Motto Club
   
totem
   
  HOME / NEWS ANNO 2015

 
ULTIME NEWS
   
dot STIAMO ANCORA GODENDO....

dot LO JC ANDRIA ALLO JUVENTUS TRAINING CENTER

dot GRANDE PRESTAZIONE IN CHAMPIONS! BAYER BATTUTO

dot SPAL BATTUTA, ALTRA VITTORIA PER LA JUVE!

dot RIMONTA E VITTORIA A BRESCIA

   
ARCHIVIO NEWS
dot News anno 2009
dot News anno 2010
dot News anno 2011
dot News anno 2012
dot News anno 2013
dot News anno 2014
dot News anno 2015
dot News anno 2016
dot News anno 2017
dot News anno 2018
dot News anno 2019
   
 
5 MAGGIO FESTA NAZIONALE: SAN POBORSKY
 
Il 5 maggio è una data che non la scordi più.....soprattutto gli "intertristi" ma anche noi gobbi andriesi difficilmente la dimenticheremo, perchè in quella giornata abbiamo compreso che era giunto il momento di rimettere su lo Juventus Club qui ad Andria. In quella giornata proprio due dei soci fondatori del nostro Club, Vito Fiandanese e Fabio Attimonelli diedero vita a dei festeggiamente spontanei ed improvvisi che sfociarono in un corteo a piedi per le vie del centro città. Via Firenze fu letteralmente invasa da tifosi che scesero per strada a festeggiare uno degli scudetti più belli in assoluto. Da quella storica giornata in poi si mise in moto la macchina che vide nascere, nell'anno seguente, il 2003, lo JUVENTUS CLUB ANDRIA nella sua prima sede di Via Brindisi. Anche per questo motivo il 5 MAGGIO 2002 viene ogni anno festeggiato come una sorta di FESTA NAZIONALE. Dopo aver terminato di "sbeffeggiare" i granata per l'ennesima illusione di vincere un derby a casa nostra, ecco subito arrivare il 5 maggio caduto anche di domenica. Tanti gli sfottò che sono veicolati in rete o mediante whatsapp. Insomma per gli sfigati, quelli che vivono solo nel ricordo del Triplete sarà stata un altra giornata di merda come le tante che già vivono nel corso di ogni stagione. Indimenticabile a proposito di 5 MAGGIO furono i poster che abbiamo fatto affiggere qui in città il 2013, quando proprio in quella data abbiamo celebrato un altro scudetto il n. 31. Insomma il 5 Maggio resterà per sempre scolpito nella memoria di ogni tifoso juventino!  
DA OTTO ANNI VE LO METTIAMO IN QUEL POSTO......(cit. G. Mughini)
p.s. nella foto articolo una immagine della Curva Juventina allo Stadio Friuli di Udine in quel giorno li che nonostante sembrava scontato lo scudetto all'Inter vollero comunque celebrare la squdra con una stupenda coreografia iniziale.....poi fu deliro allo stato puro....
TUTTO SEMPLICEMENTE......... W8NDERFUL
 
 

 
 
BUON FERRAGOSTO A TUTTI VOI CARI “GOBBACCI”
 

Arriva Ferragosto, un altro da vivere come sempre, nell'essere grandi gobbi quali siamo! Vedere le foto che ognuno di voi soci posta, dai luoghi di villeggiatura, con un simbolo del Club, della Juve, non fa altro che riempirci di tanto orgoglio perchè significa che siamo stati bravi ad inculcare in ognuno di voi la giusta mentalità del vero GOBBO!

Quest'anno il ferragosto cade in una settimana in cui abbiamo già iniziato alla grande la nostra missione di seguire OVUNQUE E COMUNQUE la JUVE, in ogni dove. Molti sono in ferie, tanti altri in città, noi del Direttivo pronti e carichi per quest'altra stagione, iniziata con la sconfitta in Supercoppa, ma per noi non è un problema. Noi non ci arrendiamo mai, noi siamo quelli del FINO ALLA FINE ED OLTRE. Pertanto ovunque siate, ovunque vi troviate ricordate sempre il nostro motto:

“E' NON POTREI, LO SAI....ABBANDONARTI MAI...”

Buon Ferragosto amici gobbi a quelli “veri” vicini e lontani!

JC ANDRIA OVUNQUE INSIEME A TE!

 

 
 
E' SEMPRE LA STESSA MUSICA...ROMA KO!
 
Aveva proprio ragione il "maestro di violino" Rudi Garcia, ogni anno è sempre la stessa musica allo Juventus Stadium. La Roma esce puntualmente sconfitta, senza se e senza ma, facendo l'ennesima magra figura al cospetto di una Juventus apparsa nettamente più forte ed in una forma strepitosa. Nonostante abbiano cambiato il direttore d'orchestra, la Roma è apparsa davvero una squadretta provinciale incapace di tessere una sola azione degna di nota. Sono venuti nuovamente per non giocare a calcio, sperando di portare via un punticino dallo Stadium ed invece sono tornati a casa nuovamente a mani vuote. E' sempre lo stesso spartito......calci è provocazioni.....lo sport preferito dai giallorossi romani! La Juve ha così centrato la sua undicesima vittoria consecutiva, in pratica ad un passo dal record stabilito con Antonio Conte. 1-0 il finaledi una gara dove la Juventus ha avuto non poche difficoltà ad imporre il proprio gioco ad una squadra sempre rintanata nella propria metà campo. Ci è voluta una invenzione di Pogba che ha innescato il nuovo eroe bianconero Paulo Dybala che ha messo a segno un altra rete pesante che regala 3 punti d'oro ai bianconeri, facendo esplodere lo Juventus Stadium trasformatosi poi in una "polveriera"! in 40.000 saltavano al coro "chi non salta è un romano di merda....oh oh oh oh...."! Spettacolo puro è musica per le nostre orecchie! 
Vittoria importante anche perchè arrivata alla vigilia di un altra gara difficilissima come quella che affronteremo mercoledì sera in Coppa Italia contro la Prescrittese Fc, la terza squadra di Milano. Non sarà facile conquistare un altra finale di Coppa Italia, obiettivo per loro quasi primario e fondamentale. Per noi da essere secondario adesso trovandoci a questo punto della competizione diventa quasi irrinunciabile! Dobbiamo a tutti i costi arrivare in finale a Roma per cercare di bissare il successo della passata stagione. Vincere la gara di andata sarà fondamentale, possibilmente senza subire reti! Domenica sarà poi nuovamente campionato con la Juve impegnata al Bentegodi di Verona contro il Chievo Verona, altra partita da non sottovalutare assolutamente contro un avversario temibile soprattutto in casa. In classifica adesso la Juve ha staccato le terze in classifica, dando forse una spallata decisiva alla Roma che sembra oramai messa fuori dai giochi. Il Napoli è sempre avanti di due punti. Dobbiamo restare in scia sino allo scontro diretto dove poi proveremo a superarli per poi iniziare la volata finale! Crediamoci ragazzi, sarebbe una impresa fantastica.Contro la Roma noi dello Juventus Club Andria siamo stati presenti in 22 unità. Una parte a bordo del pullman combinato con diversi club della Puglia, i restanti in aereo oltre ad un auto organizzata dai fratelli Terrone! Un altra bella presenza allo Stadium. Il viaggio in pullman è stato abbastanza tranquillo con Agnese Zingaro a fare da referente a bordo. Partiti a mezzanotte e mezza da Andria sono arrivati a mezzogiorno e trenta davanti allo Stadium. Temperatura quasi primaverile, una vera sorpresa per Torino stante il periodo invernale. Alle 19,00 puntuali come non mai, i nostri si sono ritrovati tutti sotto gli ingressi della Sud per la distribuzione dei biglietti effettuata da Fabio Attimonelli, arrivato in aereo. Alle 19,15 sono già tutti dentro. Sistemato lo striscione e la pezza per Andrea, si mettono tutti assieme su di un unica fila proprio alla destra dello striscione. Gruppo compatto come piace al nostro Fabio. Solite battute dialettali che hanno fatto sorridere un po tutti i presenti. Colorite le frasi dialettali di Fabio, Lorusso Fabio Nicola e Agnese Zingaro che prendono di mira Rizzoli assistente di porta proprio sotto la Sud. Alla coreografia Fabio si sgola affinchè tutti aprano le bandierine. Come al solito troppi occasionali che pensano a scattare foto con i propri cellulari rovinando come sempre le coreografie. Ma perchè non andate in Tribuna????  Fine primo tempo Fabio si intrattiene con Adriano del Gruppo Bassa Valle e Rocco Fiorino del Gruppo Tradizione. Soliti saluti con Tony ed Umberto prima di rientrare sui gradoni per la coreografia in ricordo di JACKY con lo striscione mantenuto a mano anche dal nostro Fabio! Alla rete di Dybala è delirio totale. Ci si ritrova tutti uno sull'altro a rischio di farci male. Al fischio finale è nuovamente festa con i nostri che vanno subito a smontare lo striscione, salutandosi ed ognuno a riprendere il proprio mezzo. Quelli in pullman con Fabio sceso al ritorno, rientrano alla base alle 11,30 di lunedì mattina. Un altra trasferta a Torino è stata archiviata, un altra ci apprestiamo ad effettuare mercoledì sera in sole 3 unità saremo presenti allo Stadium per la gara di Coppa Italia. Sparuta presenza ma l'importante come sempre è esserci. Noi ci saremo, tra mille difficoltà per organizzarci, visto il susseguirsi di partite, ma saremo nuovamente presenti li al solito posto! 
Il tesseramento procede a gonfie vele, a soli 5 giorni dalla chiusura abbiamo toccato quota 522 tessere sottoscritte un risultato impensabile ad inizio stagione! Che altro aggiungere se non dirvi che ringraziamo tutti per il sostegno che ci state dando, vuol dire che state apprezzando quanto di buono facciamo da oramai 13 anni! 
JUVENTUS CLUB ANDRIA: PASSIONE & MENTALITA' 
 

 
 
IL "BARONE" FRANCO CAUSIO, ACCOLTO COME UN RE!
 
Al Vecchio Comunale di Torino negli anni settanta e primi anni ottanta, campeggiava un enorme striscione...."CAUSIO IL RE DEL COMUNALE...". E' non poteva dunque non essere accolto come un Re anche ad Andria! Un altro grande evento targato Juventus Club Andria è andato in scena. Giovedì 21 gennaio, nella nostra sede sociale, abbiamo avuto l'onore ed il piacere di ospitare il grandissimo ex calciatore bianconero, Franco Causio, una delle 50 stelle presenti all'interno dello JUVENTUS STADIUM. Il Barone, così era soprannominato quando giocava, per il suo impeccabile stile in campo e soprattutto fuori dal campo, ha presentato il suo libro biografico "Vincere è l'unica cosa che conta. Bianconero da una vita". Una bellissima serata, iniziata con un aperitivo in un bar del centro di un nostro socio, il Lounge Caffè di Vincenzo Zingaro è proseguita in un club pienissimo, nonostante l'orario ancora lavorativo per molti.Questa è stata un altra grande soddisfazione, vedere accorrere a quest'altro nostro evento, tantissimi soci e simpatizzanti juventini. Una piacevole chiacchierata moderata e condotta in maniera impeccabile dal giornalista locale Michele Zito. Anche la presenza della stampa è l'eco che questa iniziativa ha riscontrato è stata per noi tutti altro motivo di grande orgoglio. Tantissimi i servizi dedicati e gli articoli apparsi sui quotidiani prima e all'indomani dell'iniziativa. Corriere dello Sport e Gazzetta del Mezzogiorno su tutti, che hanno potuto intervistare il nostro illustre ospite e campione di una grande Juventus con la quale vinse tantissimi trofei. Tanti gli aneddoti raccontati dal Barone, dall'attuale Juve al rapporto con Boniperti, da quello con l'Avvocato alla sua amicizia con Antonio Conte, per arrivare al racconto della sua vita privata è della memorabile partita a scopone giocata con Sandro Pertini, Enzo Bearzot e Dino Zoff. Applausi scroscianti quando ha dichiarato di aver "maledetto" il giorno in cui accetto' di giocare nell'Inter....a fine carriera, dove in effetti non diede proprio nulla di se....non lasciando nessuna traccia! Tantissime le domande poste dai tifosi accorsi alle quali Causio ha risposto con piacere riscontrando nel nostro club una enorme passione per i colori bianconeri, affermando di aver finalmente avuto il piacere di conoscerci, visto che ci vede sempre presenti in ogni gara della Juve! A fine serata sono andate tutte esaurite le copie del suo libro che erano state messe a disposizione ed in vendita per la serata. Poi via alle dediche personalizzate sugli stessi libri, con foto di rito ed autogafi. Insomma è stata davvero un altra bella pagina di storia scritta dal nostro club che ha iniziato davvero alla grande questo 2016, prima con Ravanelli, poi con Causio senza dimenticare che si è raggiunta quota 513 associati.Emozionato il nostro Presidente Nicolamarino per tutti questi splendidi risultati che questo club ha raggiunto. Cari soci, ci avete ringraziato tantissimo per avervi regalato queste splendide serate in questo inizio anno, ma invece siamo noi che dobbiamo ringraziarvi per l'immensa passione che mettete nel seguirci in ogni iniziativa, dalla trasferte, al club, dalla vita sociale agli eventi. 
Nella gallery del sito sono pubblicate le tante foto della serata. Per le interviste ed i resoconti dettagliati della bellissima serata, basta cercare su Google...."Causio ad Andria..", usciranno diversi articoli.
Lunga vita a noi ed ovviamente non finiremo mai di stupirvi. Ai soliti "quattro sfigati" da tastiera diciamo invece...."CI FATE PENA". Rosicherete sempre di più! Fatevene una ragione. 
JC ANDRIA: VECCHIE EMOZIONI & VERA PASSIONE! La mentalità non si compra. Si manifesta!

 

 
 
PARTY BLACK&WHITE: TICKETS SOLD OUT!
 
Informiamo tutti i nostri soci e i simpatizzanti bianconeri che i biglietti d'ingresso per il nostro Party Black&White, tredicesima edizione, sono andati completamente polverizzati in prevendita. Un incredibile successo, se pensiamo che la festa è stata organizzata in soli dieci giorni! Ancora una grande iniziativa del nostro Club, ancora una volta tanto entusiasmo ci hanno manifestato i nostri soci nel partecipare in modo massiccio a quest'altra festa! Oramai ci siamo specializzati in questo....andrà a finire che apriremo anche un disco-club! 
La partecipazione di Fabrizio Ravanelli alla nostra festa ha letteralmente elettrizzato il nostro ambiente. Che Ravanelli fosse un idolo e beniamino degli ultras all'epoca lo si sapeva, ma che avrebbe creato un simile fermento non lo pensavamo! Ne siamo felici ed orgogliosi di essere riusciti a portarlo qui da Noi! E' una persona splendida, possiamo garantirvelo. In questi giorni di frenetici contatti con lui si è messo a nostra completa disposizione. Grande attenzione anche la stanno riservando i media locali e non per l'iniziativa. Anche qui una piacevole sorpresa. Dai siti internet locali, alle emittenti televisive della zona, da TuttoJuve.com a Juvenews.net, dalla Gazzetta del Mezzogiorno al Corriere dello Sport. 
Domenica 3 gennaio alle ore 18,30 inoltre, Fabrizio Ravanelli incontrerà la stampa, presso la sede del nostro Club. In quella occasione chi non parteciperà alla festa della sera potrà venire a salutarlo li. Al Party invece ribadiamo che potrà aver accesso soltanto chi sarà in possesso del bellissimo ticket realizzato per l'occasione. Personale del Cristal Palace Hotel e della nostra security provvederanno all'ingresso al controllo biglietti. Grazie a tutti per la collaborazione!
JC ANDRIA: SEMPRE PIU' FATTI, SEMPRE MENO PAROLE! LA JUVE SIAMO NOI! 
"nella squadra della Juve, c'è una grossa novità, è Fabrizio Ravanelli, BENIAMINO DEGLI ULTRA', Ravanelli Alè Alè, Ravanelli Alè Alè, Ravanelli Alè Alè, Ravanelli Alè Alè"
 

 
 
BUON 2016! BRINDIAMO AL NUOVO ANNO CON FABRIZIO RAVANELLI
 

Come è oramai tradizione, anche per questo nuovo anno, lo JUVENTUS CLUB ANDRIA, ha organizzato per i suoi soci e per i simpatizzanti bianconeri, ilPARTY BLACK&WHITE, per brindare e festeggiare tutti assieme al 2016.

Dopo le feste estive di fine stagione degli ultimi anni, che hanno celebrato le innumerevoli vittorie della Juventus, si è voluto dare una analoga impronta, anche alla festa del periodo natalizio, organizzando una serata con un taglio differente rispetto al passato ed inserendo diverse novità ad iniziare dalla location che non sarà presso la sede sociale.

La vera sorpresa però per tutti i soci, sarà rappresentata dalla presenza di un ospite d’eccezione quale è Fabrizio RAVANELLI, indimenticato Bomber della Juventus di quella  JUVE targata Marcello Lippi, che negli anni novanta vinse tutto quello che c’era da vincere.

Ravanelli con le sue originali esultanze (la maglia sollevata a coprirsi il volto), fece impazzire milioni di tifosi bianconeri, entrando indelebilmente nel loro cuore, mettendo a segno la rete nella finale di Champions League di Roma contro l’Ajax, vinta nel 1996.  

IL PARTY BLACK&WHITE avrà luogo DOMENICA 3 GENNAIO a partire dalla ore 20,30 presso il RISTORANTE LA FENICE del Cristal Palace Hotel,  in Via Firenze n. 35.

All’evento si potrà accedere solo se in possesso del ticket di ingresso acquistato in prevendita presso la sede del Club o prenotandolo al 320 620 94 45. Costo Euro 25,00 per persona.

Nel costo del ticket è inclusa anche la cena a buffet oltre ad un biglietto della lotteria, i cui premi saranno estratti a sorte al termine della festa.

Il nostro Presidente Francesco Nicolamarino si è detto entusiasta di questo Party affermando che: 
“è un motivo di grande orgoglio quello di poter presiedere questa grande realtà, diventata oggi una grande famiglia ed è proprio per questo motivo, che abbiamo per questa edizione, voluto dare alla tradizionale festa, un aspetto  completamente diverso. Brinderemo al nuovo anno con i nostri soci, le rispettive famiglie, con tanta musica, in allegria, spensieratezza ed un pizzico di sana goliardia che di questi tempi farebbe bene a chiunque, in compagnia  di un grande Campione come Ravanelli, di una delle Juve più forti di sempre, che ci onorerà della sua presenza”.

Anche Ravanelli è entusiasta di doverci raggiungere qui ad Andria ed ha voluto inviare un video messaggio a tutti i nostri soci dove saluta e porge gli auguri a tutti e dando appuntamento al 3 gennaio presso la sede del nostro club alle ore 18,30 per chi non potrà esserci alla festa, dove incontrerà anche la stampa e alle 20,30 alla Fenice dove si svolgerà il Party! 

L'occasione ci è gradita per porgere a tutti i nostri soci, alle loro famiglie, a tutti i nostri amici vicini e lontani, a tutti ma proprio a tutti un AUGURIO SPECIALE affinchè questo 2015 possa portare in dono tanta salute e serenità oltre che altre vittorie per i nostri fantastici colori!
 
VIENI A BRINDARE CON NOI E CON FABRIZIO RAVANELLI A QUESTO NUOVO ANNO!
AUGURI A TUTTI!

JUVENTUS CLUB ANDRIA: TANTE PERSONE, UNA SOLA EMOZIONE!
 



 

 
 
BUON NATALE A TUTTI
 

Quello che sta per concludersi, possiamo dire con orgoglio è stato un anno davvero speciale per noi tutti tifosi Juventini, un anno che poteva forse regalarci una cosa completamente inaspettata che avrebbe potuto trasformare questo 2015 in un anno MAGICO! Ma restiamo ampiamente soddisfatti per quella che la nostra Juve ci ha regalato, per le emozioni provate, per quanto fatto da noi tutti dello JUVENTUS CLUB ANDRIA. Provate solo ad immaginare le migliaia e migliaia di chilometri che abbiamo percorso al fianco della nostra squadra, seguendola OVUNQUE. Solo nel 2015 in Europa siamo stati a Dortmund, a Montecarlo, a Madrid, a Berlino, a Manchester, a Moenchengladbach e a Siviglia. Ma senza dimenticare tutte le volte che saliamo su a Torino, che sia Coppa Italia, che sia Champions, che sia campionato o tutti quei campi dai più facili ai più difficili che ogni maledetta domenica ci vedono li sui gradoni dei tanti settori ospiti!

Ecco ci auguriamo di ripetere un altro anno ancora così! Alla Juventus FC tutta, al CCJCD, a voi tutti cari Soci che ci sostenete di anno in anno, a tutti quelli che per un motivo o per un altro non hanno più rinnovato la tessera (la porta per voi resterà sempre aperta), a tutte le vostre famiglie, a tutti i nostri grandi e veri amici da stadio, in primis Bassa Valle e Tradizione AV, a quelli vicini (pugliesi) e lontani (RUJ), a tutti ma proprio a tutti, anche a quelli che soffrono nel vederci così attivi o che non ci sopportano……AUGURIAMO DI VERO CUORE, un SERENO NATALE che possa portavi in dono tanta serenità ed amore! Ne abbiamo sempre bisogno tutti!

JUVENTUS CLUB ANDRIA: PIU’ DI UNA GRANDE FAMIGLIA!

BUON NATALE 2015!

 

 
 
NATALE A – 3. JUVE IN VOLO!
 

No ragazzi, non stiamo parlando delle temperature di questo periodo che invece sono ben al di sopra delle medie stagionali, ma della nostra amata JUVENTUS, che sta compiendo una autentica impresa, una rimonta da sballo che ci vede oggi arrivati a soli 3 punti dalla vetta, ancora detenuta dalla Prescrittese! Tutto troppo bello. Siamo sinceri, a noi piace esserlo sempre. Se due mesi fa, qualcuno ci diceva che alla pausa natalizia saremmo arrivati con questa classifica, poco ci si credeva. Ha avuto ragione Allegri che continuava a ripetere che avremmo dovuto attendere Natale. Ma non per questo l’allenatore toscano ci è di colpo diventato simpatico, del resto anche dopo una finale di Champions non è mai entrato del tutto nei nostri cuori. Ne sarà una reazione “alla Conte”, avuta a Modena sul finale di gara a farcene innamorare. Noi sosteniamo la Juve (è nella Juve è compreso anche lui) è vogliamo sempre il bene per la nostra maglia. Quindi avanti tutti, compreso lui il Mister a cui non perdoniamo però la gestione scellerata delle prime dieci giornate. Oggi saremmo stati abbondantemente in testa se avesse capito che il modulo da adottare era il 3 – 5 – 2!

A Moderna nella prima storica (per loro) sfida contro il Carpi, lo stadio Braglia si presentava pieno come un uovo. Tre quarti di stadio era tutto bianconero. Addirittura anche la curva dei carpigiani presentava sui laterali gente che esultava alle reti della Juve! Sembrava piuttosto una amichevole estiva, vista l’insolita temperatura ed il sole che da quelle parti in questo periodo è davvero una impresa trovarlo! Giocare alle 12,30 poi ha fatto il resto….a noi a dir il vero è sembrata una scampagnata di quelle da Pasquetta….Siamo andati subito sotto con rete dell’ex Borriello, ma poi la Juve non si è disunita e seppur non in una delle giornate migliori, molti forse con la testa già alle vacanze natalizie, è pervenuta prima al pareggio, poi al vantaggio, grazie a Super Mario Mandzukic che ancora una volta ha dimostrato di essere quell’attaccante che la Juve ha fortemente voluto. Cinico ed esperto! Nella ripresa la Juve si è limitata a controllare, pervenendo grazie a Pogba alla rete del 3-1. Poi la Juve ha tirato i remi in barca, rilassandosi fin troppo e rischiando alla fine l’atroce beffa del pareggio. 2-3 il risultato finale a nostro favore, ma che brividi al 93° minuto. Che non si verifichino più questi cali di concentrazione, perché già contro il Frosinone è accaduto ed oggi ne paghiamo le conseguenze avendo 2 punti pesanti in meno in classifica. Settima vittoria di fila per la nostra Juve che ci regala un altro Natale sereno è gioioso! Ora godiamoci questa meritata pausa, soprattutto per noi dello JC ANDRIA che, di rifiatare, ne abbiamo tanto bisogno, visti i sacrifici e gli sforzi che compiamo per seguire la Juve in ogni maledetta partita.

La trasferta allo stadio Braglia di Modena l’abbiamo organizzata in furgone a noleggio da 9 posti, ma puntualmente siamo partiti in 10 con una persona in più, anzi sarebbero dovute essere ben due in più se non fosse stato per il forfait all’ultimo di Gaetano! Roba da matti….roba da JC Andria che non lascia mai a terra nessun socio! Ai dieci si sono poi aggiunti Chiara Abbasciano arrivata in treno per un weekend li da amici e Michele per weekend dalla sorella che vive li! 

Insomma in 12 per un Carpi – Juventus è davvero tanta roba! Partiti alle 3,30 della notte con il pilota Quacquarelli alla guida, si è creato da subito un clima molto goliardico. A bordo è accaduto di tutto di più, come nelle nostre soste. Ma altro non possiamo raccontarvi. Ahahahahahaha. Altri due cambi alla guida, con Corrado prima è Giuliano poi. Alle 11,00 finalmente arriviamo sotto il settore ospiti parcheggiando praticamente in prima fila. Subito ci “becchiamo” con il grande Tony Manfreda che partecipa al nostro aperitivo. Avevamo di tutto di più. Dal salme al formaggio all’ottimo vino di Giancarlo Conversano, ai taralli di Pasquale. Belli carichi decidiamo di entrare nel settore ospiti solo a mezzogiorno. Posizioniamo la pezza a destra di Tradizione assieme agli amici di Bassa Valle e Massa. Fabio a 41 anni suonati lo vediamo arrampicarsi come ai vecchi tempi sulla vetrata per sistemare al meglio la pezza sulla rete di protezione! Grandioso! Poi tutti ci sistemiamo sui gradoni con gli amici di Aosta che nel frattempo arrivano anche loro, oltre che con Simone e gli altri di Bassa Valle. Fabio è sempre intento a salutare e parlare con le diverse persone. Finisce la gara, si recupera la pezza, si saluta tutti per poi ripartire in fretta, decidendo di non fermarci più a pranzo li in zona, ma di fare uno “spuntino” in Autogrill. Guida Fabio, poi Corrado, poi Salvatore. Cantando e ballando all’interno del pulmino ed esultando alla rete del vantaggio laziale! Arriviamo ad Andria alle 22,15. Incredibile. La ciliegina sulla torta di questa spettacolare trasferta la mette proprio la Lazio che trasforma la nostra domenica in una di quelle proprio perfette. Avanti così, avanti noi, onore a tutti i soci che anche contro il Carpi hanno risposto presenti, come Marco Lambo, Luisa e Sante. Bellissima compagna, viaggio stupendo! Una trasferta ribattezzata da “ OD STYLE”. Tutti casual come sempre, guarda caso in viaggio erano quasi tutti “quelli della B…..vista dal vivo”.

ORGOGLIOSISSIMI DI QUELLO CHE FACCIAMO!

Ora pausa e riposo, ma non molto, visto che abbiamo da preparare la festa del 3 gennaio, messa in piedi in pochissimo tempo è già con una ottantina di prenotazioni.

Forza Soci, forza Gobbi, TUTTI AL PARTY BLACK & WHITE con FABRIZIO RAVANELLI, al grido……

” nella squadra della Juve….c’è una grossa novità….è FABRIZIO RAVANELLI…..beniamino degli Ultrà…..RAVANELLI ALE’ ALE’….RAVANELLI ALE’ ALE’…” questo il coro per lui all’epoca in cui giocava!

LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI!

JC ANDRIA NON FINIRA’ MAI DI STUPIRVI!    

Alla ripresa si torna su a Torino per la sfida contro l’Hellas. Già dieci i nostri soci prenotati. Anno nuovo, vecchie abitudini. Ci si rivede tutti nella mischia!

 

P.S. INTANTO LE TESSERE SOTTOSCRITTE AL CLUB SONO ARRIVATE A 467!

 

 

 
 
AL NOSTRO PARTY DANZANTE: FABRIZIO RAVANELLI
 
Botti di inizio anno dello JUVENTUS CLUB ANDRIA. Per la 13^ Edizione del Party Black & White, la tradizionale festa per salutare l'arrivo del nuovo anno, organizzata dal nostro Club, quest'anno si è deciso di tenerla in una location diversa dalla nostra sede che sempre ha ospitato l'evento. 
DOMENICA 3 GENNAIO 2016 ore 20,30 presso il RISTORANTE LA FENICE del Cristal Palace Hotel in Via Firenze, si terrà una grande serata danzante che vedrà comeospite d'onore FABRIZIO RAVANELLI, "Penna Bianca" l'indimenticato bomber della Juventus che in quattro stagioni mise a segno la bellezza di 41 reti in 111 presenze in maglia bianconera, nonostante fosse l'attaccante di scorta. Storica la sua rete nella finale di Champions League che la Juve vinse contro l'Ajax! E' rimasto un gobbo vero dentro e fuori, nota la sua juventinità sin da bambino, ma l'apice lo si ebbe quando dopo la retrocessione in B della Juve, lui decise di sfilare con noi tifosi per le strade di Torino nel giorno dell'adunata gobba. 
Un simbolo autentico, una bandiera di una JUVE che vinse praticamente tutto quello che si poteva vincere. 
I biglietti della serata si potranno acquistare soltanto in prevendita al costo di Euro 25,00 a persona. La vendita è esclusivamente riservata ai soci del Club di questa stagione. 
La festa prevede, serata danzante animata dal Dj juventino Matteo Bucci, cena a buffet e gran lotteria finale con mega brindisi per festeggiare il nuovo anno!
VI ASPETTIAMO IN MASSA! 
Fabrizio Ravanelli si è detto entusiasta da subito di poter partecipare alla festa del Club più grosso del Sud Italia! Nel pomeriggio prima della festa terrà una conferenza stampa nella sede del nostro Club.
Per ogni altra info contattarci via mail a info@juventusclubandria.it oppure al 320 6209445
JC ANDRIA: ORGOGLIOSAMENTE GOBBI
 

 
 
ALTRA SERATA GOBBA
 
Dopo oltre due mesi ci siamo nuovamente ritrovati, quelli dello zoccolo duro del Club, per un altra "pizzata gobba" ad alto tasso alcolico. Quando ci ritroviamo è stiamo assieme diventiamo "pericolosi". Una bella abitudine quella che abbiamo preso in questa stagione, quella di ritrovarsi di tanto in tanto per trascorrere una serata in goliardia, servita per esorcizzare alla vigilia del derby, il Toro e all'indomani del sorteggio Champions....il Bayern.....
Davvero spettacolare la serata trascorsa dall'amico gobbo Peppino Fusaro al Me Gusta Mucho. Abbiamo mangiato tanto è bene. I cori, immancabili, saranno giunti sino al Municipio ed oltre. Come quelli fatti all'una di notte all'esterno della Pizzeria. In 26 per quest'altra bella serata che ha cementato sempre più l'amicizia tra di noi!
Che altro aggiungere se non...."E' NON CI AVRETE MAI....COME VOLETE VOI...."
Bellissimo a fine serata il gruppone fatto all'esterno con la nostra pezza che recitava ASSENTI PRESENTI dedicata a tutti coloro che per un motivo o per l'altro non erano potuti venire!
LA JUVE SIAMO NOI! 
 

 
 
CHE GODURIA...."JUVE AI QUARTI DI COPPA ITALIA"
 
Ve lo avevamo detto che di questa edizione della Coppa Italia la cosa più importante sarebbe stata vincere il DERBY, ma soprattutto se possibile stravincerlo....Il derby contro il Toro per noi è tutto, più di ogni altra cosa. Solo chi come noi vi è dentro potrà comprendere....cosa si provi. Del resto la tanto attesa decima coppa Italia l'abbiamo vinta a maggio scorso quindi per questa edizione quello che verrà sarà tutto di guadagnato. Adesso ci attende la trasferta a Roma contro la Lazio per i quarti di finale per poi se dovessimo riuscire ad arrivare in semifinale trovare la vincente di Napoli - inter. Insomma non un cammino proprio agevole. Ma ci proveremo senza assilli a raggiungere la finale di Roma. 4-0 il risultato finale di un derby senza storia, giocato alla perfezione dalla Juventus che non si è mai accontentata. Ci è piaciuto tantissimo l'atteggiamento di vecchi e nuovi giocatori che hanno praticamente compreso cosa significhi il derby della Mole. Ancora una volta la storia ha detto che TORINO E' BIANCONERA. Cari granata, sappiamo quanto per voi sia difficile ammetterlo, sappiamo quanto rosicate nel vederci sempre primeggiare ma ve ne dovete FARE UNA RAGIONE! Una doppietta strepitosa per Simone Zaza, poi appena entrato in campo un bellissimo gol di Dybala, sempre più leader di questa Juve. La ciliegina finale è stata messa dal Polpo Pogba con una magistrale punizione alla Del Piero o alla Pirlo....scegliete voi....
Grandissima prestazione che ci ha fatto letteralmente godere ed impazzire dalla gioia mercoledì' sera, soprattutto per i nostri 6 soci che hanno risposto presente direttamente allo Stadium per un altra trasferta che ci ha riempito d'orgoglio ed onore! NON MANCHIAMO MAI! Siamo una splendida realtà della Curva Sud Scirea!
Oltre 39.000 spettatori per gli ottavi di finale di Coppa Italia sono davvero numeri impressionanti. Peccato che la Società abbia deciso di imporre la tessera del tifoso in CURVA SUD per poter acquistare i biglietti. Questo ha di fatto lasciato a casa molti altri non riempiendo proprio il settore più caldo! Ma il tifo è stato comunque ottimo. Del resto quando di fronte hai i granata, gli sforzi di ognuno si triplicano, sia sugli spalti che in campo! 
I nostri sei arrivati chi in aereo, chi in in treno sono entrati tra le 19,30 e le 20,15. I primi, Andrea Nicolamarino, Francesco Figliolia e Maria Scamarcio una delle "gobbe andriesi" hanno subito pensato a sistemare lo striscione al solito posto posizionandosi li dietro praticamente in solitaria visto che la parte a sinistra della curva era praticamente vuota. Poi sono arrivati Alex, Gianni Strippoli e Florinda a completare la nostra pattuglia. Belli vederli nelle foto che ci inviavano in tempo reale, tutti dietro lo striscione. Oramai l'orgoglio di appartenenza che ognuno di noi ha nei confronti del Club è un qualcosa di straordinario! A voi altri che non ci "sopportate" non vi resta che rosicare "dall'invidia".
A Fine gara i nostri prima di smontare lo striscione si sono lasciati ritrarre con il segno del quattro fatto con le mani....Onore a loro! Saluti ai ragazzi di Bassa Valle prima di lasciare definitivamente lo Stadium è raggiungere gli alloggi per la sosta "notturna". 
Chiunque fosse interessato a seguire la JUVENTUS nei quarti di finale della Coppa Italia a Roma è pregato di farcelo sapere prestissimo. La gara si dovrebbe giocare tra il 19 e il 21 gennaio! JC ANDRIA SEMPRE AL TUO FIANCO!
Nella notte tra sabato e domenica una nostra nutrita pattuglia di soci, ben 12 partiranno alla volta di Modena dove affronteremo il Carpi per la prima sfida storica contro gli emiliani. Che altro aggiungere se non che siamo davvero felici di sapere che in ogni "maledetta partita" abbiamo sempre chi è disposto a partire e mettersi in viaggio. Poi se lo fanno in 12.....allora la soddisfazione è al TOP!
P.S. VOLA LA JUVENTUS....CONTINUA A VOLARE IL TESSERAMENTO. IERI SERA E' STATA SOTTOSCRITTA LA TESSERA N. 462 che ci fa pensare che molto probabilmente raggiungeremo i 500 soci (lo scorso anno ci fermammo a 496). 

PARTY BLACK & WHITE: RITORNA COME DA TRADIZIONE LA NOSTRA FESTA DELLE VACANZE NATALIZIE PER BRINDARE TUTTI ASSIEME AL NUOVO ANNO. QUEST'ANNO ABBIAMO DECISO PER LA PRIMA VOLTA DI ORGANIZZARLA AL DI FUORI DEL NOSTRO CLUB. SI TERRA' INFATTI AL RISTORNATE LA FENICE DEL CRISTAL PALACE HOTEL IN PIENO CENTRO AD ANDRIA (VIA FIRENZE). GIOVEDI' 3 GENNAIO  2016 DALLE ORE 20,30. Sarà una serata danzante con cena a buffet. Si entrerà solo con biglietto acquistato in prevendita al costo di Euro 25,00 per persona. OSPITE D'ONORE il grandissimo FABRIZIO RAVANELLI, attaccante della Juventus di Marcello LIPPI che vinse tutto!  

JUVENTUS CLUB ANDRIA: NON FINIREMO MAI DI STUPIRVI

 

 
 
BENTORNATO NELLA MISCHIA FRATELLO TONY
 
Contro la Fiorentina, domenica 13 dicembre, il nostro Club ha scritto un altra importante pagina della sua storia. Dopo essere riusciti al Bernabeu di Madrid nel 2013 ad esporre uno striscione di 20 metri per i nostri primi dieci anni, ci siamo ripetuti questa volta allo Stadium di Torino in Curva Sud, con uno striscione di 10 metri da noi realizzato per salutare il rientro in curva del grande amico Tony Manfreda dopo 7 lunghi anni di DASPO! Glielo avevamo promesso che lo avremmo atteso. Così è stato. Ma mai avrebbe immaginato tutto questo nostro affetto. Tony per noi è l'espressione più autentica dell'essere ULTRAS. Del resto è parte storica di un Gruppo (TRADIZIONE AV) al quale siamo profondamente legati da sempre. Aver avuto l'onore di poter esporre prima sui gradoni, dove noi ci posizioniamo è poi addirittura in balconata giù in basso è per noi motivo di grande ORGOGLIO che premia la nostra costanza, la nostra mentalità ed il nostro saper fare. Ringraziamo il Presidente Umberto Toia del Gruppo Tradizione e tutti i ragazzi del Gruppo per averci dato questo Onore! Eccola la bellissima foto articolo scattata dal fotografo Enzo Glinni che ringraziamo come sempre per la sua infinita disponibilità. Come ringraziamo i nostri ragazzi saliti su che hanno eseguito il tutto alla perfezione. A Tony rivolgiamo il nostro grande ed affettuoso abbraccio per l'amicizia e la stima che anche lui da sempre ripone in Noi! Ne siamo orgogliosissimi ed onorati di questa importante amicizia. A Modena domenica la festa con lui continuerà!
JC ANDRIA DA SEMPRE PER SEMPRE! 
 

 
 
JUVE "SEI" STUPENDA
 
Contro la Fiorentina la Juventus ha ottenuto la sua sesta vittoria consecutiva in campionato, 3-1 il finale, che gli ha permesso in un sol colpo di superare una Roma in pienissima crisi è portarsi a soli due punti dal secondo posto occupato in condominio, proprio dai Viola e dal Napoli. Chi lo avrebbe mai immaginato di ritrovarci in pienissima corsa per la zona Champions ma soprattutto di poter puntare nuovamente a vincere il campionato. Dopo l'inizio disastroso, i media è chi ci odia ci avevano troppo frettolosamente messo fuori dai giochi.....mentre adesso gli stessi iniziano tutti a tremare....Noi invece, eravamo semplicemente arrabbiati con il nostro Mister Allegri che ha buttato al vento punti preziosi per i suoi "assurdi" esperimenti.....è se andate a leggere vi abbiamo anche scritto, che la rosa e gli acquisti fatti, erano di assoluto valore, ma che andavano semplicemente messi bene in campo con un solo ed unico modulo che sembra "forgiato" per la nostra Juve. Il 3-5-2 tanto caro ad Antonio Conte. Presto per dire che sia tornata effettivamente la Juve degli ultimi 4 anni, ma possiamo oggi affermare di essere sulla buona strada. Contro la Fiorentina, la Juventus ha disputato una stupenda partita, complice anche la squadra avversaria che gioca è lascia giocare. Ma dobbiamo essere sinceri, i viola ci hanno profondamente deluso, visto che ci aspettavamo molto di più! Sarà stata sicuramente la forza che la Juve ha messo in campo e la rabbia agonistica con cui i nostri calciatori hanno ribaltato un incontro che si era subito messo in salita a causa del rigore subito. Prima Cuadrado, poi sul finale con i viola stremati, Mandzukic e Dyabala, sempre loro i gemelli del gol!  Questa vittoria era non fondamentale ma di più! E' stata certamente la più bella Juve vista allo Stadium almeno per il campionato! Chi oggi sta in vetta, sicuramente non starà facendo sogni tranquilli...anzi.....rivedono forse l'incubo del 5 MAGGIO, sempre vivo nelle loro menti! Noi non abbiamo nessun assillo di dover per forza rivincere lo scudetto. L'obiettivo è quello di restare nella prime tre posizioni per continuare a giocare la Champions è sperare di poterla portare a casa al più presto possibile. Poi quello che verrà....verrà....
Per questa stagione, sulla nostra strada degli ottavi di finale troveremo una delle squadre più forti in assoluto esistenti in questo momento in Europa, il Bayern Monaco, ma non per questo ci sentiamo già battuti o già eliminati. Questa è la sensazione e la convinzione.....di chi oggi non gode per propri successi ma lo fa solo per i nostri "pochissimi" insuccessi. Lo ribadiamo ci fanno pena e schifo! Ma questi sono loro, niente di più. Noi invece siamo convintissimi di potercela giocare alla grandissima, anzi il Bayern oggi non è assolutamente tranquillo di averci pescato. Li butteremo fuori con ogni nostra forza perchè allora significherebbe che il. sogno di tornare in finale....a MILANO....potrebbe davvero essere reale....Ora c'è tantissimo tempo prima di concentrarci sulla doppia sfida contro i bavaresi. Dobbiamo pensare prima a passare il turno in Coppa Italia, dove siamo i detentori, non foss'altro perchè di fronte abbiamo il Toro. Con tutti potremmo uscire dopo, ma non proprio con loro. Quindi forza e concentrazione chiediamo alla nostra squadra. Tanto la decima è finalmente arrivata è non abbiamo anche qui nessun assillo di doverla rivincere.... 
Superato questo scoglio, speriamo, la Juventus è noi tifosi saremo subito proiettati alla inedita trasferta a Modena contro il Carpi. A Modena noi come club, ci siamo già stati, ma contro il Carpi è una novità assoluta. Vincere anche li significherebbe trascorrere un Natale forse già nelle prime tre posizioni....
La dimostrazione di come tutti ci crediamo in questa rimonta è dettata dal fatto che a Modena il settore ospiti e anche gli altri settori acquistati da noi tifosi gobbi (anche la Curva Montagnani....) siano andati tutti esauriti. Una vera e propria invasione nonostante l'orario (12,30), nonostante saremo a pochi giorni dal Natale. La passione di noi tifosi juventini è un qualcosa di incredibile. Noi da Andria partiremo addirittura in 12, con un furgone ed un auto. Tanta roba....
Ma senza dimenticare chi invece è salito a Torino per la gara di Coppa Italia, ben 7 soci, si avete capito bene, in sette per il derby degli ottavi di finale di Coppa Italia, di mercoledì sera: 2 donne, Maria e Florinda più Andrea Nicolamarino, Francesco Figliolia, Alessandro e Gianni Strippoli. Tutti in Sud ovviamente!
Chi in aereo, chi in treno. Complimenti per una trasferta dove pensavamo francamente di essere in difficoltà sulla presenza! Tanto onore a chi ha deciso di esserci! Meno male per una volta i biglietti economici....solo 15 euro! 
Contro la Fiorentina invece, in 23 sono stati i nostri soci saliti su, con un pullman organizzato assieme agli amici di Adelfia. E' partito Fabio, con Agnese, Pinuccio Tattolo, Gino è tantissimi nuovi giovani soci con altre 3 "donne gobbe andriesi"! Insomma un altra bella spedizione. Viaggio di andata tranquillo, se non fosse stato per l'enorme ritardo alla partenza. Oltre un ora....che ci ha fatti giungere su tardissimo, solo alle 13. Si è rimasti quasi tutti in zona stadio con Fabio in centro per ovvie ragioni di "famiglia" per poi fare un bell'incontro con TONY MANFREDA del Gruppo TRADIZIONE AV, tornato domenica allo stadio dopo ben 7 anni di lunga diffida (5 + 2). Alle 18,30 appuntamento con tutti sotto alla Sud per la distribuzione dei tagliandi. Solo Pistillo padre e figlio erano in Nord per loro scelta. Alle 19,30 attesi i ragazzi di Bassa Valle per la solita birra in compagnia..... sono entrati dentro per sistemare lo striscione è prendere posto in basso a sinistra in direzione di D'Amato che era "l'assistente di porta" sotto la Sud....povero lui.....fatto da corsa dai nostri....il tutto in uno splendido dialetto che avrà ben sentito è compreso.....
Verso il 40° del primo tempo i nostri ragazzi hanno a sorpresa, tirato fuori uno striscione di quasi 10 METRI che recitava: BENTORNATO TONY GRUPPO ANDRIA....tra lo stupore di tutti e del grande TONY che ha abbracciato Fabio. Poi lo stesso è stato fatto esporre in campo poco prima del fischio finale del primo tempo. Stiamo aspettando le foto del fotografo in campo che ha immortalato questo storico momento! Siamo orgogliosi di questo gesto apprezzato dal Gruppo Tradizione! 
Poi la immensa goduria alla rete di Mario Mandzukic venuto a festeggiare proprio sotto di noi! Non si è capito più nulla! Alla fine delirio ed apoteosi con i Viola presi per culo sin quando non si è abbandonato lo stadio! 
Tutti al pullman per far rientro ad Andria verso le 11,30 di lunedì mattina! 
Intanto il tesseramento procede sempre a gonfie vele, siamo a 455 tessere sottoscritte un bellissimo risultato che ci riempie ancora una volta di orgoglio. La nostra è davvero una stupenda realtà che va oltre ogni risultato, oltre tutto. L'appartenenza e la passione per questa squadra hanno davvero dell'incredibile. 
Solo dei folli come noi possono fare quello che facciamo noi da anni, seguire la squadra sempre, ovunque e comunque! 
Il tesseramento sarà comunque aperto sino al 30 gennaio, quindi chi vorrà ancora sostenerci per questa stagione e soprattutto seguire la Juve, può ancora farlo! Vi aspettiamo
JC ANDRIA: TANTA MA PROPRIO TANTA PASSIONE
 

 
 
AGLI OTTAVI DA "SECONDI"
 
La Juventus non riesce nell'impresa di arrivare agli ottavi di finale della Champions League da prima del suo girone. Eppure prima della trasferta a Siviglia le probabilità erano altissime. Ma purtroppo nella ripresa la Juventus ha letteralmente buttato al vento la ghiotta occasione di presentarsi agli ottavi con maggiori probabilità di poter sfidare avversarie "teoricamente" più abbordabili. Prima la rete subita dall'indimenticato ex Fernando Llorente, poi la rimonta del City sul Borussia Mgladbach, ha fatto si che la Juve si qualificasse da seconda. 1-0 il finale per gli spagnoli. Peccato, ma quel che più contava in questo girone, era passare il turno è la Juventus lo ha fatto senza affanni, giocando un buon calcio, contro avversarie davvero forti, non per questo il girone alla vigilia era stato battezzato da tutti "di ferro". Di questo quindi ne siamo orgogliosi, perchè a Siviglia si poteva perdere, ed infatti si è perso, ma giocando una bella partita, a testa alta, puniti da 15 minuti di relax e soprattutto dalla sfortuna è dagli errori sotto porta di Alvaro Morata. Ma come si vince in 11, così si perde in 11, pertanto nessun problema e nessun dramma. 
Ridicolo invece abbiamo trovato, il sapere dei salti di gioia dei "bastardi tirapiedi", che quasi sembrava che loro squadracce di merda fossero di colpo state ammesse alla Champions....a stagione in corso....ahahahahahah! Assurdo è vergognoso, godere per successi non propri, con la Juve comunque qualificata agli OTTAVI DI FINALE della Champions League, che loro puntualmente guarderanno a febbraio e marzo,  seduti ai divani, come degli sfigati rosiconi! Fanno pena!
Bellissima la prova di Paulo Dybala, ancora una volta il furetto argentino ha dimostrato tutto il suo valore in continua ascesa. Bravissimo ancora Gigi Buffon, ma questa non è mai una novità. Sotto tono ci è apparso il centrocampo, un tantino stanco, visti gli uomini contati in quel reparto. Adesso attendiamo con estrema fiducia il sorteggio di lunedì 14 dicembre, quando conosceremo il nome di una di queste sette avversarie, che sfideremo negli ottavi di finale: BARCELLONA, BAYERN MONACO, CHELSEA, ZENIT SAN PIETROBURGO, WOLFSBURG, REAL MADRID e ATLETICO MADRID. Altissima la probabilità di poter finire in Spagna (nuovamente a Madrid...), visto che sono ben tre le spagnole sulla nostra strada, due le tedesche, una russa ed una inglese. Tutte avversarie di assoluto valore e rispetto e ad esclusione di Barca...e Bayern che appaiono troppo forti, con le altre la Juve partirebbe assolutamente alla pari. Ma il calcio è strano è che ci dice che se trovassimo il Barca o il Bayern con entrambi la Juve si prenderebbe una bella rivincita? Quindi Keep Calm and Fino alla Fine. Noi ci siamo è ci godremo fino all'ultimo istante questa opportunità. Serve anche tanta fortuna che prima o poi in questa Coppa arriverà.....fino alla fine!
Quindi lunedì, tutti pronti subito a trovare i voli aerei per raggiungere la destinazione che l'urna decreterà! Ricordatevi anche che la prenotazione aerea, non costituirà assolutamente un elemento di sicurezza di ottenere poi biglietto per la trasferta. Quindi valgono le regole di sempre. Ci si prenota per esserci sul posto, poi si vedrà. Sapete che questo Club difficilmente lascia a terra nessuno, ma sin quando non vi è la certezza nessuno si deve sentire sicuro di esserci poi nello stadio! 
La nostra trasferta a Siviglia era nata proprio sotto una brutta stella....prima i problemi familiari per Vincenzo Suriano al quale facciamo tantissimi auguri, poi la febbre altissima sopraggiunta a Chiara Abbasciano, hanno di fatto dimezzato la nostra pattuglia con Giuliano, Gaetano, Alessandro e Michele. La povera Chiara, aveva comunque eroicamente raggiunto Roma il lunedì sera, per poi cedere in albergo, alla febbre che saliva. Il martedì mattina giorno dell'Immacolata, constatata l'impossibilità a partire di Chiara, Giuliano e Gaetano partivano per Siviglia con il volo prenotato. A bordo altra sorpresa.....per problemi tecnici all'aeromobile, il volo era costretto a far scalo a Barcellona.....(scherzo del destino?????) per poi cambiare addirittura aereo è giungere a Siviglia con ben tre ore di ritardo, in pratica all'ora di pranzo. Alessandro e Michele, due nuovi soci invece sono arrivati con altro volo nel pomeriggio via Bologna. Appena messo piede nella città andalusa, Giuliano Zefferino e Gaetano Maddalena (presente anche a Roma venerdì contro la Lazio), sono subito andati a ritirare la busta dei biglietti presso l'hotel indicato dalla Società. Poi pranzo in pieno centro, breve passeggiata negli storici giardini di Siviglia, con tanto di foto con la pezza. Siviglia lo si sapeva non era una passeggiata per noi tifosi. I tifosi locali sono di assoluto rispetto è non proprio tranquilli, anzi....Infatti qualche episodio di contatto si è verificato....Tappa poi in Hotel per un breve riposo, per poi prendere appuntamento con gli altri due è con i ragazzi di Bassa Valle con i quali si è bevuta una birra fuori dallo Stadio per poi entrare nel settore. Di li in poi tantissimi problemi con la polizia locale che ha "maltrattato" i tifosi juventini al seguito, non molti come in altre trasferte europee. C'erano quelli di sempre, quelli che non abbandonano mai la squadra in ogni campo, in ogni luogo. Le solite facce! Di questo ovviamente ne siamo orgogliosissimi. Giuliano Zefferino e Matteo del Gruppo BV hanno avuto non pochi problemi con gli "sbirri" spagnoli a fine primo tempo. Per fortuna come è andata....il perchè....sono fatti nostri....Onore a te grande Giuliano e a Gaetano per aver difeso e rappresentato il nostro Club. Si  sono posizionati in primissima linea al fianco dello striscione ANTICHI VALORI con Mondragone e Bassa Valle, come da foto articolo. Spettacolo. Finita la gara, hanno fatto rientro in taxi all'Hotel per restare poi praticamente a digiuno visto che era oramai tutto chiuso....insomma....peggio non poteva andare! Gli abbiamo rincuorati noi da Andria con i messaggi in chat! Grazie Giuliano, Grazie Gaetano, soprattutto a Voi! Al mattino, svegli presto per prendere volo introno alle 10 per Roma. Bella sorpresa poi in aeroporto dove si sono ritrovati sullo stesso volo di Repice, il grande radiocronista di RadioRai con il quale si sono lasciati immortalare (foto nella gallery di Siviglia presente sul sito) facendo anche colazione assieme! Poi pausa a Fiumicino per far rientro ad Andria solo alle 19 di mercoledì sera. Anche questa trasferta è andata, anche a Siviglia NOI PRESENTI. SEMPRE ONORE A NOI!
Sabato sera si riparte in pullman assieme al Club di Adelfia in ben 23 unità saremo presenti su a Torino per la partita contro i Viola. Una bella soddisfazione quando riesci a fare questi numeri importanti. 
Intanto domenica sarà una serata importante in SUD, visto il rientro dopo ben due anni per diffida del nostro grande amico TONY MANFREDA del Gruppo TBN che saluteremo con affetto. Per questo motivo si muoverà anche il nostro Fabio su a Torino.
LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI! SEMPRE E OVUNQUE PRESENTI!
JC ANDRIA: FATTI NON FACEBOOK! 
 

 

 
 
LA SCALATA CONTINUA
 

Alla vigilia della doppia ed impegnativa trasferta di Palermo e Roma sponda Lazio, avevamo diverse preoccupazioni, consapevoli che non avremmo potuto commettere ulteriori passi falsi.

La Juventus dopo essere passata al Barbera di Palermo ha conquistato anche l’Olimpico di Roma contro la Lazio, imponendosi per 2-0 contro i biancocelesti, apparsi troppo deboli al cospetto di questa Juventus che sembra finalmente in perfetta forma. La ritrovata solidità difensiva, seconda miglior difesa del campionato con sole 11 reti al passivo, nonostante il disastroso avvio di stagione, pongono adesso i bianconeri, nuovamente li tra le favorite del campionato. Ma la strada verso la vetta lo sappiamo è ancora piena di insidie e difficoltà anche se sempre più vicina. Adesso dista solo 6 lunghezze, mentre la zona Champions è oramai quasi agganciata e distante sole 4 lunghezze. Andiamo avanti adagio, senza fare voli pindarici, consapevoli che se la rimonta dovesse riuscirci si tratterebbe di una autentica impresa, forse più bella di quelle delle passate stagioni. Vediamo, non aggiungiamo altro, se non pensare già alla prossima sfida di campionato che ci potrebbe far accorciare anche dalla Fiorentina. A Roma contro la Lazio la Juventus ci è piaciuta sin da subito, autoritaria, sicura di se, a tratti padrona del campo. Subito in rete grazie a Dybala che crossando al centro per Mandzukic ha messo in condizione al difensore laziale di provocare un autorete. Poi ancora lui, sempre lui, il nostro furetto argentino Dybala ha messo a segno una rete capolavoro che ha fatto esplodere l’Olimpico a fortissime tinte bianconere. 7 rete in campionato per l’argentino che inizia a non farci più rimpiangere un certo Carlitos Tevez!

Poi la Juventus ha controllato, addormentando quasi la partita, con la Lazio quasi impotente. Strana l’atmosfera dell’Olimpico con i tifosi laziali in silenzio e molti assenti per via della giustissima contestazione circa le divisioni praticate in Curva, sia sponda laziale che romanista. Sinceramente non è trasferta quando di fronte non hai il pubblico di casa. Il nostro settore era come sempre bello pieno, occupando anche metà curva Sud. Chiaro che i cori rimbombavano nell’Olimpico, a tratti anche possenti. Bella prova della nostra curva, come splendidi i cori rivolti contro Lotito.

Noi siamo stati presenti, nonostante la gara si giocasse di venerdì sera, in giornata lavorativa, in 9 unità, con un auto organizzata da Riccardo Suriano e Francesco Roberto e altri in treno, come ai vecchi tempi con Fabio Attimonelli, Nicola Pisani, Gaetano Maddalena e Antonello Apruzzese. Una bella presenza. L’auto è partita da Andria verso mezzogiorno, mentre quelli in treno per ragioni lavorative sono partiti alle 13,45 da Barletta. A bordo del treno tanti panini preparati dal buon Nicola con la “mortazza….ed il tonno”….con delle belle birre ghiacciate. Alle 17,30 sono a Termini. L’auto invece arriva a Roma verso le 18,00 restando imbottigliata nel bel mezzo del traffico sul Grande Raccordo Anulare per arrivare allo stadio solo intorno alle 20,00. Mentre chi in treno è riuscito a far prima, riuscendo grazie ai contatti con i “gobbi romani” a prendere la scorta prevista per i tifosi juventini della Capitale, da Roma Tiburtina. Infatti giunti a Termini, in una stazione quasi blindata (per via dei fatti del dopo Parigi e del Giubileo), hanno preso la Metro per Tiburtina. Li ad attenderli c’era il grandissimo amico Luca “daje rega”…..con almeno 200 tifosi radunati. Alle 18,30 è partita la scorta verso l’Olimpico attraversando le vie del centro di Roma, tra cori contro laziali e romanisti. Che ridere! Spettacolo sono i gobbi “romani de Roma”! Alle 19, sono già davanti ai cancelli del Settore Ospiti, con controlli stile aeroporto! Venivano fatte togliere anche le scarpe…..Poi finalmente dentro i nostri si vanno a posizionare con la pezza, al solito bocchettone di ingresso al settore, come da consuetudine delle due ultime stagioni, sia contro Lazio che contro la Roma, al fianco degli amici del Gruppo Roma! Che onore!   

Fabio accompagnato dal grande Nicola Pisani, inizia i saluti nell’intero settore. Ma lo conoscono proprio tutti….che ridere con Nicola e Gaetano, che assistevano al solito show….

Proprio una gran bella trasferta. A mezzanotte e mezzo, escono finalmente dallo Stadio, con Nicola e Fabio che stanchi della lunga attesa, decidono di sdraiarsi sui gradoni del settore ospiti, ritratti da Gaetano. Le foto di quest’altra trasferta, sono tutte nella gallery del sito.

Adesso nemmeno il tempo di rifiatare, dopo il bellissimo weekend calcistico che ci ha visto prendere punti sul Milan e recuperare su Roma e Napoli, che già siamo in clima trasferta. Si torna in Europa, a Siviglia per la prima volta nella nostra storia. In 5 dei nostri saranno presenti, con Vincenzo Suriano che ha dovuto dare forfait all’ultimo causa problemi familiari, con Chiara Abbasciano, ancora lei, che nonostante una febbre alta, dovrebbe comunque partire e Giuliano Zefferino con ancora Gaetano Maddalena ad accompagnare altri due soci nuovi. Insomma una bella presenza in quest’altra trasferta spagnola.

Arriviamo ovunque è questo quello che a noi interessa, non altre puttanate. L’orgoglio di esserci sempre in qualsiasi situazione è la cosa più bella che ci sia!

SEMPRE PIU’ ORGOGLIOSI DI NOI!

JC ANDRIA

 

 
 
TRE PUNTI E TRE "ARANCINI" PER TUTTI
 
Alla vigilia di questa trasferta in Sicilia per la nostra Juve, avevamo molta apprensione, consapevoli delle difficoltà e del fatto di non poter sbagliare. Ma invece è andato tutto alla grandissima, con i tre punti conquistati, tre gol segnati e nessuno subito e soprattutto molti punti rosicchiati alle avversarie che ci precedono ed un altra posizione conquistata. Adesso siamo quinti in classifica. Superata anche la rivelazione Sassuolo. La Roma è già nel mirino a soli 3 punti, mentre la zona Champions dista 5 punti e la prima posizione 7! Insomma se solo pensiamo ad un mese fa, oggi possiamo certamente sorridere, ma assolutamente rilassarci. Anzi, adesso viene la parte più dura, ovvero riconfermarsi sino a Natale con delle sfide impegnative contro avversarie di livello, come Lazio e Fiorentina con il Siviglia nel mezzo, per poi affrontare il derby di Coppa Italia contro i granata negli ottavi di finale ed il Carpi prima della pausa! Insomma, servirebbero 4 vittorie ed un pareggio a Siviglia. Chiediamo troppo? No, è quello che servirebbe per arrivare a gennaio carichi a mille ed in piena corsa su tutti i fronti. Noi ci crediamo! A Palermo dopo un primo tempo insipido, la Juventus nella ripresa ha alzato i ritmi dell'incontro pervenendo prima alla rete del vantaggio siglata ancora una volta dal croato Mandzukic, che sta iniziando a far vedere quello che di buono sapevamo su di lui, per poi mettere al sicuro il risultato prima con Sturaro, poi con Simone Zaza, ancora una volta andato a segno subito dopo essere entrato in campo! 0-3 il finale di una giornata perfetta che ci ha visto recuperare punti pesanti a Roma, Fiorentina e Inter. Insomma dalla Sicilia ne esce una Juve rafforzata con una cartolina e "tre arancini" spediti a tutto il campionato! Dovranno ancora fare i conti con Noi!
Anche a Palermo, nell'unica trasferta isolana di questo campionato, noi dello JUVENTUS CLUB ANDRIA ci siamo stati. E' quando mai manchiamo?.....ahahahahahaah! La nostra è una passione che non conosce ostacoli e difficoltà. Quello che facciamo è davvero incredibile. Seguire la Juve ovunque giochi, credeteci non è cosa semplice! Un applauso grande a Tommy Moscatelli che all'alba, accompagnato da Fabio in Aeroporto, ha preso prima un volo per Roma, per poi imbarcarsi da Fiumicino per Palermo, dove è giunto alle 11,30 circa. Di li hanno atteso i ragazzi di Mondragone che arrivavano nel frattempo con un volo da Napoli. Assieme, con un auto a noleggio, hanno raggiunto la struttura dove poi alloggiare nella notte. Un bel pranzo, come un ottima bevuta, non potevano mancare, come anche un giro sulla meravigliosa spiaggia di Mondello, complice anche la bella giornata e la temperatura gradevolissima. Alle 18 erano già all'esterno del Renzo Barbera, ad attendere tutti gli altri gruppi che erano arrivati con i diversi voli. Forte prevalenza di club siciliani ovviamente e calabresi. Alle 19 finalmente entrano dentro posizionandosi nel parterre del primo anello, in primissima linea, con la pezza tenuta a mano! Bellissimi. 
Nel frattempo i ragazzi di Bassa Valle, atterrati alle 19, arrivavano con un taxi. Alle 20,15 erano già dentro al settore al fianco dei nostri! Spettacolo nel vederli nelle prime foto che iniziavano ad inviarci. Durante la partita li si vedeva praticamente sempre nelle immagini della diretta. A fine gara, finalmente una trasferta a Palermo, completata, visto che negli ultimi anni per poter riprendere il volo si usciva sempre una mezz'ora prima, raggiungevano in taxi il b&b in un paesino sul mare alle porte di Palermo per poi ritrovarsi li con i ragazzi di Mondragone, arrivati con l'auto. Mega mangiata tutti assieme per poi andare a nanna. Al mattino i ragazzi campani ripartivano all'alba, mentre i nostri e quelli di Bassa Valle dopo aver fatto una abbondante colazione e aperitivo/pranzo, ripartivano solo alle 15 per le rispettive destinazioni. Sempre via Roma i nostri, con arrivo a Bari poco dopo le 18 di lunedì!
Ecco per seguire la squadra del cuore, bisogna essere pronti a far mille sacrifici è noi di sacrifici ne compiamo davvero tanti, ne per MODA....ne per VANTO, ma solo per PASSIONE VERA! 
Adesso la prossima trasferta ci vedrà impegnati a Roma sponda Lazio, ma di venerdì, quindi altra giornata lavorativa ed altra presenza al fianco della squadra! 
LA GENTE COME NOI NON MOLLA PROPRIO MAI! 
JC ANDRIA: FORTISSIMAMENTE GOBBI! DIFFIDARE DALLE IMITAZIONI!
p.s. guardate la foto gallery relativa alla trasferta in terra sicula! 
 

 
 
SABINO FUSARO CUORE BIANCONERO!
 
Quella che vi stiamo per raccontare è davvero una bella storia che riguarda un nostro storico socio, sempre presente al Club in ogni partita! Stiamo parlando del "nostro" Sabino Fusaro, oggi sessantaseienne, che trentanni fa, a Bergamo, ha avuto un trapianto di cuore che poi sarebbe passato alla storia. Infatti a trentanni esatti (era proprio il 25 novembre del 1985) dopo quel cardiotrapianto, Savino  è oggi in perfette condizioni diventando così di fatto, il più longevo d'Italia, d'Europa e fra i due-tre al mondo che hanno subito lo stesso trapianto. Merito dell'equipe cardiochirurgica e del forte cuore della donatrice, una ragazza bergamasca di 21 anni morta in un incidente stradale e anche di Savino che ha sempre seguito le indicazioni mediche che li hanno così permesso oltre tutto, di continuare a seguire anche la sua Juve. Per celebrare questo evento e questa importantissima tappa, Savino non poteva che scegliere di festeggiarla con la "sua" grande famiglia dello JUVENTUS CLUB ANDRIA che mercoledì sera in occasione della partita contro il City li ha tributato un grosso e lungo applauso con uno splendido coro fatto partire dalla zona più calda del Club....."SABINO UNO DI NOI....UNO DI NOI..."
A fine primo tempo, l'abbraccio con il Presidente ed i 150 soci che gremivano il Club con un bellissimo brindisi ed un omaggio del direttivo. A fine partita il regalo più bello per lui: la vittoria della Juventus!
Lunga vita a te caro Sabino. Onorati di averti tra Noi!
JC ANDRIA: LA GRANDE FAMIGLIA BIANCONERA!
 

