo minimamente a loro, loro, puntualmente, pensano e vivono con la Juve chiodo fisso! Che pena! Cambiate disco e anche canale!
Ma non potevamo dimenticarci anche di parte dei nostri tifosi, quelli che hanno facilmente dimenticato cosa significhi soffrire, cosa significhi mangiare pane duro, cosa significhi rincorrere l'avversario: allo stadio come nel nostro club non si va a teatro. Lo ha detto Conte, ve lo ribadiamo Noi. Bisogna lottare come lottano i nostri giocatori in campo, bisogna fare il nostro dovere, quello di sostenere sempre e comunque la nostra squadra, in ogni situazione, sino alla fine! Chi non se la sente di soffrire (perchè per rivincere quest'anno ci sarà da soffrire) può e deve restarsene a casa! Fabio ieri, il nostro segretario a fine partita ha lanciato un duro monito al club (stra pieno anche ieri): quando qualcuno si è permesso di dire a fine gara "la Roma vincerà lo scudetto....", lui prontamente ha redarguito questi "soggetti"...invitandoli energicamente ad andare a vedere le partite della Roma che è anche molto più vicina di Torino. Siamo tutti sulla stessa barca e dobbiamo tutti remare nella stessa direzione: chi non rema con noi è pregato di non mettere piede all'interno del club! Messaggio chiaro per tutti???? Il nostro non è un "semplice club" come altri, il nostro è un club con i "contro coglioni" che bisogna rispettare! Non aggiungiamo altro! A buon intenditor poche parole. 
La Juve di ieri ci è piaciuta, tantissimo. Dopo la buona e sfortunata prestazione di Madrid ecco l'ottima prova contro il Genoa. Risultato bugiardo il 2-0 finale. Avremmo meritato un punteggio ben più largo, ma va benissimo così. Vincere e convincere era l'obiettivo. Centrati in pieno entrambi. Vidal è tornato superlativo dopo un breve periodo di appannamento, Tevez invece continua a sfoderare prestazioni sempre migliori. E' incredibile, sempre più uomo simbolo di questa Juve. Sapevamo che avremmo dovuto prendere uno schiaffone forte come già successo la passata stagione , e così effettivamente è stato! Dovevamo restare stesi per poi poterci rialzare più incazzati di prima. Adesso ci aspettiamo altre prestazioni così in campionato e soprattutto la grande prestazione contro il Real. Bisognerà batterli per far capire ai turchi del Galatasaray, chi dovrà passare agli ottavi e anche per vendicarci dell'assurda sconfitta del Bernabeu. Ancelotti e "Cristiana" Ronaldo sono già avvisati: per voi nessuna pietà!  Battere il Genoa è stata una grossa soddisfazione perchè i liguri assieme a Catania e Cagliari sono tra le squadre dei bassi fondi che maggiormente odiamo. Del resto con Antonio Conte in panchina mai eravamo riusciti a batterli allo Stadium. Tabù abbattuto! Adesso sotto contro il Catania, altra gara da vincere ad ogni costo per restare in scia di una Roma sempre più sorprendente ed oramai non più rivelazione. Lotteranno con noi ed il Napoli sino in fondo perchè delle altre dietro, nessuna fa particolarmente impressione. Cinque punti di vantaggio per i capitolini sono già un bel bottino. Toccherà a noi far di tutto per ridurre lo svantaggio prima dello scontro diretto a Torino dell'Epifania! Come dice il Mister Conte, faranno di tutto per non farci rivincere quest'anno. Ma noi dobbiamo cercare a tutti i costi di rivincere contro tutto e tutti! Noi siamo già pronti alla guerra! 
Mercoledì ci rimettiamo nuovamente in viaggio verso Torino, per essere presenti anche per Juventus - Catania. In otto e tutti in aereo con pernottamento a Torino. Massimo Matera condurrà la pattuglia all'interno dell Sud dello Stadium (nella foto la nostra presenza casalinga contro il Genoa con Salvatore e Giuliano ben visibili sotto lo stendardo). Grazie a tutti coloro che hanno fatto pervenire i loro auguri per i nostri 10 anni compiuti ufficialmente a Madrid, grazie a tutti coloro che si complimentano con noi per quello che facciamo ogni tre giorni....ripetiamo ogni tre giorni! Del resto lo striscione di Madrid resterà per sempre scolpito nella storia del nostro club: basta questo per far comprendere a tutti la nostra grandezza perchè mentre noi continuiamo a percorrere km realmente, altri continuano a percorrere km verso le varie sale cinematografiche!  
JC ANDRIA FATTI NON PAROLE!
 

 
 
SEMPRE IN VIAGGIO, SEMPRE PRESENTI
 
Sabato sera alle 20,15 quando la gente ci ha visto radunarci nella solita Piazza della Stazione, avrà pensato ma questi sono proprio dei "bastardi"! Uno, accattone e prescritto, conoscente del nostro Presidente si è anche avvicinato per dircelo. Ma come cazzo fate ad essere così costanti e numerosi???? era la sua domanda....la risposta del Presidente è stata tutto in un ampio sorriso di soddisfazione! Passione, organizzazione e Mentalità tutti ingredienti difficili da trovare, che messi assieme fanno un grande mix esplosivo! Noi siamo questo! Anche contro il Genoa, per la soddisfazione della nostra ditta Sassi, un altro pullman è riuscito a partire e questa volta, complice il prezzo super conveniente, siamo riusciti nell'impresa di riempirlo tutto (58 posti) lasciando altri purtroppo a terra. La Ditta Sassi di Minervino, grazie a noi, sta percorrendo più km di quanti ne abbiano mai fatti prima di conoscerci! A bordo del pullman (eccoli nella foto prima della partenza con Fabio andato sul pullman per salutare tutti) organizzato come sempre in collaborazione dei nostri inseparabili amici fraterni dei club di Trani e Corato, c'erano tantissime famiglie, tantissima gente alla prima trasferta a Torino, tanti bimbi e tante donne! Davvero un bel pullman, niente a che vedere, sempre a detta della Ditta Sassi, con quel pullman di "scalmanati" partito per Firenze sette giorni prima! Il nostro Presidente ha condotto la comitiva di soci su a Torino. Era la primissima volta che i presidenti dei Club di Andria, Trani e Corato viaggiavano tutti assieme. Spettacolo. Bello il messaggio che Vincenzo Ferrucci ha inviato lunedì mattina all'arrivo a Fabio il nostro segretario. Si diceva orgoglioso di questo splendido rapporto instaurato tra di noi! Noi del Club di Andria, abbiamo avuto ragione: abbiamo creduto sin da subito nelle realtà di Trani e Corato, chissà perchè solo in queste realtà! Un abbraccio ad Alessandro Giangualano, altro artefice di questo splendido giocattolo chiamato TRIADE. Alla partenza da Andria anche gli amici del Club di Corato, poi raccolti verso le 21 i ragazzi dello JC TRANI, il pullman è partito per Torino. Viaggio molto tranquillo, tre soste in autogrill per via di donne e bambini, poi finalmente a Torino. Lasciati in centro soltanto il Presidente e Nicola Pisani che avevano un appuntamento con il fratello del Mister, Daniele Conte, il resto della comitiva capitanata da Salvatore Lomuscio e Giuliano Zefferino è andata allo Stadio per poi portare tutti in visita allo Juventus Museum. Soci stra felici per la perfetta organizzazione. Tutto studiato nei minimi dettagli, nulla lasciato all'improvvisazione! Poi alle 12,30 appuntamento al pullman per distribuzione tagliandi e ritrovo con la quindicina di soci salita in aereo o con il bus della Marino, stante l'indisponibilità di posti sul nostro pullman. Alle 13,15 si entra tutti in Curva Sud. Viene posizionato lo striscione grosso con la parte adulta che staziona li dietro e la parte più giovane o meglio quella più "ultras" al solito posto dietro lo striscione TRADIZIONE. Gran bella partita e soprattutto gran bel tifo ieri pomeriggio. C'è ne siamo accorti anche dalla Tv. Del resto in queste gare accorrono i veri tifosi non i tanti occasionali che vanno solo se la partita è di cartello! Bello il "Chi non salta genoano è" intonato da tutto lo Stadium. Anche al club bella atmosfera con ennesima visita di una pattuglia della PS, oramai così "amici" che seguono le partite con Noi. "E' non ci avrete mai....come volete Voi....." 
Al ritorno Luigi Sassi l'autista titolare della ditta ha dato il meglio di se, facendo arrivare il bus ad Andria in Stazione alle 05,30 di lunedì mattina. Tutti in orario per poter andare chi a lavoro, chi a scuola, chi a far la nanna....vero Giuliano?????? Da applausi Vincenzo Zingaro titolare del bar Lounge Cafè di Via Torino. Appena arrivato ha aperto il suo bar! La gente come noi non Molla Mai! Un saluto anche ad un vecchio socio come Domenico Buongiorno, socio fondatore del club e autore materiale dello striscione di Madrid, che dopo anni è tornato in trasferta con Noi. Bentornato Mimmo!
Ma permetteteci un applauso anche a Salvatore Lomuscio, Nicola Pisani e Giuliano Zefferino per il lavoraccio svolto dai giorni prima della partenza e sino all'arrivo ad Andria! In mancanza di Fabio che si trovava a Madrid hanno organizzato tutto nei minimi dettagli. 
Spirito di squadra eccezionale!
JC ANDRIA NUMBER ONE!
 

 
 
JUVE MUY HERMOSA. ARBITRO, RONALDO Y ESCANDALOSO
 
Obiettivo centrato! Siamo non orgogliosi di Noi, ma molto, ma molto di più! Essere riusciti nell'intento di festeggiare i nostri primi dieci anni di attività all'interno dello Stadio Santiago Bernabeu di Madrid, il più importante d'Europa e forse del Mondo non era cosa semplice! Questo per noi, sarà da ora in poi ricordato, come un passaggio storico che resterà scolpito in maniera indelebile nella storia del nostro fantastico club! Questo momento, questa impresa, credeteci, per noi vale molto di più della conquista di una Champions! Nell'anno dei festeggiamenti del nostro decennale, avevamo stabilito che in occasione della partita più prossima alla data di fondazione del club, avremmo cercato di celebrare questa ricorrenza con uno striscione che restasse scolpito nelle menti di tutti! Il destino ha voluto che questo momento coincidesse in occasione di una partita importantissima, in un palcoscenico degno della ricorrenza. Tutto troppo bello, tutto andato alla perfezione! Fabio, prima della partenza aveva confezionato con la preziosa collaborazione di Roberto Lomuscio e Domenico Buongiorno uno striscione lungo 10 metri e alto 1 metro, suddiviso in tre parti: 
2003 - 2013 DA 10 ANNI SEMPRE AL TUO FIANCO ANDRIA PRESENTE
questo la frase dello striscione (eccolo nella foto articolo, mentre viene esposto, con orgoglio, nel pre partita di Real Madrid - Juventus al Bernabeu). Ma tutto è stato possibile anche grazie alla collaborazione di tutti i ragazzi del club partiti per questa trasferta. In massa, ben 29 persone che hanno fatto di questo viaggio europeo, quello più numeroso in assoluto del nostro club, al di fuori dei confini nazionali! Anche per questo la trasferta a Madrid sarà ricordata come la migliore in assoluto organizzata da noi all'estero! 
Ma andiamo per ordine nel raccontarvi questo viaggio, lungo ed interminabile ma soprattutto pieno di tante emozioni! Il grosso del gruppo viaggiava tutto su Bruxelles da Bari è quindi martedì mattina, il ritrovo in stazione ad Andria era fissato per le ore 8,00. Tutti rigorosamente in treno della Bari Nord. Metà vagone veniva occupato da Noi, con il Presidente Nicolamarino assieme al Tesoriere Nicola Pisani, che riuscivano appena in tempo a salutare tutti, prima che il treno partisse! La goliardia e l'eccitazione per questo viaggio erano già ai massimi livelli. Fabio da bravo condottiero, tiene il gruppo tutto compatto è all'arrivo alla stazione dell'aeroporto, in corteo si dirigono verso lo scalo, con prima foto di gruppo. Poi appena effettuati i controlli di rito, i nostri incontrano i ragazzi di Trani e i ragazzi di Corato con i quali condivideranno il resto del viaggio. Il gruppo diventa sempre più consistente. Nessuno oltre a noi aveva pensato a questa combinazione aerea per poter raggiungere in maniera economica Madrid. Nel frattempo anche tutti gli altri soci del club si mettevano in movimento per raggiungere Bari da cui sempre in aereo hanno raggiunto Madrid con altre combinazioni. In aereo euforia a tremila! Partono i primi cori è veniamo subito richiamati all'ordine dal comandante del volo. Ci tranquillizziamo e arriviamo a Bruxelles in perfetto orario, alle 12,30. Con taxi da nove posti, ne prendono due, raggiungono immediatamente lo stadio Heysel dove avevano stabilito di fare una commemorazione dei 39 fratelli bianconeri morti in occasione della maledetta finale di Coppa dei Campioni del 1985 contro gli animali inglesi del Liverpool! Anche questo era un obiettivo che il nostro club da anni aveva. Ritornare sul luogo della tragedia dopo quella terribile nottata in cui il nostro Presidente, Andrea Leonetti e altri soci del vecchio club erano stati presenti! Da brividi appena intravedono lo stadio. Molti dei soci presenti sono nati proprio in quegli anni li, non ricordando praticamente nulla. Hanno solo visto le terribili immagini. Fabio invece resta silenzioso nel guardare la CURVA Z sullo sfondo. Si perchè fortuna ha voluto che lo stadio fosse aperto per una manifestazione studentesca. Poi si recano presso le lapidi poste subito all'esterno di quella maledetta Curva. Li restano silenziosi e con lo sguardo perso nel vuoto, cercando di ripercorrere quei terribili momenti che le immagini di documentario ci hanno lasciato! Assurdo pensare che questo sia potuto accadere. Fabio si commuove nel leggere i nomi di Andrea e Giovanni Casula, padre e figlioletto morti in quella tragica serata. Poi entriamo in Curva Z. Esperienza troppo forte. Fabio non se la sente. La continua ad osservare. Poi si va via, incontrandoci con i Ragazzi Ungheresi Juventus, i nostri cari amici, anche loro arrivati a Bruxelles da Budapest, anche loro con stesso volo serale per Madrid! Il resto della giornata lo si trascorre nelle strade del centro di Bruxelles, altra piacevole scoperta, una città davvero carina, con tanti bei vicoletti ed una spettacolare piazza! La polizia belga ci ferma, pensando che fossimo tifosi del Paris Saint Germain, da quelli parti odiati dai tifosi dell'Anderlecht che alla sera si sarebbero incontrati in Champions. Spiegato chi fossimo, riprendono il giro, fermandosi a pranzo in una trattoria. La stanchezza si inizia a far sentire è decidono di ripartire per l'Aeroporto dove alle 21 della sera avevano il volo che finalmente gli avrebbe condotti a Madrid. Arrivano le prime chiamate dalla Spagna degli altri soci nel frattempo già arrivati. Finalmente si parte è dopo un volo da paura a causa delle forti perturbazioni presenti nell'area francese, arrivano verso la mezzanotte a Madrid. Subito raggiungono la metropolitana per poi prendere le destinazioni verso i vari hotel prenotati. Dopo aver preso possesso delle stanze, la maggior parte si ritrovano in centro per fare due passi alle due della notte, nella speranza di poter mangiare e bere qualcosina. La stanchezza prende il sopravvento sul gruppo che decidere di battere in ritirata, causa pioggia, verso gli hotel. Al mattino Fabio convoca tutti presso il suo albergo con messaggio, dando disposizioni sul pranzo e sul come muoversi verso lo stadio, dove chiede di andare tutti assieme. Il pranzo lo effettuano presso il Museo del Jamon, museo del Prosciutto Crudo spagnolo. Spettacolare. Poi c'è chi gira ancora, venendo intervistato da TuttoSport (ecco il video dove dal minuto 0,20 in poi i nostri Giuseppe Di Serio, Gianni Zagaria, Gregorio Del Giudice e Gaetano Maddalena rilasciano una simpatica intervista http://www.youtube.com/watch?v=1DxmTwlqfWQ e chi come i più adulti preferiscono tornare nelle stanze per un breve riposino. Alle 17,30 ritrovo in Plaza Puerta del Sol da dove con la metrò è tutti ma proprio tutti i soci presenti, raggiungono la fermata dello stadio. Cori possenti, euforia alle stelle, quando vediamo il mastodontico Stadio Bernabeu. Foto di rito, poi Fabio richiama tutti all'ordine dirigendosi verso l'entrata del settore. Controlli degli striscioni e soprattutto dei nostri 10 metri. Non vogliono farlo passare, troppo lungo e soprattutto pensano che si trattasse di frase contro il Real. Poi dopo qualche minuto la polizia spagnola comprende il contenuto dello striscione è finalmente ci lasciano passare. Con le scale mobili raggiungiamo il nostro settore posizionandoci al terzo anello in prima linea, dove grazie all'aiuto dei Gruppi Ultras, Nucleo 1985, Tradizione e una sezione dei Drughi, otteniamo il permesso di esporre lo striscione proprio li, davanti a tutti! Visibilmente emozionati i nostri iniziano i preparativi per poi poco prima dell'inizio esporre in lunghezza l'intero striscione tenuto a mano (presto pubblicheremo anche quest'altra spettacolare foto, scattata dal campo dal fotografo Glinni). Inizia la gara, la Juve dimostra di essere in palla e soprattutto padrona del campo. Ma come spesso ultimamente accade, alla prima incursione degli avversari verso la nostra porta ecco che ci troviamo in svantaggio. Assurdo. Non ci abbattiamo riprendiamo a cantare. Sembrava di essere allo Juventus Stadium. Tifosi del Real scandalosi, paragonabili a quelli del Chievo Verona per intenderci! Arriva il pareggio di Llorente. Esplode il Santiago Bernabeu. Tutti i tifosi del Real ci guardano con ammirazione e con invidia per quello che facciamo è per come sosteniamo la squadra! Poi inizia il grande show dell'arbitro tedesco e della femminuccia Cristiana Ronalda! Uno show che ci porta a soccombere per 2-1. Non meritavamo di perdere ed usciamo a testa non alta ma ALTISSIMA. La squadra viene sotto di noi. Applausi e soprattutto cori di incitamento. Sembrava avessimo vinto. Onore a Noi! Quando vedi la squadra giocare in questo modo al cospetto di un Signor avversario, bene è lecito pensare che la squadra c'è è che l'episodio di Firenze resta appunto un semplice episodio. Volevamo delle risposte è le risposte sono arrivate. Assurdo espellere Chiellini e soprattutto non concederci il rigore per il fallo su Vidal! In dieci la Juve fa la partita mentre il Real resta rintanato nella propria metà campo, paurosa di affrontare la Juve a viso aperto! Adesso gli aspettiamo al ritorno a Torino. Lo Juventus Stadium sarà un catino ribollente, dovremo far capire loro che dovranno pagarla per quanto subito nella gara di andata. Povero C.Ronaldo, ti aspetterà un clima da paura! Dovranno lasciarci i 3 punti, perchè siamo convinti che passeremo noi il turno. Stessa situazione dell'anno scorso, quando a metà del girone, servivano necessariamente tre vittorie per la qualificazione. Anche quest'anno vincendo le ultime tre gare passeremmo matematicamente agli Ottavi di finale. Ma potrebbero bastare anche 7 punti. Quindi AVANTI JUVENTUS, AVANTI NOI, il Galatasaray è già avvisato! Usciamo dallo stadio fiduciosi e per nulla abbattuti. In gruppo ci facciamo una mega foto, poi tutti in metropolitana sino a Plaza Puerta del Sol dove il gruppo si divide. La parte che resta con Fabio si dirige in  un Pub, l'Espàna Canì per brindare e continuare la serata con i Ragazzi del Gruppo Bassa Valle. Fiumi di birra scorrono nel locale, tra cori, prosciutto crudo è l'immancabile goliardia. Alle tre della notte, la titolare del locale decide di "cacciarli" dal locale! Che ridere ragazzi! Queste sono le nostre trasferte! Al mattino all'alba, una buona parte era già andata via, sempre per Bruxelles, mentre l'altra metà rimasta, dopo gli ultimi giri in centro per acquistare classici souvenir di Madrid, riprende la metro verso l'Aeroporto, dove alle 14 partiva il volo verso l'Isola di Malta. Solo noi potevamo fare un viaggio ed un tragitto così! Giunti a Malta, troviamo un caldo "africano". Ancora birre su birre per chiudere la tre giorni alcolica! Poi alle 21 arriviamo finalmente a Bari, chiudendo una grande trasferta organizzata alla perfezione dal nostro club! 
LO RIPETIAMO: ORGOGLIOSI DI NOI! ALLA FACCIA DI CHI CI ODIA! NOI NON VI CONSIDERIAMO PROPRIO! OLTRE IL RISULTATO!        
p.s. è già tempo di ripartire. Questa sera pullman tutto al completo (58 persone) per Juventus - Genoa, con il Presidente Nicolamarino, Nicola Pisani, Salvatore Lomuscio e Giuliano Zefferino a capitanare il gruppo (tante famiglie), assieme agli inseparabili amici dei Club di Trani e Corato. La Triade dalla Grande Mentalità! Non pensavamo nemmeno di poter fare simili numeri per Juventus - Genoa. Oltre a 11 soci che invece saliranno in aereo! Ma sorpresa delle sorprese, sarà JUVENTUS - CATANIA, mercoledì sera 30 ottobre, quando in 8 (udite, udite) raggiungeranno Torino per quest'altra trasferta, tutti in aereo. Siamo davvero incredibili! 
LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI!   
 

 
 
ONORE A LORO
 
Eccoli tutti i nostri soci nella foto di gruppo che si sono fatti scattare all'esterno dello Stadio Bernabeu a Madrid, subito dopo la fine della sfortunata partita di Champions. Come potrete notare sono tutti sorridenti e molto carichi! Sentiamo di doverli ringraziare uno ad uno per essere stati presenti e per aver tenuto alto il nome del nostro Gruppo! Orgogliosi di Voi.
Adesso Tutti ad Istanbul! Alla conquista della qualificazione. Crederci sempre. Arrendersi Mai!
JUVENTUS CLUB ANDRIA
 

 
 
29 MAGGIO 1985 - BRUXELLES. RICORDO SEMPRE VIVO
 
Applausi soltanto applausi ai nostri formidabili ed encomiabili soci che martedì 22 ottobre 2013 si sono recati prima della trasferta di Champions a Madrid, presso lo Stadio Heysel a Bruxelles, dove il 29/05/1985 ben 39 tifosi della Juventus persero la vita a seguito degli incidenti provocati dai tifosi inglesi del Liverpool! Per la primissima volta il nostro club proprio a dieci anni dalla sua fondazione ha voluto rendere omaggio a questi fratelli scomparsi così tragicamente! Nell'ambito delle iniziative inerenti i festeggiamenti del nostro primo decennale dalla costituzione, anche questa era una delle iniziative che ci eravamo prefissi di realizzare! Obiettivo pienamente centrato! Nella foto il momento in cui viene deposta una coccarda sulla lapide che recita: IN MEMORIAM 29/05/1985 con il nostro stendardo poggiato sulla piccola recinzione che delimita quella lapide posta proprio sul maledetto muro che quella sera crollo' sotto il peso di decine e decine di tifosi ammassati l'uno sull'altro! 
Sentiamo di aggiungere a tutti coloro che spesso e volentieri si sono permessi di offendere la memoria di questi morti che per loro speriamo solo che presto la GIUSTIZIA DIVINA possa abbattersi in maniera tremenda! Come dovrebbero vergognarsi di esistere tutte quelle tifoserie italiane, che a seguito di questa tragedia hanno addirittura stretto rapporti di amicizia con i tifosi del Liverpool! 
VERMI SCHIFOSI! CURVE SENZA MENTALITA'!
Alle famiglie delle 39 vittime sentiamo di rivolgere un nostro caloroso abbraccio, perchè chi vive nei cuori della gente (quella vera) non sarà mai dimenticato!
JC ANDRIA!
 

 
 
ANCHE AL BERNABEU ANDRIA PRESENTE
 
Non potevamo non esserci!
Nella logica dello Juventus Club Andria di essere da dieci anni sempre al fianco della Juventus, la tappa di Madrid era una di quelle assolutamente da non mancare, una di quelle da far accapponare la pelle, da vivere intensamente, da raccontare agli amici. Ognuno dei ventotto partecipanti serberà nel suo cuore le fantastiche emozioni vissute, le esperienze fatte e certamente...la vittoria raggiunta.
Reso omaggio durante lo scalo aereo  belga agli angeli dell'Heysel, con l'esposizione all'interno dello stadio di Bruxelles, nella curva Zeta nel punto esatto della tragedia dello striscione "2003-2013 DA 10 ANNI SEMPRE AL TUO FIANCO", la fantastica comitiva dello Juventus Club ANDRIA PRESENTE è giunta ieri sera a Madrid.
La capitale spagnola, con il suo fascino di metropoli moderna ed eccitante, fa da degna cornice alle migliaia di tifosi bianconeri che da ogni dove l'hanno raggiunta per fornire  il massimo sostegno ai ragazzi del nostro grande condottiero Antonio Conte.
Ci si lascia alle spalle, la amara (solo nel risultato però) trasferta appena vissuta in campionato, per rituffarsi con ancora più entusiasmo nella competizioni in cui altri ambiscono di partecipare, ma che per loro rimarrà sempre e solo un miraggio.
Come sempre Andria è presente, ovunque la Juve andrà, con tutto il nostro entusiasmo prenderemo la sciarpa e correremo al tuo fianco!
FINO ALLA FINE...FORZA JUVENTUS
 

 
 
ANDRIA NON DIMENTICA
 
Per ogni tifoso bianconero, a qualsiasi latitudine in Italia, in Europa o nel mondo esso si trovi, lo STADIO HEYSEL di BRUXELLES rappresenta un doloroso momento della propria passione per la Juventus: sia per chi più avanti nell'età mantiene ancora tragicamente vivo il ricordo di quella serata del 29 maggio 1985, sia per i più giovani che di quel maledetto giorno ne hanno semplicemente sentito parlare o visto filmati in tv.
In quel giorno l'entusiasmo per gli amati colori bianconeri si spense in una tragedia che portò alla morte di trentanove persone la cui unica colpa era quella di vivere una esperienza al fianco della squadra del cuore.
Nel suo incessante peregrinare in qualunque località la Juventus giochi, la sorte questa volta ha voluto che il percorso dello JUVENTUS CLUB ANDRIA PRESENTE facesse scalo a Bruxelles prima di giungere a Madrid. Ecco quindi che fra un arrivo in aeroporto ed il prossimo check in per giungere alla meta, i meravigliosi ragazzi del nostro Club, capeggiati dall'incomparabile Fabio, hanno ritenuto doveroso non dimenticare e raggiungere lo stadio HEYSEL dove hanno ricordato chi non c'è più, rammentando a tutti  che Andria anche quel lontano giorno di quasi trenta anni or sono era lì presente, vuole mantenerne vivo il ricordo. Emozioni uniche ed indescrivibili hanno provato nel ricordare quei terribili momenti, mentre deponevano dei fiori davanti alla lapide che ricorda i fatti accaduti, riportando i nomi delle singole persone perite.
Va reso onore ai ventotto componenti del nostro gruppo, che non curanti della fatica del viaggio, hanno voluto trovare il tempo ed il modo per ricordare al Mondo Bianconero ed ai tifosi tutti che ANDRIA NON DIMENTICA! e che i trentanove angeli dell'Heysel sono sempre al nostro fianco e seguono la Juve di lassù.
 

 
 
LA JUVE PERDE NOI NO
 
E' proprio vero il motto che recita: "solo gli Ultras vincono sempre". In questo motto noi tifosi passionali della Vecchia Signora ci rispecchiamo tantissimo. Perchè solo i veri tifosi come noi, vanno sempre oltre il risultato, sono sempre li, indipendentemente da tutto e nonostante la delusione del risultato maturato in maniera incredibile al Franchi di Firenze, la nostra massiccia pattuglia partita in pullman per Firenze, ha avuto al termine dell'incontro e soprattutto a bordo del bus nel viaggio di ritorno, la forza e la grande voglia di sorridere, di cantare ancora, di scherzare ancora, perchè come dicevano i nostri, ieri era IMPORTANTE solo esserci, come sempre sarà! Questo monito è rivolto a coloro i quali, tifosotti da tastiera, o semplici tifosi da poltrona, ieri hanno goduto del risultato della Juve, invece di guardare i tanti (ma proprio tanti) problemi in casa propria. Noi veri tifosi della Juve, noi dello JC ANDRIA, anche ieri abbiamo vinto, ancora una volta, come sempre.....sarà! Davvero credeteci, ieri è stata una delle trasferte più belle in assoluto degli ultimi anni. Una trasferta che ha visto la partecipazione di tanta gente vecchia del nostro club, ma anche di tanti ragazzi nuovi che si sono da subito calati nella nostra realtà rispecchiandone in pieno la nostra mentalità che ci porta da sempre a girare gli stadi di tutta Italia ed Europa. Anche ieri in pullman, ancora una volta riempito! Il mezzo con il quale abbiamo viaggiato era un mezzo dell'Anteguerra, ma siamo noi che quando andiamo su certi campi preferiamo chiedere alla ditta dei mezzi più obsoleti, più consoni al nostro modo di essere....OLD STYLE! Come sempre ci hanno affiancato i ragazzi di Trani, un rappresentante del Club di Corato e una rappresentanza del Club di Altamura che hanno deciso di viaggiare con noi, importante punto di riferimento per molti! Alle 3 in punto della notte tra sabato e domenica era stato fissato il ritrovo in Stazione ad Andria. Tutti stranamente puntuali, tranne uno. Il Capo dei Capi: Fabio il nostro Segretario. Sveglia suonata, ma poi riaddormentatosi. Chiamato al telefono intorno alle tre, riesce in mezz'ora ad essere in stazione! Perdonato per quello che fa ma soprattutto per l'età! Gli acciacchi fisici non lo lasciano in pace ma lui, come molti altri, NON MOLLA MAI e di appendere la sciarpa al chiodo non ne ha la più pallida idea! Che bella gente a bordo del pullman, davvero un gruppo massiccio! Vorremmo citarvi tutti ma ci dilungheremmo troppo. Come non iniziare da Salvatore Caldarone che alla metà del viaggio ha già la sua magliettina bianca tutta intinta di vino rosso! Poi Giuliano Zefferino seduto al fianco di Fabio in prima linea. Tommy Moscatelli e Gianni Strippoli (tra i ragazzi più "tecnologici" in assoluto......sappiamo noi perchè), Nino Lotti con la sua voce alla Barry White...ma molto andriese, il "fabbro" Francesco Sinisi...."scassinatore di casseforti, Enrico Ferro l'uomo più facebook di tutti (mannagg a tai...). E' poi udite, udite....Salvatore Lomuscio, se non ci fosse bisognerebbe inventarlo. Autentico animatore, porta più vino lui che l'intera Cantina Andriese! E' uno spettacolo di persona! Poi Massimo Matera, uno che di mentalità ne ha davvero da vendere ed insegnare a molti, Fabio Marzano, quello delle trasferte calde, Bergamo, Verona, Napoli, Firenze, sono tra i suoi campi preferiti! Tra le new entry chi ci ha colpito di più? ripetiamo vorremmo citarvi tutti, ma uno su tutti è stata una piacevole scoperta: Aldo Spiridione autentico fenomeno! Soste in autogrill come sempre molto "movimentate"! Alle 11,45, si arriva stranamente a Firenze Sud tra i primi, noi che siamo sempre tra gli ultimi ad arrivare in tutte le trasferte. Dopo poco ci portano subito via assieme agli altri pullman presenti. Tragitto verso lo stadio abbastanza tranquillo. Giunti nel parcheggio, si mangia e si beve di tutto, poi con l'arrivo dei simpaticissimi ragazzi del Gruppo Bassa Valle, sempre più autentica rivelazione della Sud, il tasso alcolemico aumenta sempre più! Che ridere! Fabio si intrattiene a parlare con due rappresentanti della Digos di Torino, i quali dicono: "ma sapete quante belle foto che abbiamo in Questura di ognuno di Voi?" Poi arrivano i gruppi, arrivano gli Amici di Tradizione. Alle 14,00 si decide di entrare tutti assieme e qui viene il bello: per poter far venire tutti in trasferta, anche coloro i quali non hanno la tessera del tifoso, Fabio si era come sempre ingegnato per poter sistemare la cosa, decidendo di comprare i biglietti in CURVA FERROVIA, la Curva viola al fianco degli Ospiti. Ovviamente con un titolo d'ingresso valido per l'accesso, gli addetti alla sicurezza non hanno potuto che buttarci tutti nel Settore Ospiti. Che ridere con Fabio che diceva a tutti Vi porto in Curva Ferrovia, tra l'ansia soprattutto dei nuovi! Appena dentro, sistemiamo la pezza sulla vetrata laterale in prima linea al fianco di TRADIZIONE - ANTICHI VALORI (in basso a sinistra nella foto articolo tratta dal sito fototifo.it)  e restiamo nella zona Parterre dove praticamente la partita non la si vede proprio! Ma noi pensiamo a cantare e a sostenere la squadra, mentre Salvatore Caldarone, a torso nudo, si ingegna sul come fare, per poter togliere uno striscione viola al fianco del settore Ospiti (alla fine non ci riuscirà)! Bel tifo, buona Juventus nel primo tempo e anche all'inizio della ripresa. Si va sul 2-0, grazie alle reti di Tevez su calcio di rigore e Pogba,  e tutti crediamo, squadra compresa, di avercela già fatta! Grave errore. Nella ripresa la Juve sbaglia in almeno tre nitide occasioni il possibile 3-0 che avrebbe chiuso la gara. Poi complice un rigore assegnato ai viola a metà ripresa, la partita improvvisamente si riapre con la Fiorentina che si scatena e la Juve che sembra quasi addormentata, come se fosse andata via la luce in quasi tutti i componenti della rosa! Inspiegabile! In meno di venti minuti subiamo altre tre reti che condannano la Juve ad un pesante ko, un 4-2 che non ammette scusanti! Restiamo increduli e ci guardiamo tra noi con lo sguardo perso...poi ci riprendiamo e cantiamo negli ultimi cinque minuti uno splendido nuovo coro, fatto partire dal Gruppo Tradizione a riprova del fatto che NOI ANDIAMO sempre OLTRE OGNI RISULTATO! "Chi lo doveva dire", era poi al termine la frase più ricorrente!. Ci facciamo coraggio pensando ad un altro schiaffone simile preso lo scorso anno in campionato in casa, contro i Prescritti. Allora servì perchè da quel momento la squadra si ricompattò ed iniziò a macinare gioco e punti, in campionato come in Europa. Adesso siamo convinti sarà la stessa cosa, dovevamo cadere per poi rialzarci. Certo lo scorso anno non c'era però la Roma di mezzo, che sembra fare davvero sul serio. I capitolini vanno a +5 su Juve e Napoli, ma lo sappiamo che la strada verso lo scudetto non sarà assolutamente agevole, anzi quest'anno sarà piena di trappole ed insidie. Lo ripetiamo, non accettiamo critiche al Mister e ai giocatori, chi non vuole lottare resti a casa e non solo non venga alle trasferta, ma non deve nemmeno mettere piede all'interno del club. Chi sta con Noi, deve sempre CREDERCI, i pinguini e il tifoso occasionale non gli vogliamo. INTESI???? A fine gara si esce con molto ritardo dallo stadio per poi avviarci verso l'autostrada soltanto verso le 19,15. Piccole scaramucce all'esterno, anche se si segnalano altri gesti INFAMI da parte della tifoseria VIOLA, come sempre del resto! Poi parlano di mentalità nei loro striscioni esposti! Da segnalare alla fine anche un gavettone di Fabio a tutto il gruppo dei nostri soci seduto nel parterre in attesa di uscire dallo stadio.....che ridere! Prima di chiudere dobbiamo salutare Mimmo e Savino i nostri due autisti di fiducia, che ci hanno davvero sopportato in questo ennesimo viaggio, che pazienza che hanno con tutti noi. Ecco perchè riteniamo che siano sempre 2 di Noi! Domani è già tempo di ripartenza per tanti dei nostri ragazzi che andranno in Spagna per seguire la Juve nella difficile trasferta al Bernabeu di Madrid. Fabio, ancora lui, guiderà il gruppo di soci, convinti e consapevoli che la Juve darà il tutto per tutto pur di conquistare un risultato positivo in terra iberica. 
NOI CI CREDIAMO. FORZA RAGAZZI, ORA PIU' CHE MAI. ZITTIAMO IL NEMICO!
BUON VIAGGIO RAGAZZI. ONORE A VOI.
2003-2013 DA 10 ANNI AL TUO FIANCO - ANDRIA PRESENTE

 

 
 
PRONTI A PERCORRERE ALTRI 7.760 KM SOLO PER TE
 
Che foto ragazzi! Che Amarcord! Era l'inverno del 2003, precisamente il 6 dicembre, il nostro club era appena nato, e quella di Roma contro la Lazio fu una delle primissime trasferte che si organizzava, la terza per la precisione! In pullmino da 18 posti partimmo alla volta di Roma, per una partita che vide la nostra Juventus soccombere per 2-0. Era la Juve dell'ultimo anno di Marcello Lippi, una stagione disastrosa, eravamo reduci dall'atroce delusione della finale Champions persa a Manchester contro il Milan. Mai avremmo immaginato che a distanza di dieci anni questa foto sarebbe diventata un reperto prezioso del nostro immenso archivio fotografico, custodito gelosamente dal nostro segretario Fabio. Pensate tutti coloro che sono in questa foto, frequentano attivamente il club e le trasferte, nonostante siano passati dieci anni. Allora non ci conoscevamo nemmeno tra di noi, oggi siamo tutti come dei fratelli! Eccoli al casello di Roma Sud, nell'ordine da sinistra in alto Antonello Falcetta, Leonardo Nenna, Massimo Matera, Riccardo Policastro, Antonio Addario, il grandissimo Salvatore Lomuscio e, in basso da sinistra, Fabio Fiandanese, Giovanni Cifaratti, Giuliano Zefferino, Riccardo Lopetuso, Vito Fiandanese e ultimo a destra un giovanissimo Fabio Attimonelli, allora neo sposo!
Pensate di questo gruppo ben 4 andranno a Firenze domenica prossima! Siamo orgogliosissimi per quello che siamo stati in grado di fare in tutti questi lunghi e difficili anni! Abbiamo affrontato ogni difficoltà sempre a testa alta, sempre consapevoli che la nostra mentalità ci avrebbe portato a raggiungere traguardi impensabili solo 10 anni fa! Da allora di acqua sotto i ponti ne è passata tanta, la vecchia sede, la nuova sede, le prime vittorie, farsopoli con la serie B, le vittorie di Jakartone..., i duri anni del dopo Farsopoli, Bergamo e poi....poi la LUCE, i trionfi, Antonio Conte e le tante tantissime ed innumerevoli trasferte e km percorsi in questi 10 anni, dall'ottobre 2003 all'ottobre 2013, ci ritroveremo a Madrid a festeggiare i nostri 10 anni di vita! Un film lunghissimo, emozionante e al tempo stesso indimenticabile, che continueremo a girare, come continueremo a girare in ogni dove, in ogni angolo dell'Italia e dell'Europa al seguito della nostra Juve.
Ed è proprio quello che ci apprestiamo a fare in questi prossimi giorni. Pensate in soli 8 giorni, come recita il titolo dell'articolo percorreremo ben 7.760 km per seguire la nostra Juve da Firenze domenica, a Torino il 27 ottobre, passando appunto per Madrid. 
A Firenze abbiamo allestito un grande pullman, con tantissima vecchia gente, con tantissimi soci che hanno risposto all'appello del Segretario. Quando arriva il suo richiamo, tutti accorrono e rispondono presenti: segno di grande maturità e mentalità. Un pullman con ben 43 persone a bordo oltre al nostro socio Giuseppe Tattolo che vive a Firenze. Assieme con noi, immancabili, anche 10 amici dello JC TRANI e un rappresentante della Corato Bianconera. Non vediamo già che arrivi l'ora di partire. Già sappiamo cosa accadrà. Ci sono "personaggi" a bordo che non hanno bisogno di presentazioni: volete un nome su tutti??? Salvatore Caldarone. Ci fermiamo qui, basta già lui!
Poi martedì sarà il giorno della partenza per la grande trasferta europea a Madrid, per 28 persone si tratterà della prima volta, mentre per lui, Fabio Attimonelli sarà un ritorno al Bernabeu! In 29, avete capito bene, si metteranno in marcia per raggiungere la capitale spagnola. Giungeranno in Spagna suddivisi su svariati voli, con tanti scali, la maggior parte via Bruxelles, ben 13, capitanati da Fabio, dove contano di recarsi all'Heysel per commemorare i nostri 39 angeli caduti nel 1985. Partiranno con la Bari Nord per raggiungere l'Aeroporto di Bari. Solo a notte fonda del martedì saranno a Madrid. Gaetano Maddalena, partirà da Roma via Londra. poi ci sarà Chiara Abbasciano che partirà in treno per Bologna per poi imbarcarsi su volo per Madrid. In due diretti da Milano per Madrid, Fabio Fiandanese e Alessandro Colasuonno, Giuseppe Cavaliere e Benedetto Di Leo via Monaco di Baviera, in 4 direttamente da Roma Francesco & C., in due Emanuele Larosa e suo zio Antonio Larosa via Siviglia, poi con un treno raggiungeranno Madrid, in 3 via Cagliari, Vincenzo Leone, Gianni Caporale e Antonio Piccolo. Tanti davvero tanti. Si ritroveranno tutti in Piazza a Madrid il pomeriggio della partita per poi tutti assieme giungere in metropolitana allo stadio, dove contano di realizzare una sorpresa. Orgogliosi di Voi e felici di essere riusciti a trovare biglietto per tutti.
Ma non è finita qui: il 27 ottobre la Juventus gioca a Torino contro il Genoa, una gara per molti non importante, per altri da snobbare proprio, ma non per noi, che ancora una volta siamo riusciti nell'intento di allestire un pullman anche per quest'altra trasferta. Si avete capito bene, anche contro il Genoa si viaggerà in pullman grande. Disponibili ancora una decina di posti e biglietti. In tanti avete aderito al nostro invito di approfittare di queste gare meno importanti, si fa per dire, di giorno e che ti permettono di risparmiare e di rientrare all'alba il mattino successivo. Francesco Nicolamarino, Nicola Pisani, Salvatore Lomuscio e Giuliano Zefferino guideranno la compagnia dei nostri soci su a Torino in quest'altra trasferta. Chi vuole approfittare, invito rivolto soprattutto a famiglie, donne e bambini, approfitti di quest'ultima gara dell'anno alle ore 15,00 a Torino. E' un pullman si può dire fatto apposta per chi vuole vedere in tutta tranquillità lo Stadium, senza la frenesia della partita di cartello, ma con il solito pienone.
JC ANDRIA: 2003 - 2013 DA 10 ANNI SEMPRE AL TUO FIANCO - ANDRIA PRESENTE


 

 
 
CINQUANTA CANDELINE PER MAURO
 
Caro Mauro devi dirci la verità. Mai avresti immaginato di ricevere una sorpresa così bella! Mai avresti immaginato di finire sul sito dello Juventus Club Andria, del Tuo club, che da sempre frequenti attivamente, con orgoglio e passione! Ma noi Mauro siamo più orgogliosi di te! Siamo orgogliosi di poter annoverare tra i nostri associati gente come te! Oggi 18 ottobre Mauro Abbasciano compie 50 anni! Un traguardo importante, una tappa di ripartenza verso una seconda giovinezza da trascorrere sempre al fianco della Vecchia Signora, come da sempre lui fa! Mauro, (nella foto immortalato con il grande Mister Antonio Conte, il giorno prima della gara casalinga di quest'anno contro la Lazio, all'interno del Bar One Apple a Torino), è socio attivissimo del club. Segue la Juve con costanza, in tantissime partite, soprattutto casalinghe! Ha una famiglia straordinaria, che lo accompagna in quasi tutti i suoi viaggi, una moglie, Agata, a dir poco innamorata folle, del Suo Mauro e della Juve. Pensate è da anni che l'intero nucleo familiare sottoscrive la tessera al club. Poi ci sono i suoi angeli custodi, Francesco e Giuseppe, i suoi figli che ha cresciuto a pane & Juventus! Insomma Mauro sei una persona straordinaria e con questa piccola nostra sorpresa abbiamo voluto ringraziarti per il sostegno che da sempre dai al club dimostrando di anno in anno la tua immensa fede per i colori bianconeri! Auguriamo a te e alla tua famiglia ogni bene e soprattutto di poter trascorrere almeno altri 50 anni al fianco della Vecchia Signora. Intanto goditi il tuo prossimo viaggio in pullman a Torino contro il Real Madrid! 
AUGURI FRATELLO MAURO! 
Il Presidente Francesco Nicolamarino e il Consiglio Direttivo dello Juventus Club Andria
 

 
 
LA VITTORIA DEL MISTER
 
Dall'eloquente titolo, crediamo che già tutti abbiate capito i "toni" di questo articolo post Juventus - Milan. Ebbene si, abbiamo deciso di dedicare questa vittoria al nostro grande Mister, sempre più numero 1, sempre più autentico leader di questa Juventus, sempre più il nostro vero Top Player! Dopo il pareggio contro i turchi del Galatasaray, ma a dir la verità anche prima di quella sfida, molte le polemiche e le critiche, piovute sul nostro allenatore e soprattutto sulla nostra squadra, specie da parte della carta stampata e delle Tv, che come sempre artatamente hanno cercato di destabilizzare il nostro ambiente, cercando di creare inesistenti casi e possibili tensioni all'interno del nostro sempre più unito e compatto spogliatoio. Del resto già in conferenza stampa pre partita Antonio Conte aveva tuonato: " i nostri nemici sono Ovunque, stiamo attenti, non vogliono farci vincere il terzo scudetto di fila". Come non essere d'accordo con queste parole, come potremmo mai pensare che dopo soli due anni i nostri giocatori si sentano già sazi di vittorie ed appagati! Tutto assolutamente impossibile. Ancora una volta Antonio Conte, ripetiamo ancora una volta, ha avuto ragione, ancora una volta anche noi veri ed autentici tifosi, abbiamo avuto ragione. Le migliori risposte si danno sul campo e la nostra Juventus ci ha regalato domenica sera una vittoria non importante ma di più! Un 3-2 spettacolare a danni di un Milan, sempre più in crisi. Ma non è stato assolutamente facile. Infatti dopo 19 secondi ci siamo già ritrovati sotto di una rete. Autentica doccia fredda...del resto buttava giù davvero tanta acqua! Una qualsiasi altra squadra si sarebbe potuta disunire, avrebbe potuto avere un crollo psicologico, invece niente di tutto ciò. La Juve ha iniziato a fare pian pianino la sua partita, consapevole dello svantaggio, ma consapevole di avere dinnanzi a se una intera partita per ribaltare la situazione. Trovato il pareggio dopo un quarto d'ora grazie ad una punizione di Andrea Pirlo, proprio lui l'ex di lusso, la Juve si è sentita ancor più tranquilla dei propri mezzi. Nella ripresa la svolta. Conte manda in campo Sebastian Giovinco. Sarà lui l'artefice della splendida vittoria bianconera. La squadra inizia a schiacciare il Milan nella propria metà campo, con il suo solito gioco, la sua solita manovra corale. Poi arriva la rete capolavoro di Giovinco e l'entusiasmo sale alle stelle in uno Stadium ribollente di passione. I rossoneri restano in dieci per colpa del solito "demente" di Mexes (ma tutti in questa squadra si trovano????) autore di un pugno a Chiellini. Subito dopo magistrale punizione di Andrea Pirlo che va a stamparsi all'incrocio dei pali per poi tornare in campo sul piedone di Chiellini che con un piattone, la butta in rete per il 3-1. Poi sul finale arriva la rete rossonera del definitivo 3-2 che rischia di riaprire un incontro già segnato. Finisce li con l'entusiasmo del popolo bianconero per una vittoria troppo importante ai fini della classifica e del morale in vista delle prossime difficili trasferte, dopo la sosta, a Firenze e Madrid. La classifica va man mano scremandosi. I veri valori stanno iniziando ad emergere, ve lo avevamo detto. Adesso la Roma è sempre in testa, clamorosamente a punteggio pieno, dopo aver vinto in casa della Prescrittese FC, mentre noi in compagnia del Napoli inseguiamo a quota 19 punti, gli stessi che avevamo nella passata stagione. Insomma tutto nella norma, se non fosse per la rivelazione Roma, sulla quale francamente non ci avremmo scommesso. Certo bisognerà vedere la tenuta atletica della squadra giallorossa di qui a Natale, ma certamente non possiamo più ignorare questa che sembra essere una bella realtà del campionato italiano. Dietro di noi in classifica, inizia ad esserci un primo vuoto, che dobbiamo quanto prima cercare di renderlo sempre più abissale! Non vogliamo sembrare troppo polemici, ma lasciatecelo dire, questa vittoria è dedicata anche a molti tifosi juventini, che forse si erano già troppo abituati bene a vincere sempre sul velluto, a non soffrire più. Voi meritereste nuovamente i settimi posti in classifica e soprattutto allenatori come Del Neri, Ranieri e Zaccheroni. Ribadiamo chi non vuole più soffrire, chi non "si accontenta" di vincere solo i campionati, che se ne resti a casa o che se ne vada al cinema. Voi non fate per Noi!
Ma veniamo alla nostra trasferta organizzata in quest'ultimo turno di campionato a Torino contro il Milan. Una trentina di soci, partiti come sempre in pullman, quello più grosso da 60 posti, alle 23,40 di sabato sera dalla stazione di Andria. Dopo essere passati a prendere gli amici dei club di Trani e Corato, più avanti, al casello di Poggio Imperiale, il nostro pullman ha raccolto anche i simpatici amici dello Juve Club di Rodi Garganico, capitanti dal loro Presidente Lazzaro, un vero spasso! A regime completo il pullman ha lasciato la Puglia ed iniziato il suo viaggio di avvicinamento verso Torino. Tutto molto tranquillo a bordo, anzi stranamente si è dormito per lunghissimi tratti, sembravano tutti "drogati del sonno". Poi all'alba, giunti all'altezza di Faenza, un terribile incidente verificatosi nella notte, ha rallentato la nostra marcia verso Torino. Il nostro pullman è rimasto incolonnato in autostrada, per molto tempo non si è percorso nemmeno un Km, per poi lentamente e finalmente riprendere il nostro viaggio. Colazione in autogrill all'altezza di Bologna, per poi appena risaliti a bordo, fare la consueta lotteria con in palio la maglia di Mirko Vucinic. Fabio, il nostro banditore ufficiale, dopo aver venduto tutti i 100 biglietti disponibili, inizia con l'aiuto di alcuni bambini a bordo (i figli di Paolo Rella e la simpatica peste Nicola, figlio di Franco Di Franco detto "1 fisso"), ad estrarre i biglietti perdenti pescandoli a ritroso, per poi di tanto in tanto assegnare gli altri premi in palio. Alla fine clamorosamente a contendersi la maglia si ritrovano due amici di posto, Nino Molino e Francesco Fusiello (che bella la Molino & friends...una compagnia di tutto rispetto). La spunta il primo che tornava in trasferta dopo diversi anni di assenza! La gente a bordo si diverte, con Fabio, autentico animatore dei nostri viaggi. Nel frattempo si arriva a Torino, dove si effettua la prima sosta in zona stazione Porta Nuova per chi decide di scendere in centro, per gli altri il viaggio continua verso lo stadio. La maggior parte dei nostri soci decidono e propendono di fermarsi in centro seguendo il consiglio di Andrea Leonetti, Fabio e Nicola Pisani. In stazione troviamo ad attenderci Roberto Nicolamarino, figlio del presidente che studia a Torino. Vista l'ora si va subitissimo a mangiare al solito self service sotto i portici di Piazza Carlo Felice. Subito dopo pranzo non poteva mancare la tappa alla miglior gelateria di Torino. Poi Fabio, Nicola e Andrea raggiungono il bar del fratello di Antonio Conte, Daniele con il quale dicono di dover definire alcune cose.....chissà cosa bolle in pentola....questo resta Top Secret per tutti. Ma presto ci saranno grosse e belle novità! Altro giro in centro e in Piazza San Carlo, la truppa andriese si ricompatta, molto numerosa e nel frattempo cresciuta con l'arrivo di coloro i quali avevano preferito l'aereo o l'auto al pullman. Bello vederli tutti con la nostra t-shirt ANDRIA PRESENTE girare per le strade di Torino. Poi inizia a piovere e si decide di prendere il bus n. 72 che porta direttamente allo stadio. Giunti li, la maggior parte si rifugia nel centro commerciale, mentre Fabio, Nicola e Andrea raggiungono il bar Elite, ritrovo pre partita del Gruppo Tradizione. Fabio ha un appuntamento con il Presidente. Dopo diverse birre ed un ottimo caffè corretto i tre si dirigono al Pullman sotto una pioggia sempre più battente. Si distribuiscono i biglietti è ci si prepara all'ingresso in Sud, dove ognuno riceve un compito da Fabio. Appena dentro, viene posizionato lo striscione grosso al solito posto, mentre la parte più consistente del gruppo va a prendere posto in basso dietro la porta, con il solito Gino a tenere lo stendardo e Fabio con gli altri in vetrata a prendere tanta acqua. Nella foto dell'articolo (spettacolare), è ripreso il momento del gol di Giovinco con dietro Fabio e la "sua" pezza Andria 2003. Finita la gara ci si ritrova tutti assieme al bocchettone dove si smonta lo striscione grosso. Tutti felici, tutti contenti per quest'altra emozione che il nostro club ha potuto offrire a tanti soci, molti alla loro prima trasferta a Torino (Lavigna, Guglielmi, Lomuscio con i loro rispettivi figli e molti altri). Bello vedere sul pullman rientrare i soci che erano in altri settori che ringraziavano Fabio per la possibilità data e soprattutto per la perfetta e minuziosa organizzazione. Il viaggio di ritorno è stato ancor più tranquillo, una lunga sosta a Modena in autogrill per poi lasciare Fabio in Aeroporto a Bologna. Lui aveva impegni lavorativi al mattino che non gli permettevano il rientro a casa con il pullman. Pensate alle 8,15 era già ad Andria che accompagnava i propri figli a scuola ancora con gli abiti da trasferta! Onore a Lui! Il pullman arrivava ad Andria quasi a mezzogiorno con il Presidente Nicolamarino ad attendere il rientro dei soci. Al club solito pienone. Che altro aggiungere??? Niente, semplicemente che siamo troppo orgogliosi di Noi, per quello che facciamo e per quello che abbiamo costruito in tutti questi lunghi e faticosi anni!
JUVENTUS CLUB ANDRIA....NON FINIRA' MAI DI STUPIRVI
 

 
 
STATE UCCIDENDO LA NOSTRA PASSIONE
 
In questa foto dell'articolo è ripresa la nostra spettacolare Curva Sud domenica sera in occasione della partita allo Stadium contro il Milan. Noi come sempre siamo in prima linea alle spalle del Gruppo Tradizione. Ma non è questo il motivo dell'articolo. Il vero motivo è l'assurda decisione di chiudere lo stadio San Siro nella prossima gara casalinga del Milan. Perchè??? molti di voi si chiederanno....Il giudice ha "punito" nuovamente, i tifosi rossoneri, per aver intonato cori, ritenuti offensivi e discriminanti nei confronti dei napoletani. Tifosi napoletani che, guarda caso, proprio nella stessa giornata, avevano ironicamente esposto striscioni "auto offensivi" con le classiche frasi e i classici sfottò che ricevono di domenica in domenica dalle tifoserie avversarie con un eloquente striscione...E ADESSO CHIUDETECI ANCHE LA NOSTRA CURVA. Ma insomma dove stiamo andando? Cosa state dicendo? Ma questi "padroni del calcio" si rendono conto che così facendo si stà sempre più distruggendo la nostra passione??? Ma lo sapete che noi veri ed autentici tifosi viviamo di squadra del cuore e curva??? che senza della curva non sapremmo vivere. Già ci avete tolto il folklore, le immense fumogenate, i megafoni....i tamburi e tanto altro ancora....adesso volete toglierci anche la libertà di cantare un coro ai nemici storici, un coro che pur nella sua "pesantezza" non è certamente un voler discriminare qualcuno, ma semplicemente un voler manifestare il nostro "odio sportivo" verso la tifoseria avversaria in quel momento. No cari Signori così facendo distruggerete ancor di più il nostro calcio, il nostro passatempo preferito. Ben vengano ogni tipo di cori contro quella o quell'altra tifoseria, da cantare in ogni angolo d'Italia, in ogni curva italiana. Mal che vada ci si ritroverà per una domenica tutti fuori dalle curve a cantare comunque, perchè lor Signori dovranno pur capire che UNITI SI VINCE!  Condividiamo a pieno il comunicato della Curva Sud Milano www.curvasudmilano.it con la quale siamo solidali per questa ingiusta ed ennesima sanzione subita!
P.S. Assurdo che i Settori Ospiti, ad iniziare dal nostro allo Stadium debbano costare tantissimo. 45 Euro per un settore popolare dal quale non si riesce nemmeno a vedere bene la partita sono una assurdità. Tanto pagheremo a Firenze per andare a vedere la partita il prossimo 20 ottobre. Alla faccia della trasferta economica che si voleva organizzare! Semplicemente schifati di tutto ciò. Stiamo riformulando il pacchetto costi della trasferta, pertanto invitiamo tutti i prenotati a confermare la propria partecipazione entro e non oltre il prossimo weekend per poi farci trovare pronti non appena partiranno le vendite.
JC ANDRIA, TANTI FATTI POCHE PAROLE.
 

 
 
PRONTI ALLA BATTAGLIA
 
Pensavate che dopo il pareggio contro il Galatasaray ci fossimo demoralizzati, che avessimo perso l'uso della parola, che fossimo depressi per questo beffardo pareggio??? Allora non ci conoscete abbastanza bene! Dal triplice fischio dell'arbitro ungherese che ha diretto la sfida contro i turchi, in tutti noi è subentrata rabbia mista a voglia di lottare e non mollare assolutamente! Del resto ci ritroviamo a vivere la stessa e identica esperienza dell'anno scorso quando nelle prime due gare la Juventus ottenne nuovamente due pareggi con gli stessi risultati di quest'anno, un 1-1 ed un 2-2. Abbiamo due punti in classifica, siamo secondi alle spalle del Real e se oggi fosse terminato il girone, saremmo qualificati agli ottavi. Pensate che questa Juve, che Antonio Conte, lascino così facilmente il palcoscenico della Champions??? Assolutamente no! Ci siamo riusciti lo scorso anno e ci riusciremo anche quest'anno! Non abbiamo paura del Real Madrid che andremo ad affrontare nella prossima sfida al Bernabeu il 23 ottobre, per poi ospitarli subito allo Stadium di Torino dopo 15 giorni! L'unica nostra paura è la nostra stessa squadra che quando non gira rischia di uscirsene con le ossa rotte. Ieri ad onor del vero, il pareggio è stato il risultato più giusto. E' terminata 2-2 con reti di Arturo Vidal su calcio di rigore, netto e Fabio Quagliarella, che quando gioca segna sempre! Peccato però perchè nonostante tutto, nonostante l'opaco primo tempo, nonostante molti degli uomini chiave fossero fuori giri, eravamo riusciti nella clamorosa rimonta che a pochi minuti dal termine lasciava pensare ad una vittoria da sei punti! Invece nemmeno il tempo di festeggiare, anzi lo stavamo ancora facendo, che il Gala, messa palla a centrocampo è andato subito in rete, pareggiando una partita che sembrava per loro oramai compromessa! Il bello del calcio è anche questo! Non guardiamo però alle nostre pecche di ieri, per quelle c'è il nostro Mister che dovrà esaminarle ed eventualmente correre ai ripari, ma guardiamo alla bella reazione della Juventus avuta dal momento del pareggio e sino all'ultimo minuto di recupero. Una Juve che quando pigia sull'acceleratore, trova sempre la via della rete, trova sempre gli stimoli giusti per dettare legge! Il modulo della Juve adottato dal nostro Mister ci sembra però un tantino prevedibile per l'Europa. Tant'è vero che non appena messa la terza punta e tolto un difensore, con l'arretramento del sempre più inconsistente Isla, la Juve ha iniziato a macinare gioco e soprattutto a rendersi pericolosa in avanti. Resta il fatto che questa Juve, nonostante un appannamento dal punto di vista del gioco e della condizione fisica, dovuta certamente alla preparazione voluta dal Mister, è sempre li, non perde mai ed ha ottenuto gli stessi e identici risultati della scorsa stagione sia in campionato che in Champions! Pertanto ribadiamo un concetto già espresso dopo il pareggio di Copenaghen: chi non se la sente di lottare, chi non è pronto per la battaglia, da condurre con il coltello tra i denti, che se ne resti a casa! CHIARO?????. Del resto questa Juve non è costruita per vincere la Champions, anzi saremmo già ben contenti se dovessimo ripetere la stessa identica stagione della passata stagione. Adesso l'obiettivo resta il campionato dove lo ripetiamo ci sarà da sudare per riuscire a riconfermarsi! Bellissimo il colpo d'occhio che come sempre ha riservato ieri lo Stadium in generale e la CURVA SUD, stracolma di gente! Dopo i veronesi anche i turchi sono riusciti nell'impresa di esaurire il settore ospiti del nostro stadio. Tifo caldo il loro, ma lo si sapeva! L'altra sorpresa è stata vedere il club pieno manco fosse una semifinale di champions! Questo è un segnale del forte attaccamento che ognuno di voi soci ha nei confronti del club. Un senso di appartenenza che dimostra quanto sia forte l'amore per questi colori! Nonostante la diretta tv, ieri cari soci ci avete sorpreso! Bravi, Vi vogliamo così! La trasferta dei nostri 12 soci saliti su a Torino è stata tranquillissima. Tutti con aereo su Orio al Serio, poi con auto a noleggio e treni hanno raggiunto Torino per ritrovarsi alle 19, nel piazzale della Sud sotto gli ordini di Giuseppe Leonetti e Gino Patano. Appena dentro hanno sistemato lo striscione grosso al bocchettone verso la Ovest per poi posizionarsi a centro curva dietro il Gruppo Tradizione (nella foto tratta dalla diretta Sky). Ancora una volta di più abbiamo dimostrato a qualcuno cosa sia la passione e la mentalità, cosa sia l'organizzazione e la nostra forza! Orgogliosi di Noi! Dopo la partita erano ovviamente abbastanza delusi per la vittoria buttata al vento, ma già pronti per un altra battaglia! Del resto il semplice fatto di aver risposto presenti è già stata per loro e per noi la nostra vera vittoria! Hanno tutti pernottato a Torino in hotel zona stazione per poi questa mattina ripartire chi all'alba, sempre da Orio e chi con calma all'ora di pranzo verso Bari. Un saluto a Gaetano Orrico, Riccardo Dell'Olio, Nico Lotito, Walter Adduasio, Luigi Lomolino, Riccardo Alicino e i nuovi soci di cui ci sfuggono i loro nomi. 
AGGIORNAMENTO PROSSIME TRASFERTE:
Per domenica è pronto il solito pullman quasi al completo con ben 51 persone a bordo che saliranno nuovamente su a Torino per la sfida contro il Milan. Andrea Leonetti e Fabio accompagneranno la truppa di soci, moltissimi alla prima trasferta allo Stadium. 
La novità importante è quella di Madrid dove per la primissima volta in Europa, porteremo ben 29 soci al seguito. Un record incredibile. 29 soci che hanno prenotato i voli tutti accontentati in svariati modi e tutti con biglietto settore ospiti in mano! Siamo non felici ma di più! Lo JC ANDRIA non ti lascia mai a terra! Ovviamente prenotazioni strachiuse: è già stato un miracolo essere riusciti a trovare 29 biglietti stadio! 
FIRENZE: Il pullman si farà con certezza: quasi trenta le prenotazioni! Affrettatevi a prenotarvi prima che parta la corsa al biglietto per una trasferta dove ci presenteremo come sempre in massa! 
ISTANBUL: Variazione sui voli. Hanno cancellato quelli già prenotati da Torino. Abbiamo ovviamente avviato le pratiche di rimborso ma ci siamo subito mossi per individuare la nuova soluzione. Si parte da Roma. Molto probabilmente saremo in 8! Numero che mai avremmo pensato di poter fare per questa difficilissima trasferta!
JUVENTUS CLUB ANDRIA: PASSIONE & MENTALITA'
 

 
 
AUGURI SAVINO
 
E' arrivato anche il grande giorno per il nostro Savino (nella foto ritratto con lo stendardo allo JStadium), meglio conosciuto da tutti come SAVIO, non solo ad Andria, ma soprattutto nel panorama dei tifosi gobbi sparsi in giro per l'Italia. Lui, l'uomo dai mille contatti è più su facebook, con gente rigorosamente juventina, da sempre difende la sua Fede bianconera ed il suo club, nei confronti del quale ha sempre dimostrato grande attaccamento! Oggi sentiamo di ringraziarlo, per quello che da sempre, pur non facendo parte direttamente del consiglio direttivo del club, fa per il club. E' uno di quei tanti ragazzi che si sentono parte integrante di un progetto che ci ha portati a costruire una grande famiglia bianconera! E' l'anno dei matrimoni importanti nel nostro club: un altro socio storico convolerà a nozze con la Sua Graziella, ragazza dolce, dal sorriso radioso! Siamo davvero felici per questa coppia che per giungere a questo importante traguardo ha dovuto faticare e non poco. Tanti i sacrifici e le rinunce da parte di Savio, soprattutto delle trasferte, pur di coronare il sogno della casa, di quello che sarà il loro nido d'amore. Lavori su lavori che Savio ha portato avanti con forza e convinzione che c'è l'avrebbe fatta. Adesso ci sei riuscito e non possiamo non ricordare di quando ti abbiamo visto arrivare al club distrutto ma orgoglioso per quello che stavi facendo. Bravo Savio. Adesso goditi il tuo grande giorno, che coronerà il tuo sogno d'amore con la tua amata donna GRAZIELLA, alla quale però sentiamo di dire: Non pensare di segregare il tuo marito in casa! Appena tornerete dal meritato viaggio, Savio dovrà riprendere a viaggiare come sempre. 
AUGURI RAGAZZI CHE PRESTO POSSIATE RACCOGLIERE I FRUTTI DEL VS. AMORE! IL CONSIGLIO DIRETTIVO JUVENTUS CLUB ANDRIA.
N.B. Chi può sabato mattina 5 ottobre, venga con noi alla Chiesa del Santissimo Crocifisso, dove si celebrerà il rito nuziale. Alle ore 10,30 saremo li a festeggiare il grande Savio.
 

