Motto Club
   
totem
   
  HOME / NEWS

 
ULTIME NEWS
   
dot MORATA CONDUCE LA JUVE AGLI OTTAVI DI CHAMPIONS

dot CRISTIANO RONALDO TRASCINA UNA BELLA JUVE

dot UNA BELLA JUVE BEFFATA ALL'ULTIMO RESPIRO

dot LA JUVE SBANCA ANCHE BUDAPEST, IL CLUB RAGGIUNGE QUOTA 400 ISCRITTI

dot CRISTIANO RONALDO TRASCINA LA JUVE ALLA VITTORIA CONTRO LO SPEZIA

   
ARCHIVIO NEWS
dot News anno 2009
dot News anno 2010
dot News anno 2011
dot News anno 2012
dot News anno 2013
dot News anno 2014
dot News anno 2015
dot News anno 2016
dot News anno 2017
dot News anno 2018
dot News anno 2019
dot News anno 2020
   
 
PAREGGIO A CROTONE. SUPERATA QUOTA 300 TESSERE
 
La Juventus si è recata a Crotone in una settimana molto travagliata, tra i giocatori partiti per le Nazionali, due casi di positività al Covid (CR7 e McKennie) oltre alla vittoria assegnata a tavolino, dal Giudice Sportivo, per la partita non disputata contro il Napoli stante l'assenza dei partenopei che hanno avuto anche il -1 in classifica. Decisione come detto nel precedente articolo che ci sembra giustissima non fosse altro per il rispetto delle regole e dei protocolli stabiliti prima dell'avvio di questa stagione tremendamente difficile. Allora anche la Juve non sarebbe più dovuta partire per la Calabria viste le due positività? Ed invece niente di tutto questo, nessuna sceneggiata e seppur in formazione rimaneggiata siamo scesi in campo come giusto che fosse. Stessa cosa accaduta per altre partite con un numero di positivi ben più alto. Ma lasciamo perdere non vogliamo più sprecare fiato su questo argomento. Adesso facessero tutti i ricorsi possibili anzi si incatenassero ai cancelli della FIGC o della Lega Calcio. 
A Crotone sapevamo che non sarebbe stata una partita semplice stante i rientri dalle Nazionali a poche ore dalla partenza per la trasferta con pochi allenamenti di gruppo. I calabresi hanno disputato una grande partita ma come sempre ha condizionare la gara è stato un calcio di rigore a freddo che ha scombussolato i piani di Andrea Pirlo costretto da subito ad inseguire. Ma poi grazie ad una bella combinazione tra l'esordiente Federico Chiesa e Alvaro Morata, autore del gol del pareggio, la Juventus era riuscita a ristabilire le sorti di un incontro che poi man mano ha visto crescere di tono la Juve con il Crotone che però non disdegnava mai di andare in avanti alla ricerca del nuovo vantaggio sfiorato in un paio di occasioni. Poi una frettolosa espulsione per rosso diretto a Chiesa ha lasciato la Juve in inferiorità numerica. Poteva essere la fine ma di li in poi la Juve ha iniziato a giocare anche meglio come era già accaduto a Roma dove anche li si era rimasti in 10 uomini. Un clamoroso palo di Morata ed un rete annullata sempre allo spagnolo in maniera a dir poco assurda (questione di millimetri...) hanno fatto si che il risultato restasse sull'1-1. Molte cose andranno sistemate, ma la Juve è un cantiere in evoluzione con molte maestranze giovani ed un allenatore dalle idee molto chiare e decise a dispetto della critica che a nostro avviso lo sta bacchettando sin troppo. Ha avuto le palle anche in Calabria di schierare titolari ben due Under 23 come Frabotta e Portanova. Certo contro il Crotone bisognava vincere ma quando di fronte ti ritrovi anche un arbitraggio così fiscale ed a senso unico allora devi fartene una ragione che un pareggio ci può anche stare. Il campionato resta una lunga corsa a tappe, dove vince chi arriva primo in fondo. Nessun dramma, ricordate tutti che per vincere bisogna anche lottare senza mai mollare. Forse qualche tifoso ha perso queste caratteristiche abituato sin troppo bene da nove anni di successi consecutivi ma noi invece siamo gente abituata alla lotta che certamente non ci farà paura.  
Peccato che non si possa seguire la squadra dal vivo. Quella di Crotone ha da sempre rappresentato per noi una delle tappe che si affrontava con molta goliardia non fosse altro per la percorrenza di strade quasi dimenticate da Dio e l'immancabile sosta ad una salumeria all'altezza di Sibari con il panino al salame piccante tipico calabrese. Sarebbe stata la nostra quarta presenza li giù ma il Covid ha voluto così.....Adesso la Juve è chiamata all'esordio stagionale in Champions in quel di Kiev in Ucraina, dove bisognerà vincere ad ogni costo per iniziare nel modo migliore l'avventura stagionale europea chiusa malamente la scorsa stagione con l'eliminazione agli ottavi. Anche qui per questa trasferta che non potremo fare il dispiacere sarà immenso. Quella Ucraina avrebbe rappresentato per noi un ritorno in quella nazione dopo qualche anno dopo la prima ed unica presenza sin qui a Donetsk ed invece ci ritroviamo ancora fermi ai box con una trasferta che avremmo fatto come sempre ben volentieri.  
Al Club rispettando rigorosamente come sempre tutti i protocolli del Covid l'affluenza è stata buona anche contro il Crotone, adesso ci ritroveremo di martedì all'insolito orario delle 18,55 per la gara di Champions nel corso della quale continueremo con il tesseramento che ci ha visto raggiungere e superare quota 300 iscritti (siamo giunti a 309). Un risultato che stante il periodo non possiamo che ritenere soddisfacente nella speranza di raggiungere quanto prima lo step delle 400 iscrizioni. Poi si vedrà.....se il Covid lo vorrà...
Continuiamo a chiedere a tutti una grossa collaborazione nel sostenere il Club indipendentemente dalla mancanza del servizio biglietteria e della possibilità di recarsi allo Stadio. La tessera la si deve fare per mantenere in piedi il nostro grande Club. 
FORZA RAGAZZI VI ASPETTIAMO DALLA SEDE. SOSTIENI ANCHE TU LO JUVENTUS CLUB ANDRIA 


 
 

 
 
 
             
 
 
 
 
             
 
 
 
Juventus Club Andria "Giovanni Agnelli" - Via Enrico Dandolo 37/39 - 76123 Andria
Info line 320/6209445 - Sede: 0883 1983534 - info@juventusclubandria.it - Webmaster: Domenico Mosca

 
Sito non ufficiale in quanto tutti i marchi e i loghi (Juve, Juventus e Scudetto) sono di esclusiva proprietà della Juventus Football Club S.p.a..
Il sito non rappresenta un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 /2001 in quanto aggiornato senza alcuna periodicità. I video, le immagini e i disegni
utilizzati sono tratti da Internet e quindi sono da ritenersi di pubblico dominio, in caso di violazioni comunicarlo a info@juventusclubandria.it,
provvederemo alla pronta rimozione.