 
 
ROAD TO MILANO: LA JUVE VOLA AGLI OTTAVI
 
Mentre altri si contendevano l'ambitissima "Coppa San Nicola", mentre altri ancora facevano l'ennesima figuraccia "tennistica", la Juventus mercoledì sera, alla faccia di tutti quelli che ci vogliono male è che soffrono nel vederci vincere....si qualificava alla grandissima per gli OTTAVI DI FINALE della Champions League, con un turno di anticipo, battendo gli inglesi del Manchester City per 1-0 grazie a Mario Mandzukic su perfetto cross, di Alex Sandro, ancora lui, che dopo quelli al bacio, per Cuadrado nel derby e per Dybala contro il Milan, risulta essere nuovamente decisivo sulla fascia sinistra. 
Finalmente abbiamo rivisto la Juventus che tutti noi siamo stati abituati a vedere in questi ultimi quattro anni. Bella davvero bella, forse la migliore prestazione di questa stagione almeno sin qui. Chiaro che adesso ci aspettiamo di migliorare sempre più, probabilmente la rete nel derby al 94° sta risultando essere, come accaduto anche nella passata stagione, decisiva da un punto di vista "psicologico". La squadra riteniamo abbia ottimi margini di crescita e quindi di miglioramento. Considerando anche tutti gli infortunati che sono ancora fermi ai box. Finalmente dopo tanti anni passiamo agli ottavi di finale con anticipo e senza dover soffrire sino all'ultimo minuto dell'ultima giornata dei gironi. Adesso a Siviglia per restare al primo posto, basterà pareggiare per poi presentarsi al sorteggio tra le teste di serie che pescheranno una delle seconde classificate, con il vantaggio di poter giocare il ritorno in casa. Bugiardo il risultato finale che poteva essere ben più pesante per gli inglesi, ma non importa era fondamentale vincerla questa sfida per dimostrare ancora una volta in più, quanto la mentalità europea della Juventus sia cambiata grazie soprattutto all'esperienza di questi ultimi anni. Ancora una volta applausi per Gigi Buffon il capitano di questa squadra sempre più nelle "sue mani". Bella la prova ancora una volta di Paolo Dybala che si è sacrificato per la squadra prendendo botte a non finire! Sontuosa la prova dell'attaccante croato Mandzukic, finalmente da "Super Mario".
Al fischio finale, festa in campo, sugli spalti, negli spogliatoi e al nostro club dove si è registrato un pienone incredibile con un atmosfera bellissima! 
Il sogno pertanto continua, la strada verso Milano lo sappiamo quanto dura e difficile sia, ma lasciateci continuare a sognare. ROAD TO MILANO.....ripetiamo alla faccia dei tirapiedi e dei "mangia pizza a tradimento...." ah ah ah ah ah ah ah!
Una bella soddisfazione, quella di essere passati agli ottavi di finale già alla quinta giornata in un girone di ferro, il più difficile tra tutti, con una spagnola, una tedesca ed una inglese, da sempre, a prescindere da chi siano, avversarie toste ed ostiche di campionati tra i migliori d'europa assieme a quello italiano.
Ci credevamo morti, ci davano per finiti......ed invece ancora una volta TUTTI dovranno fare i conti con la JUVE! 
Finalmente Allegri ha capito che deve giocare con il 3 - 5 - 2, che questo è il modulo forgiato per la nostra squadra. Tempo ci è voluto (punti persi...) ma finalmente lo ha capito. Adesso speriamo non abbia più colpi di testa il "livornese"! 
Anche contro il City la nostra pattuglia di soci allo Juventus Stadium è stata numerosa, non quanto il Milan, ma pur sempre numeri importanti. In 30 e anche questa volta con due defezioni importanti all'ultimo. Vincenzo Quacquarelli e Roberto Nicolmarino. Ad accompagnare i nostri su ci hanno pensato Giuseppe Leonetti e Graziano Lotti, un duo inedito ma pur sempre d'esperienza. Tantissimi soci erano alla loro prima volta allo Stadium. Poi le solite facce note, come Paolo Rella, Alberto Tesoro, Sebastiano Carlucci, Nicola Montereale, Pasquale Moschetta, Nicola Di Stefano, Chiara Abbasciano e Giorgio Nicolamarino. Vecchi e giovani soci tutti assieme. In pullman, atmosfera abbastanza tranquilla, partenza alle 11,30 da Andria e arrivo su a Torino verso le 11. Solito giro in centro, allo Store per poi alle 18,30 ritrovarsi con tutti i soci, anche quelli saliti in aereo, come Adriano Ieva & C. Qualche birretta prima di entrare in Sud....ed ecco che si avvicina la troupe di Mediaset Premium ad intervistare i nostri con Graziano Lotti, Giuseppe Leonetti e Giorgio Nicolamarino a farsi da portavoce per tutti! Grandi ragazzi! Alle 19,00 sono già dentro per sistemare lo striscione al fianco degli amici del Gruppo Giulianova, al solito bocchettone. Poi tutti assieme hanno assistito alla partita cantando a più non posso per sostenere i ragazzi in campo! Nella foto gallery della partita abbiamo inserito i tanti scatti che ci sono pervenuti. Insomma un altra bella trasferta, che li ha visti tornare ad Andria alle 10,30 di giovedì mattina, felicissimi per aver portato a casa quest'altra vittoria. 
Adesso domenica difficilissima trasferta in quel di Palermo che vedrà la nostra presenza con due di noi (Fabio e Tommy) che si sobbarcheranno mille peripezie pur di esserci nuovamente al Renzo Barbera. La gente come noi non molla mai è ci mette tanta ma proprio tanta passione oltre che soldi....! Nell'articolo di Palermo vi racconteremo delle mille peripezie che anche quest'anno si faranno pur di raggiungere il capoluogo siciliano.
JUVE - CITY AL CLUB:
Vi abbiamo detto sopra dell'atmosfera che si respirava nel Club, mercoledì sera, ma vogliamo farvi meglio comprendere come si vivano le partite nel nostro covo. La presenza di Pasquale Di Palma, emigrato per motivi di lavoro al Nord ha fatto si che lo zoccolo duro, almeno tutti quelli non partiti per Torino, sia venuto al Club. Addirittura è arrivato anche Pasquale Cipriani nostro socio da Gravina. Il grande Di Palma ci aveva promesso la solita "salsiccia affumicata" accompagnata da un ottima focaccia e da panzerotti con birra ghiacciata per tutti. E' stato di parola. In fondo alla sala in tantissimi in piedi, quelli che mai si siedono che seguono sempre la Juve in piedi erano davvero tantissimi. Alla rete di Mandzukic l'entusiasmo è stato incontenibile. Di li in poi, brindisi, scherzi, focaccia....mentre i minuti della partita passavano. Così si è sofferto sicuramente meno.....A fine primo tempo, una festa nella festa con Sabino Fusaro che ha voluto festeggiare con noi i suoi 30 anni dal trapianto, un altra bella storia che vi racconteremo in un articolo a parte. Alla fine è stato tripudio con brindisi finale (sembrava Natale) e il primo panettone tagliato.....QUESTI SIAMO NOI......troppo troppo belli! Ma c'è stato anche un dopo partita con un gruppetto che ha continuato a festeggiare in un locale del centro di Andria, con altre birre a go go e salumi a volontà.....Salvatore Lomuscio a capo della banda.....
ATTIVITA' CLUB
Intanto fervono i preparativi al Club per la festa di Natale, per la nuova tessera (stupenda....) che sarà pronta a breve e per l'originalissimo calendario ufficiale (da parete)  dello Juventus Club Doc Andria. Per la festa natalizia stiamo pensando di fare una cosa diversa, a giorni vi notizieremo. A gennaio inoltre ci sarà un evento importante che vedrà il nostro Club ancora protagonista. Insomma stiamo davvero lavorando alacremente per voi che tanto sostegno ci state dando in questa stagione che nonostante sia iniziata non bene ci vede già a quota 421 tessere sottoscritte al Club, una impennata avutasi tra le partite contro Milan e City. Adesso l'obiettivo è raggiungere quota 500 entro fine anno! 
Ricordate l'importanza della tessera: chi non la sottoscrive non potrà poi seguire con noi gli ottavi della Champions come tutte le partite in casa del campionato. Quindi chi intende seguire la Juve nel 2016 è bene che si iscrivi altrimenti "niente biglietti"! Il Club lo si sostiene sempre a prescindere dai risultati è siamo oggi orgogliosi di avere questo importantissimo numero di soci che hanno dimostrato grande attaccamento al Club o fiducia nei nostri confronti almeno da parte dei tanti nuovi! 
SEMPLICEMENTE JUVENTUS CLUB ANDRIA
 

 
 
LE ZEBRE AFFOSSANO I DIAVOLI
 

Per il quinto anno di fila i diavoli rossoneri del Milan escono dallo Stadium senza raccogliere nemmeno un punticino! 1-0 il finale in favore delle nostre “zebre”. Quasi una maledizione per loro il nostro nuovo stadio. Eppure quest’anno ci credevano molto, nella speranza di poter approfittare del nostro stato di forma, non proprio ottimale. Ed invece nulla, nuovamente battuti, con noi dello JC ANDRIA, domenica mattina, nuovamente a prenderci il caffè…..”al bar ZEROUNO CAFFE’” quest’anno ribattezzato….UNOaZERO….caffè….ah ah ah……come da immagine pubblicata nella foto gallery…..sfottò che ancora una volta ha funzionato….per la goliardia!

La rimonta, verrebbe da dire, continua! Se solo pensiamo a dove ci si ritrovava dopo la sconfitta a Reggio Emilia contro il Sassuolo….Terza vittoria di fila, ed altri 3 punti d’oro e pertanto pesantissimi. Dopo aver raggiunto e superato il Toro, adesso in un sol colpo abbiamo staccato la Lazio ed il Milan, raggiungendo il sesto posto in classifica. Ancora troppo poco, ma la vetta inizia ad intravedersi. Fondamentale sarà ora la doppia trasferta di Palermo e Roma sponda Lazio. Inutile dirlo, andranno raccolti 6 punti per presentarci alla sfida contro i Viola con la possibilità di poterli avvicinare! Sappiamo quanto difficile sia tutto ciò, ma noi siamo la Juve è non possiamo certamente accontentarci. Si deve cercare di vincerle tutte sino a Natale, solo così, con un filotto di vittorie, rientreremmo prepotentemente in corsa per il titolo o sicuramente per la lotta alla conquista di un posto in zona Champions. La gara contro il Milan non è stata bella. Anzi, forse il peggior primo tempo della stagione. Ancora una volta le scelte del Mister hanno lasciato perplessi tutti noi tifosi. Hernanes schierato nuovamente come trequartista è stato un disastro a cui Allegri resosi conto del danno arrecato ha poi provveduto nella ripresa ad apportare le giuste modifiche che hanno di fatto ridato vitalità alla squadra, alzandole il baricentro contro, a dire il vero, di un Milan troppo remissivo, venuto per cercare davvero di strapare un punto allo Stadium. Buffon mai impegnato se non al 93° minuto all’ultimo tentativo disperato dei rossoneri. Buonissima la prova di Alex Sandro che più gioca è più quello che si diceva sul suo conto si sta rivelando “azzeccato”. Suo l’assist perfetto per Dybala autore di una grande rete sotto la Curva Sud. Il furetto argentino sta davvero entrando nel cuore di tutti noi tifosi bianconeri. Sesta marcatura stagionale in serie A. Peccato perché la Juve avrebbe potuto raddoppiare ma Mandzukic ha sprecato una clamorosa occasione a due passi dalla porta milanista. Ma va benissimo così. Contava solo vincere ed abbiamo vinto. Vincere aiuta a vincere e sicuramente a risolvere i tanti problemi ancora esistenti. Ma soprattutto è Allegri che dovrà risolvere i suoi tanti dubbi tattici. Non può continuare a cambiare ancora moduli!  I quasi cinquanta soci che si sono recati a Torino tra pullman, auto e aereo hanno potuto assistere ad una vittoria che fortemente volevamo. Chi partito in pullman, con i forfait all’ultim’ora di Nicola Patruno e Stefano La Palma, ha trascorso un viaggio tranquillo in un comodissimo pullman con una bella compagnia. Simpatica la comitiva della Tipografia Guglielmi. Diverse donne al seguito con Luisa Dell’Aquila ancora in viaggio. Ad accompagnare su i nostri Nicola Pisani con Salvatore Lomuscio già a Torino per il concerto di MADONNA! Tante anche le prime volte. Giunti a Torino la “truppa” si è sciolta ognuno per la sua strada. Appuntamento per tutti alle ore 17,30 al pullman per organizzare l’ingresso allo stadio come sempre, questa volta anticipato per le disposizioni della Questura. Nel frattempo arriva l’auto del “pazzo” Massimo Matera che nonostante l’infortunio alla mano è comunque partito con Paolo Piccolo, Gino De Astis e Franco Buonuomo. Che comitiva…..A radunare la truppa ci hanno pensato Giorgio Nicolamarino e Tommy Moscatelli. Quelli in aereo, tutti nelle varie tribune erano autonomi avendo già i biglietti da Andria. Avevamo soci dappertutto dalla Nord, alla Ovest, dalla Est alla Family per finire con il groppone in Curva Sud. Appena dentro tutti, hanno sistemato la pezza per Andrea e lo striscione, posizionandosi tutti li dietro dove c’erano le bandierine tricolori della coreografia. Tantissime le foto scattate dagli altri nostri soci alla zona dove eravamo noi posizionati. Alcune molto belle, tutte pubblicate nella foto gallery della partita sul nostro sito.Quella dell’articolo è stata invece scattata dal nostro amico fotografo ENZO GLINNI che ringraziamo per la celerità (www.fotoglinni.it).

Finita la gara tutti i soci festanti si sono lasciati ritrarre dietro il nostro striscione. Poi tutti al pullman per ripartire. Alle 10,50 di domenica mattina erano già ad Andria. Con i soliti ringraziamenti da parte dei soci partecipanti per tutta l’organizzazione. Ma nemmeno il tempo di rifiatare che martedì sera e mercoledì per chi andrà in aereo, altri 32 soci ci rappresenteranno nella sfida Champions contro il Manchester, forse la sfida più importante di questo avvio di stagione. Da segnalare che tutti i soci prenotati sia per il Milan che per il Manchester City sono stati ancora una volta accontentati.

JC ANDRIA LA VERA PASSIONE ALLO STATO PURO! 

 

ROAD TO 500! TESSERAMENTO PROCEDE A GONFIE VELE

P.S. Nella gara contro il Milan abbiamo raggiunto e superato la soglia delle 400 TESSERE al Club. Che grossa soddisfazione riuscire a riconfermarci su questi numeri in un anno non facile per la nostra JUVE. Questo sta a significare davvero tanto, ovvero un forte attaccamento al Club! Adesso proveremo a raggiungere quota 500. In arrivo per voi tutti una splendida, originale e significativa TESSERA oltre ad un calendario da parete personalizzato, da appendere per mostrarlo a TUTTI!  

SEMPLICEMENTE JUVENTUS CLUB ANDRIA

 

 
 
ELEZIONI NUOVO CONSIGLIO DIRETTIVO
 
Mentre il tesseramento è oramai vicinissimo a raggiungere e superare la soglia delle 400 iscrizioni, si porta a conoscenza di tutti i Signori Soci che, successivamente alla conclusione della stessa campagna tesseramento per l'attuale stagione e comunque nel mese di gennaio, si procederà alla elezione del Nuovo Consiglio Direttivo con il rinnovo delle cariche sociali per il prossimo quadriennio.
Tutti i soci in regola con il tesseramento e saldo delle relativa quota, che ritengono di poter contribuire con le loro idee, il loro impegno disinteressato e la loro passione, alla crescita della realtà associativa dello JUVENTUS CLUB ANDRIA e che quindi intendono candidarsi per la elezione quale componente del consiglio direttivo, sono pregati di formalizzare a mezzo mail, all'indirizzo info@juventusclubandria.it, la proprio disponibilità entro e non la data dell'8 dicembre 2015, così come da avviso affisso nella bacheca del Club in data 03/11/2015, onde poter consentire una adeguata organizzazione dell'assemblea dei soci per l'elezione del nuovo consiglio direttivo.
Di strada ne abbiamo percorsa davvero parecchia in tutti questi anni, tanta ancora ne abbiamo da percorrere, come tante altre pagine andranno ancora scritte della storia di questo meraviglioso Club!  
Nel frattempo tantissimi soci si apprestano a partire per la doppia importante sfida contro Milan e Manchester, in totale ben 82 persone si muoveranno da Andria in soli 4 giorni!
JC ANDRIA: PASSIONE ALLO STATO PURO! 
 

 
 
NELLA SERATA IN RICORDO DELL'HEYSEL, ORRORE A PARIGI
 
Mentre noi tutti tifosi juventini e non (almeno questa è stata la speranza...), guardavamo commossi, dal divano delle nostre abitazioni, dai bar, dai club o presenti sui gradoni dell'ex stadio Heysel, il momento in cui al minuto 39, dell'amichevole tra il Belgio e la nostra nazionale allenata da Antonio Conte, il gioco si fermava per ricordare le trentanove vittime, tifosi della Juve, che nel lontano 1985, a Bruxelles persero la vita, a distanza di poco più di 300 km, a Parigi si compivano diversi attentati in maniera barbara. Attentati fatti a Parigi ma che hanno colpito l'umanità tutta, il mondo intero! Ci chiediamo, ma verso dove stiamo andando? Un altro 11 settembre! Cose simili ti lasciano sgomenti, senza parole, senza la forza di poter dire nulla! Ma possibile che la cattiveria dell'uomo possa arrivare a simili cose? Prendersela con gente innocente, con gente che era semplicemente uscita per andare chi ad assistere ad uno spettacolo in un teatro, chi a fare una semplice passeggiata, chi a cenare, chi allo stadio per assistere alla partita amichevole tra la Francia di Pogba ed Evra ai quali ci stringiamo con affetto, contro la Germania del nostro Khedira. Attimi di panico nello Stade de France, prima le esplosioni dall'esterno, poi la gara è fortunatamente stata fatta continuare, con il pubblico trattenuto per ore all'interno. Per fortuna. Tutto è passato in secondo piano ovviamente come lo splendido momento vissuto in quel minuto 39 quando ci siamo commossi ed emozionati nel vedere tutto lo stadio in piedi, con i nomi delle 39 vittime che scorrevano sul tabellone dello stadio, con i calciatori tutti ad applaudire. Da lassù i nostri fratelli si saranno sentiti più vicini a noi, proprio nel luogo da cui spiccarono il volo verso il paradiso eterno! Si vergognassero quelle tifoserie italiane che ancora oggi si permettono di insultare la memoria di queste 39 persone e delle loro famiglie. Questa gente non andrebbe più fatta entrare negli stadi. Senza se e senza ma! Ma ci fermiamo qui, perchè nella giornata del ricordo purtroppo l'orrore di Parigi ci induce a restare in silenzio e a stringerci tutti al fianco dei nostri fratelli francesi! FORZA POPOLO DI FRANCIA, NON SIETE SOLI! PREGHIAMO PER LE VITTIME!
p.s. nella foto articolo, la maglia con il n. 39 della nazionale italiana, depositata sotto la lapide, presente nell'Ex stadio Heysel, proprio nel punto in cui crollò il muro della Curva Z, proprio li dove noi dello JC ANDRIA esattamente due anni fa, ci recammo per fare la nostra commemorazione.
Juventus Club ANDRIA 
 

 
 
AVANTI JUVENTUS! RISALIAMO LA CLASSIFICA
 

Anche ad Empoli la Juventus ha dimostrato di avere ancora dei problemi di assetto tattico, ma contava soltanto vincere è lo ha fatto per 3-1 contro un avversario molto in palla che era andato addirittura in vantaggio. Questa volta però ne abbiamo apprezzato la reazione subito dopo lo svantaggio che ha prodotto l’immediata rimonta! Non è tempo di badare al bel gioco, adesso serve soltanto vincere per risalire il più in fretta possibile le posizioni in classifica e vedere prima della sosta natalizia dove ci si ritroverà! Questo è quello che più conta adesso! Se pensiamo che in testa si ritrovano i Prescritti e la Fiorentina….allora ci vien da dire, ma perché non crederci? A Milano avremmo meritato di vincere noi contro una formazione che non gioca a calcio, almeno ad oggi, mentre i Viola gli affronteremo allo Stadium il 13 dicembre prossimo, pertanto NOI NON MOLLIAMO nemmeno di un centimetro! Adesso siamo settimi e finalmente per la prima volta nella parte sinistra della classifica. La prossima sfida ci vedrà opposti al Milan, una sfida difficile ma da vincere assolutamente se si vorrà davvero continuare a credere in questa rimonta. Dopo aver messo alle spalle i granata che tanto si vantavano per essere diversi punti avanti…..(ahahahahaha….godiamo al Cuadrado!!!), aver preso la Lazio, adesso è la volta del Milan, perché una vittoria ci metterebbe davanti anche a loro. Ad Empoli sono andati in rete Mandzukic, Evra (un grande leader) e Dybala il furetto argentino sul quale si punterà per un futuro vincente! Ora la pausa per le Nazionali, con tantissimi nostri giocatori partiti per le rispettive selezioni. Quella di Conte è chiamata ad impegno toccante, giocare nello stadio ex Heysel dove si consumò una immane tragedia che ancora oggi a distanza di 30 anni ci lascia senza parole! Un grazie alla FIGC per l’impegno profuso nel voler organizzare questa gara con tutto quello che ne seguirà prima durante e dopo. Applausi anche all’Associazione Familiari Vittime dell’Heysel con cui siamo stati anche noi in contatto per la nostra cerimonia religiosa organizzata lo scorso 30 maggio nella Cattedrale di Andria. E’ grazie al loro impegno profuso se oggi i riflettori su quella tragedia non sono mai stati spenti!

La nostra trasferta ad Empoli è stata molto tranquilla. Ma prima di addentrarci in un breve racconto vogliamo farci un altro applauso! E’ in queste trasferte che si pesa la forza e l’importanza di un club come il nostro. Troppo facile decidere di viaggiare di tanto in tanto o a convenienza. Per noi la passione va oltre ogni ostacolo. Basta che in campo ci sia la Juventus….tutto il resto è niente per noi! Trovare 5 soci pronti a partire per Empoli che spendano le loro risorse economiche non per andare a vedersi un big match ma per andare ad Empoli in uno stadio nulla di che…..è sinonimo di grande attaccamento alla Juve ma soprattutto al Club! Se poi tra i partenti vedi che c’è il tuo Presidente che a 60 anni si mette in auto per condurre gente molto più giovane di lui verso una trasferta come quella di Empoli, allora l’orgoglio è massimo! Con la sua auto Francesco ha condotto gli altri 4, Giuseppe Tattolo, Luisa Dell’Aquila, Giuliano Zefferino e Nicola Lorusso in questa trasferta in terra toscana a due passi da Firenze. Partiti alle 6 del mattino hanno raggiunto in tutta tranquillità Scandicci (alle porte di Firenzeeeeeeee…..) dove in un bar conosciuto hanno consumato un ottimo aperitivo/pranzo a pochissimi euro! Brindisi vari con i “due architetti” o “ARCHITETTI al QUADRATO” che offrono ai più giovani il tutto! Sulla strada verso la toscana i nostri hanno incrociato in un autogrill a ponte i tantissimi genoani diretti a Frosinone.

Alle 13,30 giungono poi nel parcheggio ospiti dove ad attenderli c’erano i ragazzi del Gruppo Bassa Valle. Un altro brindisi con loro prima di entrare per poi entrare nel settore e posizionarsi a destra verso i distinti empolesi al fianco del Club Juve Madunina di Milano, con le pezze messe attaccate in campo sulla ringhiera divisoria. Come sempre una marea i tifosi della Juventus al seguito. Una curva strapiena di tifosi da ogni dove! Alla rete di Dybala i nostri vengono inquadrati dalle telecamere visto che l’argentino sceglie di festeggiare proprio li nella zona dove erano posizionati loro. Finita la gara ripartono immediatamente per essere ad Andria a mezzanotte in punto. Grande Presidente! Sempre onore a te per la tua immensa passione! Vederti con indosso la MAGLIA N. 1 che ti abbiamo regalato al tuo sessantesimo compleanno è stato bellissimo! Un grazie di cuore anche a Giuliano, ragazzo di curva, soprattutto per la sua mentalità!

Tutte le foto della trasferta ad Empoli sono inserite nella fotogallery.

LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI!

AVANTI VERSO LA PROSSIMA TRASFERTA! Doppio viaggio verso Torino! In tantissimi sia contro il Milan, sia contro il City!

JUVENTUS CLUB ANDRIA: PASSIONE INARRESTABILE!  

 

 
 
AL BORUSSIA PARK LA JUVE INTRAVEDE LA QUALIFICAZIONE
 

Dopo aver sprecato l’occasione nella gara di andata contro i tedeschi del Borussia Monchengladbach, la Juventus anche in terra tedesca non riesce a chiudere il discorso qualificazione, rimandandolo alla prossima gara contro gli inglesi del Manchester City già battuti a domicilio ma che adesso ci hanno scavalcato in classifica proprio a causa di questo doppio pareggio contro il BMG! Peccato aggiungiamo noi, ma va bene comunque. Alla vigilia di questa Champions il girone della Juve era stato etichettato come un girone di ferro ed in effetti si sta rivelando tale, ma con 5 punti di vantaggio sugli spagnoli del Siviglia non si dovrebbero avere grossi problemi a passare agli ottavi da primi o da secondi!

Al Borussia Park, uno stadio praticamente identico al nostro Juventus Stadium (peccato per il settore ospiti tutto ingabbiato con vetri tenuti ancora alti), la Juve ha dimostrato di avere ancora grinta e carattere da vendere. Sotto di un gol per un erroraccio, l’ennesimo, di Giorgio Chiellini, la squadra non si è disunita iniziando a cercare la rete del pareggio, scaturita grazie ad una invenzione di Paul Pogba, che pian pianino sta tornando sui suoi standard abituali dimostrando di meritare quel numero 10 sulle sue spalle. Forse il vero trequartista lo abbiamo già in casa, ma solo Allegri continua ancora a non capirlo! Un preciso assist a scavalcare la difesa avversaria per l’accorrente Lichsteiner, rientrato dopo l’operazione al cuore è subito andato in gol.  Incredibile….roba da “libro cuore”. E’ sembrata la vecchia combinazione tra Andrea Pirlo ed il pendolino svizzero! Applausi per Lich, riservati già nel prepartita dai tantissimi sostenitori bianconeri che gremivano il settore ospiti e sparsi nei vari settori dello stadio. 1-1 il risultato finale.

Da condannare l’approccio alla gara, titubante, a tratti schiavi dei tedeschi che ci hanno pressato in una maniera incredibile.  Il gioco continua a latitare caro Allegri, che continui a schierare sempre formazioni differenti. Hernanes continua ad essere un oggetto misterioso in campo, poi con la sua espulsione ha rischiato di compromettere tanto! Andiamo avanti è guardiamo alla prossima sfida di Empoli un crocevia importante per il campionato della Juventus. Vincere è l’unica cosa che conta per sperare di riagganciare il treno li davanti. Non dovessimo farlo le possibilità si ridurrebbero ancora. Al Borussia Park non ci è piaciuto anche l’atteggiamento chiesto da Allegri alla squadra nell’ultima parte di gara, tolte le punte dal campo, si lanciavano palloni in avanti…alla viva il parroco. Caro Mister, in evidente stato confusionale, Lei allena la Juve non una provinciale qualsiasi! Le è chiaro? Ringrazi San Gigi Buffon se forse continuerà a starsene ancora tranquillo!

La nostra trasferta in Germania doveva vedere 6 soci partecipanti ma all’ultimo Giuseppe Cavaliere per impegni di lavoro e Massimo Matera per problemi familiari (un forte abbraccio a lui), hanno dovuto rinunciare rimettendoci soldi di voli aerei e quant’altro già prenotato. La pattuglia si è quindi ridotta a 4 unità con Fabio e Chiara a tenere alto il nome del nostro Club e due nuovi soci Alessandro e Michele! Solito viaggio “pazzesco” quando di mezzo c’è Fabio…..ahahahahaha….pensate un pò, treno a mezzanotte del lunedì da Barletta in cuccetta sino a Bologna, dove arrivano intorno alle 6,00 del mattino per poi in taxi raggiungere l’Aeroporto di Bologna è di li prendere un volo per Dusserdolf! Arrivano in Germania alle 11,00 circa per poi noleggiare un auto con cui raggiungere prima la Città di Dusserdolf dove avevano prenotato l’Hotel è dopo una rinfrescata mettersi in marcia verso Monchengladbach ad un oretta di strada! Alla guida un driver d’eccezione Chiara Abbasciano, una donna che conduce i nostri uomini prima in Hotel della Società, per ritirare la busta dei biglietti è poi allo stadio, parcheggiando sotto la curva dei tifosi tedeschi! Che pazzi! Allo stadio riescono finalmente a rifocillarsi un po, iniziando a salutare i vari amici presenti, dal grande Piccininni di Corato, allo storico fotografo Glinni, dai Ragazzi Ungheresi agli inseparabili amici del Gruppo Bassa Valle arrivati con tre unità, Giorgio, Matteo e Daniele, dai ragazzi di Mondragone a quelli del Gruppo Tradizione! Insomma i soliti sempre presenti al seguito della Juve. Alle 19,00 decidono di entrare dentro. Si posizionano nel settore in basso a destra, in primissima linea, con la pezza messa sulla vetrata laterale come da foto articolo ed altre nella FOTO GALLERY che vi invitiamo come sempre a visionare!. Immancabile oramai la pezza per ANDREA che non volevano fare entrare è dopo intervento della Digos Italiana il tutto si è risolto con Fabio andato in escandescenza. Bella anche la pezza portata per Massimo e Giuseppe gli “ASSENTI PRESENTI” di questa trasferta. Si canta a più non posso. Il tifo dei tedeschi è a tratti spettacolare ma hanno anche delle pause che ci permettevano di farci sentire tantissimo! Abbiamo incitato uno ad uno i nostri giocatori nel riscaldamento chiamandoli sotto al settore per farli sentire tutto il nostro calore! Bella la nostra fumogenata iniziale. Tantissime torce nonostante non fossero consentite come in Italia! A fine partita tantissimi applausi per Gigi Buffon! Lasciamo il settore, salutiamo tutti per dirigerci immischiati ai tifosi tedeschi verso la nostra auto sotto la loro curva. Tutto tranquillo, un oretta di coda per giungere quasi all’una a Dusserdolf nell’Hotel dove scopriamo che poi praticamente dormivano tantissimi altri gruppi, oltre a noi e Bassa Valle, anche Massa, Mondragone, gli Ungheresi, i Drughi Lucania ed altri club! Si mangiucchia qualche piadina, si beve qualche birra per poi andare a nanna. All’indomani piccolo giro in centro città per poi all’una circa trovarsi in aeroporto per la riconsegna dell’auto ed attendere il volo di rientro per Bari. Almeno al rientro nessuna peripezia. Alle 21 rientrano a casa! Un'altra tappa in Europa è stata fatta, un'altra città toccata dal nostro incredibile “tour”.

LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI…..è non va al cinema o mangia pizze, di martedì o di mercoledì!  Tasciamo il settore, salutiamo tutti per dirigerci immischiati ai tifosi tedeschi verso la nostra auto sotto la loro curva.ro c 

Domenica si riparte. Prossima fermata come detto sopra sarà Empoli, dove ovviamente ci saremo in ben 5 unità, con a capo il nostro Presidente Francesco Nicolamarino e Giuliano!

MENTALITA’ & PASSIONE! JC ANDRIA DA DODICI ANNI AL TUO FIANCO!

 

 

 
 
E COME L'ANNO SCORSO.....TORINO E' BIANCONERA
 
E come l'anno scorso....e come l'anno prima.....la canzone che solitamente è dedicata agli "intertristi", crediamo sia opportuno iniziare a rivolgerla anche agli "sfigati" granata, che appunto "come l'anno scorso..." perdono un derby all'ultimo respiro, proprio nell'esatto momento in cui Andrea Pirlo la passata stagione decise la gara con un tiro dalla distanza. Quest'anno ci ha invece pensato Juan Cuadrado, il furetto colombiano a far "morire" i granata, ricordandogli ancora una volta che TORINO E' BIANCONERA! ".....Come gli anni prima del resto...", visto che il Toro non riesce mai ad uscire dallo Stadium con almeno un punticino! Vincere per due anni di fila un derby in questo modo è il massimo che un tifoso possa chiedere alla propria squadra. Quando quasi non ci credevamo più, anche in questa stagione è accaduto l'inimmaginabile. Apoteosi e delirio totale, quando Cuadrado è riuscito a spingere in porta, non sappiamo ancora come, un cross di Alex Sandro appena entrato al posto di Dybala. Incredibile ma vero! Uno sull'altro in curva Sud, uno sull'altro al Club! E' via agli sfottò nei confronti dei granata! Tutto troppo bello. Il derby lo si sa è una partita a parte, una partita che al tifoso non interessa che venga giocata al massimo, basta semplicemente vincerla. La Juventus in effetti non ha disputato una grande prestazione. Approccio alla gara molle, poi trovato il gol del vantaggio con Pogba (una delle sue solite invenzioni...), ha iniziato a giocare per poi spegnersi nella ripresa quando dal pareggio granata in poi la squadra ha dimostrato insicurezza, nervosismo, salvata più volte dal più grande portiere del mondo che risponde al nome di GianLuigi Buffon. Poi dopo un clamoroso palo/traversa sempre sul finale di Bonucci, un miracolo di Padelli è arrivata la goduria estrema che ancora oggi ci fa star gasati. Chi se ne frega della classifica, chi se ne frega che gli "accattoni e i viola".... siano in testa alla classifica, ma chi se ne frega anche che la zona Champions sia distante oggi ben 8 punti. L'importante è aver vinto il derby (2-1 IL FINALE). Al resto ci penseremo da domenica prossima ad Empoli. La Juventus sappiatelo non è morta, dovrete fare i conti ancora con noi. La rabbia, la ferocia con la quale la Juve ha poi cercato la vittoria nei minuti finali del derby ne sono la dimostrazione lampante! Adesso testa esclusivamente alla gara in Germania contro il Borussia Mgladbach, che potrebbe regalarci una meritata qualificazione! Vincere è l'unica cosa che conta. Sappiamo che li non sarà facile visto l'ambiente e lo stato di grazia dei tedeschi, ma noi siamo la Juve è dobbiamo puntare sempre alla vittoria. Bellissimo il gesto che il Gruppo Tradizione ha fatto a fine derby andando sotto il settore ospiti degli Ultrà Granata, per depositare un mazzo di fiori sotto la gigantografia di un Ultrà del Toro scomparso, con tanto di stretta di mano. Gesti come questi fanno molto bene al calcio. Il rispetto prima di tutto, cosa che oggi giorno in molte tifoserie manca! Onore a Tradizione per la loro MENTALITA' che da sempre dimostrano di avere! Il derby è stato anche questo, oltre alla solita coreografia iniziale che rimarcava come il nostro simbolo sia riconosciuto in tutto il mondo a dimostrazione di come Torino sia sempre e solo BIANCONERA! Nella foto articolo, la parte di curva all'inizio gara, che ritrae la nostra zona con il nostro striscione. La trasferta per il derby è stata suddivisa tra chi ha viaggiato in pullman assieme ad altri club della zona è chi più comodamente ha preferito raggiungere lo Stadium in aereo prenotandolo con debito anticipo! Quelli in pullman sono stati condotti da Giuseppe Di Serio, un viaggio comodo, divertente, con due autisti simpaticissimi è tanto altro....come sempre.....ahahahahahahaah! Noi sappiamo è ridiamo! 
Arrivati su a Torino, si sono concessi una bella grigliata di carne nel pub del centro commerciale per poi alle 16,00 ritrovarsi con tutti quelli arrivati con gli aerei, fare la distribuzione dei biglietti ed entrare tutti assieme in CURVA SUD. Giuseppe e Roberto vanno a posizionare lo striscione grande e la pezza dedicata ad Andrea, per poi piazzarsi sui gradoni con lo stendardo ANDRIA 2003 a chiusura del mese che ci ha visto festeggiare i nostri 12 anni di attività! Curva strapiena, buon tifo, ma il derby si sa ti mette sempre troppa tensione addosso! Alla fine festanti i nostri prima di lasciare lo Stadium salutavano con diversi cori i granata rinchiusi nel proprio settore. Viaggio di rientro tranquillo, alle 8,15 di domenica mattina erano già ad Andria, tutti orgogliosi di esserci stati. Un plauso alle due donne presenti, Antonella una new entry e Maria, le nostre "DONNE AL SEGUITO"!
Adesso è già tempo di ripartire questa volta per l'estero. In 4 lunedì sera inizieranno il loro viaggio verso MONCHENGLADBACH. Sarebbero dovuti essere in 6, ma per Massimo Matera e Giuseppe Cavaliere nonostante i voli già prenotati sono sopraggiunti problemi ed impegni. Un abbraccio soprattutto a Massimo per la sua "suocera". Anche loro due saranno comunque presenti. ASSENTI PRESENTI!     
ARRIVIAMO OVUNQUE, FACENDO SEMPRE MILLE SFORZI ORGANIZZATIVI ED ECONOMICI, SPINTI DALLA NOSTRA IMMENSA PASSIONE PER LA JUVENTUS! 
L'ORGANIZZAZIONE, LA GENTE, SONO DA SEMPRE IL NOSTRO PUNTO DI FORZA.... ED INVIDIA PER MOLTI!
JUVENTUS CLUB ANDRIA: FINO ALLA FINE!
p.s. nella foto gallery tutti gli scatti del derby!

 

 
 
COSI' NON ANDIAMO DA NESSUNA PARTE
 
Con questo andamento molto ondivago, dove una partita va bene, l'altra no, l'altra così e così......non si andrà assolutamente da nessuna parte. Anche a Reggio Emilia, un altra prestazione scandalosa, a dir poco, della nostra Juve, soprattutto nel primo tempo. Chi pensa che si sia perso solo per colpa dell'arbitro, si sbaglia di grosso. La Juve contro il Sassuolo ha perso meritatamente (1-0 il finale), perchè se sei forte, batti anche il "cornuto" dell'arbitro. Allegri ha dato ancora una volta dimostrazione di quanto poco motivatore sia (ma non solo....)! Ma non lo scopriamo certamente oggi! Ha cambiato per l'ennesima volta formazione è nel giorno in cui ti manca già Marchisio per influenza, toglie anche Khedira dalla formazione, con il quale non si era mai perso! Ha tirato ancora una volta la corda è la corda si è puntualmente spezzata. Per non parlare dei cambi avvenuti nella ripresa è come sempre tardivi e sempre molto scontati. Non osare nemmeno quando si è sotto per 1-0 significa essere in parole povere un "cazzone" per non usare altri termini più offensivi. Sante parole, quelle di Buffon a fine gara, da capitano vero che suonano un po come una "saetta" lanciata anche al Mister......Adesso arriva il derby contro il Toro, una partita da vincere ad ogni costo per mettere da parte questa bruttissima prova contro il Sassuolo è per risalire una classifica davvero inguardabile, la peggiore della storia della Juve a questo punto della stagione. La pazienza inizia ad avere i suoi limiti, noi ne abbiamo tantissima, soprattutto dopo quatto anni di vittorie, non pretendiamo certamente che si rivinca in questa stagione, ma pretendiamo che la Juve non faccia più queste magre figure come quella rimediata contro il Sassuolo. Resta il fatto che rispetto a tantissimi tifosi occasionali che quando le cose iniziano a non andare bene iniziano puntualmente ad allontanarsi, noi dello JC ANDRIA, resteremo sempre fedeli al fianco della Vecchia Signora in ogni campo, in ogni situazione. Questo è quello che più conta! Più di una vittoria, più di un trofeo! La gente come noi non molla mai ed è proprio nelle avversità che noi ci siamo già esaltati in passato è siamo pronti a farlo anche in questa stagione, qualora continui con questo andazzo! Onore ai presenti a Reggio Emilia, una curva strapiena di persone, non un buco vuoto, una passione incredibile sotto una pioggia torrenziale, proprio come due stagioni fa, quando però la Juve di Conte proprio al Mapei Stadium conquistò tre punti fondamentali in chiave scudetto. Dire che pioveva è riduttivo. Buttava acqua con una forza incredibile. I nostri da Giorgio e Vito, Alessandro D'Ercole sono usciti dallo stadio completamente inzuppati, scarpe e piedi a mollo, senza ricambi, viaggiando ovviamente con una sensazione di bagnato addosso davvero brutta! Non ci va quasi mai bene quando andiamo da quelle parti, ricordiamo un preliminare di Europa League anche a Modena di qualche anno fa....Ma la nostra vita da tifosi passionali ci porta anche a queste situazioni, sotto la pioggia, con la neve, la nebbia, il freddo polare, il caldo asfissiante, noi ci siamo è ci saremo sempre. Esserci stati anche di mercoledì è quello che più contava per noi! Nella foto articolo estrapolata da una inquadratura di Sky ecco la nostra pezza al solito bocchettone di quando andiamo a Reggio! Nella foto gallery le altre foto della trasferta. 
Venerdì sera si parte già per Torino, per quest'altro derby, l'ennesimo della nostra storia che in questi giorni ci vede festeggiare i 12 anni di attività. Giuseppe Di Serio capeggerà quelli che saliranno in pullman combinato con altri Club della nostra zona. Al mattino di sabato poi un altra decina partiranno comodamente in aereo, per rispondere presenti ad una delle partite più importanti della stagione.
AVANTI RAGAZZI, NON MOLLIAMO, MAI UN PASSO INDIETRO, MAI DOMI!
JUVENTUS CLUB ANDRIA: PASSIONE & MENTALITA'

TESSERAMENTO CLUB: Come vi dicevamo qualche articolo fa.....siamo sulla strada delle 400 tessere, numero che si avvicina sempre più, manca pochissimo! vedremo chi sarà il quattrocentesimo socio! Intanto stiamo ricevendo diverse iscrizioni in questi giorni da altre città d'Italia....pensate un po, da Torino città, da Tavagnacco (Udine), da Marradi (Firenze), da Lecce città......segno questo che il nostro Club è sempre più stimato e considerato nel panorama nazionale! Orgogliosi di questo!
Nel frattempo stiamo programmando il futuro di questo club, presto vi aggiorneremo di una assemblea dei soci a fine campagna tesseramento! 
DIFFIDATE DALLE IMITAZIONI 
 

 
 
VI VOGLIAMO COSI’
 

Nella domenica in cui ricorreva il dodicesimo anniversario dalla fondazione del nostro Club (2003 – 2015), la Juventus ha finalmente sfoderato una prestazione maiuscola. 2-0 il risultato finale con cui la Juve ha regolato l’Atalanta, in una partita che ha visto la nostra squadra partire impacciata, per poi dal ventesimo del primo tempo in poi, riuscire a sfoderare una prestazione da applausi. Dall’ingresso di Asamoah in campo, complice l’infortunio di Pereyra è con il conseguente spostamento di Pogba più avanti a ridosso delle punte la manovra ne ha sortito effetto, risultando brillante ed incisiva. Anche lo stesso Pogba è riuscito finalmente a disputare una prestazione da “Pogba”! Ma anche Allegri ha forse capito che con Dybala in campo è tutt’altra storia e soprattutto che con una certa impostazione tattica la Juve riesce ad esprimersi sempre meglio. Adesso la riprova la si avrà in occasione della trasferta insidiosa a Reggio Emilia contro il Sassuolo. Vincere li significherebbe avvicinarsi sempre più prepotentemente al treno delle squadre che sono oggi davanti in classifica. Bellissima la rete del vantaggio di Paolo Dybala, già 4 le marcature dell’argentino in questo campionato, nonostante non abbia giocato tanto. Ma non è solo la rete a rendere la sua prestazione da applausi, ma anche il suo spaziare in campo, i suoi movimenti, la sua fantasia al servizio della squadra. Avanti così. Il raddoppio è nato da una invenzione di Pogba per Dybala che con un preciso assist ha messo sul piede di Mandzukic la palla del 2-0. Poi ancora Dybala si è procurato un calcio di rigore sprecato malamente da Pogba. Insomma è stato un bel pomeriggio per noi al club è per i nostri soci partiti per Torino. Al Club si respirava una bella atmosfera, gioiosa, scherzosa diciamo molto goliardica. Il solito Salvatore Caldarone con Stefano Locantore hanno dato “spettacolo” coadiuvati dalla solita “banda retrostante” che se non ci fosse bisognerebbe inventarla! Insomma proprio un bel pomeriggio proprio come quello regalatoci dalla Juve. I nostri saliti su in 5 con una macchina, capeggiati questa volta da un socio storico come Peppino Paparusso, hanno effettuato la visita dello Stadium nel pre-partita (per tre dei cinque era la prima volta), per poi alle 13,45 fare ingresso in Curva Sud per posizionare lo striscione e la pezza per Andrea al bocchettone da dove come sempre hanno assistito alla gara. Una bella gara, come detto, che ha reso felici chi ha compiuto ancora un sacrificio pur di esserci al fianco della Juve è pur di rappresentare il club in quest’altra partita. Terminata la gara, i nostri si sono lasciati ritrarre come da foto articolo tutti assieme dietro lo striscione. Per poi scattarsi i soliti selfie spalle al campo di cui uno con Gianni Balzarini inviato di Mediaset Premium transitato sotto la Sud. Un'altra presenza si è consumata, come quella che mercoledì faremo a Reggio Emilia, grazie a Giorgio, Vito Alessandro, noi per la terza volta, da quando il Sassuolo è in A, al Mapei Stadium ci saremo…..anche di mercoledì, aspettando il derby, aspettando la trasferta in GERMANIA!

LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI E SOPRATTUTTO E’ SEMPRE, OVUNQUE, PRESENTE!

ESSERCI….NON APPARIRE!

JUVENTUS CLUB ANDRIA, ORGOGLIOSAMENTE GOBBI!

   

 

 
 
OCCASIONE PERSA
 
Mercoledì sera la Juve aveva la ghiotta occasione di poter mettere in "cassaforte" la qualificazione agli ottavi di finale della Champions League ed invece nella gara forse contro l'avversario più abbordabile, ha incredibilmente sprecato la chance! 0-0 il finale contro i tedeschi del Borussia Monchengladbach, una partita giocata secondo noi malissimo dalla squadra, senza cattiveria, senza determinazione e soprattutto senza degli uomini capaci di risolverla da soli! Almeno in Europa la Juve quest'anno ci aveva sin qui abituati a delle prove convincenti, giocando anche un buon calcio. Ma contro il Borussia Monchengladbach invece, si sono registrati dei preoccupanti passi indietro, come quelli fatti in campionato in diverse occasioni. Indiziato numero uno secondo noi è l'allenatore che continua con questi assurdi turn over che disorientano la squadra ed il gruppo. Per non parlare di alcuni giocatori tenuti costantemente in panchina, uno su tutti Dybala! Sveglia Allegri, noi non ti abbiamo mai amato sin dal primo giorno che seri arrivato, ti abbiamo però sopportato, ti abbiamo anche ringraziato, ma adesso dimostraci quello che vali. Dimostra di meritare questa panchina.
Per carità nulla è compromesso, anzi abbiamo un punto in più di vantaggio sulla terza del girone (il Siviglia), ma abbiamo ancora tre partite da disputare di cui due fuori ed è lecito essere un tantino preoccupati visto il problema di andare a segno per la nostra Juve. Del mercato ne abbiamo parlato a tempo debito, non vogliamo più tornarci su questo argomento. Siamo sempre più convinti che a questa Juve dopo la finale di Berlino, dopo le partenze di Pirlo, Vidal e Tevez oltre che di Llorente....serviva ben altro per continuare la crescita in Europa e per continuare a riconfermarci in Italia!
Adesso noi tifosi ci siamo rimboccati le maniche ed abbiamo iniziato a lottare perchè è questo il nostro compito. Ci aspettiamo che lo faccia anche l'allenatore che riteniamo abbia comunque a disposizione un buon materiale umano da cui far ripartire la Juve verso nuove vittorie. Ben venga la nomina di PAVEL NEDVED a VICE PRESIDENTE della Juventus. Questo è un grande segnale da parte della Società a cui dobbiamo dare atto che in soli 5 anni di Presidenza Agnelli è riuscita a riportare i conti in ordine con utili da capogiro e bilanci lontani anni luce da quelli delle altre squadre italiane tutte sull'orlo di un crack stile Parma! Per non parlare delle infrastrutture e degli investimenti sull'impiantistica che la Juve ha fatto e sta continuando a fare che l'avvicinano sempre più agli standard dei più grandi club in Europa. Di questo ne andiamo fieri ed orgogliosi. Significa che c'è tanta voglia di continuare a vincere soprattutto in Europa dove ne siamo convinti prima o poi torneremo a trionfare....è quando lo faremo probabilmente non ci si fermerà più! 
Occhio coglioni intertristi (soprattutto)........perchè vi si ritorcerà contro il vostro esultare non per vostri successi ma per sconfitte nostre! Siete vergognosi come i vostri schifosi colori! 
Mercoledì sera a Torino, nove sono stati i soci a partire, un auto, mentre gli altri sono andati in aereo! E' difficilissimo esserci sempre, ma noi oramai, da anni, abbiamo inculcato nei nostri soci una bella mentalità....ovvero l'esserci sempre, ovunque e comunque. In ogni occasione. Ci si distribuisce, ci si divide pur di coprire tutte le partite della Juventus. Non è semplice soprattutto economicamente parlando, soprattutto perchè ogni tre giorni alle volte, devi raggiungere Torino che non è dietro l'angolo, come non lo sono tutti i campi dove la Juve gioca. Onore a Massimo Matera, Riccardo Dell'Olio due dei vecchi soci ed onore anche ai giovani soci ma già validissimi supporter, come Giorgio, Andrea, Roberto, Vito D'Ercole, Francesco Figliolia, che mercoledì ci hanno rappresentato in curva sud, sempre li al nostro posto! Esserci (sempre), non apparire, il nostro motto! Nella foto articolo, scattata dal nostro Massimo Matera, eccoli tutti allineati dietro il nostro striscione, con Riccardo Dell'Olio l'ultimo a destra che indossa l'immancabile "coppola". 
Giornata tranquilla per loro, buon tempo ed accolti dal nostro grande e nuovo amico Rocco Fiorino del Gruppo Tradizione. Con lui sono entrati poi dentro appendendo lo striscione e la pezza in onore del nostro ANDREA. Soliti sfottò con gli amici di Bassa Valle, saluti con Giuseppe del Gruppo di Corato per poi assistere tutti assieme alla partita che poco entusiasmante è stata. Giornata no per la nostra Curva, dettata anche dal fatto della continua repressione ai cancelli d'ingresso. Oramai per assistere alle partite della Juve in casa.....servirà tra un po avere un legale ed un commercialista al seguito. Ecco perchè da parte di molti di noi sta letteralmente passando la voglia di partire per Torino per rischiare denunce......sanzioni e daspo!
Dall'altro lato i tantissimi tedeschi, quasi tremila che hanno sforato anche il settore ospiti. Molto caldi, calorosi con un tifo a tratti spettacolare. Occhio per chi andrà in Germania, li non si passeggia! 
Domenica altra trasferta a Torino, altra macchina che parte, altra presenza al seguito. Noi ci siamo sempre! Peppino Paparusso del Bar Fantasy farà la sua prima presenza allo Stadium. Tempo ci è voluto ma alla fine siamo riusciti a farlo partire grazie ai suoi figli. Gara contro l'Atalanta da non sottovalutare. Gli orobici sono in forma, non vincere domenica pomeriggio sarebbe grave, il treno li davanti non ci aspetterà ancora per molto. 
FINO ALLA FINE FORZA JUVENTUS! MAI DOMI
JUVENTUS CLUB ANDRIA  
 

 
 
AVANTI COSI' RAGAZZI
 
La Juventus esce da San Siro ancora una volta a testa alta ed imbattuta. Peccato, avremmo meritato di portare a casa una vittoria che sarebbe stata preziosa in ottica "rimonta". Va bene comunque questo 0-0 finale....le risposte che cercavamo dalla nostra squadra le abbiamo avute tutte. La squadra è scesa in campo determinata è vogliosa di dimostrare all'avversario chi è sempre la più forte. Ottimo l'approccio alla gara. Peccato non aver sfruttato al massimo le diverse occasioni avute nei primissimi minuti di gara. Ottimo Barzagli, tornato ad essere la solita roccia, buono Cuadrado che ha messo scompiglio nella retroguardia dei Prescritti. Sono mancate pero' due componenti fondamentali per poter primeggiare domenica sera: il cinismo sotto porta è la giusta cattiveria in campo. Peccato ma va bene comunque così, avanti Juve, avanti ragazzi, noi siamo con Voi, ora più che mai. La vetta non è cosi' lontana come sembrerebbe....A San Siro la Juve ha dato una risposta non solo a noi, ma a tutto il campionato, soprattutto nel secondo tempo quando Khedira ha spedito incredibilmente sul palo un tiro da pochissimi passi dalla porta...sarebbe stata l'apoteosi e la ciliegina sulla torta di una splendida trasferta che vi iniziamo con il raccontare proprio dalla fine...
Era da poco terminata la partita è le migliaia e migliaia di sostenitori gobbi stipati nel terzo anello blu avevano salutato ed incoraggiato la squadra venuta sotto al settore a raccogliere i meritati applausi....mentre gli sfigati intertristi invece, sfollavano dallo stadio che ancora una volta ha visto presenti in tutti i settori migliaia e migliaia di altri tifosi della Vecchia Signora. Nel silenzio, il nostro Massimo Matera dalla balconata a destra del settore ospiti guarda Fabio il nostro Segretario  che era al suo fianco. I due dopo averlo fatto alla grande a Roma ci riprovano anche li a San Siro......parte il coro rivolto ai prescritti che uscivano a capo chino dallo stadio....NON VINCETE MAI...NON VINCETE MAI....con Salvatore che tiene a mano la pezza Andria 2003, gli seguono dapprima i nostri soci assieme ai ragazzi ungheresi e a quelli di Bassa Valle, poi il migliaio di tifosi sopra di loro per poi, nel giro di pochi secondi sentirlo rimbombare in tutto lo stadio, cantato a squarcia gola dall'intero settore....i prescritti fischiano alla grande....
Massimo e Fabio sorridono compiaciuti per averli COLPITI ed AFFONDATI. Vederli agitarsi come delle scimmie non ha avuto prezzo.....Come sempre a San Siro si è giocato in casa. Bello il nostro tifo, a tratti possente. Bello vedere nei loro settori alle sciarpate iniziali spuntare in mezzo tantissime sciarpe bianconere ed alcune con scritto INTER TI ODIO soprattutto nel secondo anello blu......che ridere.....come vedere il loro cicciobello versione occhi a mandorla lasciarsi ritrarre sorridente in tribuna centrale con un gobbo che gli esibisce un bel ditone medio sul fianco.....
Noi nel settore ospiti ci siamo come sempre divertiti a prendere per culo quelli del secondo anello. Bella trasferta, fatta da noi con ben 4 auto ed alcuni arrivati in aereo per un totale di 21 soci al seguito. Partiti alle 6 del mattino da Andria, abbiamo pranzato alla solita trattoria di Modena. Che ridere. Poi giunti quasi a Melegnano in abbondante anticipo i nostri si sono riposati un oretta in autogrill, nelle auto prima di incamminarsi verso Via Novara ed il settore ospiti dove appena dentro il parcheggio vengono accolti dal fotografo della Curva Glinni che ad alta voce urla....."fate largo che arrivano i Vip di Andria"....viste le auto con le quali abbiamo affrontato la trasferta....Saluti ed abbracci con mezzo parcheggio, Tradizione, Bassa Valle, i Ragazzi Ungheresi, il Gruppo Marche, Mondo di Offida ed il grande amico Vincenzo Ferrucci, amico coratino di decine di battaglie e trasferitosi da un anno al Nord. Dopo aver scattato foto selfie  con il San Siro alle spalle ed atteso il solito ritardatario Giovanni Vurchio, alle 19 fanno ingresso nel settore andandosi a posizionare come sempre a destra. Appendono le pezze in prima linea ed iniziano a coordinare il tifo in quella parte di settore. Poi esibiscono anche una immensa banana rivolta agli intertristi che invece di pensare a sostenere la loro squadra, pensano a ricordarci di essere anche tifosi del Barcellona....oltre che di tutte le avversarie che incontriamo noi. Penosi oltrechè ridicoli. Bellissimo è stato vedere tutti i nostri soci riuniti in prima linea dietro la nostra pezza con Fabio, Massimo e Salvatore in balconata. In questa trasferta tanti vecchi soci presenti, come Gaetano Maddalena,i tre "Pasquale".... Cipriani, Di Palma e Mancini, Antonio Lorusso, Mimmo Canzio, Gianni Tedesco e altri nuovi e giovani come Roby e Giorgio, per un bel mix di goliardia e mentalità. Finita la gara, tre delle quatto auto hanno pernottato in zona Milano per far rientro comodamente al lunedì mattina, mentre l'auto di Fabio e Salvatore Lomuscio, una sfiammante Giulietta di Pasquale Cipriani ha viaggiato per tutta la notte, sfidando pioggia e stanchezza pur di arrivare in tempo per andare al lavoro. Alle 7,45 sono incredibilmente al casello di Andria. Grandissimi. Ancora una volta hanno dimostrato un attaccamento alla Juve ed al Club davvero immenso. 
Adesso sotto con la Champions e con un altra trasferta a Torino che 9 nostri soci faranno capitanati da Massimo Matera, si ancora lui.....e Riccardo Dell'Olio un altro grande e vecchio gobbo. 
Non ci stanchiamo mai. Questi immensi sacrifici, questo continuo su e giù per la Penisola ogni maledetti tre giorni sono la dimostrazione di quanto amiamo alla follia questi colori. 
Inutile spiegarlo....non lo capiresti mai....
Mentre noi giocheremo in Champions le merde di Milano si ritroveranno assieme cercando di far finta di giocare anche loro in Europa....per contendersi il prestigioso TROFEO BERLUSCONI che varrà l'accesso diretto agli ottavi di finale della CHAMPIONS.......Piuttosto si facessero due conti vista la situazione economica disastrosa delle casse dei due club....ahahahahahahahahahahahah
L'INVIDIA E' UNA BRUTTA BESTIA......MORIRETE ROSICANDO!
JC ANDRIA SEMPLICEMENTE GRANDI GOBBI
 

 
 
DA NOI E’ SEMPRE FESTA: PRIMA….DURANTE….E DOPO
 

Approfittando della sosta per le Nazionali, che ha visto la nostra, allenata dal grande Antonio Conte, qualificarsi con una giornata di anticipo e come prima in classifica del suo girone, per i prossimi Europei che si svolgeranno in Francia, noi dello Juventus Club Andria abbiamo deciso di “affilare” le armi riunendoci per una pizza di gruppo tra “quelli della chat”, in pratica lo zoccolo duro del nostro Club!

Questa iniziativa e’ stata un successo a tal punto da decidere di rifarla occasionalmente in altri periodi della stagione. Di qui il titolo dell’articolo….”Prima, durante e dopo….”……si è proprio così perché da noi si festeggia sempre, da noi si respira sempre questo clima di fratellanza, di familiarità.

Finita la stagione scorsa, ci siamo ritrovati a “Montegusto”, per far festa, come da tradizione, tutti assieme, prima che iniziasse la nuova stagione invece, si sono consumate diverse tavolate gobbe nelle diverse ville private in campagna, mentre adesso ci siamo ritrovati a stagione iniziata ancora una volta tutti appassionatamente assieme…..a tal punto che qualcuno, nel vederci…. avrà pensato…..”ma questi che cazzo hanno sempre da festeggiare?????”….niente…..noi più stiamo assieme è sempre meglio stiamo….più stiamo assieme è più ci fortifichiamo….

E’ stata una splendida serata, come da immagine articolo e da altre inserita in foto gallery! Siete accorsi in tantissimi. Oltre trenta soci in una normale serata in settimana. Del resto in questo particolare momento della stagione serve fare gruppo. Dalla prossima partita inizia un filotto di partite e trasferte abbastanza impegnative. Noi ci siamo!

La serata è trascorsa tra fiumi di birra, chiacchiere varie è sul finale una serie interminabile di cori possenti che ha “costretto” altri ospiti in pizzeria ad andare via…..ahahahahahahaha che ridere ad un certo punto! Spiace per chi non ha appreso per tempo di questa iniziativa nata per volontà di Giuseppe Cavaliere e Nicola Patrono. La riproporremo prossimamente magari in prossimità delle festività natalizie. Mattatore della serata Salvatore Caldarone….uno spasso! Bello l’arrivo del Presidente in Pizzeria, non atteso….ma puntualmente arrivato tra gli applausi di tutti!

Noi le pizze non le facciamo per tirare i piedi a squadre avversarie o per tifare, peggio ancora per altre squadre che non sia la nostra…..NOI SIAMO JUVENTINI, ORGOGLIOSAMENTE GOBBI!

Intanto ci avviciniamo alla prossima trasferta che ci vedrà impegnati a Milano sponda prescritti! Quest’anno andiamo in maniera numerosa. In 19 saremo dietro la nostra pezza nel settore ospiti al terzo anello blu. Tre auto e in aereo questi i mezzi con cui ci sposteremo. Parte una bella “squadraccia”…..tanto li la partita non la si guarda…ci si divertirà come solito a paraculare quelli sotto di noi….al secondo anello! Settore Ospiti praticamente esaurito, oltre alle migliaia e migliaia sparsi in tutti gli altri settori dello stadio!

A MILANO COME SEMPRE…. IN CASA GIOCHIAMO NOI!

 

 
 
IL DODICESIMO UOMO IN CAMPO BATTE IL BOLOGNA
 

La gara contro il Bologna era di fondamentale importanza per la nostra Juventus. Vincere significava arrivare alla sosta psicologicamente messi bene! Vittoria in Champions e vittoria in campionato la giusta medicina per risalire la china della classifica è presentarsi alla sfida di Milano contro la PRESCRITTESE con la giusta determinazione di chi vuol assolutamente rimettere tutte le cose a posto! Così è stato. Dopo la bellissima vittoria contro il Siviglia, la Juventus ha battuto anche il Bologna per 3-1 in rimonta, dopo lo spavento iniziale causato dal vantaggio dei rossoblu! Il merito della vittoria contro i bolognesi, sentiamo però di attribuirlo principalmente alla CURVA SUD che ha affrontato la partita con la giusta determinazione come se fosse una finale da vincere ad ogni costo. Del resto il titolo dell’articolo è molto eloquente. Non era facile ritrovarsi a 5 punti in classifica e dopo soli 5 minuti di gara, già sotto per 1-0. Di li in poi la scossa. Un tifo a tratti infernale, incessante, con una Sud che ha ritrovato il giusto piglio, la giusta voglia di lottare in un campionato, dove, troppo frettolosamente, media ed avversari ci davano già per spacciati! Abbiamo (perché come sempre c’eravamo anche NOI) letteralmente trascinato la squadra prima al meritato pareggio del solito Alvaro Morata, poi alla vittoria nel secondo tempo grazie al rigore trasformato da Dybala e dalla prima rete del ritrovato uomo d’esperienza del nostro nuovo centrocampo: SAMI KHEDIRA una autentica forza che ha riportato ordine e sicurezza ad un reparto punto di forza delle ultime stagioni!

Questa è la Juve che vogliamo sempre vedere in campo è così facendo statene pur certi che presto torneremo nelle posizioni che ci competono. Del resto ve lo avevamo detto dopo la sconfitta di Napoli che LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI…..Avete visto che abbiamo avuto ragione????? Keep Calm and Fino alla Fine Forza Juventus, sempre ovunque e comunque!

Finalmente poi l’allenatore ha capito, in netto ritardo, quale formazione mandare in campo, terminando i suoi assurdi esperimenti. Pensava forse di essere ancora nel pre-campionato…., va bene dai…..tutti uniti, perché solo remando nella stessa direzione arriveranno nuovi successi e nuovi trofei. La stagione è appena cominciata!

Prepariamoci piuttosto già alla prossima sfida contro i PRESCRITTI, quelli che….per loro è la sfida dell’anno, mentre per noi una sfida come tutte le altre. Continuiamo nella tradizione delle ultime annate, quando usciamo da San Siro quasi sempre vittoriosi. Per continuare la risalita serve un filotto di almeno tre vittorie. Facciamole! NOI CI CREDIAMO!

Anche contro il Bologna, noi dello JC ANDRIA, ci siamo stati! In due sono saliti in aereo da Signori, mentre in cinque sono saliti con l’auto del nostro Segretario Fabio, sino a San Benedetto del Tronto, dove poi in Pullman assieme al grande Gruppo Marche, hanno raggiunto Torino. Cosa non si fa pur di esserci sempre. Sacrifici economici e fisici non indifferenti. Partiti all’una quasi della notte da Andria hanno raggiunto con tutta calma San Benedetto riposandosi anche un oretta in auto….Alle sei in punto partenza dalle Marche con la solita allegria dei vari Michele, Alfredo e Fabietto delle Marche che hanno a lungo chiacchierato con i nostri Fabio e Tommy Moscatelli in primis. Alle 14,30 in punto il bus è arrivato sotto la Sud dove ad attendere i nostri c’erano anche quelli giunti su in aereo. Pranzo veloce, per poi alle 16,15 entrare già in Curva Sud per posizionare lo striscione e la pezza per il nostro Andrea! Fabio invece è rimasto ancora fuori per questioni personali per poi fare ingresso nello stadio soltanto venti minuti prima “scortato” come sempre da tantissimi amici di Tradizione e Bassa Valle! Un Leader!

Lo vedi infatti andare avanti e indietro a stringere mani a tutti, prima di posizionarsi sui gradoni. Dalla sua parte infatti partono diverse volte cori e soprattutto si tengono vivi dei cori che si andavano spegnendo….che grandi! Rocco, Simone, Adriano e Fabio un poker d’autore!

A fine primo tempo, il nostro Segretario offre birre a tutti al bar della Sud. Rientra in curva in ritardo perdendosi anche il rigore! Finita la gara saluti e abbracci con tutti, si smonta tutto e si riparte con le solite frasi dai ragazzi del Nord che riempiono di complimenti i nostri ragazzi che puntualmente ogni domenica sono li in Curva Sud e in ogni città dove giochi la Juve! Abbiamo oramai raggiunto un livello di mentalità altissimo. Lo volevamo è ci siamo riusciti. Per noi è importante uscire sempre a testa alta dalla Curva o da un settore ospiti, l’esserci stati è sempre la cosa più importante di tutte, oltre il risultato. Il rispetto genera rispetto! Le amicizie ed il rispetto si conquistano sul campo con i fatti! I nostri fatti parlano oramai chiaro! Alle 4,30 arrivano nuovamente a San Benedetto del Tronto è di li in poi partiva la missione….essere a casa per le 7,30. Il lavoro chiamava per tutti. 7.40 i nostri arrivano al casello. Missione compiuta. Un'altra trasferta è già alle spalle. Si pensa già alla prossima! AVANTI NOI SEMPRE! 

Al Club invece si festeggiavano i Francesco, con il nostro Presidente su tutti. Brindisi a go-go, dopo quelli di Champions contro il Siviglia per festeggiare i tanti Michele! Da noi, ma solo noi è sempre FESTA!

Adesso la sosta ma prima di congedarci per questo breve periodo di pausa, sentiamo di salutare il calciatore LICHSTEINER, che si è dovuto sottoporre ad un delicato intervento al cuore. Ti rivogliamo prestissimo in campo, caro Ste’, quella fascia è proprietà tua!

JC ANDRIA: LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI!

p.s. guardatevi le belle foto di Juventus – Bologna nella gallery  

 

 
 
ROAD TO "MILANO". ROAD TO....400.....
 
