Motto Club
   
totem
   
  HOME / NEWS

 
ULTIME NEWS
   
dot VITTORIA FONDAMENTALE IN CHIAVE CHAMPIONS!

dot VITTORIA FONDAMENTALE IN CHIAVE CHAMPIONS!

dot LA JUVENTUS NUOVAMENTE IN FINALE DI COPPA ITALIA!

dot ALTRO DELUDENTE PAREGGIO, CHIUSO IL TESSERAMENTO A 871 SOCI!

dot LA JUVE RIBALTA IL CAGLIARI, NOI SEMPRE AL SUO FIANCO

   
ARCHIVIO NEWS
dot News anno 2009
dot News anno 2010
dot News anno 2011
dot News anno 2012
dot News anno 2013
dot News anno 2014
dot News anno 2015
dot News anno 2016
dot News anno 2017
dot News anno 2018
dot News anno 2019
dot News anno 2020
dot News anno 2021
dot News anno 2022
   
 
LA JUVE VINCE NELLA NEBBIA DI BOLOGNA
 

Non era per nulla scontato a distanza di sette giorni rimettersi subito in viaggio e soprattutto dopo l'ennesimo risultato deludente della nostra Juventus. Eppure anche a Bologna ci siamo arrivati con un furgone ed un auto al seguito. Ma prima di parlare della nostra trasferta in terra emiliano veniamo come sempre a qualche considerazione sulla partita. Scusateci innanzitutto se spesso ci mettiamo dei giorni o anche delle settimane per aggiornare questi articoli. Non siamo un club statico, siamo sempre più dianamici. Quello che facciamo lo si fa sempre sottraendo del tempo libero alle nostre famiglie alle quali si dedica spesso sempre meno tempo pur di portare avanti con passione questa realtà chiamata Juventus Club Andria e di conseguenza anche il sito internet ufficiale richiede del tempo per la sua gestione. Non sempre si riesce ad essere sul pezzo, con le prenotazioni, l'organizzazione delle trasferte e la biglietteria che incombono nella quotidianità per ogni maldetta partita della nostra amata JUVENTUS! Mica siamo come quelli dei quattro gatti al bar! Ahaahahahahahhaha. A Bologna si rivede la Juventus cinica, matura, capace di sbloccare il risultato da subito per poi difenderlo soffrendo il giusto e dilagare nel secondo tempo sfiorando più volte il 3-0 che non arriverà. Un passettino in avanti nella corsa al quarto posto Champions. Non è il caso ovviamente di illudersi, ma forse una chiave per la svolta il buon Massimiliano Allegri la sta trovando nel mezzo di mille difficoltà legate anche alle tante assenze - perché un Dybala e un Chiesa non si regalano a nessuno. Si è rivisto un senso di padronanza del match che da un po' non si ammirava sul fronte bianconero. Partita decisa da due lampi, che portano la firma di Morata e Cuadrado, in uno stadio con tantissima presenza bianconera anche in Tribuna e Curva San Luca. Sono bastati sei minuti in una nebbia fitta che dagli spalti non permetteva di vedere bene l'altra metà campo e la gara ha subito preso  l'indirizzo desiderato da Allegri: combinazione Morata-Bernardeschi, assist del Berna con Alvaro che la mette dentro. I movimenti di Morata, ancora a segno in trasferta in campionato dopo Salerno e Venezia, danno molto fastidio agli emiliani. Il Bologna non sta a guardare e  De Ligt si erge sul piedistallo degli insostituibili: è sveglissimo, l'olandese, nel contrastare ogni avanzata bolognese. Anche il rientro in campo dell'americano McKennie è stato determinante. Da apprezzare, oltre a De Ligt, anche l'applicazione di Arthur che prova a variare il suo gioco fatto di tocchi, tocchetti e sorprendenti lanci lunghi, il lavoro oscuro di Kean nell'aprire spazi a Morata, l'impegno di Pellegrini, la concentrazione di Bonucci. Dorme come sempre Rabiot, lento e macchinoso e perde palloni su palloni. Nella ripresa la Juve non inizia bene, sembra la fotocopia di Venezia ma McKennie è un muro e Bonucci replica il salvataggio monstre del texano. Dopo aver corsod ei seri rischi sventati anche da un attento Szczesny arriva l'ennesimo guizzo vincente di Cuadrado. Goduria per la tifoseria juventina come detto giunta in forze al Dall'Ara. 0-2 sarà il risultato finale in una nebbia sempre più fitta al Dall'Ara ma la Juve è riuscita a far intravedere un piccolo raggio di sole in un 2021 un po' così e così. Torniamo alla parte più bella del commento ovvero quello sulla trasferta dei nostri a Bologna. Partiti con un