 
 
IL DERBY E' NOSTRO
 
Ve lo avevamo detto in Estate alla vigila dell'inizio del campionato che il compito del Toro in questa stagione doveva essere sempre il solito. Ovvero consegnare in busta chiusa i sei punti all'anno! Come sempre da bravi e diligenti "scolari" hanno eseguito il primo compito dell'anno lasciandoci i primi tre punti! Bravi granata continuate cosi come del resto accade dal 1995. 1 a 0 per noi il finale con rete di Paul Pogba entrato adesso con pieno diritto nel cuore di noi tifosi. Segnare nel derby e' il massimo. Adesso il Polpo restera' per sempre nella storia dei derby della Mole. Ma come sempre accade, quando si verificano episodi "teoricamente a nostro favore", anche oggi la vittoria e' stata accolta dai media, dai tifosi avversari, dagli opinionisti del cazzo con la solita cattiveria. Come se questi "teorici episodi a favore" riguardassero soltanto noi. Come se il Toro avesse giocato alla grande. Nessun tiro nella porta di Buffon rimasto inoperoso per tutta la gara. Volevamo solo vincere ed abbiamo vinto. Volevamo dare la solita lezione di tifo ai granata e l'abbiamo data. La trasferta a Torino dei nostri soci e' stata comoda tranquilla e soprattutto tanto divertente. Partiti con la solita ora abbondante di ritardo questa volta per colpa di Pierpaolo che oltre a giungere tardi, quando sale a bordo si ricorda di aver dimenticato il biglietto stadio. Si stava per entare in autostrada e dopo incazzatura di Fabio molto energica si torna indietro per recuperare biglietto stadio. Finalmente si parte, alle 23,25 con un ritardo di un ora e mezza sulla tabella di marcia. Fabio decide a questo punto che si tira almeno sino ad Ancona, nolente o dolente!. Si viaggia come sempre comodi in un altro mezzo spettacolare della "flotta Sassi". La nostra ditta merita solo applausi per come ci tratta, per il servizio offerto e per la qualita' dei mezzi che ci mette di volta in volta a disposizione. Per non parlare della simpatia dei loro autisti diventati oramai un tutt'uno con noi! Per il derby ci hanno fatto viaggiare super comodi in bus da 32 posti spettacolare e tecnologico con sole 17 persone a bordo. Dopo sole due soste in autogrill si arriva a Torino alle 10,15 direttamente allo stadio assieme  ai pullman di Nucleo 1985 e Viking Milano incrociati in tangenziale. Sale l'adrenalina, sale la tensione per una sfida importante dall'orario insolito. Mezzogiorno di fuoco! Si percorre a piedi Corso Agnelli per poi arrivare sotto la Filadelfia, la vecchia e storica curva del Comunale. Nel frattempo giungono anche gli andriesi residenti al Nord ai quali Fabio consegna i biglietti. Poi tutti dentro con i nostri che si posizionano in zona Tradizione e come ai tempi dello Stadio Olimpico in basso sulla vetrata principale. Il tempo regge la pioggia prevista fortunatamente non arriva. La curva man mano si riempie ed anche quest'anno la spuntiamo a livello di tifo e coreografia. Un tappeto di bandierine gialle con logo della JUVE. Fabio dal basso, coordina ed anima di spalle al campo, la zona del primo livello cercando di far cantare tutti mantenendo sempre vivi i cori della Sud. Al gol non si capisce nulla. E' apoteosi ed inizia lo sfotto' atroce nei confronti dei granata dal quel momento in poi ammutoliti. Prima del fischio finale ci predisponiamo sulla vetrata, praticamente in campo per attendere e festeggiare la squadra. La nostra pezza e' come sempre in prima linea (foto articolo) al fianco di JUVENTINI DEL SUD, Trani, Aosta, Bassa Valle e altre che nn ricordiamo. Alla fine tutto tranquillo lasciano lo stadio senza scorta. Alle dieci di sera gli abbiamo sentiti ed erano come sempre stanchi ma stra felici di quest'altra vittoria. Si trovavano all'altezza di Rimini. Stavano festeggiando l'autista Michele per il suo onomastico. Un grazie a tutti coloro che hanno risposto presenti a questa trasferta. Meritano solo tanti applausi. Ma non possiamo dimenticare Nino Lotti che ha dato una grande mano a Fabio nel gestire il tutto. 
Adesso nemmeno il tempo di rifiatare che mercoledi si riparte in 12 tutti in aereo alla volta nuovamente di Torino per la sfida importantissima di Champions contro i turchi del Galatasaray. Ad accompagnare il gruppo su sara' Giuseppe Leonetti.
ORGOGLIOSI PER QUELLO CHE FACCIAMO.
Sempre piu' tanti fatti e sempre meno parole.
Ricordatevelo sempre: diffidate dalle imitazioni
P.s. Siamo sempre secondi con il Napoli e alle spalle della sempre piu' sorprendente Roma. Lo sapevamo che sarebbe stata una stagione difficile, ne eravamo consapevoli in estate ne siamo sempre più convinti adesso. Ci sarà da lottare e soffrire per rivincere lo scudetto. Ad oggi stiamo avendo lo stesso cammino dell'anno scorso. AVANTI COSI'.
....E TANTO GIA' LO SO...CHE L'ANNO PROSSIMO....GIOCHI DI SABATO....ALE ALE OH OH...ALE ALE OH OH....
 

 
 
IL NOSTRO BUS PER IL DERBY
 
Vi abbiamo incuriosito vero? Eccolo il nostro shuttle bus ultra tecnologico, dalla forma accattivante, dal colore ovviamente nero metallizzato che ha destato lo stupore di tutti gli altri club e gruppi presenti. Eccolo fermo in una stazione di servizio all'andata con Nino Lotti a far da guardia! Ringraziamo anche tutti coloro che hanno reso possibile quest'altro viaggio in pullman e soprattutto Fabio che dal primo momento ha detto: si partira' in pullman. Autentico trascinatore!
 

 
 
PRONTI PER IL DERBY
 
Finalmente ci siamo! Finalmente si gioca un nuovo derby contro il Toro. Una sfida che per ogni vero tifoso della vecchia Signora, per ogni tifoso che segue la Juve in ogni dove, come noi, è di fondamentale importanza! Vincere il derby significa rimarcare, se ancora c'è ne fosse bisogno, la nostra supremazia cittadina. Dobbiamo vincerlo ad ogni costo e per farlo ci vorrà una grande Juve. Non certamente la Juve vista all'opera a Verona. Noi ci crediamo, sappiamo che non sarà facile, ma sosterremo la Juve alla grande, come già fatto in occasione del derby di aprile quando, non solo in campo, ma anche sugli spalti demmo una grande lezione di tifo ai granata che rimasero a guardarci per lunghi tratti. Del resto lo striscione nella foto dell'articolo ( con Andria Presente in prima linea) è abbastanza chiaro: A CASA VOSTRA LA CURVA E' NOSTRA! Come in quella occasione chi ci prendemmo di forza, parte della CURVA FILADELFIA, così questa volta l'abbiamo spuntata noi! La Curva sarà completamente nostra! Noi come sempre ci saremo con un mini bus da 25 posti, non del tutto pieno, perchè siamo in 17, ma comunque composto da gente alla quale bisognerà soltanto inchinarsi. Ad accompagnare la truppa su a Torino Fabio il segretario e Nino Lotti con Pasquale Cipriani al suo esordio stagionale e l'altro figlio del Presidente Roberto Nicolamarino, oltre al solito Andrea dello JC TRANI e Vincenzo presidente dello JC CORATO! Su i nostri ragazzi troveranno 3 soci andriesi residenti a Milano e capeggiati da Fabio Fiandanese, immancabile e Giuseppe Tattolo, altro socio andriese residente a Firenze, insomma le nostre consuete sezioni al seguito. Poi l'incredibile Giuseppe Lorrai, il nostro socio tarantino, che arriverà come sempre da giù in Pullman della Marino.   
Buon Viaggio ragazzi SIETE L'ORGOGLIO DI TUTTI NOI!
 

 
 
VENDETTA COMPLETATA
 
La Juventus Primavera sbanca l'Olimpico di Roma e conquista la sua terza Supercoppa Italiana della storia! 2-1 il risultato finale con rete della vittoria siglata al 91°, all'ultimo respiro, quando oramai l'ombra dei supplementari aleggiava sull'Olimpico. Di Gerbaudo (ancora lui, l'idolo dei tifosi, colui che ci ha regalato la sua maglia nella partita disputata ad Andria nel mese di maggio) e del greco Donis le reti della splendida Juventus Primavera che dopo aver fatto suonare l'inno della Juve al San Paolo di Napoli in occasione della vittoria della Coppa Italia ecco che ancora una volta il pubblico di fede laziale ha dovuto subire ancora una volta l'inno bianconero all'interno del proprio stadio dopo la Supercoppa conquistata dagli uomini di Conte nel mese di agosto. Miglior rivincita nei confronti della Lazio e di quel lurido di Lotriste...proprio non poteva esserci! In un mese gli abbiamo soffiato due coppe e tre punti in campionato! Chissà come starà rosicando! Così una prossima volta, se c'è ne sarà ancora l'occasione, si ravvederà prima di parlare male della nostra Juve! Questa gara si è "giustamente" per Lotriste, disputata all'Olimpico di Roma, ovvero in casa, giustamente aggiungiamo noi, della vincitrice dello scudetto Primavera. Come mai invece non è avvenuta la stessa cosa per la finale di Agosto??? Sempre più orgogliosi di non essere andati in quell'occasione! Ma i meschini e infami personaggi come Lotriste, vengono poi valutati e pesati per quello che realmente sono. La miglior vendetta e rivincita per i nostri colori era riuscire nell'intento di portare via anche questa Supercoppa. Obiettivo centrato da una formazione sempre più autentica regina dei settori giovanili del calcio italiano. Ottimo esordio per il nuovo Mister Zanchetta che ha ereditato una pesante responsabilità: riuscire nell'intento di fare meglio del suo predecessore Baroni che ben si sta comportando nel campionato cadetto alla guida del Lanciano. Che si chiami Primavera o che si chiami prima squadra in Italia continua a non essercene per nessuno! 
JUVE SOPRA TUTTI! AL NEMICO NON RESTA CHE CONTINUARE A GUARDARE LE NOSTRE VITTORIE, I NOSTRI TRIONFI!
 

 
 
VINCERE E' L'UNICA COSA CHE CONTA
 
Della trasferta veronese sponda Chievo di mercoledì sera, prendiamo di buono soltanto i tre punti finali. Del resto era quella la cosa più importante della missione scaligera.  2-1 per la Juventus il risultato finale. Una Juventus che ha ancora una volta dovuto rincorrere l'avversario, per la quarta volta di fila è infatti passata in svantaggio! Al riposo i clivensi erano avanti per 1-0. Poi veemente la reazione della Juve nella ripresa con Quagliarella (ancora lui) che ristabilisce la partità. Poi complice un altro errore di Buffon (anche la rete del vantaggio del Chievo è stato un regalo di SuperGigi), i veneti trovano anche la rete del nuovo vantaggio, ma il guardalinee tratto in inganno da un giocatore veneto, effettivamente in fuorigioco, ma non partecipante all'azione, fischia l'off-side, tra le proteste a dir la verità molto composte dei giocatori e della panchina gialloblu. Scampato il pericolo la Juventus si rituffa in avanti trovando poi la rete del definitivo vantaggio scaturito grazie ad un perfetto cross di Paul Pogba, il migliore in campo ieri, e deviato in rete da un difensore veneto che cercava di avere la meglio su Llorente appostato sul secondo pale e pronto comunque a buttarla dentro. Tre punti osiamo dire d'oro che forse valgono doppio. Buon segno questo. Vincere quando non ti esprimi al meglio, quando hai effettuato massiccio turn over è davvero di buon auspicio. Significa che possediamo sempre quel cinismo da grande squadra che ci ha permesso in questi ultimi due anni di trionfare in Italia. Circa le polemiche scaturite come sempre in Tv, sui giornali e soprattutto su fb, ci dicono, (visto che li non ci siamo e non ci saremo mai), ci viene soltanto da dire: SIETE TUTTI RIDICOLI, PATETICI e IGNORANTI. Quando succede alla Juve apriti cielo, quando accade puntualmente durante la stagione alle altre squadre, allora nessuno parla! Ma ricordate tutti: IL POTERE LOGORA CHI NON C'E' L'HA! Stesso inizio della passata stagione quando dopo cinque giornate ci trovavamo ben 13 punti in classifica. L'unica differenza di quest'anno è che davanti abbiamo una squadra che ha davvero iniziato alla grande, contro ogni pronostico: la Roma con 2 punti in più e un allenatore che sembra davvero bravo ed umile! Certo la strada è ancora lunga ed è troppo presto poter capire chi realmente lotterà con i nostri ragazzi per cercare di strappare il tricolore cucito sulle maglie. Appaiate con la Juve troviamo il Napoli (dove sta Za.za....cantavamo al club mercoledì sera...) e i Prescritti che battono la Viola. Insomma una stagione dura e faticosa. Anche a Verona contro il Chievo, ve lo avevamo già preannunciato, il nostro club è stato come sempre presente al fianco della squadra, grazie a Giovanni Tedesco e Andrea Nicolamarino, figlio del nostro Presidente (nella foto il primo da destra). Essere presenti seppur in due unità al Bentegodi è stato per noi motivo di grande soddisfazione. La mentalità di un gruppo la si misura anche e soprattutto da queste presenze in gare non di cartello, per di più in una giornata infrasettimanale. Che dire dei ragazzi saliti su, un grande GRAZIE e soprattutto TANTO ONORE a loro. Sentiamo di ringraziare di cuore Andrea, che in soli quattro giorni si è sobbarcato km e km pur di rispondere presente alla doppia sfida contro le squadre veronesi. Ci ha riferito Federico Giacosa che il nostro Andrea Nicolamarino è un ragazzo straordinario e soprattutto super affidabile, del resto è il figlio del presidente. Ci dicono che sia stato per novanta minuti abbondanti sempre posizionato sulla pezza ANDRIA PRESENTE dalla quale non si è mai staccato. Un grande. Nello stadio i nostri si sono posizionati sul lato destro verso la tribuna, appendendo le pezze in balconata assieme agli amici di Trani, anche loro presenti e al grande gruppo (per mentalità) BASSA VALLE! Sono rimasti ai margini della curva anche perchè gli amici del Gruppo Tradizione non sono potuti entrare causa mancanza della tessera del tifoso. Onore a loro comunque arrivati sin sotto i tornelli dello stadio. Null'altro da segnalare se non le tante bevute fatte dal nostro Andrea grazie agli amici di Bassa Valle.......; Andrea ma quanto è buono il Genepy???? ah ah ah ah ah ah!
AGGIORNAMENTI SULLA VITA DEL CLUB: Mercoledì sera record stagionale di affluenza al club. Più di quanti ne erano venuti contro il Copenaghen. Incredibile ed era soltanto la sfida contro il Chievo Verona. Molti ma molti di più della partita contro i Prescritti. Sala completamente peian. Grazie a tutti. Il tesseramento procede alla grande: ci avviciniamo alle 400 tessere. Manca poco. Come sempre grazie per la fiducia che di anno in anno riponete nel nostro club!
 

 
 
ECCOCI IN BALCONATA A VERONA
 
Da questo scatto trovato in rete ecco ripreso il nostro stendardo ANDRIA PRESENTE posizionato tra lo striscione TRANI e lo stendardo BASSA VALLE con le bandiere argentine in ONORE a Carlitos Tevez, tutti appesi in balconata allo Stadio Bentegodi di Verona in occasione della trasferta contro il Chievo Verona. E' stata la nostra terza presenza nella storia del club in casa dei giallo blu clivensi. Sempre e Ovunque presenti e non ci fermeremo più! Mentalità & Passione è il nostro motto! AVANTI JUVENTUS AVANTI JC ANDRIA, INSIEME AVANTI VERSO NUOVI TRAGUARDI! Grazie a tutti coloro che si sono complimentati con noi per l'ennesima presenza, seppur di mercoledì in una gara per molti insignificante, per noi importante come tutte le altre!
DIFFIDARE DALLE IMITAZIONI!
 

 
 
A TUTTA BIRRA
 
In questo scatto effettuato al Bar del Bentegodi nell'intervallo della partita, sono ritratti i nostri ragazzi con Andrea Nicolamarino (il primo sulla destra),Andrea di Trani (il terzo a sinistra) e il Gruppo Bassa Valle, capitanato da Federico Giacosa, anche ieri presente (Onore a Lui). Da notare quasi tutti con Birra in mano. Birra che ci dicono sia stata consumata come sempre a fiumi. Orgogliosi di poter contare anche su Andrea Nicolamarino, nuova leva del nostro club, che con i suoi quasi 26 anni, dimostra di essere già un ragazzo super affidabile, un ragazzo sul quale poter contare per poter far rifiatare i nostri pezzi storici. Da notare la barbona di Andrea, stile segretario Fabio....Un altra trasferta è già alle spalle! Pronti già per la prossima sfida è che sfida ragazzi!
JC ANDRIA TI PORTA OVUNQUE.
 

 
 
HELLAS KO: AVANTI JUVENTUS, AVANTI MISTER
 
Che la gara contro l'Hellas Verona sarebbe stata dura lo sapevamo già. Era prevedibile che i veronesi sarebbero venuti a chiudersi allo Stadium pur di riuscire nell'intento di portare via un punticino! Se poi a tutto questo ci metti che riescono anche a passare in vantaggio alla prima vera volta che si affacciavano nella nostra area, si può solo immaginare quanto dura sia stata per i nostri ragazzi riuscire ad avere la meglio dell'ostica formazione gialloblu. Vittoria doveva essere e vittoria è stata! 2-1 il risultato finale con reti spettacolari di Carlitos Tevez e Fernando Llorente, il primo sempre più autentico trascinatore della squadra, il secondo al suo esordio da titolare, dopo un solo minuto di gioco al Marassi di Genova, alla prima di campionato, va subito in rete, alla faccia di tutti i gufi e detrattori (ma ne parleremo in un articolo a parte). Insomma cosa chiedere di più da un pomeriggio assolato con il primo tutto esaurito della stagione e di fronte a una massiccia tifoseria ospite, che come sempre si è lasciata apprezzare per la mentalità e per aver sostenuto la squadra anche a partita conclusa. Ancora una volta la sfortuna è stata protagonista in quanto la gara contro i veronesi sarebbe potuta tranquillamente finire sul tre o quattro a uno viste le occasioni avute dai nostri ragazzi ma complice due pali ed una traversa non si è riusciti ad arrotondare il risultato, "soffrendo" poi sino al termine! Spettacolare il doppio palo di Tevez colpito sul risultato di 1-1, con la palla che dopo aver colpito il palo interno, sulla sinistra del portiere, ha attraversato tutta la linea di porta e carambolando sull'altro palo. Incredibile. Applausi a scena aperta, ma se fosse entrata sarebbe venuta giù la Curva Sud!  Poi nella ripresa traversa piena di Paul Pogba, sempre lui con i suoi tiri da fuori area. Bene così, altra vittoria e tre punti d'oro in classifica, una classifica che rispetto agli ultimi anni vede un bel gruppetto in testa con Roma e Napoli appaiate a punteggio pieno e noi con i Prescritti (che si sono vendicati del Sassuolo per lo sgarbo fatto in estate, avendogli soffiato sia la partecipazione al Trofeo Tim che il loro trofeo preferito....ah ah ah ah ah) e i Viola a ruota staccati di soli due punti. Da segnalare il rientro di Claudio Marchisio dopo l'infortunio patito nella finale di Supercoppa Italiana. Adesso con il suo rientro qualche elemento potrà rifiatare al centro del campo perchè come dice e ripete il nostro Mister, tutti saranno utili in questa stagione che si preannuncia più difficile delle precedenti. Bravo Gigi Buffon il nostro capitano a far spazio in questa gara a Marco Storari perchè è così che si cementa un gruppo, facendo sentire tutti importanti. Come sempre e questo se lo dicevano i ragazzi saliti su con i ragazzi di altri gruppi, il nostro club è stato presente in prima linea in questa partita. Credeteci, forse qualcuno non lo comprende ma viaggiare sempre, ogni tre giorni, macinando km e km, organizzando sempre viaggi, reperire sempre biglietti, prendere continue prenotazioni è davvero estenuante. Ma noi siamo sempre li, fieri ed orgogliosi della nostra mentalità, a difesa di una fede ed un amore incrollabile! Onore a Vincenzo Quacquarelli e Andrea Nicolamarino che ieri hanno capitanato la sparuta truppa presente allo Stadium. Viaggio comodo in aereo con andata su Orio al Serio e rientro su Brindisi. Distribuiti i biglietti all'esterno dello stadio, sono entrati in curva per posizionare lo striscione grosso al solito posto (nella foto in compagnia di Bassa Valle, Trani e new entry più in alto anche Corato). Poi si sono posizionati subito dietro lo striscione TRADIZIONE, alle solite nostre sedie, oramai contrassegnate con i nostri adesivi! Bella la curva domenica pomeriggio, ultra piena come tutto il resto dello stadio. Un bel pomeriggio di tifo ci hanno raccontato i nostri soci saliti su sia da parte nostra che da parte veronese! Un saluto particolare a Federico Giacosa, leader del Gruppo Bassa Valle con il quale il rapporto va sempre più consolidandosi. Tra il nostro Fabio e Federico oramai i contatti sono giornalieri. Programmano ed organizzano tutto nei minimi dettagli come se geograficamente fossero a due passi! Bellissima amicizia che crediamo crescerà e si consoliderà sempre più nel tempo. Questo è lo Juventus Club Andria, un grande gruppo che ha saputo nel corso degli anni costruire importanti rapporti di amicizia all'interno della curva, meritandosi oggi innumerevoli attestati di stima e soprattutto il rispetto di tutti! 
NOI NON VI LASCEREMO MAI! COMBATTEREMO AL FIANCO A TE!
P.S. Mercoledì si riparte nuovamente (in aereo con gli amici dello JC TRANI), anche a Verona contro il Chievo saremo presenti. Di nuovo Andrea Nicolamarino, figlio del nostro Presidentissimo e Giovanni Tedesco saranno in Curva Nord dietro la nostra pezza. Questa si chiama mentalità. Noi non badiamo all'avversario di turno, noi non badiamo al fatto se si giochi di lunedi, martedì, mercoledì, giovedì, venerdì, sabato o domenica. Noi non badiamo se la trasferta sia pericolosa o meno, noi non badiamo a niente, perchè la nostra mentalità va oltre tutto, sempre A NOSTRO MODO, A NOSTRE SPESE. DA DIECI ANNI CON PURA PASSIONE PER QUESTI COLORI CHE AMIAMO ALLA FOLLIA! 
 

 
 
ANVEDI COME SEGNA NANDO
 
Antonio Conte ha avuto ancora una volta ragione! Che goduria al club e allo stadio quando abbiamo visto entrare il colpo di testa del RE LEONE alle spalle del portiere veronese. Chissà quanto avranno rosicato tutti i detrattori dell'attaccante spagnolo e tutti coloro che avevano criticato la scelta di Antonio Conte di non schierarlo sin qui. Questa rete è dedicata a tutti i giornalisti di merda che in questi giorni si erano divertiti a scrivere talmente tante puttanate che speravano di destabilizzare un ambiente, come quello dello spogliatoio bianconero, che in queste occasioni, invece, dimostra come si carichi sempre più ed affronti a muso duro le partite successive! Dai, giornalai da strapazzo adesso che altro cavolo dovrete scrivere, adesso che altro cavolo vi dovrete inventare per cercare di arrestare l'armata di Antonio Conte, che ancora una volta ha avuto ragione. Noi ci abbiamo sempre creduto in Fernando Llorente, lo abbiamo atteso, ed eravamo stra convinti che appena pronto avrebbe lasciato il segno. Sin dal ritiro a Chatillon, quando ci autografò lo striscione, ci bastò guardarlo nei suoi splendidi occhi per capire con quanta determinazione avrebbe affrontato questa nuova avventura. Certo è presto per poterlo dire, ma noi siamo sempre più convinti che lui sarà il nostro nuovo bomber, il nostro nuovo Trezegol. Del resto ha segnato di testa come solo RE DAVID sapeva fare. Andatevi a rivedere le ultime annate e diteci quante reti di testa su azione la Juve ha segnato! Questa azione ci ha ricordato moltissimo le reti che segnavano Del Piero e Trezeguet. Adesso la nuova coppia si chiama Tevez e Llorente ed è una coppia che già sta facendo sognare il popolo bianconero. La maglia N. 10 di Alex Del Piero è davvero in ottime mani. Carlitos Tevez sta sbalordendo tutti e starà facendo rosicare tantissimo Galliani che avrebbe voluto portarlo a Milanello. Accarezza la palla con il suo piede in un modo davvero incantevole. E' il top player che ci serviva! Llorente ha segnato alla sua prima partita allo Juventus Stadium, sotto la Curva Sud, segno del destino. Lui ha dedicato la rete proprio ad Antonio Conte, alla faccia di chi diceva che il Mister non fosse contento di Fernando! Che categoria di merda i giornalisti. Contenti di non annoverare nessuno tra i nostri associati! Ne facciamo volentieri a meno! Il nostro monito è anche rivolto ai tanti juventini soci e non che in questi giorni si erano permessi di criticare le scelte del Mister in occasione della partita a Copenaghen. Il Mister non si tocca, chi non è concorde con noi, può anche benissimo non mettere piede all'interno del club! Questi tifosi meriterebbero annate come quelle dei settimi posti. Forse qualcuno ha già dimenticato cosa ANTONIO CONTE è stato capace di fare in soli due anni. Il nostro obiettivo era ed è rivincere il campionato e provare a prenderci la Coppa Italia. In Champions quello che verrà sarà tutto di guadagnato. Ricordiamocelo tutti. Chi non vuole lottare e soffrire per il campionato può tranquillamente, lo ripetiamo, restarsene a casa! Noi con il Mister siamo pronti alla battaglia. 
AVANTI CONTE, AVANTI LLORENTE, AVANTI NOI, VERI TIFOSI DELLA VECCHIA SIGNORA! 
 

 
 
INUTILE ASSALTO, INUTILE PAREGGIO
 
Nonostante siano passati già due giorni dalla partita di Copenaghen, noi tifosi, ancora oggi siamo a dir poco amareggiati per questo assurdo pareggio maturato in terra danese. Ma questa volta non vogliamo prendercela con la sfortuna o con la bravura del portiere avversario, oppure con la traversa!. Questa volta sentiamo di rimproverare la squadra per aver affrontato in maniera molle e presuntuosa la prima frazione di gioco, dove abbiamo letteralmente regalato un gol ai padroni di casa, complice un madornale errore del duo Ogbonna e Chiellini! No ragazzi così non si affrontano le gare di Champions, così non si farà molta strada. Siamo ancora più incazzati perchè questo vuol dire che l'esperienza maturata nella passata stagione, quando questi errori erano comprensibili, non sia servita assolutamente a nulla! Insomma non si può pareggiare una simile partita con simili avversari, nettamente a noi inferiori che ad onor del vero non hanno assolutamente rubato nulla! Nella ripresa poi è venuta fuori la vera Juve, una Juve rabbiosa, una Juve che ha giocato a calcio, strapazzando letteralmente l'avversario. Ma nonostante tutto non siamo riusciti ad andare oltre di un misero 1-1. Oltre dieci nitide palle gol per metterne dentro soltanto una di palla! Roba da non crederci. Di Fabio Quagliarella, sempre lui, la rete del pareggio. Ma se ripensiamo a tutte le clamorose azioni a tu per tu con il portiere ci viene una rabbia che nemmeno potreste immaginare. Martedì sera al club eravamo tutti molto delusi, come delusi erano tutti coloro che si trovavano in Danimarca al seguito della nostra Juve! Non è possibile che si costruisca tutta quella enorme mole di azioni e non si riesca a concretizzare quasi nulla! Il difetto della passata stagione ancora persiste e nemmeno l'innesto del bravissimo Carlitos Tevez (la cui bravura non si discute) non ha risolto il problema. Adesso speriamo di vedere quanto prima, appena sarà pronto, Fernando Llorente, la punta autentica, in cui riponiamo tutte le nostre speranze. Bellissima la partecipazione di soci martedì sera dal club. Affluenza da grandi occasioni nonostante l'avversario si chiamava Copenaghen. Adesso nel girone dopo una giornata ci ritroviamo secondi con i danesi a due punti dal Real Madrid che non ha vinto ma ha stravinto sul difficile campo del Galatasary per 6-1. La prossima sfida allo Juventus Stadium sarà già abbastanza decisiva. Bisognerà battere proprio i turchi per portarci più avanti in classifica prima della doppia sfida ai madrileni allenati dal "MAIALE"!
Veniamo a raccontarvi della trasferta del nostro grande Salvatore che da solo è partito da Andria per rappresentare il nostro club, dietro alla nostra pezza, anche al Parken Stadium che più volte abbiamo visto sventolare nelle immagini durante la diretta Sky! Emozionante saperlo li a oltre 2.000 km da casa! Mentalità incredibile la sua. In pochi come lui sarebbero partiti da soli da Andria pur di esserci nuovamente a Copenaghen. Pensate che quando uscirono i sorteggi nessuno manifestò l'interesse a partire per una trasferta già fatta lo scorso anno! Lui invece no! Salvatore Lomuscio si è dimostrato un grande, quando al club una sera disse: "noi dobbiamo essere presenti OVUNQUE e pertanto COPENAGHEN, anche da solo la farò io"! Bisogna solo inchinarsi dinnanzi a simili tifosi con questa mentalità! Salvatore è uno della vecchia guardia è un ULTRAS come lui stesso si definisce, uno che non bada all'avversario di turno! Questo serva di lezione a tanti ragazzi che solo perchè trovano una fidanzata si allontanano dalla propria vera fede! Lui no, ha lasciato lavoro e famiglia (con due figli) ed è partito per Copenaghen di lunedì sera a mezzanotte con la Marozzi, destinazione Roma Tiburtina. Di li in compagnia di un primo amico di stadio, Alessandro dello JC ROMA, ha raggiunto con il trenino l'aeroporto di Fiumicino dove ad attenderli c'erano Carlo, il Presidente dello Juventus Club Roma e altri loro 4 ragazzi, ai quali Salvatore ha consegnato i biglietti stadio da noi ritirati, grazie al nostro Roberto Nicolamarino che studia su, in settimana a Torino. Giunti a Copenaghen all'ora di pranzo con volo della Easy Jet Salvatore saluta provvisoriamente i ragazzi dello JC ROMA, nostri nuovi amici per raggiungere i ragazzi del Gruppo Aosta in albergo, con i quali ha condiviso una camera nei pressi dell'aeroporto danese. Lasciato il bagaglio, una bella rinfrescata, messi gli abiti "da stadio" Salvatore si è piombato in centro dove aveva appuntamento in Piazza con i ragazzi andriesi emigranti nel Nord Europa e precisamente nei pressi di Malmò in Svezia. Consegna i biglietti e con loro Gianni e Raffaele si fa un bel giretto per le vie del centro. Salvatore ci conferma che la vita in Danimarca costa tantissimo. Alle 17 appuntamento con il Gruppo Tradizione con il Presidente Umberto in prima linea. Salvatore si abbraccia con tutti con Miccoli che non lo lascia più! Finalmente si parte in autobus di linea locali verso lo stadio, dove sotto una fitta pioggerellina attendono di poter entrare! Appena dentro Salvatore si sistema con la pezza ANDRIA PRESENTE in un angolino sopra lo striscione TRADIZIONE - ANTICHI VALORI (nella foto in compagnia del grande LUCA FALCHERA, nostro grande amico Fighters, rientrato dopo una lunghissima diffida...era ora!!!) con al fianco i due ragazzi del Gruppo Bassa Valle e l'immancabile PINO di Bisceglie Ovunque J.D.S.. Il tifo danese è sorprendente come bella è la loro coreografia. Tutt'altro ambiente rispetto al Nordsjelland. Tifano il più possibile, ma la partita, il freddo e i rompicoglioni degli steward non permettono di esprimersi al meglio! Dall'Italia ci dice Salvatore non sono giunti in parecchi. La maggior parte erano tutti tifosi juventini dell'estero. Svedesi, Danesi e Tedeschi juventini erano in gran numero! Finita la gara Salvatore, saluta gli andriesi "europei" per salire a bordo del pullman assieme ai ragazzi del Gruppo Tradizione. In centro con i ragazzi di Aosta va a bere una birra, mangiano qualcosa, per poi effettuare un giretto per le strade più "calde" di Copenaghen. Niente da fare, cena e dopo cena, li tutto costo. Anche l'aria che respiri, anche un bicchiere d'acqua. Ecco perchè speriamo di cuore che questa trasferta non ci capiti proprio più. Alle due e trenta della notte Salvatore raggiunge con Luca di Aosta la camera dell'hotel prenotato per una meritata dormita. All'indomani si svegliano con un clima ancor più invernale e sotto una fitta pioggia che non permette altro. All'ora di pranzo Salvatore nuovamente assieme ai ragazzi dello JC ROMA, riparte da Copenaghen per far rientro in Italia nella capitale. Da Roma poi in serata Salvatore ha preso un volo per far rientro a Bari. Solo alle 23 di mercoledì sera Salvatore ha concluso orgogliosamente la sua missione! Che altro aggiungere se non dire TANTO ONORE A SALVATORE, TANTO ONORE A NOI, ANCORA UNA VOLTA PRESENTI! 
Domenica si riparte! In 5 rappresenteranno il club nella delicatissima sfida all'Hellas Verona. Una partita difficile contro una neo promossa molto intraprendente. Sappiamo già quanto sarà dura contro gli scaligeri che saranno seguiti sicuramente da tantissimi tifosi, smaniosi di vedere il nostro nuovo stadio! Si preannuncia una bella giornata di tifo sugli spalti! 
JC ANDRIA SEMPRE PIU' FATTI E' SEMPRE MENO PAROLE! PASSIONE & MENTALITA'!
 

 
 
SALVATORE, VECCHIA VOLPE CHE NON SI SMENTISCE MAI
 
Anche in terra danese Salvatore ha colpito ancora! Immancabili le sue foto con donne del posto, attratte dalla sua simpatia, dal suo saper fare. Del resto lo conosciamo tutti il grande Salvatore, lui è un vecchio volpone! Qui nella foto è ritratto con Gianni in compagnia di tre stupende hostess di uno degli sponsor ufficiali della Champions League. Da notare la più alta al lato sinistro di Salvatore....una stangona...con delle scarpe......da "sadomaso"....mamma mia! E' proprio vero che a noi...della partita non c'è ne frega un ca...o.....NESSUN RIMORSO per quello che facciamo, solo l'orgoglio del nome che rappresentiamo.....Anche a Copenaghen Salvatore e Andria Presente hanno colpito ancora! 
LA NOSTRA E' UNA MALATTIA CHE NON ANDRA' PIU' VIA! 
JC ANDRIA OVUNQUE A MODO NOSTRO!
 

 
 
DURI A MORIRE. PAROLA DI ANTONIO CONTE
 
Sabato pomeriggio la Juventus affrontava una difficilissima trasferta a Sau Siro, contro i Prescritti Intertristi, l'ultima gara di un primo mini ciclo terribile di questo avvio di stagione. La Lega Calcio lo ha preso ancora una volta a quel posto perchè se speravano di danneggiare ed ostacolare la Juve in questo avvio di stagione, il risultato è stato per loro e per tutti i tirapiedi davvero da rosicamento totale. Prima la trasferta a Roma in Supercoppa, poi quella a Genova all'esordio in campionato contro la Samp., poi nuovamente la Lazio allo Stadium e alla terza addirittura la trasferta a Milano. Non certamente un avvio morbido e soprattutto da squadra vincitrice del campionato. Nessuno ci toglierà dalla testa che nella compilazione dei calendari si è fatto di tutto per cercare di farci iniziare in malo modo per permettere alle avversarie di attestarsi in cima alla classifica. Il risultato invece è sotto gli occhi di tutti: in questa fase abbiamo portato a casa una Coppa, abbiamo vinto tre partite e ne abbiamo pareggiata una, che si poteva poi alla fine anche vincere. 7 punti in classifica, ma con un calendario così va più che bene. Certo dopo 17 mesi abbiamo perso la vetta della classifica, ma se pensate che lo scorso anno proprio contro i Prescritti perdemmo l'imbattibilità dopo una lunghissima striscia di partite senza sconfitte oltre all'imbattibilità interna dello Stadium, bene ci viene da pensare che la Banda Morattus inizia a portarci benissimo....1-1 il finale, con rete del pareggio messa a segno ancora una volta da Arturo Vidal, autentico leader e cannoniere di questa squadra, che lotta sempre e che quando sembra che stia per cadere riesce sempre a raddrizzare la partita. Nemmeno un minuto è durata la gioia per la squadra In..donesiana....ops pardon Internazionale. Subito purgati e zittiti. Ma se pensate che subito dopo il pareggio per ben due volte stavamo per segnare clamorosamente la rete della possibile vittoria, immaginate come si siano letteralmente cacati sotto! Ripetiamo pareggio che va più che bene e soprattutto giusto. Alcuni nostri uomini reduci dai doppi impegni con le nazionali erano davvero stanchi, altri non in perfette condizioni. Questo il motivo della non brillantezza dell'intera rosa. Adesso sotto con il secondo ciclo di gare sulla carta più abbordabili, ma per noi ancor più difficili delle precedenti ad iniziare dall'insidiosa trasferta di martedì in Champions in Danimarca, per passare al doppio impegno di campionato contro le squadre veronesi e per chiudere il mini ciclo, il derby di Torino a fine mese. Insomma guai ad abbassare la guardia! L'obiettivo di queste due settimane dovrà essere riguadagnare la testa della classifica ed iniziare la Champions con una preziosa vittoria. Qualcuno dovrà però spiegare ai Napoletani che i campionati si vincono a maggio, non a settembre! Sono davvero molto convinti! Contenti loro, contenti anche noi! Caroselli e fuochi d'artificio per una vetta della classifica conquistata a settembre dopo aver affrontato Bologna, Chievo Verona e Atalanta ci sembrano roba da Cinefantascienza....ma certo dimentichiamo chi è il loro Presidente....uno che vede fin troppi film....e allora che continuassero a vederli.....Prima di passare a descrivervi la nostra stupenda trasferta di sabato a Milano, vogliamo soffermarci un attimino sulla "squallida tifoseria interista", saranno pur bravi nelle coreografie ma più passano gli anni più stanno diventando sempre più mediocri sia a livello canoro e sia a livello di mentalità. Striscioni a noi rivolti dei quali molti senza senso, per non parlare dell'assalto fatto 20 contro 1 nel settore Distinti contro un tifoso bianconero che aveva semplicemente esultato alla rete di Vidal. Non è colpa nostra se riusciamo di anno in anno ad invadere tutti i settori del loro stadio, compresa la CURVA NORD! Prendersela in quel barbaro modo con un tifoso juventino occasionale denota la poca mentalità e soprattutto il loro attuale declino! Lo striscione esposto al termine ve lo rimandiamo al mittente: FATE SCHIFO! Per non parlare dello striscione esposto nei confronti del Gruppo Tradizione che recitava....TRADIZIONE...MERIDIONALE! Bene cari prescritti di merda, è con orgoglio che ne facciamo parte, noi come altri meridionali, di un grande Gruppo, dalla grande Mentalità, che voi probabilmente non sapete più cosa sia! Eppure un tempo la Vostra Curva non era quella che oggi è! 
La cosa più bella della nostra trasferta a Milano????: ricevere ancora lunedì belle telefonate di complimenti da parte dei diversi soci che hanno partecipato, che si complimentavano per la perfetta organizzazione dei viaggio, curato nei minimi dettagli, dal ristorante alla goliardia sul pullman...animazione compresa! Questo lo sapete è quello che ci riempie maggiormente d'orgoglio ed è la spinta in più che ci porterà a cercare di fare sempre meglio!
L'andata è stata fin troppo tranquilla sino all'arrivo al solito ristorante nel modenese. Da li in poi tutto è cambiato! Da li è iniziata la vera trasferta. Un mega pranzo con una mega tavolata con quasi quaranta persone. Con soli 15 euro abbiamo mangiato tre primi, un secondo, insalata e patatine di contorno, vino a volontà, caffè e amaro! Che altro chiedere di più????? Durante il pranzo ha avuto inizio lo show di Domenico Giordano e Fabio, capi popolo che hanno intonato e fatto cantare tutti. Di mira è stato preso un tavolo di "intertristi" che hanno dovuto accelerare la fine del loro pranzo per cercare di uscire quanto prima, erano visibilmente impauriti. E' vero, le nostre, ci rendiamo sempre più conto che non sono delle belle facce, anche quando entriamo negli autogrill ci guardano tutti con un tantino di preoccupazione. Questo è dettato anche dal fatto che anagraficamente parlando abbiamo una bella rosa di persone di tutto rispetto!!!!! Decidiamo ad un certo punto di anticiparli per impaurirli ancor di più. Ci alziamo dal tavolo in una decina ed andiamo fuori....loro con una macchina, tergiversano ad uscire, pensano che magari volessimo far qualcosa.....ah ah ah ah ah ah. Poi finalmente prendono coraggio ed escono, noi con lo sguardo gli accompagniamo sino alla loro auto. Loro a testa bassa la raggiungono in tutta fretta. Sgommano e vanno via....noi crepati dalle risate. Perchè noi non siamo infami, noi abbiamo mentalità e soprattutto tanta goliardia! Riprendiamo il pranzo per poi accorgerci di essere in ritardo. Si stava benissimo a tavola, ma si erano fatte le 14 e di strada ne dovevamo ancora percorrere tanta. Il tragitto da Modena a Milano è uno spettacolo. Succede di tutto di più sul pullman. Dove si consuma l'altro vino offertoci gentilmente dal titolare del ristorante e soprattutto si balla...con Fabio e Alessandro dello Jc Trani a far da DJ. Preso di mira Domenico Giordano, autentico trascinatore del pullman! Arriviamo nel parcheggio ospiti solo alle 17 dopo il traffico trovato in tangenziale a Milano. Per gli autisti è una liberazione, liberarsi di Noi. Ad attenderci troviamo gli amici di Tradizione, del Gruppo Bassa Valle, del Gruppo Aosta e i Ragazzi Ungheresi Juventus, giunti in aereo oltre a tutti i nostri soci arrivati su con aerei e macchine per fare weekend. Fabio distribuisce gli ultimi tagliandi. Poi tutti assieme si entra nello stadio quando manca solo mezz'ora all'inizio della partita. Michele Zagaria, Fabio e Leonardo Addati posizionano lo striscione in prima linea (nella foto scattata da persone presenti in altro settore) sulla vetrata sotto TRADIZIONE ANTICHI VALORI, al fianco del Gruppo Roma e del Gruppo Napoli arrivati subito dopo. Poi tutti ci posizioniamo sulla balconata. Bello vedere tutti i soci partecipanti alla trasferta tutti raccolti dietro lo striscione, tutti in un unica posizione. Fabio è al fianco del lancia cori del Gruppo Tradizione, con alla sua destra Domenico Giordano, Leo Addati e Nicola Lorusso. Poi dietro tutti gli altri tra i quali spiccano Chiara Abbasciano, Alberto Tesoro e Vincenzo Simone. Belle persone storiche presenti! C'è anche il tempo per un batti becco energico tra Fabio ed uno steward pedante che pretende che venga rimosso lo striscione dalla vetrata in quanto doveva restare libera. Intervengono anche i ragazzi del Gruppo Tradizione. Lo striscione resta li. Lo steward va via con Fabio che continua ad agitarsi! Inizia la partita, iniziano i cori, grande tifo, cori compatti e possenti. A Milano possiamo tranquillamente dirlo, IN CASA GIOCHIAMO NOI. Basti vedere nel secondo anello sotto di noi, le centinaia e centinaia di Juventini (pinguini) mischiati agli Intetristi. Tutto tranquillo. Gli interisti della Nord si sentono davvero poco, sembrano stranamente quasi assenti! Valli a capire! Alla rete del nostro immediato pareggio apoteosi totale! A fine partita prima di uscire lunga chiacchierata tra il nostro Fabio e Tony uno dei leader del Gruppo Tradizione. Giunti nel parcheggio iniziano le nostre lunghe operazioni per risalire sul pullman. Come sempre ci attardiamo e come sempre siamo gli ultimi (ma davvero gli ultimi) a lasciare il parcheggio. Insomma gli ultimi ad arrivare e gli ultimi a partire. Pensate arriva anche un furgone della Celere ad invitarci ad abbandonare il parcheggio con Fabio che dopo aver parlato con mezzo parcheggio, chiede: posso fare una pipì??????? Ah ah ah ah ah ah ah ah! Alle 21,30 lasciamo il parcheggio e non contenti ci soffermiamo ancora una decina di minuti per usufruire del bar subito fuori il parcheggio. Giungiamo ad Andria al mattino verso le 08,15. Salutiamo gli amici di viaggio dei club di Trani e Corato che proseguono la loro marcia di rientro verso le loro città. 
Tutto davvero molto bello. Come si usa scrivere su facebook.....CI PIACE!
Che sarà che sarà che sarà...che sarà di questa inter chi lo sa.....han 14 tifosi più sfigati che ci sia....è in trasferta vanno solo in Lombardia!!!! E' proprio vero!
JC ANDRIA DIECI ANNI DI PASSIONE E FORTI EMOZIONI!
p.s. un caro saluto al nostro Salvatore che lunedì sera si metterà in marcia per raggiungere Copenaghen da solo pur di rappresentare il nostro club, pur di esserci li con la nostra "pezza" sempre presente in ogni dove. Ad attenderlo in Danimarca ci saranno andriesi emigrati nel Nord Europa che faranno aumentare la nostra pattuglia, ai quali abbiamo fornito noi il biglietto stadio. Salvatore Lomuscio, un grande, viaggerà con gli amici dello JC ROMA per poi aggregarsi all'arrivo al Gruppo Aosta e Bassa Valle ed ovviamente agli amici del Gruppo Tradizione. SALVATORE UOMO DALLA GRANDE MENTALITA'. ONORE A TE!  
 

 
 
ABBIAMO FAME
 
Ore 11,30 ecco il nostro pullman in marcia verso Sau Siro. Sono incolonnati all'altezza di Bologna. Dicono di avere tanta ma proprio tanta fame....in tutti i sensi...come quella che dovra' avere la nostra Juve nel tardo pomeriggio quando incontrera' la Prescrittese Football Club. Per loro sara' la partita della vita per noi una normalissima partita e trasferta. Partiti alle 3 in punto di questa notte dalla stazione di Andria con leggero ritardo causato niente poco di meno che dal nostro segretario Fabio! Bella la compagnia di soci a bordo ma stranamente tutti molto dormienti....chissa' per quanto ancora.....Infatti a brevissimo si fermeranno in una trattoria emiliana....dove possiamo solo immaginare come si conceranno....dicono che se avanzera' del tempo raggiungeranno Milano.....ah ah ah ah ah! In prima linea nel pullman vediamo nella foto articolo, due pezzi da novanta: il nostro Michele Zagaria...sempre Fuori Citta' al seguito della Juve e Andrea dello JC TRANI....loro si che hanno tanta fame. Ma attenzione non svegliate il can che dorme...a bordo anche Domenico Giordano....il terrore degli autogrill....
In seconda linea ci dicono di una triade pericolosa...sempre intenta ad organizzare viaggi su viaggi...il nostro Fabio....detto oramai barbone..., Alessandro presidente Jc Trani e Vincenzo presidente Jc Corato, oramai l'unione fa sempre piu' la forza. Del resto noi sappiamo fare solo questo. Organizzare viaggi e portarvi ovunque la Juve giochi, non a convenienza oppure solo nelle gare di cartello o in quelle piu' comode! Il ristorante si avvicina sempre piu' la fame aumenta sempre piu'...che altro dirvi ragazzi Buon Pranzo e' buona trasferta....e buon terzo tempo....ah ah ah ah ah ah ah ah!
In Italia e in Europa ci vedrai e non ti lasceremo MAI.
JC ANDRIA sempre presente
 

 
 
PRONTI PER MILANO. GIOVEDI' 12 ASSEGNAZIONE POSTI DEFINITIVI AI SOCI EFFETTIVI
 
Finalmente si riparte, dopo questa pausa per via delle Nazionali. Era da qualche giorno che non aggiornavamo il nostro seguitissimo sito. Ci siamo presi un' altra breve pausa in quest'ultimo scorcio di stagione estiva. Si riparte con una trasfertona in casa dei PRESCRITTI & ACCATTONI, in casa di quelli che dicono MAI STATI IN B (ah ah ah ah ah ah), di quelli che dicono...NOI ABBIAMO FATTO IL TRIPLETE (ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah....risata ancora più grassa....), ma soprattutto in casa di quelli che ancora oggi vivono il 5 MAGGIO come il peggior incubo della loro vita....del resto i loro ex calciatori....lo ribadiscono sempre....non lo diciamo certamente noi! E' una trasferta dura, perchè capita in un periodo della stagione che, è come sempre un incognita e soprattutto arriva subito dopo la pausa per le nazionali con tantissimi giocatori, da una parte e dall'altra, che non hanno potuto svolgere i consueti e specifici allenamenti. Pertanto mai come questa volta l'esito è davvero molto incerto! Noi come sempre ci saremo, come sempre arriveremo a Milano in Autobus GT. Alla fine siamo riusciti, ancora una volta nell'intento di allestire un pullman con 40 persone esatte a bordo. Reperire i biglietti (nella foto dell'articolo una parte dei biglietti già in nostro possesso) è stata una impresa ardua, in quanto la società dei Prescritti (società di merda...) si affida ad un circuito altrettanto di merda in parole povere..."alla viva il parroco", un circuito davvero "dilettantistico". Tessere del Tifoso, regolari non riconosciute dal sistema, dati anagrafici seppur corretti ritenuti dal sistema errati. Insomma una continua tribolazione, di giorno in giorno per stampare i vari biglietti di coloro i quali man mano si prenotavano, abbiamo addirittura dovuto acquistare anche biglietti dei settori di casa e questa operazione è stata fatta da tantissimi in tutta Italia. Sarà come sempre un autentica invasione gobba a Milano. Tutti i prenotati sono pregati di saldare l'intero costo della trasferta entro e non oltre giovedì 12 settembre dal club. Vi sarà comunicato orario di partenza, luogo di ritrovo e dettagli organizzativi. Inutile ribadire a tutti di indossare la T-SHIRT del club. Bello ritrovare in questa trasferta gente storica come ALBERTO TESORO, FABIO FIANDANESE e VINCENZO SIMONE. A guidare la nostra comitiva verso Milano ci sarà l'inesauribile Fabio. Ma a bordo anche gente che seppur di più giovane iscrizione al club, ha già dimostrato tantissimo come MICHELE ZAGARIA (autentica rivelazione di questi ultimi due anni), NICOLA LORUSSO e LEONARDO ADDATI (persona taciturna ma che parla con i fatti). Ma non possiamo non citare anche le donne che saranno presenti come CHIARA ABBASCIANO la cugina di Fabio, con Francesca e Margherita due new entry! Poi una serie di ragazzi giovani alcuni alla prima trasferta in assoluto o alla prima a San Siro! Come sempre la goliardia la farà da padrona, indipendentemente da quello che sarà il risultato finale, noi dello JC ANDRIA vinceremo comunque! Questo è il nostro motto, questa è la nostra mentalità! 
CAPITOLO TESSERAMENTO CLUB:
Giovedì 12 settembre alle ore 20,30 presso la sede sociale dello Juventus Club Andria, sono stati convocati attraverso SMS, tutti i 71 soci che ad oggi hanno sottoscritto la tessera da socio effettivo, per intenderci quella da Euro 85,00. Sarà infatti assegnato il definitivo posto a sedere che varrà per l'intera stagione. Avranno priorità di scelta tutti i vecchi soci effettivi che potranno, eventualmente, riconfermare il proprio posto della passata stagione. Poi si procederà con la scelta dei posti per i nuovi soci effettivi tra quelli che residueranno liberi. Sono stati convocati anche "i 39 soci della passata stagione" che al momento non hanno ancora rinnovato la propria tessera. La maggior parte ci ha subito comunicato che la rinnoverà entro sabato, quindi questo ci lascia immaginare che rispetto agli 88 abbonamenti da soci effettivi sottoscritti nella passata stagione in quest'annata registreremo un importante incremento di tessere da 85,00 euro in pratica la tessera che ti permette di seguire la Juve in tutte le partite con posto assegnato e senza dover dare ulteriori contributi! Questo incontro di giovedì servirà per definire sin da sabato, la corretta sistemazione in sala di soci effettivi, soci giovani (che non hanno posto assegnato) e soci semplici (quelli che preferiscono sottoscrivere la tessera da Euro 30,00). Pertanto invitiamo tutti GLI abbonati "effettivi" ad essere presenti alla riunione di scelta e attribuzione sedie! Continuerà invece il tesseramento per soci semplici che come ogni anno si protrarrà sino al mese di novembre, ma già registriamo numeri importanti e siamo soltanto alla prima decade di settembre con il campionato che va ad iniziare "effettivamente" da sabato prossimo dopo la lunga stagione estiva. Abbiamo quasi raggiunto la soglia delle 300 tessere! Un dato che ci riempie d'orgoglio ed ovviamente non può che farci immensamente piacere. 
P.S. SONO DISPONIBILI LE BELLISSIME MAGLIE DEL 5 MAGGIO e QUELLE GIALLE DEL GRUPPO TRADIZIONE. CHI VUOLE PASSI DAL CLUB AD ACQUISTARLE.
Avanti Ragazzi, Avanti JC ANDRIA! Continuiamo a scrivere la nostra storia!

 

 

 
 
AUGURI A GREGORIO E ANTONELLA
 
Chi ci legge, soprattutto da altre città penserà....ma questi dello JC ANDRIA, si sposano e fanno tanti figli.....ah ah ah ah....in effetti è vero negli ultimi tempi registriamo tanti matrimoni e tantissime nascite, ma questo invece farà comprendere quanto grande è la famiglia del nostro club, che annovera tra le proprie file tantissimi soci, soci ai quali vogliamo tantissimo bene! Oggi 4 settembre 2013 Gregorio Del Giudice, uno dei pezzi da novanta del nostro club, corona il suo sogno d'amore con la sua storica donna: Antonella! Nella Chiesa della Santissima Trinità alle ore 10,30 pronunceranno il fatidico SI. (Chi può venga in chiesa a sostenere Gregorio). 
Due ragazzi eccezionali, due ragazzi che hanno fatto tantissimi sacrifici pur di arrivare a questo importante traguardo. Gregorio, grandissimo lavoratore, merita un augurio particolarissimo da parte di tutti noi, merita tutto il bene possibile e soprattutto che possa, assieme alla sua Antonella, raggiungere e realizzare tutti i sogni nel cassetto. Gregorio Del Giudice (nella foto, sdraiato comodamente nella nostra casa, la CURVA SUD...dello JSTADIUM, di cui ne possiede oramai le chiavi....) è un ragazzo sempre presente che percorre e macina km e km all'anno, basti dire che è stato a FIRENZE, CATANIA, BERGAMO E NAPOLI, già questo potrebbe bastare per farvi comprendere che tipo di tifoso sia....non è un tifoso è un ULTRAS. L'ultimo viaggio? A Genova per la prima di campionato! Pensate che ci ha subito promesso che al suo rientro dal viaggio di nozze, si metterà subito in marcia per seguire la Juve! Possiamo dirlo è uno dei soci che maggiormente stimiamo, figlio di un altro grandissimo juventino come il PAPA' MARIO, persona squisita, al quale facciamo pervenire i nostri più sinceri auguri! 
GREGORIO E ANTONELLA OGGI SI AVVERA IL VOSTRO SOGNO D'AMORE E' NOI DELLO JC ANDRIA NON POSSIAMO CHE AUGURARVI DI RACCOGLIERNE AL PIU' PRESTO I FRUTTI DELLA VOSTRA STORIA D'AMORE! Forza ragazzi godetevi questo splendido momento e vogliatevi sempre bene, rispettatevi e soprattutto mettete la Juve sempre davanti a tutto...ah ah ah ah! 
QUESTI SIAMO NOI, QUESTO E' LO JUVENTUS CLUB ANDRIA! 
 

 
 
GAETANO NON TI DIMENTICHEREMO MAI
 
Nonostante siano passati ben 24 anni da quel terribile 3 settembre 1989, oggi come allora noi dello JC ANDRIA  e tutto il popolo juventino, continuiamo a ricordare un grande UOMO, un grande CAPITANO, come GAETANO SCIREA, esempio per tutti dentro e fuori dal campo! In questo giorno in cui ricorre il suo anniversario, vogliamo far sentire tutta la nostra vicinanza alla Sig.ra Mariella (alla quale il nostro Presidente ha fatto pervenire un suo personale messaggio telefonico) e a suo figlio Riccardo, persone a dir poco squisite, sempre disponibili ed incontrate in diverse occasioni. Del resto la nostra CURVA è proprio intitolata alla memoria dell'indimenticabile GAETANO SCIREA che resterà per sempre nel cuore e nelle menti di ogni tifoso juventino! 
GAETANO DA LASSU' ASSIEME ALL'AVVOCATO AGNELLI GUIDACI VERSO NUOVE VITTORIE!
IL DIRETTIVO JC ANDRIA
 

 
 
NUOVAMENTE ASFALTATA LA LAZIO
 
A Roma sponda laziale pensavano forse che ci sarebbe bastata la vittoria della Supercoppa Italiana per poterci vendicare della assurda eliminazione in Coppa Italia nella semifinale dello scorso gennaio e del loro Presidente LOTRISTE...Assolutamente no, Antonio Conte, la squadra come noi tifosi volevamo dare tutti un altra lezione ai laziali, sia nel gioco che nel risultato. Così è stato. Quattro reti rifilate all'Olimpico due settimane fa, quattro reti rifilate sabato sera allo Juventus Stadium, con la banda bianco celeste uscita dal campo abbastanza frastornata. Vediamo se adesso Lotriste avrà ancora il coraggio a parlare male della Juventus! Anzi a dir la verità stiamo ancora attendendo delle sue dichiarazioni dal post Supercoppa, ma evidentemente le ferite sono così profonde che avrà anche perso l'uso della parola....ah ah ah ah! 4-1 il risultato finale con una Juve assolutamente padrona del campo, tranne che nella fase finale del primo tempo, quando subita la rete laziale, si è registrata una lieve flessione nella spinta verso la porta di Marchetti. I primi venticinque minuti della Juventus sono stati a tratti devastanti, nel corso dei quali sono maturate le prime due reti, entrambe di Arturo Vidal, sempre più autentico leader di questa Juve. Nella ripresa la Juve è tornata in campo nuovamente autoritaria distruggendo completamente l'avversario che nulla ha più potuto davanti allo strapotere juventino. Di Mirko Vucinic e del solito Carlitos Tevez le altre due reti. Bellissima la rete messa a segno da Tevez, che aveva colpito qualche minuto prima, anche una traversa. Su tre gare ufficiali l'Apache ha messo a segno ben tre reti, una in ogni gara! Avanti Carlitos continua a farci sognare! Questa è stata la prima gara senza Alessandro MATRI, venduto al Milan proprio alla vigilia della partita contro la Lazio. Come detto dal nostro Mister, inutile nascondere la nostra delusione per quest'altra dolorosa cessione, dopo quella di Giaccherini, ma nel calcio attuale si sa, se vuoi competere e crescere devi anche vendere qualcuno. A Matri sentiamo di dirgli un grande GRAZIE per quanto ha saputo dare per la nostra maglia e per le emozioni trasmesse a noi tifosi. Ha sempre lottato ogni volta che veniva chiamato in causa, contribuendo tantissimo alla conquista degli ultimi due scudetti. Resterà nei nostri cuori e nella nostra gloriosa storia per aver conquistato lo storico trentesimo scudetto, quello della terza stella! 
Come sempre i giornalisti del cavolo hanno travisato le parole del nostro Mister in conferenza stampa pre-Lazio, cercando di crearne un caso, cercando come sempre di destabilizzare l'ambiente, ma ancora una volta, come accade da due anni a questa parte, la Juve e Conte hanno risposto sul campo e con i fatti! Una prestazione maiuscola che ha nuovamente ammutolito tutti!  La trasferta dei nostri soci, sia quelli saliti a Torino con il solito pullman e sia quelli che hanno raggiunto lo Stadium in auto e/o aereo è trascorsa nella tranquillità più assoluta. Perfetta l'organizzazione come sempre, perfetto tutto. La maggior parte ha trovato spazio in Curva Sud, dove hanno sistemato lo striscione grande al solito bocchettone e con lo stendardo ANDRIA PRESENTE, al solito posto in prima linea (eccolo nella foto articolo) dietro il GRUPPO TRADIZIONE - ANTICHI VALORI. Da segnalare in curva anche la presenza di Tonia la moglie del nostro Presidentissimo. Finalmente ha portato fortuna....caro Francesco non sai quanto hai rischiato.....Non l'avremmo più fatta entrare se non fosse andata bene....In tutto lo stadio c'erano nostri soci, dalla Tribuna Ovest alla Est, dalla Nord alla Tribuna Family dove ha trovato posto Mauro Abbasciano con la sua famiglia. Contentissimi i soci saliti su a Torino, soprattutto per la comodità del mezzo con cui abbiamo deciso di viaggiare. Bello ricevere al rientro una mail del nostro nuovo socio Sante Tricarico, il quale si complimentava con il direttivo per la perfetta e meticolosa organizzazione della trasferta. Del resto noi da dieci anni facciamo tantissimo per difendere la nostra juventinità ed il nome stesso della JUVENTUS. Lo facciamo per pura passione! Siamo orgogliosi di quello che siamo riusciti a costruire e di quello che continuiamo a fare! 
All'arrivo nella piazza della Stazione di Andria ad accogliere il pullman, il segretario Fabio che anche quando non parte è come se fosse li presente. Ha battuto il cinque a tutti man mano che scendevano dal pullman, abbracciandosi con Andrea Leonetti, Giuliano Zefferino e Vincenzo Quacquarelli. Bello il colpo d'occhio della CURVA SUD con le tantissime magliette gialle del Gruppo Tradizione AV. Gran tifo e delusione enorme da parte dei laziali. Appena una cinquantina, in silenzio! Spiace vedere una tifoseria così importante ridotta così. Eravamo abituati da parte loro a ben altre presenze, ma più passano gli anni più numericamente in trasferta si riducono! Colpa della t.d.t.! La classifica quest'anno non sta riservando sorprese. Sembra ci sia un netto divario tra le squadre di vertice (tutte rinforzatesi) e quelle che lotteranno per non retrocedere. Le grandi sono tutte a punteggio pieno tranne il Milan e appunto la Lazio. Sarà un campionato difficile, dove cercheranno con ogni mezzo di arrestare la nostra marcia. Ad iniziare dal prossimo turno, alla ripresa, dopo la sosta per le nazionali, quando saremo impegnati in casa degli ACCATTONI & PRESCRITTI BAND, quelli che dicono, ma noi abbiamo il TRIPLETE......cosa?????? IL TRIPLETE......cosa???? cosa????? oppure ti fanno ancor più sorridere quando ti dicono...NOI MAI STATI IN B......è certo ci dovevano finire ALMENO per ben due volte ma grazie a trucchetti e prescrizioni non ci sono mai stati... anzi una volta ci sono pure finiti nel 1922/1923......per poi essere salvati a tavolino, ma questo fanno finta di non saperlo! Noi lo sappiamo è quindi se volete continuare a farci sorridere (in tutti i sensi....e meno male che ci siete voi...altrimenti bisognerebbe inventarvi) continuate a dire: NOI ABBIAMO IL TRIPLETE....NOI MAI STATI IN B......AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH.....VOI SIETE SOLO MADE IN CHINA....ANZI MADE IN INDONESIA! 
AVANTI JUVENTUS, AVANTI JUVENTUS CLUB ANDRIA, NOI SEMPRE A TESTA ALTA! 

 
 

 
 
CIAO JOE GRANDE ULTRAS GRANATA
 
Sabato sera in occasione della sfida allo Juventus Stadium contro la Lazio, il Gruppo Ultras TRADIZIONE ANTICHI VALORI, ha voluto ricordare Salvatore Genova (detto JOE) un grande Ultras del Toro, scomparso la scorsa settimana, per una grave malattia, all'età di appena 56 anni! Uno striscione campeggiava in prima linea per tutta la durata della partita (nella foto articolo, con alle spalle il nostro striscione al bocchettone). Anche noi dello Juventus Club Andria, nel nostro piccolo, abbiamo voluto esprimere un nostro pensiero per lui, ULTRAS di altri tempi, persona carismatica di veri valori ed ideali che adesso sono sempre più difficili trovare nei tifosi moderni! Del resto il nostro Presidente avendo studiato a Torino ha vissuto in prima persona il tifo degli anni 70 con i suoi derby accesi! 
Oltre ogni rivalità, oltre tutto, sentiamo di esprimere il nostro cordoglio e la nostra vicinanza alla famiglia e a tutta la CURVA MARATONA!
CIAO JOE! RIPOSA IN PACE! 
DIRETTIVO JC ANDRIA
 

 
 
COPENAGHEN, MADRID E ISTANBUL: RIPARTE IL NOSTRO TOUR IN EUROPA
 
Il sorteggio tanto atteso dei gironi della prossima Champions League è finalmente realtà. Tutti aspettavamo di conoscere le avversarie nel girone per poter ricominciare il nostro tour in giro per l'Europa interrotto in quel di Monaco di Baviera nell'aprile scorso. Adesso si riparte con la Juventus inserita nel raggruppamento B assieme a REAL MADRID, GALATASARAY e il COPENAGHEN. Un girone insidioso, ma comunque alla portata della nostra squadra in quanto pensiamo che se dobbiamo preoccuparci noi, anche le avversarie appena saputo della Juventus nel girone non avranno certamente gioito. Ma come vi dicevamo in apertura, con la Champions riprenderanno i nostri viaggi europei. Avremmo sinceramente sperato in città e stadi diversi, ma purtroppo coroneremo soltanto il sogno di andare a ISTANBUL in Turchia. Per MADRID e COPENAGHEN si tratterà di ritorni in quanto al Bernabeu siamo stati nel novembre del 2008 ( a cui si riferisce la foto dell'articolo) quando la Juventus grazie ad un fenomeALE Del Piero, espugnò lo stadio spagnolo, vincendo per 2-0. Ancora oggi quella trasferta (eravamo in oltre venti unità) la ricordiamo con immenso piacere. Anche per Copenaghen si tratterà eventualmente di un ritorno, vista la nostra presenza nell'ottobre dello scorso anno contro un altra squadra danese, il Nordsjelland, che giocò proprio nello stadio dell'FC COPENAGHEN. Eventualmente, perchè stiamo valutando se andarci nuovamente, in quanto trasferta anonima, in una città che non ci ha entusiasmato per nulla, sia per il freddo intenso ma soprattutto per i costi altissimi della vita in Danimarca. A Istanbul invece ci saremo! Era la trasferta che avremmo preferito fare nei quarti dello scorso anno. Adesso abbiamo finalmente pescato Istanbul è dopo aver visto all'opera la tifoseria del Celtic Glasgow, adesso potremo gustarci anche la temibile tifoseria turca del GALATASARY. Per Madrid ci siamo già mossi, i primi voli sono stati già prenotati (circa una decina) è sono costati sugli ottanta euro complessivamente, con scalo sia in andata che in ritorno. Chiunque fosse interessato contatti la segreteria del club. Abbiamo pensato, questa volta, di trascorrere due notti nella capitale spagnola dove si giocherà il prossimo 23 ottobre. L'esordio casalingo della Juventus sarà il prossimo 2 Ottobre contro i turchi del Galatasaray, mentre la prima trasferta sarà proprio a COPENAGHEN il 17 settembre. 
Il 5 Novembre ritorno allo Stadium contro il Real allenato quest'anno dal MAIALE di Ancellotti. Da evidenziare un aspetto importante, ovvero la tradizione favorevole che abbiamo contro gli spagnoli, contro i quali abbiamo quasi sempre passato il turno....speriamo bene...fate tutti i dovuti scongiuri in questo preciso istante.....Il 27 novembre sarà ancora STADIUM: arriveranno a Torino i danesi, mentre si chiuderà a Istanbul il prossimo 10 dicembre. Per quest'ultima gara, stiamo cercando di capire quale sia la soluzione migliore per raggiungere la città turca. Chiunque volesse aggregarsi ai ragazzi che hanno già manifestato la volontà di esserci deve farcelo sapere al più presto.  
In chiusura di articolo ci preme salutare la tifoseria del Legia Varsavia (Polonia) gemellata alla Curva Sud della Juventus. Una tifoseria spettacolare che avremmo con piacere voluto incontrare, finalmente per suggellare una amicizia che di anno in anno cresce sempre più, nonostante i mancati incontri. Quest'anno il Legia è arrivato sino agli spareggi per accedere alla fase a gironi della Champions, venendo eliminata in modo assurdo dallo Steaua Bucarest con due pareggi, 1-1 in Romania e 2-2 in Polonia. Peccato, ma intanto gustatevi questo video della coreografia di protesta, fatta proprio contro i rumeni nei play off della Champions contro l'UEFA: http://www.youtube.com/watch?v=QWGWYIsTCyE
Che altro aggiungere, semplicemente spettacolari, da brividi. Solo dei tifosi passionali come noi potranno provare forti emozioni nel vedere questo video. Un abbraccio forte alla tifoseria polacca nella speranza di poterli incontrare nuovamente a Torino, in una delle loro numerose visite e chissà che l'Europa League non li porti a giocare contro Fiorentina o Lazio! Intanto ci si appresta a ripartire verso Torino con ben 29 soci che partiranno chi in pullman organizzato con i club di Trani e Corato, chi in auto (il nostro presidente, Mauro Abbasciano e Andrea Strippoli) è chi in aereo. 
Riprende il nostro "pellegrinaggio" verso Turin, che ci vedrà andare come ogni anno decine e decine di volte! 
AVANTI JUVENTUS, AVANTI JC ANDRIA!
 