L'esperienza della passata Champions deve avere lasciato in eredità una differente mentalità alla nostra Juve. Infatti dopo l'esaltante è bellissima prova contro il Siviglia, battuto per 2-0 nella seconda giornata della Champions League, possiamo tranquillamente dire che la nostra Juventus stia davvero assumendo sempre più quella mentalità europea che ci è quasi sempre mancata nella storia. Dopo l'altra bella prestazione sfoderata a Manchester ci si aspettava delle risposte importanti da questa squadra, nella maggiore competizione continentale per club. Puntualmente sono arrivate è possiamo affermare con assoluta convinzione, che non abbiamo avuto tutti i torti a dirvi nelle settimane precedenti che questa rosa sia davvero molto forte è che andava semplicemente messa bene in campo, cosa spesso non fatta nelle sei giornate di campionato sin qui disputate. Anche contro il Siviglia la Juventus ha avuto un approccio alla gara molto ma molto convincente, cercando sin da subito la rete del vantaggio, arrivata poi grazie ad un preciso colpo di testa del nostro bomber di coppa, Alvaro Morata, ancora a segno per la quinta volta di fila in gare Champions. Eguagliato un mostro sacro come Alex Del Piero. Ma tutti dobbiamo dire hanno giocato a meraviglia. Da elogiare e segnalare il preziosissimo rientro di Sami Khedira. Non ci speravamo in un recupero così veloce e soprattutto di vederlo da subito giocare con quella sicurezza ed esperienza che hanno ridato tranquillità ad un reparto, il centrocampo, già orfano di Pirlo e Vidal, ceduti e Marchisio infortunato. Ma come non segnalare la straordinaria prova dell'argentino Dybala che pare intendersi alla perfezione con l'altro nostro giovanissimo attaccante AM. Suo l'assist per la "sgroppata" vincente di Simone Zaza verso la porta spagnola. Una notte da ricordare per l'attaccante lucano al suo esordio assoluto in Champions League. Che dire poi di Cuadrado.....un autentico "manicomio" che fa letteralmente ammattire le difese avversarie. Straripante. Questa vittoria non ha fatto altro che aumentare la nostra autostima e quella dei ragazzi. Ora non commettiamo l'errore del dopo Manchester. Dimentichiamoci questa prova è pensiamo al campionato. C'è da vincere la prima sfida casalinga in campionato contro il Bologna. Vincere si sa aiuta a vincere è pertanto basterebbe fare un filotto di vittorie, per riuscire sicuramente a riprendere più avanti le squadre che oggi sono più distanziate. Ma noi continuiamo a pensare che il campionato debba essere tenuto sotto controllo per quello che concerne le prime tre posizioni, senza l'assillo di doverlo vincere per forza. Il vero obiettivo deve essere quello di continuare a fare benissimo nel girone per proiettarci con assoluta tranquillità negli ottavi di finale. Di li in poi ha come sempre inizio un altra storia che noi speriamo possa portarci il più lontano possibile.Sognare non costa nulla. 
Del resto il messaggio della CURVA SUD SCIREA mercoledì sera è stato abbastanza chiaro, rievocando l'edizione del 1996 vinta dalla Juventus proprio in Italia a Roma . Oggi come allora.....facciamo che resti in Italia....con chiaro riferimento alla prossima finale di San Siro a Milano. CREDIAMOCI TUTTI ASSIEME, alla faccia di quei poveri "sfigatelli" dei bastardi dei tirapiedi, tifosotti che si accontentano di tifare di settimana in settimana per tutte le squadre avversarie della nostra Juve per poi puntualmente restare "fottuti"! 
Abbiamo insistentemente cercato i risultati di Inter e Milan nella settimana di coppe europee, ma niente. Non sono usciti da nessuna parte. Aiutateci a trovarli! Ne continuerete a mangiare di pizze.... 
Adesso in Champions la Juventus comanda il girone a punteggio pieno (6 punti) con Siviglia e Manchester che inseguono subito dietro a 3 punti. Nulla è conquistato ancora ma siamo sulla buona strada.
ROAD TO 400.....
Al Club il solito straripante entusiasmo nonostante si arrivasse dalla brutta sconfitta di Napoli. Adesso le tessere sottoscritte hanno visto sfondare anche il numero dei 350 soci, attestandosi a 357 iscrizioni. Che numeri incredibili a fine settembre. Cifre mai raggiunte nemmeno nel primo anno di Juventus Stadium, anno storico per il tesseramento al Club che vide superare le 750 iscrizioni! Bene continuiamo così, continuiamo a remare tutti nella stessa direzione, continuiamo a sostenere sempre il Club e la Juve ovunque giochi, i risultati non potranno che essere positivi per noi e per la squadra!
Contro il Siviglia in 8 hanno rappresentato il nostro Club, con Giorgio e Francesco, due giovanissimi a fare da guida agli altri tra i quali spiccava la presenza di una new entry che dobbiamo dire....viaggia davvero spesso....complimenti VITO SERLENGA. Defezione all'ultimo momento per Andrea N. causa stato febbrile! Tutti in aereo con relativo pernottamento sotto la Mole. Appena allo stadio verso le 19 si dirigono a ritirare la busta dei biglietti. Uno scatto all'esterno della Sud per poi andare dentro a sistemarsi al solito posto con striscione grande e pezza in onore del nostro Andrea Leonetti, sempre presente con Noi (come si evince dalla foto gallery della partita). Un altra presenza al seguito della Juve è stata fatta. Oramai la nostra continuità, il nostro attaccamento, il nostro modo di intendere la vita di club, non fanno più notizia, siamo semplicemente diventati GRANDI a ben 12 anni dalla fondazione di questa meravigliosa realtà! Ne andiamo FIERI ED ORGOGLIOSI.  
Domenica è già campionato. Nemmeno il tempo di rifiatare che si ritorna in campo è si ritorna a mettersi in viaggio. Questa volta un auto si metterà in viaggio verso la lontanissima Torino per esserci anche contro il Bologna, perchè NOI ARRIVIAMO OVUNQUE, SEMPRE E COMUNQUE! Andiamoli a prendere!
JC ANDRIA: DA SEMPRE. PER SEMPRE: VOI ALTRI FATEVENE UNA RAGIONE
 

 
 
LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI
 
La cosa più brutta di sabato sera al San Paolo di Napoli, non è stata tanto la sconfitta della nostra Juventus contro i partenopei per 2-1, ma il vedere il settore ospiti ancora una volta desolatamente vuoto. Grazie alla nostra socia Chiara Abbasciano, che aveva già programmato da tempo un weekend li, da sue amiche del posto, siamo riusciti ad avere news in tempo reale dal capoluogo campano. Eccolo il settore ospiti nella foto articolo scattata da Chiara. Lei era guarda caso proprio di fronte, nel settore Distinti. Ha dovuto sopportare ed ascoltare di tutto. Non è stato facile per lei subire è non poter reagire, non poter sostenere la squadra! Del resto lei doveva essere con noi all’interno di quel settore che ancora una volta le autorità napoletane, prima della gara contro di noi, lo hanno puntualmente fatto diventare inagibile! Vergogna! Una commedia tutta napoletana! Per poter entrare allo stadio si è dovuta far acquistare un tagliando a nome di una sua amica residente li. Poi agli ingressi si sa come vanno i controlli…..W L’ITALIA…..dei divieti….delle tessere…etc. etc…ci fermiamo qui che è meglio! Tanti applausi a te Chiara, una delle nostre tante donne che con orgoglio e passione frequentano il nostro Club! Altro motivo di vanto per noi! Un applauso anche a coloro i quali sabato sera se non ci fosse stato l’ennesimo divieto li, ci sarebbero tranquillamente stati, come sempre facciamo da quando esiste il nostro club! Della partita cosa dobbiamo dirvi? Ennesimo primo tempo regalato agli avversari, ennesima formazione sbagliata da Allegri che sembra essere un allenatore nel pallone…..ennesima impostazione tattica sbagliata, sempre da lui! Chi se no? Peccato, perché come a Roma, appena la formazione è stata aggiustata in campo, la squadra ha iniziato a fare gioco, sfiorando anche qui il clamoroso pareggio. Peccato. Tanti punti persi che noi sentiamo di attribuire tutti all’allenatore, non alla sfortuna o agli infortuni! Deve darsi una regolata, o si sveglia oppure la Juve con noi tifosi non può più aspettarlo! Con questo però non pensiate che siamo abbattuti o depressi. In un campionato dove tutte le formazioni di livello stanno avendo i loro non pochi problemi, tranne le provinciali, noi continuiamo a sentirci tranquilli consapevoli che tutto deve ancora accadere, consapevoli delle difficoltà di questo campionato, consapevoli che il valore della nostra squadra continua ad essere ottimo nonostante i cambiamenti apportati. Tre vittorie di fila è ti ritrovi li in lotta per il titolo! Ma a noi andrebbe già benissimo ritrovarci tra le prime tre, non abbiamo certamente la necessità di puntare a rivincere il campionato dopo 4 anni da record! Vediamo piuttosto le altre cosa saranno capaci di fare. Ci è piaciuto ancora una volta Mario Lemina autore della rete della Juve. Non è Vidal certamente, ma ci sta davvero sorprendendo! Avanti Ragazzi! Piuttosto dobbiamo fare bene nel girone della Champions iniziato nel migliore dei modi a Manchester. Questa sera siamo chiamati a battere il Siviglia, una formazione quella iberica di tutto rispetto. Vincere significherebbe fare un enorme passo in avanti verso una qualificazione sicura agli ottavi di finale! Per questo motivo ora più che mai dobbiamo tutti stringerci intorno alla squadra, a prescindere da Allegri. I ragazzi hanno bisogno di noi, i ragazzi vanno caricati a mille. Oggi come domenica in campionato contro il Bologna! Tutti uniti supereremo brillantemente questo periodo difficile! Ne siamo convinti! Intanto noi rigiochiamo in Champions mentre ad altri non resta sempre il solito divano sopra il quale rosicare per non essere loro in questa competizione. Oggi tiferanno per l’ennesima squadra diversa. Che pena ci fanno. Pensare che tra questi ci sono anche quelli che alla quinta giornata pensavano si fosse già chiuso il campionato…..ahahahahahahahahahahaah! Contro il Siviglia come sempre presenti, a capitanare la truppa dei 9 soci ci sarà nuovamente il nostro caro Giorgio! NOI NON VI LASCEREMO MAI….COMBATTEREMO AL FIANCO A TE! I VERI TIFOSI NON SI ABBATTONO MAI! JC ANDRIA
 

 
 
DUE PASSI INDIETRO
 

Ultimamente stiamo prevedendo diverse cose….infatti nell’articolo precedente, quello di commento alla preziosa vittoria a Genova, vi avevamo detto di stare in guardia contro il Frosinone, dove quasi tutti si aspettavano una goleada della nostra Juve. Invece noi no, sapevamo che i ciociari sarebbero venuti a fare la partita della vita alla ricerca del loro primo storico punto in Serie A. E’ andata incredibilmente così, anche se in maniera molto beffarda e con molta sfortuna. Attenzione con questo non vogliamo assolutamente però negare che ci siano dei problemi nel gioco della Juve e soprattutto che gli avversari non abbiano fatto una buona prova. Anzi ci hanno lasciato giocare, sbagliare una infinità di gol, alcuni anche molto facili, per poi punirci alla fine della partita quando non avremmo nemmeno dovuto farli avvicinare alla nostra area di rigore. Invece siamo stati capaci anche di regalare loro un calcio d’angolo a tempo scaduto. Errore madornale. La palla in quei frangenti te la devi mangiare….1-1 il finale, con rete del nostro vantaggio di Zaza alla sua prima da titolare nella Juve. Peccato aver sprecato una occasione ghiotta che ci avrebbe permesso di metterci a centro classifica e di recuperare due punti almeno su Roma e Napoli. Dopo cinque giornate abbiamo appena 5 punti, chi lo avrebbe mai immaginato. Che sarebbe stato un anno difficile quello lo si sapeva, visti i numerosi cambi in formazione, ma di ritrovarci in questa situazione assolutamente no. Non riusciamo più a vincere in casa in quello che è stato sin qui, dal giorno dell’inaugurazione il nostro autentico fortino di guerra. Dove non passava l’avversario, dove chi entrava ne doveva uscire sempre con le ossa rotte. Invece quest’anno tutte le tre formazioni arrivate, hanno portato a casa i punti. Che come sempre accade nella vita dopo tanta salita e tanta gloria ci sia poi sempre un periodo di discesa questo è scontato, del resto abbiamo dominato la scena per quattro stagioni è ne siamo soddisfatti, quindi non ci preoccuperebbe minimamente un anno di non vittoria del campionato, ma vorremmo di qui alla fine poter almeno lottare per il titolo. Dato che noi però siamo gente tosta, che difficilmente si arrende, vi diciamo che siamo pronti alla battaglia che ci attende per recuperare questo enorme distacco che si è creato dalla prima in classifica. Il nostro sarà un SOSTEGNO ad OLTRANZA, un sostegno fatto di incredibile passione che difficilmente lo si trova altrove. Del resto per chi come noi è passato dall’infero della Serie B, dagli anni bui dei settimi posti, dagli anni senza disputare le coppe europee, questo momento lo viviamo con assoluta tranquillità consapevoli della forza della squadra che appena inizierà a carburare definitivamente difficilmente si fermerà. CREDIAMOCI TUTTI ASSIEME. FINO ALLA FINE.

Comunque della partita contro il Frosinone vi diciamo che il primo tempo è stato inguardabile. Ancora una volta le scelte dell’allenatore riteniamo che siano stato assolutamente sbagliate. Altro cambio di uomini, alcuni non schierati in modo inspiegabile ed il risultato lo si è visto tutto. Caro Allegri non trova che perseverare da parte sua sia un tantino diabolico?

Nella ripresa è poi corso ai ripari con la squadra che ha iniziato finalmente a giocare, trovando la rete del vantaggio e sprecando tante occasioni prima di essere puniti proprio da un calciatore fortemente gobbo, un grande tifoso della Juve. Come è strana la vita….

A Torino per Juventus – Frosinone siamo riusciti ad esserci, nonostante la gara si giocasse di mercoledì. Ma noi arriviamo sempre e dappertutto, pur tra mille difficoltà alle volte. Francesco Figliolia è stato questa volta il nostro “giovane” a rappresentarci. Partito in aereo con sosta notturna a Torino ovviamente. Ma sorpresa nella sorpresa……..alle 19,00 circa il nostro Segretario Fabio riceve una telefonata da parte del nostro Presidente Francesco Nicolamarino, il quale chiede se il suo abbonamento fosse disponibile è non ceduto per questa gara a nessuno….Risposta positiva. Lui si trovava per altri impegni in zona Milano è non era prevista una sua possibilità di presenza a Toreino, ma il richiamo per la Vecchia Signora era troppo grande. Ha fatto il diavolo a quattro pur di liberarsi in tempo è riuscire a partire per Torino. Corsa in autostrada e arrivo allo Stadium “in borghese” e senza sciarpa come da foto inserita nella gallery della partita. Alle 20,40 è dentro e raggiunge alla nostra postazione l’altro socio presente. La pezza ANDRIA 2003,  questa volta non lo striscione grosso, vista la minima presenza è stata esposta al bocchettone sempre al fianco di quella dedicata al nostro ANDREA (foto articolo). Per noi è importante sempre il motto: ESSERCI NON APPARIRE. Ed ancora una volta ci siamo stati tra i complimenti degli amici settentrionali che si sono intrattenuti a parlare con il nostro Presidente a fine primo tempo.  Finita la gara, tolte le pezze, i nostri si sono recati in albergo per poi all’indomani far rientro ad Andria. Grande Presidente, ancora una volta sei stato capace di sorprenderci. Quando il gioco si fa duro….è inutile “i duri entrano sempre in gioco”!

TRASFERTA A NAPOLI

Per il secondo anno di fila, la trasferta a Napoli ci è stata vietata. Questo assurdo teatrino avviene sempre e soltanto nella città partenopea. Puntualmente quando li deve andare a giocare la Vecchia Signora, subentrano problemi di inadeguatezza dell’impianto, di mal funzionamento degli apparati di sorveglianza e tanto altro ancora. Ma possibile che se uno stadio non sia a norma questi debbano giocare li in quell’impianto? Ma che lo chiudessero una volta per tutte. Perché al Cagliari per due stagioni non è stata concessa l’autorizzazione facendogli sbattere in giro per l’Italia? Assurdo. Ma non ci meravigliamo. Li a Napoli è un mondo a parte. Guarda caso però sempre con noi, che siamo la tifoseria che porta a riempire sempre il settore ospiti, incurante della pericolosità della trasferta, mentre le altre squadre si presentano al massimo con un centinaio di unità…..al massimo! Non ci vogliono, non sono in grado di gestire l’ordine pubblico o se lo fanno è sempre stata fatta repressione nei nostri confronti con trattamenti al limite della decenza! Ma per la Lega calcio questo è tutto normale, per le autorità pure. W l’ITALIA!

Noi come sempre eravamo pronti a partire, avevamo 12 prenotazioni, ma che poi abbiamo bloccato già due settimane fa, quando si iniziò nuovamente a parlare del divieto di trasferta che ribadiamo devono RESTARE LIBERE! Peccato questa resta per noi la TRASFERTA con la T maiuscola! Speriamo un giorno di poterci ritornare! Imboscata tra il pubblico di casa….avremo comunque la nostra socia a dir poco pazza, Chiara. Lei sarebbe venuta con noi nel settore ospiti, ma avendo programmato da tempo un weekend in zona con sue amiche del posto ha deciso di andarci con loro da infiltrata. Attenta Chiara, li non guardano in faccia a nessuno…..ovviamente in tempo reale ci inviera’ delle foto dal San Paolo.

A noi tutti non ci resta che seguire la Juve dal nostro covo. Vi aspettiamo numerosi e carichi a mille.

JUVENTUS CLUB ANDRIA ESSERE….NON APPARIRE

 

 
 
INIZIATA LA RINCORSA
 

Dopo la splendida prestazione fornita dalla Juventus in Champions League a Manchester, ci si attendeva un'altra bella prestazione in campionato per iniziare la rincorsa alle prime posizioni già abbastanza distanti. Così è stato. La Juventus ha vinto per 2-0 a Genova su di un campo, quello del Genoa, che per noi non è mai stato facile. Non è stata, diciamo tutta la verità, una gran bella prestazione, quella fornita dai nostri giocatori, ma domenica pomeriggio contava soltanto vincere. La Juventus non ha comunque mai subito il gioco del Genoa, che tra l'altro non è mai arrivato alla conclusione verso la porta difesa dal nostro portierone Gigi Buffon. Merito sicuramente anche della ritrovata solidità difensiva della nostra squadra è di un buon filtro fatto a centrocampo. C’è sicuramente però ancora tanto da fare e da lavorare. Dobbiamo avere pazienza e nel frattempo se arrivassero anche delle vittorie pur non giocando bene, tutto andrebbe bene. Peccato per i continui infortuni che stanno tartassando la squadra. In ogni partita siamo sempre costretti a rivedere l’assetto tattico è questo certamente non giova alla nostra Juve che deve invece ancora completare l’assemblaggio dei nuovi innesti. Piuttosto non vorremmo che si trattasse di un problema di preparazione, che a nostro avviso in questa stagione è partita troppo in ritardo, causa la finale Champions giocata soltanto il 6 giugno scorso. Ma noi restiamo sempre positivi e convinti che questa Juve abbia delle enormi potenzialità è che il ricambio avvenuto sia stato operato in maniera del tutto corretta. Se così fosse, ma lo dirà soltanto il campo, crediamo che questa Juve potrà continuare a vincere ancora per altri anni! NOI CI CREDIAMO ad iniziare da questa sera quando in campo allo Stadium la Juve affronterà il Frosinone per cercare la prima affermazione casalinga stagionale, prima di recarsi nella difficile tana napoletana sabato sera prossimo (dove forse ci sarà il divieto di trasferta per noi juventini)! Non sarà semplice affrontare i ciociari che non hanno fatto ancora un punto e che sicuramente verranno a Torino a fare la partita della vita per cercare il primo storico punto in serie A. Quindi niente distrazioni se vogliamo continuare a risalire la classifica. Gli scudetti si vincono proprio non perdendo punti in queste gare qui. Seconda sfida della storia contro il Frosinone a Torino dopo la prima clamorosa giocata nell’anno della Serie B. Ricordi che con grande orgoglio noi mai cancelleremo. Noi c’eravamo allora, ci siamo ancora oggi, a dispetto di tantissimi tifosi occasionali, venuti fuori soltanto quando la juve è tornata a vincere nel nuovissimo stadio! Troppo facile!

Della prestazione fornita a Genova ci è piaciuto ancora una volta Cuadrado, autore di un'altra bella partita, sicuramente il più in forma di questo inizio di stagione.  Pogba, continua a salire di tono, segnando una quasi doppietta a Marassi, visto il calcio di rigore che ha messo al sicuro il risultato e il tiro da cui è poi scaturito il ping pong della prima rete, con la deviazione finale “beffarda” del portiere genoano! Esordio stagionale per l’altro neo acquisto Mario Lemina, una prova più che sufficiente la sua che ha lasciato intravedere della personalità e delle capacità che potrebbero darci in futuro un sicuro punto di riferimento a centrocampo.

A Genova pur se tra mille difficoltà economiche, siamo riusciti ancora una volta ad esserci. Non è mai facile organizzare questa lunghissima trasferta, che ha per noi la stessa distanza da Torino. In auto, assieme agli amici del gruppo Bassa Valle i nostri “giovanissimi” con a capo Giorgio Nicolamarino (ancora una volta sono state le nuove leve a rappresentarci come già accaduto a Manchester) sono giunti sino al parcheggio predisposto come sempre al parcheggio della Fiera di Genova al Porto Vecchio. Di li a bordo di “circolari locali” hanno raggiunto lo stadio Marassi attraversando le strade di Genova e facendo un caos indescrivibile sul bus con a bordo il Gruppo Tradizione. Appena dentro si sono sistemati come da foto articolo al secondo livello sulla balaustra subito dietro quella principale, occupata dai NAB e dal NUCLEO, venendo spesso “pizzicati” dalle telecamere di Sky e Mediaset. Ovviamente fianco a fianco del Gruppo Bassa Valle, con i quali i nostri hanno trascorso l’intera partita. Immancabile la pezza per il nostro ANDREA che in questa stagione sarà sempre al nostro fianco in ogni viaggio. A Genova l’esordio stagionale della "pezza" ANDRIA 2003, che come sempre facciamo nel mese dell’anniversario dalla fondazione del club, portiamo in giro con noi!

Quest’anno sono 12 gli anni di attività! LUNGA VITA A NOI. Nella foto gallery alcune foto della trasferta genoana.

Anche contro il Frosinone questa sera, noi ci saremo, anche qui a rappresentarci saranno nuove leve, con questa volta a capo dei 4 soci presenti Francesco Figliolia, un altro giovanissimo e nuovo socio!  La vecchia guardia inizia a perdere i colpi per svariati problemi personali, ma è sempre li, pronta a rimettersi in moto quando necessario. Il nostro ricambio generazionale ha appena avuto inizio! AVANTI JC ANDRIA. SEMPRE, OVUNQUE E COMUNQUE!

p.s. c’è chi ha vinto e festeggiato sul CAMPO quattro scudetti consecutivi, c’è chi invece “festeggia” per 4 vittorie consecutive…..eh so soddisfazioni……ahahahahahaha! #psciatiur

JC ANDRIA: PASSIONE & MENTALITA’

 

 
 
E' TORNATA LA JUVENTUS
 
La JUVENTUS ha espugnato il campo del Manchester City per 2-1. Impresa epica che rievoca vecchie vittorie li oltre manica. Lo sapevamo e ve lo avevamo anche scritto, gli ingredienti di questa squadra sono ottimi, bisognava soltanto saperli amalgamare al meglio. A Manchester sponda City, ci è stata servita in tavola un ottima Juventus, quella che abbiamo sempre ammirato nel corso di questi ultimi 4 anni. Poi se la prestazione maiuscola la riesci a fare in Champions sul campo della squadra più ricca d'Europa, bene allora vuol dire che la mentalità europea della squadra grazie anche alla splendida cavalcata della passata stagione, sia adesso quella giusta che ti permetterà di andare a giocare ovunque per vincere. E' chiaro ed evidente che la Juve punterà, dopo l'amarezza di Berlino, a cercare di ripetere quel percorso che potrebbe condurci nella città piu' gobba d'Italia: MILANO......immaginate? quelli vorranno morire........ahahahaha. Ma non facciamo voli pindarici, non è nel nostro costume, abbiamo soltanto messo il primo mattoncino nel girone D. Vediamo di mettere al più presto anche gli altri. Che splendida partita che abbiamo giocato in Inghilterra dove non si vinceva da una vita. Andare sotto di un gol, non scomporsi, continuando ad imporre il proprio gioco, poi una volta pervenuti al pareggio, grazie a Mandzukic, magari pensi, adesso ci si accontenterà? invece no, la Juve ha continuato a spingere pervenendo poi alla splendida rete del vantaggio con Alvaro Morata, un fenomeno. Ma questo lo sapevamo già. Quello che stiamo invece apprezzando è la panchina che possiamo permetterci.....chi entra adesso è in grado di saper dare una svolta. Abbiamo finalmente una panchina da top club. Senza contare tutti i giocatori che abbiamo fuori per infortunio soprattutto a centrocampo. Marchisio e Khedira su tutti. 
Pogba ha finalmente iniziato a fare quello che tutti ci si aspetta da lui in questa stagione. Mentre Cuadrado ci sembra davvero un fenomeno su quella fascia. Ma lo trovi a tutto campo. Acquisto davvero indovinato. Poi la garanzia dei vecchi, della nostra difesa di ferro, con il nostro Capitano ancora una volta #sangigibuffon!
Che prestazione. E' inutile il miglior portiere al mondo e' nella nostra squadra. Spettacolare la sua prestazione. Avanti Ragazzi, noi saremo sempre con Voi, nel bene e nel male. 
Adesso passata la sbornia da Champions League, quella che altri possono soltanto guardare in tv, gufando e rosicando, ci dobbiamo immediatamente rituffare nel campionato dove abbiamo una missione da compiere. Iniziare a vincere anche li per rimetterci subito nelle prime posizioni e di li capire la fattibilità di poter nuovamente puntare al primo posto. Dopo quattro campionati di fila vinti, battendo ogni record, è lecito che la squadra magari si rilassi un tantino, soprattutto se hai cambiato diverse pedine fondamentali, ma siamo certi che la fame dei tanti nuovi sarà fondamentale per poter anche in questa stagione provare a compiere un altra impresa. Noi ci crediamo, loro in campo anche. Pertanto da Genova domenica prossima, ci aspettiamo la stessa rabbia agonistica di Manchester. Vincere anche al Marassi significherà molto per noi e per le avversarie che forse troppo frettolosamente ci avevano già archiviati come bolliti.......Preparatevi, che se vi prendiamo, vi "pisciamo" in testa è c'è ne andiamo. Occhio!. Spiegarlo ai poveri sfigati prescritti non è semplice. A quelli va fatta la "O" con il bicchiere, talmente sono tonti. Ma si può festeggiare a settembre un campionato che pensano già di aver vinto? Booohhhh, ma il 5 maggio non vi ha insegnato proprio niente? Allora ben venga un altra stagione così.......magari......
La nostra trasferta a Manchester è stata fatta da 6 soci, un veterano Vincenzo Suriano, uno dei giovani più d'esperienza, Vincenzo Leone, con quattro nuovi e giovanissimi soci al loro primo anno di iscrizione (eccoli nella foto articolo, tutti assieme sotto lo stadio, con la pezza per il nostro Andrea). Insomma una squadra insolita ma a dimostrazione che siamo una grande famiglia. La vecchia guardia tutta a casa, questa volta.Partiti da Bari, hanno fatto tappa a Londra il lunedì sera, approfittando per un giro notturno nella splendida metropoli londinese. Poi al martedì tutti in treno verso Manchester dove sono arrivati nel primo pomeriggio. Subito hanno ritirato i biglietti dalla società, per poi dirigersi in centro a farsi una bella mangiata ed una bella bevuta di birra. Alle 18,30 sono già fuori lo stadio. Giro nello store del City, nell'attesa che arrivassero i nostri inseparabili amici del Gruppo Bassa Valle. Poi tutti dentro, in terza fila, dietro il Gruppo Tradizione all'altezza della bandierina del calcio d'angolo a stretto contatto con i tifosi di casa. Tengono a mano la pezza in perfetto "stile inglese". Si fanno notare spesso. Grandi ragazzi. Siete stati il nostro orgoglio. Dopo la gara classica foto di rito assieme ai ragazzi di Bassa Valle, con i quali poi sono andati in centro per un altra birra. Poi tutti a nanna, visto che Manchester è una città prettamente industriale che non offre tanto.....Al mattino presto treno all'alba nuovamente verso London. Poi corsa in Aeroporto a Stansted per il volo diretto verso Bari dove arrivano alle 20,30 di mercoledi' sera. Un altra trasferta europea è stata archiviata. Siamo contenti per i nostri nuovi giovani che abbiano potuto godere di questa prima soddisfazione alla loro prima trasferta in Europa. 
Adesso si va Genova, ci saremo anche li come sempre grazie ad Andrea e Giorgio. 
LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI!

TESSERAMENTO AL CLUB
Vi avevamo lasciato con le 250 tessere sottoscritte, bene tempo soli due giorni, che abbiamo sfondato anche il tetto delle 300 tessere martedì sera contro il Manchester City. Un entusiasmo, una passione incredibile. Mai a metà settembre potevamo già contare tutti questi tesserati. Forza ragazzi, vi aspettiamo sempre più numerosi.
JC ANDRIA: VIVI LA TUA PASSIONE ALLO STATO PURO

p.s. da segnalare la presenza del nostro Fabio in questi giorni nella Bassa Valle d'Aosta, nel territorio dei nostri grandi amici. Oramai è a tutti gli effetti un cittadino onorario di quella terra, trattato come un fratello. Nella foto gallery di Manchester anche alcune foto della sua presenza li, dove ha visto la partita nel loro covo. 
 

 
 
LA JUVE NON DECOLLA. IL NOSTRO CLUB SI!
 
Prima di commentarvi della partita contro il Chievo, vogliamo portarvi a conoscenza dell'andamento del tesseramento al nostro club in questa nuova stagione. Un vero e proprio boom che sinceramente non ci aspettavamo dopo la "delusione" della finale Champions persa a Berlino. Invece no, noi siamo gente temprata, noi siamo gente dura a morire, noi siamo gente seria che trasmettiamo passione allo stato puro, noi siamo gente passata anche dalla Serie B, capaci allora di annoverare oltre 400 soci! Dopo la gara casalinga contro il Chievo Verona, siamo riusciti a sfondare anche il tetto delle 250 tessere. 253 per la precisione. Siamo già oltre il 50 % delle tessere sottoscritte nello scorso anno a ben 4 mesi dalla chiusura del tesseramento. Insomma diciamo che siamo davvero a buon punto, anzi se dovesse continuare così, potremmo davvero sperare in risultati decisamente incredibili. Forza ragazzi, noi vi aspettiamo numerosi per continuare assieme questa bella avventura intrapresa quasi 12 anni fa, noi vi aspettiamo numerosi per continuare a far crescere questa grande famiglia gobba di Andria. La serietà e quello che da anni facciamo, alla fine paga è noi lo sapevamo! La costanza con la quale seguiamo da sempre la Juventus, il clima che si respira all'interno del nostro club sono tutti fattori che ne determinano questi risultati. Del resto se per una terza giornata di campionato, giocata tra l'altro di sabato sera contro il Chievo Verona, vedi il Club pienissimo e ribollente di passione, allora possiamo davvero essere orgogliosi di noi. Purtroppo però tutta questa passione, tutto questo entusiasmo che ci mettiamo, ancora una volta non sono stati ripagati dalla nostra squadra che in campo ha fornito un altra prestazione che inizia a lasciarci giustamente, un tantino preoccupati per il futuro. Da questa gara ci aspettavamo il vero inizio della nuova stagione per la nostra Juve, ma ancora una volta tanti equivoci tattici, tanto individualismo, nessuna azione corale, nessun gioco, solo tanta confusione. Però, c'è sempre un però.....la gara di ieri ci ha fatto capire una cosa importante. Gli ingredienti che ci sono, sono davvero ottimi, ma sta al "cuoco" in panchina, riuscire a servire in tavola una pietanza gustosa e prelibata al posto del "minestrone" servitoci ieri! Il Chievo ha disputato una partita a dir poco bella. Una squadra ordinata, mai timorosa, che ha affrontato la Juve con la giusta preoccupazione ma con la consapevolezza di non partire battuti. Alla fine hanno meritato il pareggio che è stato il risultato più giusto, 1-1 il finale di gara. Di Dybala la rete del pareggio bianconero su calcio di rigore procurato da un ottimo Cuadrado tenuto ancora una volta in panchina, ed appena entrato capace subito di cambiare la storia della partita. Anche Hernanes ed Alex Sandro hanno dimostrato di essere dei "pezzi da 90". Forza ragazzi, restiamo tutti uniti, sosteniamo la squadra, pur restando molto perplessi della nostra guida in panchina.....ma lo eravamo sin dallo scorso anno, del resto lo si sa che noi non siamo mai stati teneri con lui, ma lo sopportiamo è lo abbiamo anche "ringraziato" per la passata stagione, ma il nostro pensiero resta sempre quello iniziale! Tempo per recuperare c'è ne, ma non abbastanza. Si sa che le partenze di campionato così a rilento rischiano di comprometterti la corsa al titolo. Ma restiamo positivi! Sempre, ovunque e comunque Fino alla Fine Forza Juventus!
Vedere la nostra CURVA SUD desolatamente vuota contro il Chievo è stato per noi come per tutti quelli che come noi occupano ogni domenica quei gradoni, una cosa tristissima, un pugno al cuore. Mai più. Non è con questi assurdi divieti che si risolvono i problemi. Ripetiamo MAI PIU'!.  
Ora testa al Manchester City per l'esordio stagionale in Champions League. Una sfida durissima di un girone altrettanto duro. Ma noi siamo la Juve è dobbiamo scendere in campo per cercare di superare chiunque. Martedì li nel Nord dell'Inghilterra, nella "industriale" Manchester 6 dei nostri soci saranno li a rappresentare il nostro Club. Ben 4 dei sei soci che partono sono nuovi iscritti, questo ci riempie d'orgoglio. Significa che la gente si iscrive per quello che noi vogliamo che facciano....viaggiare....viaggiare e viaggiare....seguire la Juve in ogni dove. Questa è l'unica cosa che conta. Forza ragazzi sarete tutti noi li a 2.500 km da Andria. E' la nostra seconda volta in quello stadio!AVANTI JUVE....AVANTI JC ANDRIA
Domenica prossima poi sarà nuovamente campionato: destinazione Marassi di Genova sponda rossoblu. Noi ci saremo, in aereo poi macchina assieme agli amici della Bassa Valle, come sempre! LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI! 
RESTEREMO.....RESTEREMO....RESTEREMO IN SERIE A......ah ah ah ah ah ah ah ah ah
L'UMORISMO E LA MENTALITA' NON VI APPARTENGONO! PSCIATIUR! 
"ANDREA CON NOI"
 

 
 
RESTEREMO….IN SERIE A
 

Dal titolo “umoristico” del nostro articolo, capirete sicuramente il nostro stato d’animo dopo la seconda sconfitta della Juventus in sole due giornate di campionato. 2-1 il finale per la Roma all’Olimpico. Ma nella vita da tifoso, bisogna saper provare di tutto. Anche lo stare a zero punti in classifica dopo due giornate di campionato. Mai accaduto nella storia della nostra Juventus. Se qualcuno pensa che noi gobbi andriesi siamo preoccupati….si sbaglia di grosso. Possiamo con assoluta tranquillità dirvi che lotteremo con le unghie per RESTARE IN SERIE A!

Scherzi a parte, la Juve è in un momento particolare della sua preparazione e condizione fisica. Il ritardo con cui è partito il ritiro, il doversi far subito trovare pronti per la Supercoppa Italiana, sono tutti fattori ed elementi da non sottovalutare. Gli infortuni e la rosa non ancora al completo hanno fatto il resto. Adesso il calcio mercato si è finalmente concluso. Ci aspettavamo qualcosa di diverso negli ultimi giorni ed invece sono arrivati un giovane di prospettiva, Lemina dal Marsiglia è clamorosamente Hernanes dai prescritti. Lo ripuliranno a dovere in quel di Vinovo per toglierli di dosso tutta quella merda che ha dovuto ingoiare per mesi. La rosa adesso lo possiamo dire è al completo. La Juve avrà bisogno di qualche altra partita per ritrovare una condizione fisica eccellente e soprattutto una sua ben precisa identità in campo. Quando cambi diverse pedine è sempre così. Tutto cio’ in premessa però, non vuol essere una giustificazione per la squadra e l’allenatore, anzi a quest’ultimo ci verrebbe da  dire…..SVEGLIAAAAAA, il tempo degli esperimenti è già concluso! Siamo però certi che con l’inserimento dei nuovi sulle fasce, Alex Sandro e Cuadrado, con l’inserimento a centrocampo di Hernanes, con il ritorno di Marchisio e Morata e con la crescita graduale del fenomeno Dybala, questa Juve non solo sarà in grado di recuperare sulle avversarie partite meglio, ma saprà riconfermarsi come la vera squadra da battere. A nostro avviso abbiamo la miglior panchina del campionato. Ed è quello che in una stagione fa la differenza. Del resto a Roma la Juve ancora troppo condizionata dalle assenze e dall’arrivo dei nuovi non ha potuto schierare una formazione all’altezza. Sembravamo troppo brutti per essere veri. Tanti gli equivoci tattici e l’indecisione di molti giocatori. Abbiamo subito troppo il gioco della Roma. Ma poi in dieci uomini e per soli dieci minuti, la Juve è sembrata tornare quella solita. Aggressiva, lucida e determinata. Abbiamo rischiato di portare a casa un pareggio incredibile se non fosse stato per il portiere giallorosso che ha parato un colpo di testa ravvicinato di Bonucci. La palla ci era sembrata già dentro! Di Dybala la rete della bandiera juventina. Pogba è apparso palesemente fuori condizione. Ora la sosta servirà per mettere benzina nelle gambe di chi resta a Vinovo e comunque per iniziare ad inquadrare quella che sarà la formazione base! FORZA RAGAZZI, NOI SIAMO SEMPRE CON VOI! Del resto mica un campionato può essere vinto sempre con 17/18 punti di vantaggio. E’ anche bello tornare a soffrire, a rincorrere e magari a vincerlo anche di un solo punto all’ultima curva come il  5 MAGGIO no?

La nostra trasferta romana è sembrata più una gita per i sette soci partiti con uno Scudo da Andria. Fabio Attimonelli, Massimo Matera, Michele Losito con suo figlio Manuel, Benedetto Abbasciano, Sante Tricarico e Gaetano Maddalena ci hanno rappresentato nella sempre difficile trasferta contro la Roma. Tutti “casual” come sempre quando si viaggia in pochi, in pantaloncini per via del caldo afoso, traffico pesante ed una sola sosta in autogrill. Giungono a Roma Nord alle 14 in punto proprio assieme agli amici del Gruppo Tradizione. Se si fossero dati un appuntamento non si sarebbero trovati così puntuali. Baci ed abbracci alla discesa dai rispettivi mezzi, con Fabio che durante il tragitto si era già sentito più volte con Umberto. Parcheggiati i mezzi, hanno atteso l’arrivo del Gruppo Massa dove a bordo c’erano anche i ragazzi di Bassa Valle ed Aosta. Con loro tutti assieme sono andati allo stadio nel primo blocco di scorta. Giungono all’Olimpico poco dopo le 16. Tanti controlli, persino nelle scarpe….sembrava di essere in Aeroporto. Poi entrano dentro, danno una mano ai gruppi in basso ad appendere gli striscioni per poi posizionarsi nella solita balconata centrale del settore ospiti all’Olimpico assieme a Bassa Valle, Massa e al Gruppo Roma appendendo le pezze ANDRIA PRESENTE e ANDREA CON NOI (come da foto articolo)  Un saluto a Matteo e Simone dei BV, a Paola del GM e Carlo e Luca del GR! Da li anche i nostri coordinano i cori per la parte centrale e alta del settore. Bellissimo il coro lanciato da Fabio e Massimo in un momento di silenzio…..nel pre-gara…..NON VINCETE MAI….NON VINCETE MAI…rivolto ai romanisti…..davvero possente! Tutti carichi. Bel tifo il nostro che solidarizza con la protesta dei romanisti (giustissima) restando anche noi in silenzio per oltre mezz’ora. Ad inizio gara bellissimo lo striscione realizzato dal Gruppo Tradizione in onore di PEPPONE lo storico leader dei CUCS giallorossi morto ad inizio agosto. Applausi a scena aperta da  parte dei tifosi romanisti. Bella cosa. La partita non va bene per i nostri in campo, ma noi continuiamo a sostenere è a fare delle “manate” incredibili…..cori possenti. Bella giornata insomma sugli spalti, molto meno in campo. Noi ci siamo in pratica la Juve no. Per questo a fine gara i giocatori con Buffon e Bonucci in testa vengono a ringraziarci mentre noi li carichiamo a mille….con il coro…..SIAMO SEMPRE CON VOI….NON VI LASCEREMO MAI!

Finisce la gara, stranamente si esce molto prima rispetto al solito. Una sosta per cenare ad un self service in autogrill per poi alle 2,30 della notte arrivare già a casa, orgogliosissimi di aver ricominciato a girare per la Juve. Troppo bello.

Da segnalare una loro intervista audio che si sono fatti e che hanno poi girato nella chat del Club per caricare tutto il gruppo! VI VOGLIAMO COSI!

Adesso la pausa per la Nazionale di Antonio Conte al quale mandiamo sempre un grosso in bocca al lupo. Si riprenderà con il difficile TESTA CODA che ci vedrà opposti alla capolista CHIEVO! Gara difficilissima. Se vogliamo restare in Serie A, dovremo battere anche la capolista! FORZA RAGAZZI che la stagione è appena iniziata ed agosto sta terminando e gli ombrelloni stanno per chiudersi.

JC ANDRIA: LA PASSIONE ALLO STATO PURO

 

P.S. IL TESSERAMENTO PROCEDE A GONFIE VELE.  DOMENICA ABBIAMO SFONDATO IL TETTO DELLE 200 TESSERE SOTTOSCRITTE. CHI LO AVREBBE MAI IMMAGINATO UN AGOSTO COSI’! ZERO PUNTI IN CLASSIFICA E TANTISSIME TESSERE GIA’ SOTTOSCRITTE!

AVANTI JC ANDRIA. Vediamo di confermarci su questi livelli anche a Settembre.

VI ASPETTIAMO NUMEROSI!

 

 

 
 
RIPRENDE IL NOSTRO TOUR IN EUROPA
 
Mentre si susseguono freneticamente le trattative di questi ultimi giorni di calcio mercato, che abbiamo la forte sensazione, riserveranno a noi tifosi juventini, incredibili sorprese, ecco giungere i tanto attesi sorteggi dei gironi della Champions, quella competizione che riesce a mandarti in ansia, che riesce a farti battere il cuore forte dall'emozione. Rieccoci li tutti collegati, tutti in chat pronti a commentare subito i sorteggi che si stavano consumando in quel di Montecarlo e soprattutto subito pronti a smanettare in rete alla ricerca di voli economici, di combinazioni convenienti pur di esserci al fianco della Juve in ogni angolo del Vecchio Continente. La Juventus è stata inserita nel Gruppo D, forse il più duro di tutti, ma questa non deve essere una scusante. Noi siamo la Juve è dobbiamo, se vogliamo nuovamente arrivare in fondo, essere capaci di affrontare qualsiasi ostacolo. Diciamola tutta, ci aspettavamo ben altro, c'erano trasferte molto "calde" che avremmo volentieri voluto provare ma dobbiamo invece accontentarci di tornare a Manchester.....nuovamente sponda City, dove già siamo stati in Europa League nel settembre del 2010! In Inghilterra ci recheremo il 15 settembre prossimo. Siamo già alla ricerca di qualche volo pur di esserci li, ma la data troppo ravvicinata, le combinazioni ed i prezzi non aiutano. Vedremo nelle prossime ore e contatteremo chi ha manifestato la volontà di volerci andare. Il 3 di novembre invece si ritorna in Germania questa volta in casa del Borussia Moenchenglandbach già affrontati dalla Juve nel lontano 1975. Per noi ovviamente si tratterà della nostra prima trasferta "nel Basso Reno", che quindi come tutte le prime volte ti incuriosisce.   All'Immacolata invece, l'8 dicembre ci recheremo in casa del Siviglia, squadra mai affrontata dalla Juventus in una competizione ufficiale, trasferta dunque anche questa nuova, in Andalusia, regione di una Spagna che affascina sempre. Anche per queste altre due trasferte siamo già alla ricerca di combinazioni aeree che possano soddisfare tutti. Per noi il sogno ricomincia, per noi le gare che contano ritorneranno ad occupare le nostre menti ed i nostri cuori per le milanesi invece il sorteggio è stato avaro.....l'una contro il BIM BUM BAM....SAI CHE SODDISFAZIONI.....mentre per l'altra contro MR. BEE..N per continuare a ridere....
Torniamo a parlare di fatti seri. Ovviamente sono già aperte le prenotazioni per le tre gare casalinghe di Champions, ricordando anche a tutti che per poter usufruire del servizio di biglietteria tramite il Centro Coordinamento Club Doc, bisognerà essere affiliati entro il mese precedente della gara a cui si vuole assistere. Pertanto affrettatevi ad iscrivervi al Club. 
Nel frattempo dobbiamo segnalare numeri da RECORD per questo avvio di tesseramento che ci vede già con 187 iscrizioni effettuate. Un agosto davvero incredibile. Mai nella nostra storia di club eravamo partiti così forte. Se questo trend dovesse confermarsi anche nei prossimi mesi potremo davvero sperare di raggiungere un numero di tessere ben più alto di quello della passata stagione. AVANTI JC ANDRIA.
CIAO SILVANO
Nel mentre si scriveva questo articolo ci è anche giunta la dolorosa e triste notizia della morte del caro SILVANO CANNONE, un ragazzo davvero dal cuore d'oro, tifoso juventino e cugino di un nostro socio storico, Vito Fiandanese. Lui per un periodo ha frequentato il nostro Club. Purtroppo la prima malattia lo aveva costretto ad allontanarsi. Poi la vita ha deciso di essere con lui davvero crudele. Un male incurabile lo ha portato via dai suoi cari. Un ragazzo davvero sfortunato ma che lascerà in tutti i suoi cari ed i suoi amici, tanti insegnamenti e tanti bei ricordi. Noi lo ricordiamo in un viaggio in mini bus che fece con noi in una trasferta a Siena. Era felicissimo di poter seguire dal vivo la sua Juve, sperava di risolvere i suoi problemi con la vista, ma non è stato così. Riposa in pace Silvano, da lassù ne siamo certi continuerai a seguire le tue passioni calcistiche!
JC ANDRIA 
 

 
 
FALSA PARTENZA MA....KEEP CALM
 
Finalmente. Non ne potevamo più di stare senza della nostra Juve. Finalmente è ripartito il campionato della nostra amata JUVENTUS, finalmente noi abbiamo ripreso a girare...per lo stivale intero....su e giù....
Abbiamo ricominciato con la prima trasferta a Torino, la prima di tantissime sotto la Mole. Ci siamo presentati in 25 per questa prima di campionato contro l'Udinese, complice anche il concomitante Memorial Lomuscio giocato una ottantina di km più in su! Del Memorial vi abbiamo raccontato tutto, adesso vi raccontiamo della prima trasferta di questa nuova stagione. Fatta una "chiassosa" colazione nell'unico bar di Lillianes con i nostri amici del Gruppo Bassa Valle, alle 11, saltata la gita, causa cattivo tempo, che ci avrebbe condotto a Gressoney ai piedi del Monte Rosa, siamo partiti verso "casa nostra", lo JUVENTUS STADIUM in anticipo. Alle 13,00 eravamo già sotto la Sud e parcheggiato il mini bus, ci siamo diretti alla solita nostra trattoria di fiducia dove, su due tavolate, ci siamo disposti per pranzare. Solite penne all'arrabbiata, specialità della casa per tutti e tanta birra come sempre...Poi tra chi andava nello Juve Store e chi al Bar a salutare gli amici del Gruppo Tradizione, si attendeva l'orario di ingresso allo stadio alle 16,45. Qui i primi problemi di stagione, con tessere del tifoso non funzionanti, abbonamenti non attivi, seppur regolarmente pagati, cambi nomi non registrati, insomma chi più ne ha più ne metta. in 5 dei nostri hanno problemi, con Fabio che si affanna ad andare avanti e indietro sotto l'acqua alla ricerca di "amicizie utili alla causa". Pensate  Tommy Moscatelli, l'ultimo ad entrare, lo fa soltanto alle 18 a partita oramai iniziata da qualche minuto. Dobbiamo ringraziare il grande Umberto, una grande persona, un grande amico! Tutti dentro siamo come sempre posizionati a sinistra nella Sud, al bocchettone dove posizioniamo la pezza per il nostro ANDREA e lo striscione del Club  (foto articolo scattata durante la partita), al fianco degli amici della Sezione Tradizione di Giulianova con i quali scambiamo "due chiacchiere" a fine primo tempo. Piove, la partita non è entusiasmante. La Juve manca di troppe pedine importanti, la Juve scende in campo con troppi equivoci tattici (che secondo noi ne hanno determinato il risultato finale...), la Juve non è ancora la vera Juve, complice anche la mancanza di un paio di nuovi innesti che arriveranno prima della fine del mercato. Abbiamo cambiato si abbastanza, ma non dimentichiamoci, lo ripetiamo, le tantissime assenza per infortuni. In tutto questo l'Udinese con un po di fortuna ne approfitta è non appena riesce a mettere la testa fuori dalla propria metà campo, riesce a trovare un incredibile rete del vantaggio che le permetterà di violare lo Stadium per una storica vittoria. 0-1 il finale. Per la Juve invece una sconfitta storica. La prima in casa, alla prima giornata della sua storia. Nessun dramma, che il campionato sia più difficile degli altri anni lo sappiamo, che si debba lottare per il titolo lo sappiamo, ma sappiamo anche che i campionati si vincono pur con un punto di differenza....pertanto sotto con le prossime battaglie, niente allarmismi, niente delusioni e FINO ALLA FINE forza Juventus! A fine gara salutiamo gli amici del Gruppo Bassa Valle definitivamente, quelli di Aosta e tutti gli altri che abbiamo finalmente ritrovato per poi andare al mini bus. Prima di ripartire ordiniamo delle pizze di fronte alla Sud che mangiamo a bordo del nostro mezzo. Poi sosta in autogrill subito per poi metterci a dormire. Arriviamo ad Andria verso le 8,30 di lunedI' mattina, esausti ma contentissimi dell'esperienza fatta, peccato per il risultato della prima giornata, ma siamo fiduciosi per il proseguo della stagione. Resta il fatto che perdere ovviamente non fa mai piacere. 
Adesso, nell'attesa di conoscere il sorteggio della Champions, ci attende la dura trasferta a Roma contro i giallorossi, dove andremo in pullmino da 9 posti, complice anche il biglietto stadio messo a ben 50,00 euro. Ma si può un settore ospiti a queste cifre? Dove arriveremo?
JC ANDRIA: PASSIONE & MENTALITA'
 

 
 
GRAZIE FRATELLI
 
Che avessimo degli amici da stadio di cui andare fieri ed orgogliosi, questo lo sapevamo già, ma che fossero così fraterni, così meravigliosi, così speciali, credeteci ancora non ne avevamo avuto modo di comprenderlo. Loro sono davvero stati fantastici nell'accogliere la nostra delegazione di 25 soci, in occasione del Memorial Lorenzo Lomuscio che si è svolto nella splendida cornice della Bassa Valle d'Aosta. Stiamo parlando dei nostri amici del Gruppo Bassa Valle con i quali ci lega una storica amicizia nata ben 13 anni fa, quando Fabio Attimonelli e Adriano Venturino diedero il la a questo rapporto che non solo è durato nel tempo, ma che ha raggiunto tutto il suo splendore proprio in occasione del Memorial. Tanti i momenti che ci legano a loro, i tanti viaggi organizzati cercando sempre di far coincidere gli arrivi, le soste, gli scali, gli alberghi, ma soprattutto lo stare sempre assieme, fianco a fianco in ogni stadio d'Italia e d'Europa. Questo stesso modo di intendere il calcio, lo stadio, la goliardia, ci ha portati a coronare un sogno, quello di poter degnamente celebrare la nostra storica amicizia proprio in occasione del Memorial di calcio. Come vedrete dalla foto articolo, prima dell'inizio dell'incontro tra il nostro club ed il loro gruppo, a sorpresa gli abbiamo srotolato a centrocampo uno striscione che abbiamo portato da Andria, lungo 18 metri che recitava:
TREDICI ANNI DI AMICIZIA E RISPETTO. ONORE A NOI! JC ANDRIA e BASSA VALLE con due mani che si stringono.
Loro invece ci hanno accolti con uno striscione che recitava: GLI ANNI PASSANO, L'AMICIZIA RESTA!
Grazie di vero cuore a Federico, Adriano, Daniele, Matteo, Simone, Raffaele, Alessandro, Cristiano, Gualtiero, Massimo, Stefano, Giorgio e tutti gli altri che abbiamo conosciuto in questi lunghi anni di sincera amicizia! 
DA SEMPRE, PER SEMPRE!
 

 
 
DEDICATO A TE GRANDE MORENO
 
Mai avremmo potuto un giorno immaginare che un nostro evento, come il Memorial Lomuscio, potesse arrivare ad ospitare un ex calciatore di una Juve che vinse praticamente tutto. Se poi questa persona ti onora della sua presenza, scendendo addirittura in campo, non puoi che sentirti orgoglioso ed importante, per quanto evidentemente, siamo riusciti a costruire nel corso di questi lunghi e meravigliosi anni. E' proprio vero, come in tanti ci avete scritto....non finiamo mai di stupirvi! 
Abbiamo avuto il piacere e l'onore di conoscere un grande campione da vicino, come Moreno Torricelli (nella foto articolo ritratto prima che iniziasse il Memorial Lomuscio), bandiera della Juventus di Marcello Lippi che conquisto' l'Italia, l'Europa ed il Mondo. Un ragazzo straordinario, disponibilissimo ed umile, arrivato nel grande calcio davvero per caso. Lui faceva il falegname, giocando per hobby nei dilettanti. Casualmente venne osservato dalla Juventus di Trapattoni, in una amichevole che la sua squadra, la Caratese, disputò proprio contro i bianconeri. Di li la svolta. Divenne ben presto titolare per poi collezionare ben 153 presenze con la maglia bianconera vincendo tutto quello che era possibile vincere e raggiungendo anche la convocazione nella Nazionale. Persona volitiva è grintosa, Moreno ha ampiamente meritato i traguardi raggiunti. Avendolo adesso conosciuto da vicino non possiamo che confermare quanto di lui pensavamo da semplici tifosi che lo hanno sostenuto in quegli anni che indossava la maglia bianconera. Grazie Moreno, grazie di tutto, grazie per aver onorato la memoria di Lorenzo Lomuscio, grazie per essere stato con noi ben 9 ore di fila, grazie per averci raccontato tutto di te e della nostra Juve di quei fantastici anni. Non dimenticheremo gli aneddoti su Montero e su Vialli....
Ci siamo lasciati con un arrivederci ad Andria è presto saremmo ben felici di accoglierti qui nella nostra terra. Sei davvero una gran bella persona a cui la vita però non ha riservato soltanto gioie ma anche un grande dolore come la scomparsa della moglie Barbara per un male incurabile. Ci hai raccontato anche di questo. Sei un grande Moreno. Ti auguriamo davvero ogni bene a te e alla tua famiglia! 
UN FORTE ABBRACCIO DAI TUOI AMICI DELLO JC ANDRIA. A PRESTO
 

 
 
LO JC MONTEROSA - GRUPPO BASSA VALLE, SI AGGIUDICA IL MEMORIAL LOMUSCIO
 
Lo Juventus Club Monterosa Gruppo Bassa Valle si è aggiudicato l'ottava edizione del Memorial di calcio a 7 "Lorenzo Lomuscio" che si è disputato a Donnas (Aosta) sabato 22 agosto. Per la prima volta il trofeo vola fuori dalla regione Puglia. Mai infatti, prima di questa edizione, il Memorial era stato vinto da un club o gruppo non pugliese. 
Che sarebbe stata una edizione speciale e straordinaria lo sapevamo già, sin da quando abbiamo ricevuto l'invito degli amici valdostani a disputare l'evento, li nella loro terra, ma che sarebbe stata una esperienza a dir poco fantastica per la nostra nutrita delegazione di ben 25 soci, questo era difficile da prevederlo. Ci siamo sentiti come a casa nostra, accolti ed ospitati da persone squisite che credono fortemente come noi, nel valore dell'amicizia! Lorenzo Lomuscio ne siamo certi ne sarà stato felice e soprattutto orgoglioso di noi per quanto saputo creare in tutti questi lunghi anni di vita di club. Esperienze che ti restano scolpite nella memoria per sempre, esperienza che resterà per sempre nella storia di questo nostro grande Club! 
Prima di addentraci nel commento dell'evento, vi scriviamo il dettaglio degli incontri che si sono disputati:

PRIMA PARTITA: JC MONTEROSA GRUPPO BV - GRUPPO AOSTA 1996  5 - 3
SECONDA PARTITA: GRUPPO AOSTA 1996 - JC ANDRIA                           5 - 7
TERZA PARTITA: JC MONTEROSA GRUPPO BV - JC ANDRIA                   7 - 4

Classifica finale:

1° JC MONTEROSA GRUPPO BASSA VALLE punti 6 vincitore edizione 2015
2° JC ANDRIA                                                    punti 3
3° GRUPPO AOSTA 1996                                 punti 0

Nella squadra degli amici dello Juve Club Monterosa Gruppo Bassa Valle è sceso in campo il grandissimo ex campione della Juventus di Marcello Lippi, Moreno Torricelli, persona straordinaria e disponibilissima che ha onorato l'evento, con la sua presenza, sia in campo che alla cena a chiusura della manifestazione. Momenti di gloria per i nostri soci presenti che hanno potuto trascorrere al suo fianco una giornata indimenticabile.

Ma andiamo per ordine. Venerdì sera si partiva finalmente, dopo due mesi abbondanti di astinenza da Juve e da Club, verso la nostra "terra" adottiva. Inutile descrivervi il clima di entusiasmo che si registrava al ritrovo in stazione, dove anche molti soci che non sono potuti partire, su tutti il nostro Presidente, hanno comunque voluto salutare la nostra squadra e la nostra rappresentanza di soci che aveva deciso di seguire questa edizione del Memorial "on tour". 
Appena a bordo è iniziata la solita baldoria che contraddistingue i nostri viaggi. Graziano Palladio aveva portato delle immancabili bottiglie da lui preparate.....questa volta della "sangria" per un SANGRIA PARTY che alla fine vedeva molti di noi, con maglie e pantaloni "a chiazze".....La musica a bordo del mini bus non poteva mancare, per la disperazione dei due "malcapitati" autisti non in perfetta forma come noi....dobbiamo dire ad onor di cronaca. 
Poi la stanchezza la faceva da padrona. Colazione all'alba nei pressi di Bologna, per poi ripartire verso la meravigliosa Valle d'Aosta dove alle 11,00 la nostra comitiva arrivava, subito accolta da Federico Giacosa, Matteo e Raffaele, tre delle colonne portanti del Gruppo Bassa Valle. Abbracci con loro è subito la goliardia prendeva il sopravvento. I nostri venivano subito condotti in Municipio a Lillianes, città della castagna, dove a sorpresa i nostri venivano accolti dal Sindaco Daniele De Giorgis con tanto di aperitivo di benvenuto sulla terrazza, a base di prodotti tipici locali e di ottima birra artigianale. Incredibile, ci siamo sentiti davvero importanti.....Il Sindaco ha poi fatto dono di un bellissimo libro con dedica per il nostro Sindaco di Andria Nicola Giorgino, a dimostrazione di come i nostri eventi e la nostra vita di club siano sempre più, volano di promozione del nostro territorio e sinonimo di "cultura sportiva" che da sempre ci contraddistinguono. 
Brindisi su brindisi, tante foto, in uno scenario davvero incantevole con queste montagne che ti circondavano, quasi ad abbracciarti in segno di benvenuto! 
Poi tutti abbiamo preso possesso delle nostre camere nei vari b & b e baite della zona. Alle 15,30 ritrovo davanti al Municipio per partire alla volta della splendida struttura sportiva che ospitava l'evento. Giunti li, abbracci con tutti gli altri ed in particolar modo con Adriano Venturino, Luca Marenco e Andrea Fassino dei Gruppi Bassa Valle e Aosta, oltre che con il Presidente del locale Club Doc Monterosa Denis Squinabol, visibilmente emozionato nel ricevere noi. Poi il saluto con Moreno Torricelli, in perfetta forma fisica è da subito disponibilissimo a selfie, foto e domande varie. 
Venivano sistemati tutti gli striscioni, quelli dei gruppi partecipanti e quelli per Lorenzo, il protagonista principale della giornata, che ci sembrava scorgere sorridente, tra le montagne valdostane. 
Da brividi il tradizionale minuto di raccoglimento con tutte le tre squadre schierate attorno il cerchio di centrocampo. Un silenzio rotto solo dal coro LORENZO SEMPRE CON NOI....SEMPRE CON NOI....e con la consegna della "grolla dell'amicizia", simbolo valdostano, nelle mani di Salvatore Lomuscio, figlio di Lorenzo. 
Si iniziava con la nostra squadra fatta riposare nel primo incontro visto il lungo viaggio. I ragazzi ne hanno approfittato per una preparazione "tattica" agli ordini di Giuseppe Leonetti, mentre Mimmo Canzio preparava il nostro "portierone" Fabio Attimonelli, tornato tra i pali dopo una lunghissima inattività causa acciacchi fisici. 
Che ridere....sembravano troppo seri...per essere vero....con Salvatore Lomuscio a fare da trainer......poi arrivava il momento per loro di scendere in campo per sfidare gli amici del Gruppo Aosta che avevano nel frattempo perso il primo loro incontro. Primo tempo in scioltezza per i nostri con un 5-0 finale. Poi i cambi e la stanchezza hanno rimesso in gioco gli aostani per un giusto  7-5 finale per noi.
Arrivava il grande momento atteso dai nostri....sfidare a calcio un ex campione della Juventus.  Non ci sembrava vero. Foto di gruppo con Moreno prima di iniziare, Ma prima del pronti via ecco la nostra sorpresa preparata per i nostri grandi amici del Gruppo Bassa Valle, uno striscione di 18 metri di lunghezza che aperto a centrocampo e tenuto a mano dai nostri recitava.....
TREDICI ANNI DI AMICIZIA E RISPETTO. ONORE A NOI! JC ANDRIA & BASSA VALLE con due mani che si stringevano! Applausi scroscianti e lungo abbraccio tra i nostri e loro.
La gara aveva poi inizio e si metteva subito in salita per i nostri anche se chiusa nel primo tempo, con un minimo svantaggio di 2-1 grazie a dei prodigiosi (fortunosi) interventi di Fabio ed una mega papera.....
Poi nella ripresa i Torricelli boys dilagano con i nostri che non si danno per vinti rimontando sino al 4-7 finale. Da due anni non riusciamo più a vincere il Memorial! Alla fine tutti che si abbracciavano in campo per un torneo che ripetiamo resterà per sempre nella storia. 
Prima della premiazione mega foto di gruppo sotto lo striscione dedicato a Lorenzo per poi dar luogo ad una incredibile fumogenata! Nella foto gallery del sito è già presente un ampia rassegna fotografica dell'evento. Poi il discorso finale di Fabio Attimonelli e le premiazioni. Toccante la targa donata a Torricelli dal nostro club! Poi il momento che tutti attendevano, con Federico Giacosa capitano della squadra vincitrice del Memorial che alzava al cielo la Coppa Lomuscio tra gli applausi dei tanti presenti (nella foto articolo da sinistra Moreno Torricelli, al centro Federico Giacosa e a destra Salvatore Lomuscio).
Ma il bello doveva ancora arrivare con la cena organizzata in una trattoria tipica valdostana con la presenza ancora di Moreno Torricelli. Tutti più rilassati ci siamo goduti questo momento che non volevamo finisse mai. Una cena condita da tantissimi cori, tanto vino, tanta birra e tanto genepy.......che ha letteralmente scatenato tutti i presenti, circa un centinaio di persone con Torricelli oramai adottato dai nostri che quasi parlava alla fine il nostro dialetto. Ad un certo punto Fabio, prima che scoccasse la mezzanotte, ha realizzato un video dedicato al nostro Presidente che domenica ha compiuto 60 anni. Da brividi, compresa la dichiarazione di Moreno Torricelli. Lui appena ricevuto il video si è commosso. Lo meritava! Poi la chiamata a sorpresa di Moreno a Francesco che restava a quel punto davvero senza parole.....
Terminata la cena con una bellissima lotteria, ci siamo trasferiti tutti in un bar, ritrovo di juventini della zona. Altra baldoria, altri bicchierini, con i nostri ridotti proprio male non abituati ai loro ritmi alcolici....ah ah ah ah ah ah ah. 
Davvero un bellissimo evento che ha sancito una amicizia storica nel ricordo di una persona, Lorenzo, che faceva dell'amicizia e del rispetto per il prossimo, un valore fondamentale su cui ha basato la sua esistenza.
Alle due circa tutti a nanna, stanchissimi ma felicissimi per questa esperienza e per aver conosciuto a fondo un grande campione come MORENO TORRICELLI che presto verrà a trovarci anche ad Andria. Al mattino seguente tutti nel bar del paese, dove la Coppa Lomuscio, faceva bella mostra di se. Colazione tutti assieme per poi partire verso Torino dove un altra trasferta, la prima di questa stagione ci attendeva. Della partita e della nostra presenza allo Stadium vi racconteremo con articolo a parte. 
Un grazie di cuore ai nostri amici della Bassa Valle e di Aosta per aver onorato la memoria del nostro caro Lorenzo Lomuscio, un grazie sentito anche ai nostri soci che si sono sobbarcati questo lungo viaggio per scrivere tutti assieme quest'altra pagina di storia del nostro Club. Da segnalare che tutto l'evento minuto per minuto era in diretta live sulla nostra chat del Club, con interviste video, audio, foto e commenti vari per far sentire vicino, anche chi non è potuto esserci. 
CI SIAMO SENTITI COME A CASA NOSTRA! #momenti#indimenticabili#jcandria#solonoi
arrivederci alla prossima edizione!
 

 
 
SESSANTA….COME I TROFEI DELLA JUVENTUS! AUGURI PRESIDENTE
 

Oramai per il nostro CAPITANO, abbiamo sprecato nel corso di questi lunghi anni, tutti gli aggettivi per descrivervi al meglio la PERSONA!

Francesco NICOLAMARINO è UNICO! Ecco forse questo è l’aggettivo che meglio gli si addice. Uomo di cultura enorme, uomo di grande fede, uomo dalle idee geniali, grande comunicatore ed organizzatore! Lui da buon Architetto ha saputo “ideare” e realizzare, questa grande creatura chiamata JUVENTUS CLUB ANDRIA. Se oggi siamo arrivati sin qui, gran parte dei meriti vanno ascritti a lui che ha saputo con dedizione, rispetto e immensa passione, “svezzare” questa creatura, avvalendosi di grandi collaboratori che hanno saputo mettere in atto la sua idea di Club! Domenica 23 Agosto, il PRESIDENTE raggiunge un traguardo importante della sua vita. 60 anni tondi, tondi. 60 anni di onorata carriera da tifoso della VECCHIA SIGNORA! Trovare gente come lui nella nostra Città, di qualsiasi fede calcistica ci sembra molto difficile!

SESSANTA….proprio come i trofei più importanti vinti dalla JUVENTUS in campo italiano ed internazionale….(33 scudetti….10 Coppe Italia….7 Supercoppe Italiane, 3 Coppe Uefa….2 Champions League…..2 Supercoppe Europee….2 Coppe Intercontinentali…..1 Coppa delle Coppe)

Che coincidenza storica!

ONORATI DI ESSERTI AL TUO FIANCO. LUNGA VITA ANCORA A TE MR. PRESIDENT

Avremo sicuramente modo di festeggiare il nostro Presidente al rientro dalla trasferta del Memorial!

TI ABBRACCIAMO E TI VOGLIAMO BENE

IL TUO CLUB, LA TUA GENTE, I TUOI FRATELLI GOBBI!

 

 
 
A VILLAR PEROSA TUTTI PAZZI PER LA JUVE
 

Festa doveva essere  e festa è stata! A Villar Perosa, mercoledì pomeriggio è andato in scena il tradizionale “happening” bianconero nel regno che fu tanto caro all’Avvocato Govanni Agnelli. Mai però ci si sarebbe aspettata così tanta gente, così tanto entusiasmo, così tanto sostegno e calore! Al Campo intitolato alla memoria di Gaetano Scirea, sono accorse ben 7.000 persone che hanno letteralmente fatto esplodere di gioia quel piccolo impianto, trasformandolo in un catino ribollente! Mai prima di quest’anno erano accorse così tante persone a Villar Perosa. Segno evidente che i tifosi sono contenti di quanto questa Società sta facendo in questi anni e di quelle che sono le prospettive per il futuro. Una Società che sta cercando di raggiungere in fretta i livelli delle grandi d’Europa per poi poter lanciare loro la sfida! La gente ci crede, la gente è contenta di questo mercato che sta portando sotto la Mole, gente giovane e di prospettiva, ma già affermata! L’ultimo acquisto di Alex Sandro dal Porto ci fa sognare già tanto. Con il brasiliano la squadra dovrebbe davvero volare sulla fascia sinistra e se come si pensa arriverà anche un colpo sensazionale alla chiusura del mercato, bene allora si che sognare di arrivare a Milano forse lo si potrà fare….

I 7000 tifosi giunti ieri a Villar Perosa erano li anche per ringraziare tutta la squadra, la dirigenza e lo staff tecnico per l’eccezionale annata vissuta nella passata stagione. Erano li per ammirare tutti e 3 i trofei vinti in Italia, praticamente tutto quello che c’era da vincere è stato messo in bacheca, mentre altri continuano solo a sognare questo, rosicando alla grande. La partita è durata appena 69 minuti, infatti al 24° minuto del secondo tempo c’è stata una invasione pacifica e festosa dei tifosi assiepati sulle tribune dell’impianto di Villar Perosa, a caccia di magliette, selfie o autografi. Un mare di gente ha riempito in pochi istanti tutto il rettangolo di gioco. Questa la perfetta sintesi dello stato d’animo del popolo bianconero, un popolo pazzo della propria squadra! La Juventus ha battuto la Primavera per 1-0 con rete molto bella, alla Del Piero, di Paul Pogba che con quel 10 addosso sembrerebbe ancor più responsabilizzato. Per il resto un normale allenamento contro i giovani del futuro allenati da Fabio Grosso che in questa stagione promettono davvero bene.

Crediamo che l’Avvocato Agnelli da lassù sia stato felicissimo di vedere, la sua Villar Perosa trasformata in un LUNA PARK bianconero!

Da domenica si inizierà a fare sul serio, da domenica conteranno soltanto i 3 punti e niente più. La squadra ieri è sembrata voler dire a tutto il campionato….

PROVATE A PRENDERCI….PROVATE A FERMARCI.

Noi con Voi sempre al Vostro fianco!

Pronti anche noi a rimetterci in viaggio. Abbiamo una adrenalina addosso che ha dell’incredibile. Andare a disputare il Memorial Lomuscio in Valle d’Aosta in casa dei nostri amici di Bassa Valle ci riempie davvero di tanto orgoglio. Cosa combineremo lassù…..in ben 25 partiremo venerdì sera. Iniziamo davvero alla grandissima. Poi tutti assieme domenica staremo nuovamente sui gradoni della Sud a sostenere la nostra squadra del cuore! Più bella cosa non c’è…..(come canta Eros).

SUPERATA GIA’ QUOTA 100 TESSERE AL CLUB:

Mai come in questa stagione il tesseramento era partito così spedito…..a tal punto da farci sorprendere in positivo. Ci auguriamo che il trend resti così alto, il che significherebbe far meglio della passata stagione! Dopo soli 25 giorni dall’apertura della campagna tesseramento si registrano ad oggi già 106 affiliazioni. Una media di oltre 4 tessere al giorno, in un periodo di vacanze…..

PRONTI….PARTENZA……VIAAAAAAAAA!

JUVENTUS CLUB ANDRIA: GOBBI ALLO STATO PURO!

