Motto Club
   
totem
   
  HOME / NEWS

 
ULTIME NEWS
   
dot ANCORA SUPPLEMENTARI AMARI PER LA JUVE! NOI IN 180 A ROMA.

dot REGALI DI FINE STAGIONE…….!

dot VITTORIA FONDAMENTALE IN CHIAVE CHAMPIONS!

dot VITTORIA FONDAMENTALE IN CHIAVE CHAMPIONS!

dot LA JUVENTUS NUOVAMENTE IN FINALE DI COPPA ITALIA!

   
ARCHIVIO NEWS
dot News anno 2009
dot News anno 2010
dot News anno 2011
dot News anno 2012
dot News anno 2013
dot News anno 2014
dot News anno 2015
dot News anno 2016
dot News anno 2017
dot News anno 2018
dot News anno 2019
dot News anno 2020
dot News anno 2021
dot News anno 2022
   
 
ALTRO DELUDENTE PAREGGIO, CHIUSO IL TESSERAMENTO A 871 SOCI!
 

Di delusione in delusione, questo il sentimento prevalente di questa stagione per noi tifosi juventini che nonostante tutto, mai molliamo la Vecchia Signora, anzi riusciamo a fare ben 871 tesserati numero che ci porta ad essere il 6° Official Club nel Mondo per numero di soci iscritti. Semplicemente grandiosi. Altrove possono solo sognare questi numeri. Nonostante il sabato di vigilia pasquale, nonostante come detto l’andazzo poco esaltante della squadra, ben 21 i soci “atterrati” su Torino per la trasferta JUVE-BOLOGNA. Di buono della trasferta dei nostri su a Torino c’è stata soltanto la reazione finale, quella che  ha portato la Juventus ad acciuffare quantomeno il pari in una prestazione a dir poco brutta. Pari che però non è esattamente il risultato sperato. Anzi. E peraltro, men che meno, conforta una prestazione che per un tempo e mezzo è stata piuttosto rinunciataria da parte dei bianconeri padroni di casa che indossavano una nuova maglia, altra trovata di marketing che non attrae noi tifosi nostalgici di quella maglia bianconera a strisce verticali.   Poi, per carità, molto si potrà discutere su certe decisioni arbitrali (in primis il rigore non concessa per fallo su Morata) ma ciò non toglie che sarà ancora più opportuno, in casa Juve, riflettere sul perché e il percome non si riesca a scendere in campo sin da subito con la giusta tensione. Ok la sfortuna di pali e traverse e il rigore negato, ma si può e deve fare molto di più. Soprattutto, lo si deve fare prima...e lo si deve fare per tutta questa gente che continua a seguirli come se stessimo lottando per qualcosa di importante. Colpo d’occhio dello Stadium pieno come un uovo. Solita emergenza a centrocampo con i tre attaccanti di rilievo tutti partiti titolari che facevano ben sperare in un pomeriggio di soddisfazioni. Soltanto nel finale di primo tempo la Juventus è apparsa leggermente più aggressiva. Si va all’intervallo sullo 0-0. Ad inizio ripresa più emozioni di tutto il primo tempo, Rabiot mette fuori a porta praticamente vuota ed il Bologna subito dopo castiga i bianconeri. La Juve prova a reagire ma pare non esser cosa: al 10’ conclusione di De Sciglio, poi Danilo (servito da Cuadrado) è sfortunatissimo e di testa coglie il palo. E pure De Ligt va a un passo dall’1-1. A questo punto Allegri le prova tutte: cambi a volontà. Passando per un 4-2-3-1 si giunge ad un 4-4-2 classico con Morata e Vlahovic (appunto, per creare densità) cui però si aggiunge al 41’ alla disperata anche Kean. L'episodio che imprime una nuova sterzata all’incontro: Morata abbattuto con Cuadrado che sul vantaggio concesso colpisce incredibilmente l’incrocio dei pali. Avesse segnato, nessun dubbio. Ma a questo punto scatta il checking dell’arbitro, al monitor della Var. Cartellino rosso al difensore bolognese autore del fallo e alla merda di Medel per proteste ed offese. Ma inspiegabilmente l’arbitro non assegna il sacrosanto penalty. Quando il ko sembrava servito, l’invenzione di Morata che in sforbiciata volante serve Vlahovic il quale insacca un gol importantissimo. 1-1  finale ma che non cancella le perplessità e la delusione per una prestazione così sottotono, sia pure sfortunata. Onore a chi dei nostri è stato su presente, tutti partiti con voli aerei con pernottamento su Torino approfittando di Pasqua e Pasquetta. Sacrifici su sacrifici da parte dei nostri soci pur di esserci sempre e comunque al fianco della squadra. Un grazie a Maria, Rocco e Vincenzo i soci presenti nella Sud. Gli altri chi in Est Centrale chi in Ovest Laterale e Centrale al fianco delle panchine. Ci dispiace soprattutto per loro che avrebbero meritato di tornare a casa con la vittoria. Al Club buona l’affluenza con lo scambio di auguri alla fine del primo tempo con tanto di brindisi e cioccolatini per tutti. Una Pasqua resa amara dal risultato della nostra Juve, ma nonostante tutto noi ci saremo sempre, indipendentemente da tutto! Adesso non ci resta che difendere il quarto posto dagli assalti delle romane e dei viola e soprattutto sperare di chiudere questa stagione così incerta con un trofeo che per noi varrebbe davvero tanto.


JC ANDRIA, QUELLI CHE NON MOLLANO MAI!

 

 
 
 
             
 
 
 
 
             
 
 
 
Juventus Club Andria "Giovanni Agnelli" - Via Enrico Dandolo 37/39 - 76123 Andria
Info line 320/6209445 - Sede: 0883 1983534 - info@juventusclubandria.it - Webmaster: Domenico Mosca

 
Sito non ufficiale in quanto tutti i marchi e i loghi (Juve, Juventus e Scudetto) sono di esclusiva proprietà della Juventus Football Club S.p.a..
Il sito non rappresenta un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 /2001 in quanto aggiornato senza alcuna periodicità. I video, le immagini e i disegni
utilizzati sono tratti da Internet e quindi sono da ritenersi di pubblico dominio, in caso di violazioni comunicarlo a info@juventusclubandria.it,
provvederemo alla pronta rimozione.