 
 
FINALMENTE MESSA SOTTO LA SAMP
 
Era diventata per noi juventini una sorta di maledizione questa "benedetta Samp.". Da diversi anni non riuscivamo più a vincere contro i blucerchiati e addirittura nell'anno scorso abbiamo rimediato due "clamorose" sconfitte. Ecco perchè alla vigilia temevamo questa sfida, temevamo un esordio non vincente. Ma "noi" e soprattutto la Samp. non avevamo fatto i conti con Antonio Conte e la sua band di "affamati" che puntualmente da quando in panca c'è il NUMBER ONE dei tecnici, all'esordio in campionato si vince sempre. Poi come accaduto lo scorso anno, contro le avversarie che ci avevano tolto punti nell'anno precedente, i ragazzi riescono sempre a prendersi delle immediate rivincite! Morale della favola? Sampdoria abbattuta per 1-0 e primi tre punti "preziosissimi" in saccoccia. Del resto tra tutte le formazioni di alta classifica, quella che aveva l'esordio più difficile eravamo proprio noi! Ve lo diciamo sempre e ve lo ripetiamo anche in questa stagione. Le prime gare, contrariamente a quello che si dice, sono quelle fondamentali, vincerne il più possibile ti aiuta ad attestarti li in testa alla classifica e ad abituarti ad essere avanti a tutti! La Sampdoria del resto, come faranno tante avversarie, si è barricata, cercando di non farci penetrare, poi con sporadiche ripartenze ha provato ad impensierire la nostra attenta e sicura difesa, non ricavandoci praticamente nulla. I nostri ragazzi hanno risposto benissimo in questo esordio di campionato. Del resto che la condizione fisica fosse buona, ne avevamo avuto conferme a Roma, nella finale di Supercoppa vinta contro la Lazio. Gioco già abbastanza spumeggiante e condizione strepitosa di Paul Pogba, autentico faro e trascinatore di questa Juve. In rete è andato ancora una volta Carlitos Tevez (azione da manuale del calcio), alla seconda gara ufficiale e alla sua seconda marcatura......se il buongiorno lo si vede dal mattino.....allora possiamo davvero dire che abbiamo il talento che ci mancava li davanti! Speriamo bene! Sarà e lo ripetiamo una stagione dura e molto difficile. Le avversarie si sono tutte rinforzate e sono tutte abbastanza pronte per dar battaglia alla nostra Juve! Veniamo alla nostra trasferta a Genova. Già dalla partenza ci siamo resi conto che dobbiamo ancora ingranare e soprattutto riprendere il ritmo....ritrovo alle due in Largo Torneo per partire alle 3,40.......causa ritardo del grandissimo Domenico di Bernalda...giunto ad Andria già abbastanza "alticcio".....è un fenomeno. A bordo del pullmino il gruppo "giovane" del nostro club ha caricato di tutto, di più....soprattutto tante birre! Giunti all'altezza di Vasto ci si ferma in autogrill per una normale sosta ma che Domenico di Bernalda...sempre lui, la trasforma in una mega mangiata....Divora praticamente di tutto e beve ben tre "birre" nel breve volgere di mezz'ora....Poco più avanti inizia ad avere problemi intestinali.....causati dalle birre e dal mangiare "disordinato"...altra sosta per cercare di farlo riprendere.....che ridere....Dopo una buona mezz'ora con un ritardo di ben tre ore sulla tabella di marcia, riusciamo a riprendere il cammino di avvicinamento a Genova. Crolliamo tutti, per svegliarci in zona Rimini dove effettuiamo un altra sosta. Il traffico è intenso, si cammina praticamente a passo d'uomo, non avevamo fatto i conti con il rientro dalla vacanze! Autogrill affollati, code anche per andare nei bagni....decidiamo così di uscire dall'autostrada per superare la zona di Bologna e raggiungere Modena con la statale per poter effettuare un pranzo in una trattoria tipica del luogo. Alle 14,00 in punto siamo tutti seduti a tavola. Un menù da leccarsi i baffi, con appena quindici euro abbiamo mangiato ben tre primi, un secondo ed un contorno con caffè, acqua e tantissimo vino. Il livello sale di molto, infatti appena tornati in viaggio, inizia lo show di tutti tra cori e scherzi vari ( a Gregorio Del Giudice prossimo sposo...), con Fabio e Nicola Pisani, il nostro tesoriere, a dirigere la banda....della quale facevano parte i "simpaticissimi e sempre presenti" Alessandro e Andrea dello JC TRANI, oltre ad un rappresentante della Corato Bianconera. All'altezza di Parma si devia verso La Spezia dove poco più avanti raccogliamo in autogrill altri due nostri soci (Corrado e Ciro), saliti in zona Cinque Terre per un weekend. Giungiamo verso le 18 al casello di Genova Est, molto carichi e soprattutto con tanta voglia di cantare!La Polizia ci accompagna subito verso il Cimitero dove lasciato il nostro mezzo, saliamo a bordo delle circolari locali che ci portano sin sotto il nostro settore. Baldoria assoluta a bordo dei mezzi comunali. Giunti dinnanzi al settore troviamo gli altri nostri soci, partiti in auto/aero ad attenderci. Giuseppe Cavaliere con la sua famiglia, Vincenzo Giannelli e Michele Sguera. Fabio distribuisce loro i biglietti per poi entrare tutti nel settore. Ci posizioniamo al primo anello al fianco degli amici di Tradizione. Una pezza viene messa in vetrata al fianco dello striscione TRADIZIONE, l'altra, ANDRIA PRESENTE, viene tenuta come ai vecchi tempi, a mano dai nostri ragazzi. Esplode un temporale che durerà poi per tutto l'arco della partita. Grande tifo da parte nostra con settore tutto pieno. Doriani messi un pò maluccio, non ci sono piaciuti affatto, gli ricordavamo diversamente. A fine partita eravamo molto stanchi, saliamo a bordo del pullmino dopo essere stati chiusi nel settore sino a mezzanotte! Lasciamo Corrado in autogrill all'altezza di La Spezia, nel bel mentre si scatena una tempesta di acqua e grandine! Ripartiamo dopo un oretta abbondante, decidendo di scendere via Roma. Viaggio tranquillo quello del ritorno passato quasi sempre a dormire. Arriviamo ad Andria alle 11 del mattino, dopo ben 33 ore passate assieme! Come sempre siamo stati non bene, ma benissimo! Ad attenderci abbiamo trovato il nostro Presidente, felicissimo per questi primi tre punti conquistati! Abbiamo ricominciato li da dove avevamo lasciato.
Continua intanto il tesseramento al Club che ci vede quasi giunti a 200 tessere sottoscritte. 
AVANTI RAGAZZI ENTRATE A FAR PARTE DELLA NOSTRA GRANDE FAMIGLIA, IL DIVERTIMENTO E' ASSICURATO!
PROSSIMA TAPPA, TORINO sabato prossimo per la gara contro la Lazio. Partirà un pullman. Ancora disponibili posti e biglietti solo per possessori di tessera del tifoso.
JC ANDRIA: PASSIONE & MENTALITA'! 
 

 
 
IN VIAGGIO VERSO GENOVA
 
Finalmente si ricomincia! Non ne potevamo piu' di mare e weekend senza calcio. Oggi riparte il campionato e con esso ripartono le nostre trasferte al seguito della Juve, in ogni dove, non a convenienza! Ecco i nostri ragazzi in viaggio, qui ritratti verso le 11,30 sulla A14 da noi ribattezzata A31....all'altezza di Faenza. In primo piano Francesco Troia e Nicola Pisani. Sullo sfondo il gruppo giovane Di Serio & C....con lo sposo Gregorio Del Giudice al centro. Notte movimentata....adesso sono pronti al mega pranzo! Abbiamo apprezzato tantissimo il messaggio ricevuto alle due in punto mentre ci ritrovavamo alla partenza da Largo Torneo, dal nostro Presidente che vogliamo riportarvi qui per intero: "Si va a cominciare un'altra stagione di viaggi, di rischi, di sacrifici, di stanchezza, animati dall'unica nostra grande PASSIONE BIANCONERA, una passione che di certo ci consegnerà nuove gioie, nuove vittorie, NUOVI TROFEI. Onore e buon viaggio a voi tutti. Sono con voi. Un abbraccio. Francesco". 
Che altro aggiungere se non forza ragazzi portateci i primi tre punti della stagione. Un saluto al grande Fabio, autore dello scatto, che ci dicono sia in versione spiaggia con infradito...
JUVENTUS CLUB ANDRIA: passione & mentalità.
 

 
 
AUGURI PRESIDE' E' SIAMO GIA' A 58 CANDELINE
 
Oggi 23 agosto è il compleanno del nostro grande Presidentissimo Francesco Nicolamarino (nella foto, il secondo da sx, in una vecchia edizione del Memorial Lomuscio). Oramai non abbiamo più aggettivi per poterlo definire. Nel corso di questi lunghi anni trascorsi assieme con lui nel club, gli abbiamo utilizzati tutti. Quello che possiamo soltanto dire nel nostro piccolo è che gli siamo tutti grati per questo splendido "giocattolo" da lui voluto e costruito, diventato oggi una splendida realtà nel panorama del tifo juventino d'Italia. Grande Presidè, a prescindere dal fatto che ci aspettiamo tutti che possa offrici una bella bevuta per festeggiare al meglio i tuoi 58 anni (madòòòòòò sond asse'.....ah ah ah), vogliamo anche dirti che ti vogliamo bene ed abbiamo una grande stima e riconoscenza nei tuoi confronti. Brindiamo con te ad altri 58 di questi anni nel corso dei quali vedremo assieme la nostra JUVENTUS trionfare ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, ancora.......
p.s. questa notte si riparte per il nostro Tour in giro per l'Italia e l'Europa, destinazione Genova, in 18 soci saremo presenti al Marassi di Genova tra chi ha deciso di viaggiare in pullmino (con autisti) e chi, approfittando del periodo estivo ha deciso di abbinare anche un weekend in zona, come Giuseppe Cavaliere e famiglia, Michele Sguera e suo figlio e il grande Corrado Solfato con bambino. Sul pullmino oltre ai ragazzi di Trani, inseparabili amici, avremo l'onore di ospitare nuovamente Domenico Giordano di Bernalda oltre al nostro gruppone da "combattimento" Fabio Attimonelli, Nicola Pisani, Vincenzo Giannelli, Francesco Troia, Giuseppe Di Serio, Eligio Fucci, Gianni Zagaria, Gregorio Del Giudice (che tra qualche giorno si sposerà....pensate un po....), Gaetano Maddalena, Giuseppe Lorrai. Insomma una bella squadra come bella è la nostra Juventus. Già immaginiamo il mega pranzo che intendono fare in zona Emilia......
Avanti Ragazzi, siamo già tutti belli carichi.
GIA' PRONTI A TORNARE A CASA SENZA VOCE.....
JC ANDRIA: PASSIONE & MENTALITA'
 

 
 
BENVENUTA MATILDE, BENTEN COLPISCE ANCORA
 
Qualcuno crediamo che leggendoci penserà certamente...ma questi dello Juventus Club Andria stanno sempre a fare un arte????? ah ah ah ah....Dai diciamola tutta che il connubio Juventus & Sesso è sempre quello perfetto.....ma finiamola qui, chissà qualcuno leggendoci, chiama dopo la Polizia di Stato (e tutti gli altri corpi di polizia....) anche il Telefono AZZURRO. Scherzi a parte dobbiamo fare i nostri più cari auguri al grandissimo nostro socio GRAZIANO PALLADIO (nella foto ritratto in trasferta), il nostro capo ultrà, l'animatore delle nostre trasferte, quello di "benteeeennn ti prenderòòòòò"....che ridere ragazzi al solo pensiero di quello che succede quando in trasferta c'è lui! Oggi 20 agosto, è nata Matilde terzogenita della famiglia Palladio. A Graziano e alla sua cara moglie, che lo "sopporta" (ma credici, lo devi fare perchè fondamentalmente è un bravissimo ragazzo.......dai non ridete....diciamo sul serio....) non possiamo che manifestare tutto il nostro entusiasmo per questa splendida notizia. Dopo due figli maschi adesso arriva la femminuccia a riequilibrare (quasi) la situazione. Caro Graziano adesso ti concediamo una diffida provvisoria, diciamo di un mesetto, ma poi preparati che la stagione invernale è lunghissima e sai quanti km devi macinare????? Soprattutto ti aspettiamo per brindare tutti assieme con il vino di tuo suocero (spettacolare) che in ogni trasferta fa perdere a più d'uno la testa! 
GRAZIANO SEI TUTTI NOI! SE NON CI FOSSI BISOGNEREBBE INVENTARTI! 
BEEEEENTEEEENNNNNN TI PRENDEEEEEERO'
DIRETTIVO JUVENTUS CLUB ANDRIA 
p.s. al prossimo viaggio, oltre al tuo immancabile vino, faremo arrivare direttamente dalla Bassa Valle....Genepy e GrigioVerde.....ultima nostra scoperta...chiedere a Fabio Attimonelli e Massimo Matera.
 

 
 
L'ESTATE STA FINENDO
 
......cantavano i Righiera......ah ah ah ah....ma ve li ricordate? I più giovani certamente no....In molti diranno ma che c'entrano i Righiera con la Juve!!!!! C'entrano eccome c'entrano. Quella popolarissima canzone è ritornata di moda da domenica sera...quando tutto il popolo juventino di ogni angolo d'Italia ha iniziato a canticchiarla a tutti i rivali per ricordargli appunto, che la stagione estiva volge, purtroppo per loro, al termine, portandosi via con se trofei e partite insignificanti, quelle per cui in tanti avevano gioito per le sconfitte della Juve per poi ritrovarsi puntualmente puniti, come sempre dalla VECCHIA SIGNORA...che come sempre HA VINTO ANCORA! Di festa in festa, da quando è arrivato Antonio Conte ci stiamo divertendo un mondo e soprattutto di anno in anno e pian pianino stiamo conquistando molti trofei! Ve lo abbiamo detto e ve lo ribadiamo! con Antonio Conte vinceremo tutto, basta avere soltanto pazienza, siamo sulla strada giusta, quella che ci riporterà anche ai grandi trionfi europei e mondiali. Poi il cerchio sarà completato....mica i nostri cicli sono di cartone...mica i nostri cicli durano appena un anno..... Chi pensava che alla Juve fosse già finito l'appetito, si sbagliava come sempre di grosso. Abbiamo tanta fame, tanta cattiveria e tanta rabbia, la stessa che ha la squadra in campo, pertanto prima che inizi il nuovo campionato, cari rosiconi correte in farmacia a comprare protettori per il vostro fegato ed il vostro stomaco! Alle rivali lanciamo dei messaggi forti e chiari: agli intetristi (patetici....ed invidiosi....) che vivono pensando a noi (lo sanno tutti), a quello che noi facciamo, diciamo, ma godetevi la vittoria ai rigori della Guinness Cup che vi ha regalato un giusto trofeo, quello del settimo posto che vi auguriamo di cuore di prendere anche in campionato: vorrà dire che ci saranno stati grandi progressi! Del resto dopo aver battuto ai preliminari di Coppa Italia il Cittadella (si si il Cittadella....) che altro vorranno di più....ah dimenticavamo vorranno giustamente battere anche il Trapani....ah ah ah ah...., ai milanisti che ogni volta che gli fischi corrono via dal campo.... diciamo....attenti che in Olanda potreste ritrovarvi li dove avreste meritato di ritrovarvi a maggio! Allegri.... non sa che sin quando starà seduto su quella panca, gli unici ad esserlo saremo noi juventini! Ai Viola diciamo, non tanto a gasarvi....che di strada da percorrere ne avete......tanta ma proprio tanta....in Europa League con tutte quelle trasferte strane....ai romanisti e laziali (beh gli mettiamo assieme) perchè dopo il finimondo che abbiamo creato a Roma in questo weekend non sappiamo chi di loro sta peggio in questo momento....(Trigoria e Curva Sud profanate....Lotito e l'Aquila stuprate) che altro chiedere di più????? Nella Capitale volevano vedere una squadra finalmente vincente: ACCONTENTATI! Ai granata diciamo semplicemente ricordate la vostra missione: consegnare in busta chiusa i soliti 6 punti all'anno. Semplice il compitino? Ma no, potevamo dimenticarci di Voi napoletani, ma ci mancherebbe altro....quelli che vedono tantissimi film, quelli che stanno prendendo il posto degli intertristi nelle estati, che sognano sotto l'ombrellone, ma che poi si ritrovano puntualmente come l'anno scorso e come l'anno prima.....il nostro pulcinella......del presidente De Perdentis....ohie vita ohie vita mia...ohi core di chistu core...si stato oh primm ammore...forza ragazzi alleniamoci a cantarlo che quest'anno si ripete, come l'anno scorso e come l'anno prima! Delle altre scegliamo Genoa, Catania e Cagliari, giusto loro direte???? si giusto loro, perchè hanno dei presidenti che ci stanno sui coglioni..che appena arriverà la Juventus a vincere nei loro campetti (magari ad avercelo un campetto in sardegna...)....grideranno come sempre allo scandalo, alla rapina, al ladro...al ladro....al lupo....al lupo....ma che ben vengano vittorie contro di voi al 91° MINUTO e magari anche su rigore insesistente...ah ah ah ah
Sarà un campionato duro, tutti ci attenderanno al varco, tutti pronti ad attaccarci. Ma noi ve lo ripetiamo siamo super pronti alla nuova battaglia.
Buon campionato Juventus, buon campionato a tutti i nostri amici di curva Sud, buon campionato a tutti gli ultrà della Juve a tutti gli Juventus Club e gruppi che come noi seguono la Juve ovunque. Ricordiamoci tutti, siamo Juventini, siamo i Campioni d'Italia anzi Padroni d'Italia!
JUVENTUS CLUB ANDRIA: PASSIONE & MENTALITA'
 

 
 
ASSENTI PRESENTI
 
Quanto abbiamo sofferto domenica sera restando al club per protesta e per nostra scelta! Noi gente abituata a girare sempre, ovunque e comunque, nel bene e nel male, ieri credeteci fraternamente, eravamo tutti delle schegge impazzite all’interno del nostro covo, non riuscivamo a star fermi un minuto! Eravamo nervosi! E’ vero lo sappiamo, a stare a casa si soffre tremendamente di più che dal vivo! Ma alla fine della partita, o meglio già durante, la soddisfazione era doppia: non aver regalato nemmeno un euro a quel pezzo di merda di LOTITO e soprattutto aver visto (seppur in Tv) la nostra JUVE conquistare la sesta SUPERCOPPA ITALIANA nello Stadio Olimpico di Roma, nella tana del nemico! Tutto troppo bello! Come inizio di stagione davvero niente male, un 4-0 che non lascia il minimo spazio a recriminazioni e soprattutto che arriva come una mazzata tra capo e collo a tutte le avversarie ed ai loro tifosi, che troppo presto si erano galvanizzati, come loro consuetudine, nei trofei estivi e nelle gare amichevoli. Conte lo aveva detto in conferenza: “quando la mia Società mi chiederà di vincere i trofei estivi come Guinness Cup o Trofeo Tim, io imposterò tutta la preparazione per vincerli……. “ ah ah ah ah ah, che ridere ragazzi!
Il nostro grande Mister è sempre più il numero uno in circolazione tra gli allenatori, ha caricato a dovere la squadra e soprattutto ha preparato in maniera impeccabile questa partita. I ragazzi hanno dimostrato, se ancora c’è ne fosse bisogno, di quanto unito sia il nostro spogliatoio, dal magazziniere sino al Presidente Agnelli, tutti remano nella stessa direzione. La fotografia più bella della serata è stata sul finale di gara quando Antonio Conte, battendo il cinque a tutta la panchina, ha voluto ringraziare i suoi collaboratori, i giocatori che non hanno giocato nemmeno un minuto, lo staff, tutti ma proprio tutti. E’ un Signore, è un grande, è possiamo tranquillamente affermare che sino a quando su quella panchina siederà lui, le avversarie ed i loro tifosi dovranno rodersi sempre più il fegato, ve lo SPAPPOLERETE sino alla fine! Potrete dire tutto ciò che volete ma ricordatevelo sempre che il POTERE LOGORA CHI NON C’E L’HA! Un altro momento immortalato è ben impresso nelle nostre menti è stato vedere al termine durante i festeggiamenti il grande PRESIDENTE UMBERTO TOIA del Gruppo Tradizione, che "rubata la coppa" la portava sotto braccio per poi baciarla!
Inutile ricordarvi tutte le frasi dette in conferenza stampa o nelle interviste pre - partita dalla sponda laziale, dal loro mongoloide di Presidente sino a quasi tutta la rosa biancoceleste. Pensare che il loro allenatore, rimasto in piedi ed impietrito, praticamente immobile, per tutto il secondo tempo, aveva osato dire con assoluta sicurezza: VINCIAMO NOI! La stessa cosa accadde lo scorso anno con De Perdentis e tutta la commedia napoletana….
Da parte nostra, invece, tanto lavoro, silenzio e soprattutto parole dosate, anzi sempre con un pizzico di ansia per una partita ritenuta da tutto il nostro ambiente difficilissima. Noi ve lo avevamo anche scritto che temevamo possibili decisioni arbitrali che avrebbero potuto incidere sulla gara. Invece niente di tutto questo, perché la Juve è stata più forte di tutto e di tutti, ci siamo presi la miglior rivincita sul campo a tutte le nefandezze che hanno preceduto questa gara, perché cari amici dovete saperlo Lazio e Lega ci hanno provato in tutti i modi ad ostacolare la Juve, ma ancora una volta, assieme a tutti i tirapiedi, se lo sono preso tutto a quel posto….
Noi siamo dei Signori ed anche di fronte agli stupidi buuu razzisti fatti dalla curva laziale, ai danni dei nostri giocatori Pogba e Asamoah, non abbiamo abbandonato il campo, come spesso fanno i giocatori del Milan.
Rosiconi tutti, siete lontani anni luce da noi (non solo per lo stadio di proprietà….), è siamo già strafelici di avervi rovinato una bella notte d’estate. Il risveglio è duro ma ricordatevi tutti che l’estate sta finendo ed il campionato sta iniziando….
Noi domenica sera all’Olimpico, alla Lazio e a tutto il campionato abbiamo dimostrato di essere pronti alla battaglia. Difenderemo con le unghie e con i denti il nostro trentunesimo tricolore per riuscire a coronare il sogno di vincere tre campionati di fila. Sarebbe fantastico e storico, come dice Andrea Agnelli!
Una squadra a dir poco perfetta quella che si appresta a fare il suo esordio al Marassi di Genova sabato sera, sponda Samp., dove torneremo come sempre ad essere al nostro posto al fianco della Vecchia Signora. La Juve ha aggredito sin da subito l’avversario, con gli aquilotti che arretravano man mano il loro baricentro, schiacciati nella morsa dei nostri uomini. Gioco a tratti spettacolare, passaggi di prima, verticalizzazioni. Insomma tanta ma proprio tanta roba! Poi fuori Marchisio per infortunio (auguri Claudio, avrà bisogno di quasi 40 giorni) dentro Paul Pogba, il nostro campione del mondo, che ci porta subito in vantaggio. Spettacolare l’azione del raddoppio ad inizio ripresa, con Chiellini che capitalizza in rete uno splendido assist di Lichsteiner. Poi è proprio lo svizzero a siglare la rete dell’ex due minuti dopo. Prestazione maiuscola quella dell’esterno destro bianconero (esce dal campo con una standing ovation riservatagli dai tantissimi sostenitori bianconeri presenti all’Olimpico), al decimo, praticamente in tre minuti, la Juve va nuovamente in rete per la quarta volta con Carlitos Tevez, il nuovo number 10, alla sua prima gara ufficiale mette a segno, speriamo bene, la prima di tantissime reti. Estasi allo stato puro, Olimpico conquistato è stuprato, Curva Sud e Monte Mario da urlo che cantano SALTA CON NOI….CLAUDIO LOTITO…SALTA CON NOI….CLAUDIO LOTITO!
Ma torniamo a noi che ci siamo sentiti comunque presenti, ecco il motivo del titolo ASSENTI PRESENTI, abbiamo deciso sin da subito di non recarci a Roma per la protesta di cui detto negli articoli precedenti, sembrava all’inizio, che in tanti avrebbero seguito questa scelta, sui forum, sui blog, tutti scrivevano NON ANDIAMO A ROMA, non gliela diamo vinta, nemmeno un euro…etc….etc…poi tutti non hanno resistito al fascino di una finale di Supercoppa, al fatto che si potesse festeggiare, insomma non hanno resistito al richiamo forte che solo la Juve sa trasmettere ad ognuno di Noi! Anche noi stavamo per cedere, ma alla fine è prevalsa la scelta di non andare, di restare coerenti con quello che è stato il primo pensiero di Fabio, Francesco e Nicola. A Roma c’erano praticamente tutti o quasi i gruppi e club. In pochissimi, di quelli abituali che viaggiano in ogni dove, sono rimasti a casa, tra i quali il Gruppo Bassa Valle e il Gruppo Bernalda, ma anche molti altri tifosi sciolti, appartenenti comunque a gruppi ultras e non. Noi eravamo tra quelli è credeteci, lo ribadiamo, alla fine siamo stati orgogliosi di aver portato a termine la nostra “piccola” missione di non aver regalato soldi a Lega e Lotito. A dir la verità nella Sud domenica sera, avevamo comunque una nostra piccola rappresentanza, rimasta però ai margini, senza simboli di riconoscimento e quant’altro. Sono partiti in macchina perché volevano comunque vedere la partita. Noi sin da subito abbiamo detto a tutti i nostri soci, “chi vuole andare è libero di farlo, non obblighiamo nessuno a non andare”. Un plauso pertanto a Carlo Balducci, Marco e Daniele, Vincenzo Zingaro, Michele Carbutti, Michele Zagaria per averci comunque trasmesso le emozioni in diretta dall’Olimpico. Ma credeteci è stato ancor più bello e gratificante, vedere arrivare al club tutti coloro che si erano prenotati per la trasferta, in gran numero, per assistere alla gara in diretta sul maxischermo come se fossimo allo stadio.
Segno di un gruppo sempre più unito e forte, tra parte giovane e parte più anziana! Di questo siamo molto orgogliosi ed è per questo che a fine primo tempo, abbiamo aperto tutti i nostri striscioni (foto articolo), che sarebbero dovuti essere a Roma, per dimostrare comunque (se proprio c’è ne fosse bisogno) che gli ASSENTI erano comunque PRESENTI.
Da segnalare, per l’ennesima volta, l’arrivo al club di una pattuglia della PS, che chiamata, è venuta in sede per dirci che eravamo troppo rumorosi ed agitati!...... Ma alla fine si sono resi conto, per l’ennesima volta, che non si fa assolutamente niente di male (non siamo mica in una chiesa….) e soprattutto della passione e dell’entusiasmo travolgente che si respira presso il nostro club. Al gol di Pogba, una nostra socia su di un balcone in Viale Roma ci ha detto che il boato è stato terrificante. Vorrà dire che la prossima volta ci faremo sentire ancora di più….ah ah ah ah ah ah ah.
SUPERCAMPIONI D’ITALIA. SIAMO TROPPO ORGOGLIOSI DI QUESTA SQUADRA. JC ANDRIA SEMPRE AL TUO FIANCO.
….è come l’anno scorso….è come l’anno prima……
LOTITO E LEGA ADESSO FOTTETEVI! 
 

 
 
LEGA INFAME, LOTITO FOTTITI, DOMENICA SERA TUTTI AL CLUB
 

La nostra coerenza viene prima di tutto! Disertiamo Roma! Abbiamo già disertato la finale di SuperCoppa dell’anno passato, in quanto contrari alle assurde scelte commerciali di questo calcio moderno, che vanno a discapito dei veri tifosi passionali come noi. 2.000 Euro per andare a Pechino era semplicemente una follia per un torneo "nazionale", che deve disputarsi in Italia in casa della vincitrice del campionato. Figurarsi quest’anno, quando finalmente si decideva di restare in Italia, vista la volontà della Juve (campione d'Italia) a non sobbarcarsi l'ennesimo viaggio in Cina, dopo la già programmata tournèe americana. La Lega, poi, in maniera assurda ed antisportiva, decideva di “accontentare” quel pezzente e morto di fame del Presidente laziale Lotito, non solo facendo disputare la finale all’Olimpico di Roma, ma garantendogli la quasi totalità dell’incasso, mentre la restante parte andrà alla Lega Calcio. Perché???? Perché il Sig. Lotito che gestisce a suo piacimento i poteri forti della Lega, voleva che gli si garantisse lo stesso introito che avrebbe avuto andando a Pechino. La Lega ha ovviamente “obbedito” al nuovo padrone, “punendo” di fatto la Juve per aver rifiutato il viaggio a Pechino. Da contratto la Lega poteva benissimo non andarci quest’anno in Cina. La Juve ricorre, dapprima sulla scelta di Roma come stadio: il regolamento parla molto chiaramente, si gioca in casa dei vincitori del campionato. La Lega risponde, “guarda caso” dicendo che l’Olimpico garantiva un maggior numero di spettatori e incasso….la Juve insiste affinchè allora la partita si disputi magari a San Siro in campo neutro. Niente, la decisione era stata oramai presa nelle segrete stanze della Federazione. La Juve allora ricorre sulla decisione della spartizione degli incassi, anche qui tutto ad appannaggio della Lazio. Ma anche qui la Lega se ne lava le mani: la decisione sul ricorso Juve è rinviata addirittura a settembre, quando oramai i soldi saranno tutti stati incassati da Lotito e Lega Calcio! Vergogna! Questa è l’Italia, questo è il nostro calcio, questa è “l’…ingiustizia sportiva”.

Altro che stile Moggi!.....(aveva non ragione ma di più della ragione....)

E’ noi secondo voi avremmo dovuto far finta di nulla???? Avremmo dovuto comunque seguire e sostenere la squadra???? No, noi dinnanzi a certe assurde vigliaccate non vogliamo piegarci. Ci avrebbe fatto comodo portare ben 2 pullman a Roma, viste le quasi cento chiamate di prenotazione, ma abbiamo deciso di non piegarci, di non regalare a certa gente nemmeno un euro dei nostri soldi! E' una iniziativa tutta nostra, questa di non recarci a Roma, dove comunque ci saranno tantissimi tifosi bianconeri a sostenere la squadra! Noi abbiamo fatto questa scelta!   

Noi non dobbiamo dimostrare più niente a nessuno! Seguiamo da sempre la squadra ovunque, in ogni angolo d’Italia e d’Europa, pertanto domenica sera per noi varrà più la nostra presenza massiccia al club che l’andata a Roma. Per questo motivo vogliamo ed invitiamo tutti coloro che ci hanno chiamato per poter andare a Roma e tutti gli altri soci, a venire in massa presso il club, come nostra abitudine, per seguire tutti assieme la Juve nella difficile partita dell’Olimpico. Ci faremo una foto di gruppo con il nostro striscione in prima linea ed esprimeremo tutto il nostro dissenso nei confronti di Lega e Lotito per poi sperare di poterlo mettere a quel posto a tutti, scatenando un'altra festa* (come quella della foto articolo, quando in corteo a maggio raggiungemmo, dal nostro club, la Piazza del Municipio di Andria per festeggiare il 31° titolo)!

Grazie di cuore  a tutti i nostri soci che volevano andare a Roma, ma che hanno poi capito e compreso la nostra decisione di non esserci! Salutiamo anche i nostri amici di Bassa Valle e Bernalda che come noi non saranno presenti a Roma!

Prima di chiudere l’articolo, vogliamo riportarvi una lettera del Prof. Paolo Bertinetti dell’Associazione Nazionale Amici della Juventus che dovrebbe indurre tutti ad una attenta riflessione, soprattutto ai nostri nemici che non vogliono ammettere quello che è oramai è evidente: il 2006 fu tutta una farsa contro la Juve!

LETTERA DI BERTINETTI (che salutiamo con amicizia e affetto)

Di fronte a un’inchiesta penale in cui c’era addirittura la flagranza di reato (quel tale beccato con i soldi in mano) e l’accusa di due partite truccate, l’anno scorso la cosiddetta giustizia sportiva non intervenne. Per cui la Lazio utilizzò Mauri in Coppa e campionato e la Lazio non venne toccata. Nel 2006, in base a un’inchiesta penale in cui per l’accusa stessa non c’era alcuna partita truccata, subito si intervenne e subito si cacciò la Juve in B, prendendo per oro colato tutto quanto diceva il magistrato penale.

Questa volta, a “campionato finito”, Palazzi formula le sue richieste. La Disciplinare non le accoglie, discetta sui contatti tra giocatori e zingari (ignora, cioè, quanto ricostruito dal magistrato) e commina sei mesi di stop a Mauri. Palazzi fa ricorso alla Corte di Giustizia federale, che, con tempismo, delibererà tra il 16 e 17 agosto. Dato che nel frattempo non potranno emergere ulteriori prove, è immaginabile una congrua riduzione della pena per Mauri. In modo che possa disputare la Supercoppa. Resta che la Lazio avrebbe comunque utilizzato per un anno un giocatore poi squalificato: ma se la Corte deciderà per il proscioglimento di Mauri anche questo problemino sarà risolto.

Con questo metodo nel 2006/07 la Juve avrebbe disputato Coppe e campionato, poi nel 2007 Palazzi avrebbe fatto le sue richieste e, nella peggiore delle ipotesi, per un annetto Moggi non avrebbe fatto il manager della Juve. La giustizia sportiva non è né sportiva né giustizia. Paolo Bertinetti.

Idem, aggiungiamo noi nel caso Conte dell’anno scorso. Guarda caso, solo lui “non poteva non sapere”!

Riflettete gente… riflettete!

Ecco perché siamo sempre più orgogliosi di essere juventini e soprattutto sempre più orgogliosi di poter urlare a tutti gli intertristi “accattoni e prescritti” che i loro successi (?????...di cartone), nessuno potrà mai considerarli tali, in quanti frutto della magagna più colossale del mondo del calcio perpetrata a nostro discapito per avvantaggiare una squadra che altrimenti avrebbe continuato a penare per decenni, per colpe prevalentemente loro e per l’assoluta incapacità di allestire formazioni all’altezza della nostra Grande JUVENTUS e delle altre avversarie! La soddisfazione più grossa? Vedere che nonostante tutto, loro sono sempre la più grossa barzelletta calcistica di tutto il mondo! Chissà perché tutti gli deridono in ogni dove in ogni contesto! Chissà perché! 5 MAGGIO FESTA NAZIONALE!

JUVENTUS CLUB ANDRIA: PASSIONE & MENTALITA’……imitarci è difficile!

TUTTI AL CLUB DOMENICA SERA! CHIARO??????

*la vediamo abbastanza dura per domenica, in quanto sembrerebbe che abbiano creato tutti i presupposti per far vincere la Lazio, dalla scelta della sede per la finale, allo stato di manutenzione dei campi della FIGC della Borghesiana, inizialmente sede del ritiro bianconero. Speriamo davvero di sbagliarci! Dovessimo riuscire nell’impresa di conquistare la SuperCoppa, sarebbe proprio uno schiaffone in faccia a tutti i nostri detrattori!

 

 
 
INCREDIBILE GIUSEPPE
 

Giuseppe Leonetti (nella foto, in primo piano al termine di una seduta di allenamenti) uno dei ragazzi più promettenti del nostro club, figlio del grande Andrea, è riuscito nell’intento di allenare ai Summer Camp organizzati dalla Juventus Soccer School. Laureato in Ingegneria Elettronica, Giuseppe è riuscito anche nell’impresa di realizzare un suo sogno: quello di diventare allenatore! Se poi ci riesci è ricevi una chiamata anche da parte della tua squadra del cuore, della quale ne sei abbonato in Curva Sud Scirea è la segui praticamente ovunque, beh allora vuol dire aver toccato il cielo con un dito! Qualche anno fa Giuseppe, ha conseguito a Bari il patentino di Allenatore “Uefa B”, frequentando poi successivamente la Juventus University a Torino, per specializzarsi e formarsi. Dopo questa esperienza arriva la chiamata della Juventus Fc, che individua Giuseppe Leonetti, quale allenatore della categoria 2001 dei bambini della JUVENTUS SOCCER SCHOOL. Per un mese a Cascia (Pg) Giuseppe ha diretto gli allenamenti dei bambini realizzando un sogno che gli ha permesso di vivere a 360 gradi la juventinità allo stato puro! Complimenti Giuseppe, siamo sempre più orgogliosi di te, del resto spesso nella passata stagione, abbiamo affidato a lui le redini dei nostri viaggi organizzati e lo stendardo ANDRIA PRESENTE!

Adesso Giuseppe continua a ricevere numerose chiamate da società dilettantistiche locali che vorrebbero a lui affidare i settori giovanili, tra le quali anche la neo-nata Fidelis Andria 1928.

GIUSEPPE 1 DI NOI!

JC ANDRIA, TANTA BELLA GENTE!  

 

 
 
BUON FERRAGOSTO
 

Auguriamo a tutti i nostri soci e lettori del sito juventusclubandria.it oltre che ai tanti amici dello JC ANDRIA, un ferragosto all’insegna della tranquillità, da trascorrere divertendosi, con le persone più care, sempre nel segno della juventinità e ricordate, ovunque vi troviate in questa giornata di festa, di manifestare pubblicamente tutta la vostra passione per il bianconero, come nella foto articolo.

ALZIAMO IN ALTO UN BICCHIERE DI BUON VINO O UNA BELLA BIRRA GHIACCIATA E BRINDIAMO IDEALMENTE TUTTI INSIEME. I CAMPIONI DELL’ITALIA SIAMO NOI!

JUVENTUS CLUB ANDRIA passione & mentalità!

 

 
 
STORICO TRAGUARDO: 100.000 VISITE AL NOSTRO SITO INTERNET
 

Domenica 11 Agosto per il nostro club è stata una giornata importante: nel giorno della grande festa a Villar Perosa, il quotidiano TUTTOSPORT, ha dedicato alla pagina n. 8, un articolo al nostro club, sui dieci anni di vita. Belle, molto belle le parole, per descrivere il nostro club e le nostre attività. Lo JC ANDRIA è oramai una splendida realtà nel panorama del tifo juventino nazionale.

“Andria, 10 anni bianconeri” recitava il titolo dell’articolo, con tanto di foto di Glasgow, che hanno estrapolato dal nostro sito (a riprova del fatto che lo leggono tutti).

Mentre quasi tutti eravamo sulle svariate spiagge di Puglia e non, è iniziato il tam tam di sms e telefonate da parte di soci e amici del club, dalla Valle d’Aosta al Salento, da Milano a Porto Cervo, da Vasto a Canosa passando ovviamente per chi era ad Andria, per avvisarci l’un con l’altro della piacevolissima ed inattesa sorpresa. Ma le sorprese non finivano di certo li, dopo poche ore, il nostro sito internet ha tagliato lo storico traguardo delle 100.000 viste, un risultato a dir poco incredibile se pensiamo al 1 agosto 2009 data di partenza del progetto internet. Mai avremmo immaginato di poter raggiungere un simile traguardo dopo soli quattro anni on-line. Invece oggi siamo una splendida realtà, il sito internet, tra quelli dei club bianconeri e non, è il più visitato a livello, non solo nazionale ma anche europeo e mondiale. Dati alla mano ci visitano praticamente da tutto il mondo. Riceviamo quotidianamente attestati di stima per quello che riusciamo a fare. Raccontarvi puntualmente le gesta della Juventus in ogni gara e le nostre gesta nelle trasferte non è, credeteci, cosa semplice! Permetteteci di ringraziare chi si adopera tantissimo per mantenere il sito su livelli altissimi: Roberto Petillo e Domenico Mosca.

DI RECORD IN RECORD!

JUVENTUS CLUB ANDRIA…..TANTA MA PROPRIO TANTA BELLA ROBA!

p.s. Grazie di cuore ai tantissimi lettori e visitatori giornalieri del nostro sito!   

 

 
 
TRADIZIONALE FESTA A VILLAR PEROSA
 

In 7.000 sono accorsi al tradizionale vernissage in famiglia della Juventus a Villar Perosa, storica residenza estiva della Famiglia Agnelli, tanto cara all’Avvocato. In Val Chisone, in provincia di Torino, un autentico bagno di folla e passione per gli uomini di Antonio Conte, appena rientrati dalla tournèe americana. Prima della classica partitella in famiglia contro la Primavera del neo tecnico Zanchetta, gli uomini di Conte, lo staff tecnico, il Presidente Andrea Agnelli, John Elkann, Beppe Marotta si sono recati in visita alla tomba dell’Avvocato nella villa della Famiglia Agnelli. Momento toccante a dieci anni dalla sua scomparsa. A sorpresa è arrivato anche Michel Platini, numero 1 della Uefa, bandiera bianconera degli anni ottanta che si è soffermato a lungo con il Presidente Andrea Agnelli, salutando tutti i giocatori e il Mister Antonio Conte. Poi terminata la visita, Antonio Conte si è tuffato nella partita di preparazione alla finale di Supercoppa Italiana di domenica prossima, esigendo da tutto il gruppo il massimo impegno e dedizione. 4-1 il finale per la prima squadra  con reti di Vidal e Bonucci nel primo tempo, Tevez e Quagliarella nella ripresa e gol della bandiera per la primavera per il promettente svizzero Josipovic. Da segnalare anche la pacifica invasione di campo al minuto 80, che ha di fatto interrotto la partita. L’entusiasmo è dilagante, come ci segnala il nostro grande amico Federico, del Gruppo Bassa Valle (lo ringraziamo per le belle foto che ci ha fornito dove sono ritratti alcuni striscioni presenti, da notare il gigantesco MILANO, a riprova di quanto la città meneghina sia bianconera e per salutare il ritorno dei Viking dopo la sentenza del Tar che ha annullato le ingiuste diffide di Napoli). La gente bianconera si attende tantissimo da quest’altra stagione pur nella consapevolezza delle difficoltà che andremo ad incontrare, ma noi il vero top player, lo ribadiamo, c’è lo abbiamo seduto in panchina, a differenza delle altre squadre. Archiviato anche per quest’anno il classico appuntamento di Villar Perosa adesso la Juventus si tufferà nella settimana di lavoro che porterà al grande match di domenica sera all’Olimpico di Roma dove sarà in palio il primo trofeo stagionale che dobbiamo difendere a tutti i costi. Sarà una settimana difficile visto che ben dodici giocatori della nostra rosa saranno impegnati con le varie nazionali per le maledette amichevoli di inizio stagione. Ma Conte lo aveva già messo in preventivo e pertanto avrà certamente dato delle indicazioni a tutti i suoi uomini affinché domenica possano tutti trovarsi nella giusta condizione fisica per affrontare la Lazio.

AVANTI RAGAZZI NOI CI CREDIAMO!

VOGLIAMO VINCERE….CONQUISTA LA VITTORIA, CONQUISTALA PER NOI!

 

 
 
IL DIRETTIVO IN RITIRO PRECAMPIONATO
 
E' partito ieri sera il ritiro precampionato del consiglio direttivo dello Juventus Club Andria. In una "località segreta", lontani dal caldo umido della città e da occhi indiscreti, il gruppo dirigente del club si è ritrovato giovedì sera 8 agosto, agli ordini del Presidente Francesco Nicolamarino per programmare la nuova stagione che va ad iniziare domenica 18 agosto con la finale di Supercoppa Italiana (confermato il nostro sciopero: NOI DISERTIAMO ROMA....senza se e senza ma).
Tantissimi gli argomenti trattati, dettate le regole dal Presidentissimo, tantissime le sorprese in cantiere e soprattutto la consapevolezza di avere un gruppo sempre più unito e forte!
Da indiscrezioni trapelate dalla sede del ritiro, giungono notizie di chili e chili di carne arrostita, di vino e birre che scorrevano "a fiumi" e di un "rum cubano" che ha deliziato la truppa! Come inizio ci sembra per niente male, tanto per tenersi in allenamento sulle trasferte che vanno ad iniziare (per Genova stiamo allestendo un pullman...).
Nella foto dell'articolo, scattata verso le tre di notte, sono tutti ritratti ognuno con una pezza, una sciarpa o un simbolo della nostra Juve in mano. Tutti già in clima stadio!
Da segnalare un Fabio in uno stato di gran forma fisica, a torso nudo che mette in evidenza la sua maglia del 5 MAGGIO.
Perchè se qualcuno lo avesse dimenticato, il 5 MAGGIO per noi è tutti i giorni.
Stiamo trascorrendo una grande estate, una estate da CAMPIONI D'ITALIA!
Altro non possiamo dirvi..........
JC ANDRIA: STIAMO LAVORANDO PER VOI!
NON CI AVRETE MAI...COME VOLETE VOI....
DALL....DALL.....DALL...DALL....DALL.....DALL....DALL.....come dice il buon Nicola Pisani!
p.s. oltre al ritiro estivo in corso....faremo anche il ritiro invernale......TUTTI A BUDAPEST con Salvatore Lomuscio in prima linea!
 
 

 
 
IL NOSTRO ENRICO SI SPOSA
 
Domani sabato 10 agosto, (notte delle stelle....le nostre sono 3...), il nostro carissimo Enrico Ferro (a sinistra nella foto in compagnia di un suo caro amico di club Nicola Patruno), componente del consiglio direttivo dello Juventus Club Andria, convolerà a nozze con la sua storica fidanzata Valentina Di Molfetta. Siamo davvero felici per questo importante traguardo che anche Enrico raggiunge dopo anni di sacrifici e "testa sulle spalle" come si suol dire. Enrico è un ragazzo straordinariamente in gamba, grande lavoratore e soprattutto grande juventino! Guai a toccargli la Juve....lui diventa una bestia. E' stato negli anni di grande aiuto alle attività e alla vita del club meritandosi poi sul campo, l'ingresso nel consiglio direttivo. Valentina e Enrico sono una gran bella coppia affiatata, una coppia di altri tempi, che fanno del rispetto reciproco la loro arma vincente. Meritano di cuore tutto il nostro sostegno e i migliori auguri per un futuro radioso che possa riservare loro ancora tante belle cose ad iniziare dai frutti del loro amore che speriamo possano al più presto giungere (...da educare ai principi della juventinità......a buon intenditore...)! 
Caro Enrico e cara Valentina, godetevi in pieno questo straordinario momento e mi raccomando enriiii..., appena rientri dal viaggio di nozze ti vogliamo subito attivo ed operativo, pronto ad affrontare come sempre le nostre lunghe e dure trasferte.
TANTI AUGURI A VOI, IN ALTO I CALICI BRINDIAMO CON VOI. 
IL PRESIDENTE E CONSIGLIO DIRETTIVO JC ANDRIA.
Chi potrà assistere al matrimonio di Enrico e Valentina venga in chiesa presso la SS. Trinità alle ore 17,30 di sabato 10 agosto! 
 

 
 
PICCOLI PASSI AVANTI, LA JUVE TORNA IN ITALIA
 
Nel caldo afoso di Miami, la Juventus ha concluso la sua tournée americana, affrontando la Prescritti Band ora allenata dal piagnucolone di Mazzarri. La gara si è conclusa sul risultato di 1-1 e ci sono voluti ben venti calci di rigore per decretare chi si sarebbe classificata "settima" nel torneo. La vittoria finale è andata proprio ad appannaggio dei prescritti i quali alla fine festeggiavano il loro portiere, quasi come se avessero vinto chissà quale trofeo. Certo ci viene da pensare, per una squadra che si è appena classificata nona in campionato, anche un settimo posto nella Guinness Cup (?????) è già qualcosa di buono. Umorismo a parte, quello ci vuole sempre, passiamo a raccontare in sintesi quest'altra prestazione estiva della nostra Juventus. L'aspetto sempre positivo da rimarcare è il fatto che si rientra senza infortuni, vuol dire che i carichi di lavoro e la preparazione sono stati impostati bene. Il ritardo nella condizione è certamente evidente in molti giocatori, ma questo non ci preoccupa e lo ribadiamo, in quanto le squadre di Conte sia in estate e sia nel mese di gennaio non sono mai belle da vedersi. Pertanto fiduciosi più che mai ci apprestiamo a vivere un' altra stagione importante che avrà inizio domenica 18 agosto, quando in palio all'Olimpico di Roma, ci sarà la SUPERCOPPA ITALIANA, da contendere alla Lazio, che come il Napoli nell'anno passato continua a fare proclami di sicura vittoria.....staremo a vedere! Noi come sempre ci arriviamo in punta di piedi, a testa bassa e soprattutto consapevoli delle difficoltà che una gara del genere può riservare in questa fase di stagione. Antonio Conte nell'ultima gara in terra americana ha schierato quella che potrebbe essere la probabile formazione contro la Lazio, con Buffon tra i pali, Caceres (molto in forma), Bonucci e Chiellini in difesa, Lichsteiner, Vidal, Pirlo, Marchisio e Asamoah a centrocampo e Tevez e Vucinic in attacco. Primo tempo sotto ritmo e sotto tono con manovra lenta e prevedibile. Dopo lo svantaggio, la Juve è riuscita a tornare in parità grazie ad un rigore conquistato da Vucinic (molto in palla il montenegrino) e messo a segno dall'infallibile Arturo Vidal che festeggia sempre alla sua maniera con il cuoricino rivolto verso la curva dove erano assiepati tantissimi simpatizzanti della Vecchia Signora. Nella ripresa, molto meglio la Juventus, dentro Storari, cambiano anche le fasce con Isla e De Ceglie al posto di Lichsteiner e Asamoah. Alla mezz'ora cambia anche l'attacco con Llorente e Giovinco. Sul finale magistrale punizione del solito Andrea Pirlo ma è il palo a negare la vittoria ai bianconeri. Si va ai rigori per l'ennesima volta in questo pre-campionato, per la precisione è la quarta volta. La Juve sbaglia il primo rigore con Giovinco e il decimo (quello decisivo) con Isla. Rispetto alla prestazione contro i Los Angeles Galaxy la Juventus ha compiuto dei piccoli, ma significativi passi avanti. Conte questa volta si è detto più soddisfatto della prestazione dei ragazzi. Adesso l'obiettivo comune nostro e della squadra dovrà essere la finale di Supercoppa a Roma, da vincere ad ogni costo per zittire tutti e soprattutto quel pezzente di Lotito. Poi si inizierà con il campionato dove ci attenderà un compito arduo ma non impossibile. Per vincere il terzo campionato di fila ci vorrà l'impegno di tutti ma anche e soprattutto di noi tifosi. Chi si è già abituato bene, a vincere sempre, dimenticando cosa significhi lottare, sudare e soffrire, può tranquillamente restare a casa. La Juve non ha bisogno di gente come voi, la Juve ha bisogno di tifosi pronti a lottare in ogni dove ed in ogni momento! 
FORZA RAGAZZI NOI SIAMO SEMPRE CON VOI! PRONTI ALLA BATTAGLIA! 
 

 
 
RINNOVO TESSERA DEL TIFOSO IN SCADENZA
 
Cari soci, come Vi avevamo già preannunciato, la Juventus ha finalmente pubblicato sul proprio sito, il link per poter procedere al rinnovo della propria tessera del tifoso se in scadenza in questa stagione. Invitiamo pertanto tutti coloro che hanno la tessera in scadenza, soprattutto tra agosto 2013 e ottobre 2013 (siete in tantissimi), a voler procedere autonomamente al rinnovo della stessa, seguendo la procedura guidata indicata in questo apposito link che vi rimanderà direttamente al sito della Juventus: 
E' semplicissimo, ma se dovreste avere delle difficoltà vi invitiamo a passare dalla nostra sede dove sarete aiutati alla corretta esecuzione della procedura che vi permetterà di ottenere la nuova tessera del tifoso.
IMPORTANTE: Il rinnovo della Stadium Member (tessera del tifoso) una volta richiesto, varrà per ben dieci anni e la tessera vi sarà spedita direttamente presso il vostro domicilio. 
Chi deve rinnovare la tessera del tifoso e non si è mai attivato sul sito della Juventus accedendo all'area Member, oppure chi ha dimenticato le credenziali per accedervi, dovrà dapprima registrarsi come E-Member
quindi potrà poi effettuare/procedere, il rinnovo della tessera del tifoso: quindi attenzione non dovrete rifare di nuovo la Stadium Member come procedura ex novo.
Sembra difficile ma non lo è. Restiamo a Vs. disposizione e ripetiamo a tutti coloro i quali la tessera scade a fine agosto, di muoversi a rinnovarla quanto prima onde evitare di restarne sprovvisti per la prima parte di stagione.
LA SEGRETERIA JC ANDRIA
 

 
 
PASSO INDIETRO, CONTE SI ARRABBIA
 
Nella seconda amichevole giocata in terra americana dalla Juventus, contro i campioni statunitensi dei Los Angeles Galaxy arriva la prima sconfitta di questo precampionato per gli uomini di Antonio Conte. Una sconfitta per nulla inaspettata e soprattutto per nulla clamorosa come disegnata e commentata da tanti "giornalacci" italiani. Per chi come noi segue il calcio da una vita, a trecentosessanta gradi, la sconfitta di domenica mattina non ha destato sorprese. In questa fase di stagione è molto facile fare passi falsi e soprattutto magre figure contro avversari che seppur sulla carta sicuramente inferiori per storia e qualità, ma che mettono in campo tutta la forza e l'energia per fare bella figura e soprattutto per mettersi in mostra aspirando magari ad un futuro nei maggiori campionati d'Europa. Del resto poi non lo scopriamo noi, ma il calcio americano è da diversi anni in forte ascesa, prova ne è i brillanti risultati della nazionale di calcio americana che oramai non è più considerata una mina vagante. Crediamo che faccia più male perdere contro avversari allo stesso livello o di livello superiore piuttosto che contro squadre come i Los Angeles Galaxy, ripetiamo con tutto il rispetto per loro. Il giustissimo 3-1 inflitto alla Juventus dai Galaxy ha messo in evidenza diversi passi indietro della formazione di Conte rispetto alle precedenti uscite. Carichi di lavoro e dura preparazione a parte, molti uomini della rosa ci sembrano un tantino indietro e soprattutto ancora con la testa alle vacanze. Ecco è questo il motivo che ha fatto maggiormente "incazzare" il nostro Mister che non vorrebbe perdere nemmeno ad una partita " a scopa". Questa tournée in terra d'America ci è sembrata più vissuta come una vacanza premio per i nostri ragazzi che come un periodo di preparazione alla stagione che incombe. Ecco perchè non ci sembra ne il caso di fare drammi ma nemmeno il caso di rilassarci troppo. La pancia di noi tifosi è ancora molto vuota, abbiamo ancora TANTA FAME, come quella che devono avere i nostri giocatori, come quella che chiede Antonio Conte, che avrà rimproverato a dovere il gruppo, pur nella consapevolezza che i suoi ragazzi quando il gioco si farà duro, torneranno nuovamente a fare i duri. Facciamo illudere le altre formazioni, facciamo già vincere i campionati (in estate) alle altre piazze, che poi quando la nostra Juve tornerà a giocare sui suoi livelli standard, poi rideremo noi. Del resto guardando le altre formazioni in questo pre- campionato (è pur sempre calcio d'estate), nonostante tutti i cambi, i grandi acquisti, i nuovi allenatori, non vediamo ancora chi possa davvero impensierire la nostra Juventus. Ma questo ripetiamo non vuol dire che tutto sarà facile, anzi, bisognerà sputare sangue e sudore se si vorrà riconfermarsi in Italia. Domenica molti di noi tifosi juventini, hanno dormito in spiaggia per recuperare il sonno perso, dopo la levataccia all'alba per aggiornarsi sull'amichevole con le varie dirette testuali. Il prossimo impegno ed ultimo sarà adesso in programma domani sera martedì a mezzanotte e trenta contro la Prescritti Band. Gara del tutto inutile che servirà solo per evitare l'ultimo posto dell'inutile torneo. 
Ma come sempre la vedremo perchè quando in campo c'è la JUVENTUS tutto il resto è niente per NOI! La Juve andata a segno con Mitra Matri per il parziale pareggio non è mai entrata in partita con il centrocampo in evidente difficoltà per l'asfissiante pressing degli americani.
La formazione iniziale vedeva in porta Buffon, Caceres, Ogbonna e Bonucci per la solita difesa a tre, un inedito centrocampo con Isla, Padoin, Marrone, Asamoah e De Ceglie e Quagliarella e Matri coppia d'attacco. Poi nella ripresa formazione completamente diversa con il solo Ogbonna in campo per tutta la gara. Tevez tenuto a riposo. 
JUVENTUS CLUB ANDRIA PASSIONE & MENTALITA'. 
 

 
 
BENVENUTA GRETA
 
In un weekend molto triste per la tragica scomparsa di Vincenzo Mansi, domenica mattina una lieta notizia ci ha ridato il sorriso. Dopo aver festeggiato la nascita di Chiara primogenita di Giovanna Bruno, oggi festeggiamo Greta La Palma, figlia primogenita del nostro "grandissimo" socio Stefano La Palma (nella foto al centro e cerchiato in occasione della vittoriosa trasferta a Torino contro il Napoli della scorsa stagione) brindisino a tutti gli effetti ma oramai andriese di adozione. A lui e alla Sua cara e simpatica moglie Anna, vanno i nostri complimenti per questo importante evento che cambierà in positivo la loro vita. E' una coppia straordinaria che dopo aver avuto un periodo davvero difficile per diverse vicissitudini che la vita aveva riservato loro oggi possono finalmente gioire per la nascita della piccola Greta. Stefano è davvero un ragazzo che merita tantissimo per quello che da anni fa per il nostro club, un Socio con la "S" maiuscola che noi consideriamo da sempre uno di Noi e nostra parte integrante. A te caro Stefano e alla tua cara moglie Anna (andriese) giunga il nostro ideale abbraccio e soprattutto il monito...affinchè anche Greta possa ovviamente crescere a "pane & Juventus". Noi ti aspettiamo prestissimo in trasferta e che non ci siano scuse per la bimba piccola. Un abbraccio fortissimo. 
IL PRESIDENTE E IL CONSIGLIO DIRETTIVO JC ANDRIA
 

 
 
AUGURI A FELICE NEVOLA
 
Il 6 luglio scorso il nostro socio Felice Nevola è convolato a nozze con la Sua Fiorenza. Siamo molto felici per loro che dopo aver attraversato un periodo difficile siano finalmente riusciti a coronare il loro sogno d'amore. Felice, titolare della Boutique della Frutta in Viale Alto Adige ad Andria, è un ragazzo straordinario, un grande lavoratore, che abbiamo avuto la fortuna di conoscerlo in tutti questi anni, frequentando diverse trasferte al seguito della Juve. Nella foto dell'articolo eccolo ritratto sulla cancellata del settore ospiti allo Stadio Olimpico di Roma, due anni fa, da vero leader e da vero capo ultrà. E' un ragazzo con tanta passione per la Juve e con una gran bella mentalità, uno che non si tirerebbe mai indietro in nessuna occasione. Un tipo tosto, come piacciono a noi. A Felice e Fiorenza giungano le nostre felicitazioni e il nostro augurio per una serena vita matrimoniale che possa presto regalare loro i frutti del loro amore. Vi abbracciamo ragazzi e caro Felice aspettiamo al più presto di poter festeggiare questo importante momento della tua vita in pullman ed in viaggio verso una qualsiasi trasferta. Insomma ti aspettiamo per bere tutti assieme.
IL PRESIDENTE E DIRETTIVO JC ANDRIA. 
LO JC ANDRIA E' ANCHE E SOPRATTUTTO QUESTO....UNA GRANDE FAMIGLIA...BIANCONERA!
 

 
 
CIAO VINCENZO
 
Una terribile notizia ci ha lasciati increduli e soprattutto senza parole. Vincenzo Mansi, figlio trentatreenne, del nostro socio l'Avvocato Giuseppe Mansi, purtroppo non c'è l'ha fatta. Questa mattina ci ha lasciati, dopo il terribile incidente avvenuto sulla maledetta provinciale Andria - Trani, venerdì 26 luglio scorso. Per sette lunghi giorni abbiamo tutti sperato che il miracolo avvenisse, in tantissimi hanno supportato la famiglia in una gara di solidarietà che resterà impressa nelle menti di tutti noi. Donare il sangue da parte di molti concittadini è stato un gesto bellissimo, nei confronti di un ragazzo solare e soprattutto educatissimo. Purtroppo ha nulla è servito. Pregavamo per lui affinchè potesse riprendersi, ad un certo punto ci avevamo creduto nel miracolo, poi il Signore ha voluto chiamarlo con se! Noi dello Juventus Club Andria, vogliamo ricordarlo con quel sorriso che lo contraddistingueva sempre, quando lo vedevamo scendere dal palazzo proprio sopra la nostra sede dove ha abitato sino a qualche tempo fa. Assurdo, tutto questo è semplicemente assurdo. Non possiamo, nel nostro piccolo, che stringerci al dolore della bellissima Famiglia Mansi.
A te caro "Avvocato" Peppino, sentiamo di rivolgerci, illumina con la tua forza di grande Uomo, la Tua splendida famiglia, perchè Vincenzo sarà sempre al vostro fianco e resterà sempre vivo nei nostri cuori.
Buon viaggio Vincenzo, illumina sempre la tua famiglia!
Con affetto Il Presidente e Soci tutti dello Juventus Club Andria 

 

 
 
LA JUVE CRESCE. L'EVERTON PASSA AI RIGORI
 
Nell'esordio della Juventus alla Guinness International Cup a San Francisco negli Stati Uniti, gli uomini di Antonio Conte ottengono un altro pareggio dopo quelli ottenuti contro Milan e Sassuolo nel trofeo Tim. Ancora una volta per decretare i vincitori della sfida ci sono voluti i rigori. Dopo i 90 minuti il risultato è stato di 1-1 con vantaggio degli inglesi, molto più avanti nella preparazione e pareggio di Asamoah (spettacolare rete) per la Juve. Ai calci di rigore finisce 7-6 per l'Everton, dopo che Andrea Pirlo aveva fallito il rigore della possibile vittoria per i bianconeri. L'errore decisivo nella serie ad oltranza è stato invece di Peluso. Adesso la Juventus se la vedrà contro la perdente dei Los Angeles Galaxy e Real Madrid (4 agosto prossimo alle ore 2,00 della notte in Italia), molto presumibilmente gli americani, con i quali lotterà per poter raggiungere almeno il quinto posto in questo inutile (se non fosse per i bei soldoni che porterà a casa la società) torneo estivo. Lo ribadiamo da sempre, la cosa essenziale è che anche in questa partita nessuno si sia fatto male e soprattutto l'aver messo altri novanta minuti nelle gambe di buona parte della rosa. Conte ha tenuto ancora a riposo i nazionali, che stanno lavorando intensamente per raggiungere lo stesso grado di preparazione del resto della rosa che si è allenata a Chatillon. La Juve ha indossato la spettacolare seconda divisa (nella foto articolo), maglia gialla e pantaloncini blu (che ricorda tantissimo quella con cui conquistammo la mitica Coppa delle Coppe a Basilea contro il Porto). In porta Storari, in difesa Lichsteiner, Ogbonna e Peluso, a centrocampo Isla, Vidal, Marrone, Asamoah e De Ceglie in attacco la solita coppia del pre campionato Tevez e Llorente. Solo verso la mezz'ora della ripresa Conte ha iniziato a far rifiatare qualcuno inserendo Pirlo, Padoin e Vucinic rispettivamente al posto di Marrone, De Ceglie e Llorente. Sul finire poi è toccato a Motta e Matri al posto di Isla e Tevez. Da segnalare l'ottima prova del solito Storari, di Ogbonna, del ritrovato Isla, di Vidal e Asamoah. Tevez e Llorente stanno affinando sempre più le conoscenze con gli schemi tattici di Conte. Anche in America, ed era ovvio, la Juventus si sta allenando intensamente. Come tutti i precampionati anche questo dimostra che la Juve è in affanno causa la dura preparazione voluta dal Mister che non bada, come altre formazioni, ai risultati del calcio d'estate ma bada a mettere quanto più fieno in cascina, per poi poter affrontare la dura stagione. Se i risultati saranno quelli degli ultimi due anni, che ben vengano risultati negativi nelle gare "amichevoli". Primo tempo sotto tono e sotto ritmo, nella ripresa poi nel momento migliore della Juve gli inglesi sono passati in vantaggio rischiando di raddoppiare subito dopo. Poi la Juventus è salita in cattedra e pur se priva dei tantissimi titolari è riuscita con la consueta cattiveria e rabbia agonistica a riprendere la partita rischiando pure di vincerla alla fine. Da segnalare durante i rigori la simpatica invasione di un tifoso americano travestito da zebra, che ha calciato il rigore che stava per battere il nostro Asamoah. Tanti applausi e tante risate sulla panchina bianconera. Nel frattempo la Lega ha provveduto ad effettuare i sorteggi dei calendari della prossima Serie A. Assurdo, un sorteggio assurdo. Ma noi non siamo come quel "bamboccio" di De Perdentis, il napoletano che vede tantissimi film, che scappò via infuriato due anni or sono ai sorteggi dei calendari, secondo lui pilotati. Che i sorteggi siano manovrati, di questo ne siamo convinti, come siamo convinti che si stia facendo di tutto per cercare di creare difficoltà alla nostra Juventus nella fase iniziale di stagione. Dopo la "bastardata" di farci giocare in trasferta la finale di Supercoppa Italiana, ecco anche la trappola dei sorteggi del calendario di A. Praticamente un inizio di fuoco con esordio a Genova sponda Samp. Ma dato che prima o poi bisognerà affrontarle tutte, primo o dopo non fa per noi differenza e pertanto possiamo dire che dovremo essere più forte di tutto e tutti, come sempre del resto. Per quanto concerne l'attività del nostro club, possiamo dirvi che prosegue a gonfie vele il tesseramento al club, l'attesa è tanta per quest'altra stagione, prova ne è le chiamate ricevute da parte di qualche socio che ci chiedeva se aprissimo il club alle 5 del mattino per poter assistere alla partita amichevole. Ma ragazzi va bene che siamo assatanati di Juventus ma che ci recassimo nella notte ad aprire il club svegliando l'intera zona, non ci sembrava il caso....Comunque tantissimi di noi si sono svegliati durante la notte per assistere alla gara amichevole e subito è iniziato un simpatico giro di sms tra di noi, tutti per dimostrare che fossero davvero svegli! Nella giornata di mercoledì, ci ha contattati, con molto piacere, il direttore di www.juvenews.net, Sante Tricarico, un portale seguitissimo dal tifo bianconero con quasi 3.500 visite giornaliere. Si è voluto dapprima iscrivere al club (che onore), per poi complimentarsi con noi per il sito internet, giudicato il migliore nell'ambito dei club juventini e per la decisione di disertare la finale di Roma. A breve seguirà una loro intervista al nostro Presidente per celebrare la nostra "mentalità" e i nostri dieci anni di attività. 
Sempre più ricercati, sempre e ricordatevelo sempre (chi deve capire capirà....) tanti ma proprio tanti giri avanti.....L'INVIDIA E' UNA BRUTTA BESTIA.... 
 