 

 
 
IL "MEMORIAL LOMUSCIO" SBARCA IN VALLE D'AOSTA
 

Tutto è oramai pronto! Attendiamo con ansia l’arrivo di venerdì sera, quando la nostra nutrita rappresentanza (ben 23 soci) partirà verso la Bassa Valle d’Aosta, per rinnovare anche per quest’anno, il tradizionale appuntamento con il Memorial di calcio a 7 “Lorenzo Lomuscio”, a otto anni dalla sua scomparsa.

La manifestazione sportiva, organizzata per ricordare l’amico bianconero Lorenzo, socio fondatore dello Juventus Club Andria, si svolgerà infatti sabato 22 agosto a Donnas (Aosta) e sarà una edizione del tutto speciale.

Infatti per la primissima volta il Memorial diventa “ON TOUR” e sarà ospitato fuori dalla Città di Andria, per volere dei nostri grandi amici dello JUVENTUS CLUB DOC MONTEROSA di Lillianes, che si sobbarcheranno l’onere dell’intera organizzazione a dimostrazione, ancora una volta di più, che il calcio, il gioco più bello del mondo, spesso troppo bistrattato, a causa purtroppo di chi lo rovina, è sempre più per noi, sinonimo di amicizia e fratellanza.

E’ un orgoglio per il sottoscritto e per tutto il nostro club, afferma Francesco Nicolamarino, il nostro Presidente, sapere che un nostro evento, migliorato nel corso di questi anni, sbarchi addirittura fuori dai confini regionali, arrivando sino in Valle d’Aosta. Significa che di strada ne abbiamo davvero percorsa parecchia, ma significa anche che sono stati raggiunti gli scopi che all’apertura di questo Club, dodici anni fa, ci si era prefissati. Ovvero vivere la vita di club, come una grande famiglia allargata con l’amicizia, il rispetto e la passione, sempre alla base di tutto. Noi ci siamo riusciti”.

Nelle precedenti sette edizioni, il torneo aveva vista la partecipazione di diverse rappresentative di altri club e gruppi di tifosi bianconeri provenienti ad Andria da diverse zone d’Italia e della Puglia. Quest’anno il direttivo del Club, ha colto con entusiasmo la proposta pervenuta dagli amici valdostani, con i quali condividiamo km e km al fianco della Juventus.

All’evento parteciperanno, oltre alla nutrita rappresentanza dello JC ANDRIA, anche il Club che ospita l’evento (Monterosa – Gruppo Bassa Valle) e il Gruppo Aosta 1996, un triangolare con tre incontri da 50 minuti. Loro si contenderanno l’ambito trofeo, vinto nella scorsa edizione dallo JC CORATO BIANCONERA. Potrebbe inoltre, per la prima volta, essere vinto da un gruppo di fuori regione, visto che nelle precedenti sette edizioni, nonostante la presenza fissa di gruppi italiani e anche esteri, mai nessuno è riuscito a portare via il trofeo dalla Puglia. Sul nostro sito, nella sezione del Memorial, potrete consultare l’albo d’oro del trofeo.

All’evento parteciperà, scendendo in campo, con la squadra del Club di Monterosa, anche l’ex bandiera della Juventus di Marcello Lippi, Moreno Torricelli che ha subito accolto con piacere l’invito degli organizzatori.

Ricco il programma della due giorni, che prevedrà tantissimi momenti di fratellanza tra le squadre partecipanti (già immaginiamo la baldoria….) e che culminerà alla domenica sera, con la visione allo Stadium, della prima gara casalinga di campionato della Juventus. Insomma, possiamo dirlo, non c’era proprio miglior modo per iniziare questa nuova stagione, che ci vedrà come sempre protagonisti, al fianco della squadra.

LORENZO SEMPRE CON NOI!

JC ANDRIA: PASSIONE & MENTALITA’

 

 
 
BUON FERRAGOSTO A TUTTI I GOBBI
 
Il nostro grande CONDOTTIERO, Fabio, nella foto articolo, ci indica quale sarà la nuova rotta da seguire in questa stagione che si appresta ad iniziare! Conoscendolo abbastanza bene, sappiamo che si tratterà di una rotta fantastica, da seguire costi quel che costi, contro tutto e tutti, contro ogni difficoltà, contro pioggia, neve, nebbia, vento, freddo, sole e afa. L’importante sarà seguirla. Pertanto seguite NOI e la JUVENTUS, non resterete MAI DELUSI. Anche quando si perde con noi ha tutto un altro sapore, perché solo i VERI TIFOSI…..VINCONO SEMPRE…. Adesso rilassatevi più che potete in questo giorno che segna la FINE dell’estate per poi rituffarci nella MISCHIA, quella che a noi tutti piace! Ovunque voi siate, mare o montagna, città o campagna, portate alto l’orgoglio dell’appartenenza a questo CLUB! Buon Ferragosto fratelli gobbi e mi raccomando seguite la nostra rotta….. Un abbraccio anche a tutti i nostri amici da stadio, GRUPPI ULTRAS e GRUPPI vari. Ci siete mancati, ma finalmente dopo 2 mesi e mezzo domenica 23 agosto vi ritroveremo tutti! SEMPRE PIU’ ORGOGLIOSAMENTE GOBBI
 

 
 
LA PICCOLA AGATA RENDE SPECIALE IL NOSTRO FERRAGOSTO
 
La famiglia dello Juventus Club Andria si allarga sempre più. Si attendeva con ansia la nascita della primogenita Agata per uno dei nostri Soci più “speciali”, di quelli con la “S” maiuscola: GREGORIO DEL GIUDICE! E’ arrivata alla vigilia di ferragosto, rendendo questa “festività” ancor più speciale per la famiglia e per tutti noi che siamo legati a questo grandissimo tifoso bianconero, che non ha mai mollato la Juventus ed il Club, neppure in Serie B. Sempre presente in ogni partita, anche nelle amichevoli estive! Spesso e volentieri viaggia per essere al fianco della Juve ovunque….che si chiami Firenze…Napoli….Bergamo….Catania…Palermo….o nella lontana Malmo….lui c’è! Eccolo nella foto articolo il primo da destra, con il suo gruppetto di sempre, all’interno del settore ospiti di Bergamo….non uno stadio facile… Applausi Gregorio a te e alla tua cara moglie Antonella, una bravissima ragazza! Siamo davvero felicissimi per voi che oggi coronate un grande sogno, quello di diventare genitori! E’ l’inizio di un nuovo percorso che diventerà sempre più bello, soprattutto quando Agata dirà per la prima volta….JU…VE…..JU…VE! Del resto con un nonno come Mario Del Giudice, altro grande gobbo, non avrebbe scampo! FINO ALLA FINE TANTI AUGURI A VOI TUTTI IL “TUO CLUB”, i “TUOI” FRATELLI GOBBI
 

 
 
VINCE SEMPRE LA JUVENTUS!
 

Vittoria doveva essere e vittoria è stata. La nuova stagione della JUVENTUS CAMP10NE D’ITALIA è iniziata proprio come si era conclusa: alzando l’ennesimo trofeo, il terzo di una stagione che ricorderemo a lungo per le emozioni e per le gioie che abbiamo potuto provare!

La SUPERCOPPA ITALIANA ci tenevamo tantissimo a conquistarla, per essere anche in questa competizione la squadra italiana con più successi, per centrare l’en plein di trofei in Italia, per riscattare quella persa lo scorso anno contro il Napoli e per iniziare la stagione nel migliore modo possibile. VINCERE AIUTA A VINCERE! Ne siamo da sempre convinti!

Come già avviene da oramai cinque estati di fila, la Juventus nel pre campionato, quello da tutti conosciuto come calcio d’agosto, non ha brillato, ricevendo ingiustamente le critiche di stampa e Tv. Ma puntualmente la squadra ha saputo smentire tutti, facendosi trovare prontissima alla prima gara che contava, quando tutti erano li davanti alle Tv per iniziare l’opera di “gufaggio” ancora una volta non riuscita. Poveri loro, quelli che si contenderanno “l’ambito Trofeo Tim”, quelli che sognano sotto gli ombrelloni, quelli che sono diventati oramai…cinesi e indonesiani…

Noi invece umilmente abbiamo iniziato questa stagione con la consapevolezza che sarà ancora più dura ripetersi. Le difficoltà aumentano, vuoi per il cambio di diversi giocatori, vuoi per la concorrenza che almeno sulla carta appare essersi rinforzata. La Lazio in Supercoppa l’abbiamo affrontata sapendo che gare come questa in un periodo della preparazione molto particolare, possono riservarti amare sorprese. Alla fine è stato 2-0 per la Juventus, l’ennesima vittoria che conta contro le aquile laziali. Dopo un primo tempo non brillante, complice per entrambe le squadre un terreno di gioco vergognoso, nella ripresa la Juve ha deciso di cambiare marcia. Fuori Coman, dentro Dybala. Cambia la partita. Il folletto argentino inizia a far ballare la difesa laziale. Pogba sale in cattedra con la nuova maglia n. 10 sulle sue spalle. Un peso che siamo certi lo responsabilizzerà ancora di più. Se poi ci metti che Sturaro sembra sempre più un Vidal fatto in casa….ecco che tutto diventa più semplice. Da un perfetto cross di Sturaro arriva la grande rete alla Trezegol di Mandzukic. Un colpo di testa che non lascia scampo al portiere laziale. Ecco, se miglioriamo il nostro gioco sulle fasce, crediamo che quest’anno con il croato diventeremo ancor di più letali li davanti! Poi dopo soli 4 minuti la Juve stende definitivamente al suolo l’aquila, oramai in difficoltà. Da un'altra bell’azione condotta magistralmente da Pogba, nasce la rete dell’altro neo acquisto Dybala, che fa lo stesso esordio di Carlitos Tevez….che sia beneaugurate per lui e per noi! Un tiro imprendibile dal cuore dell’aria di rigore. Che inizio per i due nuovi acquisiti. Meglio non potevamo sperare. La Lazio riprova a riaprire l’incontro ma dietro ci pensano Bonucci e Barzagli a sbarrare la strada a chiunque si presentava dalle loro parti. SUPERCOPPA alzata al cielo di Shangai, una esperienza da non ripetere più. Questo trofeo andrebbe giocato in Italia. Basta con queste uscite farsa! Ancora una volta lo spogliatoio della Juve da dimostrazione di grande unità, nonostante siano usciti elementi cardine. L’immagine di Mandzukic, da noi scelta per celebrare questa vittoria, che scatta una foto ai suoi nuovi compagni di squadra riteniamo che sia molto significativa!

Avanti così, anche se dalla Società ci aspettiamo due/tre segnali forti affinché si possa sperare nuovamente di essere altamente competitivi in Champions League, dove lo ricordiamo, serve soprattutto tanta fortuna!

CHE CLIMA AL CLUB….

Da segnalare un esordio alla grande al Club per tutti i soci che sono accorsi alle ore 14 per assistere alla finale di Supercoppa. Tutti in tenuta da mare e soprattutto molto carichi. Se ne saranno accorti i residenti del quartiere nel risentirci dopo soli due mesi di assenza….ahahahahaha. Che clima. Tanta goliardia, tanta passione e tanto colore e calore…..

Abbiamo festeggiato il San Salvatore passato…..il San Gaetano passato con Lomuscio e Nino Lotti che hanno offerto ai presenti tanti “gelatini” e “tre nocelle” e soprattutto tanti alcolici…..dal limoncello, allo spumante con annessi amari! Alle reti della Juve delirio allo stato puro. Con chi accaldato si andava a sedere al centro della strada, con i soliti scherzi tra di noi….con i soliti cori da stadio. Insomma vi abbiamo ritrovato davvero in forma. Arrapati di Club e di Juve! Nella foto gallery alcuni scatti della SUPERCOPPA AL CLUB….

Prosegue intanto a buon ritmo il tesseramento alla nuova stagione, come anche i preparativi per l’8^ Edizione del Memorial Lorenzo Lomuscio. Pronti a partire per quest’altra esperienza!

SEMPRE PIU’ ORGOGLIOSAMETNE GOBBI!

ROSICONE PROVA A PRENDERCI……

 

 
 
BELLA INTERVISTA DEL NOSTRO SEGRETARIO SU JUVENTUS TV
 
Ancora una volta, l'ennesima, come vi avevamo già preannunciato, il nostro Juventus Club è balzato "agli onori" delle cronache nazionali! JTV, il canale tematico della JUVENTUS FC, che trasmette sulla piattaforma SKY, in chiaro sul canale 212, nel corso della trasmissione quotidiana SUMMER LIVE, ha effettuato in diretta, verso le ore 13, una intervista telefonica al nostro Segretario FABIO ATTIMONELLI. E' stata davvero una bella chiacchierata con un grandissimo tifoso della Vecchia Signora, molto conosciuto nella tifoseria juventina!
Qui di seguito vi riportiamo il testo integrale dell'intervista che abbiamo prontamente registrato è diffuso nella chat del club!

Antonio Romano (giornalista di JTV): Abbiamo in collegamento telefonico Fabio Attimonelli, dirigente dello JC ANDRIA, che ci presenterà questa bella realtà e parlerà di come si vive la passione bianconera a distanza

Fabio Attimonelli: Buongiorno a tutti, sono il segretario dello JC DOC ANDRIA

Romano: E' un piacere averti qui in diretta su JTV, bene iniziamo subito a parlare di quali sono le attività del Club, quando è nato, quanti soci avete e della vostra grande passione per la Juve

Attimonelli: Intanto ti ringrazio a nome del Presidente Francesco Nicolamarino, per questa opportunità che ci viene oggi concessa. Il nostro Club è giunto all'inizio della sua tredicesima stagione di attività. Nasce nel 2003 ed è intitolato alla memoria dell'Avvocato Giovanni Agnelli. Siamo partiti all'epoca in 143 sino a raggiungere il tetto delle quasi 800 affiliazioni. Oggi ci attestiamo su di una media che tocca i 500/550 soci. Un numero che se rapportato alla distanza che ci separa da Torino, riteniamo che sia un ottimo risultato.

Romano: Complimenti davvero

Attimonelli:  Grazie. Se oggi dovessimo tracciare un bilancio di questi dodici anni trascorsi, posso dirvi che siamo orgogliosi di aver creato una grande famiglia bianconera, come noi amiamo definirla, molto passionale, che ha saputo crearsi anche delle importanti amicizie da stadio, che oggi valgono per noi, più di ogni altra cosa. Condividere per noi questa passione con altri tifosi di altra parti d'Italia è per noi un motivo di grande orgoglio. Seguiamo la Juve in tutte le gare in casa ed in trasferta, girando in lungo ed in largo l'Italia e anche l'Europa, nel bene e mi preme dirlo, soprattutto quando le cose non andavano nel verso giusto. Questo è molto importante. Seguire la squadra sempre, a prescindere.

Romano. Assolutamente si. Essere tifosi nel bene e soprattutto nel male è segno di grande passione. Senti andiamo invece su quelle che sono le tue preferenze per quello che riguarda la storia della Juventus e dei giocatori. Quale giocatore ti è rimasto maggiormente impresso?

Attimonelli: Io sono nato nel '74, ho poco più di 40 anni, sono nato nel mito di Michel Platini, di una squadra, quella del Trap., che mi ha affascinato parecchio sin da piccolo. Quando "Le Roi" Platinì arrivò alla Juve, era l'anno dei mondiali del 1982 e tutta una Nazione era completamente nel pallone per la vittoria della Nazionale. L'inizio di Michel non fu tutto "rose e fiori", anzi, ebbe non pochi problemi di ambientamento. Poi fù un crescendo di emozioni e reti spettacolari. Ancora oggi mi chiedo come si sia potuta perdere quella finale di Atene contro l'Amburgo, con Platini ed una Juve da paura.....

Romano: e ma le finali...purtroppo sappiamo bene come siano partite a se...

Attimonelli: con Platini arrivò lo scudetto n. 21, arrivarono per lui tre palloni d'oro, arrivò tutto quelle che un tifoso alla mia età potesse desiderare, insomma....io poi rimasi colpito da uno splendido europeo giocato nell'84, con la sua Francia. Fece tantissime reti è ne ricordo una in particolare fatta al Portogallo nei tempi supplementari della semifinale. Tappezzai la mia camera di tanti poster del francese.

Romano:  ci hai raccontato di un grande campione...che ha indossato la maglia n. 10....è proprio da ieri è ufficiale la nuova maglia n. 10 sarà indossata da un altro francese POGBA cosa ne pensi?

Attimonelli: l'augurio che posso fare a Paul è che possa restare con noi a lungo, la n. 10 preferisco vederla sempre sulle spalle di un giocatore che deve effettivamente sentire l'importanza di quella maglia. Faccio un grosso in bocca al lupo a Pogba che con la sua classe e le sue giocate, penso abbia meritato l'onore di indossarla.

Romano: Hai anche una partita della Juve che ti sta particolarmente a cuore? e se si perchè?

Attimonelli: Vi sembrerà strano e vi farò anche sorridere....la mia partita del cuore è Aston Villa - Juventus, marzo '83, la Juve vinse 2-1 a Birmingham, al Villa Park. Una impresa epica, perchè vincere li a quei tempi non era cosa semplice. Quarti di finale di andata della Coppa dei Campioni. Questo il mio primo ricordo da tifoso juventino. Da quella sera ho capito che sarebbe nata per me una grande passione per questa squadra. Ricordo ancora la formazione: Zoff, Gentile, Cabrini, Bonini, Brio, Scirea, Bettega, Tardelli, Paolo Rossi, Platini e Boniek. Rossi e Boniek furono i marcatori di quella gara. Io ero in casa solo con mia nonna non vedente, alla rete di Boniek a pochi minuti dal termine, presi due coperchi delle pentole è corsi sul balcone. Feci un baccano incredibile.  

Romano: sicuramente un gran bel ricordo. siamo legati anche noi a quella gara come tu ci hai ricordato. Torniamo all'attualità, siamo alla vigilia di una importante sfida alla Lazio domani in Cina, cosa senti di dire?

Attimonelli: Mi permetto di fare un grosso in bocca al lupo alla squadra, alla vigilia di questo importantissimo appuntamento. Lo sappiamo tutti, vincere non è importante, ma è l'unica cosa che conta. Quindi domani Forza ragazzi è bisogna portare a casa questa Supercoppa che lo scorso anno abbiamo lasciato al Napoli. Sono convinto che chi scenderà in campo saprà degnamente sostituire purtroppo i primi infortunati di questa stagione. Forza ragazzi c'è la dobbiamo fare!

Romano: Fabio, alla chiusura del collegamento manderemo in onda una clip dedicata proprio al tuo idolo Michel Platini...

Attimonelli: prima di salutarvi vorrei, se mi permettete, segnalare tra le tante attività messe in campo dal nostro Club, una in particolare che credo abbia contraddistinto la nostra realtà, per l'unicità dell'iniziativa. Nell'anno dei 102 punti in campionato, abbiamo deciso di acquistare una pagina sul quotidiano TUTTOSPORT, per ringraziare la Juventus, la Società, i dirigenti, lo staff tecnico, i calciatori, per un traguardo storico, che resterà per sempre scolpito nella storia del calcio italiano e non solo, dove nel centro campeggiava la scritta GRAZIE CAMPIONI, con tutti i nomi dei 540 soci scritti intorno. Ecco questo credo sia stato un grosso atto d'amore unico nei confronti di questa squadra che amiamo alla follia.

Romano: Si Fabio, quella iniziativa non è passata assolutamente inosservata. Anzi fu molto apprezzata e la ricordo perfettamente quella pagina li. Sicuramente fu una grande testimonianza di affetto. Complimenti. Bene noi ti ringraziamo per essere intervenuto e salutiamo tutto il tuo club, lasciandovi con la clip su Platini.

Attimonelli: Vi ringrazio a nome di tutti i nostri soci ed auguro una buona stagione a tutti!


Che dire Fabio, onorati di averti tra di Noi! Davvero una bella intervista. 
Fino alla Fine Forza Juventus e tutti al Club per la Supercoppa!

   
 

 
 
VERSO LA SUPERCOPPA……NOI IN DIRETTA SU JTV
 

La Juventus prosegue la sua preparazione, in vista del primissimo impegno ufficiale della nuova stagione: la SUPERCOPPA ITALIANA, un trofeo vinto dalla nostra Juve già in sei occasioni. Inutile ribadirvi che dopo la delusione dello scorso anno, quando la Coppa lo lasciammo nelle mani del Napoli, quest’anno vogliamo assolutamente partire con la conquista di questo trofeo, non di vitale importanza ma comunque fondamentale per riavviare un nuovo ciclo di vittorie, visti gli importanti stravolgimenti nella rosa di Allegri, rosa che noi continuiamo a ritenere ancora “largamente incompleta” è questo ovviamente non ci lascia abbastanza tranquilli, visto che la concorrenza comunque, sulla carta, sembra abbastanza rinforzata. VINCERE come sempre AIUTA A VINCERE! Pertanto sabato, calcio d’agosto a parte, la SUPERCOPPA ITALIANA, andrà portata a casa!  Nel frattempo la Juventus ha disputato sabato scorso, la sua terza amichevole di preparazione alla nuova stagione, in casa dei temibili francesi dell’Olympique di Marsiglia, in un ambiente caldissimo con quasi 65.000 spettatori sugli spalti. Incredibile quanta passione per una amichevole. Del resto Marsiglia è da sempre soprannominata la “Napoli di Francia”…ed un motivo ci sarà! 2-0 il finale in favore dei francesi e seconda sconfitta rimediata in questa estate.

La Juve parte bene, ha diverse occasioni per portarsi in vantaggio, ma poi a metà del primo tempo Khedira resta a terra dolorante. Diagnosi atroce, resterà fuori squadra per 2 o 3 mesi. Un duro colpo per un reparto che ha perso Pirlo e Vidal. La Juve dopo il ko del tedesco sembra quasi tramortita è passa subito in svantaggio con Buffon che si fa trovare impreparato in questa occasione. Ci sta, ripetiamo che in estate si possano rimediare scoppole e figuracce, quando si è ancora a corto di preparazione, rispetto ad avversari già pronti per i loro esordi in campionato. A fine primo tempo Lichsteiner, come sempre “un grillo parlante in campo”, rimedia un espulsione per proteste! Nella ripresa non avviene nulla o quasi per la Juve, se non un palo di Pogba su punizione di potenza, con il Marsiglia che sul finale perviene al raddoppio, portando a casa una bella vittoria di prestigio.

La Juve insomma è partita per la Cina, dove sabato contenderà a SHANGHAI, la Supercoppa Italiana, con diversi dubbi e soprattutto tanti infortunati, l’ultimo nell’ordine è quello di Morata, dopo quelli di Barzagli, che appare forse recuperato, Chiellini e come detto Khedira. Ma in preparazione ci sta, anzi aggiungiamo noi, meglio ora e non più avanti. Meglio ora, perché puoi ancora ricorrere al mercato per acquistare eventuali validi sostituti per affrontare una lunghissima stagione. Validi sostituti abbiamo detto, non tanto per fare numero! Segnale forte e chiaro alla Società, perché è lecito che noi tifosi dopo una finale Champions persa, dopo cessioni importanti, che dovevano comunque avvenire, ci aspettiamo ora qualcosa in più. Chiediamo troppo? Crediamo di no, per la passione che ci mettiamo, per i soldi che spendiamo! Detto questo detto tutto!

In Cina la Juventus è stata come sempre accolta da una marea di tifosi in delirio, un marchio quello bianconero in forte ascesa nel territorio cinese.

Sabato non ci resta che invitarvi al Club per assistere tutti assieme alla prima partita ufficiale della stagione. Lasciate le spiagge, lasciate il lavoro, lasciate la tavola….e correte tutti al Club.

LA JUVE CHIAMA, NOI RISPONDIAMO!  

 

JC ANDRIA SU JUVENTUS TV

Ancora una sorpresa per il nostro Club. Ancora un attestato di riconoscenza per l’attività che da anni egregiamente svolgiamo e che porta il nostro JUVENTUS CLUB ANDRIA ad essere tra i più importanti e riconosciuti a livello nazionale. La JUVENTUS, per il tramite del Centro Coordinamento Juventus Club Doc, ancora una volta, darà spazio al nostro Club in diretta su JUVENTUSTV a partire dalle ore 13,00 circa di VENERDI’ 7 AGOSTO, proprio nell’immediata vigilia della Supercoppa Italiana, nel corso della trasmissione “Live Summer” che andrà anche in replica alle ore 19,00.

Interverrà telefonicamente il nostro SEGRETARIO Fabio Attimonelli che parlerà della storia del Club, delle attività, del Memorial Lomuscio, dei campioni del passato, delle sfide passate e future.

E’ questo un motivo di grande ORGOGLIO per noi tutti tifosi GOBBI della grande famiglia bianconera di Andria. Tutti gli abbonati SKY potranno seguire in diretta l’intervista telefonica al nostro Segretario sul canale 212 in chiaro della piattaforma satellitare, che trasmette da pochi giorni in HD!

Non vi resta che sintonizzarvi!

JC ANDRIA: #passione #mentalità #essere #nonapparire #lajuvesiamonoi

 

8° MEMORIAL LORENZO LOMUSCIO

Fervono i preparativi, quando mancano poco più di due settimane all’evento che vedrà per la primissima volta il Memorial, svolgersi fuori dalla nostra Città! Che emozione, che bel traguardo che abbiamo raggiunto. Avere l’onore di poter svolgere un nostro importante evento, ospitato con “orgoglio”in un altro contesto, ti fa comprendere che di strada ne abbiamo percorsa davvero tanta. Significa che questo Club, ha seminato davvero bene in tutti questi anni. Ecco i frutti che continuiamo a raccogliere. Chi semina vento (o parole al vento…) invece, non può che raccogliere TEMPESTA! 

La due giorni valdostana si svolgerà tra LILLIANES, DONNAS e SAINT VINCENT per poi trasferirci a Torino per assistere alla partita di campionato JUVENTUS – UDINESE. Non tutti entreranno, una parte resterà fuori dalla Sud vista la chiusura della Curva per i noti fatti del derby dello scorso anno, un'altra parte andrà invece in Curva Nord o Tribuna Family. Si partirà in 22 tra chi giocherà e chi assisterà al Memorial. Un bel numero. Poi avremo l’onore della partecipazione straordinaria di MORENO TORRICELLI che ringraziamo sin da ora. Insomma si preannuncia un evento che resterà per sempre scolpito nella storia di questo FANTASTICO CLUB!

Sono in distribuzione le splendide locandine del Memorial Lorenzo Lomuscio. Chi le vuole ci contatti!

 

JUVENTUS CLUB ANDRIA: SEMPRE PIU’ ORGOGLIOSAMENTE GOBBI!

 

 
 
ALLA SCOPERTA DEL CALENDARIO DELLA JUVE
 

Mentre la Juve continua la sua preparazione estiva in vista della nuova stagione calcistica, la Lega Calcio di Serie A, ha sorteggiato il calendario della prossima Serie A che vedrà ai nastri di partenza con la JUVE CAMPIONE D’ITALIA, anche due nuove assolute protagoniste: il Carpi ed il Frosinone!

Quest’anno la Juventus farà il suo esordio tra le mura amiche dello Stadium contro i friulani dell’Udinese, il 23 agosto alle ore 18. La prima trasferta sarà all’Olimpico di Roma contro i giallorossi, il 30 agosto ancora alle ore 18. Una trasferta durissima già alla seconda giornata, considerando che non c‘erano teste di serie. Le trasferte e partite da segnalare sono: il 27 settembre si andrà già a Napoli….(se ci faranno andare…), il 18 ottobre la “gita” a San Siro a trovare i Prescritti, il derby con il Toro si giocherà nuovamente prima a casa nostra il 1 di novembre, il Milan che riteniamo essere una avversaria da tenere in considerazione per la lotta allo scudetto, verrà a Torino il 22 novembre. L’unica trasferta isolana di quest’anno sarà a Palermo il 29 novembre. Poi a Roma contro la Lazio si andrà il 6 dicembre, mentre a Carpi, la novità di questa stagione, ci recheremo sotto Natale il 20 dicembre. L’andata si chiuderà in casa della Samp. il 10 gennaio.

Al ritorno le trasferte attese saranno, Frosinone il 7 febbraio, che ci rievocherà tanti bei ricordi dell’anno trascorso in serie B. Bergamo il 6 marzo, il derby in casa granata al 20 marzo, il 10 aprile a Milano sponda rossonera, Firenze al 24 aprile e Verona, sponda Hellas, nuovamente a chiudere la stagione delle trasferte, l’otto maggio! In casa l’ultima con la Samp, dove si spera di poter assistere nuovamente alla premiazione della nostra squadra. Vorrà dire che un impresa storica si sarà compiuta! Proviamoci e crediamoci tutti assieme sin da ora.

Il tutto nell’attesa di conoscere a fine mese di agosto, anche il calendario del percorso in Europa della nostra Juve. Quel percorso che in tanti ci invidieranno perché potranno immaginarlo solo nelle loro menti, rosicando davanti alle tv…..ahahahahahaha #godiamocomematti #solojuve

La programmazione per questa nuova ed avvincente stagione si va oramai delineando.

#meno24giorni #siriparte #semprealtuofianco

 

LA JUVE VINCE IN POLONIA

Dopo la battuta d’arresto alla prima uscita stagionale, contro il Borussia Dortmund in terra svizzera, la Juventus è subito tornata in campo mercoledì  pomeriggio in Polonia a Danzica contro la locale squadra il Lechia. Vittoria per 2-1 con reti di Pogba e Mandzukic, che già lascia il suo segno alla seconda apparizione in maglia bianconera. Una Juve che seppur a corto ancora di fiato, già inizia a convincere, avversario e vittoria a parte. Buona prova di Dybala, meno quella di Khedira. Da registrare un altro infortunio sempre nel reparto difensivo. Adesso è allarme rosso per la Supercoppa dove dovremo fare a meno di Barzagli e Chiellini. Urge secondo noi procedere all’acquisto di un altro centrale visto che il solo Rugani arrivato all’Empoli con tantissime speranze, non basterà. Come restiamo dell’idea che a questa Juventus serva come il pane un ala destra ed un trequartista. Staremo a vedere. I giudizi come sempre li tireremo a fine mercato. Per adesso sappiamo che abbiamo perso Tevez, Pirlo e Vidal, tre pezzi da novanta, giunti però al capolinea della loro vincente esperienza in bianconero. Siamo in estate, stiamo parlando di calcio di luglio, nemmeno d’agosto e pertanto dobbiamo avere come ogni anno tanta fiducia nella società e dirigenza che come noi vorranno nuovamente primeggiare in ogni competizione. Buffon e Bonucci, Pogba e Marchisio oltre a Morata ed ai nuovi nel reparto avanzato, dovranno prendersi la responsabilità di ripetere il percorso fatto negli ultimi anni. Non sarà semplice, ma se tutti restiamo umili, dimenticando ciò che abbiamo fatto nella passata stagione, il sogno potrebbe ripetersi. Adesso il percorso estivo prima di andare in Cina a disputare la Supercoppa contro la Lazio, vedrà la Juve impegnata contro il Marsiglia sabato in Francia alle ore 19, sempre in diretta su Sky, sempre con il Club aperto.

TESSERAMENTO

Da soli 4 giorni abbiamo avviato la nuova campagna tesseramento al Club con risultati già a dir poco incredibili. Ben 54 le tessere sottoscritte in questi primissimi giorni. Un inizio che ci fa già ben sperare, con numerose chiamate e contatti da fuori città. Insomma tutto procede ed abbiamo già iniziato a riscaldare i motori.

Pronti per una nuova stagione! Noi con Voi, Voi con Noi!

JUVENTUS CLUB ANDRIA: ORGOGLIOSAMENTE GOBBI. COME PRIMA PIU’ DI PRIMA!

 

 
 
L’ORGOGLIO DELL’APPARTENENZA. VIA ALLA CAMPAGNA TESSERAMENTO
 

Questa sera, lunedì 27 luglio dalle ore 19, un'altra stagione prende il via per il nostro sempre più grande JUVENTUS CLUB ANDRIA! E’ la 13^ stagione che i “gobbi andriesi e non” trascorreranno in nostra compagnia.

Tantissima strada abbiamo percorso dal 2003 anno in cui si decise di rimettere in moto il tifo “organizzato” per la Juventus qui nella città di Andria. Da qualche anno oramai, abbiamo raggiunto un livello di organizzazione eccellente diventando così di fatto uno dei club Juventus più riconosciuti a livello nazionale! Di questo ne andiamo molto orgogliosi e fieri. L’obiettivo è pertanto quello di riconfermarci su questi livelli! A livello numerico invece, possiamo e dobbiamo fare sicuramente meglio rispetto alle 500 tessere sottoscritte nella passata stagione!

Noi siamo già in moto, più carichi che mai, pronti a rimetterci in strada per seguire la Juventus ovunque (foto articolo relativo all’ultima trasferta di campionato organizzata a Milano contro i Prescritti, quando per molti non contava più niente….ma per noi no….SEMPRE PRESENTI).

Tu che fai? Non restare sempre li a leggere o a guardarci, diventa anche Tu parte attiva ed operativa di questo Club, perché solo chi ha appartenenza può realmente sentirsi orgogliosamente gobbo. Chi ha appartenenza ha anche tanto onore! Dopo l’ottima stagione appena conclusa non solo da un punto di vista prettamente di risultati sportivi conseguiti dalla nostra Juve, ma anche in termini di gestione delle varie trasferte da parte nostra, si è creata una positiva attesa da parte di tantissimi bianconeri di Andria e non che si iscriveranno per la primissima volta al nostro Club. Questa percezione è data dalla numerose chiamate e mail che abbiamo ricevuto in questa fase di programmazione della nuova stagione.

Le novità per il tesseramento alla stagione sportiva 2015/2016 sarà dettato dal fatto che chiunque intenderà seguire la Juve allo Stadium o nelle trasferte europee, anche per una sola gara, dovrà necessariamente essere affiliato al CENTRO COORDINAMENTO JUVENTUS CLUB DOC. Stessa cosa per chi intenderà portare figli, mogli o parenti vari. Il costo di questo servizio costerà 5 euro in più sul costo di ogni tipologia di tessera. Per chi invece non intende avvalersi di questo servizio i costi resteranno invariati rispetto alla passata stagione. L’affiliazione come anche la normale iscrizione al Club potrà essere fatta sino al mese di Gennaio, dopo di che nulla si potrà più fare. Pertanto non aspettate come sempre che la stagione diventi magari interessante come quella appena conclusa per poi sentirvi dire sempre la stessa risposta…..CHI NON SARA’ AFFILIATO DA NOI NON POTRA’ RICEVERE ASSOLUTAMENTE BIGLIETTI.

Resta intesa comunque una cosa per tutti: il tesseramento allo JUVENTUS CLUB ANDRIA, deve innanzitutto essere effettuato per ORGOGLIO DI APPARTENENZA. Questo principio vi deve entrare alla perfezione nella vostra testa.

La differenza sostanziale rispetto alla passata stagione è che non sarà più possibile effettuare i cambi nominativi su posti di nostri abbonati per persone che pur avendo la T.D.T. non risulteranno essere affiliate al Centro Coordinamento. Potremo garantire i posti degli abbonati, qualora disponibili, anche in formato cartaceo per non possessori di T.D.T., purchè anche questi regolarmente affiliati al Centro Coordinamento Juventus Club Doc. Chiaro a tutti????

Nella sezione tesseramento del nostro sito potrete trovare le regole e i criteri per l’iscrizione allo JUVENTUS CLUB ANDRIA. Leggete tutto attentamente per poi stamparvi il modulo di adesione da portare regolarmente compilato presso la nostra sede che sarà aperta la sera dopo le 19. Il modulo è ovviamente possibile ritirarlo e compilarlo anche in sede.    

 

PRIMA AMICHEVOLE PER LA JUVE

E’ intanto entrata nel vivo anche la nuova stagione della nostra amata JUVENTUS che ha disputato la prima amichevole stagionale contro i tedeschi del BORUSSIA DORTMUND. Un grande avversario molto più avanti nella preparazione rispetto a noi, con un mese di allenamenti già nelle gambe. Logico il risultato finale di 2-0 per i tedeschi, con una Juventus che soprattutto nel primo tempo ha lasciato già intravedere molte cose interessanti da parte dei nuovi arrivati. Al calcio d’estate noi non abbiamo mai guardato con interesse. Altri lo fanno, soprattutto i giornali, dando peso per ogni tipo di risultato, esaltando spesso le nostre avversarie che poi da quattro anni a questa parte, quando il gioco inizia a farsi più serio, tornano a fare quello che gli spetta fare…..semplici comparse al cospetto della nostra JUVE! Non per questo ci illudiamo e non per questo pensiamo che ripetersi possa essere semplice per noi, anzi sappiamo quanto dura sarà poter coronare il sogno di ripetere il quinquennio d’oro della Juve, quello dal 1930 al 1935, che vide i bianconeri per cinque anni di fila CAMPIONI D’ITALIA. Sarà questo il nostro reale obiettivo! Ripeterci in Italia. Per carità perdere non fa mai piacere anche nel calcio di luglio, ma c’è una enorme differenza tra chi si esalta e tra chi invece non si deprime assolutamente. E’ il quinto anno consecutivo che la Juventus inizia la sua stagione non bene, speriamo di continuare così questa estate per un fatto puramente scaramantico. Nel primo tempo della sfida ai tedeschi si è potuto vedere in campo il nuovo trio composto da Dybala, Morata e Mandzukic. Ne vedremo delle belle con loro in campo, in attesa di completare la rosa con altri rinforzi di esperienza e classe. Quel che conta è che l’otto di agosto i nostri CAMP10NI si facciano trovare prontissimi per la Finale di Supercoppa Italiana contro la Lazio. Iniziare la stagione alzando un altro trofeo sarebbe un ottimo viatico!

In splendida forma è apparso Gigi Buffon, come il suo secondo Neto, che saprà sostituire al meglio il grande Marco Storari. Dopo soli 5 giorni di lavoro a gruppo completo, altro non ci si poteva proprio aspettare.

Mercoledì 29 luglio altro nuovo impegno per la Juve che scenderà in campo a Danzica in Polonia per l’amichevole contro il Lechia Gdansk a 32 anni dall’ultima volta che gli abbiamo affrontati. Allora la sfida valeva il passaggio del turno in Coppa delle Coppe, poi vinta dalla Juve. Anche questa amichevole sarà possibile guardarla in diretta Sky alle ore 17, presso la sede del nostro Club. Sabato sera contro il Borussia abbiamo registrato una presenza di quasi una trentina di soci, non c’è che dire…..proprio un ottimo esordio. Si vede che siamo tanto affamati di calcio e di Juve.

 

MEMORIAL LORENZO LOMUSCIO

Fervono già i preparativi per l’ottava edizione del Memorial “Lorenzo Lomuscio” di Calcio a 7. Per la prima volta l’evento sarà organizzato fuori dalla nostra Città. Abbiamo accolto con entusiasmo la proposta giunta dagli amici del Gruppo Bassa Valle e dallo Juventus Club Monterosa che hanno fortemente voluto ospitare questo nostro Memorial. Non c’è che dire…..significa che davvero in questi anni abbiamo saputo coltivare veri rapporti di amicizia! Ne siamo anche in questo caso fieri ed orgogliosi. Questi risultati significano per noi più di ogni cosa……..Un Club quando raggiunge questi livelli può davvero definirsi GRANDE!

La nostra squadra alloggerà in uno splendido scenario, circondati dalla catene montuose valdostane, a 700 metri sul livello del mare: LILLIANES un comune in provincia di Aosta di poco meno di 500 abitanti. Che pace! Il Memorial invece si disputerà al Centro Sportivo “Crestella” di DONNAS (Aosta). Oltre alla formazione nostra e a quella del Gruppo Bassa valle, ci sarà anche la formazione del Gruppo Aosta 1996. Un triangolare che si preannuncia già molto goliardico e da livelli “alcolemici” preoccupanti……Nella due giorni nella Bassa Valle valdostana si avrà il tempo per trascorrere qualche ora anche a Saint Vincent!

Ma le sorprese non finiscono qui. Al Memorial ci sarà la partecipazione di un ospite d’eccezione: MORENO TORRICELLI, bandiera e terzino della Juventus di Marcello Lippi con la quale dal 1992 al 1998 vinse praticamente tutto. Adesso Torricelli fa parte della squadra della JUVENTUS LEGENDS, presieduta da David Trezeguet, che il prossimo 8 settembre sfideranno le leggende del Boca Juniors allo Juventus Satdium. 

Ringraziamo sin d’ora Moreno Torricelli per la sua disponibilità a scendere in campo al nostro Memorial. Lui adesso vive proprio nel comune di Lillianes dove noi alloggeremo. Che bella soddisfazione.

Per chi vorrà aggregarsi alla nostra squadra e ai componenti del “direttivo accompagnatori” lo potrà fare. Sarà messo un bus a disposizione di tutti i soci che vorranno seguire il Memorial da spettatori e trascorrere una giornata con Torricelli e i grandi amici di Bassa Valle. Del resto in quel weekend la Juventus farà il proprio esordio tra le mura amiche e pertanto faremo la classica….”una via e due servizi”….Partenza al venerdì sera 21 agosto e rientro al lunedì mattina all’alba del 24 agosto.

LORENZO VIVE NEI NOSTRI CUORI!

 

JUVENTUS CLUB ANDRIA: SEMPRE PIU’ ORGOGLIOSAMENTE GOBBI

 

 
 
AUGURI “LIDER MAXIMO”…
 

Dopo aver festeggiato dieci mesi fa la nascita della primogenita Sofia in casa Matera, eccoci nuovamente tutti pronti a far festa al “nostro” grande socio Max Matera, che finalmente ha deciso di convolare a nozze con la “Sua Enza” che, aggiungiamo noi, di pazienza ne ha avuta sin troppa!

Eccolo Massimo, nella foto in Curva Sud all’Olimpico di Roma durante la finale di Coppa Italia….da vero leader di un Club in cui in pochi anni ha saputo farsi voler bene da tutti, macinando km e km al seguito della Juve, sui campi più “caldi”. Sabato 18 giugno lo festeggeremo nel miglior modo possibile! Pertanto per quanti volessero partecipare alla funzione religiosa l’appuntamento è per le ore 11 alla Chiesa del Sacro Cuore.

Massimo lo abbiamo sentito molto felice ed ansioso in queste ore che precedono questo importante passo! Siamo felici per te, per la tua futura moglie Enza e per la piccola Sofia! Complimenti vivissimi da tutto il tuo Club e da tutto il Direttivo.

TI VOGLIAMO BENE GRANDE MAX! AUGURONI ALLE FAMIGLIE

P.s. Alla prima trasferta che farai ricordati che ti toccherà offrire da bere a tutti i partecipanti!

 

 
 
INIZIA LA NUOVA STAGIONE DELLA JUVENTUS CAMPIONE. BUON LAVORO
 

Oggi giovedì 16 luglio, in attesa dell’arrivo anche dei nazionali, sempre agli ordini di Massimiliano Allegri, ad un anno esatto dal suo avvento in casa bianconera, riprende a Vinovo, la preparazione della Juventus Campione d’Italia, detentrice della Coppa Italia e Vice Campione d’Europa, per la nuova stagione sportiva.

Chi lo avrebbe mai potuto immaginare quel 16 luglio del 2014. Siamo sinceri. Nessuno!

Una stagione, quella passata, che ci ha visto trionfare ovunque in Italia e farci gonfiare il petto in Europa, dove abbiamo potuto raggiungere un traguardo a dir poco insperato: quello della Finale di Berlino, passando in maniera trionfale su molti altri campi con noi tifosi ovunque presenti che abbiamo potuto provare esperienze che ci resteranno scolpite per sempre, finale compresa!

Peccato per non aver potuto vincere una Coppa che avremmo ad un certo punto anche meritato. Puniti da contropiedi letali di una squadra, certamente la più forte in circolazione sul pianeta calcistico. Peccato. Ma statene certi che ci riproveremo. Primo o poi, lo diciamo da sempre, in questa Coppa torneremo a trionfare! Noi intanto continuiamo a disputarla mentre altri potranno solo continuare a guardarla e a gufarci seduti davanti ad una Tv: poveracci!.....NOI SAPPIAMO SOLO RUBARE….”I VOSTRI SOGNI”…..

Siamo fieri ed orgogliosi della nostra Società. Quest’anno, dopo aver rivinto tutto in Italia, dopo aver raggiunto un traguardo così grandioso come la Finale di Champions era quasi inevitabile considerare chiuso il ciclo di gran parte della squadra. L’errore più grande è quello di continuare con i giocatori che ti hanno fatto vincere tutto o quasi solo per un motivo puramente affettivo. Invece la nostra Società non si è lasciata prendere dall’emotività, dal sentimento verso certi giocatori che hanno dato il tutto per tutto per la nostra grandiosa maglia! La Juventus ha saputo rinnovarsi puntando su nuovi calciatori, giovani ma già affermati, o meno giovani con tanta esperienza che sapranno, ne siamo anche qui certi, sostituire degnamente i pezzi da novanta che ci hanno lasciato o che in queste ore ci stanno lasciando. Altri, crediamo un paio di assoluta qualità, ne arriveranno, per poter continuare a vincere, aprendo così di fatto, immediatamente un altro ciclo.

Si riparte con la spina dorsale della squadra intatta, da Buffon a Bonucci, passando per Chiellini e Marchisio, da Pogba a Morata. A questi sono stati aggiunti nuovi calciatori del calibro di Rugani, Zaza e Dybala, tre giovani dal valore già altissimo, oltre a Khedira e Mandzukic campioni già affermati e Neto un secondo portiere che non dovrà farci rimpiangere il grande Storari.

Certo, le assenze da questa nuova rosa di giocatori come Storari, Pepe, Pirlo, Tevez e quasi certamente anche di Vidal, si faranno sentire eccome. A loro eravamo e resteremo sempre affezionati. A loro diremo sempre grazie. Loro resteranno per sempre nella nostra storia!

Altrove come in ogni estate hanno già vinto lo scudetto, altrove sono già convinti che questa nuova Juve non faccia più paura, altrove sono già convinti di aver acquistato il meglio che c’era sul mercato. Bene, meglio così. Contenti loro, contenti noi. Noi ripartiamo anche in questa nuova stagione con l’umiltà che da sempre ci contraddistingue, consapevoli delle difficoltà che incontreremo, consapevoli che per rivincere anche in questa stagione servirà tutto il nostro più caloroso apporto alla squadra affinché riesca a stupirci anche quest’anno!

Ripartiamo più carichi che mai, ripartiamo più orgogliosi che mai, ripartiamo con il petto gonfio e con il tricolore e la coccarda sulle maglie che in tanti ci invidiano!

Buon lavoro Allegri, buon lavoro alla squadra (vecchi e nuovi), ma buon lavoro soprattutto alla Società in primis a Beppe Marotta che ne siamo certi saprà stupirci in positivo anche in questa stagione.

Noi come sempre seguiremo il calcio estivo in maniera distaccata, non ci recheremo in Cina per seguire la Supercoppa Italiana contro la Lazio, per mentalità e per coerenza, come da sempre facciamo, ma saremo pronti al via non appena il campionato ripartirà. Nel frattempo continuiamo a goderci il meritato relax prima del via alla campagna tesseramenti che partirà il prossimo 27 luglio.

Il Club sarà ovviamente aperto per poter seguire anche tutte le amichevoli estive della nostra Juventus: primo appuntamento SABATO 25 LUGLIO ore 19,05 a San Gallo (Svizzera) amichevole contro il Borussia Dortmund! Vi aspettiamo!  

BUON LAVORO JUVE! PRESTO SAREMO NUOVAMENTE LI AL TUO FIANCO E BUON PROSEGUIMENTO D’ESTATE AI TANTI NOSTRI AMICI GOBBI SPARSI NELLA PENISOLA ITALIANA!

JC ANDRIA: SEMPRE PIU’ ORGOGLIOSAMENTE GOBBI

    

 

 
 
MA CHE GRAN BELLA FESTA…
 

Mentre le “merde milanesi” sono già al lavoro, mentre i loro tifosi stanno già sognando lo scudetto, noi alla faccia loro siamo ancora qui che festeggiamo i nostri trofei, le nostre recenti vittorie, quelle che loro tanto desidererebbero poter festeggiare! Il 33° scudetto conquistato, il quarto di fila e la decima Coppa Nazionale, meritavano una serata di festa particolare. Lo Juventus Club Andria ci è riuscito ed ancora una volta ha organizzato per i propri soci e simpatizzanti un evento molto “trendy” con tantissime donne presenti, in una serata molto ma molto calda!

Dopo la serata del 2012 a Umami, dopo quella del 2013 alla Lampara ecco il party 2015 organizzato a Montegusto ai piedi del Castel del Monte.  Ancora una volta abbiamo trasformato la cena sociale di fine stagione in una autentica serata danzante che ha visto la partecipazione di ben 138 soci! Siamo davvero lusingati di avere avuto ancora una volta successo e tanti attestati di stima da parte di tutti i presenti.

In una location, Montegusto, davvero suggestiva e a tratti “surreale” con il Castel del Monte sullo sfondo, li a due passi tutto illuminato, siamo stati capaci di rompere il silenzio e la tranquillità di quel luogo, con la spettacolare musica “house” del Dj Matteo Bucci, i nostri cori da stadio e la spettacolare fumogenata (non si vedeva più nulla) che ha accolto l’arrivo della bellissima torta che vedeva realizzate, tre stelle dorate, una argentata e il nostro logo ANDRIA PRESENTE con la scritta CAMPIONI e i due trofei stagionali conquistati!

Ma andiamo per ordine! Verso le 21,15 i soci iniziavano ad affluire alla festa. Incredibile l’arrivo del nostro Segretario Fabio, con un mega bandierone tricolore e lo stemma della Juventus, che sventolava fuori dalla sua auto, strombazzando con il clacson! Alle 22, il party aveva inizio con il discorso di chiusura stagione e di benvenuto del Presidente Nicolamarino. Bellissime le sue parole che rimarcavano “l’orgoglio di aver seguito la Juve dal vivo in ben 52 trasferte sulle 56 gare ufficiali stagionali”…. con la chiusura…..”LA VECCHIA SIGNORA HA VINTO ANCORA…”

La cena organizzata a buffet è stata davvero molto squisita con piatti ben curati in una cucina locale ma ampiamente rivisitata. Bello l’angolo del casaro che preparava le mozzarelle e la burrata in loco!

Dopo i primi si è poi scatenato l’inferno, con tutti i soci trascinati letteralmente in pista a ballare. Tutti proprio tutti, anche i più “timidi” e moderati, sono stati costretti a ballare. Presidente davvero scatenato! Di mangiare la gente non ne voleva sapere più nulla. Poi dopo quasi un ora di autentico “macello” abbiamo ripreso la cena, con il secondo, la frutta ed i dolci per poi passare al momento tanto atteso. La torta di cui vi abbiamo detto prima. Bello l’inno della Juve cantato a squarcia gola da tutti, bello l’addobbo della sala con tantissime bandiere bianconere piantate ovunque e sull’ingresso della struttura. Bella la sbandierata al momento della torta.

Alle due la serata è terminata, il direttivo si è rilassato nell’area bar felice e contento di aver visto andar via tutti i soci soddisfatti per quest’altra festa come sempre ben organizzata.

Sembrava una vera e propria discoteca!

#solobellagente#solograndifeste#semprecamp10ni#jcandriadanceclub

Adesso ci godremo una ventina di giorni di assoluto relax prima di rituffarci nell’organizzazione della prossima stagione.

Grazie a tutti per il sostegno dato al Club in tutta la stagione perché è solo grazie a Voi se oggi possiamo dire di essere diventati un grande gruppo, un grande Club stimato ed “invidiato” da molti!

Ne siamo fieri ed orgogliosi! Noi sempre due giri avanti!

La campagna abbonamenti del nostro club alla Juventus per la prossima stagione ha visto una percentuale di rinnovo pari al 92% nonostante i netti e sensibili aumenti praticati dalla società. Adesso stiamo attendendo di poter partire con la sottoscrizione per i nuovi abbonati in base ai posti che si saranno resi liberi. Abbiamo già una decina di richieste. AVANTI SEMPRE JC ANDRIA!

La campagna tesseramento al club partirà invece lunedì 27 luglio. Vi aspettiamo numerosi come sempre.

L’ottava edizione del Memorial Lorenzo Lomuscio si disputerà contro il Gruppo Bassa Valle e per la prima volta si terrà in trasferta, in Valle d’Aosta. Stiamo definendo data ed organizzazione della giornata. Presto comunicheremo i dettagli.

#JCANDRIAVAINVACANZA#BUONAESTATEATUTTI#CAMP10NID’ITALIA#ANDRIAPRESENTE 

N.B. Nella foto gallery troverete tutte le foto del nostro Party

 

 
 
PRONTI A FESTEGGIARE? TUTTI AL PARTY
 
Ci eravamo lasciati la sera del 8 giugno al Club quando il Presidente volle incontrare tutto lo zoccolo duro e soprattutto i ragazzi che per tutto un anno hanno girato in lungo e in largo lo "stivale intero" ed il Vecchio Continente! Quella sera siete accorsi in 72 e guardandoci negli occhi, abbiamo capito una cosa.......quale????? che siamo un grande gruppo! 
Il Presidente Nicolamarino, volle ringraziare tutti, uno ad uno, per i sacrifici compiuti anche in quest'altra STRAORDINARIA stagione che ci ha visti impegnati sino al 6 giugno per la finale di Champions. Chi lo avrebbe mai potuto immaginare! I ragazzi di rientro da Berlino, ma non solo loro, erano ancora "affranti" per l'ennesima finale persa, ma TUTTI erano e sono convinti che questa JUVE farà continuare a rosicare TANTI poveri sfigati che non potendo esultare per le loro squadre (o squadrette???) si limitano a gioire poche volte l'anno, per vittorie che non gli appartengono! Contenti loro, assolutamente più CONTENTI noi di vederli così malridotti! 
In questi giorni abbiamo staccato come si suol dire un po lo spina, cercando di rilassarci un tantino. Ma noi come sempre, non siamo abituati a restare senza far nulla ed allora come promesso e come consuetudine di fine stagione, abbiamo deciso di trasformare la tradizionale CENA SOCIALE in un PARTY DANZANTE. Una serata di festa, in una location incantevole: 
MONTEGUSTO ai piedi del Castel del Monte! 
Si terrà VENERDI' 3 LUGLIO a partire dalle ore 21,30. Cena a buffet con Dj Set MATTEO BUCCI 
un altro gobbaccio come noi tutti! 
Il costo per l'ingresso è di 33 euro a persona e di 15 euro per i bambini sino a 10 anni. L'ingresso è riservato a soci e simpatizzanti bianconeri. Le prenotazioni via mail all'indirizzo: info@juventusclubandria.it o a mezzo telefono al 320.6209445. 
Festeggiamo tutti assieme la conquista del 33° TRICOLORE e della DECIMA COPPA NAZIONALE. 
Oramai siamo come una grande famiglia e ci rendiamo conto che quando stiamo assieme stiamo troppo bene! 
LA JUVE SIAMO NOI! 
VIENI A BALLARE AL PARTY PIU' GOBBO CHE CI SIA! 

#JCANDRIASOLOGRANDIFESTE&TRASFERTE
Menù per il gran buffet della festa:

Aperitivo di Benvenuto

Antipasti (Percorso di terra)

Acqua sale

Sfoglia di pane croccante di Altamura con Capocollo di Martina Franca

Canestrato artigianale di Minervino Murge 
Salsiccia di maiale a punta di coltello stagionata

Crostini con mousse di ricotta e mostarda di cipolla rossa

Quadratini di focaccia

Orzo con brunoise di verdurine

La nostra tiella” 
Sformatini di verdure di stagione e ricotta

L'ANGOLO DEL CASARO 
Primi

Orecchiette di grano arso, pomodorino ciliegino al profumo di basilico,

salsiccia di Andria affumicata e stracciatella

Strozzapreti al pesto di rucola e pomodorino confit

Secondo

Rollè di pollo ruspante cotto a bassa temperatura farcito con pancetta e verdure di stagione

su vellutata di patate aromatizzata al timo

Dessert

Frutta fresca di stagione e dolci della casa

Vini della cantina Torrevento

 

 
 
IL SOGNO E' SVANITO MA RESTA UNA STAGIONE "STRA OR DI NA RIA"
 
Peccato, il sogno di vincere la Champions League è nuovamente svanito in finale. L'ennesima persa dalla nostra Juve, arrivata per ben 8 volte in fondo e in ben sei occasioni, compreso l'ultima, ha dovuto purtroppo lasciare la coppa agli avversari. Siamo una grande squadra, perchè solo una grande squadra è capace di arrivare così tante volte in fondo alla competizione calcistica più importante, più bella, più emozionante ed affascinante del mondo! Poi ci sta che la sorte ci si accanisca contro è che ti volti le spalle proprio nel momento migliore, quando stai per raggiungere la gloria ed entrare nella storia! Le precedenti finali perse, tranne quella contro l'Ajax a Belgrado del 1973, le abbiamo perso da favorita. Sono appunto quelle contro l'Amburgo, contro il Borussia Dortmund, contro lo stesso Real Madrid (non certamente un gran Real) e quella contro il Milan che gridano ancora rabbia e delusione per come sono state affrontate ed incredibilmente perse, quando tu eri il Barcellona attuale, quello che meritatamente ha invece vinto la sfida di Berlino di sabato 6 giugno. La Juve non era partita assolutamente battuta, pur consapevole, come noi tifosi, della difficoltà e della straordinaria forza della squadra catalana. Noi ci credevamo, perchè in finale spesso è accaduto che non sempre vincesse la squadra più forte e si sperava che proprio in questa stagione tutto ciò accadesse proprio alla Juve! Invece no. Ancora una rete subita nei primissimi minuti di gioco che ha costretto la Juventus, ad affrontare sin da subito, un altra finale in salita. Una rete che avrebbe potuto ammazzare chiunque ed invece no, questa Juve ha avuto ancora una volta la forza di rimettere in piedi l'incontro, pervenendo al pareggio nella ripresa grazie proprio allo spagnolo Morata. Subito dopo la rete del pari, che ha mandato in visibilio tutto il popolo gobbo accorso a Berlino, tutto quello riunito in una Piazza San Carlo a Torino che definire un catino infuocato è troppo riduttivo, come tutto il popolo gobbo rimasto nelle proprie città, la Juve ha iniziato a giocare più tranquilla dando davvero l'impressione che questo sarebbe stato l'anno giusto.....ed invece?....Ed invece no! Ancora una volta "la perfida" sorte ha deciso che anche quest'anno la Coppa non doveva volare a Torino. Ha deciso di voltarci le spalle proprio nel momento migliore della partita, quando da un rigore non concesso dall'arbitro (assurdo...) ci si è ritrovati nel ribaltamento di fronte a subire una assurda rete in contropiede, in una delle letali loro ripartenze, che abbiamo purtroppo concesso a dei fenomeni che certamente non avevano bisogno anche dei nostri regali! Ma purtroppo doveva andare così. Noi non siamo tifosi che recriminano, noi non siamo gente che non riconosce il giusto merito degli avversari.Il Barca ha meritatamente vinto la sua quinta Champions. 3-1 il finale! Noi siamo usciti a testa ALTISSIMA dallo stadio di Berlino dando dimostrazione che la Juve in Europa è tornata è che questa partita sarà un punto di partenza per un futuro sicuramente radioso in questa competizione che prima o poi ne siamo certissimi torneremo a vincere! Ecco, rispetto alle altre finali perse, questa ci ha visti più sereni al termine, più consapevoli che non era questa la Coppa da vincere, anzi oseremmo dire, più incazzati e determinati di prima, perchè è solo da grandi delusioni che poi maturano grandi imprese e la nostra Juve, la Società in primis, per come sta gestendo la crescita di anno in anno, ci lascia davvero ben sperare per i prossimi anni! Ci siamo già tutti rimboccati le maniche perchè TUTTI ASSIEME riprenderemo il cammino nella prossima edizione di questa emozionante Coppa che NOI potremo nuovamente disputare mentre altri poveri COGLIONI  e SFIGATI potranno semplicemente guardare in TV mangiando pizze e rosicando "a motore".....per poi sperare magari di poter nuovamente festeggiare non per le loro VITTORIE, ma per le nostre SCONFITTE. Che massa di deficienti che sono. E' brutto evidentemente subire da 4 anni quello che la Juve sta imponendo, se poi li vedi ridotti così ad esultare per vittorie non loro! 
NON VI SI INCULA PROPRIO MA VI VOGLIAMO COSI'! NON CAMBIATE MAI! 
Torniamo a raccontarvi della nostra Finale vissuta intensamente dal nostro Club. La prima della storia di questo Club, nato proprio subito dopo la finale di Manchester persa nel 2003! Che sensazioni, che emozioni incredibili, che ansia, che abbiamo provato nell'arrivare ad una finale Champions, dove ti senti gli occhi del mondo calcistico puntati addosso. Se pensiamo a quello che abbiamo subito nel 2006, quando ci siamo ritrovati in B e ritrovarci a distanza di appena 9 anni nuovamente in Finale di Champions League, bene allora ti viene da pensare che la JUVE è davvero tornata grande! Berlino ed il 6 giugno sembravano non arrivare mai. Tutti eravamo in trepida attesa in una stagione vissuta alla grande da noi tifosi juventini che avevamo già festeggiato la straordinaria accoppiata SCUDETTO e COPPA ITALIA, in un anno in cui nessuno avrebbe scommesso un solo centesimo sulla Juve in finale di Coppa dei Campioni. Invece è accaduto e meritatamente ci siamo arrivati a questo traguardo, ripetiamo impensabile a Luglio scorso, quando Allegri prendeva il posto del nostro idolo Conte in panchina. Che cavalcata, quanti km che abbiamo percorso prima di giungere a Berlino. Da Madrid contro l'Atletico, passando per Atene, Malmo, Dortmund, Montecarlo e poi ancora Madrid, al Santiago Bernabeu in una serata che resterà scolpita per sempre nella storia del nostro Club! E' stato il giusto premio per tifosi come noi che ci hanno sempre creduto, non mollando mai, anche quando tutto sembrava perso nel girone. Abbiamo superato ogni difficoltà logistica, ogni rischio ambientale, ogni fattore climatico pur di esserci sempre li a sostenere i nostri beniamini con la nostra pezza sempre in prima linea. Ecco, la nostra Champions possiamo dire di averla abbondantemente vinta, almeno noi veri tifosi dello JC ANDRIA! A Berlino, troppo facile, grazie alla Juventus e alla Francorosso ci sono stati PORCI e CANI ad assistere alla finale, gente occasionale, gente che soltanto adesso si ricordava di essere tifosa della Juve...da politici...ad attori....sino alla gente più comune, che magari in tutta la stagione hanno anche seguito altre squadre locali per poi di colpo diventare tifosissimi juventini, senza neppure conoscere un coro della Curva, senza sapere cosa significhi davvero l'essere juventino dentro contro tutto e tutti! Noi come sempre ci siamo stati ed abbiamo fatto la nostra grandiosa figura assieme agli amici di sempre del Gruppo Bassa Valle. Ci siamo posizionati nell'anello superiore (come dalla splendida foto tratta dalla rete internet), lontani dai riflettori perchè per noi contava soltanto esserci, perchè la JUVE SIAMO NOI, quelli che ogni maledetta partita compiamo enormi sacrifici pur di esserci sempre a prescindere che si chiami FINALE DI CHAMPIONS o che si chiami CAGLIARI o PALERMO o UDINE.....

LA NOSTRA FINALE
Essere alla fine riusciti a portare a BERLINO ben 38 soci del nostro club (parliamo di soci....di chi appunto ha l'onore dell'appartenenza...perchè gli altri che non hanno appartenenza non hanno per noi l'onore...) è stato per noi un risultato grandioso che mai avremmo potuto immaginare. Siamo riusciti ad accontentare un gran numero di persone, tra i pacchetti della Francorosso ed i biglietti sciolti che la Società ci ha concesso solo negli ultimi giorni e dopo proteste e svariate telefonate....e quando oramai molti avevano già prenotato i famigerati ed assurdi pacchetti del Tour Operator! Solo in tre alla fine tra quelli che avano manifestato la volontà a partire non siamo poi riusciti purtroppo a soddisfare! Ma non è dipeso dalla nostra volontà e anche loro hanno ovviamente compreso. Abbiamo dato una grande dimostrazione di serietà, lasciando a casa il Presidente ed il Segretario del Club, come buona parte del Consiglio Direttivo, a dimostrazione che volevamo appunto dare quanti più posti a quanti più soci possibili! Ci siamo riusciti è questo ci ha inorgoglito ancora una volta di più. Tantissime le combinazioni prescelte dalla nostra numerosa pattuglia a Berlino, chi da Napoli, chi da Roma, chi da Firenze, chi da Torino, chi da Milano e chi da Bologna in aereo e anche in pullman come Franco Di Franco, Vincenzo Quacquarelli, Enrico Ferro, Riccardo Dell'Olio, Giuliano Zefferino e Salvatore Lomuscio che hanno percorso ben 16 ore di bus per giungere li davanti allo Stadio, distrutti ma orgogliosissimi di esserci. Cosa non si fa pur di risparmiare! A Berlino ad AlexanderPlatz tutti i nostri soci si sono ritrovati per il ritiro dei biglietti che nel frattempo Giuseppe Cavaliere aveva ritirato per tutti. Alla spicciolata li vedi uno ad uno che arrivano, compreso il Presidente della Regione Puglia, nostro socio, Michele Emiliano che si lascia poi scattare una foto con una parte dei nostri soci già arrivati. Gli ultimi ad arrivare saranno quelli del Gruppo organizzato da Sabino Miccoli. Poi tutti e 38 entrano nello Stadio che di li a poco avrebbe potuto regalarci un sogno inatteso poi purtroppo svanito. Tutti suddivisi nei vari settori dello Stadio a noi assegnati. Ognuno con la sua storia e le sue emozioni da raccontare e soprattutto OGNUNO CON LA MERAVIGLIOSA T-SHIRT del Club. Chiara Abbasciano che viaggia con lo striscione dedicato a Fabio...."FABIO PRESENTE"......Francesco Troia sul volo, l'uomo dei tre voli e delle disavventure al rientro, assieme a Federico Ieva e Antonio Lorusso, che viaggiano fianco a fianco di Luciano Moggi e Mariella Scirea. Il momento più toccante è stato vedere l'esposizione della nostra nuova pezza ANDREA CON NOI.....dedicata al grande Uomo qual'è, Andrea Leonetti. Presto tornerai con Noi caro Andrea perchè la GENTE COME NOI NON MOLLA MAI! 
Ancora una volta la nostra pezza è stata fianco a fianco di quella del Gruppo Bassa Valle, ancora una volta i nostri ragazzi in Curva sono stati al loro fianco, a chiudere un anno che ha sancito per sempre una grandissima amicizia. Un abbraccio caro Federico! Al termine della partita l'applauso alla squadra per poi con la delusione dipinta sul volto salutarsi tra di loro e darsi appuntamento ad Andria, ognuno con i suoi rientri chi in charter, chi in autobus, chi restando a dormire una notte li. Gli ultimi a far rientro ad Andria sono stati Pinuccio Tattolo e Alberto Tesoro. Peccato, questa Coppa l'avremmo meritata per quello che riusciamo ogni volta ad organizzare senza proclami, senza dipendere da nessuno, ma con tanta PASSIONE & MENTALITA' che tanti ci invidiano soprattutto i tirapiedi...ma non solo loro! Ci riproveremo...statene certi che non finisce qui!