Mini Van (un classico) ed un auto del grande Don Claudio Stillavato i nostri hanno ancora una volta dimostrato tutta l'infinita passione per i colori bianconeri ed una goliardia ad a vendere. Ritrovatisi tutti al Bar di Riccardo Frisardi in Via Vespucci, lasciano Andria soltanto verso le 9,00 dopo aver caricato a bordo un numero impressionante di birre! Prima parte del viaggio del tutto tranquilla con un freddo pungente e maltempo a tratti. Il buon Antonio alla guida del mezzo. Prima sosta classica a Giulianova dove è oramai mezzogiorno. Li decidono di iniziare a dar fondo al ben di Dio sapientemente organizzato dal carissimo Francesco Rizzi. Di tutto di più accompagnato da birra Peroni bella ghiacciata. Si riparte verso Bologna. Un altra sosta ad un oretta dall'arrivo per cambiare l'acqua alle olive..... per poi giungere al casello di Casalecchio di Reno. La Polizia ci blocca per poi portarci allo Stadio con una simpatica, oltre che bella, dirigente della Digos. All'arrivo nella strada destinata a parcheggio ospiti ci ritroviamo con tantissimi amici che non si incontrava da tempo. Capiamo subito che sarà una giornata bella a livello di tifo. Ci voleva. Diamo da bere a decine di amici con l'immancabile Caffè Borghetti. Ne usufruiscono diversi amici da Torino, Roma, Forlì. Come sempre numeri uno. Riceviamo diversi attestati di onore e stima. Poi si entra nel settore con una umidità pazzesca per via della nebbia ma riscaldati dall'alcool in corpo.....ahahahahhaha. Appena dentro ci posizioniamo alla sinistra del settore a confine con la Tribuna. Con le pezze messe sulla vetrata laterale. Grande giornata di tifo, la squadra apprezza, tutti noi cantiamo dal primo all'ultimo istante, intervallo e fine partita compresi. Ci abbracciamo, saltiamo, balliamo per vincere il freddo. Bello tutto davvero bello. La Juve ha bisogno del tifo organizzato, il tifo organizzato ha bisogno della Juve. Avanti così che sia da viatico per il futuro prossimo. Noi come sempre ci saremo “a   modo nostro” senza apparire con il solito motto, non li vedi...ma ci sono! I bolognesi non pervenuti, non solo per la nebbia che non ci permetteva di vederli. Grande il nostro DON CLAUDIO ancora una volta porta fortuna. Quando assiste lui ad una partita dal vivo la Juve vince sempre. Un plauso ai nostri saliti su e condotti dall'immancabile segretario Fabio, da Giorgio, da Gaetano e Cristiano tra i recordman per numero di trasferte fatte sin qui, ma anche a Michele e al suo papà oltre ad Alessio e consorte. Al rientro sempre il caro Antonio alla guida. Viaggio sereno e tranquillo. Da segnalare il brindisi con le ragazze di un autogrill con un panettone da noi offerto, tagliato e consumato. Storie da trasferta, storie da vivere e da raccontare. Giungono ad Andria verso le 04,00 del mattino stanchi, infreddoliti e mai domi, già con la testa al prossimo viaggio. Al club discreta affluenza nonostante l'orario di sabato pre natalizio. Continua il tesseramento che ci vede attestati a 676 iscrizioni un numero che sicuramente ci permetterà nel mese di Gennaio, Covid permettendo, raggiungere e superare quota 700 iscritti. Numeri che impressionano se rapportati all'andamento della squadra, numeri che altrove faranno sicuramente rosicare!


#ANDRIAPRESENTE #STILEDIVITA #AMODONOSTROSEMPRE


IO NON POSSO STARE SENZA LA MIA JUVENTUS!

 

 
 
 
             
 
 
 
 
             
 
 
 
Juventus Club Andria "Giovanni Agnelli" - Via Enrico Dandolo 37/39 - 76123 Andria
Info line 320/6209445 - Sede: 0883 1983534 - info@juventusclubandria.it - Webmaster: Domenico Mosca

 
Sito non ufficiale in quanto tutti i marchi e i loghi (Juve, Juventus e Scudetto) sono di esclusiva proprietà della Juventus Football Club S.p.a..
Il sito non rappresenta un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 /2001 in quanto aggiornato senza alcuna periodicità. I video, le immagini e i disegni
utilizzati sono tratti da Internet e quindi sono da ritenersi di pubblico dominio, in caso di violazioni comunicarlo a info@juventusclubandria.it,
provvederemo alla pronta rimozione.