 
 
BENVENUTA CHIARA
 
Il 18 luglio scorso è nata Chiara Pistillo, figlia primogenita della nostra carissima socia, l'Avvocato Giovanna Bruno (nella foto). Non potevamo non manifestare tutta la nostra gioia per questo lieto evento che ha riguardato una persona eccezionale, che si è sempre mostrata disponibile nei confronti delle attività del club, che da anni sostiene associandosi con orgoglio. Alla Famiglia Bruno, a Giovanna e al carissimo compagno Gaetano Pistillo, giungano i nostri più sentiti auguri e complimenti per la nascita della piccola Chiara!
Mi raccomando Giovanna, come è nella tradizione della tua famiglia, che anche alla piccola Chiara, venga inculcata e tramandata la fede per i colori bianconeri!
Vi abbracciamo.
Il Presidente Francesco Nicolamarino e il Consiglio Direttivo dello Juventus Club ANDRIA
 

 
 
INAUGURATO LO JUVENTUS CLUB CORATO
 
Mentre la nostra Juventus continua a sudare e a lavorare intensamente negli States, agli ordini del Sergente di ferro Antonio Conte, noi ci dedichiamo a programmare la nuova stagione e soprattutto ad instaurare sempre più rapporti di amicizia con altri gruppi e club. Ci ha fatto immensamente piacere ricevere l'invito per l'inaugurazione del nuovissimo Juventus Club di Corato. Una amicizia che si era già manifestata in occasione dell'ultima edizione del Memorial Lorenzo Lomuscio, quando una loro delegazione, seppur non partecipante al torneo, a sorpresa, ci fece visita presso la struttura sportiva per onorare la memoria dell'amico Lorenzo. Gesto che ovviamente fu molto apprezzato da parte nostra. Da allora e sino qualche ora prima dell'inaugurazione del club, i ragazzi coratini sono stati super impegnati nell'allestimento della bellissima sede di Via Andria (guarda caso....). Il Club è stato intitolato"CORATO BIANCONERA - PAVEL NEDVED". Venerdì 26 luglio alla presenza delle autorità politiche locali e di un centinaio di appassionati juventini abbiamo partecipato, con una numerosa delegazione capeggiata dal nostro Presidente, a questo importante momento che ripetiamo, ha sancito in maniera ufficiale quest'altra amicizia con i tifosi bianconeri coratini. Presenti anche gli inseparabili e "storici" amici dello Juventus Club Trani. Un momento bello immortalato nella fotografia pubblicata a corredo dell'articolo. Una bella TRIADE in un territorio sempre più, a forti tinte bianconere. Gli abbiamo donato la nostra t-shirt celebrativa del trentunesimo scudetto e il gagliardetto ufficiale dello JC ANDRIA. Hanno allestito una sede davvero molto accogliente ed attraente (complimenti) donando una vera casa al tifoso juventino di Corato. Ragazzi molto determinati, con a capo un grande Presidente come Vincenzo Ferrucci, persona intraprendente e soprattutto con una gran bella mentalità. Nel corso della serata abbiamo avuto anche il piacere di incontrare tanti ragazzi di Corato che sono stati iscritti sino all'anno scorso al nostro club. Fa piacere che in tutti questi anni abbiamo "cresciuto" ed annoverato tra le nostre fila decine di ragazzi che hanno poi successivamente dato vita a belle realtà nelle loro città. Fa piacere vedere tanti club che si ispirano al nostro modello di vita di club. Questo ci inorgoglisce sempre più perchè sta a significare che abbiamo fatto un ottimo lavoro e soprattutto trattato tutti (soci andriesi e non) allo stesso modo, facendoli sentire sempre nostra parte integrante. Adesso cari tifosi juventini coratini avete anche voi, la vostra bella casa e soprattutto possiamo garantirvi che sarete in ottime mani e pertanto correte a sostenere il vostro nuovo CLUB! 
Con amicizia e BENVENUTI nella grande famiglia BIANCONERA. 
JUVENTUS CLUB ANDRIA 
 

 
 
ARCHIVIATO IL TROFEO TIM LA JUVE VOLA NEGLI STATES
 
Lunga vita al nostro nemico affinchè possa assistere alla nostra vittoria! Ecco i nostri ragazzi nella cena post amichevole contro la Rappresentativa Valdostana a Saint Vincent, assieme ai ragazzi del Gruppo Bassa Valle. Simpatico questo scatto che ritrae Massimo e Fabio con la frase del retro maglia mentre sullo sfondo si intravede Francesca e la t-shirt ANDRIA PRESENTE! Man mano che ci arrivano gli scatti del ritiro, ne selezioneremo i più interessanti ed originali per pubblicarli sul sito. Chiuso il "ritiro record" a Chatillon, la Juventus si è trasferita direttamente a Reggio Emilia per affrontare la matricola Sassuolo ed il Milan nel consueto triangolare estivo del Trofeo Tim, giunto alla tredicesima edizione. Un trofeo che riteniamo inutile soprattutto se giocato in questa fase di preparazione, praticamente all'inizio. Ma si sa, il Dio danaro e gli sponsor purtroppo nel calcio moderno la fanno da padroni! Quello che ha subito colpito di questa edizione è stato il colpo d'occhio dello Stadio Giglio di Reggio Emilia. Tutto esaurito con due terzi dello stadio tutto bianconero, a dimostrazione di quanto vi raccontavamo nell'articolo precedente, ovvero dell'entusiasmo dilagante che si respira attorno alla Juve. Pronti via è subito Juventus - Milan, gara poco spettacolare che fa registrare poco e niente se non un calcio di rigore parato splendidamente da Storari, sempre più ottimo secondo portiere! Nella Juve la coppia di partenza titolare in attacco era Tevez - Llorente con quest'ultimo che va vicinissimo alla rete sparando alto da due passi nell'area piccola per poi finire in ospedale dopo uno scontro faccia a faccia con un difensore rossonero. La sfida termina 0-0 con la vittoria del Milan ai calci di rigore, complice l'errore decisivo di Padoin. A seguire la Juve affronta per la prima volta in assoluto il Sassuolo formazione emiliana neo promossa in Seria A. Una Juve ancora più stanca rispetto alla prima frazione contro il Milan, con un Sassuolo davvero intraprendente che mette in mostra diversi giocatori davvero interessanti. In attacco la coppia è Vucinic - Matri. Peccato che il loro Presidente, abbia esternato a fine gara considerazioni a dir poco scandalose. Forse non lo avevano avvisato che si trattava semplicemente di calcio d'estate.....Attento Squinzi con questa presunzione da "dilettante" potresti ritrovarti nuovamente in B. Anche questa sfida termina sul risultato di 0-0 con la vittoria ai calci di rigore dei bianconeri, grazie al terzo portiere Rubinho, che para ben tre calci di rigore agli emiliani che comunque riescono a conquistare il trofeo grazie alla successiva vittoria per 2-1 contro il Milan. Della doppia sfida di Reggio Emilia (90 minuti totali) vanno evidenziati tutti gli aspetti positivi: nessuna rete subita nell'arco del tempo regolamentare, nessun infortunio patito dai nostri giocatori e soprattutto altro minutaggio immesso nelle gambe di quasi tutta la rosa. Il bel gioco ed i risultati arriveranno. La squadra ha lavorato duramente a Chatillon ed era come ogni estate prevedibile (da quando c'è Conte) che i giocatori sarebbero apparsi appesantiti e stanchi. Da segnalare a Reggio Emilia la presenza in Curva Sud di una buona rappresentanza di ragazzi del Gruppo Tradizione, dei Leggendari e del Gruppo Aosta. Onore a loro presenti anche in quest'altra gara. I ragazzi aostani ci informavano che a presidio della "loro curva" all'esterno dell'impianto c'erano alcuni ultrà reggiani. Tutto tranquillo. Adesso dopo due giorni di necessario riposo, la truppa di Antonio Conte con ben 30 elementi (tutti tranne Pepe) si imbarcherà su di un volo in direzione San Francisco (California) dove il 31 luglio affronterà in amichevole per il torneo Jeep Us Tour, gli inglesi dell'Everton alle 5 ore italiane. Seguirà la sfida a Los Angeles ai Galaxy o al Real Madrid, per poi trasferirsi per la fase finale a Miami. Adesso Conte potrà lavorare tranquillo lontano dall'entusiasmo dei tifosi (anche se li ne troveranno parecchi) e soprattutto potrà disporre dell'intera rosa, visto il rientro di tutti i nazionali. Avanti Juventus, Avanti Antonio Conte, anche nel 2011 la scalata al trentesimo scudetto partì proprio dall'America. Riproviamoci in un campionato che si preannuncia, non difficile, ma di più di difficile! Ribadiamo a tutti, la nostra decisione presa di comune accordo con il Gruppo BassaValle di disertare la trasferta di Roma (finale di Supercoppa contro la Lazio) per le ragioni esposte nel comunicato di cui al presente link   http://www.juventusclubandria.it/news.asp?id=760 
Noi abbiamo una mentalità che va oltre ogni cosa, diciamocela tutta....una bella mentalità!. Siamo contenti che tantissimi nostri soci che ci hanno chiamato per capire meglio come stavano le cose, abbiano compreso la nostra decisione. Quel che ci preme sottolineare è il fatto che anche per questa trasferta avremmo allestito non un pullman ma di più, per quante richieste ci sono pervenute. Ma la coerenza va oltre tutto, pertanto ribadiamo che domenica 18 agosto alle ore 21, ci ritroveremo tutti al club per seguire la finale sicuri che i nostri ragazzi daranno l'anima pur di portarsi il trofeo a Torino. Probabilmente una piccola rappresentanza salirà comunque a Roma senza biglietti ma solo per restare fuori dallo Stadio Olimpico. Direte voi ma a che serve??????......appunto fate fare a noi....mettersi nella nostra testa non è facile! Ringraziamo anche i tantissimi tifosi juventini che ci stanno chiamando da ogni dove per ottenere biglietti per questa gara, da Palazzo San Gervasio, da Bari, da Barletta, da Casamassima. Come detto in precedenza, dato che non costringiamo nessuno a scioperare, stiamo comunque accontentando chi vuole raggiungere Roma con proprio mezzo ed autonomamente.
JUVENTUS CLUB ANDRIA: TANTISSIMI FATTI E POCHISSIME PAROLE.......sempre un giro (o forse più....) avanti......


 

 
 
5 MAGGIO FESTA NAZIONALE
 
Pensavate che passato il 5 Maggio, passata la grande festa, ci fossimo dimenticati di una ricorrenza così importante che in ogni momento è giusto ricordare e soprattutto festeggiare? Ma certo che no! Bene proprio per rinfrescare la memoria ai diretti interessati, anche sulle nuove maglie del Gruppo Tradizione è stampato "5 Maggio" a caratteri cubitali. Nella foto, con la maglia di spalle, ecco Federico del Gruppo BassaValle durante la cena...si sempre quella del post amichevole a Saint Vincent. Una cena con tantissime birre (immancabili) e le "pezze" appese sui muri. Che serata indimenticabile. Ci segnalano che il nostro Segretario Fabio, da diversi giorni sfoggia qui ad Andria questa splendida maglia del 5 MAGGIO! 
5 MAGGIO E'.....UNA DATA CHE....NON LA SCORDI PIU'......
5 MAGGIO FESTA NAZIONALE....FESTA TUTTO L'ANNO!
 

 
 
CONTE AUTOGRAFA IL NOSTRO STRISCIONE
 
Ve lo avevamo raccontato, ecco lo scatto mentre Antonio Conte firma il nostro striscione! Chiamato a gran voce da Fabio e Massimo, durante tutta la partitella di allenamento del pomeriggio di giovedì 16 luglio a Chatillon, che lo invitavano a farci un saluto..... il Mister non appena chiuso l'allenamento si dirige verso il nostro gruppetto, prendendo il pennarello fornitogli da Florinda e mettendoci sopra, sulla lettera "A" di Andria....ma anche di Antonio, la sua bella firma, mostrata martedì sera a tutti i soci presenti al club per il trofeo TIM. Bellissimo il momento, immortalato in questo scatto!
GRAZIE MISTER, SEMPRE PIU' ORGOGLIOSI DI AVERTI e ricorda SENZA DI TE NON ANDREMO LONTANO!  
 

 
 
INDIMENTICABILE CHATILLON. RIPARTE IL TESSERAMENTO AL CLUB
 
Lunedì 22 luglio si è chiuso un ritiro estivo della nostra Juventus che rimarrà per sempre scolpito nelle memorie di noi tifosi e di tutti i ragazzi dell'attuale rosa bianconera. Un ritiro da record quello che si è consumato dal 12 al 22 luglio nella amena località di Chatillon. Prima della partenza, la Società come le autorità valdostane si aspettavano per lo meno di riuscire a riconfermare i numeri dell'anno passato quando furono 27.000 i tifosi ad avvicendarsi nell'intero periodo di ritiro. Quest'anno la Juventus ha richiamato addirittura, ben 50.000 persone al seguito. In tutto il comprensorio di Chatillon e Saint Vincent trovare un solo posto letto era impresa titanica. Il Sindaco della città di Chatillon ha detto: "La Juventus non conosce crisi: quando si muove è sempre record e pienoni. Vedendo le immagini dei ritiri delle altre squadre, direi che la Juve ha abbondantemente vinto lo scudetto dei ritiri" .
Noi ve lo avevamo già anticipato e raccontato negli articoli di commento sull'esperienza dei nostri soci saliti su (nella foto articolo uno scatto che ritrae i nostri striscioni nella partitella di allenamento di giovedì 16 luglio pomeriggio, con Vidal in primo piano)! L'entusiasmo che si registra attorno a questa Juve è qualcosa di straordinario. I ragazzi ed il Mister sono stati caricati a dovere per quest'altra difficile stagione. Gli arrivi di Tevez e Llorente hanno contribuito ad innalzare l'attesa di noi tifosi, del resto già con la campagna abbonamenti si era intuito quale sarebbe stato l'andazzo anche in ritiro. Pensate che non è mai partita la vendita libera degli abbonamenti. Il 92% degli abbonati dello scorso anno ha esercitato il diritto di prelazione/riconferma del proprio abbonamento. L'8% rimasto libero è stato poi successivamente bruciato in pochissime ore dai Premium Member che avevano la precedenza rispetto all'eventuale vendita libera (mai più partita). In 28.000 (tetto massimo stabilito dalla Società) saranno pertanto gli abbonati. Dunque sarà nuovamente e sempre Sold Out lo Juventus Stadium e sarà ancor più difficile riuscire ad accaparrarsi uno dei circa 12.000 biglietti che domenicalmente saranno messi in vendita! Spiace per i nostri 16 soci che avevano fatto richiesta di acquisto per un nuovo abbonamento. Avremmo con piacere voluto aumentare il numero dei nostri abbonamenti allo stadio, ma i dati sono questi. In conclusione chi ha avuto la lungimiranza tre anni or sono di abbonarsi alla Juventus, adesso viene ancora premiato e giustamente chi ha un posto all'interno dello Stadium difficilmente lo mollerà....
Volete un altro dato che vi farà capire quanto sia grande l'attesa per quest'altra stagione? 
Bene, a campione abbiamo inviato circa 100 sms a nostri soci di Andria della passata stagione, informandogli che da lunedi 22 luglio riapriva il club e soprattutto ripartiva il tesseramento. Alle 19 il Segretario ed il Tesoriere puntuali aprivano il club. Alle 22,00 la sede veniva chiusa, registrando in un solo giorno ben 33 adesioni/rinnovi, 3 nuove iscrizioni, oltre a ben 10 adesioni pervenute nei giorni precedenti all'apertura del club da fuori città (per la precisione n. 2 da Frosinone, n. 1 da Brindisi, n. 1 da Casamassima, n. 2 da Turi e n. 4 da Bari città) per un totale complessivo di 46 iscritti praticamente e lo ribadiamo, in un solo giorno! 
Il club sarà aperto tutte le sere, tranne il sabato e la domenica dalle ore 19,30 alle ore 21,00 per poter sottoscrivere la tessera al club che vi ricordiamo deve essere effettuata principalmente per una questione di orgoglio e appartenenza allo JUVENTUS CLUB ANDRIA. Chi pensa di iscriversi semplicemente per poter ottenere solo biglietti, lo invitiamo sin d'ora a non avvicinarsi proprio al nostro club. Lo Juventus Club Andria, va dapprima sostenuto, poi frequentato attivamente per poi poter anche ottenere i biglietti, quando disponibili. Questa vogliamo diventi una regola fondamentale da tenere tutti quanti bene impressa nella mente. I prezzi e le tipologie di tessera sono rimaste invariate rispetto alla scorsa stagione. Si va dai 30 agli 85 euro. Crediamo che avere la tessera da socio effettivo sia conveniente per tutti. Con soli 85 euro si ha diritto ad assistere comodamente seduti all'interno del club a tutte le gare della Juventus Fc senza versare nessun altro contributo. 
Inutile dirvi che vi aspettiamo numerosi, come sempre del resto! La JUVENTUS CLUB ANDRIA CARD assieme al regalo (non ancora stabilito per questa stagione) vi saranno consegnati come sempre nel mese di GENNAIO 2014. Sarà possibile tesserarsi al nostro club sino a tutto il 15 dicembre 2013. Invitiamo tutti i soci sprovvisti di JUVENTUS STADIUM MEMBER (tessera del tifoso) a sottoscriverla nel più breve tempo possibile per poter aver maggiori possibilità di venire in trasferta a Torino sfruttando di domenica in domenica i posti dei nostri abbonati lasciati liberi per le singole gare. Il servizio di sottoscrizione della tessera del tifoso è gratuito per tutti i soci in regola con il pagamento della quota all'anno sociale 2013/2014. Ricordiamo anche a tutti i soci che la tessera della vecchia stagione non è più valida. Coloro i quali invece che hanno la tessera del tifoso in scadenza ad Agosto 2013 dovranno immediatamente provvedere al rinnovo o richiedendone una completamente ex novo oppure attendere le disposizioni della Juventus FC circa i rinnovi stessi. Noi consigliamo di richiederne una completamente nuova sin d'ora onde evitare di restarne sprovvisti per la prima parte di stagione. 
JUVENTUS CLUB ANDRIA: DIECI ANNI DI PASSIONE E FORTI EMOZIONI.
TUTTI ALLO JUVENTUS CLUB ANDRIA
 

 
 
SOTTO I NOSTRI OCCHI LA JUVE RICOMINCIA CON UNA VITTORIA
 
La passata stagione lo slogan più ricorrente a fine campionato era: "LA VECCHIA SIGNORA HA VINTO ANCORA"......mercoledì, alla prima uscita ufficiale della stagione, sotto i nostri vigili occhi (presenti in otto), la Juventus ha praticamente ripreso il suo filo interrotto soltanto due mesi fa! Contro i dilettanti della Rappresentativa Valdostana, i ragazzi di Mister Conte hanno vinto per 7-0, una gara che per molti poteva sembrare insignificante, ma che invece per il nostro grande allenatore rappresentava un test più che importante alla luce della prima intensa settimana di lavoro tra le montagne e le valli della splendida Valle D'Aosta. Conte in questo primo impegno, voleva delle risposte importanti da parte dei nuovi arrivati: Tevez, Llorente e Ogbonna. La formazione iniziale, un 3 - 5 - 2, gli vedeva infatti tutti in campo. Senza i nazionali italiani oltre a Caceres e Pogba che si aggregheranno tutti nella tournee americana, la Juve vedeva Marco Storari tra i pali, Motta (mamma mia....abbiam detto nel rivederlo....con Fabio che gli gridava...porti sfiga...vai viaaaaaa), Angelo Ogbonna e il primavera Garcia Tena (molto interessante) sulla linea difensiva, con Lichtsteiner, l'idolo di tutti i tifosi Arturo Vidal, Fausto Rossi (di rientro dal prestito), Asamoah e Paolino De Ceglie sulla linea di centrocampo con Carlitos Tevez e Fernando LLorente coppia d'attacco. In uno stadio, il Perucca di Saint Vincent, che ribolliva di passione ed entusiasmo, che cresce di giorno in giorno. In oltre 3.000 hanno gremito l'unica tribuna presente oltre a tutti i gruppi ultras e sezioni varie, noi di Andria, Massa, Meda, Bassa Valle e Aosta sistemati sul prato di fronte alla Tribuna, con gli striscioni tutti posizionati dietro la porta del lato Sud dello stadio (i nostri, come visibile in foto articolo, sotto quello del gruppo TRADIZIONE - ANTICHI VALORI). Da segnalare almeno un migliaio di tifosi assiepati sulla statale che passava da sopra lo stadio! Roba incredibile! Il primo tempo ha dato delle risposte importanti a Conte e a noi tutti tifosi. La certezza della classe di Tevez con Llorente ispiratore e sempre presente in ogni azione, Vidal subito leader del centrocampo e Ogbonna che metterà in seria difficoltà il Mister, quando lo dovrà far accomodare in panca! 2-0 il finale della prima frazione con le reti di Marco Motta....(grattiamoci tutti....) e Carlitooooooooooooosssssss TEVEZ......, alla sua prima uscita in bianconero, lascia subito il segno dell'Apache! Nella ripresa classica rivoluzione da gare estive, con il modulo innovativo del 3 - 4 - 3, con il solo Motta riconfermato ed una serie di ragazzi della primavera, oltre al terzo portiere Rubinho, Peluso, Padoin e il fantastico trio d'attacco che ci ha fatto conquistare gli scudetti n. 30 e n. 31: QUAGLIARELLA, MATRI e VUCINIC, con Isla subentrato a metà ripresa a Marco Motta! La gara termina sul punteggio di 7-0 con le reti di Matri (doppietta), Vucinic (doppietta di rigore) e del giovane primavera Mattiello. Da segnalare due pali, uno clamoroso colpito dai valdostani ed uno colpito da Vucinic con uno splendido tiro dal limite dell'area. I carichi di lavoro si sono fatti sentire eccome, Conte si dichiara parzialmente soddisfatto. Sappiamo tutti che c'è ancora tanto da fare e soprattutto da sudare per cercare ad ogni costo di conquistare il terzo scudetto di fila, obiettivo dichiarato di inizio stagione! Siamo già sulla buona strada. Si esce dallo stadio, tutti soddisfatti e soprattutto felici di esserci stati assieme agli amici di ogni maledetta domenica, di ogni maledetta partita. Ma dell'esperienza dei nostri otto rappresentati in terra valdostana vi racconteremo nei successivi articoli. E' stata una esperienza...per dirla all'Antonio Conte....AGGHIACCIANTE....
JUVENTUS CLUB ANDRIA TANTI FATTI POCHE PAROLE......SEMPLICEMENTE NUMBER ONE!
 

 
 
ECCOCI A CHATILLON IN CAMPO CON MASSIMO CARRERA
 
Da martedì 16 luglio a giovedì 18 luglio, noi dello Juventus Club Andria siamo stati presenti nel ritiro estivo della Juventus a Chatillon, assistendo anche alla prima amichevole stagionale giocata nella vicina località di Saint Vincent. Esperienza stupenda in compagnia dei nostri inseparabili amici del Gruppo Bassa Valle che ovviamente giocavano in casa! Vi racconteremo tutto istante per istante cercando di farvi vivere le sensazioni provate dai nostri soci saliti su. Lunedì mattina a primissima ora, partivano da Andria in auto i soci Francesco Basile, Annamaria Dellolio e Nicola Basile,  che dopo ben dieci ore di viaggio raggiungevano nel primo pomeriggio l'Hotel Rendez Vous, prenotato a Chatillon. Posati i bagagli, tutti rigorosamente con le t-shirt ANDRIA PRESENTE, si recarono subitissimo nei pressi dello Stadio Brunod di Chatillon per visitare il Summer Village allestito per accogliere i tantissimi tifosi presenti nell'arco delle due settimane (si stimano presenze sulle 30.000 unità complessivamente, spalmate sugli undici giorni di ritiro. Poi entravano nello stadio per assistere alla seduta pomeridiana di allenamento della Juventus. Il martedì mattina, dopo aver incontrato la Chiabotto, madrina della Juventus TV, si recavano nuovamente allo stadio per assistere ad un altra seduta di allenamenti. Poi all'ora di pranzo da autentici "pazzi" lasciavano la sede del ritiro per raggiungere Torino dove visitavano lo Juventus Museum e lo Juventus Stadium. Nel tardo pomeriggio sempre di martedì invece il nostro segretario Fabio Attimonelli, Florinda Leone, Lorenzo (ribatezzato da tutti Llorente), Francesca e Massimo Matera, partivano in auto verso l'Aeroporto di Bari dove alle 20, avevano il volo destinazione Caselle - Torino. Giunti nel capoluogo piemontese, oramai luogo molto famigliare per tutti noi, ad attenderli c'erano uno dei personaggi storici della Sud Scirea, oggi quasi cinquantenne, Adriano Venturino e Federico Giacosa leader del Gruppo BassaValle, da anni nostri inseparabili amici e persone stupende per i valori che sanno trasmettere. Baci ed abbracci tra tutti, poi con una monovolume da sette posti lasciamo l'aeroporto torinese per dirigerci prima a Carema, dove recuperiamo un altra auto che "sorprendentemente" il grande Federico ci lascia a nostra completa disposizione per la due giorni, per poi raggiungere sotto una pioggerellina, alle 23,30 il Bed & Breakfast prenotato L'Ancìen Grenìer, alle spalle della piccola e caratteristica stazione ferroviaria e ai piedi del Castello di Ussel, circondato da bellissime vallate, in uno scenario praticamente incantevole. Massimo e Fabio prendevano posto in un caratteristico sottotetto tutto in legno dove batteranno poi spesso la testa....in una stanza chiamata "delle bambole..." mentre Florinda, Llorente e Francesca occupavano la camera dell'Edera con uno splendido terrazzino. Posati i bagagli si dirigevano tutti assieme con Adriano e Federico al Bar Savini di Saint Vincente, dei grandissimi e simpaticissimi fratelli "Racobaldo" (ritrovo abituale dei gobbi della Bassa Valle), qualche centinaia di metri più avanti del Casinò, dove ad attendere i nostri c'erano una buona parte del Gruppo Bassa Valle e tantissimi altri tifosi juventini che animavano le vie dell'amena località, tutte addobbate con i colori bianconeri. Un dj animava con musica house e commerciale la notte! Ci posizioniamo ai tavoli esterni nonostante la pioggia, ma si era coperti da gazebo, ci portano tantissima carne tipica del posto, accompagnata dalle immancabili birre che arrivano a fiumi sulla tavolata. Poi finita la cena si entra all'interno del bar per iniziare il giro dei cicchetti di Genepy e Grigioverde, roba da 40/45 gradi....ne contiamo circa sette a testa....Fabio, Massimo e Florinda resistono, anche se barcollano parecchio, ma l'entusiasmo è già alle stelle. Si fa amicizia con tantissimi ragazzi e ragazze del posto. Alle 3,00 della notte decidiamo finalmente di andare a nanna perchè alle sette la sveglia già suonerà per Massimo e Fabio che porteranno gli striscioni direttamente in campo. Infatti alle otto di ogni mattina tutti i gruppi riconosciuti e autorizzati vengono fatti entrare in campo per posizionare gli striscioni. Alle otto l'appuntamento è in stazione con il simpaticissimo Alessandro striscionista del Gruppo Bassa Valle. Barcollanti, con Fabio, che si alza con un fortissimo mal di testa e nausea e che perde le chiavi dell'auto prestata da Federico e finite sotto il tappetino del lato guida....che ridere.....Si giunge allo stadio, Fabio e Massimo vengono accolti da Enzo lo steward del servizio d'ordine interno della Juve (che ringraziamo in particolar modo per quanto fatto per il nostro gruppo) che gli riconosce dicendo subito " ueh Andria Presente...anche qui siete arrivati...ma siete matti voi...". Poi l'abbraccio con i ragazzi di TRADIZIONE, Roby Susa, Sacchetto e Carota che sono alla bancarella del materiale. Si entra in campo e si posizionano gli striscioni ANDRIA PRESENTE e ANDRIA, quello grosso delle partite casalinghe. Un saluto anche con la Presidente Paola dello JC MASSA, che si complimenta con i nostri ragazzi per la passione che ci mettiamo e soprattutto per essere praticamente ovunque. Sistemati gli striscioni si va al Bar dello Stadio dove Ale chiede se vogliono ancora della birra.....Fabio e Massimo si guardano e preferiscono optare per tanta acqua....hanno bisogno di riprendersi....Nel frattempo la coda alla biglietteria è già lunghissima per acquistare i biglietti per gli allenamenti, arriva tantissima gente. Alle dieci inizia la seduta, Massimo Matera entra dentro, mentre Fabio va a recuperare tutti gli altri dagli alberghi. Alle undici dopo essersi perso per ben due volte Fabio riesce a ritrovare la strada verso lo stadio conducendo il resto della truppa andriese all'interno dell'impianto. Ci si posiziona dietro la porta dove i portieri si allenano agli ordini di Claudio Filippi che viene chiamato da Fabio per un saluto. Lo stadio è pieno, le due gradinate e tutto intorno, in piedi, dietro la recinzione è un pullulare di gente che acclama i propri beniamini. I più gettonati? Nell'ordine Antonio Conte, Arturo Vidal, Carlitos Tevez e Fernando Llorente. Finisce la seduta, i giocatori si avvicinano agli spalti per firmare gli autografi ai tifosi ma soprattutto ai tantissimi bambini presenti. E' davvero bello vedere questo faccia a faccia con i propri beniamini. Noi con tutti gli altri gruppi attendiamo di poter entrare in campo, per smontare gli striscioni in quanto nel pomeriggio ci si trasferisce allo stadio di Saint Vincent per l'amichevole. Si entra in campo è Fabio corona il suo desiderio, incontrare un suo vecchio idolo, tornato alla ribalta da qualche tempo, Massimo Carrera, collaboratore tecnico di Antonio Conte ma vecchia bandiera della Juve con cui da giocatore ha vinto anche la Champions a Roma. Fabio e Massimo si soffermano a parlare con lui, assieme ad Ale di Bassa Valle e ai ragazzi di Massa. Poi foto ricordo (foto articolo) con Carrera che si posiziona sotto il nostro stendardo con Massimo Matera (grande nuovo acquisto per il nostro club, un classe '75, uno dalle vecchie maniere...) e Fabio Attimonelli. Goduria estrema, Fabio emozionato smonta con Massimo gli striscioni e ripone il tutto all'interno della sacca. Con tutto il resto della banda si visita poi il Summer Village per poi andare, accompagnati dal solito Ale Freydoz (uno che di mentalità ne ha da vendere) a fare un aperitivo al solito Bar Savini dei fratelli Racobaldo, altri ragazzi che sentiamo di ringraziare tantissimo per l'ospitalità concessaci. Finito l'aperitivo ancora una volta a suon di birre...alle 14,30 bisogna già recarsi allo stadio di Saint Vincent dove abbiamo l'appuntamento con tutti gli altri striscionisti dei vari gruppi. La Digos controlla il tutto, poi si entra in campo per sistemare gli striscioni nell'interno. Ci si saluta con tutti gli altri che si complimentano per la nostra assidua presenza nonostante le distanze enormi. Attestati di stima che fanno sempre enormemente piacere che ci danno sempre maggior orgoglio. Sistemati gli striscioni inizia la lunghissima attesa per una gara amichevole che per noi valeva più di ogni altra trasferta. Sono queste le gare che ti fanno acquistare maggior stima e considerazione e soprattutto il rispetto da parte di tutti! Ci si stende sull'erba nell'attesa che arrivino anche gli altri. Poi tutti assieme insceniamo partite di calcetto per poi dedicarci alle pubbliche relazioni con i ragazzi degli altri gruppi che man mano arrivano. Lungo colloquio di Fabio e Massimo con i "capi dei capi" di Tradizione e Antichi Valori. Umberto Toia, Claudio Toia (bentornato) e Tony Manfreda. Una amicizia bella nata da una profonda nostra stima nei confronti del Gruppo Storico della Sud juventina. 
Il resto delle cose ve le raccontiamo in un altro articolo.
La considerazione e attenzione ricevuta da parte di tutti gli altri gruppi è la cosa che ci ha reso più felice in questa splendida esperienza! 
Un applauso lo dobbiamo a Fabio per quello che in tutti questi anni è riuscito a creare e per essere riuscito a trasmettere la sua grande mentalità a tutti noi! Onore a te grande Fabio!
JC ANDRIA TANTA ROBA......
 

 
 
CHE BRUTTA GENTE
 
Eccoli ritratti i quattro dell'apocalisse, gente che sarebbe meglio per tutti non frequentare, brutta gente....ma dai che scherziamo, stiamo parlando di Ale Freydoz il primo a sinistra, il nostro Fabio, di Federico Giacosa e ultimo a destra il nostro Massimo Matera. Loro hanno montato è smontato gli striscioni. Qui sono in campo a Saint Vincent al termine della partita dopo aver ripreso tutte le pezze. Di la poi assieme a tutti gli altri e ai ragazzi del Gruppo Bassa Valle e Aosta si sono recati nuovamente al Bar Savini per un mega aperitivo. Una lunghissima tavolata con tantissime birre per festeggiare l'inizio della nuova stagione. Del gruppo Aosta sentiamo di salutare Luca Marenco, "Zebinà", Andre Fassino. Alle 21,00 terminiamo l'aperitivo ed iniziamo lo show...tantissimi cori per il corso principale di Saint Vincent, si uniscono a noi altri tifosi di altri gruppi. Ne esce fuori uno spettacolo, cori possenti contro tutti e tutto e soprattutto a sostegno della nostra Juve. Il repertorio è praticamente completo. Bello l'Ovunque cantato da Fabio e Federico a cui tutti rispondevano in coro! Poi tutti a cena in un ristorante nei pressi del Bar. Bellissima tavolata con Gualtiero, Stefano e Cristiano e con altri ragazzi del Gruppo BassaValle, autentica rivelazione della Curva Sud Scirea. Sono tutti da ringraziare per quanto fatto per i nostri in questi due giorni. Verso mezzanotte la stanchezza si fa sentire è si rientra, finalmente, tutti in albergo. Al mattino ci si sveglia per andare come sempre a mettere gli striscioni allo stadio, ma ci accorgiamo che piove tantissimo. Ci sentiamo telefonicamente con gli altri decidendo di non andare prendendoci una mattinata libera. Tutti i gruppi decidono di non esporre nulla. Gli striscioni si sarebbero inzuppati di acqua e rimetterli in valigia sarebbe stato per noi problematico. Andiamo in centro a Saint Vincent per una colazione e per effettuare qualche acquisto, poi salutati Francesco Basile, Nicola e Annamaria che nel frattempo ripartono in auto già per Andria, ci rechiamo a Chamois a mezz'ora da Chatillon, una vera oasi di pace e di relax, dove le automobili sono bandite e che può essere raggiunta solo a piedi o in funivia (i nostri ovviamente salgono con questa). A 1800 mt. di altitudine ci copriamo perchè l'arietta si fa sentire eccome. Uno spettacolo della natura, in un comune di soli 96 abitanti. Un silenzio surreale, con delle tipiche abitazioni di montagna (rascard). Pranziamo in una accogliente trattoria Chez Pierina, gestita da un vecchio tifoso juventino del Gruppo Viking di Milano. Che squisitezza e soprattutto che ottimo vino! Poi alle 15,30 scendiamo nuovamente giù a Valle per essere pronti per l'allenamento pomeridiano della Juve. Carota del Gruppo Tradizione fa parcheggiare l'auto quasi praticamente nello stadio per evitarci la lunghissima salita a piedi. Si entra dal solito cancello riservato ai gruppi organizzati ed andiamo ad appendere gli striscioni assieme al Gruppo Meda. Ci posizioniamo nel lato gradinata. Sul sito ufficiale della Juventus (www.juventus.com) c'è il video del settimo giorno di allenamenti è si vede praticamente sempre il nostro striscione ripreso dalle telecamere. Fabio e Massimo urlano spesso a Conte (scassandogli forse i co....ni), mentre dirige la partitella in famiglia, di venire a fine seduta sotto il nostro striscione. Detto, fatto. Non ci sembra vero, il Mister si dirige diritto verso di noi (abbiamo le foto che pubblicheremo appena scaricate dalle varie macchine fotografiche). Ci autografa lo striscione grosso. Troppo bello. Fabio lo saluta ricordandogli dell'incontro a Porto Cesareo. Florinda si complimenta per il matrimonio e per la sua bambina. Insomma momenti di gloria per noi. Poi arrivano niente poco di meno che: Arturo VIDAL e Fernando Llorente. Anche loro grazie a Enzo lo steward, autografano lo striscione. Increduli per quanto accaduto, smontiamo il tutto rendendoci conto che erano quasi le 19 e alle 22 avevamo il volo da Caselle per Bari. Si saluta tutti, una infinità di abbracci e pacche sulle spalle. Ci mettiamo nell'auto di Federico per raggiungere Adriano a Carema da dove poi con il suo monovolume raggiungiamo l'Aeroporto verso le 21. Finisce una esperienza INCREDIBILE, piena di tante emozioni, come quelle che da 10 anni sappiamo regalare ai nostri tantissimi soci. All'una della notte i nostri raggiungono Andria, stanchi per le tantissime cose fatte ma carichi di entusiasmo per le emozioni, alcune indescrivibili, provate.
NOI SIAMO JUVENTINI, NOI SIAMO LO JC ANDRIA....E' MAI NESSUN CI FERMERA'!
Grazie di cuore a tutto il Gruppo BASSAVALLE per quanto hanno fatto per i nostri ragazzi saliti su! A buon rendere. 
 

 
 
OBIETTIVO: RIVINCERE LO SCUDETTO
 
Oggi venerdi 12 luglio, a Chatillon in Valle d'Aosta è ufficialmente partita la stagione 2013/2014 della nostra Juventus. Si riparte da Campioni d'Italia per la seconda volta consecutiva alla faccia di tutti i rosiconi che stanno trascorrendo un' altra estate di merda. Come sempre ripartiamo contro tutto e tutti. Dobbiamo difendere il tricolore il trentunesimo (31) conquistato sul campo. Partiamo nuovamente con i favori dei pronostici, ma questo non ci fa paura. Siamo nuovamente la squadra da battere e questo ci riempie ovviamente d'orgoglio. Da oggi e sino al 22 luglio i nostri campioni si alleneranno agli ordini del Mister Conte e del suo staff. Ci sarà come sempre da sudare per assimilare bene tutte le idee del mister. E' un mister super carico quello che è arrivato nel bunker bianconero tra le montagne valdostane. La conferma arriva dal nostro segretario Fabio che ha avuto la "fortuna" di incontrarlo, il 5 luglio scorso, in spiaggia a Porto Cesareo. Fabio ci racconta di un mister super felice per quello che è riuscito a conquistare in soli due anni di Juve, ma non solo, felice anche per essere convolato a nozze con la sua donna, felice per l'affetto che noi tifosi gli riserviamo in ogni dove, ma soprattutto felice per essere riuscito nell'impresa di far tornare la sua e nostra Juve antipatica a tutti! Antonio Conte lasciando la spiaggia ha assicurato Fabio (con l'inseparabile t shirt Andria Presente....tra il fastidio di molti leccesi....) e tutti i tifosi presenti che farà di tutto per conquistare il terzo scudetto di fila. E' quello il nostro obiettivo stagionale. L'Europa??? Dobbiamo cercare di migliorare il cammino dello scorso anno quando siamo arrivati tra le prime otto! In montagna in questa prima fase di ritiro Conte si ritroverà un gruppo decimato dalle assenze dei nazionali italiani (praticamente tutto lo zoccolo duro...ben otto....ma senza il Giak sn sette) e di Caceres e Pogba anche loro impegnati con le rispettive nazionali. Ma Andrea Agnelli e Beppe Marotta hanno fatto si che il mister in ritiro trovasse comunque tante belle sorprese! Prima Llorente, poi Tevez e adesso pure Ogbonna...oltre, speriamo, al recuperato Simone Pepe pedina fondamentale che tanto ci è mancato la scorsa stagione. Tutti dovranno dimostrare di meritare la Juve ma sentiamo di sbilanciarci: è stata aggiunta tanta qualità ad una squadra già super forte. Sembra che uno dei nostri idoli e protagonisti della Juve di Conte dovrà purtroppo lasciarci: stiamo parlando di Emanuele Giaccherini, ragazzo umile, ma  che resterà per sempre nei ns. cuori. Come potremmo mai dimenticare quel gol al Catania al 91 minuto. Apoteosi pura. Tutti non possono restare, come sicuramente altri dovranno forse lasciarci, anche per sfoltire un ampia rosa ma soprattutto per questioni di bilancio e per poter rafforzare la rosa serve, appunto, anche cedere. I big però restano tutti, a dimostrazione che la Juve di Conte, vuole crescere sempre piu' per arrivare al piu' presto al livello delle grandi d'Europa alla faccia di tutti gli sfigati rosiconi che due anni fa all'arrivo di Pirlo....dicevano: "....tanto durerà appena sei mesi come sempre...."....ah ah ah ah ah ah....non capiscono un cazzo di nulla! Oppure la scorsa estate quando dicevano di essere super informati circa la squalifica  di Conte e il suo presunto coinvolgimento nelle gare del Bari che avrebbero stroncato la carriera del miglior allenatore in circolazione.....ah ah ah ah ah.....Conte ha stravinto un altro campionato....(mica come quel mercenario di un portoghese che ha trattato gli sfigati come fa un uomo con una donna di strada...) ma cambiate spacciatore...oppure dedicatevi ad altri sport.....!
Parte il ritiro, riparte la Juve ma soprattutto ripartiamo noi tifosi, ancora piu' carichi: quota abbonamenti allo Stadium tutta esaurita in pochi giorni, ritiro in Valle d'Aosta che registrerà il sold out con quasi 30.000 tifosi che gremiranno la località di Chatillon. Inutile negarlo, l'acquisto di Tevez ha allontanato la Juve ancor di piu' dalle rivali già abbastanza distanti creando un clima di entusiasmo che da anni non si registrava in estate. Ma sappiamo che non sarà'così facile riconfermarsi ecco perchè dobbiamo essere tutti pronti ad un altra battaglia. Noi già lo siamo, i ragazzi e il mister pure adesso serve solo affilare bene "le nostre armi" per vincere quest'altro campionato!
Chatillon stiamo arrivando! In otto saliremo su con Fabio, Massimo Matera e Francesco Basile a capitanare il gruppo. Grandi tavolate e bevute con gli amici di Bassa Valle, Aosta e TRADIZIONE gli attendono.
Ricordatelo tutti: AMICI DI NESSUNO per noi c'è solo la JUVE.....
Vi aspettiamo dal club per le iscrizioni che partiranno dal 22 luglio.
JC ANDRIA: DIECI ANNI di passione e forti emozioni ovunque presenti dove gioca la Juve. Nel bene e nel male.....non a convenienza!
Noi scriviamo le nostre pagine di storia..........
altri le leggono..............con tanta invidia........ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah
 

 
 
DISERTIAMO LA FINALE DI SUPERCOPPA
 
La Lega Calcio e il pezzente di Lotito alla fine hanno deciso di "organizzarsi" a proprio piacimento la finale di SUPERCOPPA ITALIANA, che si giocherà domenica 18 agosto alle ore 21,00 allo Stadio Olimpico di Roma, praticamente a casa loro e decidendo di spartirsi tutti gli introiti, pertanto ci viene da fare una considerazione: ma allora a che cazzo serve giocarla questa partita? Non sarebbe meglio che si prendano anche la Coppa? Assurdo! Da regolamento, salvo altre scelte della Lega di disputare l'incontro all'estero, la gara dovrebbe essere giocata in casa della vincente del campionato! Poteva anche andare bene giocarla a Roma, ma che debbano prenderci per culo, questo non va bene! Hanno praticamente accolto tutte le richieste di quel piagnone e pezzente di Lotito, garantendogli quello che avrebbe comunque incassato a Pechino! 
Alla luce di quello che è stato stabilito, noi dello JUVENTUS CLUB ANDRIA, poggiamo in pieno la decisione presa dagli amici del Gruppo TRADIZIONE, ovvero di disertare la trasferta per la finale di Supercoppa Italiana, invitando in massa, tutti i nostri soci e gli altri tifosi juventini a non organizzarsi per Roma, perchè Lotito e la Lega non meritano i nostri soldi. Spiace che la Società Juventus si sia fatta raggirare in questo modo "scandaloso", ed invitiamo a gran voce il Presidente Andrea Agnelli ad alzare la voce con questi personaggi, che credono di essere i padroni del calcio italiano. 
Presidente in questa battaglia si ricordi che non sarà mai solo e si ricordi anche che LUCIANO MOGGI aveva ragione, quando affermava di "volersi semplicemente difendere da quelli che definiva i poteri forti del calcio" Era tutto vero!
Quindi se le cose non cambieranno, noi resteremo a casa!
LOTITO E LEGA CALCIO NON AVRETE MAI I NOSTRI SOLDI! VERGOGNATEVI!
Un saluto agli amici del Gruppo Tradizione (la foto articolo si riferisce alla 2^ Edizione del Memorial Lorenzo Lomuscio nel 2009 quando ci "onorarono" della loro presenza qui ad Andria, presenza che fu ricambiata con questo splendido striscione da parte nostra), in particolare al Presidente Umberto e al grande Tony Manfreda. è proprio vero....
IERI, OGGI E DOMANI....SEMPRE ONORE A VOI!
JUVENTUS CLUB ANDRIA
 

 
 
APPUNTAMENTO CON LA STORIA. PARTITA LA NUOVA CAMPAGNA ABBONAMENTI
 
Con la partenza della nuova campagna abbonamenti, parte ufficialmente la nuova stagione calcistica 2013/2014 per noi veri tifosi juventini. Si comincia a riassaporare il gusto del calcio ad un mese dalla fine del campionato scorso che ci ha visto ancora una volta spadroneggiare su tutti! Accattivante il titolo dato alla campagna abbonamenti: APPUNTAMENTO CON LA STORIA. Riproveremo a vincere il terzo scudetto di fila. Riuscirci sarebbe una impresa storica! 
Ma veniamo alle date da tenere bene impresse. Da martedì 18 giugno è partito il rinnovo in prelazione per tutti i vecchi abbonati allo Juventus Stadium. I nostri soci abbonati, avevano già manifestato da diverse settimane la propria volontà a rinnovare il preziosissimo posto all'interno dello stadio e pertanto la segreteria del club ha regolarmente provveduto a rinnovare tutti i posti occupati nello stadio nella stagione scorsa. Quindi primo obiettivo stagionale raggiunto dal club: 100% degli abbonamenti rinnovati! Tutti gli abbonati sono pertanto pregati a saldare la propria quota abbonamento + tessera al club (quote invariate), entro sabato 29 giugno. Questa fase per noi, si è quindi già chiusa prima ancora di partire anche se ufficialmente il periodo di prelazione si chiuderà sabato 6 luglio. 
Veniamo invece a tutti coloro, tanti, che ci hanno manifestato la propria volontà a voler sottoscrivere un nuovo abbonamento: partiamo da un presupposto, sarà molto difficile! Qualora in prelazione resteranno, ma ne dubitiamo, posti liberi, la Juventus quei posti li metterà in vendita prima ai Premium Member (dal 9 al 13 luglio) e soltanto da martedì 16 luglio, ripetiamo sempre se disponibili ancora dei posti, andranno in vendita libera per tutti. 
Ricapitoliamo pertanto le tappe: adesso il club raccoglierà entro e non oltre il 5 luglio, i nominativi di coloro i quali vorrebbero sottoscrivere un abbonamento, poi stileremo tra questi una graduatoria di anzianità di iscrizione al club e di trasferte effettuate negli anni. Ricordiamo che sarà difficilissimo poter avere posti in curva, sia Sud che Nord. Chiaro che se dovessimo riuscirci a trovarli non esiteremmo nel prenderli. Consigliamo comunque di richiedere abbonamento in settori dove potrebbe risultare un tantino più facile trovare posti liberi, come Tribune Est e Ovest e Family. 
I prezzi sono consultabili all'indirizzo internet seguente:
variano dai 365,00 euro per le curve in rinnovo ai 410,00 euro per i nuovi in CURVA, mentre per le tribune laterali si arriva sino ad un massimo di 665,00 Euro. Insomma ancora una volta i prezzi sono stati ritoccati, ma era prevedibilissimo!
Per la campagna tesseramento al club invece si partirà come sempre dalla seconda metà di luglio. Le tariffe saranno invariate rispetto alla passata stagione e si andrà dai 30,00 euro per donne, bambini under 12 (entrambe le categorie entrano gratis sempre alle partite) e soci semplici (che pagheranno tre euro d'ingresso alla porta) ai 50 euro per i ragazzi dai 12 ai 18 anni che vorranno sottoscrivere abbonamento annuale e agli 85 euro dai 18 anni in su per tutto coloro che vorranno acquistare il pacchetto partite annuale. Iniziate sin da ora a disdire i vari contratti casalinghi con Mediaset e Sky in quanto vi costano certamente di più e non vi danno la possibilità di vivere l'atmosfera magica che si respira in ogni gara presso il nostro fantastico club!  
Il club ricordiamo che in questi giorni è chiuso. Chiunque vuole informazioni sulla campagna abbonamenti può contattare la segreteria mobile al 320 6209445 dalle ore 17 alle ore 21 di tutte le sere.
Come sempre pensiamo di essere stati precisi ed esaustivi in tutto. 
P.S. Lunedì sera 17 giugno, qualcuno, nel vederci tutti assieme (il consiglio direttivo al completo) riuniti e seduti sorridenti in un bar in pieno centro si è preoccupato.....dicendo fatti staranno sotto. Fatti come sempre! Abbiamo come sempre brindato perchè da noi si BRINDA SEMPRE! 
BEVO...BEVO...BEVO...BEVO..BEVO...MI UBRIACO E SON FELICE...ANCHE SE POI..VOMITO.....(Giuliano docet...) ah ah ah ah ah!
Il fatto è che non riusciamo a non stare assieme. Basta che non ci sentiamo per qualche giorno, che già subentra la malinconia e dobbiamo assolutamente rivederci! 
AUGURI AL NOSTRO PRESIDENTE CHE HA DA POCO FESTEGGIATO LE SUE NOZZE D'ARGENTO. 25 ANNI DI MATRIMONIO CON LA "GRANDE SIGNORA" TONIA.
Buone vacanze!

 
 

 
 
TUTTI A CHATILLON
 
Il 12 luglio riparte ufficialmente, la nuova stagione agonistica della Juventus. I ragazzi, vecchi e nuovi del gruppo, inizieranno a sudare sotto gli ordini del nostro Mister, che arriverà al ritiro, ne siamo certi, più carico che mai, dopo il suo matrimonio. Dal 12 al 22 luglio la Juventus sarà nuovamente nella splendida Valle d'Aosta nell'amena località di Chatillon a pochi km da Saint Vincent. Il 17 luglio è in programma già la prima amichevole estiva della stagione che sarà sicuramente contro una selezione locale o contro una formazione dilettante della zona. Il 26 luglio la Juve partirà poi per la tournèe estiva negli Stati Uniti d'America, che la vedrà impegnata nella Guinness International Cup. Al rientro sarà già tempo di trofei ufficiali. La Supercoppa Italiana che si disputerà finalmente in Italia, il 18 agosto, con molta probabilità all'Olimpico di Roma, dandola vinta a quel piagnone di Lotito. Ma si, diamoli pure questo vantaggio di giocarla "teoricamente" in casa. A Roma noi siamo sempre in tantissimi e tutti sanno che Roma è una città molto bianconera. Non sarà pertanto difficile riempire almeno metà dell'Olimpico! Pertanto appena sarà ufficializzato il tutto, iniziate a farci pervenire le vostre adesioni per il primo pullman della stagione.
Ma torniamo al ritiro estivo, motivo di questo articolo. Abbiamo deciso di iniziare con le trasferte proprio da Chatillon, come spesso facciamo (nella foto articolo la nostra presenza ad una amichevole estiva a Rovereto tre anni fa), la capatina al ritiro è quasi d'obbligo. Informiamo pertanto tutti i soci che vorranno unirsi a coloro che sono già prenotati, che si salirà tutti in aereo dal 16 al 18 luglio (dal martedì al giovedì) per poter assistere agli allenamenti della squadra e alla prima uscita amichevole della stagione. I prezzi del volo sono al momento sui 70 euro tra andata e ritorno, più spese per due pernottamenti e trasferimenti da aeroporto a Chatillon e viceversa. Chiunque può prendere due giorni di ferie, contattasse al più presto la segreteria del club al 320 6209445 per chiedere tutte le info. Non riusciamo proprio a stare senza della Juventus. Approfitteremo della nostra presenza in ritiro per passare un paio di serate in compagnia degli amici di Aosta, Bassa Valle e Tradizione!
AVANTI RAGAZZI SI RICOMINCIA A VIAGGIARE. RILASSATEVI IN QUEST'ALTRO MESE DI PAUSA CHE POI SI RICOMINCIA A MACINARE KM AL FIANCO DEI RAGAZZI! JC ANDRIA: DIECI ANNI DI PASSIONE E FORTI EMOZIONI! 
 

 
 
JC ANDRIA IN TRIONFO
 
Ecco i nostri ragazzi con lo stendardo ANDRIA PRESENTE e la coppa del Memorial Lomuscio alzata al cielo da Graziano Palladio, uno dei protagonisti, come sempre della nostra formazione.
E' sono tre le coppe conquistate, anche se quest'ultima, credeteci, avremmo volentieri voluta lasciarla ai Ragazzi Ungheresi, ma nel calcio si sa, nessuno alla fine vuole perdere. L'albo d'oro della manifestazione vede adesso il nostro club in testa con tre affermazioni, lo JC Modugno con due e lo JC Gravina con una. Come da tradizione, nessuno riesce a far uscire fuori dalla Puglia questo trofeo.
Bellissimo il gesto di Blas, ragazzo straordinario, capitano dei R.U.J. che ha voluto premiare il nostro capitano Vincenzo nel momento della consegna della coppa. Sorpresa nella sorpresa poi alla fine la consegna da parte del nostro Presidente, di otto medaglie ai ragazzi ungheresi raffiguranti il logo del memorial, riportanti la scritta "Al Gruppo R.U.J. Con Amicizia - JC ANDRIA".
Tutto meravigliosamente bello!
JC ANDRIA, DIECI ANNI DI PASSIONE E FORTI EMOZIONI!
 

 
 
MEMORIAL LOMUSCIO: EMOZIONI UNICHE
 
Anche la sesta edizione del Memorial Lorenzo Lomuscio è stata archiviata. Anche questa edizione sarà da ricordare come le precedenti. Nei racconti della tre giorni eravamo arrivati sino al sabato dopo pranzo. Alle 16,00 eravamo già tutti presso i campi, noi dello JC ANDRIA, i ragazzi dello JC TRANI, quelli dello JC MODUGNO è i R.U.J.
Tutti sul campo principale per appendere i tantissimi striscioni che fanno come sempre da cornice alle partite. Come sempre campeggiava "LORENZO SEMPRE CON NOI", lo storico striscione che da sei anni ricorda il nostro grande amico Lorenzo. Poi non poteva mancare lo striscione di BENVENUTO per tutti gli amici degli altri club/gruppi presenti. Ma non potevano mancare nemmeno le "storiche" pezze che in ogni partita viaggiano al fianco della Juventus: ANDRIA PRESENTE, TRANI PRESENTE, RAGAZZI UNGHERSI JUVENTUS, MODUGNO e sorpresa piacevolissima, anche CORATO BIANCONERA. I ragazzi della vicina Corato, neo amici, che hanno da circa un anno costituito un gruppo, hanno voluto renderci visita, pur non partecipando al Memorial. Ma non mancava nemmeno lo storico primo striscione dello JUVENTUS CLUB ANDRIA. Bellissimo quello realizzato dagli amici tranesi per festeggiare il 31° scudetto: CHI VINCE SCRIVE LA STORIA, GLI ALTRI LA LEGGONO. Immancabili anche delle belle bandiere della Juve e la pezza dei Fighters del ns. segretario Fabio. Insomma sembrava di essere in una trasferta al seguito della Juve. Tutti hanno riassaporato il gusto di appendere degli striscioni. Già ci mancano queste consuete operazioni....Arrivano anche la Sig.ra Anna, vedova Lomuscio, la figlia Francesca che con Salvatore rappresentano la "bella" famiglia Lomuscio. Il Dj Mimmo Mosca è già pronto nella sua consolle, il Presidente con il microfono invita i quattro capitani delle formazioni in gara ad effettuare il sorteggio per l'accoppiamento delle semifinali: JC TRANI contro R.U.J. è JC ANDRIA contro JC MODUGNO. Impegno subito difficile per i nostri ragazzi contro il club che ha quasi sempre raggiunto la finale del Memorial vincendolo per ben due volte come del resto il nostro club. Una finale anticipata. Prima dell'inizio delle sfide, vengono consegnati due mazzi di fiore dai capitani dello JC TRANI e dello JC MODUGNO alla Sig.ra Anna, moglie di Lorenzo. Poi con un grande cerchio a centrocampo parte il minuto di raccoglimento, interrotto da un lungo applauso e dal coro SEMPRE CON NOI....LORENZO SEMPRE CON NOI...SEMPRE CON NOI.....toccante...la moglie di Lorenzo si commuove. Il pubblico nel frattempo, presso lo splendido CENTRO SPORTIVO MIKY che ci ospitava, va man mano aumentando, il caldo anche. Iniziano le sfide, vinte dallo Juventus Club Andria per 8-5 sullo JC MODUGNO e clamorosamente dai R.U.J. sullo JC TRANI per 7-6, dopo che i ragazzi tranesi erano stati in vantaggio per buona parte dell'incontro, sbagliando anche un rigore. La musica anima il pomeriggio, Fabio intervista tutti, i protagonisti in campo e fuori dal campo. Si riparte con le finali per il 1° e 3° posto. Gli arbitri invitano le squadre a ritornare in campo. R.U.J. contro JC ANDRIA per la gloria, JC TRANI contro JC MODUGNO per l'onore. Nella finalina i ragazzi tranesi sembrano avere la meglio su Modugno, ma quando sembrava fatta ecco che i ragazzi di Modugno reagiscono con veemenza ribaltando il risultato e conquistando il terzo posto. Lo JC TRANI è incredulo e si classifica per il quarto anno di fila su quattro partecipazioni, al quarto posto. Nella finalissima la sfida è super equilibrata con i due bomber Gabor per i R.U.J. eè Miccoli per i nostri sugli scudi. 4-4 il finale con emozioni sino al termine. Grande prestazione del nostro "prezioso" difensore "gioelliere" Riccardo Chieppa, come grandi le prestazioni di Riccardo Lattazio e Graziano Palladio. 60 minuti non sono bastati per aggiudicare il trofeo, si va ai calci di rigore. Anche li equilibrio totale, due errori per parte e la serie termina sul 3-3, si va ad oltranza sino all'ottavo rigore quando i R.U.J. sbagliano ancora, consegnando il trofeo al nostro club. 6-5 la serie dei rigori per un complessivo 10-9. Bellissimo l'abbraccio finale tra le due squadre, con i nostri a consolare gli ungheresi. Poi tutti sul palchetto per le premiazioni, ancora cori è tanti abbracci, con la consapevolezza che l'amicizia tra tutti i partecipanti si è consolidata ancora una volta di più. Arrivederci alla settima edizione, ma soprattutto possiamo dire, finalmente la nostra lunghissima stagione è terminata. Adesso per il nostro club il meritato riposo.
Siamo sfiniti ma credeteci orgogliosissimi di essere riusciti a fare tutto quello che sognavamo di fare.
JC ANDRIA.....TANTA MA PROPRIO TANTA ROBA!
 

 
 
LA NOSTRA FORMAZIONE AL MEMORIAL
 
Ecco i nostri magnifici ragazzi, vincitori, dopo i calci di rigore, della 6^ Edizione del Memorial Lorenzo Lomuscio. Un' altra edizione indimenticabile, organizzata come sempre nel migliore dei modi, nonostante, arrivasse, subito dopo l'importante festa di apertura dei festeggiamenti per il nostro decennale.
Nella foto in piedi da sinistra verso destra, il nostro "magazziniere" Nino Lotti, il "direttore sportivo" Salvatore Lomuscio, il "massaggiatore" Vito Coratella, poi i giocatori, Riccardo Lattanzio, Massimo Carpino, il portiere Benedetto Abbasciano, Riccardo Montrone, Riccardo Chieppa, il "bomber" Sabino Miccoli, il Presidente "allenatore" Francesco Nicolamarino, il "team manager" Giuliano Zefferino, accosciati da sinistra, Giuseppe Leonetti, il "tesoriere" Nicola Pisani, il capitano Vincenzo Quacquarelli, Gianni Capurso, VitoAntonio Fasciano e Graziano Palladio. Ringraziamo anche il "fotografo" segretario Fabio Attimonelli e tutti coloro che lavorando nell'ombra, si sono prodigati affinchè tutto riuscisse alla perfezione (Roberto Lomuscio, Domenico Mosca, Enrico Ferro etc. etc.) Tutti ragazzi straordinari, tutti ragazzi che partecipano attivamente alla vita del club, tutti ragazzi che si fanno in quattro per seguire la Juventus ovunque. I ragazzi/soci selezionati per scendere in campo, sono nuovamente riusciti nell'impresa di aggiudicarsi l'ambito trofeo Lomuscio. La coppa resta ad Andria per il secondo anno consecutivo. E' la terza affermazione per il nostro club, ancora una volta la finale si è conclusa ai calci di rigore come già avvenuto due stagioni fa, quando lo JC Modugno ebbe la meglio sul gruppo Bernalda Bianconera. Segno questo che tutti vengono ad Andria per cercare di portare a casa la coppa più importante! Ma in questo caso, solo in questo caso, Vincere non è Importante, l'essenziale è stare tutti assieme nel ricordo di un caro amico Lorenzo Lomuscio, che siamo certi da lassù sarà sempre più orgoglioso di tutti noi! Grazie a tutti coloro che ci hanno manifestato attestati di stima per questa iniziativa.
JC ANDRIA....NON FINIRA' MAI DI STUPIRVI!
 

 
 
FESTA DELLA BIRRA
 
Venerdì 7 giugno al pomeriggio, sul terrazzo del B & B Intramuros nel centro storico di Andria, si è tenuta una autentica FESTA DELLA BIRRA. In un pomeriggio assolato e assolutamente piacevole una festa a suon di birre (circa una cinquantina) ha salutato l'arrivo in città degli otto simpaticissimi ragazzi ungheresi. Davvero una due giorni super intensa, quella trascorsa in compagnia di questi straordinari ragazzi e conclusasi con una mega cena, sabato sera, alla Pizzeria Non Solo Pizza Sveva in Via Vaglio, dove l'intera comitiva (noi + loro) si è fatta osservare e non poco per la goliardia, il "chiasso", i tanti cori che hanno attirato l'attenzione dei tavoli vicini e non solo! Terminata la cena, il tasso alcolemico in ognuno di noi era a livelli super.....ma non contenti ci siamo riversati in un vicino bar, per brindare ancora con altri cocktail a suggello di una grande amicizia nata. Adesso toccherà ai nostri ragazzi raggiungere Budapest per ricambiare della loro visita...chiedere a Salvatore Lomuscio informazioni sul viaggio....Lui Budapest la raggiungerebbe anche a piedi.....ah ah ah ah ah ah! La serata del sabato si è poi conclusa con l'intervento dei Carabinieri in Piazza Municipio....che ridere....e pensare che eravamo tutti a piedi....dopo i controlli di rito e le spiegazioni del grande Segretario Fabio....barcollante ma lucido al "punto giusto"....tutto è rientrato! 
Torno a casa senza voce...mi domandano perchè...il motivo è molto semplice....ho cantato per la Juve....La La La La La....questo il coro più gettonato della serata!
JC ANDRIA & R.U.J.....TANTA ROBA! 
p.s. molti si meravigliavano nel sentire che ragazzi di Budapest tifassero in modo così incredibile per la Juve. Questo a dimostrazione del fatto che la Juve è la Juve....un amore immenso che solo chi come noi la segue assiduamente potrà comprendere...gli altri potranno solo rosicare!

 

 
 
ANTONIO ED ELISABETTA SPOSI
 
Oggi 10 giugno 2013, nella Parrocchia dei Santi Angeli Custodi a Torino, Antonio Conte e Elisabetta Muscarello, compagna storica del Mister (nella foto in campo, durante i festeggiamenti per il 31° scudetto, in compagnia della loro figlia Vittoria), convolano a nozze per sancire "ufficialmente" la loro lunga storia d'amore, che dura oramai da tantissimi anni. Alla Signora Conte, donna molto riservata è sobria, al nostro Grande Mister e alla loro piccola figlioletta Vittoria, frutto del loro amore, auguriamo tutto il bene possibile e soprattutto tanta serenità. A te grande Mister giungano le nostre felicitazioni per quest'altro stupendo ed importante traguardo della tua vita. Sentiamo soltanto di dirti, rilassati è goditi questo straordinario giorno è le meritatissime vacanze, stacca più che puoi la spina dal mondo del calcio, rigenerati il più possibile perchè alla ripresa ci aspetta un altra stagione di fuoco, un altra stagione che tutti noi, come te, vogliamo vivere da assoluti protagonisti! 
AUGURI ANTONIO, AUGURI ELISABETTA, AUGURI PICCOLA VITTORIA, idealmente brindiamo con Voi!
Il Presidente e Soci tutti dello Juventus Club Andria.
 

 
 
MEMORIAL LOMUSCIO: PRESENTAZIONE DEL LIBRO & R.U.J.
 
Come vi avevamo preannunciato, nell'ambito delle iniziative per la 6^ Edizione del Memorial di calcio "Lorenzo Lomuscio" era prevista, presso la sede dello Juventus Club Trani, la presentazione del libro "InCONTEntabili" dell'autore, un avvocato barese, Roberto Savino, simpaticissimo e soprattutto "juventinissimo"! E' stata una bellissima serata, quella trascorsa a Trani in compagnia dei nostri "storici" amici del club tranese. Il Memorial a dir la verità è per noi iniziato ufficialmente già da giovedì sera, con l'arrivo a Napoli Capodichino, verso le 21,30, degli otto ragazzi del Gruppo Ungherese R.U.J, prelevati, da Salvatore Lomuscio, con un pullmino fornitoci gentilmente dall'Oratorio Salesiano di Andria (un grazie a Don Mimmo). A mezzanotte la truppa è giunta nella nostra città, per dirigersi subito presso la struttura ricettiva, dove gli abbiamo ospitati, INTRAMUROS del nostro socio Pierpaolo Marchio che gli attendeva in Piazza Municipio. Prima di andare a nanna, nonostante l'ora già tarda, la comitiva ha subito effettuato una prima bevuta di immancabili birre! Il venerdì è ufficialmente iniziato con il saluto del nostro Presidente e del Segretario Fabio con il socio Franco Guadagno presso il Bar Farinelli (di un altro nostro socio, Ezio), con una abbondante colazione. Poi accompagnati presso l'Ufficio IAT del Comune di Andria hanno ricevuto guide e materiale turistico della Città di Andria, che hanno visitato nella mattinata, apprezzandone molto la nuova veste della Villa Comunale. Poi pranzo veloce accompagnato da tante birre è da tanto sole preso sulla terrazza del B & B dove alloggiavano. Alla sera appuntamento alle 20,00 per tutti in Piazza Municipio per dirigersi alla presentazione del libro. Oltre trenta soci (grazie di cuore ragazzi) del nostro club hanno risposto presenti all'iniziativa, salutando i ragazzi ungheresi e formando un bel corteo di auto, direzione Trani. Giunti alla sede dello Juve Club di Trani veniamo accolti dal Presidente Alessandro Giangualano, da altri componenti del direttivo tranese e dall'autore del libro Savino. Inizia la presentazione con i saluti dei Presidenti dei due club che ricordano l'amico Lorenzo Lomuscio è salutano, dandone un caloroso benvenuto agli amici del Gruppo Ragazzi Ungheresi Juventus, capitanati dal grandissimo BLAS. Poi la parola passa all'autore del libro, Roberto Savino, che presenta i suoi precedenti libri per poi agganciarsi al nuovo libro, nel quale alla pagina 200 è raccontata una vecchia trasferta del nostro club, una delle primissime del lontano 2003 per poi collegarsi alla trasferta di quest'anno nel derby contro il Toro al Comunale, raccontata da Giuliano Zefferino. Un altro passaggio importante per il nostro club, aver ricevuto l'onore di essere presenti su questo splendido libro, che invitiamo tutti ad acquistare. La sala nel frattempo si riempie sempre più, si assiste alla proiezione di tre splendidi video preparati dall'autore per poi giungere al momento conviviale: il buffet con taglio della torta (nella foto Giangualano Presidente dello JC TRANI, Savino al centro, autore del libro e Nicolamarino a destra, nostro Presidente). Brindisi tra tutti i presenti è una promessa da parte dell'autore...."la storia non finisce di certo qui..." perchè altri capitoli devono essere ancora scritti è come recitava un enorme striscione preparato dagli amici di Trani è affisso all'esterno del club: CHI VINCE SCRIVE LA STORIA...GLI ALTRI LA LEGGONO..."
Verso le 23,30 facciamo rientro ad Andria, dandoci tutti appuntamento nella centralissima Viale Roma, dove parcheggiate le auto ci dirigiamo con i ragazzi ungheresi in una birreria del centro storico per effettuare un altra bevuta tutti assieme. Poi a nanna, la stanchezza inizia a farsi sentire. Al sabato mattina, dopo colazione, i ragazzi ungheresi raggiungono la sede del nostro club, dove i nostri ragazzi sono intenti sotto le direttive del Presidente e del Segretario a sistemare le ultime cose da portare presso la struttura sportiva. Il DJ Mimmo Mosca effettua le prove per la musica e l'audio. Nel frattempo si gioca a calciobalilla ed immancabile giro di birre, offerte dal Presidente Francesco! Gli ungheresi ci donano un poster collage di tutte le foto scattate assieme nelle varie trasferte di quest'ultima stagione. Noi doniamo loro le nostre maglie celebrative dello scudetto, che loro subito indossano. Poi passeggiata in centro città, visita al piccolo nostro Museum in Via Firenze dall'amico Franco Tesse che dona vecchi cimeli della Juve agli amici "ungheresi" per poi recarsi a pranzo alla 12,30. Un pasto che doveva essere leggero...per poter giocare tutti al meglio...ma che come al solito è stato bello abbondante. Prima di un rapido riposino, tutti al Bar Bellavita Caffè di un altro nostro socio, per caffè e mononocella! Mentre lasciamo riposare gli amici ungheresi per un oretta e mezza, noi tutti ci ritroviamo al club per caricare le auto del materiale necessario. Poi appuntamento con i ragazzi di Trani e Modugno per raggiungere tutti assieme la struttura sportiva "MIKY" anche questa di un altro nostro associato, Nicola. Ma ci fermiamo qui nei racconti, perchè nei prossimi articoli vi descriveremo le vicende del torneo. Possiamo soltanto anticiparvi che è stato vinto ai calci di rigore (4-4 nei sessanta minuti di gioco e 10-9 dopo i rigori) dalla nostra formazione contro i Ragazzi Ungheresi, autentica rivelazione del torneo. Appena pronte le foto vi descriveremo e dettaglieremo al meglio tutti i momenti clou di questa "spettacolare" edizione che ha sancito in maniera del tutto definitiva un altra grande amicizia: quella con i ragazzi juventini di Budapest!
SEMPRE PIU' ORGOGLIOSI DI NOI! JC ANDRIA....LA STORIA CONTINUA....LA FESTA NON FINISCE MAI!   
 

 
 
LORENZO E' SEMPRE TRA NOI!
 