NON SOLO A BERLINO.....ANCHE A TORINO....ANDRIA PRESENTE
E' proprio vero che facciamo sempre cose incredibili. Dopo aver organizzato i 38 per Berlino, abbiamo trasportato altri 42 soci a Torino in Pullman. Che altra stupenda esperienza è stata. Assistere alla partita mischiati in PIAZZA SAN CARLO assieme a 40.000 persone è un qualcosa che ci resterà per sempre nei ns. cuori e nelle ns. menti. Questa Juve meritava tutta la nostra passione. Grazie alla squadra ci siamo ritrovati ancora in viaggio al 7 giugno....una stagione lunghissima iniziata il 16 luglio che ci ha regalato tantissime soddisfazioni e l'orgoglio di aver disputato un altra finale di COPPA DEI CAMPIONI! Per gli altri invece la stagione non è mai iniziata....è stata in pratica un vero e proprio INCUBO! Alle ore 22,00 ci siamo ritrovati tutti festanti nella Piazza della Stazione di Andria. Alle 22,40 siamo partiti, non prima di aver lanciato cori e suonato le nostre trombe da stadio perchè della scaramanzia c'è ne siamo fregati. La finale è un traguardo che va comunque festeggiato! Viaggio di andata che ci ha visti svegli sino a Pescara, il tempo di bere birre e le bottiglie di vino di Graziano Palladio. Fabio Attimonelli, Michele Zagaria, Franco Guadagno e Vito Fiandanese, con il gruppo giovani in gran forma come Di Serio, Moscatelli, Zagaria, Mancini hanno dato come sempre spettacolo....cori, cori ed ancora cori...tutto il Pullman era carico compresi Presidente e Vice Presidente. Poi anche Nicola Pisani decide di spostarsi nella zona retrostante del pullman quella più "calda". Davanti molte famiglie e soci più adulti. Si arriva in Hotel a Pianezza nell'hinterland torinese alle 11,30. Fa caldissimo. Un afa stile Madrid. Pensiamo....porterà bene....
Si mollano i bagagli, ci si rinfresca e ci si mette tutti la T-SHIRT del nostro club....La macchia blu si sposta tutta allo Juventus Stadium dove decidiamo di pranzare per permettere a chi non lo aveva ancora visitato, di vedere il Museum. Poi si rientra in albergo per un altra veloce rinfrescata per poi partire per il centro di Torino. Alle 18,00 siamo tutti in Piazza San Carlo già gremita all'inverosimile. Grazie alle amicizie che non mancano mai, Fabio riesce a procurare uno spazio per i nostri più giovani sotto il palco con tanto di stendardo ANDRIA 2003, in prima linea assieme ai ragazzi del Gruppo Tradizione rimasti a Torino. Si balla a ritmo di musica, ci si bagna con l'acqua, si inizia a cantare, si bevono tantissime birre...la piazza già ribolle di passione! Sembra uno Stadio. I nostri, ad un certo punto, accendono tantissime torce e fumogeni, portati da Andria. Spettacolo perchè in ogni angolo della piazza si accendono tantissimi altri fumogeni....Fabio viene addirittura intervistato da una delle tante TV presenti li in Piazza, non sappiamo quale sia stata perchè non si capiva più nulla (come da foto presente nella gallery).
Inizia la partita, subito la delusione....poi una gioia immensa...pianti di gioia per l'emozione del pareggio, ci crediamo, sembrava che la fortuna finalmente stesse guardandoci in maniera benevola, ma poi poi torna a voltarci nuovamente le spalle....restiamo ammutoliti per poi al triplice fischio far partire un immenso e grandioso applauso alla nostra squadra per questa spettacolare e come ha detto sillabando il Presidente Agnelli ....STRA OR DI NA RIA! Andiamo tutti a farci una pizza nonostante la delusione per un altra finale persa....poi quella che doveva essere una notte di festa diventa una tranquilla notte. Distrutti torniamo in albergo per andare a nanna! Al mattino ci svegliamo carichi. Fabio suona la carica con la sua tromba da stadio. Tutti a far colazione. Si decide di restare comunque per un pranzo in centro ed una passeggiata salutare. Il modo migliore per celebrare questa stagione e quanto fatto dal nostro Club. Ci sentiamo con chi in viaggio di rientro da Berlino e con chi rimasto ad Andria. Ci si fa coraggio in chat l'un con l'altro. Tutti concordi. Sopra di Noi soltanto il Barcellona sotto di noi...tutta l'EUROPA......altri non pervenuti proprio! Abbiamo perso con la squadra più forte al Mondo in questo momento. Alle 18,15, concludiamo la nostra bellissima due giorni a Torino e si riparte per Andria. Un viaggio di ritorno dove molti penseranno di dolore...ma invece ancora una volta i nostri danno ancora il meglio di loro....è proprio vero.....più stiamo assieme è meglio STIAMO! Orgogliosi di Noi! Tu, tirapiede che ci leggi, ricordati sempre una cosa.... che come noi non potrai MAI ESSERE! L'invidia è una brutta bestia, l'ignoranza pure! Da sempre superiori!
Arriviamo ad Andria alle 6,00 di lunedì mattina. 
AL CLUB IL SOLITO STRAORDINARIO ENTUSIASMO
Nonostante in tantissimi, soprattutto lo zoccolo duro, fossero chi a Berlino e chi sotto la Mole a Torino anche al Club per la Finale, la partecipazione è stato come sempre da "capogiro". Tutto esaurito con un clima di trepidante attesa. Vito Coratella, Andrea Leonetti e Nino Lotti a garantire l'afflusso dei soci rimasti ad Andria. In giro spuntano bandiere ai balconi e venditori di bandiere e trombe agli angoli delle strade del centro. Tutto era pronto per scatenare la grande festa, ma il sogno è svanito ed in maniera composta e sportivamente si è accettato il risultato maturato, consapevoli che vivremo nei prossimi anni altre giornate come questa. Un grazie a tutti coloro che hanno in questa stagione gremito sempre il nostro club diventato una sorta di Curva per l'entusiasmo che si respira in ogni gara. 
In chiusura ci preme sottolineare l'incontro tra il Presidente e lo zoccolo duro del Club fissato per lunedì sera con i reduci di Berlino, di Torino e quelli rimasti ad Andria. In oltre settanta hanno risposto all'appello. Discorso di ringraziamento verso tutti per quanto fatto e soprattutto una iniezione di fiducia per ripartire alla grande. Ci siamo guardati tutti negli occhi.....SIAMO PIU' CARICHI CHE MAI! AVANTI NOI. AVANTI JC ANDRIA FINO ALLA PROSSIMA VITTORIA, FINO ALLA PROSSIMA FINALE!
MAI DOMI!
p.s. a breve stabiliremo la data ed il luogo per la cena sociale e la data e l'avversario per il MEMORIAL LOMUSCIO. Lasciateci un attimo rifiatare. Ne abbiamo davvero bisogno dopo 11 lunghi mesi di attività NON STOP!
Il nuovo tesseramento partirà il prossimo 27 luglio. In tanti sappiamo vogliono aggregarsi a Noi. Saremo ben liti di accogliervi nella nostra grande famiglia bianconera di Andria.
FOTO GALLERY:
Nella foto gallery abbiamo suddiviso le due trasferte.....le foto di Berlino e quelle di Torino. Buona visione con i momenti di questa entusiasmante finale scattate dai nostri soci. 
 

 
 
ONORATA LA MEMORIA DEI 39 ANGELI
 

Mentre il trionfale campionato della nostra amata Juventus volgeva al termine, quasi in concomitanza della partita contro l'Hellas Verona, iniziava la nostra celebrazione in Cattedrale ad Andria, per onorare la memoria dei nostri 39 fratelli deceduti nell'assurda tragedia dello stadio Heysel a 30 anni esatti da quel terribile 29/05/1985. Una iniziativa che ha riscosso tanto successo e soprattutto tanti attestati di stima ricevuti da ogni dove. Il più toccante e bello è stato quello ricevuto dall'Associazione dei Familiari Vittime dell'Heysel. Anche i media locali e non hanno dato ampio risalto a questa bellissima iniziativa che abbiamo deciso di realizzare proprio nell'anno del trentennale. Lo avevamo detto nei giorni precedenti e nel nostro comunicato di lancio dell'iniziativa che questa celebrazione sarebbe stata più importante di ogni cosa: di una partita, di una trasferta, di un qualsiasi impegno che ognuno di noi avesse potuto avere. Così è stato! Abbiamo dapprima deciso di non recarci a Verona, visto che l'anticipo al sabato alle ore 18 è stato deciso dalla Lega Calcio, quando oramai avevamo stabilito di organizzare la Messa proprio al sabato sera. L'appuntamento per tutti era al club alle ore 18,00 dove abbiamo assieme visto il primo tempo dell'ultima partita di campionato contro l'Hellas Verona. Il tempo di vedere la splendida rete del vantaggio bianconero siglata dall'argentino Pereyra. Poi abbassiamo la serranda del Club e ci rechiamo tutti assieme in Cattedrale formando un lungo serpentone di persone. Arriviamo li e troviamo tantissimi altri soci e simpatizzanti bianconeri ad attenderci. Giuliano, Vito, Vincenzo e il Presidente erano già li dalle 17,30 per allestire il banchetto commemorativo all'esterno, con la proiezione di un video di quella tragica serata, con una bandiera storica portata dai 4 soci del vecchio Club che quella sera erano li all'interno dello Stadio Heysel. C'era anche il gagliardetto ufficiale di quella partita contro il Liverpool. Nel frattempo la pizza antistante la Cattedrale si gremisce di tantissime persone. Alle 19,40 la Santa Messa ha inizio, officiata da Don Gianni Agresti. La navata centrale della Cattedrale è davvero gremita di tantissimi soci. Questo è quello che più contava. L'orgoglio del Presidente Nicolamarino traspariva tutto dal suo volto. Dobbiamo ringraziare Don Gianni che ci ha messo del suo durante l'omelia, nel ricordare quella assurda tragedia. I momenti più toccanti si sono avuti quando il Presidente ha letto tutti i 39 nomi con l'età delle persone decedute in quella maledetta finale a Bruxelles e quando Fabio Attimonelli con una bellissima interpretazione, ha letto la poesia in memoria di Andrea Casula e del suo papà...."Qui è tutto buio". Diverse lacrime sono venute giù. Poi un lungo applauso ha concluso la cerimonia alla quale è stato presente in prima fila, anche il Sindaco di Andria, Nicola Giorgino, nostro socio, al quale porgiamo un grandissimo augurio per la sua rielezione alla carica di Sindaco per altri 5 anni. 

Appena usciti fuori dalla Cattedrale è stato proiettato il video commemorativo realizzato da Giuliano Zefferino. Poi una bellissima sorpresa del Direttivo che ha srotolato sul sagrato della Cattedrale uno striscione lungo 18 metri che recitava: NESSUNO MUORE VERAMENTE SE VIVE NEL CUORE DI CHI RESTA, PER SEMPRE. JC ANDRIA. 

E' stato tenuto a mano da tantissimi soci del Club, come da foto articolo, con un lunghissimo applauso ha sottolineare ancora una volta un altra grandiosa iniziativa di questo Club. Un Club del quale ogni socio, se ne sente parte integrante ed orgoglioso di appartenere. Bravi tutti ed ORGOGLIOSI DI VOI per questa incredibile partecipazione! 

Ve lo avevamo detto, questa iniziativa per noi che l'abbiamo fortemente voluta organizzare, valeva più di OGNI ALTRA COSA! Facciamoci un applauso.

La Juve nel frattempo aveva pareggiato la sua ultima uscita prima della finalissima Champions di Berlino. Un 2-2 finale con la seconda rete siglata da Fernando Llorente ed un calcio rigore fallito da Tevez, per buona pace di Luca Toni che tanto ci teneva a vincere la classifica dei capocannonieri. La Juve invece aveva solo il compito di mettere altra benzina nelle gambe e soprattutto di essere attenta a non avere nessun infortunio. Un campionato straordinario condotto dalla prima all'ultima giornata sempre in testa. Una stagione che sabato potrebbe diventare storica (ma per noi già lo è....). Ma non aggiungiamo null'altro. Restiamo sereni e tutti uniti. L'ansia già inizia a farsi sentire, stemperata un tantino dal weekend elettorale e dalla festività del 2 giugno, ma da mercoledì inizia il vero conto alla rovescia.

BERLINO, TORINO, ANDRIA.....sarà tutto un fremito di passione....passione bianconera...

Intanto fervono i preparativi per questa finale che vedrà il nostro grandioso club impegnato su ben tre fronti: A Berlino, a Torino e qui ad Andria. Solo un grande Club può fare quello che siamo capaci di fare noi! Dai 33 soci che partiranno in ogni modo e con ogni mezzo per Berlino, ai 40 al momento prenotati per andare a Torino in pullman a vedere la partita sul maxischermo in Piazza San Carlo (dove ci sarà il delirio visto l'arrivo sotto la Mole di migliaia e migliaia di tifosi da ogni angolo della nazione) e sino ai tantissimi che resteranno qui ad Andria nel nostro covo per assistere alla partita più importante della storia del Club! Crediamoci fortemente crediamoci....non succede....ma se succede.....!

Tutti concentrati. Ognuno faccia i propri riti scaramantici. 

Nella foto gallery chiamata + 39, alcuni scatti della cerimonia in onore delle vittime dello Stadio Heysel.

JC ANDRIA: - 3!

 

 
 
PER NON DIMENTICARE L'HEYSEL. MAI!
 
Era di maggio, fresca era l'aria e tutto il giardino odorava di rose....
 
Era di maggio e no, non me lo scordo, allora come ora "l'Italia Bianconera" era pervasa da un fremito di entusiasmo.
 
Allora come ora la squadra si apprestava a contendere in uno stadio d'Europa, la mitica, desiderata, agognata, quasi irragiungibile COPPA DEI CAMPIONI.
 
Allora come ora nei più sperduti angoli della Nazione, dai più piccoli borghi e sino alla grandi città metropolitane, da Cagliari a Mesagne, da Bari a Torino, da Brugherio e Ponsacco, da Reggio Emilia a Nicosia come da Andria, era tutto un affanarsi a trovare un tagliando per poter assistere all'evento sportivo dell'anno che, se ne era certi, allora come ora avrebbe consentito di poter vedere dal vivo il materializzarsi di UN SOGNO: VINCERE LA COPPA DEI CAMPIONI!
 
Allora come ora, l'essere riusciti a prenotare un biglietto per l'ingresso allo stadio, per sostenere, applaudire, osannare e possibilmente festeggiare i propri campioni era considerato aver avuto una grande fortuna, una botta di buonasorte da ricordare per sempre.
 
Allora come ora vedere combattere per te, Platini o Tevez, Rossi o Marata, Tardelli o Marchisio, i superman Tacconi o Buffon era ed è considerato, motivo di grande gioia ed emozione.
 
Una festa si. Allora come ora si doveva andare ad una festa e per questo il fremito e l'attesa era spasmodica.
 
Allora come ora, l'ingresso allo stadio, il tripudio di bandiere, i cori, l'incitamento, le sciarpe, gli stendardi, il verde del prato, tutto l'insieme dello spettacolo era fantastico, ti prendeva alla gola.
 
Ma poi che succede?
 
La festa, la tanto agognata festa, si tramuta in tragedia.
 
La violenza, la cieca violenza che non guarda in faccia a nessuno, prende il sopravento: non esistono bambini, non esistono donne, non ci sono famiglie, non più adulti. Tutto, proprio tutto, anime, corpi, entusiasmi, speranza, gioie, dolori, miserie vengono travolte in un mare di dolore.
 
Trentanove morti. Trentanove vite spezzate nel momento della gioia, trentanove esistenze travolte da un destino atroce e crudele segnato dall'odio.
 
PER NON DIMENTICARE L'HEYSEL. MAI! LO JC ANDRIA NON DIMENTICA!
 
Sabato 30 maggio alle ore 19,30 presso la Cattedrale di Andria, in ricorrenza del 30° anniversario  della Tragedia dello Stadio Heysel di Bruxelles del 29 maggio 1985, lo JUVENTUS CLUB DOC "GIOVANNI AGNELLI" Andria Presente, commemorerà con una Santa Messa prefestiva di Suffragio, le vittime di quei tragici eventi, affinchè la loro perenne memoria impedisca che in nome di una qualsiasi Fede, l'odio possa prevalere sulla fratellanza.
 
Questo appuntamento è più importante di una partita di calcio, più importante di una trasferta, più importante di una qualsiasi iniziativa. Esserci è un dovere di tutti!
Vi aspettiamo numerosi, soci, simpatizzanti bianconeri e anche tifosi di altre squadre. Questo è il calcio che vogliamo. Rispetto per tutti!
 
 
IL PRESIDENTE JC DOC ANDRIA
Francesco NICOLAMARINO
 

 
 
INSAZIABILE JUVENTUS
 

Sfidiamo chiunque ad effettuare un ciclo di partite tremende e tornare a casa con una finale di Champions conquistata al Bernabeu a spese niente poco di meno che del Real Madrid, una vittoria a San Siro contro i Prescritti, una Coppa Italia conquistata in trasferta a Roma contro la Lazio e un'altra vittoria allo Juventus Stadium contro il Napoli a suggello di un campionato, l’ennesimo, dominato dalla prima all’ultima giornata e con un'altra COPPA alzata al cielo ed in faccia a tutti i tirapiedi che vogliono a questo punto morireeeeeeeee! Tutto questo in soli 10 giorni. Avete capito bene…soli dieci giorni. Ecco perché abbiamo scelto di definire la Juve INSAZIABILE….come insaziabili siamo diventati noi tifosi gobbi! Che goduria, prima sbattere fuori dall’Europa i Prescritti in casa loro, poi sbattere fuori dalla Champions il Napoli! Emozioni e gioie a non finire in questa stagione che comunque andrà a finire a Berlino sarà GRANDIOSA!

Grazie Juve, Grazie Ragazzi, Grazie Mister, per la prima volta chiamato ed osannato sotto la Curva Sud. Un giusto tributo a lui ed una giusta riconciliazione con una persona che ripetiamo è entrata in punta di piedi nel nostro mondo, rispettando tutto e tutti! Bravo Allegri!

Il Napoli è stato ancora una volta asfaltato allo Stadium. 3-1 il finale. Stesso identico risultato della gara di andata. Una doppia vittoria contro i partenopei a vendetta dell’assurda Supercoppa “regalata” da noi a dicembre scorso! Ancora una volta i loro sogni di gloria sono andati in frantumi! Non c’è ne per nessuno oseremmo dire!

Le reti di Pereyra, Sturaro e Pepe su calcio di rigore. Tre reti da parte di tre non titolari che dimostrano ancora una volta di più come il gruppo sia fortemente coeso, fortemente determinato al raggiungimento della vittoria. Chiunque scenda in campo sa quello che deve fare. Una macchina da guerra perfetta, quasi indistruttibile! Non siamo i favoriti per il titolo di CAMPIONI D’EUROPA, ma il Barcellona questo lo sappiamo già avrà vita dura contro di Noi!

Un altro pomeriggio di passione ed incredibile entusiasmo quello che si è vissuto allo Stadium, senza tifosi napoletani al seguito per un altro assurdo divieto. Come assurdo era stato quello della gara di andata. Ma siamo stanchi di dire sempre le stesse cose. Oramai siamo nelle mani di questi pagliacci che fanno e disfano a loro piacimento anticipi e posticipi, aperture e chiusure delle curve, dei settori, fregandosene magari di viaggi aerei prenotati, di alberghi prenotati e quant’altro è legato allo spostamento di un tifoso! Basti pensare che abbiamo nuovamente appreso dell’apertura ufficiale della Curva Sud contro il Napoli soltanto alle 16 di venerdì pomeriggio, ma questa volta eravamo pronti a partire. Detto…fatto. Alle 19 di venerdì sera Massimo Matera con Giorgio, Andrea e Roberto sono saliti su a Torino in auto pur di rispondere presenti in quest’altra trasferta. L’ultima in casa di questa straordinaria stagione. Abbiamo saltato soltanto JUVENTUS – CAGLIARI ma non per colpe nostre! 26 trasferte a Torino! Numeri da capogiro, numeri da grande gruppo!Della trasferta solo da segnalare la strada sbagliata da Massimo che per arrivare a Torino ha dapprima quasi raggiunto Milano per poi capire che non era quella la giusta direzione. Un viaggio praticamente infinito! Stremati hanno raggiunto Torino in prima mattinata. Accolti da alcuni amici del Gruppo Tradizione hanno pranzato assieme per poi alle 16,30 ritrovarsi nel piazzale della Sud per l’incontro con Bassa Valle e Aosta i nostri oramai inseparabili amici di Stadio!

Dentro l’atmosfera era elettrizzante. Una mega coreografia si stava preparando con i nomi delle 39 vittime dello stadio HEYSEL, visto il trentennale che ricorre proprio in questa stagione. Iniziamo a pensare che siano proprio loro da lassù che stiano spingendo la squadra a superare ogni ostacolo! I nostri ragazzi posizionano lo striscione al solito posto al fianco degli amici di GIULIANOVA! Andrea e Roberto restano li, mentre Massimo e Giorgio si buttano nella mischia (eccolo il nostro Giorgio in foto con il suo inseparabile stendardo e la t-shirt del Club indosso). Clima molto goliardico in curva, tanti gavettoni, tante risate, tanti scherzi! Del resto era l’ultima in casa! Entusiasmo alle stelle quando la squadra fa il giro del campo con la COPPA ITALIA in bella mostra! Poi al minuto 39 un brivido ripercuote le nostre schiene. Una straordinaria coreografia in memoria delle 39 vittime di Bruxelles. Ecco la scelta di aspettare al minuto 39. Un tappeto di nomi scritti su una infinità di cartoncini a sfondo bianco. Erano i nomi delle vittime distribuiti in modo casuale, con un grosso + 39 al centro della Curva ed un enorme scritta RISPETTO. Al secondo anello poi la frase: NESSUNO MUORE VERAMENTE SE VIVE NEL CUORE DI CHI RESTA. PER SEMPRE. Un lunghissimo applauso interrotto dal coro possente….SIAMO SEMPRE CON VOI….SIAMO SEMPRE CON VOI….NON VI LASCEREMO MAI…..Bellissimo. Al club qualcuno piange! Ma siamo juventini è dobbiamo guardare sempre avanti!

La partita diventa interessante quando il Napoli sembra crederci. Ma sulla strada incontra un grande Gigi BUFFON, forse alla sua miglior stagione alla Juve. Ma la Juve voleva vincere è grazie al sostegno incessante del pubblico, che inizia a sbandierare da ogni settore le migliaia di bandierine tricolori distribuite e a cantare SIAMO NOI…SIAMO NOI…I CAMPIONI DELL’ITALIA SIAMO NOI…., riesce a pervenire alla rete del definitivo vantaggio poi messo in cassaforte da un giustissimo rigore fischiato, non come quello regalato al Napoli, ma noi ripetiamo siamo JUVENTINI, non ci attacchiamo a queste stupide polemiche. Un bentornato ad ASAMOAH che tanto ci è mancato in questa stagione. Finalmente, speriamo è terminato il suo lungo calvario! Grazie anche a te ASA! Finisce la gara ed inizia la grande festa SCUDETTO! Tutti i calciatori come da quattro anni a questa parte vengono chiamati uno ad uno per ricevere la loro medaglia. Che bello. Anche al Club eravamo in tantissimi a celebrare quest’altro successo della Juventus. Emozionante! Applausi per tutti anche per lo staff tecnico di Allegri. Poi è il momento di alzare un'altra coppa al cielo, ci pensa lui GIGI BUFFON il nostro capitano per poi portarla tutti assieme sotto la nostra curva dove il nostro Giorgio con Massimo è in prima linea ad attendere l’arrivo della squadra! Inizia anche a piovere, un altro campionato se ne è andato con la VECCHIA SIGNORA CHE HA VINTO ANCORA!I nostri si abbracciano tra di loro, salutano chi rivedranno soltanto ad agosto e trascorrono un allegra serata sotto la Mole! Grazie anche a Voi ragazzi per quest’altro immenso sacrificio fatto pur di rappresentare il Club! Intanto fervono i nostri preparativi per la trasferta a BERLINO, per la trasferta a Torino per assistere alla gara sul Maxi schermo, per quanto faremo ad Andria dopo il 6 giugno e soprattutto per la SANTA MESSA in suffragio delle vittime dell’Heysel che faremo celebrare sabato prossimo 30 maggio nella Cattedrale di Andria!

NON CI FERMIAMO MAI!

Nella foto gallery alcuni scatti dell’ultima trasferta a Torino e alcuni scatti che giungono dai nostri soci con i balconi delle proprie abitazioni imbandierati!

JC ANDRIA: PASSIONE & SOPRATTUTTO MENTALITA’

p.s. un'altra sorpresa per il nostro club. Nella serata di domenica il nostro Presidente è stato raggiunto telefonicamente dalla Redazione Sportiva della Gazzetta del Mezzogiorno, la quale lo ha intervistato, per poi, nell’inserto sportivo di lunedì far uscire un bellissimo articolo sulla passione e sul tifo juventino qui al Sud e soprattutto nella Bat in vista della finale di Berlino. Altro importante riconoscimento derivante da anni e anni di sacrifici sul campo!

 

 
 
FINALMENTE ARRIVA "LA DECIMA" COPPA ITALIA
 
L'abbiamo a lungo inseguita, l'abbiamo a lungo desiderata, è stata per anni il vero obiettivo di stagione e quando oramai sembrava che ci fosse una sorta di maledizione, eccola che la DECIMA finalmente l'abbiamo alzata al cielo, in una notte fantastica e straordinariamente emozionante. In questa stagione la Juventus ha affrontato la COPPA ITALIA con la consapevolezza di essere la più forte in Italia, schierando quando necessario, sempre la migliore formazione in assoluto. Così è stato a Firenze in semifinale, così è stato a Roma in finale! Bravo Allegri. Hai dimostrato di saperci fare, hai saputo smentirci. Noi ne siamo felicissimi. Questo volevamo ad inizio stagione, quando non ti abbiamo accettato. Ma noi siamo veri tifosi ed i veri tifosi della JUVENTUS, ripetiamo i veri, non rinnegano ANTONIO CONTE allenatore e ANTONIO CONTE uomo e soprattutto sanno riconoscere ad un uomo (Max Allegri) i giusti meriti, tributandogli a questo punto della stagione, comunque andrà a finire, un grosso GRAZIE!
Quante emozioni e soddisfazioni che ci stiamo prendendo in questa stagione. Voi immaginate soltanto per un po, gli stati d'animo dei tirapiedi o di quelli che non ci sopportano. Staranno morendo dall'invidia, dal saperci così felici! Comunque andrà a finire a Berlino, dove sappiamo quanto sarà dura, ma non impossibile la conquista della Champions, per noi è già una stagione STRAORDINARIA, una stagione che difficilmente potrà ripetersi. Gli obiettivi sono stati raggiunti: SCUDETTO e COPPA ITALIA. La Champions? non era un obiettivo, ma adesso è chiaro che ci proveremo a conquistarla con tutte le nostre forze e portarla a Torino, per far esplodere il delirio nelle strade di ogni città d'Italia! Adesso non ci pensiamo, restiamo calmi, sereni e tranquilli. L'ansia non deve appartenerci. Godiamoci questi 14 giorni che ci separano dal grande evento come una festa. Comunque vada per noi sarà un successo!
Ma torniamo alla conquista della DECIMA Coppa Italia. La Juventus è stata la prima squadra italiana a raggiungere questo obiettivo, la prima squadra a potersi fregiare della prima stella d'argento sulle maglie oltre che della coccarda tricolore. Anche per la stella d'oro, la Juventus era stata la prima a metterla, per il decimo scudetto conseguito nel 1958. LA STORIA DEL CALCIO ITALIANO SIAMO NOI! 
Ora a voi "sfigati tirapiedi" non vi resta che guardarci la maglia e portarci solo tanto rispetto oppure se non volete farlo abbassate lo sguardo, ogni volta che ci incrocerete!
La Lazio è stata battuta ai tempi supplementari per 2-1 in una partita difficile, combattuta contro un avversaria che ha meritato tutti i nostri applausi alla fine. Si udite udite, la nostra CURVA SUD al termine dell'incontro ha tributato un lungo applauso ai giocatori laziali mentre ricevevano le medaglie. Questo significa SPORT per noi, questo è il fair play che dovrebbe contraddistinguere tutti gli incontri di calcio in Italia! 
Le reti in rimonta dopo il vantaggio iniziale dei laziali, sono state siglate nel primo tempo dal nostro capitano Giorgione Chiellini e nel primo tempo supplementare da Alessandro Matri, la nostra riserva di lusso! Questa Coppa Italia la sentiamo davvero tutta nostra e quando la squadra è venuta ad alzarcela proprio sotto della nostra pezza ci siamo emozionati, pensando ai sacrifici fatti per seguirla a Torino contro l'Hellas Verona, a Parma, a Torino contro la Fiorentina e a Firenze per poi in massa raggiungere Roma per questa finale! Un immenso grazie lo sentiamo di rivolgere anche a Marco Storari, grande ed umile secondo portiere e soprattutto portiere di coppa Italia. Questa Coppa grande Marco è tutta tua! Come anche ad Alessandro Matri che ritornato a fine gennaio per volere del Mister è tornato subito a riassaporare le vittorie, prima lo scudetto poi la Coppa Italia dove ci ha messo due firme indelebili, grazie alle quali la COPPA ITALIA è ritornata sotto la MOLE! 
Ma veniamo alla nostra trasferta a ROMA, una trasfertona soprattutto per i soci che vi hanno partecipato. Tutto il GRUPPO STORICO era presente, non proprio al completo ma poco ci mancava. Che caos a bordo pullman, in alcuni momenti non si capiva più nulla. Una festa nella festa. Partenza alle 11,30 dalla Stazione di Andria in pullman da 55 posti tutto esaurito. Se pensate che abbiamo saputo della certezza che questa finale di Coppa Italia si sarebbe giocata il 20 maggio, soltanto dopo aver conquistato la finale di Champions, ovvero la sera del 13 maggio....bene questo vi deve far capire come abbiano risposto in massa i nostri soci. In soli 6 giorni il pullman è stato allestito. A bordo è salito di tutto....birre e vino a volontà....nonostante gli appelli alla calma del nostro UNICO PRESIDENTE Nicolamarino che ha fatto da condottiero di questo Pullman, l'ennesimo della stagione! Ma quando a bordo salgono persone del calibro di Palladio, Pasquale Cipriani, Peppino Fusaro, Massimo Matera, il gruppo Trepiccioni, il gruppo Di Serio, Giancarlo Conversano, Tommy Moscatelli giusto per citarne alcuni.....il divertimento e la confusione sono assicurati. A Mirabella, prima sosta, il Pullman arriva già con uno stato di euforia incontrollabile. Bellissima la macchia azzurra dei tantissimi soci, quasi tutti, che indossano le nostre originali t-shirt. Uno spettacolo oltre che un bel colpo d'occhio! Si ritorna a bordo per la consueta e tradizionale lotteria, in palio la maglia Champions di Pirlo, uno zaino griffato Nike della Juventus, uno sciarpone in doppia lana del Gruppo Tradizione e tanti altri piccoli premi. Solita allegria durante l'estrazione avvenuta per mano di Lea, Tiziana, Nicla e Luisa le quattro donne a bordo pullman. A vincere la maglia è Giuseppe Di Serio il nostro "talebano"! A vincere la sciarpa Tommy Moscatelli. Questi i due premi più ambiti! Nel frattempo si arriva ad un altra sosta prima di San Cesareo di Roma. Altre baldorie, prima di ripartire verso Roma Nord, punto di raccolta per tutti gli juventini provenienti da ogni zona d'Italia. Li troviamo già una marea indefinibile di pullman. Cosa riesce a muovere la Vecchia Signora è un qualcosa di incredibile. Scendiamo dal nostro pullman ed andiamo subito alla ricerca dei nostri tradizionali amici di Bassa Valle e Aosta che giungono però dopo di noi. Appena arrivano un gruppetto sale a bordo del nostro pullman per poter partire nel nostro blocco di scorta visto che ci trovavamo ben più avanti di loro. Alle 19,30 finalmente veniamo lasciati sotto la Tribuna Monte Mario da dove a piedi raggiungiamo la CURVA SUD. Una confusione unica, code interminabili per poter accedere all'interno della stadio. Il nostro gruppo entra tutto compatto dentro, andandosi a posizionare nella parte centrale in basso assieme al Gruppo Tradizione. Fabio e Massimo prendono le redini della situazione, posizionandosi in piedi per tutta la gara sulla balaustra,  ed assieme ai lancia cori di Tradizione e degli altri gruppi, si dannano per far cantare la parte a destra della curva. Uno spettacolo vederli li più in alto di tutti. Veri Condottieri!  Ad un certo punto Fabio viene affiancato dal Presidente Umberto Toia, spettacolo ed onore!  Tutti i nostri sono li in basso proprio dietro di loro, li si riconosce dalla maglia azzurra. Ripetiamo un bellissimo colpo d'occhio! Si soffre, ci si sbraccia, si spera, ci si dispera, si va in apnea al doppio palo laziale per poi esplodere dalla gioia alla rete di Matri. Massimo Matera e Fabio Attimonelli si abbracciano e quasi piangono, vengono raggiunti da Vincenzo Quacquarelli, Graziano Palladio e Giuliano Zefferino tutti e tre a torso nudo! Che bel gruppo che siamo! Si attende la premiazione, si balla, ci si entusiasma ai fuochi d'artificio per poi far esplodere letteralmente la CURVA SUD quando la squadra ci porta la COPPA sotto di noi! C'è ne andiamo a Berlino...c'è ne andiamo a Berlino.....è stato il coro più gettonato. Dopo un ora di baldorie si esce fuori per iniziare la lunga "camminata" verso i pullman. Esausti e soprattutto felici come dei bambini ci si abbraccia. 
Bello vedere l'abbraccio tra il Presidente, Andrea Leonetti, Fabio e Nicola Pisani. Sappiamo noi il motivo. La gente come noi non molla mai! 
Si riparte verso Andria. Una sola sosta a Caserta per poi arrivare ad Andria alle 6,30 del mattino. Tutti ad acquistare i giornali. La Juve ha scritto un altra pagina di storia: LA DECIMA è stata portata finalmente a casa! Nella foto articolo il mega gruppone fatto dai nostri in basso in CURVA SUD al termine della partita, con assieme il Presidente del Gruppo Tradizione Umberto Toia e la nostra pezza ANDRIA PRESENTE! Una foto a dir poco storica! Bravo JC ANDRIA, bravi tutti! Orgogliosi di Noi! 
Nella foto gallery invece troverete un ampia documentazione fotografica di questa splendida trasferta romana che vi farà rivivere tutti i momenti più salienti. 
Intanto è già tempo di ripartire e questa volta non ci siamo lasciati fregare come contro il Cagliari. La Sud è stata nuovamente riaperta, alle 16 di venerdì pomeriggio, ma noi aspettavamo solo questa notizia per metterci in auto e partire. Alle 19 infatti, di venerdì sera, ancora lui Massimo Matera ha preso la sua auto ed in 4 sono saliti su per andarci a rappresentare nella festa scudetto contro il Napoli. Sono arrivati a Torino all'alba di sabato. Sarà una lunga giornata che culminerà nuovamente con una coppa che si alzerà al cielo. 
Quest'anno festeggiamenti lunghissimi, in attesa del 6 giugno quando NON SUCCEDE....MA SE SUCCEDE.....
Non sarà questa la nostra ultima trasferta a Torino, perchè ne abbiamo in programma un altra per andare in piazza ad assistere sui maxi schermo alla finale di Champions. Chi vuole lo faccia sapere al più presto. Per Berlino invece una parte dei nostri soci abbonati (partita la prelazione), ha già effettuato la prenotazione tramite la FRANCO ROSSO, riuscendo per fortuna ad acquistare il pacchetto più economico,  pullman e biglietto in curva. 330 EURO, assurdo però non aver concesso biglietti sciolti ai club! Una vergogna. Come anche i prezzi da "autentico bagarinaggio" applicati ai veri tifosi. Terremo conto poi in seguito di tutto questo cara Società! Noi comunque a Berlino ci saremo, come sempre! 
Tutti il resto ANDIAMOCENE A TORINO IN PIAZZA! 
JUVENTUS CLUB ANDRIA: PASSIONE & TANTA MENTALITA'
A LUGLIO VIENI ANCHE TU TRA NOI! TI ASPETTIAMO SE VUOI VIVERE LA JUVE IN PRIMA LINEA CON NOI! 
POSSIAMO GIA' DIRLO: PER IL NOSTRO CLUB QUESTA E' STATA UNA STAGIONE DAVVERO UNICA! GRAZIE A TUTTI  
 

 
 
SCAMPAGNATA A SAN SIRO
 

La trasferta a Milano, sia per la nostra squadra che per noi tifosi gobbi al seguito, sembrava una classica scampagnata in perfetto stile “Pasquetta, 25 Aprile o 1 Maggio…..”, scegliete voi quale di queste giornate paragonare all’assolato pomeriggio milanese.

Un aria insolita, un clima fin troppo tranquillo per essere la sfida agli eterni rivali, che sempre e per sempre prescritti resteranno!

Sarà stata la loro posizione in classifica, sarà stata la nostra vittoria del campionato con oltre un mese di anticipo rispetto alla chiusura, ma sta di fatto che ci è sembrata una classica amichevole agostana! Nonostante tutto questo, nonostante la Juventus fosse scesa in campo con ben sette titolari fuori e nonostante loro gli “ACCATTONI” per eccellenza fossero schierati in campo con la miglior formazione possibile, la JUVENTUS è riuscita ancora una volta a primeggiare senza faticare più di tanto e soprattutto divertendosi in campo, quasi fossero in gita premio, dopo la conquista della Finale Champions! Ci verrebbe da dire…..NON C’E’ NE PER NESSUNO….questa squadra continua a stupirci partita dopo partita. 2-1 il finale per la Juve che sbanca San Siro grazie alle reti di Marchisio su calcio di rigore e di Alvaro Morata, ancora lui, che festeggia mettendosi gli occhiali da sole, quasi a sbeffeggiare gli avversari in campo! Che goduria, l’ennesima!

Altro di questa partita non abbiamo da dirvi, perché credeteci anche noi al Club, ancora una volta pieno, l’abbiamo vista per modo di dire, visto che si chiacchierava e si pensava alle prossime trasferte. Mai una partita simile era stata così snobbata da noi tifosi gobbi….che però alla fine abbiamo esultato come pazzi per una vittoria che ovviamente ci ha gasati ancor di più. Altri cori, altri festeggiamenti, altri brindisi al Club. E’ un continuo quest’anno! Ci spiace per gli abitanti della zona ma dovranno sopportarci ancora sino al 6 giugno! Da lodare i nostri ragazzi saliti su a Milano e condotti dall’oramai esperto Tommy Moscatelli, coadiuvato da Gaetano Maddalena, che seppur giovane è già tanto esperto e soprattutto un veterano del club, vista la sua lunga militanza. Partiti con treno venerdì sera diretto per Torino, li hanno sostato per qualche ora, nell’attesa di poter ritirare i biglietti per la finale di Coppa Italia, poi, prelevati dagli amici del Gruppo Bassa Valle hanno raggiunto Milano per ritrovarsi alle 16,30 già all’interno del Settore Ospiti dello Stadio San Siro….praticamente in “piccionaia”! All’interno del Settore, mai come questa volta, la gente non era tantissima. Larghi vuoti. In pratica il campionato non interessa oramai a nessuno. C’erano le solite facce, i soliti gruppi, i soliti noti! Noi tra quelli come sempre. Si posizionano a destra del settore con la pezza (come da foto articolo) appesa sulla ringhiera principale del Terzo Anello, al fianco del Gruppo Bassa Valle, del Gruppo Massa e del Gruppo Aosta. Davvero sempre i soliti, come soliti sono stati gli sfottò, ma niente di più. Al termine della partita saluti e baci con i ragazzi di Bassa Valle, Simone e Daniele su tutti, ai quali questa volta abbiamo fatto pervenire nostri taralli all’extravergine e la burrata, in segno di ringraziamento per la loro sincera ed infinita amicizia! Poi un salto allo JUVE STORE in pieno centro a Milano, prima di recarsi in treno verso Sud, per far rientro a casa e prepararsi alla prossima partenza di mercoledì quando in pullman (tutto pieno, con i pezzi da novanta del club, tutti presenti), andremo a Roma per la finale di Coppa Italia. Una finale da vincere a tutti i costi, una coppa, la DECIMA, da portare assolutamente a Torino. A questo trofeo ci teniamo tantissimo. Non lo vinciamo da ben 20 anni e sarebbe ora di tornare a vincerlo, non fosse altro per la stella d’argento che metteremo fissa e per sempre sulla nostra maglia!

DAI RAGAZZI REGALATECI QUEST’ALTRA SODDISFAZIONE!

Non aggiungiamo altro. Aspettiamo mercoledì sera. L’ansia già inizia a salire.

P.S. PER BERLINO, andate a leggere nostro comunicato nella sezione trasferte sul nostro sito. Troverete tutte le info li! Soprattutto leggete le notizie riguardanti la trasferta a TORINO per poter assistere alla gara sui MAXI SCHERMO nella città di Torino. Trasferiamoci in massa tutti li, visto che Berlino, per nostra scelta, sarà solo per pochi!

PS 1: LE T-SHIRT CELEBRATIVE DEL 33° SCUDETTO SONO ANDATE A RUBA. IN UNA SETTIMANA LE 200 MAGLIE SONO VOLATE VIA. ALCUNE, COME VEDRETE DALLA FOTO GALLERY DI MILANO, PRESENTE GIA’ SUL SITO, SONO ANCHE ESPOSTE IN VETRINE COMMERCIALI DELLA CITTA’ E ADDIRITTURA NELLE BANCARELLE DEL MERCATO. UN SUCCESSO. GRAZIE A TUTTI. NE STIAMO RIPRODUCENDO UN ALTRO CENTINAIO!

JC ANDRIA: QUESTIONE DI MENTALITA’!

 

 
 
SIAMO IN FINALE DI CHAMPIONS: E' TUTTO VERO
 
Andiamo a BERLINOOOOOOOO.......Il nostro sogno si è realizzato. Riconquistare una finale di Champions League, riprovare certe emozioni, era un sogno nel cassetto, che avevamo da tantissimo tempo. Dopo lunghi 12 anni, dopo aver provato anche la Serie B, questo si è nuovamente verificato in un anno in cui non ci credevamo e non ci speravamo proprio. Ecco perché adesso è tutto ancora più bello. Ora tutto deve e può ancora accadere, quando il 6 giugno ci ritroveremo di fronte ai catalani del Barcellona, la squadra a nostro avviso più forte che ci sia in circolazione in questo momento. Un confronto spettacolare. Affrontare Messi, Neymar, Suarez e tanti altri campioni in finale, era un qualcosa di impensabile soltanto pochi mesi fa. Loro partiranno stra favoriti, ma questa Juventus è oramai capace di tutto, non ci sorprendiamo più di nulla. Da quattro anni questi ragazzi, con l'aggiunta di nuovi, stanno compiendo miracoli su miracoli. Prima in Italia ora anche in Europa. A Madrid contro il Real, contro i Campioni d'Europa in carica, la Juventus ha dapprima controllato le loro sfuriate iniziali, poi subito la rete del vantaggio arrivata solo su calcio di rigore, poi ancora subito la pressione del Real alla ricerca del raddoppio per poi nella ripresa, tornare in campo con il sangue agli occhi, con la consapevolezza che se un altra pagina di storia la si voleva scrivere, era necessario dare il tutto per tutto. Da li in poi il Real ha iniziato ad arrancare, mentre la Juventus a prendere coraggio pervenendo al giusto pareggio proprio con l'ex Alvaro Morata. Quasi crollava il Santiago Bernabeu, talmente forte è stato l'urlo del popolo gobbo al seguito. Di li in poi in campo abbiamo visto solo 11 leoni "bianconeri" determinati e pronti a tutto pur di difendere quel minimo vantaggio maturato nella gara di andata a Torino. 11 leoni che hanno lottato in ogni centimetro del Bernabeu,ruggendo ad ogni loro incursione, gettando il cuore oltre l'ostacolo, sino all'ultimo istante di una partita che resterà per sempre nella nostra mente. Che Juve! 1-1 il finale con al triplice fischio una gioia incontrollata, con i giocatori che si abbracciavano tra di loro quasi commossi, correndo come matti sotto di noi a saltare e ringraziarci per averli sospinti dal primo all'ultimo istante in modo compatto e massiccio. Che tifo. Anche noi, i 5.000 innamorati della Vecchia Signora, presenti al Santiago Bernabeu, abbiamo dato il massimo, abbiamo trasformato quello spicchio dell'incredibile stadio del Real in una "torcida impazzita", quasi tutti a torso nudo per via dell'incredibile afa che c'era su Madrid. Tutto troppo bello, tutto incredibilmente vero....Da Madrid ad Andria, la gioia è stata immensa. Al Club scene di delirio totale, gli ultimi minuti vissuti con un ansia tremenda, tutti abbracciati, tutti sofferenti....per poi esplodere in un urlo liberatorio, con una festa improvvisata, tra chi piangeva e chi invece era già in strada ad urlare tutta la propria felicità. Si sono formati anche degli improvvisati caroselli di auto strombazzanti, nelle vie adiacenti alla nostra sede. Il traguardo che la Juventus ha raggiunto è già per noi un motivo di grande orgoglio. Vada come vada, questa per noi sarà ricordata come una stagione straordinaria. Poi...non succede appunto.....ma se succede....fermiamoci qui!  
Questa finale la sentiamo davvero nostra. Noi possiamo dire a gran voce di averla conquistata pezzo dopo pezzo, trasferta dopo trasferta, sacrificio dopo sacrificio, dal Vicente Calderon di Madrid sino a Berlino, passando per Atene, Malmo, Dortmund, Montecarlo ed ancora Madrid. Quanti km, quanta fatica, quanta passione che ci abbiamo come sempre messo! Questo è quello che i nostri ragazzi presenti a Madrid si dicevano li abbracciandosi al termine della partita con ragazzi degli altri gruppi e club, insomma con quelli di sempre. Noi possiamo dirlo a gran voce....questa FINALE c'è la siamo proprio meritata. Che soddisfazione vedere i nostri sulla balconata principale dell'ultimo anello del Bernabeu, con lo striscione grosso in prima linea al fianco di quelli dei Gruppi principali, con il nostro Segretario li a torso nudo che si sgolava pur di far cantare tutti. Vedere la gente che ti seguiva, la gente di ogni dove che ti lasciava lo spazio pur di farci essere in prima linea, la gente che ti diceva...."ma voi di Andria...siete incredibili..." ecco questa è anche la nostra più grossa conquista assieme alla finale! Di strada ne abbiamo fatta davvero tanta. Poi in questa trasferta si è visto tutto l'attaccamento al club da parte dei soci. Tutti come sempre assieme in ogni momento, dal pranzo, allo stadio e sino alla festa del dopo gara, tutti rigorosamente con la nuova maglia del club. Una maglia che ha fatto letteralmente innamorare tutti. Ci fermavano in molti, le volevano acquistare, si venivano a complimentare. Spostarsi in 19, tutti con la stessa maglia indosso, ha creato un bell'effetto per le strade di Madrid come all'interno dello stadio. Una macchia "blu royal.." come la maglia che la Juve indossava guarda caso in campo. Davvero onore a tutti i presenti in questa trasferta che hanno reso orgogliosi di appartenere a questo club, tutti gli altri rimasti ad Andria. Vederli ricercati ed intervistati sia dalle telecamere di TuttoSport che da quelle di Juventus Channel, proprio per l'originalità della t-shirt è stato fantastico. Ma ripetiamo l'originalità è stata quella di spostarsi in ogni dove sempre tutti assieme, sempre in gruppo! Bravissimi dai più giovani...ai veterani presenti, passando per i condottieri di questa trasferta Giuseppe Cavaliere, Fabio e Massimo Matera. Ma un applauso speciale lo meritano Ernesto Fuzio e Vincenzo Cicco due soci di una certa età che hanno seguito passo passo i più giovani in ogni situazione. Restare fermi in un aeroporto per sei ore di notte prima di riprendere un altro volo, non è cosa assolutamente semplice per dei giovani figurarsi per loro due. In aeroporto a Londra Stansted hanno fatto gruppo e birra dopo birra, chiacchiera dopo chiacchiera hanno atteso il volo per Madrid delle 6. Giunti in Spagna trovano una temperatura africana. Vanno subito a sistemarsi nei vari hotel prenotati, con ben 8 soci tutti assieme in un attico nel centro di Madrid. Poi l'appuntamento con i ragazzi di Bassa Valle per un mitico pranzo. Quasi in 30 al Museo del Jamon. Birra, paella e prosciutto a go go. Spettacolo. Poi due ore di riposo, vista la stanchezza per una notte passata svegli in aeroporto. Alle 17,30 in punto erano di nuovo tutti a Puerta del Sol per poi dirigersi verso le 18,00 con la metropolitana verso lo stadio. Giunti li, vengono fermati anche dai tifosi del Real che volevano lasciarsi immortalare assieme...visto il colpo d'occhio di tutte queste splendide maglie indossate...
Alle 19,00 entrano nello stadio e vanno a sistemarsi sulla sinistra del settore ospiti al fianco di Bassa Valle e di Aosta. Inizia la partita, tifo spettacolare, emozioni che si susseguono, sino agli ultimi istanti quando per una scommessa fatta all'inizia tutti i nostri soci si tolgono le maglie restando a torso nudo. Che spettacolo. Tutti esultanti, tutti emozionati, si abbracciano increduli, si stringono forte, alcuni piangono. Di li in poi inizia una notte di baldoria, senza voce, parlano al telefono con chi è rimasto ad Andria al Club. Sentono il Presidente al telefono emozionato. Tutto questo ci resterà per sempre scolpito nelle nostre menti! Escono fuori, scattano altre foto di gruppo, si saluta tutti, per poi montare a bordo di diversi taxi che li conducono nuovamente a Puerta del Sol per poi andare a far festa nel solito nostro locale di Madrid...."ESPANA CANI". E' stata infatti la nostra quarta trasferta a Madrid, oramai siamo di casa li....ahahahahaha! 
Li nel locale hanno dato tutto il meglio di loro....canti...balli...con la sangria che scorreva a fiumi...Alle 3,30 finalmente decidevano di rientrare, con ultimi cori per le strade di Madrid ed un urlo lanciato dall'attico da Fabio....."forza juveeeeeeeeeeeeee" che sarà riecheggiato nelle case dei madrileni.....Al ritorno i nostri avevano voli diversi, alcuni sempre via Londra, altri via Torino, altri via Roma, altri via Pisa, altri su Napoli...insomma alla spicciolata sono tornati nella serata di giovedì nelle proprie dimore. Un ampia galleria fotografica è pubblicata nella foto gallery di riferimento a questa trasferta, dove potrete idealmente vivere, passo passo...tutta la loro meravigliosa trasferta.
Alla fine di questo racconto vi diciamo anche che la nostra soddisfazione più grande è stata quella di averlo messo nel culo di tutti quei bastardi degli sfigati e dei tirapiedi che adesso stanno non male...ma peggio! Sino al 6 giugno vivranno male! Saremo il loro incubo peggiore. Ahahahahahahaha......Poi magari non succede...ma se succede....!
NOI CONTINUIAMO INTANTO AD INSEGUIRE UN SOGNO.......
Sabato intanto ritorna il campionato, si gioca in casa delle merde interiste. Gara insignificante contro l'ottava in classifica, ma noi come sempre ci saremo li al nostro posto. Altri sacrifici, altri ragazzi da elogiare che partono venerdì sera in treno per Torino, dove andranno dapprima a ritirare i biglietti della finale di Coppa Italia, per poi raggiungere Milano assieme agli amici di Bassa Valle. La gente come noi non molla mai! Grazie a Tommy e Gaetano che accompagnano i nostri soci in quest'altra trasferta.
Poi mercoledì tutti in pullman a Roma per la FINALE DI COPPA ITALIA. Quante emozioni che si stanno susseguendo, quanti sacrifici che stiamo compiendo. Siamo quasi esausti ma troppo felici. Non svegliateci fateci continuare a sognare.  
PER BERLINO: non stressateci, non siamo noi la biglietteria ufficiale della Juventus. Non vendiamo pacchetti! In sole 24 ore abbiamo ricevuto centinaia di telefonate e di mail. Solo i soci potranno essere inseriti in una lista. Solo a loro daremo le risposte e le notizie non appena la società ci avrà comunicato il tutto. I NON SOCI NON CHIAMASSERO PROPRIO! PER VOI ZERO POSSIBILITA'! 
Speriamo bene di poter soddisfare quante più persone possibili. Non sarà facile! Per chi vorrà, sarà bello comunque esserci sia li a Berlino che in piazza a Torino. Ci stiamo pensando. Comunque andrà sarà per noi un successo. Presto comunicheremo tutti i dettagli. RESTA INTESO CHE NESSUNO DEVE PRENOTARE IN AUTONOMIA, QUALSIASI MEZZO DI COLLEGAMENTO CON BERLINO. ATTENDETE COMUNICAZIONI UFFICIALI PER NON TROVARVI POI CON SPESE GIA' SOSTENUTE E SOLUZIONI A QUEL PUNTO INUTILI. SI VOCIFERA DI PACCHETTI PER I CLUB DOC PER AREE GEOGRAFICHE. KEEP CALM AND FINO ALLA FINALE
JC ANDRIA: ORGOGLIO, PASSIONE & MENTALITA'!
 

 
 
CON LA TESTA A MADRID
 

Archiviato il campionato della Juventus con la conquista del 33° tricolore, il quarto consecutivo e soprattutto archiviati in fretta i “brevi” festeggiamenti, semplicemente rimandati, la Juventus ha affrontato quest’altro turno di campionato contro il Cagliari con la testa e la concentrazione tutta a MADRID, dove mercoledì sera ci giocheremo la possibilità di poter raggiungere una storica e clamorosa finale Champions. Sappiamo quanto sarà difficile riuscire in questa impresa ma sappiamo anche che i sogni ogni tanto si avverano, come sappiamo pure che se non dovesse accadere, pazienza…..perchè è già tanto quello fatto sin qui dai giocatori! Per loro ci saranno solo APPLAUSI comunque andrà a finire. Essere arrivati a giocarci l’EUROPA che conta sino al 13 maggio è un qualcosa di impensabile soltanto qualche mese addietro. Quante soddisfazioni ci ha regalato questa squadra…e quante speriamo possa ancora regalarcene!

Prima di Madrid c’era appunto l’impegno con il Cagliari, non sottovalutato, ma giocato su ritmi blandi contro un avversario alla ricerca di una improbabile vittoria che comunque non avrebbe cambiato le sorti del loro mediocre campionato. E’ finita 1-1 con la Juventus che ha schierato tante seconde linee che non hanno assolutamente sfiguarato. Ma quello che più interessava era il ritorno in campo di Paul Pogba dopo l’infortunio di Dortmund. Ebbene, non solo è sceso in campo, non solo ha dimostrato di aver recuperato in fretta dall’infortunio, ma ha anche segnato la rete del momentaneo vantaggio della Juve. Che dire di più! E’ un grande campione che a Madrid potrà davvero risultare decisivo e fondamentale per la squadra. Tanti applausi per la Juve, tanti applausi per i ragazzi in campo, ma soprattutto tanti applausi per lui, il nostro MISTER, Massimiliano Allegri che ha saputo conquistare con il tempo, la stima e la fiducia della Curva.

La Curva che come per magia è stata riaperta solo venerdì pomeriggio. Giustissima la decisione, perché da sempre siamo contrari alle Curva chiuse, ma non si può comunicarlo soltanto 24 ore prima della partita. Risultato? Curva con larghissimi spazi vuoti e impossibilità per noi di poterci organizzare in brevissimo tempo. Eppure ci abbiamo provato a trovare la disponibilità di qualcuno che salisse in treno, ma niente. Troppo poco il tempo a disposizione per un viaggio così lungo. Non immaginate la rabbia per questa assenza. La prima di questa stagione a Torino, ma purtroppo non è dipeso da Noi! Ci siamo ritrovati al club per festeggiare nuovamente tra di noi quest’altro scudetto! La novità è stata rappresentata dall’arrivo delle maglie celebrative. Colore blu royal, come la seconda maglia della Juve, stile football americano…..per un successo già al primo giorno di vendite. Quasi una ottantina! Tutti i soci venuti al club sabato pomeriggio non solo la compravano ma la indossavano immediatamente, dimostrando un incredibile attaccamento. Ma che bravi! Fieri di Voi!

Al termine della partita un bel gruppo di soci si è lasciato fotografare davanti alla nostra sede con la maglia indosso. Effetto spettacolare, come potrete notare dalla foto dell’articolo!

LA JUVE SIAMO NOI!

Per chi non è riuscito ad acquistarla sabato (costo euro 10,00) lo potrà fare ogni sera presso la sede del Club oppure mercoledì in occasione della semifinale di ritorno a Madrid che vedremo tutti appassionatamente assieme, tranne i nostri 19 soci che saranno li al BERNABEU a rappresentarci.

Noi saremo idealmente con tutti loro, perché NON SUCCEDE….MA SE SUCCEDE…

FORZA RAGAZZI, CREDIAMOCI E CONTINUIAMO A SOGNARE ALMENO PER ALTRE 48 ORE!

JUVENTUS CLUB ANDRIA, SEMPRE OVUNQUE PRESENTE!

 

 
 
"RE APACHE" di RICCARDO GAMBELLI
 
Noi non organizziamo "premi" o altre puttanate simili! Noi non siamo un semplice Club, siamo più di un Club....noi seguiamo la Juventus da sempre, Ovunque e Comunque e, soprattutto, "costruiamo" rapporti di amicizia nel variegato mondo "gobbo" che valgono più di ogni cosa!
Quella con Riccardo Gambelli, senese e grande amico di "Big" Luciano Moggi, oltre che molto da vicino alla Società Juventus, è nata proprio nell'estate del 2006, quando il nostro Fabio Attimonelli bazzicando i vari blog e forum nati nella torrida e nefasta estate di Farsopoli, ha stretto questo importante rapporto con un grande "gobbo" come tutti noi! Riccardo Gambelli, tifoso juventino e scrittore. Lo abbiamo incontrato in una delle nostre trasferte a Siena di questi ultimi anni ed abbiamo in programma di ospitarlo ad Andria, nel nostro Club, per una chiacchierata con lui e per presentare il suo bel libro "Coriandoli Bianconeri". Nel frattempo scrive spesso e volentieri articoli sul mondo Juve. L'ultimo lo ha dedicato all'Apache. Leggerlo e oltre che un piacere, anche un dovere. Ne resterete estasiati anche Voi! Buona lettura e un caro saluto a Te grande amico gobbo Riccardo!  
“Da piccolo tifavo sempre per i cow boy, ma crescendo e leggendo molto sulla storia di America, ho cambiato squadra: adesso tifo per i pellerossa, i veri abitanti di quelle bellezze naturali e selvagge, le grandi praterie. Prima dell’arrivo dell’uomo bianco erano loro gli unici proprietari di quei luoghi: i Cheyenne, i Sioux, i Delaware, gli Arikara, i Mohicani, gli Hopi, i Cherokee, i Navajo, gli Apache, tutte tribù sterminate e massacrate dagli avidi conquistatori”. By Coriandoli Bianconeri (2007).

Già: gli Apache.

Nemmeno i più grandi esperti del settore finora sono stati in grado di conoscere le origini di questo popolo straordinario o di indicare il periodo in cui fecero la loro comparsa nel Sudovest. Gli etnologi concordano solo su un fatto: gli Apache appartengono alla famiglia “athapasca”, il più diffuso ceppo linguistico dei pellerossa del Nord America e sono diventati nel tempo la tribù più importante della storia americana.

Come sono entrati nella leggenda due dei suoi grandi capi: Cochise e Geronimo.

Adesso un terzo capo Apache è entrato nella storia, nella leggenda che più in questo momento ci coinvolge, quella bianconera: Carlitos Tevez.

Carlitos è stato soprannominato Apache da piccolo, dal barrio dove è nato, Ejercito de los Andes, detto anche Forte Apache.

Arrivò alla Juve nel giugno 2013, con una presentazione in grande stile, fotografato a più riprese con la maglia numero 10, che fu di Pinturicchio, il più amato, il più riconosciuto bandiera.

Era emozionato visibilmente Carlitos. Lo potevamo notare dalla sua espressione, dai suoi occhi incredibilmente dolci all’interno di una faccia da duro, da Apache.

Tutte le volte che Carlitos viene intervistato non posso non percepire la bontà e la bellezza dell’animo di questo ragazzo semplice, che ha visto la sofferenza giovanile e che è scolpita sulla sua faccia, che si porta dietro la polvere e la fame del suo barrio, accentuata ancora di più da quella cicatrice causata da un bollitore di acqua bollente.

Ma quel giugno 2013 arrivò alla Juve un fenomeno, un fuoriclasse autentico oltre che persona umile e straordinariamente umana, vicina al popolo bianconero ed argentino, ricordato molto spesso dopo una sua prodezza, nella t-shirt bianca sotto la maglia juventina, sempre più sua, sempre più appiccicata al suo cuore ed alla sua pelle.

Ricordo perfettamente, in quel caldo giorno di giugno 2013, il mio sms a Marotta: “Grazie Giuseppe, hai preso un campione vero”.

Da persona educata quale è mi rispose quasi in tempo reale.

Sapevo che aveva acquistato un fuoriclasse, che aveva faticato negli ultimi anni solo perché non aveva trovato l’ambiente giusto.

Lui, Carlitos, è fatto così: deve sentire intorno a lui svolazzare le note dell’amore per correre come un grande Apache sui verdi prati calcistici.

Lui ha percepito la completa fiducia della Società e l’amore immediato del popolo juventino, ed è salito immediatamente sul suo “mustang” bianconero per regalarci prodezze a ripetizione, che sono già entrate di diritto nella storia del club di Corso Galileo Ferraris.

Mai nessun acclamato campione si era inserito così velocemente all’interno di un gruppo già consolidato. Soffrì Platini, soffrì Zidane, “l’uomo che sussurrava ai palloni”, anche Ibra iniziò a disegnare magie in leggero ritardo, invece Tevez è partito di scatto ed è diventato immediatamente il leader della squadra: Re Apache.

Questa Juve mi ricorda terribilmente la prima Lippiana dei due campionati 94-95 e 95-96. Una squadra tecnica ma allo stesso tempo proletaria, costituita da guerrieri che non mollavano un centimetro di campo e che si aiutavano per novanta minuti, una squadra dove era facile vedere gli attaccanti Vialli e Ravanelli tirare in porta e trenta secondi dopo difendere all’interno della nostra difesa.

Come fanno adesso Tevez e Morata.

Vialli era Re Leone, Tevez è Re Apache.

Troppe similitudini vedo in questi due grandi calciatori, lo spirito di sacrificio, la potenza fisica, l’altruismo, ma soprattutto il fatto di essere leader, riconosciuti da tutti i compagni.

Come Vialli, anche Carlitos ha la straordinaria facilità di issarsi la squadra sulle spalle e sorreggerla nei momenti di difficoltà e in quei minuti in cui Mister Allegri fa rifiatare i centrocampisti e la compagine tutta.

Ecco che come una freccia Apache vedi spuntare Carlitos a recuperare un pallone pericoloso, oppure ad inseguire l’esterno avversario di turno. Roba da strofinarsi gli occhi, proprio come succedeva ai tempi di Re Leone Vialli.

Anche la qualità dei goal di Tevez ricordano quella di Gianluca bianconero, quelle saette precise all’angolino dove il portiere non può arrivare e quella facilità di chiedere al compagno l’uno-due per sferrare il bolide che andrà a gonfiare la rete.

Ma la caratteristica che maggiormente unisce questi due giocatori, ripeto, è quella di essere i capi guerrieri di una squadra di guerrieri.

Non starò a ricordare tutte le varie prodezze del nostro Carlitos, sono tante e tutte di fresche memoria, avendo la fortuna di poterle ammirare nel nostro meraviglioso presente tutte le volte che entra in campo, ma vi confiderò la mia speranza: quella di vedere tra le sue braccia forti, ben alta nel cielo, quella Coppa con le Orecchie che Re Leone ci mostrò in quel di Roma 1996.

So che sarà molto difficile, ma Carlitos ci proverà, con tutte le sue forze e con tutto il suo spirito bianconero, sempre di più.

Un giorno tornerà in Argentina, questo ormai è accertato. Troppo amore per la sua gente, per le sue terre, che troppo presto videro partire un grande campione, vincitore di tre edizioni del “Balon de Oro”. Lui è riconoscente al suo popolo, colpevole solo di essere povero e sfortunato.

Lui invece si sente fortunato. Madre natura aveva preparato per lui un futuro da fenomeno, fortificando la sua consapevolezza di dover ritornare tra la sua gente, per regalare attimi di gioia ad un popolo che lotta tutti i giorni. Ma lui appartiene a quel popolo, e ne è fiero.

Come gli Apache ama la sua terra, una forza superiore lo spinge a ritornare ad abbracciarla, è più forte di lui.

Arriverà il giorno che ci saluterai, Carlitos, lo sappiamo, ma noi juventini non ti dimenticheremo mai, perché sei già entrato starordinariamente nella storia della Juventus.

Intanto continueremo a godere delle tue gesta, delle tue “sviolinate” sotto la Curva, dei tuoi occhi dolci in una faccia da duro.

Grazie Carlitos, Re Apache.

Aggiungiamo noi.....Carlitos portaci dove vuoi.....tu e dove vogliamo noi.....

Grazie Riccardo Gambelli. Con stima ed amicizia! JC ANDRIA

Per chi lo volesse fare, visitate il suo sito, il cui banner a scorrimento con altri, è presente nella nostra home page, in basso ed al centro.

www.riccardogambelli.it

 

 
 
5 MAGGIO E’ SEMPRE FESTA NAZIONALE. #NOICICREDIAMO
 

Ci sono delle date nella vita di ognuno di noi che si legano indissolubilmente ad eventi da ricordare piacevolmente e per sempre! Così crediamo sia a questo punto per la nostra amata JUVENTUS! Tutto ebbe inizio in quel famoso 5 MAGGIO 2002 quando la Juventus conquistò a spese della Prescritti&Chiacchieroni Band lo scudetto n. 26 della storia. Uno scudetto storico perché sembrava oramai praticamente perso ed invece in quel giorno avvenne un qualcosa di magico che noi GOBBI lo ricorderemo a vita, mentre gli “sfigati” continueranno a vivere questa data come un vero e proprio incubo. Il caso ha poi voluto che anche il 31° scudetto, il secondo dell’era Conte fosse matematicamente conquistato in quel giorno li: era il 5 MAGGIO 2013, sino ad arrivare al 5 MAGGIO 2015, giorno in cui la JUVENTUS si è ritrovata di fronte al REAL MADRID per una storica semifinale di Champions League, conquistata a sorpresa dalla squadra. E’ pensare che questa sfida la Uefa subito dopo i sorteggi, l’aveva inizialmente fissata per il giorno 6 maggio per poi anticiparla al 5 MAGGIO. Semplice destino? Ed è per questo che eravamo convintissimi che la Juventus sarebbe stata ancora una volta baciata dalla fortuna in questa data oramai definita storica e da FESTA NAZIONALE. Così è stato. Una vittoria per 2-1 arrivata al termine di una prestazione esaltante di una squadra che adesso può davvero dire di essere cresciuta anche in campo europeo. Ma fermiamoci qui. Sognare è si lecito, ma farlo troppo, potrebbe causare un brusco risveglio. Non possiamo permettercelo. Abbiamo da preparare soprattutto da un punto di vista mentale una sfida di ritorno al Bernabeu che dire difficile è riduttivo. Loro erano è restano i favoriti, mentre noi andremo li con la consapevolezza che si gioca dall’inizio 11 contro 11, che saremo a soli 95 minuti dal sogno e soprattutto che avremo un piccolo ma forse significativo vantaggio, da difendere con i denti, con i muscoli, con l’intelligenza di chi sa che potrebbe realizzare qualcosa di grandioso! Ed è per questo che NOI CI CREDIAMO è continueremo a farlo sino all’ultimo istante della sfida in terra spagnola. Noi intanto saremo arrivati al 13 maggio a giocarci ancora l’Europa, mentre altri in questo momento possono davvero vederla solo con il “binocolo” e chissà ancora per quanto, in una stagione dove nessuno avrebbe scommesso 1 solo euro su questa Juventus! Che gioia grossa aver battuto i CAMPIONI D’EUROPA in carica del Real Madrid di Cristiano Ronaldo & C. Una soddisfazione unica carica di emozione ed adrenalina allo stato puro, in una giornata iniziata in preda all’ansia per tutti noi tifosi gobbi. Un calcio d’inizio di una sfida che sembrava non arrivare mai! La nostra squadra ha poi sfoderato una prestazione maiuscola, soprattutto nella ripresa, riuscendo a resistere e soffrire nel momento in cui il Real sembrava aver preso le misure alla Juve. Ed invece ancora una volta i nostri UMILI giocatori hanno saputo riprendere le redini in mano, con Chiellini a lottare e comandare con la grinta e la cattiveria la nostra difesa, con Vidal tornato il guerriero di sempre, con Sturaro che sembra il classico “medianaccio” di altri tempi, con la coppia gol Tevez e Morata sempre più perfetta. Proprio di questi ultimi le due reti in cui l’argentino è stato sempre protagonista, nella prima da un suo diagonale è nata la respinta del portiere spagnolo che ha permesso il tap-in vincente dell’ex madridista, mentre la seconda rete è arrivata su calcio di rigore conquistato proprio dall’Apache dopo una sgroppata di quasi 60 mt.! Una autentica forza della natura. Al fischio finale tanta gioia e la consapevolezza che a Madrid possiamo ampiamente giocarcela è che la FINALE di BERLINO non è più soltanto un sogno. Poi magari non arriverà ma a questa squadra, andrà tributato un applauso lunghissimo! Peccato per non aver segnato anche la terza rete che avremmo ampiamente meritato come già avvenne contro il Borussia Dortmund. Ma lo avevamo detto prima della gara. L’importante era vincere. Non importa come e quanto. Abbiamo vinto ed è questo l’importante. Uno Stadium incredibile che ha sospinto i nostri calciatori in campo. Un Club con un entusiasmo straripante, con tutti i soci restati ad Andria accorsi come sempre in gran numero a soffrire, in una sala dove, la temperatura interna, anche per via del gran caldo e dell’umidità, era “elevatissima”.

La trasferta della nostra pattuglia partita per Torino, chi in pullman e chi in aereo è stata contrassegnata dall’avaria del pullman subito dopo Foggia e per fortuna non molto distante da Andria. Attesa per il cambio pullman che la Ditta ci ha prontamente fatto arrivare per poi ripartire a bordo dell’altro mezzo. Cose che capitano! Arrivano a Torino per mezzogiorno con solita fermata in centro dove tutti si recano per soliti riti scaramantici. Stesso ristorante, stessi giri…..ci attacchiamo davvero a tutto….ah ah ah ah ah ah ah! Tutti allo Stadio poi, per il ritrovo con quelli arrivati in aereo. Si entra dentro, controlli a dir poco maniacali! Il grosso del gruppo è tutto in Curva Sud come sempre. Viene sistemato lo striscione al bocchettone (come foto articolo scattata da un nostro socio in Tribuna Est Centrale) mentre tutti prendono posto assieme  e dietro la pezza ANDRIA 2003 oramai definita la portafortuna della gare casalinghe in Champions! Un ampia foto gallery dalla partenza alla partita è già pubblicata sul sito. Buona visione come sempre.

Ora sabato ci sarà il divieto di apertura della Sud. Difficile che possano togliere per questa gara la squalifica. Forse lo faranno per l’ultima contro il Napoli. Noi pertanto sabato non saliremo nemmeno in altri settori pur potendo. La Sud è la nostra casa! In quanto alla squadra l’invito a Mister Allegri è quello di mettere un mix tra rincalzi e magari lanciare qualche giovane della Primavera. Testa solo a Madrid, del Cagliari e del risultato poco deve interessarci.

Per Madrid, state, come era prevedibile, chiamando in tanti subito dopo la vittoria della gara di andata. Ci spiace dovervi dire di no. Bisognava rispettare i termini e prenotarsi prima della gara di andata, come i 19 che lo hanno regolarmente fatto!

INSEGUENDO UN SOGNO! JC ANDRIA SEMPRE AL TUO FIANCO     
 

 
 
AD UN SOLO PASSO DAL 33° SCUDETTO!
 

Ora lo possiamo davvero dire. Ci siamo quasi. Il 33° scudetto della storia della Juventus è praticamente cosa fatta. Dopo la entusiasmante vittoria contro gli eterni rivali Viola, si possono iniziare ufficialmente a preparare i festeggiamenti per quest’altro scudetto arrivato in un anno iniziato tra tante perplessità ed un atroce dubbio legato al cambio di guida tecnica in panchina. Ma questa squadra ha saputo fugare ogni dubbio, ogni perplessità, ha saputo soprattutto sorprenderci e smentirci ancora una volta. Chi lo doveva immaginare solo nell’estate del 2011 quello che sarebbe accaduto! Stiamo godendo da allora, sperando di continuare a farlo ancora nelle prossime settimane. Intanto noi quest’anno vinciamo ancora mentre altri ci guarderanno festeggiare.

Vincere 4 scudetti di fila, SUL CAMPO, non è cosa assolutamente semplice in un campionato come quello italiano sempre pieno di insidie e difficoltà. Provassero le nostre avversarie a vincerne 4 di fila….ripetiamo SUL CAMPO…e poi ne riparliamo.

Che soddisfazione vederli tutti con la “bava alla bocca”!

Dopo averli bastonati a domicilio in Coppa Italia, per i Viola altra batosta importante in campionato. 3-2 il finale per la Juventus allo Stadium mercoledì sera, grazie alle reti di Fernando Llorente, finalmente tornato al gol è di un sempre più stratosferico CARLITOS TEVEZ, autore di una doppietta che lo porta a 20 reti in campionato, sempre più capocannoniere solitario! Con questo calciatore SOGNARE è davvero lecito!

Un passo alla volta. Da sabato pomeriggio a Genova si aprirà un mese importante per la nostra EXPO JUVE…..(ahahahaha….parte anche l’Expo a Milano…), dalla conquista ufficiale dello scudetto che potrebbe arrivare tra sabato a Genova ed in casa contro il Cagliari, sino alla doppia sfida contro i GALATTICI del Real Madrid. Poi sempre a maggio potrebbe giocarsi la finale di Coppa Italia, il 20, ma questo accadrà soltanto se saremo arrivati da un'altra parte che non vogliamo nemmeno pronunciare…..Roba da impazzire sarebbe…anche se siamo già impazziti visto che siamo subissati di richieste per le varie partite che ci attendono. Ancora una volta stiamo riuscendo con i nostri criteri ad accontentare quanti più soci possibile tra la gara in casa e quella a Madrid dove saremo nuovamente numerosi come a Dortmund (ad oggi già in 19).

Contro la Samp nel prossimo turno di campionato consiglieremmo al nostro Allenatore di fare un ampio turn over, di tenere al riposto tutti i migliori, di non giocarsi la partita alla morte. Se arriva sto punto bene, altrimenti poco ci deve interessare. Testa soltanto al Real. Del resto sabato al Marassi ci hanno vietato per la seconda volta in questa stagione, dopo quella di NAPOLI, la trasferta al seguito della Juve, per i noti fatti del derby!

Noi continuiamo a ripetere che con i divieti non si risolve assolutamente nulla. Peccato non poterci essere in una giornata in cui la Juve potrebbe conquistare il titolo di CAMPIONI D’ITALIA. Per noi sarà una giornata all’insegna del RELAX visto lo stress accumulato in questa intensa stagione sempre al seguito della VECCHIA SIGNORA in ogni dove. Una pausa sicuramente rigenerante soprattutto per i 4 che sarebbero dovuti partite in auto verso Genova.

Torniamo un attimo indietro al Derby. Assurdo che dell’assalto al pullman della Juve non se ne continui a parlare. Basta che tutti si sono riempiti la pancia e sciacquati la bocca per quanto accaduto nello stadio. Tanto adesso saranno tutti contenti nel sapere che la CURVA SUD sarà chiusa per due turni contro il CAGLIARI e contro il NAPOLI giorno della probabile consegna del trofeo alla JUVENTUS e giorno della passerella finale!

Mercoledì sera la nostra truppa di soci saliti su per la gara contro la Fiorentina era composta da ben 20 persone al seguito. Dovevano essere in 21, ma purtroppo l’auto a noleggio presa da Giovanni Tedesco con Giorgio Nicolamarino, Domenico Canzio, Giovanni Vurchio e suo padre, per sette posti non era più disponibile ed alla fine Andrea Petruzzelli è dovuto restare ad Andria. Affrontare un viaggio con una normale auto in 6 non era cosa fattibile. Tutti gli altri sono saliti su invece in aereo. Lorenzo Capo e famiglia, la Sig.ra D’Avanzo con le sue due figlie, Salvatore Figliolia con suo figlio, Salvatore Montingelli con la sua consorte,   Marco con suo cugino e Gianfranco Porro con la sua ragazza. Il viaggio dell’auto è stato come sempre molto movimentato vista la vivacità di Mimmo Canzio e Gianni Vurchio. Arrivati a Torino solito giro nel centro città. Poi ritrovo per tutti fissato dal nostro Giorgio per le ore 19,15 sotto la Curva Sud. Distribuzione dei biglietti e tutti dentro. Si posiziona lo striscione del Club e la pezza ANDRIA 2003, al solito posto ma messi al contrario, come da foto articolo in rispetto alla protesta dei GRUPPI ULTRAS della Sud per quanto accaduto dopo il derby! Il primo tempo si sta tutti in silenzio per sciopero. Poi nella ripresa si riprende a sostenere la squadra. I viola sono giunti in pochissime unità a Torino. Bella trasferta soprattutto per chi era alla prima volta a Torino. Noi più felici di loro nel sapere i nostri soci tutti ALLEGRI…..e CONTE…nti. Finita la gara quelli dell’auto vanno a mangiarsi una bella pizza prima di ripartire per Andria. Quelli degli aerei vanno tutti nei rispettivi alberghi prenotati. Ancora una bella presenza su a Torino, nonostante il turno infrasettimanale!

LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI! Al club solita massiccia presenza e solita goliardia di sempre! Questi siamo noi! JC ANDRIA: ORGOGLIOSAMENTE GOBBI!

p.s. Mister Allegri? Tempo al tempo, sapremo dirvi la nostra su di lui. Lasciamolo lavorare sereno e lasciamolo concentrato sugli obiettivi. ALLEGRI DIMETTITI….il nostro “leitmotiv…” continua a portare più che bene……

 

 
 
UN DERBY SEGNATO DALLA SFORTUNA
 

Prima o poi doveva accadere che i granata sarebbero tornati a vincere un derby. Dopo 20 anni domenica pomeriggio questo è purtroppo accaduto. Ma ancora una volta sembrava che anche quest’anno li avremmo presi per le corna…ed invece no! Il Toro vince per 2-1 un derby combattuto come da anni non si vedeva. Peccato perché siamo passati in vantaggio con una magistrale punizione di Andrea Pirlo ed abbiamo subito il pareggio verso lo scadere della prima frazione di gioco, un gol evitabilissimo per come maturata l’azione. Nella ripresa poi la sorte ci ha fatto capire che stesse propendendo dalla loro parte, soprattutto quando un'altra punizione di Pirlo si è andata a stampare sull’incrocio. Se fosse entrata difficilmente oggi vi staremmo parlando della Juve sconfitta nel derby. Dopo poi è arrivato il definitivo vantaggio del Toro ad opera proprio dell’ex che ha avuto il buon senso di non festeggiare, gesto molto apprezzato da noi tifosi gobbi! Peccato perché avremmo meritato ampiamente il pareggio, ma altri due pali colpiti hanno detto di no, oltre alle parate del portiere granata. Doveva andare così per la legge dei grandi numeri, prima o poi succede….come quello che vorremmo accadesse a noi quest’anno…..ma silenzio…..

E’ stato un derby molto caldo in campo e soprattutto fuori e sugli spalti, con uno stadio finalmente gremito da parte dei granata che negli ultimi anni invece li avevamo visti molto freddi e remissivi.

Quest’anno non ci hanno permesso di poter acquistare biglietti ovunque come fatto nelle ultimi stagioni. Hanno imposto in ogni settore l’acquisto legato con tessera del tifoso del Torino. A noi gobbi restava teoricamente soltanto il settore ospiti che ovviamente abbiamo esaurito in un non niente, ma puntualmente allo stadio una bella fetta dei distinti est, al fianco degli ospiti è stata occupata da altri gobbi e delimitata gioco forza dagli steward!  Sin dal mattino si era capito che non sarebbe tirata aria tranquilla. Scontri nel pre-partita, bus della Juve accolto con mazze, pietre, pugni e calci sui finestrini. Scene da far west. Non da Serie A. Assurdo. All’interno dello stadio poi ci è stato un continuo lancio di fumogeni, oggetti vari, bottiglie, insomma di tutto di più, con l’esplosione anche di una “bomba carta” almeno dicono….o di un forte petardo…aggiungeremmo noi? Quando questo accade per mano della nostra tifoseria, allora apriti cielo. Ecco tutti che dicono la loro, ognuno che pretende punizioni esemplari, ognuno che fa a gara a chi la deve sparare più grossa, la propria bomba carta con la bocca! Vergognatevi, giornalisti, media, uomini del potere. Questi episodi, purtroppo aggiungiamo noi, perché sia chiaro non stiamo cercando delle giustificazioni, accadono puntualmente in altri stadi come Napoli, Roma e altrove….ma nessuno ne parla. Succede quando c’è la Juve di mezzo ed allora tutti ad approfittarne per buttarci della merda addosso. Volete per caso che venga anche inflitta una penalizzazione alla squadra in modo tale da far tornare in corsa per lo scudetto tutti? Ma fateci il piacere, zittitevi tutti. Purtroppo questa è la sconfitta semplicemente delle istituzioni che non riescono qui in Italia a far applicare e rispettare le leggi! Basterebbe poco. Ripetiamo non stiamo giustificando nessuno, ma esigiamo che non ci sia disparità di trattamento rispetto a casi analoghi.     

Qualcuno comunque spieghi ai tifosi granata, che hanno vinto il derby più insignificante della loro storia. Non hanno arrecato nessun danno alla nostra Juve e soprattutto la loro vittoria non servirà alla propria squadra per alzare nessun trofeo…. come sempre. Visto che ci guardano dal retro da ben 39 ANNI! Del resto glielo abbiamo ricordato all’inizio quando è sceso giù lo stemma della Città a tinte bianco e nere con la scritta “QUESTA E’ TORINO”!

Noi come sempre abbiamo risposto presenti in quest’altra trasferta. Non numerosi come in altri derby, ma i soldi scarseggiano e la stagione sta diventando fortunatamente lunghissima. Contava come sempre esserci e fare presenza, una SPARUTA PRESENZA. Questa è da sempre la nostra mentalità. Ed in 3 nostri soci hanno risposto all’appello sobbarcandosi un lungo viaggio in treno come ai vecchi tempi. A farlo però tre soci under 30, ma già con esperienza da vendere. Onore e complimenti a Tommy Moscatelli a Giorgio Nicolamarino e ad Agnese Zingaro un'altra delle JC ANDRIA GIRLS! Partiti poco dopo le 22 da Barletta sabato sera hanno fatto scalo a Milano verso le 7 di domenica mattina per poi raggiungere Torino per le 10 con un treno regionale. Appena su hanno dapprima fatto un giro in centro per poi spostarsi sotto la sede della Juventus in Corso Galileo Ferraris dove si sono lasciati immortalare come da foto pubblicata nella foto gallery sul derby presente già sul sito. Poi tutti al ritrovo a Piazzale Caio Mario da dove a bordo di navette hanno raggiunto lo stadio Olimpico assieme agli inseparabili amici del Gruppo Bassa Valle scesi in maniera ovviamente numerosa. Il grande Federico ha poi regalato ai nostri ragazzi, ma soprattutto ad Agnese, una bottiglia del tipico liquore valdostano il “GENEPY” da bere adesso obbligatoriamente assieme in un'altra trasferta oppure al Club. Appena dentro Giorgio e Tommy vanno a posizionare la pezza crociata, ANDRIA 03 (portata proprio perché in 3 erano i nostri soci guarda caso presenti…..ah ah ah ah ah ah ah), sulla vetrata laterale a confine con la Tribuna Est come da foto articolo. Cantano, deridono i granata ma cosa più importante alla fine è sempre la stessa: SOLO I VERI TIFOSI VINCONO SEMPRE. Noi ancora una volta abbiamo vinto come ha detto il buon Tommy all’uscita dallo stadio che avviene verso le 18,30. Alle 20 avevano il treno diretto per Barletta dove arrivano distrutti poco dopo le 6 di lunedì mattina. Con trenino raggiungono Andria per andare dopo poco ad affrontare un'altra giornata chi di studio chi di lavoro. Onore a Voi ragazzi. Siete stati il nostro orgoglio nel derby!

Lo scudetto adesso nonostante la sconfitta nel derby potrebbe arrivare già mercoledì sera in casa contro la Fiorentina. Se la Juve vincesse e la Lazio non andasse oltre il pareggio sarebbe matematicamente conquistato questo quarto tricolore di fila! Festeggiarlo già ad Aprile sarebbe il massimo. Noi ci stiamo preparando con le nuovissime t-shirt che saranno, non belle ma di più e soprattutto originalissime! Pertanto contro la Fiorentina, per chi non partirà verso Torino, accorrete numerosi al Club. Piuttosto ci preoccupa quella che potrebbe essere la decisione del giudice sportivo che starebbe valutando la chiusura della Curva Sud già per la gara proprio contro la Fiorentina. Sarebbe una beffa ed una ingiustizia soprattutto nei confronti dei tanti tifosi come i nostri che hanno prenotato dei voli per salire su e per assistere alla gara dalla Curva Sud. Speriamo che ciò non accada perché altrimenti sarebbe un danno enorme. Ben 21 i nostri soci che raggiungeranno Torino nella giornata di mercoledì, tutti in aereo, tranne i cinque che partono all’alba a bordo dell’auto organizzata da Domenico Canzio, il nostro “Tenente”. Staremo a vedere cosa succederà. Il rischio sarà quello di non poter seguire la Juve almeno nelle prossime trasferte fuori da Torino. Noi crediamo comunque che con i divieti non si risolva assolutamente nulla!

Alla prossima puntata amici gobbi e non! Voi continuate a seguirci e leggerci sempre numerosi.

JC ANDRIA: ORGOGLIOSAMENTE FIERI DI ESSERE GOBBI!

 

 
 
E' TUTTO VERO: SIAMO IN SEMIFINALE!
 
Chi lo doveva dire ad inizio stagione! Nemmeno il più ottimista di noi, avrebbe potuto immaginare una stagione simile. Per carità ancora nulla si è vinto, ma ritrovarci oggi con lo scudetto praticamente in tasca, con la finale di Coppa Italia da disputare e con le semifinali di Champions League raggiunte dopo ben 12 anni è un qualcosa di straordinario per noi tifosi gobbi! Per altri, sicuramente un tormento. Noi continuiamo a sognare, pur sapendo che appunto di sogno trattasi e che "non succede...ma se succede..." 
Quante soddisfazioni ci sta facendo togliere la nostra squadra da oramai quattro anni, un gruppo che potrebbe entrare definitivamente nella storia di questo club. Un percorso iniziato nel luglio 2011 sulle montagne di Bardonecchia! Questa semifinale è il giusto premio per il nostro Club. Non abbiamo mai mollato, non abbiamo mai fatto un passo indietro (MAI LO FAREMO), anche in quei momenti in cui tutto sembrava buio, in cui tutto sembrava crollarti addosso e alla faccia di tutti quelli che soffrono di invidia per quello che da sempre facciamo, alla faccia di chi nell'estate 2006 pensava che noi e la Juve saremmo spariti, alla faccia di quelli che non ci sopportano. Noi quelli della Serie B, siamo ancora qua...eh già...come direbbe il buon Vasco, noi questa SEMIFINALE di Champions League appena conquistata dalla nostra immensa squadra, la sentiamo tutta nostra, perchè a nostro modo e a nostre spese, seguiamo da sempre la Juve su tutti i campi, con tutti i rischi che ne derivano, visto che stiamo praticamente sempre perennemente su strada ed in viaggio! Ogni maledetta partita! Da Rimini....a Madrid...in 9 anni di acqua sotto i ponti ne è passata davvero tanta, adesso torniamo a sederci al tavolo delle grandi d'Europa dove siamo sicuri diremo la nostra con orgoglio ed onore! Real Madrid, Barcellona e Bayern Monaco sono certamente a noi superiori, ma sulla carta. Perchè il campo non sempre lo conferma e perchè in campo spesso e volentieri dei sogni si realizzano. 
Crediamoci e proviamoci con tutte le nostre forze per poter dire anche noi....ANDIAMO A BERLINO......   
Quella di Monaco è stata una gara difficile per la nostra Juve. Lo sapevamo è ne abbiamo avuto la conferma. C'era da difendere l'1-0 della gara di andataI monegaschi hanno lottato con tutte le loro forze, ma di fronte hanno trovato un muro. La migliore difesa della Champions League con sole cinque reti subite e con Barzagli, Bonucci e Buffon sugli scudi. Alla fine la si poteva anche vincere, con l'incrocio dei pali di Pirlo e qualche contropiede non sfruttato al meglio. 0-0 il finale ma per noi è andata benissimo così, soprattutto considerando lo sforzo profuso in campionato contro la Lazio e considerando lo stato di salute di Tevez, Vidal e Morata, non tre giocatori qualsiasi. Al fischio finale la grande festa dei calciatori in campo e di noi tifosi sugli spalti che abbiamo sostenuto i ragazzi, aiutandoli a gettare il cuore oltre l'ostacolo. Scene che non si vedevano da troppo tempo. Tutto troppo bello, tutto vero! Adesso il sorteggio ci ha messo di fronte il Real Madrid, una squadra stellare, i campioni d'Europa in carica, che però non sono poi così tanto disumani...anzi...La tradizione ci è stata spesso favorevole contro di loro. Lo sanno e fidatevi che anche loro ci temono! Ancora due partite per cercare di arrivare ad una finale che rappresenterebbe per noi tifosi juventini, quasi un sogno ad occhi aperti! 
La nostra trasferta per la prima volta nel PRINCIPATO DI MONACO è stata come sempre molto divertente e da applausi. Vista la capienza ridotta dell'impianto monegasco siamo riusciti ad avere "soltanto" cinque biglietti dalla Società (già tantissimi). Ma anche senza biglietto per tutti, i nostri sono alla fine partiti in 7, di cui 4 con l'auto del Presidente Nicolamarino e 3 in aereo su Nizza. I senza biglietto erano niente poco di meno che, Fabio Attimonelli e Chiara Abbasciano. Nell'auto partita alla 23 del giorno precedente, c'erano con il Presidente, Alberto Tesoro, Massimo Matera e Fabio. In aereo Chiara, Tommy Moscatelli ed Enrico Ferro. Il viaggio in auto è stato molto tranquillo anche se pesante. 1.200 km quasi fatti di notte non è cosa assolutamente facile. Per fortuna si trattava di tutta gente rodata, di gente che ama in maniera incredibile questa squadra ed il nostro Club. Tre soste, cambi alla guida ed eccoli giungere alle 8,30 già sul confine a Ventimiglia. Alle 10,00 i nostri si recavano in hotel a Montecarlo per ritirare la preziosa busta dei 5 biglietti concessi dalla Società. Una chiacchierata con i responsabili del Centro Coordinamento, mentre si ammirava di già il lusso sfrenato di quel posto. Si riprende la strada per Nizza dove hanno poi alloggiato. Percorrono la strada che costeggia la Costa Azzurra. Scenari incantevoli, si fermano più volte per ammirare. Nel frattempo anche i 3 soci in aereo raggiungono Nizza via Roma. Prendono tutti possesso dell'albergo Trocadero nei pressi della Stazione Centrale di Nizza. Poi subito a spasso per le vie del centro e sull'elegante Lungo Mare nizzardo "La Promenade des Anglais", dove ammirano "le tante bellezze locali" riversatesi sulla bella spiaggia per via del gran caldo. Poi tutti a pranzo, con le immancabili birre! Hanno anche il tempo di andarsi a riposare vista la stanchezza del lungo viaggio. Poi alle 17 i tre in aereo raggiungono in treno Montecarlo, mentre i 4 in auto partono alle 18 dall'hotel. Questi ultimi trovano un traffico pazzesco per uscire da Nizza e per raggiungere Montecarlo, intasatissima per la partita. I tifosi juventini, infatti sono arrivati quasi tutti in auto. I tre in aereo arrivano ovviamente ben presto allo stadio e attendono all'esterno i nostri in auto che arriveranno soltanto verso le 20 dopo aver lasciato l'auto nel parcheggio ospiti predisposto e preso la navetta per lo stadio. Durante lo spostamento verso lo stadio Fabio e Massimo ricevono diverse chiamate che rassicurano la disponibilità "improvvisa" di altri due biglietti che permetteranno dunque a tutti i nostri sette soci di poter entrare nello stadio assieme. Ecco a che serve avere tantissime amicizie. Felicità da parte di Fabio e Chiara che erano comunque prontissimi a restare in un pub a guardarsi la partita.  Prima di entrare si apprende di alcuni problemi con la Polizia Locale e della decisione dei gruppi ultras di non entrare nello stadio. Rispettano ovviamente la loro decisione e per questo non appendono, tutti quelli dentro, nessuno striscione e nessuna pezza sulla balconata principale. Le si tengono in pratica tutte a mano. Noi ci sistemiamo nella parte centrale tutti in basso al fianco degli inseparabili amici di BASSA VALLE, con le nostre due pezze tenute a mano, come foto articolo che ritrae la squadra festante sotto la curva con il nostro stendardo ANDRIA PRESENTE sullo sfondo. In assenza dei gruppi organizzati cerchiamo tutti i presenti di fare del nostro meglio per incitare e sostenere la squadra, accorgendoci ad un tratto che nello stadio ci sono anche negli altri settori tantissimi tifosi juventini. Finisce in trionfo con scene di giubilo sotto la curva e anche con Nedved, Trezeguet e Pogba venuti a festeggiare li sotto. Claudio Filippi, ci saluta, cercandoci con lo sguardo, per poi chiamare al cellulare di Alberto Tesoro durante il viaggio di rientro. Che onore! Tante le foto scattate dai nostri in questa trasferta. Abbiamo ovviamente scelto, per la foto gallery sul sito internet, quelle più salienti che meglio descrivono quest'altra nostra straordinaria presenza/avventura all'estero, al fianco della squadra! Dopo la partita tutti i tifosi vengono condotti nuovamente al parcheggio con le navette predisposte dalla Polizia locale. Recuperate le auto si forma un enorme serpentone, con i clacson che suonano in segno di vittoria e le bandiere fuori dai finestrini. Montecarlo veniva attraversata da questo sciame bianconero! I nostri riprendevano la strada verso Nizza per far rientro in Hotel, non prima di aver cenato e bevuto tutti assieme. Poi stanchissimi facevano rientro in hotel per il "riposo dei guerrieri". Al mattino verso le dieci, quelli in aereo salutano i nostri in auto che prima di lasciare definitivamente la Francia ripassano dal Principato per qualche altra foto ed un altro breve giretto sul percorso del Gran Premio di Formula 1, che si terrà nel mese di maggio li a Montecarlo. Poi riescono anche a salire sul bus turistico scoperto, con tanto di foto ricordo con la pezza esposta! Verso mezzogiorno ripartono per l'Italia e per Andria, a suon di musica house portata da Alberto Tesoro, ascoltata a volume altissimo, come altissimo era il loro umore! Alle 23,00 circa, fanno rientro ad Andria, stravolti ma felicissimi di aver rappresentato il club anche in quest'altra trasferta. Tanto Onore. Quelli in aereo alle 19,00 sono invece già nelle loro case. Un altro viaggio è già alle spalle, altri ne stiamo programmando ad iniziare da quello di domenica nel derby contro il Torino. Abbiamo provato ad allestire un furgoncino ma questa volta non ci siamo riusciti. Troppe trasferte, troppi soldi che vanno via. Adesso si devono centellinare le risorse per questo finale di stagione inaspettato. Alla fine all'Olimpico di Torino saranno in 3 i nostri soci presenti, con Giorgio Nicolamarino, Tommy Moscatelli (incredibile a soli tre giorni da Monaco) e la sempre più sorprendente altra nostra ragazza Agnese Zingaro. Tutti in treno per un altra presenza importantissima per noi! Basta esserci sempre! Che soddisfazione vedere questi ragazzi farsi in quattro pur di rappresentare il club in ogni dove e con ogni mezzo possibile. Domenica pomeriggio potrebbe arrivare la matematica conquista dello scudetto se la Roma e la Lazio perdessero le proprie sfide. Ma difficile che ciò avvenga. Di fronte avremo un Toro che proverà a coronare per loro un sogno, quello di vincere un derby dopo 20 anni....ahahahahaha che pena che ci fanno. Noi non li calcoliamo proprio. Sembra si stiamo per giocare una finale. Quanto sarebbe bello vincere ancora al 93°, magari su rigore inesistente.... Intanto li ricordiamo il bolide di Andrea Pirlo nella gara di andata....stanno ancora maleeeeeee! Fidatevi! Lo sappiamo.
Mercoledì prossimo poi, ancora sfida con la Fiorentina, ancora una presenza su a Torino questa volta nuovamente numerosissima, nonostante si giochi in settimana. Auto organizzata da Mimmo Canzio (già piena) e ben altri 16 soci tutti in aereo. Incredibile, ci stupiamo sempre più di quanta passione e quanto attaccamento siamo riusciti ad inculcare in ognuno di Voi. 
L'orgoglio dell'appartenenza oseremmo dire, perchè chi non ha appartenenza non ha onore!   
COMPLIMENTI A TUTTI NOI! LA SEMIFINALE DI CHAMPIONS, LA PRIMA UFFICIALMENTE PER QUESTO CLUB, E' IL GIUSTO RICONOSCIMENTO AL NOSTRO ATTACCAMENTO ALLA MAGLIA, AL NOSTRO MODO DI FARE CHE CI HA PERMESSO DI ESSERE INVIDIATI E TEMUTI DA MOLTI E STIMATI E RISPETTATI DA TANTI!
JUVENTUS CLUB ANDRIA: ORGOGLIOSAMENTE GOBBI. NOI CONTINUIAMO A SOGNARE!
MADRID...ATENE...MALMO...DORTMUND...MONTECARLO...ADESSO DI NUOVO MADRID....INSEGUENDO UN SOGNO!
 

 
 
LA CAPOLISTA SE NE VA......QUASI FATTA!
 
Abbiamo voluto intitolare questo articolo di commento a Juve - Lazio, proprio con il coro che, negli ultimi minuti dell'incontro e sotto una abbondante pioggia, riecheggiava dalla Sud in tutto lo Stadium. Anche la Lazio è stata ricacciata indietro. Ci hanno provato in tutti i modi i media, i tirapiedi a cercare di far riaprire almeno nelle parole questo campionato, rievocando precedenti rimonte o altre stronzate simili. Invece come sempre la Juve ha risposto con i fatti, dimostrando, ancora una volta in più, tutta la sua forza, tutta la sua prepotenza, tutta la sua determinazione nel voler ad ogni costo conquistare anche quest'altro scudetto, il quarto consecutivo, il 33° della nostra gloriosa storia! Una autentica impresa, l'ennesima di questo straordinario gruppo che solo nell'estate scorso, troppo frettolosamente, era stato considerato a fine ciclo, solo perchè il suo condottiero era andato via (che noi non finiremo MAI di RINGRAZIARE). Invece no, la Juventus ha dominato anche quest'altra stagione, riuscendo a compiere altre cose straordinarie, aggiungendole alle precedenti imprese. Anche noi eravamo preoccupati, non scettici, subito dopo il cambio in panchina. Temevamo che il cambio di allenatore potesse disorientare i ragazzi, minare la solidità di uno spogliatoio compatto ed invece nulla di tutto ciò, anzi il gruppo ha voluto con maggior convinzione dimostrare a tutti che sono sempre i NUMERI UNO. Così è stato, così è nata questa stagione che potrebbe addirittura chiudersi in maniera del tutto trionfale se dovessero arrivare altri successi. #NONSUCCEDEMASESUCCEDE..... 
Fermiamoci qui che è meglio, restiamo con i piedi per terra, pensiamo prima a conquistarlo questo scudetto con la matematica certezza e solo allora potremo eventualmente concentrarci sugli altri obiettivi, soprattutto se mercoledi' a Montecarlo dovessimo conquistare il pass per le semifinali Champions! Immaginate se succede? Ci vengono i brividi solo a pensarci. 
Fateci comunque ringraziare il gruppo da Buffon a Rubinho, perchè siamo sempre più fermamente convinti che questo sia lo scudetto del gruppo, di tutti i componenti della rosa, dal più impiegato a quello meno impiegato. Tutti stanno contribuendo con il loro attaccamento alla maglia al raggiungimento di questo traguardo importantissimo che ci vedrà per la quarta stagione di fila, sbeffeggiare tutti quanti! Sull'allenatore diremo la nostra a fine stagione e comunque dopo la matematica certezza del titolo. 
La partita contro la Lazio, rivelazione di questa seconda parte di stagione è terminata sul risultato di 2-0, con reti del grandissimo CARLITOS TEVEZ (c'è l'abbiamo noi....c'è l'abbiamo noi....) e di un Leonardo Bonucci sempre più attaccato a questa maglia e a questi colori....(sciacquatevi la bocca.....). Alla vigilia di questa partita eravamo comunque tesi, non perchè temessimo così tanto la possibile rimonta laziale, ma piuttosto il fatto che potessimo arrivare a Monaco con un morale diverso. Invece niente di tutto ciò, la squadra ha saputo chiudere la pratica nella prima frazione per poi gestire il risultato nel secondo tempo! Di gara in gara aumenta sempre più la consapevolezza e l'auto convincimento di essere una grande squadra. Arturo Vidal poi sta tornando lui proprio nel momento più importante della stagione. Contro la Lazio lo abbiamo visto recuperare palloni come era solito fare, non rincorrerlo semplicemente come fatto in buona parte di questo campionato. Buffon poi è sempre più strepitoso, come Evra che sta crescendo di gara in gara e che sta raggiungendo i suoi standard abituali che ha sempre avuto in quel di Manchester. Insomma tutto sembra stia girando alla perfezione nonostante i pesanti infortuni che ancora lasciano fuori giocatori come Caceres, Asamoah e soprattutto quel fenomeno chiamato Paul Pogba! AVANTI TUTTI ASSIEME...INSEGUENDO UN SOGNO!   
Anche contro la Lazio siamo riusciti nell'intento di organizzare nuovamente un pullman assieme agli amici di Montescaglioso. Ben 22 i nostri soci che sono saliti su a Torino per rappresentare tutto il Club in quest'altra gara fondamentale. Salvatore Lomuscio a capo della comitiva assieme a Giorgio Nicolamarino, autentica rivelazione stagionale. Il pullman è partito da Andria a mezzanotte e quarantacinque, davanti al Palasport di Corso Germania, come già fatto in questa stagione contro il Genoa. Tantissimi i soci alla primissima volta anche in questa partita. Da subito si è vista la vivacità del gruppo Molino davvero molto divertenti...Viaggio come sempre tranquillo che ha visto il pullman arrivare davanti allo Stadium alle 13,00 circa. Prima del "rompete le righe" si lasciano immortalare con lo Stadium alle spalle (foto pubblicata nella gallery). Poi si formano i vari gruppetti, ognuno prende la sua strada. Alle 18,30 tutti tornano al pullman sorpresi dalla pioggia che comincia a scendere abbondante su Torino. L'ultimo ad arrivare è Nicola Di Stefano, alla sua seconda trasferta consecutiva dopo quella di martedì contro il Monaco. Si raggruppano, Salvatore da le ultime disposizioni e tutti vanno in Curva Sud, tranne Vito Serlenga e Vincenzo Cannone (soci abbonati in Tribuna), vanno in Curva Sud. 
Appena dentro Salvatore e Nicola Di Stefano appendono lo striscione al bocchettone per poi sistemarsi tutti li dietro (come da foto articolo) e da li animare il tifo di quel settore. Salvatore si dedica alle pubbliche relazioni come sempre, con Giorgio "tutto fare" che disbriga le ultime faccende "da curva". Tutto è ok. Manca solo il risultato che puntualmente arriva per la gioia soprattutto dei più giovani saliti su a Torino per la prima volta. La gioia del figlio di Antonio Monterisi è indescrivibile oltre che incontenibile. Ma vederli tutti felici, rende ancor più orgogliosi tutti noi che di settimana in settimana organizziamo trasferte su trasferte. Siamo sfiniti o forse "esauriti" ma non molliamo mai! Alla fine il trio degli "storici"(Lomuscio, Di Stefano e Nicolamarino), si lascia immortalare sorridente (foto che troverete nella foto gallery di questa partita, visibile solo da PC non nella versione smartphone) ed inviano messaggi ad Andria con la consueta frase: MISSIONE COMPIUTA! 
Anche ad Andria la festa nel Club ha inizio, con tutti che cantano come la Sud....è se ne va...la capolista se ne va....o il più classico...siamo noi...siamo noi....i campioni dell'Italia...siamo noi.... Ripartono bagnatissimi per il diluvio scatenatosi su Torino ed arrivano ad Andria domenica mattina alle ore 11,00 trovando anche qui lo stesso clima freddo lasciato su a Torino. Lo avranno trasportato loro? Un grazie di cuore a Salvatore Lomuscio per la passione che anche lui ci mette nel sostenere il club e nel seguire la Juve ovunque. Orgogliosi di averti! 
Adesso la testa e il pensiero volano solo a Montecarlo al ritorno di Champions. Anche li nel Principato ci saremo. Una fortuna essere riusciti a reperire 6 biglietti vista l'esigua capienza del settore ospiti, anche se siamo convinti che gli juventini saranno sparsi in ogni settore. In 7 partiremo, 3 in aereo e 4 in auto. Uno, il nostro Segretario Fabio sarà tra quelli che resteranno fuori, per sua scelta, per spirito di attaccamento al Club, ha rinunciato al biglietto cedendolo ad altro socio. Questi siamo Noi. A capeggiare il gruppo di quelli che entreranno, ci sarà il Presidente che aveva a sua volta rinunciato a Dortmund per far spazio ad altro socio. Lo JC ANDRIA sarà come sempre PRESENTE! Per la 44^ volta in questa stagione! Che numeri! Tutti gli altri che resteranno ad Andria, accompagneranno con il cuore e con la mente i nostri che saliranno su. Non sarà facile, il Monaco farà di tutto per ribaltare il risultato dell'andata, ma noi come i giocatori, dovremo buttare il cuore oltre l'ostacolo per continuare ad inseguire un SOGNO!
Per tutti l'appuntamento sarà al Club. Lasciate perdere i divani e le poltrone di casa. Riempiamo e gremiamo il club come fatto già contro il Borussia, nonostante la diretta su Canale 5! 
 #RIPETIAMOCHENONSUCCEDEMASESUCCEDE..... 
JC ANDRIA: ORGOGLIOSAMENTE GOBBI

p.s. lo spareggio per la conquista del 9° POSTO in classifica che darà diritto come il decimo ad un posto in prima fila sul divano per le prossime competizioni europee, si è concluso con un nulla di fatto. Tutto da rifare....ahahahahah!

 

 
 
NOI CONTINUIAMO A SOGNARE…..
 

Juventus – Monaco è iniziata così: VOI IL NOSTRO ONORE E LA NOSTRA VITA, NOI DA SEMPRE IL VOSTRO ORGOGLIO E LA VOSTRA ANIMA! Due enormi striscioni che campeggiavano sui due livelli della Curva Scirea per una coreografia chiara ed inequivocabile: tutto il popolo “gobbo” vuole continuare a sognare e percorrere quella strada che potrebbe portarci dritti, dritti alla Porta di Brandeburgo. Per far ciò intanto serviva battere il Monaco a Torino con qualsiasi risultato per poi presentarci nel Principato al ritorno con una posizione iniziale di vantaggio! La Juve ci è riuscita per la gioia e la soddisfazione di tutti noi gobbi veri ed autentici. 1-0 il finale di una sfida più dura e più difficile del previsto. Di fronte una Signora squadra che ha giocato a calcio dimostrando di non essere quella formazione quasi “materasso” definita dai media!  

Ma i protagonisti assoluti di questa sfida, lasciatecelo dire, siamo stati noi tifosi, quei 40.000 presenti sugli spalti, ma per noi molti di più, che hanno sospinto a gran voce i ragazzi in campo. Una prova di tifo straordinaria a dimostrazione di quanto ci teniamo a questa Coppa. Del resto lo si era già visto nella doppia sfida al Borussia.Gli ultimi dieci minuti con la nostra squadra stanca e con il Monaco pericolosamente in avanti ogni tifoso sugli spalti, tra cui tantissimi nostri soci, hanno davvero buttato il cuore oltre l’ostacolo aiutando i nostri calciatori a superare ogni difficoltà. Che spettacolo! La stessa cosa si è vista al Club, dove abbiamo registrato una affluenza record, mai avuta in 12 anni di vita di club! Pazzesco. Quanto siamo affamati d’Europa noi gobbi! Una atmosfera tesa, molto tesa durante tutti i 90 minuti, per poi esplodere dallo Stadium al Club in un urlo di gioia al triplice fischio dell’arbitro. Buona la prima oseremmo dire. Ma nulla è ancora fatto, adesso viene la parte più difficile. A Monaco ci giocheremo un secondo tempo dove dovremo difendere con le unghia e con ogni forza questo minimo vantaggio cercando di renderlo magari più cospicuo. Li potremmo davvero spalancare le porte del PARADISO. Ci pensate se solo ci trovassimo in semifinale? Già questo sarebbe un grande motivo d’orgoglio per tutti noi in una stagione in cui l’obiettivo minimo era per lo meno passare la fase a gironi! La squadra ha lottato, non tutti gli uomini erano al meglio della condizione fisica. Purtroppo i tanti infortuni stanno condizionando le scelte dell’allenatore, ma nonostante ciò i ragazzi si sono sacrificati, sputando veleno su ogni palla, ringhiando sempre sull’avversario, con un Gigi Buffon, straordinariamente STRAORDINARIO che ha davvero blindato la nostra porta, con un Vidal tornato a fare il guerriero che ha messo a segno un calcio di rigore importante che ha permesso di vincere questa gara. Poco importa se il rigore non c’era. Significa che il vento inizia a girare dalla nostra parte! Non rubavamo solo in Italia??????? Ahahahahahaha i detrattori li vediamo sempre più preoccupati, sempre più silenti, sempre più consapevoli che se succede….SARANNO DAVVERO GUAI…..ahahahahahaha (seconda risata)!   

La trasferta dei nostri tantissimi soci che sono partiti per Torino tra pullman e aerei vari è stata di quelle da ricordare. Questa volta abbiamo ridotto il numero degli “aviatori” per poter riempire tutto il pullman in ogni ordine di posto. Ci siamo riusciti e ringraziamo per questo chi solitamente preferisce salire in aereo, se questa volta si è dovuto sobbarcare le consuete 23 ore di bus! Bello sentirci gratificare da loro stessi che ci scrivevano messaggi del tipo….”siamo un grande club”….o “complimenti per l’organizzazione..” o ancora…”viaggiare in bus ti fa davvero respirare la juventinità a 360°…ti fa sentire davvero orgogliosamente gobbo”….Partiti dalla Stazione di Andria alle 23,30 di lunedì sera con il solito ritardatario Felice Nevola, sono arrivati su a Torino per le 11,30 del mattino. Prima fermata in centro città per chi voleva farsi una passeggiata. Gli altri, quelli alla prima volta, hanno preferito continuare verso lo Stadium per far visita al Museum e allo Stadium. Bello sapere che hanno formato un groppone per andare a pranzare quasi tutti assieme in un ristorante nel cuore del centro storico della città sabauda! Brindisi su brindisi che hanno reso compatto il gruppo. A capeggiare la comitiva Andrea Leonetti semplicemente un grande uomo!

Alle 19 tutti arrivano in zona stadio per l’appuntamento al pullman compresi i soci aviatori. Alcuni incontrano Gianluca Pessotto, altri Gianni Balzarini inviato di Mediaset, lasciandosi immortalare (tutto documentato nella gallery). Vengono poi finalmente distribuiti i preziosi biglietti dei settori Nord, Ovest ed Est per poi distribuire quelli al plotone dei circa 30 in Sud, i quali poi si avviavano verso gli ingressi della Curva, facendo una sorta di piccolo corteo e con il due aste ANDRIA 2003 in bella mostra. Entrano tutti, Andrea è l’ultimo a farlo per accertarsi che tutti non abbiano avuto problemi. Un leader vero! Appena dentro, la squadra degli “striscionisti delegati” va a montare lo striscione grosso al bocchettone (nella foto articolo prescelta, abbiamo preso questa che vede il nostro guerriero ARTURO VIDAL lottare contro un avversario e sullo sfondo il nostro striscione sempre PRESENTE), per poi tutti assieme sistemarsi nel solito nostro spazio. Primi cori, si prepara la coreografia, si saluta i tanti amici, si avvicinano anche dei ragazzi di Arezzo che volevano lasciarsi ritrarre con la nostra pezza….ma voi pensate un po….Inizia la gara il clima è elettrico, il cuore in gola, per poi farlo esplodere di gioia alla rete del vantaggio. Non è finita qui. Ma intanto NOI CONTINUIAMO A SOGNARE. Almeno per altri sette giorni. Poi si vedrà!  Finisce la gara, la nostra truppa si raccoglie tutta dietro lo striscione, foto di rito per poi andare tutti al bus. Si riparte per poi in tangenziale fare oltre un ora di coda, dovuta ad un cantiere che intelligentemente qualcuno ha voluto aprire proprio nella sera della partita…Viaggio tranquillo e nell'ultima sosta a Pescara, buona parte dei soci sul pullman si lascia fotografare, festante e sorridente, nonostante la stanchezza, dinnanzi allo stesso. Arrivano stremati ad Andria intorno a mezzogiorno di mercoledì, ma per una vittoria in Champions questo ed altro hanno detto i soci mentre scendevano dal bus.

Adesso sotto con il campionato. Sabato c’è la Lazio e nessuno scherzo. Il campionato non è ancora vinto. Anche il pareggio non sarebbe male. Vincere significherebbe metterci invece una pietra sopra! Non molliamo un cazzo! Anche per questa trasferta siamo riusciti nell’intento di organizzare un pullman in collaborazione nuovamente con gli amici lucani di Montescaglioso. In 22 i nostri soci a salire su. Che dire se non che siamo davvero GRANDIOSI. Salvatore Lomuscio a capo di quest’altra comitiva, con Nicola Di Stefano alla seconda presenza di fila, dopo essere stato con il Monaco martedì. E’ inutile le trasferte sono come le ciliegie….una tira l’altra….

JUVENTUS CLUB ANDRIA: ORGOGLIOSAMENTE GOBBI

#NONSUCCEDEMASESUCCEDE……

Visitate la foto gallery di quest’ultima trasferta a Monaco già pubblicata nell’apposita sezione sul sito, sempre in costante aggiornamento!

 

 
 
ECCO IL BELLO DEL CALCIO: DAVIDE A VOLTE BATTE GOLIA
 

Il calcio ci fa impazzire proprio perchè non sempre i risultati sono scontati. Non sempre la prima in classifica batte l’ultima! In questo caso a farne le spese siamo stati proprio noi tifosi della GRANDE JUVENTUS, che in un assolato tardo pomeriggio di un normale sabato, abbiamo visto incredibilmente perdere la nostra squadra contro il Parma, desolatamente ultimo in classifica, fallito e senza la certezza di un futuro calcistico. Onore certamente a questa squadra che sta davvero affrontando dignitosamente questo finale di stagione onorando tutti gli impegni con la stessa grinta e determinazione di chi lotta ancora per degli obiettivi importanti. 1-0 il finale. In quanto alla nostra Juventus, scesa in campo in formazione largamente rimaneggiata, non abbiamo da dire nulla, se non che si è perso meritatamente e che nulla si è fatto per evitarlo. In pratica una gran figura di merda! Sembravano completamente assenti e quasi disinteressati alla partita gli undici scesi in campo, con l’allenatore, il nostro, che ancora una volta appena andato in svantaggio è apparso nuovamente incapace di poter dare una scossa alla squadra. E’ successo fortunatamente pochissime volte in stagione, di vedere la squadra così in confusione, ma questo alla luce dell’importante periodo che stiamo per andare ad affrontare, ci fa un tantino preoccupare. L’essere però scesi in campo in formazione rimaneggiata non può e non deve essere assolutamente una attenuante. Abbiamo una rosa che ci permette di far ruotare tutti e che deve essere in grado di primeggiare sempre, almeno in Italia, o per lo meno non vincere, ma lottando sempre dignitosamente. Quella schierata a Parma era una formazione di tutto rispetto, ma chi è in panchina, quando vede che i titolari mandati in campo non rendono come dovrebbero, deve apportare i giusti e necessari correttivi. In tempo utile. Questo il nostro giudizio critico. Ma se adesso parliamo da veri tifosi quali noi siamo, vi diciamo che perdere da sempre fastidio, ma che se proprio doveva accadere tra Firenze e Parma, assolutamente meglio che sia accaduto al Tardini. Del resto vogliamo credere e sperare che si sia trattato di un semplice e speriamo ininfluente incidente di percorso alla vigilia di una importante sfida al Monaco in Champions League. La risposta infatti, l’avremo già martedì sera, se si sarà trattato di un semplice riposto fisico e mentale! Peccato perché vincendo a Parma avremmo potuto davvero chiudere la storia di questo campionato che adesso vede invece, una nuova squadra protagonista, quella Lazio che affronteremo poi in finale di Coppa Italia. Adesso la più immediata inseguitrice è proprio la squadra bianco celeste che si trova in uno stato di forma fisica e mentale davvero paurosa, dettato anche dal fatto che hanno superato in classifica proprio gli eterni rivali della Roma. Dodici punti di vantaggio sono sempre un gran bel bottino, ma avendo lo scontro diretto casalingo proprio sabato, nel mezzo della doppia sfida al Monaco, qualche pensiero e preoccupazione è lecito averlo. Giusto? Noi diremmo proprio di si! Ma sbollita la normale delusione di Parma, noi siamo già pronti e carichi a sostenere la Juventus in questa sfida al Monaco che potrebbe spalancarci le porte del PARADISO! Crediamoci tutti assieme, gremiamo il Club come non mai perché NON SUCCEDE MA SE SUCCEDE….    

A Parma sabato pomeriggio tra mille peripezie, siamo stati nuovamente presenti. Stava per saltare questa nostra presenza al Tardini, la seconda stagionale li, dopo la presenza in Coppa Italia di gennaio. Sarebbe stata la nostra prima assenza in stagione al seguito della Juve, ma proprio questo ci ha spinti a far partire comunque qualcuno. Siamo oramai a corto di energie fisiche ed economiche. Quando si arriva sul finale di una stagione lunga e densa di impegni è sempre così. Alla fine abbiamo sostenuto con una colletta, le spese della trasferta ad Andrea Nicolamarino e Alessandro D’Ercole i nostri due soci partiti per Parma in auto e che assieme a Vincenzo Ferrucci del Club Corato Bianconera hanno rappresentato li al Tardini tutti noi! Un grosso grazie va anche ai 3 ragazzi presenti del Gruppo Bassa Valle per la grossa mano fornita ai nostri, soprattutto per appendere così in alto sulla rete la nostra pezza al seguito ANDRIA 2003. Stavano quasi per lasciarci la “pelle” per salire li sopra. Sempre più orgogliosi delle nostre collaborazioni con loro. Eccoli i nostri nella foto articolo mentre sostengono sulle aste, nel pre-partita, lo stendardo prima di propendere per la scelta di appenderlo sulla rete di delimitazione dal campo, sulla destra del settore, dopo quelli dei vari gruppi, come da altre foto già pubblicate nella gallery riferita alla trasferta di PARMA. Il settore ospiti non era affollato. Eravamo molti di più in Coppa Italia. Si vede come tutti inizino ad essere in difficoltà nell’andare sempre in trasferta. Ma pur di esserci sempre, le SOLITE FACCE dei soliti Gruppi e Club ci sono sempre! Che orgoglio per Noi essere sempre li al seguito ed essere considerati da tutti come tra quelli di SEMPRE! Trasferta alla fine senza nulla da segnalare, anche abbastanza noiosa, ma l’importante era esserci. Rientrati a casa nella notte. Grazie Andre e Grazie Ale!

Adesso si parte in tantissimi per Torino in Pullman tutto nostro per la sfida al Monaco. Questa volta abbiamo costretto quasi tutti a salire in pullman, salvo qualche eccezione che andrà in aereo. Non era semplice per un quarto di finale trovare tutti questi biglietti, ma anche questa volta nessuno dei soci prenotati è rimasto a terra! Per quelli senza tessera club è stato bello poter far capire l’importanza dell’APPARTENENZA AL CLUB! Pensateci meglio la prossima stagione.

Poi sabato prossimo nuovamente in Pullman per Juventus –Lazio, sfida scudetto, con posti ancora disponibili. E’ proprio vero: non ci fermiamo MAI!

ORGOGLIOSAMENTE GOBBI!
JC ANDRIA SEMPRE PRESENTE!

 

 
 
CHE GIOIA! UNA SUPERJUVE CONQUISTA LA FINALE
 

Dopo la gara di andata, lo sapete e lo abbiamo anche scritto, eravamo a dir poco incazzati, soprattutto con il Mister. Una prestazione squallida, una prestazione che poteva compromettere un dichiarato obiettivo stagionale. La decima Coppa Italia che potrebbe regalarci la tanto attesa stella d’argento! Ribaltare l’incredibile e meritato 1-2 maturato allo Juventus Stadium non era cosa affatto semplice. Ma sin dal primo momento, passata appunto l’incazzatura iniziale, abbiamo noi tutti iniziato a dire….”se giochiamo da Juve….nulla sarà impossibile…pertanto crediamoci ed andiamo a Firenze a conquistarci questa cazzo di finale…”. Esserci li al Franchi era già per noi un grande successo, un'altra presenza che ha riempito di orgoglio tutto lo Juventus Club Andria, perché a prescindere da tutto e tutti, la squadra la si segue sempre ed ovunque in ogni circostanza. Noi lo facciamo da sempre, dimostrando di partita in partita, tutto il nostro orgoglio gobbo, tutta la nostra passione e la nostra mentalità! A Firenze c’erano davvero i “veri tifosi”, quelli con T maiuscola, quelli che ci credono sempre. Un settore ospiti bello carico, convinti che anche la Juventus, non li avrebbe delusi! Del resto dopo l’impresa in Europa League della passata stagione quando bastava soltanto vincere con un qualsiasi risultato, quest’anno appariva molto più complessa la situazione ma per l’appunto non impossibile! Così è stato. Una Juventus straordinaria, una squadra Super che per tutto l’incontro ha letteralmente distrutto la squadra viola apparsa troppo debole al cospetto della Vecchia Signora. Tutto ciò, nonostante le defezioni importantissime dell’ultim’ora. Giocare senza Buffon, per scelta tecnica, senza Barzagli e Lichsteiner, senza Pirlo e Pogba e soprattutto senza il nostro bomber Carlitos Tevez, tutto sembrava ancora più difficile. Ma invece chi è sceso in campo, dai vari Padoin a Sturaro, da Pereyra a Matri hanno tutti disputato una prestazione davvero incredibile per non parlare di Bonucci e del rientrante Marchisio! Ma ripetiamo tutti gli 11 leoni bianconeri scesi in campo da Storari a Morata entrano di diritto nel cuore di noi tifosi per aver compiuto questa impresa storica. Vincere 3-0 sul campo degli acerrimi rivali viola, sarà da noi tifosi gobbi ricordato per sempre e comunque andrà a finire la finale che disputeremo contro la Lazio che ha eliminato il Napoli. Tutto troppo bello. Prima Matri, attaccante di scorta preziosissimo per questo intenso finale di stagione, poi Pereyra, altro acquisto davvero indovinato per poi chiudere il solito Leo Bonucci, loro sono stati i marcatori di questa ripetiamo STORICA IMPRESA. Vincere a Firenze è sempre bello, ti fa godere come matti, ma farlo in questo modo, conquistando a loro spese una FINALE DI COPPA ITALIA è un qualcosa di indescrivibile. GIOIA IMMENSA. Ma applausi anche per Allegri che ha saputo riscattarsi dimostrando di capire di calcio. Ma lasciamolo li tranquillo, poi tireremo le conclusioni!

Ma immaginate voi un po’ martedì sera tutti quei poveracci degli sfigati dei tirapiedi che speravano di poter respirare con l’eliminazione della Juve? Per questo motivo la gioia è stata ancor di più immensa! La stagione della Juve a questo punto potrebbe assumere un risvolto davvero incredibile….fermiamoci qui…..perché #nonsuccedemasesuccede…..

Procediamo con calma e pensiamo a gara per gara ad iniziare da quella difficilissima di sabato a Parma. Loro giocano oramai sereni e tranquilli ed i risultati delle ultime settimane dimostrano che i ducali non sono affatto da sottovalutare. Se qualche tempo fa si consideravano tre punti certi, oggi non abbiamo più questa convinzione. Loro cercheranno l’impresa, noi altri 3 punti fondamentali prima di un ciclo tremendo che ci vedrà opposti a Lazio, Torino, Fiorentina e Sampdoria dove forse qualche punto lo lasceremo per strada dovendo risparmiare assolutamente le nostre forze per la doppia sfida al Monaco. Li non si potrà assolutamente sbagliare gara!

Ma veniamo alla nostra trasferta a Firenze che resterà scolpita nelle menti dei ragazzi presenti. Intanto un applauso a chi al primo giorno lavorativo dopo le festività pasquali si è messo in viaggio per raggiungere non una piazza facile. La seconda volta del resto in questa stagione dopo la presenza in campionato fatta a dicembre scorso. Ad accompagnare la truppa con un furgone da 9 posti c’era il nostro “encomiabile” segretario Fabio che dopo le due notti in Pullman contro l’Empoli, si è sobbarcato anche quest’altra fatica assieme a Giuseppe Tattolo e Gaetano Maddalena, altri due soci storici, guarda caso anche loro presenti lo scorso anno nella trasferta a Firenze in Europa League. Dire che portino bene è riduttivo! Assieme a loro il caro amico Giuseppe Piccininni del Club di Corato e Pasquale Cipriani con i suoi amici del Club di Gravina in Puglia. Una bella e tranquilla comitiva armata di tanto cibo…a tal punto che sembrava avessero svaligiato un SUPERMERCATO! Si parte in ritardo. Quasi a mezzogiorno, convinti di poter recuperare su strada. Si decide di fermarsi solo a Cassino, all’uscita autostradale dove c’è un porchettaro fantastico che ti prepara dei panini micidiali….Ma per arrivare li a Cassino si impiega più del solito causa rallentamenti dovuti all’intenso traffico all’altezza di Santa Maria Capua Vetere e sino a Roma Sud. Raggiunto Cassino verso le 15,00 in ritardo ci si ferma per una ventina di minuti, il tempo di consumare qualche birretta, mangiare il paninazzo con la porchetta e assaggiare il provolone portato dagli amici di Gravina! Che goduria….Poi via, salutiamo il nostro “oramai” amico del chioschetto e si decide di percorrere la Casilina strada interna per superare le code…almeno così si sperava….rientriamo a Frosinone ma subito dopo ritroviamo un traffico e delle code assurde….a Roma Sud usciamo nuovamente per percorrere il Grande Raccordo Anulare e raccogliere il nostro Gaetano che studia a Roma, al Campus Biomedico. Di li altro traffico intenso. Insomma erano le 18 circa ragazzi…ed eravamo ancora li a Roma. Si riprende finalmente l’autostrada a Roma Nord per camminare finalmente tranquilli, quando all’altezza di Arezzo, ritroviamo una coda interminabile segnalata sino proprio a Firenze Sud. Cominciamo a pensare che non avremmo più assistito alla partita. Il navigatore prevedeva infatti l’arrivo a Firenze per le 22,10…..roba da matti…. I ragazzi iniziano a valutare dei percorsi alternativi, ma niente sarebbe stato peggio…allora l’unica soluzione era “rubacchiare km….” percorrendo dei tratti in corsia d’emergenza….roba da arresto immediato….ma non avevamo altre soluzioni….In questo modo i tempi di percorrenza si riducevano….Nel frattempo Fabio che era in contatto con altri gruppi e club aveva già informato del ritardo per far si che la Polizia sapesse dell’arrivo in ritardo dei nostri. Ad un certo punto Fabio, incredibile, riesce a stabilire un contatto diretto con la Digos fiorentina che preannuncia una scorta straordinaria all’arrivo al casello. Arrivo che avviene alle 20,55. Appena giunti la Polizia chiede….”siete quelli di Andria…????”….ahahahahahaha che ridere. Ed inizia la scorta speciale. Una pattuglia avanti ed una dietro con il nostro furgone al centro per le strade di una Firenze praticamente ferma. Tutti allo stadio ed incollati davanti alle TV. Sirene spiegate e lampeggianti accesi con i nostri che filmavano tutto, divertiti! Alle 21,10 erano già nel parcheggio ospiti e superati subito i controlli si accingono a raggiungere il settore ospiti quando sentono un boato….era Matri che aveva portato in vantaggio la Juve….scene di giubilo…di esultanza pazzesca davanti agli steward che rosicavano…Si entra dentro….si corre ad abbracciare gli amici di sempre….quelli di Bassa Valle, quelli di Roma, quelli di Tradizione e tutti gli altri. Si prende posto nel settore lateralmente e a confine con la Curva Ferrovia viola, dove viene esposta la nostra pezza sulla vetrata laterale, come da foto articolo! Si tifa, si esulta e si esplode nei festeggiamenti a fine gara. Che bello, che adrenalina, che entusiasmo. Da Andria tutti i presenti al Club inviano messaggi a raffica ai nostri su a Firenze. Tutto fantastico tutto incredibilmente VERO! Restano chiusi nel settore, si parla con tutti soprattutto con i ragazzi di Bassa Valle e Aosta. Poi appena aperte le porte, loro sono gli ultimissimi ad uscire….eh già erano stati gli ultimi ad entrare e quindi volevano continuare a restare dentro…ahahahahah. Tutti casual, lasciano il settore con alle spalle solo la Polizia, quasi a spingerli lungo il percorso verso il parcheggio….nella foto gallery che sarà pubblicata a corredo di quest’altra nostra trasferta troverete anche questo momento del piccolo corteo e tutti gli altri momenti di questo storico viaggio. Appena al pulmino ecco spuntare nuovamente il provolone e la focaccia condivisa con Bassa Valle, Aosta e qualcuno di Tradizione oltre al NOCINO fatto in casa da Pasquale Cipriani. Che spettacolo. Si riparte festanti e urlando per le strade di una ferita a morte FIRENZE….Appena in autostrada i nostri decidono di far rientro a casa prestissimo senza perder tempo nelle soste in autostrada. Si lascia Gaetano Maddalena a Roma….tanti applausi per lui, ragazzo giovane ma di una mentalità davvero incredibile e si riparte subito. Unica sosta all’autogrill della Casilina dove restano fermi per soli 15 minuti. Di li ad Andria tutta una tirata con sosta a Canne della Battaglia per fare il pieno al furgone. A casa arrivano alle 06,30 del mattino, pronti per andare subito ad affrontare una dura giornata di lavoro. Ecco qui la cronaca di una trasferta che mai dimenticheranno i nostri che hanno risposto presenti. Tanto onore e complimenti per quanto fatto pur di portare sempre alto il nome di questo GRANDE CLUB! Un grazie di cuore all’autista impeccabile Giuseppe Piccininni, persona squisita e molto di compagnia e al mitico Pasquale Cipriani che noi consideriamo sempre più UNO DI NOI!

Prossima fermata: PARMA. Anche li tra mille sacrifici e difficoltà organizzative….visto il susseguirsi di una trasferta dopo l’altra, riusciremo ad essere presenti. Partirà una sola auto con ¾ persone al seguito. Già tanto. Andrea Nicolamarino sarà il nostro “porta bandiera”. Poi tutti a Torino per JUVENTUS – MONACO con un pullman allestito e tantissimi che saliranno in aereo!

AVANTI JC ANDRIA SEMPRE PRESENTE! 

E C’E’ NE ANDIAMO…C’E’ NE ANDIAMO…C’E’ NE ANDIAMO IN FINALE…IN FINALE….IN FINALE….C’E’ NE ANDIAMO…C’E’ NE ANDIAMO…C’E’ NE ANDIAMO IN FINALE!

QUANTO CAZZO STIAMO GODENDO!

 

 
 
TEVEZ "FUCILA" ANCHE L'EMPOLI
 
Dopo il Genoa, anche l'Empoli viene abbattuto da una "fucilata" del nostro pistolero Carlitos Tevez, ancora una volta assoluto protagonista di una gara non facile, contro una squadra tra le più in forma in questo momento. Sapevamo alla vigilia che non sarebbe stata una passeggiata contro l'Empoli di questo Sarri, autentica rivelazione tra gli allenatori di questa stagione in Serie A. Così è stato. Il primo tempo sembrava destinato a terminare sullo 0-0, quando Tevez si incarica di battere una punizione a due in area. Tutto l'Empoli si schiera sulla linea di porta a protezione della stessa. Tutti ci diciamo, impossibile poterla mettere dentro...ma invece l'Apache sfodera un altra fucilata delle sue, un missile terra area che va ad insaccarsi proprio li nell'unico angolino dove nessuno sarebbe potuto arrivarci. Un gol da fuoriclasse, un gol che permette alla Juventus di ricacciare la Roma a -14, un gol, il diciassettesimo per l'argentino, che avvicina la Juve al suo 33° scudetto, il quarto consecutivo. Dicevamo della difficile gara. Le contemporanee assenze di Pirlo, Marchisio e Pogba si sono fatte sentire tantissimo. Il peso del centrocampo era tutto sulle spalle di Vidal che ha lottato come suo solito, disputando una buona prestazione. Di Tevez abbiamo già detto. Era su ogni pallone e avrebbe meritato una doppietta. Poi quando in porta ti ritrovi un altro numero 10.....allora tutto diventa un gioco da ragazzi. Prodigiosi e incredibili i suoi interventi a salvataggio di una porta inviolata da ben 4 partite di campionato oltre a quella di Champions a Dortmund. In pratica dal rientro di Barzagli, la Juve ha ripreso ad avere sempre più sicurezza. Nella ripresa dopo diversi rischi corsi, ecco che Tevez, ancora lui, decide allo scadere di mandare definitivamente al tappeto gli empolesi, con un tiro dal limite, dopo una serpentina tra i giocatori toscani, respinta dal portiere e con l'accorrente Roberto Pereyra a ribattere in rete per il definitivo 2-0 che manda in visibilio lo Stadium che sente oramai il profumo di una nuova festa! 2-0 e la CAPOLISTA SE NE VA....E NON LA PRENDETE PIU'! 
Insomma, anche nell'uovo di Pasqua di quest'anno noi tifosi gobbi abbiamo trovato un altro "scudetto" in fase di ricucitura e rifinitura sulle maglie. Cos'altro chiedere di più? Sappiamo noi....non succede...ma se succede....!
Nonostante fosse il sabato di Pasqua, nonostante si dovesse partire nel giorno del venerdì santo, anche contro l'Empoli ed in maniera abbastanza numerosa noi dello JUVENTUS CLUB ANDRIA abbiamo seguito la Juve in quest'altra trasferta a Torino. In ben 27 siamo saliti su con un Pullman organizzato assieme agli amici di Corato (un saluto caro a Daniele e Franco due belle persone) e Montescaglioso (un ringraziamento a Rocco e Fabio). Una bella comitiva, formata questa volta da diversi bambini, da tantissime donne, insomma interi nuclei famigliari al seguito. Questa è stata una grossa soddisfazione. Se riusciamo ad aggregare spesso e volentieri anche le famiglie, significa allora che abbiamo raggiunto un obiettivo che è stato nostro sin dalla fondazione del Club! L'altra soddisfazione è vedere la gente prenotarsi numerosa anche per partite non di cartello, dimostrando uno spirito di attaccamento al Club prima e alla maglia poi, davvero incredibile! Partiti dalla Stazione di Andria a mezzanotte e quarantacinque minuti di sabato notte, dopo un oretta di chiacchierate, sono tutti crollati dal sonno e dalla stanchezza di una giornata lavorativa. Alle otto a Bologna una lunga sosta per una ricca colazione. Poi tutti a bordo nuovamente per ascoltare la "radiocronaca" emozionante di Repice di Radio Rai di Borussia - Juventus. Qualche coro per riscaldare soprattutto i bambini per poi a mezzogiorno e mezzo arrivare davanti allo Stadium. Si parcheggia come al solito proprio sotto alla Sud. La maggior parte restano li per visitare Museum e Stadio, gli altri condotti e capitanati dal nostro Segretario Fabio raggiungono il Centro di Torino per andare a pranzare, vista anche la bella giornata di sole con temperature tipicamente primaverili. Dopo pranzo classico giro per le vie del centro, un salto allo Juve Store per poi riprendere il tram verso lo Stadio dove alle 18,45 tutto il gruppo degli andriesi si era dato appuntamento al pullman. Arriva Michele Losito con la sua famiglia, arriva Riccardo Tesse con la famiglia, arriva Roberto Leonetti con famiglia, arrivano Liso padre e Liso figlio, arrivano i fratelli Massaro, arriva Luisa, arriva Paolo Piccolo e consorte, insomma rientrano tutti alla base. Alle 19,30 tutti assieme entrano dentro con Roberto Leonetti e Fabio Attimonelli ad aprire e chiudere la fila. Tutti in Curva Sud! Entrano e posizionano lo striscione per poi sistemarsi alla destra dello stesso tutti assieme su cinque file (eccoli nella foto articolo, tutti seduti prima dell'inizio della partita ed immortalati da Fabio). Sventolano per tutta la gara la nostra bandiera crociata ANDRIA 2003. Fabio con suo figlio Lorenzo, si dedicano alle pubbliche relazioni, salutando tutti compresi Gigi Buffon e Claudio Filippi. Alla fine tutti festosi, soprattutto i bambini, smontano lo striscione e si lasciano immortalare tutti assieme in una foto ricordo. Come sempre sono gli ultimissimi ad uscire dallo Satdium. Inizia a piovere, si va alle pizzerie o sotto i chioschetti per mangiare e bere qualcosa, prima di ripartire a mezzanotte circa. Viaggio super tranquillo, tutti dormono. Colazione a Pescara per poi tirare dritti a casa dove arrivano alle 11,30 della Domenica di Pasqua. Baci e abbracci tra tutti, scambio degli auguri di Pasqua e via ognuno alla proprio abitazioni. Anche questa trasferta è archiviata. Un altra splendida giornata di socializzazione vissuta dai nostri soci partecipanti. NOI SIAMO LO JUVENTUS CLUB ANDRIA, già pronti a rimetterci in marcia verso la prossima trasferta: FIRENZE! NOI CI SAREMO! Come sempre. 
Fatti non parole. NO FACEBOOK, NO TWITTER, NO TAG....questi mezzi li lasciamo agli "occasionali".
Coming Soon: 33 SFUMATURE DI BIANCONERO.....come scritto sulla pezza fatta a mano dalla nostra socia Luisa che ha destato molta curiosità dei media in occasione della gara contro l'Empoli (nella foto gallery la sua foto)!
In questo nuovo sito abbiamo la possibilità di mostrarvi infatti, per ogni trasferta, gli scatti più significativi fatti dai nostri soci che raccontano la nostra presenza al fianco della VECCHIA SIGNORA. Invitiamo tutti a visionare a breve nella sezione "foto gallery", quelle di JUVENTUS - Empoli!