Da sei anni siamo senza del nostro caro amico Lorenzo è puntualmente come avviene in tutte le nostre attività, il suo ricordo è sempre vivo nei cuori e nelle menti di ognuno di noi. Non sono passati nemmeno tre giorni dalla splendida festa che ha aperto i festeggiamenti del decennale che già ci rituffiamo in quest'altra nostra puntuale attività. Sempre operativi noi, mai in vacanza, perchè il club lo viviamo in tutti i giorni dell'anno, a 360 gradi. Da giovedì sera, tra l'altro, arrivano ad Andria i ragazzi del Gruppo Ungheresi Juventus (R.U.J.) oramai nostri storici amici con i quali condividiamo km e km al seguito della Juve in ogni stadio d'Italia e d'Europa. Saranno loro la principale attrattiva di questa sesta edizione. E' da lodare che 8 ragazzi di Budapest e dintorni facciamo così tanti km. in segno di amicicia, vera e soprattutto per onorare la memoria di un nostro amico! Ma l'evento inizierà già dal venerdi 7 giugno, in quanto gli amici dello JUVENTUS CLUB TRANI "A. Del Piero", hanno organizzato per le ore 20,00 presso la loro sede, sita a Trani in VIA CILEA n. 66, in anteprima, la presentazione del libro "InCONTEntabili" alla presenza dell'autore barese Roberto Savino e del giornalista di TeleBari e inviato Sky per la Puglia, Enzo Tamborra che farà da introduzione alla serata. Nel libro vi è anche un passaggio che parla del nostro club, di una trasferta, quella di Napoli, con la "T" maiuscola, raccontata dal nostro socio e consigliere Giuliano Zefferino. Insomma un altro evento importante quello che ci vedrà protagonisti assieme allo JC TRANI, nella loro accogliente sede, venerdì sera. Inutile dirvi che dovremo essere presenti in massa, che dovremo affollare la sede del club, riempiendo ogni mq. disponibile. Organizziamoci con le auto in modo tale da poter portare anche gli otto ragazzi ungheresi, capeggiati dal mitico BLAS. Seguirà a conclusione della presentazione del libro, un buffet che gli amici dello JC TRANI offriranno a tutti coloro che interverranno. Pertanto nessun impegno per venerdì, tutti dovrete essere presenti a questo appuntamento. Sabato 8 giugno invece, alle ore 16,30 presso il Centro Sportivo Miky in contrada Sant'Agostino ad Andria in zona boschetto avrà inizio il quadrangolare di calcio a sette tra le rappresentative dello JC ANDRIA, JC MODUGNO e JC TRANI oltre al GRUPPO RAGAZZI UNGHERESI JUVENTUS. Si partirà con due semifinali con sorteggio che sarà effettuato direttamente in loco tra i quattro capitani delle formazioni. Due tempi da trenta minuti decreteranno chi poi si dovrà aggiudicare la sesta edizione del Memorial Lorenzo Lomuscio. La nostra squadra è detentrice del trofeo ed ovviamente cercheremo in tutti i modi di difendere il trofeo. Si disputerà ovviamente anche la finale per il 3° posto. Anche per quest'altro appuntamento vi vogliamo presenti in buon numero presso il Centro Sportivo. Alla sera chi vorrà aggregarsi poi con noi per la pizza con gli amici ungheresi devo farcelo sapere per tempo. Fiumi di birra scorreranno per rinsaldare questo rapporto di amicizia con loro. Sarà un'altra due giorni indimenticabile, come tutte le nostre attività, perchè noi siamo come una grande famiglia, più stiamo insieme è meglio stiamo!
Salutiamo anche tutti gli amici che hanno cercato in ogni modo di poterci raggiungere ma per altri impegni non sono più riusciti ad organizzarsi. Il semplice fatto che abbiate come sempre preso in considerazione la possibilità di venire qui ad Andria, ci inorgoglisce tantissimo: TRADIZIONE - ANTICHI VALORI, GRUPPO AOSTA, GRUPPO BASSA VALLE, JUVENTUS CLUB ANZIO NETTUNO.
Lorenzo tutto questo lo facciamo per te, per Salvatore tuo figlio, per la tua splendida famiglia, sappiamo che da lassù ci guardi e ci proteggi! NON MOLLEREMO MAI!
LORENZO SEMPRE PRESENTE!
JC ANDRIA, DIECI ANNI DI PASSIONE E FORTI EMOZIONI.
 

 
 
LA TORTA PER I NOSTRI DIECI ANNI
 
A dir poco spettacolare la torta che la direzione della Discoteca Lampara Club di Trani, ci ha realizzato per festeggiare al meglio i nostri primi dieci anni! Siamo rimasti tutti stupiti quando l'abbiamo vista uscire. All'1,30 della notte è arrivata in pista accolta con stupore da tutti i trecento soci. Sentiamo di ringraziare il titolare del locale, Tonio Di Lollo, per questo splendido regalo. Del resto lui ci ha confidato al termine della festa, che mai avrebbe potuto immaginare un club così organizzato come il nostro. A tagliare la torta Francesco Nicolamarino, Stefano Tacconi e Claudio Zuliani, tra gli applausi scroscianti di tutti i presenti e i fuochi d'artificio che in contemporanea dal tetto del locale venivano accesi. Abbiamo ricevuto gli sms di congratulazioni da parte di Tacconi e Zuliani che a distanza di due giorni hanno voluto complimentarsi con il nostro club per la splendida organizzazione. Ancora oggi continuiamo a ricevere messaggi di ringraziamento da parte di Voi soci per quello che siamo stati capaci di regalarVi. 
Nei prossimi giorni continueremo a pubblicare foto dei momenti più salienti della serata, man mano che le riceviamo da parte vostra. 
JC ANDRIA non finirà mai di stupirVi. 
TANTI FATTI....POCHE PAROLE.
 

 
 
TACCONI E ZULIANI NEL NOSTRO CLUB
 
Ecco immortalato il momento in cui Claudio Zuliani e Stefano Tacconi, sono stati in visita alla sede del nostro club. Tacconi, in particolar modo, ha avuto parole di elogio nei nostri confronti per la "spettacolare" sede, così da lui definita. La visita alla sede è avvenuta subito dopo l'autentico "bagno di folla" che i due nostri ospiti hanno ricevuto in pieno centro ad Andria, quando tifosi juventini e non hanno potuto fermarsi a parlare con loro, tra Corso Cavour e Viale Crispi. Tante fotografie scattate e autografi firmati. Poi nella sede assieme a parte del gruppo dirigente del nostro club, con i figli di Fabio entrati nelle simpatie di Zuliani che ha promesso un saluto speciale per loro, nella prossima sua apparizione sull'emittente 7 Gold. 
E' stata una due giorni davvero indimenticabile! Tutto è andato alla grande!
ORGOGLIOSI DI NOI!
JC ANDRIA....non finirà mai di stupirvi!
5 MAGGIO FESTA NAZIONALE! AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH.....quanto cazzo stiamo ancora godendo....come dei maiali.....ah ah ah ah ah ah ah ah ah!
 

 
 
UN DECENNALE INDIMENTICABILE
 
La cosa più bella di questa "grandissima festa"? Vedere tutti i soci uscire dalla discoteca e complimentarsi su tutta l'organizzazione, ricevere sms gratificanti, incontrare sabato mattina diversi soci per strada che ti fermano è ti dicono: "complimenti per quello che siete riusciti ad organizzare...è un club Number One". Credeteci siamo ultra-soddisfatti per quello che siamo riusciti a mettere in piedi. Mai avremmo pensato e forse minimamente immaginato, dieci anni fa, di riuscire a raggiungere questo importantissimo traguardo e soprattutto festeggiarlo in questo modo. IN GRANDE STILE! E' andato tutto alla perfezione, abbiamo lavorato intensamente su questa festa sin dallo scorso 5 maggio (festa nazionale). Una giornata iniziata prestissimo per molti di noi. Ognuno con il suo compito da svolgere, ognuno indaffarato nell'occuparsi di una particolare cosa, tutti con un unico obiettivo: rendere indimenticabile l'apertura dei festeggiamenti per il nostro DECENNALE. Ci siamo riusciti! Mentre il Presidente con Nicola Pisani si recavano alla Lampara per l'ultimo sopralluogo, Fabio e Giuseppe Cavaliere si recavano a Bari per prendere in aeroporto i nostri ospiti: CLAUDIO ZULIANI e STEFANO TACCONI. Con Claudio è stato un ritrovarsi con Stefano una "piacevole" conoscenza. In auto si scherzava, si ricordavano i tempi della Juve di Tacconi. Giunti ad Andria, subito al ristorante, TERRA, dove ad attendere gli ospiti, c'erano Francesco Nicolamarino, Nicola Pisani e Massimo Matera oltre ai titolari nostri soci, Flavio Civita e Sabino Miccoli che ringraziamo per l'ottimo pranzo preparato dallo chef della casa. Nel corso del pranzo tanti i momenti di "allegria" con Stefano Tacconi autentico "mattatore". Davvero una persona di compagnia, davvero un "grande personaggio" che ha gustato e non poco.....l'ottimo vino NERO DI TROIA della nostra città. Del resto con noi è andato a nozze: VINO & JUVENTUS il connubio perfetto. Alla fine del pranzo il titolare ci ha detto: ma arriverete a questa sera????? 
Si va in albergo???? ma che....si passa prima da un bar per un ottimo caffè e un bicchierino di cognac! Poi Tacconi e Zuliani vengono "finalmente" lasciati riposare. Alle 19, passeggiata per le vie del centro con i due ospiti che per raggiungere un bar in Viale Crispi, impiegano quasi mezz'ora per le tante persone che si fermano a salutarli, a richiedere autografi e fotografie. Disponibilissimi e soprattutto con il "Tacco" sempre più carico. Un bicchierino ancora al bar è saluto casuale con il Sindaco di Andria in Viale Crispi. Tanta gente intorno, mentre Giorgino, Tacconi e Zuliani con il Presidente, si intrattengono a chiacchierare come dei buoni "vecchi amici". Poi altro incontro causale di Tacconi con Saverio Montingelli, giornalista RAI. Stefano fa: "o ma che cazzo ci fai qui ad Andria".....Saverio gli risponde: io? piuttosto tu che ci fai qui nella mia città.....Il Tacco sorpreso si gira è ci fa...ma perchè lui è "andrisano"...????? A stento, grazie all'aiuto dei nostri body guard, riusciamo finalmente a raggiungere la sede del Club per mostrare agli ospiti la "nostra casa bianconera". Per Zuliani era un piacevole ritorno, ma per Tacconi una piacevole sorpresa: infatti appena dentro dice: "ma quanto grande è....ma è uno spettacolo" Si sofferma a guardare le foto dei suoi anni, poi la consegna delle nostre t-shirt, è via verso un altro importante appuntamento: l'inaugurazione della Mostra Temporanea sulla storia degli ultimi settant'anni della Juventus in Via Firenze 39. Taglio del nastro alla presenza di quasi un centinaio di soci e sportivi in genere. Tacconi e Zuliani sorpresi di tutto il materiale presente nella mostra. Il proprietario e collezionista del tutto, il Sig. Franco Tesse mostra a Tacconi dei reperti dei suoi anni, materiale che nemmeno il portierone bianconero degli anni ottanta e novanta possiede. Alle 20,45 si parte tutti per la LAMPARA. Operazioni d'ingresso in sala, ordinate è senza alcun problema, steward e hostess accolgono tutti i nostri soci, accompagnadoli sino ai tavoli a loro assegnati. Parcheggio privato predisposto all'esterno, totem pubblicitari dell'evento posizionati subito all'esterno, insomma tutto curato nei minimi particolari. Ma il vero colpo d'occhio era l'allestimento della sala, una scenografia "magnifica", tante bandiere, lo storico striscione del primo club, tovagliati raffinati, addobbi floreali sui tavoli e nella sala, una LAMPARA praticamente a forti tinte BIANCO, NERE, con la musica di sottofondo ad accogliere tutti i trecento partecipanti! Sala esaurita! 
Arriva anche il Sindaco Giorgino, arriva anche l'Onorevole Fucci, arriva anche la rappresentanza dei nostri amici dello Juventus Club Trani (in dieci), arrivano anche le telecamere di TELENORBA con il giornalista Di Benedetto che si complimenta per tutto. Tacconi come tutte le star che si rispettino, viene portato a cena presso un altro ristorante nell'attesa che in Discoteca sia tutto pronto per dare il via alla magica NOTTE. Sale sul palco il Presidente, che saluta tutti, introduce con una breve relazione sul club è presenta l'amico CLAUDIO ZULIANI, conduttore della serata. Spettacolo, il Presidente che duetta con Zuliani. Tutti applaudono. Poi viene annunciato l'ingresso in sala di Stefano Tacconi (nella foto il momento iniziale), tutti in piedi, lui arriva è si complimenta su tutto ma soprattutto per la bella gente, parla per dieci minuti, invita tutti a cantare con lui, scherza, racconta aneddoti con il Presidentissimo dell'epoca Giampiero Boniperti,  è poi da il via alla cena prestandosi a tante foto ricordo e a tantissimi autografi. Letteralmente assalito! Che dire della cena? una cena completissima e squisitissima, del valore di almeno 40 euro. Apprezzata da tutti è pagata semplicemente 31 euro quanto i nostri scudetti. Del resto il 31 maggio quanto potevamo far pagare una cena ai nostri soci? Un grazie di cuore a Tonio Di Lollo, titolare della Lampara. Musica dal vivo con la band dei Dance Scratch, una esibizione strabiliante, si beve tantissimo in molti tavoli, ben 21 quelli allestiti, stile matrimonio. La temperatura inizia a salire, si inizia a ballare, poi Tacconi, che beve forse più di noi, si esibisce con la cantante del gruppo, sfoderando una prestazione canora davvero simpaticissima che rende ancor più particolare la serata. Zuliani con il microfono in mano diventa sempre più Dj trascinatore. Poi il ricordo sulle vittime dell'Heysel  e l'atmosfera si fa più cupa, con Tacconi che ricorda quel giorno e le sensazioni vissute. Poi viene proiettato il video sui dieci anni del nostro club, da urlo, quello che Giuseppe Leonetti è riuscito a fare, Tacconi e Zuliani guardano con ammirazione complimentandosi a più riprese con quello che il nostro club fa e per la presenza costante al seguito della Juve. La cena prosegue, si arriva alle sorprese finali, ci sono due compleanni a sorpresa da festeggiare:  quello di Andrea Leonetti (53 anni) e Dina Scarcelli (40 anni), moglie del socio Mimmo Strippoli, festeggiati con tutti i soci, a loro insaputa. Entrano le torte in sala. L'atmosfera si fa ancor più bella, sembriamo proprio una grandissima famiglia. Ma ecco il clou della serata: è il momento della torta dei dieci anni che entra in sala con lo stendardo ANDRIA PRESENTE, accolto come una star, dal tetto della lampara partono in contemporanea i fuochi d'artificio, tutti con il naso all'insù, con Fabio, il segretario condottiero, che parla a cuore aperto, racconta le origini è con orgoglio dice: OGGI SIAMO UNA GRANDE REALTA'. AL MIO VIA...."SCATENATE L'INFERNO....AUGURI JUVENTUS CLUB ANDRIA!" Poi arriva il momento "caliente", l'esibizione di una stupenda ballerina brasiliana. Delirio allo stato puro. Tacconi balla con lei. Poi terminata la cena, verso l'1,30, parte la discoteca, tutti in pista a ballare sino alle tre della notte. 
Tutti si scatenano, adulti e ragazzi, il popolo dello JC ANDRIA non vuole proprio più fermarsi. L'atmosfera è coinvolgente, impossibile non farsi travolgere dall'entusiasmo dei ragazzi che viaggia sempre in trasferta. Tutti assieme fanno paura! Salgono sui cubi, Vincenzo scatenato resta soltanto con gli slip! 
Fabio osserva con il Presidente in un angolino è sono visibilmente soddisfatti, sprizzano gioia da tutti i pori, ad un certo punto si abbracciano: è il segnale che qualcosa di grandioso è stato organizzato. Con Salvatore Lomuscio si ricordano le origini, i primi viaggi al seguito della Juve. Emozioni a non finire. Alle tre si chiude la meravigliosa serata. Si torna a casa soddisfatti è sempre più orgogliosi di far parte di questa splendida realtà chiamata: JUVENTUS CLUB ANDRIA. Tacconi e Zuliani sono distrutti! Sabato mattina il Tacco ci lascia a primissima ora, mentre con Zuliani si passeggia nuovamente per le vie del centro, si va a fare colazione al Bar Farinelli, bar bianconero, poi aperitivo in un altro dei nostri bar al Bar Fantasy. Zuliani lascia quasi "commosso" per l'ospitalità ricevuta, la nostra città. Stringe un rapporto bellissimo con il figlio di Fabio, Lorenzo, definito "futuro ultrà"! 
Adesso lasciateci riposare un paio di giorni, ne abbiamo bisogno, ma da lunedì tutti al lavoro per il MEMORIAL LOMUSCIO, sesta edizione. Arrivano gli amici del Gruppo RAGAZZI UNGHERESI JUVENTUS, sin dal giovedì. Sabato 8 giugno infatti si scenderà in campo al Centro Sportivo Michy in Via Vecchia Spinazzola. Quadrangolare con gli amici dello Juventus Club Trani e Juventus Club Modugno. Venerdì sera alle 20,30 presentazione presso la sede dello JC TRANI del libro INCONTENTABILI dell'autore Roberto Savino in cui si parla anche del nostro club. Insomma un altro weekend all'insegna della juventinità pura. Molti ci dicono: ma come fate?? dove trovate tutte queste energie? noi vi rispondiamo...INUTILE SPIEGARLO...NON LO CAPIRESTE MAI...
NOI SIAMO LO JUVENTUS CLUB ANDRIA! 
DIECI ANNI DI PASSIONE E FORTI EMOZIONI!
 

 
 
QUI E' TUTTO BUIO
 
(Poesia scritta da Alessandro Polimanti e dedicata ad Andrea Casula, bambino sardo, il più piccolo delle trentanove vittime, tra le quali anche il papà, della tragedia dello Stadio Heysel, che nel 1985 aveva solo 11 anni) 
Cavolo che fortuna, papà ha trovato i biglietti per la finale di Coppa dei Campioni...
e me ne ha regalato uno per il mio 11° compleanno...
Non vedo l’ora che si parta, già mi immagino lo stadio pieno, i cori  e le maglie bianconere che scendono in campo...
Finalmente vedrò Tacconi, Cabrini, il Capitano Scirea e poi lui…
le Roi, il Re… Michel Platini... che emozione.
Papà mi ha raccontato che l’ultima volta non è andata bene…
che quelli dell’Amburgo erano entrati più volitivi
e alla fine la coppa l’hanno presa loro…
Spero non sia così anche stavolta… anzi no… non sarà così stavolta, me lo sento…anche se sono un bambino, se ho solo 11 anni, certe cose non hanno età.
Finalmente si parte, il viaggio è lungo, ma non ci si annoia mai
tra scherzi, barzellette, e i cori per la nostra Juventus... che spasso.
Eccoci !!!  Siamo arrivati...stanchi ma senza essere stanchi davvero, perchè  l’emozione mi tiene sveglio... saranno 15 ore che non dormo…
Mamma mia che brutto lo stadio... sembra una rovina dell’antica Roma…e quanti poliziotti a cavallo…
dicono che il nostro settore, lo zeta, è vicino agli inglesi…
dicono che questi hooligans sono pericolosi che bevono…
Ma io non ho paura, no… ho con me il mio Papà...non può succedermi niente.….e poi io e il mio papà, per fortuna, siamo dall’altra parte…
Evvai… da qui vedo benissimo il campo...ma quando inizia?
Sono già stufo di aspettare… dai che ormai manca poco…
E ora che succede ????
Perchè quegli inglesi stanno prendendo a calci le reti ??
E perchè ci tirano addosso di tutto ???
Che non vedono che qui ci sono solo famiglie e gente tranquilla ????
Oh… ma che spingete ???
Fermi, fermi… qua c’e’ il muro… non posso andare più in là…
Papà, ti prego fa qualcosa…
Papà mi stringe a sè... cerca di proteggermi…
di farmi da scudo col suo corpo… uff, non riesco a respirare…
Basta !!! Smettetela di spingere….fate piano…
SONO UN BAMBINO IO!!!
…………….
Finalmente... è finito tutto…..sembrano tutti calmi, ora…
C’è silenzio… tanto… e intorno a me è rimasta solo poca gente…
...saremo una quarantina… compresi me e papà...
1, 2, 3……39…..ma tutti gli altri dove sono ????
E la confusione di prima ???
E lo stadio ???
Ora sto meglio…..ma non vedo più niente…
…...qui è tutto buio………
Abbiamo voluto ricordare questo triste anniversario, il ventottesimo dalla terribile tragedia del 1985, dove persero la vita 39 tifosi bianconeri, i nostri angeli protettori, con questa splendida poesia scritta da un tifoso juventino in ricordo del piccolo Andrea e del suo papà Giovanni! Chiunque sia un vero tifoso, di qualsiasi squadra, non un qua-qua-ra-qua come tanti in giro, dovrebbe, dopo aver letto questa poesia, aver avuto un magone allo stomaco, aver trattenuto a stento delle lacrime. Chiunque è padre di un figlio avrà compreso il senso, altri "forse" no! Quando alcuni "bastardi", di tifoserie di merda si sono permessi il lusso di scrivere striscioni o intonare cori a favore della tragedia dell'Heysel, bene questi luridi ed infami personaggi dovrebbero solo vergognarsi di esistere sulla faccia della terra. Dedicato anche a tutti coloro che si continuano a chiedere perchè tifiamo Juve, perchè tifiamo per una squadra del Nord, perchè ne siamo così orgogliosi: bene la nostra risposta sta tutta in questo articolo: 
LO FACCIAMO SOPRATTUTTO PER LORO. 
Queste tragedie non devono mai più accadere!    
ENGLISH ANIMALS
 

 
 
ANDRIA HA IL SUO JUVENTUS MUSEUM
 

Vi avevamo preannunciato una serie di sorprese ed iniziative varie che andranno a caratterizzare i festeggiamenti per il primo decennale dello Juventus Club Andria. Una delle sorprese sarà l'inaugurazione di un Museo sulla storia della Juventus, qui ad Andria, in pieno centro. Ebbene si, avete capito non bene, più che bene! Anche nella Città di Andria ci sarà, anche se in maniera temporanea, una Mostra Museo di oggetti e documenti che ripercorrono gli ultimi sessant'anni della gloriosa storia della Signora del Calcio Italiano. Tutto ciò è stato possibile grazie all'amore, alla passione e competenza di un tifoso storico della Juventus: Franco Tesse, che di professione fa il parrucchiere, ma che ha sempre avuto l'hobby di collezionare tutto ciò che fosse legato alla nostra Juventus. Per la primissima volta e grazie alla collaborazione del nostro club, tutti questi reperti saranno esposti in maniera organica, sviluppando un percorso finalizzato alla comprensione delle ragioni storico sociali , che hanno indotto alla formazione del MITO JUVENTUS. Pertanto cari soci e simpatizzanti juventini, prima di recarci alla nostra grande festa per i dieci anni di vita del Club, siete tutti invitati all'inaugurazione della Mostra, che si terrà Venerdì 31 Maggio, alle ore 20,00 in Via Firenze n. 39.

Saranno presenti al taglio del nastro Claudio Zuliani e Stefano Tacconi.

Mancano intanto soltanto pochi giorni al grande evento che abbiamo organizzato alla LAMPARA. Tutto è prontissimo, non vediamo già l'ora che arrivi quella serata.

......MA LE SOPRESE NON FINIRANNO DI CERTO QUI......PERCHE' LO JUVENTUS CLUB ANDRIA NON FINIRA' MAI DI STUPIRVI.

DIECI ANNI DI PASSIONE E FORTI EMOZIONI
 

 
 
GLI OCCHIALI DEI CAMPIONI D'ITALIA
 

TRIBUTE TO JUVENTUS. In esclusiva ad Andria, presso l'Ottica PUNTO DI VISTA, del nostro socio Sebastiano Carlucci, potrete trovare i nuovissimi modelli degli occhiali da sole, griffati ITALIA INDEPENDENT, celebrativi dello scudetto n. 31 vinto dalla JUVENTUS il 5 Maggio scorso (....festa nazionale....). I modelli come detto sono due, uno è quello maculato, raffigurato nella foto dell'articolo, l'altro è a fondo nero con piccole striscioline bianche in verticale. Due modelli originali e soprattutto molto belli, che ogni vero tifoso juventino dovrà avere. Il modello maculato, è quello che i giocatori juventini hanno "indossato" in campo, subito dopo il triplice fischio finale della gara contro il Palermo, che ha sancito la conquista del tricolore. L'Ottica Punto di Vista vi aspetta presso i suoi due punti vendita, uno sito in Corso Cavour n. 133/B (tel. 0883.556080), l'altro in Via Salvator Rosa n. 67 (tel. 0883.563881). A tutti i soci che si recheranno presso i punti vendita dell'Ottica Punto di Vista, sarà praticato sugli occhiali da sole dei Campioni d'Italia, uno sconto del 20%, previa esibizione della propria tessera stagione 2012/2013 mentre su altre montature ed altri acquisti il 30% di sconto. Provare per credere! I CAMPIONI D'ITALIA SI RICONOSCONO ANCHE DAGLI OCCHIALI! Che aspettate soci e simpatizzanti juventini, corriamo ad acquistarli!

> JC ANDRIA a sostegno della attività commerciali amiche e soprattutto bianconere!
 

 
 
VICINI ALLA TIFOSERIA BRESCIANA
 

Questa mattina ci siamo svegliati ed abbiamo appreso della terribile tragedia stradale, avvenuta nella notte tra domenica e lunedì. Un pullman di tifosi del Brescia, di rientro dalla trasferta di Livorno, gara valida per i play-off della serie B, è uscito fuori strada ribaltandosi (foto incidente tratta dal sito corrieredellasera.it). Un giovanissimo tifoso, della provincia bresciana, di nome Andrea, di appena 22 anni, ha perso la vita. Nell'incidente diversi i tifosi feriti tra i quali, alcuni in gravi condizioni. Erano quasi arrivati a casa, mancava davvero poco, ma per cause ancora da accertare il mezzo sul quale viaggiava Andrea, all'altezza del casello di Brescia Sud è uscito fuori strada. Davanti a simili tragedie si resta in silenzio, attoniti, senza parole. Per chi come noi, viaggia sempre in ogni partita in tutte le trasferte, in ogni zona d'Italia e d'Europa, sa a quanti rischi si va sempre incontro. Del resto si dice sempre, viaggiare in pullman è uno dei modi più sicuri, ma poi ecco che può sempre accadere! Poteva trovarsi ognuno di noi, ecco perchè sentiamo in questo momento di far sentire nel nostro piccolo, tutta la nostra vicinanza, soprattutto alla famiglia del giovane Andrea, ma anche all'intera tifoseria bresciana e a tutti i gruppi organizzati per questo dolore che gli ha profondamente colpiti. Il vero tifo è anche questo: oltre i colori e le rivalità, vicini ai tifosi e agli ultras bresciani.

ANDREA SARA' SEMPRE PRESENTE in ognuno di NOI. Un abbraccio è un forza ragazzi a tutti i feriti.

DIRETTIVO JUVENTUS CLUB ANDRIA 
 

 
 
IL NOSTRO PRESIDENTE INTERVISTATO DA JUVECENTRAL.IT
 
Da giovedì sera è on-line sul sito www.juvecentral.it, l'intervista che la redazione del noto sito internet bianconero, ha voluto, in esclusiva, realizzare al nostro Presidente Francesco Nicolamarino. Il tutto è nato grazie alla nostra "originale" e divertente iniziativa del "5 MAGGIO FESTA NAZIONALE", con i poster affissi in Città. Iniziativa che non è passata inosservata e che è piaciuta moltissimo, tant'è che la redazione di juvecentral ha da subito contattato la segreteria del nostro club per poter richiedere una intervista, anche in virtù dei festeggiamenti per il nostro decennale. Cliccando su questo link potrete leggere l'intera intervista: http://juvecentral.it/content/esclusiva-francesco-nicolamarino-juve-club-doc-andria-la-compattezza-il-segreto-del-31    
Siamo davvero onorati per aver ricevuto questo grande risalto a livello mediatico nazionale. Questo vuol dire che siamo oramai una realtà consolidata, una bella realtà nel panorama del tifo juventino in Italia. Ringraziamo di cuore la redazione di Juve Central per lo spazio e l'attenzione concessa.
JC ANDRIA, DIECI ANNI DI PASSIONE E FORTI EMOZIONI
 

 
 
FESTA DECENNALE: TUTTO ESAURITO
 
Carissimi soci, l'ennesima dimostrazione che siamo davvero un grande club! In una sola settimana, di pubblicizzazione ufficiale dell'evento, che inaugurerà i festeggiamenti del nostro decennale dalla nascita, ecco che già registriamo il tutto esaurito per la serata che si svolgerà alla DISCOTECA LAMPARA di Trani, venerdì 31 maggio a partire dalle ore 21,00. In trecento festeggeremo alla grandissima i nostri primi dieci anni e il 31° scudetto della nostra Juve! Mai avremmo potuto immaginare un simile risultato, quando dieci anni fa decidemmo, nuovamente, di dar vita qui ad Andria ad uno Juventus Club, ufficialmente riconosciuto dalla Società. Da lunedì 20 maggio e per tutte le sere, dalle ore 19,30 alle ore 21,15, abbiamo iniziato a distribuire i biglietti numerati e nominativi per l'ingresso alla discoteca, soltanto a coloro che erano già inseriti nella lista dei trecento. Ricordiamo che in discoteca si potrà entrare soltanto esibendo il tagliando acquistato appunto in prevendita che non sarà cedibile in quanto all'ingresso il personale alla sicurezza controllerà nome e cognome di tutti, attraverso una apposita lista nominativa. Non saranno ammessi ingressi per la sola serata danzante, dopo cena. Per tutti coloro che al momento sono fuori lista, non possiamo al momento garantire nulla. In ordine di arrivo delle prenotazioni e soltanto in caso di defezioni da parte dei prenotati in lista, potremo procedere con delle sostituzioni. Ci dispiace non poter accontentare tutti, ma per ragioni di posti a sedere per la cena non possiamo sforare il numero delle trecento unità in sala. Inutile dirvi che l'attesa inizia ad essere snervante, non vediamo l'ora di poter dar libero sfogo ai nostri festeggiamenti, tutti assieme in una splendida location, una discoteca che faremo vibrare dall'entusiasmo. Già immaginiamo quando ci riverseremo tutti in pista per ballare a ritmo di musica "underground". Sarà più bello dello scorso anno (a cui si riferisce la foto articolo), quando abbiamo per la prima volta organizzato una serata danzante. Ripetiamo tutto è pronto, Zuliani è stracarico....Tacconi pure, i Dance Scratch ancor di più, mentre i DJ sono già pronti a pompare con la musica.....Non ci resta che attendere...ancora 9 giorni e sarà grande festa, la festa dello JUVENTUS CLUB ANDRIA.
P.S. Sentiamo sin da ora di ringraziare Andrea Barzagli, che con molta probabilità non potrà più essere presente alla nostra festa, causa convocazione anticipata in nazionale. Prandelli avrebbe dovuto effettuare dei pre-test solo per i nuovi, per poi convocare i "big" in un secondo momento, in vista sia della partita di qualificazione ai mondiali che in vista della Confederation Cup. Lui ci aveva preavvisato da subito, tramite i nostri "ganci" e amici in comune (Nicola e Alberto che ringraziamo) su Milano, che si sarebbe potuta verificare questa situazione. Andrea ci aveva dato la sua disponibilità, mostrandosi entusiasta di poter raggiungere la nostra festa è la Puglia, terra di origine della sua compagna. Ci dispiace, ma lo avevamo messo in preventivo.
SIETE PRONTI????? SIETE CARICHI????? NOI PIU' DI VOI........DIECI ANNI DI PASSIONE E FORTI EMOZIONI.   
 

 
 
OLTRE LA VITTORIA
 
Carissimi soci, carissimi lettori di juventusclubandria.it, si è chiuso un altro anno, che ha visto la nostra grande Juventus, trionfare nuovamente, spadroneggiare contro tutto e tutti, concludere il campionato li davanti a tutti! Ancora una volta in tanti stanno rosicando, ancora una volta la JUVENTUS e' CAMPIONE D'ITALIA, per la trentunesima volta nella nostra gloriosa storia! Questo scudetto, lo scudetto della forza, dello strapotere bianconero, sentiamo di dedicarlo a tutti coloro che nell'estate scorsa, dopo la conquista della terza stella, hanno cercato di infangare nuovamente il nome della nostra Juve e del suo condottiero: Antonio Conte. Avevano capito che l'uomo in più di questa Juve era proprio lui, il tecnico salentino. Nel 2006 ci riuscirono con Luciano Moggi, nel 2012, invece, gli stessi detrattori sono tornati ai loro posti con le ossa rotte.....In tanti hanno cavalcato l'onda nell'estate scorsa, per poi ritrovarsi come dei naufraghi in mare aperto. Gli amici di "Pippo Carobbio" (ma che fine avrà fatto quel gran coglione sfigato...), così ci piace definirli, in quei mesi ne dicevano di cotte e di crude.......contro il nostro Mister. Sapevano tutto loro, sapevano come sarebbe andata a finire (parlavano di carriera stroncata...) e soprattutto "speravano" che il nuovo ciclo Juve si fosse già interrotto sul nascere. Ma non avevano fatto i conti con un popolo, quello gobbo, ancora incazzato per la farsa del 2006, con un allenatore, Antonio Conte, che è un duro, con una Società, la Juventus, che non è più quella dell'era Farsopoli, con un Presidente, Andrea Agnelli (nella foto in campo con il mister nei festeggiamenti dello scudetto), che ha saputo al momento giusto, uscire gli artigli e dimostrare a tutti che non era più tempo di provare a scalfire l'immagine della Juve! Questo scudetto, cari detrattori, è frutto anche vostro.....Inconsapevolmente ci avete dato tanta carica e tanta cattiveria, elementi fondamentali che, trasmessi sul campo dai nostri giocatori (un grande gruppo), si sono trasformati in arma letale! 
Come non dedicare però questo scudetto anche a certi allenatori che nell'estate scorsa e anche durante il campionato hanno spesso cullato, inutilmente, il sogno di poter vincere lo scudetto. Noi negli articoli estivi ve lo avevamo detto ed anticipato, avevamo previsto da buoni intenditori, che con quegli allenatori sulle panche delle avversarie, si partiva già con un piede avanti.......altri invece...i soliti.....la Carobbio Band, lodavano il boemo di merda, il bamboccio Straminchione, per non parlare poi di Mazzarri e Allegri. Come è andata a finire???? il primo cacciato a calci in culo anche dalla sua gente che qualche mese prima lo aveva osannato per il ritorno, come se avesse vinto chissà che cosa.....(pensate che il nostro Massimo Carrera, ha vinto più di lui), il secondo dopo qualche "inutile" vittoria iniziale (o forse pensandoci bene più che utile......ma per la salvezza finale...ah ah ah ah), si è ritrovato con un bel -33 sul campo (lo metteranno sulle loro maglie?????) al nono posto in classifica portando i prescritti ai preliminari di Coppa Italia di agosto (chi sputa in cielo tutto in faccia riavrà....). Ma la goduria estrema arriva da Mazzarri e Allegri. I due allenatori di Napoli e Milan sono quelli che maggiormente credevano nel tricolore e soprattutto quello che ci fa maggiormente godere è che entrambi ci hanno sperato sino a un paio di mesi dal termine, per poi definitivamente arrendersi dinnanzi allo strapotere della nostra Juve. Hanno sprecato sia loro che i giornalisti del cavolo...fiumi di parole su due allenatori che non valgono "un pelo" di Antonio Conte. Mazzarri, abituato a vedere con il suo "ex" Presidente tanti, troppi film, ha "giustamente sognato" ad occhi aperti, festeggiando alla fine un "misero" secondo posto a ben meno 9 dalla Juve! Allegri invece, ancora sotto shock per il gol di Muntari della scorsa stagione o forse per il mancato pareggio del Cesena, ha avuto un inizio di stagione da incubo retrocessione, per poi credere addirittura nel primo posto, ma finendo terzi in classifica a meno 15 dalla Juve, con tantissimi aiuti e rischiando seriamente l'estromissione dai "preliminari Champions". Insomma goduria nella goduria vedere gli avversari sotto i nostri piedi arrancare e soprattutto senza progetti seri per il futuro. Noi invece conquistato un campionato, come recita il titolo di questo editoriale conclusivo, si pensa già oltre la vittoria, perchè alla Juve dopo aver conquistato uno scudetto, si pensa già al prossimo da conquistare! Noi non siamo come quelli che si soffermano a pensare sulle vittorie passate...(vittorie si fa per dire....)! Per noi Juventini è già tempo di programmare la prossima stagione. Siamo già proiettati con la mente verso un altro anno da vivere sempre con passione e forti emozioni! L'ultima gara al Marassi di Genova contro la Sampdoria, ha visto la Juventus soccombere per 3-2 contro i doriani. La Samp. si è confermata autentica bestia nera degli ultimi anni. Non riusciamo più a batterli ma soprattutto nemmeno a pareggiare. Come all'andata abbiamo perso dopo essere passati in vantaggio con Quagliarella. Di Giaccherini la rete del definitivo 3-2 finale. Avremmo meritato molto di più in una gara dove si è sbagliato in avanti l'impossibile, poi un rigore inesistente a favore dei doriani, uno sacrosanto non concesso alla Juve, hanno fatto il resto. La Samp. e il Bayern sono le uniche formazioni che la Juve in questa lunghissima stagione non è riuscita a mettere sotto. Nonostante fosse l'ultima trasferta della stagione, oramai insignificante, il settore ospiti era praticamente stracolmo. Noi dopo la decisione della lega, di anticipare la gara al sabato (ennesima presa per il culo a noi veri tifosi), abbiamo deciso di non fare più la trasferta. Non è possibile il martedì, soltanto quattro giorni prima, cambiare i programmi. Un grazie a Salvatore Lomuscio e Pasquale Cipriani, che sarebbero dovuti partire per Genova. Per una questione di "principio" abbiamo deciso di non andarci più! Adesso, in attesa della nostra grande festa per i DIECI ANNI  del Club, ci attende un periodo di meritato riposo, soprattutto mentale. Credeteci vivere tutto un anno con l'ansia di dover organizzare sempre viaggi, ogni tre giorni, con tutti voi che ci chiamate in continuazione per prenotare biglietti, non è assolutamente semplice. Ma ora lo possiamo dire con orgoglio: anche quest'anno ci siamo riusciti alla grande! Adesso, dobbiamo necessariamente ricaricare le pile, per poi ripartire più carichi che mai, verso un' altra stagione di trasferte in Italia e in Europa! 
A luglio ripartiremo con i tesseramenti, vi aspettiamo come sempre numerosi per sostenere il nostro grande club! P.S. Per chi vorrà, stiamo pensando quest'estate di presenziare al ritiro in Valle d'Aosta a Chatillon in compagnia dei nostri amici del Gruppo Tradizione e di Bassa Valle e Aosta. Vi comunicheremo presto le date ed il programma dell'uscita. 
JUVENTUS CLUB ANDRIA, DIECI ANNI DI PASSIONE E FORTI EMOZIONI!  
 

 
 
31 MAGGIO LA GRANDE FESTA SI AVVICINA. STEFANO TACCONI PRESENTE
 
DIECI ANNI DI PASSIONE E FORTI EMOZIONI, come quelle che solo noi dello JC ANDRIA sappiamo regalare a chiunque in tutti questi anni ha deciso di frequentarci, decidendo poi di non lasciarci più! Noi siamo più orgogliosi di voi, consapevoli di aver creato un club spettacolare, un club cresciuto di anno in anno, un club che ha saputo conquistarsi sul campo l'appellativo di GRANDE GRUPPO, un club che oggi può contare sull'amicizia e il rispetto da parti di tanti gruppi della Sud!
Il 31 maggio sarà un grande giorno per noi tifosi juventini di Andria e dintorni, soci e non soci. Venerdì 31 maggio, a partire dalle ore 21,30, daremo ufficialmente il via ai festeggiamenti per il nostro primo DECENNALE dalla nascita! Ma non solo, coglieremo l'occasione per festeggiare ancora il nostro 31° scudetto, per fare nuovamente FESTA NAZIONALE, come il 5 maggio.
Abbiamo noleggiato in esclusiva per la nostra grande serata, la DISCOTECA LAMPARA CLUB ( www.lalampara.com ) a Trani che per quella notte sarà tutta nostra!
Sarà una serata danzante indimenticabile con cena a sedere, musica dal vivo anni 70/80 grazie alla band dei Dance Scratch (www.dancescratch.it), poi con i DJ della Lampara, da mezzanotte si scatenerà l'inferno sulla pista! L'inferno dello JC ANDRIA NIGHTCLUB!
A condurre la serata, a grande richiesta, ci sarà nuovamente lui: il giornalista e telecronista più gobbo di tutti, CLAUDIO ZULIANI, oramai sempre più UNO DI NOI. 
L'ospite d'eccezione che ha accettato il nostro invito sarà: STEFANO TACCONI, grandissimo portiere degli anni 80/90 che detiene il record di portiere che ha vinto in carriera tutte le maggiori competizioni a livello di club in campo europeo ed internazionale. Ma non è tutto, grazie a MARIELLA SCIREA, moglie dell'indimenticabile libero "Mundial" Gaetano Scirea, riusciremo ad avere come ospiti della nostra grande festa, anche CLAUDIO FILIPPI (attuale preparatore portieri della Juventus) vecchia conoscenza del calcio andriese (preparatore dei portieri nella Fidelis Andria di Papadopulo) e udite...udite...ANDREA BARZAGLI il difensore della JUVENTUS.
Insomma ci saranno tutti gli ingredienti giusti per potervi dire che NESSUNO DI VOI DOVRA' ASSOLUTAMENTE MANCARE e chi vorrà dovrà portare la propria moglie/compagna/fidanzata o perchè no....amante..... Soltanto trecento saranno i posti disponibili e potranno parteciparVi soltanto coloro che avranno acquistato in prevendita il tagliando che comprenderà cena e discoteca al costo di 31 euro....insomma tutto a basa di trentuno.....Ad oggi già 150 le prenotazioni pervenute al club.
Ma l'aspetto più importante della serata che merita di essere rimarcato è che la FESTA sarà una grande serata di divertimento allo stato puro.....DISCOTECA a tutti gli effetti per festeggiare alla grandissima i nostri 10 anni e il nostro 31° SCUDETTO!
Il materiale di comunicazione del grande evento è già pronto. Troverete inserzioni pubblicitarie sia sul quotidiano PRIMAPAGINA che sul sito internet ANDRIALIVE.IT. Poi ancora locandine e totem in città annunceranno il grande evento.
La cena vi anticipiamo prevede, con posti a tavola, stile matrimonio, il seguente menù:  
Aperitivi e stuzzichini della casa accompagnati da ottimo prosecco,
Antipasti di terra e di mare
primo piatto
secondo piatto
composta di frutta
torta celebrativa con vino e bevande incluse.
Un grande menù per una grande serata di festa.
Ma questo ripetiamo sarà solo l'evento che aprirà ufficialmente i festeggiamenti del decennale....il resto sarà ancor più bello! 
STIAMO LAVORANDO PER VOI, vi stupiremo come sempre con originalità ed effetti speciali! Seguiranno altri costanti aggiornamenti.
p.s. Tacconi e Zuliani saranno con noi anche in tutto il sabato mattina con i quali faremo un giro per le strade del centro città!
Area Comunicazione JC ANDRIA. 
Per info e prenotazioni: mobile 320 6209445, sede: 0883 1983534, mail: info@juventusclubandria.it
 

 
 
CAMPIONI 31 D'ITALIA
 
E' una festa interminabile quella che noi tifosi juventini stiamo vivendo quest'anno. Una festa iniziata ufficialmente il 5 maggio e che per noi "gobbi" di Andria si concluderà soltanto la notte del 31 maggio, giorno in cui festeggeremo il trentunesimo scudetto della nostra amata JUVENTUS e daremo il via ai festeggiamenti del nostro decennale. Anche sabato pomeriggio si è vissuta un' altra bella giornata all'insegna dell'euforia e della baldoria allo stato puro, sia per i nostri soci partiti per Torino e sia per chi è rimasto al club, dove evidentemente, la sbornia per la conquista di quest'altro titolo non era ancora passata. Andiamo con ordine, i nostri soci sono partiti, una parte con pullmino al venerdi a mezzanotte dalla stazione di Andria, condotti da Francesco Nicolamarino e Vincenzo Quacquarelli. Spettacolare il nostro Presidente alla guida del mezzo portato sino ad Ancona. Poi ci ha pensato Vincenzo a condurre la truppa a Torino, dove sono arrivati intorno alle dieci del mattino. Giornata afosa e caldissima. Ma tantissimi altri soci, sono partiti in aereo al sabato mattina, tra i quali Gianni Zagaria, Tommy Leonetti, Mimmo Canzio, Giancarlo Lorusso, Gino Patano, solo per citarne alcuni. Tra gli occupanti del pullmino da segnalare un altro ragazzo sempre molto attivo per il club, Mirko Zingaro (nuove leve crescono). Ma come non segnalare la presenza di Angelo Marzano, reduce dalla trasferta di Bergamo in settimana. Tutti indossavano rigorosamente le magliettine celebrative dello scudetto predisposte dal nostro club (stanno riscuotendo un enorme successo). Ma c'è chi è partito in auto con la propria famiglia: Andrea Leonetti, immancabile al seguito della nostra Juve. Anche lui come la sua famiglia indossavano la t-shirt del club. Bello vederli tutti nel piazzale della Sud con indosso la splendida ns t-shirt. Entra prima il Presidente con i suoi figli Andrea e Roberto a sistemare lo striscione. Poi tutti gli altri con Vincenzo e Andrea che chiudono la fila, assicurandosi che tutti passino regolarmente i controlli di rito. Appena dentro, la parte giovane si va a posizionare in prima linea dietro lo striscione TRADIZIONE, mentre la parte più anziana dietro lo striscione grosso del club. ANDRIA è PRESENTE....la partita Juventus - Cagliari può avere inizio! 1-1 il finale con rete per la Juve di Mirko Vucinic, record di Capello, volato via, ma che importa, quello che più contava, era alzare al cielo la COPPA SCUDETTO. Il Cagliari si vedeva sin dall'inizio che non era disposto a regalare nulla. La Juve invece ancora in pieno clima di festeggiamenti giocava a ritmi più bassi senza mai premere il piede sull'acceleratore. Dopo la strigliata del Mister negli spogliatoti, riecco la vera Juve, quella capace di prendere a schiaffi l'avversario. Vucinic, come detto pareggia, poi altre occasioni fallite, ma la gara non si schioda dal pareggio. La Sud è uno spettacolo di bandiere, cori e con la solita splendida coreografia iniziale (nella foto dell'articolo) a ricordare a tutti che gli scudetti da NOI VINTI sono 31....NON UNO DI MENO. Arriva il momento tanto atteso. Tutti restano sugli spalti senza invadere il campo. Vengono chiamati ad uno ad uno i giocatori, ma il boato lo si registra quando scende in campo ANTONIO CONTE. Poi Gigi Buffon il nostro capitano alza la coppa al cielo scatenando l'inferno sia sugli spalti che al club, dove i nostri soci erano provvisti di trombe da stadio, creando un effetto sonoro che quasi sembrava di essere allo stadio. Se qualcuno ancora non lo ha capito, da noi si festeggia sempre, ieri, oggi e domani: 5 MAGGIO FESTA NAZIONALE. Poi nuovamente tutti in strada, davanti al club a festeggiare con bandiere e cori! I nostri a Torino si salutavano con coloro che ripartivano in aereo al giorno dopo, lasciando lo stadio soltanto verso le 21,30. Viaggio di ritorno tranquillo, molta stanchezza ma come sempre orgogliosi di aver risposto presenti. Quanti km abbiamo macinato anche quest'anno, pazzesco se solo volessimo fare un calcolo, qualcuno si spaventerebbe! Oh mamma mia, meglio di no, evitiamo quest'altro duro colpo! ah ah ah ah ah! Rientro ad Andria verso le sette del mattino con il nostro Presidente stravolto che ci dicono abbia poi dormito per tutta la domenica....UN PRESIDENTE C'E' SOLO UN PRESIDENTE...UN PRESIDENTE!!!! Adesso manca soltanto un' altra giornata al termine, ma già inizia a subentrare l'angoscia di dover stare tantissime domeniche senza del nostro amore, senza del nostro svago domenicale, senza della nostra trasferta. Come faremo? Una soluzione ci sarebbe: ritroviamoci il martedi e il giovedi al club per non perdere l'abitudine di stare tutti assieme, magari organizzermo un torneo di calcio balilla e magari berremo delle birre per restare sempre allenati.
Siamo noi, siamo noi, I CAMPIONI DELL'ITALIA SIAMO NOI...siamo noi...siamo noi...I CAMPIONI DELL'ITALIA SIAMO NOI!
NOI 31 SUL CAMPO....altri sempre a -33...ma sempre sul campo....Ah ah ah ah ah ah ah...quanto godiamo!
Intanto fervono i preparativi per la nostra grande festa del decennale. Una festa che si preannuncia indimenticabile, per festeggiare un grande club come il nostro formato da GRANDI PERSONE. Già oltre 150 le prenotazioni pervenute al club. Da giovedì saranno pronti anche i biglietti per la serata. Pertanto tutti coloro che sono già in lista possono passare dal club a versare la quota di 31 euro a persona per gli adulti e di 10 euro a bambino e ritirare il relativo tagliando d'ingresso che sarà nominativo e strettamente personale.
P.S. DIMENTICAVAMO di dirvi che il sito www.juvecentral.it, saputo dell'iniziativa dei nostri poster in città sul 5 MAGGIO FESTA NAZIONALE, ci ha contattati per complimentarsi della originalissima iniziativa e soprattutto per fare una intervista al nostro Presidente che nei prossimi giorni sarà pubblicata sul loro sito, che tra le altre cose ci riporta come "sito amico".
NOI SEMPRE UN GIRO AVANTI! FORSE ANCHE PIU' DI UN GIRO!
non importa dove giochi in serie A o in serie B...se c'è la Juve noi saremo sempre qui.
DIECI ANNI DI PASSIONE E FORTI EMOZIONI: JC ANDRIA SEMPRE PRESENTE
 

 
 
AL SEGUITO ANCHE DELLA JUVE PRIMAVERA
 
Dove c'è la Juve, Andria è sempre Presente. Giovedì sera allo Stadio Degli Ulivi di Andria, meglio noto come Stadio Comunale, si è disputata la partita, l'ultima del Girone A, del Trofeo Città di Ostuni, tra la blasonata formazione della Juve Primavera di Mister Marco Baroni e la Berretti dell' AS Andria (che schiera dei ragazzi davvero interessanti). E' terminata sul 2-0 per la Juve, con reti di Beltrame e Celia. La Juve era già qualificata avendo vinto anche i due precedenti incontri. Appena appresa la notizia della venuta ad Andria della nostra formazione primavera, fresca vincitrice della Coppa Italia di categoria ed in lizza per la conquista dello scudetto, ci siamo mobilitati per dare alla squadra la giusta accoglienza. Tantissimi i biglietti reperiti per i nostri associati. Alla fine ci siamo ritrovati in Tribuna Laterale a destra, in circa un centinaio, dietro lo striscione del club. I ragazzi della Primavera, sapevano già che ci avrebbero trovati numerosi, del resto loro come noi sono grandi tifosi della Juve e seguendo la prima squadra sanno che siamo sempre presenti in ogni dove. Prima della partita, una nostra delegazione è scesa in campo per consegnare una targa ricordo per la sua venuta ad Andria, all'allenatore Marco Baroni che si è intrattenuto a parlare per diversi minuti con Fabio, il Presidente, Nicola Pisani, Vincenzo e Enrico Ferro. Ecco nella foto immortalato il momento in cui Baroni riceve la targa e la t-shirt celebrativa del 31° scudetto, che ha voluto aprire e mostrarla alla stampa presente.
Cori ed applausi per Gerbaudo, idolo oramai di noi tutti tifosi juventini, dopo la sua esultanza al San Paolo di Napoli in occasione della finale di Coppa Italia Primavera. Al termine dell'incontro il Mister Baroni, ha voluto ringraziare il nostro club omaggiandoci di una maglia della Juventus dei suoi ragazzi, che sarà appesa all'interno del club. Poi tutti a cena in un ristorante in città di due nostri associati. L'organizzatore del torneo si è poi complimentato con il nostro Presidente per la nostra passione, affermando che a Torino in Società hanno molta considerazione del nostro club. Del resto in questi giorni, stiamo ricevendo diverse mail e telefonate di congratulazioni per l'originale iniziativa dei poster del 5 MAGGIO FESTA NAZIONALE...da diverse testate giornalistiche legate al mondo Juve.
Presto pubblicheremo anche la foto della nostra presenza sugli spalti dello stadio Comunale di Andria.
JC ANDRIA


 

 

 
 
FESTA SCUDETTO: CORTEO SPETTACOLARE
 
Ecco una immagine del nostro spettacolare corteo organizzato per continuare i festeggiamenti dello scudetto, subito dopo la partita contro l'Atalanta con tutti i soci che erano accorsi in massa al club. Partiti dalla nostra sede in Via Enrico Dandolo, abbiamo percorso tutta Via Giovanni Bovio (strada a cui si riferisce la foto), per terminare in Piazza Municipio dove sono partiti i fuochi d'artificio organizzati dal nostro grandissimo PRESIDENTE. Uno spettacolo, ci avranno sentiti dappertutto. Durante il corteo sono state accese torce e fumogeni, molte bandiere tricolori e della Juve, trombe da stadio e soprattutto tantissimi cori, ma uno su tutto era sempre: INTERISTA PEZZO DI MERDA....TA TA TA TA TA...con battito di mani spettacolare! La gente come detto è uscita dai balconi, dalle pizzerie, dai bar. Un caos infernale per festeggiare alla grande questo nostro 31° scudetto, uno scudetto che abbiamo conquistato a suon di record, con distacchi abissali dalle avversarie....
IL DOTTORE A MORATTI: DICA - 33......."- 33" "- 33"...ah ah ah ah.....chi sputa in cielo tutto in faccia riavrà....
Dopo aver festeggiato domenica pomeriggio al nostro club, dopo i festeggiamenti di mercoledì sera in Piazza Municipio, domani, sabato 11 maggio, in occasione della consegna della COPPA SCUDETTO ai nostri giocatori e al mister, sarà ancora festa al nostro club. TUTTI PRESENTI, TUTTI CON SCIARPE, BANDIERE E MAGLIE...PERCHE' E' SEMPRE QUI LA FESTA...DOBBIAMO FESTEGGIARE A LUNGO. 
JC ANDRIA: PASSIONE & MENTALITA'
 

 
 
ANDRIA PRESENTE A BERGAMO
 
Ecco un altro scatto fotografico della nostra sparuta presenza a Bergamo, nella difficilissima trasferta di mercoledì sera. Angelo e Diego (nella foto), che hanno rappresentato il nostro gruppo ci hanno raccontato al loro rientro, di attimi di tensione davvero forti. Prima della gara ci sono stati un paio di contatti con i bergamaschi. Poi gli scontri sono proseguiti dentro con lancio di fumogeni e quant'altro da entrambe le parti. Uscita dallo stadio avvenuta a tardissima ora. Noi ancora una volta a Bergamo ci siamo stati a dimostrazione del fatto che abbiamo mentalità!Troppo bello andare solo quando conviene e solo magari per le gare di cartello o per le classiche trasferte. Un grazie di cuore agli amici dei gruppi Bassa Valle e Aosta per la collaborazione prestata ai nostri ragazzi in questa trasferta. Angelo Marzano è un grande sul quale poter fare davvero molto affidamento, come anche su suo fratello Fabio, altro ragazzo che non si tira mai indietro nelle trasferte dure...vedi Napoli! Angelo adesso sarà presente anche sabato pomeriggio nell'ultima trasferta a Torino di questa stagione, dove in 28 rappresenteranno il nostro club, tra chi partirà questa notte in pullmino e coloro che partiranno in aereo tra questa sera e domani mattina. Tanto onore a tutti ma soprattutto al nostro grande Presidente che di notte, a quasi sessantanni, si metterà alla guida del pullmino per condurre su chi non sale in aereo. 
JC ANDRIA: PASSIONE & MENTALITA'
 

 
 
PRESENTI NELLA BATTAGLIA DI BERGAMO
 

Potevamo mancare in quest'altra dura trasferta, la più dura di tutte? Assolutamente no. Per il terzo anno consecutivo siamo stati presenti nella difficile trasferta in terra bergamasca, trasferta per pochi non per tutti. Piccola presenza, ma si sa, quel che conta è esserci, sempre comunque e ovunque, nel bene e nel male. Nella foto dell'articolo, la nostra "pezza" in vetrata. Dopo le difficili trasferte di Firenze, Catania e Napoli, non potevamo certamente mancare a Bergamo, nonostante il turno infrasettimanale, nonostante il campionato sia stato già vinto, nonostante la pericolosità della trasferta. La tifoseria atalantina resta sempre su altissimi livelli, anzi possiamo confermarvi che assieme alla trasferta di Napoli, sono rimaste forse le uniche due trasferte, ancora per veri ultras da poter fare. Trasferte che riescono a trasmetterti delle cariche interiori e tensioni non indifferenti. Un grazie ai due soci che si sono sobbarcati questo viaggio difficile: Angelo Marzano e Diego Matera. Un grazie va anche rivolto per la collaborazione nel portarli, a Luca di Aosta e a Federico di Bassa Valle, veri amici sui quali poter contare sempre! Del resto in questi viaggi, ne abbiamo l'esperienza, andare da cani sciolti è un grossissimo rischio. Quando si va a Napoli, siamo noi a portare gli amici valdostani a bordo dei nostri mezzi, idem facciamo noi, quando si è in pochi! Nel settore, a dimostrazione che la trasferta è davvero per pochi, non erano in tantissimi i tifosi juventini. Circa 500, ma tutti carichi e pronti a controbattere colpo su colpo. Incidenti sono scoppiati all'arrivo dei bus di tifosi juventini e durante il primo tempo, causando anche la sospensione dell'incontro per quasi dieci minuti. Nel momento in cui scriviamo questo articolo ci dicono da Bergamo che sono ancora chiusi dentro il settore in attesa di essere ricondotti fuori. Pare che gli atalantini stiano presidiando la zona e ci sarebbero continue cariche della Polizia. La partita è terminata sul risultato di 1-0 per la Juventus, grazie ad una spettacolare rete di Matri. Nona vittoria di fila, adesso si potrà eguagliare il record delle dieci vittorie consecutive per poi puntare a batterlo e soprattutto a stabilire il nuovo record di punti di tutte le Juventus. Vincendo le ultime due sfide gli uomini di Conte farebbero meglio della Juve di Capello che era praticamente una autentica corazzata.Che dire della festa al club: semplicemente spettacolare. Siete accorsi in tantissimi, gremendo la sala, rispondendo al nostro richiamo. Bello vedere tutti, anche chi abitualmente le partite le vede a casa, venire al club per vivere questo momento di gioia con tutti gli altri.Della partita si può dire che ci interessava ben poco. Le attenzioni erano rivolte, da una parte ai ragazzi presenti su a Bergamo, con Fabio il Segretario in tensione e continuamente al telefono con loro per dare disposizioni e rassicurarsi del tutto, dall'altra alle tante iniziative in programma, con il Presidente che dava continuamente annunci. Nel frattempo continua senza soste la vendita delle nostre t-shirt celebrative del 31° scudetto. Ma la parte più bella è stata a fine gara, quando abbiamo festeggiato alla grande lo scudetto. Un corteo di quasi 150 persone a piedi, partito dal club, con qualche auto che ci seguiva e motorini che si sono aggregati e diretto a Piazza Municipio, luogo oramai dei nostri festeggiamenti. All'angolo tra Via Enrico Dandolo e Via Giovanni Bovio, abbiamo praticamente bloccato il traffico delle auto, occupando tutta la carreggiata stradale. Che spettacolo, con bandieroni che aprivano il corteo (Savio Ieva, Giuseppe Cognetti detto Gippone e Michele Zagaria), a seguire poi la fumogenata con 15 torce accese. Nel centro Fabio a lanciare i cori e dietro tutto il serpentone di soci, dai più adulti ai più giovani che cantavano sempre più forte. Bellissimo vedere la gente che usciva dai balconi e dalle finestre, dai bar e dalle pizzerie.... oppure vedere "intertristi" che stupiti cambiavano immediatamente strada o rientravano immediatamente dentro.  Anche noi ci siamo sorpresi della originalità e della riuscita dei festeggiamenti. Non pensavamo di poter fare tutto ciò, ma con orgoglio ci siamo riusciti. Giunti in Piazza Municipio, dal tetto di una abitazione il Presidente Francesco e Vincenzo Quacquarelli hanno dato il via allo spettacolo pirotecnico durato circa dieci minuti, che ha illuminato il cielo. Cori, tantissimi cori, Piazza bloccata, spara coriandoli e trombe assordanti. Poi il Presidente si è affacciato dal balcone ed è partito il classico coro: "UN PRESIDENTE C'E' SOLO UN PRESIDENTE...."  Bellissima la conta degli scudetti dal n. 1 all'esplosione finale quando abbiamo scandito il n. 31, poi brindisi, con il Presidente che ha bagnato tutti con lo spumante ed ancora decine e decine di cori, sembrava di stare allo stadio. Dopo un oretta abbondante abbiamo concluso i festeggiamenti, ma solo per questa sera....perchè come detto festeggeremo sino al 31 maggio giorno della grande notte, la notte del nostro decennale! Presto vi documenteremo i festeggiamenti di questa sera, con qualche foto. Pronti a partire per l'ultimo viaggio a Torino di questa stagione. A capeggiare il gruppo, il grandissimo Presidente Francesco e finalmente dopo mesi, Vincenzo Quacquarelli. Andrea Leonetti invece, raggiungerà Torino in auto, trovandosi per suoi impegni già al nord. La gara contro il Cagliari, da vincere ad ogni costo, sarà la passerella finale per i giocatori che riceveranno l'abbraccio del popolo bianconero ed alzeranno al cielo la coppa Scudetto! Un trionfo meritato!

CAMPIONI 31 D'ITALIA. TUTTI GLI ALTRI DEVONO ROSICARE.

TUTTI ALLA FESTA DEL DECENNALE. TUTTI ALLA LAMPARA! 

 

 
 
CHE BELLA FESTA
 
Dopo la gara contro l'Atalanta, nel turno infrasettimanale di campionato, abbiamo festeggiato alla grande il nostro 31° scudetto. Vi abbiamo già descritto ampiamente le modalità dei festeggiamenti. Ecco in questa foto un momento della festa in Piazza Municipio da dove abbiamo assistito ai fuochi d'artificio che hanno suggellato la conquista del trentunesimo tricolore. Tutto bello, ancora una volta dobbiamo ringraziare tutti i soci per essere accorsi numerosi potendoci permettere di fare un corteo spettacolare di cui vi mostreremo a breve le foto.
JC ANDRIA, FATTI NON PAROLE! 5 MAGGIO FESTA NAZIONALE. CHIEDEREMO DI ISTITUIRLA UFFICIALMENTE AL "PENSIONATO" PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA.....NAPOLITANO....GIA' IL SUO COGNOME E' TUTTO UN OPINIONE.
 

 
 
LA NOSTRA FESTA CONTINUA
 
Come vi avevamo già ampiamente descritto nei precedenti articoli, il nostro club, come da tradizione ha voluto festeggiare la conquista del 31° scudetto con degli originalissimi poster di mt. 6 x 3, che ritraggono dei nostri "selezionati soci" prescelti tra le varie categorie (bambini, ragazzi, adulti, anziani e donne). Tutti assieme hanno contribuito alla realizzazione di una campagna promozionale e pubblicitaria che ricorda come il 5 MAGGIO, giornata in cui la Juve ha conquistato un altro scudetto, sia sempre più una FESTA NAZIONALE in ricordo del 5 maggio 2002. Spettacolare (nella foto) i 50 metri realizzati in Via Trani sotto al ponte della tangenziale di Andria, a sinistra ed  in uscita dalla città! Altri sono distribuiti in più punti del territorio che ritraggono singolarmente le varie categorie di associati al nostro club.
31 VOLTE SUL CAMPO CAMPIONI D'ITALIA. 5 MAGGIO FESTA NAZIONALE, RICORDIAMOLO SEMPRE!
JC ANDRIA, PASSIONE & MENTALITA'!
 

 
 
MERCOLEDI' TUTTI AL CLUB PER FESTEGGIARE LO SCUDETTO
 
Mercoledì sera, come già anticipatovi nei precedenti articoli, al termine della gara contro l'Atalanta, festeggeremo alla grande la conquista del nostro trentunesimo tricolore. Pertanto siete tutti invitati a venire dal club armati di auto, bandiere, sciarpe, trombe, fumogeni ed ogni altro strumento che riteniate indispensabile. Portate i vostri figli. I fuochi d'artificio illumineranno il cielo! Vogliamo un club ultrà pieno, insomma se non vi fosse ancora chiaro, la festa è solo all'inizio. Dobbiamo aggiungere altro? Crediamo proprio di no! Ci vediamo tutti al club è chi non viene non arriva nemmeno a domani....ah ah ah ah ah ah! Nella foto dell'articolo un altro dei momenti dei festeggiamenti in campo. Qui una parte dei nostri soci, assieme agli amici del Gruppo RUJ! Che giornata indimenticabile! P.S.: Acquistate tutti la t-shirt celebrativa realizzata dal club al costo di Euro 10,00. P.S. 1: Aperte le prenotazioni per la grande festa della LAMPARA del 31 Maggio prossimo. Oltre ai nominativi vanno lasciate le quote di partecipazione di Euro 31,00 a persona (adulti) ed euro 10,00 a persona (bambini).
 

 
 
QUANTO STIAMO GODENDO
 
Di festa in festa. Il 5 maggio abbiamo dapprima festeggiato l'anniversario di uno degli scudetti più belli della nostra storia, quello conquistato nel 2002 a spese dei PP....Prescritti&Perdenti, per poi tuffarci, domenica pomeriggio, nei festeggiamenti, bellissima coincidenza, per la conquista del trentunesimo scudetto, battendo, in uno Stadium straordinario, il Palermo per 1-0, rete siglata su calcio di rigore dalla vera colonna di questa squadra: Arturo Vidal. Come sempre in tutta Italia è esplosa la festa, una FESTA NAZIONALE, come recitano i nostri originalissimi e consueti poster (di cui presto vi documenteremo il tutto), realizzati grazie alla collaborazione dei vari soci che si sono prestati a questa "ironica" iniziativa ed affissi in diversi punti della Città sin dalle prime luci dell'alba di lunedì 6 maggio. Che altra data quella del sei maggio, una data anche questa che difficilmente ognuno di noi potrà mai dimenticare: la conquista della terza stella, avvenuta il 6 maggio del 2012, a Trieste! Un altro passaggio epocale della nostra sempre più gloriosa storia. Insomma abbiamo aperto alla grande i nostri festeggiamenti per il decennale dalla nascita dello Juventus Club Andria! La festa, vi preannunciamo è soltanto all'inizio! La trasferta a Torino di domenica scorsa è stata una di quelle da ricordare per i tantissimi soci che hanno lasciato Andria per assistere dal vivo ai festeggiamenti. Eravamo stra convinti di riuscire a conquistare lo scudetto già da domenica è così è poi stato! Sin dalla partenza l'euforia era già a livelli stratosferici. Nessuna scaramanzia, il 31 veniva da molti già esibito con anticipo. Sul pullman venivano caricate anche le nuovissime ed originali t-shirt celebrativi che lo JC ANDRIA ha realizzato per tutti gli associati! Bello, come sempre, vedere l'affiatamento tra i diversi soci presenti in questo viaggio, sembravamo una grande famiglia, segno che stiamo davvero tanto bene tutti assieme, segno che abbiamo creato un grande gruppo. Da Gregorio Del Giudice con suo papà Mario (simpaticissimo e di compagnia) a Michele Zagaria (altra persona a dir poco eccezionale, che esibiva una originale maglia FATTO 30 FACCIAMO 31, da Mauro Abbasciano con suo figlio alla famiglia Miccoli (altra gran bella persona il caro Sabino), da Tommy Moscatelli ad Antonio Lorusso, da Nicola Fortunato a Marco Lambo, da Francesco Fracchiolla a Nicola Lorusso, da Michele Memeo a Franco Di Franco (1 FISSO), da Gino Patano (immortalato con la nostra maglia celebrativa da diversi quotidiani) a Giuseppe Lorrai (altro vecchio socio sempre presente) da Giuseppe Leonetti a Massimo Matera (due splendide realtà del nostro gruppo). Ringraziamo davvero tutti, non c'è ne vogliano gli altri se non vengono citati ma ci dilungheremmo troppo. Altra novità della trasferta è stato avere a bordo ben sette bambini, due dei quali figli del nostro segretario Fabio che si è accomodato sul retro pullman, come un normale socio, lasciando le redini del bus nelle mani di Nicola Pisani, presente con sua figlia e Andrea di Trani. Immancabili gli amici dello JC TRANI, nostri compagni di viaggio con i quali da molti anni maciniamo assieme km e km. Viaggio di andata assolutamente tranquillo se non fosse per il tempaccio trovato. Si giunge a Torino verso le 11,00 del mattino, direttamente davanti allo stadio, dove vengono date le opportune spiegazioni a tutti. Poi ognuno fa quello che li pare per poi ritrovarsi tutti nel piazzale antistante la Curva Sud verso le 13,30. Si entra dentro con Fabio, Giuseppe e Nicola che sistemano lo striscione grosso al bocchettone. Poi la parte più giovane prende posizione dietro lo striscione TRADIZIONE, mentre la parte più adulta con i bambini (tranne i figli di Fabio.....oramai piccoli ultras) restano dietro il nostro striscione al bocchettone verso la Ovest. Il resto è storia già raccontata nel precedente articolo. Goduria estrema, riconfermarsi per il secondo anno consecutivo, CAMPIONI D'ITALIA, alla faccia di chi ci dava per finiti, alla faccia di chi pensava che senza Conte in panchina la Juventus ne avrebbe risentito, alla faccia di chi pensava che la Champions avrebbe tolto importanti risorse fisiche per il campionato. Vi siete sbagliati di grosso, ancora una volta. Ancora una volta avete toppato, ancora una volta avete visto il popolo bianconero festeggiare in ogni dove! Clamorosa la festa a Piazza del Popolo a Roma. Sembrava Piazza San Carlo a Torino, invece era davvero la Piazza della Capitale a riprova di quanto l'ITALIA SIA SEMPRE PIU' BIANCONERA. Uno scudetto conquistato con forza e strapotere nei confronti delle avversarie, grazie ad un allenatore fortissimamente "gobbo dentro" e ad un gruppo di giocatori attaccati alla maglia bianconera per la quale hanno dato tutto dal primo minuto della prima giornata. Lasciata Torino alla sera intorno alle 20,00 (una città in delirio) la trasferta si è conclusa alla sette di lunedì mattina, quando il pullman dei nostri soci ha fatto rientro festante in città. Per chi è rimasto al club domenica, la festa si è consumata dinnanzi alla sede in Via Enrico Dandolo, con diverse bottiglie stappate, bandiere, trombe, cori ed entusiasmo alle stelle. Ma come da programma la vera festa si celebrerà mercoledì sera dopo la gara contro l'Atalanta nel turno infrasettimanale perchè ci è sembrato giusto farla assieme a tutti coloro che erano su a Torino. Pertanto tutti invitati ad affollare il club, armati di bandiere, sciarpe, maglie e quant'altro riterrete opportuno portare. In corteo raggiungeremo Piazza Municipio per i fuochi d'artificio! Ci attendono ancora tre gare di campionato, da vincere possibilmente tutte e tre per riuscire nell'impresa di battere il record di punti detenuto da Fabio Capello. Iniziamo con il vincere in casa dell'Atalanta dove Angelo Marzano e Diego Matera rappresenteranno il club nella difficile trasferta in terra bergamasca. 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22, 23, 24, 25, 26, 27, 28, 29, 30..........31 VOLTE CAMPIONI D'ITALIA, DA SEMPRE I VERI PADRONI D'ITALIA. NON POTETE IMMAGINARE QUANTO STIAMO GODENDO! FINCHE' MORTE NON CI SEPARI! JC ANDRIA P.S. La Gazzetta dello Sport, a pagina 6 dell'edizione di lunedì ha citato in un articolo che parlava dei festeggiamenti, il nostro gruppo. Ecco le testuali parole dell'articolo a firma di Francesco Velluzzi: " La storia di un grande amore. Che tocca tutto il mondo. Perchè nella grande festa della Juve "Andria è presente".......incredibile!
 

 
 
LA JUVENTUS PRIMAVERA DI SCENA AD ANDRIA
 
Proprio nei giorni dei festeggiamenti per il trentunesimo tricolore della nostra storia, un altra piacevole sorpresa è giunta al nostro club! La Città di Andria ospiterà, in occasione della 10^ Edizione del Trofeo Città di Ostuni, riservato alle formazioni primavera, la sfida del Girone A, tra l'Andria Calcio e la Juventus FC di Marco Baroni, fresca vincitrice della Coppa Italia di categoria ed in lizza per la conquista dello scudetto! Nella mattinata di martedì il nostro Presidente Francesco Nicolamarino è stato invitato dall'Amministrazione Comunale ad una riunione organizzativa e preparativa dell'evento. Prima della sfida tra i pari età andriesi e della Juventus, sarà consegnata, da una delegazione del nostro club, direttamente in campo, una targa ricordo al Mister juventino, Marco Baroni (nella foto). Continua intanto la prevendita dei biglietti al costo di Euro 5,00 presso il club. Chiunque volesse prendere parte all'evento potrà nella serata di domani, in occasione della sfida di campionato contro l'Atalanta, richiedere il biglietto della partita. IL DIRETTIVO JC ANDRIA
 

 
 
E' FATTAAAA SIAMO CAMPIONI D'ITALIA
 
Il trentunesimo tricolore della Juventus non è piu' un sogno, ma una splendida realtà, che ha fatto letteralmente impazzire di gioia, al triplice fischio finale della gara contro il Palermo (vinta per 1 a 0 grazie alla rete di Vidal su rigore)  tutti i tifosi gobbi presenti a Torino ed in ogni città d'Italia. Nessuno se lo aspettava, che avremmo dominato per due anni, soprattutto i nostri nemici che adesso staranno rosicando alla grandissima! In tempo reale i nostri soci (davvero tanti, saliti su a Turin in pullman e aereo), hanno voluto farci vivere l'atmosfera elettrizzante che si respirava all'interno e all'esterno dello Stadium. Spettacolo puro. In questo scatto inviatoci....dal nostro grande Segretario, è immortalato il momento in cui l'arbitro aveva decretato la fine dell'incontro, è alcuni nostri rappresentanti erano già entrati in campo assieme ai responsabili degli altri gruppi. Giuseppe Leonetti, Fabio Attimonelli (un pazzo....entrato con i suoi figli in campo) e Massimo Matera (eccolo nella foto dell' articolo....davvero spettacolare....Andria Presente....in campo
 sotto la Sud gremita). Abbiamo scritto tutti assieme un altra pagina di storia! Dopo è stata poi invasione x tutti, impossibile contenere l'entusiasmo ribollente dello Stadium. Ed allora altri nostri soci sono riusciti ad entrare in campo.
Dopo poi, tutti a festeggiare fuori e ad attendere il pullman scoperto della squadra che soltanto alle 19,30 ha lasciato lo Stadium, scortato da tantissime auto e motorini e assediato da due ali di folla impressionanti. Anche al club è iniziata la festa, stappate tantissime bottiglie, nell'attesa, mercoledi di far festa tutti assieme con coloro che sono saliti su a Torino. Il nostro pullman è partito dallo stadio soltanto alle 20. Sentiti telefonicamente i nostri soci erano gasatissimi e stremati. Un 5 maggio da vera FESTA NAZIONALE....ah ah ah ah ah ah ah ah ah! L'unico 3.....1...che conta è il nostro: 31 scudetti strameritati sul campo! La matematica non è un opinione. Durante la gara i nostri ragazzi erano posizionati sulla vetrata in basso, in prima linea. Bello vedere questa volta che gli amici, ma davvero grandi amici di Tradizione, hanno lasciato spazio in vetrata per tre dei nostri e per i figli di Fabio. Giuseppe, Massimo e Fabio con i piccoli Francesca e Lorenzo hanno con
 orgoglio mostrato la nostra "pezza". Tutti i soci poi hanno indossato la maglia celebrativa dello scudetto (bel colpo d'occhio) destando le attenzioni di tutti, tifosi e tv/media nazionali! Insomma abbiamo fatto nuovamente centro! Ma la foto di questo articolo resterà la ciliegina sulla torta di quest'altra grande annata. Anche il nostro sito, in tempo reale ha subito cambiato veste grafica nella intro e nella home page con il 31 e la scritta CAMPIONI che campeggiano ovunque (se non vi appare ancora fate un semplice aggiornamento della pagina e ricaricatela). Molti ci chiedono come facciamo......siamo semplicemente una grande famiglia ed un grande club animati da forte passione e da grande mentalità! Buon rientro a tutti ragazzi. Domani tornerete da Campioni d'Italia con il petto in fuori. Agli altri non resterà che, appunto, guardarci sul petto e portarci rispetto!
5 MAGGIO FESTA NAZIONALE.......GODIAMO COME MATTI.....DAL 2002.........
Torno a casa senza voce, mi domandano perchè, il motivo è molto semplice.....ho cantato per la Juveeeeee....la la la la la la la la.....
JC ANDRIA CAMPIONE D'ITALIA! P.S. VOGLIAMO VEDERE TANTISSIME BANDIERE AI BALCONI DELLE ABITAZIONI DI OGNI ASSOCIATO!
 

 
 
BUON 5 MAGGIO A TUTTI
 
5 maggio 2002........5 maggio 2013....la storia potrebbe ripetersi undici anni dopo. Comunque vada, sarà per tutta l'Italia Bianconera, una giornata di festa in ricordo dello scudetto piu' goduto della ns. gloriosa storia. In poche parole il 5 maggio è oramai una sorta di FESTA NAZIONALE. Ricordiamolo alle merdeazzurre....facciamo rivivere loro un incubo che non hanno mai del tutto cancellato dalle loro menti. Il 5 maggio 2002 ad Andria esplose una grande festa. Il centro città fu letteralmente invaso di tifosi juventini con un grande corteo in Via Firenze.....che ricordi....fu allora che scattò la molla di rimettere su lo Juventus Club! A distanza di undici anni adesso ad Andria c'è un club diventato una bella realtà nel panorama nazionale, una realtà cresciuta e consolidata e che, di anno in anno, compie sempre passi in avanti notevoli. Alle 9,55 di questa sera, i nostri splendidi ed encomiabili soci sono partiti in pullman dalla stazione di
 Andria pronti a raggiungere Torino per l'ennesima trasferta. Sempre presenti in tutti gli stadi anche per quest'anno! Dire che erano entusiasti è poco. In Stazione si sono presentati con tante bandiere. Cori a non finire....tra l'invidia dei passanti che probabilmente erano di altri colori. Nella foto di gruppo scattata dal segretario Fabio, si puo' notare il pullman già imbandierato!che allegria è siamo soltanto agli inizi di questi festeggiamenti che saranno lunghi un mese, sino alla festa del decennale del 31 maggio. I ragazzi partiti, capitanati da Fabio, Nicola Pisani e Giuseppe Leonetti sicuramente vivranno emozioni uniche. Spingeranno la squadra alla conquista di questo scudetto per poter poi dar vita ai festeggiamenti in ogni angolo d'Italia. A bordo tantissimi volti noti, vecchi soci (ben tornato a Nicola Fortunato) e anche molti bambini, segno che il club piace davvero a tutti per serietà ed organizzazione! Orgogliosi di Voi, Orgogliosi di
 noi! Per chi resterà ad Andria l'appuntamento è per tutti i soci al club dove assisteremo alla partita sul maxischermo per poi, speriamo, festeggiare questo scudetto stra..meritato in un campionato stra...dominato! In caso di festa l'appuntamento è per tutti al club dove brinderemo e festeggeremo al titolo. I caroselli nasceranno spontanei, nulla di organizzato, noi vogliamo festeggiare con chi vorrà, all'esterno della nostra sede! Mercoledi invece che saremo tutti presenti, tranne la sparuta presenza che andrà a Bergamo (ancora presenti) faremo una grande festa con fuochi d'artificio a fine gara e gran bevuta al club. Quindi tutti presenti! Da domani al club saranno in vendita le originalissime e bellissime maglie celebrative del 31 scudetto. Tutti dovranno averla, tutti dovrete acquistarla. Costo Euro 10,00. In arrivo anche felpe e sciarpe. Che altro aggiungere se non Buon viaggio ai nostri soci che sono in pullman verso Turin...., buon 5 maggio
 popolo juventino. Sarà nuovamente FESTA NAZIONALE.
P.S. Da lunedì se tutto va bene....grandissima sorpresa e soprattutto originalissima.....come sempre.....STILE & MENTALITA'
JC ANDRIA dieci anni di passione al fianco della Juventus!
Non riusciremo ad addormentarci questa notte!

 

 
 
31 MAGGIO INIZIA IL CONTO ALLA ROVESCIA
 
Il 31 maggio sarà un grande giorno per noi tifosi juventini di Andria e dintorni, soci e non soci. Il 31 maggio, di venerdì sera, daremo ufficialmente il via ai festeggiamenti per il nostro primo DECENNALE dalla nascita! Il caso ha voluto poi premiarci, visto che la Juventus nell'anno del nostro decennale conquisterà, presumibilmente nel giorno della FESTA NAZIONALE, il 5 maggio, il suo trentunesimo scudetto! Abbiamo noleggiato in esclusiva per la nostra grande serata, la DISCOTECA LAMPARA CLUB  (www.lalampara.com) a Trani che per quella notte sarà tutta nostra! Sarà una serata danzante indimenticabile con cena a sedere, musica dal vivo anni 70/80 grazie alla band dei Dance Scratch (www.dancescratch.it), poi con i DJ della Lampara, da mezzanotte si scatenerà l'inferno sulla pista! Ma non è finita qui! A condurre la serata, a grande richiesta, ci sarà nuovamente lui: il giornalista e telecronista più gobbo di tutti, CLAUDIO ZULIANI, oramai sempre più UNO DI NOI. Ma non è ancora finita qui, ospite d'eccezione sarà: STEFANO TACCONI (confermatissimo), il grandissimo portiere degli anni 80/90 che detiene il record di portiere che ha vinto in carriera tutte le maggiori competizioni a livello di club in campo europeo ed internazionale. Ma non è tutto: MARIELLA SCIREA, moglie dell'indimenticabile libero "Mundial" Gaetano Scirea e CLAUDIO FILIPPI (attuale preparatore portieri della Juventus per Gigi Buffon e Marco Storari) vecchia conoscenza del calcio andriese (preparatore dei portieri nella Fidelis Andria di Papadopulo) invitati a partecipare, dovrebbero essere quasi certamente della serata. Ma la ciliegina sulla torta sarà rappresentata dalla presenza di un campione d'Italia della rosa di giocatori di ANTONIO CONTE. Abbiamo una rosa di nomi tra quelli disponibili in quel periodo e a giorni potremo annunciarvi chi sarà il GIOCATORE che presenzierà alla nostra grandissima festa. Insomma ci saranno tutti gli ingredienti giusti per potervi dire che NESSUNO DI VOI DOVRA' ASSOLUTAMENTE MANCARE e chi vorrà dovrà portare la propria moglie/compagna/fidanzata o perchè no....amante..... Soltanto trecento saranno i posti disponibili e potranno parteciparVi soltanto coloro che avranno acquistato in prevendita il tagliando che comprenderà cena e discoteca al costo di 31 euro....insomma tutto a basa di trentuno.....
Fuochi d'artificio e torta celebrativa immensa saranno altre chicche della serata/nottata. Ma l'aspetto più importante della serata che merita di essere rimarcato è che la FESTA sarà una grande serata di divertimento allo stato puro.....DISCOTECA a tutti gli effetti per festeggiare alla grandissima i nostri 10 anni e il nostro 31° SCUDETTO!
A giorni sarà pronto tutto il materiale di comunicazione del grande evento e partirà una campagna pubblicitaria a tappeto su giornali e siti internet. La cena vi anticipiamo prevede, con posti a tavola, il seguente menù:  Aperitivi e stuzzichini della casa accompagnati da ottimo prosecco, Antipasti di terra e di mare, primo piatto, secondo piatto, composta di frutta e torta celebrativa con vino e bevande incluse. Un grande menù per una grande serata di festa.
Ma questo ripetiamo sarà solo l'evento che aprirà ufficialmente i festeggiamenti del decennale....il resto sarà ancor più bello! 
STIAMO LAVORANDO PER VOI, vi stupiremo come sempre con originalità ed effetti speciali! Seguiranno costanti aggiornamenti.
p.s. Tacconi e Zuliani saranno con noi anche in tutto il sabato mattina con i quali faremo un giro per le strade del centro città!
Area Comunicazione JC ANDRIA. 
Per info e prenotazioni: mobile 320 6209445, sede: 0883 1983534, mail: info@juventusclubandria.it
 

 
 
AD UN PASSO DAL TRIONFO
 
La banda di Antonio Conte è, quasi riuscita, (come indicato dalla foto, manca soltanto l'1% nel caricamento di quest'altro scudetto) nell'impresa di conquistare un altro storico scudetto, il trenunesimo della nostra gloriosa storia! Uno scudetto che sarà ricordato come uno di quelli conquistati con forza e ferocia, con cattiveria, con strapotere a tratti straripante. E' stata in buona sostanza, "manifesta superiorità", praticamente da inizio stagione, un susseguirsi di successi che hanno initerrotamente tenuto la Juventus in testa alla classifica, dalla prima giornata! Le avversarie sono man mano cadute sotto i colpi dell'armata Conte, arrendendosi una alla volta! Tutte messe spalle al muro. Come il Torino nel derby di domenica pomeriggio. I "poveracci granata..." si erano illusi di poter trovare una Juve già sazia, una Juve che magari avrebbe concesso loro speranze, una Juve che non avrebbe magari infierito. Invece la Juve ha controllato la gara, respingendo gli sterili attacchi granata per poi attendere il momento giusto per rifilare al toro la stoccata vincente a soli quattro minuti dal termine, quando già pregustavano la conquista del punticino che avrebbero festeggiato da brava squadretta come se fosse la vittoria del campionato!!!!! Arturo Vidal, capocannoniere di questa straordinaria formazione, con un tiro da oltre venti metri ha portato la Juventus in vantaggio facendo scatenare il delirio nella nostra curva e in panchina, con Antonio Conte, al suo primo derby da allenatore, letteralmente impazzito dalla gioia. Apoteosi totale. Il "Comunale" era e resterà per sempre bianconero. Lo abbiamo dimostrato ieri, lo dimostreremo sempre! Nei minuti di recupero ci ha poi pensato il solito Claudio Marchisio, giustiziere solito del Toro, a fissare il risultato sul 2-0. Bello, bellissimo vedere i tifosi granata abbandonare anzitempo lo stadio per evitare gli sfottò nostri! La trasferta, per chi dei nostri è stato presente, sarà ricordata a lungo per molteplici aspetti. Intanto onore a Fabio il segretario (con un ginocchio fuori uso, causa caduta accidentale al sabato mattina è partito comunque, pur di non mancare al derby), poi Nino Lotti, Salvatore Lomuscio, Massimo Matera, Giuseppe, Vincenzo Regano, Graziano Palladio, Pasquale Mancini oltre ad Antonio, il condottiero dello JC Modugno con Alessio. In furgone a noleggio da nove posti, partiti a mezzanotte e mezza di sabato sera sono arrivati a Torino al mattino intorno alle dieci. Subito di corsa al Bar "Black & White" del Gruppo Tradizione a Grugliasco. Già in tantissimi sin dalla prime ore della giornata, giornata che si presentava con un sole abbastanza caldo, che non faceva pensare a quel tempaccio durante la partita. Con i ragazzi dei Fighters-Tradizione i nostri iniziano a salutarsi e a darsi continue pacche sulle spalle e batti mano. Loro come sempre simpaticissimi e molto accoglienti nei nostri confronti. Poi arriva il momento di partire per lo stadio. Si forma un plotone di auto, un serpentone lunghissimo, tra i quali anche il nostro pullmino, come anche le sezioni di Roma, Milano e Napoli. Si arriva in Piazza Montanari a pochissimo dallo Stadio Comunale. Non era quello il ritrovo per tutti i tifosi bianconeri, ma per il Gruppo Tradizione sempre originale in tutto, la scelta è stata questa! Lasciati i mezzi si parte in quasi 400, in corteo e non scortati. Si percorre Via Filadelfia, con fumogeni e torce accese e molti bomboni sparati. Padroni di Torino, come sempre, come la storia racconta. Si arriva sotto lo stadio, nascono i primi contatti, i primi disordini, con cariche della polizia. Ritorna tutto tranquillo e, dopo aver bevuto il nostro vino ed offerto i nostri taralli,  si entra finalmente tutti dentro, ma non nel Settore Ospiti, perchè a Torino noi non siamo ospiti. Tutti in Curva Filadelfia, la Curva Sud, occupata per metà da tifosi bianconeri che come noi hanno acquistato in massa biglietti di quel settore li, facendo restare di stucco i granata, presenti nell'altra metà di curva. Noi ci posizioniamo in basso a ridosso del settore Ospiti, occupato ovviamente da altri gruppi della Sud. Si sale su in vetrata, con la pezza che sventolava in mano ben visibile ed in prima linea. Graziano, Fabio (incurante del suo problema al ginocchio)  e Massimo, tutti e tre a cavallo della vetrata. Sta per iniziare la gara, ma lo speaker dello stadio invita tutti i tifosi juventini ad abbandonare la vetrata, minaccindo il non inizizio della gara e severi provvedimenti nei confronti di coloro che erano sui vetri. Dopo un tira e molla, scendiamo tutti, con Fabio quasi ultimo a scendere mentre discute con un agente della Digos. Si resta in basso, nonostante la pioggia battente che non ci abbandonerà più sino a quando i nostri non lasceranno Torino. Primo tempo a ritmi blandi sia in campo che sugli spalti. I granata dopo una coreografia ridicola, si vanno sempre più spegnendo. Noi diventiamo padroni del Comunale, del resto uno striscione recitava: A CASA VOSTRA, LA CURVA E' NOSTRA! Nella ripresa, a metà frazione ha inizio il nostro show al Comunale. Sullo 0-0 sosteniamo la squadra a più non posso, dando praticamente il via ai nostri festeggiamenti. Su youtube è tutto documentato, cantare un coro per quasi venti minuti, con i granata ammutoliti è stata goduria totale. Poi le reti a sancire la supremazia nel derby, come sempre accade, come la storia racconta. Finita la gara ci tengono dentro, come se fossimo ospiti...assurdo, facendoci uscire dopo un ora abbondante. La Polizia pretendeva che andassimo con tutti gli altri in Piazza Caio Mario, ma noi come tutti gli altri, avendo lasciato i mezzi a Piazza Montanari, chiediamo di farci passare a piedi, attraversando la restante parte assegnata ai granata, nel frattempo come detto spariti. Sempre in corteo esultanti e festanti ci dirigiamo verso il nostro mezzo. Appena giunti in Piazza, salutiamo frettolosamente gli altri, tutti bagnati, per poi subito partire verso l'autostrada. La missione era compiuta, tre punti conquistati, Toro infilzato come sempre e scudetto li ad un passo......"   Unica sosta a Modena, il lunedì è lavorativo per tutti, diversi i cambi alla guida per giungere ad Andria alle 03,25 della notte, in tempo anche per farsi una dormitina nel letto. Esperienza unica il derby della Mole, esperienza da vivere che noi come sempre abbiamo vissuto dal vivo ed in prima linea, a nostro rischio e a nostre spese. Il nostro Presidente da Andria era preoccupatissimo per la nostra scelta di recarci al corteo non autorizzato. Ma subito tranquilizzato da Fabio e Salvatore, che di esperienza in ambito di stadi...ne hanno da vendere. Bella la compagnia, bella la squadra di soci partita per Torino, artiglieria pesante come piace definirla al "buon Fabio". Un saluto a tutti gli amici degli altri gruppi e club con i quali si è condivisa una splendida giornata, da Tradizione (con Tony e Umberto su tutti) ad Anzio Nettuno, da Aosta a Bassa Valle e per finire con gli amici dello JC MODUGNO e con gli incredibili amici del Gruppo RUJ (tanto onore a lore). Adesso servirà conquistare un semplice punto in quattro giornate. Ma noi siamo la Juve, noi vogliamo sempre giocare per vincere, pertanto l'obiettivo sarà battere il Palermo, senza se e senza ma! Dobbiamo festeggiare il nostro scudetto, il trentunesimo, tra le mura amiche del nostro spettacolare JUVENTUS STADIUM. Poi quale miglior occasione se non festeggiare lo scudetto in una data storica, una giornata in cui è stata indetta anche FESTA NAZIONALE, che tutti gli intertristi non dimenticheranno mai! A undici anni di distanza dobbiamo far rivivere loro un incubo che non hanno mai più dimenticato. Che dire, domenica potrebbe essere la volta giusta, noi come sempre partiremo in pullman verso Torino già dal sabato sera, molti i soci prenotati, tanti quelli che purtroppo resteranno a terra. Ci divideremo tra Juve - Palermo e Juve - Cagliari, giornata in cui si dovrebbe poi sancire la vittoria con la consegna della Coppa da parte della Lega Calcio. A tutti coloro che restano ad Andria, l'appuntamento sarà al club per far festa tutti assieme. Non dimenticate, qualora domenica 5 maggio dovesse accadere, mettiamo tutti una bella bandiera della Juve ed un tricolore sui nostri balconi, per gridare tutto il nostro orgoglio di essere tifosi juventini!
AVANTI JUVENTUS, AVANTI JC ANDRIA ALLA CONQUISTA DEL TRICOLORE. I CAMPIONI DELL'ITALIA SIAMO NOI! RICORDATEVELO TUTTI!
 

 
 
TORINO E' BIANCONERA
 
In questo spettacolare scatto, si può vedere quanto noi tifosi gobbi l'abbiamo fatta da padroni in casa granata. Spesso cantavamo il coro assordante, "IN CASA GIOCHIAMO NOI...." Sulla sinistra ecco parte dei nostri ragazzi sulla vetrata in prima linea, con la nostra immancabile pezza. Il derby è stato conquistato, ancora una volta il Toro è matato, ancora una volta dimostrata la vera supremazia in città. Tre punti volevamo e tre punti sono stati. Vittoria che come detto ci ha avvicinato tantissimo allo scudetto. Scudetto che vedrà dei lunghi festeggiamenti da parte nostra con svariate iniziative che culmineranno nella grande serata danzante che stiamo organizzando alla LAMPARA CLUB di Trani per venerdi 31 maggio. Claudio Zuliani tornerà giù da noi per condurre la serata che sancirà la nostra vittoria dello scudetto e che sarà anche l'apertura ufficiale dei fesetggiamenti per il nostro decennale. Altro non possiamo anticiparvi, ma presto renderemo noti tutti i dettagli delle varie iniziative. Intanto un altra trasferta è stata fatta, un altra trasferta è già alle spalle. ANDRIA SEMPRE PRESENTE. NON IMPORTA DOVE GIOCHI IN SERIE A o IN SERIE B, se c'e' la juve noi saremo sempre qui...JUVE ALE'....JUVE ALE'.....JUVE ALE'...CANTEREMO SEMPRE E FORZA JUVE ALE'.... Anche le magliettine celebrative sono quasi pronte. Di colore nero, domenica saranno vendute al club al costo di Euro 10,00. Non perdetevela, portate tutti 10,00 euro per poterla acquistare, disponibile in tutte le taglie. E' davvero molto bella.
 

 
 
HA PAREGGIATO IL CESENA
 
Venerdi 25 aprile, festa della Liberazione d'Italia, festa di San Marco, per noi tifosi juventini sarà oramai ricordata come "la festa del pareggio del Cesena", mentre per i tifosi rossoneri, come una delle figure di merda più grosse, di tutta la loro storia. Nel primo anniversario di quest'altra nostra ricorrenza acquisita, vogliamo ricordare a tutti i tifosi milanisti, ancora scioccati dalla rete di Muntari.....ah ah ah ah, che il Cesena ha pareggiato......! 
Ad un anno di distanza, da quella fantastica giornata, che ci vide protagonisti in Romagna, dove giungemmo con un bel pullman, carico di tanta bella gente, la Juve segnò una delle pagine più importanti del campionato scorso. Partita sulla carta semplice, ma resa difficile dall'impegno messo in campo dai cesenati, nonostante la retrocessione certa in B. Soltanto a pochissimi istanti dal termine Marco Borriello, proprio lui.......ci regalò tre punti di vitale importanza. A San Siro, in contemporanea e subito dopo la rete del nostro vantaggio, qualche buontempone mise in circolo una notizia che il Cesena avrebbe poi raggiunto il pareggio....ma quando mai.....scatenando una festa incredibile sugli spalti con i due telecronisti rossoneri, Suma e Pellegatti (che coppia di stronzi....) che urlavano come matti....."ha pareggiato il cesena.....vai mario beretta....(allenatore di quel cesena....) vai cuore rossonero.....". Figura di merda indimenticabile che fece impazzire di gioia noi tifosi gobbi e che ancora oggi festeggiamo con piacere, quella mitica giornata. 
DIN DON...DIN DON...DIN DON..DIN DON...DIN DON....INTERVENGO DA CESENA...ma nessuno ha fatto gol........coro che soltanto qualche giorno fa...tutto lo JUVENTUS STADIUM ha cantato a squarcia gola ai rossoneri.....
Passati dodici mesi...ma nulla è cambiato...la Juve è sempre li in testa alla classifica, la Juve è Campione d'Italia in carica, la Juve sta per rivincere un altro scudetto.....mentre a Milano, sono tutti sul PIRELLONE con i cannocchiali, a cercare di vedere dove siamo finiti.....
DI RICORRENZA.....IN RICORRENZA.....SI AVVICINA IL 5 MAGGIO.......E' CHE 5 MAGGIO.....QUEST'ANNO.....!!!!!!!! FESTA NELLA FESTA......NAZIONALE!
 

 
 
LA FESTA E' GIA' INIZIATA
 
Al triplice fischio dell'arbitro livornese Banti, nella gara contro il Milan, ha avuto inizio la nostra festa per questo trentunesimo tricolore, ancora da conquistare, ma mai prima d'ora così vicino! Ebbene si, l'entusiasmo che si registrava ieri al club era palpabile sin dall'inizio e anche durante la gara. Molti soci, soprattutto la parte più calda, quella che stazione sempre in fondo alla sala, assistendo, come se fossero allo stadio, rigorosamente in piedi, erano davvero fin troppo esuberanti, venendo spesso richiamati "all'ordine" dal Presidente Nicolamarino. Ma non era semplice domenica sera riuscire a trattenere l'entusiasmo. Cori e applausi per tutti, sembrava di essere allo Juventus Stadium. Alla rete su rigore di Vidal, la situazione è letteralmente peggiorata. I soci iniziavano a riversarsi per strada, non si seguiva praticamente più la partita, anche se c'era chi voleva ancora seguirla ed invitava alla calma.....ma niente...loro...la parte più calda...la parte più ultras del club...non ne volevano saper nulla di attendere...! Invitavano tutti ad iniziare a festeggiare. Questo era davvero l'ultimo scoglio sulla strada che sta conducendo la squadra di Conte verso un altro storico scudetto. Il trentunesimo che farà rosicare tutti i nostri nemici! E' pensare che proprio loro i "nemici" avevano affermato qualche tempo fa......che non avremmo più vinto per anni e anni, invece adesso, ci ritroviamo a festeggiare nuovamente e per il secondo anno consecutivo e forse, saranno proprio loro che vederanno noi festeggiare "per anni e anni....". 
Tutto troppo bello, tutto meravigliosamente vero!
Ma torniamo agli improvvisi festeggiamenti di ieri al club. Terminata la gara ecco alcuni ragazzi uscire fuori ed accendere diverse torce che illuminavano il cielo cupo di una fresca serata primaverile. In pochissimi secondi (come da foto articolo), l'effetto scenografico è stato a dir poco bello, la strada sembrava sotto una fitta nebbia, con tutti i soci a cantare ed inneggiare a questo storico risultato ottenuto grazie ad una sola persona: ANTONIO CONTE! Abbracci è scene di gioia tra tutti noi. Scherzando il Presidente del Club ha poi detto alla fine della baldoria...."come hanno fatto ad eludere il servizio d'ordine alla porta...riuscendo a far passare i fumogeni???  Adesso dalle telecamere riusciremo a beccare i responsabili che saranno tutti diffidati è "daspati" con divieto di entrare al club per 5 anni".....ah ah ah ah ah ah! Che ridere! e' siamo soltanto all'inizio di questi lunghi festeggiamenti! Prima di lasciare il club, diversi soci che raggiungono la sede in auto hanno anche inscenato dei caroselli con le proprie auto, strombazzando tra le vie e festeggiando quest'altro importante successo verso lo scudetto.
La partita ad onor del vero è stata davvero brutta ed a tratti noiosa, ma a questo punto della stagione, contava soltanto vincere è la Juventus ha centrato in pieno l'obiettivo. Tre punti fondamentali che come detto alla viglia dal nostro Mister, non solo ci avrebbero avvicinato alla grande festa, ma vincere significava, mettere in seria difficoltà il Milan per l'eventuale qualificazione alla prossima Champions. Detto, fatto! Adesso i rossoneri dovranno davvero stare attenti se non vorranno rischiare di perdere il treno del terzo posto, ultimo posto utile per fare i preliminari della Champions. Con i prescritti già fuori dal discorso, mettere fuori anche i rossoneri significherebbe rovinare loro il mercato della prossima estate è potersi forse riconfermare nuovamente in Italia per iniziare a tentare la scalata all'Europa! La coreografia allo Stadium è stata sorprendente e spettacolare. La Sud presentava un messaggio a chiari lettere rivolto alle milanesi! Nonostante l'uso di un cannocchiale da Milano, tra il -18 e il -24 non riescono nemmeno a vederci! Lontani anni luce da Noi! Stadio super pieno e tifo spettacolare con il pensiero già rivolto al derby di domenica prossima che potrebbe regalarci già lo scudetto, se il Napoli dovesse non vincere è noi battere il Toro. Il nostro pullman è giunto a Torino in tutta tranquillità verso le undici del mattino, con giornata libera tra le vie del centro è che ha approfittato per visitare il Museo. Giornata uggiosa e piovosa. Poi tutti dentro verso le venti, in ritardo, con distribuzione dei tagliandi anche a chi era arrivato da Andria con volo aereo (tra i quali anche Tommy Leonetti alla sua prima in casa). Rientro tranquillissimo e arrivo in stazione ad Andria poco dopo le undici di lunedì mattina. Bello vedere i soci che all'arrivo, nonostante la stanchezza, ringraziavano il nostro capogruppo per questa trasferta, Nicola Pisani, complimentandosi con il club per la perfetta organizzazione e per la comodità dei bus scelti. Siamo noi i primi ad essere contenti nel vedere voi felici! Un ringraziamento particolare a Giuseppe Di Serio e Nicola Pisani per quanto fatto!    
Adesso ci attende il derby della Mole, una partita sentitissima a Torino ed importantissima per chi come noi la Juventus la vive, da sempre, sette giorni su sette, nel bene e nel male! Noi come sempre ci saremo in questa delicata trasferta! Chiunque volesse aggiungersi ai ragazzi già prenotati lo faccia al più presto in quanto le vendite dei biglietti sono già partite.
L'ADRENALINA SALE, IL SOLO PENSIERO DI POTER FESTEGGIARE DOMENICA NEL DERBY CI METTE ADDOSSO UNA CARICA INDESCRIVIBILE! Non dovesse accadere domenica, no problem, c'è sempre il 5 maggio....il 5 maggio....il 5 maggio....il 5 maggio...il 5 maggio....una data che non la scordi più......a undici anni di distanza...ritorna...per farci godere.....e soprattutto per far rosicare e star male chi quel 5 maggio 2002 ha pianto lacrime amare! 
JC ANDRIA, PASSIONE VERA, PASSIONE BIANCONERA! FINO AL 90°!
 

 
 
SEMPRE IN VIAGGIO
 
Nemmeno cinque giorni dall'ultima trasferta di Roma, che un altro pullman, con un altro bel gruppo di nostri associati si è rimesso sabato sera in viaggio per raggiungere Torino dove gli attende la partitissima Juventus - Milan! Uno dei nostri autisti soliti, Agostino Sassi, nonchè titolare della ditta, lo abbiamo visto davvero molto provato, dalle fatiche di quest'altra intensa stagione. Se calcolassimo i km fatti e i tantissimi pullman organizzati per ogni dove, qualcuno si spaventerebbe! Anche in questa trasferta abbiamo voluto dare spazio a coloro i quali non erano partiti ne per l'andata e ne per il ritorno della Champions con il Bayern, a dimostrazione del fatto che siamo un club serio e soprattutto una grande famiglia, una famiglia di quasi 800 persone! A capitanare il gruppo, Nicola Pisani e Giuseppe Di Serio, ma a bordo tanta gente storica come Vincenzo Campanale, Antonio Larosa, Riccardo Tesoro, Franco Di Franco e tantissimi soci giovani! Come sempre si è partiti in netto ritardo rispetto all'orario preventivato, erano le 23,50, adesso raccolti gli "inseparabili" amici dello JC Trani, il pullman è già in autostrada direzione Torino, dove troveranno un tempo poco clemente e tanta acqua! L'essenziale è che portino a casa altri tre punti sulla strada verso il trentunesimo titolo.
DIN DON, DIN DON, DIN DON, DIN DON, DIN DON....INTERVENGO DA CESENA...MA NESSUNO HA FATTO GOL.......
AH QUEL GOL DI MUNTARI....DEVE AVER FATTO TANTO MALE....AH AH AH
JC ANDRIA.....TUTTO PRONTO.....ASPETTIAMO SOLO IL SEGNALE....PER SCATENARE L'INFERNO!!!!!!!
 

 
 
UNA JUVENTUS E' GIA' IN FESTA
 
Martedì sera, dopo la splendida affermazione della Juventus sul campo della Lazio, la Primavera, guidata dal Mister Baroni, ha conquistato la Coppa Italia di categoria, vincendo ai tempi supplementari, niente poco di meno che....sul campo del Napoli al San Paolo, davanti a quasi 30.000 spettatori! Autentica impresa, se si considera che l'andata era terminata sul risultato di 1-1 allo Juventus Stadium. 2-1 il risultato finale con le reti di Padovan, autentico leader di questa formazione e Mattiello. E' la quarta Coppa Italia che la Juve Primavera conquista nella sua storia. Già nell'anno passato ci era andata molto vicina nella sfortunata finale persa contro la Roma. Questa vittoria è frutto di una seria programmazione della nostra Società a partire sin dai settori giovanili per arrivare alla prima squadra. Non possiamo che essere orgogliosi anche dei nostri ragazzi, speriamo del futuro. Da segnalare al termine della gara e subito dopo la rete decisiva nei supplementari, di un gesto ritenuto dai più "vergognoso" rivolto da Gerbaudo ai tifosi napoletani. Quando di mezzo c'è un qualcosa che riguarda la Juventus, tutto è da censurare, tutto fa sempre scalpore. Non fanno però scalpore, come sempre accade, i cori che per tutta la gara i "civilissimi".....tifosi???? napoletani hanno rivolto alla memoria dei due ragazzi, Ale e Ricky, deceduti nel 2006 nel centro sportivo di Vinovo. Ci fermiamo qui che è meglio e soprattutto diciamo...che martedì sera questi ragazzi ci hanno fatto godere come matti per questa splendida affermazione al San Paolo di Napoli. Non ha avuto prezzo assistere ai ragazzi festanti in campo, con i coriandoli bianconeri che venivano sparati nel San Paolo, con l'inno della Juve sparato a palla e i napoletani che frettolosamente riprendevano la via di casa per non assistere a quelle immagini! E' stata per noi la rivincita sulla finale di Coppa Italia persa lo scorso anno all'Olimpico di Roma proprio contro i partenopei di Mazzarri! Che altro aggiungere....tanto onore ai napoletani/campani juventini. Noi ne conosciamo tantissimi è sono davvero orgogliosissimi di tifare Juve li a Napoli e dintorni.
FIERI DI ESSERE ODIATI DA TUTTI, FIERI DI ESSERE JUVENTINI!
GRAZIE RAGAZZI
 

 
 
VICINI ALL'IMPRESA
 
Sette punti separano la JUVENTUS dal suo trentunesimo scudetto, sette punti separano la JUVENTUS da una autentica impresa, sette punti ancora è poi sarà nuovamente delirio. Delirio Bianconero! Quello che tanti avrebbero voluto non rivedere piu'! Non ci stancheremo mai di ripeterlo, mai avremmo immaginato di poter vincere due titoli consecutivi soltanto 24 mesi fa! L'adrenalina sale, l'emozione pure, iniziamo davvero a non stare più nella pelle, pensando e ripensendo alle belle scene che a distanza di dodici mesi si ripeteranno ancora una volta per i nostri colori! Vincere in Italia un anno ci può anche stare, rivincere l'anno successivo non è assolutamente cosa semplice, non è cosa da tutti! La Juventus di Antonio Conte ci sta per riuscire ed allora qualcuno farebbe bene a nascondersi, iniziando sin da ora a trovare un valido nascondiglio, perchè ricordiamo benissimo le parole di tanti coglioni espresse sulla Juventus subito dopo il 2006, per qualcuno avremmo dovuto impiegare una eternità per ritornare, forse a rivincere......proprio una eternità è passata! Fanno ridere nel vederli adesso con la bava alla bocca consapevoli, anche loro finalmente, che tutto quanto accaduto nel 2006 è stata una vera e propria farsa architettata soltanto per poter far riassaporare il gusto della "vittoria" (finta), non importa se di cartone o a tavolino, a coloro che da sempre la storia gli ha classificati come i PERDENTI nati! Rivederli ai loro abituali ritmi e completamente depressi ci fa godere ancora di più! Qualcuno pensava che l'eliminazione dalla Champions fosse stata per noi traumatica e che avesse potuto avere un effetto devastante! Ancora una volta si sono sbagliati. Nessun dramma, nessuna delusione, solo la consapevolezza di essere i più forti in Italia, di avere un progetto valido, serio ed a lunghissimo termine che ci porterà per ancora tanti anni a poter trionfare, ne siamo certi, non solo a livello nazionale ma anche e soprattutto a livello internazionale. La giustizia divina esiste, ma deve ancora abbattersi del tutto e con cattiveria su chi ha perpretato furbescamente e a danno della Juventus, nell'anno 2006, complottando e mettendo in scena la più grossa "ingiustizia sportiva" del mondo! Il tempo è sempre galantuomo, tutti i nodi porta al pettine! Adesso non ci resta che attendere la matematica certezza, perchè come dice il buon "Trap"....non dire gatto se non c'è l'hai nel sacco! Poi potremo scatenare la nostra festa nazionale come sempre, perchè in tanti devono ricordare che la Juventus è la vera squadra della Nazione, quella con più tifosi ovunque e con il maggior seguito in ogni dove! Chiunque soffra di invidia si chiuda in casa, si tappi le orecchie se non vuole soffrire tanto! La gara contro la Lazio all'Olimpico di Roma, arrivava dopo l'eliminazione dalla Champions per mano del Bayern Munchen. Molti detrattori pensavano che quella eliminazione potesse influire anche sul cammino in campionato, tant'è che le avversarie (Napoli e Milan) un pensierino allo scudetto ancora non lo avevano del tutto archiviato. Senza contare che poi dovevano affrontarsi sul campo, finendo per annullarsi a vicenda ed offrendo alla Juve, la ghiotta chance di poter, forse definitivamente, mettere fine ai loro sogni! La Juve come sempre ha risposto alla grande, stra vincendo la partita per 2-0, grazie alla splendida doppietta del sempre più fenomenale ARTURO VIDAL, vero faro e combattente di questa squadra composta da validissimi SOLDATINI e non come altri....da semplici "qua...qua...ra...qua..." Era una trasferta dura, insidiosa, contro un avversario che in questa stagione era quasi diventata la nostra bestia nera, viste le sfortunate precedenti gare di campionato e di coppa italia. Bene, ad esempio, l'eliminazione dalla Coppa Italia, ancora oggi ci brucia tantissimo per come maturò! Il posticipo di lunedi sera non ha praticamente mai avuto storia, una Juventus assolutamente padrona del campo, come lo è padrona del campionato, comandato da agosto ad oggi senza interruzioni. Già nel primo tempo la pratica Lazio è stata archiviata. Quello che ci ha stupito ancora una volta è stato l'esodo di tifosi juventini al seguito della squadra nonostante il lunedi feriale. Non solo il settore ospiti ma anche metà curva Sud erano stracolmi di tifosi juventini, giunti come sempre da ogni dove! Già noi dello JC ANDRIA, assieme agli amici dello JC TRANI eravamo riusciti nell'impresa di allestire un pullman con 51 persone a bordo. Un bel pullman pieno di soci per lo più giovani e capitanato da Fabio e Giuliano per il nostro club e Alessandro con Andrea per lo Jc Trani. Non sono però mancati i "soliti" soci storici come Antonio Cioce, Leonardo Nenna (un altro gradito ritorno), l'immancabile Gino con la portafortuna Mary, Vincenzo Leone, Gaetano Maddalena e il grandissimo Vincenzo Castrovilli, ritornato dopo tantissimo tempo, socio che in B non perdeva una trasferta! Partiti come sempre in netto ritardo, erano quasi le 14,00 quando si è preso il casello di Andria, i nostri a bordo si sono divertiti grazie all'immancabile lotteria che metteva in palio la maglia di Giorgio Chiellini oltre a svariati premi. Puro divertimento e tantissima goliardia. Unica fermata sulla Benevento-Caianello per poi dirigersi direttamente al casello di Roma Nord dove ad attenderci troviamo una vecchia conoscenza della Digos romana, un coratino....trapiantato oramai a Roma da una vita! Ci salutiamo come fossimo grandi amici per poi attendere la solita scorta disorganizzata che puntualmente ci ha fatti arrivare allo stadio a partita in corso. Ci posizioniamo tutti in Curva Sud, al fianco del gruppo Viking, blocco compatto in basso a sinistra a confine con il settore ospiti, con Fabio, Vincenzo Leone e Castrovilli che posizionano sulla vetrata la pezza (come da foto articolo in basso a sinistra) mentre la Juve conquistava il rigore del vantaggio. Poi Fabio prendeva posto in piedi per tutta la gara, di spalle al campo, sopra la balconata, trascinando e lanciando i cori per una intera curva (la sud), coordinandosi con il pezzo del Settore Ospiti. Un grande! Finita la gara i nostri hanno poi dato lo show...tentando di recuperare dal fossato un pallone terminato li. Mentre provavano in tutti i modi di "pescare" il pallone con una semplice busta e delle aste...arrivava chi invece più astutamente aveva deciso di lanciarsi in basso mediante una scaletta, conquistando il pallone e facendo restare di cazzo....i nostri geni.....ah ah ah ah ah ah...che ridere.....Poi finalmente si ripartiva, giungendo ad Andria, prima del solito, verso le 05,15 del mattino, stanchi, felici e soprattutto pronti per il lavoro.
Adesso siamo già pronti a ripartire in pullman verso Torino, dove ci attende la supersfida al Milan, che potrebbe avvicinarci ancor di più allo scudetto. In queste ore stiamo allestendo il bus, cercando di recuperare quanti più biglietti per poter accontentare il maggior numero di persone possibile.
VICINI ALL'IMPRESA, AVANTI RAGAZZI, NON FINIREMO MAI DI STUPIRE. I NOSTRI SONO FATTI, AGLI ALTRI LASCIAMO LE PAROLE!
JC ANDRIA OVUNQUE PRESENTE!      
 

 
 
LEADER FABIO
 
Ve lo avevamo anticipato nell'articolo di commento alla gara Lazio - Juventus, eccolo, il nostro segretario, mentre sulla balconata della Curva Sud dell'Olimpico di Roma è in piedi, con tutti i soci ai "suoi piedi" (ah ah ah ah....), mentre dirige i cori, riuscendo nell'impresa di far cantare centinaia di persone e dando un validissimo supporto agli altri gruppi sistemati nel settore ospiti, coordinandosi nel lancio dei cori. Grandissimo tifo e grandissima prestazione del nostro sempre più "leader Fabio", tornato a casa senza voce (proprio come recita un nostro coro...) e senza aver visto un briciolo di partita. Quasi sempre di spalle al campo, con un unico obiettivo: quello di far cantare tutti! Altra bella cosa è stata vedere tutti i nostri soci che ancora una volta hanno rispettato l'ordine, di posizionarsi tutti assieme in basso e dietro la nostra pezza! Nella foto s'intravede anche Giuliano Zefferino in basso a destra, sorridente mentre abbraccia Alessandro, Presidente dello JC Trani. Proprio Giuliano e Vincenzo Leone (in primo piano al centro in basso) hanno spesso mantenuto in equilibrio il nostro Fabio, che spesso barcollava sulla balconata. Caro Fabio, non hai più l'età per queste "imprese" ma credeteci è incredibile la sua passione, la carica che riesce a trasmettere a tutto il gruppo! ONORE A TE "LEADER FABIO"! IL DIRETTIVO
 

 
 
CONSIGLIO DIRETTIVO
 
Mercoledì sera si è tenuta una importante riunione del consiglio direttivo del nostro club, nel corso della quale si sono stabilite le date delle prossime attività e soprattutto fissato il calendario degli appuntamenti per i festeggiamenti del nostro decennale! Fissata la data anche per la sesta edizione del Memorial Lorenzo Lomuscio che si terrà sabato 8 giugno ad Andria. Invitiamo sin da ora chiunque volesse partecipare, club e gruppi amici di fuori, a farci pervenire la propria disponibilità. Nel corso dell'incontro si sono anche accettate le dimissioni dal consiglio direttivo di Marco Fiandanese, socio fondatore del club, gran bella persona e soprattutto grande mente, sempre di valido supporto sin dalla costituzione del club! Purtroppo negli ultimi tempi era sempre assente causa lavoro che lo tiene fuori sede (Caserta) e dove resterà per molto tempo ancora. Abbiamo davvero apprezzato il suo gesto, non da tutti, ma con la promessa che al suo ritorno ad Andria, speriamo nel giro di pochi anni, sarà subito reintegrato nella squadra "vincente"! Marco, ha ritenuto opportuno dar spazio ad un altra persona anche perchè sa quanto sia importante per noi poter contare sull'aiuto di tutti i componenti del consiglio direttivo. Al suo posto all'unanimità, i consiglieri hanno stabilito di sostituire Marco Fiandanese con Giuliano Zefferino. Trattasi di un ritorno per lui, visto che ha già fatto parte del consiglio direttivo, anche lui poi sostituito all'epoca per impegni di lavoro fuori sede! A Giuliano Zefferino va il nostro più grosso in bocca al lupo per il suo ritorno ufficiale, mentre a Marco Fiandanese tutto il nostro ringraziamento per quanto fatto per il club in tantissimi anni!
JC ANDRIA....PASSIONE PURA! (Nella foto un altro scatto della trasferta di Lunedi a Roma con la grande Mary, a destra con la t-shirt del club, in primo piano)
 

 
 
ROMA NORD
 
Eccoli i nostri soci, quasi tutti ritratti in questo scatto, all'arrivo alla barriera di Roma Nord. In foto ne mancano un altra decina, tra i quali alcuni pezzi storici presenti, come Leonardo Nenna, Giuseppe Roberto, Gaetano Maddalena, Vincenzo Castrovilli, Giuliano Zefferino ed altri intenti chi a far bisogni...chi perchè restio alle foto. Erano le 19,00 circa quando i nostri hanno raggiunto il casello di Roma Nord, dove hanno trovato un altra decina di pullman provenienti da ogni dove. Un altra bella trasferta si è consumata, un altra pagina di storia del nostro club si è scritta. Da dieci anni sempre assoluti protagonisti nel bene e nel male, a nostro modo e soprattutto a nostre spese!
JC ANDRIA. GRANDE MENTALITA'.
 

 
 
PUNTO DI PARTENZA
 
E' finito un sogno! Mercoledì sera la Juventus ha "provvisoriamente" lasciato la scena della Champions League, per questa stagione. E' finito un sogno, appunto, per questa stagione, ma certamente il sogno riprenderà da settembre, con la certezza che la Società questa estate aggiungerà altra qualità ed esperienza a questa squadra che ha compiuto anche in questa straordinaria annata un' altra impresa! Raggiungere i quarti di finale della Champions, da prima in classifica nel campionato, ininterrotamente da inizio stagione e scusateci se è poco! La nostra Società ha avviato un progetto serio da tre anni a questa parte e alla conclusione del terzo, ci ritroviamo ancora una volta pronti li per conquistare un qualcosa che mai avremmo potuto immaginare soltanto tre estati fa. Il 31° SCUDETTO (facciamo i dovuti scongiuri), inutile nascondersi, è li a pochi passi da Noi, certo va ancora conquistato ma ancora qualche sforzo e poi diverrà realtà. Per i miracoli in Europa invece, come dice il Mister Conte, ci stiamo attrezzando. E si cari soci, la nostra Juventus è un cantiere in corsa. Abbiamo iniziato la ricostruzione partendo dalle fondamenta e se si vuole costruire un grattacielo, bisogna avere molta pazienza. Se poi nel frattempo nonostante i lavori in corso riesci a portare a casa, la terza stella, il trentesimo e forse il trentunesimo scudetto della storia, bene allora significa che i lavori sono già a buon punto! Tutti daccordo sin qui? pensiamo proprio di si! L'obiettivo della Champions di quest'anno era superare la fase a gironi. Ci siamo riusciti e siamo arrivati ben oltre, sino ai quarti di finale, quando abbiamo incontrato chi in questo momento, il Bayern, appare essere la formazione che esprime il miglior calcio in assoluto, forse più del Barca, anzi adesso in semifinale ne avremo la conferma o meno! Eppure nonostante si esca fuori dalla Champions senza rimpianti, con la consapevolezza, che presto torneremo anche a noi a trionfare nuovamente in quella competiziane, possiamo con assoluta fermezza e convinzione dirvi, che la sorte questa volta ci ha proprio voltato le spalle. Nemmeno un pizzico di fortuna in questa doppia sfida, nemmeno un episodio a favore che potesse per lo meno provare a cambiare il destino di una qualificazione, quasi mai in discussione! Qualcuno avrà sorriso nel leggere....."presto torneremo a trionafare anche noi in quella competizione....". Bene cosa vi dicevamo negli anni bui di Ranieri, Ferrara, Zaccheroni e Del Neri? Che presto saremmo tornati grandi, che presto saremmo tornati a trionfare nuovamente in Italia, che presto saremmo tornati li al nostro posto. Dove ci compete, dove la storia da sempre ci ha collocati! Altri, i Prescritti, banda di disonesti, avevano fatto credere di essere dei santi, di essere immacolati, di essere vittime di un sistema, hanno complottato e tramato tutto, riuscendo solo così e senza reali avversari ad affermarsi, per poi, man mano che il puzzle si ricomponeva, tornare mestamente al loro posto, il posto che la storia gli ha da sempre assegnato, quello di RIDICOLI e PERDENTI. I loro successi sono i più falsi in assoluto della storia del calcio mondiale! Tutti lo sanno, solo loro fingono che sia stato tutto vero! Ma torniamo a noi, perchè è un peccato che su queste pagine, di questo bel sito, si sprechino parole e tempo, a parlare di pezzi di merda!
Adesso abbiamo un allenatore juventino nel sangue, che quando si prefigge un obiettivo, lo raggiunge ad ogni costo! Nella testa di ANTONIO CONTE sappiamo tutti cosa ci sia in questo momento e subito dopo l'eliminazione dalla Champions! Attrezzarsi per tornare a vincere quella Coppa! Noi siamo certi che torneremo a rivincerla ecco perchè per tutti noi dello JC ANDRIA, ma per tutto il popolo gobbo, la gara dell'altra sera, non è stato assolutamente un punto di arrivo, ma un PUNTO DI PARTENZA, dal quale programmare i prossimi e futuri successi! Noi siamo la Juve, siamo gente diversa, gente tosta che non si arrende Mai, che appena vinto un trofeo, pensa già al prossimo che dovrà arrivare! Ci emozioniamo anche noi nel scrivere questo articolo. Parole profonde e vere che debbono far comprendere la nostra infinita PASSIONE per questi colori, per questa maglia! La sfida di Torino si è conclusa sul risultato di 2-0 per i bavaresi esattamente come all'andata, con le due reti maturate entrambe nella ripresa. Peccato, perchè tutti ci avevamo creduto nella rimonta, lo stadio era stupendo, pieno come non mai, forse con più gente rispetto alla capienza ufficiale! Una grande coreografia, un grande sostegno. Ma i brividi sono venuti da quando il Bayern è andato in vantaggio. Da quel momento in poi è stato un sostegno ancor più forte, ancor più incessante, per incoraggiare un gruppo di giocatori che aveva dato il 100% delle proprie forze. Applausi a scena aperta alla fine, perchè i CAMPIONI D'ITALIA siamo Noi e non abbiamo nessuna intenzione di abdicare ne oggi e ne domani! La trasferta dei nostri è stata come sempre organizzata nei minimi dettagli. Un pullman pieno ed organizzato come sempre, assieme agli amici dello JC Trani, questa volta guidati da Enzo Garofalo, pezzo storico della juventinità tranese! A guidare la nostra pattuglia c'era l'immancabile ed insostituibile Andrea Leonetti, diventato fondamentale per il nostro club, mente pensante e "piccione" viaggiatore, nel senso buono della parola. Sempre presente! A bordo del pullman, un tre assi lunghissimo, tutta gente storica del nostro club, gente che è stata premiata per la costanza e lo spirito di appartenenza al club dimostrato negli anni! Dovremmo citarvi tutti, ma per evitare di dimenticarne qualcuno preferiamo non menzionarvi, sappiamo che vi sentirete ugualmente orgogliosi di essere stati a rappresentare il club anche in questa partita dal destino quasi segnato. All'arrivo a Torino, la truppa si è suddivisa tra chi è andato in centro per fare due passi, vista la temperatura primaverile e chi invece ha preferito "oziare" al bar con i ragazzi di Tradizione con i quali hanno bevuto un bicchierino dopo l'altro! Poi tutti dentro, questa volta, gruppone dietro lo striscione TRADIZIONE e sotto lo stendardo ANDRIA PRESENTE, come testimoniato nella foto scattata da Nicola Patruno, uno dei nostri soci in Curva Nord. Avevamo come sempre soci in tutti i settori dello stadio. Viaggio di ritorno, tranquillo e con la consapevolezza di aver fatto ognuno il proprio dovere! 
Noi ve lo ripetiamo abbiamo un Progetto! Altri non sanno nemmeno cosa significhi avere un Progetto, campano alla giornata e giocano alla "viva il parroco". 
Noi il prossimo anno saremo NUOVAMENTE PROTAGONISTI IN ITALIA E IN EUROPA, quella che conta, altri ancora una volta ASSOLUTI E SEMPLICI SPETTATORI! 
Adesso è già tempo di rituffarsi nel campionato, ancora da conquistare, ci attende la difficile trasferta a Roma contro la Lazio. Vi avevamo detto che nessuno doveva mancare a quest'altro viaggio e così sarà. Ancora una volta e nonostante sia di lunedì un pullman è quasi al completo. in 48 pronti a MARCIARE SU ROMA, nemmeno noi ci aspettavamo di poter raggiungere un simile risultato per questa trasferta. Facciamo dei numeri impressionanti da qualche anno a questa parte e se pensiamo che siamo presenti dappertutto, questo ci inorgoglisce tantissimo! 
AVANTI JC ANDRIA, AVANTI RAGAZZI, AVANTI JUVENTUS, alla conquista del tricolore, da festeggiare alla faccia di tutti coloro che rosicheranno e moriranno nuovamente dall'invidia!   
P.S. il Tour in Europa è stato spettacolare, ci siamo divertiti come non mai, belle esperienze che da settembre torneremo a rivivere! Da Londra a Monaco di Baviera, passando per Copenhagen, Donetsk e Glasgow, senza dimenticare le cinque trasferte a Torino per le gare caslinghe!
IN ITALIA E IN EUROPA CI VEDRAI E NON TI LASCEREMO MAI!

 

 
 
PARTITA LA MISSION IMPOSSIBLE
 
PARTITA LA MISSION IMPOSSIBLE
A mezzanotte in punto è partita la nostra "Missione Impossibile", così come ribatezzata da Andrea Leonetti. Ribaltare ed asfaltare il Bayern Munchen è l'obiettivo di tutti quanti!
Noi ci crediamo perchè nulla è impossibile. E' partita, a bordo del solito grande pullman, una squadra di soci, (la maggior parte ritratta nella foto articolo scattata poco prima della partenza) definita dal Segretario Fabio......."una squadraccia".....proprio come piacciono a lui! Tutta gente storica che non ha mai abbandonato la Juve, anche e soprattutto nei momenti bui! A Peppino Fusaro, per la sua stazza è stato chiesto di "ribaltare i tedeschi". Alla partenza non potevano mancare oltre a Fabio, anche il Presidente Francesco e il tesoriere Nicola Pisani. Come promesso, tutto il direttivo, tranne Andrea Leonetti è rimasto a casa. In giornata invece in aereo partirà un altra squadra di soci, ben dodici tra i quali, Paolo Porziotta, Benny Di Leo, Michy Ricciardi, Chiara Abbasciano, Sabino Zinni, Riccardo Dell'Olio, Marco Di Vincenzo e Riccardo Chieppa, che si aggiungerà ai ragazzi partiti in pullman. Avanti Ragazzi, urlate dal primo all'ultimo istante, provateci e spingete la squadra oltre l'ostacolo! Comunque vada per noi sarà un successo! A tutta l'altra squadraccia rimasta ad Andria l'appuntamento è per le 20,00 al club. Chi non ci crede restasse a casa!
AVANTI JUVENTUS, AVANTI JC ANDRIA......INSEGUENDO UN SOGNO! BUON VIAGGIO RAGAZZI....SIETE L'ORGOGLIO DI TUTTI QUANTI NOI!
 

 
 
ALTRI 3 PUNTI VERSO LA META
 
Domenica, appena rientrati i nostri soci da Torino, dopo la trasferta di sabato pomeriggio contro il Pescara, ci hanno subito detto detto: MISSIONE COMPIUTA. ALTRI TRE PUNTI VERSO LA META. ORA ASFALTIAMO I TEDESCHI!
Sentirli così carichi e convinti ci ha fatto davvero inorgoglire. Sentire un socio storico come Fabio Fiandanese dirti, "ho preferito il Pescara al Bayern perchè è da queste gare che si misura il senso dell'appartenenza, l'orgoglio di essere tifosi gobbi".....beh credeteci un certo effetto lo fa.....effetto da pelle d'oca! Bravi, bravissimi ai soci (nella foto dell'articolo, eccoli sabato in curva, posizionati al solito posto) che anche contro il Pescara si sono sobbarcati l'ennesimo viaggio a Torino, da Andrea Leonetti (persona eccezionale.....veramente....per dirla alla Abbattantuono) a Davide, da Giuseppe Leonetti a Roberto Nicolamarino, ragazzi giovanissimi ma di grande affidabilità, del resto come dice il segretario Fabio, sono loro le nuove leve su cui poter fare affidamento nel futuro. Il nostro ricambio generazionale è già iniziato, esattamente ai dieci anni di storia del nostro club e possiamo dire di essere davvero a buon punto!
AVANTI COSI' RAGAZZI!
La gara contro il Pescara è stata più dura del previsto, ma noi ve lo avevamo anticipato! Vincere era fondamentale, alla vigilia di due gare difficilissime come la trasferta a Roma sponda Lazio e la gara casalinga contro il Milan. La vittoria contro gli abruzzesi aveva un significato doppio, sia in chiave morale per la sfida al Bayern in Champions e sia per affrontare in tranquillità le prossime sfide di campionato. Così è stato, 2-1 il finale al termine di una gara giocata a senso unico, con un portiere avversario assoluto protagonista allo Stadium, ma non è la prima volta che gli estremi difensori vengono ad esaltarsi proprio a Torino. Se fosse finita per 5 o 6 a uno non ci sarebbe stato nulla da dire, ma il calcio si sa è bello proprio per la sua imprevedibilità. Ci stà che contro l'ultima in classifica riesci a sbloccare poi la gara solo su calcio di rigore nella ripresa. Doppietta di Vucinic, con il secondo gol davvero molto bello. Poi al primo tiro dei pescaresi ecco che la palla si insacca incredibilmente lasciando un po di sofferenza, ma non tanta, nei minuti finali! Quel che più contava alla fine era conquistare i tre punti che ci avvicinano tantissimo alla meta, adesso distante soltanto 4 vittorie....che sembreranno niente....ma credeteci sarà ancora durissima! Come dice il grande Antonio Conte, nulla va dato per scontato, bisogna lottare ancora affinchè il nostro sogno diventi reltà: RICONFERMARSI CAMPIONI D'ITALIA, sarebbe per noi una cosa straordinaria se solo pensiamo a due anni addietro. Tutto troppo bello!
Ma adesso conquistati i tre punti in campionato ci rituffiamo nella sfida al Bayern Monaco di mercoledì. Inutile dirvelo che la nostra testa è già al ritorno dei quarti di finale sin dal fischio conclusivo della sfida al Pescara. In testa un solo obiettivo: RIBALTARE I TEDESCHI.
Non sarà facile, ma abbiamo l'obbligo di crederci, nulla è impossibile. Dobbiamo davvero crederci tutti, dai giocatori al pubblico sugli spalti. Lo JUVENTUS STADIUM dovrà diventare una bolgia, ad ogni tocco di palla dei tedeschi bisognerà fischiarli a più non posso, bisognerà ululare affinchè perdano la concentrazione e soprattutto perdano sempre la palla! Già dal riscaldamento in campo, da ogni settore, bisognerà far capire loro dove sono capitati, ogni tifoso dovrà urlare, fischiare, imprecare contro i tedeschi! A tutti i nostri soci (molti del gruppo storico, quelli della prima era) in partenza martedì sera ancora in pullman (tutto al completo), questo sarà il vademecum che forniremo: NON BISOGNERA' MAI STARE ZITTI, la Juventus andrà incitata a più non posso, dobbiamo in pratica ricreare lo stesso clima che c'era contro il Chelsea, altra gara da vincere ad ogni costo. Questa volta vincere potrebbe non bastare, bisognerà farlo con tre gol di scarto, anche passando dai supplementari o anche soffrendo arrivando ai rigori, ma dobbiamo spingere la Juve verso una rimonta che avrebbe dell'incredibile, dello storico! Dovessimo riuscirci, sarebbe fantastico. Non dovessimo farcela, siamo convinti che la Juve uscirà dal campo a testa alta, dopo aver dato tutto il meglio ed il massimo di se. Non sarebbe per noi un problema, essere eliminati. Lo sapevamo che alla nostra prima partecipazione dopo un po di tempo di assenza, l'obiettivo minimo era superare la fase a gironi per poi provarci. Siamo arrivati ai quarti di finale e già questo basta per porre delle basi solide per il futuro prossimo, perchè come dice Antonio Conte, la nostra fame è ancora insaziabile, bisogna costruire un gruppo vincente, affermandosi con continuità in Italia per poi sferrare l'assalto decisivo alla Champions, quando i tempi saranno maturi! AVANTI JUVE, INSIEME NULLA E' IMPOSSIBILE!
P.S. Mercoledì come detto già al termine della gara contro il Pescara, tutti i soci sono invitati a venire al club per soffrire tutti assieme. Nessuno, di quelli che restano ad Andria, deve restare a casa, tutti presenti al CLUB. Discorso chiaro???? TUTTI AL CLUB!!!!! Diffondete la voce ad altri amici soci.
NON SUCCEDE.....MA SE SUCCEDE!!!!!!!!..........
INSEGUENDO UN SOGNO...SULLA STRADA DEL TRENTUNESIMO TRICOLORE!
Dimenticavamo, stiamo allestendo un pullman per il posticipo di lunedì prossimo, il 15 aprile a Roma contro la Lazio. Già per metà è pieno, avanti riempiamo l'altra metà! TUTTI A ROMA.
JC ANDRIA.....e NON SI MOLLA MAI!!!!!!
 