 

 
 
BUONA PASQUA FRATELLI GOBBI
 
Il Presidente e Consiglio Direttivo dello JUVENTUS CLUB ANDRIA "Avv. Giovanni Agnelli", porgono a tutti i soci, ai simpatizzanti bianconeri e ai lettori di questo sito e a tutte le rispettive famiglie, i migliori auguri per una Santa e Serena Pasqua, da trascorrere in pace con tutti. Di pace e serenità ne abbiamo davvero bisogno, in questa vita così frenetica, che spesso ci allontana dai reali valori e dai sani principi! Un altra Pasqua, la dodicesima di fila, che noi tutti vivremo anche nel segno della "fratellanza gobba". 
Questo Club è oramai da noi vissuto come una grande famiglia allargata, dove poter condividere tutti assieme la nostra quotidianità, oltre che la sfrenata passione per i colori bianconeri! Sappiamo che in tanti ci seguite e che in tanti state già valutando per la prossima stagione di entrare anche Voi a far parte di questa grande realtà. Se di anno in anno cresciamo sempre più, questo lo dobbiamo soprattutto a tutti Voi che ci seguite e sostenete sempre!
E nel frattempo noi GOBBI ci godiamo un altra Pasqua, la quarta di fila, con la JUVENTUS sopra tutti mentre gli altri continuano a stare con il naso all'insù, così oltre ai problemi con il fegato adesso si aggiungerà anche un fastidiosissimo torcicollo! Ah ah ah ah ah ah ah ah ah. Non prendetevela tanto cari tirapiedi e buona Pasqua anche a Voi da tutti Noi!
JC ANDRIA: PASSIONE & MENTALITA' 

 

 
 
BENVENUTI SUL NUOVO SITO
 

Benvenuti nella nuova casa on line dello JUVENTUS CLUB ANDRIA "Avv. Giovanni Agnelli".

Il senso di questo mio saluto sta proprio nell’introdurvi alla nuova versione del nostro sito, rinnovato nelle potenzialità, nei contenuti e nella grafica, pur mantenendosi sempre aggiornato e pronto a darvi in tempo reale, tutte le informazioni sulla vita del nostro Club e gli aggiornamenti continui sulle novità del MONDO JUVE.

Dicevo delle nuove potenzialità. Da oggi la rivisitazione consente una più facile e snella portabilità, in quanto il sito è stato reso compatibile sia con smartphone, iphone che con tablet, oltre che ovviamente con pc. Per cui potrete essere sempre connessi con lo Juventus Club Andria, ovunque voi siate e qualsiasi strumento abbiate a disposizione. Il nuovo menù interattivo consente inoltre, di avere contenuti più chiari ed organizzati, così come la nuova sezione Gallery faciliterà la visione di immagini dinamiche e video delle nostre trasferte e delle nostre attività. L’offerta informativa è ampliata con news dinamiche in collegamento 24 ore su 24: da oggi, infatti, stare sul nostro sito significa non solo condividerne la passione, ma anche essere collegati ed informati in tempo reale su ciò che avviene attorno alla Juventus Fc.

L’intervento di rinnovamento, non poteva prescindere da una nuova veste grafica più moderna, accattivante e lineare, così da rendere i contenuti più chiari e leggibili al passo con i tempi. Dopo quasi 6 anni dall'entrata "in rete" del nostro Club, con un numero di visitatori cresciuto di anno in anno, l’intero gruppo dirigente dello Juventus Club Andria, che ringrazio per l’impegno profuso, ha fortemente voluto questa nuova veste del sito che intende porgere a tutti i suoi fruitori, siano essi Soci o semplici visitatori, un servizio informativo completo che sostenga ed alimenti la nostra passione per i colori bianconeri della Juventus.

FINO ALLA FINE e continuate a seguirci e sostenerci sempre più numerosi!

L'indirizzo di collegamento al sito diventa www.juventusclubandria.com ma anche utilizzando il vecchio indirizzo juventusclubandria.it sarete sempre reindirizzati al nostro nuovo sito Buona visione a tutti.

Francesco Nicolamarino - Presidente

 

 
 
BATTUTO ANCHE IL GRIFONE. ADESSO VIA AL “TOUR DE FORCE”
 

Battere il Genoa, era importante non solo per vendicarci dell’unica sconfitta sin qui maturata in campionato, ma anche per arrivare all’ultima pausa del campionato con una posizione di assoluto privilegio rispetto alle più immediate inseguitrici! La Juventus ci è riuscita. 1-0 il finale di una partita mai in discussione, con la Juve che ha quasi sempre avuto il comando del gioco, pur non esprimendosi al meglio delle proprie forze. Conservato il + 14 in classifica sulla Roma che ci lascia abbastanza tranquilli per il proseguo del campionato. Da ora in poi, in campionato, conterà soltanto vincere ed ottenere il massimo ma con il minimo sforzo. Questo i nostri giocatori lo sanno, anche perché lo sforzo massimo andrà prodotto prima a Firenze, il 7 Aprile, in occasione della gara di ritorno della Coppa Italia, dove si dovrà cercare di ribaltare quel clamoroso 1-2 casalingo subito ad opera dei Viola nella gara di andata per poi destinare ogni sforzo dei loro muscoli, anche quelli del cervello, al doppio confronto di Champions contro il Monaco! Li niente scherzi. Per continuare il nostro sogno, i ragazzi in campo dovranno disputare due gare perfette! A risolvere la gara contro i rossoblu genoani ci ha pensato ancora una volta quello straordinario calciatore che risponde al nome di CARLITOS TEVEZ, una autentica forza della natura, un fuoriclasse mostruoso che ha messo a segno un'altra prodezza delle sue! Una rete di forza che per poco non mandava giù pali e traverse della porta. Una rete che ha mandato tutto il popolo gobbo in estasi e al riposo, causa pausa delle nazionali, con il morale davvero alle stelle! Un riposo che per noi gobbi, soprattutto noi dello JC ANDRIA, ci voleva e che stavamo attendendo con ansia, visto che eravamo oramai in riserva. Del resto per gente come noi che gira su ogni campo, in ogni maledetta partita, non è assolutamente semplice sia da un punto di vista mentale che fisico, poter reggere questi ritmi pazzeschi che il calendario delle partite ti propone. Ci siamo assolutamente rilassati, abbiamo davvero staccato la spina per una settimana, ecco perché soltanto oggi vi proponiamo la cronaca dell’ultima gara e dell’ultima nostra trasferta. Ci comprenderete! Nel mezzo diverse cose sono accadute.

FARSOPOLI:

Intanto si è posta la parola fine, ma non proprio, alla più grossa ingiustizia sportiva che una squadra abbia potuto subire. Quello che tutti chiamavano CALCIOPOLI si è poi ridotto a FARSOPOLI, come sempre noi tifosi GOBBI, abbiamo, sin dal primo momento, definito quel processo (farsa)! La Cassazione ha in pratica assolto tutti gli arbitri coinvolti, prosciogliendo anche gli ultimi rimasti ancora in piedi, smontando quell’assurdo teorema e castello (rivelatosi di sabbia), montato dall’accusa. In pratica non vi era mai stato alcun sorteggio pilotato, alcun campionato truccato. La Corte di Cassazione ha in pratica sancito quello che noi tutti sapevamo! La regolarità di qui due campionati!  Moggi e Girando, i cui reati sono stati “semplicemente” mandati in prescrizione, solo per non far vedere una piena assoluzione che avrebbe messo in seria difficoltà tutti, non facevano altro che adoperare un sistema diffuso e all’epoca utilizzato da tutti perché consentito dal regolamento, di preoccuparsi delle designazioni arbitrali alle proprie squadre, non pilotandole che è diverso! Adesso chi ci ridarà indietro tutto quanto subito dalla Juve e da noi tifosi che l’abbiamo seguita anche in B? Nessuno. Ma per lo meno sappiamo come il tutto si sia venuto a creare. Sappiamo che si è trattato di una grande trappola in cui Moggi e Giraudo sono caduti per poi far innescare tutta una inchiesta che, da parte di chi ORDINATA, mirava a far fuori quella che era la SQUADRA più forte in campo per poter far vincere un'altra di SFIGATI e PERDENTI, gestita da gente MEDIOCRE! Questo il succo delle conclusioni derivante dalla sentenza della Cassazione! Ecco perché il 28° e il 29° scudetto con ancor più forza vi diciamo che sono nostri ad ogni effetto e che agli altri resteranno semplicemente TITOLI DI CARTA STRACCIA, conquistati dietro le scrivanie o senza avversari in campo! Adesso la Juventus ha tutte le carte in regola per far riaprire il processo sportivo grazie all’articolo 39 del Codice della Giustizia Sportiva che prevede la revisione di processi se dopo sopraggiungono nuovi elementi importati ed utili alla revisione di decisioni prese troppo frettolosamente! Dopo quasi 9 anni scopriamo quello che noi tutti abbiamo saputo sin dal primo momento! Ma prima della Cassazione ci aveva pensato come sempre il campo a rimettere le cose al proprio posto. La Juventus è tornata a VINCERE e STRAVINCERE. La squadra di sfigati e mediocri è tornata ad essere la barzelletta del calcio italiano. Tempo al tempo!

ANTONIO CONTE!

Poi abbiamo avuto l’infortunio misterioso di Marchisio. Ancora oggi non capiamo come si possano avere due diagnosi completamente opposte. Questo ci fa preoccupare perché ti fa capire in quali mani ogni comune essere immortale come noi si metta ogni giorno con questa sanità e questi medici incompetenti. La perdita di Marchisio sarebbe stata terribile per la nostra squadra già senza Pogba. Per fortuna sembra che tutto si risolverà nel giro di una settimana di riposto per il Principino, al quale mandiamo un forte abbraccio. Quello che invece ci fa più rabbia e vedere cosa sia accaduto subito dopo l’annuncio del “falso” serio infortunio. Con la stampa che ci ha marciato su, creando e montando un caso per dividere noi Juventini dal grande ANTONIO CONTE, attuale Ct della Nazionale! Troppe parole sono state dette anche da chi non sarebbe dovuto intervenire! Come Elkann, che quando parla, fa purtroppo sempre danni. Ma quello che ci lascia davvero attoniti è l’aver letto sui social network….sui blog, sui forum juventini….le offese ad una persona che prima da calciatore, poi da allenatore ha dato tanto alla nostra amata JUVE, che ci ha fatto tornare li dove ora siamo, grazie al suo lavoro. E se ancora oggi siamo li, lo dobbiamo solo e soltanto a LUI. Ma la riconoscenza per molti è una parola sconosciuta! Assurdo. Noi dello JC ANDRIA lo saremo sempre nei confronti di chi oggi allena la Nazionale. Lui ci ha fatto godere e tanto come speriamo possa farci godere e tanto anche l’attuale Mister.

Ma oggi noi sentiamo di ribadire il nostro sostegno ed il nostro grazie a Conte, che ama come noi la Juve!

In questo stupido dualismo e in questo stupido attacco all’uomo Conte, non ci vogliamo nemmeno mettere piede! Diciamo semplicemente ASSURDO!

Torniamo a noi, la nostra trasferta a Torino contro il Genoa è stata ancora una volta partecipata da numerosi soci che in 24 sono saliti in Pullman organizzato assieme al Gruppo di Montescaglioso dell’amico Rocco. Alle 21,45 hanno lasciato Andria, ritrovandosi tutti davanti al Palasport di Corso Germania. Nino Lotti è stato il nostro capogruppo di una delegazione composta da tantissimi alla prima volta allo Stadium. Sante Tricarico era il “vice” nominato dal Club per ogni qualsiasi comunicazione di servizio! Bello vedere l’entusiasmo che si registrava alla partenza e l’emozione per i nuovi. Ma bastava guardare gli occhi di Gabriele Guadagno, il figlio di Donato per comprendere quanta gioia ci fosse! Riccardo Lavigna, Emanuele Di Gioia, Vito Addati, Bartolomeo Di Molfetta, Vincenzo Civita, Felice Tricarico, Mario Coratella con il figlio, Agostino Modugno, Vincenzo Selvarolo, Francesco Sinisi e altri che adesso non ricordiamo ad animare il pullman “misto”. Un viaggio tranquillo con arrivo davanti allo Stadium già verso le 10 del mattino. Tutti, essendo alla prima volta, si sono precipitati ad andare subito in coda per visitare il Museum e lo Stadium. Ne escono con una adrenalina a mille. Al pullman e sotto una fitta pioggia, inizia verso le 13,00 il ritrovo per tutti per la distribuzione dei tagliandi. Verso le 13,45 sono già tutti dentro. Si posiziona come sempre lo striscione al solito posto per poi tutti assieme occupare una zona alla sinistra della porta (ecco, nella foto articolo, una parte di soci dietro lo striscione, subito dopo averlo posizionato). Proprio li segnerà Tevez a “segnare” per sempre questa prima volta di molti nostri soci allo Stadium. Appena sul pullman tutti chiamano Andria per ringraziare il Club che ancora una volta ha potuto offrire un servizio preciso a soli “100 euro” viaggio e biglietto! Noi più contenti per Loro. Alle 18,00 ripartono per far rientro ad Andria alle 05,30 del mattino. Ancora una trasferta è andata ed un'altra che già arriva. Anche sabato nella vigilia di Pasqua contro l’Empoli ripartiamo in pullman sempre assieme agli amici di Montescaglioso. Ad oggi siamo già in 20 ma abbiamo ancora delle disponibilità. Un'altra massiccia presenza in un'altra gara non di cartello. Ma per noi questo non fa mai differenza.

COUNT DOWN….

Si avvicina il momento tanto atteso…in molti non avranno compreso cosa significhi quel conto alla rovescia sulla pagina INTRO del nostro sito….manca pochissimo e lo scoprirete…….CI MIGLIORIAMO PER VOI….ecco un indizio!

JC ANDRIA: NON FINIREMO MAI DI STUPIRVI

 

 
 
CIAO “SIGNORA” RICCARDINA! VICINI AL NOSTRO NICOLA
 

Oggi martedì 24 marzo una triste notizia ha turbato la nostra giornata! E’ venuta infatti a mancare improvvisamente la Sig.ra Riccardina, mamma del nostro tesoriere Nicola Pisani. Una mamma, “premurosa”, una mamma sempre presente, una Mamma con la M volutamente maiuscola. Ci dispiace davvero tanto ed è per questo che subito ci siamo stretti intorno a Nicola Pisani, nostro tesoriere e consigliere e alla sua splendida famiglia. Nicola, per chi non lo sapesse è la vera anima di questo nostro Club. Lui sempre dietro le quinte ma vero artefice di questa nostra splendida realtà. Vederlo così rattristato e impassibile non ci ha fatto bene. Forza Nicola, sappiamo quanto sei forte e sappiamo che sarai certamente tu che dovrai dar forza a tutti i tuoi cari per andare avanti. La tua mamma continuerà a guidarti da lassù. Ne siamo certi.

NOI  TUTTI  TI VOGLIAMO BENE!

Ringraziamo di cuore quanti anche di altri Club, in primis dal Gruppo Bassa Valle non hanno fatto mancare tutto il loro sostegno e vicinanza a Nicola.

 

 
 
LA VECCHIA SIGNORA HA VINTO ANCORA: “TIRAPIEDI TIE’…”
 

Stiamo ancora sognando, non svegliateci o meglio se ci svegliamo, diteci che è tutto vero! Chi lo avrebbe mai potuto immaginare soltanto a luglio scorso che questa Juventus sarebbe stata capace nuovamente di farci impazzire dalla gioia. Con il quarto scudetto di fila “quasi” conquistato, ecco che la JUVENTUS, questo meraviglioso gruppo di ragazzi, approda ai quarti di finale della Champions League tra le migliori otto squadre d’Europa di questa stagione, battendo anche a domicilio la temibile squadra del Borussia Dortmund. Un traguardo davvero insperato, un traguardo a cui nemmeno ci pensavamo. Adesso che ci siamo invece, vogliamo giustamente continuare a sognare, perché i sogni alcune volte si avverano! Dal 14 aprile in poi si apre ufficialmente per la JUVENTUS una nuova stagione, inizia una nuova competizione, con la grandiosa possibilità di poter bruciare tutte le nostre energie fisiche e mentali soltanto per la Champions League. In campionato possiamo nelle prossime due partite interne dare il classico colpo di grazia per poter definitivamente chiudere la partita. Poi l’unico pensiero dovrà essere la Champions che ci vedrà nei quarti di finale, opporci al Monaco, la squadra del Principato, non certamente la più forte in circolazione, ma sicuramente ostica e da affrontare con la giusta concentrazione e cattiveria mostrata contro i tedeschi! Raggiungere le semifinali di Champions dopo 12 anni sarebbe una cosa straordinaria che farebbe iniziare a star male tantissima gente, già da oggi senza quasi più ossigeno. Mercoledì la batosta per i tanti tirapiedi è stata di quelle tremende, mai avrebbero loro immaginato una prestazione ed una affermazione simile da parte della nostra JUVENTUS, ed invece i tre gol sono suonati come tre legnate tra capo e collo a tutti loro con pizze andate nuovamente tutte di traverso e forti bruciori allo stomaco e all’ANO…….

Ma siccome la GIUSTIZIA DIVINA esiste, ma deve ancora fare molto, affinchè si completi del tutto, ecco arrivare puntualmente giovedì sera, al nostro rientro da DORTMUND,  le ulteriori “batoste” per tutti loro…. con le sconfitte davvero “emozionanti” di Roma e Prescritti che anche per quest’anno resteranno li a guardare noi GOBBI FESTANTI per poi tornare a sognare sotto l’ombrellone!

Ma non sprechiamo il nostro tempo a parlare di questi poveri sfigati che VIVONO in funzione nostra, che rosicano tantissimo e soprattutto soffrono di un sentimento chiamato INVIDIA che a noi non ci APPARTIENE!

A Dortmund abbiamo forse visto la miglior Juventus di questa stagione. Nella partita più importante, nella gara più attesa, la Juventus, i ragazzi ma anche l’allenatore, non hanno tradito le aspettative di noi tutti tifosi e dei media, sfoderando una prestazione da grandissima squadra, come sempre dovrebbe essere da ora in poi in Europa. Uno 0-3 che non ha lasciato spazio a nessuna recriminazione, che ha messo in ginocchio gli avversari, che alla fine hanno dovuto semplicemente renderci ONORE. Ancora una volta Dortmund ci ha portato bene. Quattro partite disputate li nella storia e ben 4 vittorie conseguite! Dal primo all’ultimo minuto di recupero la Juventus ha sfoderato una prestazione maiuscola, giocando con il sangue agli occhi e con la massima concentrazione, nonostante nel primo tempo Paul Pogba il marziano del nostro fortissimo centrocampo, abbia dovuto lasciare il campo tra le lacrime per un infortunio abbastanza lungo (si parla di ben 50 giorni). FORZA PAUL, sei un ragazzo fortissimo e tornerai in campo, più forte e determinato di prima!

Pronti via ed ecco Tevez che porta in vantaggio la Juve con un autentico capolavoro, da vero fuoriclasse, da NUMERO 10. La Juve continua a giocare, ben messa in campo, con Pereyra che sfodera un'altra prestazione da urlo, con Marchisio e Vidal a guardia del centrocampo e con Lichsteiner ed Evra a scorazzare sulle fasce. Poi dietro il trio finalmente ricomposto che ha blindato la porta difesa da Buffon: Chiellini, Barzagli e Bonucci e con Morata in avanti ad affiancare splendidamente l’APACHE! La Juve, contiene l’avversario, soffre quando c’è da soffrire per poi rientrare in campo nel secondo tempo, decisa a far sua la partita. Morata per ben due volte si lascia respingere un tiro dal portiere tedesco per poi appoggiare di piatto in rete un comodo passaggio servito sempre da Lui, sua Maestà Carlitos Tevez, il quale non contento va a mettere a segno anche la sua sesta marcatura stagionale in Champions per il definitivo 3-0.

Spettacolo puro e goduria per noi che eravamo sugli spalti come per tutti gli juventini incollati davanti al maxischermo del nostro club, ancora una volta stracolmo, nonostante la diretta di Canale 5.

Alla fine grandissima festa dei giocatori in campo sotto al nostro settore e scene di entusiasmo sugli spalti come non si vedevano da tantissimo tempo in campo europeo con tutti i nostri soci sistemati sulla vetrata del secondo anello e sulle prime due file subito dietro, come da foto articolo, al fianco del Gruppo Bassa Valle e RUJ i ragazzi Ungheresi con tanto di banana mostrata ai tedeschi. (In articolo a parte vi raccontiamo tutta la nostra trasferta MINUTO per MINUTO).

JC ANDRIA SEMPRE E OVUNQUE PRESENTI A MODO NOSTRO!

PER NOI IL SOGNO CONTINUA, PER VOI L’INCUBO PURE!

 

 
 
LA NOSTRA GRANDIOSA TRASFERTA A DORTMUND
 

Quella di Dortmund è stata una delle trasferte con la maggiore partecipazione di soci in campo europeo. Una “delle”……perché noi ci muoviamo sempre ed in tanti, non con “4 gatti sfigati” come altri! 20 soci prenotatisi e tutti e venti li abbiamo condotti all’interno dello straordinario stadio del Borussia, dove l’Italia di Marcello Lippi conquistò la finale mondiale a Berlino….guarda caso…ma non aggiungiamo altro…

A dir la verità i soci dovevano essere in 21 con Michele Zagaria che ha dovuto poi rinunciare al viaggio per sopraggiunti problemi personali. In 20 con tre diverse combinazioni. Giuliano Zefferino con Gaetano Maddalena e Vincenzo Suriano via Londra Stansted per poi volare diretti su Dortmund. Antonio Lorusso e Lorenzo Losappio con la Lufthansa via Monaco di Baviera per poi anche loro arrivare diretti su Dortmund, i restanti 15 invece, tutti con la RyanAir su Hahn in andata e ritorno, tranne 4 rientrati poi da Colonia-Bonn. Quest’ultimo gruppone presentava l’artiglieria pesante del Club. Dal segretario Fabio Attimonelli a Salvatore Lomuscio, da Giuseppe Cavaliere a Massimo Matera, da Gianni Zagaria a Graziano Palladio, da Sabino Di Pietro a Gino Patano, da Pasquale Cipriani all’unica donna presente Agnese Zingaro, da Carlo Balducci a Giancarlo Conversano per chiudere con i tre “avvocati difensori”, Riccardo Dell’Olio, Michele Mastrorillo e Marco Di Vincenzo. Insomma un gruppo di tutto rispetto che quando assieme ne combina sempre di tutti i colori. Ma andiamo per ordine. Partono quasi tutti in treno della Bari Nord, sia quelli per Hahn, sia quelli per Londra vista la coincidenza degli orari di partenza intorno alle 21 di martedì sera, quando invece Antonio e Lorenzo erano già atterrati a Dortmund ed iniziavano la loro trasferta a suon di birre!  Sul treno della Bari Nord le prime scene di delirio….con tante birre portate e che andavano consumate prima dell’ingresso ai controlli in aeroporto. Palladio ovviamente era il capo di questa spedizione ferroviaria. Fabio Attimonelli e altri 4 arrivavano invece in aeroporto in auto causa impegni lavorativi sino all’ultimo istante… Salutati i partenti per Londra, il gruppo dei 15 si dirigeva all’imbarco per Hahn dove ci si accorgeva che la PUGLIA BIANCONERA è davvero una regione incredibile che porta al seguito della Juve un numero incredibile di persone. Almeno 120 i tifosi pugliesi a bordo di questo volo! Un entusiasmo già incredibile. Appena a bordo, a “comandare” il volo ci siamo noi con cori e balli, si avete capito bene che mettono in seria difficoltà il personale della compagnia e gli altri normali passeggeri. Ma non vogliamo saperne niente di zittirci, l’euforia ma soprattutto le prima birre… avevano già sortito i loro effetti. Si arriva ad Hahn verso la mezzanotte in un piccolo aeroporto dove troviamo nonostante l’ora una temperatura davvero gradevole. Anche Vincenzo, Giuliano e Gaetano i “londinesi” arrivavano a Londra ma dirottati su di un altro scalo (Luton) a causa della forte nebbia che avvolgeva Stansted. I due già a Dortmund invece, Losappio e Lorusso continuavano la loro serata di baldorie. Quelli di Hahn vengono prelevati dal Sig. Tony Dupre, un trevigiano emigrato li in Germania da anni e titolare del piccolo albergo a conduzione familiare in una località vicinissima all’aeroporto molto simile alla nostra borgata di MONTEGROSSO! Un silenzio tombale. Con 4 auto veniamo portati in pratica “a dormire”. Beviamo, prima di andare a nanna, un'altra birra offerta dal Sig. Dupre per poi sistemarci nelle diverse stanze, chi in singola, chi in tripla, chi in quadrupla. Al mattino presto sembrava poi di essere in una caserma militare con Fabio che faceva scherzi a tutti bussando alle camerate e parlando un tedesco che lasciava pensare che fosse il titolare della pensione…..ahahahahahaha che ridere e che goliardia. Alle 10 l’appuntamento era tutti giù dopo aver fatto colazione per partire verso Dortmund ad oltre 300 km da Hahn. Ma qui arrivava l’ennesima sorpresa organizzativa del grande Fabio che aveva provveduto a prenotare per tutti un Bus GT di una ditta locale da 44 posti, grazie all’aiuto sempre del Sig. Dupre, titolare della pensione dove alloggiavano. Un maestoso e spettacolare pullman di colore giallo della Mercedes arrivava li davanti all’albergo e tutti salivano a bordo increduli di tanto confort. Invece di noleggiare auto o furgoni e dover guidare noi, con soli 37 euro a persona tutti hanno viaggiato comodamente, spensierati ed in allegria. Che organizzazione ragazzi! In viaggio con i 15 si sono aggiunti anche due barlettani, Feliciano un nostro amico di Conversano e quattro della zona di Bari, per un totale di 22 persone visto che Fabio e Salvatore si erano anche preoccupati di far pubblicità sul volo di andata e chiedere ai diversi pugliesi a bordo se avessero avuto necessità di passaggi per Dortmund, al fine di abbattere i costi per tutti. Che spettacolo. A bordo pullman, cori, birre e ancora cori e trenini. La sosta in autogrill poi ha fatto il resto….con un ottima Paulaner trovata a meno di due euro….Si arriva finalmente a Dortmund nel parcheggio dello stadio, dove salutiamo l’autista molto gentile per dargli appuntamento a fine partita. Ci dirigiamo subito in centro città con la Metropolitana. Scendiamo in Stazione centrale e ci dirigiamo verso le vie dello Shopping. Nulla di che, ma troviamo un pub davvero spettacolare già pieno di tifosi locali. Tutto fila via liscio. Noi in un angolo beviamo e mangiamo dell’ottima carne. Poi arriva il Gruppo Bassa Valle con i quali si beve ancora. Ci sono tutti anche loro da Federico agli altri storici. Noi tutti con le maglie del club a mezza manica chi bianca, chi nera, chi gialla, facciamo colore e diamo impressione di un grande ed organizzato gruppo, come sempre! In giro poi tutto tranquillo, si passeggia gomito a gomito con i tifosi locali, ma zero sfottò. La cultura dello sport purtroppo non ci appartiene qui in ITALIA. Ogni volta che si sale nel Nord Europa ti accorgi di come li si viva meglio il calcio, mentre qui devi “scontrarti” con l’ignoranza di tanti “coglionazzi e deficienti” che ti dicono……”vergognatevi a tifare per una squadra del Nord…..”….noi ne andiamo invece ORGOGLIOSI e FIERI! CHIARO?????

 Si torna in stazione dove ci aggreghiamo ai cinque nostri soci arrivati come detto per altre combinazioni. Giuliano è super carico come sempre, del resto per uno che in poche ore è passato da Palermo via Bologna e Londra a Dortmund, cosa dirli, se non far lui tanti APPLAUSI. Si riprende la metrò e decidiamo di non recarci al ritrovo per i tifosi gobbi, ma di dirigerci da soli allo stadio. Così facciamo. Arrivati li ritiriamo presso il gazebo predisposto nel parcheggio ospiti i preziosi tagliandi di ingresso allo stadio per poi iniziare a salutare alla spicciolata i tantissimi amici di altre zone d’Italia. Eravamo proprio tantissimi, oltre 5.000 dicono i numeri ma secondo noi li a Dortmund eravamo ben oltre i 5.000, senza contare i tantissimi arrivati senza biglietti e rimasti fuori dall’impianto. Prima di entrare beviamo ancora altre birre e mangiamo un classico hot-dog con salse! Poi tutti dentro. Saliamo al secondo anello tutti assieme, tutti dietro la nostra pezza sistemata in vetrata, coordiniamo i cori per l’anello superiore, spettacolo, finalmente ritroviamo i tamburi e i megafoni che in Germania sono autorizzati. Tutt’altra musica. Riusciamo a fare un figurone incredibile. Facciamo un tifo stellare, un tifo da lasciarti senza fiato e senza voce. Loro si sentono all’inizio poi complice il risultato e la pessima esibizione della loro squadra non li sentiamo più. Nelle coreografie sono davvero spettacolari, ma se la tirano la sentenza. Rivincita doveva essere per noi è rivincita seppur parziale è stata rispetto a quella maledetta finale Champions del 97 persa contro di loro.  

Spettacolare lo sventolio di bandiere e bandierine da parte nostre con il coro “sono un ultras bianconero….” cantato a squarciagola ed ininterrottamente per 15 minuti tanto da regalarci un applauso alla fine! Alla fine loro uscendo dallo stadio ci applaudono, noi siamo in estasi e continuiamo a festeggiare e cantare. Poi tutti assieme, prima di uscire, sempre tra gli ultimi,  anche con alcuni ragazzi di BASSA VALLE e RUJ ci lasciamo immortalare in curva (foto articolo)  con la pezza ANDRIA PRESENTE, alla faccia di chi soffre d’invidia per noi e alla faccia di chi non ci sopporta. Non è un problema nostro!

Ma la trasferta non finiva qui. Si usciva fuori, ci si salutava con Giuliano, Vincenzo, Gaetano, Antonio e Lorenzo che restavano a dormire li a Dortmund, per poi dirigerci tutti al Pullman che ci attendeva nel parcheggio e nel frattempo si prendevano altre prenotazioni a bordo pullman (ah ah ah ah ah ah ah ah....mondiali Fabio e Salva) come i ragazzi di Montescaglioso e Bernalda (in 9) che dovevano ripartire come i nostri Salvatore Lomuscio, Giuseppe Cavaliere, Gianni Zagaria e Sabino Di Pietro da Colonia – Bonn, al mattino all’alba del giovedì. Mentre nel parcheggio ci si organizzava per la partenza, ecco avvicinarsi i ragazzi del GRUPPO ROMA, con il loro Presidente Carlo che ci chiedevano un passaggio sempre a Colonia, visto che il loro pullman noleggiato non si era più presentato. Noi come sempre ospitali, abbiamo fatto i conteggi di quanti posti liberi avessimo a bordo. In 13 potevano venire con noi, visto che avevamo già accolto quelli LUCANI. Nel frattempo il parcheggio si era svuotato e restava solo il nostro pullman e tutto il Gruppo Roma a terra con Fabio e Salvatore a dar loro una mano. Arrivava la Digos italiana per capire cosa stesse accadendo. Ci si accorda di far salire i 13 a bordo mentre gli altri erano li in attesa di poter aver dritte dalla Digos, ma nel mentre che si parlava ecco sbucare il loro Bus, accolto da bestemmie in romano. Buon per loro. Ci ringraziano e ci riempiono di attestati di stima. Questi siamo Noi! Questi valori non si acquistano al Supermercato o scrivendoli su delle pagine di facebook, si maturano sul campo. Non avete idea di quanti messaggi Fabio abbia ricevuto di stima e di Onore per il nostro Club e Gruppo per quello che facciamo per come ci distinguiamo! Finalmente partiamo per Colonia che si trova sulla strada verso Hahn. Arriviamo in Aeroporto dove lasciamo i nostri 4. Li facciamo sosta per andare in bagno e mangiare qualcosa al Bar dell’Aeroporto tedesco. Poi stanchi e distrutti dalle birre ci adagiamo finalmente sulle comode poltrone del pullman per dormire sino all’Hotel Venezia di Hahn dove arriviamo verso le 4 del mattino. All’ingresso dell’albergo il titolare ci aveva appeso un cartello….”VIVA LA JUVE, MA PER FAVORE FATE SILENZIO…” ahahahahahaha che ridere…si preoccupava chissà in preda all’euforia avessimo fatto la baldoria della notte precedente. Invece no, stanchi si andava subito sotto le coperte per svegliarci con calma verso le dieci del mattino, visto che il volo di rientro era in programma soltanto alle 18, tranne che per Marco Di Vincenzo, di nuovo presente dopo Malmo, che per impegni di lavoro partiva al mattino presto diretto a Verona. Andiamo in aeroporto già dalle 12,00 per poi pranzare in un piccolo ma grazioso ristorante nei pressi. Dopo pranzo, reperito un pallone giochiamo nel piazzale antistante a calcio. Che ridere…per poi andare a sdraiarci un paio d’ore sulle panche dell’aeroporto. Fatti i controlli di rito, acquistati un po’ di prodotti tedeschi, arriva l’ora d’imbarco. Ritroviamo i tanti pugliesi dell’andata con i quali vista l’euforia alle stelle, a bordo del volo, facciamo una spettacolare sciarpata e cantiamo cori incredibili….con tanti video che stanno girando e riscuotendo “invidia” e “successo”. Si arriva a Bari alle 21 circa e di corsa tutti in Bari Nord. Finalmente si rientra ad Andria, felici ed ORGOGLIOSI di aver rappresentato il nostro GRANDE CLUB. La lunga trasferta si è poi conclusa ufficialmente con il rientro alla base di Giuliano e Gaetano, via Londra e Marco via Verona, soltanto venerdì!

Che trasferta, che ricordi, ma nemmeno il tempo di averli raccontati che sabato sera ben 24 soci partiranno in PULLMAN organizzato assieme agli amici di Montescaglioso per andare a Torino per assistere a JUVENTUS – GENOA. Avete capito bene. Questa è mentalità, non le chiacchiere da tastiera e quelle dei “chiacchieroni” per natura! Ad accompagnare la nutrita truppa su ci sarà Nino Lotti con ben 18 partecipanti alla loro primissima volta allo Stadium. Molti padri con figli che hanno approfittato del costo economico del viaggio, solo 100 euro! Lo JC ANDRIA ti porta sempre e Ovunque al fianco della JUVENTUS!

ANDIAMO A BATTERE IL GRIFONE, VENDICHIAMO L’ASSURDA SCONFITTA DELLA GARA DI ANDATA!

P.S. PER I QUARTI DI FINALE DI CHAMPIONS, INUTILE CHE I NON SOCI, GLI OCCASIONALI, I DOPPIOFEDISTI, CONTINUANO A CHIAMARE, BIGLIETTI NON CI SONO PER VOI! PER MONACO NON PRENOTATE VOLI, ASPETTIAMO LE ASSEGNAZIONI E VALUTIAMO COSA FARE. SI FARA’ SOLO PRESENZA. STADIO PICCOLO, SETTORE OSPITI DI SOLI 980 POSTI. CHI VORRA’ PARTIRA’ MA SOLO PER FARE GITA A MONTECARLO.

 

 
 
COLPACCIO A PALERMO E CHE TRASFERTA LA NOSTRA!
 
Prima di questa insidiosa trasferta, avevamo anche pensato che forse un pareggio non sarebbe stato male, soprattutto alla vigilia della importantissima trasferta in terra tedesca di Champions League. Invece la Juve è stata ancora una volta capace di stupirci e smentirci. Una Juve cinica, pratica e, soprattutto, cattiva quando ha capito che avrebbe potuto fare sua la partita. E' bastato cambiare Llorente per Morata per dare la svolta decisiva ad una partita che la Juventus sino a quel momento stava controllando con assoluta tranquillità. Ma appena dentro il giovanissimo attaccante spagnolo, scuola Real, ed ecco che la Juve alza improvvisamente il ritmo della gara. Una autentica prodezza la sua rete quella che è valsa la vittoria finale sul campo del Palermo. Tre punti pesantissimi che ci avvicinano sempre più ad uno scudetto che stiamo strameritando, in un campionato stradominato dalla prima giornata. 0-1 dunque il risultato finale, una vittoria che ci avvicina a Dortmund con il morale a mille, perchè vincere aiuta sempre a vincere. Adesso in attesa di sapere cosa farà la Roma lunedì sera, la Juventus si è portata provvisoriamente a ben +14 in classifica, un distacco che sta oramai assumendo delle proporzioni nuovamente abissali, come già accaduto la passata stagione. 
Ma oltre ad essere felici per questa importantissima vittoria, siamo anche stra orgogliosi nell'aver visto la nostra pezza, li in primissima fila al Renzo Barbera. Un altra trasferta, l'ennesima presenza in questa stagione. Non ci fermiamo proprio mai! Siamo un qualcosa di incredibile, soprattutto per la nostra sempre perfetta organizzazione! 
Una trasferta da Oscar per i nostri due soci che ci hanno rappresentato giù in Sicilia: Giuliano Zefferino e Salvatore Lomuscio. Partiti alle 11,30 da Andria sabato mattina e accompagnati in aeroporto dal nostro Segretario Fabio, all'altezza di Molfetta nel fare rifornimento, l'auto non partiva più...panico...poi è bastata una spinta alla macchina per riuscire a riprendere il cammino verso l'aeroporto. Di li in poi inizia un vero e proprio tour de force dei nostri due rappresentanti a Palermo. Il volo della Volotea parte con un ritardo di una ventina di minuti. Atterrano infatti a Palermo alle 14,45. I Gruppi Ultras dal Nord Italia e le solite "facce note" al seguito erano già arrivate da qualche ora nello scalo e per partire attendevano solo l'arrivo dei nostri due. Appena arrivati i nostri due salutano tutti alle navette predisposte fuori dall'Aeroporto, vengono perquisiti...per poi fatti salire a bordo con Federico e Alessandro del Gruppo Bassa Valle, inseparabili amici, che erano li fuori ad attenderli. Partono verso lo stadio dove arrivano verso le 16,15.Appena dentro i nostri si sistemano al primo livello,  in prima linea con Bassa Valle e il Gruppo Tradizione (come dalla splendida foto articolo). Encomiabili perchè tengono a mano la nostra pezza ANDRIA PRESENTE per tutti i 69 minuti di partita. Vi chiederete, perchè solo 69 minuti?
Al minuto 69, Giuliano e Salvatore, assieme a tutti i gruppi Ultras giunti dal Nord Italia, devono abbandonare lo stadio. I voli di rientro erano programmati alle 21,25 (il nostro) e alle 21,45 quello su Orio al Serio. Pertanto per poter raggiungere in tempo utile l'Aeroporto, bisognava uscire prima dallo stadio. Appena fuori nell'antistadio...ecco giungere un boato incredibile...pensavano...avrà segnato il Palermo...tornano un attimo indietro....ma capiscono che ha segnato la Juve...in pratica metà stadio era tutto bianconero, perchè la Sicilia e Palermo in particolare sono feudi bianconeri! Peccato non aver visto la rete dal vibo, l'avrebbero mertitato. Ma non importa, va bene così. Soffrono sulla navetta dove esultano al triplice fischio finale, mentre erano in viaggio verso l'Aeroporto, molto distante dallo Stadio.
Cosa non si fa pur di seguire sempre la squadra! Ma qui viene il bello. I nostri, pur di far rientro in "Italia" in serata hanno prenotato il volo con destinazione più vicina ad Andria....ovvero su BOLOGNA.....si avete sentito bene....Quello su Bologna era infatti l'unico volo che gli permetteva di rientrare subito dopo la partita, per evitare pernottamenti li a Palermo. Di li poi, arrivati alle 23,00 circa, grazie al passaggio dei ragazzi del Gruppo Marche, hanno raggiunto la Stazione Centrale di Bologna, da dove avevano il treno delle 23,52 per Barletta. Senza un attimo di tregua, tutto doveva coincidere, non doveva esserci nessun ritardo. Tutto è andato alla perfezione. Loro sono entrati in Stazione ed il treno arrivava....(che colpo di culo...). Viaggio di ritorno all'insegna del riposo assoluto per i nostri due grandissimi che trovato uno scompartimento completamente vuoto, si stendevano per farsi una bella dormita. Alle 6,10 giungevano a Barletta....dopo aver fatto il giro d'Italia....ah ah ah ahah...Alle 6,50 prendevano il primo pullman domenicale per Andria, pur di non dar fastidio a nessuno. Alle 07,15 erano già nei letti delle loro case. Cose da Juventus Club Andria, cose che solo noi possiamo fare! 
Voi altri rosiconi che cercate, da sempre, solo di imitarci, potrete e dovrete solo MORIRE D'INVIDIA!
Questa trasferta che ovviamente in pochissimi fanno, è una di quelle che vale tantissimo. A Palermo presenti per la terza volta di fila. Questa presenza non fa altro che accrescere i consensi per il nostro Club SEMPRE PRESENTE, in casa ed in trasferta, prova ne sono le tantissime amicizie sempre pronte a darci una mano. 
Questa volta il nostro grazie lo dobbiamo a tutti per aver atteso in aeroporto i nostri, ai soliti amici di BASSA VALLE e ai ragazzi del GRUPPO MARCHE (Fabietto in particolare) per il passaggio dall'Aeroporto di Bologna in Stazione Centrale. Senza di loro, il treno sarebbe partito ed i nostri sarebbero rimasti a Bologna.
Al Club si registrava una atmosfera goliardica che ha contagiato in pratica tutti, anche i più tranquilli....ogni tanto partiva un urlo nella sala....ALLEGRI DIMETTITI....ah ah ah ah ah ah....che ridere...noi sappiamo il perchè....Al termine ennesima festa, ennesimo brindisi...si festeggiava il compleanno di NICOLA PATRUNO, una della vecchia guardia, spumante e limoncello a go-go con tantissime zeppole e pasticcini vari.
VI VOGLIAMO E CI VOGLIAMO COSI'!   NOI SIAMO LO JUVENTUS CLUB ANDRIA....VOI CHI SIETE????
Ora testa alla Champions! Andiamoci a prendere sta cazzo di qualificazione. Non può girarci sempre male in Europa, prima o poi dovrà girarci a favore no?
Che trasfertona ci aspetta, una squadra da paura....20 soci in Europa....numeri incredibili. E allora andiamo TUTTI A BORUSSIA...TUTTI A BORUSSIA....ANDIAMO TUTTI A BORUSSIA....ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah.....e non abbiamo ancora bevuto nulla!
JC ANDRIA: non finirà mai di stupirvi!  
 

 
 
RISOLVE UNA MAGIA DI POGBA
 

Un'altra brutta prestazione quella disputata dalla Juventus, nel posticipo di lunedì sera contro il Sassuolo. Una partita a tratti sonnolenta che non ha offerto sussulti ed emozioni. Una partita che però contava vincere, in virtù dell’ennesimo passo falso di una Roma che sembra oramai aver mollato l’obiettivo primato. Quando tutto sembrava avviarsi verso un noioso 0-0, ecco il colpo del campione, del genio, del fuoriclasse assoluto, quel Paul Pogba che intercetta con le sue lunghe “leve”, un pallone che Pepe, prezioso recupero il suo, aveva destinato a Tevez, per poi addomesticarlo e appena dentro l’area fulminare il portiere avversario con un tiro imprendibile nell’angolino in basso a destra per l’1-0 finale.

Oramai non ci stupiamo più, Pogba più passa il tempo, più dimostra di essere un leader assoluto di questa Juve. Può sembrare a volte assente dalla partita, può sembrare troppo lezioso, può sembrare troppo presuntuoso, ma quando serve il colpo del campione, eccolo sempre pronto a risolvere le sorti di quelle gare che nascono difficili e che diventano poi complicate. Un gol che vale in pratica quasi uno scudetto. La Juve va in fuga, adesso raggiunge il massimo distacco in stagione. Un +11 che nessuno avrebbe mai potuto immaginare sino ad un mese fa. Invece la Juve è stata capace, giornata dopo giornata, di ammazzare (quasi) questo campionato, con la sua determinazione, con la sua forza, con il suo cinismo. Elementi fondamentali per trionfare ancora! I giocatori hanno ancora tanta fame di vittorie. Qualcuno gli aveva troppo frettolosamente considerati arrivati a fine ciclo, dopo l’addio di Antonio Conte, ed invece il gruppo si è fortificato ancor di più, riuscendo anche a capitalizzare il massimo con il minimo sforzo. Noi continuiamo a voler credere che queste prestazioni scialbe ed incolori siano il frutto di una preparazione mirata al doppio confronto contro il Dortmund. Del resto già nella gara di andata abbiamo visto una Juve completamente differente. A Dortmund otterremo gran parte delle risposte che stiamo cercando da oramai un mese abbondante a questa parte. La Juve ha comunque ripreso il cammino dopo la pessima esibizione fornita in Coppa Italia contro i Viola.  Adesso in campionato dovremo essere bravi a gestire questo importante vantaggio, possiamo e dobbiamo permetterci di schierare sin dalla prossima e difficile gara contro il Palermo, diversi rincalzi che possano far rifiatare i pezzi da novanta, preservandoli per la battaglia di DORTMUND!

A chi invece vuol “artatamente” far credere che questo campionato sia mediocre, bene vi rispondiamo dicendo che questo è uno dei più difficili degli ultimi anni, dove alle solite squadre in lotta per i primi posti si sono aggiunte anche Lazio, Genoa, Samp e lo stesso Toro, che con i loro organici stanno rendendo più spettacolare questo torneo, tanto bistrattato, ma che resta tra i campionati più belli e difficili da vincere in Europa. Prova ne è le squadre in lotta per l’Europa. Ben 6 per l’Italia. Trovateci un'altra nazione che abbia ancora tutte queste squadre in lotta.

Il messaggio vi giunga forte e chiaro: prendetevelo tutto nel culo voi tirapiedi che da anni oramai vi state arrovellando il fegato per le vittorie su vittorie della nostra GRANDE JUVENTUS! Alla faccia vostra! Ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah (risata pure grassa). Fatevene una ragione!

Anche contro il Sassuolo come detto nell’articolo precedente, una “enorme” pattuglia di soci ha raggiunto Torino, chi in aereo e chi addirittura in treno. Tutti soci giovani che hanno approfittato del costo irrisorio del biglietto in curva (soli 25 euro) per potersi organizzare per tempo questa trasferta. Un gruppo è stato condotto da Andrea Nicolamarino (tra le quali anche Federica, unica donna), l’altro, da Gino e Giorgio (con Gianni Marmo, Francesco Nevola, Abruzzese Domenico, Paparusso Gianluca, Figliolia Francesco e Nicola Inchingolo), per un totale di ben 19 presenze tutte in Curva Sud. Il gruppetto di Gino e Giorgio è stato il primo ad arrivare per andare come di consueto a posizionare lo striscione al solito posto, per poi posizionarsi a sinistra della porta all’altezza dell’area di rigore grande. Gli altri arrivati tardi hanno preso posto a centro curva ma nella parte alta. Una serata strana con diversi problemi in curva tra la Polizia ed i Gruppi organizzati che non stiamo qui ad elencarvi e a parlarne. Problemi poi scaturiti in una forte protesta sul finire del primo tempo con la decisione unanime di tutti (primo e secondo anello) di smontare gli striscioni ed abbandonare la Curva. Decisione che abbiamo subito condiviso dopo un breve giro di telefonate tra i nostri ragazzi li presenti ed i responsabili del ns. club. In pratica i nostri ragazzi hanno tolto lo striscione è si sono sistemati all’estremità di sinistra della curva, per rispettare la decisione di lasciare un enorme spazio vuoto al centro e nelle prime file che potesse far capire a tutti, quanto brutto sarebbe vedere sempre così la nostra Curva Sud. Per solidarietà alla protesta, abbiamo deciso di mettere una foto scattata dal nostro Giorgio, che ritrae, dall’angolo dove poi si sono posizionati nel secondo tempo, una Curva desolatamente in silenzio e vuote nelle prime fila. Un plauso lo rivolgiamo a tutti i gruppi per aver tutti assieme (finalmente) preso una decisione che abbiamo totalmente condiviso, l’altro plauso ai nostri ragazzi che seppur giovanissimi hanno saputo farsi valere in una serata difficile!

LA CURVA DEVE ESSERE CALORE, COLORE E PASSIONE!

SENZA NON AVREBBE SENSO QUESTO CALCIO

Dimenticavamo: anche a Palermo NOI CI SAREMO. Altra difficile trasferta, dopo quella di Cagliari, ma anche qui per l’ennesima volta ci saremo! Se solo pensate a come raggiungeremo Palermo…..vi verrebbero i brividi e direste…ma questi sono dei folli…..aspettate la prossima puntata e saprete….

JC ANDRIA SEMPRE AL TUO FIANCO

 

p.s. DOMENICO NON MOLLARE

Domenico Martimucci è un calciatore dilettante di 26 anni, altamurano, che qualche giorno addietro è stato vittima indiretta di un assurdo attentato nella città murgiana. Lui grande sostenitore della Juve è interessante calciatore dilettante, a tal punto, da essere definito dagli addetti ai lavori “il piccolo Zidane”, sta ricevendo tanta solidarietà da parte del calcio che conta.

Ma tutto dobbiamo dire che è iniziato proprio grazie ad un nostro socio, GINO PATANO, di Casamassima, che da anni segue la Juve con noi, tesserandosi e preferendo il nostro Club ad altri della sua zona. Terminata la partita contro il Sassuolo e prima di recarsi presso l’Hotel dove avrebbe alloggiato, ha incrociato in un ristorante del centro, Marchisio, Chiellini e Storari, chiedendo loro di poter effettuare dei video messaggi da poter mostrare alla famiglia di Domenico, dove i calciatori lo invitassero a non mollare. I tre juventini sentita anche la sua appartenenza al nostro club, oramai noto anche tra i calciatori, si sono subito prestati a questo gesto che li rende nobili uomini. Un plauso va al Grande Gino che ha saputo mobilitare l’opinione pubblica sportiva su questo caso.

FORZA DOMENICO SAPPIAMO CHE TI RIPRENDERAI!

 

 
 
LA PEGGIOR JUVENTUS DELLA STAGIONE
 
Quella contro la Fiorentina, gara di andata delle semifinali della Coppa Italia, era una partita in cui tutti noi tifosi gobbi ci aspettavamo una grande prova della squadra e la dimostrazione, da parte del Mister, di essere "diverso" da quello che noi invece pensiamo che sia. Ed invece, cosa ne viene fuori? una pessima prestazione della squadra mandata in campo dall'allenatore livornese, sicuramente la più brutta di questa stagione. Una prestazione a tratti "scandalosa". Una Juve irriconoscibile, una metamorfosi assurda che non ci far star tranquilli soprattutto per la gara di ritorno di Champions a Dortmund! Cosa sia accaduto non riusciamo ancora a comprenderlo. Questa "cazzo" di decima Coppa Italia è proprio una maledizione. Nulla ovviamente è deciso, ma andare a Firenze il prossimo 7 aprile con un 1-2 da rimontare e soprattutto contro questa bella Fiorentina di questi ultimi tempi, ci sembra davvero impresa ardua ma non impossibile. Del resto, siamo La Juve, la squadra nettamente più forte in Italia, ma se ti presenti a giocare con delle seconde linee che ovviamente non valgono le prime, bene allora è giusto che in finale ci vadano loro. Ecco, qui ha peccato di presunzione ed ingenuità gravissima il nostro (????) allenatore. Va bene schierare i rincalzi contro l'Hellas Verona o a Parma (dove soffrimmo fin troppo già...), ma contro i viola, la squadra più in forma del momento, dovevi schierare tutti i titolari, pensando magari ad un turn over contro il Sassuolo in campionato. Del resto a cosa serve dire...."vogliamo vincere la Coppa Italia"....ed altre dichiarazioni simili fatte dall'allenatore nell'immediata vigilia della partita....se poi tu stesso ti contraddici mandando in campo una formazione abbastanza squilibrata ed azzardata? 
Perdere la lunghissima imbattibilità allo Stadium poi ci ha dato terribilmente fastidio, per giunta proprio contro gli odiatissimi nemici viola. No, Mister Allegri, così ci dispiace ma non va assolutamente bene. Vederlo così impassibile, immobile, silenzioso nei minuti finali di una partita dove la squadra avrebbe dovuto sputare sangue, ci ha dato molto fastidio. Se il primo è lui a non crederci, come potrà mai crederci in campo la squadra che quando in difficoltà era abituata ad essere spronata è motivata da un grande come Antonio Conte? Voi che leggete direte....ma ancora questi paragoni, ancora questi confronti...ancora a pensare al passato....No cari amici gobbi, allora forse non vi è molto chiaro, noi quel passato (che passato non è...), mai lo dimenticheremo ed è proprio grazie a quanto costruito in quei 3 anni favolosi, se oggi siamo ancora qui a poter lottare per traguardi importanti. Ma non sopportiamo vedere simili prestazioni della squadra, messa malissimo in campo ed ancor più grave, non "aggiustata" in corso d'opera...
Ora il 7 aprile bisognerà andare a vendere cara la pelle li a Firenze, bisognerà andare a fare la partita, bisognerà costi quel che costi, ribaltare questa difficile situazione. La gente come noi, seppur delusa, ci crede sempre ed è per questo che anche li ci saremo, anzi sin da oggi vi invitiamo a prenotarvi per quella trasferta. Come lo scorso anno in Europa League, quando eravamo chiamati ad andare a vincere al Franchi, anche quest'anno dobbiamo crederci! Ma bisognerà schierare la miglior Juve possibile! Chiaro Mister Allegri???
Di Fernando Llorente di testa, la rete del momentaneo ed illusorio pareggio bianconero. Poi nulla più, solo tanta Fiorentina in campo. 
Anche giovedì contro la Fiorentina lo JC ANDRIA è stato presente a Torino per quest'altra trasferta di Coppa Italia. Siamo davvero incredibili, una costanza che ci mettiamo nel seguire la squadra in ogni giorno della settimana, su ogni campo, in casa ed in trasferta, che fa rabbrividire noi stessi! In 3 alla fine hanno risposto presenti pur di appendere al bocchettone lo striscione e pur di esserci al solito posto in curva con tanto di stendardo a far bella mostra di se e a ricordare a tutti da quanto tempo oramai seguiamo la Vecchia Signora! Le nuove leve ci stanno dando davvero una mano incredibile. Andrea Nicolamarino da sinistra della foto articolo, suo cugino Giorgio già ribattezzato il "Fabio 2" (per la sua meticolosa precisione) con la sciarpa in testa al centro e Alessandro Troia, a destra (aggregatosi all'ultimo istante), figlio di un socio storico del club, uno dei reduci di Bruxelles. 
Purtroppo il risultato non è stato dei migliori ed i ragazzi sono ovviamente usciti "incazzati" dallo stadio, ma incoraggiati dai vecchi soci del Club che li hanno fatto capire che grazie a loro....noi ancora una volta ABBIAMO VINTO! come sempre.
Ora rituffiamoci nel campionato. C'è il Sassuolo ad attenderci con la grande possibilità, forse, di poter mettere la parola fine su questo 33° tricolore. La Rometta, quella che doveva vincere il tricolore, non è andata oltre un pareggio sul campo del Chievo e pertanto noi vincendo, potremmo ritrovarci a + 11. Terzo match point. Fallirlo potrebbe essere deleterio. Ecco, ora vogliamo appunto vedere quanto bravo sarà il Mister a saper caricare la squadra soprattutto alla luce della cocente delusione maturata in Coppa Italia e dell'ennesimo passo falso della Roma. Un motivo in più per scendere in campo concentrati è decisi a conquistare questi importanti 3 punti. Vincere significherebbe mettere una pietra quasi tombale sul campionato e potersi dedicare alle due trasferte di Dortmund e Firenze. Chiaro Mister Allegri?????
Anche contro il Sassuolo ovviamente ci saremo, ma questa non è una novità. La novità è dettata invece dal fatto che sarà presente una nutrita pattuglia di soci, tutti giovanissimi che raggiungeranno Torino, in treno e aerei vari. in 18 allo Stadium per una partita contro il Sassuolo ci sembra un qualcosa di assolutamente grandioso. Mentalità!
AVANTI NOI! SEMPRE AL TUO FIANCO!
 

 
 
UN PEZZO DEL 33° SCUDETTO LO ABBIAMO GIA' CUCITO
 
Prima di recarci a Roma nella supersfida di questo campionato, avevamo detto che un pareggio ci sarebbe andato più che bene. Adesso che da Roma siamo tornati, vi diciamo che il rammarico per non aver vinto contro la "squadretta" giallorossa è grandissimo. Ma va comunque bene. Ci sta. Il calcio è fatto anche così. Quando pensi di avercela fatta ecco li pronta la smentita. E' andata proprio così all'Olimpico, dove la Juve ha prima controllato l'avversario, mantenendo un possesso palla incredibile, per poi, nella ripresa, dominare letteralmente l'avversario che sembrava oramai alle corde. Con la Roma poi ridotta in dieci la Juventus è subito passata in vantaggio grazie ad una magistrale punizione battuta dal nostro campionissimo Carlitos Tevez, degna delle punizioni di Michel PLATINI e di quelle di Alessandro DEL PIERO! Ecco, a quel punto, sembrava davvero cosa fatta. La Juve ha sfiorato anche il raddoppio, per poi, invece di continuare a premere sull'acceleratore, concedersi una inspiegabile pausa di oltre quindici minuti che ha permesso alla Roma di trovare un assurdo pareggio, inutile ma pur sempre un pareggio. Ripetiamo poco cambia. La Juve ha in pratica fatto svanire gli ultimi sogni di gloria per i giallorossi che tanto hanno speso in questa stagione è tanto ci credevano ad un titolo che quasi certamente non arriverà più. Un tricolore che a questo punto, passata indenne anche la difficile trasferta di Roma, molto probabilmente resterà cucito sulle nostre maglie. Da ora in poi si inizia ufficialmente a fare i calcoli. La matematica dice infatti che con 10 vittorie ancora, lo scudetto, il trentatreesimo, il quarto di fila, sarà ancora nostro. Ma probabilmente di vittorie ne basteranno di meno. Pensiamo a vincere già la prossima sfida di campionato contro il Sassuolo per far si che quel giorno di festa si avvicini sempre più. E' pensare che a luglio, ma anche ad agosto, tutti, dalla stampa ai nostri detrattori, ai tifosi delle avversarie, ci davano per spacciati e per morti. Sui giornali si leggeva di un fine ciclo, dopo l'andata di Antonio Conte, che per sempre ringrazieremo, visto che se siamo qui oggi è solo ed esclusivamente merito suo. Ci fanno ridere ora gli stessi "soggetti" (coglioni...), che parlano puntualmente di campionato oratoriale, di livello mediocre...etc...etc...mentre in estate dicevano, quello che sta per iniziare è finalmente un vero campionato....Anche noi sapevamo che sarebbe stata più dura, eravamo anche un po scettici, sapevamo che ripetersi sarebbe stato quasi impossibile, ma ci credevamo e sin da subito abbiamo invitato tutti a rimboccarci le maniche e sostenere solo e soltanto la squadra. Arriverà il tempo delle nostre conclusioni sull'attuale Mister, che per il momento non facciamo. Sappiamo che è arrivato in un clima ostile, in punta di piedi ed in punta di piedi continua a fare il suo lavoro. Noi lo lasciamo li lavorare senza osannarlo e senza contestarlo. Un passaggio però ai quarti di finale della Champions e alla finale di Coppa Italia ci farebbe sicuramente propendere per altre considerazioni sulla sua persona. Troppo forte ancora l'amore per Antonio Conte, troppo forti i ricordi dei record su record conquistati sino allo scorso anno. Ma vogliamo con Allegri iniziare a scrivere delle nuove pagine della nostra già gloriosa storia. Ci attende un mese di marzo troppo importante. Ad Aprile vedremo...... 1-1 dunque il finale della partita di Roma, un pareggio che come detto ci sta strettissimo, soprattutto in considerazione dell'ottimo secondo tempo disputato dalla squadra, ma più in generale della prova complessiva offerta dai ragazzi in campo. Ma veniamo alla partita nella partita...quella sugli spalti, il tanto atteso confronto tra due tifoserie acerrime rivali è andato benissimo da un punto di vista di ordine pubblico. Nessun problema, nessun contatto se non il solito lancio di fumogeni, qualche petardo, ma nulla di più! Sugli spalti però la partita è stata stra vinta da noi tifosi gobbi. Sapete quanto siamo imparziali noi dello JC ANDRIA nei giudizi su tutto. Se appunto vi diciamo che sugli spalti non c'è stata partita, allora fidatevi. Pessima esibizione della Sud Giallorossa, come anche del gruppetto in Curva Nord a confine con il settore ospiti. Mai visti così calati e così remissivi. Sarà la delusione di questa stagione dove a settembre già pensavano di aver vinto tutto o quasi, saranno state le troppe polemiche a "corroderli", ma fatto sta che noi a Roma abbiamo dominato e anche tanto sugli spalti. Che bella prestazione dei tantissimi gobbi al seguito, in 3.000 nel settore ospiti abbiamo dato una bella lezione ai tifosi romanisti. Bellissimo il VINCERETE...VINCERETE...VINCERETE IL TRICOLOR....Tutti compatti, sempre coordinati, mai banali. Cori possenti che rimbombavano da un angolo all'altro dello Stadio Olimpico....come il IN CASA GIOCHIAMO NOI....Da casa infatti tantissimi i messaggi inviati ai nostri soci li presenti per dirgli di continuare così....in TV l'impressione era davvero che la Juve stesse giocando allo Stadium. Complimenti ai veri tifosi che si sono recati di lunedì in trasferta a Roma, non certamente una passeggiata. Solo veri tifosi, non occasionali ed i risultati o meglio la differenza a livello canoro si è vista e come....
In undici i nostri ragazzi presenti li nel Settore Ospiti dell'Olimpico. Per la primissima volta a Roma contro la Roma non siamo riusciti nell'intento di organizzare un pullman. Di lunedì, la pericolosità e soprattutto il costo assurdo del biglietto (ben 51 euro) hanno fatto si che in tanti rinunciassero. Ma noi come sempre non ci siamo persi d'animo. Subito abbiamo prenotato e noleggiato il furgone da 9 posti nel quale puntualmente si è viaggiato con persone in più....un classico...
Partiti alle 12,45 dalla Stazione di Andria e condotti dal nostro grandissimo Segretario Fabio (che ha fatto da "babysitter"....ahahaha), gli undici soci, tutti giovanissimi, hanno raggiunto Roma in tutta tranquillità, sotto una abbondante pioggia trovata nel tratto irpino/casertano dell'autostrada. Una sola sosta alla Casilina per poi raggiungere alle 17 in punto il ritrovo fissato a Roma Nord con i gruppi Ultras che arrivavano da su. Lasciato il furgone li alla barriera di Roma Nord i nostri hanno chiesto ed ottenuto ospitalità a bordo del bus dei Viking/Nucleo con i quali hanno affrontato ovviamente in piedi il lungo tragitto verso lo Stadio. Giunti all'Olimpico, in netto anticipo, verso le 19 circa, i nostri si sono sottoposti a dei controlli come sempre blandi...e pur senza tessera del tifoso molti dei nostri, alla fine eravamo tranquillamente tutti dentro. Qui il primo applauso al nostro Fabio, che di esperienza e di mentalità ne ha da vendere. I ragazzi lo guardavano con ammirazione soprattutto per le sue infinite conoscenze....anche con un dirigente della Digos Romana con il quale si abbracciava e salutava. E' sempre l'ultimo ad entrare, accertandosi che tutti siano passati. Un grande. Appena dentro si posizionano, come da foto articolo, estrapolata dalla diretta di Mediaset Premium, tutti al bocchettone di ingresso (come fatto anche contro la Lazio...dal lato opposto), sulla vetrata, al centro tra il GRUPPO ROMA (in compagnia del grande Carlo, il Presidente del club juventino de Roma e il Daje Rega....Luca di Fiumicino) e il GRUPPO MASSA. Un onore essere al centro di due gruppi così storici nel panorama del tifo juventino. In prima linea i nostri soci Tommy Moscatelli, Vincenzo Leone, Gaetano Maddalena e Pasquale Mancini, con tutti gli altri ragazzi compreso Fabio subito dietro. Tutti compatti e tutti vestiti in modo casual....ecco un altra moda lanciata sempre da lui...Fabio....Bellissimo per loro vivere la partita tra gli juventini de Roma....una partita nella partita la loro....essere romani de roma è tifare JUVENTUS ci dicevano che non ha prezzo! Le amicizie da stadio ve lo diciamo da sempre vanno conquistate sul campo. Il rispetto, la costanza e la nostra mentalità, ci hanno portati qui dove oggi siamo, ad essere un Club conosciuto e riconosciuto da tutti. Di questo ne andiamo sin troppo orgogliosi! I nostri hanno cantato tantissimo, anche lanciato assieme ai romani e al lancia cori di Massa i cori per la parte alta del settore, insomma una gran bella serata. A fine primo tempo Fabio ha effettuato i soliti giri per salutare tanti amici, da Tradizione ai ragazzi di Bassa Valle e Aosta, tutti posizionati nella parte bassa.  
Poi la solita lunga attesa a fine partita chiusi all'interno del settore, per poi finalmente, verso mezzanotte e trenta, raggiungere la barriera di Roma Nord sempre a bordo del bus dei Viking/Nucleo. Salutati e ringraziati per il prezioso passaggio i nostri si sono subito rifocillati in autogrill per poi partire ed affrontare il viaggio verso Andria. Duro e faticoso vista la tanta nebbia incontrata sino a Cassino. Alle 5,30 i nostri erano tutti a casa con i soci giovanissimi che ringraziavano il loro "papà"  da trasferta, Fabio, per tutta l'organizzazione. Nuove leve crescono e maturano
GIOVEDI' IN COPPA A TORINO CI SAREMO:
Come ci dice qualcuno, noi siamo dei malati incurabili di Juve. Solo dei folli come noi possono capire quello che facciamo oramai da anni! Ancora una nostra presenza, ancora un altra trasferta a Torino, quella che i nostri due soci Andrea e Giorgio faranno in occasione della Coppa Italia contro i Viola pur di rappresentare il club....e per non parlare di quelli che poi a distanza di pochi giorni ripartiranno per andarsi a vedere Juve - Sassuolo!  Ma andiamo per ordine ora pensiamo ai Viola (...di merda..), partita importantissima questa, che vedrà la Juve alla ricerca di una finale e di una Coppa che manca sotto la Mole da ben vent'anni. Per noi come detto l'ennesima presenza al seguito della Juve. GOBBI VERI!
JC ANDRIA, SEMPRE PIU' FATTI...SEMPRE MENO PAROLE! 
 