 
 
LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI
 
Esordiamo con il dirvi che è stata una trasferta che forse non dimenticheremo più, per quanto bella è stata! Credeteci, andare in pullman a Monaco di Baviera è stata per noi dello Jc Andria e per lo Jc Trani (oramai lo possiamo dire è come se fossimo un unico grande club), coorganizzatori del viaggio, una grossa soddisfazione e soprattutto, l'esperienza, ha contribuito a cementare ancor di più, l'amicizia tra tutti i soci partecipanti alla trasferta e anche con i ragazzi degli altri club che hanno scelto di viaggiare con noi! Sembravamo una grande famiglia a bordo! Tutto organizzato nei minimi dettagli, tutto andato alla perfezione! Ed è proprio per questo motivo che vi diciamo che non appena l'arbitro ha messo fine alla contesa, nonostante il pessimo rislutato, 2-0 per i bavaresi, noi tutti ci siamo guardati negli occhi ed abbiamo detto con convinzione: NON E' FINITA QUI! Anzi crediamo fortemente in questa Juventus ed in una possibilissima rimonta! La rabbia che tutti abbiamo, tifosi, allenatore e giocatori, dobbiamo essere bravi a trasformarla in furia agonistica in campo e in bordello infernale sugli spalti! I tedeschi dovranno capire chi siamo Noi! Una giornata storta può capitare a chiunque, figurarsi a questa Juve, a questo gruppo, capace in due anni di compiere tantissime imprese che hanno dell'incredibile! Subire un gol assurdo dopo nemmeno trenta secondi di gioco, avrebbe messo psicologicamente ko chiunque. Tutt'altra partita si era preparata, ma ribadiamo e ne siamo fermamente convinti che quella maledetta rete a freddo abbia condizionato e non poco il resto della gara, mettendo sotto pressione i nostri giocatori. Alcuni uomini chiave poi sono apparsi stanchi, ma questo è causa degli impegni troppo ravvicinati e soprattutto del fatto che noi in campionato abbiamo avuto un turno di fuoco precedente la partita di Champions, senza dimenticare gli impegni dei tanti nostri giocatori con la nostra nazionale e altre! Ma non vogliamo certamente accampare giustificazioni, la sconfitta è giusta sia nel risultato che nella prestazione. Il Bayern per lunghi tratti ci è stato superiore con una Juve incapace di reagire allo schiaffone preso all'inizio. Adesso, mercoledi prossimo ci giocheremo la storia, ribaltare il risultato vorrebbe davvero dire compiere una impresa storica, non solo perchè la Juve non è quasi mai riuscita a ribaltare un risultato simile (soltanto una volta), ma anche perchè l'approdo alle semifinali significherebbe essere ad un passo dalla porta del PARADISO, ed arrivarci in questo modo clamoroso, ci metterebbe addosso e nella testa una forza tale che difficilmente, qualsiasi avversario, potrebbe avere! NOI CI CREDIAMO, perchè come recita il titolo dell'articolo, LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI! La trasferta è stata come detto super eccitante....., già alla partenza, nei volti di ognuno di noi si vedeva una adrenalina ed una gioia, mai viste prima! Sembrava davvero la prima trasferta, nonostante i soci a bordo fossero tutti navigati ed alcuni con centinaia di trasferte sulle spalle! Giuseppe Di Serio appena arrivato in stazione dice una cosa giustissima: finalmente inizia la nostra vera Pasquetta. Alle 18,30 lasciamo Andria, a bordo di un pullman super tecnologico, da trasferta europea, inosmma un pullman da Champions League....come dire per un grande club ci vuole un grande pullman! Passiamo a raccogliere i nostri amici dello JC TRANI, poi in autostrada, direzione Monaco. Ancora non ci sembrava vero, ma era tutto vero come recitava spesso il grande Fabio, segretario tutto fare del club! Ognuno di noi aveva portato con se tutte le comodità possibili, anche le ciabatte. Ma quello che colpiva maggiormente era vedere litri e litri di vino, birre e mangiare di ogni genere, tant'è che verso ora di cena abbiamo davvero mangiato a bordo di tutto ma soprattutto bevuto, coinvolgendo in questa bella cosa anche il nostro Presidente Francesco, sempre restio alle bevute! Poi, salita la temperatura a bordo, abbiamo iniziato almeno sino alla mezzanotte a dare davvero i numeri, cantando, ballando e facendo trenini. Poi il vino e la stanchezza si facevano sentire ed eccoci tutti crollati nelle comode poltrone del bus. Qualcuno non aveva retto il vino costringendo gli autisti ad una sosta forzata.....ah ah ah ah ah ah! Alle tre siamo a Verona Nord dove raccogliamo a bordo anche otto ragazzi di Aosta e un ragazzo di Vicenza che aveva contattato il nostro club attraverso il nostro sito internet, a dimostrazione del fatto che è seguitissimo! Con gli aostani, ci svegliamo tutti per fare altra baldoria, poi si crolla nuovamente per ritrovarci tra le montagne austriache ai confini con la Germania, tutto innevato, paesaggio stupendo. Ci fermiamo per un ultima sosta in un autogrill tedesco, bellissimo, pulizia al top, tant'è che tutti ci cambiamo con qualcuno che addirittura quasi si fa una doccia completa! Belli vispi ed arzilli, arriviamo in terra bavarese alle 10,00 circa dopo sedici ore di cammino. Freddo intenso, scendiamo vicini allo stadio, dove lasciamo il pullman, dirigendoci  in corteo tutti assieme alla metropolitana che ci conduce nella piazza principale di Monaco. A bordo del treno, bordello infernale, cori possenti con i tedeschi che quasi fuggono dalla nostra carrozza! Spettacolare l'inno nazionale cantato dai nostri! Giunti nella Piazza, troviamo già tantissimi juventini, eravamo davvero tanti, ma proprio tanti, una invasione, è da ogni angolo, da ogni strada, man mano che arrivavano i vari gruppi si udivano continui cori, spettacolare il FINO ALLA FINE...cantato da una piazza intera! Alla fine crediamo di essere stati in 7.000/8.000 al seguito! Iniziamo a passeggiare per le vie del centro, qualcuno inizia a rifornirsi di "bionde tedesche...." che avete capito? le birre.....poi cerchiamo un pub dove tutti assieme poter pranzare. Non era facile trovare spazio per tutti. Molti locali non ci facevano proprio entrare, sino a quando non troviamo una grossissima birreria dove riusciamo a fare una mega tavolata è dove troviamo anche tutto il Gruppo Tradizione al completo. Ci accomodiamo su diversi tavoli, ma tutti nella stessa saletta. Boccali di birra in alto per i primi brindisi, ne seguiranno poi tanti altri. Il mangiare non è il massimo...ma cosa potevamo aspettarci in terra tedesca???? Dopo pranzo ci dividiamo tra chi vuole girare ancora, chi vuole andare a bere altre birre, chi ripararsi dal freddo in uno stupendo centro commerciale. L'appuntamento per tutti è alle 17 nuovamente in piazza! Da li quasi tutti, tranne alcuni che hanno deciso di arrivare più tardi allo stadio come Francesco, Giuseppe Cavaliere con il figlio, Roberto e altri, si sono diretti nuovamente alla metropolitana per andare allo stadio. Raggiungiamo il nostro pullman per poi dopo poco raggiungere l'ingresso dello stadio. Sistemiamo i nostri stendardi sulle aste  è mentre siamo pronti ad entrare ecco giungere la Polizia tedesca che prende sottobraccio il nostro Fabio per portarselo via. Subito Salvatore Lomuscio, oppone resistenza seguito da tutti gli altri, cercando di capire le motivazioni. Vengono respinti ed invitati a restare fermi li. Fabio sorpreso, va verso la loro camionetta, dove viene perquisito da testa a piedi, fornendo il proprio documento. Volete sapere cosa era?????? Abitualmente lo scotch per farlo passare lo mettiamo nelle mutande....la polizia aveva visto la scena pensando ad un fumogeno o altro....insomma dopo cinque minuti si convincono che si trattava solo dello scotch, rilasciando Fabio che sorridendo ritornava da tutti gli altri. Si entra, per molti di noi era la seconda volta in quell'impianto. Raggiungiamo gli amici di Tradizione per posizionarci in balconata con loro (come da foto articolo, tratta dalla diretta Sky che ha inquadrato il nostro bel gruppo), Fabio, Salvatore Lomuscio e Domenico Giordano tutti avanti, con gli altri tutti a ruota dietro, diretti da Nicola Pisani e Francesco Nicolamarino. Bello vedere oramai che quando si va in trasferta tutti seguono chi sta davanti, tutti si posizionano dietro la nostra pezza, formando sempre un gruppo compatto! Vincenzo Leone è stato tutta la partita a sventolare la nostra bandiera....non si stancava mai! Poi c'era il gruppo Di Serio, gruppo tremendo, gruppo che non si tira mai indietro a niente, quelli che vanno a Catania, Napoli e Bergamo come se niente fosse! Tra loro, Eligio Fucci, Gregorio Del Giudice e Gianni Zagaria. Gaetano Maddalena, altro pezzo storico del nostro club, colui che non saltava una trasferta in serie B, poi ancora Giovanni, Andrea il figlio del Presidente e altri due pezzi da novanta come Pasquale Cipriani e Antonello Lombardi, sempre presenti anche loro. Grande tifo, nonostante l'immediato svantaggio. Durante la gara probelmi ancora con la Polizia per uno dei nostri, questa volta per un po di "fumo".....portato al posto di Polizia a fine primo tempo, viene rilasciato solo a fine gara dietro pagamento di una cauzione per il rilascio. Insomma non ci siamo fatti mancare nulla. Poi finalmente, si ripartiva, eravamo quasi gli ultimi a lasciare il parcheggio, complice il ritardo di Lazzaro & C, che annebbiati dalla birra non ritrovavno più il pullman.
A bordo nonostante il risultato eravamo tutti carichi ed avevamo spazio per bere ancora altro vino rimasto dall'andata. Sfottò con l'autista titolare Luigi Sassi, poi tutti a nanna. Dopo un viaggio di rientro tranquillo, siamo arrivati in stazione ad Andria alle 14,30 di mercoledì. Stanchi ma felicissimi di essere stati presenti è di aver scritto un altra pagina storica del nostro club!
NOI NEL BENE E NEL MALE SEMPRE ASSOLUTI PROTAGONISTI, ALTRI SEMPLICEMENTE SPETTATORI.
Ma è già tempo di ripartire. Questa sera, in nove lasceranno Andria per raggiungere in treno Torino, per essere presenti alla sfida importante di domani contro il Pescara, altra trasferta, altri tre punti da conquistare ad ogni costo sulla strada verso un secondo storico scudetto. Poi inizierà la missione RIBALTARE IL BAYERN AD OGNI COSTO! VINCERE E VINCEREMO!
NOI SIAMO LA JUVE......E GIREREMO TUTTE QUANTE LE CITTA', OVUNQUE ANDREMO MAI NESSUN CI FERMERA'!
p.s. in conclusione sentiamo solo di ribadire tutta la nostra condivisione con la protesta fatta a Budapest e che porteranno a Torino sabato, dai RUJ (Ragazzi Ungheresi Juventus) i quali dopo aver macinato km. al seguito della Juve, non hanno avuto biglietti per questa trasferta a Monaco. La Società in questo ha toppato alla grande non considerando nella distribuzione diverse cose. Hanno preferito vendere i biglietti, la maggior parte, con la Franco Rosso, portando a Monaco, troppi tifosi occasionali, che sarebbe stato più giusto continuare a lasciarli a casa.
RUJ, comunque presenti! Siamo con Voi ragazzi!
 

 
 
MARIENPLATZ CONQUISTATA
 
E' abitudine dei nostri soci, in tutte le trasferte europee, "conquistare" simbolicamente, le piazze principali delle città in cui la Juve gioca. Anche a Monaco i nostri non potevano esimersi dal farlo ed eccoli qui ritratti (una parte), subito dopo pranzo nella Piazza dedicata a Santa Maria su cui affaccia il Palazzo del Municipio. In questa stagione la tradizione si è ripetuta a Londra, a Copenhagen, a Donetsk, a Glasgow e adesso anche a Munchen, già in passato "conquistata" dal nostro club! Comunque andrà a finire in questa stagione la tradizione riprenderà sempre in Champions dal prossimo anno, per noi sicuramente, per altri ancora No!
IN ITALIA E IN EUROPA CI VEDRAI E NON TI LASCEREMO MAI!!!!!!!
JC ANDRIA SEMPRE AL SEGUITO!
 

 
 
ANDRIA PRESENTE A SAU SIRO
 
Eccoci presenti in quest'altro scatto tratto dal sito internet fototifo.it, nella trasferta a Sau Siro di sabato scorso, contro i Prescritti. Siamo posizionati sulla sinistra del Gruppo Tradizione in balconata. JC ANDRIA SEMPRE IN PRIMA LINEA, SEMPRE PRESENTE!
 

 
 
DIREZIONE MONACO
 
Alle 19 circa i nostri soci hanno lasciato Andria in pullman GT, direzione Monaco di Baviera, tra gli sguardi attoniti e' stupiti di chi ci ha visto, anche il lunedì di Pasquetta, in stazione pronti a partire, non verso la solita destinazione italiana.....questa volta, si va in Europa. Un altra pagina di storia del nostro club ci apprestiamo a scrivere. Verso l'una di notte i ragazzi, condotti dal Presidente, da Fabio, Salvatore e Nicola Pisani con tanti ragazzi storici, pezzi di storia del club, si trovavano a Cattolica in Romagna. Ci raccontano di aver passato una buona parte del tempo a bere vino, a cantare e mangiare taralli perchè come ha riferito Giuseppe Di Serio, la loro Pasquetta è appena iniziata! Tanto, tantissimo onore a loro per aver deciso di seguire la squadra in pullman sobbarcandosi oltre 15 ore di viaggio, anche se con un signor pullman, grazie alla solita disponibilità della ditta Angelo Sassi & figli. Il club oramai per molti è
come diventato una seconda famiglia. Rapporti di amicizia che vanno oltre la passione per gli stessi colori. Nella foto, scattata da Fabio, sempre restio a farsi immortalare, parte del gruppo mentre erano fermi a Pescara Sud in autogrill. Che dire di piu', comunque andrà per noi sarà un successo, sempre alla faccia di tutti coloro che ci odiano ed invidiano.
La gente come noi non molla mai!
Avanti JC ANDRIA, avanti JUVENTUS.....inseguendo un sogno!
Un saluto a coloro che viaggiano assieme ai nostri soci, dagli inseparabili amici di Trani e sino a coloro che hanno scelto di viaggiare con noi come i club di Rodi Garganico, Molfetta e Gravina in Puglia, mentre da Verona saliranno a bordo gli amici fraterni del Gruppo Aosta.....e immaginiamo solo cosa potrà accadere. 
 

 
 
PADRONI A MILANO PADRONI D'ITALIA
 
Antonio Conte alla vigilia della gara contro i merdazzurri, la terza squadra milanese, lo aveva detto: è la Partita con la "P" maiuscola, la partita a cui ogni tifoso juventino dovrebbe tenere di più! Ma la vigilia di questa gara per noi popolo gobbo non è stata come tante e tante altre vigilie. Questa volta la sfida non la sentivamo come in altre occasioni, causa la viglilia dell'importante appuntamento Champions, ma tutti, nessuno escluso, volevano riuscire nell'impresa di smerdarli nuovamente a casa loro. Perchè con Antonio Conte in panchina ne hanno perse ben tre su tre. E' andata come tutti volevamo: 2-1 il finale di una partita che ha visto la Juve dominare e soprattutto non stancarsi molto per avere la meglio della "squadretta avversaria". Di Quagliarella e Matri le reti bianconere che mantengono invariate le distanze in classifica con nove punti sul Napoli e ben undici sul Milan, ma con una giornata in meno e soprattutto con un bonus di ben tre sconfittte, eventualmente a disposizione! Dopo questa doppia trasferta sull'asse Bologna - Milano, che ha fruttato ben 6 punti, possiamo iniziare a sbilanciarci, parlando di scudetto sempre più vicino, il trentunesimo della storia, il secondo consecutivo in soli due anni dell'era Conte! Chi lo avrebbe mai potuto immaginare soltanto due stagioni addietro. Nuovamente Padroni a Milano e presto potremmo nuovamente confermarci PADRONI D'ITALIA alla faccia di tutti coloro che in queste ore staranno soffrendo maledettamente come cani per la nostra nuova impresa. Padroni a Milano perchè, e credeteci, vedere uno stadio che ad un certo punto sul "Chi non salta merdazzurro è...." saltella per due/terzi, bene diteci voi se non significhi smerdarli è fare i PADRONI....overro i cazzi propri! Non per questo gli cantavamo spesso: IN CASA GIOCHIAMO NOI.....oppure SEMBRATE UN CIMITERO....Ma abbiamo già parlato troppo di una tifoseria che in estate s'illudeva per avere in panchina un bamboccione minchione, anche qui come per Zeman abbiamo avuto ragione, un bamboccione che come tutta la sua tifoseria si era illusa dopo aver violato "casualmente" lo Stadium senza rendersi conto di avere una squadraccia che non ha mai giocato a calcio, difatti di li a poco, sono man mano crollati, tornando ad occupare stabilmente quelle che sono per loro le posizioni di classifica più consone! La nostra trasferta come detto nell'articolo degli auguri pasquali è stata realizzata in pullman, tutto pieno, assieme agli amici di Trani, Adelfia e Montescaglioso. In 15  i nostri soci partiti da Andria, nonostante il sabato di Pasqua, condotti da un duo "impeccabile" Fabio e Graziano Palladio, due della vecchia guardia con altri pezzi storici come Vincenzo Giannelli, Gianni Strippoli, Gino (rientrato dopo un periodo di assenza), Angelo Marzano, Chiara Abbasciano e le solite presenze dei nuovi soci. Il pullman "misto" era davvero un bel pullman, si cantava praticamente sempre ed ogni tanto c'era qualcuno che lanciava delle urla pazzesche, anche se tutti sembravamo davvero con poca voglia di fare questa trasferta tant'è che in ogni sosta in autogrill si arrivava a perdere dai 40 ai 60 minuti per fermata. Ritardi che hanno fatto giungere la truppa a "Sau* Siro" (* ad memoriam del giocatore sardo che diede il "la" alla infinita crisi intertriste) in netto ritardo e nel bel mezzo del traffico. Poi ci si mettevano anche gli autisti nel sbagliare uscita ritrovandoci praticamente quasi sotto la Nord intertriste....Insomma alla fine siamo arrivati sotto tanta acqua appena un quarto d'ora prima che la partita avesse inizio, con alcuni barcollanti per il troppo vino. Si arivva nel sottotetto dello stadio milanese dopo aver percorso la faticosissima salita. Ci si posiziona sulla balaustra principale al fianco del Gruppo Tradizione (come da foto articolo...fatta male...perchè scattata da uno degli "elementi" barcollanti). Inizia la gara, iniziano i cori, si passa in vantaggio subito è da li diventa una bolgia con i nostri ragazzi che danno spettacolo con le loro colorite espressioni dialettali! Alla fine tutti felici ma subito con la testa all'organizzazione della prima storica trasferta europea in pullman. Si rientra a casa stremati soltanto alle 08,30 di domenica mattina, dopo quest'altro lungo viaggio in pullman. Ma per alcuni come il nostro Fabio, nemmeno il tempo di rifiatare e soprattutto riposarsi che già domani pomeriggio, giorno della Pasquetta, si ripartirà verso Monaco di Baviera. C'è grande fermento per questa trasferta tra i soci fortunati che vi parteciperanno. Bello lo scambio di messaggi in queste ore tra loro, tutti con una carica incredibile ed addosso, una gioia pazzesca. Comunque andrà per noi sarà un successo! Alla fine partirà anche il Presidente che inizialmente si era tirato fuori per far spazio ad un altro socio. Abbiamo reperito biglietto anche per lui è non solo per lui. Le strade del Signore sono infinite. A tutti i soci partecipanti abbiamo chiesto di portare tante birre, tanto vino è tanta altra roba da mangiare perchè le trentadue ore di viaggio sul pullman diventino per tutti indimenticabili!
JC ANDRIA SEMPRE PRESENTE. DA DIECI ANNI NEL BENE E NEL MALE!
 

 
 
CHE UOVO DI PASQUA
 
Intanto permetteteci di ringraziare e salutare i nostri ragazzi che in queste ore sono già in pullman, di rientro dalla trasferta a Sau Siro. Padroni a Milano, padroni di uno stadio che per due terzi era tutto bianconero. Spettacolo! Vedere le merde uscire dal loro stadio di merda a testa bassa, come sempre, non ha prezzo! Nell'uovo di Pasqua che domani noi tutti tifosi juventini aprirermo, troveremo una sorpresa grandissima e soprattutto graditissisma : il quasi certo TRENTUNESIMO tricolore, che festeggeremo alla grande e con ancor piu' entusiasmo rispetto all'anno scorso.....preparatevi!
Dopo aver rovinato l'estate e il Natale a tutti i tirapiedi e coloro che ci odiano, adesso gli abbiamo rovinato anche la Pasqua. E' come l'anno scorso e come l'anno prima......il nostro chiacchierone continuerà a sognare.......parlate....parlate....parlate......bla bla bla bla bla bla........."i l'fatt ai...a c' stann".....ue.....l fess......!
Cari soci non possiamo che farvi pervenire i nostri migliori auguri da estendere anche alla vostre famiglie, per una serena e felice Pasqua da trascorrere all'insegna dell'allegria e sopratutto sbeffeggiando gli intertristi per i quali la Via Crucis ancora continua e continuerà per molto!
Come la Pasqua scorsa anche quest'anno Antonio Conte è stato capace di regalarci emozioni uniche. Nella passata stagione la Juve conquistò la vetta della classifica, andando a vincere, il sabato di Pasqua, a Palermo, vetta che da allora non abbiamo piu' abbandonato. Come dodici mesi fa e come tutte le partite, anche oggi la nostra carovana di soci era al seguito ed in buon numero nonostante il sabato di Pasqua.
Tre le donne presenti, Mary, la solita Chiara Abbasciano e Anna. Ci raccontano i ragazzi in anteprima telefonica che sono partiti con molto ritardo ieri notte dalla stazione di Andria, che hanno fatto una infinità di soste in autogrill, tali da metterne a rischio l'arrivo allo stadio (entrati solo un quarto d'ora prima dell'inizio della gara) e sopratutto ci dicono di un Fabio e Graziano show, complice l'ottimo vino andriese questa  volta accompagnato dai diversi salami portati da Vincenzo Giannelli, Giampiero (uno di noi) e Matteo Ferri altra piacevole new entry! Nello stadio si sono posizionati, in balconata, sulla sinistra del gruppo Tradizione e causa appunto del tanto vino... in molti sulla balaustra barcollavano dando il solito show.....tutto rigorosamente in dialetto andriese........
Adesso sono in autostrada già tutti colassati......ma carichi molto carichi.....alcuni, tra i quali anche l'ineSAUribile Fabio, già pronti a ripartire sempre in pullman verso Monaco.....inseguendo un sogno!
Ancora tanti auguri a tutti per questa Grande Pasqua a forti tinte bianconere.
Dall dall......e non si molla mai.....!!
Follemente innamorati di questa Juve e di questi colori!
P.s. Da premettere che, ancora una volta i nostri, come già successo contro il Milan, l'anno scorso, arrivati tardi allo stadio, hanno percorso a piedi le ultime centinaia di metri, dopo aver girato intorno a tutto lo stadio per errore degli autisti, tra tante merde che guardavano ma non agivano.
Siamo felici come una pasqua....davvero una gran bella sorpresa nell'uovo, il quasi certo scudetto che sarà il numero 31 della nostra storia con il sigillo messo proprio nella gara contro le merdacce umane! Ah ah ah ah ah ah......ohhhh issa...ohhh issa ohhhhhhhhhhh issa......
JC ANDRIA tanti fatti e poche parole.
Auguri soci dello JC ANDRIA.
Dimenticavamo......al club????? Autentica bolgia!
 

 
 
BOLOGNA INVASA E CONQUISTATA
 
Avremmo potuto iniziare questo articolo in tanti modi, ma preferiamo partire dall'aspetto più importante di questa trasferta in terra emiliana. L'esultanza finale di Antonio Conte ci ha fatto godere più di ogni altra cosa, ci ha fatto sentire sempre più orgogliosi di tifare per questi colori e soprattutto ha fatto morire dall'invidia tutti coloro che rosicano nel vederci sempre vincere! Antonio Conte è un grande, lui è uno di noi, lo ripetiamo da sempre, lui soffre maledettamente in panchina e alle volte ne siamo convinti vorrebbe magari pure entrare in campo. Questo significa avere un allenatore tifoso, un allenatore che è oramai invidiato da tutti, il migliore in assoluto in questo momento nel panorama non solo italiano, ma forse anche europeo! E' pensare che hanno provato a distruggerlo, ma i "coglioni" non ci sono riusciti! Lui ha reagito alla grande ad una ingiustizia grandissima. Il bello era leggere i commenti di "quattro idioti" che nell'estate scorsa sapevano tutto loro....sapevano come sarebbe andata a finire...sapevano....ma che cazzo sapevano....come al solito niente, perchè chi si fa i cazzi degli altri alla fine finisce sempre per prenderselo a quel posto.....e adesso staranno ancora una volta li a guardarci e a soffrire mentre noi vinceremo......DOVETE SOFFRIRE e ripetiamo IMPARATE A FARVI I CAZZI VOSTRI!
L'esultanza di Antonio Conte è l'esultanza che ogni tifoso di qualsiasi squadra diciamola tutta vorrebbe vedere fare al proprio mister, ma dato che non tutti hanno la fortuna di avere un allenatore tifoso come il nostro, ma soltanto dei mercenari o dei dementi in panchina, eccoli tutti pronti ad additare Conte, come un esaltato, un provocatore, un istigatore alla violenza. Ma diciamo, ma stiamo scherzando???? I bolognesi che si offendono? Pioli si è offeso.....ma la sapete una cosa....ma che cazzo c'è ne frega......noi esultiamo come cavolo ci pare e piace. Ci sembra quasi come la storia dei nostri festeggiamenti ad Andria del 30° scudetto.....
Ma scusate in uno stadio che per la metà era bianconero, con una Curva San Luca e settore ospiti strapieni, una Tribuna che era praticamente tutta bianconera e con metà distinti che saltavano al CHI NON SALTA BOLOGNESE E'....cosa si aspettavano lor signori e i moralisti del cavolo? Non è colpa nostra se ovunque giochiamo invadiamo le città ed acquistiamo in massa anche biglietti di altri settori, teoricamente riservati ai tifosi di casa. Conte ha esultato con tutto il suo pubblico per una vittoria fondamentale ma non ancora decisiva nella corsa verso il 31° tricolore, ancora distante, ma sempre più vicino.
Adesso per la matematica mancherebbero soltanto sei vittorie da conquistare nelle prossime nove giornate. Si potrebbe perdere anche tre volte, ma preferiamo non farlo per non soffrire. Forse basteranno anche meno di sei vittorie, perchè si presume che le inseguitrici non le vinceranno tutte e nove le gare. 2-0 il finale al Dall'Ara con le reti nella ripresa di Vucinic e Marchisio. Dopo un primo tempo soporifero con una Juve quasi svogliata ecco che nella ripresa, la squadra sale in cattedra ed inizia a dettare legge, la legge del più forte. La nostra trasferta è stata divertente ma allo stesso tempo molto stanchevole per via del fatto che questa volta si è dovuto guidare. Considerando che si viaggia sempre in pullman e sempre portati da autisti, si era perso quasi il gusto della trasferta "fai da te" con furgone da nove posti. Era da Siena che non si partiva con furgone. In dieci in un mezzo da nove posti, sempre grazie a Fabio che ci mette sempre qualcuno in più come dice il buon Alessandro di Trani. Alle 13,40 siamo in autostrada, con Fabio il nostro segretario alla guida. Si macinano chilometri per recuperare sulla tabella di marcia. La sosta viene effettuata praticamente sotto Ancona. A bordo tanta musica, tante puttanate e soprattutto questa volta tanto limoncello portato da Carlo e Marco, ritornati dopo un po di tempo in trasferta. La presenza di Franco Di Franco....(1 fisso o 2 fisso a seconda di dove si giochi) ha reso il viaggio ancor più piacevole. La comitiva giunge a Bologna verso le 19,30 e senza scorta si dirige verso il Dall'Ara. Si entra nel parcheggio ospiti dove ad attenderli ci sono gli altri soci del club arrivati in auto: Andrea Leonetti con la sua signora, Roberto con la sua ragazza e Giuseppe Tattolo. Nello stadio poi ci si divide, una parte va nel settore ospiti, mentre Fabio & C. in Curva San Luca assieme agli amici del Gruppo Tradizione. Bellissimo l'abbraccio tra Tony Manfreda ed il nostro Fabio. Lungo con continua pacche sulle spalle a suggello di una grande amicizia. Si sono ritrovati dopo molto tempo per via della diffida del grande Tony. Sistemiamo la pezza ANDRIA PRESENTE in vetrata centrale, mentre l'altra pezza portata la teniamo a mano. Nel secondo tempo, Fabio si sistema sulla balaustra dando una mano ai lancia cori e facendo cantare la nostra zona a più non posso, prova ne è che dopo poco la Juve passa in vantaggio....coincindenze???? Si finisce in trionfo con la Juve sotto la curva proprio dove eravamo posizionati noi (nella foto articolo si vede alle spalle lo stendardo ANDRIA 2003). Si esce subito dalla Curva, saluti con Andrea Leonetti, crediamo il socio con più presenze in trasferta, e ripartiamo dopo un ora, con Fabio sempre alla guida. Poi dopo un centianio di Km., il condottiero cede le armi e passa la mano a Nicola dello JC TRANI. Sosta in autogrill???? Memorabile e non aggiungiamo altro.....ehi tu dove vai?????? con Franco Di Franco che lo stavamo per lasciare li.....sul pullmino si è mangiato di tutto! Ad Andria siamo giunti alle 6 del mattino, lasciato il mezzo abbiamo ripreso le auto per andare a far colazione prima di salutarci e andare a godersi la domenica con le rispettive famiglie.
QUESTI SIAMO NOI! GENTE CHE NON MOLLA MAI...GENTE CHE C'ERA QUANDO LE COSE NON ANDAVANO BENE...GENTE CHE CI SARA' SEMPRE! Adesso meritata pausa ma con la testa rivolta all'organizzazione delle trasferte di Champions per le quali stiamo lottando affinchè si possano reperire il maggior numero di tagliandi. Per Monaco di Baviera è un macello, giovedì forse sapremo, ma la vediamo dura. Sarà difficile poter accontentare tutti. Ma prima ci sarà la trasferta di campionato a Milano contro i prescritti, i cartonati, quelli che credono di aver scritto la storia, ma avendola scritta sul ghiaccio, nessuno la ricorderà....storia, ma non è storia...ottenuta giocando senza veri avversari! Oramai lo sanno tutti, tranne loro! A Milano ci saremo, ma crediamo con una sparuta presenza, l'importante sarà esserci solo per la presenza, ma è una trasferta che credeteci snobbiamo! Chiudiamo dicendo ONORE AI 51 DIFFIDATI DI NAPOLI, APPARTENENTI AL GRUPPO VIKING, SIAMO CON VOI E CANTEREMO PER VOI. DIFFIDATI SEMPRE PRESENTI.
JC ANDRIA TANTI FATTI E POCHE PAROLE.
 

 
 
A BOLOGNA ANDRIA PRESENTE
 
In quest'altra foto della trasferta in terra emiliana, è ritratto il nostro stendardo posizionato nel centro curva assieme alle varie pezze e stendardi del Gruppo Tradizione. Altri 1.200 Km. macinati tra andata e ritorno per essere sempre presenti al fianco della nostra GRANDE JUVENTUS che ci continua a regalare sempre grandi emozioni. Un plauso a tutti i soci che hanno risposto presenti a quest'altra trasferta. Credeteci non è semplice partire ogni tre giorni, ma sappiamo di poter contare su di un gruppo di ragazzi ecomiabili!
JC ANDRIA
 

 
 
AUTENTICO TRASCINATORE
 
Eccolo in balaustra in Curva San Luca a Bologna a trascinare una parte di curva, di spalle al campo, a tenere sempre vivi i cori anche quando si stavano affievolendo. Dopo poco, la Juve va in gol, lui è di spalle, ma poco importa, bisogna riprendere a cantare. Un mito il nostro Segretario Fabio. La sua passione è commovente!
TORNO A CASA SENZA VOCE....MI DOMANDANO PERCHE'.....IL MOTIVO E' MOLTO SEMPLICE....HO CANTATO PER LA JUVE....LA LA LA LA...LA LA LA LA
 

 
 
MONACO DI BAVIERA
 
A mezzogiorno a Nyon la Juventus ha conosciuto il suo destino nei quarti di finale della Champions League. L'urna ci ha riservato l'affascinante sfida contro i tedeschi del Bayern Monaco, praticamente un classico nella storia della nostra Juve. Non sarà una sfida assolutamente facile, ma non lo sarà nemmeno per loro. Senza presunzione, possiamo tranquillamente affermare che questa Juventus se la poteva giocare con tutti a maggior ragione contro il Bayern, avversario di tutto rispetto, ma non da far perdere il sonno la notte.....Il Bayern si sa è una squdra molto quadrata, difficile da affrontare, ma Antonio Conte questo già lo sa. Avremo un minimo vantaggio, ovvero quello di giocare la sfida del ritorno allo Juventus Stadium, ma sappiamo quanto questo in Champions conti poco, vedi ad esempio la vittoria del Real Madrid a Manchester sponda United negli ottavi di finale. Restiamo umili e ben concentrati, sappiamo che partiremo come sfavoriti in questa doppia sfida, ma ripetiamo sappiamo anche quanto questa Juve sia dura a morire, pertanto è già partita la sfida! La gara di andata si disputerà a Monaco di Baviera il 2 aprile di martedì, mentre la gara del ritorno si disputerà allo Juventus Stadium il 10 aprile di mercoledì. Capitolo organizzazione trasferte. Inutile ribadirvi che come sempre le faremo entrambe, ma abbiamo da fare delle doverose precisazioni. A Monaco di Baviera si tratterà per noi di un ritorno, infatti già nella stagione 2009/2010 con Ferrara in panchina, siamo stati all'Allianz Arena, stadio davvero spettacolare. All'epoca andammo in tanti (foto articolo riferita a quella trasferta dove sono ritratti una metà dei soci che Vi parteciparono), una ventina all'incirca con volo su Orio al Serio e pullman assieme agli amici di Aosta/Bassa Valle sino a Monaco. Quest'anno per via della Pasqua e Pasquetta che ci sono di mezzo, i voli costano parecchio, abbiamo valutato le diverse combinazioni optando verso le ore 13 per la soluzione pullman GT da Andria per Monaco di Baviera senza pernottamenti. E' fattibilissima questa soluzione in quanto sono 1.200 i km. Se consideriamo la nostra abitudine nel farne ogni quindici giorni per Torino, circa 1.000, non è poi così tanto in più che ci sarebbe da fare. Pertanto come comunicato ai tantissimi che hanno già chiamato subito dopo il sorteggio, si procede al viaggio in pullman, legato ovviamente all'ottenimento dei biglietti in numero sufficiente per far si che il bus possa partire. Caso contrario si opterebbe per furgoni a noleggio e auto private. Abbiamo già raccolto un buonissimo numero di soci prenotati, tali da permetterci la partenza del pullman ed abbiamo già interpellato la società, avanzando la nostra richiesta. Qualora i biglietti non fossero disponibili per tutti si procederà ad assegnazione mediante graduatoria che vedrà favoriti coloro i quali hanno effettuato maggior numero di viaggi. Stesso dicasi per il ritorno, non saranno ammesse prenotazioni di voli aerei, si deve viaggiare obbligatoriamente in pullman e chi sarà andato a Monaco non potrà poi andare a Torino, questo varrà anche per il direttivo! Al momento abbiamo aperto le prenotazioni, ai non soci diciamo sin d'ora che non ci sarà la minima possibilità di partecipazione salvo eventuali maggiori disponibilità. Non sono ammesse prenotazioni via mail o telefoniche, ma soltanto passando dal club e lasciando adeguata caparra.  
AVANTI JC ANDRIA, AVANTI JUVENTUS....INSEGUENDO UN SOGNO!
 

 
 
APOTEOSI
 

Iniziamo dalla fine. Alla rete di Giaccherinho.....al minuto 92 del recupero della gara contro il Catania, non si è capito più nulla sia al club che allo stadio! Al club ci siamo ritrovati l'uno sull'altro, felicissimi, quasi increduli per una gara che non riuscivamo a sbloccare, causa anche la giornata no di diversi elementi. Ma a questo punto della stagione conta soltanto vincere, il bel gioco non serve a nulla se poi non porti a casa i tre punti! Poi in una giornata in cui il Napoli era sotto di due reti a Verona, sarebbe stato assurdo non riuscire a vincere. La Juve si sa, o meglio questa Juve, come altre in passato, non si arrende mai, getta sempre il cuore oltre l'ostacolo, ci crede fino alla fine. E' si sa poi che la fortuna aiuta sempre e solo gli audaci ed i più forti! Negli ultimi dieci minuti tanti applausi merita anche la CURVA SUD Scirea, per la spinta fornita alla squadra, era impressionante il sostegno e l'incitamento. Tutti sforzi premiati! Ma ritorniamo per un attimo a quello che è accaduto al club. Alla rete ripetiamo non si è capito più nulla, un boato terrificante con la gente che si è riversata per strada abbracciandosi quasi come se fosse stata la rete decisiva per la vittoria del titolo. Purtroppo ci sarà ancora da sudare, soffrire per portare a casa un grandissimo obiettivo, un obiettivo che ci farebbe "nuovamente" letteralmente impazzire! In tutto il club e per strada si cantava il coro.....CHI NON SALTA E' UN NAPOLETANO OH OH OH OH....CHI NON SALTA E' UN NAPOLETANO OH OH OH OH.....Dopo al fischio finale l'adrenalina era altissima in tutti i soci, provati dalla grande emozione vissuta, con Fabio il segretario tutto fare, sofferente seduto al divanetto dell'ufficio che batteva il cinque a tutti! Allo stadio, ovviamente, l'emozione è stata ancor più grossa. In curva ci dicono i nostri ragazzi presenti, capitanati da Giuseppe Leonetti, si sono ritrovati sobbalzati di due, tre fila più avanti, con il rischio serio di farsi male. 1-0 il finale di una gara combattuta che ha confermato tutti i timori della vigilia, dando ragione al nostro mister che aveva tuonato, "attenzione arriva un Real Catania". Un avversario davvero ben messo in campo, ben chiuso nella propria metà campo è che riusciva spesso ad imbrigliare la nostra manovra. Diverse le occasioni clamorose sbagliate durante la gara. Quando sembrava che tutto fosse perduto ecco che Giaccherini, ragazzo incredibile, appena entrato in campo, riusciva a segnare una rete che potrebbe rivelarsi importantissima per la conquista del titolo di CAMPIONI D'ITALIA. Non è cosa semplice stare in testa dalla prima giornata del campionato, ma la Juve sta dimostrando tutta la sua forza, tutta la sua unione di gruppo, tutta la sua forte determinazione nel voler raggiungere ad ogni costo questo obiettivo che diventerebbe storico, riconfermarsi ancora Campioni, con una squadra, continuiamo a dirlo del tutto normale! Abbiamo scelto come foto per l'articolo una immagine di Conte festante a fine gara e sullo sfondo il nostro striscione al bocchettone della Sud verso la Tribuna Ovest. Anche questa vittoria sentiamo di dire che è tutto merito di quest'uomo, di questo allenatore, che sta davvero facendo rosicare tutta l'Italia antijuventina. Noi invece al contrario loro, stiamo godendo come dei matti, grazie all'allenatore/tifoso, perchè, dovete saperlo, quello che ci fa più impazzire a noi tifosi gobbi e quello che fa più star male i tirapiedi è proprio la fortissima juventinità di Antonio Conte. Un allenatore tifoso come lui se lo possono solo sognare! Un grazie lo dobbiamo anche a Barzagli e Pogba che hanno letteralmente preso in mano la squadra portandola alla vittoria. L'ultima azione, quella della rete di Giak è nata da un pallone recuperato a centrocampo da Barzagli e da un cross con perfetto aggancio del francese, giocatore davvero fenomenale! La trasferta dei nostri soci saliti su a Torino, in otto unità, è stata del tutto tranquilla con aereo all'andata al mattino presto su Orio al Serio, poi in treno verso Torino e rientro sempre in aereo da Torino Caselle alla sera sul tardi. Quanti sacrifici pur di esserci sempre! Dopo la gara alcuni ragazzi hanno approfittato per visitare il museo, poi tutti in aeroporto. Adesso ci aspetta la sfida al Bologna, una gara delicata contro un avversario galvanizzato dalla vittoria a Sau Siro contro la STRAMINCHIONE BAND......ah ah ah ah ah ah ah. Occhio che i felsinei vorranno provare a sgambettarci. Sarà una sfida davvero importantissima, vincere al Dall'Ara vorrebbe poter significare una quasi assoluta certezza nella conquista del titolo. Noi, come sempre, ci saremo. Ennesimo sacrificio dell'anno. Un pullmino da nove posti oltre a due coppie di soci che partiranno in auto già dal venerdì per un weekend. Sarà una invasione gobba a Bologna. Si parla di oltre diecimila tifosi al seguito. E’ l’ultima di dieci finali, anzi ne basteranno anche di  meno, visto che la matematica dice che sette nostre vittorie sarebbero già sufficienti. Ma è vietato fare calcoli già da ora! Nell'attesa del sorteggio dei quarti di Champions dove oramai tutti i soci sono già mentalmente proiettati!  

AVANTI JUVENTUS, AVANTI JC ANDRIA!

INSEGUENDO UN SOGNO….DAI RAGAZZI NOI CI CREDIAMO.

 

 
 
SPETTACOLO NELLO SPETTACOLO
 
Adesso è ufficiale, la Juventus è tornata a sedersi al tavolo dei grandi d'Europa. Se pensiamo che soltanto 22 mesi fa chiudevamo al settimo posto nel campionato per il secondo anno di fila ed oggi invece ci ritroviamo tra le migliori otto squadre d'Europa, campioni d'Italia in carica e in testa alla classifica dell'attuale campionato....quasi non ci crediamo. Ma svegliandoci giovedì mattina ed aprendo i giornali o ascoltando i titoli dei Tg, ci siamo resi conto che non stiamo assolutamente sognando. E' semplicemente la realtà che viviamo! Tutto questo che si sta materializzando sotto gli occhi di noi tifosi che non abbiamo mai mollato è qualcosa di fantastico, di straordinario,tutto merito di una sola persona: ANTONIO CONTE! E' lui l'artefice di questa nostra rinascita. Vederlo festeggiare come un ultrà alla rete del vantaggio contro il Celtic a Torino, nonostante il sicuro vantaggio maturato nella gara di andata, non ha prezzo! Vederlo felice e soddisfatto nelle interviste post partita ci ha fatto ancor di più godere, mentre contemporaneamente altri, staranno oramai con il fegato spappolato! Tutto troppo bello! Ma adesso viene la parte più bella e allo stesso tempo più difficile. Arrivare ai quarti era impensabile soltanto a settembre, ma invece questa squadra, questo gruppo ci è arrivata a testa alta e soprattutto da grande squadra, con la miglior difesa del torneo e soprattutto con un gioco che adesso inizia a far preoccupare seriamente tutti. Ora non possiamo più nasconderci, dobbiamo puntare ad arrivare il più lontano possibile! Non succede ma se dovesse succedere.....Dall'urna dei sorteggi non sappiamo quale avversaria uscirà il prossimo 15 marzo, ma chiunque sarà andrà affrontata con la massima concentrazione e con la consapevolezza che passare il turno significherebbe contribuire ad alimentare notevolmente un sogno che noi tutti tifosi gobbi abbiamo nel cassetto! La gara di ritorno contro il Celtic poteva sembrare facile, poteva sembrare una formalità, ma se la Juve non l'avesse affrontata con la giusta determinazione, avrebbe potuto correre seri rischi. Poi si sa ad Antonio Conte in tutte le gare anche quelle più tranquille come le amichevoli, chiede sempre il massimo e la vittoria ai suoi ragazzi. E' stata una partita bellissima, giocata a viso aperto, ovviamente, da parte degli scozzesi, con lo stadium che era tutto pieno e ribolliva di passione ed entusiasmo per una squadra che ci sta letteralmente facendo impazzire dalla gioia. Anche i tifosi scozzesi hanno contribuito a rendere magica l'atmosfera. Onore a loro che nonostante tutto hanno cantato e sorretto la squadra per quasi tutta la gara. E' stato come recita il titolo uno Spettacolo nello Spettacolo. 2-0 il finale con reti di Matri e Quagliarella, alla faccia di chi dice che la Juve non ha attaccanti che segnano, alla faccia di chi dice che abbiamo problemi in attacco....se questi sono problemi.....ah ah ah ah ah. I nostri attaccanti, ben 6, vanno tutti a ruota regolarmente a segno. Un centrocampo mostruoso e una difesa insormontabile, con un Barzagli davvero incredibile fanno il resto! A dimostrazione che Conte ha messo su una rosa davvero affidabile! Anche chi gioca meno, appena chiamato in causa, dimostra un attaccamento alla maglia davvero incredibile, segno di mentalità vincente oramai inculcata nella testa dei giocatori. I nostri soci saliti su in pullman, ci hanno raccontato di una giornata perfetta vissuta alla grande! Peccato per la pioggia che gli ha accompagnati per tutta la giornata. Un grazie particolare lo dobbiamo ad Andrea Leonetti, Nicola Pisani e Roberto Nicolamarino che si sono sobbarcati ancora una volta l'onere della distribuzione dei tagliandi e dell'organizzazione dell'intera giornata. Anche noi possiamo ritenerci soddisfatti in quanto chiunque parte del direttivo, dimostra grande spirito di collaborazione e di attaccamento al nostro club, perchè per chi non lo sapesse, partecipare ad una trasferta è semplice, organizzarla nei minimi dettagli non è cosa facile! Bravi a loro e grazie a tutti i soci che hanno deciso di partire nonostante il risultato della gara di andata inducesse a pensare ad un risparmio dei soldini. Nello stadio, la maggior parte dei soci era nella Sud primo anello, dove tutti assieme hanno assistito dalla parte centrale alla gara. Bello vedere è di questi ne siamo orgogliosi la nostra socia Maria Scamarcio (nella foto) innalzare lo stendardo del nostro club, segno che abbiamo creato davvero un bel gruppo che vede diverse donne protagoniste attive! Appena rientrati alla base eravamo già impegnati nell'organizzazione di un altra trasferta, quella di domenica a Torino contro il Catania che vedrà ben otto soci presenti, che saliranno su tutti in aereo! Partita difficile quella di domenica ma da vincere ad ogni costo. Non sarà semplice anche in virtù delle polemiche della gara di andata. Prepariamoci ad una battaglia contro una delle formazioni che esprime in questo momento un buon calcio. Dobbiamo mantenere il vantaggio rassicurante in campionato per arrivare alle gare dei quarti di finale della Champions con la mente serena! Domenica lo Stadium sarà stracolmo e sarà una bolgia come vuole il nostro Mister.
E NON SI MOLLA MAI......JC ANDRIA OVUNQUE CON LA JUVENTUS!   
 

 
 
BENTORNATO VECCHIO FIGHTERS TONY
 
Mercoledì sera l'appuntamento era di quelli importanti, non tanto per la gara che avrebbe sancito poi il passaggio della Juventus ai quarti di finale della Champions League, dopo ben sette anni di assenza, ma quanto per il ritorno allo stadio dopo cinque anni del grandissimo nostro amico TONY MANFREDA (a sinistra nella foto scattata durante la partita dal nostro Domenico Mosca). Ebbene si, sono trascorsi cinque anni dalla serata di Catania che causò poi l'allontanamento dallo stadio di Tony come anche del nostro Domenico Giordano, rientrato a gennaio. Cinque lunghi anni di diffida che hanno cementato sempre più la nostra amicizia con lui e con tutti gli altri componenti del Gruppo Storico dei Fighters. Fu proprio in quella serata giù a Catania che il nostro Fabio conobbe Tony. Da allora si è avviato uno splendido rapporto di amicizia sancito con diverse cene ad Andria e diversi incontri su a Torino tra i nostri ragazzi più stretti e Tony ed il Presidente Umberto. Rivederlo sulla balconata per la prima volta nello Stadium è stato bellissimo. Di nuovo al suo posto a trascinare la curva come ai vecchi tempi. BENTORNATO FRATELLO TONY. 
SEMPRE PIU' ONORATI DELLA VOSTRA AMICIZIA! 
 

 
 
MISSIONE QUARTI DI FINALE
 

Alle 23,15 di martedì sera dalla Piazza della stazione di Andria è partito alla volta di Torino, l'ennesimo pullman del nostro club, per archiviare la missione "conquista dei quarti di finale", iniziata il 12 febbraio scorso a Glasgow. Nella foto dell'articolo il momento in cui i nostri soci salgono sul pullman chiamati a raccolta, ad uno ad uno dall'immancabile "tesoriere" Nicola Pisani. In primo piano davanti al pullman Andrea Leonetti e Michele Leonetti. A bordo anche due donne Sara e Maria. Presenti soci storici come Roberto Lomuscio (il grafico del nostro club), Nicola Patruno, Riccardo Dell'Olio, Marco Di Vincenzo, Corrado Solfato, Gaetano Orrico, Mauro Abbasciano e Domenico Mosca, webmaster del nostro sito. Ma non ci facciamo mancare proprio nulla, presenti anche due sacerdoti, quali Don Gianni Massaro e Don Vito Zinfollino. Poi una serie di soci nuovi che come sempre a ruota animano e riempiono i nostri bus. Anche questo viaggio è come sempre stato organizzato in collaborazione con lo JC TRANI. Molto ottimismo a bordo, in virtù del vantaggio da cui la Juventus parte, ma ovviamente la parola d'ordine del Presidente che ha salutato i ragazzi alla partenza è stata: VIETATO ABBASSARE LA GUARDIA.....bisognerà cantare e spingere la squadra verso la conquista dei quarti di finale della Champions, risultato storico! Verso le dieci il nostro pullman stava percorrendo la Piacenza - Torino, oramai a buon punto. A mezzogiorno saranno già in zona stadio. Grazie ragazzi!

JC ANDRIA SEMPRE PRESENTE!

 

 
 
LEZIONE AI NAPOLETANI
 
Quella di Napoli era da tempo considerata la "trasferta delle trasferte", la trasferta per gente dura, la trasferta per chi come noi segue la Juventus indipendentemente da tutto, a proprio rischio e a proprie spese! Andare su altri campi è davvero troppo facile, andare al San Paolo di Napoli non è davvero cosa semplice, forse l'unica trasferta ancora "da ultras" rimasta! Anche quest'anno, nonostante la trasferta fosse stata "dipinta" come pericolosissima e assolutamente da evitare.......noi dello JC ANDRIA, incuranti di tutto, l'abbiamo organizzata è siamo come sempre stati presenti! Un grazie e tanto onore alle decine di ragazzi che si sono prenotati permettendoci di allestire un pullman da 56 persone, dimostrando tanta mentalità, assieme agli amici inseparabili dello JC TRANI. A bordo erano anche presenti sei ragazzi del Gruppo Bassa Valle Juventus, giunti in aereo su Bari, trovatisi da subito a proprio agio, grazie alla goliardia dei nostri ragazzi e all'immancabile buon vino...sempre presente. Altra novità è stato aver affidato il gruppo nelle mani di due ragazzi, Giuliano ed Enrico (nella foto dell'articolo assieme a fine partita), che adesso possiamo dirlo sono "affidabilissimi", non perchè non avessimo fiducia in loro, ma perchè da soli, in una trasferta del genere, non vi era mai stata occasione di "testarli". Perfetti in tutto, nell'eseguire alla lettera le disposizioni che minuziosamente erano state dettate dal Presidente e dal Segretario, quest'ultimo impossibilitato all'ultimo causa problemi di salute che lo hanno "costretto" ad un sofferto forfait! Bello vederli tutti carichi alla partenza, consapevoli delle difficoltà che la trasferta stessa presentava. Come non citare alcuni dei componenti, da Graziano Palladio a Vincenzo Simone, da Riccardo Ieva a Fabio Marzano, da Franco Guadagno a Vincenzo Zingaro,  da Pasquale Cipriani a Pasquale Mancini, da Nicola Berardino a Michele Carbutti. Ma un grazie anche a quelli meno storici, a quelli che ci frequentano da poco tempo, insomma chi è stato in trasferta a Napoli avrà, da parte del direttivo del club, per sempre, un alta considerazione! Alle 15,40, il pullman ha lasciato la piazza della Stazione di Andria, tra gente incredula che passando di la ci vedeva partire anche per quest'altra trasferta! Prima di partire, Fabio ha radunato i più storici all'interno del Bar Fantasy. Bisognava assistere alla scena toccante, lui sofferente che seduto parlava, mentre tutto intorno un silenzio con i ragazzi che seguivano ogni sua parola, ogni sua movimento, ogni suo gesto! Semplicemente grande Fabio per la passione e lo spirito di attaccamento al gruppo! Niente soste in autostrada, il pullman si è diretto alla barriera autostradale napoletana. Su strada il nostro pullman si è accorpato a quello di altri amici pugliesi di Modugno e Adelfia. Ad attendere i bus che arrivavano da Sud, ma prevalentemente Puglia, c'era già la Polizia che iniziava i primi controlli. Poi dopo poco i bus venivano condotti ad un altro punto raccolta, quello dove erano nel frattempo confluiti i bus provenienti dal Centro Nord Italia. Da qui in ritardo, il disorganizzato servizio d'ordine napoletano....decide finalmente di far partire l'impressionante colonna di pullman, circa una trentina, alla volta dello stadio. Giunti nei pressi del San Paolo praticamente a partita iniziata molti gruppi decidono di scendere e far tutto da soli. Spettacolare il corteo inscenato nei pressi dello Stadio. Credeteci fare un corteo a Napoli è roba da pelle d'oca e sicuramente cosa da pochi! Già l'essersi presentati in massa, avrà e non poco disorientato i napoletani. Era da anni che non si vedeva un primo anello (l'unico messoci a disposizione) così stracolmo di persone, ben oltre il limite della capienza massima consentita! Ma il bello doveva ancora venire perchè giunti nei pressi del Settore Ospiti, si scopre che i tornelli non erano in funzione...assurdo...tutto studiato a tavolino per non permettere di assistere alla gara dall'inizio. Secondo la polizia campana e gli steward...tutti ovviamente sofferenti perchè napoletani convinti, avremmo dovuto attendere le loro disposizioni. Peccato che nel frattempo la gara aveva avuto inizio è che la Juventus, sfortuna loro era passata in vantaggio. Non potete immaginare cosa sia accaduto all'esterno...eravamo delle bestie per quanto incazzati e per non aver potuto assistere alla rete della nostra Juve....si sfonda tutti assieme il cordone di polizia e steward ed iniziamo, compresi i nostri, a scavalcare, i tornelli, lanciandoci poi nel vuoto dall'altro lato. La Polizia che era nell'interno ovviamente non prendeva di buon grado questa nostra decisione e iniziava a caricare chi aveva utilizzato questo modo per entrare dentro. Bellissimo vedere tantissimi tifosi gobbi, arrivare allo stadio con le mascherine di protezione delle vie respiratorie onde evitare di poter prendere pericolosi "contagi" e/o infezioni.....ah ah ah ah ah ah! Nel servizio andato in onda subito dopo la partita e curato da Mediaset con l'inviato Balzarini, si vede benissimo ad un certo punto il nostro Vincenzo Zingaro che dopo aver saltato il tornello subisce delle manganellate è discute in maniera vivace con la Polizia! Vergogna, nel 2013, dover ricorrere a questi stratagemmi pur di non far entrare delle persone all'interno di uno stadio, nonostante dei regolari biglietti pagati! Solo a Napoli possono accadere delle cose del genere. Da premettere è qui ne siamo davvero tanto orgogliosi, anche questa volta abbiamo portato a bordo ben 18 soci che non possedevano la t.d.t., ma tutti regolarmente entrati a dimostrazione della inutilità di questa tessera! La tessera ci sembra più un pretesto per molti pur di non recarsi in trasferta! Quando finalmente tutti sono riusciti ad entrare, si era nel frattempo giunti quasi al ventesimo del primo tempo. Tutti in basso i nostri al fianco degli amici di Tradizione. Gran bel tifo da parte nostra con i napoletani che a sorpresa, dopo aver atteso una eternità questa gara, erano davvero calati e irriconoscibili, rispetto ai loro consueti standard. Bella comunque la loro coreografia, molto originale, soprattutto nell'utilizzo di numerosissime torce...come sempre. Contro di noi una moltitudine di bomboni, di torce, petardi e quant'altro avessero a disposizione. La partita è stata bella, per quello che abbiamo potuto vedere, nel primo tempo, con la Juventus che avrebbe meritato ampiamente di chiuderla almeno sul 2-0 ed invece, complice una deviazione fatale di Bonucci è terminata sul pari 1-1. Di Giorgione Chiellini la rete del nostro vantaggio. Una Juventus che ha giocato come sa, a viso aperto, conducendo per lunghi tratti la partita e riuscendo poi a gestire il risultato quando ha deciso di non affondare più. Insomma prestazione da grande squadra al cospetto di un avversario che a nostro modesto parere ne esce da questa sfida molto ridimensionato, anche se pur sempre in corsa per il titolo. Nella ripresa, la gara è calata d'intensità con la Juve a dettare i ritmi e il Napoli a giocare di rimessa...come suo solito. Un punto importante che lascia però il rammarico di non aver chiuso prima una gara che la Juve avrebbe certamente meritato di vincere. Siamo comunque soddisfatti di aver visto la nostra squadra imporre il suo gioco anche al San Paolo. Adesso il Napoli se vorrà giungere primo, dovrà fare almeno un punto in più di noi. A parità di punti per gli scontri diretti saremmo noi a trionfare! Un altra giornata di campionato è trascorsa, adesso ne mancano soltanto undici al coronamento di un sogno chiamato 31° TRICOLORE! Non ci sembra vero, ma siamo davvero molto vicini anche se restiamo con i piedi ben saldi per terra, consapevoli delle difficoltà che ancora incontreremo di qui alla fine ad iniziare dalla prossima gara di campionato in casa contro la rivelazione Catania. I nostri eroi al San Paolo di Napoli nel frattempo ci comunicavano che lasciavano lo stadio soltanto alla una della notte. Tutto tranquillo, esausti ma alla fine stra orgogliosi per aver risposto presenti ad una trasferta con la "T" maiuscola. Insomma lezione ai napoletani, in campo, sugli spalti e soprattutto fuori a dimostrazione del fatto che su internet si scrivono un mare di minchiate...a parole tutti bravi....ma in quanto a fatti......OHIE VITA OHIE VITA MIA...OHIE CORE....Dimenticavamo di dirvi del clima che si respirava al club.....una sola parola, venerdì è stato STUPENDO!
Adesso domani sera si riparte nuovamente in pullman per il ritorno della gara contro il Celtic. In 32 nonostante il risultato della gara di andata partiranno per Torino a difesa di un risultato storico maturato nella gara di andata e che potrebbe proiettarci verso un altro sogno chiamato quarti di finale! 
INSEGUENDO UN SOGNO. AVANTI JC ANDRIA, AVANTI JUVENTUS! 
 

 
 
IL SOGNO CONTINUA
 
Trovarsi a dodici giornate dalla fine del campionato, in testa alla classifica, da campioni d'Italia in carica e soprattutto con sei punti di vantaggio sulla seconda in classifica, questo ci porta a sognare ad occhi aperti. Ma sappiamo che la strada verso il 31° tricolore sarà dura e difficile e che le avversarie che affronteremo di qui alla fine, faranno di tutto per cercare di comprometterci la corsa al titolo. Ad iniziare dall'avversaria diretta, il Napoli, che affronteremo venerdì sera in un San Paolo che si preannuncia come sempre "infuocato". Del resto è una sfida che dirà molto sul proseguo del campionato. Uscire indenni da questa sfida per la nostra Juventus significherebbe tantissimo, vorrebbe dire "mani sul tricolore"! La sfida di domenica pomeriggio contro il Siena era stata preannunciata per la Juve, come una sfida delicata, contro un avversario in forma reduce da diversi risultati positivi. Ma la Juve e soprattutto il nostro mister, queste cose le sanno è nulla viene dato per scontato o lasciato al caso. Tutto viene preparato nei minimi dettagli e particolari, anche una sfida con la penultima in classifica. Temperatura rigida su Torino, con tanta neve caduta nelle ore prima della gara, ma come al solito il manto erboso dello Stadium ha retto alla grande. 3-0 il finale con reti di Lichsteiner, Giovinco e Pogba. Tre punti importantissimi che lasciano tranquilla la Juve in vista della sfida di Napoli. Quest'anno la forza della Juve sta proprio nelle partite contro le formazioni di medio bassa classifica, che lo scorso anno ci tolsero diversi punti soprattutto nelle gare casalinghe.
La trasferta dei nostri soci presenti su a Torino è iniziata per molti sin dal sabato. A capitanare la pattuglia il nostro Presidente, Francesco Nicolamarino, salito su anche per la concomitante festa del Centro Coordinamento, il "CLUB DOC DAY". Alla domenica, terminata la festa, il Presidente ha raccolto tutti i soci saliti su, nel piazzale antistante la Sud, per la distribuzione dei tagliandi. Poi tutti dentro è la cosa più bella ci dicono è stata vedere lui il nostro Presidente tenere lo stendardo aperto su due aste incurante di quelli che da dietro non vedevano la partita. Grandissimo Francesco! A fine gara solito saluto con gli amici di Aosta e Bassa Valle e con il Gruppo Tradizione per poi assieme agli amici dello JC Trani, capitanati dal loro instancabile Presidente Alessandro, raggiungere l'Aeroporto di Torino Caselle e attendere il volo di ritorno a Bari. Adesso inizia un altro periodo di fuoco tra le trasferte di Napoli e quella di Torino per il ritorno contro il Celtic. Altri due pullman da organizzare e da gestire, credeteci non è cosa semplice. Si inizia venerdì dalla trasferta nel capoluogo campano. Da sempre la trasferta delle trasferte, quella più dura è più difficile di tutte alla quale noi, non manchiamo mai! 
AVANTI JUVENTUS, AVANTI CONTE, AVANTI JC ANDRIA........inseguendo un sogno!!!!!
 

 
 
PRESENTI ALLO JUVENTUS CLUB DOC DAY
 
Domenica mattina, prima della gara casalinga contro il Siena, si è svolta la tradizionale festa annuale del Centro Coordinamento, il Club Doc Day, che raccoglie tutti i club Doc d'Italia, d'Europa e del Mondo, tutti appassionatamente insieme! Al Teatro della Concordia a Venaria Reale, a qualche chilometro dallo Juventus Stadium i Presidenti dei club Doc si sono riuniti in circa 700. Tra questi anche il nostro Presidente, Francesco Nicolamarino, che sin dal mattino ci inviava sms, per dirci di una perfetta organizzazione e degli illustri ospiti intervenuti. A moderare il dibattito, il noto giornalista Darwin Pastorin. A fare gli onori di casa, il Presidente Andrea Agnelli, toccante il suo discorso, seguito da Beppe Marotta, Pavel Nedved e Mariella Scirea, presidente onorario del Centro Coordinamento Club Doc. Ezio Morina, responsabile della struttura ha poi salutato e ringraziato tutti i Presidenti dei Club Doc per la passione e gli innumerevoli sforzi che compiono per seguire la Juventus ovunque. Alla fine della manifestazione è stato offerto un ricco buffet a tutti gli intervenuti. 
JC ANDRIA, PARTE DI UNA GRANDE FAMIGLIA. LA GRANDE FAMIGLIA BIANCONERA!
 

 
 
JUVE STANCA ALL'OLIMPICO
 
Aveva ragione Antonio Conte, che alla gara contro la Roma la Juventus sarebbe arrivata "scoppiata" perchè affrontare in soli sette giorni tre avversarie come Fiorentina, Celtic Glasgow e Roma e soprattutto quattro voli aerei con trasferimenti vari non è cosa semplice! Ma questo non vuol significare che si vogliano trovare delle scuse sulla "giusta" sconfitta maturata all'Olimpico di Roma, 1-0 il finale in favore dei giallorossi. Non ci siamo nascosti nelle precedenti sconfitte, figurarsi ora dopo la splendida prestazione in Champions. Quella di Roma è sembrata la fotocopia della gara di Milano contro i rossoneri. Anche allora venivamo da una impresa titanica in Champions: Chelsea spazzato via per 3-0, anche a Roma guarda caso si arrivava da un altra impresa storica: Celtic strapazzato a domicilio sempre per 3-0. Pure coincidenze? maah chissà....chi vivrà vedrà...dicono i proverbi....Resta il fatto che se si vuole davvero arrivare lontani in Champions bisognerà pur essere consapevoli che qualcosa in campionato lo si dovrà necessariamente lasciare per strada. In Champions non sono ammessi errori, in campionato la strada è ancora lunga è tempo per recuperare c'e' ne sempre......o meglio, non siamo mica noi a dover al momento recuperare!. Quattro punti di vantaggio sul Napoli, non sono tanti, non ti permettono certamente di stare tranquillo, ma sono pur sempre un cospicuo vantaggio da difendere a denti stretti e con le unghie! Ancora una volta nell'ultimo turno di campionato si è verificata una situazione a noi del tutto favorevole: quando la Juve si ferma (già accaduto altre volte), guarda caso tutte le avversarie si fermano contemporaneamente. Una giornata in meno alla fine del campionato, tredici per la precisione, tra tre settimane inizierà il conto alla rovescia, il rush finale che ci condurrà alla fine della stagione, quando ogni gara sarà da disputare come una finale. Molto ci dirà la sfida del San Paolo del prossimo primo marzo. Gara che potrebbe riaprire tutto o che potrebbe anche definitivamente mettere la parola fine su questo campionato! Non aggiungiamo altro, sappiamo che sarà difficile, ma credeteci iniziamo a non stare più nella pelle! Rivincere il titolo è per noi di vitale importanza perchè come dice il nostro grande Mister, il più bravo in Italia e non solo, vincere è facile, rivincere è difficile! Noi ci stiamo provando, ma dovesse accadere potremmo davvero "impazzire ancora di più dalla gioia"! Ad altro ovviamente non ci pensiamo minimamente, sappiamo che non è per noi....che già raggiungere lo storico traguardo dei quarti sarebbe impresa fenomenale per una squadra costruita appeno lo scorso anno sulle ceneri del 2006 e di due settimi posti. Di una cosa siamo certi: la Juventus rispetto a molte altre avversarie sta programmando per bene il futuro e soprattutto con uno stadio di sua proprietà, le altre le vediamo arrancare e soprattutto senza programmi! Il futuro pertanto non potrà che essere sempre più a tinte bianco e nere.....del resto abbiamo scoperto che nel mondo della moda per la prossima stagione autunnale ed invernale i colori che andranno di più saranno il bianco ed il nero...qualcosa vorrà pur dire...ah ah ah ah ah! Tornando alla gara di sabato sera, sentiamo solo di dire che non ci sembra giusto prendersela con i giocatori che hanno voluto a tutti i costi scendere in campo. Ci hanno provato dimostrando forte attaccamento alla maglia, poi i risultati sono stati scarsi, causa la stanchezza del dopo Glasgow, ma ripetiamo prendersela con loro ci sembra a dir poco assurdo. Ci ha pensato Conte ad inquadrare la situazione e a rimettere le cose a posto in vista del difficile impegno casalingo contro una delle formazioni del momento, il Siena.
A Roma come accaduto nella sconfitta contro il Milan, oltre alle recriminazioni per la stanchezza della Champions c'è da dire che se Totti fosse stato espulso, probabilmente non sarebbe finita così...come a Sau Siro..se non fosse stato per l'inesistente rigore fischiatoci contro probabilmente non si sarebbe usciti sconfitti. Ma entrambe le sconfitte sono state comunque meritate. Noi sappiamo vincere, ma soprattutto sappiamo anche perdere.MENTALITA'!
Oltre alla sonnolenza in campo c'è stata anche tanta sonnolenza sugli spalti. Oltre alla squadra anche noi tifosi eravamo tutti con la testa ancora a Glasgow. A Roma è stata la peggior prestazione dell'anno dal punto di vista del tifo, ma anche la peggior prestazione delle ultime stagioni all'Olimpico. Troppi tifosi occasionali, ma anche i soliti abituali come noi, di voglia di cantare ne avevano poca. Anche il tifo della Roma lo abbiamo visto davvero in decadenza, complici forse le continue prestazioni negative. I nostri soci, partiti ancora una volta in pullman, alla fine riempito praticamente tutto. Erano in 49. Solo alle 14 i ragazzi hanno lasciato la stazione di Andria, causa ritardo a lavoro di Pasquale Cipriani...cazziato a dovere da Fabio e gli altri. A dirigere il gruppo, con tante facce nuove, l'encomiabile Fabio, appena arrivato da Glasgow e Nicola Pisani. A bordo gli inseparabili amici dello JC TRANI, con Alessandro e Andrea oramai grandi amici, con i quali si collabora in perfetta sintonia, come se fossimo un unico e grande gruppo! Dei vecchi soci, erano presenti Antonio Carbone, Marco Lambo, Gianni Roberto, Graziano Lotti, Leonardo Addati, Michele Campanale, poi tantissimi ragazzi giovani e qualche socio più anziano ma pur sempre giovane come iscrizione al club! Per colpa del ritardo alla partenza, si è stabilito durante il viaggio, di raggiungere direttamente il casello di Roma Nord senza soste in autogrill, con unica fermata su di una piazzola di sosta per fare pipì. Grazie all'autista, formidabile, siamo giunti alle 18,30 alla barriera di Roma Nord. Durante il viaggio allegria allo stato puro con i racconti di Fabio e Andrea sulla trasferta di Glasgow, ma soprattutto grazie al buonissimo vino portato da Vito Palmitessa, la compagnia si è mantenuta molto allegra grazie anche agli animatori nati: Fabio di Andria e Andrea di Trani. Al casello abbiamo raccolto a bordo gli otto ragazzi del Gruppo Aosta con i quali abbiamo cantato come pazzi mentre ci conducevano allo stadio. Da precisare che ancora una volta come spesso accade negli ultimi anni in trasferta a Roma, la Polizia ci ha condotti in ritardo facendoci entrare ancora una volta a gara iniziata. Assurdo semplicemente assurdo. Appena dentro ci siamo posizionati sotto Tradizione praticamente in basso e a sinistra del settore a confine con la curva nord giallorossa con il Gruppo Napoli e i FJRoma (nella foto dell'articolo ecco una piccola parte del gruppo a fine gara con Giuseppe Recchia sulla balconata che regge la nostra pezza a mano nel settore). Viaggio di ritorno del tutto tranquillo, una sosta e alle sei tutti in stazione ad Andria, delusi ma sempre felici di aver risposto ancora una volta presenti. Adesso ci attende la trasferta di domenica con il Siena dove in 17 soci, capitanati dal nostro Presidente Francesco Nicolamarino, saremo nuovamente su a Torino. Tutti saliranno in aereo con le solite diverse combinazioni. Poi sarà la volta di Napoli, al San Paolo. Un pullman è già incredibilmente tutto pieno, adesso stiamo verificando la possibilità di un secondo mezzo oppure di allestire un bus a due piani! Pronti alla difficile trasferta campana, dove state rispondendo alla grande! 
JC ANDRIA, MOLTI FATTI E SEMPRE MENO PAROLE!
 

 
 
INDIMENTICABILE GLASGOW
 
Man mano che ci arrivano le foto dei vari soci presenti, sceglieremo le più significative e ve le proporremo sul sito. Eccone un altra arrivata tramite Federico Ieva, che ritrae parte dei nostri soci appena entrati nel Celtic Park. Da sinistra verso destra ecco il sorridente e simpatico "infermiere" Giancarlo Conversano, Riccardo Troia, Fabio, Fede Ieva, Antonio Lorusso (quante trasferte macinate anche da lui) e Tommy Leonetti, altro pezzo da novanta del club, uno che di viaggi e di trasferte ne ha da raccontare! 
E' proprio vero, sarà per sempre indimenticabile Glasgow......
JC ANDRIA SEMPRE AL TUO FIANCO.
 

 
 
FABIO E IL BALZA
 
In questa foto, ecco il nostro segretario Fabio Attimonelli ed il mitico giornalista Mediast Gianni Bazarini ritratti a fine partita all'esterno del Celtic Park a Glasgow. Dopo una lunga chiacchierata con il "Balza", Fabio, sempre restio alle foto, ha voluto farsi ritrarre in compagnia del giornalista sportivo e "juventino" Gianni Balzarini. Grande Fabio, una realtà nota nel panorama del tifo juventino. Basti vedere gli infiniti saluti con tantissima gente per le strade di Glasgow, con molti che quando lo vedono gli urlano....."Ciao Andria". 
Balzarini come Zuliani ha dimostrato di essere davvero una persona squisita.
 

 
 
INCREDIBILI E CONTINUE EMOZIONI AL CELTIC PARK
 
Martedì sera a Glasgow si è forse vissuta una delle pagine più belle della storia del nostro club. Una trasferta che per chi di noi c'era resterà a vita scolpita nella memoria, una di quelle trasferte da raccontare e ricordare sempre. Per dei veri tifosi come noi, fare una trasferta come questa rappresentava un sogno! Sogno che finalmente è diventato realtà. Aver visto all'opera una delle tifoserie migliori al mondo ha rappresentato per i nostri dodici "leoni del Celtik Park" una soddisfazione ed emozione unica ed irripetibile. Riavvolgiamo il nastro ed andiamo per ordine. Lunedì siamo tutti partiti destinazione Scozia anche se purtroppo suddivisi su diversi voli: Michele Ricciardi e Benny Di Leo con il pacchetto della società con volo da Milano per gli abbonati alla Tribuna Centrale dello Stadium. Gli altri, con meno soldi a disposizione, eravamo suddivisi su due voli: Tommy Leonetti, Federico Ieva, Riccardo Troia e Antonio Lorusso sul volo Ryan Air per Edimburgo via Parigi, mentre Fabio Attimonelli, sua moglie Florinda, Giancarlo Conversano, i fratelli Monterisi e Riccardo Vurchio sul volo Ryan Air e Easy Jet per Glasgow via Londra in compagnia degli inseparabili amici dello JC TRANI con i quali hanno scritto una delle più belle pagine della storia dei due juventus club! E' pensare che non era iniziata bene per questi ultimi causa l'annunciato spostamento del volo per Londra alla sera alle 21! Panico, paura e rabbia. Il ritardo voleva dire perdere la coincidenza per Glasgow, perdere soldi, albergo e tanto altro. Tra le urla della gente presente, tantissimi i sostenitori bianconeri di altre zone della Puglia e della Lucania presenti, gli addetti della compagnia aerea cercavano di comunicare le problematiche di tutti noi alla loro centrale. Dopo oltre un'ora quando oramai si stava perdendo ogni speranza, ecco la comunicazione che avevano risolto i loro problemi è che di li a poco si sarebbe partiti. Saliti a bordo l'entusiasmo di tutti noi bianconeri era dilagante. Buon segno e buoni presagi.....La nostra truppa diretta su Edimburgo invece non aveva nessun problema e sbarcava regolarmente in Scozia nel tardo pomeriggio. Per loro serata di baldorie nel centro della capitale scozzese e tanto altro.....Per i nostri su Glasgow, arrivo alle 22,00 ora locale e trasferimento immediato in bus in centro città alla ricerca degli alberghi prenotati. Poi lasciati i bagagli subito si sono messi alla ricerca di pub tradizionali dove bere dell'ottima birra scozzese e mangiucchiare qualcosina. Data l'ora tarda e le chiusure tassative dei locali a mezzanotte i ragazzi decidono di fermarsi nel bar dell'albergo dove consumano birre a go-go....poi la stanchezza inizia a fare capolino ed ecco che pian pianino decidono di fare rientro nelle stanze alcuni barcollanti come Giancarlo Conversano....Al mattino i ragazzi su Edimburgo se la prendono comoda dopo la notte da leoni....mentre i ragazzi su Glasgow alla spicciolata iniziano ad uscire per poi ritrovarsi tutti assieme a pranzo in una splendida trattoria italiana. Ma nella mattinata all'interno della cattedrale di Glasgow i nostri ragazzi avevano incontrato un altro gobbo come noi, LINUS lo storico dj di Radiodj! Foto ricordo con tanto di pezza e i complimenti dello stesso Linus il quale appena vista la nostra pezza ci fa: "stendardo storico!". Mentre i nostri su Galsgow pranzano alla grande in trattoria con birre e volontà.....ma quante ne avranno consumate??????? i ragazzi su Edimburgo si mettono finalmente in marcia, in treno, verso di noi assieme agli amici del Gruppo Bassa Valle anche loro li. In piazza centrale finalmente tutti i soci si ricongiungono iniziando già a cantare mentre continuano nel bere birre. Poi dopo mezz'ora tutti assieme e con gli amici di Trani, Bassa Valle e gli incredibili amici del Gruppo Ragazzi Ungheresi Juventus (sempre presenti nonostante l'enorme distanza) partono tutti in bus locale verso il Celtic Park. Quasi una quarantina in tutto ne esce fuori un bel corteo con cori a non finire all'interno del bus a due piani. Giunti davanti allo stadio, raggiungono immediatamente il settore ospiti dove già in tantissimi sono in coda aspettando l'apertura dei cancelli. Cori e abbracci con tanti ragazzi di altri gruppi. Poi l'attesa è finita si entra nell'impianto. Bello davvero bello. Ognuno si posiziona all'interno del settore, si tengono le pezze tutte a mano (nella foto dell'articolo una parte dei soci con le pezze in mano, da sinistra Fede Ieva, Riccardone Troia, Antonio Lorusso, Florinda e Giancarlo Conversano altro veterano del club). Noi come sempre al fianco del Gruppo Tradizione. Bello il saluto di "Carota" a Fabio, che travolto, finisce a terra con Carota che lo abbraccia dalla gioia per essersi ritrovati...perchè??? lo sanno loro e lo sappiamo tutti noi il motivo di tanta gioia! Grande Fabio! Inizia la partita ed il colpo d'occhio e d'orecchio è tutto per loro, i tifosi del Celtic che ti mettono addosso i brividi. Qualcosa di straordinario è quello che accade negli attimi prima dell'inizio della gara e all'ingresso in campo delle squadre. Noi in oltre tremila ci facciamo sentire tantissimo, anzi ci rendiamo conto di dare quasi loro fastidio. Siamo tutti compatti è belli decisi. Ribattiamo colpo su colpo agli scozzesi. Una delle più belle nostre prove canore degli ultimi anni. La gara si mette subito in discesa con la rete del vantaggio siglata da Matri, delirio allo stato puro nel settore. La gara è dura il Celtic attacca, ci chiude nella nostra area, ma la nostra difesa è una diga. La Juve c'è e ribatte colpo su colpo, veloce nell'impostare sempre palla al piede le azioni di contrattacco. Che brividi sui tantissimi calci d'angolo concessi ai bianco verdi, il pubblico che spinge quasi avessero segnato un gol. Noi sempre più caldi e calorosi cantiamo di tutto. Spettacolare l'inno nazionale. Da casa ci inviano continui sms per comunicarci che stiamo andando alla grande che ci sentono tantissimo! Ci becchiamo in continuo con gli ultras scozzesi posizionati sulla nostra destra. Nella ripresa la Juve colpisce poi nel momento giusto, verso la fine della gara. Prima Marchisio, poi Vucinic, firmano una delle imprese più storiche della storia recente della nostra Juventus. Apoteosi totale nel settore con Fabio a cavallo di una balaustra a confine con la Tribuna che tiene la pezza aperta! Ancora una volta Antonio Conte ha avuto ragione. Una qualsiasi squadra se fosse arrivata impreparata a questa sfida sarebbe uscita con le ossa rotte. Noi no! 3-0 il finale è siamo forse con un piede e mezzo nei quarti di finale della Champions League, obiettivo insperato la scorsa estate. Ma il bello della notte magica doveva ancora arrivare. Prima di lasciare il campo gli scozzesi ci stupiscono e ci lasciano a bocca aperta. Continui e scroscianti applausi per complimentarsi con noi per la vittoria in campo e per la bella prova a livello di tifo offerta. Applausi che non terminavano più. Iniziamo ad applaudire anche noi loro, tutti e tremila, roba da brividi, roba che fa emozionare anche un ultras vero come Fabio nonostante le sue quasi trecento trasferte fatte in oltre vent'anni di viaggi! Pelle d'oca, brividi che ripercuotono tutto il corpo, minuti che resteranno per sempre scolpiti nelle memorie dei nostri ragazzi. Gli scozzesi ci lanciano tantissime sciarpe ed anche noi rispondiamo con il lancio delle nostre. Incredibile pensare che durante tutta la gara ci si era mandati sempre a quel paese anche in maniera pesante, per poi alla fine della contesa mettere da parte tutto e salutarsi come dei veri amici. Ecco qui noi italiani siamo indietro anni luce. Non potremo mai vedere una simile scena in Italia, viviamo male il calcio, ci scanniamo tra di noi, anche tra stessi tifosi juventini per non parlare con gli avversari, noi per primi! Scene come quelle di Glasgow ti fanno innamorare ancor di più del calcio! Peccato che qui in Italia tutto sia più esasperato. Usciti fuori a stretto contatto degli scozzesi, continuano i saluti, i batti cinque, e i sorrisi con i tifosi locali. Entriamo nello store del Celtic per acquistare del loro materiale, poi prima di andare via notiamo che il pullman che doveva riportare la Juve in aeroporto è aperto. C'è poca gente, pochi tifosi dei nostri erano rimasti li in zona oramai. Ci avviciniamo ed ecco arrivare Alessio, poi Carrera al quale urliamo..."mister hai vinto più di Zeman...." lui saluta e sorride! Arrivano tutti i giocatori, arriva Nedved al quale tributiamo il classico coro di quando giocava. Poi arriva Andrea Agnelli, al quale Fabio e Andrea di Trani fanno un discorso molto chiaro, ovvero di esigere più rispetto in Lega e in Federazione. Lui ci ringrazia per quanto facciamo e sorride alle nostre battute dialettali. Poi arriva il Mister, sorridente, felice come un bambino, ovazione per lui, non solo nostra ma anche dei suoi ragazzi che lo accolgono sul pullman come una star. Ci avviciniamo di più ed ecco Andrea Pirlo con Gianni Balzarini di Mediaset. Pirlo è super disponibile e si lascia immortalare con tutti, con Giancarlo Conversano e con Florinda. Fabio chiacchiera con Balzarini con il quale si lascia immortalare. Esausti i nostri si dirigono finalmente verso il bus di linea che li avrebbe ricondotti in zona stazione negli alberghi. I ragazzi invece su Edimburgo ripartono in treno per raggiungere le loro stanze li. Tutti a nanna, la sveglia era fissata per le 04,30 della notte. Poi in taxi tutti in aeroporto per ripartire chi verso Londra chi verso Parigi. Soste nei due aeroporti anche di nove ore, con i ragazzi che si sdraiano sulle panche. Poi finalmente arriva l'ora dei voli per Bari. Stravolti ma strafelici i ragazzi fanno rientro a casa mercoledì sera. Alla squadra cosa dire? semplicemente grazie, stoici tutti quanti, un bravo a Peluso e a Caceres autori di prestazioni maiuscole. Ma tutti sono stati encomiabili. Adesso il grosso è fatto, a Torino bisognerà giocare con attenzione e controllare la gara, cercando di segnare al più presto un altro gol per rendere la vita ancora più dura agli scozzesi. Poi potremo dire di essere nei quarti. Il sogno continua, non svegliateci. Per oltre tre settimane potremo concentrarci sul campionato, cercando di allungare sulle squadre che inseguono, vorrebbe significare: mani sul 31° scudetto! Adesso non è tempo più di gongolare per la vittoria a Glasgow, ma dobbiamo concentrarci i ragazzi sul campo e noi sugli spalti per la difficile trasferta di Roma contro i giallorossi: ah proposito ma sapete che fine ha fatto Zeman?????......è un caso da Chi l'ha visto. Avevamo ragione ad agosto quando dicevamo che era un incapace, come avevamo ragione nel dirvi che Cellino è un bandito! Visto????? I banditi non erano Moggi, Giraudo & co. ma proprio questi personaggi che oggi cercano di manovrare il calcio a loro piacimento, ma non riescono a fermarci, anzi non riescono a capire come abbiamo fatto a ritornare a vincere in così breve tempo! Sabato si riparte ancora in pullman. Ben 40 le prenotazioni, ancora un altra grande trasferta, ancora dimostrazione di grande mentalità! Bravi tutti, "armiamoci" e partiamo. AVANTI JUVE, AVANTI JC ANDRIA.
Torno a casa senza voce, mi domandano perchè..., il motivo è molto semplice ho cantato per la Juve....La la la la la la la..... 
 

 
 
LINUS E ANDRIA PRESENTE
 
Come detto nell'articolo di commento alla gara di Glasgow, parte dei nostri ragazzi, quella più turistica, nel visitare la cattedrale di GLASGOW, ha incontrato il mitico dj LINUS, grande tifoso gobbo come noi. Molto disponibile si è soffermato a parlare con noi, lasciandosi immortalare con la pezza "da lui definita storica" ANDRIA PRESENTE che reggeva anche lui. Florinda, assidua "telespettatrice" della trasmissione serale Deejai chiama Italia, impazzisce dalla gioia e si lascia immortalare da sola con LINUS in uno storico primo piano. 
Lo JC ANDRIA vi stupisce sempre e non finirà mai di stupirvi. Presto pubblicheremo altri scatti, non appena raccolti dalle varie macchine digitali,  della mitica trasferta in terra scozzese per cercare di farvi vivere le emozioni provate dai nostri soci che hanno raggiunto anche la lontana e fredda Galsgow. Giovedì i soci presenti in Scozia hanno chiamato Fabio per ringraziarlo come sempre della perfetta organizzazione e per aver potuto provare questa splendida esperienza.
CHE ASPETTI...VIENI ANCHE TU TRA NOI!
 

 
 
DELLA VALLE, VIVIANO, LA FIORENTINA E TUTTI I TIRAPIEDI ALL'INFERNO
 
La nostra società alla vigilia della gara contro i viola (ma che cazzo di colore è?????.....) gli aveva avvisati, che allo Juventus Stadium i viola gli avremmo mandati all'inferno! La squadra in campo è stata di parola, umiliando letteralmente la Fiorentina, praticamente quasi mai esistita! 2-0 il finale, ma risultato bugiardo perchè avremmo meritato un risultato ancora più ampio! Ma l'essenziale era vincere e conquistare tre punti fondamentali per il proseguo del campionato e per arrivare alla importantissima sfida di Glasgow con il morale alle stelle! Gli uomini di Conte, Alessio e Carrera hanno dimostrato, se ancora c'è ne fosse bisogno, di che pasta sono fatti. Hanno dimostrato a tutti quei quattro coglioni di giornalisti e tirapiedi che la flessione (solo di risultati) avuta a gennaio è stata figlia della dura preparazione voluta da Conte nella pausa invernale. Preparazione che prevedeva che la squadra tornasse a girare a pieno ritmo proprio in prossimità dell'avvio della Champions! Così è stato, alla faccia di tutti i rosiconi che hanno ripreso ad assumere in quantità notevoli compresse di Maalox.....ah ah ah ah ah ah! Tornando alla gara, quello che più ci ha fatto godere è stato vedere il gioco dei ragazzi, a dir poco spettacolare, roba da spellarsi le mani a furia di appllaudire le innumerevoli giocate! Da Buffon a Barzagli, da Pirlo a Vidal, da Vucinic a Matri, straordinarie le prestazioni di questi ragazzi. Le reti di Vucinic (da urlo) e di Matri (che ha calciato senza lo scarpino) entrambe nella prima frazione di gioco. Pensare che in difesa hanno giocato Barzagli, Marrone e Peluso a dimostrazione di quanto sia importante il lavoro di Conte che riesce a caricare sempre a mille chi titolare non è! La trasferta della nostra numerosissima truppa, un pullman oltre ad una decina in aereo è iniziata molto presto con la partenza alle 23,00 di venerdì da Andria e con l'arrivo alle 11,00 del mattino in pieno centro a Torino dove una parte è scesa per farsi un giro in città, mentre la restante parte è andata in pullman direttamente allo stadio! Dopo pranzo la truppa sotto gli ordini di Andrea Leonetti e Nicola Pisani si è ricompattata per la distribuzione dei tagliandi d'ingresso allo stadio. Questa volta erano praticamente quasi tutti in Sud primo livello, tranne qualcuno in Ovest, Est, Nord e Family. Appena dentro hanno sistemato lo striscione al nostro bocchettone, dove buona parte si è fermata, mentre i più giovani sono andati al centro curva, Enrico Ferro, Savino Ieva, Marco Fiandanese, Fabio Fiandanese con altre new entry! Stadio stracolmo, tifo infernale come voleva la società e tifosi viola praticamente ammutoliti! Per tutto il primo tempo, Viviano (gran pezzo di merda) avrà maledetto la sua presenza sotto la Sud. Dire che è stato fatto da corsa è troppo poco....deriso ed umiliato come non mai, ma del resto una persona squallida come lui cosa poteva aspettarsi! Coglione! Ma il momento più bello è stato quando LEONARDO BONUCCI è arrivato in Sud in mezzo a noi, come un normale tifoso. Si è messo giù in vetrata ed era bellissimo vederlo tifare come un ULTRAS ed inveire contro Viviano! Grande Leo, ma ne parleremo in un articolo a parte! Come detto dai nostri ragazzi saliti su a Torino, la cosa più bella è stata rivedere come ai vecchi tempi, il PRESIDENTE Umberto Toia del Gruppo Tradizione, salire in vetrata in piedi per tutta la gara a far cantare la curva. Grandissimo. Un onore per Noi essere amici! Alla fine apoteosi totale, come si vede dalla foto dell'articolo, con molti tifosi quasi in campo ad attendere l'arrivo della squadra sotto la curva. Baci ed abbracci con tutti e l'arrivederci a Glasgow! Tutti di corsa al pullman, c'era Lazio - Napoli che iniziava. Un ringraziamento particolare a Luigi e Agostino Sassi titolari della omonima ditta che questa volta ci hanno onorato della loro contemporanea presenza. Si è vista la differenza, alle 07,45 domenica mattina il pullman era già in stazione ad Andria. Mai arrivati così presto. Abbiamo visto scendere i nostri soci con tantissimi souvenir e regali per le rispettive mogli e fidanzate.......ah ah ah ah ah ah per farsi perdonare in vista del San Valentino! Consueto messaggio di Andrea Leonetti a Francesco e Fabio: MISSIONE COMPIUTA! 
In chiusura sentiamo di dire a Della Valle, presidente dei violamerda.....come si sente????....le supposte le hanno fatto molto male????? Ma quanta gente c'era ad attendervi all'aeroporto al rientro????? Ne deve vendere di scarpe per poter sperare di arrivare al nostro livello....DILETTANTE! 
il viola e' il colore che odio....è quello che odio di più.....
JC ANDRIA pronti a VOLARE A GLASGOW. IN ITALIA E IN EUROPA CI VEDRAI E NON TI LASCEREMO MAI...COMBATTEREMO AL FIANCO A TE!
 

 
 
BONUCCI IN SUD TRA DI NOI
 
Come vi abbiamo detto nell'articolo di commento alla gara contro i Viola, Leonardo Bonucci, ancora squalificato, è venuto in CURVA SUD proprio in mezzo a noi, dietro alla porta, dove erano sistemati i nostri ragazzi. Una sorpresa inaspettata, vedere il grande LEO, un idolo degli Ultrà, cantare come un normalissimo tifoso, alzare le braccia, inveire contro i viola e Viviano. Enrico, Savino, Marco e gli altri ci hanno inviato continui sms qui ad Andria....per farci sentire un pò fottere.....Ecco la foto scattata dai ragazzi che lo ritrae mentre saluta! 
LEONARDO BONUCCI ALE'...LEONARDO BONUCCI ALE'.....
p.s. in molti si complimentano con noi per la gestione del sito, juventini e non....ci chiedono come facciamo ad aggiornare sempre con costanza tutto e a renderlo sempre dinamico.....semplice rispondiamo noi: ORGANIZZAZIONE e PASSIONE! Starci dietro non è semplice...."copiarci" ancor più difficile!
JC ANDRIA VI STUPISCE SEMPRE. SEMPRE PIU' ORGOGLIOSI DI ESSERE JUVENTINI!
BONUCCI UNO DI NOI!
 

 
 
TUTTI A TORINO
 
Ore 23,00 in punto, il nostro pullman tutto al completo è partito dalla stazione di Andria ed è già in marcia verso Torino, verso l'ennesima trasferta, ma questa volta molto più importante delle altre. Si va ad affrontare una delle più acerrimi rivali, i viola.....ma che brutto colore....Ancora una volta cari soci ci avete stupito, in massa in una gara per noi veri tifosi importantissima. Essere riusciti ad inculcarvi questa mentalità è per noi motivo di grande orgoglio. Ancora un pullman, ancora una presenza massiccia! A guidare la "truppa andriese" ci saranno Nicola Pisani, Andrea Leonetti e Enrico Ferro, con tantissimi soci storici ma anche con molti soci nuovi. Bello vedervi tutti felici alla partenza, tutti orgogliosi di appartenere al nostro grande club. Bello vedere la presenza sempre di donne. Valeria Porro, Antonia Terlizzi e Alessandra Pisani! 
A salutare i soci in partenza non potevano mancare i "due boss" Fabio & il Presidente Francesco! Buon viaggio ragazzi, l'imperativo è d'obbligo: VINCERE & VINCEREMO!
p.s. da notare il simpaticissimo stendardo preparato da Giuseppe Mangione nuovo socio del club! Vi vogliamo così! 
IL VIOLA E' IL COLORE CHE ODIO.....E' QUELLO CHE ODIO DI PIU'.......
AVANTI JC ANDRIA, AVANTI JUVENTUS.
LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI!
 

 
 
LA JUVE RIPARTE
 
Ancora una volta mentre tutti erano intenti, tirapiedi e giornalisti, a decretare la fine della Juve, le cause della crisi (????), le colpe ed altro ancora, la Juventus e Antonio Conte, come sempre, rispondono sul campo a chi si stava facendo facili illusioni. Una vittoria netta, limpida, mai messa in discussione, contrariamente a quanto lasci immaginare il risultato finale di 2-1 per la Juventus, nonostante le tante defezioni ed assenze. Purtroppo in quest'ultimo periodo la Juventus è stata molto sfortunata, visto che gli avversari nelle rare occasioni che si affacciano nella nostra area riescono puntualmente a capitalizzare in rete le poche occasioni che la Juve concede, come successo anche contro i clivensi. Ma la Juve, si sa, è sempre più forte di tutto e di tutti. Alle parole (degli altri), seguono sempre i fatti in campo. Vincere a Verona contro il Chievo, una delle squadre più in forma di questo periodo, non era cosa semplice. Le reti, entrambe nel primo tempo, sono state messe a segno dal ritrovato Alessandro MATRI e dallo svizzero Lichsteiner, autore quest'ultimo di una prestazione straordinaria, come straordinaria è stata la prestazione di VIDAL, POGBA e dello stesso MATRI. Dopo la vittoria del Napoli nell'anticipo, la Juventus era stata raggiunta provvisoriamente in vetta alla classifica, condizione che ha messo certamente più pressione negli uomini di Conte, che hanno saputo però dimostrare che nelle difficoltà riescono sempre a venirne fuori alla grande. In panchina non c'era il Mister, causa squalifica per due turni, ma è tornato Angelo Alessio, sempre più uomo affidabile! E' questa la nostra Juve, quella che vi illude per poi puntualmente punirvi. Adesso le distanze dai partenopei sono state prontamente ristabilite con i tre punti di vantaggio, ma il turno di campionato appena trascorso è stato importante perchè ha visto la Juve allungare in classifica su Lazio e inter, ponendole forse definitivamente fuori dalla lotta scudetto. Il Bentegodi era dipinto di bianconero come sempre accade, la stragrande maggioranza del pubblico presente era di fede juventina. Per noi c'era Andrea, l'altro figlio del Presidente. Adesso ci attende un periodo importante con il ritorno della Champions che ci vedrà martedì prossimo di scena a Glasgow, ma prima dobbiamo affrontare la difficile sfida di campionato contro la Fiorentina da vincere a tutti i costi per volare tranquilli in Scozia anche in vista poi della difficile trasferta di campionato a Roma contro i giallorossi che hanno "purtroppo" esonerato quel perdente di Zeman (avevamo ragione noi....)! Sabato saremo presenti in massa su a Torino, siamo infatti riusciti ad allestire (tutto al completo) un altro pullman (l'ennesimo della stagione). Bene così, inutile ripetere quello che da tempo oramai vi diciamo. La sfida contro la Fiorentina sappiamo tutti quanto è importante per noi gobbi, sono tra i più acerrimi nemici e noi dello JC ANDRIA siamo riusciti ad inculcare questa rivalità in tutti i nostri soci che hanno risposto alla grande! 
AVANTI JC ANDRIA, AVANTI JUVENTUS, AVANTI ANTONIO CONTE. 
QUANDO IL GIOCO SI FA DURO I DURI SARANNO SEMPRE AL TUO FIANCO.
LOTTARE E MAI MOLLARE! QUESTO IL NOSTRO MOTTO.
 

 
 
TUTTI AL CENTRO OTTICO FRACCHIOLLA
 
Tante sono le attività commerciali che negli ultimi tempi si sono legate al nostro club sostenendoci nelle svariate iniziative organizzate. Non ultima il CENTRO OTTICO FRACCHIOLLA di Fracchiolla Francesco sito a Andria in Piazza Vittorio Emanuele II° n. 2 (meglio nota come Piazza Catuma). Per tutti i nostri associati della stagione 2012/2013, l'Ottica Fracchiolla ha previsto e sottoscritto con noi una convenzione che prevede i seguenti sconti ed agevolazioni:
il 35% in meno su acquisto di montature da vista di tutte le marche;
il 30% in meno sull'acquisto di occhiali da sole;
il 20% in meno sull'acquisto di lenti a contatto;
il 35% sull'acquisto delle lenti per occhiali da vista.
Insomma sconti favolosi validi in tutti i periodi dell'anno. Del resto Francesco il titolare, ritratto al lavoro nella foto, è una persona davvero splendida che abbiamo avuto la fortuna di conoscere e poter annoverare tra i nostri associati già da due anni. Siamo davvero orgogliosi di poter contare su persone come Francesco ed invitiamo chiunque avesse delle attività commerciali a farci delle proposte e comunque nei limiti delle possibilità a sostenerci nelle nostre iniziative.
Non ci resta che dirvi correte tutti all'OTTICA FRACCHIOLLA, tra juventini ci si intende subito!
p.s. da notare la bellissima sciarpa esposta sul retro!
JC ANDRIA & CENTRO OTTICO FRACCHIOLLA. L'UNIONE FA LA FORZA. 
 

 
 
COPPA ITALIA STREGATA
 
Per chi pensava che noi dello JC ANDRIA ci nascondessimo dopo questa beffarda eliminazione, ecco la nostra pronta risposta. Come sempre noi non ci nascondiamo è aggiungiamo che non siamo come quelli che avrebbero subito detto, tanto della Coppa Italia non c'è ne fregava nulla, tanto si tratta di una coppetta.......è tante altre scuse. Lo hanno detto i milanisti dopo essere stati sbattuti fuori da noi, lo avrebbero detto anche altri! Noi no. Noi vi diciamo che siamo molto amareggiati, che alla Coppa Italia ci tenevamo è come se ci tenevamo è che per noi era importantissimo andare in finale. Purtroppo il calcio è anche questo. Ci sta che tu in due partite costruisca con molti rincalzi, gioco, azioni e occasioni da gol, ci stà anche che l'avversario capitalizzi le uniche tre occasioni da rete con ben tre reti rivelatisi poi decisive. Non ci sta però che gli arbitri non ti concedano tra andata e ritorno almeno due rigori clamorosi entrambi su Vucinic che avrebbero cambiato la storia di questa semifinale. Ancora una volta penalizzati, ma oramai ci siamo abituati, tanto poi quando torneremo a riavere magari un favore...allora apriti cielo...adesso invece tutto va bene ai bastardi tirapiedi. Ma noi abbiamo le spalle larghe, noi siamo adulti e vaccinati, noi siamo abituati a tutto! Dobbiamo semplicemente ringraziare la squadra per essere arrivata quasi in fondo, ancora una volta in questa manifestazione per il secondo anno concescutivo. Purtroppo questa competizione da oltre dieci anni a questa parte ci riserva spesso delusioni è come se fosse diventata stragata per noi, un pò come per la Champions. Una finale persa a Parma nell'anno del 5 maggio, poi dopo una finale persa proprio con la Lazio, poi ancora una semifinale in cui nuovamente la Lazio ci eliminò con Ranieri in panchina, poi la finale persa a Roma lo scorso maggio contro il Napoli e quest'anno nuovamente la Lazio a metterci fuori ad un passo dalla finale. 2-1 il risultato alla fine dei 96 minuti è se pensate che al 93° avevamo i supplementari in mano è roba da non crederci. Ma se pensate che al 95° subito dopo aver subito la rete del nuovo svantaggio (al 94°) prima Giovinco è poi Marchisio hanno avuto tra i piedi le più facili delle occasioni da rete, dove era più facile segnare che sbagliare....allora si che rischi l'infarto...Mettere dentro quella palla avrebbe voluto dire FINALE a ROMA e goduria totale per come maturato il tutto. Invece alla fine ci siamo ritrovati tutti con le mani nei capelli seduti sui seggiolini a guardarci increduli! Alla rete di Vidal del pareggio non si capiva più nulla un boato è un entusiasmo incredibile. Poi la doccia fredda è i laziali in estasi!
La trasferta romana dei nostri è iniziata con il ritrovo in stazione alle 13,30 e con la partenza intorno alle ore 14. Viaggio tranquillo con l'immancabile vino a bordo e anche due donne. Una sola sosta in autogrill poi diretti a Roma Sud dove prima di uscire raccogliamo a bordo i cinque giunti in auto, diventando sul pullmino tra le proteste dell'autista ben 22 persone! Poi la Polizia ci trattiene come sempre tantissimo al casello facendoci arrivare allo stadio puntualmente in ritardo, alle 20,45 quando la gara iniziava. Il Settore Ospiti era già stracolmo è come tantissimi veniamo fatti accomodare nella vicina CURVA SUD dove alla fine ci ritroviamo in quasi 3.000 oltre ai 5.000 stipati nel settore ospiti. Uno steward ci fa: siete sempre l'unica tifoseria che porta questi numeri qui a Roma. Gran tifo, con i nostri che si posizionano con la pezza in basso al confine con il settore ospiti al fianco degli amici di Bernalda, Trani e Modugno. Al rientro divertimento in autogrill......poi alle 6 tutti ad Andria pronti per andare al lavoro, molto delusi ma orgogliosi di poter dire a tutti, IO C'ERO! 
Adesso ci attende la trasferta a Verona, un altra gara da non sottovalutare e che potrebbe riservarci sorprese. I ragazzi e Conte lo sanno che bisognerà assolutamente tornare a casa con i tre punti per evitare di ridurre ancora il vantaggio di punti sulle inseguitrici. 
Circa la campagna acquisti fatta a gennaio dalla Juve ci sentiamo soltanto di dire: non è adesso che si portano a casa giocatori, le squadre si costruiscono in estate, adesso si trovano soltanto "mezze fregature" pertanto bene così, benvenuto a PELUSO e ANELKA, benvenuto ai giovani promettenti presi e soprattutto sentiamo di dirvi noi una squadra affidabile già c'è l'abbiamo, altri ancora no, ci affidiamo come sempre al Mister e confidiamo sempre nel gruppo capce sin qui di fare tanti miracoli. Che ne facciano altri. Anelka lo si giudicherà soltanto dal rendimento in campo. Chi non è soddisfatto se ne stia a casa e non venga a romperci i coglioni al club! Siamo stati chiari????? Chi indossa la maglia bianconera va sempre sostenuto e difeso FINO ALLA FINE!
NOI COME SEMPRE CI CREDIAMO E' NON MOLLEREMO MAI.
JC ANDRIA   
 

 
 
ONORE A VOI
 
Dopo la sfortunata trasferta in occasione della semifinale di Coppa Italia a Roma contro la Lazio di martedì sera non potevo sottrarmi dal complimentarmi con i soci che hanno deciso seppur di settimana, seppur tra mille difficoltà, tra impegni di lavoro, impegni di famiglia e problemi economici, di essere comunque presenti pur di rappresentare il nostro club in quest'altro viaggio. E' bastato un annuncio al microfono in occasione di Juve - Genoa dove invitavo chi potesse a partire che avete risposto all'appello in tanti. Abbiamo economizzato i costi pur di permettere a molti di partire. Voi siete stati semplicemente grandi, in 17 vi siete prenotati, di cui 12 in bus e 5 in auto oltre ai cinque ragazzi dello JC Trani sempre inseparabili amici di viaggio! Per questo mi sentivo in dovere di venirvi a salutare alla partenza per ringraziarVi uno ad uno. Qui nella foto, una parte dei soci, mentre sono ritratti al casello di Roma Sud in attesa della scorta della Polizia.
Ancora grazie a Voi e non vi cito uno ad uno per non rischiare di dimenticarne qualcuno. Semplicemente grazie.
IL VOSTRO PRESIDENTE ORGOGLIOSO DI VOI.
Francesco Nicolamarino
 

 
 
BENTORNATO DOMENICO
 
Come vi avevamo già preannunciato dalla trasferta di Parma, Domenico Giordano è ritornato "libero". Libero di tornare a viaggiare e seguire la nostra amata JUVENTUS. Cinque anni senza Juve sono stati pesanti, cinque anni in cui Domenico ha sofferto tantissimo, nel vedere la Juve dapprima cadere in basso è poi tornare grande! Non è stato facile andare a firmare in caserma anche in occasione delle partite amichevoli estive. Lui, Domenico, per chi non lo ricordasse più fù diffidato in seguito agli scontri avvenuti a Catania nel gennaio del 2008, quando ci recammo in 18 giù in Sicilia con un pullmino. Inutile ricordare i fatti. Chi c'era di noi sa tutto. Domenico era con Noi allora, è subito dopo la condanna gli avevamo promesso che lo avremmo atteso e che ci avrebbe sempre ritrovati li pronti ad accoglierlo nuovamente tra noi. Così è stato a Parma, quando il nostro Presidente Francesco e Salvatore Lomuscio lo hanno accolto nel suo primo viaggio dopo la diffida, così è stato a Roma, martedì sera in Coppa Italia quando ha potuto riabbracciarsi con l'amico storico Fabio. Nella foto dell'articolo, scattata nel pullmino da Vincenzo Zingaro, eccoli ritratti finalmente assieme dopo cinque anni, che coppia formidabile, due che la pensano allo stesso modo, due che di mentalità ne hanno da vendere, due che non guardano quasi mai la partita pur di pensare a mille altre cose mentre sono nello stadio. E' stato bello vederli fianco a fianco nel bus mentre si era in viaggio che si raccontavano tantissime cose ma soprattutto che ricostruivano assieme gli attimi primi degli scontri a Catania, ricordavano tutto il viaggio e le goliardate fatte. Ma ancor più bello è stato vederli assieme sulla ringhiera in basso a Roma mentre coordinavano assieme agli altri gruppi che erano nel settore ospiti, il tifo degli juventini (tra i quali anche noi) che erano in Curva Sud. Due condottieri. Tutto è passato adesso si inizia a programmare il rientro di Domenico a Torino che non avverrà presto ma come promesso a Tony del Gruppo Tradizione avverrà in concomitanza del suo rientro perchè anche lui ancora in diffida sempre per i fatti di Catania 2008. BENTORNATO TRA NOI GRANDE DOMENICO! ONORE A TE!
JC ANDRIA 

 

 
 
VOLETE LA GUERRA?
 
Assurdo quello che, ancora una volta, la Juve ed i suoi tesserati hanno dovuto subire tra sabato sera e lunedì. Un altro linciaggio mediatico in perfetto stile "infami" e soprattutto condotto da tutti quegli anti juventini che non appena hanno la possibilità di tornare a respirare un po d'aria ne approfittano per mettere in mostra tutta la loro ignoranza e il loro rosicamento interiore.....Assurdo pensare che da un episodio gravissimo accaduto a nostro svantaggio, sabato sera nel finale di Juventus - Genoa, terminata sul risultato di parità per 1-1, si sia riusciti a capovolgere il tutto accusando la mancanza di stile da parte della Juventus. Se fosse accaduto a parti invertite, ovvero con il Genoa a protestare platealmente e vivacemente per un rigore sacrosanto non concesso, si sarebbero aperti processi alla classe arbitrale che favorisce secondo alcuni soltanto la Juventus, giustificando certamente le proteste della squadra avversaria. Essendo invece accaduto a noi, l'ennesimo torto stagionale....ma tanto lor signori ricordano solo del gol di Muntari o dell'episodio di Catania in questa stagione, hanno colto l'occasione per processare mediaticamente Conte e i giocatori coinvolti nelle, ripetiamo, vivaci proteste, pur di condizionare poi la giustizia sportiva, allo scopo di farla pagare alla Juve! Teatrino squallido! Abbiamo sentito parlare tutti in questi due giorni, dal bandito di Preziosi che farebbe bella compagnia in cella con l'altro bandito di Cellino, sino ad un giornalista del Corriere della Sera, tale Perrone, che ha fatto la morale al Tg1, dimenticando i tanti scheletri nell'armadio che tutti loro giornalai da strapazzo, conservano! Vergognatevi Voi non Antonio Conte e la società bianconera. Voi tutti tirapiedi del cazzo e media non sapete nemmeno cosa significhi la parola STILE....perchè per voi arrivare nel vocabolario alla lettera S è troppo! Poi sentire parlare il portiere del Napoli, sbirulino, significa che la misura è davvero colma, proprio lui....che in quel di Pechino assieme a tutti i suoi compagni di merende, abbandonarono il campo non fermandosi per la premiazione, e poi vengono a fare le morali a Noi! Fatevi voi un esame di coscienza. Noi siamo in testa alla classifica, a voi questo vi fa rodere il culo ed il fegato e cercate pertanto, in tutti i modi di innervosirci, di creare un clima di tensione che possa deconcentrare la squadra. Non vi è bastato l'anno scorso, non vi è bastata questa estate, non vi è bastato l'inizio di stagione di quest'anno, volete ancora una volta farvi male? Ma non lo avete ancora capito che al nostro allenatore e al gruppo magnifico di giocatori che indossano la maglia bianconera, questo non fa altro che aumentare la rabbia che poi scaricano puntualmente in campo! State tutti li a rompere i coglioni affermando, dicendo, insinuando di tutto e di più! Ma non ricordate che la Juve anche lo scorso anno dai primi di febbraio e sino a metà marzo attraversò un periodo di appannamento, che portò la Juve al secondo posto in classifica? Ahhh non ve lo ricordate più..........bene allora mettetevi l'anima in pace e sappiate che non arretreremo di un centimetro e lotteremo con tutte le nostre forze pur di mantenere a denti stretti questo primo posto in classifica, PERCHE' QUANDO IL GIOCO SI FA DURO...I DURI SCENDONO IN CAMPO!  
La gara contro il Genoa ha visto la Juve molto contratta ed imbrigliata nel primo tempo, dalla difesa rossoblu, mentre nella ripresa è venuta fuori la solita Juve che trita l'avversario. Il vantaggio è stato firmato da Quagliarella, poi la sfortuna come spesso accade in questo periodo ha fatto il resto. Gli avversari nella prima volta che si affacciavano in area di rigore nella ripresa riuscivano a trovare la rete del pareggio, poi ci ha pensato il "napoletano" Guida a fermare la Juve verso un altra strameritata vittoria! Adesso guidiamo la classifica con tre punti di vantaggio sui napoletani e ben sei lunghezze dalla Lazio terza. Pertanto AVANTI CONTE, AVANTI JUVE, se vorranno la guerra, noi la combatteremo come sempre al Vostro fianco.  
JC ANDRIA SEMPRE PRESENTE!
 

 
 
IN TANTI A ROMA PER CONQUISTARE LA FINALE
 
Nella foto dell'articolo è immortalata la nostra presenza sabato sera per l'ennesima volta allo Stadium di Torino nella partita casalinga contro il Genoa, assieme agli inseparabili amici del Gruppo Bassa Valle. I nostri ragazzi e soci saliti su in 12, tutti rigorosamente in aereo come spesso accade nel periodo di pieno inverno, sono stati capitanati dal "solito" Vincenzo Quacquarelli, che terminata la distribuzione dei tagliandi all'esterno dello stadio è entrato con Roberto Nicolamarino e Leo Di Canio nella Sud. Posizionato come sempre lo striscione al bocchettone, i ragazzi si sono sistemati come al solito al centro curva. Al termine erano incazzati neri per il rigore clamoroso non concesso, ma stra felici per essere stati ancora una volta presenti a rappresentare il nostro grande gruppo! Un grazie anche a Nunzio Musaico a Rutigliano & C. per aver scelto una gara non di cartello, venendoci incontro, come fanno oramai in molti e comprendendo l'importanza di queste gare ai fini dell'ottenimento di tagliandi per gare più importanti. Bravi, come un bravo va a tutti coloro che si stanno già prenotando per la gara Juventus - Siena di fine febbraio. Al termine della gara, hanno tutti pernottato chi su Torino, chi su Milano a secondo dei voli di rientro prenotati. Ma veniamo alla trasferta di martedì a Roma dove la Juventus si giocherà il pass per la finale di Roma in Coppa Italia del 26 maggio. Noi vogliamo a tutti costi raggiungerla per poterci riscattare della delusione patita nella scorsa stagione. Mai avremmo immaginato di portare in trasferta ben 17 persone e di dover anche per la Coppa Italia prenotare un mini bus con autisti. Abbiamo dovuto lasciare a terra anche altri due soci purtroppo prenotatisi in ritardo quando il mezzo era già al completo. Ci sorprendete sempre di più, di martedì e anche in Coppa Italia. Segno di una mentalità sempre più grande! Partirà molta dell'artiglieria pesante del nostro club, tra i quali Fabio, Antonio Carbone, Vincenzo Zingaro, Tommy Moscatelli, Michele Zagaria, Gregorio Del Giudice, Giuseppe Recchia e le solite new entry che non mancano mai di trasferta in trasferta. Ma il pezzo da novanta sul bus sarà Domenico Giordano, finalmente tornato tra Noi! 
E NON CI AVRETE MAI COME VOLETE VOI.......PERCHE' LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI 
FORZA JUVE VINCI DAI, LOTTA E NON MOLLARE MAI!
p.s. per GLASGOW abbiamo richiesto 11 biglietti ottenendone 11, praticamente per tutti i prenotati. La società ci ha premiato in quanto sempre presenti nel girone di qualificazione sia nelle tre trasferte europee che nelle tre gare casalinghe!
JC ANDRIA...FATTI E NON PAROLE!
 

 
 
JC ANDRIA IN DIRETTA SU RAISPORT UNO
 
Nel tardo pomeriggio di giovedì 24 gennaio il nostro Presidente Francesco Nicolamarino e quindi il nostro club sono stati intervistati in diretta nel corso della trasmissione Novanta Minuti condotta dal giornalista RAI Enrico Varriale (sempre più squallido....) e da Valeria Ciardiello ex giornalista di Juventus Channel ora in forza alla redazione di RAI SPORT. La Juventus nella giornata in cui si commemoravano i dieci anni della scomparsa dell'Avvocato Giovanni Agnelli ha voluto scegliere e premiare, tra i tanti club, proprio il nostro, intitolato alla memoria dell'Avvocato. La Redazione di RaiSport Uno ha infatti dedicato nel corso della puntata odierna, uno speciale dedicato all'Avvocato, chiedendo alla nostra Società la possibilità di poter far intervenire in diretta Skype il Presidente di uno Juventus Club rappresentativo, intitolato alla memoria dell'Avvocato. Il Centro Coordinamento per premiare i nostri sforzi e anche in virtù del fatto che proprio in quest'anno festeggeremo il nostro decennale dalla nascita del club ha subito pensato di far intervenire noi in diretta sulla Rai. In brevissimo tempo ci siamo attrezzati per poter effettuare la diretta Skype, regolarmente avvenuta, dall'interno del nostro club. Per chi volesse vedere la puntata e comunque il passaggio che riguarda l'intervista al nostro Presidente può collegarsi al sito www.raisport.rai.it e andare nella sezione "rubriche" cliccando poi su Novanta Minuti e scegliendo ovviamente la puntata del 24.01. Dal minuto 01.07.10 ore 18,47 e sino al minuto 01.10.10 ore 18,50 è possibile riascoltare e vedere il nostro Presidente nella diretta di questo pomeriggio. La giornalista Ciardiello si è complimentata per l'alto numero di soci e per il sostegno incondizionato che forniamo da sempre alla squadra. Un' altra esperienza che ci ha dato ancora più visibilità rendendoci sempre più orgogliosi per aver messo su questa splendida realtà che riunisce il tifo bianconero qui ad Andria e diventando un grosso punto di riferimento per i tanti juventini di Puglia. Insomma oltre ad essere sempre presenti in ogni stadio dove gioca la Juve, oggi Andria è stata anche Presente nella commemorazione dell'Avvocato Agnelli in diretta RAI! 
JC ANDRIA, TANTI FATTI POCHE PAROLE! 
 

 
 
MARCHETTI CI NEGA ANCORA LA VITTORIA
 
Come già accaduto contro la Lazio in campionato (allora fu 0-0 il finale), anche martedì sera contro i biancocelesti il vero protagonista della gara è stato il portiere dei laziali, Marchetti. Dopo aver negato alla Juve una meritatissima vittoria in campionato, quando riusci a salvare i suoi da un autentico assedio, Marchetti è riuscito nell'impresa di fare uscire la sua Lazio indenne anche nell'andata delle semifinali di Coppa Italia. Eppure eravamo riusciti a farlo capitolare grazie ad un perfetto colpo di testa di Peluso, ma poi a nulla è valsa la supremazia dei bianconeri che avrebbero abbondantemente meritato il 2-0. Quando Marchetti non ci è arrivato ci ha pensato il palo (su tiro a colpo sicuro di Vidal) e l'arbitro (ancora lui Damato) non assegnando un netto rigore su Vucinic. Poi colpa la stanchezza per lo sforzo notevole profuso, la Juve per una disattenzione difensiva su calcio d'angolo ha subito la rete dell'immeritato pareggio. Il primo tempo era stato abbastanza equilibrato con la Juve che ha invece schiacciato letteralmente il piede sull'acceleratore nella ripresa. 1-1 il finale di questo primo round che vedrà adesso la Juve costretta a fare risultato a Roma per conquistare una finale che sarebbe del tutto meritata almeno per quanto visto sin qui. Martedì prossimo ci recheremo all'Olimpico dove la Juventus ne siamo certi venderà cara la pelle e cercherà in ogni modo di imporre il suo gioco per regalarci un altra finale. Vedere giocare la Juventus sempre sugli stessi ritmi, dare spettacolo, costringendo l'avversario a starsene sempre e ripetutamente rintanato nella propria area è davvero una goduria. Nonostante le tante assenze e una formazione scesa in campo molto rimaneggiata la Juventus ha dimostrato a tutti, ancora una volta in più, di che pasta è fatta. Lo Juventus Stadium ha registrato un altro bel colpo d'occhio. Anche noi martedì sera, grazie a Roberto, eravamo presenti al nostro solito posto in Curva Sud con "la pezza" questa volta appesa al bocchettone e non tenuta a mano come sempre. Al nostro fianco le solite facce presenti: BASSA VALLE E AOSTA....perchè la gente come noi non molla mai!
Adesso si ritorna ancora una volta a Torino, in otto giorni ben tre volte presenti sotto la Mole. Impresa non da poco! A capitanare il gruppo sabato contro il Genoa, sarà Vincenzo che accompagnerà su a Torino ben undici soci, tra i quali il solito Roberto Nicolamarino oltre al gruppo Leo Di Canio, al gruppo di Nunzio Musaico e a Michele Campana e Lele Zagaria. Tutti, come sempre accade in questo periodo di pieno inverno, saliranno su in aereo con diverse combinazioni. Alla conquista di un altra vittoria! 
FORZA JUVE VINCI DAI LOTTA E NON MOLLARE MAI  
 

 
 
DIECI ANNI SENZA L'AVVOCATO
 
Il 24 gennaio del 2003 all'età di ottantadue anni l'Avvocato Giovanni Agnelli ci lasciava per sempre. Non è stata per noi tifosi juventini una perdita semplice. Lui era per noi tutti un punto di riferimento, l'Avvocato era uno stimolo per tutti i giocatori a dare sempre un qualcosa in più per quella maglia che come nessuno mai, lui ha davvero amato tantissimo. Celebri erano le sue frasi che riservava ai diversi giocatori simbolo della Juventus ed in generale per dimostrare tutto il suo affetto nei confronti della Juve stessa. Quanto gli sarebbe piaciuta questa Juve di Antonio Conte, ma eppure ne siamo certi che da lassù si starà entusiasmando per il gioco espresso da questa squadra e soprattutto per quello che Andrea Agnelli suo nipote sta facendo per far ritornare la Juve a dominare le scene calcistiche internazionali oltre che nazionali, come lui ci aveva abituato. Sono passati già dieci anni e noi nel primo decennale della sua morte non potevamo che ricordarlo in grande stile. Il nostro club del resto lo sapete tutti è stato a lui intitolato sin dall'apertura, avvenuta proprio nell'anno della sua scomparsa. Fu proprio subito dopo la sua morte che ad Andria tra i tifosi juventini, iniziò a maturare l'idea che bisognava riaprire uno Juventus Club. Idea che ebbe subito seguito nell'ottobre dello stesso anno quando dinanzi al Notaio Sabino Zinni si costituì o meglio si ricostituì lo JUVENTUS CLUB ANDRIA "Avv. Giovanni Agnelli". Da allora nel segno dell'Avvocato di strada ne abbiamo fatta davvero tanto e con l'Avvocato nel cuore continueremo a percorrere tantissimi km al fianco della nostra JUVENTUS. 
CIAO AVVOCATO, STILE DI VITA, SEMPRE PRESENTE NEI NOSTRI CUORI.
JC ANDRIA    
 

 
 
IL POKER E' SERVITO A TUTTI I TIRAPIEDI
 
Come volevasi dimostrare! Hanno riprovato ad attaccare la Juve? Bene e ancora per l'ennesima volta se lo sono presi tutti a quel posto, dai giornalisti infami ai tirapiedi rosiconi che hanno trascorso un altro weekend di merda! il 4-0 rifilato sabato sera all'Udinese non ha lasciato scampo a tutti questi squallidi personaggi che come sempre sono "mestamente" ritornati nelle loro tane! La Juventus ha dato un altra dimostrazione della sua forza, non solo letteralmente asfaltando un avversario in salute come i friulani, ma dando anche spettacolo e mettendo in luce uno dei suoi gioielli più promettenti come Paul Pogba, autore di due reti (le altre di Vucinic e Matri) davvero da capolavoro, soprattutto la prima un bolide a oltre 100 km orari che è stato apprezzato in tutto il mondo! Come non essere felici dopo una prestazione simile dell'intero gruppo, dalla difesa all'attacco passando per il centrocampo e nonostante le tantissime assenze che preoccupavano e non poco Antonio Conte alla vigilia della gara. Ma ancora una volta il mister è riuscito a motivare a dovere chi è sceso in campo, imprimendo in ognuno dei giocatori quella giusta cattiveria che da quasi due anni contraddistingue l'intero gruppo. Mancano 17 giornate alla conclusione di questo duro campionato è dobbiamo ad ogni costo di domenica in domenica difendere questo meritato primato conquistato sin dalla prima giornata di questa stagione, perchè ripetersi in Italia sarebbe qualcosa di grandioso soprattutto se pensiamo al fatto di avere un gruppo di giocatori assolutamente normali, trasformati in autentici CAMPIONI dal n. 1 dei campioni: ANTONIO CONTE! Abbiamo adesso ben 5 punti di vantaggio su Lazio e Napoli, da gestire con saggezza, abbiamo il miglior attacco del campionato, la miglior difesa, numeri da CAMPIONI! Sabato allo JStadium il freddo si sentiva è come, la temperatura si avvicinava agli zero gradi, ogni tanto cadeva qualche fiocco di neve, ma i nostri rappresentanti ancora una volta non sono mancati, partiti tutti in aereo e tutti con scalo su Orio al Serio. Poi con auto a noleggio via verso Torino. A capitanare il gruppo Giuseppe (nella foto ritratto da Sky alla lettura delle formazioni e al momento dell'inno, mentre innalza al cielo il nostro stendardo) e Andrea Leonetti con l'immancabile piccolo ultras Davide. Presente anche Massimo con suo figlio, Roberto Nicolamarino, figlio del Pres. e Tonio Marmo con Fabio Antolini e rispettive fidanzate. Una trasferta del tutto tranquilla, tant'è che alle 19,30, quando mai, i nostri erano già nella Sud a sistemare lo striscione grosso al bocchettone per poi prendere posto al centro curva! Era fondamentale vincere, lo avevano detto prima di partire Andrea e Giuseppe è così è poi stato! Hanno cantato a squarciagola per riscaldarsi meglio. Al termine ci chiamavano entusiasti per aver sostenuto ancora una volta la Juve, per aver rappresentato lo JC ANDRIA e per aver rivisto nuovamente una grande JUVE. Adesso ci attende la difficile gara di Coppa Italia allo Stadium contro la Lazio, una sfida da vincere ad ogni costo perchè la Coppa Italia resta un obiettivo di stagione, un obiettivo importante. Dobbiamo necessariamente raggiungere questa finale e per farlo dobbiamo iniziare con il vincere la sfida di martedì sera allo Juventus Stadium che ne siamo certi saprà ancora una volta dare quella marcia in più agli uomini di Conte. Poi ci aspetterà il ritorno all'Olimpico di Roma, tra una settimana. A rappresentarci in coppa Italia, questa volta sarà il solo Roberto figlio del Presidente.
E' come dice il buon Claudio Zuliani: ANDRIA è SEMPRE PRESENTE!
 

 
 
ROBERTINO CON MAROTTA
 
Molti di voi sapranno che il nostro club, grazie a tre suoi soci ha dei posti anche in TRIBUNA CENTUS, praticamente la più importante, perchè è quella subito dietro le panchine, dove per chi come Paolo Porziotta, Michele Ricciardi e Benedetto Di Leo, ci va sempre, incontrare vip e le maggiori autorità del Mondo Juve non è una novità, ma quando questi posti, spesso, vengono messi a disposizione del club, perchè inutilizzati dai soci titolari, come accaduto sabato sera contro l'Udinese, ecco che chi ne usufruisce, coglie subito la palla al balzo per farsi immortalare con il Re del mercato juventino, il D.G. Beppe Marotta. Roberto Nicolamarino, uno dei figli del nostro Presidente, ha avuto il piacere di vivere l'atmosfera pre-partita, mischiato al Ristorante della tribuna Centrale assieme a tantissime autorità. Per lui esperienza indimenticabile, ma come dice il nostro buon Fabio e molti altri come lui, non lascerebbe mai il suo posto in Sud, dove rischi anche l'incolumità fisica in occasione dei gol della Juve, per andare in Tribuna Vip! 
Scelta di Vita! JC ANDRIA non finisce mai di stupirVi. Per i posti in Tribuna Centus, siamo sempre noi del direttivo ad informarVi qualora liberi e disponibili!
 

 
 
BRUTTA PARTITA PAREGGIO GIUSTO
 
La Juve pareggia a Parma per 1-1 (rete di Andrea Pirlo) ed apriti cielo ecco giù tante critiche, tante supposizioni, tanti "allenatori del cazzo..." che parlano tanto per parlare senza rendersi conto che la Juventus, come già accaduto lo scorso anno, ha impostato in maniera differente la sua preparazione invernale, preparazione che dovrà consentire agli uomini di Conte di riuscire a tirare poi la volata finale speriamo su tutti i fronti. Il richiamo della preparazione estiva e i doppia allenamenti fatti dai giocatori si fanno adesso sentire nelle gambe dei giocatori, che appaiono ovviamente appesantite. Quindi giornalisti e tirapiedi del cavolo, nessun allarme, stateci dietro e continuate a tenere il naso all'insù......tanto nessuna delle tre stelle cade.....ah ah ah ah ah. 
Del resto proprio nella passata stagione a metà gennaio fu il Cagliari a strappare un pareggio giusto a Torino. Un punto preso a Parma resta sempre un buon punto su di un campo da sempre a noi ostico in virtù della forte rivalità e considerando sopratutto l'ottimo momento di forma che sta attraversando la squadra ducale. Peccato perchè passati in vantaggio si poteva gestire meglio e condurre in porto la vittoria se non fosse stato per un altra disattenzione difensiva, sempre sulla fascia sinistra, come già accaduto per ben due volte contro la Samp. Le assenze contemporanee di Chiellini, Asamoah e Marchisio si fanno sentire. Conte lo ha capito e correrà certamente ai ripari. La trasferta dei nostri a Parma con due autovetture (quella del Presidente e quella di Mimmo Canzio), è stata condizionata dal maltempo su gran parte dell'Italia. Giunti nel capoluogo emiliano, solo alle 14,00, hanno trovato tanta pioggia e freddo che segnava la giornata e soprattutto un clima già molto teso sin dal parcheggio di scambio predisposto all'uscita autostradale. Giunti al Settore Ospiti con bus navette di linea locali, sotto un fitta pioggia, i nostri si sono sistemati a metà settore, mentre il solo Salvatore Lomuscio....sempre più encomiabile, a prendersi tanta acqua per tenere come ai vecchi tempi "la pezza a mano" giù in prima linea dietro il Gruppo Tradizione (come da foto articolo in basso a destra) ed in compagnia del fratello Domenico di Bernalda finalmente rientrato dopo il Daspo di 5 anni. Domenico era visibilmente emozionato, abbracciava tutti, stare cinque anni senza respirare l'aria da stadio è stato a suo dire una pugnalata al cuore! Si era complessivamente in tanti, ma molti tifosi occasionali che di cantare non hanno sempre tanta voglia. Un grazie a Vincenzo Giannelli, suo suocero, Mimmo Canzio, Gianni Vurchio, Gianni Tedesco gli altri partecipanti alla trasferta. Ma consentiteci un ringraziamento particolare al nostro grande Presidente che continua a sobbarcarsi fatica e km pur di essere al fianco della Juventus e credeteci guidare in condizioni climatiche non buone in inverno ad una "certa età" non è facile e non è da tutti! Rientro tranquillo, a mezzanotte erano già ad Andria, come sempre stanchi ma felici di aver rappresentato il club in quest'altra tappa!
Adesso ci prepariamo ad una serie di gare casalinghe, ad iniziare dalla prossima di sabato contro l'Udinese, dove bisognerà tornare alla vittoria. Gare importanti le prossime, prima dell'inizio della Champions. Tutti in aereo sabato, in 9 saremo allo Stadium, la nostra casa!
Informiamo che per la trasferta di Glasgow abbiamo ottenuto i biglietti per tutti, pertanto preghiamo i prenotati a prendere subito contatti con la nostra segreteria presso la sede del club.
LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI!   

 

 
 
IL PRESAGIO DEL PRESIDENTE
 
Premettiamo che quando il Presidente ci ha girato questa foto con il suo pensiero per un attimo siamo rimasti davvero colpiti, ma subito dopo siam passati ai fatti.....toccarci.....ah ah ah!
Ecco il messaggio del Presidente:
Domenica 13 gennaio 2013 sono le ore 14,50, qui allo Stadio Tardini di Parma.
Il tabellone elettronico posto sopra di noi nel settore ospiti, pubblica in rigoroso ordine numerico la formazione degli undici giocatori titolari che scenderanno in campo.
Guardate come l'elenco dei nomi, compone una forma geometrica che schematizza la forma del più importante obiettivo stagionale.
Che si sia materializzato un PRESAGIO? Il Presidente!
Aggiungiamo noi.....per scaramanzia "sogni nelle notti di mezzo inverno"
Incredibile cosa sia riuscito a scovare il nostro Presidente, ma da bravo architetto qual'é non poteva certamente sfuggirgli un simile particolare.
Semplici coincidenze?????
 

 
 
ALLEGRI L'AMARO MONTENEGRO E' NUOVAMENTE SERVITO
 

La Juventus, come nella passata stagione, "giustizia" il Milan nei suppleMUNTARI.....(ah ah ah ah ah), passando il turno ed accedendo alle semifinali del torneo nazionale. Come lo scorso anno il giustiziere è stato sempre lui, e guarda caso nella stessa porta: MIRKO VUCINIC, che ha servito un altro amaro MONTENEGRO con ghiaccio ai milanisti i quali speravano di uscire dallo Stadium con la qualificazione in tasca. Invece no, puniti anche questa volta, 2-1 e tutti a casa! Come già accaduto nelle precedenti due sconfitte stagionali, la Juventus si è subito rialzata e riscattata alla grande. Dopo la sconfitta con la STRAMINCHIONI BAND.....a farne le spese erano stati Nordsjelland e Pescara (ben 10 reti rifilate in due partite), dopo quella con i zozzoneri a SAU SIRO, preceduta dalla fantastica vittoria contro il Chelsea, erano invece stati il Toro è subito dopo lo Shakhtar Donetsk a subire la rivalsa juventina! Ieri, invece, dopo la Samp. è stato il Milan a doversi piegare, in una partita importantissima, da dentro o fuori! La Juve e Antonio Conte come sempre non hanno sbagliato nulla, nonostante il massiccio turn over effettuato dal mister, al cospetto di un avversario che schierava la formazione tipo del campionato! Bellissima la prova di Marco Storari, sempre meglio Seba Giovinco, autore della rete del pareggio siglata con un autorevole punizione "alla Del Piero". Bravissimo anche Giaccherini, ma un po tutti. Poi con l'ingresso in campo di Vucinic e Pirlo la musica sul finale di gara e nei tempi suppleMUNTARI è cambiata, con la definitiva e decisiva rete del montenegrino a far impazzire di gioia i 40.000 dello Stadium. Ancora una volta stadio tutto esaurito per un quarto di finale di coppa Italia! Bellissima l'atmosfera, la solita coreografia e soprattutto il gran tifo effettuato dalla Sud e in diversi momenti della gara, anche dal resto dello Stadium. Presi di mira per ben 120 minuti Melissa Satta, Boateng e Berlusconi.......ah ah ah ah ah che ridere! Adesso la Juventus si ritrova a metà gennaio, all'inizio del girone di ritorno, CAMPIONE D'INVERNO, prima in classifica con 5 punti di vantaggio sulla seconda, alle semifinali di Coppa Italia dove affronterà in doppia sfida la Lazio e agli ottavi di finale della Champions League. Cosa chiedere di più dalla vita.....stiamo godendo e stiamo sognando ad occhi aperti. Se solo pensiamo a diciotto mesi fa...dove eravamo.....nemmeno il più ottimista di noi avrebbe potuto immaginare un futuro come quello che stiamo oggi vivendo! Ve lo avevamo detto che alla Coppa Italia ci teniamo tantissimo perchè è un obiettivo stagionale dopo la sconfitta nella finale della passata stagione. Dobbiamo a tutti costi raggiungere nuovamente la finale! Anche in Coppa Italia, come già accaduto lo scorso anno e nella gara del turno precedente contro il Cagliari, noi dello JC ANDRIA siamo stati presenti con ben 5 soci assieme ai ragazzi dello JC TRANI. Questa volta una comoda trasferta per i nostri ragazzi, capitanati dal sempre più incredibile Fabio. Partiti in aereo, hanno noleggiato un auto a Orio per poi dirigersi a Torino verso le 18,30, al solito Bar dove si radunano i ragazzi di Tradizione. Ad accoglierli il Presidente Umberto che si abbracciava con Fabio, in segno di una grande amicizia! Poi parcheggiata l'auto, al chioschetto esterno il solito mega panino con salsiccia, senape, crauti, maionese etc. etc.....mega birrone per riscaldarsi e tutti dentro ad appendere lo striscione al bocchettone (come da foto articolo), per poi sistemarsi al solito nostro posto in basso dietro la porta. Tante pacche sulle spalle a Fabio, soliti complimenti per quello che da anni facciamo e solita domanda.....ma come cazzo fate????? la risposta di Fabio è sempre la stessa: PASSIONE, ORGANIZZAZIONE E MENTALITA', questa la nostra ricetta! La Sud era super piena, ai gol come sempre ci si è ritrovati l'uno addosso all'altro, tanta goliardia, tanti scherzi e anche gavettoni nonostante la temperatura vicina agli zero gradi! Poi a fine gara dopo aver sofferto negli ultimi minuti, abbracci con tutti e saluti con i grandi amici di BASSA VALLE, sempre più una bella realtà nel panorama della Sud bianconera. Con loro abbiamo salutato a modo nostro i milanisti chiusi nel settore ed affranti per l'eliminazione, con tanto di BANANA, poi al baretto interno della Sud, foto di gruppo. Appena fuori, tutti in pizzeria, per bere birra e mangiare una bella pizza. Soltanto all'una e mezza della notte prendiamo possesso delle camere d'albergo prenotate, dove crolliamo e addirittura al mattino a Vincenzo Marinacci poco ci mancava che non buttassimo giù la porta. Alle dodici lasciata l'auto a noleggio a Caselle ci siamo imbarcati sul volo diretto per Bari. Alle 15,00 eravamo già ad Andria, questa volta non stanchi, ma riposati e come sempre felici, con Fabio che invitava un paio di suoi colleghi a recarsi presso l'IPERCOOP di Andria per approfittare dell'offerta riservata ai tifosi milanisti, ovvero AMARO MONTENEGRO GRATIS! 

Ma è già tempo di pensare al prossimo viaggio che incombe: PARMA, in nove saremo presenti sulle gradinate del Tardini, con due auto, quella del Presidente e quella di Mimmo Canzio.

Avanti così ragazzi perchè la GENTE COME NOI NON MOLLA MAI!

Domenica ritorna tra noi il grande Domenico di Bernalda, diffidato per cinque anni dopo gli incidenti di Catania. E' emozionato, ma sapeva che lo avremmo atteso più incazzati di prima, perchè tra veri gobbi basta uno sguardo per intendersi! 

BENTORNATO FRATELLO DOMENICO! JC ANDRIA

 

 

 
 
JUVE - SAMPDORIA
 
In questo scatto estrapolato dalle pagine del Tuttosport di lunedì scorso, si nota in occasione della seconda rete dei doriani, il nostro striscione al bocchettone della Sud, assieme a quelli degli altri gruppi amici (BV 1897, GRUPPO AOSTA E TRANI). 
I ragazzi saliti su erano ovviamente delusi per l'inattesa sconfitta, ma come sempre orgogliosi di essere stati presenti come avviene sempre in ogni gara della Juventus, non solo adesso che le cose vanno benissimo! Ma noi eravamo ORGOGLIOSI anche prima, in B e negli anni in cui si è mangiata tanta di quella merda, con due settimi posti. A tutti quelli che seguono "soltanto adesso" la Juventus, diciamo che ne dovete mangiare di polvere e ne dovrete percorrere di strada per poter dire di essere veri tifosi della Juve! Onore a chi come Noi, la Juve la segue da sempre e anche da molto tempo prima, INDIPENDENTEMENTE DAI RISULTATI, INDIPENDENTEMENTE DA TUTTO!
OGNI MALEDETTA DOMENICA!
 

 
 
 
             
 
 
 
 
             
 
 
 
Juventus Club Andria "Giovanni Agnelli" - Via Enrico Dandolo 37/39 - 76123 Andria
Info line 320/6209445 - Sede: 0883 1983534 - info@juventusclubandria.it - Webmaster: Domenico Mosca

 
Sito non ufficiale in quanto tutti i marchi e i loghi (Juve, Juventus e Scudetto) sono di esclusiva proprietà della Juventus Football Club S.p.a..
Il sito non rappresenta un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 /2001 in quanto aggiornato senza alcuna periodicità. I video, le immagini e i disegni
utilizzati sono tratti da Internet e quindi sono da ritenersi di pubblico dominio, in caso di violazioni comunicarlo a info@juventusclubandria.it,
provvederemo alla pronta rimozione.