 
 
PRIMO ROUND ALLA JUVENTUS. #NOICICREDIAMO
 
Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Non importa come e quanto, era solo fondamentale vincere per presentarsi alla sfida di ritorno, con un piccolo vantaggio. Ma questo lo sappiamo non vorrà dire assolutamente nulla, anzi dovremo far finta di ripartire da una situazione alla pari, senza far conti, senza giocare per un pareggio. Altrimenti la qualificazione potrebbe diventare un miraggio. Il compito era è resta difficile! Come recita il titolo dell'articolo. Abbiamo semplicemente vinto il primo round. Adesso c'è da mettere ko definitivamente i tedeschi. Noi ci crediamo fermamente di potercela fare alla faccia di tutti i tirapiedi di merda che devono continuare a rosicare e a sbavare e soprattutto a mangiare pizze...."antenne" permettendo!
La Juventus ha battuto per 2-1 i tedeschi del Borussia Dortmund, in una gara giocata alla perfezione, macchiata soltanto da quell'infortunio di Giorgio Chiellini che con la sua "scivolata" ha permesso ai tedeschi di segnare un gol che resta comunque pesantissimo nell'economia della doppia sfida. Peccato veramente se consideriamo la prova maiuscola della squadra che alla fine avrebbe ampiamente meritato di vincere per 3-1. Grandissimo Alvaro Morata, ma grandissimo Carlitos Tevez, loro gli autori delle due reti. Anche Leonardo Bonucci ha disputato una partita fenomenale. Meglio la Juve del secondo tempo quando non ha più avuto timore reverenziale degli avversari, quando ha saputo finalmente affrontare con determinazione e cattiveria una gara europea. Questa è la Juve che vogliamo sempre vedere anche in Champions. Solo la sfortuna ha fatto si che il risultato non diventasse più rotondo, ma va benissimo ripetiamo così. Dobbiamo saper soffrire e colpire l'avversario nella gara di ritorno. Non hanno una grande difesa, ma hanno grandi giocatori capaci di approfittare di ogni nostro errore. Unico momento di sbandamento è stato nel primo tempo subito dopo aver subito quell'assurda rete del pareggio. Peccato, altrimenti, forse avremmo già chiuso ogni discorso. Ma noi siamo fatti e nati per soffrire sempre in campo internazionale. Arrivare ai quarti di finale sarebbe un sogno grandioso. Ma fermiamoci qui. Non andiamo oltre e non aggiungiamo più niente, se non un BRAVA JUVE!  
Che trasferta quella a Torino contro il Dortmund. Partiti in pullman da 53 posti tutti esauriti il lunedì sera alle 23,15, con Andrea Leonetti (sempre e solo lui: grande andré) e con il ritorno di Vincenzo Quacquarelli (altra pedina fondamentale del nostro Club) a fare da "accompagnatori" della numerosa comitiva partita da Andria, non solo in pullman, ma anche in aereo, questo grazie ai numerosissimi biglietti che siamo riusciti a procurarci pur di poter accontentare tutti! Nessun socio è rimasto senza biglietto è questo già ci riempie di orgoglio! Pullman pieno di tantissimi ragazzi soci giovanissimi con qualche socio più grande ma comunque alla prima volta a Torino. Insomma tantissimi volti nuovi. In tutta tranquillità, anche se non mancavano le teste più "calde" come Vincenzo Leone, Graziano Lotti, Paolo Rella e Felice Nevola, oltre a Marcello Fusaro che hanno movimentato e non poco il viaggio...., hanno raggiunto Torino intorno a mezzogiorno di martedì per recarsi quasi tutti in centro per i soliti giri. Altri, i nuovi soprattutto, si sono diretti allo Stadium per far visita al Museum, allo Store e allo Stadio stesso. Alle 18,00 il buon Andrea Leonetti ha radunato tutto il "branco" al pullman parcheggiato al solito posto sotto la Sud. Poi alle 19,00 finalmente si entrava, tutti con il proprio tagliando in mano, con il grosso del gruppone in Curva Sud, mentre numerose le presenze anche in Nord e Tribuna Est, con altri in Family e Ovest Laterale. Insomma anche questa volta lo Stadium ci vedeva presenti in tutti i settori. "Quelli della Sud", invece subito posizionavano lo striscione grande al bocchettone per poi dividersi in due gruppi. Quelli più tranquilli restavano li al bocchettone, il gruppo dei giovani capitanato dai due "Vincenzo" e con Giorgio, Roberto e Andrea, si posizionavano all'altezza della linea dell'area di rigore, nella parte bassa, come da foto articolo, per combinare il solito "caos" assieme agli amici di Bassa Valle. Eccoli nella foto con lo stendardo che ricorda sempre a tutti che noi c'eravamo nel dopo delusione Manchester (2003), c'eravamo nel 2006/2007, c'eravamo negli anni dei settimi posti, ci siamo oggi e ci saremo sempre, non come tutti quelli apparsi solo ora perchè vinciamo e solo perchè abbiamo uno stadio fenomenale. Dimenticavamo è ci siamo sempre in ogni trasferta in ITALIA e in EUROPA con tanta passione e tanta mentalità! 
Alla fine tutti euforici (si sa che quando partono i più giovani è sempre così...) sono rientrati alla base già alle 10,45 di mercoledì mattina, consegnando di fatto il testimone ai 19 soci prenotati (quasi tutta la vecchia guardia) per Dortmund. ONORE A NOI!
JC ANDRIA SEMPRE PRESENTE
#NOICICREDIAMO 
P.S. Ora testa solo alla trasferta di Roma per noi e per la squadra. Tappa fondamentale del campionato. Non sarà assolutamente facile. Troveremo un clima ostile, ma questa non è una novità. Noi ci saremo come sempre, anche se di lunedì, anche se stanchi e stressati, anche se senza più soldiiiiiiii....ah ah ah ah ah....ma ci saremo! 
 

 
 
BRUTTA JUVE, MA CONTAVA SOLO VINCERE
 
Contro l'Atalanta a nostro parere, abbiamo assistito ad una delle peggiori prove casalinghe di questa stagione. Una Juve, opaca, stanca che ha lasciato troppo spesso l'iniziativa ad una bella Atalanta. Ma come ripetiamo spesso, adesso è il periodo in cui il bel gioco, la brillantezza e la cattiveria, possono, almeno in queste gare, aspettare. Questi elementi sarà invece fondamentali ritrovarli, a partire da martedì sera in Champions contro il Borussia, a Roma lunedì prossimo e in casa contro la Fiorentina giovedì 5 marzo, nell'andata delle semifinali di Coppa Italia. Tre sfide da non fallire assolutamente, tre partite che potrebbero davvero dire tantissimo sulla stagione della nostra amata Juventus, che anche in questa stagione ci sta facendo sognare ad occhi aperti. Già rivincere il quarto scudetto di fila, sarebbe per noi tifosi gobbi qualcosa di eccezionale! Ma ci pensate? Roba da raccontarla ai propri nipoti! Ma ritorniamo alla partita di venerdì in anticipo contro l'Atalanta vinta per 2-1 dalla Juventus, grazie alle reti di Llorente che ha risolto una mischia in area e di Pirlo che ha messo a segno un altra autentica perla del suo già ricco repertorio di gol d'antologia. Come recita il titolo di quest'articolo, contava solo e soltanto vincere. Lo abbiamo fatto seppur rischiando e soffrendo troppo e passando addirittura in svantaggio cosa del tutto inusuale per le gare allo Stadium. Domenica poi è arrivata la notizia che tutti aspettavamo, la Roma si è fermata ancora una volta, permettendoci di presentarci adesso allo scontro diretto con un bel +9 in classifica. Cosa chiedere di più???...chi lo avrebbe mai immaginato di arrivare in queste condizioni alla sfida che potrebbe, con una vittoria della Juve, voler dire 33° scudetto della storia. Sarebbe spettacolare! La stanchezza, la poca lucidità di queste ultime gare, probabilmente, iniziamo a pensare, sia da addebitare ad una differente preparazione in vista delle gare decisive di Champions contro il Borussia. Almeno vogliamo augurarcelo, perchè se dovessimo invece giocare contro i tedeschi, così come abbiamo fatto ultimamente a Udine, Cesena e contro i bergamaschi, bene allora ci sarebbe e non poco da preoccuparsi. Proprio il Borussia che sembrava in crisi perenne adesso è tornato ad incutere timore. Sono rientrati diversi titolari e sembrano in forma nuovamente smagliante. La sfida sarà durissima, ma questo lo sapevamo, ma non possiamo fallire la gara casalinga se vogliamo arrivare ai quarti di finale. Una grande squadra però, la si vede anche dal modo in cui riesce a saper soffrire e nonostante non sia in giornata, a far sua una gara non facile. Brava Juve! I campionati si vincono proprio grazie alle gare contro le piccole, non solo vincendo gli scontri diretti. 
Anche di venerdì sera noi dello JUVENTUS CLUB ANDRIA siamo stati per l'ennesima volta presenti a Torino in questa stagione. Non è facile credeteci, fare tutte le trasferte fuori casa e tutte quelle in casa....soprattutto se in giornate lavorative. Poi se a questo pensate che l'avversario di turno si chiamasse Atalanta, bene questo nopn fa che accrescere il valore del nostro club. Trovare soci disposi a partire per Torino di venerdì mattina all'alba in auto per andare a vedere, ripetiamo JUVENTUS - ATALANTA è un orgoglio per noi grandissimo! 
Applausi per Giovanni Tedesco che con Antonio Del Mastro ed in compagnia di Brigida e Rossella, hanno attraversato l'Italia per raggiungere lo Stadium. Più comoda invece la trasferta per il nostro Presidente Francesco Nicolamarino che ha raggiunto Torino con un volo diretto della Ryan Air nel primo pomeriggio di venerdì con Paolo Porziotta, Michele, Giorgio, Roberto e Michela. Ben dieci soci presenti, capitanati poi dal tifoso n. 1 del nostro Club, che non ha scelto Juventus - Borussia Dortmund per essere presente, ma una gara per molti di secondo piano ma per lui no! Dopo la trasferta a Parma in Coppa Italia, il Presidente stupisce ancora una volta tutti. Che altro possiamo aggiungere su Francesco, se non dire che siamo sempre più ORGOGLIOSI, di avere al timone di questa "pazza realtà", una persona come lui! 
Alle 19,45 il ritrovo per tutti nel piazzale antistante l'ingresso nella Curva Sud. Porziotta e Ricciardi vanno nel loro settore, la Tribuna Vip, mentre Francesco raduna i restanti sette, per entrare dentro e srotolare come sempre il nostro striscione ANDRIA che posizionano al solito posto, dove si lasciano immortalare proprio dal PRES.....che non ama essere sotto i riflettori...(foto articolo) prima dell'inizio della partita. Eccole le tre donne Michela, Rossella e Brigida orgogliose di essere li dietro il nostro storico striscione a rappresentare assieme agli altri il nostro club. Un grazie immenso a Giovanni Tedesco per la sua disponibilità ad organizzare l'auto! Come non ci stancheremo mai di ringraziare le due nuove leve, Giorgio e Roberto per quanto fanno per il nostro club. Giorgio in foto è quello a destra, con il braccio alzato ed il pollice puntato verso l'alto!  
In una azione di gioco, lo striscione è stato inquadrato alla grandissima dalle telecamere di Sky per l'orgoglio di tutti noi presenti al Club ad Andria!
Peccato aver visto il Settore Ospiti dello Stadium completamente vuoto e per la prima volta da quando giochiamo nel nuovo stadio. Non è giusto quello che i tifosi atalantini stanno subendo da inizio stagione per via degli scontri contro i romanisti. I Settori Ospiti vuoti sono una sconfitta per tutti noi che amiamo il calcio e viviamo di solo curva!
ANDIAMO A CONQUISTARE I QUARTI DI FINALE
Lunedì sera si riparte per la sfida delle sfide, la partita più importante sin qui per la nostra Juve in questa stagione. Un pullman al completo partirà come sempre dalla Stazione di Andria in tarda serata, oltre a una ventina in aereo. Un altra grandiosa presenza. Essere soci dello JC ANDRIA ti da sempre garanzia di ottenere un biglietto allo Stadium. Per chi non vuole spendere (30 euro annui....vergognatevi...), siete e sarete sempre liberi di avventurarvi per altri lidi, con tutti i rischi che correrete sempre e soprattutto spendendo tanto ma proprio tanto di più...contenti Voi, più CONTENTI noi! Lo JC ANDRIA porta a Torino solo e soltanto i propri SOCI! 
Sarà una gran bella trasferta vista anche la presenza di oltre 2.000 tifosi tedeschi che sono tra le migliori tifoserie nel panorama europeo, ma la nostra SUD non sarà da meno è giò immaginiamo la Bolgia che ci sarà allo STADIUM.
Per tutti gli altri l'appuntamento è fissato al Club. Vista l'affluenza da record che si preannuncia, invitiamo tutti a recarsi molto tempo prima dal Club, in quanto le procedure d'ingresso saranno più selezionate! Trasformiamo lo JC ANDRIA in un piccolo STADIUM!
JC ANDRIA: PASSIONE & MENTALITA'.....DIFFIDATE DALLE IMITAZIONI!
PER NOI ESISTE SOLO E SOLTANTO LA JUVENTUS! 

 

 
 
OCCASIONE PERSA
 
Se dopo il pareggio di Udine vi avevamo detto che il pareggio andava comunque più che bene, dopo il pareggio di Cesena, vi diciamo che abbiamo perso una ghiotta occasione per volare a +9 in classifica. Non sarebbe di certo finito il campionato, ma avremmo davvero potuto compiere un significativo passo in avanti verso la conquista del quarto tricolore consecutivo e, soprattutto, saremmo andati a Roma molto ma molto più sereni. Invece abbiamo lasciato intatte le possibilità per la Roma, che resta a -7, di essere ancora ampiamente in gioco per la conquista del titolo. Peccato.
Dopo il pareggio nell'amichevole dello scorso luglio sempre a Cesena, anche in campionato la contesa è terminata sul risultato di parità. 2-2 il finale di una partita che con una maggiore concentrazione e tanta più cattiveria sarebbe potuta finire con la nostra vittoria. Vittoria che abbiamo avuto in pugno, sia sul vantaggio del 2-1, che dopo il pareggio cesenate, quando Vidal ha fallito clamorosamente un calcio di rigore che avrebbe assegnato alla Juve tre punti pesantissimi. Ma dobbiamo comunque rendere onore sia al Cesena, autore di una prova maiuscola, a dispetto di una classifica certamente bugiarda e sia alla tifoseria romagnola, una delle migliori sin qui incontrate in questa stagione. 
Qualcuno da Milano è non solo avrà ribadito....."ha pareggiato il Cesena"....ma noi di tutta risposta rispondiamo....."ha pareggiato la Roma...". Chi lo avrebbe mai potuto immaginare, il Parma, oramai quasi dichiarato fallito, che si ritrova a conquistare un punto clamoroso all'Olimpico di Roma, contro una squadra, quella capitolina, in continuo affanno è priva di idee. Ma pensiamo a noi. La strada è ancora lunga, anzi sempre più piena di ostacoli come lo dimostra Cesena. Un approccio alla gara davvero assurdo della nostra squadra. Una difesa imbambolata, che ha rischiato in almeno altre tre occasioni, prima di capitolare. Poi l'uno due micidiale di Morata e Marchisio, sembrava aver messo sul giusto binario, la partita. Invece, prima il gol del pareggio, autentico regalo della nostra distratta difesa è poi Vidal, che come detto sbagliava un calcio di rigore, hanno fatto si che le recriminazioni al termine della gara fossero davvero tantissime! Non possiamo lasciare questi punti per strada, su questi campi. Ripetiamo, il Cesena non ha rubato assolutamente nulla, ma la Juve non può permettersi questi mezzi passi falsi! Ora sotto con l'Atalanta che non verrà a regalarci assolutamente nulla a Torino. Poi al 95° penseremo a come affrontare il Borussia! 
La nostra trasferta a Cesena ha avuto non poche difficoltà nell'organizzazione. Come detto, i biglietti sono andati esauriti in maniera del tutto strana nel primo giorno delle vendite. Mai ci era capitato di restare a secco di tagliandi per una trasferta. Subito decidemmo di partire comunque anche senza biglietti. Il nostro buon Fabio, con le sue molteplici conoscenze si era comunque messo a caccia di qualche tagliando, poi grazie agli amici "coratini" siamo riusciti in extremis a recuperare, tramite loro conoscenze, i tagliandi necessari, alcuni ridotti under 14, per l'allestimento di un furgone da 9 posti. Alle 14,00, molto comodamente, di domenica pomeriggio i nostri ragazzi condotti da Fabio Attimonelli (encomiabile il suo attaccamento e la sua infinita passione per la Juve e per il Club) e Graziano Palladio sono partiti verso la Romagna con ben 10 persone a bordo ed in compagnia di Giuseppe e Franco dello Jc Corato Bianconera. Visto l'orario si decide di fare una sola sosta poco prima di Ancona. Nel frattempo a bordo succede di tutto. Delirio allo stato puro, causato dall'ottimo vino portato sia da Graziano che da Giancarlo Conversano oltre che dalle infinite birre dell'unica donna a bordo, Agnese Zingaro, alias "madame Spagnoletti". A bordo anche un pugile (non ci facciamo mancare nulla), Riccardo Di Palo, oltre a Tommaso, Feliciano ed il fotografo della Curva, lo "scafista" Enzo Glinni! Allegria, tanta allegria e soprattutto goliardia. Musica sparata a palla e grazie alla comodità del mezzo e all'altezza dello stesso, gli occupanti riuscivano a passare facilmente da una fila all'altra combinandone di cotte e di crude. In autogrill il livello di sopportazione di alcuni era arrivato ai livelli massimi..... Ma proprio quella sosta in autogrill è servita per far rifiatare e "riprendere" la terribile combriccola che giungeva poi a Cesena alle 19,00 circa senza scorta sino al Centro Commerciale dinnanzi allo Stadio. Poi per poter parcheggiare il mezzo proprio sotto la Ferrovia, fingono di avere un disabile a bordo per superare tutti i blocchi dove si invitava a parcheggiare il mezzo ben distante dal settore....grandioso Fabio!
Giunti sotto al settore i nostri ritirano i tagliandi d'ingresso riusciti a recuperare per vie traverse ed attendono il grande Ferrucci, presidente del Club di Corato, trasferitosi in Friuli per motivi di lavoro e con il quale è sempre un piacere incontrarsi. Si entra tutti dentro dove ad attenderci troviamo come sempre i soliti amici di Tradizione, Aosta e Bassa Valle. Posizioniamo la nostra pezza da trasferta ANDRIA PRESENTE, come da foto articolo, all'anello superiore, al fianco del Gruppo Aosta e vicini i ragazzi di Riccione e del Club Madunnina di Milano. Con tanto di nuova bandiera al seguito, un grosso tricolore con il simbolo della Juve dentro sventolata per quasi tutta la partita, da Fabio prima e da Graziano poi. Notiamo con stupore la presenza di ultras cesenati non tesserati al nostro fianco, nel settore distinti. Bella mentalità la loro, tutti casual, con i quali battibecchiamo spesso. Il nostro tifo va come la partita della nostra Juventus. A tratti. Troppi i tifosi occasionali presenti, ma del resto si sa che la Romagna è bianconera da sempre. Finisce la partita, siamo delusi, ma subito la goliardia ha la meglio sulla delusione. Riprendiamo il sorriso e riprendiamo a combinare di tutto nel tragitto verso il parcheggio, con Graziano che già pensa a dove dormire al suo rientro....Partiamo verso le 23,30 per arrivare ad Andria, stanchissimi e soprattutto spezzati alle 05,00 quasi. Per fortuna alla guida è andato tutto bene. Facciamo il porta a porta lasciando tutti i soci sotto le proprie abitazioni.....che volere di più???? 
Un altra trasferta è stata organizzata, un altra presenza al seguito della Juve. Sempre, ovunque e comunque perchè la gente come noi non molla mai.
Venerdì mattina è già tempo di ripartire con ben 8 soci che saranno presenti a Juve - Atalanta a Torino. 4 saliranno in auto condotta da Giovanni Tedesco, che ringraziamo. Altri 4 condotti da Francesco Nicolamarino il nostro Presidente, saliranno in aereo per presenziare anche di venerdì a quest'altra trasferta. 
Come facciamo ad esserci sempre????? semplice....abbiamo tanta passione e tanta mentalità da vendere.....IMITARCI PER CHI VUOLE PROVARCI NON E' SEMPLICE!
J U V E N T U S    C L U B    A N D R I A.....semplicemente unici....orgogliosamente gobbi!  
 

 
 
HIP, HIP, HIP.....HURRA' HURRA' HURRA'!
 
Ah ah ah ah ah ah ah ah, che ridere ragazzi. Abbiamo passato una settimana intera, a "paraculare" tutti i milanisti, dando loro lezioni di geometria e di tecnica della prospettiva......concludendo ogni ragionamento con un bel..."hip...hip..hip...hurrà...hurrà...hurrà..."...(cit. S. Berlusconi). Tre belle perette e tutti a casa!
"Ci consenta", Geom. Galliani, ma da quando mette piede nello Stadium, la matematica, per Lei soprattutto, continua a dimostrarle che non è un opinione....ma sempre un risultato esatto: la sconfitta del Suo Milan. 
Se ne faccia una ragione, come ogni vero tifoso del Milan. Tra la Juventus e la sua squadretta (non quella per disegnare una prospettiva) la differenza è davvero abissale. Ancora una volta, pur non disputando una delle migliori partite, la Juventus ha avuto ragione di un Milan, dimostratosi in molti frangenti della partita, raccapricciante e mediocre! Ringraziassero di non essere tornati a Milano con un bel cappotto, di quelli delle grandi occasioni! La Juve va, pur tra diverse difficoltà dettate dai continui stop soprattutto nel reparto difensivo. Mantenuti i sette punti di vantaggio, un buon bottino ma ovviamente ancora poco rassicurante. Vantaggio ad opera del solito Carlitos Tevez, autentica bestia nera di Galliani & C., raddoppio di Bonucci che come sempre invita tutti a "sciacquarsi la bocca" quando parlano di noi e della Juve....e gol della tranquillità ad opera del sempre più intraprendente Alvaro Morata per il 3-1 finale. Un altra giornata è passata, un altro ostacolo è stato brillantemente superato, ma guai ad adagiarsi, le difficoltà sono sempre dietro l'angolo ad iniziare da domenica sera, quando saremo di scena sul difficile campo del Manuzzi di Cesena, contro un avversario che a dispetto della posizione di classifica, sappiamo benissimo, che venderà cara la propria pelle.
La trasferta a Torino contro il Milan è stata molto partecipata, rispetto alle altre gare di cartello di questa stagione. Oltre al solito pullman, anche una colonia di andriesi è partita in aereo! In tantissimi ci siamo ritrovati su, per sostenere il nostro "amore" in quest'altra importante partita. Quelli del pullman sono partiti poco prima delle 23,00 dalla Stazione di Andria con la solita euforia e la solita goliardia dettata questa volta dalla presenza di diversi "pezzi da novanta" del nostro sempre più "pazzo" club! 
A bordo i selfie si sprecavano, vista la presenza di Savino Ieva ed Enrico Ferro. A condurre su l'allegra comitiva c'erano Andrea Leonetti, Nicola Pisani e Giuliano Zefferino. Il freddo si faceva sentire già dalle prime soste in autogrill con la presenza di tanta neve. Prima dell'arrivo a Torino la tradizionale lotteria assegnava la maglia di Marchisio con altri premi come la sciarpa di Tradizione, le t-shirt del club e i calendari ufficiali della Juventus. Giunti sotto la Mole, la comitiva come sempre si divideva tra chi preferiva farsi un giro in centro città e chi invece andare direttamente in zona stadio. Alle 18,30 il ritrovo era per tutti, compresa la colonia degli "aviatori", al pullman, parcheggiato come sempre al solito nostro posto! Avevamo la presenza di soci in tutti i settori dello stadio, dalla Tribuna Vip dietro le panchine, passando per la Ovest 2, la Nord, la Est e ovviamente i tantissimi in Curva Sud. Posizionato lo striscione al bocchettone della curva, la gran parte restava proprio li dietro il nostro simbolo all'interno dello Stadium. Gli altri condotti da Massimo Matera, Giorgio Nicolamarino ed Enrico Ferro, si andavano a posizionare dietro la porta con la nostra bandiera crociata ANDRIA 2003! Soliti sfottò con fighterino, il lancia cori di Tradizione e con gli altri del Gruppo della Sud. Poi i saluti finali, con i nostri che escono per ultimi dalla Curva Sud, quasi quasi spegnevano le luci dello Stadium...eccoli infatti una parte (gli striscionisti "incaricati" per questa partita), nella foto, con la curva oramai deserta. Savio Ieva, Enrico Ferro, Nicola Pisani, Andrea Leonetti, Luisa Dell'Aquila e Giuseppe Leonetti che indica il tre con la mano e Giorgio che sventola la nostra bandiera crociata, con Giuliano a scattare la foto. Poi i saluti con chi restava a dormire a Torino e la partenza del pullman verso Andria, dove alle 11,00 di domenica mattina giungevano "allegramente" in stazione. Complimenti a tutti i presenti, ancora una volta abbiamo potuto soddisfare le richieste dei tantissimi soci prenotati.
Da segnalare in Tribuna Est una nostra colorita presenza che confinava quasi con il Settore Ospiti. Hanno battibeccato di frequente con i rossoneri, hanno rischiato di essere allontanati dagli steward facendosi come sempre riconoscere....visto i cartelli che avevano preparato con su scritto per ognuno di loro...."ANDRIA PRESENTE"...oramai uno stile di vita per tutti i nostri soci, anche quelli che frequentano le tribune, come Michelone Zagaria, Antonio Fiore, Francesco Dantile, Massimo Bucci e Mario Conversano. 
Domenica si va a Cesena, noi nonostante ad oggi non abbiamo ancora dei biglietti, abbiamo deciso comunque di partire in furgone a noleggio da 9 posti. Li in Romagna vedremo il da farsi. L'importante come sempre è esserci, a modo nostro, ma ci saremo, convinti che comunque riusciremo ad entrare. Tanto onore a chi partirà! 
FORZA JUVENTUS, LA CURVA SUD TI AMA, TUTTA LA SETTIMANA IO PENSO SOLO A TE...FORZA JUVENTUS...UNICO GRANDE AMORE...UNA GRANDE PASSIONE CHE HO DENTRO DI ME....
JUVENTUS CLUB ANDRIA....PASSIONE INFINITA! 
 

 
 
PARI E PATTA A UDINE
 

Prima di quest’ultimo turno di campionato, l’obiettivo di noi tutti tifosi gobbi era quello di riuscire a mantenere il + 7 di vantaggio sulla Roma. Domenica invece ci siamo ritrovati nella condizione di poter addirittura volare a + 9, mettendo forse una serie ipoteca sulla vittoria finale del campionato. Mai avremmo potuto immaginare l’ennesimo stop interno di una Roma davvero in pessimo stato di forma, fisica e mentale. Probabilmente le parole del proprio “mediocre”, aggiungiamo noi, allenatore, hanno avuto il classico effetto contrario, ovvero quello di pompare troppo tutto l’ambiente, per poi, l’effetto, essersi incredibilmente dissolto….già in pieno inverno….

No, quelli di domenica ad Udine non sono da considerarsi assolutamente due punti persi dalla nostra Juventus. Lo 0-0 finale è stato certamente il risultato più giusto, al cospetto di una Udinese ben messa in campo e davvero tosta da abbattere. Una partita non bella, con poche e rare occasioni, ma che avrebbero potuto cambiare la storia della partita. Alla fine nessuna recriminazione. I campionati se qualcuno lo ha dimenticato, si vincono anche con i pareggi e anche con un solo punto di vantaggio. Ora riflettete tutti cari amici gobbi: se vi avessero detto, lo scorso 15 luglio ”firmereste per trovarvi il 1 febbraio 2015 a + 7 sulla Roma….agli Ottavi di Champions e alle semifinali di Coppa Italia….statene pur certi che ci sarebbe stata la fila….anche se avremmo tutti detto….firmiamo ma non ci crediamo…”.

Tornando alla gara di Udine, abbiamo visto una squadra affaticata che secondo noi, avrà subito gli effetti di una preparazione più intensa in questa fase, per arrivare alla Champions League tonici e brillanti. Intanto a Roma piangono e contestano, dopo l’eliminazione dalla Champions e il distacco dalla Juventus ora devono sopportare anche l’eliminazione dalla Coppa Italia. Il troppo parlare gli si è ritorto contro!

Ma veniamo alla nostra trasferta in terra friulana. Il racconto dei nostri viaggi al seguito della nostra amata Juventus, sappiamo che sono per tutti voi affezionati lettori di questo sito, la cosa più attesa di ogni settimana. Ancora una volta siamo andati al Friuli, ancora una presenza al seguito della nostra Juventus. Ma ci pensate che in questa stagione siamo stati ovunque presenti sin qui…tranne che a Doha (per scelta) e a Napoli (per il divieto imposto). 28 trasferte di fila, in Italia e in Europa, Coppa Italia compresa! Numeri su numeri che ci riempiono di settimana in settimana di orgoglio! Partiti in ritardo da Andria alle 03,40 della notte, dopo un acquazzone pazzesco che ci lasciava un tantino preoccupati per quello che si sarebbe potuto trovare per strada. Invece niente di tutto ciò, soltanto freddo intenso e piccoli tratti di pioggerellina. La quintina di questa trasferta si componeva di due pezzi da novanta come Fabio Attimonelli e Salvatore Lomuscio, dall’emergente Sante Tricarico e da due della vecchia guardia come, Pasquale Di Palma e Pasquale Cipriani. Un bel gruppo, molto affiatato, ma del resto grazie alla nostra chat, oramai siamo diventati tutti come dei fratelli! In auto si è chiacchierato su tutto…spaziando dalla Juve all’elezione di Mattarella a Presidente della Repubblica…A San Benedetto la prima sosta in autogrill che ci ha visto fare rifornimento e un caffè prima di ripartire con il cambio al volante da Cipriani ad Attimonelli, il quale ha condotto il gruppo sino a Portogruaro dove avevamo l’immancabile appuntamento con gli amici del Gruppo Bassa Valle (presenti tutti i vecchi), gli inseparabili valdostani con i quali oramai condividiamo ogni attimo delle nostre trasferte. Di li tutti a pranzo a mezzogiorno in un pub birreria molto simpatico di nome “Arnold’s” dove ovviamente andiamo in escandescenza, tra fiumi di birra e liquori finali…cori e goduria alle reti del Sassuolo che nel frattempo giocava contro la Prescrittese Band….che ridere….ma di gusto proprio!

Si riparte, verso Udine. Al Pub, arrivano anche il Presidente del Club Nord Est Bianconero, Massimo un carissimo nuovo amico e Vincenzo Ferrucci il Presidente del Club di Corato, trasferitosi per motivi di lavoro li proprio in Friuli. Seguiamo loro e facciamo una strada interna per giungere ad Udine. Allegria a go go a bordo con il ripetuto coro….”Udinese vaffanculo…Udinese…vaffanculo…”. Eccoci nel parcheggio ospiti, a Udine con la Digos di Torino ad accoglierci e a salutarci come sempre scherzosamente….con uno che fa…”Oh Andriaaa….e le mozzarelle quandoooo?????”…..ah ah ah ah ah ah ah……

Poi i saluti con Paola Presidente dello JC MASSA, con Blas e i ragazzi ungheresi, con Raffaele di Mondragone, Con Luca di Fiumicino (Daje Rega), con Mondo di Affida, con Decio del gruppo RH Bianconero….con Luca di Aosta….poi con Gino di Forlì, con tutta Tradizione e con alcuni dei Viking. Ti giri intorno e ti accorgi che siamo sempre e soltanto i soliti ad essere li presenti. Km e Km per una passione incredibile. Come sempre i complimenti e gli “onore a voi” si sprecano nei nostri confronti da parte di tutti.

Sistemiamo le pezze nell’angolo a sinistra del settore assieme ai ragazzi di Bassa Valle e agli altri gruppi presenti (come da foto articolo), verso la Tribuna, unico settore agibile assieme alla Curva Sud. Lo stadio Friuli si sta rifacendo il look, ne verrà fuori davvero uno splendido gioiellino che giustificherà, ma solo allora, i 40 euro per un settore ospiti, attualmente di merda….Bella la Tribuna, altissima e a strapiombo sul campo! Li sono attualmente sistemati gli ultras locali in un angolino a sinistra della stessa. Cantiamo un nuovo coro….”Un giorno all’improvviso” già cantato da altre tifoserie nel panorama italiano, ci riscaldiamo con diversi bicchieri di punch…..speriamo in un gol che non arriverà mai….ma ci divertiamo sugli spalti a far baldoria assieme a Bassa Valle, Ungheresi e Tradizione. Poi arriva l’ora dei saluti, ripartiamo prestissimo senza perdere un minuto di più, con Bassa Valle ci facciamo un aperitivo in un area di servizio prima che le nostre strade si dividessero. Di li in poi, ci fermiamo soltanto a San Severo per fare rifornimento e ripartire per Andria dove arriviamo incredibilmente all’1.15 della notte. Chissà se gli autovelox ci avranno graziato….Una bellissima trasferta, onore ai presenti, onore al nostro Club per quello che da anni fa! Un grazie a Pasquale Cipriani per aver messo la sua Giulietta a nostra disposizione.

Ora è già tempo di ripartire. Per Juventus – Milan, un altro pullman è stato allestito con 46 persone a bordo oltre alla colonia che viaggerà comodamente in aereo, ben 24 persone, capeggiate da Michele Zagaria e Massimo Matera. A bordo pullman invece Andrea Leonetti, Nicola Pisani, Enrico Ferro e Giuliano Zefferino, con soci vecchi e nuovi. Solito ottimo mix. Gli aspetterà tanta neve e tanto freddo. Ma perla Juve siamo sempre disposti a tutto noi pur di esserci.

JUVENTUS CLUB ANDRIA…..UN GIORNO ALL’IMPROVVISO CI INNAMORAMMO DI TE…   

 

 
 
NOI E LA JUVE CONQUISTIAMO LE SEMIFINALI DI COPPA ITALIA
 
Le semifinali volevamo è le semifinali abbiamo conquistato. Volere é potere! Questa Juventus continua a portare avanti un altro degli obiettivi di stagione. Una Coppa Italia che ci manca da ben 20 anni, una coppa Italia che se conquistata, sarebbe la decima da mettere in bacheca e che ci fregerebbe anche, della benedetta stella d'argento sulle nostre maglie che si andrebbe ad aggiungere alle tre stelle luccicanti e d'oro già in bacheca! Ma calma. Adesso non voliamo troppo con la fantasia. Intanto godiamoci quest'altro passo in avanti importante effettuato mercoledì sera a Parma, dove anche noi, siamo stati come sempre presenti. Ecco perchè, come recita il titolo dell'articolo, ci sentiamo anche nostra, la conquista di queste semifinali. Arrivare da così lontano, percorrere 700 km, di mercoledì, per un quarto di finale di Coppa Italia non è cosa da tutti. Ma noi amiamo alla follia questa squadra, questi colori è nulla ci appare difficile da raggiungere. Siamo semplicemente spinti ed animati da tanta pura follia e passione. Mentre appendevamo la nostra "pezza", nel settore ospiti dello Stadio Tardini, abbiamo subito ricevuto tantissimi elogi e complimenti, dai tantissimi tifosi presenti ma che arrivavano dal centro e Nord Italia. Davvero in tanti nella Curva Nord Ospiti per essere una gara di Coppa Italia. Abbiamo visto in Tv, diverse altre grosse tifoserie, non riempire quest'anno, nemmeno uno dei tre spicchi di settore dello stadio parmigiano, mentre noi gli occupavamo tutti e tre e non solo.....ma vi diremo dopo...
Una partita che sulla carta sembrava semplicissima e da alcuni ritenuta una formalità...ma invece come noi vi avevamo preannunciato nel precedente articolo, è stata gara vera, gara dura, contro un avversario che a dispetto della grave crisi tecnica e societaria ha venduto carissima la pelle dimostrando grande professionalità. 
Una brutta partita ad onor del vero, non giocata bene dalla Juventus, con alcuni elementi davvero sotto tono e non al meglio della condizione fisica. Diversi i rincalzi messi in campo dall'allenatore, ma che rispetto alla stupenda presentazione effettuata contro l'Hellas Verona negli Ottavi di Finale, questa volta non hanno brillato come allora. Quando oramai sembrava impossibile poter evitare i tempi supplementari, tra le imprecazioni dei nostri 3 validi soci saliti su a Parma, che già immaginavano un ritardo sul loro rientro...ecco arrivare il gol della qualificazione di Morata, accolto da un boato, con un settore ospiti letteralmente impazzito dalla gioia!  0-1 il finale è JUVENTUS qualificata alle semifinali della Coppa Italia dove adesso affronteremo la vincente di Roma o Fiorentina! Chiunque sia, dobbiamo ad ogni costo conquistare questa benedetta finale! Inutile dirvi quanto siamo stati felici per questo passaggio del turno che sentiamo ancor più nostro vista la nostra presenza in quel di Parma. Ma veniamo a raccontarvi della trasferta dei nostri tre soci, Francesco Nicolamarino il Presidente, Fabio Attimonelli l'infaticabile segretario e Giuseppe Tattolo, un altro della prima "era", saliti su a Parma in un modo per noi insolito. Alle 13,08 treno Freccia Bianca da Barletta diretto a Bologna, dove in un treno quasi vuoto sono arrivati in tutto relax e tranquillità alle 18,20. Giunti a Bologna si sono subito diretti a ritirare dalla Maggiore, una Panda a noleggio che gli ha permesso di raggiungere sia Parma che di far rientro ad Andria, non prima di averla lasciata in Aeroporto a Bari. Insomma i soliti viaggi "complicati" costruiti dal solito Fabio che gli ha permesso però di guidare solo al ritorno riposandosi in andata. Alle 20,00 in punto i nostri erano al Casello di Parma, dove trovavano un traffico pazzesco dovuto alla partita e ai tantissimi tifosi juventini arrivati in auto. Subito dopo il casello, la Polizia aveva predisposto un punto di raccolta in un parcheggio di un centro commerciale dove hanno fatto lasciare tutti i mezzi per salire a bordo di "circolari" che hanno condotto i tifosi allo Stadio Tardini. Quella presa dai nostri è stata l'ultimissima navetta predisposta, visto l'orario oramai. Allo stadio giungevano alle 20,35 per fare ingresso dopo i controlli di rito alle 20,40 praticamente solo 5 minuti prima del fischio d'inizio. Prendono posto nello spicchio più piccolo alla destra della curva, posizionando la pezza Andria Presente sul vetro principale, come da foto articolo, assieme agli amici di Bassa Valle e Meda e del Gruppo Nucleo 1985! Inizia la partita, fa freddissimo, la Curva parmigiana nonostante la situazione per la loro squadra sia critica, si fa sentire. Noi abbiamo poca voglia di cantare, facciamo quello che si può ma ti accorgi che ci sono centinaia e centinaia di tifosi occasionali! L'importante è che c'eravamo Noi! Soliti sfottò con i parmigiani ai quali ricordiamo la visita al Bar da Gianni....alla rete di Morata poi il delirio generale...con un CHI NON SALTA PARMIGIANO E'.....cantato e mimato da tutto lo stadio tranne ovviamente dalla loro curva....Vedere questa scena è stato bellissimo...loro, i parmigiani, volevano morire in quel momento.....ah ah ah ah ah ah ah....è partiva il nostro coro...E' TANTO GIA' LO SO...CHE L'ANNO PROSSIMO...GIOCHI DI SABATO....se gli va bene... 
In curva Fabio super impegnato nel salutare tutti....ma ci chiediamo...avrà guardato un po di partita? Del resto era giustificato, visto che era da Cagliari che non seguiva la Juve. Finita la gara, evitati i supplementari, fatta la foto di rito assieme ai ragazzi di Bassa Valle, si dirigono verso le circolari che li riportano al parcheggio vicino l'autostrada. Si riparte a mezzanotte circa, la stanchezza c'è ma fatto un caffè e uno spuntino a Secchia vicino Modena ripartono decisi a raggiungere Andria presto per poter tutti recarsi a lavoro. Un grosso grazie al Presidente che ha voluto guidare per tutta la notte. Encomiabile ed incredibile la sua forza! Applausi per lui e applausi per loro che hanno rappresentato il Club anche in quest'altra trasferta, una di quelle trasferte che non fanno altro che accrescere il valore di questo straordinario gruppo qual'è il nostro!
Alle 6,40 i nostri erano già ad Andria pronti per affrontare un altra giornata di impegni e lavoro! Bravi ma soprattutto UN PRESIDENTE C'E' SOLO UN PRESIDENTE... 
Al club il solito zoccolo duro si è voluto ritrovare per guardare tutti assieme la partita e come al solito brindare....del resto come diceva Palladio in chat rivolgendosi al Presidente..."quando il gatto manca..i topi ballano...". 

Nel frattempo raggiunto il numero delle 494 tessere sottoscritte al Club che a questo punto dovrebbe essere il dato definitivo per questa stagione visto che sabato 31 gennaio si chiuderà definitivamente il tesseramento per la stagione 20144/2015. Un dato eccellente come detto oggi dal nostro Presidente in chat!
SEMPRE PIU' ORGOGLIOSI DI NOI.

A UDINE PRESENTI
Anche domenica al Friuli di Udine ci saremo. Un auto allestita con ben 5 soci a bordo. Un altra trasferta di quelle che valgono più di ogni altra. Noi come sempre presenti!
JC ANDRIA PASSIONE E TANTA MENTALITA'!
 

 
 
DUE GOL PER I NOSTRI DUE SOCI PRESENTI!
 
Juventus batte Chievo Verona 2-0. Che altro chiedere di più da parte dei nostri due ragazzi presenti li a Torino (eccoli nella foto articolo, ritratti con la ns. pezza ieri in posizione bocchettone), a rappresentare anche contro i clivensi il nostro Club, sempre presente al fianco della squadra! Un gol a testa hanno ricevuto Andrea Nicolamarino e Francesco Figliolia, orgogliosi di aver risposto presenti anche a questa partita pur di non far mancare il nostro Club! Che la partita fosse difficile e da non sottovalutare questo lo sapevamo già, ma che avremmo faticato più del previsto questo no, non c'è lo aspettavamo! Comunque alla fine è andata benissimo e soprattutto sono arrivati i 3 punti e il massimo vantaggio sulla seconda in classifica dall'inizio del campionato. Un bel +7, complice dell'ennesimo pareggio della Roma. Domenica pomeriggio tanti giocatori sono apparsi stanchi ed appannati, Tevez su tutti. Ma può capitare. L'importante ripetiamo è aver vinto. Ancora una volta dobbiamo ringraziare quel mostruoso giocatore che risponde al nome di PAUL POGBA, sempre lui, autentico MARZIANO di questa squadra. Ancora una rete fenomenale, ma se avesse messo a segno anche la seconda rete....da cui poi è nato il gol di Lichsteiner, sarebbe venuto giù lo Stadium. Questo ragazzo è davvero incredibile.....sarà la miniera d'oro per la nostra Società ma soprattutto potrebbe essere il calciatore intorno al quale costruire una squadra che finalmente torni a dettare legge in Europa! Per questo urliamo a gran voce....NON SI VENDE POGBA.... 
Comunque dobbiamo registrare un clima positivo intorno alla squadra e all'interno dello spogliatoio. Il gruppo è compatto e soprattutto è tornato ad avere quella fame di successi e quella giusta cattiveria che è stato l'inconfondibile marchio di fabbrica della Juve di Conte. 
A proposito del nostro grande condottiero Antonio Conte, che è tornato finalmente a Vinovo, accolto come un eroe dai tifosi presenti all'esterno e dai calciatori sul campo. Giusto così per l'artefice di tutto quello che stiamo vivendo!
Insomma tutto procede al meglio, non facciamoci illusioni, perchè gli ostacoli sono sempre dietro l'angolo, ma questo 4-3-3 davvero sembra forgiato per questa squadra, merito all'allenatore che di settimana in settimana continua a metterci sempre più del suo!
Della presenza dei ns. due soci contro il Chievo, nulla da segnalare, se non i soliti saluti e la solita compagnia con Luca di Aosta e i ragazzi di Bassa Valle che registravano la presenza del leader Federico. Tutto tranquillo! Al Club invece si è registrata un atmosfera incredibile, con la presenza di tantissime persone e soprattutto del "loggione rumoroso" al gran completo con pezzi da 90 come Salvatore Caldarone e Graziano Palladio a farla da padrone e almeno una ventina di persone in piedi che valevano per una intera sala. 
Cori su cori ed il classico sfottò...."Allegri dimettiti..." di Locantore è poi sul 2-0...."e se ne va...la capolista se ne va...la capolista se ne va..." oltre alle solite spinte...i soliti scherzi....(cuscinate in testa), i soliti "odori strani"....e la solita gran bevuta a fine gara questa volta per festeggiare Agnese Zingaro una delle JC Andria Girls che festeggiava il suo onomastico venuto in settimana! Limoncello a go-go, dolcetti è maxi selfie tutti assieme con il fotomontaggio della faccia di quel coglione di Totti, poi messo in circolo in rete...davvero originalissimo....
Un altra domenica perfetta vissuta da noi tifosi gobbi....che altro chiedere di più?????? Una Morettiiiiiiiiiiii! ah ah ah ah ah ah ah ah aha..... 
Ma ora torniamo ad essere seri e soprattutto a concentrarci sul prossimo e difficilissimo impegno di Coppa Italia contro il Parma che potrà sembrare una passeggiata ma se non li affronteremo con la giusta determinazione rischieremo di rimediare una pessima figura, pertanto tutti concentrati sull'obiettivo COPPA ITALIA. Le semifinali vanno assolutamente conquistate! AVANTI RAGAZZI, noi saremo li con Voi per raggiungere l'obiettivo!
Avete capito bene! Noi non siamo normali è proprio per questo di mercoledì in un freddo gennaio raggiungeremo in 3 anche Parma per un quarto di finale di Coppa Italia. Follia pura, ma a noi nulla potrà fermarci. Passione & Mentalità sono il nostro marchio di fabbrica che da sempre ci contraddistingue. Onore al Presidente, a Fabio e Pinuccio Tattolo un trio pesantissimo che ci rappresenterà anche li in Emilia!
NOI SEMPRE PRESENTI!

TESSERAMENTO AL CLUB
Volge al termine il tesseramento per la stagione 2014/2015 allo JUVENTUS CLUB ANDRIA. La proroga che ci è stata concessa dal Centro Coordinamento per tutto il mese di gennaio ha sortito degli ottimi effetti. Mai avremmo immaginato di poter raggiungere quest'anno la soglia delle 500 TESSERE. 
492 sono al 26 gennaio, le tessere sottoscritte al Club. Un traguardo grandioso ed insperato che ci rende orgogliosi di tutti Voi che ci avete sostenuto! Grazie di cuore.
Mancano adesso soltanto quattro giorni alla chiusura definitiva, pertanto se ci fosse qualcuno che volesse ancora approfittare per tesserarsi lo potrà fare, dopo di che non sarà più possibile!
#QUATTROCENTONOVANTADUEVOLTEGRAZIE
JUVENTUS CLUB ANDRIA.....orgoliosamente gobbi! 

 

 
 
"FILO DIRETTO" TRA POGBA E IL NS. PRESIDENTE
 
Venerdì 23 Gennaio, un altra piacevolissima sorpresa ha ravvivato una tranquilla giornata. Verso le 12,00 il Responsabile del Centro Coordinamento Club Doc, l'Avv. Lello Roberto, ci informava che il nostro Club era stato prescelto per poter intervenire telefonicamente ed in diretta, alla trasmissione "Filo Diretto" del canale tematico della Juve, in onda sul canale 231 della piattaforma Sky. Subito è partito il tam tam per informare quanti più soci possibili e grazie alla Chat di watsapp del nostro Club, in tanti hanno potuto, in tempo reale, sia apprendere della bella sorpresa che ascoltare il nostro grande Presidente, dialogare con il fuoriclasse assoluto della ns. amata Juventus, quel Paul Pogbache sta facendo letteralmente impazzire noi tifosi! Alle 15,40 del pomeriggio, dopo gli interventi dei Presidenti dei Club di Sibari ed Emilia BiancoNera, ecco il momento tanto atteso, con Francesco Nicolamarino, il nostro Presidente, che viene chiamato dalla redazione di Juventus Channel per poter salutare Paul Pogba e porre lui una domanda. Francesco, dapprima ha salutato la conduttrice della trasmissione Laura Barriales, ringraziandola per lo spazio concesso al ns. Club, per poi passare a presentare il Club a Paul, portando i saluti dei quasi 500 soci. Non poteva ovviamente mancare il pensiero nei confronti del grandissimo Avvocato Giovanni Agnelli a cui è intitolato il nostro Club, vista la ricorrenza del dodicesimo anniversario dalla sua morte. 
Poi l'augurio rivolto a Pogba, affinchè possa quanto prima raggiungere quel traguardo tanto ambito da ogni calciatore, qual'è il Pallone d'Oro! Lui ha subito ringraziato Francesco. Si è poi passati alla domanda che ha visto il Presidente chiedere a Pogba quale fosse strato il gol più bello da lui realizzato e quale il gol più importante in relazione alla difficoltà della gara! 
Il gol più bello, ha risposto Pogba, è stato il primo allo Juventus Stadium contro il Napoli mentre il gol più importante da buon profeta...aveva detto....."il prossimo".....tra lo stupore di Francesco e della conduttrice. Bravo Paul campione umile oltre che grandissimo talento del calcio mondiale! Subito gli organi di stampa ed il televideo Rai e Mediaset, ne hanno riportato la notizia in tempo reale....scrivendo del gol più importante...."il prossimo"!
Guarda un po ed ecco che Pogba ha mantenuto la sua parola....il gol più importante? il prossimo.....quello che lui aveva in mente di segnare al Chievo Verona.....che puntualmente è arrivato tra i nostri sfottò domenica fatti al Presidente al quale probabilmente il gol è stato dedicato! Ah ah ah ah ah ah!
Grazie al Centro Coordinamento per la grande opportunità di visibilità offerta al nostro Club e grazie a Paul Pogba per la sua simpatia e la sua disponibilità!
Un altra bella pagina è stata scritta, della già gloriosa storia del nostro Club! 
Il video della puntata è ovviamente presente in rete all'indirizzo facebook seguente: https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=357322891137408&id=165715780298121&_rdr 
Nella foto dell'articolo il momento in cui Paul Pogba ascoltava in diretta l'intervento del ns. Presidente con la scritta in sovra impressione che recitava: in collegamento telefonico "Francesco Nicolamarino JC DOC ANDRIA".
JC ANDRIA UNA BELLISSIMA REALTA'!

 

 
 
ALTRA GOLEADA ALL’HELLAS
 

Povero Verona. In soli 4 giorni di “vacanza” a Torino hanno rimediato ben 10 reti al passivo. Dopo la scoppola subita in Coppa Italia ne è seguita un'altra in campionato. 4-0 il finale di un'altra partita senza storia che ha visto in campo una sola squadra! Emblematica la scena di Mandorlini, il tecnico degli scaligeri, che appena subita la prima rete….dopo soli due minuti…ha guardato l’orologio incredulo…quasi a voler dire….”iniziamo bene…”.

Questa Juve ha davvero una marcia in più rispetto a tutte le altre avversarie in Italia. Ci sta poi che capitino partite in cui magari non giri tutto al meglio. Ma dobbiamo dire che il periodo di appannamento sia stato brillantemente superato dalla nostra squadra, che adesso sembra tornata la squadra cattiva ed affamata che noi siamo abituati a vedere da oltre tre anni a questa parte.

Il modulo con la difesa a 4, sta facendo diventare sempre più forte e compatta questa squadra, complice anche il rientro in rosa di elementi fondamentali come Caceres e lo stesso Pepe.

Poi quando in squadra ti ritrovi un fenomeno che di nome fa Paul Pogba…bene allora ragazzi il compito diventa davvero agevole. Incredibile lo stato di forma di questo calciatore, autentico talento del calcio mondiale! Averlo in rosa è una fortuna per la squadra e per la Società! Al furto noi non ci pensiamo. Adesso pensiamo al presente ed il presente dice che questo fenomeno sta prendendo sempre più per mano l’intera squadra.

Suo il gol che ha sbloccato immediatamente la partita, sua la incredibile finta che ha poi permesso a Carlitos Tevez, di siglare la prima delle sue due reti. Che altro fenomeno questo APACHE….idolo oramai della curva….13 reti in campionato, 3 in Champions League e 2 in Supercoppa, per un totale di ben 18 reti contro le 21 dell’intera stagione passata….è siamo appunto solo a metà dell’opera. Sognare è davvero lecito!

Di Roberto Pereyra l’altra rete messa a segno a dimostrazione del fatto che abbiamo una rosa davvero di grande affidabilità! Adesso ci ritroviamo al giro di boa con ben 5 punti di vantaggio sulla seconda, la Roma che a furia di piangere, la stanno cercando di aiutare in tutti i modi.

Aiutini su Aiutoni….ER SISTEMA colpisce ancora….! Ma la realtà dei fatti, o meglio la realtà del campo dice sempre e soltanto la verità, che la JUVENTUS primeggia sempre nonostante tutto ciò! Chi sputa in cielo tutto in faccia riavrà….

Adesso ci attende la sfida contro l’altra squadra veronese, quella di quartiere, il Chievo che resta sempre una avversaria da prendere con le pinze….Guai a sottovalutare i clivensi, guai a non vincerla questa partita. La Roma si recherà a Firenze, campo difficilissimo, con la possibilità di poter aumentare il distacco! Crediamoci. Con il Chievo al momento sarà presente il solo Andrea Nicolamarino, figlio del Presidente, che rappresenterà tutto il nostro club. Non è semplice riuscire a viaggiare sempre ogni maledetta partita come facciamo noi. Questo è il periodo in cui dobbiamo cercare di rifiatare un po, visto quello che ci attenderà nei prossimi mesi. Nonostante ciò riusciamo sempre ad esserci, costi quel che costi. Onore.

Anche contro l’Hellas in campionato noi ci siamo stati, nonostante fossimo stati già presenti in Coppa Italia sempre contro i veronesi. I nostri ragazzi, questa volta, sono arrivati su in aereo direttamente a Torino e anche comodamente, visto il volo pomeridiano della Ryan Air, per poi ripartire il lunedì, sempre al pomeriggio, dopo aver pernottato sotto la Mole!

Quanti sacrifici, quanti soldi che spendiamo per questa Vecchia….passateci il termine….BALDRACCA….che tanto arrapare ci fa!

Eccoli nella foto dell’articolo, tutti posizionati in centro Curva, dietro la porta, assieme al Gruppo Tradizione con la nostra pezza “ANDRIA 2003” e la bandiera con lo stemma della Città di Torino!

Massimo Matera (al centro della foto con cappellino in testa), ha fatto da condottiero ad una serie di soci più giovani ma già con tanta esperienza come Giorgio e Roberto e alla loro prima volta, come Lorenzo, Stefano Ferrara e Francesco Figliolia.

Nuove leve che crescono: bene, bravissimi e soprattutto tantissimo Onore per essere saliti contro il Verona!

Prima della partita tutti al Bar assieme agli amici di Tradizione! Un'altra bella domenica allo Stadium trascorsa dai nostri rappresentanti!

Bellissimo lo striscione esposto al secondo anello della Curva che recitava:

PASSANO GLI ANNI, PASSANO LE STAGIONI, ANCORA UNA VOLTA D’INVERNO CAMPIONI

JUVENTUS CLUB ANDRIA: MENTALITA’ & PASSIONE!

 

 
 
JUVE "DUE".... 6 - 1 S P E T T A C O L O!
 
Che la Juve dei titolari fosse grandiosa lo sappiamo già, ma che la Juve...diciamo "due" fosse così spettacolare, sinceramente non lo avremmo mai immaginato! Ed invece giovedì sera, contro l'Hellas Verona, nel turno secco degli ottavi di finale della Coppa Italia, la Juventus delle riserve si è sbarazzata con incredibile facilità di un avversario ostico come i gialloblu veronesi con il risultato tennistico di 6-1! Ci viene da pensare che si sia semplicemente chiuso il primo set, visto che domenica andrà di scena il secondo, sempre allo Stadium, ma questa volta in campionato, sempre contro l'Hellas. La Juventus vola, tra gli applausi dell'incredibile pubblico dello Stadium, ai quarti di finale, dove incontrerà mercoledì 28 gennaio il Parma, sempre in turno secco, ma questa volta al Tardini. Dicevamo del pubblico....vedere ben 40.000 persone per un semplicissimo ottavo di finale della Coppa Nazionale è cosa più unica che rara. Un entusiasmo da Champions League, un entusiasmo così contagioso, che ha trasmesso, alla squadra scesa in campo, una carica ed una adrenalina incredibile, manifestatasi con il roboante risultato conseguito. Tutto troppo bello in una serata a dir poco fantastica! Per non parlare del nostro orgoglio per essere stati presenti in questa serata allo Stadium con 3 nostri soci, rigorosamente in CURVA SUD, ed inquadrati, dalle telecamere della Rai, con lo striscione al bocchettone, sia alla rete di Paul Pogba che alla fine della partita quando esultanti al fianco dei ragazzi di Bassa Valle, venivano nuovamente beccati dalle telecamere! Spettacolo. Eccoli nella foto a corredo di questo articolo, sorridenti al termine della partita con la "pezza" ANDRIA 2003, utilizzata anche a mo di bandiera durante la gara (Giorgio con l'asta in mano), con alle spalle il settore ospiti occupato da ben 2.000 tifosi scaligeri che ancora una volta hanno dimostrato di essere una delle più belle tifoserie nel panorama italiano.
Un grazie ai nostri Giorgio, Andrea e Roberto per aver permesso al nostro Club di essere presenti, anche in un giovedì di gennaio, al seguito della Juve in Coppa Italia. 
La Juventus ci è piaciuta davvero tantissimo, questo modulo 4-3-3 sembra davvero forgiato per questa rosa. Un gioco spumeggiante, un gioco che inizia a piacere sempre più. Bellissima la prova diSebastian Giovinco, ritornato a giocare dopo tantissimo tempo in panchina ed autore di una doppietta meritatissima. Grande prova anche di Roberto Pereyra autore anche lui di una marcatura. Nella ripresa poi Pogba portava la Juve sul 4-0, per poi dopo aver subito la rete degli scaligeri, tornare a comandare la gara con la rete di Morata su calcio di rigore e quella "pazzesca" del gioiellino francesco, il nuovo talento che di nome fa COMAN. Ma non possiamo mica dimenticarci delle prove maiuscole di Marco Storari, sempre attento è pronto quando chiamato in causa e di Simone Pepe, tornato finalmente in campo per ben 95 minuti. Grande Simone, non vedevamo l'ora di rivederti, sei sempre l'idolo dei veri tifosi come noi! Adesso archiviata per il momento la Coppa Italia, obiettivo a cui quest'anno non vogliamo assolutamente rinunciare, pensiamo al campionato. Domenica bisognerà ripetere questa prestazione, anche se non sarà semplice visto che l'Hellas sicuramente cercherà di porre rimedio alla figuraccia rimediata giovedì sera. 
Che altro aggiungere se non che siamo davvero FELICISSIMI e dirvi che al club abbiamo vissuto un altra bella serata, nonostante la diretta Tv, ci siamo comunque ritrovati li presso la nostra sede, per festeggiare il compleanno di Eligio Fucci, nostro socio storico, che come spesso accade, ha voluto brindare e festeggiare con i veri amici del club, oramai diventato come una seconda famiglia per tutti. Bellissimo, questo dimostra come il nostro Club sia davvero un Club con la "C", maiuscola! 
Pronti già a ripartire verso Torino, dove nonostante l'avversario sia lo stesso, in Curva domenica sera noi ci saremo sempre al nostro posto, anche se solo in 4 soci (tutti nuovamente in aereo), con Max Matera a far da "capo-branco"! 
Per tutti gli altri, l'appuntamento è al Club, proviamo a staccare questa Roma che ha rotto i coglioni...li sempre alle calcagne! 
AVANTI JC ANDRIA!
 

 
 
COME IN UNA TRASFERTA! CAMPIONI D’INVERNO & GODURIA IMMENSA
 

Partiamo con il dirvi che il rammarico per non essere potuti andare a Napoli in trasferta è grandissimo. Quando ti tolgono la possibilità di prendere parte alla trasferta più bella dell’anno, già di per se costituisce un dispiacere, ma se a questo ci aggiungiamo il non aver potuto assistere dal vivo ad una vittoria della Juventus al San Paolo dopo quasi 15 anni….., ecco che il rammarico diventa enorme…

Immaginate cosa sarebbe potuto essere, se noi tifosi gobbi, fossimo stati li presenti al San Paolo. Apoteosi Totale. Peccato, soprattutto se pensiamo che è stato commesso l’ennesimo abuso di potere tutto all’italiana maniera! Questo divieto sa davvero di vergognoso.

Un grazie grandissimo lo rivolgiamo alla nostra squadra che ha saputo vendicare sia la finale di Supercoppa Italiana persa lo scorso 22 dicembre a Doha contro i partenopei e sia l’assenza di noi tifosi al seguito. Un 1-3 al San Paolo tutto da raccontare, tutto da godere….tutto immensamente bello!

Ma andiamo con ordine e riavvolgiamo il nastro di questa splendida domenica 11 gennaio!

 

LA NOSTRA TRASFERTA

Come vi avevamo detto, nel precedente articolo, a Napoli, con i nostri 38 soci prenotati, sarebbero dovuti partire anche i ragazzi di Bassa Valle e Aosta, che come spesso fanno, avevano prenotato il loro volo per Bari da Orio, per poi partire in pullman con noi…..e che pullman….e che gente ci sarebbe dovuta essere a bordo!

Saputo dell’ufficialità del divieto, oramai il volo era purtroppo perso per gli 11 amici valdostani ai quali noi però abbiamo chiesto a gran voce di scendere lo stesso giù, per trascorrere una domenica spensierata ed in allegria, tutti fraternamente assieme. Molti hanno giustamente preferito, recuperare la giornata di ferie, inizialmente presa per il lunedì e risparmiarsela per altre trasferte, ma una piccola rappresentanza del Gruppo Bassa Valle, ha voluto comunque rispondere presente alla trasferta nella nostra terra, con Federico e Matteo che alla fine sono scesi giù da Noi, in rappresentanza del loro gruppo. Subito ci siamo messi in moto per organizzare una splendida giornata, sensibilizzando soprattutto, coloro i quali sarebbero dovuti comunque partire per Napoli. Alle 10,15 di domenica mattina i due sono arrivati nello scalo barese, prelevati dal nostro infaticabile Segretario Fabio, il quale li ha immediatamente condotti ad Andria. Subito l’incontro con il nostro Presidente ed il deposito dei loro bagagli presso il B & B per loro prenotato. Poi ci si reca al Bar Farinelli in pieno centro, per un aperitivo prima del lauto pranzo organizzato. Alle 13,30 l’appuntamento era alla Puglia in Tavola, dove arrivano gli altri soci che hanno rinunciato al pranzo in famiglia pur di essere con loro. Giuseppe Cavaliere, Massimo Matera, Fabio, il Presidente, Tommy Moscatelli e Michele Zagaria. I particolari ed i dettagli del pranzo ve li risparmiamo….sappiamo soltanto che si è mangiato tantissimo, benissimo e soprattutto si è bevuto un ottimo vino Nero di Troia, con ripetuti brindisi alle reti della Lazio e non solo…..A metà pranzo poi sono arrivati a dar man forte (nelle bevute…), Graziano Palladio, Salvatore Lomuscio, Agnese Zingaro, Enrico Ferro, Giuliano Zefferino, Gianni Zagaria e Giuseppe Di Serio. Insomma uno squadrone da paura….Dopo il caffè e tanti ammazza caffè….alle 17 una parte, accompagna i ragazzi di Bassa Valle, estasiati per tanto calore ed accoglienza, su al Castel del Monte, dove grazie ad un nostro socio, riusciamo ad entrare per una visita completa con una guida d’eccezione….il nostro Presidentissimo che con la sua immensa cultura ha fatto conoscere anche a noi che siamo di Andria, cose che mai avevamo saputo…..Alle 18,30 si rientra giù ad Andria per una rinfrescata per poi, alle 19,30, ritrovarci al Bar Farinelli per un altro aperitivo, come se non bastasse, con loro.

Alle 20,30 poi tutti al Club. Tutti ma proprio tutti, soprattutto la parte più calda dei nostri soci, venuta a salutare e ad assistere alla partita, assieme ai ragazzi di Bassa Valle, ai quali ci lega una splendida e ultra decennale amicizia. Davvero una delle cose più belle (l’amicizia), valore per il quale, ancora oggi noi giriamo ovunque.

La nostra trasferta è stata questa….nonostante l’assenza forzata, noi è come se fossimo stati presenti. Bello vedere arrivare i nostri soci, tutti con sciarpa al collo e alcuni addirittura con l’abbigliamento che avrebbero utilizzato per andare a Napoli….Fabio e Graziano in primis…con t-shirt a mezza manica, nonostante le temperature della stagione….

Il club va man mano riempiendosi come uno stadio, perché quello, era per quella serata, il nostro Stadio, il nostro Settore Ospiti.

Federico e Matteo, erano sorpresi per l’affluenza di gente, per noi normalissima e per il calore di tutti. Birre su birre offerte…per poi quelli che sarebbero dovuti partire per Napoli, sistemarsi nella parte retrostante, quella che viene definita da tutti….”il loggione rumoroso..”, rigorosamente in piedi, con le pezze da trasferta aperte a mano ed i cori come se stessero li allo Stadio (ecco nella foto articolo scattata prima che iniziasse la gara). Un clima elettrizzante, un clima da stadio che mai si era registrato sin d’ora al Club. Ne avevamo fatte di cotte e di crude, ma complice la presenza degli amici di Bassa Valle, domenica sera il LOGGIONE ha dato il meglio di se, scatenandosi da inizio a fine partita. Che calore, che tifo e soprattutto che bevute….tra il Vino di Palladio e il Genepì dei valdostani.

Ma resterà impresso a tutti il momento in cui avevamo deciso di fare una splendida sciarpata nel Club…(si avete capito bene…a luci spente ovviamente..)….è proprio allora…la Juve è passata in vantaggio con Pogba….ritrovandoci come delle schegge impazzite, l’uno sull’altro! Che momento….resterà indelebile nella storia del nostro Club.

Poi il pareggio nella ripresa dei Napoletani, la delusione momentanea…con l’esplosione di gioia alla rete del nuovo vantaggio di Caceres….delirio…delirio…delirio…

Si soffre, si canta….spesso e volentieri….NOI NON SIAMO NAPOLETANI…per poi alla rete di Vidal del definitivo 3-1, esplodere letteralmente in tarantelle, in cori come “o e vita…o e vita mia….o e core…de chistu core…si stat o primm amore…”…… Bello, davvero bello vedere un intero club, donne, uomini più anziani e bambini, impazziti di gioia…mentre…quelli di dietro….non solo di gioia….ahahahahahaha!

Ecco, questi siamo Noi, questo è il calcio che piace a Noi. Fatto di tanta passione e tantissima goliardia! I complimenti per questa serata non sono mancati, da parte di chi, in maniera del tutto casuale (aveva accompagnato sua moglie all’Iper di Andria), si è ritrovato ad assistere alla partita venendo da Bisceglie e complimentandosi per il clima che si respira all’interno del nostro Club.

Poi quelli di Matteo e Federico di Bassa Valle i quali hanno ripetutamente detto….siete “TANTA…TANTA…MA PROPRIO TANTA ROBA…RAGAZZI…”.

Noi ribadiamo a gran voce….”Orgogliosi delle vostra amicizia”!

Si rientra a casa alle 23,30 dopo un ultima birra con loro. Alle 4,30 la sveglia suonerà per riportarli in Aeroporto.

Cronaca di una splendida giornata….trascorsa come se fossimo stati in trasferta!

 

ANCORA CAMPIONI D’INVERNO!

La Juventus ci ha regalato davvero una emozione grandissima, vincere in casa di quelli li….ancora oggi ci fa sentire euforici, ancora oggi godiamo nel vedere la JUVENTUS per il quarto anno di fila CAMPIONE D’INVERNO e tutti gli altri li a dannarsi, a rovinarsi il fegato, ad attaccarsi a stupide ed inutili polemiche. La realtà delle cose parla chiaro: Juventus prima in classifica, Juventus che ha vinto in casa del Milan, della Lazio e del Napoli. Juventus che ha battuto la Roma….il resto sono solo chiacchiere che se le porta via il vento…o se volete…”da bar”!

Invece di parlare sempre a vuoto, azionate per una volta il cervello ed ammettete una cosa….che state rosicando come non maiiiiiiiiii!

Troppo, troppo bello, ma bellissime le reazioni nel post partita di tutte le componenti…Società, Tecnico e Squadra……da Marotta ad Allegri e sino a Leo Bonucci….abbiamo risposto per le rime a quei pseudo-giornalisti partenopei!

Stanno troppo male, loro e tutti i tirapiedi, alcuni lontani anni luce dalla nostra Juventus….VI VOGLIAMO COSI’!

Adesso, lasciamoci dietro questa immensa goduria è pensiamo già al prossimo doppio impegno contro l’Hellas Verona. Prima la Coppa Italia giovedì sera, poi il Campionato domenica sera. Nessuna distrazione, l’Hellas è cliente difficile, la Coppa Italia resta un obiettivo da portare avanti, da non sottovalutare e che vogliamo provare a vincere per arrivare alla fatidica decima coppa! Proviamoci Ragazzi!

Anche giovedì sera saremo presenti in Coppa Italia, con Giorgio, Roberto e Andrea, le nostre tre nuove leve. Lo scorso anno mancammo agli ottavi contro l’Avellino, quest’anno invece riusciremo ad esserci! Che dire, se non applausi a noi che anche di giovedì, anche in Coppa Italia non faremo mancare il nostro sostegno al fianco della squadra! Un'altra serata che sarà vissuta in Curva Sud al fianco dei nostri amici di Tradizione, Bassa valle e Aosta!

FINO ALLA FINE….JC ANDRIA PRESENTE!

p.s. Sappiamo di aver fatto tanto baccano, di aver dato fastidio all'intero quartiere domenica sera, ma come diceva qualcuno tempo fa....NOI NON SIAMO NORMALI....siamo proprio così! Orgogliosamente gobbi!
 

 
 
 
             
 
 
 
 
             
 
 
 
Juventus Club Andria "Giovanni Agnelli" - Via Enrico Dandolo 37/39 - 76123 Andria
Info line 320/6209445 - Sede: 0883 1983534 - info@juventusclubandria.it - Webmaster: Domenico Mosca

 
Sito non ufficiale in quanto tutti i marchi e i loghi (Juve, Juventus e Scudetto) sono di esclusiva proprietà della Juventus Football Club S.p.a..
Il sito non rappresenta un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 /2001 in quanto aggiornato senza alcuna periodicità. I video, le immagini e i disegni
utilizzati sono tratti da Internet e quindi sono da ritenersi di pubblico dominio, in caso di violazioni comunicarlo a info@juventusclubandria.it,
provvederemo alla pronta rimozione.